Tvb in piazza, i tifosi sognano

Commenti

Transcript

Tvb in piazza, i tifosi sognano
Tvb in piazza, i tifosi sognano
Presentazione per la De'Longhi di Mostrini, entusiasmo già alle stelle. Il coach:
«State con noi, vi divertirete». Vazzoler: «Siamo in tanti qui, è la cosa più bella»
TREVISO Lo
scenario incantevole
di Piazza dei Signori. La sfilata
per Calmaggiore. L'entusiasmo
del pubblico. Ecco gli ingredienti che hanno reso magica
la presentazione della De'Longhi Treviso basket.
Una serata a tinte biancoblù
per conoscere uno ad uno tutti
i protagonisti della società del
presidente Paolo Vazzoler, tornata a rappresentare in alto
una delle piazze storiche della
pallacanestro italiana. E proprio da quella piazza da cui tutto nacque, Tvb ha voluto dare il
via ufficiale all'annata che la vedrà impegnata in A2, assieme
ad altri top team come Verona,
Trieste e Fortitudo Bologna.
Treviso è pronta, munita soprattutto dei sorrisi dei suoi ragazzi e dei suoi tifosi, che hanno ormai caratterizzato i palazzetti di mezza Italia e, ieri sera,
anche il salotto buono della città. Non c'è spazio per le preoccupazioni, specie dopo la bella
vittoria con Ravenna e la maratona con tre supplementari
contro Pesaro. Ma soprattutto
alla vigilia della gara contro la
Reyer, in programma domani
sera al Taliercio: un derby per
beneficenza che darà ulteriore
elementi di sogno ai tifosi.
Tanta gente in piazza, forse
non la folla dei grandissimi appuntamenti, ma l'entusiasmo
per il presidente Paolo Vazzoler
e la sua banda è stato ugualmente alto, anche grazie alla
presenza dei trecento tesserati
del settore giovanile che sono
sfilati per le vie del centro storico prima di essere accolti dall'assessore allo sport di Treviso,
Ofelio Michielan.
«Siamo partiti quattro anni
fa e ritrovarci qui tutti assieme
e in così tanti non può che essere il risultato più bello — ha
detto Vazzoler — ma c'è un desiderio grande che porto nel
cuore: la speranza che un giorno uno di loro possa essere il
capitano di Treviso: un trevigiano a guida della squadra
della propria città. L'ho fatto io
nel passato e spero lo possiate
fare anche voi». La passerella
dei campioni di Tvb ha poi aumentato la gioia dei piccoli e
grandi tifosi, che hanno accolto Agustin Fabi e compagni con
i classici cori e il lancio di qualche beneaugurante lanterna
rossa. Acclamazioni davvero
per tutti, dal custode del Pala-
verde ai giocatori del roster,
che hanno lanciato i palloni al
pubblico. E immancabile si è
alzato il coro «Pillastrini portaci in Europa», verso il coach
biancoblù. «È bello vedervi tutti qui, quest'anno avremo bisogno ancora di più del vostro appoggio e del vostro calore — le
parole del "Pilla" — siete determinanti, me ne sono reso conto l'anno scorso in alcune partite quando ci avete aiutato a superare i momenti difficili: ci
avete dato la spinta per vincere.
Quest'anno vi possiamo promettere che se ci starete vicini,
noi daremo tutto per farvi divertire e regalarvi tante emozioni». A «benedire» la stagione biancoblù tante autorità, da
Treviso e Villorba, ma anche il
presidente del Comitato regionale della Fip, Bruno Polon:
«Voglio fare un plauso a Treviso basket — ha detto Polon —
per quello che ha costruito al di
là dei risultati: ricordo bene
quattro anni fa quando iniziò
l'avventura, ero presidente provinciale e fu bello vedere iniziare un progetto che oggi conta
tanto entusiasmo».
E ora dopo la sbornia di ap-
plausi e di «high five», di nuovo sotto con il lavoro: domani
c'è il derby al Taliercio con la
Reyer, e si sa che i derby nessuno li vuole perdere. Nemmeno
in amichevole.
Matteo Valente
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Treviso basket In alto squadra, lo staff e i dirigenti
biancoblù, in basso il bagno di folla in piazza
dei Signori per la presentazione della De'Longhi