gambe gonfie e pesanti

Commenti

Transcript

gambe gonfie e pesanti
GAMBE GONFIE E PESANTI:
I PRIMI SINTOMI DELLA MALATTIA VENOSA
Gonfiore,
senso
di
pesantezza, formicolii, a
volte persino dolore: sono
le più frequenti manifestazioni
di un disturbo chiamato
INSUFFICIENZA VENOSA, cha
vale la pena di conoscere
meglio.
IL SISTEMA VENOSO COME E’ FATTO
La circolazione sanguigna è organizzata in due tipi di
vasi: arterie e vene. Le arterie distribuiscono il sangue,
ricco di ossigeno, dal cuore verso tutti i distretti del
corpo. Le vene hanno il compito di convogliare il sangue
dalla periferia dell’organismo, povero di ossigeno e carico
di scorie, verso il cuore per essere nuovamente
ossigenato. Per arrivare al cuore, il sangue deve però
superare un dislivello notevole: quando stiamo in
posizione eretta, per esempio, il sangue, per andare dal
piede al cuore deve percorrere circa un metro e mezzo in
senso opposto alla forza di gravità. Per facilitare questa
risalita, ed evitare che il sangue ritorni verso il basso, le
vene delle gambe sono dotate di particolari valvole che,
chiedendosi ritmicamente, interrompono la colonna di
sangue. Alla progressione del sangue verso il cuore
contribuiscono i muscoli delle gambe che comprimendo e
svuotando le vene profonde funzionano come una
pompa.
L’INSUFFICIENZA VENOSA E’ IL
RISULTATO DI MOLTI FATTORI
Dal punto di vista anatomico accade che la vena perde
tono ed elasticità, e le valvole venose perdono la loro
funzionalità: quindi il sangue può refluire verso il basso,
dando origine alla stasi venosa, ovvero un ristagno di
sangue che aumenta la pressione nelle vene. Il primo
segnale è il caratteristico gonfiore alle caviglie. Questo è
l’inizio di un circolo vizioso. Il ristagno dilata le vene e ne
compromette la naturale elasticità, le valvole diventano
sempre meno efficienti (incontinenti) il sangue ristagna e
così via.
LE CAUSE: CONOSCERLE, COMBATTERLE
Che cosa provoca questo “sfiancamento” venoso?
Soprappeso, sedentarietà, fattori ormonali, fattori
ereditari, gravidanza ripetute,rimanere fermi in piedi per
lunghi periodi di tempo. Se nessuno può agire
direttamente sui fattori ereditari, per combattere tutti gli
altri nemici possiamo fare molto.
A cura di: Prof. Pier Roberto Dal Monte
Presidente Comitato Scientifico UniSalute S.p.A.
I PRIMI SINTOMI DELL’INSUFFICIENZA





Sensazione di tensione
Sensazione di pesantezza alle gambe
Formicolii
Dolenza
Crampi notturni
LE 10 REGOLE UTILI
MUOVERSI: camminando infatti si attiva la pompa
muscolare che spinge il sangue dalle vene periferiche
verso il cuore. Evitare di stare fermi, in piedi o seduti, per
molto tempo sia al lavoro sia durante le occupazioni
domestiche. Ogni occasione può essere buona per
camminare un po’: un’ottima abitudine, per esempio, è
quella di fare le scale anziché prendere l’ascensore.
AIUTARSI CON UN SEMPLICE ESERCIZIO QUANDO SI
STA FERMI A LUNGO: sollevarsi aritmicamente sulle
punte dei piedi, facendo lavorare le caviglie.
PRATICARE
REGOLARMENTE
ATTIVITA’
FISICA:
scegliendo sport come nuoto, bicicletta,cyclette, sci, che
tonificano in modo armonico i muscoli delle gambe.
TENERE SOLLEVATE LE GAMBE: dormite con un rialzo
posto sotto il materasso, nella parte inferiore del letto. In
questo modo i piedi si troveranno più in alto rispetto al
cuore, favorendo il ritorno venoso.
EVITARE DI INDOSSARE SCARPE E INDUMENTI STRETTI
CHE OSTACOLANO LA CIRCOLAZIONE.
ATTENZIONE AL CALDO: che è uno dei principali nemici
delle vene perché le dilata; per questo la doccia è
senz’altro più indicata del bagno. In ogni caso è
sconsigliato l’uso di acqua molto calda.
NUTRIRSI IN MODO SANO E LEGGERO EVITANDO GLI
ECCESSI DI OGNI GENERE, IN PARTICOLARE DI
ZUCCHERI E GRASSI. Via libera invece agli alimenti ricchi
di fibre, come i cereali, la frutta e la verdura. Evitate i cibi
troppo salati (il sodio trattiene i liquidi).
EFFETTUARE LA SERA MASSAGGI CON L’ACQUA FREDDA
(NON GELATA) partendo dal piede, si risale lungo la
gamba con il getto della doccia, prima sul lato esterno e
poi su quello interno.
LINFODRENAGGIO
Non è un esercizio di ginnastica ma un efficace tecnica di
massaggio che favorisce la circolazione sanguigna e
linfatica .