capitolato - Dielle Costruzioni

Transcript

capitolato - Dielle Costruzioni
DESCRIZIONE DELLE OPERE
CANTIERE DI
CESANO MADERNO (MB)
VIA FABIO FILZI
1
PREMESSA GENERALE
Le descrizioni dei lavori riportate nel presente allegato s’intendono sommarie e sintetiche, con
il solo scopo di individuare e fissare gli elementi fondamentali.
Tali descrizioni si intendono sempre comprensive di tutto ciò che, pur non essendo
specificato, risulta necessario secondo le buone regole dell’arte, a dare l’opera e la finitura
ultimata e funzionante.Tutte le opere e le forniture si intendono comprensive di ogni e
qualsiasi onere, materiale, manodopera, mezzi d’opera, assistenza, ecc. necessari a dare le
opere e le forniture finite, posate e funzionanti a perfetta regola d’arte.
Su eventuali divergenze fra le tavole di progetto e le descrizioni delle opere e dei lavori varrà
quanto precisato dalla descrizione, mentre per le altre divergenze deciderà la Direzione Lavori
in base alle esigenze tecniche di lavoro.
DESCRIZIONE DELLE OPERE
Tetto ventilato
Struttura
Orditura primaria in travi lamellari di conifera europea 4 fili, piallati, orditura secondaria in
travetti lamellari 4 fili, posti ad un interasse di cm 60, trattati con due mani di impregnante
antimuffa, antitarlo e idrorepellente.
Assito
Perline prima scelta maschiate, in abete da mm. 22, trattati con due mani di impregnante
antimuffa, antitarlo e idrorepellente.
Telo traspirante
Membrana in polipropilene impermeabile e traspirante “ Tecnotex 5000” per barriere al
vapore e impermeabilizzazione provvisoria, la quale sarà posizionata sull’assitto partendo
dalla gronda verso il colmo del tetto, facendo in modo che il telo superiore sormonti di circa
10 cm. quello inferiore.
Listellatura
Listoni abete cm. 6x5x400, posizionati in senso parallelo alla linea di gronda (interasse ml.
1,00), fissati alla struttura con appositi chiodi.
2
Isolamento
Pannello di lana di roccia vulcanica legata con speciali resine termoindurenti, costituito da
cellule aperte, con elevate caratteristiche di assorbimento acustico, certificato non
combustibile in classe M0, spess. cm.18 alta densità.
Camera di ventilazione
Listoni in abete cm. 5X4X400 posizionati in senso parallelo alla linea di gronda (interasse cm.
61); gli stessi creano una camera di ventilazione fissati alla struttura con appositi chiodi.
Rete parainsetti
Rete parainsetti in alluminio anodizzato a chiusura delle camere di ventilazione sia in entrata
(linea di gronda) sia in uscita (linea di colmo).
Plywood
Pannello multistrato fenolico (plywood) mm. 1,2X1200X2440 il quale sarà posizionato e
fissato con appositi chiodi alla listellatura ottenendo così il piano d’appoggio per il manto di
copertura.
Copertura
Copertura con manto di tegole.
Muratura
Elevazione in muratura tipo svizzero più cappotto esterno.
Tavolati divisori in forati da cm. 8.
Divisioni alloggi 12cm + 12cm con interposto pannello di isolamento termoacustico.
Isolamento termico
Isolamento termico nel rispetto del D.Lgs 19 agosto 2005 n.192 e relativi regolamenti.
L’isolamento sulle pareti perimetrali, sui pilastri e sulle solette avrà spessore adeguato alle
norme di legge.
3
Il pannello di lana di roccia vulcanica legata con speciali resine termoindurenti ha una
struttura a cellule aperte che favorisce l’assorbimento delle onde acustiche e permette di
attenuare l’intensità e la propagazione del rumore; è di natura prevalentemente organica,
certificato quindi come materiale non combustibile secondo la normativa francese - certificato
classe M0 – CSTB n° 92.34624.3.1.
Esalatori
Le canne di esalazione delle fognature e delle cappe delle cucine saranno in pvc. La canna
fumaria delle caldaie di tipo centralizzato sarà coibentata, completa di tappo d’ispezione di
ogni singola canna fumaria + tappo spurgo per ogni canna fumaria di scarico condensa.
Serramenti
Serramenti in Pino Lamellare, nuova serie 68, tinta chiara, completi di vetricamera “Basso
Emissivo”, finiture e accessori standard.
Falsi telai in legno.
Maniglie più coperture ferramenta mod. standard per serramenti.
Traversi intermedi e vetrocamera inferiore interno ed esterno di tipo antinfortunistico per
porte finestre.
Porte
Portoncino di primo ingresso blindato, con lamiera esterna e rinforzi interni in acciaio
zincato. Composta da: 4 rostri fissi, 7 chiavistelli mobili, serratura triplice protetta sul lato
esterno da una piastra d’acciaio antitrapano al manganese, piastra supporto serratura in
acciaio, lama paraspifferi, guarnizione di battuta perimetrale, limitatore di apertura, spioncino
grandangolare, bocchetta di registrazione dello scrocco e doppia registrazione tra telaio e
controtelaio, manigliere in alluminio bronzato. Il rivestimento interno ed esterno sarà liscio in
Tanganika lucidato tinta noce o ciliegio, controtelaio in acciaio fornito di 8 zanche per
l’ancoraggio al muro.
Misure standard.
Porte interne anta cieca liscia in Tanganika tinto noce o ciliegio oppure bianca, complete di
telaio con angoli
arrotondati,
guarnizione
antirumore,
tropicalizzate, maniglie di serie.
4
coprifili ad
incastro, cerniere
Misure standard.
Porte basculanti per le autorimesse in struttura metallica preverniciata o zincata,
predisposte per la motorizzazione.
Pavimenti
Per gli appartamenti:
-
Ingresso e soggiorno in monocottura o gres porcellanato smaltato di prima scelta
30x30 o 33x33 cm.
colore a scelta, considerando un budget di acquisto fino a € 30,00 di
listino;
-
Camere da letto in parquet di spessore mm. 10 essenza Rovere, Iroko o Merbau,
incollato, escluso pose particolari (in diagonale, a disegno, con fasce perimetrali), budget di
acquisto fino a € 36,00 di listino;
-
Bagni e cucina in piastrelle di monocottura 20x20 cm., budget di acquisto fino a €
30,00 di listino.
Eventuali listelli o decori verranno computati a parte.
-
Balconi e terrazzi antigelo di prima scelta.
La fornitura e la posa dello zoccolino di tutto l’appartamento saranno a carico dell’acquirente.
Rivestimenti
I rivestimenti saranno in ceramica smaltata formato 20x20 cm. o 20x30 cm. di prima scelta,
con un budget di acquisto fino a € 30,00 di listino:
-
Bagni: le rimanenti altezze delle pareti saranno finite ad intonaco civile;
-
Cucine: per la parete attrezzata rivestimento in ceramica 20x20 cm. h. 160 cm. di
prima scelta;
-
Altri locali abilitati: pareti rasate a gesso con paraspigoli;
-
Box e cantine: intonaco rustico tirato a fine o c.a. a vista.
IMPIANTI
Impianto di riscaldamento
L’impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria sarà di tipo centralizzato.
La Centrale Termica sarà essenzialmente costituita da due caldaie ad altissimo rendimento,
5
ecologiche, con funzionamento in condensazione, collegate ad un collettore idraulico di
compensazione verticale; il secondo generatore sarà inoltre dedicato alla produzione di acqua
calda sanitaria unitamente ad un bollitore accumulo di grande capacità, dotato di doppio
scambiatore. Viene completato il collegamento ad un sistema solare a pannelli piani, il quale
garantirà il rispetto del D.L. 19/08/2005, n.192 e 311/06 (obbligo di utilizzare energie
alternative per “….coprire almeno il 50% del fabbisogno annuo di energia primaria richiesta
per la produzione di acqua calda sanitaria”).
I generatori di cui sopra saranno collegati, ognuno, ad una sonda esterna che permetterà il
funzionamento degli stessi a temperatura scorrevole (la temperatura dell’acqua in mandata
varierà in funzione della temperatura esterna, ottimizzando quindi i consumi).
Il circuito idraulico partente dall’equilibratore andrà a servire ogni appartamento
parallelamente all’impianto di adduzione acqua calda sanitaria, dotato di sistema di ricircolo.
A monte di ogni unità abitativa sarà predisposta, in posizione da definire con la Direzione
Lavori, la centralina di regolazione e contabilizzazione dei consumi energetici, così composta:
- n.1 valvola di zona motorizzata;
- n.1 integratore elettronico di energia;
- n.1 contatore volumetrico per riscaldamento;
- n.1 contatore volumetrico per circuito acqua calda sanitaria;
- n.1 contatore volumetrico per acqua fredda.
All’interno di ogni appartamento sarà installato un termostato elettronico programmabile, che
agirà sulla valvola di zona di cui sopra, onde consentire una precisa regolazione della
temperatura ambiente.
Questi dispositivi rendono l’impianto di ogni appartamento indipendente sia a livello di
consumo che di pura gestione dello stesso.
In effetti, al momento della richiesta di calore da parte del termostato ambiente, la valvola di
zona, aprendosi, farà circolare fino agli utilizzatori ( pannelli radianti ) il fluido termovettore,
il passaggio del quale verrà rilevato dal contatore volumetrico per riscaldamento, nonché
misurato e contabilizzato dall’integratore elettronico di energia.
Allo stesso modo verranno rilevati il consumo di acqua calda e fredda sanitaria.
I dati registrati dall’integratore di energia saranno disponibili sul display dello stesso.
Come accennato in precedenza, all’interno delle unità abitative i terminali dell’impianto
saranno pannelli a pavimento.
6
I singoli circuiti, costituiti da tubo in polietilene reticolato, saranno posati sulla soletta
mediante apposito pannello sagomato e successivamente ricoperti da un getto debitamente
additivato.
Ogni circuito sarà intercettabile e tarabile mediante apposito regolatore di portata con scala
graduata.
Nei bagni l’impianto a pannelli verrà integrato con un radiatore scaldasalviette, onde
sopperire alla scarsa superficie radiante.
Impianto idraulico
Linee acqua dal contatore alle colonne montanti, in tubo di polietilene per acqua.
Colonne montanti per acqua con tubazioni fusiotecnik.
Predisposizione per installazione addolcitore acque.
Impianto idrico sanitario
Realizzato secondo le Circolari del Ministero della Sanità.
Colonne di scarico con tubazioni wawin.
Dotazione apparecchi sanitari per alloggio:
Bagno: piatto doccia, vaso, bidet e lavabo.
Ripostiglio – lavanderia (ove previsti): attacco lavatrice completo di rubinetto di
alimentazione, predisposizione attacchi per eventuale vaschetta lavapanni.
Cucina: rubinetti arresto incasso a cappuccio, attacco scarico lavello, attacco acqua
calda e fredda, attacco lavastoviglie.
Descrizione sanitari:
Le apparecchiature previste saranno di tipo DURAVIT serie D-CODE SOSPESO, bianche,
cassetta ad incasso; piatti doccia: 80*80 cm., ceramico completo di asta saliscendi
e
doccetta a due funzioni.
La serie di rubinetterie previste sarà del tipo HANSGROHE serie TALIS S2, cromo, a miscelatore
monocomando.
7
Impianto elettrico
Sarà realizzato conformemente alle norme CEE .
Nell’ingresso /soggiorno saranno posizionati il quadro generale e il videocitofono.
Saranno utilizzate placche Bticino LIVINGLIGHT, secondo le quantità di seguito elencate:
Ingresso e soggiorno:
2 punti luce comando
4 punti presa bivalenti
1 punto TV
1 punto telefono
1 punto presa satellitare
1 monitor per videocitofono
Pranzo e cucina:
1 punto luce interrotto
6 punti presa (4 schuko e 2 bivalenti)
1 punto termostato
1 punto TV
Bagno padronale:
2 punti luce interrotti
1 punto comando
1 presa luce bivalente
1 presa forza motrice
Bagno servizio:
2 punti luce interrotti
1 punto presa bivalente
1 punto comando
Camera matrimoniale:
1 punto luce comando
4 prese luce bivalenti
1 punto TV
1 punto telefono
Camera singola:
1 punto luce comando
3 prese luce bivalenti
1 punto TV
1 punto telefono
Disimpegno notte:
1 punto luce comando
1 punto presa bivalente
8
Ripostiglio:
1 punto luce interrotto
1 punto presa bivalente
Box:
1 punto luce
1 presa forza motrice
Cantina:
1 punto luce
1 presa forza motrice
Logge e terrazzi:
1 punto luce interrotto
1 presa stagna IP 155
Impianto suoneria:
1 campanello bagno
1 campanello ingresso
Potranno essere eseguiti spostamenti di punti luce e prese previa autorizzazione della Direzione
Lavori.
N.B.: le descrizioni qui previste sono puramente indicative, potranno subire variazioni a
descrizione della D.L. o per motivi tecnici.
Impianti aria condizionata
Predisposizione aria condizionata o ionizzata.
Impianti antifurto
Predisposizione per antifurto volumetrico e perimetrale (tubazione vuota).
Impianto videocitofono
Apparecchio videocitofono collegato con cancello pedonale su strada.
Impianto telefonico
Canalizzazione e impianto come previsto dalla Telecom con arrivo nel soggiorno e
distribuzione nelle camere da letto.
Impianto TV
Impianto centralizzato tipo larga banda UHF e VHF composto da canalizzazione discendente
9
con derivazione in ogni singola unità immobiliare per ricezione canali digitali
Impianto satellitare
Predisposizione tubi vuoti per impianto tv SAT.
L’acquirente può chiedere tempestivamente di apportare varianti all’unità immobiliare,
stabilendo direttamente con l’impresa l’entità ed i costi liquidabili a parte.
La presente descrizione riproduce i principali dettagli che possono interessare l’acquirente e
consente di ipotizzare un’idea di massima in merito alle specifiche tecniche del progetto e di
come saranno realizzate le opere generali esterne ed interne.
E’ facoltà del venditore di apportare alla struttura ed alle facciate del fabbricato eventuali
variazioni, sia richieste dalle competenti autorità, sia per ragioni tecniche costruttive ed
architettoniche a giudizio insindacabile della D.L. e comunque con equivalenza di valore.
Cesano Maderno, li ____________________
_________________________
_______________________
10

Documenti analoghi