Primo Piano Tre filmati in ricordo di Walter Bonatti

Commenti

Transcript

Primo Piano Tre filmati in ricordo di Walter Bonatti
Il meteo
OGGI
DOMANI
17/08/2013
Proposte e curiosità per la tua vacanza. A cura dell'Apt Val di Fassa
Primo Piano
Tre filmati in ricordo di Walter Bonatti
Di Walter Bonatti (nell’immagine), oltre alle numerose
imprese alpinistiche, si ricorda la controversa vicenda
della spedizione sul K2 (del 1954), che l’ha visto aver
ragione (ma solo molti anni dopo, ovvero nel 2008) su
Achille Compagnoni, Lino Lacedelli e Ardito Desio.
É stato uno dei protagonisti di un’entusiasmante
stagione alpinistica, Walter Bonatti (Bergamo, 22
giugno 1930 - Roma, 13 settembre 2011). Allo
straordinario alpinista, guida alpina, esploratore,
autore di libri e reportage è dedicata una serata
speciale, oggi alle ore 21.00 in Piaz Marconi a
Canazei condotta da Sandro Filippini, giornalista
de La Gazzetta dello Sport. La figura di Bonatti
viene presentata sia da Filippini, che sta per
pubblicare un libro sullo scalatore, sia attraverso
tre interessanti filmati: il primo illustra le
conquiste alpinistiche e le esplorazioni, il
secondo vede Bonatti confrontarsi con Reinhold
Messner sui temi più cari della montagna, il
terzo è il racconto di Rosanna Podestà,
compagna dell’alpinista, che ha riportato la loro
esistenza avventurosa nel libro "Una vita libera".
Alcune manifestazioni
del giorno
Un giorno al Museo
Vigo di Fassa
Ore 10.00-12.30 e 15.00-19.00 - Loc. San Giovanni.
Da visitare il Museo Ladino con il suo allestimento
multimediale delle collezioni etnografiche dell’Istitut
Cultural Ladin. Dalla preistoria alla modernità,
documenti e immagini delle vicende storiche e
sociali più importanti della valle.
Grande Guerra in vetrina
Canazei
Ore 10.00-12.30 e 14.00-17.30 - Loc. Fedaia. Tanti i
reperti bellici raccolti in Marmolada ed esposti al
Museo della Grande Guerra 1914-1918.
Fili tra le mani
Pozza di Fassa
Ore 9.30-12.30 e 15.00-23.00 - Sale dell’oratorio.
Esposizione di prodotti di maglieria, tessitura e
ricami, a cura dell’Operazione Mato Grosso.
Itinerari sorprendenti
Passepartout
Da Mazzin alla Val Udai
"Tintarella di luna" per la Fata
Il calendario completo delle manifestazioni è
disponibile negli Uffici Turistici della valle.
Dal centro di Mazzin si sale Strèda do Ruf e la
via forestale Val de Udai (segn. n. 580).
Superato un ponte, si affronta un ripido
acciottolato cementato e s’incontra il sent.
n.579, si attraversa il greto di un torrente e poi il
Ruf de Udai. Entrati nel bosco si sale verso il
bastione del Zocol e le sue spettacolari cascate.
Dopo alcuni tornanti si va sul piano, s’attraversa
il rio e si arriva nel Pian de Udai. Si sale ancora,
intersecando più volte il ruscello. Ci si alza e,
con una diagonale nel pendio erboso, si esce
nella parete superiore della Val de Dona (ore
2.30). Si scende (sent. n. 577) fino a
Fontanazzo (ore 1.45) o andando verso i prati di
Camerloi, Pas de Ciaréjoles e Val de Duron a
Campitello sui sentieri n. 578 e 532 (ore 2.30).
"Raggi di luna baciano te", così come cantava
Mina nella celebre canzone, la Fata delle
Dolomiti stasera dalle ore 21.00, si lascia
illuminare solo dal satellite della Terra. Un
romantico dopocena ideale per ammirare il
centro di Moena a luci spente e magari scorgere
meglio qualche stella cadente, tipica del periodo
agostano. Le vie principali del paese si
punteggiano di candele che indicano gli itinerari,
i negozi smorzano i fari delle vetrine e segnalano
le entrate con lampade che rendono l’atmosfera
magica, mentre spettacoli di fuoco danno calore
alla serata. Una visione suggestiva del paese
che fa riscoprire i ritmi antichi, legati al dolce
alternarsi del giorno e della notte e dei cicli
lunari, che un tempo qui scandivano la vita.
Iniziative per
gli ospiti
Lo sapevi che...
Nell’Ottocento le cime fassane rappresentano una sfida eccezionale per i pionieri dell’alpinismo. Nel
1887 arriva in valle Georg Winkler, diciassettenne bavarese, che il 17 settembre s’avventura da solo
sulle Torri del Vajolet. Sceglie la più alta, indossa scarpe di tela con suola di corda per far presa sulla
roccia e sale aiutato da una corda a cui fissa un uncino che lancia negli appigli naturali per poi tirarsi
su a forza di braccia. Arriva in vetta e scrive il suo nome su un biglietto che infila sotto alcune pietre,
firmando così la conquista della torre che da allora si chiama Winkler.
Per partecipare alle iniziative per gli ospiti è obbligatorio iscriversi, almeno un giorno prima, presso gli Uffici Turistici con la Val di Fassa Card (da richiedere al
proprio datore d'alloggio). Le attività sono riservate agli Ospiti delle strutture associate all'Apt Val di Fassa.
18/08/2013 (Ore 8.30)
Giro del Latemar mtb. Iscrizioni "Sport
Check Point" (attività a pagamento).
Moena
18/08/2013 (Ore 9.00)
Vie da pastori. Iscrizioni "Sport Check
Point" (attività a pagamento).
Canazei
Si ringraziano

Documenti analoghi

Primo Piano In sella sui tracciati del "Dolomiti Lagorai

Primo Piano In sella sui tracciati del "Dolomiti Lagorai prezioso ricamo. "Il filo racconta…", che si inaugura oggi alle ore 11.00 negli spazi della scuola J.B. Massar di Vigo, mette in mostra i frutti di una straordinaria abilità perpetrata per secoli, ...

Dettagli

Primo Piano Patrizia Laquidara in canto al Ciampac

Primo Piano Patrizia Laquidara in canto al Ciampac amalgamato il tutto e dall’impasto ottenuto la donna ricavò grossi gnocchi che cucinò in acqua bollente. Il pasto fu apprezzato così tanto che i soldati lasciarono alla donna due monete d’oro. Per ...

Dettagli

Primo Piano Sulle Dolomiti batte il cuore di

Primo Piano Sulle Dolomiti batte il cuore di per il Turismo della Val di Fassa, si presenta con la testata rinnovata, caratterizzata dallo skyline delle vette fassane, e con la novità della versione in inglese dedicata agli ospiti stranieri. ...

Dettagli