francesco il santo: una leggenda che continua

Commenti

Transcript

francesco il santo: una leggenda che continua
COMUNICATO STAMPA
"FRANCESCO IL SANTO: UNA LEGGENDA CHE CONTINUA"
MOSTRA DELLE OPERE SELEZIONATE PER IL CONCORSO ARTISTICO
Rieti, 20 aprile - 12 maggio 2013
Premiazione 11 maggio
Il Concorso artistico “Francesco il Santo: una leggenda che continua”, organizzato dalla Soprintendenza per
i beni storici artistici ed etnoantropologici del Lazio a chiusura della mostra Francesco, il Santo. Capolavori
nei secoli e dal territorio reatino tenutasi a Rieti nel 2012, è destinato agli allievi delle Accademie di Belle
Arti e dei Licei Artistici del Lazio per avvicinare i giovani ad una riflessione estetica sul messaggio spirituale
del Santo.
La mostra, che promuoveva la conoscenza di San Francesco sul piano iconografico ed artistico in relazione
al territorio reatino, presentava anche i capolavori di grandi maestri dell’arte italiana, dal Duecento con
Cimabue e Margarito d’Arezzo, fino al Novecento con Duilio Cambellotti e Adolf Wildt ed ai contemporanei
Mimmo Paladino, Stefano Di Stasio e Norberto.
L’avvicinamento all’estetica pauperistica di San Francesco è stato uno dei motivi conduttori dei lavori
presentati dagli artisti italiani e stranieri, provenienti dal Belgio, dalla Bulgaria, dalla Russia, dal Perù,
dall’Iran e dall’Estremo Oriente: sono emerse interpretazioni variegate del tema secondo i linguaggi della
modernità e con ogni forma espressiva e tecnica.
L’esposizione delle circa quaranta opere prescelte, che ha visto la Soprintendenza come committente, si
tiene a Rieti dal 20 aprile al 12 maggio 2013, nelle sale recentemente restaurate della Fondazione Varrone
sede anche della Galleria Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea MACHINA. Sono previste due
sezioni distinte, la prima riservata alle opere realizzate dagli artisti dell’Accademia di Belle Arti di Roma e la
seconda alle proposte dei Licei Artistici.
I lavori valutati da una giuria di personalità dell’arte e della cultura presieduta da Anna Imponente,
Soprintendente dei beni storici, artistici ed etnoantropologici del Lazio e ideatrice del concorso, otterranno
due premi per ciascuna. Il primo premio, consistente in una borsa di studio, è offerto dalla Cassa di
Risparmio di Rieti; il secondo è un tablet, offerto da Computer Discount di Rieti.
Per l’occasione sono esposte anche una serie di microsculture “Il Cantico Indossato” dell’artista e orafa
Daniela Allega Fuciarelli, ispirate al Cantico delle Creature.
La mostra è corredata da un catalogo a cura di Isabella Del Frate.
Giuria:
Anna Imponente, Soprintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici del Lazio;
Diego Di Paolo, Assessore al Turismo, Culture e Promozione del Territorio del Comune di Rieti;
Francesco Buranelli, Segretario della Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa;
Alessandro Zuccari, Professore ordinario di Storia dell’Arte Moderna all’Università La Sapienza di
Roma;
Gerardo Lo Russo, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Roma;
Giovanni Lorenzini, Dirigente scolastico del Liceo Artistico “A. Calcagnadoro” di Rieti, scuola
capofila;
Claudio Scorretti, Direttore della Galleria d’Arte Contemporanea MACHINA;
Marina Covi Celli, Direttore della Galleria d’Arte Ore d’aria di Roma.
Organizzazione:
Soprintendenza ai Beni storici, artistici ed etnoantropologici del Lazio;
Isabella Del Frate, curatrice del Concorso e Responsabile del Settore Didattico.
Con la collaborazione di:
Assessorato al Turismo, Culture e Promozione del Comune di Rieti;
Fondazione Varrone, Rieti;
Galleria Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea MACHINA, Rieti.
Responsabile Ufficio Stampa della SBSAE del Lazio
Antonella D'Ambrosio
Piazza San Marco, 49 - 00186 Roma
Tel. 06 69674232 - Cell. 334 6897410 - Fax 06 69674210
[email protected]
[email protected]
http://www.soprintendenzabsaelazio.it

Documenti analoghi