Lettera di presentazione della mostra

Commenti

Transcript

Lettera di presentazione della mostra
"IL LORO NOME È LA LORO FEDE"
- TESTIMONI DELLA VERITÀ PERSECUZIONI E DISCRIMINAZIONI DEI CRISTIANI NEL MONDO
Da qualche mese ormai ci stiamo interessando alla persecuzione dei
Cristiani nel mondo. Abbiamo deciso di incontrare alcuni testimoni
attenti da tempo a questa problematica. Siamo rimasti molto colpiti
dalla drammaticità di ciò che ci hanno raccontato in merito a quello
che sta succedendo ai nostri fratelli cristiani in varie parti del mondo,
ma ancora più ci stupisce il grande coraggio con cui essi affrontano questa grande
prova.
Ci siamo resi conto della necessità di assumere uno sguardo nuovo sulla realtà
del mondo, e di acuire l'attenzione e l'interesse su questa situazione. Dalle
testimonianza che abbiamo raccolto è emerso che ciò che effettivamente c'è in gioco è
la vita di uomini a cui è negata la possibilità di esprimere liberamente la loro fede,
perchè considerati pericolosi o di intralcio dal potere politico e religioso precostituito.
Ma che in essi non si spenga la luce della Speranza del Cristo, questa è una
responsabilità per noi cristiani d'occidente, che pure spesso ci vergogniamo della
nostra appartenenza alla Chiesa. Facciamo quindi nostre queste parole di Giovanni
Paolo II sulla testimonianza che ci viene dai martiri: "In essi si scopre l'evidenza di un
amore che non ha bisogno di lunghe argomentazioni per essere convincente, dal
momento che parla a ognuno di ciò che egli nel profondo già percepisce come vero e
ricercato da tanto tempo. Il martire dice ciò che noi già sentiamo e rende evidente ciò
che anche noi vorremmo trovare la forza di esprimere" (Fides et Ratio).
E allora nasce dal profondo del cuore un grande desiderio di agire, di fare
qualcosa di concreto perchè sia manifesta davanti a tutta la società la nostra vicinanza a
questi fratelli perseguitati a motivo della loro fede. Nasce proprio da questa presa di
coscienza l'idea di creare una piccola mostra per riprendere la testimonianza di questi
martiri e riportare l'attenzione su ciò che il Santo Padre sta incessantemente ribadendo
nei suoi interventi riguardo alla libertà religiosa, in particolar modo attraverso il
documento "Libertà religiosa, via per la pace", pubblicato in occasione della XLIV
Giornata Mondiale per la pace del 1 Gennaio 2011.
La mostra "Il loro nome è la loro fede – Testimoni della verità" non solo girerà
per numerosi paesi nelle province di Lecco, Milano, Monza e Brianza, Sondrio, Como,
ma coinvolgerà anche gli amici di alcune città come Genova, Venezia, Napoli. Questo
itinerario culmina in un importante evento a cui vogliamo estendere il nostro invito a
tutti coloro che riconoscono l'importanza di focalizzare l'attenzione su questa
questione: il 21 Marzo 2011, infatti, a Lecco si terrà una assemblea pubblica di
presentazione della mostra a cui parteciperanno l'on. Mario Mauro, europarlamentare
e rappresentante personale della presidenza dell'Osce (Organizzazione per la sicurezza
e la cooperazione in Europa) per la promozione della tolleranza e la lotta al razzismo e
alla xenofobia, e padre Bernardo Cervellera, missionario del PIME, giornalista e
direttore dell'agenzia giornalistica Asia News.
Affidandoci alla guida di Benedetto XVI, ci auguriamo che questa mostra sia per
tutti noi l'occasione per riprendere coscienza e riscoprire un gusto di vita nuova
nell'appartenza alla compagnia della Chiesa , che è "sale della terra e luce del mondo".
Gli organizzatori della mostra
(Alcuni ragazzi del Liceo G.Leopardi – Lecco)

Documenti analoghi