seminari e corsi di perfezionamento programma

Commenti

Transcript

seminari e corsi di perfezionamento programma
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
SEMINARIO-CONCERTO ‫ ׀‬14 GENNAIO – 21 GENNAIO 2011
PAOLO TOMELLERI
Venerdì 14 gennaio 2011 - ore 20.00/21.00 JAZZ MANOUCHE ‫ ׀‬ore 21.30 CONCERTO
Venerdì 21 gennaio 2011 - ore 20.00/21.00 SWING ‫ ׀‬ore 21.30 CONCERTO
I seminari di Paolo Tomelleri hanno come finalità fornire gli elementi per poter comprendere
meglio un genere musicale: il jazz.
Spesso il semplice ascoltatore non ha elementi e informazioni sufficienti per poter comprendere e
valutare un’ esecuzione.
All’interno del seminario su Django Reinhardt, Tomelleri ci illustrerà in che periodo storico è nato il
jazz in Europa, mentre il seminario “ dal dixieland allo swing “ ci illustrerà gli eventi storici e i
personaggi che hanno dato vita al jazz in America.
I seminari saranno seguiti da un concerto a tema che riproporrà quindi i generi musicali illustrati
durante il seminario.
Paolo Tomelleri,
musicista polistrumentista nato nel 1938 a Vicenza in una famiglia dove si
respirava musica classica e dopo aver studiato clarinetto al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano nel
1957 entro da subito a far parte della famiglia dei musicisti di jazz unendosi nel 1956 ai Windy City
Stompers per cominciare una carriera lunghissima, piena di collaborazioni ad alto livello che lo hanno
portato attraverso il jazz, la musica classica e la musica leggera italiana a collaborazione con Lino
Patruno, Giorgio Gaber e Enzo Jannacci.
Nel 1960 si liberò del clarinetto, vendendolo ed entrando a far parte di gruppi rock come sassofonista
con Giorgio Gaber e Adriano Celentano occupandosi inoltre di arrangiamenti e orchestrazioni. Per anni
sassofonista stabile al glorioso jazz club Capolinea a Milano nel 1971 partecipò al festival di Sanremo
come chitarrista nel gruppo Trio Balera accompagnando Adriano Celentano nella canzone "Sotto le
lenzuola" dirigendo anche l'orchestra del festival in numerosi brani, cosa che rifece poi nel 1973. In
quello stesso anno lo troviamo a suonare il basso elettrico sia in formazioni jazzistiche che di musica
leggera. Ha scritto musiche da film, spettacoli teatrali, documentari, jingles pubblicitari, scritto libri
di armonia, solfeggio e studio del clarinetto, scritto e arrangiato musica per svariate case
discografiche, ha suonato tutti i giorni praticamente in tutto il mondo, molto spesso in Germania,
Svizzera e Francia ai più importanti festival di jazz europei che si contendono la sua presenza.
Insegnante di clarinetto, sassofono, armonia e solfeggio sia presso scuole musicali che come
insegnante privato. Le sue collaborazioni artistiche, oltre a quelle già citate, lo vedono a fianco di
Tony Scott, Joe Venuti, Jimmy Mc Partland, Dick Cary, Ralph Sutton, Bill Coleman, Wild Bill Davison,
Clark Terry, Red Mitchell, Jimmy Woode, Phil Woods, Billy Butterfield, Bud Freeman
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
1
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
CORSO DI PERCUSSIONI ‫ ׀‬23 GENNAIO 2011
GIORGIO DI TULLIO
Domenica 23 gennaio 2011 - ore 09.00/12.00 – 14.00/17.00
Il corso tratterà argomenti quali l’impostazione, la tecnica del tamburo, la tecnica Moeller;
per la batteria l’indipendenza e i suoi vari linguaggi (jazz, funk e latin), la poliritmia,
l’applicazione dei rudimenti sul drum set.
Giorgio Di Tullio
Batteria
Inizia a suonare la batteria all’età di 11 anni.
A 17 anni intraprende gli studi con il Maestro Lucchini al Capolinea di Milano.
Frequenta seminari con : Elvin Jones, Peter Erskine, Steve Gadd, Jack De Johnette, Paul
Wertico,Gregg Bissonette,Trilok Gurtu, Steve Smith, Jamey Haddad.
Molte sono le partecipazioni nelle manifestazioni musicali tra cui il festival delle Percussioni al
teatro Ciak di Milano nel 1991,Tirano e ST.Moritz nel 1994,Estival Jazz di Lugano (CH) nel 1997 e
1998, festival jazz di Zugo (CH) nel 1998, Montreaux jazz festival 1999 ( Ch ) ed altri.
Da quattro anni tiene seminari in Italia, Svizzera, Francia e Germania.
E’ endorser delle batterie Mapex e piatti Ufip.
E’ coautore con Gianni Branca, del metodo per batteria denominato Nuovi Orizzonti Musicali edito
dalla BMG Ricordi ( batteria etnica e tradizionale ).
Collaborazioni artistiche ( Italiane )
Lorenzo De Finti, Alberto Bonacasa, Mario Zara, Marco Bianchi, Erminio Cella, Marco Detto,
Piero Bassini, Danilo Riccardi, Andrea Pollione, Eros Cristiani, Paolo Di Sabatino, Aldo Bianco,
Beppe Pini, Gigi Cifarelli, Pietro Bonelli, Riccardo Bianchi, Luca Meneghello, Luciano Zadro,
Fabio Casali, Fabrizio Spadea, Alessio Menconi, Mauro De Federicis, Daniele Comoglio, Maurizio
Carugno, Gianni Azzali, Mauro Ottolini, Larry Nocella, Michele Bozza, Roberto Martinelli, Stefano
Colnaghi, Giuseppe Gisone, Marco Brioschi, Francesco Manzoni, Fabrizio Bosso, Piero Orsini,
Marco Vaggi, Giacomo Lampugnani, Enea Coppaloni, Alex Carreri, Stefano Dall’Ora, Riccardo
Fioravanti, Dario Deidda, Marco Mistrangelo, Alberto Vegezzi, Silvio Verdi, Piero Leveratto,
Marco Conti, Marco Ricci, Ezio Salfa, Massimo Scoca, Antonio Papagno, Luca Garlaschelli,
Massimo Laganà, Daniele Petrosillo, Daniela Rando, Paola Milzani, Paola Folli, Dora Marchi,
Francesca Ajmar, Pino Fusco, Ermanno Principe, Gaetano Riccobono, Barbara Boffelli, Tiziana
Varisco, Filippo Ummarino, Tullio De Piscopo, Loris Stefanuto, Alex Battini, Giacomo Tringali
Artisti stranieri
Jeff Gardner, Marco Cortesi, Chema Vilchez, Dominique Landolf, Eric Marienthal, Ivan Lombardi,
Bob Mover, Steve Smith, Ernesttico Rodriguez, Alex Acuna, Antonio Molina, Gendrickson Mena,
Michel Rosen, Rick Margitza, Ney Portilho, Dilene Ferraz, Rodolfo Pereira, Rubinho Jacob, Luis
Casih, Danilo Moccia, Josè Montiel
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
2
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
MUSICA IN MOVIMENTO ED EURITMIA DELLA MUSICA ‫ ׀‬5 FEBBRAIO 2011
GIOVANNA GALIMBERTI CASARIN
Sabato 5 Febbraio 2011 - ore 15.00/19.00
Per musicisti e docenti di musica.
MOVIMENTI PER STARE CENTRATI NEL CORPO E NEL RESPIRO
ALLENIAMO UNA PRESENZA “PSICO-EMOTIVO-CORPOREA” COME STRUMENTO VALIDO NELLA
GESTIONE DI CLASSI E CONCERTI
ELEMENTI MUSICALI IN MOVIMENTO: BATTUTA, RITMO, MELODIA, PAUSE, INTERVALLI.. COME CI
MUOVONO? GESTIONE DI UNO SPAZIO MUSICALE QUALE RISONANZA DI PROCESSI VITALI ED
INTERIORI. SPUNTI PER L’INSEGNAMENTO E PER ARRICCHIRE LA PROPRIA CREATIVITA’
INTERPRETATIVA
Oggi più che mai abbiamo tutti bisogno di “sentire” e percepire come noi stiamo nel nostro corpo e nel nostro
respiro. Vita è movimento, ci si muove anche con le emozioni, coi pensieri, nelle relazioni. La gioia per il
movimento, così naturale per il bambino,è importante per chiunque abbia il desiderio di vivere appieno e
felice.
Musica è movimento: può divenire l’esperienza dello scorrere di atmosfere, colori, emozioni… un fiume
ampio, calmo, veloce, impetuoso, frizzante..e la centralità dell’ascolto siamo noi, quando sappiamo di
viaggiare in quel mondo…e ne gustiamo forme, sfumature, tempi.
L’ascoltare ed il fare musica posson divenire una fonte per abbeverare l’individualità e sviluppare quelle forze
che rendono svegli e presenti, artefici della realtà.
Giovanna Galimberti Casarin, è diplomata in Euritmia della musica e della parola, si è poi
specializzata in palcoscenico e in euritmia terapeutica. Ha un’esperienza trentennale di performance e di
insegnamento ad adulti e bambini in ambiti scolastici e liberi, è stata docente di musica e movimento al
Conservatorio della Svizzera Italiana. Dirige lo studio Camelie (scienze applicate artistico-curative) di
Lugano.
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
3
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
Seminario-Concerto LINGUAGGIO MUSICALE JAZZ ‫ ׀‬26 FEBBRAIO 2011
GIGI CIFFARELLI
Sabato 26 Febbraio 2011 - Seminario ore 17.30/19.30 – Concerto ore 21.00
Il seminario di G.Ciffarelli è aperto a tutti gli strumentisti e cantanti e non solo ai chitarristi.
Durante il seminario G.Ciffarelli esporrà, tramite esempi pratici, il suo personale approccio
all'improvvisazione e all'esecuzione.
Indicherà quali sono gli elementi per poter meglio padroneggiare e sviluppare un linguaggio musicale
personale, fornendo indicazioni che secondo lui dovrebbero essere assimilate da tutti i musicisti e cantanti.
il suo percorso musicale e il suo personale approccio didattico negli anni ha avuto riscontri e risultati più
che tangibili.
Gigi Ciffarelli, conosciuto dal grande pubblico per aver collaborato con Renato Zero, Tullio De Piscopo,
Carlo Marrale (Matia Bazar) e soprattutto, con Mina e Massimiliano Pani e per aver partecipato a diverse
trasmissioni televisive accompagnando artisti come Joe Cocker, Paul Young, Sam Moore, ed altri. Noto agli
appassionati per i suoi dischi, per le sue collaborazioni e jam-sessions con grandi jazzisti come: Chick
Corea, Sam Rivers, Jack De Johnette, Mark Murphy, Delmar Brown, Cameron Brown, Billy Hart,
Charles Tolliver, Jimmy Owens, Ursula Kukjack, Tony Scott, Enrico Rava e Franco Ambrosetti,
ambedue presenti nel suo album del 1992 "Kitcken Blues" realizzato con la partecipazione di altri
importanti musicisti italiani come Alfredo Golino, Patrizio Fariselli (Area), Antonio Faraò, Christian Meyer,
Demo Morselli, Massimo Colombo e Paolino Dalla Porta. Gigi Cifarelli inizia a suonare la chitarra all'età di 7
anni considerandola alla stregua di un hobby fino ai 23. Tra i 16 e i 18 anni suona in ottime formazioni di
blues metropolitano (come quella del compianto bluesman texano Cooper Terry), riscuotendo una grande
considerazione da parte dei musicisti con cui collabora. Dai 23 anni si dedica alla propria formazione artistica
preparando esami in Conservatorio e studiando con F. Daccò, di cui diventa in breve tempo il "pupillo".
Insegna nelle scuole medie e comincia a suonare jazz in diverse formazioni.
Aldilà del successo riscosso in ambito prettamente jazzistico, va sottolineato che Gigi riesce ad esprimersi in
diversi generi musicali, pur mantenendo, come costante caratteristica, un forte sapore blues. Alcuni critici lo
hanno definito "un jazzista che segue una linea aperta a tutte le influenze e che, in virtù di questo, può
riuscire ad avvicinare molti giovani al linguaggio jazz". Nel 1995 viene invitato a Patrimonio, in Corsica, dove
ogni anno si tiene uno dei più importanti festival per chitarristi. Viene affiancato a musicisti come Robben
Ford, Mike Stern, John Scofield, Philipe Caterine e Toots Thielemans raggiungendo, come meritava da
tempo, un rilievo ed una dimensione internazionale. La stampa francese lo definisce "super guitariste". Dal
1997 viene inviato ogni anno al Festival Jazz di Sete sur la Mer (Francia) di cui diventa il "padrino" con
partecipanti come Jack De Johnette, Christian Escoudè, Dedè Ceccarelli, Sylvan Luc e altri. Nel 1999
viene invitato al Festival Jazz di Cipro con Joe Zavwinul Sindacate e ancora con Jack De Johnette.
Sempre nel 1999 esce il suo ultimo lavoro, il CD "With the eyes of a Child" per la BMG Ricordi, album
realizzato insieme a Nicolò Fragile, musicista particolarmente caro a Gigi. Negli ultimi anni ha collaborato
ancora a qualche registrazione di musica leggera suonando con Daniele Silvestri, Maurizio Lauzi e Dirotta
su Cuba. Nel 2001 ha collaborato e suonato con Carl Anderson, lo splendido Giuda di Jesus Christ
Superstar. Sempre nell'estate del 2001 è stato invitato ad Astaffort (Tolosa) per suonare insieme a Scott
Henderson, e in altri festivals francesi quali Sete sur Mer, Ajaccio e Marsiglia. Oltre ad un incredibile numero
di concerti nei vari clubs italiani, dove ama suonare, collabora con Guitar Club e con molte strutture
didattiche italiane.
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
4
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
PERCUSSIONI AFRICANE 8 FEBBRAIO AL 29 MARZO 2011
RICCARDO SOLLAMI
8 lezioni ogni Martedì a partire da Martedì 8 Febbraio - ore 20.30/22.00
Non è richiesta preparazione specifica
Il corso è finalizzato all’apprendimento delle tecniche base di djembé e doun-doun (strumenti tradizionali
dell’Africa Occidentale) attraverso l’insegnamento di alcune semplici poliritmie e del contesto nel quale
queste venivano suonate. Attraverso questo breve percorso laboratoriale si fornirà un’occasione piacevole
per stare insieme, suonare e avvicinarsi ad una cultura lontana, parlando anche della sua storia, delle origini
di questa musica e delle sue caratteristiche. Il corso prevede un’esibizione conclusiva durante la quale gli
allievi avranno modo di mettere in mostra le conoscenze acquisite. Data la brevità del corso sarà cura
dell’insegnante proporre ritmiche sufficientemente semplici in modo da poter garantire a tutti i partecipanti
un’esperienza costruttiva e gratificante.
I ritmi e le musiche proposte appartengono ad una specifica area culturale dell’Africa Occidentale, quella
nota come Mandeng. Quest’area comprende tutta quella zona che era, una volta, l’antico impero del Mali, ed
attualmente gli stai Mali, Senegal, Guinea (Konakry), Guinea Bissau, Costa D’Avorio, Burkina Faso, Liberia e
Sierra Leone.
Riccardo Sollami,
da molto tempo si interessa di cultura africana ed in particolare di musica di alcune
zone dell’Africa occidentale (soprattutto Mali, Guinea, Burkina Faso e Costa D’Avorio). Ha studiato quelle
che sono le ritmiche, tradizionali o arrangiate, l’uso di alcuni strumenti classici come il djembe e i tamburi
bassi (doundoum, sangban e kenkeni), l’avvicinamento a strumenti a corde(n’goni, cora e bolon), ad altri tipi
di strumenti a percussione( i krin, il balafon e il tama) e alle danze tradizionali.
Dal 2001 fino ad oggi segue corsi e stage di musica africana da vari artisti internazionali e non (Lorenzo
Gasperoni, Marco Patanè, Koungbanan Conde, Seidou Dao, Baba Diarra, Naby Camara). Dal 2002
collabora con vari musicisti nella creazione di stage di musica e danza africana per principianti. Nel 2003
crea il gruppo Komodenou con il quale si esibisce in alcuni teatri e molti locali del nord Italia. Nel 2003 e nel
2004 collabora con la comunità di recupero l’ARCA organizzando programmi di animazione musicale. Fino al
2004 collabora con artisti di livello nazionale alla creazione di alcuni spettacoli sperimentali di miscela di
musiche di varie culture. Dal 2005 al 2007 progetta e conduce, in collaborazione con Stefano Martinelli,
laboratori di percussioni africane con finalità musico-educative rivolto a soggetti frequentanti il servizio di
dopo-scuola offerto da “La Soglia” presso le scuole medie inferiori Tibaldi di Cantù.
Nel 2005 è chiamato, insieme ad altre 15 persone sparse in tutta l’Italia, a formare un’ensemble di giovani
artisti emergenti con lo scopo di fare una piccola tournèe di 20 giorni tra le feste popolari di una zona della
Sicilia. Sempre nel 2005 con lo scopo di migliorare la comprensione musicale, partecipa ad un master class
della durata di 8 mesi condotto da Bruno Genero, percussionista italiano di fama mondiale, unico ad essere
riconosciuto dai grandi maestri africani come loro pari.
Nel 2008 segue un corso professionale di balafon (Xilofono africano) e dirige 2 corsi di percussioni, uno a
Como ed uno a Cadorago, collabora musicalmente nello svolgimento di un corso di danza africana a Cantù
e sono impegnato nella creazione di esibizioni di vario genere tutte in tema africano e soprattutto nella
realizzazione di uno spettacolo musico-teatrale sulla storia di Sundiata Keita, uno dei più grandi re
conquistatori dell’Africa occidentale.
Nel 2008 e nel 2009 collabora per la creazione dell’evento “Parada par Tucc” dirigendo attivamente la parte
dedicata alla musica e alla danza africana, dirigendo un gruppo che in totale contava 50 membri.
Attualmente dirige 2 corsi di percussioni nel comasco, e cura la parte musicale del gruppo Lune al Tempio
che propone uno spettacolo di percussioni e giocoleria infuocata.
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]it
5
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
ORCHESTRA LABORATORIO - CONDUCTION ‫ ׀‬7 MARZO AL 16 MAGGIO 2011
FLAVIO MINARDO
10 lezioni ogni Lunedì a partire da Lunedì 7 Marzo 2011 - ore 20.30/22.30
L’orchestra laboratorio è un corso articolato in 10 incontri aperto a chi si avvale della tecnica della
CONDUCTION, ovvero improvvisazione/interpretazione diretta.
La Conduction è un vocabolario di segni e gesti usati per modificare o costruire in tempo reale arrangiamenti
o composizioni musicali. Ogni segno e gesto trasmette informazioni che danno la possibilità di alterare o
dettare istantaneamente armonia, melodia, ritmo, fraseggio, interpretazione.
La Conduction amplia lo spettro delle possibilità musicali rafforzando nel musicista ciò che lo rende tale, ma
non solo: essa dilata al massimo anche le potenzialità della musica stessa, in termini di percorsi esistenti e
possibili. Partecipare ad una Conduction significa affinare lo standard qualitativo di ciò che la musica è e può
essere.
Anche se la Conduction è stata concepita ed ha mosso i primi passi nel mondo della musica
d’improvvisazione, essa è cresciuta non solo per realizzare le idee di tale comunità, ma anche per
espandersi oltre ad esse e quindi la Conduction non si rivolge unicamente a musicisti provenienti dal jazz o
dalla comunità della musica improvvisata.
La musica, indipendentemente dalla tradizione da cui muove, possiede certe proprietà intrinseche che,
tramite la Conduction, permette sempre ai musicisti di poter comunicare tra loro, partendo dalle più disparate
prospettive e apportando delle modifiche istantanee alle partiture musicali, che consentiranno di costruire,
decostruire e ricostruire le composizioni – cambiare lo schema o l’ordine dei suoni e, di conseguenza, la
forma in generale.
E’ un processo di costruzione della composizione in tempo reale che spinge i musicisti non solo a comporre,
arrangiare e costruire, ma anche ad approfondire la propria visione, i propri modelli e la propria tradizione,
collegando un’idea all’altra; lavorando verso una meta organizzativa collettiva con responsabilità diffuse
all’interno del processo decisionale. Per questo, la spontaneità, il momentum (impulso) e la combustione
contribuiscono a produrre accensione, propulsione e convenzione.
OBIETTIVI
 Espandere il livello di concentrazione e attenzione della dimensione individuale e collettiva elaborando gli
elementi coinvolti nel processo decisionale
 Servire da complemento a tutte le forme musicali esistenti espandendo le potenzialità di un continuo sviluppo,
all’interno dei percorsi creativi che sono propri a tali forme.
 Coniugare i concetti di partitura e di improvvisazione mettendo a disposizione di tutti i musicisti un vocabolario
che sia in grado di veicolare la conoscenza e la possibilità di superare quelli che sono percepiti come i propri
limiti artistici sino a quel momento.
 Impegnare, coinvolgere ogni musicista in un sistema di creazione musicale che attinga alla sua personalità, al
suo vissuto ed alle sue capacità.
Flavio Minardo, Musicista e compositore, diplomato in chitarra jazz al C.D.M. sotto la guida del maestro Filippo
Daccò e al conservartorio di Como. Suona la chitarra acustica, elettrica e il sitar in vari progetti e contesti musicali, dal
free jazz alla musica sud americana alla musica etnica e chilly out.. Inizia a suonare la chitarra da autodidatta, quindi
dopo aver ascoltato il chitarrista americano John Fahey, per due anni prende lezioni di musica country specializzandosi
nel finger picking.
Si dedica alla composizione e cerca di approfondire lo studio dell’improvvisazione e, avvicinatosi al jazz, studia per tre
anni sotto la guida del Maestro Filippo Daccò, diplomadosi in chitarra jazz presso il C.D.M. di Milano.
Continua ad approfondire lo studio dell’ improvvisazione frequentando un corso di musica d’insieme con Franco
D’Andrea e successivamente partecipa ai seminari di Siena Jazz, dove viene segnalato tra gli emergenti.
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
6
SEMINARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO
PROGRAMMA
SCUOLA DI MUSICA DI VILLA GUARDIA (CO)
14 gennaio ‫ ׀‬16 maggio 2011
Spinto dal desiderio di conoscere altri linguaggi musicali e altri approcci all’improvvisazione, nel 1991 inizia lo studio della
musica indiana a Kathmandu (Nepal) con il Maestro di sarod Sunder Sherestra.
Nel 1992 va in India per intraprendere lo studio del Sitar , strumento tradizionale Indiano. Studia per qualche mese ad
Almora , a nord dell’India, con il Maestro Lalit Joishi, e dal 1993 al 1995 continua lo studio del sitar a Benares in India
con il Maestro Debashish Sanyal e successivamente studia a Milano con il maestro Ashanka Sen.
Contemporaneamente ha continuato suonare sia la chitarra elettrica che acustica e a comporre.
ha suonato in numerosi festival nazionali e internazionali e in varie formazioni Jazz, suonando e collaborando con
numerosi artisti quali : Rudi Migliardi, Franco D’Andrea, Paolo Tomelleri, Antonio Zambrini, Giulio Visibelli, Federico
Sanesi, Tiziano Tononi, Gianni Coscia, Pietro Tonolo, Antonio Faraò, G. Trovesi, Steve Swallows, Roberto Vecchioni,
Gene Gnocchi, Sandro Cerino, Tino Tracanna, Ralph Alessi ecc..
Dal 1999 inizia a collaborare con il pianista Arrigo Cappelletti in vari progetti musicali, e, assieme ai massimi esponenti
della musica contemporanea Portoghese quali Jorge Fernando, Alexandra, Custodio Castelo, incide il cd di Arrigo
Cappelletti “Terras do risco”prodotto dall’Amiata. Partecipa in qualità di alla tournèe del trio di Cappelletti Visibelli e Steve
Swallow e con la stessa formazione all'incisione del disco "Little Poems"prodotto dalla Splasc(h).
Approfondisce lo studio della composizione con il maestro Luca Belcastro.Le sue musiche vengono inserite nella
colonna sonora del Video “La collina del cinema" di M. Picaro, ottiene il premio speciale come miglior musica di
contaminazione al concorso nazionale Arcore Jazz , scrive le musiche per il video “ Milano le vie del cinema “ del regista
Paolo Lipari.
Collabora nel progetto di letteratura e musica con il poeta Alessandro Quasimodo e l’attore teatrale Mario Cei.
Ha in più di 25 anni di esperienza didattica che ha approfondito frequentando seminari e diplomandosi in jazz al
conservatorio di como.
Ha scritto per Eurarte “Musica per più chitarre banchi e penne”, una raccolta di 10 brani da lui composti, rivolta a chi
vuole iniziare a suonare in gruppo, ed è di prossima pubblicazione un metodo per l’apprendimento del sitar per una casa
editrice milanese, e un trattato di teoria e armonia per chitarristi curiosi.
Diiscografia essenziale : ARAY –ANTONIA-KUNDA-LAIKA-TERRAS DO RISCO-LITTLE POEMS-PARTIRE-LA TERRA
IMPAREGGIABILE
Il programma potrebbe subire variazioni.
Vi preghiamo pertanto di verificarlo sul sito: www.scuolamusicavillaguardia.it
che verrà costantemente aggiornato
Scuola di Musica di Villa Guardia (CO) – www.scuolamusicavillaguardia.it – [email protected]
7

Documenti analoghi