Regolam. Fair Play Pro 2004 - FIGC Comitato Regionale Emilia

Transcript

Regolam. Fair Play Pro 2004 - FIGC Comitato Regionale Emilia
!
PROGETTOFAIRPLAYPROANNATAESORDIENTI2004
EMILIAROMAGNA
RISERVATOALLESOCIETA’PROFESSIONISTICHE
MOTIVAZIONIEFINALITA’DELPROGETTO
Al fine di assicurare l’effe0va applicazione della “Carta dei diri0 dei bambini” (New York –
Convenzione sui Diri0 del Fanciullo del 20/11/1989) e dalla “Carta dei diri0 dei ragazzi allo
Sport”(Ginevra1992-CommissioneTempoLiberoO.N.U.)ivicompreso“ILDIRITTODIMISURARSI
CON GIOVANI CHE ABBIANO LE SUE STESSE POSSIBILITÀ DI SUCCESSO”, il coordinamento
dell’Emilia Romagna in collaborazione con la LND aVua, con le società iscriVe, un progeVo
regionale che permeVe alle società che militano nei campionaY professionisYci e che hanno
squadrenell’a0vitàdibasedirealizzaremomenYdiconfrontoalorodedicaY.
LoscopodelpresenteprogeVooltreaquantogiàindicatoèdiverificareilpercorsodida0cochele
società svolgono in parYcolare nella categoria esordienY aVraverso un’a0vità che coinvolge in
manieradireValafederazioneeilseVoregiovanileescolasYcoinparYcolare.
AVraversoalcunimomenYspecificatamentededicaYatalea0vitàsaràpossibileverificareillivello
tecnico, ta0co, motorio di bambini che stanno per concludere il percorso di scuola calcio in un
contestodielevatovaloretecnicocomplessivo.
IlprogeVosaràinoltremoYvodisperimentazioneperunpercorsodida0codifferente,finalizzatoa
comprendereilmomentodiconfrontonell’ambitodellea0vitàdipreparazioneeformazionedei
giovanicalciatori.Ovverononsidovràpiùvedereilmomentodiconfrontocomescontro(contro
chivadoagiocare)macomeconfronto,allenamentoeverifica.
Sarà inoltre occasione per sperimentare modalità di gioco 8>8 che in altre federazioni nazionali
sono già da anni una realtà operaYva per la formazione del giovane calciatore anche nella
categoriaesordienY.
Questemodalitàconspaziristre3enumerirido3perme4onounmaggiornumerodiconta3
piede-palla e la possibilità che si verifichino svariate situazioni (intensità di gioco) che
comportanol’applicazionedielemen>tecnico-ta3ci(ta3caindividuale)emotoridibase.
!
Infine sono evitate situazioni di gesYoni personali non conformi alle norme federali e ai
regolamenYdelSeVoregiovanileescolasYco,dia0vitàe/otorneiparallelichepotrebberovenire
a0vaYnell’ambitoterritorialetralesocietàprofessionisYche.
IlpresenteprogeVorisultapienamenteconformeallevigenYnormefederaliedèstatoapprovato
dalPresidentenazionaleFIGC\SGS.
CONTENUTI
Sirealizzaun’a,vitàparallelaall’a,vitàufficialeperlacategoriaesordien7anno2004nellapausa
invernale2015\16inbasealleadesionisucampifederali.
Legiornatevengonocostruitecomeradunidi3 squadrechedurantel’arcodell’eventodisputano
piùincontriconmodalitàdi8>8.
Lesquadredovrannoesserecomposteda16a18giocatori.
Le gare avranno durata di 3 tempi da 15 minu7 con porte 4x2 o 6x2 a seconda delle modalità
adoJate in quel determinato raggruppamento. Il fuorigioco è previsto a 8 negli ul7mi 15 mt.; la
rimessa laterale avverrà con le mani sempre e per il por7ere è vietato prendere con le mani il
retropassaggioinognicaso.Perquantononindicatovalgonoleregolespecificheperlacategoria.
I risulta7 degli incontri non avranno alcuna rilevanza e verranno indica7 nei refer7 gara
esclusivamenteperl’aJestazionedell’effeJuazionedeiconfron7.
Complessivamenteladuratamassimadellagiornataèdi3orecompreselepause.
Durantelegaresaràobbligatoriol’u7lizzodellagreencardpervalorizzarecomportamen7dibuon
giocoeinpar7colaredilealtàcorreJezzarispeJodeicompagniedelleregole.
E’vietatodalregolamentofederaleu>lizzaretacche3diferrooalluminiointu4elecategoriedi
base.
Lasommadellegreencarddetermineràl’assegnazionedelpremiofairplayinciascunagiornatadi
svolgimento del progeJo e concorrerà a determinare la squadra fair play dell’intera
manifestazione.
LegareverrannodireJedaundirigente-arbitrolocaleopersonale.
NonverràrealizzataalcunaclassificaconformementeallenormeealC.U.n.1a.s.2015-2016.
!
Ad ogni giornata verranno abbinate 3 società PRO rispeJando il più possibile il criterio della
vicinanzaterritoriale.
AlterminedelprogeJoverràorganizzataindica7vamenteunafesta\confrontoregionaleilgiorno
DOMENICA22MAGGIO2016aCervia(RA).
CONTROLLI
Il seJore in base alle risorse disponibili provvederà ad effeJuare il controllo direJo della
manifestazione tramite la presenza dei propri collaboratori alle giornate dedicate al progeJo. Si
avrà così modo di verificare direJamente la sua bontà e operare un direJo rapporto con i
responsabilidellesocietàperavviareilsunominatoprocessodicollaborazionesullaformazionedei
giovanicalciatoridielite.
Verràrichiestadisponibilitàdicampiinmantosinte>coallesocietàpartecipan>.
TURNIDIGARA
1°TURNO-12o13dicembre2015
2°TURNO-23o24gennaio2016
3°TURNO-20o21febbraio2016
Bologna16Novembre2015
PerqualsiasiinfocontaJareil
Delegatoregionalea,vitàdibase
Prof.NicolaSimonelli
3939519607
[email protected]figc.it