Pia Staniek Contatto ed empatia (Staniek)

Commenti

Transcript

Pia Staniek Contatto ed empatia (Staniek)
Pia Staniek
fisioterapista pratica shiatsu fin dal 1979 . Dal 1979 all'81 training nel metodo
Namikoshi con Lilli Reiser a Berlino.
Dall'80 all'85 training con l'Istituto Ohashi di Berlino a New Yor. Dall'85 all89
istruttrice certificata Ohashiatsu con incarichi di insegnamento internazionale. Dal 90
cofondatrice e insegnante dell'Europian Shiatsu Institute. Dal 1982 studia con
Akinobu Kishi e tra l'85 e il 2004 con Pauline Sasaki e Cliff Andrews. Ha una
esperienza specifica in Spyral Dinamics, Feldenkrais , Danza Butho, Movement
Awareness e Breathworks. Vive ed esercita Shiatsu a Monaco (De).
Il suo profondo interesse nello shiatsu è di entrare in risonanza con l'interno della
persona, il suo movimento vitale e le sue risorse. Entrare in contatto con lo 'Spazio di
mezzo' sembra dare la possibilità di entrare in comunicazione con le cellule , l'anima
e lo spirito della persona. Assisto e sono testimone del processo di riconoscimento ,
consapevolezza e integrazione.
Contatto ed empatia (Staniek)
L'essenza dello Shiatsu è un tocco aperto e accogliente per entrare in risonanza con
l'energia vitale della persona. Il tocco è primario, originario e universale. La maniera
in cui nutre e si prende cura conduce ad un contatto con se stessi e con gli altri. Una
mano che è accettante che offre che invita guida segue, si appoggia, mantiene ….
incoraggerà la fiducia nel momento presente nello specifico luogo di dolore o
tensione o paura o bisogno o piacere. Il tocco sa di che cosa si tratta.
La vita nella sua profondità e ricchezza può mostrarsi solo quando le è concesso dello
spazio.
Lo shiatsu è un altro mezzo per mettersi in relazione gli uni con gli altri. Ci ricorda la
relazione madre bambino senza però ruoli fissi. Le nostre mani possono essere le
mani innocenti e spontanee di un bambino , dimentico di sé, curioso , giocoso, privo
di attaccamento.
Mani così non sono importanti, sono vuote. Respirano. Con empatia e Kokoro, lo
spirito del cuore, riconosciamo e ci rendiamo conto della natura della persona
attraverso il nostro tocco. In questo istante non siamo separati.