Sorveglianza: il monitor per emodialisi

Commenti

Transcript

Sorveglianza: il monitor per emodialisi
corso teorico-pratico
nefrologia interventistica
roma 25 – 26 maggio 2015
sorveglianza: il monitor di dialisi
matteo baldinelli
intro - tecnica
willem johan kolff 1941
today
armi a disposizione
QB
PA
PV
Cl
Ric
flusso pompa sangue (ml/min)
pressione aspirazione (-mmHg)
pressione rientro (mmHg)
clearance ionica  clearance urea (ml/min)
ricircolo accesso venoso + cardio-polmonare (%)
QB (ml/min) e PA (-mmHg)
monitor emodialisi
diagnosi clinica
350
300
stenosi inflow
250
(pre agofistola arterioso)
200
150
arteria afferente
anastomosi
juxta anastomotica
vena pre agofistola arterioso
100
50
0
gen feb mar apr mag giu
QB (ml/min) e PA (-mmHg)
angiografia diagnostica
angiografia dopo PTA
QB (ml/min) e PA (-mmHg)
monitor emodialisi
350
300
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
PV (mmHg)
monitor emodialisi
diagnosi clinica
250
200
stenosi outflow
150
(post agofistola venoso)
100
vena post agofistola venoso
avambraccio
braccio
vene centrali
50
0
gen feb mar apr mag giu
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
clearance (ml/min) e ricircolo (%)
clearance: dialisansa ionica
ricircolo: termodiluzione
Cl Na  Cl Urea. misurando la
conducibilità dializzante in uscita dopo
aver variato la conducibilità del
dializzante in ingresso
bolo T: variazione T dialisato si
trasmette su linea V e, se ricircolo,
anche su linea A
clearance (ml/min) e ricircolo (%)
monitor emodialisi
diagnosi clinica
250
ridotto Q FAV
200
stenosi inflow
stenosi outflow
150
100
50
0
gen feb mar apr mag giu
clearance (ml/min) e ricircolo (%)
clearance (ml/min) e ricircolo (%)
monitor emodialisi
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
algoritmo sorveglianza
stenosi outflow
QB
PA
PV
Clear
Ric
non rilevante




stenosi mid vein
Qb
PA
PV
Clear
Ric
non rilenvante

/=
non rilevante
non rilevante
stenosi inflow
QB
PA
PV
Clear
Ric


non rilevante

/=
proposta di sorveglianza
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
QB
300
300
300
300
300
300
300
300
300
300
300
300
PA
160
150
160
150
160
150
160
150
160
150
160
150
PV
180
190
180
190
180
190
180
190
180
190
180
190
Cl
200
210
200
210
200
210
200
210
200
210
200
210
Ric
10
15
10
15
10
15
10
15
10
15
10
15
400
QB (ml/min)
300
PA (-mmHg)
200
PV (mmHg)
100
clearance (ml/min)
ricircolo (%)
0
gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
350
300
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
QB (ml/min)
PA (-mmHg)
clearance (ml/min)
ricircolo (%)
mag
giu
PV (mmHg)
lug
stenosi inflow
350
300
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
QB (ml/min)
PA (-mmHg)
clearance (ml/min)
ricircolo (%)
mag
giu
PV (mmHg)
lug
350
300
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
QB (ml/min)
PA (-mmHg)
clearance (ml/min)
ricircolo (%)
mag
giu
PV (mmHg)
lug
stenosi outflow
350
300
250
200
150
100
50
0
gen
feb
mar
apr
QB (ml/min)
PA (-mmHg)
clearance (ml/min)
ricircolo (%)
mag
giu
PV (mmHg)
lug
conclusioni
il buon funzionamento dell’accesso vascolare per emodialisi è
necessario per la somministrazione della “giusta” dose dialitica e quindi per il
benessere del paziente
un’efficace sorveglianza dell’accesso vascolare per emodialisi è
facilmente eseguibile anche sfuttando i parametri forniti dai monitor per
emodialisi
la diagnosi precoce e l’invio tempestivo del paziente al nefrologo
interventista può consentire la risoluzione delle complicanze in elezione
evitando l’urgenza
Mancano dati conclusivi sulla efficacia nel miglioramento degli outcomes, a
breve e lungo termine, dell’accesso vascolare e quindi del paziente
fine
www.nefrologiainterventistica.com