Sky-X, il primo UAS europeo oltre i 1.000 Kg di peso Lo Sky-X

Commenti

Transcript

Sky-X, il primo UAS europeo oltre i 1.000 Kg di peso Lo Sky-X
Sky-X, il primo UAS europeo oltre i 1.000 Kg di peso
Lo Sky-X è il dimostratore tecnologico realizzato da Alenia Aeronautica per un
velivolo senza pilota di nuova generazione, concepito per sperimentare una vasta
gamma di missioni civili e di sicurezza, in particolare compiti di osservazione,
sorveglianza e ricognizione strategica del territorio.
Lo Sky-X ha effettuato il primo volo il 29 maggio del 2005 presso la base di Vidsel, in
Svezia, nei pressi del Circolo Polare Artico, ed ha sperimentato le componenti
principali del sistema e, in particolare, le caratteristiche di volo. Con questo primo
volo Alenia Aeronautica ha stabilito il primato continentale nei velivoli senza pilota: il
dimostratore tecnologico è stato infatti il primo UAS nella categoria di peso superiore
alla tonnellata ad effettuare con successo il primo volo in Europa.
A giugno 2008, lo Sky-X ha fatto registrare un nuovo primato, questa volta mondiale:
decollando dalla base dell’Aeronautica Militare italiana di Amendola, in Puglia, ha
completato con successo, per la prima volta al mondo su un sistema “unmanned”,
una serie di manovre di join up con un altro aereo per simulare un’operazione di
rifornimento in volo in modalità completamente automatica.
Nel corso dei test, lo Sky-X ha effettuato con successo, senza alcun intervento da
parte dei tecnici nella stazione di controllo a terra, tutte le manovre di inseguimento,
avvicinamento, allineamento e simulazione di rifornimento in volo con un velivolo
tanker (rappresentato nell’occasione da un C-27J di Alenia Aeronautica),
avvicinandosi a pochi metri dall’aerorifornitore. Lo Sky-X è poi rientrato alla base
atterrando e rullando fino all’area di parcheggio, sempre in modalità totalmente
automatica.
Sviluppato in 18 mesi presso lo stabilimento di Caselle (Torino), lo Sky-X offre diversi
vantaggi competitivi in quanto consente ad Alenia di sperimentare nuove soluzioni
ingegneristiche e tecnologie avanzate e di poterle provare in volo. Il velivolo è stato
sviluppato dai centri di ingegneria di Alenia Aeronautica (progetto strutturale e
realizzazione dell’ala a Pomigliano d’Arco (Napoli), sviluppo globale del velivolo, della
sua stazione di controllo a terra e assemblaggio finale a Torino), con il supporto di
altre aziende italiane come Secondo Mona, OMA, Moreggia, Oma Sud, Tema,
Teseo, Vitrociset e Magnaghi Aeronautica.
Lo Sky-X di Alenia Aeronautica ha una lunghezza di circa sette metri ed un’apertura
alare di quasi sei metri.
Può trasportare un carico utile tecnologico di circa 200 Kg, con un peso massimo al
decollo di 1.450 Kg.
Progettato per una velocità massima di 350 nodi, con un motore a getto Microturbo
TRI60-268, il velivolo raggiunge una velocità di crociera di 260 nodi ed è in grado di
raggiungere 25000 piedi di quota,
manovrando ad alti fattori di carico (5 g).
La configurazione esterna dello Sky-X presenta alcune caratteristiche tipiche dei
velivoli a bassa osservabilità radar.
Grazie alla costruzione modulare, lo Sky-X ha un’intrinseca capacità di sviluppo
verso configurazioni sperimentali più evolute e con sistemi di bordo più avanzati.
Sono inoltre allo studio una configurazione senza impennaggi di coda e un’altra
dedicata alla sorveglianza del territorio, con elevata autonomia operativa.
La Stazione di Controllo a Terra (Ground Control Station – GCS), che include il
sistema di comunicazione dati con il velivolo, è stata completamente progettata e
realizzata da Alenia Aeronautica nello stabilimento di Caselle. Si tratta, di fatto, di
una sofisticata stazione di terra, più efficace di quella di qualsiasi altro UAS, capace
di supportare qualsiasi genere di prova in volo e di sperimentazione complessa.
Gli studi, la ricerca e i risultati di Alenia Aeronautica aprono nuovi orizzonti alle
Università ed ai centri di ricerca italiani nel settore dei velivoli unmanned di terza
generazione: lo Sky-X si presenta come una piattaforma volante per maturare le
esperienze realizzate in varie iniziative di ricerca nazionali ed europee.