La Festa dei Popoli

Commenti

Transcript

La Festa dei Popoli
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO
GRADO
“COSTANTINO NIVOLA”
Via Veneto - Capoterra (Ca)
A.s. 2013/2014 III E Via Veneto
La Festa dei Popoli
TUTTI A TAVOLA!!!!!
Laura Ardu, Francesco Lai, Iris Matta, Daniele Moi
Cucina Sarda
Musiche Nott’e luna
Enrico Frongia
La cucina sarda è varia, caratterizzata dall'insularità
e dalla cultura agropastorale, arricchita nella storia
attraverso apporti e contaminazioni, da contatti e scambi
fra diverse culture mediterranee.
Varia e diversificata, spazia dalle carni arrostite ai piatti
di mare , caratteristici i formaggi, i vini, il pane.
Viene considerata parte della dieta mediterranea, modello
nutrizionale proclamato nel 2010 dall'Unesco tra i
patrimoni orali e immateriali dell'umanità.
Sardinian cuisine
Sardinian cuisine is varied and it is influenced by its
insularity and agro-pastoral culture.
Influences, contacts and exchanges between different
cultures through history have made it richer.
It ranges from roasted meat, bread, cheese, wines, fish
and meat courses-both from peasant and shepherd’s
tradition-to game, fishing and wild herbs.
It is considered part of the Mediterranean diet, nutritional
model proclaimed in 2010 one of UNESCO’s “masterpieces of
the oral and intangible heritage of humanity”
Porchetto Arrosto
Il porchetto arrosto è il maialino da latte di circa
4 kg, cotto lentamente allo spiedo o su graticole
aromatizzato con mirto o rosmarino.
Questo arrosto
costituisce un classico
della cucina pastorale
Tabella Calorica
Porchetto arrosto
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Maialetto
300
0
13.26
38.80
275
TOTALI
300
0
13.26
38.80
275
Pane Frattau
Il pane frattau, ossia
pane carasau bagnato
nel brodo, disposto a
strati inframezzati con
pecorino grattugiato,
salsa di pomodoro e
con sopra un uovo in
camicia.
Preparazione del Pane
Frattau
Preparare un sugo leggero al pomodoro.
Riempire una pentola d’acqua e unirci un goccio
di aceto; salare portare a bollore.
Immergere velocemente le sfoglie di pane
carasau, farlo sgocciolare e disporle sul piatto
Condire con il sugo di pomodoro e il pecorino
Ripetere fino a formare tre strati
Cuocere l’uovo in camicia e disporlo al centro
del piatto
Tabella Calorica
Pane frattau
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Pane carasau
50
39
0.25
5.5
170
Pomodoro
50
1.5
0.25
0.6
10
Cipolla
10
0.5
0.01
0.1
2.6
Uovo
60
0.6
7.5
7.8
93.6
Pecorino
40
Tracce
11
11.4
146.4
TOTALE
210
41.6
19.1
25.4
422.6
I malloreddus
I malloreddus alla campidanese
sono un primo piatto tipico
della zona del Campidano,
regione meridionale della
Sardegna. Sono conditi con un
sugo di pomodoro preparato
con la salsiccia e una crema di
pecorino.
È un piatto saporito e gustoso,
imperdibile per chi ama i
sapori rustici.
Preparazione dei Malloreddus
Spellare la salsiccia e farla rosolare per 15
minuti; unire la salsa di pomodoro,a fine
cottura aggiungere lo zafferano
Quando il sugo sarà pronto cuocere i
malloreddus in acqua salata
Nel frattempo grattugiare il pecorino
grossolanamente e ammorbidirlo
con qualche mestolo di acqua di cottura
fino ad ottenere una crema
Scolare i malloreddus e unirli al sugo e alla
crema di pecorino
Tabella Calorica
Malloreddus
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Semola
60
46.56
0.3
6.9
204.6
Pomodoro
50
1.5
0.25
0.6
10
Salsiccia
50
0
15.4
7.15
167
Olio
5
0
5
0
45
0.05
0
0
0
0
165.05
48.06
20.95
14.65
426.6
Zafferano
TOTALE
Martina Cara, Alessandra Dessì, Carlotta Piva, Maura Zedda
Cucina del Nord Africa
Musiche Teddy Afro
Il termine Nord Africa designa la parte
settentrionale
dell'Africa, separata dal resto del continente dal deserto del
Sahara.
Nella tradizione africana il cibo rappresenta un momento magico.
I piatti tipici della cucina africana sono assolutamente
straordinari e si caratterizzano per gli intensi profumi, sapori
forti e decisi e per il grande utilizzo di spezie ed erbe
aromatiche.
Le carni più usate sono: il pollo, l’agnello e il manzo, è molto
diffusa la frutta. Si usa molto il pesce, i dolci sono
rappresentati dalla frutta, con fritture e torte di banane, cocco
e ananas. Sono apprezzati i succhi di frutta, il latte di cocco, il
succo di tamarindo, il vino di palma, i distillati e la birra di
miglio.
North Africa cuisine
The words ''North Africa''refers to the northern
part of Africa separated from the rest of the
continent by the Sahara desert.
In African tradition, food represents a magic moment.
African food is extraordinary and stands out for its
intense fragance and strong and determined flavour
and for the great use of spices and herbs.
The most frequently used meats are: chicken, lamb and
beef meat. Fish and fruit are frequently used.
Desserts are made of fruits, fried bananas and cakes,
coconuts and pineapples. Are fruit juices, coconut milk,
tamarind juice, palm wine, spirits and millet beer.
Falafel
Polpettine di ceci
aromatizzate e fritte,
servite di solito con
salsa di Humus
Preparazione dei Falafel
Ammollare ceci per 12h, scolare e asciugare, metterli
asciutti nel mixer con aglio, cipolla e prezzemolo; azionare il
mixer e ottenere un impasto morbido, metterlo in una
ciotola e aggiungere sale, pepe e cumino.
Mescolare bene e lasciare riposare per due ore in frigo.
Trascorso il tempo, formare delle palline col prodotto
schiacciandole per farle diventare dei dischi. Scaldare l'olio
a 180C° e friggerli finchè non saranno ben dorati.
Tabella Calorica
Falafel
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Ceci
50
27
2,5
10,09
167
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,7
Cipolla
10
0,57
0,001
0,01
0,26
Prezzemolo
5
0
0,03
0,23
1,25
TOTALE
70
28,13
2,57
10,39
171,21
Harissa
L'harissa, è una salsa
piccantissima a base di
peperoncino rosso,tipica del
Nord-Africa, in particolar
modo della Tunisia, dove per
tradizione viene preparata
senza particolare difficoltà
in ogni casa.
L'harissa, che in arabo
significa “pestato”,ha un
colore rosso vivo,e serve
per condire numerosi piatti
africani.
Preparazione Harissa
Per preparare l'harissa, togliete i piccioli ai
peperoncini, lavateli, incideteli per la lunghezza,
togliete i semi interni, lasciateli in ammollo in poca
acqua per almeno 1h.
Passata l'ora scolateli e pestateli insieme all’aglio,
oppure mettete tutto in un mixer, aggiungete
tanto olio quanto ne serve per realizzare una
crema molto densa.
Mettete il composto in un vasetto di vetro e
coprite la superficie con olio, che servirà a
conservarla.
Tabella Calorica
Harissa
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Peperoncino
9
0,38
0
0,18
0,25
5Olio7
5
0
5
0
45
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,7
TOTALE
19
0,94
5,04
0,24
47,95
Cous Cous
E' un alimento tipico del
Nordafrica e della Sicilia
occidentale, costituito da
agglomerati ovvero granelli
di semola cotti a vapore del
diametro di un millimetro
prima della cottura, condito
con verdure, carne o pesce.
Preparazione Cous Cous
Lavare, asciugare e tagliare a tocchetti la melanzana, salare e
porre in un colapasta per 20 minuti a scolare. Tagliare a
cubetti la zucchina, la carota e i pomodorini, tagliare a
pezzetti il peperoncino e mettere a rosolare in una padella con
l'aglio, 5 cucchiai di olio e il cipollotto tritato. Aggiungere le
carote, le zucchine e le melanzane cuocendo per cinque minuti.
Mettere l' acqua in una pentola , portatela ad
ebollizione,
versate un cucchiaino di sale, aggiungere il cous cous a pioggia,
due cucchiai d'olio, mescolare, spegnere il fuoco e lasciare
riposare per due minuti, aggiungere due noci di burro, far
cuocere per altri due minuti e con una forchetta sgranare il
cous cous. cuocendo per cinque minuti.
Versare tutto in un contenitore insieme alle verdure e ai ceci.
Tabella Calorica
Cous Cous
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Semola
25
19,4
0,125
2,875
85,25
Olio
10
0
10
0
90
Burro
5
0,05
4,17
0,04
37,9
Carote
10
0,76
0
0,11
3,3
Melanzane
15
0,39
0,015
0,165
2,25
Pomodorini
10
0,35
0,02
0,01
1,9
Peperoncino
3
0,19
0
0,06
0,13
Cipolla
10
0,57
0,001
0,01
0,26
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,7
Zucchine
15
0,24
0,01
0,22
1,87
Ceci
50
27
2,25
10,09
167
TOTALE
158
207,51
244,14
237,78
630,34
Mauro Aru, Matteo Panduccio, Andrea Scorsonelli, Michele Taccori
Cucina Pakistana
Musiche Dhadak Dhadak
E' molto simile a quella dell'India Settentrionale. Nel nord del Pakistan
non si usano cibi speziati. Dopo ogni pasto viene servito il kehwa in
piccoli bicchieri, ha sapore di tè al gelsomino.
La cucina del sud, nelle province del Sindh del Punjab è invece molto
speziata. Tra i cibi più apprezzati c'è il riso biriami, il korma e il pilaf.
Nei centri urbani del paese dove maggiore è l’occasione di incontro tra
le culture, si inventano nuovi piatti
le cucine locali ed internazionali stanno acquistando notorietà e
cominciano ad entrare a far parte degli usi della gente.
I Pakwan sono locali dove è possibile acquistare piatti pronti inventando
nuovi stili offrendo piatti presi da diverse cucine. La generazione che
migrò nel Pakistan ha portato con se lo stile culinario delle diverse
regioni dell’India ma i giovani oggi sono molto attratti dal Fast Food
La cucina probabilmente più amata in tutte le aree del pakistan è quella
mughlai., composta da preparazioni al barbeque con varietà di spezie,
comprende piatti molto popolari come il pollo tikka, i kebab, i chops,
etc.
Pakistani cusine
It is very similar to that of Northen India .
In Northen Pakistan, people do not use spicy foods and there is a great
tradition in the preparation of bread.
After your meal, you can drink “Qehwa” ( or “ Kehwa” ), a jasmine flauvored
tea, very popular in Peshawar, the capital of the North West frontier.
The traditional cuisine of the South, in provinces of Sindh Punjab, is spicier.
Among the most appreciated foods are the “Biryani”, “Korma” and “Pilaf”.
New dishes are created in the urban areas of the country, where there is a
greater change for people coming from different cultures to meet. Dishes
from local and international cuisines are becoming popular and are now part of
people’s diet.
The “pakwans” are places where you can buy ready-to-eat food or eat food
that comes from different culinary traditions. The generation who migrated
into Pakistan has brought in the country the culinary tradition of different
regions of India, but young people today are also attracted by fast food.
Probably. The most poplular cuisine in Pakistan is the “Mughlai cousine”. It is
mainly prepared with barbecued meat flavoured with a variety of spices and
includes popular dishes such as “ Chicken Tikka”, “Kebabs” Chops”, etc.
Korma di pollo
Il korma di pollo è un caposaldo
della cucina indiana, che Permette
di ottenere una carne tenerissima
e ricca di sapori.
Uno degli accorgimenti per ottenere
Il risultato descritto, consiste nel
far marinare la carne con lo yogurt.
La marinata è arricchita di spezie per
aromatizzare il pollo.
Si iniziò ad aggiungere la panna per rendere la pietanza ancora più piacevole
al palato
Preparazione Korma di Pollo
Incidere la carne, frullare l’aglio, lo zenzero, 1/2 scalogno e le mandorle;
mescolare questo trito con lo yogurt e unire sale e gram masala
Mettere i petti di pollo in una terrina e condire con la marinata; coprire e
porre al fresco per 4 ore
In una pentola capiente scaldare il burro e aggiungere l’altro scalogno tritato
finemente; cuocere a fuoco moderato per 25 min
Rimuovere lo scalogno, aggiungere il cumino macinato, semi di senape e
curcuma, trito di menta e prezzemolo, rosolare per 5-7 minuti
Mettere i petti di pollo nella pentola e farli rosolare bene, unire l’acqua, lo
scalogno caramellato e gli aromi, mescolare e far cuocere a fuoco medio
per20 min
Aggiungere la panna e cuocere per altri 15 minuti
Unire il cardamomo, i semi di sesamo interi, il pepe nero e le foglie di alloro e
portare a termine la cottura
Tabella Calorica
Korma di Pollo
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Petto di polo
250
0
2,25
55,5
242,5
Yogurt
50
1,8
1,95
1,75
31,5
Burro
8
0,08
6,67
0,06
60,64
Panna
2,5
0,08
0,87
0,05
8,42
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,73
Cipolle
10
0,34
0,01
0,12
3,13
Mandorle
10
1,6
21,45
6,4
225,83
335,5
4,46
33,24
63,94
574,75
TOTALE
La Kofta
La kofta è una preparazione
medio orientale; sono polpette
che vengono preparate con
carne di agnello o manzo.
Sono molto saporite e il loro
gusto particolare è ricco e
gustoso.
La kofta viene attenuata dallo
yogurt greco che aiuta a dare
freschezza al piatto.
Preparazione Kofta
Tritare nel mixer il prezzemolo, la menta, il peperoncino privato dei
semi interni e la cipolla
Unire la salsiccia, privata della pelle, alla carne di manzo e amalgamare
le due carni con il trito
Formare delle polpette
Scaldare l’olio in una pentola e far imbiondire uno spicchio d’aglio, unire
le polpette e farle dorare
Una volta rosolate completamente, tenetele da parte su un piatto
caldo.
Nella stessa pentola unire la polpa di pomodoro unendo una manciata di
origano
Unire le polpette e portarle a cottura coperte a fuoco dolce per 10/15
minuti
Servire le polpette con il loro sugo e un cucchiaio di yogurt greco
Tabella Calorica Kofta
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Carne bovina
200
0
18,6
38,2
320
Salsiccia
50
0
15,4
7,15
167
Cipolle
50
1,7
0,05
0,6
15,65
Peperoncino
2
0,21
0,01
0,04
1,40
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,73
Olio d’oliva
10
0
10
0
90
Polpa di
pomodoro
100
3
0,5
1,2
21
Prezzemolo
5
0
0,03
0,23
1,25
Yogurt
50
1,8
1,95
1,75
31,5
TOTALE
472
7,27
86,08
49,23
650,53
Veronica Loi, Stefano Pilloni, Michele Pinna, Simone Pusceddu
La cucina cinese
Musiche Liu Fang
La cucina cinese è una delle più antiche al mondo, questo la rende
assolutamente affascinante. Le pietanze che oggi conosciamo venivano
preparate per celebrare momenti ed eventi religiosi. La Cina si
costituisce come una nazione profondamente legata all’agricoltura per
questo è una cucina sana e genuina, assolutamente leggera. Le carni
preferite, che rivestono il ruolo fondamentale nell’alimentazione della
popolazione cinese, sono le carni di pollo, perché economiche. Si fa uno
scarso uso di latticini e di grassi animali, mentre non mancano spezie ed
erbe aromatiche.
Si consumano mediamente dai cinque ai sei pasti quotidiani, la gente
mangia a qualsiasi ora del giorno e della notte, quasi un rito sacro. Le
pietanze cinesi si presentano come una vera e propria opera d’arte,
all’estetica viene quindi data la medesima importanza del gusto e del
sapore.
I piatti tipici della cucina cinese sono conosciuti ed apprezzati
internazionalmente. Preparare un piatto cinese è, per i cuochi della Cina,
uno dei momenti sacri della giornata, rendendo il piatto in armonia con
l’ambiente esterno. Per esempio, i colori della tavola vengono coordinati
ai colori dei piatti.
Chinese Cuisine
Chinese Cuisine is one of the oldest in the world and one of the
most famous and renowned. The dishes we eat daily in the
restaurants were once prepared to celebrate religious festivals
or special events. China is a country where agriculture plays an
important role, and for this reason has a healthy and genuine
cuisine. Meat plays a fundamental role in Chinese cuisine and
the most used one is that of chicken since is it also the
cheapest available. Dairy products are not widely used while
spices and herbs are always present in a typical Chinese dish.
Chinese people eat 5 or 6 meals per day. Chinese dishes are like
small masterpieces and the appearance and presentation of
food is as important as the taste and the scent of it: for
Chinese chefs, cooking is one of the sacred moments of the
day.
Involtini primavera
Gli involtini primavera sono
un piatto tipico della cucina
cinese, consumato
come antipasto e, in alcuni
paesi, fritto o fresco a
scelta.
Oltre che nella cucina
cinese, gli involtini
primavera si consumano
nelle
cucine asiatiche di Vietnam,
Indonesia e Cambogia.
Preparazione Involtini
Primavera
Tagliare la carne a striscioline e mescolarle alla maizena.
Pulire i funghi e il porro e tritarli separatamente.
Rosolare la carne in padella con poco olio per 2 minuti, unire i
funghi e i germogli e cuocere a fuoco vivo per 1 minuto.
Unire il porro, il vino, il brodo, la salsa di soia e un cucchiaino
di zucchero, mescolare e rosolare finché il liquido sarà
evaporato.
Togliere dal fuoco e far raffreddare.
Spennellare di olio i fogli di phillo, sovrapporli, tagliarli a
quadrati e distribuirvi il ripieno.
Ripiegare all’interno i bordi e arrotolarli.
Friggere gli involtini nell’olio per 3-4 minuti e servirli caldi.
Tabella Calorica
Involtini primavera
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Brodo di pollo
10
0,5
1,87
1,57
15,2
Funghi
5
0,095
0,02
0,115
1
Germogli di soia
15
0,35
0,21
0,94
7,5
Carne di maiale
30
0
2,04
5,96
9
Olio di Arachidi
10
0
10
0
90
Pasta Phillo
15
10,485
0,09
3,57
54,45
Porro
5
0,337
0,006
0,136
1,88
Salsa di soia
5
0,785
0,335
0,65
6,1
Vino
5
0
0
0
3,75
Zucchero
10
10,45
0
0
39,2
TOTALE
105
23,002
2,531
12,941
228,08
Maiale in agrodolce
Il maiale in agrodolce è una
pietanza cinese molto
apprezzata e diffusa in
tutto il mondo. I bocconcini
di carne di maiale vengono
prima coperti di pastella e
in seguito fritti, poi
arricchiti con verdure
saltate al wok e cosparsi di
una gustosissima salsina
agrodolce.
La versione tradizionale di
questo piatto prevede la
frittura del maiale coperto
di croccante pastella.
Preparazione maiale in
agrodolce
Preparare la carne. Tagliare la carne di maiale a cubetti e metterli in una ciotola.
Spennellarli di sherry e di salsa di soia e farli riposare per 20 minuti, coperti con
pellicola per alimenti.
Pulire le verdure. Spellare la cipolla e tagliarla a spicchi sottili. Tagliare a pezzetti i
peperoni. Tagliare le fettine di ananas sgocciolate dal liquido di conservazione.
Cuocere la salsa. Rosolare i peperoni e la cipolla nella padella media con un filo d’olio
per circa 3-4 minuti a fiamma vivace. Versare tutto l’olio nel wok e scaldarlo, finché
diventa bollente.
Friggere la carne. Passare nella maizena i cubetti di maiale e friggerli nell’olio bollente
per circa due minuti, pochi alla volta. Sgocciolarli con un mestolo forato su carta
assorbente da cucina.
Completare il piatto. Unire l’ananas alle verdure in cottura e rosolare per un minuto.
Versare l’ aceto, un bicchiere scarso d’acqua(1,2 dl), la passata, lo zucchero e il brodo.
Mescolare a fiamma bassa, fino a ottenere una salsa liscia. Unire i maiale e cuocere per
3-4 minuti, per addensare la salsa. Disporre in un piatto da portata e servire,
accompagnando a piacere con riso saltato.
Tabella Calorica
Maiale in agrodolce
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Aceto
3
0
0
0
0
Cipolla
10
0,68
0,01
0,12
3,13
Brodo
20
0
0
2,878
44
Maiale
70
0
15,47
12,04
187,6
Maizena
3
2,274
0,114
0,276
35,5
Olio di semi
10
0
10
0
88,4
Passata di pomodoro
10
0,898
0,021
0,165
3,8
Peperoni
20
0,928
0,034
0,172
4
Salsa di soia
10
0,957
0,67
1,309
12,2
Sherry
5
31
0
0
313
Zucchero
10
9,998
0
0
38,7
Ananas
10
1,312
0,012
0,054
5
TOTALE
186
48,047
26,331
17,014
735,33
Riso Alla Cantonese
Il riso alla cantonese, è una
pietanza di origine cinese,
molto gradita e popolare anche
in Italia, sia perché molto
vicina ai gusti europei e sia
perché presente nei menu dei
numerosi ristoranti cinesi sul
nostro territorio.
Il riso alla cantonese viene
spesso abbinato a piatti con
intingoli o come sostituto del
pane, assente nella cucina
cinese.
Preparazione riso alla
cantonese
Mettere il riso in una casseruola e bagnarlo con mezzo litro d’acqua, salare,
portare a ebollizione, coprire e far cuocere il riso per circa 18 minuti fino a
che avrà assorbito tutto il liquido.
Mentre il riso è in cottura preparare gli altri ingredienti per condirlo. In una
padella fare appassire, a fuoco molto basso, la cipolla affettata al velo in due
cucchiai di olio e dieci grammi di burro; poi unire i pisellini ancora surgelati e
farli ammorbidire, mescolando ripetutamente con un cucchiaio di legno.
Unire un filo di brodo e cuocere per circa 10-12 minuti.
Contemporaneamente fare fondere una nocciola di burro in una padella
antiaderente e versare le uova prima sbattute con una presa di sale.
Cuocere una sottile frittata che farete dorare da entrambe le parti.
Tagliare a dadini il prosciutto. Sgranare il riso cotto con due forchette, unire
la noce di burro, i piselli, il prosciutto e la frittata pure a dadini. Pepare a
piacere, mescolare e servire subito.
Tabella Calorica
Riso alla Cantonese
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Riso
10
8,76
0,06
0,7
86,2
Prosciutto
5
0
1,82
1,055
20,6
Cipolla
10
0,68
0,01
0,12
3,13
Piselli
8
2,07
0,03
1,19
12,93
Olio
5
0
10
0
90
Burro
10
0,11
8,34
0,08
75,8
Brodo
10
0,5
1,87
1,57
15,2
Uovo
70
0,78
8,73
10,22
122,6
TOTALE
128
12,9
31,01
14,935
426,46
Pollo Cinese con Riso
Il pollo cinese con
riso è una ricetta
tipicamente cinese
cotta al forno,
unisce il pollo al
riso e alle verdure,
insieme a delle
arachidi tritate, in
un’armonia di
sapori unica al
mondo.
Preparazione pollo cinese con
riso
Tritare la cipolla e farla appassire con 2 cucchiai di olio in una pirofila. Unire il
riso e lasciarlo insaporire, poi versare il brodo caldo e , quando a ebollizione,
mescolare, coprire con carta di alluminio in forno caldo a 180 ° per 17 minuti.
Intanto tagliare il petto di pollo a listarelle sottili. Affettare i germogli di
bambù scolati e lavati e i funghi. Togliere le foglie esterne del porro , e ridurre
a bastoncini di 3 cm di lunghezza.
Far soffriggere in due cucchiai di olio uno spicchio di aglio a lamelle. Unire i
porri, gli champignon e il pollo. Cuocere a fuoco vivo per 6-7 minuti
mescolando,quindi salare, pepare e unire i germogli di bambù. Bagnare con il
Marsala, e lasciarlo evaporare, poi aggiungere l’amido di mais stemperato nella
salsa di soia e mezzo bicchiere d’acqua fredda. Quando la salsa si sarà
addensata, levarla subito dal fuoco e cospargerla con le arachidi tostate e
tritate grossolanamente.
Togliere il riso dal forno , sgranarlo, con i rebbi di una forchetta e servirlo con il
pollo, far soffriggere i due cucchiai di olio , uno spicchio d’aglio a lamelle. Unire i
porri , gli champignon e il pollo.
Tabella Calorica
Pollo cinese con riso
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Aglio
5
0,56
0,04
0,06
2,73
Amido di mais
3
2,445
0,031
0,261
10,95
Arachidi
5
0,75
3,84
2,23
45,92
Brodo di carne
20
1
3,74
3,14
30,4
Cipolla
15
0,32
0,03
0,07
1,7
Funghi
15
0,316
0,06
3,83
3,3
Mais
10
0,37
0,38
0,92
35,3
Marsala
5
1,4
0
0
10,15
Petto di pollo
40
0
0,36
12,08
51,6
Porro
20
1,35
0,025
0,54
7,53
Riso
25
21,9
0,15
1,75
90,5
Olio d’oliva
5
0
4,9
0
44,95
Salsa di soia
5
0,415
0
0,435
3,3
173
30,826
22,556
25,316
338,38
TOTALE
Ilaria Ortu, Leonardo Serra, Giorgia Verdoliva
CUCINA INDIANA
Musiche
Quella Indiana è una cucina dove vengono
usate molte spezie,latte e latticini.
Per cucinare, gli indiani usano il Tandoori,
un forno in argilla, il Tawa che è una piastra
in ghisa o ferro, lo Kadai, una padella di
grandi dimensioni che può essere in
alluminio o in ottone,il Thali che è un
vassoio con il quale si servono le pietanze,la
Chula, un fornello disposto al centro della
cuina che può funzionare a carbone o nelle
regioni più povere a sterco. Il Belan,un
mattarello per la preparazione del pane e la
Batta e il Sill entrambi usati per pestare le
spezie.
Indian Cuisine
Indian cuisine differs across India’s diverse regions, but it can be
divided into North Indian cuisine, which uses mainly meat and isn’t very
spicy, and South Indian cuisine which is mainly vegetarian and spicy.
For cooking their food, Indians use various cooking implements and
utensils:
The “Tandoor”, a cylindrical clay or metal oven
The “Tava”, a large , flat or convex disc-shaped griddle made from metal
The “Kadai”, a deep cooking-pot made today of stainless steel or copper
The “Thali”, a tray used to serve meals
The “Chula”, a cooker that uses either coal or firewood and is located in
the center of the kitchen
Te “Belan”, a rolling pin used to prepare bread
The “ Batta” and the “Sill” used to pound spices
IL PANE
Quello dell’india è un pane dalla forma schiacciata che ricorda l’aspetto
delle piadine.
Questo pane viene usato nella zona nord dell’India per accompagnare i
piatti di carne tipici di quelle regioni. Al contrario nella parte sud
dell’India dove prevale un tipo di cucina vegetariana è usato molto poco.
Usanza interessante di questo pane è quella di utilizzarlo come “posata”
o addirittura come piatto.
Esistono due tipi di pane principale:
-Il primo è un pane che non viene lievitato e viene fritto sulla Tawa.
-Il secondo invece vene lievitato e cotto nel Tandoor.
SPEZIE
Come risaputo la cucina indiana, soprattutto quella della zona meridionale,
è ricca di spezie, tra le quali troviamo: pepe nero, coriandolo, zafferano,
Cannella, noce moscata, aglio e peperoncino.
Una delle spezie più
utilizzate dell’India è il Curry, un insieme di spezie indiane che vengono
pestate nel Mortaio, un recipiente dal fondo tondeggiante in legno duro
o in metallo con il quale si pestano, riducono in polvere e mescolano
sostanze solide.
LE BEVANDE
Le bevande analcoliche più diffuse in
India sono:
L’acqua,ma si deve far bollire per
circa un quarto d’ora visto il
riscontro di residui chimici nell’acqua
e per il fatto che spesso le
bottigliette
d’acqua
non
sono
sigillate bene.
Il latte che può essere preparato in
numerosi modi diversi .
Il caffé ,il tè e i succhi di frutta
sono anch’essi molto diffusi.
Queste sono in breve le bevande
analcoliche più bevute in India.
LATTE BAADAM
Il latte baadam è una
bevanda Indiana che
viene
preparata
mischiando latte con
mandorle pistacchi e
altri
ingredienti.
Questa bevanda si può
servire sia fredda che
calda.
Preparazione
Latte Baadam
Macinare le mandorle e i
pistacchi per ottenere un
composto
omogeneo
Aggiungere latte, zucchero,
cardamomo, kewra e acqua di
rose e mescolare bene.
Servire freddo o caldo in un
bicchiere.
Tabella Calorica
Latte Baadam
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Mandorle
15
3,25
7,41
3,18
86,2
Pistacchi
15
4,12
6,8
3,04
84,3
Latte
100
4,45
4,14
3,56
69
2
1,96
0
0
7,6
0,2
0,13
0,01
0,02
0,62
132,2
13,91
18,37
9,8
247,72
Zucchero
Cardamomo
TOTALE
POLLO AL CURRY
La fama di questo piatto e le
tante versioni diffuse in
medioriente sono dovute
principalmente alla semplicità
della realizzazione e
all'ingrediente principe che ne
condiziona tutto il sapore: il
curry.
Preparazione
Pollo al Curry
Preparare il riso sciacquandolo in un recipiente sotto l’acqua corrente e poi
passandolo in un colino . Si deve sciacquare piu’ volte senza lasciarlo in
ammollo, finchè l’acqua ne uscirà pulita .
In una pentola mettere un filo d’olio di semi, il riso e l’acqua in eguale misura
Portare ad ebollizione, quando bolle mettere il fuoco al minimo, coprire con un
coperchio e lasciate cuocere per 10 minuti. Passati i 10 minuti spegnere il
fuoco e lasciare riposare per altri 10 minuti.
Togliere il coperchio e sgranare il riso con una forchetta.
Preparare il pollo tagliandolo a striscioline e metterlo in una terrina a
insaporire con il curry.
Tagliare finemente la carota, in una padella mettere un filo d’olio e cuocere
il soffritto per qualche minuto.
Aggiungere il pollo a pezzettini e rosolarlo per bene.
Cuocere per 10 minuti, regolare di sale e aggiungere il latte, la farina e un
altro po’ d’acqua
Tabella Calorica
Pollo al Curry
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Pollo
80
0
16,77
20,76
240
Pomodoro
50
2
0,7
0,39
8,5
Coriandolo
5
0,18
0,02
0,11
1,15
Aglio
5
1,65
0,02
0,31
7,45
Garofano
2
1,22
0,4
0,11
6,46
Curry
10
5,81
1,38
1,26
32,5
Cardamomo
5
3,42
0,33
0,53
15,55
Olio di semi
10
0
10
0
88,4
Zenzero
5
3,58
0,21
0,44
16,75
Cocco
1
0,15
0,33
0,03
3,54
173
18,01
30,16
23,94
420,3
TOTALE
Punch con zenzero e frutta
Questa è una bevanda dal
colore rosso che viene servita
con cubetti di ghiaccio.
Molto importante in questo
punch è mettere club soda
oppure acqua fredda prima di
servire.
Preparazione
Punch con zenzero e frutta
Unire zenzero, zucchero e 200 ml di acqua in
una pentola fonda e porta ad ebollizione.
Abbassare il fuoco e far bollire, senza coprire,
per circa 15 minuti.
Scolare la mistura in un’altra pentola e far
raffreddare.
Ora aggiungere il succo di limone e il succo
d’arancia e far raffreddare finchè è
necessario.
Prima di servire, aggiungere acqua fredda o
club soda e i cubetti di ghiaccio.
Tabella Calorica
Punch con zenzero e frutta
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Zenzero
6
4,29
0,25
0,53
21,36
Zucchero
10
9,8
0
0,01
38
Succo di limone
10
0,69
0,02
0,03
2,2
TOTALE
26
14,78
0,27
0,57
61,56
Biryani di Verdure
Il Biryani è un piatto della
cucina indiana che viene
preparato con il riso e
verdure.
Questo piatto viene
definito dai critici come
affascinante
Preparazione
Biryani di Verdure
Fate bollire in abbondante acqua salata il riso basmati.
In una padella larga preparate un soffritto con poco olio e
cipolle e aglio, dopodiché aggiustate di sale e pepate piacere.
Aggiungete le spezie (tranne lo zafferano), il succo di limone,
le carote tagliate a rondelle sottili, i piselli e le patate a
fettine e fate rosolare a fiamma viva per qualche minuto.
Versate sulle verdure qualche cucchiaio di latte in cui avrete
fatto sciogliere lo zafferano, poi mettete il coperchio alla
pentola e lasciate cuocere a fuoco moderato per altri 10
minuti
mescolando
di
tanto
in
tanto.
In un piatto da portata disponete metà del riso e adagiatevi
sopra le verdure, per poi finire con il restante riso.
Tabella Calorica
Biryani di Verdure
1 Porzione
gr
Carboidrati
Lipidi
Proteine
KCal
Riso
30
23,74
0,15
1,95
107,4
Brodo
50
0,2
0,3
1
8
Fagiolini
8
0,55
0,01
0,14
2,48
Carota
5
0,47
0,01
0,04
2,05
Patata
50
8,73
0,04
1,01
38,5
Cipolla
20
1,86
0,02
0,22
8
Cavolfiore
100
4,97
0,28
1,92
25
Succo di limone
10
0,69
0,02
0,03
2,2
TOTALE
273
41,21
0,83
6,31
193,63

Documenti analoghi