+ ALLEGATO: Buon compleanno, mitico Zigogol!

Transcript

+ ALLEGATO: Buon compleanno, mitico Zigogol!
2 Sport
L'ARENA
Martedì 25 Novembre 2014
AugurivecchioZigo
Ilgirodell’oca
dellasuavita
Unmito del calciogialloblù compie oggi70anni
34
Valcareggi disse a Logozzo che si
lamentava per i miei... permessi:
“Lui non è come te. Lui è Zigogol”
35
Un pensiero a Giancarlo Fiumi,
un segretario in gamba, un amico
ancora più in gamba
01
Giocai una sola partita in Nazionale,
in Romania: faceva troppo caldo,
dopo 45’ uscii...
36
Un pensiero anche a Meroni, un
campione che se n’è andato via
troppo presto. Perchè, Gigi?
PerfesteggiareGianfrancoZigoni
eccoun regalospeciale per inostri
lettori,per tuttii suoitifosi. C’èil
girodell’ocadella sua vita,ogni
casellaè unricordo, unaneddoto,
02
Caro don Saverio, quante lotte,
quanta passione: quando penso a te,
mi commuovo
37
FERMI UN GIRO: cantiamo “Io
Vagabondo” con i Nomadi, uno dei
miei gruppi preferiti
unricordo indelebile.Sigioca con
undadosolo,ci sono le casellein
rossodove siè obbligati a
fermarsiduegiri.Quelleingiallo
(ungiro), quelleverdi,dove invece
StaseraPallalunga
èdedicataalui
sifa unsaltoin avanti,proprio
comeinun vero giocodell’oca. E
chivince, chi arriva allacasella 70,
vinceovviamente, lapelliccia e il
cappelloda cowboy... Auguri,Zigo
03
FERMO DUE GIRI: per fumare un
sigaro con Che Guevara, uno dei
miti della mia vita
38
Il mio amico Ezio Vendrame. L’unico
davvero più pazzo di un certo
Gianfranco Zigoni
04
Ho 4 figli. Questo è GianMarco,
gioca nel Monza. Più bravo di me,
ma è troppo buono
39
FERMI DUE GIRI: con Ezio ci
beviamo Amarone, chi vuole unirsi
a noi è il benvenuto...
05
Come i gol al Milan, in quel 5-3
famoso: io non segnai, io segnavo
quando serviva...
40
Grande Bergamaschi. C’è Turone
che ti sta ancora cercando, ti ricordi
che tunnel gli hai fatto?
Appuntamentodanon perdere,
questaseraaPalla lungae
pedalare,cheripercorrà,
attraversogli spezzonipiù belli,la
lungastoriadi GianfrancoZigoni,
06
FERMO 2 GIRI: stavolta mi han dato
6 giornate di squalifica, ho insultato
un guardalinee
41
Sfortunato Carlo Petrini. Non
meritava di morire così, la vita
con lui è stata troppo cattiva
piùvolteospite diTeleArena. Ci
sarannodunqueimmagini,
aneddoti,ricordi, canzoni.Un’ora e
mezzainteramentededicata al
giocatorechehafattoimpazzire
07
Quella volta avremmo battuto la
Juve, se non mi avessero tirato una
bottiglietta in testa. No, non fingevo
42
Vecchio Trap. Un giorno, dopo
avermi visto giocare, avevi detto:
“Tu sei più forte di Pelè”
unacittà eall’uomo checontinua a
rappresentaremoltopiù diun
giocatoredicalcio. Attraversole
immagini,isuoi interventi,la sua
inimitabileironia, potretedunque
08
Eravamo in 8 fratelli, anzi in 9:
Gianfranco morì da bambino, mi
diedero il suo nome
43
AVANTI DI 4 CASELLE. A 43 anni
l’ultima mia partita (e 4 gol) col
Piavon, in Terza categoria
rivedereeriascoltare tuttigli
episodichehannofattostoria.
Dallapelliccia,alrigore con la
Samp,dalla bottiglietta diTorino,
allatragediadeltreno.Da
Valcareggialla nazionale,daPelèa
GeorgeBest. DaCheGuevaraa
Dio.Dal calcioa tuttoilresto,
«perchéla gloriaètutto,etutto è
niente».Comedicesempre Zigo
09
Valentino Fioravanti, uno dei grandi
giornalisti del nostro tempo.
Ah, quanta nostalgia
10
Sivori mi disse: Tu giochi col 10?
Il 10 è mio, tu non giocherai mai
nella Juventus
44
AVANTI DI 4 CASELLE. Il 44 è
l’anno di nascita, pensate che
fortuna per chi mi ha conosciuto...
11
La mia maglia. La più bella di tutte.
Le ho voluto bene, è come se non
l’avessi mai tolta
45
LA COLT 45, la portavo sempre con
me. Sì, sparavo ai lampioni, altrochè
Mario Balotelli...
12
I gol realizzati nella Roma, un’altra
città che ho amato e dove sono stato
ricambiato
46
Ciao vecchio Franzot, quanti km hai
fatto per cercare di servire sempre il
tuo amico Zigo?
13
FERMO UN GIRO, per cantare “Nata
libera” col grande Leano Morelli,
canzone stupenda
47
E tu, caro “Busa”, lo sai che se
giocassi oggi finiresti dritto in
Nazionale? Ti voglio bene
14
Il mio amico Sergio Maddè,
un grande del centrocampo, oggi
sarebbe in Nazionale
48
Gigi Simoni, un grande. A Brescia,
mi faceva fare quello che volevo. Mi
aveva capito bene
15
E Guidolin? Dormiva con me, alla
mattina gli facevo fare il cameriere...
Uno spettacolo
49
Pelè, Maradona e Zigoni: i tre più
forti di tutti i tempi sono questi. Ma
l’ordine è sbagliato...
16
I gol con la maglia del Genoa.
Divenni un idolo quando segnai
nel derby con la Samp
18
Germano Mosconi, un altro
giornalista dei miei tempi. Adesso
mi guarderà da lassù...
17
Debuttai in A a soli 17 anni. Giocai
malissimo, ero emozionato e...
imbambolato
designed by CC70
33
AVANTI DI 4 CASELLE. C’è la festa
di Pantofola Mazzanti, dopo il gol di
Terni. Siamo in serie A
62
FERMI UN GIRO: dovete ascoltare
“Inverno” di De Andrè, una canzone
meravigliosa...
32
Caro Cadè, un altro grandissimo
allenatore, un altro che mi ha
sempre capito. E sopportato
61
Gol di testa ? Ne ho sempre fatti
pochi, ma soltanto perchè non
volevo... spettinarmi
31
Se mi fossi allenato di più, sarei
stato un fuoriclasse. Ma non mi
sarei divertito così tanto...
60
FERMI DUE GIRI: quella volta,
rischiammo la vita, quando deragliò
il treno per Roma
30
FERMI UN GIRO: c’è Michelotti, ci
ha annullato il gol (valido) di Petrini
alla Juventus
59
AVANTI DUE CASELLE: ho segnato,
esplode il Bentegodi, i miei compagni fanno festa...
29
I GOL REALIZZATI NEL VERONA.
Non tanti, ma abbastanza per
diventare per tutti Zigogol
58
Ennio Fiaschi, altro punto di forza
del Verona di quegli anni. Quanti
chilometri, anche lui...
28
FERMI DUE GIRI: ho sfasciato
un’altra Porsche, dobbiamo farla
riparare subito...
27
Sono cresciuto nel mito del Grande
Torino. Valentino Mazzola era un
campione unico...
63
A volte dicevo al mister: “Faccia
giocare gli altri, io entro dalla panchina e ti faccio vincere la partita”
64
SONO UN DEVOTO DI PADRE PIO, la
sua benedizione vale una preghiera
e un “salto” di 4 caselle
65
Vorrei abbracciare tutta la gente di
Verona. Mi ha dato molto di più di
quello che io ho dato al Verona...
66
No, non festeggiatemi, non ho fatto
niente. Non voglio la gloria. La
gloria è tutto, e tutto è niente...
67
FERMI DUE GIRI: qua ci facciamo
fuori un paio di bottiglie di Raboso,
il “mio” vino
68
Gigi Mascalaito, il capitano del
nostro Verona, poi divenne anche
allenatore e con lui tornammo in
serie A
69
Bel numero... Mi spiace lasciarlo, m’è
sempre piaciuto. Per dimenticare,
canto. La chitarra c’è, chi canta con me?
C
aro vecchio Zigo, incredibile, ma vero. Hai 70 anni, dio buono, è
mai possibile ? Sai, quando abbiamo pensato al regalo per te,
non c’era niente che fosse giusto. Un’intervista? No, troppo banale, scontata. Quante volte, vecchio Zigo, hai raccontato della
pelliccia e della bottiglietta, del gol annullato a Petrini e della
tragedia del treno? E poi, conoscendoti, avresti detto “...ma che vuoi che
dica, ancora? La gloria è tutto, e tutto è niente” avresti concluso con una
delle tue massime preferite.
Così, abbiamo pensato a questo, ai tuoi 70 anni come a un gioco, al tuo
compleanno con allegria, la stessa che si respirerà oggi dalle tue parti,
tra un canto, una bottiglia di Amarone, un’altra di Raboso. Con tutti i tuoi
amici vicini, la tua gente, la tua famiglia. E, col pensiero, ci saranno anche tutti gli amici lontani, la gente che non ha mai smesso di volerti bene,
i tifosi che ancora oggi impazziscono per te. Per quello che eri, per quello
che hai regalato loro. Ma anche per quello che sei rimasto, sempre uguale a te stesso, sempre vero in un mondo spesso falso e un po’ ipocrita, al
quale, a tuo modo, hai sempre cercato di ribellarti.
Certo, il tempo passa per tutti e queste 70 candeline che spegnerai oggi,
nascondendo dietro agli occhiali, un filo di commozione, sono qui a ricordarlo. Però, tu lo sai, il tempo passa, ma i miti non invecchiano mai.
Come gli amici, che restano sempre giovani. Come te, vecchio Zigo, che
continui a giocare nel cuore e nella fantasia della gente. Non essere
triste, senti l’urlo della Curva. Guarda quello striscione. Sei stato il poster
della nostra giovinezza. In alto i calici. Brindiamo insieme a te.
Raffaele Tomelleri
57
Il Bentegodi mi esaltava. La gente
mi adorava, a volte mi dispiace non
aver fatto di più
26
Io e Luppi. Livio è stato il mio
compagno ideale, ci capivamo
al volo. Grandissimo Livio
56
Quella volta ci mandarono in serie B
per una telefonata: incredibile, una
cosa mai vista
25
Il mio stipendio. Fraizzoli all’Inter
me ne offriva 100: dissi a Garonzi,
io non mi muovo...
55
Quando ero in giornata, non mi
teneva nessuno: solo Dio poteva
fermarmi. Forse...
24
L’anno della B cominciai con due
gol all’Atalanta. Ne segnai 9,
tornammo in serie A
54
FERMI UN GIRO: cantiamo “Allelujah” assieme a Jeff Buckley, un
grandissimo della musica
23
I gol con la maglia della Juve. Là
non mi divertivo, era come essere in
una prigione...
53
È vero, fumavo anche 40 sigarette al
giorno. E con le donne non mi sono
mai tirato indietro. E allora?
22
Heriberto Herrera mi chiamava alle
22 per vedere se ero in casa. Lo
appesi al muro...
52
Anche Franco Nanni è stato un
grande compagno di squadra e un
amico indimenticabile
21
FERMO UN GIRO: andiamo in un pub
col mio idolo George Best. Donne,
whiski, allegria
51
Il grande Ciccio, quella volta gli
volevo rubare un rigore, se non mi
porta via Mazzanti...
50
Caro Giacomi, quando penso a te
dico che la vita, tante volte, è una
valle di lacrime...
20
Il 20 maggio ‘73 dissi a Sirena: ecco
l’assist, pensaci tu a sistemare il
Milan... E lui segnò
19
Elkjaer sindaco? E io allora? Non
scherziamo, sono io il più forte,
avete dei dubbi ?

Documenti analoghi