RASSEGNA STAMPA - Provincia di Gorizia

Commenti

Transcript

RASSEGNA STAMPA - Provincia di Gorizia
PROVINCIA DI GORIZIA
RASSEGNA STAMPA
DOMENICA 17 MARZO 2013
Rassegna per ricerca personalizzata
Testate/Edizioni in ricerca:
Parole chiave in ricerca:
Ordinamento generale:
Affari&Finanza
Corriere della Sera
Espresso
Il Friuli
Il Gazzettino Udine
Il Gazzettino Pordenone
Il Gazzettino Nazionale
Il Giornale
Il Piccolo Nazionale
Il Piccolo Trieste
Il Piccolo Gorizia/Monfalcone
Il Popolo
Il Quotidiano del Fvg
Il Sole 24 Ore
Il Sole 24 Ore NordEst
Italia Oggi
La Repubblica
La Stampa
La Vita Cattolica
Messaggero Veneto Nazionale
Messaggero Veneto Udine
Messaggero Veneto Pordenone
Messaggero Veneto Gorizia
Panorama
Primorski Dnevnik
Voce Isontina
Bianca della Pietra
Donatella Gironcoli
Enrico Gherghetta
Federico Portelli
Galleria Spazzapan
Gennaro Falanga
Mara Cernic
Provincia di Gorizia
Sara Vito
Condizione sulle parole:
almeno una presente
Data decrescente
Testate/Edizioni
Parole chiave
N° Titolo
Testata-Edizione
1
Il Gazzettino Udine
17-03-2013
Il Gazzettino Udine
17-03-2013
Il Gazzettino Pordenone
17-03-2013
Il Piccolo Gorizia/Monfalcone
17-03-2013
Il Piccolo Gorizia/Monfalcone
17-03-2013
Messaggero Veneto Nazionale
17-03-2013
Primorski Dnevnik
17-03-2013
Primorski Dnevnik
17-03-2013
Primorski Dnevnik
17-03-2013
Lega: si' a Violino Pdl, no di Gottardo
Data
Mara Cernic -
2
Il Pdl sfodera nomi nel segno del rinnovamento
Provincia di Gorizia -
3
Lega, fuori Narduzzi Vicina la resa dei conti
Mara Cernic -
4
Italia dei Valori si presenta e schiera l'assessore Gironcoli
Donatella Gironcoli - Enrico Gherghetta - Provincia di Gorizia -
5
La temuta Tares non sara' un salasso per i goriziani
Provincia di Gorizia -
6
Ecco al lista Slovenska Skupnost
Mara Cernic -
7
Podjetje Ater naj se ukine
Donatella Gironcoli - Provincia di Gorizia -
8
Trije favoriti za zmago
Provincia di Gorizia -
9
Iz leta v leto manj pritzob
Provincia di Gorizia -
17 MAR 2013
Il Gazzettino Udine Cronaca
pagina 2
Quotidiano
I CANDIDATI 2013
Gli esclusi
e i graziati:
Ecco le liste
Alle pagine II e III
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/4
Apertura
Il Gazzettino Udine Cronaca
17 MAR 2013
pagina 2
Quotidiano
La corsa
per la Regione
Antonella Lanfrit
NOSTRO SERVIZIO
UDINE - La Lega del Fvg mitiga il
suggerimento (fuori tutti) del segretario federale Maroni e nelle liste per le
regionali (a sostegno di Tondo presidente) depositate nella sede della
Regione a Udine ieri prima di tutti
(alle 8.25) ci sono l’assessore-consigliere uscente Claudio Violino nella
circoscrizione di Udine, la consigliere
Mara Piccin nella circoscrizione di
Pordenone e apre la lista a Trieste
l’assessore tecnico della Giunta Tondo
Federica Seganti. «Le liste sono frutto
delle indicazioni del territorio», ha
commentato il segretario regionale,
Matteo Piasente, che a Violino e
Piccin ha chiesto il certificato in cui
non risultano pendenze con la magistratura. Per i consiglieri indagati
Narduzzi, Picco e Razzini, l’esclusione
«non è una sentenza di colpevolezza –
ha aggiunto – ma risponde a una
ragione obiettiva di opportunità». A
Pordenone, però, leghisti pronti a
consegnare la tessera per la mancata
corsa di Narduzzi.
Prima a depositare nel centrosinistra l’Unione slovena, che stupisce
con la candidatura di Boris Pahor, il
grande scrittore Legion d’onore di
IL PARTITO DI TONDO
Corrono Riccardi, De Anna
Dal Mas, Colautti, Piuzzi
e Cacitti. Fuori Pedicini
Lega:sìaViolino
Pdl,nodiGottardo
Il Carroccio ammette l’assessore friulano, Seganti e Piccin
Pd e Cittadini, solo donne capolista. Boris Pahor con l’Us
Francia e quasi centenario, quale
capolista a Pordenone e 3 tra i candidati udinesi.
Nel pomeriggio, deposito per il M5S,
che candida alla presidenza Saverio
Galluccio con liste frutto di consultazioni on line. Depositano anche i
Pensionati, Autonomia responsabile e
in serata Sel, Pd e Cittadini per
Serracchiani presidente. Le liste di Pd
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
e Cittadini sono composte secondo
ordine alfabetico, con le prime posizioni tutte al femminile.
Questa mattina entro le 12 devono
essere depositate le liste di tutti gli
altri partiti, come il Pdl che ha chiuso
ieri sera sui nomi. Il coordinatore
regionale Isidoro Gottardo non si candida (all’orizzonte altri incarichi); dei
consiglieri uscenti indagati non corre
2/4
Pedicini, che s’aggiunge ai triestini
Camber, Tononi e Bucci, al goriziano
Valenti e al capogruppo Galasso che si
erano già ritirati. In forse Marin. Sì
alla deroga per Marini e Ciriani (hanno tre mandati). A Pordenone, oltre a
Ciriani, in lista anche i consiglieri
uscenti Santin e Dal Mas, l’assessore
De Anna, Angioletto Tubaro.
A Udine, i consiglieri uscenti Novelli, Colautti e Cargnelutti, l’assessore
Riccardi, l’assessore provinciale Virgili e i consiglieri Macorig e Piuzzi, oltre
a Clara Pelosi, Micaela Sette, Manuela
Micoli. In Carnia, il consigliere uscente Cacitti, Silvia Pezzetta e Francesca
Comello. A Gorizia, Ziberna, Micoli e
Serenella Ferrari. A Trieste, Marco
Gabrielli, Claudio Giacomelli, Massimo Romita e Everest Bertoli.
Un’altra Regione (presidente Franco Bandelli) ha raccolto le firme in
tutte le circoscrizioni; l’Udc ha confermato la linea del rinnovamento scelto
dal comitato di Udine anche se ciò ha
comportato l’esclusione dell’assessore
uscente Roberto Molinaro (4 mandati
all’attivo). Per presenze montiane nelle liste Pd e Cittadini, il deputato di
Scelta Civica Gian Luigi Gigli precisa:
«Scelte personali, nessun accordo con
la candidata. Stiamo valutando se dare
indicazioni di voto per il 21 aprile».
Apertura
Il Gazzettino Udine Cronaca
17 MAR 2013
pagina 2
Quotidiano
Listecandidati
RENZO TONDO
Lega Nord
Udine
Andrea Mauro
Enrica Avian
Angela Lo Vasco
Albano Conchione
Autonomia
Responsabile
Nevio Nalato
Francesco Pascolini
Udine
Mario Pittoni
Catia Pagnutti
Patrizia Pittaro
Mario Revelant
Michela Gasparutti
Graziano Pizzimenti
Angela Paschetto
Paolo Alberto Amodio
Pamela Serafini
Germano Uliana
Carla Maria Battistelli
Stefano Teghil
Nicoletta Peresani
Fabrizio Bresadola
Maddalena Spagnolo
Samanta Scaini
Giulia Filippo
Lorenzo Tosolini
Federico Cressati
Alto Friuli
Giovanna Comino Barbieri
Flavio Scarsini
Valeria Grillo
Marco Ubaldi
Sara Del Negro
Giorgio Croce
Simonetta Di Tillio
Francesco Pascolini
Barbara Ius
Claudio Violino
Elena Lizzi
Roberto Zorzenon
Barbara Marson
Mario Crichiutti
Genevieve Rinaldi
Luca Mazzaro
Daniele Moschioni
Alto Friuli
Stefano Mazzolini
Barbara Zilli
Federico Quaglia
Udc
Udine
Alessandro Tesolat
Ada Regina De Aguiar
Freire
Davide Degrassi
Pensionati
Consuelo Modesti
Udine
Enrico Di Fiore
Alessandra Battellino
Michela Sclausero
Albano Conchione
Luciano Gallerini
Enrica Avian
Giovanni Pullini
Maurizio Longo
Giuseppe Sibau
Maria Anna Marcolini
Bruno Tellia
Giovanni Bertolo
Alessandro Tollon
Anna Maria Faganello
Alto Friuli
Rino Laurencig
Roberto Revelant
Margherita Baruzzi
Sara Tolazzi
Antonio Matricardi
Stefano Lucchini
Alessandra Blessano
Alberto Piccottini
Rossana Daniela Di Bari
DEBORA SERRACCHIANI
Marco De Crignis
Partito democratico
Giovanni Barillari
Anna Vodopivec
Micol Furlanis
Agostino Bobbera
Silvana Cremaschi
Enzo Bassi
Domenico Buonavitacola
Enio Agnola
Cristiana Giorgiutti
Giorgio Todeschini Zocchi
Donatella Mormandi
Fabrizio Fuccaro
Giuliana Michelutti
Udine
Alto Friuli
Rino Battocletti
Alberto Piccottini
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
Giulia Romano
3/4
Apertura
17 MAR 2013
Il Gazzettino Udine Cronaca
pagina 2
Quotidiano
Vittorino Boem
Igor Gabrovec
Ornella Zucco
Paola Schiratti
Katja Dolhar
Corrado Libra
Manuele Ferrari
Sel
Pietro Paviotti
Lauretta Serafini
Udine
Roberto Rocco
Franco Iacop
Giovanni Bulfone
Pino Roveredo
Teresa Totis
Gaia Calligaris
Ezio Simonin
Vincenzo Martines
Roberto Dapit
Anna Maria Zuccolo
Liliana Cormons
Chiara Fasolino
Denis Puntin
Marco Duriavig
Dario De Alti
Patrizio Rassatti
Caterina D’Aprile
Anna Zilli
Cristiano Shaurli
Irvin Lepic
Stefano Nazzi
Stefania Francioni
Mauro Travanut
Valerio Mattioni
Tiziana Pasian
Tolmezzo
Martina Andenna
Enzo Marsilio
Massimo Peresson
Unione Slovena
Udine
Alto Friuli
SAVERIO GALLUCCIO
Movimento 5 Stelle
Udine
Stefano Pustetto
Cristian Sergo
Francesca Pevere
Ester Randazzo
Angelo Tomasin
Renato Del Gobbo
Daniela Portegrandi
Elena Bianchi
Antonella Witzmann
Carlo Fabbro
Alto Friuli
Dina Forgiarini
Michele Coren
Severo De Monte
Marco Lizzi
Manuela Quaranta ved.
Spacapan
Cristina Selenati
Florina Beakovic
Fabio Troiero
Luca Vignando
Boris Pahor
Cittadini
Tanja Peric
Udine
Marinella Paravano
Giovanni Forcione
Alessio Princic
Adriana Battistutta
Giovanna Bianchi
Mara Cernic
Pierino Chiandussi
Federico Iussig Zuliani
Matjaz Pintar
Monica Bertolini
Luciana Stellin
Katja Dolhar
Fabrizio Coccetti
Federico Luciani
Maurizio Vidali
Anna Bogaro
Aldo Di Narda
Franca Padovan
Lorenzo Croattini
Stefano Raneri
Marko Pisani
Chiara Comuzzo
Aristide Menossi
Marilka Korsic
Piergiorgio Domenis
Marco Milkovic
Chiara Franceschini
Aulo Cimenti
Damijan Terpin
Claudio Fichera
Ilde Domenichini
Federica Rossi
Michele Lisco
Cosma Damiano Iurilli
Gabriella Fabbro
Alto Friuli
Anna Wedam
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
4/4
Alto Friuli
Apertura
17 MAR 2013
Il Gazzettino Udine Cronaca
pagina 3
Quotidiano
IlPdlsfoderanominelsegnodelrinnovamento
ma non mancano conferme: Tanzi, Berti e Pravisano
IL CENTRODESTRA
Lisa Zancaner
NOSTRO SERVIZIO
UDINE - È una lista all'insegna del rinnovamento quella
che il Pdl udinese sta approntando per le prossime elezioni. Di certo non mancano
volti noti come Enrico Berti,
Renzo Pravisano e Vincenzo
Tanzi, ma ci sono anche giovani, studenti, professionisti,
«gente che vuole portare
idee nuove per la città» precisa il coordinatore locale Giovanni Nistri. La lista sarà
pronta per lunedì e sarà
probabilmente presentata assieme a quella per le provin-
CANDIDATO SINDACO Adriano Ioan
ciali. Non sarà una lista molto corposa numericamente
parlando, 30, 35 persone «anche perché - spiega Nistri alcuni candidati sono confluiti nella lista di Adriano Ioan sostenuto dal Pdl - e alcuni
nella lista di Renzo Tondo
per le regionali». Il progetto
del partito per Udine punta
sostanzialmente a far emergere la città dal suo isolamento, «mancano collegamenti
con i comuni limitrofi - fa
notare Nistri - e l'integrazione delle periferie, ma soprattutto non si sfrutta la posizione di Udine come città nel
centro dell'Europa». Un
esempio? Udine capitale europea delle lingue minoritarie, «un progetto che non
richiede investimenti ma
scambi europei. Bisogna al-
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
meno iniziare a parlarne».
Un minore entusiasmo si coglie per le provinciali, considerato il atto che la linea del
partito a livello nazionale era
quella di abolire le province,
ma siccome si va al voto per
quella udinese, «si deve indicare qualcuno che ci rappresenti» sostiene il coordinatore provinciale del Pdl Ferruccio Anzit". Quanto a programma e prospettive per l'ente,
Anzit afferma che «ci saranno riflessioni da fare; ogni
realtà territoriale merita un
ragionamento». In buona sostanza se si deve fare si fa.
Quanto alla lista di candidati
per Palazzo D'Aronco, il vice
coordinatore provinciale Simone Bressan spiega che il
direttivo ha chiesto a tutti i
coordinamenti comunali di
far pervenire le indicazioni
dei vari territori, «la lista dice - sarà un mix tra alcuni
uscenti e volti nuovi, tra
giovani ed esperti, ma è una
lista appena abbozzata, prima - conclude - bisogna chiudere quella per le regionali».
Taglio basso
17 MAR 2013
Il Gazzettino Pordenone Cronaca
pagina 2
Quotidiano
Lega,fuoriNarduzzi
Vicinalaresadeiconti
Diversi militanti pronti a riconsegnare la tessera. Tace Dal Bianco
Ma il capogruppo getta acqua sul fuoco: «Io resto nel Carroccio»
Lara Zani
PORDENONE
La Lega vince la corsa per la
presentazione delle liste per le
regionali, ma rischia di lasciare sul campo un gran numero
di tessere in provincia di Pordenone. Spicca infatti, nel documento consegnato ieri mattina
dal segretario Matteo Piasente,
l'assenza del capogruppo uscente Danilo Narduzzi, mentre viene confermata l’altra consigliera pordenonese, Mara Piccin
ed entrano, per la circoscrizione di Pordenone, il capogruppo
Renzo Dolfi, Marina Pellis, Sandro Cao, Vannia Gava, Damiano Scapin, Dania Cesaratto,
Marzio Gaspardis, Pierluigi
Scodeller, Stefania Boltin e gli
assessori provinciali Eligio
Grizzo e Stefano Zannier. Men-
ESCLUSO Danilo Narduzzi fuori dalla lista
tre gli iscritti insorgono e annunciano dimissioni di massa,
a gettare invece acqua sul
fuoco è lo stesso Narduzzi dichiarandosi pronto a lavorare
per la squadra. «È chiaro che
l'amarezza c'è - è la reazione di
Danilo Narduzzi -, ma rimango
della Lega. È facile essere
leghisti quando le cose vanno
bene, ancor di più occorre
esserlo quando non è così.
Abbiamo cercato di costituire
la squadra migliore e adesso
lavoriamo. Basta con le polemiche». Tace il segretario provinciale Enzo Dal Bianco, ma una
fetta maggioritaria della base
del Carroccio in provincia è
con il capogruppo uscente e c'è
chi da subito annuncia l'intenzione di lasciare la Lega. È
Fabio Sirocco, consigliere comunale di Casarsa, che già
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/4
questa mattina si prepara a
riconsegnare la tessera dopo
vent'anni fra le camicie verdi:
«Non è possibile che la provincia di Pordenone venga trattata
in questa maniera - attacca -.
Sono spariti gli ideali per cui la
Lega era nata e, per la prima
volta dopo tanti anni, non andrò neanche a votare». Il rischio è che il suo esempio
venga seguito da tanti, e che
nei prossimi giorni la sede del
Carroccio diventi meta di un
pellegrinaggio per la riconsegna delle tessere.
Lista pronte anche nel Pdl
(saranno però consegnante questa mattina), con l'esclusione di
Antonio Pedicini e l’assenza
dell'ex parlamentare Isidoro
Gottardo e la conferma degli
altri quattro consiglieri uscenti, Luca Ciriani, Franco Dal
PD
Nessuna
sorpresa
Rispettati
tutti i nomi
Mas, Elio De Anna e Paolo
Santin, cui si aggiungono Sonia
Borgonovo, Francesca Casetta,
Stefania Colorio, Maria Gabriella Rapini, Fabiano Filippin, il sindaco di Valvasone
Markus Maurmair, Carmine
Mucciolo e l'ex primo cittadino
di Casarsa Angioletto Tubaro.
Soddisfatto il segretario provinciale Antonio Consorti che, pur
esprimendo «vicinanza e solidarietà massima ad Antonio Pedi-
Apertura
17 MAR 2013
Il Gazzettino Pordenone Cronaca
pagina 2
Quotidiano
PDL
Non ci saranno
Pedicini
e Gottardo
Sì a tutti gli altri
cini, indipendentemente da tutto», sottolinea che «abbiamo
dato un segnale politico in
riferimento a quello che è successo sui rimborsi, distinguendo fra chi aveva effettuato
spese di rappresentanza e chi
invece a titolo personale. Si
tratta di una lista equilibrata di
cui sono estremamente contento, pronta per combattere e
vincere queste elezioni». Tutto
definito anche in casa Pd (pre-
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
sentazione oggi) , con i candidati che già questa mattina saranno a Palmanova per incontrare
Debora Serracchiani. Niente
sorprese in questo caso, con la
squadra pordenonese composta da Renata Bagatin, Sergio
Bolzonello, Chiara Da Giau,
Daniele Gerolin, Adriana Manfrin, Renzo Liva, Mara Tonon,
Renato Mirto Monte, Marco
Pasutto, Fabio Simonella, Sergio Zaia e Armando Zecchin.
Positivo, anche in questo caso,
il giudizio del segretario provinciale Antonio Ius, che mette
l'accento sulla «serenità e tranquillità delle varie fasi che
hanno portato alla definizione
delle liste».
CANDIDATI
Ieri primo
giorno per la
consegna delle
liste e dei
candidati: non
tutti i partiti le
hanno
depositate,
anche perché
qualcuno è
ancora in
difficoltà con le
firme
Oggi alle 12
termini chiusi
© riproduzione riservata
2/4
Apertura
Il Gazzettino Pordenone Cronaca
17 MAR 2013
pagina 2
Quotidiano
CandidaticircoscrizonediPordenone
RENZO TONDO
(candidato presidente)
LEGA NORD
Renzo Dolfi
Marina Pellis
Sandro Cao
Vannia Gava
Damiano Scapin
Dania Cesaratto
Marzio Gaspardis
Mara Piccin
Pierluigi Scodeller
Stefania Boltin
Eligio Grizzo
Stefano Zannier
PENSIONATI
Alessandra Battellino
Ferdinando Polegato
Lucia Guazzoni
Giovanni Bertolo
Anna Maria
Bruno Pianura
Margherita Baruzzi
Rino Laurencig
Alessandra Blessano
Marco De Crignis
Silvana Buffon
Albano Conchione
UDC
Maurizio Salvador
Silva Gardonio
Paolo Bonotto
Carla Panizzi
Lorenzo Cella
Simonetta Perin
Matteo Fantuz
Maurizia Salton
Venanzio Francescutti
Stefano Galassi
Giuseppe Sigalotti
Dino Soncin
Renzo Bortolussi
Luigi Valan
Gabriele Pardini
DEBORA SERRACCHIANI
(candidato presidente)
SLOVENSKA SKUPNOST
Boris Pahor
Mara Cernic
Bernardo Spazzapan
Katja Dolhar
Adriano Corsi
Franca Padovan
Maurizio Vidali
Marilka Koršic
Milko Di Battista
Silvestro Primosig
Damijan Terpin
SEL
Emanuela Bruna
Carlo Bosi
Angela Dicidomine
Michele Ciol
Mara Donat
Alessandro
Finocchiaro
Federica Freddi
Claudio Rupolo
Filomena Martone
Natale Sorrentino
Vanni Tissino
Ferruccio Valvasori
SAVERIO GALLUCCIO
(candidato presidente)
AUTONOMIA
RESPONSABILE
Valter Santarossa
Elena De Mattia
Giancarlo Tosolini
Teresa Vitale
Nerio Belfanti
Emiliana Gennari
Ermes Moras
Thelma Paola
Francesco Francescut
PD
Renata Bagatin
Sergio Bolzonello
Chiara Da Giau
Daniele Gerolin
Adriana Manfrin
Renzo Liva
Mara Tonon
Renato Mirto Monte
Marco Pasutto
Fabio Simonella
Sergio Zaia
Armando Zecchin
MOVIMENTO 5 STELLE
TRIESTE La sede della presidenza regionale: in corsa per entrare a Palazzo
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
3/4
Eleonora Frattolin
Marco Zullo
Valeria Moras
Luciano Bellomo
Linda Rossetto
Fabio Valeri
Francesco Vanin
Marco Sanfilippo
Ivano Mazzarotto
Apertura
Il Gazzettino Pordenone Cronaca
17 MAR 2013
pagina 2
Quotidiano
CandidaticircoscrizionediUdine
RENZO TONDO
(candidato presidente)
LEGA NORD
Mario Pittoni
Patrizia Pittaro
Graziano Pizzimenti
Pamela Serafini
Stefano Teghil
Maddalena Spagnolo
Lorenzo Tosolini
Giovanna Comino
Marco Ubaldi
Simonetta Di Tillio
Claudio Violino
Elena Lizzi
Roberto Zorzenon
Barbara Marson
Mario Crichiutti
Genevieve Rinaldi
Luca Mazzaro
Daniele Moschioni
PENSIONATI
Alessandra Battellino
Albano Conchione
Enrica Avian Aiello
Maurizio Longo
Maria Anna Marcolini
Giovanni Bertolo
Anna Maria Faganello
Rino Laurencig
Margherita Baruzzi
Antonio Matricardi
Alessandra Blessano
Alberto Piccottini
Rossana Di Bari
Marco De Crignis
Anna Vodopivec
Agostino Bobbera
Domenico
Buonavitacola
Giorgio Todeschini
UDC
Alessandro Tesolat
Ada Regina De Aguiar
Freire
Giovanni Barillari
Micol furlanis
Enzo Bassi
Cristiana Giorgiutti
Fabrizio Fuccaro
Giuliana Michelutti
Andrea Mauro
Angela Lo Vasco
Nevio Nalato
Catia Pagnutti
Francesco Pascolini
Angela Paschetto
Mario Reveland
Nicoletta Presenti
Germano Uliana
Samanta Scaini
AUTONOMIA RESP.
Michela Gasparutti
Paolo Alberto Amodio
Carla Maria Battistelli
Fabrizio Bresadola
Giulia Filippo
Federico Cressati
Valeria Grillo
Giorgio Croce
Barbara Ius
Davide De Grassi
Consuelo Modesti
Enrico Di Fiore
Michela Sclausero
Luciano Gallerini
Giovanni Pullini
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
Giuseppe Sibau
Bruno Tellia
Alessandro Tollon
DEBORA SERRACCHIANI
(candidato presidente)
SLOVENSKA SKUPNOST
Michele Coren
Manuela Quaranta
Boris Pahor
Tanja Peric
Alessio Princic
Mara Cernic
Matjaž Pintar
Katja Dolhar
Maurizio Vidali
Franca Padovan
Marko Pisani
Marilka Koršic
Marco Milkovic
Damijan Terpin
SEL
Giovanni Bulfone
Gaia Calligaris
Roberto Dapit
4/4
Liliana Cormons
Marco Duriavig
Caterina D'Aprile
Irvin Lepic
Stefania Francioni
Valerio Mattioni
Tiziana Pasian
Stefano Pustetto
Francesca Pevere
Angelo Tomasin
Daniela Portegrandi
Antonella Witzmann
PD
Silvana Cremaschi
Enio Agnola
Donatella Mormandi
Rino Battocletti
Giulia Romano
Vittorino Boem
Paola Schiratti
Manuele Ferrari
Lauretta Serafini
Franco Iacop
Teresa Totis
Vincenzo Martines
Anna Maria Zuccolo
Denis Puntin
Patrizio Rassatti
Cristiano Shaurli
Stefano Nazzi
Mauro Travanut
SAVERIO GALLUCCIO
(candidato presidente)
MOVIMENTO 5 STELLE
Cristian Sergo
Ester Randazzo
Renato Del Gobbo
Elena Bianchi
Carlo Fabbro
dina forgiarini
Marco Lizzi
Florina Beakovic
Luca Vignando
Marinella Paravano
Giovanni Forcione
Giovanna Bianchi
Federico Iussig
Luciana Stellin
Federico Luciani
Aldo Di Narda
Stefano Raneri
Aristide Menossi
Apertura
17 MAR 2013
Il Piccolo Gorizia/Monfalcone Cronaca
pagina 27
Quotidiano
Italia dei Valori si presenta
e schiera l’assessore Gironcoli
Il simbolo è ancora quello vecchio, con tanto di nome di Antonio Di Pietro, ma la sostanza è
quella di un profondo rinnovamento. Si presenta così l'Italia
dei Valori dell'Isontino alle prossime elezioni regionali, al fianco
di Debora Serracchiani. Oltre a
Donatella Gironcoli, segretario
provinciale del partito e assessore della giunta Gherghetta in
Provincia, della lista fanno parte
due giovani, la laureanda in Giurisprudenza di San Floriano Donatella Serafino ed il consigliere
comunale di Gradisca d'Isonzo
Alessandro Grandi, il consigliere
comunale monfalconese Clau-
dio Martin ed il dirigente del Comune di San Lorenzo Isontino
Alfredo Piacentini. «Abbiamo
vissuto un momento difficile
per il partito, negli ultimi mesi –
ammette Donatella Gironcoli -,
ma siamo ancora qui a metterci
la faccia perchè crediamo nel lavoro svolto e nella nostra identità. A giugno ci sarà il congresso
dell'Italia dei Valori, che cambierà simbolo e vedrà sparire la dicitura legata all'ex presidente Di
Pietro, ma intanto ci presenteremo ancora con queste vesti alle
elezioni regionali, perchè non
c'è stato il tempo di aggiornare i
simboli». Molteplici le temati-
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
che che stanno a cuore al partito. La studentessa Serafino si è
detta interessata soprattutto a lavorare in difesa del diritto allo
studio.
Punta
alla
“sburocratizzazione” del sistema, a tutto vantaggio delle imprese, specie quelle più piccole,
Alessandro Grandi, mentre il
monfalconese Claudio Martin è
specializzato nelle tematiche
ambientali, vorrebbe dalla Regione più attenzione sul tema
dell'amianto. La trasparenza,
per un accesso dei cittadini ai
dati della pubblica amministrazione, è l'obiettivo principe invece di Alfredo Piacentini. (m.b.)
Taglio basso
17 MAR 2013
Il Piccolo Gorizia/Monfalcone Cronaca
pagina 25
Quotidiano
di Francesco Fain
La Tares, la nuova tassa-rifiuti, non sarà una batosta per i
goriziani. A portare la lieta novella l’assessore comunale
all’Ambiente Francesco Del
Sordi («I Comuni che già applicano la Tia non avranno
un forte impatto. Peraltro, va
sottolineato che questa tassa
ci viene imposta dal Governo
Monti») e, soprattutto, Luciano Zanotto, presidente di Ambiente Newco. «Con il Dl del
14 gennaio la Tares, la nuova
imposta comunale sui rifiuti
e servizi indivisibili entrerà in
vigore dal primo luglio 2013 spiega Zanotto -. Per quanto
riguarda i rifiuti, per i Comuni che già applicavano la Tia
(Gorizia, Gradisca e Ronchi
dei Legionari) nulla cambierà: anzi per effetto della razionalizzazione dei costi che
Ambiente Newco sta perseguendo fin dalla sua nascita
diminuiranno». Più problemi
per i Comuni che non applicavano la Tia e integravano
una parte del costo del servizio di igiene ambientale con
somme provenienti da altri
tributi. «Non potranno più
farlo e dovranno imputarlo
totalmente ai cittadini/utenti. In questo caso - spiega il
presidente di Ambiente
Newco - l’aumento sarà pari
al livello di copertura effettuato precedentemente dai Comuni. I servizi indivisibili che
con i rifuti non hanno nulla a
che fare, sono ad esempio: il
costo degli stipendi e mezzi
dei vigili urbani, la manutenzione e illuminazione delle
strade, marciapiedi, parchi e
giardini pubblici e di tutti
quei servizi che i Comuni non
potranno più coprire con i
trasferimenti dallo Stato.
Questo comporterà un aumento della bolletta Tares di
0,30-0,40 euro/mq».
Abbandoni
di rifiuti
Zanotto interviene anche
sulla questione dei (troppi)
abbandoni abusivi di rifiuti.
«Fino a qualche anno fa - dice
- non esisteva la cultura della
raccolta differenziata e non
c’era alcuna consapevolezza
da parte del cittadino che
non si sentiva responsabile
del rifiuto da lui stesso prodotto, delegando ad altri la soluzione di ogni problematica
Il servizio di raccolta dei rifiuti svolto in città (foto d’archivio)
«La temuta Tares non sarà
un salasso per i goriziani»
Sirischiano invece solenni batoste per ipaesi che applicanoancora la Tarsu
Zanotto(Newco): «Differenziata al 56,15%a Gorizia e al 58,83 a Monfalcone»
legata alla sua gestione e al
suo smaltimento. Fortunatamente negli ultimi anni le cose sono notevolmente migliorate e gli ottimi risultati in termini percentuali di raccolta
differenziata raggiunti nella
nostra provincia grazia alla
dedizione della stragrande
maggioranza dei cittadini
stanno a dimostrarlo. Molto è
stato fatto in termini di sensibilizzazione e comunicazione puntando in particolare
su interventi di formazione
realizzati nelle scuole di ogni
ordine e grado. Ovviamente
molto rimane ancora da fare,
intervenendo da un lato
sull’accessibilità dei servizi e
dall’altro operando in collaborazione con le amministrazioni comunali e gli altri stessi enti preposti sulla messa a
punto di strumenti di controllo dissuasivi di comportamenti ingiustificati e costosi
per tutta la collettività».
La percentuale
di differenziata
Attualmente la percentuale di raccolta differenziata
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
raggiunta in provincia è del
62,83% (56,15% nella città di
Gorizia e 58,83% in quella di
Monfalcone): i dati si riferiscono all’anno 2012. «Sono sicuramente dati soddisfacenti
- sottolinea Zanotto - ma che
si auspica possano essere ulteriormente incrementati superando l’agognata percentuale del 65% dopo la campagna di comunicazione che la
Provincia sta predisponendo
in collaborazione con Ambiente Newco per sensibilizzare i cittadini al rispetto delel regole della raccolta differenziata richiamandone modalità e regole.
Il futuro
di Ambiente Newco
L’azienda ha percorso un
cammino articolato e complesso nel mondo della normativa sul Spl (Servizi pubbli-
1/1
ci locali) che condurrà alla
possibilità per i Comuni soci
di procedere con l’affidamento secondo le modalità
dell’«in house providing» dei
servizi di igiene ambientale
alla propria società. Quando
questo percorso sarà terminato e l’azienda potrà avviare,
in modalità non più transitorie, la gestione del servizio nel
rispetto del piano industriale
approvato e senza le attuali
incognite legate alla suddetta
normativa, tra le molte novità
previste ci sarà sicuramente
anche la ridefinizione del nome e del logo aziendale.
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Apertura
17 MAR 2013
Messaggero Veneto Nazionale Regionale
pagina 9
Quotidiano
Ecco la lista
Slovenska
Skupnost
Presentata, ieri a Trieste, una
delle poche liste di candidati
per le elezioni Regionali in
programma ad aprile (molte
altre tra cui quelle di Pd, Pdl,
Idv, La Destra e Sel sono attese
entro le 12 di oggi). È quella di
Slovenska Skupnost, che
appoggia la candidata
presidente Debora
Serracchiani. È così composta.
Collegio di Trieste: Igor
Gabrovec, Mara Bertocchi,
Igor Pavel Merkù, Tanja Peric,
Marco Milkovic, Milena
(Milenka) Rustia vedova Ota,
Peter Mocnik, Marko Pisani,
Igor Poljsak.
Collegio di Gorizia: Igor
Gabrovec, Mateja Cernic,
Avgustin Devetak, Marilka
Korsic, Damijan Terpin.
Collegio di Udine: Michele
Coren, Manuela Quaranta
vedova Spacapan, Boris
Pahor, Tanja Peric, Alessio
Princic, Mara Cernic, Matjaz
Pintar, Katja Dolhar, Maurizio
Vidali, Franca Padovan,
Marko Pisani, Marilka Korsic,
Marco Milkovic, Damijan
Terpin. Collegio di Tolmezzo:
Anna Wedam, Igor Gabrovec,
Katja Dolhar. Collegio di
Pordenone: Boris Pahor, Mara
Cernic, Bernardo Spazzapan,
Katja Dolhar, Adriano Corsi,
Franca Padova, Maurizio
Vidal, Marilka Korsic, Milko Di
Battista, Silvestro Primosig e
Damijan Terpin.
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
Box
17 MAR 2013
Primorski Dnevnik
pagina 19
Quotidiano
GORICA - Gironcoli
Podjetje Ater
naj se ukine
Še zadnjič z Di Pietrovim imenom
Donatella Gironcoli
BUMBACA
»Ukiniti je treba stanovanjsko podjetje Ater in številne druge javne ustanove in
konzorcije, za delovanje katerih potrosimo
ogromno javnega denarja in v katerih stranke reciklirajo svoje neizvoljene domnevne
veljake.« Tako pravi Donatella Gironcoli, pokrajinska odbornica za delo, ki na listi Italije vrednot kandidira za deželni svet. Po njenih besedah se mora njena stranka čim prej
očistiti dediščine, ki jo za sabo pušča Antonio Di Pietro. »Junija bomo na državnem
kongresu izbrali novo vodstvo stranke, saj
ne potrebujemo nikakršnih personalizmov,« poudarja Gironcolijeva in pojasnjuje, da Italija vrednot na deželnih volitvah
podpira levosredinsko kandidatko za predsednika dežele Deboro Serracchiani. »Po
neuspešni izkušnji Državljanske revolucije
se pač vračamo, kamor spadamo,« pravi Gironcolijeva glede podpore Serracchianijevi
in dodaja, da se bodo na deželnih volitvah
še zadnjič predstavili s simbolom, na katerem je Di Pietrovo ime. »Iz tehničnih razlogov ga nismo uspeli izbrisati,« poudarja
in pojasnjuje, da je deželna svetniška skupina Italije vrednot edina, ki se je ni dotaknila preiskava finančne straže o zlorabi javnega
denarja. Ob Gironcolijevi kandidirajo v goriški pokrajini na listi Italije vrednot še 28letna študentka prava Donatella Serafino, ki
živi v števerjanski občini, 31-letni občinski
svetnik iz Gradišča Alessandro Grandi, 64letni občinski svetnik iz Tržiča Claudio Martin in Alfredo Piacentini, ki je preko trideset let zaposlen na občini v Šlovrencu.
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
Breve
Primorski Dnevnik
17 MAR 2013
pagina 2
Quotidiano
DEŽELNE VOLITVE - Debora Serracchiani, Renzo Tondo in Saverio Galluccio
Trije favoriti za zmago
vložili svoje kandidature
DEBORA
SERRACCHIANI
VIDEM - Debora Serracchiani (leva
sredina), Renzo Tondo (desna sredina) in
Saverio Galluccio (Gibanje 5 zvezd) so včeraj vložili predsedniške kandidature za
aprilske deželne volitve. Gre za tri glavne favorite za zmago v volilni tekmi, ki se danes
kot danes napoveduje zelo negotova. Tudi
zato, ker bo izvoljen kandidat ali kandidatka z največ glasovi, kar pomeni, da ne bo
drugega volilnega kroga (balotaže). Danes
bosta predsedniško kandidaturo vložila še
Marino Andolina (Levica) in Franco Bandelli (gibanje L’Altra Trieste), katerima se bo
morda pridružil Stefano Salmè (La Destra)
pod pogojem, da zbere dovolj podpisov.
Do sinoči do 20. ure je kandidatne sezname vložilo šest list, prva je to storila Se-
RENZO TONDO
verna liga, nato Slovenska skupnost. Ligaši so za Tonda, slovenska stranka pa podpira Deboro Serracchiani. Kandidatne liste
so vložile še Pensionati (upokojenci), gibanje Autonomia e responsabilità (Avtonomija in odgovornost), ki podpirata Tonda,
Gibanje 5 zvezd predsedniškega kandidata Galluccia in SEL (Debora Serracchiani).
Lista Levica, ki sta jo oblikovali komunistični stranki SIK in SKP, je za kandidature zbrala dovolj podpisov v tržaški, goriški in videmski pokrajini, ne pa v pordenonski in v okrožju Tolmeč-Karnija. To pomeni za Andolinovo listo precej hud udarec, saj se bo morala odpovedati lepemu številu glasov, posebno v Pordenonu. Precejšnje težave z zbiranjem podpisov je imela tu-
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
SAVERIO
GALLUCCIO
di stranka SEL Nichija Vendole, sicer podpornica Debore Serracchiani.
Po doslej znanih neuradnih podatkih se bo - poleg kandidatov in kandidatk
Slovenske skupnosti - za mesto v deželnem svetu potegovalo še šest Slovencev.
Stefano Ukmar (Trst) in Aleš Waltritsch
(Gorica) na listi Demokratske stranke, Iztok Furlanič in Vesna Bukavec na Levici
na Tržaškem ter David Peric (Trst) in Paolo Vizintin (Gorica) na listi SEL Nichija
Vendole.
Kandidatne liste so objavljene na
spletni strani Dežele Furlanije-Julijske
krajine:
http://elezioni.regione.fvg.it/000377_Re
g/Candidature/000001.html
Apertura
17 MAR 2013
Primorski Dnevnik
pagina 3
Quotidiano
DEŽELNO UPRAVNO SODIŠČE - Odprtje pravosodnega leta na tržaški prefekturi
Iz leta v leto manj pritožb,
ker si jih marsikdo ne more privoščiti
Na Deželno upravno sodišče (DUS)
Furlanije-Julijske krajine je bilo v letu 2012
vloženih bistveno manj pritožb kot v letu 2011, negativni trend pa je značilen za
zadnje triletje. V letu 2010 je sodišče prejelo 698 pritožb, v naslednjem letu 557,
lani pa 499. »Nedvomno je glavni vzrok
gospodarska kriza. Sodni stroški so namreč velika in nepravična ovira, ki mnogim državljanom onemogoča dostop do
sodišča, čeprav bi sami to hoteli in bi imeli vso pravico,« je v poročilu ob odprtju
pravosodnega leta v sprejemni dvorani
tržaške prefekture dejal predsednik DUS
Umberto Zuballi.
Predsednik DUS je bil glede tega zelo oster: »V civilizirani državi, članici Evropske unije, ne bi smelo biti nobenih razlik med tistimi, ki si lahko privoščijo samostojno zastopanje lastnih interesov in
onimi, ki potrebujejo finančno pomoč
države. V zadnjih letih se ta razlika na področju upravnih postopkov gotovo veča,
zaradi gospodarske krize pa je iskanje pravice vse dražje, saj se stroški na pobudo
zakonodajalcev prekomerno višajo.«
Tržaške slovesnosti se je prvič udeležil predsednik Državnega sveta v Rimu
Giorgio Giovannini, v prvi vrsti so bili tudi predsednica Upravnega sodišča republike Slovenije Jasna Šegan, predsednik
Dežele FJK Renzo Tondo, predsednica
Pokrajine Trst Maria Teresa Bassa Poropat in tržaški župan Roberto Cosolini.
DUS Furlanije-Julijske krajine bo po
dolgem času spet računal na štiri sodnike (vključno s predsednikom), saj se je
Umbertu Zuballiju, Enzu Di Sciasciu in
Orii Settesoldi nazadnje pridružila Manuela Sinigoi. V letu 2012 je največ pritožb prišlo iz gradbenega in urbanističnega sektorja (120), sledil je sektor razpisov za javna dela (96). Na tretjem in četrtem mestu so tuji državljani (46) in spori v zvezi z zaščito okolja (37). Zuballi je
omenil, da se 10 do 15 odstotkov vseh postopkov nadaljuje na drugi stopnji, Drža-
Predsednik DUS Furlanije-Julijske krajine Umberto Zuballi
vni svet pa v povprečju ugodi približno
polovici pritožb. 171 postopkov so zaključili v enem letu, kar je glede na razmere zadovoljivo, še naprej pa se bodo
zavzemali za sojenje v razumnem času.
Predsednik italijanskega združenja
odvetnikov, specializiranih v upravnih postopkih Filippo Lubrano in krajevna zastopnica državnega pravobranilstva Daniela Salmini sta pohvalila delo upravnih
sodnikov in poudarila nekatere hibe pravosodnega sistema. Predstavnica odvetniške zbornice Daniela Iuri je zatrdila, da
bodo procesi pravični, ko se bodo vse
vpletene komponente složno zavzele za
lažji (oziroma cenejši) dostop do pravosodja. Poudarila je tudi potrebo po po-
Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.
1/1
KROMA
polni informatizaciji postopkov.
Krajevna predsednica združenja
odvetnikov Gianna Di Danieli je opozorila, da upravna sodišča obravnavajo področja, ki so za gospodarstvo najbolj strateška: javne razpise za delo v zakupu, koncesije, energijo, telekomunikacije, okolje.
Govore je sklenil Fulvio Rocco,
tržaški sodnik v Državnem svetu v Rimu.
Kritičen je bil do slabih letalskih, železniških in prometnih povezav, zaradi katerih je Trst osamljen, pri tem pa je navzočega Renza Tonda (predsednika Dežele
in komisarja za tretji pas avtoceste A4)
opozoril, da ni dobro, ko se spori rešujejo na deželnem sodišču v Laciju, medtem
ko bi jih lahko poravnali kar v Trstu. (af)
Apertura

Documenti analoghi