File pdf

Transcript

File pdf
Cosa è un foglio elettronico
• Versione informatica del foglio contabile
• Strumento per l’elaborazione di numeri
(ma non solo...)
• I valori inseriti possono essere modificati,
analizzati, elaborati, ripetuti
• Si possono creare relazioni tra i dati
• Mediante formule si possono creare
elaborazioni dei dati
1
Come lavora un foglio elettronico
• A differenza del foglio contabile, tutti i calcoli
matematici vengono eseguiti automaticamente
• Ricalcolo automatico ogni volta che vengono
modificati i valori
• Possibilità di duplicare, modificare, aggiornare,
aumentare, rimuovere, .... i valori di lavoro
2
Esempio di operazioni
... la carta è statica ...
•
•
•
possibilità di calcolo del totale in B4
a) =1000+500
b) =B1+B2
c) =SOMMA(B1:B2)
Nei casi b) e c), modificando i valori
la cella B4 continua a contenere il
totale
Nel caso c), inserendo una nuova
riga la cella B5 continua a contenere
il totale
3
Funzioni aggiuntive
• Si può determinare l’aspetto grafico dei
dati
• Possibilità di fare grafici (business
graphic)
• Possibilità di gestire piccoli database
• Analisi di modelli e di scenari
• Analisi statistiche
4
I più noti ...
Visicalc (Apple)
I fogli elettronici sono stati una
delle principali motivazioni per
il passaggio dei PC dall’hobbistica
alla scrivania aziendale
Lotus 1-2-3 (Lotus)
I fogli elettronici sono la maniera
più semplice per accedere a tutta
la potenza di calcolo del computer
Excel (Microsoft)
5
Creazione di modelli
• Strumento più semplice per creare modelli
matematici di qualsiasi processo
• Esempio:
dati i costi fissi (avvio, progettazione, macchinari, salari, ...) e variabili
(materie prime) per la produzione di un prodotto, è possibile ottenere i totali
di costo e (dato anche il prezzo di vendita) i ricavi. Variando i dati (ad es.
numero pezzi prodotti) viene automaticamente ricalcolato l’intero modello.
E’ inoltre semplice aggiungere nuovi dati o relazioni più precise tra i dati.
• L’unica difficoltà sta nello specificare
correttamente i modelli ...
6
Analisi dinamiche
Studio dei diversi risultati dovuti a variazioni di
un modello matematico previsionale
• È bene testare a fondo un modello prima di usarlo per
previsioni. Un modello riflette sempre la visione della
realtà di chi lo ha creato.
• Individuati i parametri su cui agire, l’analisi dinamica
produce un insieme di previsioni in base alle quali è
possibile selezionare i parametri ottimali
7
Database
• Ciascuna riga è un record, ciascuna colonna un
campo. La struttura deve essere uniforme.
• È possibile svolgere operazioni di ricerca,
ordinamento, estrazione di dati
• Utile quando sugli stessi dati è necessario
efettuare anche operazioni matematiche
• Un programma di database è più efficente nella
gestione di grandi quantità di dati
8
record
Esempio database
campi
9
Funzioni e formule
• I fogli elettronici contengono alcune
centinaia di funzioni predefinite
• Una funzione è una formula matematica
predefinita, ottimizzata all’interno del
software
• È sempre possibile inserire manualmente
una formula matematica
=A1+A2/A3-0.0002
10
Funzioni
• matematiche
numeri casuali, logaritmi,
radici quadrate, ...
• statistiche
media, varianza, ...
• finanziarie
tassi di sconto, interessi, ...
• database
ricerca, ordinamento, ...
• data e ora
differenze di date, gestione
calendari, ...
• stringa
modifica automatica testi,...
• logiche
verifica di condizioni, ...
• aritmetiche
inserite direttamente (+-*/)
11
Formattazione e stampa
• I primi fogli elettronici consentivano solo la
stampa di quanto visibile sullo schermo ...
• I programmi attuali hanno praticamente le
stesse potenzialità di formattazione e
impaginazione di un elaboratore di testi
• Molto utile è la stampa laterale
12
Grafici
• I fogli elettronici includono la produzione
di grafici (torte, istogrammi, ...)
• Utile sia per la presentazione dei dati
inseriti nel foglio sotto forma grafica che
per la produzione diretta di grafici
13
Importazione ed esportazione
• Sono importanti le funzionalità per
l’importazione e l’esportazione di dati verso
altri programmi.
• Formati fissi testuali o formati standard di
scambio dati
• Parametro importante per la possibilità di
aggiornamenti futuri e per la salvaguardia degli
investimenti passati
14
Excel
• Nato nel 1985
• Esistono versioni (tra loro compatibili) per
– DOS, Windows 3.1, Windows 95, Macintosh
• È diventato sinonimo di “foglio elettronico” !
• Ampia gamma di prestazioni (e corrispondenti
necessità di spazio disco, potenza CPU e
memoria RAM)
15
menu
La finestra di Excel
barra della
formula
barre degli
strumenti
celle
Finestra della
cartella di lavoro
controllo
fogli
Barre di
scorrimento
Frecce di
scorrimento
Area messaggi
16
Avvio di Excel
• Come gli altri programmi Windows, Excel può
essere avviato:
– selezionando e attivando l’icona del programma
– selezionando e attivando l’icona di un file creato da
Excel
• Se avviato senza file, viene automaticamente
aperta la cartella di lavoro vuota “Cartel1”
17
Cartella di Excel
Una cartella Excel può contenere vari tipi di fogli:
• fogli di lavoro (ovvero fogli elettronici usuali)
• fogli di grafici
• moduli Visual Basic
• fogli di dialogo di Visual Basic
• fogli di macro di Excel 4.0
18
Cartella
• La cartella contiene 16 fogli di lavoro distinti
– è possibile aggiungere o rimuovere fogli
• La cartella serve per organizzare il lavoro
– documenti di un progetto
– documenti gestiti da una persona
– revisioni di un documento
19
Navigare nella cartella
scorre all’ultimo foglio
scorre al foglio successivo
scorre al foglio precedente
scorre al primo foglio
divisione tra area di scorrimento schede
e area di scorrimento celle nel foglio
I pulsanti di scorrimento e la divisione
non attivano i fogli, per attivarli occorre
selezionarli con il mouse
20
Area di lavoro
• Sono possibili 256 colonne: da A a IV
• Sono possibili 16384 (65536) righe: da 1 in poi
• Totale teorico di 4.194.304 celle
– Il numero massimo di celle usabili realmente
dipende dalla memoria RAM del computer
– Excel memorizza solo le celle effettivamente usate
(cioè le celle che contengono dei dati)
21
Celle
• In ogni punto di intersezione tra righe e colonne
si trova una cella
• La cella è il contenitore elementare delle
informazioni
• Ogni cella è identificata dal suo riferimento,
dato dalla riga e colonna che la identificano
• All’intersezione di riga 1 e colonna A si trova la
cella A1, all’intersezione tra ...
22
Identificazione delle celle
• Il riferimento della
cella attiva si trova
nella area di sinistra
della barra della
formula (Nome)
La cella selezionata è detta: cella attiva
23

Documenti analoghi