Spread your rock

Commenti

Transcript

Spread your rock
IL SETTIMANALE DEL TEMPO LIBERO
Periodico associato alla
“Unione Stampa Periodica Italiana”
Direttore editoriale: Euclide Della Vista
Coordinatore editoriale: Valentina Scuccimarra
Direttore responsabile: Donato Della Vista
Caporedattore: Tony di Corcia
In redazione: Luigi de Martino, Luigi Lioce
Collaboratori di redazione: Domenico De Felice,
Valentina del Carmine, Alessandra De Stefano, Antonio Di Donna, Concetta Fioretti,
Anastasio Lombardi, Paola La Sala, Michele
Robusto, Adriano Santoro, Saverio Tanzi
Direzione grafica: Francesca delli Carri
Grafici: Adriano Di Molfetta, Paola Stefanelli
Fotografi: Tommaso Abatescianni, Monica
Carbosiero, Luca De Michele
Uff. marketing & pubblicità: INEDITO s.r.l.
via San Severo km. 2 c/o Mediafarm - 71121 Foggia
Tel. 0881.588611 - Fax 0881.588612
Direttore commerciale: Massimo Rendinella
Consulenti pubblicitari: Alessandro Biccarino,
Maurizio Cicilano, Fabrizio D’Elia
Art director: Silvano delli Carri
Ufficio amministrativo: Raffaella Pinto
1 modulo
1 pagina
(46 x 46,2 mm)
(166 x 238 mm)
e 26,00
e 260,00
Abbonamento annuale:
e 24,00 versamento su c/cp n. 12693701
intestato a: Utopia Edizioni s.r.l.,
via San Severo km. 2 c/o Mediafarm - 71121 Foggia
Stampa: E. Cappetta & C.
Distribuzione Foggia: Pony Speed Service
Viveur è stampato in 6.000 copie e distribuito
gratuitamente in oltre 300 luoghi di ritrovo della
provincia di Foggia.
Registrazione del Tribunale di Foggia n. 12/93
Editore: UTOPIA EDIZIONI s.r.l.
Redazione e amministrazione:
via San Severo km. 2 c/o Mediafarm - 71121 Foggia
Tel. 0881.588611- Fax 0881.588612
www.viveur.it - [email protected]
www.utopiaedizioni.it
Chiuso in redazione il 26 ottobre 2010
il sommario
anno XVII/numero 37
settimanale - dal 29 ottobre al 4 novembre 2010
Emma Marrone
sta succedendo davvero
In copertina, Emma Marrone in un ritratto di Angela Lo Priore
state per
giornale che
el
d
i
rz
te
e
u
Più di d
la musica.
o dedicati al
ata alla
sfogliare son
r story dedic
ve
co
la
n
co
Si comincia
nell’intervista
Marrone 4:
a
m
m
E
a
n
ti
olezza del
salen
r, la consapev
eu
iv
V
a
ta
il famoso
rilascia
i possediamo
es
li
g
u
p
oi
n
fatto che
gi
X Factor.
li come Assag
egne musica
ss
ra
o
la
on
u
el
Seg
0 e qu
di Musica 1
agli Amici
d
organizzata
12, e un
della Musica
sa
talenti di ca
contest per i
nostra 16.
i dell’est con
Ancora: ritm
e
alcanica 14
l’Orchestra B
i
landesi con
atmosfere ir
20.
Charmin’Elf
ta
n utore di
Infine: un ca
come Mario
grande classe
egli
e l’energia d
Rosini 11
n
u
,
8
Legs 1
Spread Your
lsa
sa
farà rock in
gruppo che
ce
a,
club. Insomm
punk in due
i gusti.
n’è per tutti
24
15
4
copertina
Emma
Marrone,
a noi
piace così.
Davvero.
LE FOTO DI QUESTE PAGINE SONO STATE REALIZZATE DA ANGELA LO PRIORE
Ha vinto “Amici” di Maria de Filippi
con centinaia di migliaia di voti. Ha venduto centinaia
di migliaia di dischi in pochi mesi. La scorsa estate
il suo tour ha chiamato a raccolta centinaia di migliaia
di fans. Emma Marrone racconta quanto le piace
il suo ultimo lavoro discografico
e quanto le piacerebbe partecipare a Sanremo
di Luigi Lioce
C'è un momento in cui la grande occasione arriva per tutti: l’agognatissimo
treno, che non abbiamo prenotato e che
passa all'improvviso. Il tempo di accorgersi
del fischio stridulo e ansiogeno ed è già
tempo di salire o di rimanere, di rischiare
o di aggiungere un'altra crocetta nella
colonnina dei rimpianti. Solo chi ha la
prontezza (e la fortuna) di non fermarsi
a riflettere lo prende al volo. Può capitare,
però, che il treno deragli. A quel punto,
pensare che quello era il treno della grande occasione amplifica l’amarezza.
Però, a chi ci crede davvero, a chi ha un
talento che non può rimanere inespresso,
a chi ha una rara forza d'animo capace
di far spiccare il volo ancora una volta,
è concesso sentire nuovamente quel fischio stridulo.
È ciò che è accaduto a Emma Marrone,
la vincitrice della nona edizione di Amici
di Maria de Filippi e protagonista
dell'estate con il suo “Ahi ce sta passu
tour” (frase salentina che tradotta in
idioma patrio sta per “Ahi che mi sta
succedendo”). Non tutti sanno, però, che
la ventiseienne salentina, interprete delle
grintose e al tempo stesso romantiche
“Davvero”, “Meravigliosa” e “Calore” tormentone dell’estate 2010 - è l'unica
cantante ad aver vinto ben due talent
show diversi. Infatti, nel 2003 la voce
graffiata della bella Emma (all'epoca di-
AVER RITIRATO IL WIND MUSIC AWARD
DALLE MANI DI GIANNA NANNINI È STATO UNO
DEI MOMENTI PIÙ EMOZIONANTI DELLA MIA VITA
5
ciannovenne e dalla chioma corvina) è
stata tra le protagoniste di SuperStar
Tour, la trasmissione condotta da Daniele
Bossari. Dopo mesi di selezioni Emma e
altre due ragazze vennero scelte per formare una band tutta al femminile chiam a t a L u c k y S t a r. N o n o s t a n t e
l'orecchiabilità del singolo “Stile”, la band
riuscì nell'arduo compito di riscuotere
meno successo delle Lollipop.
“Faccio tutto con grande passione
ma rimango con i piedi per terra, i
riflettori che ora sono puntati su di
me possono spegnersi in un attimo”.
Questa riflessione è maturata dopo
l'esperienza di SuperStar Tour?
Nasce sicuramente da questa mia esperienza pregressa ma, soprattutto, dalla
consapevolezza che la vita va vissuta per
cogliere la sua straordinarietà e non per
cercare di diventare a tutti i costi famosi.
IL TITOLO DEL MIO CD NON È
UNA FRASE ARROGANTE, MA UN MESSAGGIO
DI SERENITÀ: L'ESATTA ESPRESSIONE
DI COME MI SENTO IN QUESTO MOMENTO
La celebrità dovrebbe essere una conseguenza della propria arte, il modo attraverso il quale il pubblico dimostra il suo
apprezzamento, non il fine ultimo di chi
lavora nello showbiz. Se dovessi tornare
nell'anonimato me ne farei presto una
ragione. Sono giovane, in salute, e ho una
straordinaria famiglia: questo è tutto ciò
che conta davvero.
Perché ha scelto di chiamare il nuovo
album “A me piace così”?
Il titolo presenta il mio lavoro, un progetto
che a me piace così, appunto.
Non è una frase arrogante, ma un mes-
saggio di serenità, l'esatta espressione
di quello che sento ora: sono in pace con
me stessa e non ho alcun rimpianto. Cerco
di godere al massimo di questo periodo.
Che cosa ha di diverso il nuovo cd
rispetto a “Oltre”, il suo primo album?
Innanzitutto, il primo era un EP, quindi
aveva poche tracce. Invece, questa volta
ho potuto esprimermi al meglio, facendo
emergere molte delle mie sfaccettature:
ci sono pezzi pop, altri pop rock più energici e morbide ballate.
Le faccio alcuni nomi: Antonino Spadaccino, Pierdavide Carone, Alessandra Amoroso. Sono tutti cantanti di
“Amici” molto amati come lei e, proprio come lei, pugliesi. Crede che i
ragazzi della nostra regione abbiano
una marcia in più, il celebre X-Factor?
Non so se abbiamo una marcia in più
ma, probabilmente, la cosa che accomuna
molti ragazzi non solo pugliesi, ma
dell'intero Sud, è la mancanza di grandi
centri in cui è possibile fare musica e
crescere professionalmente con più facilità. Per noi, il percorso è in salita e per
riuscire a emergere bisogna essere necessariamente molto motivati ed essere i
primi a credere nel proprio talento: in
poche parole, avere tanta grinta. E noi
ne abbiamo da vendere.
In molti le stanno chiedendo se la vedremo sul palco di Sanremo, annunciata
da un mostro sacro come Gianni Morandi. Le ultime due edizioni del festival
sono state vinte da due ex ragazzi di
“Amici”. Quindi, se non dovesse vincere
farebbe la parte della sfigata, se dovesse vincere diranno che è tutto combinato. Come riesce a convivere con queste forme di pressione?
Ci riesco benissimo, non pensando a niente e a nessuno. Per me, fare Sanremo
sarebbe una soddisfazione immensa, da
bambina sognavo di arrivare a cantare
sul palco dell’Ariston. Se dovesse accadere
davvero vivrò questa esperienza unica
7
con tanta emozione ma, allo stesso tempo, con la tranquillità di chi non ha nessuna smania di vincere: ultima, penultima,
quinta è uguale. Spero solo che
quest'anno non si montino casi mediatici
intorno ai cantanti e alle loro canzoni,
situazioni alla Povia per intenderci. Sono
operazioni che, nel bene o nel male, riescono a influenzare il pubblico e a viziarne
il giudizio. Bisognerebbe tornare a sentire
soltanto le canzoni, e a votarle per le
emozioni che riescono a trasmetterci.
Sabato scorso è tornata nello studio
di “Amici”, per presentare il suo nuovo album e cantare il singolo “Con
le nuvole”. Che cosa ha provato?
Quel giorno ero visibilmente emozionata,
fortunatamente avevo accanto Maria che
mi ripeteva che era tutto ok: lei riesce
sempre a dimostrarmi il suo affetto.
“Amici” è stata l'esperienza che, come
è facilmente intuibile, mi ha cambiato la
vita. Mi è capitato di sentire opinioni
negative, che io definirei snob, sui talenti
nati da trasmissioni televisive, dai talent
appunto. Se tornassi indietro, lo rifarei
mille volte e lo consiglio a chiunque abbia
qualcosa da raccontare con la propria
voce o con il proprio corpo.
Ha duettato con Anna Oxa e Craig
David, in due momenti molto intensi
del talent show. Le piace condividere
il palco con un collega? Con chi lo
farebbe più volentieri?
Io amo moltissimo duettare, credo che
sia un momento di grande crescita professionale ma, soprattutto, umana. Se
dipendesse da me, duetterei con tutti!
Per esempio, lavorerei volentieri con ex
protagonisti di “Amici” come Alessandra
Amoroso, Pierdavide Carone, Antonino
Spadaccino...
E se la chiamasse Gianna Nannini, il
suo mito?
Magari, sarebbe fantastico! La adoro sia
come artista che come donna. Quando
la vidi cantare dal vivo per la prima volta
rimasi senza fiato, mi folgorò letteralmente. Aver ritirato il Wind Music Award proprio dalle sue mani è stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita.
i: www.emmamarrone.net
8
9
musica
Musica in sedici
Sedici appuntamenti, tra concerti sinfonici, beni culturali,
grandi nomi e giovani talenti. Mercoledì 3 novembre
partirà la terza edizione di Assaggi di Musica
di Luigi de Martino
IL TRIO DAVID
FOGGIA I soliti quattro spiccioli non fermano la voglia di offrire
cultura, di inventarsi spazi, di far crescere talenti e riconoscere l’arte
di chi fa musica per campare. Sì, campare è il termine giusto,
malgrado Ministeri e istituzioni - nei panni di eroi al contrario continuino a ignorare la dignità di un’arte che è insieme un mestiere
e una missione educativa.
L’educazione alla grande musica è la croce che si è abbracciato,
tra i tanti, anche il signor Luciano Fiore. Uno che si fa in quattro
e che impersonifica, allo stesso tempo, il ruolo di insegnante di
coro, di direttore artistico dell’associazione Coro Dauno Umberto
Giordano e di ideatore di una delle rassegne (culturali, non solo
musicali) in assoluto più frequentate della provincia di Foggia.
Dall’immagine in basso non sarà difficile intuire di quale rassegna
si parla, se si considera che il lettore medio delle pagine musicali
di Viveur ha varcato almeno una volta nella sua vita la soglia
dell’Aula Magna della Facoltà di Economia o del Teatro del
Fuoco, le due sedi in cui quella che era una semplice scommessa
del suo ideatore è diventata la realtà di una stagione concertistica
ben consolidata.
La rassegna Assaggi di Musica, tra le tristemente solite difficoltà,
regge l’urto dei tempi di vacche magre e dei soliti ignoti (anzi,
10
IL TRIO DAVID APRIRÀ LA RASSEGNA
SUL PALCO DEL TEATRO DEL FUOCO,
NEL PRIMO DEI SEDICI APPUNTAMENTI
ignorati), rivoltando per l’ennesima volta il calzino organizzativo.
Il risultato sono ben sedici appuntamenti spalmati in un arco
temporale di sette mesi, tra nomi di rilievo, giovani talenti da
scoprire, degustazioni, interventi sui beni culturali e - tra le novità
- una stagione (sinfonica) nella stagione.
Sarà il Teatro del Fuoco a ospitare il primo appuntamento e una
delle formazioni cameristiche più apprezzate a livello internazionale.
Mercoledì 3 novembre, la terza edizione di Assaggi di Musica
partirà con le note del Trio David, ovvero Claudio Trovaioli (piano),
Daniele Pascoletti (violino) e Patrizio Serino (violoncello).
La leziosità dei tre bravi musicisti cederà il passo al sassofono
sfruttato in ogni sua più impensabile potenzialità sonora: giovedì
11 novembre, nell’Aula Magna di Economia toccherà ai Fiato
Sprecato, il quartetto composto da Elio Ravviso, Massimo Marcantonio, Antonio Aucello e Antonio Santoro, con i loro echi di jazz e
melodie di immortali colonne sonore. Il primo dei quattro appuntamenti con Assaggi d’Orchestra, la mini stagione nella stagione,
è datato 29 novembre, quando (sempre in via Caggese) a esibirsi
saranno l’Orchestra Sinfonica del Mediterraneo, nata proprio
in seno ad Assaggi di Musica, e il solista foggiano Domenico
Monaco (vincitore dell’International Piano Competition Badura
Skoda), uno dei pianisti più bravi al mondo che eseguirà l’imperdibile
Concerto in fa minore di Chopin. Tra i sedici appuntamenti sono
da segnalare le altre quattro apparizioni dell’Orchestra del Mediterraneo (tra cui il Concerto di Natale del 21 dicembre e l’esecuzione
della Cavalleria Rusticana di Mascagni, datata 13 maggio 2011),
il concerto della D Small Band (28 aprile), il suggestivo incontro
tra il violoncellista Francesco Mastromatteo e il pianista Tommaso
Cogato (24 giugno, nel concerto conclusivo) e l’altra mini-rassegna
nata in seno alla stagione, e che testimonia l’interesse di Vittorio
Fabbrini verso Assaggi di Musica. La Rassegna Giovani Talenti
scalderà le mani ai pianisti Pietro Papagna (11 marzo) e Cristian
De Luca (1º aprile), entrambi attesi al Teatro del Fuoco.
Tre gli interventi sui beni culturali di Capitanata, coordinati anche quest’anno dall’infaticabile Laura Maggio; due gli assaggi,
nell’accezione culinaria del termine.
Rinnovate pure le modalità di abbonamento: il tagliando per
assistere a tutti i concerti costerà 70 euro. 50 euro l’abbonamento
ai cinque Assaggi d’Orchestra, 30 euro ai concerti ordinari di Assaggi
di Musica, compresi la Rassegna Giovani Talenti e due appuntamenti
IL CALENDARIO
Trio David
LA STAGIONE NELLA STAGIONE
SARÀ ASSAGGI D’ORCHESTRA. TRA GLI
“IMPERDIBILI”, LA CAVALLERIA RUSTICANA
della rassegna Assaggi d’Orchestra (in tutto 13 concerti). Il prezzo
dei biglietti per assistere alle singole serate varierà tra i 5 e i 15
euro, e saranno acquistabili in prevendita al Moody Jazz Café (a
Foggia, in via Nedo Nadi).
Il calendario che segue scioglierà tutti i dubbi riguardo alla
“paternità” di ogni appuntamento, e alla loro precisa destinazione
in questo o in quell’abbonamento. Il comune denominatore sarà
l’orario: tutti i concerti inizieranno alle 20.45, con ingresso alle
20.30. i: www.corodaunogiordano.it; 328.1520601
Orchestra da Camera
del Mediterraneo
MERCOLEDÌ 3 NOVEMBRE
ORE 20.45
VENERDÌ 11 FEBBRAIO
ORE 20.45
ASSAGGI DI MUSICA; BUFFET NEL FOYER DEL TEATRO
ASSAGGI D’ORCHESTRA, CON BUFFET
TEATRO DEL FUOCO
TEATRO DEL FUOCO
Fiato Sprecato
Coro... metraggi
GIOVEDÌ 11 NOVEMBRE
ORE 20.45
VENERDÌ 18 FEBBRAIO
ORE 20.45
Duo De Sanio-Nespoli
VENERDÌ 15 APRILE
ORE 20.45
TEATRO DEL FUOCO
ASSAGGI DI MUSICA
D Small Band
GIOVEDÌ 28 APRILE
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA
ASSAGGI DI MUSICA
Domenico Monaco e
Orchestra Sinfonica
del Mediterraneo
Orchestra Sinfonica
del Mediterraneo
VENERDÌ 13 MAGGIO
ORE 20.45
GIOVEDÌ 3 MARZO
ORE 20.45
Concerto da camera
LUNEDÌ 29 NOVEMBRE
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI D’ORCHESTRA; INTERVENTO SUI BENI
CULTURALI A CURA DI RAFFAELE SARDELLA
Concerto di Natale
MARTEDÌ 21 DICEMBRE
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA E ASSAGGI D’ORCHESTRA;
DEGUSTAZIONE DI DOLCI NATALIZI
Quartetto Boccherini
MARTEDÌ 18 GENNAIO
ORE 20.45
TEATRO DEL FUOCO
ASSAGGI DI MUSICA
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI D’ORCHESTRA;
INTERVENTO SUI BENI CULTURALI A CURA DI
ROBERTA GIULIANI E DANILO LEONE
Pietro Papagna
VENERDÌ 11 MARZO
ORE 20.45
TEATRO DEL FUOCO
ASSAGGI DI MUSICA; RECITAL PIANISTICO DELLA
RASSEGNA GIOVANI TALENTI FABBRINI
Cristian De Luca
VENERDÌ 1º APRILE
ORE 20.45
TEATRO DEL FUOCO
ASSAGGI DI MUSICA; RECITAL PIANISTICO DELLA
RASSEGNA GIOVANI TALENTI FABBRINI
Cavalleria Rusticana
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA E ASSAGGI D’ORCHESTRA
VENERDÌ 27 MAGGIO
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA, CON GUIDA ALL’ASCOLTO
Antonio Russo
VENERDÌ 10 GIUGNO
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA; RECITAL PIANISTICO
Duo MastromatteoCogato
VENERDÌ 24 GIUGNO
ORE 20.45
AULA MAGNA FACOLTÀ DI ECONOMIA
ASSAGGI DI MUSICA; INTERVENTO SUI BENI
CULTURALI A CURA DI GIULIA RECCHIA
Mario Rosini: la Taverna riparte col botto
Foggia La mitica Taverna del Gufo riapre alla grande le attività musicali
e culturali per la stagione invernale 2010-11. La sera di sabato 30 ottobre,
lo storico locale foggiano accoglierà la musica e la calda voce di Mario
Rosini, poliedrico artista pugliese originario di Castellaneta, che si esibirà
per l’occasione al fianco del sassofonista Michele Carrabba. Sette album
pubblicati e un secondo posto al Festival di Sanremo edizione 2004 (con
il brano “Sei la vita mia”), Mario Rosini si avvicina alla musica da bambino.
Assieme al fratello Gianni vince il CantaPuglia nel 1976 e partecipa al
glorioso Cantagiro nel 1980. Musicista versatile, ha sperimentato quasi
ogni genere musicale: dalla classica (ha studiato per sette anni al Conservatorio Piccinni di Bari) al pop, passando per il jazz, la new age e la
musica sacra. Attualmente è docente di canto jazz al Conservatorio
Paisiello di Taranto. La Taverna del Gufo, durante tutto l’inverno, proporrà
serate musicali e di cabaret, con i più amati volti di Zelig e Zelig Off (il
primo appuntamento è datato 6 novembre, con la comicità di Tino Fimiani).
Il concerto del duo Rosini-Carrabba avrà inizio alle 21.30. i: 360.373076
MARIO ROSINI
11
Chitarra
a quattro
mani
La sera di giovedì 4 novembre,
il duo chitarristico Caputo-Pompilio
chiuderà la quarantesima stagione
concertistica degli Amici della Musica
di Luigi de Martino
IL DUO CAPUTO-POMPILIO
FOGGIA Il segreto del successo annunciato dell’ultimo appuntamento con la
quarantesima stagione concertistica degli
Amici della Musica di Foggia è nella
scelta mirata del programma di sala.
Rossini, De Falla, Piazzolla e Nino Rota,
messi così in fila sembrerebbero nomi
estratti (apparentemente a caso)
dall’elenco dei compositori più popolari
e amati della storia della musica. Colta
e moderna, classica e da film o tutte le
cose insieme. I loro selezionatori pizzi-
Il Metodo Gordon
in un seminario
Foggia Si terrà sabato 30 e
domenica 31 ottobre, presso
la fondazione Domenico Siniscalco-Ceci (in via Arpi, a
Foggia), il secondo seminario
sul Metodo Gordon in musica
e sullo sviluppo dell’audiation
nella pratica strumentale. A
incontrare i seminaristi sarà
il docente Andrea Apostoli.
Il seminario (rivolto a musicisti, docenti e allievi) si svolgerà sabato 30 ottobre dalle
13.00 alle 18.00, e domenica
31 ottobre dalle 10.00 alle
18.00. Per informazioni, è possibile contattare la Fondazione
Musicalia allo 0881.712182.
12
cano corde in giro per il mondo, e pure
da diversi anni. Probabilmente in pochi
sapranno che Luciano Pompilio (nome
e cognome nobilissimi) e Giuseppe Caputo (che, invece, suggerisce l’indicazione geografica del duo) sono due musicisti nati in Capitanata ma conosciuti
persino in Florida.
Universalmente noti come duo CaputoPompilio, con le loro due chitarre hanno
suonato praticamente tutto lo scibile. Le
Goldberg di Bach, e poi Haydn, Rodrigo,
il classico (per chitarra) CastelnuovoTedesco. I quattordici primi premi assoluti
ad alcuni dei più importanti concorsi di
settore confermano quanto detto finora.
Scettici, curiosi e appassionati potranno
verificare cosa vuol dire suonare assieme
ininterrottamente dal 1994 la sera di giovedì 4 novembre, sprofondati nelle comode poltrone del Teatro del Fuoco.
Il duo eseguirà, nell’ordine, la trascrizione
di Giuliani dell’Ouverture “Elisabetta, Regina d’Inghilterra” di Rossini, la celebre
Danza del Fuoco di De Falla, la Tango Suite
di Piazzolla e, durante tutta la seconda
parte, musiche da film di Nino Rota trascritte per due chitarre da Benedetto Montebello, tra cui Otto e Mezzo, La Strada e
Giulietta e Romeo.
Il concerto inizierà alle 20.30.
i: www.duocaputopompilio.com
Amici della Musica: la stagione che verrà
Foggia Gli appassionati della grande musica colta avranno tempo per
decidere se abbonarsi o meno alla quarantunesima stagione concertistica
degli Amici della Musica di Foggia. Nell’attesa del duo Caputo-Pompilio,
vi anticipiamo alcune delle date di rilievo della rassegna 2011. Ad aprire
la stagione sarà, come di consueto, un concerto sinfonico: The State
Hermitage Symphony Orchestra di San Pietroburgo sarà diretta (l’11
gennaio) da Fernando Rauchi, nella sera dell’attesa “prima”. Il 20 gennaio
toccherà al pianista Roberto Cappello, uno dei pianisti italiani più attivi
degli ultimi trent’anni. La grande musica classica napoletana sarà
protagonista il 3 febbraio, grazie all’Accademia Mandolinistica Napoletana,
mentre il celebre pianista francese Joel Francois Thiollier arriverà a Foggia
il 29 marzo. Tra i sedici appuntamenti totali, anche il concerto di Lino
Patruno e gli Hot Stompers Band (19 maggio), le due esibizioni della
compagnia Balletto del Sud (26 e 27 gennaio) e la Compagnia di Operette
Corrado Abbati (7 aprile). i: 0881.771578; [email protected]
13
Sulla strada
di Damasco
LA MUNICIPALE BALCANICA
ORSARA DI PUGLIA Uno stile musicale che getta un ponte
intangibile fra due terre. Atmosfere che sembrano un viaggio a
capofitto nelle immagini di un film di Kusturica. Un unico imperativo:
il divertimento. La Municipale Balcanica, la formazione di Terlizzi
che dal 2003 porta in giro per il mondo il suo sound balcanico,
due album all’attivo (il secondo dei quali Road to Damascus è
stato molto apprezzato dalla critica ed ha avuto un grandissimo
successo in Italia), sarà l’ospite musicale della festa dei Fucacoste
di Orsara di Puglia, lunedì 1º novembre.
Nico Marziale, percussionista e presidente dell’associazione culturale
Municipale Balcanica, ci racconta l’avventura musicale del gruppo.
Da Terlizzi ai Balcani: come nasce l’amore per le sonorità e
la tradizione balcanica?
La Municipale nasce agli inizi del 2003, dall’incontro di Paolo
Scagliola (tromba), Raffaele Piccolomini (sax tenore) e Nico
Marziale (percussioni). Il progetto voleva e vuole raccontare in
La festa dei fucacoste, a Orsara di Puglia,
si svolgerà all’insegna dei ritmi
tipici dell’est, con la Municipale Balcanica
di Alessandra De Stefano
modo spontaneo la nostra terra, le contaminazioni con la musica
indigena che sin dai primi anni Novanata le popolazioni dei
Balcani hanno portato tra di noi. D'altronde, la Puglia non è
sempre stata un avamposto a Levante? Non è stata, quindi,
un’operazione di tipo commerciale ma un modo per interpretare
in musica ciò che accadeva nel quotidiano di ognuno, l’integrazione
nelle nostre comunità di genti provenienti da est e non solo. Per
chi, come me, si occupava di ricerca nella musica folk pugliese
dopo aver ascoltato la pizzica balcanica di Luigi Stifani, è stata
un’evoluzione quasi naturale.
Quanto l’origine pugliese influenza le sonorità della Municipale Balcanica?
Paolo, Raffaele, Michele de Lucia (clarinetto) e Armando Giusti (sax
alto) vengono dalla banda. Sì, proprio la banda del paese, quella
che ti ritrovi dietro le processioni, un tempo anche dietro ai funerali,
la banda che si esibisce in cassa armonica durante le feste di paese.
C’è anche la scelta di alcuni strumenti e alcuni brani ma, fondamentalmente, il concetto è quello di gettare un ponte tra la banda
tipica del sud Italia e la brass band o la fanfara delle feste
LA MUNICIPALE NASCE NEL 2003.
IL PROGETTO ESPRIME LE CONTAMINAZIONI
DELLA NOSTRA CULTURA
14
IN UN PAESE COME IL NOSTRO
CHE VIVE DI STORIA E DI CULTURA
“TAGLIARE” SIGNIFICA TOGLIERE ARIA
Altro che Halloween...
Orsara di Puglia Torna puntuale (e certa come
poche cose) l’antichisima festa che ogni anno si
festeggia a Orsara di Puglia, la notte a cavallo tra
1º e 2 novembre. La festa dei Fucacoste e Cocce
Priatorije, rispettivamente i rituali falò e la preparazione delle tradizionali zucche svuotate e illuminate
(che con Halloween non c’entrano nulla), tra degustazioni e numerose attività, culminerà con il live
della Municipale Balcanica, in piazza XX Settembre.
balcaniche. Basta guardare un paio di film di Kusturica per
comprendere quanto sia radicato l’amore verso la banda nell’est
Europa: per molti non ci può essere la festa se non c’è una banda
a suonare per ore e ore di fila.
Che cosa pensate del panorama musicale odierno? È facile,
attualmente, esprimersi attraverso la musica?
Non è più così facile come una volta, ci sono tanti gruppi e pochi
soldi, per cui i direttori artistici si vedono talvolta costretti a fare
scelte obbligate. Quello che noto è che in Italia la politica entra
nel merito della cultura, della musica, a volte le figure dei direttori
artistici sembrano completamente svuotate di significato. All’estero
non succede, un amministratore fa solo il suo dovere, provvede a
recuperare fondi, al resto pensano gli artisti. E poi c’è crisi, in un
Paese come il nostro che vive di turismo, di cultura, di storia, tagliare
significa togliere l’aria. In uno scenario come questo il panorama
musicale diventa il risultato di un condizionamento. Le case discografiche fanno la fila per fare contratti ai ragazzi della tv che si
limitano semplicemente a interpretare, gli costruiscono team di
autori, arrangiatori. Inoltre la radio e la tv propongono solo musica
conformata, troppi prodotti anglo-americani. Altrove non è così.
Noi distruggiamo la musica classica, stiamo perdendo il gusto della
tradizione o il piacere di scoprire che la musica è fatta di tanti
suoni e non sempre degli stessi rimescolati all’infinito.
HALLOWEEN NIGHT
Halloween
a La Compagnia
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 21.00
FOGGIA/LA COMPAGNIA WINE PUB
Un buon motivo per ascoltare un vostro concerto.
Uno solo? Ce ne sarebbero tanti! La Municipale, di solito, riesce
a entrare in contatto empatico col pubblico, per cui si fa festa tutti
insieme sopra e sotto il palco: è un’esperienza di insieme!
Il vostro ultimo album si intitola “Road to Damascus”. San
Paolo ha trovato la conversione su quella strada. Voi cosa
sperate di trovare?
Noi ci abbiamo trovato la nostra direzione musicale. I due dischi
che abbiamo fatto, seppur simili tra loro, sono profondamente
diversi. Nel secondo, accanto alla nostra spontaneità, ci abbiamo
messo riflessione, senso di sintesi, maggiore tecnica e una voglia
di far arrivare il nostro messaggio musicale in modo diretto.
i: www.municipalebalcanica.it
Il testo completo dell’intervista alla Municipale Balcanica è
on line sul nostro sito www.viveur.it
DJ SET A CURA DI MR. SPOOKY
t 0881.747744; 329.3311202
ORE 23.00
Goppinghen
Halloween Night
DJ SET
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 20.30
FOGGIA/AL PACHINO
Halloween - Officina
delle idee
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
FESTA IN MASCHERA, ANIMAZIONE,
MUSICA LIVE E DJ SET;
PREMIAZIONE DELLE MASCHERE PIÙ BELLE
t 389.6857995
FOGGIA/CHIOSCO OPEN BAR
“QUELLI DELLA NOTTE”
DJ SET A CURA DI CESARE MONTI
E ANTONY SALA
FESTA IN MASCHERA E DJ SET
t 328.4075998
Damadelizia
e dj set Gianni Viola
Halloween con i
Charmin’ Elf
Halloween
a La Dolce Vita
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
LUCERA-VOLTURINO/MAKALUSI
SERATA “DOLCETTO O SCHERZETTO?”
Halloween
con i Nahima
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
ASCOLI SATRIANO/
AGRITURISMO C’ERA UNA VOLTA
MUSICA ROCK
Halloween
Gaas Party
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
LUCERA/MASSERIA SANT’AGAPITO
MUSICA ETNO-FOLK;
FESTA IN MASCHERA E DJ SET
t 0881.547827
CONCERTO DEI CROSSROAD ROCKS;
HALLOWEEN PARTY E DISTRIBUZIONE GADGETS
t 333.2422729
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 24.00
FOGGIA/BIG BAMBOO CLUB
DISCOCENA, MUSICA E BUFFET
t 0881.652841; 328.7181348; 328.7181359
FOGGIA/LONDON PUB
MUSICA E FESTA IN MASCHERA
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
FOGGIA/LA DOLCE VITA
(C/O CIRCOLO TENNIS PIPPOSPORT )
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 22.00
Deep Vibes
Halloween Party
Halloween Party
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 21.00
Crossroad Rocks
DOMENICA 31 OTTOBRE
ORE 21.30
FOGGIA/GAAS PUB
FOGGIA/PANTHEON PUB
FOGGIA/MARACANÀ CLUB
DJ SET
Halloween al Pachino
DOMENICA 31 OTTOBRE
15
Happy “Talent” Hour
FOGGIA Sfogliando con attenzione le vite
degli artisti si coglie immediatamente un
particolare aspetto che li accomuna tutti,
dal padre fondatore di un genere al semisconosciuto artista di quartiere: le vie del
talento assumono le più improbabili e indecifrabili direzioni. L’arte è imprevedibile
nel suo modo di presentarsi e di esprimersi,
ma una cosa è certa: per poterla mostrare
(e ammirare) basterà dirigersi, martedì 16
novembre a partire dalle 22.30, nel circolo
culturale sito in piazza Mercato 35 dove
l’estro prende forma di miriadi di rette che
non si incontrano mai, ma puntano dritte
verso il successo nel concorso Parallelo’s
Got Talent.
La gara organizzata e diretta dal circolo
ARCI Parallelo si articolerà in due categorie
dedicate, rispettivamente, a musica e arti
varie. Il contest musicale è rivolto a band
di nuova e vecchia formazione, cantanti
solisti, musicisti di qualsiasi genere musicale,
età o esperienza, che avranno a disposizione,
ogni martedì, sessanta minuti per poter
dimostrare al pubblico il “fattore T” e vincere
l’unico premio di 500 euro; negli stessi
schemi si svolgerà, giovedì 18 novembre,
il contest Arti Varie, rivolto a tutti i tipi di
artisti, con premio finale di 200 euro. Più
che una semplice vetrina, Parallelo’s Got
Talent sarà un’occasione irripetibile per dar
sfogo alle proprie abilità, siano esse canto,
ballo, recitazione in tutte le sue vesti, finanche dar sfoggio delle proprie abilità pittori-
16
Parallelo’s Got Talent è il nuovo contest
ospitato dall’omonimo circolo: una competizione
dedicata ai talenti che riscalderà l’inverno artistico
di Saverio Tanzi
che, in una competizione di cui il filo conduttore sarà la “semplicità”, così come ha
fortemente voluto l’organizzatrice Cristiana
Palias, una che l’arte la vive anche da
protagonista: “Ho avuto modo di presentare
diversi contest, riscontrando quasi sempre
regolamenti poco chiari che finivano col
decretare la fine degli eventi artistici ben
prima del previsto, il più delle volte senza
vincitori - afferma Cristiana - per questo ho
voluto dar vita a un regolamento diretto e
trasparente, dalle fasi di selezione a quelle
di votazione (sarà il pubblico l’unica giuria)
e assegnazione del premio, in modo da
eliminare qualsiasi polemica e dare spazio
unicamente al talento degli artisti”.
Gli stessi artisti che da tempo bussano alla
porta del circolo di piazza Mercato, nella
speranza di trovare posto oltre il cinematoIL LOGO DEL CONTEST
grafico separé reso elegante dal volto della
Hepburn. “Siamo a buon punto - prosegue
l’organizzatrice - i due gruppi sono quasi
al completo, ma mi aspetto ancora tante
sorprese oltre a quelle già in serbo di cui,
però, preferisco non dare alcuna
anticipazione”.
L’unico indizio trapelato dalle parole
dell’entusiasta Palias sembra riservare particolare attenzione al concorso sulle arti
varie, vera novità tra i concorsi presenti
nella provincia foggiana. In un modo o
nell’altro, il vero premio che Parallelo’s Got
Talent aggiudicherà, compensi pecuniari a
parte, sarà quello di dare al pubblico la
giusta via da seguire per entrare a pieno
contatto con l’arte che riempirà il nostro
calendario di appuntamenti: quelli attesi,
quelli da non perdere. i: 329.3548469
17
GLI SPREAD YOUR LEGS
Spread your rock
Ladies and gentlemen, il prossimo fine
settimana sulla Capitanata spirerà vento
di Grecale, che addolcirà le rigidità da
baccalà in salamoia cui ci costringono
il microclima da foresta pluviale e
un’insolita bora triestina che soffia sadicamente sui nostri fondoschiena già
malati. È, infatti, in arrivo direttamente
dal Salento una scoppiettante band.
Questa volta, però, San Paolo non porterà salsicce, fegatini, fiaccole danzanti,
pizziche e tarantelle ma solo rude, irridente, travolgente sano rock’n’roll in
chiave punk.
Loro sono gli Spread Your Legs, quattro
ragazzi provenienti dalla scena indie salentina, ospiti venerdì 29 ottobre nel
restaurant cafè di Piazza Castello (Piazza
TUTTO IL LIVE CHE C’È
Wild Car
L’indie salentino degli Spread Your Legs invaderà
la Capitanata, nel doppio concerto a San Severo e Lesina
di Alessandra De Stefano
Tondi 33 - info: 0882.600481) a San
Severo e sabato 30 ottobre al Covo di
Lesina (Via Principe di Piemonte, 48 info: 0882.990251), alle 23.00, due punti
nevralgici per la conoscenza e la promozione della musica indie e di qualsiasi
manifestazione artistica, non solo della
provincia di Foggia. Nati nel novembre
del 2006, notati da Italia Wave, prossimi
all’album d’esordio, gli Spread your legs
accomunano una cura compositiva nella
scrittura dei pezzi a un sound punk crudo
e disinvolto, tinto ultimamente di influenze
FOGGIA/LA CARBONERIA
FUNKY
t 327.9508490; 0881.774524
VENERDÌ 29 OTTOBRE
ORE 21.30
Nahima
ROCK
SABATO 30 OTTOBRE
ORE 22.00
FOGGIA/GROTTA OMERO
Lacosmica
VENERDÌ 29 OTTOBRE
ORE 22.00
FOGGIA/LA CARBONERIA
RASSEGNA EMERGING SOUND
Superzoo
FOGGIA/P GRECO
The Look
SABATO 30 OTTOBRE
ORE 22.00
ANZANO DI PUGLIA/OLD ALLEY PUB
POP-ROCK
ROCK
SABATO 30 OTTOBRE
ORE 22.30
Wild Rose
VENERDÌ 29 OTTOBRE
ORE 22.00
LUCERA/LUPUS IN FABULA
ROCK
Avenida Band
SABATO 30 OTTOBRE
ORE 22.00
18
Qual è la storia del gruppo? Come
si è formato?
Ci siamo ritrovati a suonare nella fatidica cantina quasi quattro anni fa e
rispetto a ora avevamo tantissimo tempo da spendere…
Di cosa parlano i vostri testi?
Sono più ”intimisti” rispetto alla musica, parlano di piccole situazioni domestiche.
Quando è prevista l’uscita del vostro
album? Un‘anticipazione sul titolo?
Il disco uscirà intorno a dicembre /gennaio; per quanto riguarda il titolo dobbiamo ancora pensarci, forse sarà omonimo, non sappiamo bene.
ROCK
VENERDÌ 29 OTTOBRE
ORE 22.00
FOGGIA/LA COMPAGNIA WINE PUB
rock e vagamente emo.
Damadelizia
CASTELNUOVO DELLA DAUNIA/
EVERDAUNO PUB
POP-ROCK
Nuntereggaepiù
LUNEDÌ 1º NOVEMBRE
ORE 22.30
MANFREDONIA/LUC
COVER BAND DI RINO GAETANO
Cosa deve aspettarsi il pubblico da
un vostro concerto?
Posso dire che sicuramente non dovrà
portarsi lo sgabello da casa.
Un giudizio sul panorama discografico e musicale odierno.
Il panorama discografico odierno lo vedo
così: numerose realtà affermate da secoli
che seguono sempre le stesse direzioni e
tanti piccoli progetti, semisconosciuti, in
giro pronti a fare successo. Rendo l’idea?
i: www.myspace.com/spreadyour
19
I CHARMIN’ ELF
Attenti alla malia
dell’elfo
LUCERA Nella notte in cui, secondo antiche
leggende anglosassoni, il Piccolo Popolo si
rende visibile agli umani, compiendo dispetti
e scorribande sulla terra, sarà difficile resistere alla malia irresistibile di un elfo canterino e danzerello che si aggira per la
Capitanata al ritmo di una giga irlandese.
È il fascino conturbante dei Charmin’ Elf,
progetto musicale nato a Foggia nel 1999,
che suonerà domenica 31 ottobre alla
Masseria Sant’Agapito, alle 22.00 (il
costo del biglietto è di 5 euro, e comprende
anche la prima consumazione).
Nicola Cicerale, voce, piano, ghironda e
chitarra dei Charmin’ Elf, racconta questo
speciale progetto musicale.
Perché un gruppo pugliese decide di
fare musica celtica?
È una questione di piacere musicale. Ti piace
uno stile di musica e hai una predisposizione
e interesse per la musica popolare in generale. L’interesse per la musica irlandese e
medievale (alcuni di noi suonano nei Follorum Ensemble) è nato nel contesto del
CSOA di Foggia; in quell’ambito ha cominciato a muoversi qualcosa. I Charmin veri
e propri, però, sono nati nel 1999, coinvolgendo anche alcune persone che bazzicavano quei luoghi. Per il resto, nessuno di
noi è autodidatta nella formazione musicale
generica, ma lo è in questo genere e nella
pratica di questi strumenti musicali che
abbiamo imparato a suonare da soli, o dagli
irlandesi o da gente che già li suonava.
20
La notte di Halloween alla Masseria Sant’Agapito
sarà scandita dalla musica dei Charmin’ Elf
di Alessandra De Stefano
Entrambi gli autori dei testi, Mara e Gianni,
scrivono in un inglese moderno con un
ammiccamento all’inglese antico. A ogni
modo, noi non portiamo in giro la tradizione
irlandese, ma il nostro percorso artistico.
Quali sono gli argomenti dei vostri testi
inediti?
I nostri pezzi parlano di ribellione e di insofferenza verso alcuni modi della nostra
società (Charming Elf, Restless Flame); altri
hanno sempre questa vena moraleggiante
(in senso critico), analogamente ad alcuni
testi medievali. Ci sono, inoltre, altri testi
che parlano di rapporti d’amore. Nei testi
rientra, inoltre, tutta la tradizione musicale
e letteraria della nostra cultura e formazione
(poesia, letteratura e musica).
Cosa bolle nella pentola dei Charmin’
Elf?
C’è in cantiere un nuovo disco ma non
saprei prevedere una data di uscita, essendo
tutti musicisti impegnati in numerosi altri
progetti ed essendo allo stesso tempo manager di noi stessi, che devono pensare
contemporaneamente a crescere musicalmente e a creare occasioni per suonare.
Come fate a coniugare in un solo grup-
po - e in una sola anima - tante personalità così numerose e definite?
Noi siamo innanzitutto un gruppo di amici
che si frequentano. Da questo nasce il piacere di fare musica insieme e l’interesse
musicale comune. Ognuno porta la propria
esperienza, soprattutto classica e jazz. Ciò
che si suona è un’occasione di incontro e
il linguaggio è comune a tutti.
A quale tradizione poetica e culturale
si ispira il gruppo?
La maggior parte della musica che facciamo
è irlandese (in stile irlandese o di compositori
irlandesi), pochi brani sono scozzesi e uno
bretone. Questa musica viene erroneamente
definita celtica: in realtà, la musica celtica
è antichissima ed è quasi impossibile ricostruirla in mancanza di testi scritti.
Perché uno spettatore dovrebbe venire
a un vostro concerto?
Chi viene a un nostro concerto può sentire
musica che difficilmente ascolterebbe in
radio o in televisione, musica suonata con
strumenti acustici della tradizione popolare
come, ad esempio, la ghironda e certe percussioni e ha la possibilità di avvicinarsi
alla tradizione irlandese e scozzese.
i: www.charminelf.com
21
teatro
Ciclone Mirna
Nelle parole dell’attrice foggiana Mirna Colecchia,
in questi giorni sul palco di una nuova realtà teatrale,
la passione per la recitazione viene al primo posto.
Da 23 anni, con immutato entusiasmo
di Paola La Sala
GUIDO BOCCUZZI E MIRNA COLECCHIA
FOGGIA Eclettica, esplosiva, trascinante.
Mirna Colecchia, icona del teatro vernacolare cittadino, le definizioni le colleziona,
ma probabilmente non le predilige; piuttosto,
l’attrice foggiana ama parlare di se soprattutto dal punto di vista professionale: lei,
che di mestiere fa l'insegnante, calca le
tavole del palcoscenico da 23 anni con
immutato entusiasmo. Sabato 30 e domenica 31 ottobre, alle 20.30, andranno in
scena le repliche de Il letto racconta,
fortunata pièce che racchiude due atti unici
di Guido Boccuzzi, Gilda ed Ermanno
Ariostino, per la regia della stessa Mirna
Colecchia.
Incontriamo l'attrice e autrice al termine di
una delle repliche dello spettacolo, sul palco
di un neonato spazio teatrale racchiuso
nella struttura della Conart, il Consorzio
Artigiani del Tavoliere attivo da oltre
trent'anni e che da pochi mesi si è arricchito
di Conarteatro, associazione di promozione
sociale che ha in programma numerose
attività a carattere culturale. I due atti unici
che la vedono mattatrice della scena, Elisir
(libera interpretazione di una novella di Guy
de Maupassant) e Ind o' litt (ambientata
ai giorni nostri) ripropongono in chiave
parodistica i temi del matrimonio e del
rapporto di coppia, visti da un punto particolare e privilegiato: la camera da letto.
Dal suo spettacolo emerge una visione
poco rosea del matrimonio.
22
Più che altro, una visione realistica! E
comunque, nonostante tutto, le coppie che
mettiamo in scena restano insieme per
tutta la vita.
Questo piccolo teatro, comunque, è una
realtà nuova e interessante per la città.
Certo, siamo molto orgogliosi di aver dato
vita al Conarteatro. Inoltre, sono molto
contenta di tenere qui i miei laboratori
teatrali per ragazzi e adulti. Questa attività
mi riempie di entusiasmo: il teatro può
cambiare in senso positivo le persone.
Quando è cominciata la sua passione
per la recitazione?
Sin dai tempi della scuola, ho sempre osservato i comportamenti, i differenti modi
di fare della gente. Addirittura, il venerdì
mi assentavo dall’Istituto Marcelline che
frequentavo per andare al mercato a guardare lo spettacolo impagabile di coloro che
lo frequentavano. Questo mi è servito, poi,
per scrivere i miei lavori teatrali e per interpretarli.
Da cosa nasce la sua comicità?
Dall'osservazione della gente. Ma la mia
cifra stilistica prediletta è decisamente il
nonsense, l'ironia e la visione parodistica
con cui guardo e deformo la realtà. E questo
è anche il mio stile di vita.
Il teatro può avere una sorta di funzione
terapeutica, insomma.
Assolutamente sì. Ho vissuto esperienze
abbastanza dure nella mia vita e il teatro
mi ha dato una grande mano a guardare
le cose con occhi diversi.
È stato facile esprimersi nella sua città?
Non sempre. Purtroppo, mi sono spesso
trovata di fronte a tanta improvvisazione
unita a una buona dose di irriconoscenza.
Ma sono sempre andata avanti con determinazione e la gente mi ha seguito con
amore ed entusiasmo.
Le manca un ruolo drammatico?
Francamente sì, una sola volta mi è capitato
di interpretare un brano drammatico e vedere il pubblico commosso mi ha molto
colpito. Chissà che non lo rifaccia, prima o
poi. i: 0881.775579
ON STAGE
Tre vecchi
“Rembambite”
SABATO 30 OTTOBRE/ORE 20.30
DOMENICA 31 OTTOBRE/ORE 19.00
FOGGIA/PICCOLO TEATRO
COMMEDIA IN DIALETTO
t 0881.723454; www.ilpiccoloteatro.it
Grazia, Graziella
e Graziò!!!
SABATO 30 E DOMENICA 31 OTTOBRE/ORE 20.30
FOGGIA/TEATRO REGIO DI CAPITANATA
COMMEDIA IN VERNACOLO
t 347.8381608; www.teatroregiodicapitanata.it
cultura
Metti
una sera
a (s)cena
L’efebico Dorian Gray di Oscar Wilde
ispira lettura e degustazioni
di Adriano Santoro
LUCERA Metti una sera a cena. E poi metti una sera a teatro. E
poi metti che le due sere cadano nella stessa sera. Un gioco di
parole, comprensibile non solo ai cinefili, che ti lascia in preda a
un dubbio degno di uno dei più famosi monologhi shakespeariani.
Insomma: cosa sceglieresti di alimentare se fossi costretto a scegliere
tra due opzioni: l’essere o il non essere? Il palato o gli occhi? Il
corpo o lo spirito?
Niente teschio in mano in attesa della più sofferta tra le decisioni;
la soluzione arriva dall’associazione culturale Galleria Manfredi
di Lucera che, in collaborazione con la compagnia teatrale Cerchio
di Gesso, l’azienda Agricola Paglione e l’Osteria Utz!, venerdì 29
ottobre, dalle 20.30, metterà in scena (e metterà anche in cena)
un reading letterario dal titolo Gustose le parole, dove accanto
al pathos per l’evento teatrale ne godrà anche il palato. La serata
sarà organizzata, infatti, all’insegna della degustazione di prodotti
e vini tipici del territorio. Vini che scalderanno al punto giusto
l’atmosfera per, poi, potersi immergere nelle parole pronunciate o,
meglio, recitate dall’attore Carlo Loiudice del Cerchio di Gesso,
che darà voce a Il caso Gray: la storia del sempre efebico Dorian
che relega al suo ritratto il compito di invecchiare in sue veci.
Logicamente tratto dal capolavoro di Oscar Wilde, non ci potrà
essere migliore riflessione sull’anima per la mente dello spettatore,
scaldato in viso da un calice di buon vino rosso e che si appresterà,
dopo aver goduto della pièce, a “riflettere sul proprio corpo”
assaporando la cena preparata per l’occasione dallo chef Gianni
Ferramosca con i prodotti delle terre di Puglia. Degna conclusione
di serata, dunque, nella speranza di una doppia catarsi, una purificazione delle passioni stavolta non solo attraverso l’arte della
tragedia, ma anche attraverso l’arte dei fornelli. i: 320.4944827
23
agenda
Segreti tra le segrete
Venti anni di amicizia
Foggia L’associazione culturale
Amici del Museo compie vent’anni
di attività. Questa ricorrenza verrà
celebrata venerdì 29 ottobre, alle
17.30, nella sala Mazza del Museo
Civico di Foggia. Verrà anche presentato un volume che ripercorre
le tappe più importanti di questi
anni di attività di promozione culturale. i: 0881.311147
Monte Sant’Angelo Di storie che vedono protagoniste
principesse tristi è piena la letteratura, ma poche
sono state le eredi al trono prima imprigionate e poi
strozzate nelle segrete del castello appartenuto al
proprio casato. Anno di grazia 1273 (a quanto pare
non per tutti), gli Angioini una volta sconfitti gli
Svevi imprigionarono la principessa Filippa
d’Antiochia (nipote di Federico II) nelle celle del
Castello di Monte Sant’Angelo in cui, poco dopo, fu
uccisa. La leggenda narra che lo spirito della principessa è ancora tra i corridoi del monumento - solida
testimonianza del passaggio dei diversi popoli che
si sono susseguiti nei secoli nel nostro territorio in cerca degli aguzzini che la separarono dai suoi
cinque figli. Durante la notte di Halloween si potrà
conoscere la storia del castello e della principessa
Filippa, proprio attraversando le stanze del maniero,
illuminato da fioche lanterne e ravvivato da improvvisi
effetti speciali. Dalle 18.30 di domenica 31 ottobre
la società Ecogargano condurrà otto visite guidate
(della durata di 50 minuti ciascuna) tenute a piccoli
gruppi e a bambini accompagnati dai loro genitori.
La prenotazione è obbligatoria, e l’ingresso a pagamento. i: 0884.565444; 0884.562062
Nel segno del Leone
Foggia Si conclude con il cult Per
un pugno di dollari la rassegna
sul cinema western a cura della
sezione Immagini&Suoni della Biblioteca Provinciale La Magna Capitana. Potrete ammirare la prima
delle perle della cosiddetta
“trilogia del dollaro” firmata da
Sergio Leone giovedì 4 novembre,
alle 16.30, nella Sala Proiezioni
della Biblioteca dei Ragazzi. i:
0881.791637; 0881.7916647
CLINT EASTWOOD
La paura a merenda
Foggia Domenica 31 ottobre, alle 10.30, storie e filastrocche scacciapaura
saranno le protagoniste di un appuntamento speciale di teatro per bambini
che si terrà al Piccolo Teatro (in via Delli Carri, a Foggia). La paura? Io
me la mangio! di e con Salvatore Rotolo e Dino La Cecilia (musiche di
Guido Longo), permetterà ai più piccoli di giocare con la paura e di
esorcizzarla con tanti sorrisi. Il costo del biglietto è di 6 euro. i: 0881.723454
La comicità è regia
Nulla dies sine linea
Alberona Si concluderà sabato 30
ottobre, alle 10.30, la quinta edizione del concorso letterario Premio
Lupo. La cerimonia di premiazione
si terrà nella palestra dell’edificio
scolastico Giacomo Strizzi. i: [email protected]; 0881.594722
24
Manfredonia È partita la campagna abbonamenti alla rassegna di
cabaret Ridiamoci Sopra, organizzata da Regio Hotel Manfredi e
Manfredonia 2000. I Ditelo Voi (5
novembre), Ciro Giustiniani (19
novembre), Antonello Costa e Bruce
Ketta (10 e 17 dicembre) i protagonisti dei quattro appuntamenti.
i: 0884.530122; 0884.541410
I DITELO VOI
25
cinema
Eroi di un sogno
Diretto da Lucio Pellegrini,
il film “Figli delle stelle”
è una commedia corale
che disegna con intelligenza
la realtà di oggi, fra disillusione
ed entusiasmo
di Paola La Sala
LA LOCANDINA
CICOLELLA
Viale XXIV Maggio - 0881.720614
www.cicolella.it
Maschi contro femmine
18.00 - 20.00 - 22.00
E 6,00 - 4,00 (dal lun. al giov.)
LALTROCINEMA
Via Duomo, 15 - 0881.776439
www.cicolella.it
Figli delle stelle
18.00 - 20.00 - 22.00
E 6,50 - 4,50 (dal lun. al giov.)
CITTÀ DEL CINEMA
Via Miranda - 0881.652129
Maschi contro femmine
16.00 - 17.00 - 18.00 - 18.40 - 19.40 - 20.25
21.00 - 22.00 - 22.45 - 23.35 - 00.20 (sab)
Benvenuti al Sud
16.45 - 17.50 - 19.00 - 20.00 - 20.30 - 21.15
22.10 - 22.40 - 23.30 - 00.20 - 00.50 (sab)
Paranormal Activity 2
16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00 - 00.10 (sab)
Fair Games - Caccia alla spia
18.00 - 20.15 - 22.30 - 00.40 (sab)
26
Figli delle stelle
Un precario, un portuale di Marghera, un
ricercatore universitario, una giornalista
televisiva ed un uomo appèena uscito di
galera, delusi dalla loro vita, decidono di
passare all’azione e rapire un ministro.
Regia: L. Pellegrini
Cast: P. Favino, F. Volo, G. Battiston, C. Pandolfi
Genere: Commedia
Maschi contro femmine
Walter e Monica, alle prese col primo
figlio, non hanno più rapporti sessuali.
Chiara e Diego sono due vicini di casa in
eterno conflitto. Marta e Andrea sono
amici e condividono la casa.
Regia: F. Brizzi
Cast: P. Cortellesi, F. De Luigi, S. Ferbelbaum
Genere: Commedia
Nel film "I soliti ignoti", al posto del
colpo del secolo, i ladri cialtroni devono
accontentarsi di un piatto di pasta e ceci.
In "Figli delle stelle", invece, un manipolo
di improvvisati rapitori si ritrova fra le
mani, anziché l'onorevole di fama, un
sottosegretario, per giunta onesto. Ecco
perché da più parti l'ultimo film di Lucio
Pellegrini è stato paragonato alla commedia di Mario Monicelli, che fornisce più
di una ispirazione ai personaggi delineati
dal regista piemontese. Le vite di tre quarantenni si incrociano fortuitamente, dopo
l'ennesimo incidente sul lavoro che colpisce un portuale di Marghera quasi sotto
gli occhi del collega Toni (Fabio Volo).
Pepe (Pierfrancesco Favino) è insegnante
precario di educazione fisica e lavora in
un autogrill, anche se dice alla madre
di fare il supplente nella scuola, mentre
Ramon (Paolo Sassanelli) è appena uscito
di prigione. Delusi dalla società in cui
vivono e dalla politica, i tre si mettono
insieme decidendo che per passare
all'azione (e dare i soldi del riscatto alla
vedova del portuale morto a Marghera)
bisogna rapire un politico importante,
optando per il corrotto ministro Gerardi.
Nel bagno turco dove stabiliscono di
mettere a segno il rapimento, però, i tre
sbagliano persona e prendono il sottosegretario Stella, uomo onesto che sta
cercando invano di far passare un disegno di legge sulla cura del cancro. A
loro si uniscono il cugino di Pepe (Giuseppe Battiston), nostalgico comunista,
e la sfigata giornalista Marilù (Claudia
Pandolfi), che fornirà il covo in cui tenere
in ostaggio il rapito, nella sua casa in
Val d'Aosta. Pellegrini opta per una cifra
che spazia dal grottesco al comico per
raccontare il clima di scoramento e di
disillusione della realtà di oggi, ma anche
l'importanza del mettersi insieme per
raggiungere uno scopo comune, al di là
dei risultati che si raggiungeranno.
Certo fanno sorridere gli scalcagnati
protagonisti del film, questi figli delle
stelle velleitari e un bel po' ingenui, ma
conquistano per la sincerità degli intenti
e per l'entusiasmo venato di amarezza
delle loro azioni; se non altro, come dice
a un certo punto Pepe, "almeno abbiamo
fatto qualcosa".
Benvenuti al Sud
Alberto, responsabile di un Ufficio Postale
in Brianza, è disposto a tutto pur di avere
il trasferimento a Milano. Tanto da fingersi
invalido per salire in graduatoria.
Regia: L. Miniero
Cast: C. Bisio, A. Siani, A. Finocchiaro
Genere: Commedia
Paranormal Activity 2
Katie è divenuta una presenza demoniaca
che perseguita i suoi parenti. Questi, marito, moglie e il figlioletto Hunter, inizialmente credono che ciò che accade sia
opera di alcuni vandali.
Regia: T. Williams
Cast: K. Featherson, G. Johnson
Genere: Horror
Wall Street - Il denaro non dorme mai
16.00 - 18.15 - 20.30 (fino al 26/10)
Inception
22.45
Innocenti bugie
16.00 - 18.15 - 20.30 - 22.45 (fino al 26/10)
Wall Street - Il denaro non dorme mai
17.00 - 19.50 - 22.20 - 00.50 (sab)
Winx Club - Magica avventura in 3D
16.10 - 18.20
Salt
16.00 - 18.15 - 20.30 - 22.35 - 00.40 (sab)
Il Regno di Ga’Hoole - La leggenda dei
guardiani in 3D
16.00 - 20.10 - 00.20 (sab)
Cattivissimo me
18.10 - 22.20 in 3D; 16.45 - 18.45 - 20.45
22.45 - 00.45 (sab)
Figli delle stelle
16.00 - 18.10 - 20.20 - 22.30 - 00.40 (sab)
E 5,00 (dal lun al ven) - 4,00 (ridotto); 6,50
(festivi, prefestivi, sab e dom)
CORSO
Via Roma -
0885.422045
27
Maschi contro femmine
17.00 (sab e dom) - 19.15 - 21.45
Cattivissimo me
16.45 (sab e dom) - 18.20
Benvenuti al Sud
20.00 - 22.00
Salt
17.30 (sab e dom)- 19.30 - 21.45
ROMA
Via Roma - 0885.422421
Wall Street - Il denaro non dorme mai
18.45 - 21.30; E 6,00 - 4,00 (mer e gio)
DELL’OPERA
Via G. Bruno, 5 - 0881.525007
Sharm el Sheikh
18.30 - 21.00 (da sab a lun)
E 6,00 - 5,50
PALLADINO
Via C. Poerio, 2B - 0882.412264
www.cinemapalladino.it
Maschi contro femmine (sala1)
19.00 - 21.15
Gorbaciof (sala2)
18.30 - 21.00; E 5,50 - 4,00
Fair Games
L’agente della Cia Valerie Plane è vittima
di un processo di screditamento dopo le
gravi rivelazioni scritte dal marito, circa
una presunta manipolazione dei Servizi
Segreti da parte del presidente G. W. Bush.
Regia: D. Liman
Cast: S. Penn, Naomi Watts, S. Shepard
Genere: Azione
Wall Street
Il giovane agente di borsa Jacob si unisce
all’ex uomo d’affari Gordon Gekko alle
soglie della crisi economica internazionale
che rischia di minare le fondamenta del
mondo finanziario.
Regia: O. Stone
Cast: M. Douglas, Shia Le Bouf, F. Langella
Genere: Drammatico
Salt
Quando l’agente della Cia Evelyn Salt è
accusata da un disertore di essere una
spia russa, dovrà dimostrare di essere
fedele ai principi su cui ha giurato. Inizia,
così, la sua fuga.
Regia: P. Noyce
Cast: A. Jolie, L. Schreiber, A. Braugher
Genere: Thriller
CICOLELLA
Via D’Alfonso, 70 - 0882.375484
Benvenuti al Sud
17.00 (sab e dom) - 19.00 - 21.30
E 5,50 - 4,00 (mar)
Venti Sigarette
4/11: Giovedì d’Essai
18.00 - 21.00,
E 3,50
28
28
Il Regno di Ga’Hoole
In un mondo imprecisato i gufi vivono in
un regime di caste, fra le quali quella dei
barbagianni è la più considerata. I fratelli
Soren e Kludd, caduti dal nido, finiranno
arruolati su fronti opposti.
Regia: Z. Snyder
Genere: Animazione
29
nightlife
FOGGIA
FOGGIA
via Gioberti, 40 (vicinanze stadio)
t 334.8581296 - 328.4170903
Pub/Sala privè con possibilità di feste private.
Locale autorizzato Mediaset/partite, anticipi
e posticipi più Champions League.
Locale climatizzato.
dom 31: Festa Halloween ingresso è10
con panino coktail e cicchetto.
Ampio parcheggio. Chiuso lunedì.
Vi aspettiamo non mancate.
via S.S. 16 km 682+880 - c/o A.S.D.
Circolo Tennis Pipposport Enzo Troito
t 0881.652841, 328.7181348, 328.7181359
Ristorante e pizzeria con forno a legna/
Accogliente locale in cui gustare i piatti tipici
pugliesi, pizze speciali senza lievito industriale,
pasta e dolci fatti in casa. Possibilità di festeggiare, anche sabato, ogni tipo di cerimonia.
31 ott Halloween: condannati al divertimento! Discocena-musica e buffet.
Chiusura: domenica sera (escluso festivi e
prenotazioni)
FOGGIA
via dell’Immacolata, 8 - t 339.6347522
Halloween è di casa
al Domus
Foggia The last but not the least
(come si dice oltremanica), anche il
Domus Area ha messo a punto una
serata di Halloween che si preannuncia indimenticabile. Il protagonista
della Halloween Night 2010 targata
Domus sarà il dj abruzzese Pirupa,
la rivelazione del momento. Dopo
aver lavorato per le più importanti
label, Pirupa si è distinto anche come
produttore raggiungendo i primi
posti delle classifiche di beatport con
i suoi ultimi lavori. L’appuntamento,
manco a dirlo, è per domenica 31
ottobre. i: 328.4066025
30
Locanda spagnola/
Specialisti in paella, sangria e musica spagnola. Paella da asporto o a domicilio.
Descuento especial a todos los italianos que
hablan español. Aparte el sabado.
Si organizzano feste private su prenotazione.
Aperto dal giovedì alla domenica, prefestivi
e festivi. Locale climatizzato.
FOGGIA
via Piave, 59 - t 0881.707632, 333.2422729
RistoPub/ Dal 1983 punto di riferimento per
gli amanti dell’inimitabile birra Guinness e
della spillatura a fusto freddo. Menu rinnovato
con pietanze greche.
ven 29: ore 20.45 Genoa-Inter.
sab 30: ore 20.45 Milan-Juventus.
dom 31: Festa di Halloween con musica
live dei Crossroad Rocks e tanti gadget.
mar 2: ore 20.45 Tottenham-Inter.
mer 3: ore 20.45 Milan-R. Madrid.
Chiuso il lunedì.
FOGGIA
via Bruno, 18 t 327.9597753
WinePub/Locale dall’ottima programmazione musicale, dove assaporare sfiziosi primi
e secondi piatti, ottimi vini e cocktails.
ven 29: ore 22.00 musica dal vivo con
Maria Pia Pizzolla e i Superzoo.
dom 31: Festa di Halloween in maschera
con musica dal vivo, dj e animazione.
mer 3: Happy hour, prendi 2 e paghi 1
consumazione.
Chiuso martedì. Si organizzano feste private.
FOGGIA
via Duomo, - t 0881.770863
Ristopub/Non mancare, il Nessun Dorma
ti aspetta! Un’accogliente sala fumatori
con menù arricchito e possibilità di gustare
piatti, bevande.
ven: musica dal vivo.
Locale autorizzato SKY.
Si organizzano feste private.
31
32

Documenti analoghi

I mille volti di Enzo Marchetti 20

I mille volti di Enzo Marchetti 20 Direttore responsabile: Donato Della Vista Caporedattore: Tony di Corcia In redazione: Luigi de Martino, Luigi Lioce Collaboratori di redazione: Domenico De Felice, Valentina del Carmine, Alessandr...

Dettagli

6 - Viveur

6 - Viveur minori sfortunati, Amref e Save the children – alla riflessione, senza inciampare mai nelle retorica. La programmazione continua, all’una e

Dettagli