istituto tecnico commerciale statale “p

Commenti

Transcript

istituto tecnico commerciale statale “p
DOCUMENTO DELCONSIGLIO DI
CLASSE 5^AXE
LINGUISTICO – AZIENDALE - ERICA
INDIRIZZO ECONOMICO AZIENDALE
BROCCA
ANNO SCOLASTICO 2013/2014
ESAMI DI STATO - ANNO SCOL. 2013/2014
DOCUMENTO DEL CONSIGLIO
DELLA CLASSE 5AXE
Nominativo Docenti
Disciplina
Firma Docenti
Tiso
Nereo
Religione cattolica
Bronzato
Marina
Italiano
Bronzato
Marina
Storia
De Divitiis
Stefania
Inglese
Brocca
Renzulli
Maria Giovanna
Inglese
Erica
Beckers
Barbara
Spagnolo
Erica
Rado
Luisa
Conversazione
spagnolo
Erica
Laino
Rosanna
Spagnolo
Canton
Giancarlo
Tedesco
Erica
Hein
Barbara
Conversazione
Tedesco
Erica
Calore
Angela
Storia dell’arte
Erica
Gentile
Giuseppe
Filosofia
Pinto
Elena
Matematica
Milani
Fabio
Geografia
Toller
Rosalia
Diritto
Toller
Rosalia
Pinton
Maria Cristina
Ciacco
Rocco
Seren
Francesca
Perrotta
Angela
Gentile
Giuseppe
Padova,15 maggio 2014
Prot. 3409/B23
Brocca
Brocca
Brocca
Scienza delle finanze
Brocca
Diritto ed Economia
aziendale
Erica
Economia aziendale
Brocca
Educazione fisica
Sostegno area
scientifica
Sostegno area
umanistica
Il Dirigente Scolastico
dott. ssa Bettelle Cinzia
 Presentazione del Corso e Indirizzo – Linguistico aziendale - Erica
PROFILO PROFESSIONALE
Il diplomato dell’indirizzo svolge funzioni con la gestione, l’organizzazione e l’amministrazione delle
aziende.
OBIETTIVI GENERALI
 CONOSCENZE
Cultura generale accompagnata da capacità linguistico espressive e logico interpretative.
Conoscenza dei processi che caratterizzano la gestione aziendale.
Conoscenza dei rapporti fra azienda e ambiente in cui opera.
 COMPETENZE
Saper :

utilizzare metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili per una corretta gestione del
sistema informativo aziendale

elaborare dati e rappresentarli in modo efficace per favorire i diversi processi decisionali
 CAPACITA’
Essere in grado di :

Comunicare efficacemente utilizzando linguaggi appropriati.

Effettuare scelte e prendere decisioni ricercando ed assumendo le opportune informazioni.

Partecipare al lavoro organizzato, individuale o di gruppo, accettando ed esercitando il
coordinamento.

Documentare adeguatamente il proprio lavoro.
3
Discipline e quadro orario
Materie di insegnamento
ore settimanali
Religione/attività alternative
Italiano
Storia
1^ Lingua straniera
2^ Lingua straniera
3^ Lingua straniera
Matematica e informatica
Scienza della materia
Scienza della natura
Geografia generale
Ed. Giuridico - economica
Diritto ed economia aziendale
Storia dell’arte e del territorio
Trattamento testi e dati
Educazione fisica
Totale ore
Biennio
cl. 1^
cl. 2^
cl. 3^
Triennio
cl. 4^
cl. 5^
1
4
2
4(1)
4(1)
3(1)
3
2
5(1)
2
2
1
4
2
4(1)
4(1)
3(1)
3
2
5(1)
2
2
32
32
1
5
2
4(1)
5(1)
1
4
2
4(1)
4(1)
4(1)
4(2)
3
2
2
2
4(1)
4(2)
3
2
2
2
1
4
2
4(1)
4(1)
4(1)
3
2
4(1)
2
2
34
32
32
4
Presentazione del Corso e Indirizzo Economico aziendale - Brocca
PROFILO PROFESSIONALE
Il diplomato dell’indirizzo svolge funzioni con la gestione, l’organizzazione e l’amministrazione delle
aziende.
OBIETTIVI GENERALI
 CONOSCENZE
Cultura generale accompagnata da capacità linguistico espressive e logico interpretative.
Conoscenza dei processi che caratterizzano la gestione aziendale.
Conoscenza dei rapporti fra azienda e ambiente in cui opera.
 COMPETENZE
Saper :

utilizzare metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili per una corretta gestione del
sistema informativo aziendale

elaborare dati e rappresentarli in modo efficace per favorire i diversi processi decisionali
 CAPACITA’
Essere in grado di :

Comunicare efficacemente utilizzando linguaggi appropriati.

Effettuare scelte e prendere decisioni ricercando ed assumendo le opportune informazioni.

Partecipare al lavoro organizzato, individuale o di gruppo, accettando ed esercitando il
coordinamento.

Documentare adeguatamente il proprio lavoro.
5
QUADRO ORARIO
Materie di insegnamento
ore settimanali
Biennio
cl. 1^
cl. 2^
Religione
Italiano
Storia
1^ Lingua straniera
2^ Lingua straniera
Matematica e informatica
Lab. Fisica/Chimica
Scienza della terra/Biologia
Geografia
Diritto ed Economia
Diritto
Economia
Economia aziendale
Filosofia
Trattamento testi e dati
Educazione fisica
Totale ore
cl. 3^
Triennio
cl. 4^
cl. 5^
1
4
2
3
2
3(1)
2
3
2
6(2)
2
2
32
1
5
2
3
4
5(1)
3(2)
3
2
2
2
2
1
4
2
3
4
4(1)
3(1)
3
2
2
2
2
1
4
2
3
2
4(1)
3(2)
2
2
2
5(2)
2
1
4
2
3
2
3(1)
2
3
2
6(2)
2
2
34
32
32
32
 Presentazione della Classe
Iscritti
CLASSE
Provenienti
da stessa
sezione
Provenienti
da altre
sezioni
Terza
7
10
Quarta
17
/
Quinta
20
N° Candidati
Promossi
Non promossi
o ritirati
Esterni
Scrutinio
finale
Scrutinio
differito
4
/
13
4
4
6
/
18
2
3
Ripetenti
1
21
6
 Composizione del Consiglio di Classe
Nominativo Docenti
Materie
Classe 3^
Classe 4^
Classe 5^
Religione cattolica
Tiso Nereo
Tiso Nereo
Tiso Nereo
Italiano
Monno Rita
Bronzato Marina
Bronzato Marina
Storia
Monno Rita
Bronzato Marina
Bronzato Marina
Renzulli M.Giovanna
Renzulli M.Giovanna Renzulli M.Giovanna
Hamill Margaret
Micallef Tamara
Lingua inglese
Erica
Conversazione
inglese
Lingua inglese
Brocca
Lingua spagnola
Erica
Conversazione
spagnolo
Lingua spagnola
Brocca
Lingua tedesca
Renzulli M.Giovanna
Beckers Barbara
Hofman Camila
Beckers Barbara
/
De Divitiis Stefania
De Divitiis Stefania
Beckers Barbara
Beckers Barbara
Rado Luisa
Rado Luisa
Laino Rosanna
Laino Rosanna
Dal Magro Margherita Canton Giancarlo
Canton Giancarlo
Hein Barbara
Wischnat Ursula
Hein Barbara
Lunetta Savina
Pinto Elena
Pinto Elena
Geografia
Cavedon Renato
Cavedon Renato
Milani Fabio
Lab. Fisica Chimica
Calofaro Gioacchina
Conversazione
tedesco
Matematica
Filosofia
/
/
/
Bevilacqua Elisabetta Gentile Giuseppe
Diritto
Cavinato Paola
Toller Rosalia
Toller Rosalia
Economia
Cavinato Paola
Toller Rosalia
Toller Rosalia
Sinagra M.Pia
Ciacco Rocco
Ciacco Rocco
Bergo Marina
Pinton M.Cristina
Pinton M.Cristina
Calore Angela
Calore Angela
Calore Angela
Balsano Fabio
Seren Francesca
Seren Francesca
Economia aziendale
Brocca
Economia aziendale
Erica
Storia dell’arte
Educazione Fisica
Sostegno area
umanistica
Sostegno area
scientifica
Duregon Monica
Perrotta Angela
/
Perrotta Angela
Gentile Giuseppe
Perrotta Angela
7
 Situazione della classe all’inizio dell’anno scolastico
 Il livello iniziale della classe sotto l’aspetto delle competenze e conoscenze appariva:
□ Molto diversificato
■ Diversificato
□ Nel complesso
omogeneo
Descrizione situazione
d’ingresso
(difficoltà
manifestate,
aspetti
motivazionali, etc.)
□ Omogeneo
OMISSIS.
 Situazione della classe al termine dell’anno scolastico
 Il livello finale della classe sotto l’aspetto delle competenze e conoscenze appare:
□ Molto diversificato
■ Diversificato
□
Nel complesso
omogeneo
□ Omogeneo
Interesse

Partecipazione

Irregolare
Regolare
Scorretto
Corretto
Scarso
Insuff.
Suffic.
Discreto
Buono
Elementi di
valutazione
Notevole
. Giudizio finale sulla classe
■
Applicazione
Capacità di lavorare
autonomamente
Capacità di lavorare
assieme



Comportamento

. Obiettivi minimi da raggiungere
 Obiettivi di tipo comportamentale:
-
sapersi comportare correttamente;
-
saper interagire in modo costruttivo;
-
saper partecipare attivamente al dialogo educativo.
 Obiettivi di tipo formativo:
8
-
essere consapevoli dell'impegno di studio richiesto per affrontare l'anno scolastico;
-
essere in grado di programmare e di organizzare proficuamente il lavoro scolastico;
-
essere in grado di lavorare in gruppo in modo rispettoso e collaborativo.
 Obiettivi di tipo cognitivo:
-
conoscere i contenuti di base propri di ogni disciplina ;
-
sapersi esprimere in modo corretto, comprendendo ed usando in modo appropriato il
lessico specifico di ogni disciplina;
-
usare un metodo di studio personale ed organizzato;
-
saper cogliere i nessi logici;
-
elaborare le conoscenze acquisite attraverso procedimenti di analisi e sintesi;
-
saper utilizzare in modo significativo le proprie conoscenze operando rielaborazioni
personali e collegandole alle varie discipline.
7.1 Giudizio sugli obiettivi raggiunti
Se si possono ritenere mediamente raggiunti
gli obiettivi di tipo comportamentale, dato
l’atteggiamento positivo e collaborativo degli studenti, va sottolineato invece un livello diversificato,
anche se complessivamente discreto, rispetto al grado di consapevolezza dell’impegno di studio
richiesto e della conoscenza dei contenuti base delle varie discipline; solo un gruppo di alunne
infine, ha dimostrato di saper rielaborare i contenuti acquisiti in modo personale e utilizzando le
informazioni in proprio possesso, operare collegamenti e formulare giudizi critici.
8. Relazione finale sulla classe
OMISSIS
9
9. Attività didattica pluridisciplinare svolta
9. 1 - Titolo del modulo
Obiettivi generali
Globalizzazione
Obiettivi
specifici
Obiettivi
disciplinari
Contenuti
disciplinari
Metodologie
Inglese (componente Erica)
Contribuire alla
maturazione
personale e
culturale degli
allievi.
Affrontare temi di
attualità connessi
alle realtà storicopoliticoeconomiche.
Stimolare la
realizzazione di
collegamenti tra
attività didattiche
e problemi del
territorio in senso
lato.
Conoscere
aspetti speciali del
settore di
specializzazione
Potenziare la
capacità di analisi
e sintesi.
Potenziare la
capacità di
comprensione di
documenti in
lingua
Potenziare la
capacità di
produzione orale
Conoscere aspetti
fondamentali della
realtà attuale
politica,
economica,
sociale e
culturale.
The globalization
process
Leading players in
globalization
WTO,IMF and the
world bank
Lettura ed analisi
Main aspects of
di testi in lingua
globalization
Supporters and
Discussione
critics
Outsourcing and
offshore
outsourcing
Global issues.
Spagnolo
Metodo
comunicativo
funzionale, lezione
frontale, lavoro di
Saper
gruppo, studio e
comprendere testi
ricerca individuale,
autentici.
Crisi immobiliare utilizzo di
Saper descrivere,
in Spagna; riforme tecnologie
analizzare ed
multimediali (video
del governo
esprimere opinioni
Rajoy; movimento in lingua
sul contenuto
spagnola).
degli indignati;
disciplinare.
multinazionali: pro
Saper rielaborare i
e contro.
contenuti in
un’esposizione
orale accettabile.
Geografia
10
I fattori della
globalizzazione; le
imprese globali; la
Saper analizzare nuova divisione
e comprendere
internazionale del
l’evoluzione
lavoro; gli effetti
economica in
socio-economici
corso, intervenuta della
a seguito delle
globalizzazione;
innovazioni
l’internazionalizzascientifiche e
zione del crimine;
tecnologiche,
la
dimostrando di
globalgovernance
essere in grado di necessaria ed il
rielaborare i
ruolo delle Nazioni
contenuti con un
Unite; il valore
linguaggio
strategico delle
appropriato ed in comunicazioni e
maniera
delle
autonoma.
telecomunicazioni.
I programmi per
uno sviluppo
equilibrato.
Lezione frontale;
uso del PC e
proiezione di
diapositive con
commento dei
contenuti.
Fotocopie e carte
tematiche.
Tedesco
Saper
comprendere testi
autentici.
Saper descrivere,
analizzare ed
Cause; vantaggi e
esprimere opinioni
svantaggi della
sul contenuto
globalizzazione;
disciplinare.
Saper rielaborare i
contenuti in
un’esposizione
orale accettabile
Metodo
comunicativo
funzionale, lezione
frontale, studio
individuale, utilizzo
di tecnologie
multimediali (brevi
video tratti dal
canale televisivo
Zdf).
11
9. 2 - Titolo del modulo
Obiettivi generali
Totalitarismi
Obiettivi
specifici
Obiettivi
disciplinari
Contenuti
disciplinari
Metodologie
Diritto:
Essere in grado di
distinguere le
diverse forme di
stato e di governo
cogliendone le
differenze
rapportandole alle
Individuare e
Identificare gli
diverse epoche
rappresentare
elementi
storiche e alle
collegamenti e
significativi per
relazioni tra eventi confrontare aree e diverse realtà
odierne
storici e concetti
periodi diversi.
storico-giuridici,
lontani nello
Storia
spazio e nel
Essere in grado di
tempo,
comprendere e
individuando
utilizzare in
analogie e
maniera
differenze, cause
pertinente il
ed effetti.
lessico specifico
della disciplina
Comprendere
storica
Possedere la
elementi di
consapevolezza
cambiamento e di Essere in grado di
dell’importanza
continuità
orientarsi nella
della tutela e del
attraverso il
complessa
riconoscimento di confronto tra
interpretazione di
diritti e doveri.
epoche e
un evento storico
attraverso il
cogliendone le
confronto fra aree principali
geografiche.
implicazioni e le
linee di sviluppo.
Diritto:
Conoscere le
diverse forme di
stato e di governo
cogliendone le
differenze.
Diritto:
Brainstorming
Lezione frontale
Argomentazione
Lavoro di gruppo
Ricerca guidata
Costruzione di
semplici mappe
Storia
Totalitarismi in
Italia e in Europa:
l’Italia fascista, il
nazismo, lo
stalinismo e la
Guerra civile in
Spagna.
Storia
Lezione frontale
Appunti
predisposti dal
docente
Lavoro di gruppo
Ricerca guidata
Lavoro di
approfondimento
personale
presentato in
Power Point
Spagnolo (L 2)
Conoscere e
saper descrivere
cause e
caratteristiche
della Guerra Civile
Spagnola
Conoscere il
lessico relativo
all’argomento
Spagnolo (L 2)
Antes de la 2ª
República
Cronología de la
2ª República
Etapas y
características de
la Guerra Civil
Spagnolo (L 2)
Metodo
comunicativofunzionale, lezione
frontale, lavoro in
coppia, ricerca,
visione
documentario
12
10. Terza prova assegnata nel corso dell’anno scolastico
Discipline coinvolte
Durata
Data
Prima simulazione: Inglese, Storia
dell’Arte (Erica) Matematica, Geografia,
Diritto (Brocca).
3 ore
21.01.2014
3 ore
16.04.2014
Tipologia
B. Quesiti a risposta
Singola
Seconda
simulazione:
Spagnolo,
Tedesco (Erica), Storia dell’Arte (Erica)
Matematica, Geografia (Brocca), Scienze
della Finanaza (Brocca).
10.1 PRIMA SIMULAZIONE
LINGUA INGLESE
(Brocca)
Ofcom to keep HFSS restrictions
Ofcom has announced it is right to keep the current restrictions on products high in fat, salt and
sugar (HFSS) during children’s airtime and around programmes with a “very high child audience”.
The broadcasting media regulator said it is “satisfied” broadcasters had adhered to the restrictions
and regulations brought in during 2006 to reduce children’s exposure to HFSS advertising. In
November 2006, Ofcom announced a ban on the scheduling of HFSS advertising. The ban, which
is one of the strictest in the world, includes a restriction on advertising HFSS products in
programmes made for children aged 4 to 15 or likely to be of particular appeal for them. It also
includes a ban on sponsorship in the name of HFSS products made for children or likely to be of
particular appeal for them, including bans on the use of licensed characters and celebrities popular
with children, on health claims, and on promotional offers. According to the National obesity
Forum,27% of entrants to primary school are overweight or obese. At the time of the ban, the
media regulator said its principal aim was to reduce exposure to children to HFSS advertising as a
means of reducing opportunities to persuade children to demand and consume HFSS products.
Publishing its final review of the ban, the regulator said the restrictions had reduced children’s
exposure to HFSS advertising by 37% overall. The ban also contributed to a “significant shift” in
the balance of food and drink advertising on television towards non-HFSS products.
COMPREHENSION QUESTIONS:
Write what happened in 2006, why Ofcom imposed restrictions and what types of restrictions the
ban included.
What was the aim of the ban? Has the ban been successful? Explain
PRODUCTION:
13
Explain what are the main steps in the planning of an advertising campaign.
LINGUA INGLESE
(Erica)
“The world is getting smaller” and one of the key reason is the expansion of information and
communication technologies (ICTs)- and not just in developing world.
There are many examples of poor communities which benefit from ICTs. The installation of twoway radio systems in remote village health centres can provide access to crucial healyh
information in an emergency. Farmers with access to a village telepone can ring around for the
best prices for their product, and find the cheapest credit options.
In developing countries use of the internet is often restricted to e-mail because it's expensive to
look for relevant information on the web. But this is changing. In some rural provinces of India
,wireless technology is used to tranform public buses into mobile transmitters.As buses pass
through a village, e-mail and public information con be transmitted to the local village computers.
The reasons for adopting ICTs in developing countries is different from those in developed
countries. Three main differences are:1. the use of computers and Internet should provide direct
improvement to living standards, for example you can use the intetnet to sell your products and to
get professional devise.2.Combinations of technologies are often necessary , for example
computers are used to support the use of another technological innovation. 3) Access to telephone
, computers and the internet is through community facilities such as telecenters and internet
cafes.For example in Bangladesh, the Grameen micro-credit program allows poor women in
remote rural communities to purchase a mobile phone which can then be used by the whole
village. Family members can stay in touch which also improves village morale and wellbeing.

Read the article and describe the benefits that poor communities have from the expansion of
ICTs.
2.
What are the effects of globalization and integration on the economy ?
3.
What are the cons of globalization?.
14
STORIA DELL’ARTE
(Erica)
Max 15 righe a quesito
1)
Edouard Manet occupa un posto importante nel panorama artistico francese della seconda
metà dell'Ottocento. Il candidato presenti brevemente il contesto di riferimento.
2)
Quali sono le fasi più significative della sua produzione, quale la ricerca tecnica e gli eventi
legati alla sua presenza a Parigi?
3)
Conduci l'analisi formale della seguente opera.
MATEMATICA
 Se il modello del costo totale è di tipo parabolico, da cosa è rappresentata la funzione del costo
unitario? Descrivere, quindi, le caratteristiche di tale funzione.
(max 10 righe)
 Dopo aver brevemente spiegato il metodo delle linee di livello per determinare i massimi e i
minimi relativi di una funzione di due variabili, determinare tali punti per la seguente funzione:
zx2 y2 4.
(max 12 righe)
3) Derivate parziali e teorema di Schwartz. Verifica il teorema suddetto per la seguente funzione:

zln8xy
(max 12 righe)
15
GEOGRAFIA

Spiega in che cosa consisteva il cd. “commercio triangolare”.

Che cosa s'intende con “finanziarizzazione” dell'economia globalizzata?
3
Quali vantaggi rappresenta il trasporto su rotaia rispetto a quello su strada? E quali gli
svantaggi?
SCIENZA DELLA FINANZA
(Brocca)
 Descrivi la posizione del Presidente nella forma di governo semipresidenziale.
2) Delinea i caratteri fondamentali dell’ordinamento internazionale.
3) Dopo aver chiarito cosa si intende per “compromesso costituzionale”, analizzare , alla luce
di tale concetto, gli artt. 2 e 3 Cost.
Art 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo,
sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l’adempimento dei
doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge senza
distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, ,di opinioni politiche, di condizioni
personali e sociali
E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che,
limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della
persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica,
economica e sociale del paese.
16
10.2 SECONDA SIMULAZIONE
LINGUA SPAGNOLA
(Erica)
El siguiente texto es el último manifiesto de José Antonio Primo de Rivera, fundador de la
Falange.
Un grupo de españoles, soldados unos y hombres civiles, que no quiere asistir a la total
disolución de la “Patria, se alza hoy contra el Gobierno traidor, inepto, cruel e injusto que la
conduce a la ruina.
Llevamos soportando cinco meses de oprobio. Una especie de banda facciosa se ha
adueñado del Poder. Desde su advenimento no hay hora tranquila, ni hogar respetable, ni
trabajo seguro, ni vida resguardada.Mientras una colección de energúmenos vocifera –
incapaz de trabajar- en el Congreso, las casas son profanadas por la Policίa (cuando no
saqueadas por las turbas), las iglesias, entregadas al saqueo; las gentes de bien
encarceladas a capricho, por tiempo ilimitado; la ley usa dos pesos desiguales, uno para los
del Frente Popular, otro para quienes no militan en él; el Ejército, la Armada, la Policía son
minados por agentes de Moscú, enemigos jurados de la civilización española; la Prensa
indigna envenena la conciencia popular y cultiva todas las peores pasiones, desde el odio
hasta el impudor; no hay pueblo ni casa que no se halle convertido en un infierno de
rencores; se estimulan los movimientos separatistas; aumenta el hambre y, por si algo
faltara para que el espectáculo alcanzase su última calidad tenebrosa, unos agentes del
Gobierno han asesinado en Madrid a un ilustre español, confiado al honor y a la función
púnica de quienes la conducίan. ...........
İ Trabajadores, labradores, intelectuales, soldados, marinos, guardianes de nuestra patria:
sacudid la resignación ante el cuadro de su hundimiento y venid con nosotros por España,
una grande y libre!
İ Que Dios nos ayude! İ Arriba España!
José Antonio Primo de Rivera, ALICANTE, 17 DE JULIO DE 1936
COMPRENSIÓN
A. Responde a las preguntas con tus propias palabras.
1. El segundo párrafo comienza con la frase “Llevamos soportando cinco meses de
oprobio”
¿ Por qué cinco meses? ¿Qué fecha marca el inicio del “oprobio”?
2.¿ Qué se dice en el texto sobre lo siguiente?
-
Las iglesias
-
La justicia
-
La prensa
-
Los nacionalismos regionales
17
PRODUCCIÓN
Explica la afirmación “La Guerra Civil fue una guerra de clases”. (100 palabras)
LINGUA SPAGNOLA
(Brocca)
Prueba de Lengua y Cultura Española
1.
Comenta el artículo de Julián Casanova “Solo en España hubo Guerra Civil” ( ElPaís.com).
2.
¿Qué es la burbuja inmobiliaria? Argumenta sobre las causas y las consecuencias de la
crisis económica.
¿Cuál era el papel de la mujer en la Espaňa franquista y cómo se ha desarrollado su rol
hasta hoy?
3.
LINGUA TEDESCA
(Erica)
Fünftes Flugblatt der Weißen Rose (1943)
Illustrazione 1: Hans und Sophie Scholl mit Christoph Probst (1943)
Aufruf an alle Deutsche!
Der Krieg geht seinem sicheren Ende entgegen. Wie im Jahre 1918 versucht die deutsche
Regierung alle Aufmerksamkeit auf die wachsende U-Boot-Gefahr zu lenken, während im Osten
die Armeen unaufhörlich zurückströmen, im Westen die Invasion erwartet wird. […] Mit
mathematischer Sicherheit führt Hitler das deutsche Volk in den Abgrund. Hitler kann den Krieg
nicht gewinnen, nur noch verlängern! Seine und seiner Helfer Schuld hat jedes Maß unendlich
überschritten. Die gerechte Strafe rückt näher und näher!
Was aber tut das deutsche Volk? Es sieht nicht und es hört nicht. Blindlings folgt es seinen
Verführern ins Verderben. Sieg um jeden Preis! haben sie auf ihre Fahne geschrieben. Ich kämpfe
bis zum letzten Mann, sagt Hitler - indes ist der Krieg bereits verloren.
Deutsche! Wollt Ihr und Eure Kinder dasselbe Schicksal erleiden, das den Juden widerfahren ist?
Wollt Ihr mit dem gleichen Maße gemessen werden wie Eure Verführer? Sollen wir auf ewig das
18
von aller Welt gehaßte und ausgestoßene Volk sein? Nein! Darum trennt Euch von dem
nationalsozialistischen Untermenschentum! Beweist durch die Tat, daß Ihr anders denkt! Ein neuer
Befreiungskrieg bricht an. Der bessere Teil des Volkes kämpft auf unserer Seite. Zerreißt den
Mantel der Gleichgültigkeit, den Ihr um Euer Herz gelegt! Entscheidet Euch, ehe es zu spät ist!
Glaubt nicht der nationalsozialistischen Propaganda, die Euch den Bolschewistenschreck in die
Glieder gejagt hat! Glaubt nicht, daß Deutschlands Heil mit dem Sieg des Nationalsozialismus auf
Gedeih und Verderben verbunden sei! Ein Verbrechertum kann keinen deutschen Sieg erringen.
Trennt Euch rechtzeitig von allem, was mit dem Nationalsozialismus zusammenhängt! Nachher
wird ein schreckliches, aber gerechtes Gericht kommen über die, so sich feig und unentschlossen
verborgen hielten. [...]
Unterstützt die Widerstandsbewegung, verbreitet die Flugblätter!
(Inge Scholl: Die Weiße Rose. Erw. Neuausg. Frankfurt a. M. 1982, S. 96-121).
TEXTVERSTÄNDNIS
Wozu ruft die „Weiße Rose″ die Deutschen auf?
Worauf basieren die Hoffnungen dieser Widerstandsgruppe?
TEXTERSTELLUNG
Was weißt du über die„Weiße Rose″?
MATEMATICA
1) Dopo aver scritto la definizione di massimo e minimo relativo per una funzione di due
variabili, determinare tali estremi per la seguente funzione:
2) La funzione lineare
(max 12 righe)
può ammettere massimi e minimi relativi o assoluti? (max 8 righe)
3) Dopo aver spiegato cosa significa che gli effetti di un problema di scelta sono differiti,
descrivere brevemente quali sono i metodi più utilizzati per risolvere tali tipi di problemi;
determinare, poi, l’investimento più conveniente per € 50000 se si può scegliere fra i due
seguenti:
investimento A: ricevere € 70000 fra 4 anni;
investimento B: ricevere € 36000 fra 3 anni e € 28000 fra 6 anni.
(max 12 righe)
STORIA DELL’ARTE
(Erica)
1.
Cosa si intende per Post impressionismo? Quali sono la cronologia, lo sviluppo, le finalità
espressive di questo movimento?
2.
Quali sono le scelte tematiche, tecniche e stilistiche nelle opere di Vincent Van Gogh
durante il primo periodo della sua formazione e della sua produzione quale artista autodidatta?
3.
Il candidato svolga un'analisi formale dell'opera “ La berceuse”, del 1898-99, Museo di
Otterlo (Paesi Bassi)
19
GEOGRAFIA
(Brocca)
1. Che cos'è ed in che cosa consiste la Tobin Tax?
2. A quali cause principali si deve la crescente domanda mondiale di acqua?
3. Definisci sinteticamente cosa si intende con “energia” e spiega cos'è l'energia secondaria.
Fanne almeno un esempio.
ECONOMIA POLITICA
(Brocca)
1) Quali effetti hanno rispettivamente l’imposta straordinaria e il debito pubblico dal punto di
vista redistributivo e come incentivi all’accumulazione e all’investimento?
2) Dopo aver specificato in quale titolo delle entrate pubbliche rientrano i tributi, distingui l’
“imposta” dalla “tassa”.
3) Nell’ambito dei risultati differenziali di bilancio:
a) distingui il “saldo netto da finanziare” dal “ricorso al mercato”.
b) indica quale significato ha un saldo negativo del “risparmio pubblico”
20
11. Obiettivi realizzati e contenuti delle varie discipline
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: ITALIANO
Prof.ssa: Marina Bronzato
TESTO ADOTTATO:
Baldi, Giusso, Razetti, Zaccaria, Il piacere dei testi vol.5 e vol.6, Paravia.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Saper produrre testi orali e scritti in relazione ai diversi scopi comunicativi

Saper contestualizzare, analizzare e confrontare le opere letterarie esaminate, cogliendone le
principali peculiarità stilistiche
ABILITA’
CONOSCENZE


Conoscere le principali correnti estetiche,
letterarie e di pensiero che hanno
caratterizzato la cultura italiana ed europea
tra la fine del XIX e il XX secolo

Conoscere la poetica e le opere di alcuni
autori fondamentali della letteratura italiana
correttamente come fonte di informazioni

Argomentare una propria tesi

Utilizzare le informazioni in proprio
possesso per formulare giudizi critici


Conoscere gli aspetti formali indispensabili
alla produzione dell’articolo, del saggio e
dell’analisi del testo letterario in prosa e in
versi
Saper operare esaurienti analisi
contenutistiche e formali delle opere
nel periodo che va dalla fine dell’Ottocento
all’epoca contemporanea
Comprendere testi d’attualità ed utilizzarli
esaminate in forma orale e scritta

Saper esporre in modo coerente e corretto
i contenuti appresi

Saper elaborare in forma scritta testi
adeguatamente ricchi di contenuto ,
coerenti e globalmente corretti , secondo
le tipologie della prima prova dell’esame di
Stato affrontate durante l’anno.
21
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Positivismo, Naturalismo, Verismo: visione del mondo, cultura e
poetiche.
Testi :
“I sogni romantici di Emma “ da Madame Bovary di Gustave Flaubert.
12 ore
“Un manifesto del Naturalismo” da Germinie Lacerteux, Prefazione,
dei fratelli De Goncourt.
“Lo scrittore come operaio del progresso sociale” da Il romanzo
sperimentale, Prefazione, di Emile Zola.
Giovanni Verga: la vita, la poetica e la tecnica narrativa, l’ideologia.
Testi:
“Rosso Malpelo” e “La lupa” da Vita dei campi.
“I vinti e la fiumana del progresso”da I Malavoglia, Prefazione.
“Il mondo arcaico e l’irruzione della storia” da I Malavoglia, cap.I
8 ore
“I Malavoglia e la comunità del villaggio: valori ideali e interesse
economico” da I Malavoglia, cap IV
“L’abbandono del nido e la commedia dell’interesse” da I Malavoglia,
cap. IX
Il vecchio e il giovane: tradizione e rivolta” da I Malavoglia, cap.XI
Decadentismo, Estetismo, Simbolismo: visione del mondo, cultura e
poetiche.
Testi:
“I principi dell’Estetismo” e “Un maestro di edonismo” da Il ritratto di
8 ore
Dorian Gray di Oscar Wilde.
“Corrispondenze” da I fiori del male di Charles Baudelaire e “Vocali”
da Poesie di Arthur Rimbaud.
Giovanni Pascoli: la vita, la visione del mondo, la poetica e le soluzioni
formali.
Testi:
“Una poetica decadente” da Il fanciullino.
14 ore
“Novembre”, “I puffini dell’Adriatico” , “X Agosto”, ” L’assiuolo”,
Temporale, Il lampo e Il tuono da Myricae.
“L’aquilone “ dai Poemetti
“La mia sera”, “Il gelsomino notturno “ dai Canti di Castelvecchio.
22
Gabriele D’Annunzio: la vita, l’estetismo, i romanzi del superomismo,
le Laudi.
Il piacere, sintesi della trama ed analisi tematica.
Testi:
“Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti “ e “Una
14 ore
fantasia in bianco maggiore” da Il piacere.
“Il programma politico del superuomo” da Le vergini delle rocce.
“La sera fiesolana” e “La pioggia nel pineto”da Alcyone.
“La sabbia del tempo”, “Il vento scrive” e “Nella belletta” dalla sezione
Madrigali dell’Estate di Alcyone.
Futurismo: visione del mondo e poetica.
Testi:
“Manifesto del futurismo” e “Manifesto tecnico della letteratura
4 ore
futurista” di Filippo Tommaso Marinetti ( solo brani antologizzati)
“Bombardamento” da Zang tumb tuuum di Filippo Tommaso Marinetti
Italo Svevo: la vita, la cultura, l’impostazione narrativa.
Una vita, Senilità e La coscienza di Zeno, sintesi della trama ed analisi
tematica.
Testi:
12 ore
“Le ali del gabbiano” da Una vita.
“Il ritratto dell’inetto” e “La trasfigurazione di Angiolina” da Senilità.
“La salute malata di Augusta” e “La morte del padre” da La coscienza
di Zeno.
Luigi Pirandello: la vita, la visione del mondo, la poetica.
Il fu Mattia Pascal e Uno, nessuno e centomila, sintesi della trama ed
analisi tematica.
Testi:
“Un’arte che scompone il reale” da L’umorismo.
“La trappola”, “Il treno ha fischiato”, “La carriola” da
12 ore
Novelle per un anno.
“La costruzione della nuova identità e la sua crisi” da Il fu Mattia
Pascal.
“Il naso di Vitangelo” e “Nessun nome” da Uno, nessuno e centomila.
Il teatro: visione dell’opera teatrale Il giuoco delle parti.
Ermetismo: la “letteratura come vita” e il linguaggio.
4 ore
23
Salvatore Quasimodo: la vita e la poetica.
Testi:
“Ed è subito sera”, “Vento a Tindari”, “Antico inverno” e “Specchio” da
Acque e terre
10 ore
“Ride la gazza nera sugli aranci” e “Ora che sale il giorno” da Nuove
poesie
“Alle fronde dei salici” e “Uomo del mio tempo” da Giorno dopo giorno.
Giuseppe Ungaretti: la vita e la poetica.
Testi:
“ Il porto sepolto”, “Commiato”, “I fiumi”, “Veglia”, “Soldati”, “San
10 ore
Martino del Carso”, “Sono una creatura”, “Mattina” da L’Allegria
“Di luglio” e “L’isola” da Sentimento del tempo.
“Non gridate più” da Il dolore.
Eugenio Montale: la vita e la poetica.
Testi:
“ I limoni”, “Non chiederci la parola”, “Spesso il male di vivere”,
“Meriggiare pallido e assorto”, da Ossi di seppia.
12 ore
“Dora Markus” e “Ti libero la fronte dai ghiaccioli” da Le occasioni
“Caro piccolo insetto”, “Avevamo studiato per l’aldilà” e “Ho sceso
dandoti il braccio” da Satura, Xenia I e Xenia II.
La guerra, la deportazione, la Resistenza.
Testi:
Italo Calvino, “Fiaba e storia” da Il sentiero dei nidi di ragno.
4 ore
Cesare Pavese, La casa in collina, cap.XXIII.
Primo Levi, “Il canto di Ulisse”da Se questo è un uomo.
Le tipologie della prima prova dell’Esame di Stato
12 ore
Gli studenti inoltre hanno letto almeno due libri tra i seguenti:

Italo Svevo, Senilità;

Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal

Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila;

Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray;

James Joyce, Gente di Dublino;

Emilio Lussu, Un anno sull'Altipiano;

E. M. Remarque, Niente di nuovo sul fronte occidentale
2 ore
24

Antonia Arslan, La masseria delle allodole;

Andrea Molesini, Non tutti i bastardi sono di Vienna;

Mario Rigoni Stern, Il sergente nella neve;

Primo Levi, Se questo è un uomo;

Beppe Fenoglio, Il partigiano Johnny;

Carlo Cassola, La ragazza di Bube;

Cesare Pavese, La casa in collina;

Cesare Pavese, La luna e i falò;

Margaret Mazzantini, Venuto al mondo;

Clara Sanchez, Il profumo delle foglie di limone;

Maria Pia Veladiano, La vita accanto;

Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi;

Carlos Ruiz Zafon, L'ombra del vento;
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore
138
METODOLOGIA DIDATTICA:

Lezione frontale e dialogata

Utilizzo di supporti audiovisivi e informatici

Lavoro individuale di lettura ed analisi del testo

Esercitazioni, in coppie di aiuto o in forma collaborativa, in preparazione alle verifiche.
STRUMENTI DI LAVORO:
Libri di testo, opere di narrativa moderna e contemporanea, schemi, tabelle e mappe concettuali di
sintesi, materiale di approfondimento predisposto dal docente, quotidiani, sussidi informatici.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
 Testi scritti di tipologia A, B, C, D. (analisi del testo, saggio breve o articolo di
giornale,
tema storico, tema argomentativo di ordine generale)
 Quesiti a risposta singola
 Colloqui orali
 Simulazione di prima prova
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
Si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
25
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: STORIA
Prof.ssa: Bronzato Marina
TESTO ADOTTATO: A Giardina, G. Sabbatucci, V. Vidotto, Storia dal 1900 ad oggi.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE
 Saper comprendere i cambiamenti e la diversità dei tempi storici nella dimensione diacronica e
sincronica
 Saper caratterizzare e confrontare i diversi aspetti di un evento storico (politica, economia,
società, cultura)
 Possedere la consapevolezza dell’importanza della tutela e del riconoscimento di diritti e
doveri
ABILITA’
CONOSCENZE
 Conoscenza nelle linee generali dei più
importanti avvenimenti storici tra la fine del
di
media e lunga durata del Novecento
 Conoscenza
e
comprensione
e
interpretare
orientare
nella
complessa
interpretazione di un evento storico
cogliendone le principali implicazioni e le
della
dimensione spaziale e “geografica” dei
fenomeni storici
analizzare
documenti storici di media difficoltà
 Sapersi
XIX e la seconda metà del XX secolo
 Conoscenza dei principali fenomeni
 Saper
linee di sviluppo
 Saper rielaborare e approfondire i
contenuti
appresi
servendosi
della
consultazione di fonti di informazione
alternative al libro di testo
 Saper esporre oralmente e per iscritto i
contenuti con chiarezza e fluidità
 Saper
produrre schemi e mappe
concettuali
26
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Italia postunitaria
Politica economica della Destra
Le riforme di Agostino Depretis
6 ore
La democrazia autoritaria di Francesco Crispi
La politica coloniale e la crisi di fine secolo
Industrializzazione e società di massa
4 ore
Colonialismo e imperialismo
2 ore
Età giolittiana
La crisi di fine secolo
Il decollo industriale
4 ore
Il riformismo di Giolitti
La politica estera, il nazionalismo, la guerra di Libia
Prima guerra mondiale
Le cause, gli schieramenti
L’Italia: dalla neutralità all’intervento
Le fasi del conflitto
La guerra nelle trincee
8 ore
I trattati di pace e la nuova carta dell’Europa
L’eredità della grande guerra: mutamenti sociali e conseguenze
economiche
La rivoluzione russa e la nascita dell’URSS
2 ore
La grande crisi: economia e società negli anni Trenta
Situazione economica e sociale in Europa e negli Stati Uniti
Roosvelt e il “New Deal”
4 ore
Il nuovo ruolo dello Stato
Totalitarismi in Italia e in Europa
L’Italia fascista
Il nazismo
8 ore
Lo stalinismo
La guerra di Spagna
La seconda guerra mondiale
Le origini
Le fasi della guerra
8 ore
L’intervento dell’Italia
Il ”nuovo ordine”
27
L’Italia, guerra civile, Resistenza, liberazione
La conclusione della guerra
Guerra fredda e ricostruzione
Le conseguenze della Seconda guerra mondiale
Le Nazioni Unite e il nuovo ordine economico
La divisione dell’Europa
2 ore
Gli Stati Uniti negli anni della ricostruzione
La Comunità Europea
La decolonizzazione e il terzo mondo (in sintesi)
2 ore
L’Italia repubblicana
Un paese sconfitto
Le forze in campo
Dalla liberazione alla repubblica
4 ore
Le elezioni del’48 e la scelta di campo
Gli anni del centrismo
Distensione e confronto
Kennedy e la “nuova frontiera”
La Cina di Mao e di Deng Xiaoping
6 ore
La guerra del Vietnam
L’URSS, dalla destalinizzazione alla caduta del comunismo
L’Italia tra sviluppo e crisi
Il “miracolo economico”
Il ’68 e l’autunno caldo
4 ore
Il terrorismo
Politica, economia e società negli anni ‘80
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 64
METODOLOGIA DIDATTICA:

Lezione frontale e dialogata

Lettura analitica individuale o ad alta voce di passi essenziali o approfondimenti di parole
chiave o documenti e rielaborazione guidata

Lavori di approfondimento personale

Utilizzo di supporti audiovisivi e informatici
STRUMENTI DI LAVORO:

Libri di testo, schemi, tabelle e mappe concettuali di sintesi, materiale di approfondimento
predisposto dal docente, sussidi informatici.
28
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:

Verifiche orali

Questionari

Lavori individuali di approfondimento
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
Si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
29
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: LINGUA INGLESE
Prof.ssa: Stefania De Divitiis
TESTI ADOTTATI:
Martin Ryan: “Working in business”
Redaelli, Invernizzi: “Eyewitness”
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Utilizzare la lingua inglese per i principali scopi comunicativi e operativi specifici di indirizzo

Produrre testi di vario tipo in relazione a differenti scopi comunicativi relativi all’indirizzo

Sviluppo di capacità logiche e relazionali mediante confronto di realtà socio culturali
diverse

Saper comunicare ed interagire in relazione al contesto e agli interlocutori
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere le strutture grammaticali


Conoscere i contenuti degli argomenti di
civiltà e commercio , compreso il lessico
velocità normale

relativo agli argomenti trattati

Comprendere in maniera globale e
argomenti inerenti la sfera personale,

economico

tecniche
d’uso
dei
Interagire in una conversazione con
padronanza linguistica e fluidità

le
Potenziare la capacità di produzione
orale e scritta
sociale e l’attualità , nonché il linguaggio
Conoscere
Comprendere testi scritti di carattere
quotidiano , divulgativo e professionale
selettiva i messaggi scritti e orali su

Comprendere messaggi e testi orali a
Produrre
testi
scritti
di
carattere
professionale
dizionari
30
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Unit 3 “ Market research and e-commerce”
7 ore
Unit 4 “ Marketing-Advertising and promotion”
10 ore
Unit 5 “International trade”
10 ore
Unit 6 “Finance”
12 ore
Unit 7 “Transport and delivery”
5 ore
Section 4: Europe:UK (Of parliament and king, An ancient democracy)
10 ore
Section 7: Americas:USA ( This land is my land, The conquest, we,
the people, Change is gonna come, manifest destiny)
Materiale su fotocopia: The executive, The judiciary, The Legislative,
US political parties, Presidential elections)
11ore
9 ore
M.L.King, MalcomX
6 ore
Colonialism
12 ore
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 92
METODOLOGIA DIDATTICA:

Di tipo comunicativo

Uso di sussidi multimediali e dizionari

Uso di L2 in classe

Tecniche di lavoro operativo

Lezione frontale.
STRUMENTI DI LAVORO

Libri di testo

Cd

Materiale autentico scaricato dalla rete
31
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:

Prove strutturate e semistrutturate

Test di comprensione orale/ scritta

Composizione su traccia e traduzione

Riassunti

Esposizione di argomenti trattati

Conversazione

Dettato

Trattazione sintetica di argomenti
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
32
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: INGLESE
Prof.ssa: Maria Giovanna Renzulli
TESTO ADOTTATO:
FIOCCHI P., MORRIS D., THE BUSINESS WAY , ZANICHELLI
HEANEY D., MONTANARI D. , RIZZO R. A., CONTINUITIES CONCISE, LANG EDITION
O'MALLEY K.., ON THE MOVE, EUROPASS
GALLAGHER A.- GALLUZZI F. , ACTIVATING GRAMMAR MULTILEVEL , PEARSON
LONGMAN
MATERIALE INTEGRATIVO FORNITO IN FOTOCOPIA
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Utilizzare la lingua inglese per i principali scopi comunicativi e operativi specifici di indirizzo

Produrre testi di vario tipo in relazione a differenti scopi comunicativi relativi all’indirizzo

Sviluppo di capacità logiche e razionali mediante confronto di realtà socio culturali diverse

Saper comunicare ed interagire in relazione al contesto e agli interlocutori
ABILITA’
CONOSCENZE
Conoscere le strutture grammaticali
Comprendere messaggi e testi orali a
Conoscere i contenuti degli argomenti di civiltà
velocità normale
e commercio , compreso il lessico relativo agli
Comprendere
argomenti trattati
quotidiano , divulgativo e professionale
Comprendere in maniera globale e selettiva i
Potenziare la capacità di produzione orale e
messaggi scritti e orali su argomenti inerenti la
scritta
sfera personale, sociale e l’attualità , nonché il
Produrre testi scritti di carattere professionale
testi
scritti
di
carattere
linguaggio economico
Conoscere le tecniche d’uso dei dizionari
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
TURISMO
33
.Finding accomodation: Types of hotel, Hotel: vocabulary.
6 ore
Other types of accomodation: Alternatives to hotels, Vocabulary.
TURISMO:
Sightseeing :A sightseeing tour :London through Ages.
Entertainment: Things to do , Vocabulary, Eating out: Italian regional
6 ore
cooking
TURISMO:
Cities and the popularity of destinations: The popularity of tourist
destinations, Itinerary.
6 ore
The countryside and ecotourism : Ecotourism, How to be a good
tourist.
THE GOVERNMENTS: The American system: The US government,
The constitution,The executive:( the President's power and election,
Executive departments, Independent agencies), The legislative (The
10 ore
Congress), The judiciary.US political parties.
THE GOVERNMENTS:The British system: The UK government,The
Constitution,Legislative Branch, Executive branch, Judiciary.Main
British political parties,
10 ore
Comparison : American, British and Italian Systems.
GLOBALIZATION: A Global world: Globalization, Global economy,
Global trade and WTO, For and against WTO, The information
revolution, The global debate,
COMMERCE: The world of marketing: Marketing, Advertising, Doing
market research, Promoting products
COMMERCE :The business world : Applying for a job
9 ore
6 ore
3 ore
COMMERCE : Culture Frames:
World economies : Main economic system,The world's largest
economies, G7 countries( USA-Japan- Germany-UK- Italy)-
12 ore
Emerging markets :Brics-
LITERATURE: The Victorian Age: Historical Background, Society and
letters in UK and the USA.
Charles Dickens: life, achievement.” Oliver Twist”, a Great social
novel.
10 ore
Reading passage: “ Please, Sir, I want some more”
Oscar Wilde: life, achievement. “The picture of Dorian Gray” ,The cult
of beauty, A life of unprincipled, A Faustian Pact, Plot;Reading
34
passage: “ Beauty is a form of Genius”
LITERATURE: Colonialism( fotocopies): E.M.Forster: Early life, The
trip to Italy and his first novels, Travels to India and his last novels, A
modernist or a traditional writer?. novel: A passage to India. Reading
passage:Colonial codes of behaviour.
Towards India's Independence: Mahatma Gandhi,
16 ore
Empire :pros ans cons.
Colonization(fotocopie): since 1763, the decline of the Spanish and
Portuguese empires- Emigration of Europeans- The new imperialismThe Opium Wars- Partition of Africa-India-(sintesi)
LITERATURE: The Modern Age :UK Historical background, Society
and letters (The emancipation of women, Prose: the Thirties and afterPoetry before and after the Thirties- Theatre and the Irish Literary
Renaissance)
(Fotocopies): Modernist Fiction: Modernism and the novel, Freud,
Bergson and James, Stream of consciousness fiction, Other
modernists: Lawrence and Conrad, The continuity of the realist
12 ore
th
tradition, American fiction in the early 20 century.
Joyce:(fotocopie): Life and works, Dubliners, focus on the text:” The
Dead”Ulysses: Circumstances of publication- The epic method- Joyce's “
stream of consciousness ” technique- Molly's monologue: Yes I said
Yes I will yes- Ulysses as a modern heroLITERATURE : UTOPIA E DISTOPIA: George Orwell, life,
achievement, “Animal Farm” : political fable and allegory, plot,estratto:
“Some animals are more equal than others”(fotocopia);
6 ore
Fotocopie. “1984” :The annihilation of the individual, estratto: Big
Brother is watching you”
LITERATURE: The Modern Age in the USA: President Theodore
Roosvelt, The New Freedom, The League of the Nations,Post-war
years, The Wall Street Crash, The New Deal, The Second World war,
The Marshall Plan, The cold war.
6 ore
Society and letters: The roaring twenties, Prose, Poetry, Drama.
J. M.Keynes, lettura brano : The Great Depression of the 1929.
Preparazione alla seconda prova d’esame :Esercitazioni su prove
d’esame degli anni scorsi.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
4 ore
Totale ore 124
35
METODOLOGIA DIDATTICA:
Di tipo comunicativo – Uso di sussidi multimediali e dizionari – uso di L2 in classe – Lavori di
ricerca individuali e di gruppo. Lezione frontale. Laboratorio linguistico multimediale per visione
film in lingua originale.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Prove strutturate e semistrutturate - :
Test di comprensione orale/ scrittaComposizione su traccia Riassunti Esposizione orale di argomenti trattati Conversazione -
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI: si fa riferimento alla tabella
di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
36
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: SPAGNOLO 2^ LINGUA
Prof.ssa: Barbara Beckers
TESTO ADOTTATO:
1. Maria d’Ascanio, Antonella Fasoli
com.com comunicación y comercio, Clitt 2009
2. Rocío Barros Lorenzo, Ana María González Pino, Mar Freire Hermida
Curso de literatura español lengua extranjera, Edelsa 2006
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

stabilire rapporti interpersonali efficaci, sostenendo una conversazione scorrevole,
adeguata al
contesto ed alla situazione di comunicazione, anche su argomenti di
carattere specifico di indirizzo

descrivere processi e/o situazioni in modo personale con chiarezza logica e adeguatezza
lessicale;

comprendere, interpretare e riferire testi di carattere letterario, turistico, economico, storico

socioculturale

produrre testi scritti di carattere generale e/o specifico dell’indirizzo di studi con sufficiente
coerenza

possedere una conoscenza della cultura e della civiltà della Spagna
ABILITA’
CONOSCENZE
 strutture
grammaticali
della
lingua

spagnola

tecniche
abilità ricettive e produttive utilizzando
molteplici varietà di registri
delle
diverse
forme
di

padronanza degli strumenti espressivi
produzione scritta: riassunto, risposta a
ed argomentativi necessari per una
domande sulla comprensione di un
comunicazione in vari contesti
testo, testi descrittivi, argomentativi ed

maggior precisione e ricchezza nell’uso
espositivi, lettere informali e formali
del lessico e nell’utilizzo di strutture

varietà lessicali in rapporto ad ambiti e
grammaticali diversificate

contesti diversi
 differenti registri comunicativi

osservazione e descrizione di altre realtà
culturali e consapevolezza del loro
37

alcuni autori di lingua spagnola con

riferimento al contesto storico- letterario

aspetti della civiltà e cultura ispanica
valore
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
1. Realismo y Naturalismo
Contexto socio-histórico/ Características de la literatura (pág. 60 –
63/
fotocopia)
Benito Pérez Galdós: Fortunata y Jacinta (Parte I, Cap. IV,V
Parte II, Cap. VI; Parte II, Cap. VI, “Las Micaelas por dentro/
14 ore
fotocopias)
Misericordia (fragmento pág. 66/67)
Leopoldo Alas Clarín: La Regenta (Cap. III, pág. 64)
Emilia Pardo Bazán: Los pazos de Ulloa (Cap I, fotocopia)
2. El Modernismo y la Generación del 98
Contexto socio-histórico/ Características de la literatura (pág. 7476, 80
( fotocopia)
Miguel de Unamuno: Entorno al casticismo. La casta histórica:
14 ore
Castilla
la tradición eterna – la INTRAHISTORIA (pág. 150/ fotocopia)
José Martínez Ruiz Azorín: El viaje de don Quijote (fotocopia)
Antoní Gaudi
3. Las Vanguardias y la Generación del 27
Contexto socio-histórico / Características de la literatura( pág.
89,90,96/
(fotocopia)
España antes de la 2ª República (fotocopia)
Cronología de la 2ª República (fotocopia)
21 ore
Federico Garcίa Lorca: La vida/ La poética/ El teatro (fotocopia)
Federico García Lorca: La casa de Bernada Alba (lectura completa
de la
obra teatral)
4. Causas y consecuencias de la Guerra Civil Española
La Guerra Civil (fotocopia)
5 ore
38
Picasso: Guernica
5. La dictadura franquista (1939 – 1975) (fotocopia)
El papel de la mujer durante la dictadura
9 ore
Carmen Martín Gaite: Usos amorosos de la postguerra española
(fotocopia)
6. La transición a la democracia
La sociedad española entre 1975 y 2014
5 ore
El nacionalismo catalán
7. La empresa
Clasificación según la actividad, el tamaño, el capital,la forma
jurídica, la
finalidad, el organigrama (Inditex, La leche Pascual)
8 ore
Las multinacionales; Las ONG
Las sociedades mercantiles
Los productos financieros
8. Comunicación comercial
3 ore
Cartas de pedido; Cartas de reclamación
9. El turismo
Historia del turismo español; Problemas del turismo español; los
diferentes
8 ore
tipos de turismo (fotocopia)
Barcelona (fotocopia)
10. Rappresentazione teatrale in lingua spagnola: Cervantes: Don
3 ore
Quijote de la Mancha
(Un’ora la settimana è stata svolta in compresenza con la lettrice
26 ore
madrelingua)
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 116
METODOLOGIA DIDATTICA:
Approccio comunicativo - funzionale. Si è data importanza al costante uso della lingua straniera,
sempre privilegiando l’efficacia della comunicazione, senza comunque tralasciare l’uso
corretto della lingua.
Oltre alla lezione frontale sono state proposte attività individuali o a coppie.
STRUMENTI DI LAVORO:
Libri di testo, LIM, laboratorio multimediale, materiale integrativo fornito dall’insegnante.
39
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
VERIFICHE SCRITTE

Tipo seconda

comprensione di testi di carattere, turistico, economico, socioculturale

riassunti

produzione di testi, riferiti ad ambiti economici, turistici, di attualità
VERIFICHE ORALI:

interrogazioni formali in cui sono state valutate: l’esposizione di argomenti oggetto del
programma, le abilità legate alla comprensione e alla espressione orale, le competenze
lessicali e le capacità di riflessione sulla lingua;

interventi spontanei e sondaggi dal posto
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
40
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^AXE
Relazione finale del docente di: CONVERSAZIONE SPAGNOLO
Prof.ssa: Rado Luisa
TESTO ADOTTATO: Ponte al dia. Ed. EuroPass
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Interagire dialogicamente, esprimere opinioni e confrontarsi

Mantenere una conversazione coerente su temi programmatici

Acquisire lessico riguardante il turismo e la cultura ispanoamericana
ABILITA’
CONOSCENZE

Turismo.alojamientos,itinerarios,tipos.

Nociones
de
cultura
y

e
comprendere
materiali
autentici testuali quali articoli di giornale
civilización
e materiale audiovisivo
hispanoamericanas

Analizzare

Cine y temas de actualidad
Esporre su argomenti inerenti viaggi,
turismo,itinerari

Comprendere le diversità della lingua e
le varianti culturali del ambito
ispanoamericano
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Art. El País 26/9/2013 Optimismo turistico.
Art. El Oais02/04/2011 Excursión Patagonia.Fuera de ruta
Tipos de turismo.
Visionado Rtve” Stamos okupados”cap 13
Cine y forum:”1 franco 14 pesetas”;Una casa de locos”;”Diarios de la
motocicleta”;”Ay Carmela”
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 23
41
METODOLOGIA DIDATTICA: proposta ,dibattito, interazione
STRUMENTI DI LAVORO: laboratorio, fotocopie, dvd.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA: Orale
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI: si fa riferimento alla tabella
di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
42
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: LINGUA E CIVILTÀ SPAGNOLA
Prof.ssa: Rosanna Maria Laino
TESTO ADOTTATO:
Com.com, comunicaciòn y comercio, Clitt.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Utilizzare la lingua spagnola per i principali scopi comunicativi e operativi specifici di
indirizzo;

Produrre testi di vario tipo in relazione a differenti scopi comunicativi relativi all’indirizzo;

Sviluppo di capacità logiche e razionali mediante confronto di realtà socio culturali diverse;

Saper comunicare ed interagire in relazione al contesto e agli interlocutori.
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere le strutture grammaticali;


Conoscere i contenuti degli argomenti
di civiltà e commercio , compreso il
velocità normale;

lessico relativo agli argomenti trattati;

Comprendere in maniera globale e
argomenti inerenti la sfera personale,

economico;

tecniche
d’uso
dei
Interagire in una conversazione con
padronanza linguistica e fluidità;

le
Potenziare la capacità di produzione
orale e scritta;
sociale e l’attualità , nonché il linguaggio
Conoscere
Comprendere testi scritti di carattere
quotidiano, divulgativo e professionale;
selettiva i messaggi scritti e orali su

Comprendere messaggi e testi orali a
Produrre
testi
scritti
di
carattere
professionale.
dizionari.
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Com.Com, unità 7, La Comunicaciòn Comercial (primera parte): la
carta comercial, la carta de solicitud, la carta de oferta, las circulares,
Ore 4
el correo electrònico, el fax, el burofax.
43
Com.Com, unità 8, La Comunicaciòn Comercial (parte segunda): la
carta de pedido, el folleto, la carta de reclamaciòn, la carta de
Ore 2
respuesta, el aviso de vencimiento, la carta de cobro.
Com.Com, unità 9, La Comunicaciòn Comercial (parte tercera): el
curriculum vitae, la carta de candidatura, los informes, la solicitud de
Ore 4
empleo, la informatizaciòn del empleo.
Com.Com, unità10, La Empresa: la empresa, las sociedades
mercantiles, las cooperativas, las multinacionales, las ONG, la
Ore 8
franquicia, el comercio justo, el comercio por internet.
Com.Com, unità 11, Importaciones y Exportaciones: las ferias, el
comercio internacional, los medios de transporte, los INCOTERMS,
Ore 4
los seguros, las aduanas.
Com.Com, unità 12, El Banco: los bancos, la banca, las cajas de
ahorros, la banca ètica, el microcrèdito, los bancos online, la bolsa.
Com.Com, unità 13, la Uniòn Europea: la historia de la Uniòn
Europea, la bandera, el himno, los objetivos.
Ore 1
Ore 1
Temas de Historia, Economìa y Sociedad: la Globalizaciòn, ventajas y
desventajas; la burbuja inmobiliaria; el movimiento de los indignados;
Uruguay, Pepe Mujica y la legalizaciòn de la marihuana; Mèxico, su
economìa y los carteles del narcotràfico; los jovenes y el uso de
drogas
(artìculo
de
periòdico);
la
Guerra
Civil,
causas
Ore 10
y
consecuencias; el Guernica de Picasso; la mujer bajo el Franquismo
y en la actualidad; La lengua de las mariposas (pelìcula).
Ripasso di grammatica, unità 1- 6 dal libro Adelante 1, Zanichelli.
Ore 4
Comprensiòn auditiva: telediario del 11 de marzo de 2004; el fracaso
de Kodak; CocaCola, hay razones para creer en un mundo mejor; las
diez
multinacionales
màs
peligrosas,
trabajamos
para
las
Ore 5
multinacionales, la burbuja inmobiliaria; MWC, fieras en Barcelona.
Verifiche, esercitazioni, simulazioni, prove d'esame.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Ore 8
Totale ore 51
METODOLOGIA DIDATTICA:
Approccio comunicativo, lezione frontale, attività di gruppo.
STRUMENTI DI LAVORO:
Libri di testo, fotocopie, appunti, Lavagna Interattiva Multimediale, registrazioni audio e video.
44
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Esercizi strutturali e lessicali di vario tipo: di inserimento, completamento, trasformazione,
sostituzione, formulazione di domande a risposte date o viceversa; brevi descrizioni e narrazioni
riferiti ad argomenti trattati in classe.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI: si fa riferimento alla tabella
di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
45
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ Axe
Relazione finale del docente di: TEDESCO
prof. Giancarlo Canton
TESTO ADOTTATO: AA.VV. Deutsch leicht, vol. 2, Loescher
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Usare gli strumenti espressivi indispensabili per una interazione comunicativa verbale in
diversi ambiti e contesti.

Leggere e comprendere testi scritti di uso quotidiano, sociale, lavorativo e letterario

Produrre testi di vario tipo per scopi comunicativi di vari ambiti, anche lavorativo, sociale e
letterario
ABILITA’
CONOSCENZE

Strutture
grammaticali
di
base
e

Descrivere situazioni, persone o attività
avanzate
che concernono la sfera personale,

Lessico relativo agli argomenti trattati
familiare, sociale e lavorativa.

Conoscenza degli argomenti di civiltà e

Interagire scambiando informazioni varie
e partecipare a conversazioni personali,
letteratura svolti
familiari, sociali e d’attualità.

Produrre testi coerenti riguardanti la
sfera personale, familiare e sociale su
argomenti di vita quotidiana, con scelte
lessicali e sintattiche appropriate.
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Lektion 10: Parlare del proprio aspetto fisico e dell'amicizia
8 ore
Lektion 11: Abbigliamento. Parlare dei propri sentimenti
8 ore
Lektion 12: La vita nella DDR. Rapporti con i genitori
8 ore
Gottfried Benn: Kleine Aster (da: Morgue und andere Gedichte,1912).
Lettura e interpretazione della poesia.
4 ore
46
Georg Trakl: Rondell (da: Gedichte). Lettura e interpretazione della
4 ore
poesia.
La resistenza in Germania: Die Weisse Rose. Storia e finalità del
gruppo. Visione del documentario “Sophie Scholl (Zdf, 2013). Lettura
10 ore
di ampi estratti tratti dal 5° volantino.
Dietrich Bonhoeffer: Lettura e analisi del breve saggio “Zivilcourage”
(da: Widerstand und Ergebung, 1947). Video: Die Welt des Dietrich
10 ore
Bonhoeffer (Phoenix,2007).
La globalizzazione: cause,vantaggi e svantaggi. Brevi video tratti da
8 ore
ZdfMediathek.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore: 78
METODOLOGIA DIDATTICA:

Proseguimento del metodo funzionale-comunicativo con uso ampio della L2 in classe

Utilizzo di sussidi multimediali

Lavoro di gruppo e a coppie
STRUMENTI DI LAVORO:

Libri di testo

Fotocopie

Sussidi audiovisivi
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:

Prove strutturate (esercizi a scelta multipla, inserimento, completamento)

Composizione di brevi testi sugli argomenti studiati
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
47
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5 AXE
Relazione finale del docente di: CONVERSAZIONE DI LINGUA TEDESCA
Prof.ssa: Barbara Hein
TESTO ADOTTATO: Mandelli, Montali, Deutsch leicht, vol. 2, casa ed. Zanichelli ;
materiale fornito dall'insegnante
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

B1

partecipare a una breve discussione su temi di vita quotidiana
ABILITA’
CONOSCENZE

Nachkriegsdeutschland

Widerstand während des

riferire al passato fatti in modo semplice
e breve
Nationalsozialismus'
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Bundestagswahlen
ottobre
Redewendungen (Gruppenarbeit und Rollenspiele)
ottobre
Berlin und Nachkriegsdeutschland
Mein Praktikum
Widerstand während des Nationalsozialismus:
Sophie Scholl und die Weiße Rose
Widerstand während des Nationalsozialismus:
Dietrich Bonhoeffer
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
novembre - dicembre
gennaio
febbraio
marzo - maggio
Totale ore 28
METODOLOGIA DIDATTICA:
metodo interattivo, lavoro di gruppo, a coppie, Rollenspiele
48
STRUMENTI DI LAVORO
Internet, mezzi audio-visivi, LIM, fotocopie
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
sondaggi e interventi sul posto
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI: si fa riferimento alla tabella
di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
49
Anno sc. 2013/4
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: STORIA DELL’ARTE
Prof.ssa: Angela Calore
TESTO ADOTTATO:
“Vivere l’arte”, AAVV Dal Neoclassicismo ad oggi, B. Mondatori, vol. 3
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Esposizione articolata con momenti di rielaborazione personale e qualche spunto critico

Saper correlare le conoscenze studiate con altri contesti disciplinari, sapendo operare
collegamenti e confronti, sia in ambito italiano che delle civiltà straniere

Saper condurre analisi delle problematiche artistiche lungo vari assi temporali
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere
artistici,
i
autori
principali
ed
opere
movimenti

all’origine
Dimostrare capacità di lettura formale e
critica delle opere d’arte con esposizioni
dell’arte
coerenti

moderna e contemporanea

Saper correlare l’ambiente artistico ita-

Conoscere un linguaggio specifico ricco

liano con le coeve culture europee
ed appropriato

Saper operare confronti
Conoscere il contesto storico culturale

Dimostrare capacità di giudizio critico,

dei
fenomeni
artistici
analizzati
interesse
responsabile
e
personale,
sapendoli collocare nel tempo e nello
comportamenti attivi di studio, ricerca e
spazio, in una visione europea.
approfondimento autonomi del nostro
patrimonio
artistico;
valorizzazione
e
interesse,
salvaguardia
come
espressione della propria cultura
e
coscienza civile.
50
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
2 ore
Ripasso e conclusione programma.
Neoclassicismo, autori ed opere : J. L. David, A. Canova.
3 ore
Tra neoclassicismo e romanticismo: J.A.D. Ingres.
Cenni all’architettura neoclassica
Romanticismo autori ed opere: F. Goya, T. Gericault, E. Delacroix, F.
Hayez; il paesaggio:J. Constable, W. Turner, C. Friedrich. L'Esotismo
4 ore
Cenni all’architettura romantica, Neo-medievalismo e stile storici.
Realismo: autori , opere e la Scuola di Barbizon
T. Rousseau, C. Corot, J. F. Millet, H. Doumier, G. Courbet.
5 ore
I Macchiaioli: G. Fattori, T, Signorini, G. Abbati, S. Lega.
L’architettura del ferro, il modulo ferro vetro, il piano Haussmann.
Impressionismo autori ed opere: E. Manet, C. Monet, A. Renoir, C.
Pissarro; gli indipendenti: E. Degas, H.de T. Lautrec.
5 ore
Post Impressionismo autori ed opere:
V. Van Gogh, P. Cézanne
Il Simbolismo, Gauguin
Il Puntinismo, Seraut
Il Divisionismo, G. Segantini, G. Previati,
G. Pelizza da Volpedo, A. Morbelli.
Il Giapponismo, alcune stampe: Hokusaii, Hiroshige, Kitogawa.
Le Secessioni: Berlino, Bruxelles; E. Munch, J. Ensor.
I Fauves e Die Brucke: Kirchner
12 ore
svolte
Il Cubismo: Picasso (cenni al periodo blu e rosa)
3 ore
Cenni al Primitivismo
Il Futurismo: Boccioni, Balla.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
3 ore
Totale ore 32
METODOLOGIA DIDATTICA:
Lezioni frontali panoramiche di contestualizzazione, lezioni monografiche di autori e gruppi, analisi
di opere guidate, lezioni stimolo alla lettura dell’opera,
al confronto e ai collegamenti
interdisciplinari; stesura di mappe concettuali per la preparazione all’esame, lezioni di stimolo
all’apprendimento cooperativo, lezioni in aula video con immagini di opere e filmati.
51
Approfondimenti con altri testi, stimolo alla ricerca e al lavoro individuale.
Ripasso e rinforzo attraverso schemi riassuntivi, lezioni di didattica breve.
STRUMENTI DI LAVORO
Libro di testo, monografie, immagini in laboratorio informatico, CD, video.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Elaborati scritti in classe e per casa, simulazione della terza prova, verifiche orali e simulazione di
una prova orale d’esame, approfondimenti e ricerche personali.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
52
Anno sc. 2013/4
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: FILOSOFIA
Prof. Giuseppe Gentile
TESTO ADOTTATO: Vercellese, Bianchi, Filosofia, Avaliardi Editore; S. Italiano, La filosofia, il
diritto, l’economia, Loescher Editore.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE
•
conoscere e utilizzare il lessico specifico e le categorie essenziali della tradizione filosofica;
•
saper interrogare i testi dei filosofi per cogliere i problemi a cui il testo risponde;
saper
confrontare i problemi filosofici con l’orizzonte culturale contemporaneo e la propria
esperienza personale
•
conoscere
CONOSCENZE
il linguaggio specifico
della
•
disciplina;
•
conoscere le tematiche e gli autori trattati;
riconoscere,
ABILITA’
definire
e
comprendere
termini e concetti;
•
saper presentare gli argomenti trattati;
•
comprendere, analizzare e commentare i
testi degli autori;
•
individuare le problematiche intrinseche ai
testi filosofici;
•
riassumere e ricostruire i testi presi in
esame;
•
operare
confronti,
collegamenti
e
formulare un giudizio critico;
53
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Mod 1. La rivoluzione scientifica.
•
Il rinascimento; B. Telesio; N. Copernico;
•
G. Bruno: l’universo; il libero arbitrio;
•
F. Bacone: il metodo; critica degli idoli; tavole della scienza;
induzione;
•
G. Galilei: scoperte astronomiche e fisiche; fede e ragione; il
14 ore
metodo; qualità primarie e secondarie;
Testo: Bacone “ I quattro tipi di idoli” (da: Nuovo organo)
Testi: Galilei: “L’esperimento del gran naviglio” (da: Dialogo); Galilei: “Il
libro dell’universo, esperienza e matematica (da: Il Saggiatore).
Mod 2. Cartesio
•
R. Cartesio : il dubbio metodico, le regole del metodo, il cogito,
le idee, il meccanicismo, dualismo, le passioni.
15 ore
Testo di Cartesio tratto dal Discorso sul metodo, quarta parte.
•
Percorso tematico: l’etica nel pensiero moderno (sintesi del
pensiero di: Hobbes, Spinoza, Smith, Kant)
Mod 3. L’età del positivismo: scienza, economia e società.
•
•
A. Comte: la legge dei tre stadi; le scienze; ordine e progresso.
5ore
La critica a Comte di J. Stuart Mill.
•
Marx: materialismo storico; struttura e sovrastruttura; uomo,
lavoro e alienazione; il Manifesto, il Capitale.
Testi: Marx, “Struttura e sovrastruttura” (da: Per la critica
7 ore
dell’economia); Marx, “L’uomo produttore” (da: L’ideologia tedesca).
Mod 4. Filosofia e totalitarismo.
•
A. Arendt: il male radicale, la banalità del male, la vita activa;
5 ore
Film: M Paolini: Ausmerzen. Vite indegne di essere vissute.
Mod 5. Nietzsche.
•
F. Nietzsche: La nascita della tragedia; La gaia scienza; il
nichilismo; il superuomo; l’eterno ritorno.
5 ore
Testi: Nietzsche “Le tre metamorfosi” (Da: Così parlò Zarathustra);
54
Mod 6 Problemi epistemologici e scienze umane-sociali
(psicoanalisi, sociologia, economia)
•
Freud: gli studi sull’isteria; il metodo; metapsicologia; il disagio della
civiltà;
•
Weber: l’agire sociale; i tipi ideali; l’etica protestante; il
13 ore
disincanto;
Testo: A. Sen “La duplice radice dell’economia” (da: Etica ed economia)
•
K. Popper: il falsificazionismo; la società aperta.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 64
METODOLOGIA DIDATTICA:
Lezione frontale e dialogata; lavoro in coppie; lettura e analisi di testi; schemi concettuali;
STRUMENTI DI LAVORO:
Libri di testo, LIM, slides; fotocopie;
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
orale; scritta con quesiti a domanda aperta.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
55
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: MATEMATICA
Prof.ssa: Pinto Elena
TESTO ADOTTATO:
M. Re Fraschini – G. Grazzi – C. Spezia – Matematica per l’Economia – Tomo G – Ed. Atlas.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Saper usare metodi e procedure nella soluzione di situazioni problematiche, scegliendo in
modo flessibile e personalizzato le strategie di approccio

Saper giustificare le proprie affermazioni

Saper riesaminare criticamente e sistemare logicamente quanto via via appreso

Saper interpretare le conoscenze acquisite come metodo e strumento per analizzare le
situazioni problematiche del contesto in cui si opera

Saper utilizzare il metodo deduttivo e induttivo in vari ambiti
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere il significato di domanda e

domanda, l’offerta e i costi di produzione
offerta

Conoscere il significato di coefficiente di

elasticità

Conoscere il significato dei costi di
Saper risolvere problemi riguardanti la
Saper risolvere disequazioni e sistemi di
disequazioni in due variabili

Saper risolvere problemi di massimi e
produzione (costo medio e costo
minimi liberi e vincolati di una funzione
marginale)
in due variabili utilizzando le derivate

Conoscere il significato di ricavi e profitti
parziali e le linee di livello

Conoscere il concetto di disequazione e


Saper risolvere problemi di Ricerca
sistemi di disequazioni in due variabili
Operativa in condizioni di certezza con
Conoscere la definizione di funzione
effetti immediati e differiti
reale di due o più variabili reali

Conoscere il concetto di linee di livello

Conoscere il significato di massimi e

Saper risolvere problemi sulle scorte e di
Programmazione Lineare
minimi liberi e vincolati di funzioni di due
variabili
56

Sapere gli scopi e i metodi della ricerca
operativa

Sapere di cosa si occupa la
Programmazione Lineare
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
1. Richiami su funzioni reali di una variabile reale, sulle coniche e sulla
9 ore
matematica finanziaria
2. Applicazioni della matematica all’economia:
2.1 Funzione della domanda ed elasticità della domanda
2.2 Funzione dell’offerta
2.3 Prezzo di equilibrio fra domanda e offerta in un mercato di libera
12 ore
concorrenza
2.4 Costi di produzione: costo totale, costo medio o unitario e costo
marginale
2.5 Ricavi e profitti
3. Coordinate cartesiane nello spazio ed equazione del piano nello
4 ore
spazio
4. Funzioni reali di due variabili reali
4.1.1 Disequazioni lineari in due incognite
4.1.2 Sistemi di disequazioni lineari in due incognite
4.2 Definizione di funzione reale di due variabili reali
4.3 Dominio
3.5.1 Definizione
10 ore
3.5.2 Rappresentazione grafica
4.4 Linee di livello
3.6.1 Definizione
3.6.2 Rappresentazione grafica
4.5 Limiti, continuità, teorema di Weierstrass
4.6 Derivate parziali ed equazione del piano tangente
4.7 Derivate del secondo ordine e teorema di Schwartz
5. Massimi e minimi liberi
5.1 Definizione di massimo e minimo relativo
5.2 Ricerca dei massimi e minimi relativi mediante le linee di
8 ore
livello
5.3 Ricerca dei massimi e minimi relativi mediante le derivate
57
6. Massimi e minimi vincolati
6.1 Ricerca dei massimi e minimi vincolati quando l’equazione del
vincolo è lineare rispetto ad una delle variabili (metodo
elementare)
6.2 Ricerca dei massimi e minimi vincolati mediante il metodo dei
16 ore
moltiplicatori di Lagrange
6.3 Cenni ai massimi e minimi assoluti in un insieme chiuso e
limitato
6.4 Ricerca dei massimi e minimi di funzioni lineari con vincoli lineari
7. Ricerca Operativa
7.1 Generalità
7.1.1 Fasi
7.1.2 Classificazione dei problemi di scelta
7.2 Problemi di scelta in condizioni di certezza con effetti immediati
7.2.1 Problemi di scelta nel caso continuo
7.2.2 Problemi di scelta nel caso discreto (analisi marginale)
28 ore
7.2.3 Problemi di scelta nel caso discreto, risolti come
approssimazione del caso continuo
7.2.4 Problemi di scelta fra più alternative
7.2.5 Il problema delle scorte
7.3 Problemi di scelta in condizioni di certezza con effetti differiti
7.3.1 Criterio dell’attualizzazione (r.e.a)
7.3.2 Criterio del tasso di rendimento interno
8. La programmazione lineare
8.1 Problemi di P.L. in due variabili: metodo grafico
8 ore
8.2 Problemi di P. L. in tre variabili riconducibili a due
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 95
METODOLOGIA DIDATTICA:
L’approccio didattico prevalentemente seguito è stato quello della lezione frontale, avendo cura di
introdurre i concetti e gli aspetti esemplificativi ed applicativi orientandoli secondo gli obiettivi
preminenti dello specifico indirizzo di studi. Si è spesso condotto l’insegnamento per problemi in
modo da portare l’allievo a scoprire le relazioni matematiche che sottostanno a ciascun problema.
Si è fatto ricorso ad esercizi di tipo applicativo sia per consolidare le nozioni apprese sia per far
acquisire una sicura padronanza del calcolo. Laddove ritenuto opportuno, è stata stimolata la
discussione sulle strategie di risoluzione di problemi al fine di abituare gli alunni ad un’esposizione
corretta e al confronto tra diversi metodi di soluzione, anche errati, per sottolineare le diverse e
personali strategie di approccio alla realtà.
58
STRUMENTI DI LAVORO:
Lo strumento di lavoro utilizzato è sostanzialmente il libro di testo in adozione nella classe,
corredato, dove è necessario, da appunti forniti dal docente.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Per la verifica sommativa scritta si sono utilizzate prove comprendenti domande, esercizi e
problemi.
Per la verifica sommativa orale si è utilizzata prevalentemente l’interrogazione in cui sono stati fatti
impostare e/o svolgere esercizi e chiesti definizioni, proprietà, enunciati di teoremi e collegamenti
per valutare il raggiungimento degli obiettivi di conoscenze, competenze e capacità sopra indicati.
Hanno costituito elemento di valutazione anche gli interventi durante le lezioni e la puntualità
nell’applicazione domestica.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
59
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^AXE
Relazione finale del docente di: GEOGRAFIA ECONOMICA
Prof. Fabio Milani
TESTO ADOTTATO:
Do.Ge., Geografia del mondo globalizzato, Milano, Markes, 2007
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Saper individuare i punti fondamentali dei temi proposti ed esporli in modo autonomo,
impiegando un lessico specifico della disciplina, dimostrando, inoltre, capacità di
rielaborazione personale e collegamento con altre discipline.

Comprendere ed analizzare le situazioni di equilibrio-squilibrio nei paesi del Nord della
Terra dal punto di vista risorse/sviluppo facendo opportuni collegamenti con la condizione
che riguarda i paesi del Sud della Terra.

Saper interpretare tabelle e schede statistiche in modo tale che queste siano un utile
strumento d’interpretazione dei paesi e dei fenomeni geo-economico-politici studiati.
ABILITA’
CONOSCENZE

Il
fenomeno
della
globalizzazione

economica nel suo complesso.

repertori geografico-economici.
La questione energetica: le risorse
rinnovabili
e
non
rinnovabili;

loro
Le
dinamiche
spaziali.
demografiche
globali;

distribuzione della popolazione.

L’evoluzione
economica
geografiche
storico-politica
delle
Usare schemi concettuali per analizzare
ed interpretare strutture e processi
disponibilità e impiego.

Consultare in modo autonomo atlanti e
grandi
Confrontare gli aspetti geo-economici di
alcuni più significativi Paesi, facendo
ed
opportuni
aree
discipline

collegamenti
con
altre
Acquisire consapevolezza ed autonomia
di giudizio critico riguardo ai temi emersi.

Utilizzare
un
linguaggio
tecnico
e
formalizzato in grado di descrivere
correttamente i fenomeni geografici.
60
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
La Globalizzazione: definizione, concetti fondamentali dinamiche ed
articolazioni. Fattori della globalizzazione ed occidentalizzazione. Lo
sviluppo
sostenibile.
Finanziarizzazione
Organizzazioni
dell’economia.
Le
economiche
società
internazionali.
multinazionali
e
transnazionali. Le imprese globali; verso una nuova divisione
internazionale del lavoro; acquisizioni e fusioni. Gli effetti socioeconomici
della
globalizzazione.
Ricchezza
e
8 ore
disuguaglianze.
L'erosione della protezione sociale e del welfare state. Considerazioni,
valutazioni e confronti nell'era della Globalizzazione. Le conseguenze
sul piano sociale.
Le reti della distribuzione e la loro importanza strategica nell’era della
globalizzazione. Le società dell’informazione. Le telecomunicazioni e il
territorio. Le reti e i trasporti. I condotti: acquedotti, oleodotti,
metanodotti, elettrodotti, etc. Il trasporto marittimo ed aereo. Scelta del
5 ore
mezzo di trasporto. Confronto tra le caratteristiche tecniche e
funzionali delle vie di comunicazione. Il trasporto persone.
I flussi di merci e persone. Dal GATT al WTO. Casi di applicazione
delle norme del WTO. Diversità di posizione. Le associazioni
economiche regionali. La composizione merceologica scambi. La
5 ore
geografia degli scambi. Il commercio all'ingrosso e al dettaglio. L'ecommerce.
I flussi finanziari. Il potere finanziario. Gli organismi finanziari int.li: la
Banca Mondiale, l'FMI. Il potere finanziario: distretti finanziari e
monete int.li. I paradisi fiscali. Il ruolo strategico del capitale
finanziario. Il ruolo delle NU. I suoi organismi e i suoi interventi nelle
6 ore
crisi int.li. Il G7 e il G8. I limiti degli organismi internazionali.
Programmi per uno sviluppo equilibrato.
Concetto di risorse, riserve e stock. Risorse rinnovabili e non
rinnovabili: classificazione. Altri tipi di risorse. Le risorse del suolo;
suolo naturale e suolo agricolo. Le ricchezze del sottosuolo. Il caso del
coltan. La risorsa acqua. L'emergenza idrica. L'aria e l'effetto serra.
Risorse e sviluppo. Il concetto di esauribilità. Risorse e sviluppo.
9 ore
Risorse e conflitti. Dalle materie prime ai nuovi materiali. Le plastiche
e le ceramiche. Le fonti energetiche non rinnovabili: carbone, petrolio,
gas naturale e shale gas. Vantaggi, svantaggi, aree di produzione e di
consumo. L'Uranio e i problemi connessi al suo impiego come fonte
61
energetica. L'energia solare, eolica, geotermica, da biomassa, di
marea. Le scelte energetiche.
La popolazione mondiale. Problemi di demografia globale. Densità e
distribuzione della popolazione mondiale. I fattori del popolamento. La
crescita della popolazione mondiale. Fecondità, benessere e modelli
culturali.
La
mortalità
e
la
mortalità
infantile.
L'incremento
demografico. La crescita demografica rallenta. La speranza di vita. Dal
7 ore
regime demografico primitivo a quello maturo. La transizione
demografico. Crescita demografica e risorse. Il nostro pianeta è
sovrappopolato? I movimenti migratori, La mobilità territoriale. Le
cause del migrare. La mobilità territoriale nel mondo globale.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 41
METODOLOGIA DIDATTICA:
Si è privilegiata una metodologia didattica così articolata:

lezione frontale, gruppi di lavoro, processi individualizzati, attività di recupero e
integrazione, ecc.
STRUMENTI DI LAVORO
Si è fatto ricorso all'uso integrato di proiezioni in PPT, pubblicazioni e riviste a corredo dei principali
argomenti trattati.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Verifiche orali
Verifiche scritte strutturate e semistrutturate
Simulazione di Terza Prova
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
62
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: DIRITTO
Prof.ssa: Rosalia Toller
TESTO ADOTTATO: L.Bobbio, E.Gliozzi, L.Lenti, Diritto pubblico, ed. Scuola & Azienda
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE
Comprendere, analizzare e valutare l’applicazione delle norme, dimostrando di saper applicare le
norme astratte ai casi concreti attraverso l’ analisi del caso e l’individuazione delle norme.
Capacità di cogliere le fondamentali relazioni tra l'ordinamento interno e internazionale
Capacità di lettura dei processi di trasformazione dello stato e delle istituzioni nazionali e
sovranazionali
ABILITA’
CONOSCENZE
Conoscere le forme di Stato e di governo
Conoscere
le
norme
Saper
fondamentali
della
Costituzione Repubblicana
Conoscere
il
interpretare
degli
organi
testo
normativo
dimostrando di essere in grado di assumere i
procedimenti
funzionamento
un
logici
caratteristici
del
procedimento giuridico.
costituzionali dello Stato italiano e i principali
Essere coscienti e consapevoli dei propri diritti
aspetti degli enti pubblici territoriali
costituzionali
Conoscere
il
ruolo
delle
principali
Utilizzare
un
linguaggio
organizzazioni internazionali (O.N.U. ed Unione
sufficientemente corretto e adeguato
Europea)
Saper costruire mappe concettuali
giuridico
Saper inquadrare storicamente la Costituzione
cogliendone il profilo ideale
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Stato e Costituzione
Lo Stato e i suoi elementi costitutivi
Lo Stato moderno; il popolo e la cittadinanza; il territorio; la sovranità e
l’apparato statale; le forme di stato e le loro caratteristiche in base al
10 ore
rapporto fra popolo e sovranità e al rapporto fra territorio e sovranità
I rapporti fra gli organi sovrani: le forme di governo ( sistemi
parlamentare, presidenziale e semipresidenziale)
63
L’ordinamento internazionale e l’Unione Europea
Caratteri dell’Ordinamento internazionale
Fonti del diritto internazionale
La Costituzione italiana e l’ordinamento internazionale
L’ONU: struttura e funzioni
L’Unione Europea
10 ore
L’evoluzione storica: dalle Comunità Europee all’Unione Europea
L’Unione monetaria e la politica economica
Struttura e funzioni dell’Unione Europea
Le fonti del diritto dell’U.E
L’evoluzione costituzionale dello Stato italiano
Il periodo liberale; il periodo fascista; il compromesso costituzionale e
lo stato democratico; la prima Repubblica e le tappe di attuazione
della Costituzione; la seconda Repubblica e la sua crisi; le riforme
istituzionali nel dibattito e nella prassi
Caratteri della Costituzione italiana
20 ore
Diritti e doveri dei cittadini
La Costituzione Italiana e i suoi Principi Fondamentali
I diritti civili; i diritti sociali; i diritti economici; i diritti politici; i doveri dei
cittadini
Democrazia diretta e democrazia rappresentativa
Gli istituti della democrazia diretta: il referendum
La democrazia rappresentativa e il ruolo dei partiti
I partiti e i sistemi di partiti
Il sistema elettorale e il Il Parlamento in Italia
9 ore
struttura ; il bicameralismo;lo status di parlamentare; le funzioni del
Parlamento; l’iter legislativo ordinario e costituzionale; la funzione di
controllo del Parlamento; il Parlamento in seduta comune
Il Governo e la Pubblica Amministrazione
Il ruolo del Governo; la struttura del Governo ;il procedimento di
formazione del Governo;
le funzioni del Governo; gli atti normativi del Governo;
10 ore
La Pubblica Amministrazione in generale : principi guida della
funzione amministrativa, articolazione della P.A.;
Il Presidente della Repubblica
Il ruolo del Capo dello Stato nel sistema costituzionale; le prerogative
del Capo dello Stato; gli atti del Capo dello stato : atti formalmente
7 ore
presidenziali ed atti sostanzialmente presidenziali; la messa in stato
64
d’accusa del Capo dello stato per i reati di alto tradimento e attentato
alla Costituzione.
La Corte Costituzionale
La composizione della Corte Costituzionale
Le prerogative dei giudici costituzionali
Le funzioni della Corte Costituzionale: il giudizio di costituzionalità in
6 ore
via diretta e in via incidentale; il giudizio sui conflitti di attribuzione fra
poteri dello stato ; il giudizio sui reati del Capo dello stato; il giudizio di
ammissibilità del referendum abrogativo.
La Magistratura
La funzione giurisdizionale e i relativi principi generali
Magistratura ordinaria e magistrature speciali
L’indipendenza della magistratura ordinaria e il Consiglio Superiore
della Magistratura
8 ore
L’indipendenza dei singoli giudici
L’organizzazione della magistratura ordinaria e il ruolo della Corte di
Cassazione e Problemi della giustizia
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 80
METODOLOGIA DIDATTICA:
L’approccio didattico si è basato sulla lezione frontale e sullo studio dei casi, ricercando e
applicando le norme e talora consultando la giurisprudenza costituzionale. Nel corso delle lezioni
sono stati analizzati materiali provenienti dalla dottrina, sui quali si è svolto un lavoro di analisi,
sintesi e commento critico.
STRUMENTI DI LAVORO
Libro di testo, materiale tratto da riviste, pubblicistica specializzata, quotidiani, siti internet,
materiale audiovisivo.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Prove scritte a domanda aperta, prove semi-strutturate, colloqui orali, relazioni su argomenti del
programma.
.Si è tenuto inoltre conto degli interventi degli alunni, dell’interesse e della
partecipazione dimostrata in classe, della capacità di cooperazione nel lavoro di gruppo e dei
progressi individuali
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
65
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^AX
Relazione finale del docente di: SCIENZA DELLE FINANZE
Prof.ssa: Rosalia Toller
TESTO ADOTTATO:
Balestrino, De Rosa, Gallo, Pierro, Scienza delle finanze e diritto tributario, ed. Simone per la
scuola
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Capacità di comprendere e di rielaborare gli obiettivi della politica fiscale e monetaria

Saper analizzare gli effetti economici della spesa pubblica

Saper individuare le principali politiche di bilancio per il raggiungimento degli obiettivi di
politica economica
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere
i
principi
regolatori

dell’attività finanziaria dello Stato e i
modi in cui l’operatore pubblico acquista



Saper esprimere i concetti con una
terminologia appropriata, servendosi in
svolgimento dei propri compiti.
modo corretto del linguaggio grafico e/o
Conoscere
le
funzioni
del
bilancio
matematico basilare

Saper selezionare in modo adeguato le
Conoscere le diverse entrate pubbliche
informazioni tratte da letture di quotidiani
e loro evoluzione storica
e pubblicistica in materia
Conoscere la struttura del sistema
tributario

statale e locale
e utilizza risorse necessarie per lo
pubblico e delle leggi collegate

Saper analizzare i rapporti tra finanza
italiano
e
i
principi

Saper evidenziare le relazioni logiche e
le interrelazioni tra fenomeni economici,
costituzionali su cui si basa
finanziari, politici e sociali utilizzando le
Conoscere i caratteri fondamentali del
conoscenze acquisite durante gli anni
sistema tributario italiano
scolastici
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
La finanza pubblica
Durata
6 ore
66
Definizione, caratteristiche ed obiettivi
Teorie sulla finanza pubblica
Tipi di finanza pubblica: dalla finanza neutrale alla finanza funzionale
Le spese pubbliche
La classificazione delle spese pubbliche; effetti economici della spesa
pubblica; il moltiplicatore della spesa pubblica; l’aumento tendenziale
della spesa pubblica e le sue cause; cenni sull’analisi costi benefici
della spesa pubblica .
8 ore
La finanza delle sicurezza sociale
Generalità; il sistema del welfare e la sicurezza sociale; effetti
economici della sicurezza sociale; l’assistenza sociale; la previdenza
sociale e le relative misure; il sistema pensionistico attuale
Le entrate pubbliche
Entrate originarie ed entrate derivate: i prezzi (pubblici, politici,
privati)le tasse, le imposte e i contributi.
I beni pubblici
Classificazione dei beni pubblici : beni del demanio e beni del
patrimonio, l’alienazione dei beni pubblici
Le imprese pubbliche
I tipi di impresa pubblica; le ragioni della creazione di imprese
15 ore
pubbliche; la
privatizzazione delle imprese pubbliche: cause ed effetti
Le imposte
Generalità; imposte generali e imposte speciali; imposte personali ed
imposte reali; imposte proporzionali, regressive e progressive; tipi di
progressività
La finanza straordinaria
L’imposta straordinaria
Il debito pubblico; classificazione del debito pubblico;
5 ore
problemi legati all’eccessivo indebitamento pubblico;
problemi relativi alla scelta tra imposta straordinaria e debito pubblico
Il bilancio dello stato
Il bilancio dello stato in generale
Le funzioni del bilancio ; i principi del bilancio; le teorie sul bilancio; le
politiche di bilancio
14 ore
Il bilancio dello stato in Italia
Introduzione; la riforma del bilancio ; le fasi della politica di bilancio:
programmazione, gestione e rendicontazione e i relativi documenti e
67
provvedimenti ( Documento di Economia e finanza ; legge di stabilità;
bilancio annuale di previsione e sua struttura; bilancio di
assestamento; rendiconto generale dello Stato
Gli effetti economici delle imposte
Principi giuridici ed amministrativi delle imposte
Effetti microeconomici delle imposte : evasione, erosione, elusione,
elisione, traslazione, ammortamento, diffusione.
3 ore
L’ordinamento tributario italiano
Evoluzione storica; La riforma tributaria degli anni ’70; le tendenze
attuali
Le fonti del diritto tributario in generale,; l’anagrafe tributaria.
Le imposte sul reddito
14 ore
L’imposta sul reddito delle persone fisiche:
elementi dell’imposta; tipi di reddito assoggettabili ad IRPEF; il
meccanismo di determinazione della base imponibile e dell’imposta.
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 65
METODOLOGIA DIDATTICA:
L’approccio didattico si è basato su
-
lezione frontale
-
Laboratorio: lettura, analisi e interpretazione di documenti di varia fonte, proposti dal
docente o dagli stessi alunni, per la sintesi e una rielaborazione dei concetti e per
individuare indicazioni operative
STRUMENTI DI LAVORO:
libro di testo, materiale tratto da riviste, saggi, pubblicistica specializzata, quotidiani, siti internet,
materiale audiovisivo,
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Prove scritte a domanda aperta, prove semi-strutturate, colloqui orali, relazioni su argomenti del
programma
Si è tenuto inoltre conto degli interventi degli alunni, dell’interesse e della partecipazione
dimostrata in classe, della capacità di cooperazione nel lavoro di gruppo e dei progressi individuali
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
68
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: DIRITTO ED ECONOMIA AZIENDALE
Prof.ssa: MARIA CRISTINA PINTON
TESTO ADOTTATO:
AA.VV. a cura di Paolo della Valentina
Percorsi di Diritto ed Economia per l’azienda
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Comporre e interpretare i principali indici relativi all'analisi di bilancio per la concessione
del fido.

Compilare e interpretare i documenti relativi ai depositi a risparmio libero per operazioni di
versamento e di prelievo e relativo calcolo di competenze

Interpretare e compilare prospetti di conti correnti bancari sia attivi che passivi con
movimentazioni originate da varie tipologie di operazioni e relativo calcolo di competenze

Calcolo delle competenze delle più importanti operazioni di impiego fondi in particolare le
varie tipologie di smobilizzo di crediti

Calcolo dei valori nelle compravendite di strumenti finanziari (titoli di debito)

Interpretare e redigere alcune tipologie di voucher

Calcolo di preventivi per casi di organizzazione diretta di viaggi
ABILITA’
CONOSCENZE
 Analisi di bilancio e procedura per la

finanziaria di una azienda che necessita
concessione del fido bancario
 Aspetti storici e normativi del sistema
bancario italiano; esercizio dell’attività
di finanziamento bancario

Illustrare l’evoluzione e le caratteristiche
del sistema bancario italiano
bancaria
 Aspetti giuridici e fiscale delle operazioni
Comprendere la situazione economica e

Comprendere le trasformazioni in atto
bancarie; operazioni di raccolta e di
nell’organizzazione , nelle operazioni e
impiego
nelle strategie di marketing delle banche
 Aspetti delle operazioni bancarie relative

normativa bancaria sulla trasparenza e
agli investimenti finanziari
tutela del cliente
 Aspetti macroeconomici dell’attività
turistica e legislazione specifica; aspetti
Individuare gli aspetti principali della

Illustrare le caratteristiche essenziali
69
operativi delle agenzie turistiche e delle
della domanda e dell’offerta turistica e
strutture ricettive
delle imprese operanti in tale settore
 Aziende di trasporto . aspetti
macroeconomici: cenni
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Ripasso
assestamenti,
chiusure
di
Durata
bilancio,
bilancio
(stato
34 ore
patrimoniale e Conto economico) Analisi di bilancio finanziaria,
patrimoniale ed economica
Aspetti storici e normativi del sistema bancario italiano; esercizio
dell’attività bancaria
10 ore
Aspetti giuridici e tecnici delle operazioni bancarie di raccolta fondi: i
depositi a risparmio libero e i conti correnti di corrispondenza passivi.
25 ore
Il calcolo delle competenze
Aspetti giuridici e tecnici delle operazioni bancarie di impiego fondi:
10 ore
Le aperture di credito in c/c .e lo smobilizzo di crediti
28 ore
Operazioni bancarie relative ad investimenti finanziari
10 ore
Aspetti macroeconomici dell’attività turistica e legislazione specifica;
l’impresa turistica
Aspetti operativi delle agenzie turistiche e delle strutture ricettive
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
9 ore
18 ore
Totale ore 144
METODOLOGIA DIDATTICA:
Lezione frontale, esercitazioni in classe con coinvolgimento degli studenti, esercitazioni assegnate
per casa e precise correzioni in classe delle stesse
STRUMENTI DI LAVORO:
Libro di testo e utilizzo della Lim per i supporti on line di libri di testo, slides o altro materiale fornito
dall’insegnante, giornali specializzati (Sole 24 ore)
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Prove scritte (strutturate e non strutturate) Interrogazioni orali
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
iFrma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
70
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: ECONOMIA AZIENDALE
Prof.: CIACCO ROCCO
TESTO ADOTTATO:
ENTRIAMO IN AZIENDA OGGI 3 – AUTORI: ASTOLFI – RASCIONI & RICCI – EDITRICE
TRAMONTANA
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE
 Individuare le analogie e le differenze tra le varie forme giuridiche;
 Individuare le operazioni relative alle diverse tipologie di imprese societarie
 Redigere le scritture contabili relative alle operazioni di gestione delle aziende industriali
 Classificare i costi per aree funzionali
 Redigere i budget sezionali ed analizzarne gli scostamenti
 Leggere, redigere ed analizzare il bilancio di esercizio con indici e flussi
 Conoscenza delle principali imposte delle società
 Usare un linguaggio giuridico economico corretto
ABILITA’
CONOSCENZE
 Società: tipologia ed aspetti della gestione;
 Società di capitali: costituzione, gestione e
rilevazione dei risultati d'esercizio;
 Gestione aziende industriali: contabilità
analitico-gestionale, contabilità generale,
programmazione e controllo
 Bilancio d’esercizio secondo l’art 2423 cc e
seguenti
 Revisione del bilancio
 Rielaborazione bilancio, analisi per indici e
flussi
 Rielaborare concetti e nozioni studiate ed
effettuare opportuni collegamenti anche con
le altre discipline tecniche presenti nel piano
di studio
 Individuare le forme giuridiche idonee alle
attività esercitate;
 Individuare le analogie e le differenze tra le
varie forme giuridiche
 Saper formulare quesiti pertinenti e
sintetizzare le conoscenze acquisite
esponendole in modo logico
 Saper individuare gli elementi essenziali e
concetti chiave di ogni argomento.
71
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Durata
Società: aspetti generali.
8 ore
Società di capitali: costituzione, conferimenti, costi d’impianto,
37 ore
determinazione dell’utile in presenza di azioni ordinarie interamente
liberate, pagamento dei dividendi, copertura di perdite, variazione di
capitale, prestiti obbligazionari ordinari e convertibili.
Bilancio di esercizio civilistico
15 ore
Le imprese industriali: caratteristiche, gestione e redazione bilancio
25 ore
d’esercizio
Revisione del bilancio;
5 ore
Rielaborazione del Bilancio, analisi per indici e per flussi;
30 ore
Gestione delle aziende industriali: contabilità analitico – gestionale,
55 ore
programmazione e controllo
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 175
METODOLOGIA DIDATTICA:

Lezione frontale

Problem solving

Lavoro di gruppo

Esercitazioni singole
STRUMENTI DI LAVORO

Libri di testo – esercitazioni programmate – LIM ove utilizzabile.
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:

prove scritte e simulazioni

prove orali programmate

esercitazioni di gruppo.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI: si fa riferimento alla tabella
di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
72
Anno sc. 2013/14
Corso Diurno
Classe 5^ AXE
Relazione finale del docente di: EDUCAZIONE FISICA
Prof.ssa: Seren Francesca
TESTO ADOTTATO:
In perfetto equilibrio. Del Nista, Parker,Tasselli. Ed. D’Anna.
In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in termini di:
COMPETENZE

Saper condurre in forma semplice un riscaldamento e conoscere le metodiche di
allenamento

Conoscere gli aspetti tecnici più rilevanti caratterizzanti le discipline proposte

Applicare in forma elementare nei giochi e negli sport quanto appreso relazionandosi e
interagendo coi compagni

Utilizzare le conoscenze acquisite per lo sviluppo di una corretta educazione alla salute
ABILITA’
CONOSCENZE

Conoscere il linguaggio specifico della

materia nei suoi elementi essenziali


Saper respirare, deambulare e correre
correttamente

Saper lanciare
Conoscere gli sport di base ed i relativi

Saper saltare
gesti tecnici, la tattica ed i regolamenti

Saper prendere

Saper tirare

Saper riprodurre le gestualità dei vari
Conoscere e riconoscere le capacità
coordinative e condizionali nonché le
funzionalità del corpo umano
sport e delle discipline proposte

Saper eseguire correttamente schemi di
gioco
PROGRAMMA SVOLTO
Moduli didattici
Potenziamento fisiologico con miglioramento della resistenza, della
velocità,della potenza, della mobilità,della destrezza
Rielaborazione degli schemi motori di base attraverso esercizi sia con
piccoli attrezzi che ai grandi attrezzi (panca, spalliera, parallele)
Durata
6 ore
10 ore
73
Fondamentali e gioco di pallavolo
10 ore
Fondamentali e gioco di badminton
4 ore
Fondamentali e gioco di hockey
4 ore
Fondamentali e gioco di pallamano
4 ore
Acrogym a gruppi di 6/7 persone
6 ore
Primo soccorso
6 ore
Ore effettivamente svolte nell'intero anno scolastico
Totale ore 58
METODOLOGIA DIDATTICA:
lezione frontale
lavoro in gruppo
TIPOLOGIA DELLE PROVE DI VERIFICA:
Test
Osservazione di un gesto tecnico
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DISCIPLINARI:
si fa riferimento alla tabella di valutazione adottata dall’istituto, di cui al punto 16 del documento.
Firma del Docente
Firma dei rappresentanti di classe
74
12. Attività curriculari ed extracurriculari

Alcune alunne hanno sostenuto l'esame per il conseguimento della certificazione linguistica
DELE livello B2;

Uscita al cinema MPX, nell’ambito della manifestazione Fiera delle Parole, per la visione
del documentario ”Africa nera e marmo bianco” sul colonialismo in Congo e la vicenda di
Pietro Brazzà

(10 ottobre 2013)

Rappresentazione teatrale in lingua inglese “The picture of Dorian Gray”

(16 novembre 2013 )

Lezione in Aula Magna d’Istituto sulla Repubblica di Weimar a cura del Prof. Muller del
Goethe Institute

(20 novembre2013 )

Rappresentazione teatrale in lingua spagnola “Don Chisciotte”

(5 dicembre2013)

“La guerra del 1915-1918, il revisionismo fascista e la storiografia contemporanea”, incontro
con il Prof. Isnenghi presso la Casa del Fanciullo

(18 dicembre 2013)

Viaggio di istruzione a Barcellona

(4-8 febbraio 2014)

Rappresentazione teatrale in lingua inglese al Pio X “The picture of Dorian Gray”

(19 febbraio 2014) Componente Brocca

Visita alla mostra Palazzo della Ragione: “ Renzo Piano, Building Workshop”.

(2 aprile 2014)

Visita in filiale della Cassa di Risparmio del Veneto e incontro con funzionari su nuovi
strumenti di pagamento e analisi di bilancio per concessione di fido

( 8 aprile 2014)

Visita alla mostra a palazzo Roverella, Rovigo: “L’ossessione nordica”

(11 aprile 2014)

Attività di Primo Soccorso tre incontri

( 28 marzo-2 maggio 2014)

Visita in filiale della Cassa di Risparmio del Veneto e incontro con funzionari su nuovi
strumenti di pagamento e analisi di bilancio per concessione di fido

( 8 aprile 2014)
75
13. Attività scuola – lavoro
Considerate le caratteristiche specifiche dell’istruzione tecnica, gli alunni hanno partecipato sia nel
settore privato che in quello pubblico, ad attività di stage al fine di far emergere attitudini e capacità
che, a partire da conoscenze e competenze specifiche, possano poi dispiegarsi in ambito
lavorativo.
14. Attività di recupero organizzate dall’Istituto
 Corsi di recupero estivi
 Recupero in itinere
 Sportelli disciplinari
 Corsi di recupero di fine 1^ periodo
 Corsi di approfondimento per alunni stranieri
 Corsi per il metodo di studio
15. Esperienze riconosciute dall’Istituto come crediti formativi

Attività sportiva che comporta un impegno di non meno
Società sportiva
di 3 allenamenti settimanali

Attività artistica – culturale che comporta un impegno di
non meno di 6 settimanali

Attività di volontariato – solidarietà –cooperazione con
Enti , Associazioni,
Istituzioni
Enti e Associazioni
un impegno di non meno di 4 ore settimanali

Attività lavorative attinenti al corso di studi

Certificazioni linguistiche e informatiche e altri titoli
Enti - Aziende
Istituzioni
conseguiti al termine di corsi di studio di livello pari o
superiore
76
16. Tabella di valutazione concordata dall’Istituto
VOTI
da 1 a 3
(totalmente
insufficiente)
4
(gravemente
insufficiente)
5
(insufficiente)
6
(sufficiente)
Conoscenze
Nessuna conoscenza o
Poche/pochissime
conoscenze
da 9 a 10
(ottimo/eccellente)
Non riesce ad applicare le
sue conoscenze e commette
gravi errori
Capacità
Non è capace di effettuare
alcuna analisi e a sintetizzare le
conoscenze acquisite. Non è
capace di autonomia di giudizio
e di valutazione
Frammentarie,
Riesce ad applicare le
disorganiche estremamente conoscenze in compiti
superficiali
semplici, ma commette gravi
errori nell’esecuzione
Scarsa capacità d’analisi e di
sintesi.
Formula giudizi estremamente
generici.
Superficiali e/o non del tutto Commette errori
complete
nell’esecuzione
di compiti semplici
Effettua analisi e sintesi ma non
complete ed approfondite.
Guidato e sollecitato sintetizza
le conoscenze ma solo in
maniera mnemonica
Complete rispetto agli
obiettivi minimi stabiliti
Applica le conoscenze
acquisite ed esegue compiti
semplici senza commettere
errori gravi
Effettua analisi e sintesi
complete, ma non approfondite.
Sollecitato riesce ad effettuare
considerazioni pertinenti
Complete ed approfondite
Esegue compiti complessi e
sa applicare i contenuti e le
procedure, ma commette
qualche errore non grave
Se indirizzato effettua analisi e
sintesi complete ed
approfondite. Valuta
autonomamente anche se con
qualche incertezza
Complete, approfondite e
collegate tra loro.
Esegue compiti complessi e
sa applicare i contenuti e le
procedure, sa
contestualizzare
le conoscenze.
Effettua analisi e sintesi
complete ed approfondite.
Effettua valutazioni articolate e
approfondite
Complete, approfondite,
collegate tra loro e
interdisciplinari
Esegue compiti complessi,
applica le conoscenze e le
procedure in nuovi contesti e
non commette errori.
Contestualizza le conoscenze
e le sa organizzare
in un’ottica pluridisciplinare
Coglie gli elementi di un
insieme, stabilisce relazioni,
organizza autonomamente le
conoscenze e le procedure
acquisite.
Effettua valutazioni autonome e
approfondite
7
(discreto)
8
(buono)
Competenze
77
17. Griglie utilizzate dall’istituto per le prove d’esame
Griglia di valutazione 1^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE – SAGGIO BREVE
Candidato
Classe
Indicatori
1
2
3
Gravemente.
Insuff.
Insuff.
Suff
Disc
Inadeguata
Appressi
mativa
Superfi
ciale
Abbasta
nza
sicura
Sicura e puntuale
1
1,5
2
2,5
3
Scarso Scarso e
ed
superfielementa ciale
re
Essenziale
Comprensione e
confronto dati
Contenuto
(produzione e
rielaborazione
informazioni)
Organizzazione e
coerenza del testo
(equilibrio delle
parti, rispetto
struttura e spazi)
1
4
1,5
Buono
1,5
Del tutto
Con
inadeguatimpropriet
a, con à lessicali
gravi ed errori
scorrettez morfosint
ze
attici e/o
ortografici
2
3
1
1,5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
2
Lessico
generico,
forma
piuttosto
incerta
Ottimo
punteggio
assegnato
Adeguato Adeguat Ampio e Originale,
o con articolato approfondito
punteggio
qualche
ed
assegnato
approfon
esauriente
dimento
3,5
4
Elaborato
Con
Con qualche Elaborato Elaborat Elaborat
disorgani incongru incertezza globalmen o nel
o
co ed
enze
strutturale ed
te
comples consequ
incoerent gravi
argomenta
coerente so ben enziale e
e
tiva
con la
struttu convince
tipologia
rato
nte nella
testuale e
paragraf
sufficiente
a-zione
mente
scorrevole
1
Qualità formale
(correttezza
lessicale,
morfosintattica e
ortografica)
a.s. 2013/2014
2,5
3
3,5
Globalme
Adeguata alla
nte
tipologia testuale,
adeguato fluida e corretta
con
qualche
imprecisio
ne
2
2,5
3
4,5
Argomentazi
one
penetrante e
dall’architettu
ra originale
punteggio
assegnato
4
Forma
corretta,
elegante,
originale
nello stiile
punteggio
assegnato
3,5
/15
PUNTEGGIO ASSEGNATO
/15
Il Presidente della commissione
78
Griglia di valutazione 1^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE – ANALISI DI UN TESTO
Candidato
Classe
Indicatori
1
2
Comprensione
globale, capacità di
sintesi e/o di
parafrasi
Analisi strutturale e
stilistica
Del tutto Grav.
insuff.. insuff
Contestualizzazione
0,5
4
1
2
Disc
Buono
Articolata e
completa
2,5
Ottimo
Approfondi
punteggio
ta ed
esauriente assegnato
3
3,5
Estrem. lacunosa Superciale Povera, Essenzia Ricca e Approfondi
Lacunosa
e/ parziale
ma nel
le ma
con
ta ed
e/o
con
compless efficace spunti esauriente punteggio
scorrette
inesatezze
o
personali con taglio assegnato
accettabil
critico
e
originale
1
2
2,5
3
3,5
4
Gravem. Lacunos Imprecisa e Essenzial Adeguat
Nel
Completa,
Lacunosa
ae
superficiale e, con
a
comples articolata e
punteggio
e scorretta scorretta
qualche
so
approfondit assegnato
imprecisio
esaurien
a
ne
te
1
Organizzazione del
discorso e
correttezza formale
Suff
Gravemen Con
Superficiale Essenzial
te
lacune e/o parziale
e con
incomplet diffuse
con
qualche
ae
e/o
inesattezze inesattezz
confusa incoeren
a
ze
0,5
3
Insuff.
2013/2014
1,5
2
2,5
Incoerente Con
Incerta
Globalme
, disorga
gravi
nella
nte
nica scorrettez struttura, coerente e
ze
con errori
coesa,
sostanzial
mente
corretta
0,5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
1
2
2,5
3
3,5
4
Coeso e
coerente
, corretto
e fluido
nella
forma
Argomentazione
ricca e ben
strutturata, forma
fluida ed elegante
3
3,5
punteggio
assegnato
/15
PUNTEGGIO ASSEGNATO
/15
Il Presidente della commissione
79
Griglia di valutazione 1^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE – ARTICOLO DI GIORNALE
Candidato
Classe
Indicatori
Gravemente. Insuff.
Inadeguata
1
Contenuto
(produzione e
rielaborazione
informazioni)
Coerenza testuale e
stilistica (rispetto
delle regole
3
giornalistiche,
attualizzazione,
efficacia
dell’argomentazione)
4
Suff
Disc
Buono
Approssima Superficial Abbastan
tiva
e
za sicura
Ottimo
Sicura e puntuale
punteggio
assegnato
Comprensione e
confronto dati
1
2
Insuff.
a.s. 2013/2014
Qualità formale
(correttezza
lessicale,
morfosintattica e
ortografica)
1,5
2
2,5
3
Scarso ed Scarso e Essenziale Adeguato Adeguato Ampio e Originale,
elementare superficon
articolato approfondi
punteggio
ciale
qualche
to ed
assegnato
approfon
esauriente
dimento
1
1,5
2
3
Elaborato
Con
Con
disorganico incongrue qualche
ed
n-ze gravi incertezza
incoerente
strutturale
ed
argomentati
va
1
1,5
Del tutto
Con
inadeguata,improprietà
con gravi lessicali ed
scorrettezz
errori
e
morfosintat
tici e/o
ortografici
1
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
1,5
3,5
4
4,5
Elaborato Elaborato Elaborato Argoment
globalmen
nel
conseque azione
te
compless nziale e penetrant
coerente
o ben
convince
ee
con la
struttu nte nella dall’archit
punteggio
tipologia
rato
paragrafa ettura
assegnato
testuale e
-zione
originale
sufficiente
mente
scorrevole
2
2,5
3
3,5
Lessico
generico,
forma
piuttosto
incerta
Globalme
nte
adeguato
con
qualche
imprecisio
ne
Adeguata alla
tipologia testuale,
fluida e corretta
2
2,5
3
4
Forma
corretta,
punteggi
elegante,
o
originale
assegnat
nello stile
o
3,5
/15
PUNTEGGIO ASSEGNATO
/15
Il Presidente della commissione
80
Griglia di valutazione 1^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE – TEMA STORICO
Candidato
Classe
Indicatori
1
2
Contenuto (qualità
e quantità delle
informazioni)
Del tutto
insuff
Grav
insuff
Suff
Disc
Buono
Ottimo
Estrem. Incompleto Superficial Pertinente Adeguat Adeguato Completo,
lacunoso e lacunoso
e con
ma
o, non
e nel approfondi punteggio
lacune
generico del tutto compless to con assegnato
esaurien
o
spunti
te
esaurient personali
e
1
1,5
Del tutto
inadeguat
a
Molto
incerta
1
1,5
Capacità critica e di
approfondimento
Organizzazione del Disorganic
a ed
contenuto
incoerente
(articolazione,
3
coerenza, struttura
1
espositiva o
argomentativi)
Proprietà linguistica
4
e correttezza
formale
Insuff.
a.s. 2013/2014
2
2,5
2
2,5
3
Adeguata
2
2,5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
1,5
4
2
2,5
3,5
4
Precisa
Ben
ed
strutturata punteggio
organica
ed
assegnato
efficace
3
Gravi
Scorrettezz Incertezze Forma
Forma
scorrettez
ee
formali e
nel
corretta e
ze e
improprietà linguaggio compless scorrevol
impropriet diffuse
generico
o
e, lessico
à
corretta per lo più
appropria
to
1
3,5
Superficial Accettabil
Nel
Adeguata Acuta e
e
e
comples
e
personale
punteggio
so
significati
assegnato
adeguat
va
a
Frammenta Approssim
ria e
ativa ed
spesso
incerta
incoerente
1,5
3
3
3,5
Forma elegante,
lessico ricco e
appropriato
punteggio
assegnato
3,5
/15
PUNTEGGIO ASSEGNATO
/15
Il Presidente della commissione
81
Griglia di valutazione 1^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE – TEMA DI ATTUALITA’
Candidato
Classe
Indicatori
1
2
Contenuto (qualità
e quantità delle
informazioni)
Del tutto
insuff
Grav
insuff
Suff
Disc
Buono
Ottimo
Estrem. Incompleto Superficial Pertinente Adeguat Adeguato Completo,
lacunoso e lacunoso
e con
ma
o, non
e nel approfondi punteggio
lacune
generico del tutto compless to con assegnato
esaurien
o
spunti
te
esaurient personali
e
1
1,5
Del tutto
inadeguat
a
Molto
incerta
1
1,5
Capacità critica e di
approfondimento
Organizzazione del Disorganic
a ed
contenuto
incoerente
(articolazione,
3
coerenza, struttura
1
espositiva o
argomentativi)
Proprietà linguistica
4
e correttezza
formale
Insuff.
a.s. 2013/2014
2
2,5
2
2,5
3
Adeguata
2
2,5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
1,5
4
2
2,5
3,5
4
Precisa
Ben
ed
strutturata punteggio
organica
ed
assegnato
efficace
3
Gravi
Scorrettezz Incertezze Forma
Forma
scorrettez
ee
formali e
nel
corretta e
ze e
improprietà linguaggio compless scorrevol
impropriet diffuse
generico
o
e, lessico
à
corretta per lo più
appropria
to
1
3,5
Superficial Accettabil
Nel
Adeguata Acuta e
e
e
comples
e
personale
punteggio
so
significati
assegnato
adeguat
va
a
Frammenta Approssim
ria e
ativa ed
spesso
incerta
incoerente
1,5
3
3
3,5
Forma elegante,
lessico ricco e
appropriato
punteggio
assegnato
3,5
/15
PUNTEGGIO ASSEGNATO
/15
Il Presidente della commissione
82
Griglia di valutazione 2^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE Candidato
Classe
2
Gravemente
insuff
Insuff.
Nessuna
Scarsa
Accettabile
Ampia
Notevole
1
1,5
2
2,5
3
Nessuna
Scarsa
Accettabile
Ampia
Notevole
Sufficiente Buono
Ottimo
punteggio
assegnato
punteggio
assegnato
Correttezza e completezza
dei contenuti
0,5
1,5
2
Improprio
Difettoso
Accettabile
2,5
3
Corretto Ragguardevole
punteggio
assegnato
1
Inesistente
5
2013/2014
Coerenza con quanto
richiesto dalla traccia
Qualità dell’informazione,
3
uso della terminologia
tecnica
4
Anno sc.
Punteggio
Indicatori
1
ECONOMIA AZIENDALE
1,5
2
2,25
2,5
Inadeguato Accettabile Adeguato Ragguardevole
punteggio
assegnato
Correttezza delle voci e
coerenza degli importi
Originalità dell'elaborato
nei contenuti e nella
presentazione
0,5
1,5
2
3,5
4
Inesistente
Scarsa
Limitata
Buona
Notevole
punteggio
assegnato
0
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
1
2
2,25
2,5
15 punti
Totale punteggio assegnato
Il Presidente della commissione
83
Griglia di valutazione 2^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE Candidato
Classe
Corso
2
3
4
Erica
Anno sc.
20132/2014
Punteggio
Indicatori
1
LINGUA STRANIERA
Gravement
e insuff
Insuff.
Sufficiente
Buono
Ottimo
scarsa
non
adeguata
accettabile
adeguata
completa e
approfondita
1,5
2
2,5
3
3,5
accettabile
corretta
corretta e
efficace
punteggio
assegnato
Comprensione
del testo
gravi e diffusi errori non
errori
gravi
Espressione
linguistica
(morfologia,
sintassi,lessico)
Capacità di
rielaborazione
personale
1
2
2,5
3,5
4
scarsa
non
adeguata
accettabile
adeguata
efficace e
ben
articolata
1,5
2
2,5
3,5
4
scarsa
parziale
accettabile
adeguata
completa,
esauriente
Pertinenza
alla traccia
1
2
2,5
3
punteggio
assegnato
punteggio
assegnato
punteggio
assegnato
3,5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE 15
Padova,
Totale punteggio assegnato
Il Presidente della commissione
84
Griglia di valutazione 3^ prova
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE -
MATERIE INTERDISCIPLINARI
Candidato
Classe
Gravement
e insuff
Insuff.
Sufficiente
Buono
Quasi nulla
Frammentari
ae
superficiale
Non del tutto
approfondita
Completa
1
1,5
2
2,5
Conoscenza
dei contenuti
Inadeguato
2
4
5
Non del tutto Sostanzialmente Adeguato e ricco
corretto
corretto
Utilizzo del
linguaggio
Organizzazion
e del contenuto
3
(coerenza e
sintesi)
Applicazione
delle
conoscenze
2013/
2014
Punteggio
Indicatori
1
Anno
sc.
Ottimo
Completa e punteggio
approfondita assegnato
con spunti
personali
3
Adeguato,
ricco e
organico
1
1,5
2
2,5
Quasi nulla
Parziale e
non del tutto
organica
Logica ma
parziale
Logica e completa
1
1,5
2
2,5
3
Disorganica
Non del tutto
corretta
Quasi sempre
corretta
Corretta
e sicura
Corretta e
sicura ed
originale
1
1,5
2
2,5
3
Quasi nulla
Parziale
Accettabile
1
1,5
2
Capacità di
sintesi
Padova,
punteggio
assegnato
3
Logica,
completa, punteggio
con spunti di assegnato
autonomia
punteggio
assegnato
Complessivament Valida e ben
e valida
articolata punteggio
assegnato
2,5
3
Totale punteggio assegnato
I Commissari
___________________________________
Il Presidente della commissione
___________________________________
_______________________________
___________________________________
___________________________________
___________________________________
___________________________________
85
Istituto Tecnico Commerciale Statale “P.F. Calvi” – Padova
ESAME DI STATO
GRIGLIA DI VALUTAZIONE - COLLOQUIO Candidato
G
R
A
V.
I
N
S
U
F
1
Conoscenza
specifica degli
argomenti
0.5
I
N
S
U
F
F
S
U
F
F
f
1
2
Padronanza della
lingua e /o di
2
0.5
linguaggio
disciplinare
Capacità di
utilizzare e
collegare le
conoscenze
acquisite anche in
3
0.5
forma
interdisciplinare
con spunti di
originalità e/o
creatività
Totale punteggio da
assegnare
1
1
D
I
S
C
R
E
T
A
B
U
O
N
A
2.5
3
1.5
1.5
2
Colloquio su argomenti
proposti dalla commissione
Discussione degli
elaborati delle
prove scritte
O
T
T
I
M
A
G
R
A
V.
I
N
S
U
F
F
3.5
2
2.5
a.s. 2013 /14
3
8.5
PUNTEGGIO MASSIMO DA ASSEGNARE
Padova,
I
N
S
U
F
F
S
U
F
F
f
D
I
S
C
R
E
T
A
B
U
O
N
A
O
T
T
I
M
A
4
5
6
7
7.5
8
1
2
2.5
3
3.25
I
N
S
U
F
3
5
6
6.25 6.30
Indicatori
Argomento - ricerca progetto scelto dal
candidato
Indicatori
5^
Classe
Capacit
à di
autocor
re-zione
e/o
3.5 capacit
à di
conferm
a/
giustific
a-zione
motivata
dalle
7
scelte
effettuat
e
18.5
S
U
F
F
f
D
I
S
C
R
E
T
A
1
2,5
B
U
O
N
A
O
T
T
I
M
A
3
3
30 punti
Totale punteggio assegnato
/30
Il Presidente della commissione
86

Documenti analoghi