MAGGIE`S CANCER CARING CENTRE GlASGow, SCoTlANd oMA

Commenti

Transcript

MAGGIE`S CANCER CARING CENTRE GlASGow, SCoTlANd oMA
MAGGIE’S CANCER CARING CENTRE
065
064
OMA - rem koolhaas
architettura / architecture
Glasgow, Scotland
beautifully designed havens of peace and respite. Founded as a
confortevole e tranquillo. Fondati 15 anni fa come ente di beneficenza
charitable venture 15 years ago by Charles Jencks, the guru of Post-
da Charles Jencks, teorico del postmodernismo, in memoria della
Modernism in memory of his late wife Maggie Keswick Jencks, who died
moglie Maggie Keswick Jencks, sono attualmente 15 in tutto il Regno
of cancer, 15 Centres, all located on hospital grounds throughout the UK,
Unito, ubicati presso strutture ospedaliere. Di prossima apertura i Centri
now exist. Nottingham (architect Piers Gough of CZWG) and Swansea
di Nottingham (architetto Piers Gough di CZWG) e Swansea (Kisho
(Kisho Kurokawa) open soon, and later Aberdeen in Scotland (Snøhetta),
Kurokawa), cui seguiranno Aberdeen in Scozia (Snøhetta) e Hong
and then Hong Kong (Frank Gehry); three more are in the pipeline for
Kong (Frank Gehry); altri tre sono in cantiere a Londra. Ogni paziente
London. Anyone affected by cancer can go to one of them for comfort,
in terapia, così come il parente che ha subito un lutto, può accedervi
conversation when undergoing treatment or during bereavement,
per trovare conforto e contatto umano, ricevendo sostegno psicologico
for the psychological and educational benefits of counseling and
e informativo. I Centri, pensati per stemperare l’atmosfera asettica dei
workshops.
reparti oncologici statali, presentano soluzioni architettoniche luminose e
Complementing the clinical atmosphere of cancer centres run by the
aperte, articolate intorno a una grande cucina con una tavola comune
state, the Centres are full of light and open spaces with a big kitchen
che crea un’atmosfera domestica calda e rilassante. Non si esercitano
and communal table at their heart, a relaxing, homely and warm
pressioni sui pazienti che preferiscano ricorrere soltanto all’assistenza
atmosphere. Noone forces the emotional stricken if they prefer to just sit
psicologica offerta in una delle salette riservate. Quest’anno la British
with a counsellor in one of three private living rooms. This year the British
Medical Association ha sollecitato le organizzazioni terapeutiche a
Medical Association called on healthcare organizations to prioritise
dare priorità al design, e l’architettura dei Centri è stata di riferimento
design and the Centres’ architecture has enabled a widely praised
per rispecchiare un ideale umanitario molto sentito. Il nuovo Maggie’s
humanitarian cause.
Centre di Glasgow di OMA è il primo edificio completato dallo studio
The new Maggie’s Centre by OMA in Glasgow is a gem. The practice’s
nel Regno Unito. Per questa opera straordinaria OMA ha scelto un’altura
first building in the UK, they chose the site. The building is a pavilion in
erbosa sul retro dell’ospedale Gartnavel, una struttura degli anni ‘70, di
high on a grassy knoll behind Gartnavel Hospital, a utilitarian 1970s
fronte a un ex ospedale psichiatrico in stile gotico. Il nuovo padiglione è
structure, on landscaped grounds designed by Jencks’s daughter, Lily, in
articolato su un unico livello, e la copertura piana in lastre di cemento
front of a Gothic former mental hospital. A single storey structure with a
si protende fino a 8 metri creando piccole terrazze verso la collina. Gli
350mm thick concrete slab roof, its overhangs of up to 8 metres create
ambienti sono disposti a raggiera intorno a una corte centrale dove
small terraced areas on the hill side. The most open plan of the series,
è intervenuta Lily Jencks con la scelta e la distribuzione delle piante.
it is a concentric ring of interconnected rooms around a small internal
L’immagine che trasmette è di una residenza privata confortevole in cui
landscaped courtyard Jencks also designed with plantings.
potersi trovare in quiete.
The plan shows a sequence of L-shaped spaces. They are linked, yet
Gli interni si sviluppano come una sequenza di elementi a L connessi
clearly distinguishable spaces. Sliding doors on the hill side of the
ma al contempo distinti in base alle funzioni. Porte scorrevoli verso la
building create spaces used for counseling in harmony with the more
collina creano spazi riservati per le consulenze, perfettamente integrati
open zones for communal use. The Centre has the aura of a comforting
con aree comuni più aperte e spaziose. Sempre su questo versante
villa or house in which one can feel relaxed. On the inner side facing the
ma sul lato interno, pareti vetrate scorrevoli a tutta altezza creano
hill, a sequence of floor-to-ceiling, sliding glass doors lend transparency;
una totale trasparenza, mentre pavimenti e pareti in calcestruzzo
while buffered concrete floors and walls give a sense of tactility.
suscitano una sensazione materica. I pavimenti a livelli sfalsati seguono
Around the ring of spaces, the ceiling levels respond to the hilly
la conformazione del terreno, e le sale sono collegate da percorsi in
topography, and rooms step down with gentle ramps. The kitchen area
lieve pendenza. La zona cucina, con una parete attrezzata in resina
has a translucent resin storage wall and offers views out through floor-
traslucida, si apre sul paesaggio con grandi vetrate a tutta altezza.
to-ceiling glass. After a small dining space, this degree of permeability
Una piccola sala da pranzo dà accesso alla zona lavoro inondata
reappears in a light-filled work area from where the landscaped
dalla luce che penetra da grandi finestre aperte sul bosco e sulla città.
surroundings of wooded glades and across the city can be seen. These
Il paesaggio crea “uno spazio protettivo che circonda il padiglione
create “a buffer surrounding the Centre, providing a place apart, so that
facendone un mondo a parte; chi entra percepisce un diverso ritmo e
as people enter they feel a different pace and emotional connection
stabilisce un rapporto emozionale con la natura circostante” - spiega
with their surroundings”, explained Lily Jencks. The inner garden embeds
Lily Jencks. Il giardino interno radica l’edificio al suolo, che lo sostiene
the building into the ground, cushioning it in a hill - a metaphor for a
con leggerezza suggerendo la metafora di un ambiente di aiuto.
supportive environment.
Tre ambienti sul lato collina, con l’aspetto di salottini gradevolmente
Three counseling rooms on the hill side are styled as living rooms,
arredati, ospitano punti d’ascolto; fra questi s’innesta un piccolo spazio,
beautifully decorated, and including a tiny, womb-like, elm wood-lined
la cui forma richiama il ventre materno, rivestito con listelli di olmo. I
space. Rhythmic lines of timber accentuate the ceiling. Ellen van Loon,
soffitti sono attraversati da corsi regolari di tavole in legno che li fanno
OMA Partner, explains that this technique was created by putting in the
risaltare. Ellen van Loon, partner di OMA, spiega che questo effetto è
beech timber planks as form work, pouring concrete on top, and then
stato ottenuto utilizzando il tavolato in legno come una cassaforma
sealing it with a lacquer, giving it an element of glimmer in the light.
sulla quale è stato gettato il calcestruzzo successivamente verniciato.
“The sequence of spaces is an interplay of openness, retreat and
‘La sequenza spaziale è un avvicendarsi di zone più aperte e spaziose e
support”, she adds, and the Centre’s sustainability stems from a sense
di angoli più intimi e raccolti, e la validità del Centro deriva dal senso di
of respect and enjoyment people feel. Without cellularity, corridors
accordo e serenità che la gente vi prova. Lo spazio fluisce avvolgente e
or hallways, the atmospheric, informal space flows, while each part is
informale, senza suddivisioni, corridoi nè atrii, e ogni settore ha l’impronta
sufficiently distinguished to feel like a room. Some critics see the building
di una stanza d’abitazione. Qualcuno ha criticato il padiglione, visto
as a cut up Case Study house, but it is more useful to look at the Centre
come un esperimento di ricerca, ma è più corretto vederlo nel contesto
in the context of OMA’s ramped buildings, its evolving language and
degli edifici di OMA, organizzati intorno a una rampa, come evoluzione
play on notions of formal and informal in response to the brief set by
del linguaggio fra formale e informale in risposta all’incarico ricevuto
Jencks, Rem Koolhaas’s old friend and former tutor at the Architectural
da Jencks, vecchio amico di Rem Koolhaas e suo tutor all’Architectural
Association in London.
Association di Londra. Con il suo mix di spazi aperti e riservati, il
With its mix of open and more enclosable space, the Centre is humble
Centro è un edificio discreto che dialoga con il contesto naturale,
and responsive to its natural context, all the more interesting in a city
particolarmente interessante in una città piena di costruzioni in pietra
full of dark stoned buildings. Glaswegians dislike the monumental in
scura. Gli abitanti di Glasgow non amano l’architettura monumentale
their architecture. Without quite dematerialising into the landscape,
e questa struttura non si smaterializza completamente nel paesaggio,
the building has presence, and is open to the inside and the outside, a
ma mantiene una sua identità e la sua apertura sia verso l’interno sia
seeming enactment of a moment of connection between architecture
verso l’esterno ne fa l’espressione di un’opportunità di connessione fra
and landscape, a hidden symbol of its cause.
architettura e paesaggio, simbolo nascosto della sua ragione d’essere.
Lucy Bullivant
066
Lucy Bullivant
architettura / architecture
The Maggie’s Centres, some more signature in style than others, are
sono centri di assistenza che offrono agli ammalati di cancro un posto
© Charlie Koolhaas, courtesy OMA
■ PIANTA PIANO TERRA - scala 1:200
GROUND FLOOR PLAN - Scale 1:200
1-ingresso
2-biblioteca
3-guardaroba
4-cucina
5-terrazza
6- sala da pranzo
7-bagno
8-ufficio
9- internet point
10-sala di ascolto
11-deposito
12-sala principale
1-entrance
2-library
3-cloakroom
4-kitchen
5-terrace
6- dining room
7-bathroom
8-office
9- internet point
10-counseling room
11-storage
12-large room
067
I Maggie’s Centres, alcuni dei quali firmati da architetti prestigiosi,
architettura / architecture
■ SEZIONE XX - scala 1:200
XX SECTION - Scale 1:200
■ SEZIONE YY - scala 1:200
YY SECTION - Scale 1:200
069
068
■ PROSPETTO EST - scala 1:400
EAST ELEVATION - Scale 1:400
planned and organically evolved urbanism, London occupies a position
described OMA’s new building at Gartnavel in Glasgow to me as the
closer to the latter, would you agree?
“ultimate corridor-room building” after many OMA projects with tilted
R.K. - London is a robust organism that can absorb that degree of control
Lucy Bullivant - Charles Jencks, fondatore dei Maggie’s Centres, ha
R.K. - Certamente sì. Succede soprattutto in studio, qualche volta con
ramps; one that puts him in mind of Mies van der Rohe’s courtyard
and fiasco quite carefully. We have the experience in both, from White
definito il nuovo edificio di OMA a Gartnavel, Glasgow, come il “migliore
persone esterne, amici come Bruno Latour, Hans-Ulrich Obrist, Carsten
house. How would you describe its assets?
City (OMA’s masterplan for a 24.4 hectare site in west London, 2004,
corridor-room building” dopo i molti progetti dello Studio con rampe
Höller, Olafur Eliasson, Toyo Ito. Questo avviene di continuo.
Rem Koolhaas - I would never use the word corridor. I like the idea of a
which was put on hold) to the new headquarters for NM Rothschild &
route. It’s about something intimate. I feel all the sliding screens will be
Sons in the City of London (completed in November 2011) to create an
used.
area of coherence.
inclinate; un edificio che gli ricorda il sistema di casa a corte di Mies van
der Rohe. Come descriverebbe i suoi punti di forza?
L.B. - Lei ha avuto per lunghi periodi stretti rapporti con Londra, dai
Rem Koolhaas - Non userei mai la parola corridoio, preferisco l’idea di
tempi in cui studiava alla Architectural Association negli anni Settanta
percorso, inteso come qualcosa di coinvolgente, e penso che tutte le
fino al più recente coinvolgimento di OMA nel masterplan di Shepherds
L.B. - The Centre brings radical permeability between the building and
L.B. - When working on New Court, the headquarters for NM Rothschilds,
pareti scorrevoli verranno molto utilizzate.
Bush. Fra i due opposti, un’urbanistica rigidamente programmata e
the landscape, which certainly gives emotional sustenance, allowing
which will be your second building in the UK and your first in London,
uno sviluppo organicistico, Londra occupa una posizione più vicina al
the freedom for a mix of personal comfort and care by others. What is
you dealt with Peter Rees, the City of London’s Chief Planner. He said
L.B. - Il Centro realizza un’intensa osmosi fra edificio e paesaggio, che
secondo processo. È d’accordo?
your argument for applying this spatial tactic in all remedial healthcare
recently that he sees all too few highly innovative architectural schemes
a sua volta veicola certamente un supporto emotivo e permette
R.K. - Londra è un organismo robusto che è in grado di assorbire con
institutions, because many are designed like machines?
from developers for the City of London. FOA’s Minories scheme was an
un’interazione fra il comfort personale e l’assistenza. Quali sono i suoi
attenzione questo livello di controllo come pure un insuccesso. Abbiamo
R.K. - The main emphasis of the Maggie’s Centres are to be a
exception he cited, for example, that went on hold in the economic
argomenti a favore dell’applicazione di questa strategia nell’uso degli
sperimentato entrambe le situazioni, dalla White City (il masterplan di
counterpart doing the opposite of regimented: independent; an
crisis. How did you get on with him?
spazi all’interno delle istituzioni sanitarie, dal momento che molte sono
OMA del 2004 per un sito di 24,4 ettari a ovest di Londra attualmente
alternative for which when you came here, you could choose where
R. K. - I was very interested to work with Peter Rees and we have had a
progettate in modo meccanico?
sospeso) alla nuova sede della banca NM Rothschild & Sons nella City
to go. The mechanistic approach could also be a kind of comfort in
series of meetings. It was good to have a dialogue with a person rather
R.K. - Il punto di forza dei Maggie’s Centres sta nell’essere un’alternativa
dove è stata realizzata un’area coesa (completato nel novembre 2011).
the scientific approach. There is an interdependency between the two.
than deal with a set of rules. He is less adamant that height is an issue
What was a mediocre patch of greenery here has now been turned into
and has permitted a number of skyscrapers.
alle strutture regimentate e dare, diversamente da queste, autonomia;
un’alternativa che permette a chi vi accede di poter scegliere il proprio
L.B. - Quando lavorava al New Court, il quartier generale di NM
percorso. L’approccio meccanico può essere anche una forma di
Rothschilds, il suo secondo edificio nel Regno Unito e il suo primo a
comodità per la gestione scientifica, nel senso che c’è interdipendenza
Londra, lei ha avuto a che fare con Peter Rees, direttore responsabile
L.B. - Have you seen the other fourteen Maggie’s Centres in the UK
concept for Rothschilds?
fra i due aspetti. Quello che era un’insignificante porzione di terreno è
dell’urbanistica della City di Londra, il quale ha recentemente affermato
commissioned by Charles Jencks, the founder of the Centres, or did you
R.K. - In the labyrinth of the City of London we create a kind of openness
stata trasformata in un angolo residenziale “segreto”.
che sono troppo pochi i progetti architettonici profondamente innovativi
prefer to come to the project brief with fresh eyes?
and expose a church - Christopher Wren’s St Stephen Walbrook Church
presentati dai developer per la City. Ha citato come eccezione le
R.K. - Some of them. Fresh eyes don’t exist. What we do: it’s a series. We
- otherwise remaining completely hidden. The site was completely
L.B. - Ha visto gli altri quattordici Maggie’s Centres sparsi nel Regno Unito
Minories di FOA, un progetto sospeso a causa della crisi economica.
prefer to look at the precedents. The key thing is the specifics of every
blocked; it had a delicate condition. It’s a polemic against iconic
e commissionati dal fondatore dei Centri, Charles Jencks, o ha preferito
Com’erano i vostri rapporti?
situation. This project came out of a personal friendship with Charles,
architecture and OMA’s attempt to do “aggressively quiet”. The building
dedicarsi al progetto senza condizionamenti?
R.K. - Lavorare con Peter Rees, con il quale ho avuto una serie di incontri,
Maggie and Lily. In being asked and responding, I find it is a good
is lifted off the ground. It’s not a metaphor. It’s very radical - for a bank.
R.K. - Ne ho visto qualcuno. Non avere condizionamenti è impossibile;
è stato molto interessante ed è stato meglio dialogare con una persona
project to show that an architect is not an egotistical monster of public
quello che facciamo si inserisce in una serie e noi preferiamo guardare
piuttosto che avere a che fare con una serie di regolamenti. Non è
perception, which is a fabrication, anyway; to show that architects have
L.B. - Has the mindset about masterplanning changed from the old
i precedenti. La questione principale è la specificità di ogni situazione.
troppo intransigente riguardo all’altezza degli edifici e ha concesso il
a soul. The site - which we chose - generated the whole thing. Scotland
school approach of zoning work and living areas into a much wider
Questo progetto è il frutto di un’amicizia personale con Charles,
permesso per numerosi grattacieli.
is excessively gloomy but within that there is a romantic element. The
endorsement of conceptual masterplanning?
demographics are so pervasive: society is getting older and older, and
R.K. - To some extent I would like to believe it, but a lot of improvements
to address that openly and frankly is crucial.
are hiding behind the current rhetoric of masterplanning, including
Maggie e Lily. Il fatto che me lo abbiano chiesto e io abbia accettato,
a residential “lost site”.
L.B. - We can talk further when it is completed but what is the design
mi sembra un buon modo per fare vedere che un architetto non è
L.B. - Ne potremo parlare ancora quando sarà completato, ma qual è il
il mostro presuntuoso alla ricerca di visibilità come vorrebbe un falso
concept del Rothschilds?
luogo comune, ma dimostra che gli architetti hanno un’anima. Il sito,
R.K. - All’interno del labirinto della City abbiamo inserito una zona
L.B. - One of the local Glaswegians at the open day told me she felt that
around Paris; 1987) and La Villette (also for the French capital), were
scelto da noi, ha messo in moto l’intero progetto. La Scozia è oltremodo
aperta e messo in risalto una chiesa, la St Stephen Walbrook Church di
the Centre possessed an architecture and a programme that asked you
planning something different. A masterplan developer is almost a
malinconica, ma con una vena romantica. I dati demografici sono
Christopher Wren, che altrimenti sarebbe rimasta totalmente nascosta.
to “show up”. What do you make of that response?
contradiction in terms.
pervasivi, la società sta invecchiando sempre più ed è fondamentale
Il sito era completamente chiuso e la situazione era delicata. È in corso
R.K. - I know what she means. The best buildings are both demanding
prenderne atto apertamente e con franchezza.
una polemica contro l’architettura iconica e il tentativo di OMA di
and generous. I hope the generosity is tangible here. I’m happy that
L.B. - Your approach to Melun-Senart was to “take urbanism’s position of
inserirsi in modo “aggressivamente sommesso”. L’edificio è come sospeso
people can read different things into the building. As with the exhibition,
weakness as its premise”, and to preserve the void with its attractive green
da terra. Non è una metafora. È molto radicale, per una banca.
OMA/Progress, at the Barbican Art Gallery (to 19 February 2012),
landscape. Is that also partly why you are interested in preservation?
curated by Rotor (the Brussels-based collective), these are no longer
R.K. - As we cannot control urbanistically, the focus on void spaces has
our narratives but are ones to be interpreted by people on many levels.
been a strong theme.
mi ha detto di avere la sensazione che l’architettura e l’organizzazione
my own. OMA’s plans for Melun-Senart (the last of the Villes Nouvelles
del Centro la invitassero a “esporsi”. Cosa ne pensa di questa reazione?
L.B. - La concezione del masterplan di vecchia scuola, basato sulla
R.K. - So cosa intendeva dire. Gli edifici migliori sono al tempo stesso
zonizzazione, è cambiata a favore di un masterplan concettuale con
esigenti e generosi. Spero che la generosità qui sia tangibile. Mi fa
una visione più ampia?
L.B. - Were you involved in the decision to have a 1:1 footprint of the
L.B. - Does the approach of scenario planning, a practice of devising
piacere che le persone possano leggere l’edificio in modi diversi. Come
R.K. - Sotto certi punti di vista mi piacerebbe crederlo, ma molti
Maggie’s Centre design installed on the Barbican’s Sculpture Court?
scenarios representing extreme opposite conditions in a city to help
nel caso dell’esposizione OMA/Progress all’Art Gallery del Barbican (sino
miglioramenti sono screditati dall’attuale retorica riguardo al concetto
The idea was to enable visitors to step into a first hand experience of the
come up with solutions, that has been popular in The Netherlands, make
al 19 febbraio 2012) curata da Rotor (il collettivo con base a Bruxelles)
di masterplan, il mio incluso. I progetti di OMA per Melun-Senart (l’ultima
space, to feel empathy with those who visit and work there.
things easier?
si tratta di edifici che non devono trasmettere le nostre narrazioni, ma
delle Villes Nouvelles intorno a Parigi, 1987) e La Villette (sempre per
Now visitors can also access the exhibition via the Gallery’s west
R.K. - There is a problem with the name: it implies plurals. Look at what’s
devono essere interpretati dalle persone a vari livelli.
la capitale francese) sono molto diversi. Parlare di developer per un
entrance from the highwalks of the surrounding Barbican Estate, as
happening in Holland with the Green Heart (Randstad).
masterplan è quasi una contraddizione in termini.
originally intended by the architects, Chamberlin, Powell & Bon.
With scenario planning, it’s difficult to have a single strong conviction.
R.K. - Rotor chose to use the Sculpture Court. With the west entrance,
It’s not make or break; there are so many scenarios and meanwhile
L.B. - Ha preso parte alla decisione di installare un’impronta in scala 1:1
del progetto del Maggie’s Centre nella Sculpture Court del Barbican?
L.B. - L’approccio al suo lavoro di Melun-Sénart è stato quello di
my interest was to reveal more of the architecture through incremental
the Green Heart has gone. The what-if approach is an interesting
L’idea era di permettere ai visitatori di farsi un’esperienza personale dello
“porre come premessa all’urbanistica la sua propria inconsistenza” e
change. Reuse is particularly crucial and it’s important to show that for
speculation, but a weak form of decision making. I believe that it is
spazio e di provare empatia verso coloro che vi accedono e vi lavorano.
di preservare il vuoto con il suo bellissimo paesaggio. Ha preso questa
every old thing, a new one can be done. An interesting issue about
dangerous for clients. They see the intellect but no conviction. There is
Ora i visitatori possono accedere all’esposizione anche dall’ingresso
decisione anche visto il suo interesso per la tutela dell’ambiente?
current situation is how things can be put on the agenda through
an implication of relativity. The implied argument is that the speculators
occidentale della Galleria, dalle passerelle sopraelevate del Barbican
R.K. - Dal momento che non esercitiamo il controllo sull’urbanistica,
discourse.
are weak.
Estate, secondo l’idea originale degli architetti Chamberlin, Powell & Bon.
l’attenzione agli spazi vuoti è un tema importante.
L.B. - Apart from re-use, what are OMA’s current preoccupations?
R.K. - È Rotor che ha scelto di usare la Sculpture Court. Il mio interesse
nell’utilizzo dell’entrata occidentale era quello di far risaltare meglio
L.B. - La pianificazione di scenari, molto praticata in Olanda, che
R.K. - You will see that there is a room in the exhibition on these. They
l’architettura mediante il cambiamento di prospettiva. Il riuso di questo
ipotizzino per una città situazioni estreme ed opposte per cercare di
include religion and agriculture. I’m very irritated by the excessive zeal
ingresso è cruciale ed è importante mostrare che da ogni cosa vecchia
trovare possibili soluzioni, rende le cose più facili?
in Islam - and in atheism.
se ne può ricavare una nuova. Un aspetto interessante della situazione
R.K. - Il problema sta nel sostantivo: implica che sia al plurale. Guardi
cosa sta accadendo in Olanda con il Green Heart (Randstad). Se si
L.B. - You used to be a journalist - do you critique your own work?
ipotizzano scenari è difficile avere una convinzione forte e unica. Cioè
R.K. - Absolutely. It mostly happens inside the office, sometimes with
L.B. - A parte il ri-uso, di cosa si occupa attualmente?
prendere o lasciare; gli scenari sono così numerosi che nel frattempo il
outsiders like Bruno Latour, Hans-Ulrich Obrist, Carsten Höller, Olafur
R.K. - Avrà modo di vedere che all’interno dell’esposizione c’è uno spazio
Green Heart è scomparso. Ipotizzare “cosa accadrebbe se” è un modo
Eliasson, Toyo Ito - friends. That kind of thing goes on permanently.
dedicato a questa tematica, come alla religione e all’agricoltura. Mi
di pensare interessante, ma debole dal punto di vista decisionale. Credo
infastidisce molto l’eccessiva attenzione verso l’Islam, e verso l’ateismo.
sia pericoloso per i clienti. Vedono intelligenza, ma assenza di convinzioni.
L.B. - You’ve had long associations with London, from studying at the
Implica un comportamento relativistico che trasmette il concetto che
Architectural Association in the 1970s to the more recent involvement of
coloro che ipotizzano sono deboli.
OMA in the Shepherds Bush masterplan. In the polarity between heavily
attuale è come attraverso il dialogo si possa affrontare ogni questione.
L.B. - Lei è stato giornalista: mette mai in discussione il suo lavoro?
071
L.B. - Nel giorno della presentazione al pubblico una signora di Glasgow
070
Lucy Bullivant - Charles Jencks, the founder of the Maggie’s Centres,
architettura / architecture
intervista / interview with REM KOOLHAAS
Detalle a: sistema constructivo
Sección vertical - Escala 1:25
1-Cubierta de plancha de hormigón
13 mm sobre bastidor de viguetas
de madera de medidas variables
para la regulación de la altura,
panel aislante 80 mm, membrana
impermeabilizante, carpeta
conformada para la formación de
la pendiente h máx 80 mm, forjado
de hormigón armado 275 mm
2- Vierteaguas de protección de chapa
conformada de aluminio
3- perfil de borde de acero en U 50x260
mm con placas de acero para
el anclaje al forjado y para la
fijación al vierteaguas
4- intradós de la terraza de entablado
de madera 20 mm, doble urdidura
de viguetas de madera 20x40 mm y
30x40 mm de conexión con material
aislante interpuesto, forjado de
hormigón armado 275 mm
5- parapeto formado por perfiles de
acero 10x30 mm y rejilla
de acero de protección
6- perfil en L de acero 220x220 mm y
placa de acero atornillados para el
anclaje del parapeto al forjado
7- acabado perimetral del pavimento
de la terraza con rejilla de aluminio
sobre ménsula de acero a la vista y
perfil de acero de sección
de alma vacía 20x60 mm
8- acabado del pavimento de la terraza
de resina epoxídica 15 mm, carpeta
de colocación 140 mm,panel aislante
80 mm, membrana impermeabilizante,
forjado de hormigón armado 200 mm
Dettaglio a: sistema costruttivo
Sezione verticale - Scala 1:25
072
Detail A: Construction system
Vertical section - Scale 1:25
1- 1/2” (13 mm) pre-cast concrete
planks on spacers, 3 1/8” (80 mm)
rigid insulation, bonded
waterproofing membrane, 3 1/8”
(80 mm) max h screed forming slope,
10 7/8” (275 mm) in situ concrete
2-Sheet aluminium coping
3- 2 x 10 1/4” (50x260 mm) steel U-profile
with steel plate anchored to slab
and fastening coping
4-Terrace soffit in 3/4” (20 mm) timber,
supporting frame of 3/4 x 1 5/8”
(20x40 mm) and 1 1/4 x 1 5/8” (30x40 mm)
timber sandwiching insulation, 10 7/8”
(275 mm) reinforced concrete slab
5- Parapet formed by 3/8 x 1 1/4” (10x30 mm)
steel profiles and steel grating
6-Bolted 8 5/8 x 8 5/8” (220x220 mm) steel
L-profile anchoring parapet to slab
7-Terrace floor edging consisting of
aluminium grating on steel bracket
(parallel to plane of section) and
3/4 x 2 3/8” (20x60 mm) steel box profile
8-Terrace finish in 5/8” (15 mm) epoxy
resin, 5 1/2” (140 mm) screed,
3 1/8” (80 mm) board insulation,
waterproofing membrane, 7 7/8”
(200 mm) reinforced concrete slab
9-Guttering formed by
composite steel L- and U-profiles
10- 5/8” (15 mm) GRC panel finish,
2 3/8” (60 mm) board insulation,
waterproofing membrane, 7 7/8”
(200 mm) reinforced concrete slab
11- 4” (100 mm) Precast concrete
cladding panel fastened to
supporting structure by
6 1/8 x 2 7/8” (155x75 mm) steel
L-profiles and bolted steel plates,
3 1/8” (80 mm) board insulation,
waterproofing membrane,
7 7/8” (200 mm) reinforced concrete structure,
waterproofing membrane, earth
12-Frame of 1 1/4 x 2” (30x50 mm) steel
box profiles with insulation fill and
steel plates supporting glazed façade
13-Full height glazed façade with
5/16 - 7/8 - 5/16” (8/22/8 mm)
aluminium double glazing units
14-Floor finish in 5/8” (15 mm)
epoxy resin, 5 1/2” (140 mm) screed,
6 3/4 + 3 1/8” (170+80 mm) board
insulation, 7 7/8” (200 mm)
reinforced concrete slab
15-Air conditioning vent
16-Full height glazed façade with sliding
5/16 - 7/8 - 5/16” (8/22/8 mm) aluminium
double glazing units
17- 12 3/4” (325 mm) reinforced concrete
slab with 3/4” (20 mm) cast-in timber
1-Copertura in lastre di calcestruzzo
13 mm su telaio di travetti in
legno di dimensioni variabili
per la regolazione dell’altezza,
pannello isolante 80 mm, membrana
impermeabilizzante, massetto
sagomato per la formazione della
pendenza h max 80 mm, solaio in
calcestruzzo armato 275 mm
2-Scossalina di protezione in lamiera
sagomata di alluminio
3- profilo di bordo in acciaio a U
50x260 mm con piatti in acciaio
per l’ancoraggio al solaio
e per il fissaggio alla scossalina
4- intradosso del terrazzo in tavolato
in legno 20 mm, doppia orditura
5-
6-
7-
8-
di travetti in legno 20x40 mm e
30x40 mm di connessione con
materiale isolante interposto, solaio
in calcestruzzo armato 275 mm
parapetto formato da profili in
acciaio 10x30 mm e grigliato in
acciaio di protezione
profilo a L in acciaio 220x220 mm
e piatto in acciaio
imbullonati per l’ancoraggio
del parapetto al solaio
finitura perimetrale della
pavimentazione delLA terrazzA con
grigliato in alluminio su mensola in
acciaio in vista e profilo in acciaio
a sezione scatolare 20x60 mm
finitura della pavimentazione
della terrazza in resina epossidica
15 mm, massetto di posa 140 mm,
pannello isolante 80 mm, membrana
impermeabilizzante, solaio in
calcestruzzo armato 200 mm
9- canale di raccolta delle acque
meteoriche formato da profili in
acciaio a L e a U collaboranti
10- finitura in pannelli di GRC 15 mm,
pannello isolante 60 mm, membrana
impermeabilizzante, solaio in
calcestruzzo armato 200 mm
11- finitura esterna in pannelli di
calcestruzzo 100 mm fissati alla
struttura portante con profili
in acciaio a L 155x75 mm e piatti
in acciaio imbullonati, pannello
isolante 80 mm, membrana
impermeabilizzante, setto in
calcestruzzo armato 200 mm,
membrana impermeabilizzante, terra
12- telaio in profili di acciaio a sezione
scatolare 30x50 mm con materiale
architettura / architecture
1-Dach mit Betonplatten 13 mm auf
höhenverstellbaren Holzrahmen
aus unterschiedlich dimensionierten
kleinen Trägern, Dämmpaneel 80 mm,
wasserabweisende Membran, Estrich
zur Gefällebildung h max 80 mm,
Stahlbetondecke 275 mm
2-Abdeckung aus geformtem
Aluminiumblech
3-U-profil aus Stahl 50x260 mm mit
Stahlplatten zur Verankerung
an der Decke und Befestigung
an der Abdeckung
4-Leibung der Terrasse mit Holzplatten
20 mm, doppelter Rahmen aus
Holzleisten 20x40 mm und 30x40 mm
mit dazwischen liegender Dämmung,
Stahlbetondecke 275 mm
5-Brüstung aus Stahlprofilen 10x30 mm
und Schutzgitter aus Stahl
6-L-Profil aus Stahl 220x220 mm
und verbolzte Stahlplatte zur
Verankerung der Brüstung
an der Decke
7- umlaufender Abschluss des
Terrassenbodens mit Aluminiumrost
auf Stahlkonsole und Kastenprofil
aus Stahl 20x60 mm
8-Terrassenboden mit Epoxidharzfinish
15 mm, Estrich 140 mm, Dämmpaneel
80 mm, wasserabweisende Membran,
Stahlbetondecke 200 mm
9-Regenrinne aus aufeinanderliegenden
L- und U-Profilen aus Stahl
10-Finish mit GRC-Paneelen 15 mm,
Dämmpaneel 60 mm, wasserabweisende
Membran, Stahlbetondecke 200 mm
11-AuSSenfinish aus mit L-Profilen
aus Stahl 155x75 mm und verbolzten
Stahlplatten am tragenden
System befestigten vorgefertigten
Betonpaneelen 100 mm,
Dämmpaneel 80 mm,
wasserabweisende Membran,
Stahlbetonwand 200 mm,
wasserabweisende Membran,
Erdboden
12-Stahlrahmen aus Kastenprofilen
30x50 mm mit dämmender Füllung
und Stahlplatten als Abschluss und
zur Befestigung der Glasfassade
13-Glasfassade in Gesamthöhe mit
Aluminiumrahmen und Isolierglas
8/22/8 mm
14-Epoxidharzboden 15 mm, Estrich
140 mm, doppeltes Dämmpaneel
170+80 mm, Stahlbetondecke 200 mm
15-Diffusorgitter der Klimaanlage
16-Glasfassade in Gesamthöhe mit
verschiebbarem Aluminiumrahmen
und Isolierglas 8/22/8 mm
17-Stahlbetondecke 325 mm mit
eingegossenen Holzplatten 20 mm
9- canal de recogida de las aguas
pluviales formado por perfiles de
acero en L y en U colaborantes
10- acabado de paneles de GRC 15 mm,
panel aislante 60 mm, membrana
impermeabilizante, forjado de
hormigón armado 200 mm
11- acabado externo de paneles de
hormigón 100 mm fijados a la
estructura portante con
perfiles de acero en L 155x75 mm
y placas de acero atornilladas,
panel aislante 80 mm, membrana
impermeabilizante, muro de hormigón
armado 200 mm, membrana
impermeabilizante, tierra
12- bastidor de perfiles de acero de
sección de alma vacía 30x50 mm con
material aislante de relleno y placas
de acero de cierre para la fijación
de la fachada acristalada
13- fachada acristalada de suelo a
techo con carpintería de aluminio
y vidrio doble con cámara de aire
8/22/8 mm
14- acabado del pavimento de resina
epoxídica 15 mm, carpeta de
colocación 140 mm, doble panel
aislante 170+80 mm, forjado de
hormigón armado 200 mm
15- rejilla para la difusión del
aire proveniente dal sistema de
climatización
16- fachada acristalada de suelo a
techo con carpintería corrediza de
aluminio y vidrio doble con cámara
de aire 8/22/8 mm
17- acabado interno realizado en
entablado de madera 20 mm, forjado
de hormigón armado 325 mm
isolante di riempimento e piatti in
acciaio di chiusura per il fissaggio
della facciata vetrata
13- facciata vetrata a tutta altezza
con infisso in alluminio
e vetrocamera 8/22/8 mm
14- finitura della pavimentazione in resina
epossidica 15 mm, massetto di posa
140 mm, doppio pannello isolante
170+80 mm, solaio in calcestruzzo
armato 200 mm
15- grigliato per la diffusione dell’aria
proveniente dal sistema
di climatizzazione
16- facciata vetrata a tutta altezza
con infisso scorrevole in alluminio
e vetrocamera 8/22/8 mm
17- finitura interna realizzata in
tavolato di legno 20 mm, solaio
in calcestruzzo armato 325 mm
073
Detail a: Konstruktionssystem
Vertikalschnitt - MaSSstab 1:25
crediti / credits
Location: Glasgow, Scotland, UK
Client: Maggie Keswick Jencks Cancer Caring Centres Trust
Architect: OMA
Partners in Charge: Rem Koolhaas, Ellen van Loon
Associate in Charge: Richard Hollington
Design Team: Atsuo Arii, Josh Beck, Alexander Giarlis, Stephen Hodgson,
Takuya Hosokai, Maria-Chiara Piccinelli, Koen Stockbroekx
Completion: September 2011
Gross Floor Area: 534 m2
Main Contractor: Dunne Group
Consultants
Local Architect: Keppie Design
Project Manager: Alexander Project Management
Structures: Sinclair Knight Merz
Mechanical, Electrical and Services: KJ Tait Engineers
Quantity Surveying Services: CBA
Landscape: Lily Jencks
Lighting Design: FOTO-MA Lighting Architects
Suppliers
Flooring: Altro
Bespoke Kitchen: Blanco
074
Shelves: Vincent de Rijk
Exterior Glazing: Gray & Dick / Sky-Frame
Foto di / Photo by Philippe Ruault, courtesy OMA

Documenti analoghi

gucci headquarters - florence, italy genius loci architettura

gucci headquarters - florence, italy genius loci architettura con una scala in legno e metallo, su cui affacciano ballatoi e pareti a

Dettagli