Programma Sul filo del circo

Commenti

Transcript

Programma Sul filo del circo
CITTÀ
DI GRUGLIASCO
XV
e
e
on
zi
di
1-30
luglio pgroeometrie i
n volo
gramm
a
direzio
ne artis
2016 degli spettacol
tica Pa
olo Str
i
atta
PROGRAMMA DEGLI SPETTACOLI
La compagnia Bert & Fred (foto di Jonah Samyn)
CITTÀ
DI GRUGLIASCO
FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CIRCO CONTEMPORANEO
XV EDIZIONE | 1 LUGLIO – 30 LUGLIO 2016
26 spettacoli, 16 titoli differenti, 11 prime nazionali e oltre 150
artisti provenienti da Italia, Francia, Finlandia, Canada, Israele,
Svezia, Grecia, Argentina, Belgio, Spagna, Svizzera, Brasile,
Messico, Colombia, Cile e Inghilterra.
Il Festival Internazionale Sul Filo del Circo è organizzato dalla
Città di Grugliasco in collaborazione con Cirko Vertigo con il
sostegno della Compagnia di San Paolo nell’ambito della
Scadenza Unica 2016 Performing Arts, con il contributo del
Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione
Piemonte e della Fondazione CRT, con il patrocinio della Città
Metropolitana di Torino, della Fondazione Piemonte dal Vivo e
della Delegazione del Québec a Roma.
La Direzione del Festival ringrazia Associazione IdeAgorà e il
Festival Mirabilia di Fossano per il sostegno allo spettacolo
Flaque della compagnia DeFracto, programmato nell’ambito
della Saison Européenne des Arts du Cirque 2016-2017 di
CircusNext.
Teatro Le Serre
Chapiteau Vertigo
Parco Culturale Le Serre
Via Tiziano Lanza, 31
10095 Grugliasco (TO)
Infoline
011.0714488
327.7423350
[email protected]
sulfilodelcirco.com
Gli spettacoli si tengono
al coperto quindi anche
in caso di pioggia o
maltempo.
Lo Chapiteau Vertigo è
dotato di aria condizionata
Roberto MONTÀ
Sindaco
Città di Grugliasco
Torna nella nostra Città, nel mese di luglio, il Festival Internazionale “Sul Filo del Circo”
che, dopo 14 anni di successi, si configura oggi come una delle più rilevanti manifestazioni
nazionali e internazionali di questa peculiare forma di spettacolo dal vivo.
Un’occasione conosciuta ormai da un pubblico vastissimo che raggiunge Grugliasco
per assistere a un evento di alto valore artistico, che continua nel suo percorso di
trasformazione e innovazione, per superare lo scontato e produrre la sorpresa.
Pierpaolo BINDA
Assessore alla Cultura
Città di Grugliasco
Nel mese di luglio si potrà quindi, ancora una volta, trovare il modo di scoprire
l’evoluzione e le contaminazioni con altre forme di spettacolo del circo contemporaneo
che, tramite le ricerche di artisti sparsi in tutto il mondo, ha superato se stesso. Così, oggi,
gli spettacoli del Festival costituiscono un unicum della rappresentazione teatrale, capace
di attraversare i confini delle diverse arti sceniche e quelli della geografia, mantenendo
tuttavia inalterato l’incredibile potenziale spettacolare, il divertimento, la suggestione
intellettuale, la commozione.
La magia di questo progetto artistico è data, dunque, dalla capacità di restituire al
pubblico, in modo semplice e godibile, un pensiero e una prestazione articolata e frutto
di un lavoro di preparazione notevolissimo. Quindi in grado di rispondere ad aspettative
differenti, più complesse e più adulte, ma anche a quelle dei bambini e giovanissimi che
nelle arti circensi hanno sempre trovato materia per le loro evasioni e i loro sogni.
Paolo STRATTA
Direttore Artistico
Il disegno artistico della XV edizione del Festival ascrive la programmazione all’emergenza
di una contemporaneità che tiene conto delle evoluzioni dei linguaggi del circo attuale,
mantenendo al contempo l’attenzione alle produzioni di artisti e compagnie già affermate.
Come ogni disciplina dello spettacolo dal vivo, il circo trova nella tradizione le sue radici, ma
si alimenta e arricchisce con mezzi espressivi e tecniche che sanno parlare alle sensibilità
di ogni tempo, alle diverse generazioni, grazie alla compresenza di linguaggi artistici e alla
contaminazione con forme espressive ulteriori, dal teatro, alla danza, alla musica, alle arti
visive. Imprescindibile, a questo proposito, l’omaggio alla patria del circo contemporaneo con
la prima nazionale della compagnia canadese Machine de Cirque, proveniente da quel fertile
laboratorio artistico del Qebec che oltre a dare i natali al Cirque du Soleil 32 anni fa, ha
prodotto alcune delle più prestigiose compagnie attuali. Il palinsesto prevede spettacoli nati
sotto la direzione e la consulenza artistica di maestri di quest’arte giovane ma sempre più
amata e riconosciuta.
Il Festival intende sempre più dialogare con le esigenze del pubblico, intercettarne nuovi
e diversi segmenti; contribuire all’arricchimento culturale del territorio, al rinnovamento dei
linguaggi scenici e alla diffusione di produzioni innovative e talenti emergenti
Nel mese di luglio si guarda a Grugliasco, in provincia di Torino, per la quindicesima edizione
del “Festival Internazionale Sul Filo del Circo”, manifestazione che negli anni si è imposta
all’attenzione di un vasto pubblico e degli operatori, nazionali ed internazionali, che non
mancano di portare il meglio delle loro produzioni, in cui riescono a coniugare tradizione e
contemporaneità, con il “nuovo circo” che riesce ad ogni stagione ad attirare pubblico anch’esso
nuovo e numeroso.
Onofrio CUTAIA
Direttore Generale
Spettacolo dal Vivo
Ministero per i Beni
e le Attività Culturali
La Direzione Generale Spettacolo, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo,
ha colto da tempo lo spirito ed i punti di forza di tale manifestazione, assicurando il proprio
sostegno tramite il Fondo Unico per lo Spettacolo, ed anche quest’anno si confida che l’evento
sarà all’altezza delle aspettative, dispensando allegria e svago qualificato in tutta l’area torinese.
L’attività culturale del Piemonte è sempre più caratterizzata da attività di notevole visionarietà
e improntate all’innovazione. Un panorama in cui si distingue la particolare la Zona Ovest del
territorio torinese, che in questi anni si è caratterizzata con lungimiranza sviluppando le proprie
politiche culturali e produzioni artistiche in un’ottica di contemporaneità.
Antonella PARIGI
Assessore alla
cultura e al turismo
Regione Piemonte
In tale area Città di Grugliasco è stata pioniera a livello nazionale sul tema del circo
contemporaneo, avendo creato ormai quindici anni fa un Festival che ora si accredita a livello
nazionale e internazionale tra gli appuntamenti di spicco nel settore per varietà e qualità
artistica, per coinvolgimento del pubblico, nonché per la costante opera di sostegno alla
creazione e alla formazione dei giovani professionisti.
L’attenzione alla programmazione di generi di spettacolo differenti all’interno del nuovo circo
costituisce la garanzia di una manifestazione che dialoga ogni anno con migliaia di spettatori
che ne condividono valori, esperienze ed emozioni.
Nell’ambito degli ultimi quindici anni, il Festival Internazionale Sul Filo del Circo ha contribuito
alla crescita dell’interesse per le arti circensi contemporanee e ha saputo imporsi in Italia e
all’estero come un evento ormai imperdibile della stagione estiva.
Oggi, il Québec può vantare compagnie ed artisti circensi di fama internazionale che hanno
conquistato un vasto pubblico a livello mondiale per l’originalità e l’audacia delle loro produzioni
e prestazioni. Ricordiamo che l’artista circense è a sua volta un’interprete ed un creatore che
molto spesso deve interpellare la danza, la musica o il gioco teatrale nelle proprie performance.
Siamo molto orgogliosi che il Festival abbia programmato lo spettacolo Machine de Cirque della
compagnia omonima per l’edizione 2016. Lo spettacolo verrà presentato in prima nazionale
il 15 e il 16 luglio e sarà sicuramente un momento privilegiato per condividere e consolidare
l’amicizia che unisce il Québec e l’Italia.
In bocca al lupo per questo Festival d’eccezione!
Delegazione del
Quebec a Roma
PERFORMING ARTS
PERFORMING ARTS
La Compagnia di San Paolo per lo spettacolo dal vivo
La Con
Compagnia
di San Paolo per lo spettacolo dal vivo
la Scadenza unica 2016 per le Performing Arts la Compagnia di San Paolo rinnova la modalità
di sostegno alle manifestazioni culturali più qualificate di spettacolo dal vivo del Piemonte, Liguria
Con la Scadenza unica
perper
le rispondere
Performing
Arts
la Compagnia
di San ePaolo
rinnova la
e Valle2016
d’Aosta,
a un
contesto
in trasformazione
per contribuire
allo sviluppo
modalità di sostegno
alle
manifestazioni
culturali
più
qualificate
di
spettacolo
dal
dell’offerta culturale del territorio, in termini di valenza artistica delle propostevivo
e di del
capacità delle
Piemonte, Liguria medesime
e Valle did’Aosta,
per rispondere
a un contesto in trasformazione e per
essere strumento
di sviluppo.
contribuire allo sviluppo dell’offerta culturale del territorio, in termini di valenza artistica delle
Ferma
restando
la qualità
dei progetti
artistici,
l’attenzione viene focalizzata su aspetti ritenuti
proposte e di capacità
delle
medesime
di essere
strumento
di sviluppo.
imprescindibili: la capacità degli enti di fare rete con altri soggetti e creare sistema; la capacità di
e rinnovare
contesto territoriale
e artistico
appartenenza;
l’abilità aritenuti
integrare azioni e
Ferma restando la rafforzare
qualità dei
progettiilartistici,
l’attenzione
viene di
focalizzata
su aspetti
linguaggi diversi
per un
arricchimento
e un più
consapevole
coinvolgimento
del pubblico;
imprescindibili: la capacità
degli enti
di fare
rete con culturale
altri soggetti
e creare
sistema;
la capacità di
la capacità
di rinnovare
la propriae proposta
grazie a un’adeguata
del contesto e del
rafforzare e rinnovare
il contesto
territoriale
artisticoculturale
di appartenenza;
l’abilitàlettura
a integrare
azioni e linguaggi proprio
diversiposizionamento.
per un arricchimento culturale e un più consapevole coinvolgimento
del pubblico; la capacità
di rinnovare la propria proposta culturale grazie a un’adeguata lettura
La Scadenza unica per le Performing Arts si configura dunque come lo strumento di elezione della
del contesto e del proprio
posizionamento.
Compagnia di San Paolo per la valorizzazione diffusa dei linguaggi scenici, da quelli tradizionali a
quelli contemporanei, affinché aumentino e si qualifichino le occasioni a disposizione del pubblico
La Scadenza unicaper
perconoscerli
le Performing
Arts si configura dunque come lo strumento di elezione
e apprezzarli e influire così sulla formazione degli individui e sulla comprensione del
della Compagnia di
San Paolo per la valorizzazione diffusa dei linguaggi scenici, da quelli
presente.
CSP_live
tradizionali a quelli contemporanei, affinché aumentino e si qualifichino le occasioni a
compagniadisanpaolo
Grazie all’integrazione
tra la eScadenza
unica e altri
strumenti
sostegno
allo spettacolo
disposizione del pubblico
per conoscerli
apprezzarli
influire
cosìdisulla
formazione
deglidal vivo e ai
individui e sulla comprensione
del presente.
linguaggi contemporanei,
la Compagnia mette in atto nel Nord Ovest un’azione sistemica, che mira
Compagnia di San Paolo
@compagniadisanpaolo
a rafforzare sul territorio le realtà più solide e dinamiche e a promuovere creatività e progettazioni
Grazie diall’integrazione
tra la
@Compagnia
San Paolo innovative.
Scadenza unica e altri strumenti di sostegno allo spettacolo dal vivo
e ai linguaggi contemporanei, la Compagnia mette in atto nel Nord Ovest un’azione sistemica,
che mira a rafforzare
sul territorio le realtà più solide e dinamiche e a promuovere creatività e
www.compagniadisanpaolo.it
progettazioni innovative.
Teatro Le Serre {TLS}
Chapiteau Vertigo
Venerdì 1 e Sabato 2 Luglio
BERT & FRED (Belgio)
Lunedì 4 e Martedì 5 Luglio
L’ATTRACTION CELESTE (Francia)
Mercoledì 6 Luglio
CHECKPOINT CIRCUS (Cast Internazionale)
Giovedì 7 Luglio
MAKÍA (Italia)
Venerdì 8 e Sabato 9 Luglio
Lunedì 11 e Martedì 12 Luglio
KATE & PASI (Finlandia)
Mercoledì 13 Luglio
CIRQUE EXALTÉ (Francia)
Giovedì 14 Luglio
BLUCINQUE (Italia)
Venerdì 15 e Sabato 16 Luglio
MACHINE DE CIRQUE (Canada)
Lunedì 18 Luglio
LAZUZ (Israele, Svezia, Francia)
VERONICA CAPOZZOLI / LAPSO CIRK (Italia)
Martedì 19 e Mercoledì 20 Luglio
CIRKO VERTIGO (Cast Internazionale)
Giovedì 21 Luglio
THE CHIPOLATAS (Gran Bretagna / Spagna)
Venerdì 22 e Sabato 23 Luglio
COLLETTIVO NA ESQUINA (Brasile)
Lunedì 25 e Martedì 26 Luglio
DEFRACTO (Francia)
Mercoledì 27 Luglio
BACCALÀ CLOWN (Svizzera)
Giovedì 28 Luglio
MAKÍA (Italia)
Venerdì 29 e Sabato 30 Luglio
foto di Loup-William Théberge
ACROBAROUF (Belgio)
tutti gli spettacoli iniziano alle 21.30
CIRC PISTOLET (Spagna)
foto di Jonah Samyn
BERT & FRED
8 years, 5 months, 4 weeks, 2 days
(Belgio)
in
PERICOLOSI MÉNAGE DI COPPIA TRA CARABINE, TRAPEZI E POP CORN
Bert & Fred sono una coppia anche nella vita privata e portano in scena le loro personalissime gag
acrobatiche che mettono a dura prova la fiducia reciproca. Nelle loro continue sfide alla forza di
gravità si spingono fino al limite, dando vita ad un modo di fare circo altamente spettacolare, comico
e dannatamente pericoloso, sia quando mettono in scena una imprevedibile partita a Twister su un
tappeto cosparso di trappole per topi, sia quando giocano a freccette da un trapezio che oscilla a cinque
metri d’altezza.
80 minuti di graffiante comicità conditi con trovate surreali, ciniche e spiazzanti ed una impeccabile
tecnica circense: evoluzioni alla ruota canadese, verticali su piramidi di sedie, tiri di precisione con il
Flobert, audaci giochi con le fruste, giocoleria con la bocca, equilibri testa-a-testa, virtuosismi alle cinghie
aeree fanno parte del loro ampio bagaglio artistico, ma è nella tecnica del trapezio washington (in cui
l’acrobata esegue i propri esercizi rimanendo in equilibrio di testa sulla barra) che eccellono proponendo
una rara performance con due trapezi e passaggi particolarmente spettacolari e rischiosi.
Bert Loenders e Frederique Snoeks, in arte Bert & Fred, si sono diplomati all’Accademia del Circo di
Tilburg in Olanda (seguendo gli insegnamenti del maestro Arian Miluka), dove si sono specializzati nelle
discipline del trapezio washington, delle cinghie aeree, dell’equilibrio su sedie e dell’acrobatica mano a
mano. Dopo aver lavorato in tutta Europa con una cifra stilistica che li ha resi unici nel genere e grazie
alla quale hanno potuto partecipare nel 2014 al Festival Mondial du Cirque de Demain di Parigi, ha preso
vita il loro primo spettacolo con cui stanno viaggiando in tutto il mondo nelle programmazioni dei festival
più autorevoli. Un piccolo capolavoro di comiche crudeltà.
Con Bert Loenders and Frederique Snoeks,
Régisseurs plateau Lorelinde Hoet, Bregt Janssens, Klaas Trekker
Sguardo esterno Bram Dobbelaere, Musiche Lars Senders,
Luci David Carney, Costumi Joke Van de Casteele & Leen Bogaerts
Foto Jonah Samyn, Video Stijn Grupping, Una produzione di Kluster VZW, Distribuzione Emma Ketels
Con il sostegno di Le Gouvernement flamand
Coproduzione Theater op de Markt, Humorologie
Partner Circuscentrum, Centre International des Arts en Mouvement, Espace Catastrophe Centre
International de Création des Arts du Cirque, Destelheide, Piste 05, Ell Circo D’ell Fuego, Le Prato
www.bert-fred.com
1-2
luglio
N 80 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
Foto di Jean-Marc Héliès
L’ATTRACTION CELESTE
Bibeu et Humphrey
(Francia)
in
L’UNIVERSO MUSICALE DI DUE NASI ROSSI
PRIMA NAZIONALE
Bibeu e Humphrey sono due clown sensibili, quasi muti, punk e teneri allo stesso tempo. Prima di
tutto musicisti, ma anche acrobati, accattivanti, maldestri, virtuosi, esasperanti e commoventi. Bibeu e
Humphrey non raccontano una storia, loro la vivono, semplicemente.
A stretto contatto con il pubblico, la loro goffaggine e altre assurdità non li distraggono mai dal primo
obiettivo: creare musica. E lo fanno sempre con brio: i clarinetti, la lama sonora, la concertina, l’ukulele,
la fisarmonica, il canto, il tip tap, la tromba tascabile creano colore musicale, originale e acustico. Senza
parole, o quasi, lo spettacolo è immerso nell’universo intimo e sonoro della compagnia L’Attraction
Celeste. Si realizza tutto in uno spazio circolare, su una gradinata accogliente e luminosa, per poter
condividere lo spettacolo con il pubblico come si condivide un buon pasto. Le dinamiche comiche del
double take, della ripetizione che genera accumulo e contagio sempre nell’eleganza e nella misura sono
il marchio di un lavoro tanto nobile quanto necessario ad un pubblico in cerca la risata nella semplicità
e mai nella banalità.
Una creazione di L’Attraction Céleste
Di Servane Guittier e Antoine Manceau
Con Bibeu et Humphrey
Coproduzione Excentrique Festival mis en oeuvre par les Ateliers de développement culturel de la
Région Centre, Pronomade(s) en Haute-Garonne, Centre national des arts de la rue, CIRCa Pôle national
des arts du cirque, Auch Ville de Tours / Festival “Rayons Frais” Fest’arts Festival international des arts
de la rue, Libourne.
Con il sostegno di Ville d’Auch, département du Gers, Région Midi-Pyrénées e
DRAC Midi-Pyrénées.
www.attractionceleste.com
4-5
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
CHECKPOINT CIRCUS
6 compagnie internazionali per una
serata indimenticabile
(Cast Internazionale)
PRESENTA GIORGIA GOLDINI
Checkpoint Circus è una serata evento, un mosaico di emozioni, che vede protagoniste sei pièce di 15
minuti ciascuna, di altrettante giovani compagnie internazionali selezionate in collaborazione con la
rete della FEDEC (Federazione Europea delle Scuole Professionali di Circo) e con altri enti di rilevanza
internazionale quali La Maison des Jonglages.
Sei spettacoli in uno, stili e tecniche differenti, diverse nazionalità e tutta l’energia dei giovani artisti
pronti a confrontarsi su un palco prestigioso, da cui spiccare il salto che li lancerà nell’orbita della
professione.
Le compagnie che concorreranno al Premio per Giovani Artisti di Circo Contemporaneo sono LPM
(Brasile / Spagna / Germania), Cirque LAZULI (Francia), Compagnie AZEIN (Francia), La Contrebande
(Francia), Cia. Du’K’tO’s (Spagna), Compagnia AKTO (Italia / Brasile). I gruppi saranno valutati da una
giuria tecnica (composta da esperti del mondo dello spettacolo dal vivo e della comunicazione) oltre
che da un pubblico ormai competente e raffinato.
GIORGIA GOLDINI
Giorgia Goldini vive e lavora a Torino. Ha trentun, du... trentaquattro ormai. É autrice e attrice,
preferibilmente comica. A volte presentatrice. E’ alta 1,52. Odia le sezioni tipo questa che dovrebbero
dare preziose informazioni sulla sua carriera artistica. Ama parlare di se in terza persona anche dicendo
cose imbarazzanti con l’obiettivo di interessare il lettore attraverso una bizzarra strategia comunicativa.
Ha ancora molte cose da dire. Sei volte al mese pensa di cambiare lavoro. Per il resto tutto bene.
Serata unica con i debutti delle seguenti compagnie:
La Contrebande (Fr), LPM (Br / Es / De), Cirque LAZULI (Fr), Cie AZEIN (Fr)
Du’K’tO’s (Es), AKTO (It / Br)
PRIME NAZIONALI
6
luglio
N 120 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
Foto di Davide Gallo
MAKÍA
Bloom
(Italia)
in
IL CIRCO ANOMALO DELLA COPPIA FRA RUGGINE E BRILLANTINA
Tra le rovine di un Drive In, un juke-box abbandonato nella nebbia gracchia le sue note incoraggianti a
scatti. Un sottile equilibrio tra ricordo e nostalgia. Emblema di un mondo che non esiste più, ricordo vago
di un’epoca di ribellione, prosperità, gioia spensierata e voglia di riscatto del primo dopoguerra. Ma col
tempo tutto si corrompe, la felicità di plastica si rivela un’utopia e le fragilità, gli eccessi, aprono il varco al
dubbio e al realismo disincantato. La compagnia Makía, al suo debutto con lo spettacolo “Bloom” (diretto
da Milo Scotton), pone le basi di una ricerca drammaturgica che indaga i confini dell’animo umano.
Tra discipline aeree (cerchio aereo e tessuti), contorsionismo, palo cinese ed evoluzioni a terra emerge
una gioventù che rispecchia la fragilità umana, con ansie, eccessi, leggerezze e rancori per una condizione
di costante disequilibrio che non sa ancora come vivere. In bilico tra passato e futuro, tra brillantina e
ruggine, i tre protagonisti sondano l’attuale crisi di valori fonte del nichilismo dilagante, fino a trovarsi
faccia a faccia con un ospite inquietante a cui i giovani protagonisti contrappongono quello che hanno da
regalare: sudore, coraggio, energia e passione.
PRIMA NAZIONALE
7 e 28
luglio
N 70 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
La compagnia Makía si è formata in seno alla Scuola di Cirko Vertigo dove Rio Ballerani, Elisa Mutto e
Amedeo Garri si sono diplomati nel 2015. Nello stesso anno Rio ed Elisa si sono presentati con un primo
estratto di 15 minuti al Premio per Giovani Artisti di Circo Contemporaneo della XIV edizione del Festival
Internazionale Sul Filo del Circo aggiudicandosi il riconoscimento del pubblico e della giuria tecnica.
Nel corso del 2016 la compagnia è stata accolta in residenza artistica presso la Casa del Circo
Contemporaneo di Grugliasco, dove ha messo a punto questo primo spettacolo.
Spettacolo esito del progetto
Regia di Milo Scotton
di residenza artistica
Con Rio Ballerani, Elisa Mutto e Amedeo Garri
“Casa del Circo
Contemporaneo”.
Progetto Triennale
Interregionale 2015/2017
in attuazione dell’art. 45 del
D.M. 1 luglio 2014.
CIRC PISTOLET
Incert
(Spagna)
in
UN GRAN BAZAR DI INFINITE TRAME
PRIMA NAZIONALE
Sei persone alla ricerca di una identità collettiva. Chi sono? Ritmi, suoni e non-luoghi da scoprire e
sempre lo stesso profumo: la freschezza, la fluidità e la mancanza di pretese. La vita al ritmo di un gioco
scanzonato e leggero. Un gran bazar di infinite trame. Un viaggio in un mondo capovolto al ritmo di una
musica intrigante e contagiosa e delle più eclatanti tecniche del circo.
Circ Pistolet nasce nel 2008 dall’incontro di Enric Petit e Rat Serra che hanno creato prima diversi numeri
in coppia e brevi performance nell’ambito dell’acrobatica mano a mano e del verticalismo. Nel 2009
han dato vita a sObre rOdes, il loro primo spettacolo in duo. Dopo 150 repliche in Spagna e Francia,
la compagnia si ingrandisce arrivando nel 2011 a quattro interpreti e infine a sei, nel 2013. Il punto
di incontro dei sei artisti sono le portés acrobatiques in gruppo, mentre ciascun interprete si esibisce
nella propria disciplina individuale, cerchio aereo, diabolo, verticalismo, quadro coreano e mano a
mano. Autentiche perle sono i passaggi in banchina e gli equilibri in quadrupla colonna iscritti in una
composizione suadente, disincantata e che strizza l’occhio alle sonorità di Pascal Comelade.
Con la sua ultima creazione collettiva, forte anche della collaborazione alla regia di Anne Morin,
coreografa e direttrice della scuola Rogelio Rivel di Barcellona, Incert, la compagnia ha ottenuto cinque
nomination ai Prix Zirkolika 2014 aggiudicandosi i due premi principali: miglior regia e Grand Prix BBVAZirkolika per il Miglior Spettacolo di Circo in Catalogna nel 2014.
Con Tomàs Cardús, Rat Serra, Anna Torné, Enric Petit, Albert Ubach, Joan Ramon Graell
Regia Anne Morin, Martí Salvat
Composizione musicale Víctor Morató
Musica originale Seis pàjaros de un tiro
Disegno luci Vincent Millet
Costumi Valèria Civil Plans
Sostegni alla creazione La Central del Circ, Escuela de Circo Rogelio Rivel,
Associació de Circ Tub d’assaig 7’70, Centre Cultural Terrassa, Generalitat de Catalunya,
Departament de Cultura
Ringraziamenti Cia Morosof, Cie XY, Dani Tomàs , Joan Ramon Graell, Albert Serra
www.circpistolet.cat
8-9
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
KATE & PASI
Suhde
(Finlandia)
in
COME FA UNA DONNA DI 50 CHILI A CONQUISTARE UN UOMO DI 100?
PRIMA NAZIONALE
La relazione tra un uomo e una donna è il filo conduttore di “Suhde”, parola finlandese che significa
appunto “rapporto”. In un interno notte, mentre lui è rapito dalla lettura in boteriana apparizione, lei
cerca in ogni modo di essere interessante e sorprendente. Man mano che la performance prende il via,
lo spettatore si pone interrogativi in chiave comica: ma come fa una donna di 50 chili a conquistare un
uomo di oltre 100 chili? Che relazione può unire due persone così apparentemente diverse e sbilanciate?
Chi domina nella coppia e chi subisce le decisioni dell’altro? Le risposte vengono dalle frasi coreografiche
che i due si scambiano mossi dalle tecniche del circo: dall’acrobatica mano a mano all’antipodismo (la
giocoleria con gli arti inferiori) alla giocoleria con grandi pesi metallici.
Katerina Repponen e Pasi Nousiainen hanno iniziato a lavorare insieme nel 2010, uniti dalla comune
passione per l’acrobalance. Pasi è diplomato alla Circuspiloterna di Stoccolma mentre Kate si è formata
presso il Further Education Center in Lahti. Insieme hanno approfondito le rispettive discipline presso
l’Accademia del Circo di Kiev in Ucraina.
L’originalità del loro lavoro di mano a mano ed antipodismo ha fatto vincere loro il secondo premio al
“Golden Karl” International Circus Festival in Lettonia nel 2014. Hanno avuto inoltre l’opportunità di esibirsi
con i loro numeri in circhi tradizionali, varieté, festival di arte di strada e circo contemporaneo, produzioni
europee e statunitensi (Cirque Eloize, Krystallpalast Variete e Sirkus Finlandia). La loro versatilità li ha
portati a costruire il loro primo spettacolo “Suhde” che ha partecipato all’edizione scorsa del Chicago
Contemporary Circus Festival.
Di e con Pasi Nousiainen e Katerina Repponen
Regia di Anu Raipia
www.kate-pasi.com
11-12
luglio
N 50 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
CIRQUE EXALTE’
Furieuse Tendresse
(Francia)
in
FLIRTANDO CON IL RISCHIO: IL FASCINO INDISCRETO DELL’ESTREMO
PRIMA NAZIONALE
Nel 1971, Patti Smith ha pubblicato il suo album “Horses”, un concentrato di rock selvaggio e bruciante
poesia. 43 anni dopo, quasi per una coincidenza vertiginosa, tre esaltati si impossessano della scena,
spinti da questa passione contagiosa.
Attraverso l’abbinamento ossimorico di acrobazie mozzafiato e poesia frenetica, i tre interpreti celebrano
la loro personale libertà a ritmo di rock. Ce la mettono tutta per risvegliare e nutrire l’amante ribelle
sepolto in ciascuno di noi. Sfidano i limiti, ricercano affannosamente la bellezza spontanea dell’imprevisto,
flirtano con il rischio. Lo spettacolo Furieuse Tendresse è un grido, una performance divertente nata per
esprimere l’intensità della vita e del tempo, un invito a vivere il contatto umano attraverso il circo e il
fascino dell’estremo.
La compagnia Cirque Exalté è stata fondata nel 2009 da Sara Desprez et Angelos Matsakis. Nel 2012 si
unisce Emiliano Ferri, diplomato presso la Scuola di Cirko Vertigo, per la creazione di Furieuse Tendresse.
Tutti e tre si sono formati all’Ecole Supérieure des Arts du Cirque de Bruxelles (ESAC) dove hanno
perfezionato la scala libera, la giocoleria ed il trapezio oscillante.
Il nome Cirque Exalté si è rapidamente imposto come un’evidenza. Dal circo la compagnia trae l’enfasi
sul virtuosismo, lo spirito per la trasgressione, l’uso generoso delle tecniche. Dell’esaltazione l’energia
prorompente, la spontaneità immediata, le passioni sanguigne e la poesia. Il loro circo vuole vivere,
radicato nel presente, capace di affrontare il rischio con entusiasmo, senza trascurare un pizzico di delirio.
Di e con Sara Desprez, Emiliano Ferri, Angelos Matsakis
Regia di Albin Warette
Tecnici Alexandre Maladrie et Nicolas james Disegno luci Nicolas James
Costumi Chloé Fournier Grafica We Where Heroes
Stage Design set David Tondeux, Franck Breuil
Coproduzione Pôle Régional Cité du Cirque du Mans, Régie Culturelle Scènes et Ciné Ouest Provence,
Festival les Elancées, les Baltringos, Ville d’Evron
Con il sostegno di La Palène, La Grainerie Fabrique des Arts du Cirque et de l’itinérance, Le Carré Scène Nationale
du Pays de Château-Gontier, La Gare à Coulisses, Ecole de Cirque Mimulus, Cie Chien de Cirque, Edilferri SPA.
http://cirque-exalte.com
13
luglio
N 50 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
Foto di Barbara Calì
BLUCINQUE
TIME per We273’’
(Italia)
in
IL SUONO INCONTRA LO SPAZIO, LA VOCE, IL CORPO
Prendono vita i personaggi attraverso un tempo preciso, creano un ritmo, si interrompono, presentano
frammenti della loro personalità, danzano le loro storie scandite al battere del silenzio. Corpi che
risuonano, andando a comporre una partitura musicale originale, creata in scena, “ogni cosa ha uno
spirito e quello spirito può essere liberato trasformando qualsiasi cosa in vibrazione”. 4’33” è il titolo
dell’opera più conosciuta di Cage, che ha portato ad una riflessione sul lavoro di composizione di
blucinQue tradotto nel titolo We273”, come punto di partenza per questa creazione.
Uno spunto. Forse un omaggio. Sicuramente un’idea di studio per questo lavoro che parte dalle prime
presentazioni con il titolo Time. Il suono e la sua relazione con lo spazio, con la voce, con il corpo.
L’attrezzo circense come strumento musicale, che vibra e risuona.
Noi e il silenzio, noi e la relazione col suono e l’ambiente circostante. Una sorta di perdita di coscienza
momentanea e di indagine sullo spiazzamento e la relazione. Tutto è silenzio, un silenzio che si muove
e risuona e porta alla composizione musicale e alla scoperta sulla scena. Roue cyr e filo teso, un
violoncello e il suono del cuore... dialogano di fronte all’ascoltatore, creando un climax emozionale, un
quadro caratterizzato da linearità e pulizia. Poi le stesse immagini vengono scomposte, nel tentativo dei
personaggi di liberarsi e ritrovare respiro e un nuovo battito d’ali e di musica.
blucinQue
Compagnia diretta dalla regista e coreografa Caterina Mochi Sismondi in un percorso di ricerca
personale, in equilibrio tra tradizione e sperimentazione, teatro di parola e movimento e attraverso
diversi settori della creatività contemporanea: teatro danza, letteratura, arti visive, produzione musicale
e performance. Con VertigoSuite# vince il bando “NEXT” che viene presentato al Piccolo Teatro di Milano
nell’ottobre 2015. Nel 2016 porterà la nuova creazione We273” ad Avignone, dopo una residenza in
Francia alla Cascade e debutterà in Italia il 6 agosto al Festival Civitanova Danza.
regia e coreografia Caterina Mochi Sismondi con Giulia Lazzarino, Jonnathan Rodriguez Angel, Kevin Lukas Vaca Medina, Raffaele Riggio, Andrea Cerrato
violoncello Luisa Franchin musica Albert Fratini
produzione blucinQue, Qanat Arte e Spettacolo
con il supporto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
e La Cascade Pôle National des Arts du Cirque
www.blucinque.it
14
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
Foto di Loup-William Théberge
MACHINE DE CIRQUE
Machine de Cirque
(Canada)
in
AUTENTICO CAPOLAVORO DEL CIRCO MADE IN CANADA
PRIMA NAZIONALE
Cinque uomini, gli unici sulla Terra sopravvissuti all’apocalisse. Il loro obiettivo è trovare altri superstiti,
l’unico modo per salvarsi è una macchina stupefacente. Ce la faranno? In questo mondo parallelo si
contendono in modo creativo un pezzetto di umanità. Si perdono a fantasticare scenari inquietanti e
hanno una capacità innata per infilarsi in situazioni pericolose. Forti del loro talento per le acrobazie e
l’ingegno, ci mostrano come stare al mondo senza donne o computer. A volte comici, a volte nostalgici,
questi personaggi bizzarri manipolano magistralmente vari oggetti di scena come la bascula, le clave
da giocoliere, una batteria e perfino degli asciugamani! Non esitano a spogliarsi, pronti a mostrare la
loro anima così come i loro corpi per far ridere, commuovere e specialmente per impressionare. Uno
spettacolo energico, audace, comico e poetico, assolutamente imperdibile e adatto a tutta la famiglia.
Raphaël Dubé e Yohann Trépanier, dopo essersi formati all’École Nationale de Cirque di Montreal, hanno
lavorato con le tre più importanti compagnie di circo contemporaneo del mondo (Cirque du Soleil, Cirque
Eloize e Les 7 doigts de la main) con un ampio repertorio di numeri prima di dar vita alla loro compagnia
Les Beaux Frères. Il loro numero comico più celebre con cui si sono esibiti nei più importanti varieté del
mondo, che li vede in scena completamente nudi coperti solo da un asciugamano, è diventato sul web
un fenomeno virale, un video che ha totalizzato milioni di visualizzazioni e migliaia di condivisioni su
tutti i social network.
Ugo Dario e Maxim Laurin con il loro numero di bascula “Baskultoo” hanno ottenuto la Medaglia d’Oro al
Festival Mondial du Cirque de Demain di Parigi nel 2012 e numerosi altri riconoscimenti in tutto il mondo.
Con il sostegno di Conseil des arts et des lettres du Québec (CALQ) / Entente de développement culturel
intervenue entre le ministère de la Culture et des Communications et la Ville de Québec
www.machinedecirque.com
15-16
luglio
N 90 MINUTI
! INGRESSO 18 €
RIDOTTO
15 €
Foto di Martina Caruso e Jonatan Agami
LAZUZ
Lazuz
VERONICA CAPOZZOLI / LAPSO CIRK
11 Il tempo è una linea verticale
(Israele / Svezia / Francia)
in
(Italia)
PRIMA NAZIONALE
in
LAZUZ
LAZUZ è una compagnia di circo contemporaneo fondata da Ron Beeri e Itamar Glucksmann (finalisti
dell’ultima selezione di Circus Next), artisti impegnati nel rinnovare le arti circensi attraverso una ricerca
sulle tecniche dell’acrobatica e della giocoleria. Utilizzando i corpi e gli oggetti per comunicare tra loro, i
due artisti creano una complicità di intenti. Desiderosi di conoscersi l’un l’altro si immergono in un gioco
di esplorazione, alla ricerca di modi per comunicare e confrontarsi.
La compagnia è nata nel 2013 a Stoccolma, quando Itamar e Ron hanno lavorato sul movimento e
l’interazione tra un giocoliere e acrobata e hanno messo a punto un metodo di collaborazione. Sulla
base di questo metodo hanno dato vita ad un numero con cui si sono esibiti in diversi contesti e su cui
stanno lavorando per giungere ad un formato di spettacolo più ampio, con il contributo del musicista
francese Matthieu Pernod.
Di e con Itamar Glucksmann e Ron Beeri
VERONICA CAPOZZOLI
11 è un lavoro sulla solitudine e la verticalità, una rapsodia dei momenti della vita di una donna che
abita le molteplici declinazioni della sua individualità. Lo spazio determina l’esistere del suo corpo, e il
tempo che determina il suo movimento la porta verso l’alto, contro la forza di gravità del suo esistere,
nel materialissimo e umano bisogno di affermare la sua identità. Ma questa necessità di affermazione
dove nasce? E verso chi o cosa si propaga? Ecco l’interrogativo, ancora aperto, forse irrisolvibile, di questa
ricerca.
11 nasce da un’idea della giovane regista e artista circense Veronica Capozzoli, membro fondatore del
Collettivo Lapso Cirk, nel quadro del percorso di Formazione Artistica presso AEC, École de Cirque de
Chambery (Francia).
http://lapsocirk.com
18
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
CIRKO VERTIGO
Mardigrà
(Cast Internazionale)
in
FRONZOLI, LIBAGIONI, FANTASIE DI MASCHERE E GIOIOSA ECCITAZIONE
PRIMA NAZIONALE
di e con Onofrio Colucci e gli artisti di Cirko Vertigo
Il titolo dello spettacolo è ovviamente una traslitterazione. Con il termine Mardi Gras si indica in francese
quello che in italiano viene chiamato Martedì Grasso o in inglese Fat Tuesday, la giornata di festa in cui
culmina il periodo di Carnevale prima del Mercoledì delle Ceneri.
“Per me il circo e il carnevale hanno molto in comune – spiega il regista Onofrio Colucci - non tanto per la
stravaganza che lo caratterizza bensì per il fatto di essere forme di espressione altamente popolari. Si va al
circo per sorprendersi, per lasciarsi ispirare dal sogno, dalla fantasia che non ha limiti, così come gli artisti del
circo sono costantemente a confronto con quei limiti per frantumarli in un boato di entusiasmo del pubblico”.
Durante le parate di New Orleans si assiste ad un mix inimitabile di riti, fronzoli, libagioni, fantasie di
maschere e gioiosa eccitazione fino a quando l’anima collettiva del popolo non sorge nella giornata di
Mardi Gras per riaffermare il suo tremendo appetito per il piacere di vivere. In tal senso lo spettacolo
“Mardigrá “ si ispira liberamente non tanto alle irripetibili immagini del carnevale di New Orleans o di
qualsiasi altro carnevale nel mondo, ma cerca di incarnarne lo spirito in un coro di giubilo e straordinari
talenti che sembrano ripetere in pieno stile Cajun “Let the good time roll!”
Onofrio Colucci, che nell’ormai classico Slava’s Snowshow impersona proprio Slava, il clown giallo,
personaggio ironico e commovente, meditabondo, gentile e poetico, ha maturato esperienze nelle
principali produzioni del Cirque du Soleil.
Lo spettacolo è portato in scena dagli allievi del Corso di Formazione Professionale per Artista di Circo
Contemporaneo (gestito da Forcoop Agenzia Formativa in collaborazione con Cirko Vertigo) in tirocinio
presso Cooperativa Animazione Valdocco.
Regia di Onofrio Colucci
Con Sara Albini (Italia), Marta Calvo Sanchez (Spagna), Carla Carnerero (Spagna), Luca Carozza (Italia),
Hada Belen Celedon Moraga (Cile/Germania), Onofrio Colucci (Italia), Elena Damasio (Italia), Luigi
Demaglie (Italia), Sofia Demicheli (Argentina/Italia), Nancy Di Marcoberardino (Italia), Rosalinda Esposito
(Italia), Alice Giacomini (Italia), Alessio Martelli (Italia), Yoalzin Alejandro Pena Yanes (Messico), Rocio
Belen Reyes Patricio (Argentina), Amanda Katrin Rodriguez Souza (Brasile), Michail Tomazos (Grecia).
Direttore delle tecniche di circo Arian Miluka
Produzione Qanat Arte e Spettacolo/Cirko Vertigo
www.cirkovertigo.com
19-20
luglio
N 70 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
THE CHIPOLATAS
Gentlemen of the Road
(GB / Spagna)
in
TRAVOLTI DA UN’INSOLITA COMICITÀ SOTTO UN FRESCO CHAPITEAU DI LUGLIO
Energia adrenalinica. Un carnevale di suoni e colori. Un trio di artisti vivaci, talentuosi ed energici.
Travolgenti clown che divertono e stupiscono il pubblico con i loro numeri. Nelle loro vene scorre il
funky, suonano secchi e scatole, batterie e tamburi, oggetti di ogni tipo, cantano, giocolano, eseguono
acrobazie e, grazie ai loro spettacoli pieni di ritmo e comicità, si sono creati una straordinaria fama a
livello internazionale ottenendo un grande successo nei maggiori festival europei e portando il loro
spettacolo attraverso i cinque continenti, in 40 paesi diversi, dal 1992 ad oggi.
Il loro spettacolo è unico e incomparabile, influenzato dalla tradizione del circo, del cabaret e del clown,
mescola i sapori della musica e del teatro di strada: la loro giocoleria, la loro musica e il loro umorismo
li rendono speciali, vibranti e pieni di colore. Presenza particolarmente gradita nel cartellone della XV
edizione del Festival Sul Filo del Circo in quanto segna il ritorno a Grugliasco a distanza di 10 anni dalla
loro prima partecipazione.
Di e con Tristan Glover, Pablo Reboleiro Rama e Alfredo Pérez Muíño
Regia di Samuel Thomas e Tristan Glover
www.chipolatas.com
PRIMA NAZIONALE
21
luglio
N 50 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
COLLETTIVO NA ESQUINA
Na Esquina
(Brasile)
in
ATMOSFERE SEDUCENTI DEL CIRCO BRASILIANO
Na esquina in portoghese è l’incrocio di una strada ed evoca sia il luogo d’incontro e di scambio sia uno
spazio in cui ci sentiamo a nostro agio. Questo spettacolo caloroso strizza l’occhio alla scuola brasiliana
da cui provengono questi giovani e talentuosi artisti. Palo cinese, trapezio oscillante, acrobatica a terra,
mano a mano e giocoleria sono le tecniche portate in scena, in uno spettacolo che vola alto. Il quotidiano
della vita dell’artista si svela sulla scena al ritmo della musica brasiliana.
I sette sono in scena come ritratti negli istanti che precedono l’inizio dello spettacolo. Fanno e disfano,
ricominciano, tagliano, aggiungono, sostituiscono, finché sono pronti per il vero spettacolo. Dunque tutto
quello che abbiamo visto non era altro che una prova? Prima si stavano esibendo o no? E adesso è tutto
vero o una finzione? Le performance si incrociano e si concatenano l’una nell’altra, creando un linguaggio
unico, ricco di tecniche di circo ed entusiasmante.
Creazione collettiva di e con Clarice Panadès, Diogo Dolabella, Pauline Hachette, Pedro Sartori, Pedro
Guerra, Philippe Ribeiro, Liz Braga, Roberta Mesquita
Musica Juninho Ibituruna.
Sguardo esterno di Mauricio Leonard et Rogério Sette Camara
Residenze, coproduttori e sostegni Académie Fratellini (Parigi),
Espace Joli Bois de la Cie Féria Musica (Belgio), Spasso Escola Popular de Circo (Brasile),
Premio Funarte Carequinha (Brasile), CREAC Pôle Cirque Mediterranée (Francia)
PRIMA NAZIONALE
22-23
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
foto Pierre Morel
DEFRACTO
Flaque
(Francia)
in
ORIGINALITÀ AL POTERE PER UNA COREOGRAFIA DELL’ERRORE
Compagnia laureata Jeunes Talents Cirque Europe nel 2009-2010
Spettacolo proposto in collaborazione con Mirabilia Festival-Associazione IdeAgorà di Fossano,
nell’ambito della Saison européenne des arts du cirque 2016-2017 di CircusNext
Flaque è una pièce di giocoleria che punta a creare situazioni originali e a trasgredire il senso comune.
La caduta, il numero di oggetti per giocolare sono codici ormai acquisiti dall’immaginario collettivo, con
cui si può tuttavia giocare. Infatti, si può giocolare senza oggetti o senza presa, o anche non piegando
mai le braccia. Si può creare una performance di circo contemporaneo con un solo oggetto e un solo
lancio. Si possono avere 40 palline in scena e utilizzarne solo 3, sbagliare in pieno una coreografia e poi
coreografare l’errore. Il lavoro sul corpo e la giocoleria sviluppato in Flaque si trova a metà strada tra i
cartoon e la danza butô: corpi elastici, palline esplosive, recuperi inconcepibili e fantastiche impossibilità.
I corpi cadono più delle palle e la sfida di riprenderli è la motivazione alla base di ogni movimento. La
nozione di efficacia è capovolta. La linea più corta tra due punti non è una retta, il movimento più rapido
per riprendere una palla non sta più nel tendere il braccio, ma impegna tutto il corpo.
La scenografia è disegnata a terra, le luci dipingono i muri e trasformano lo spazio di gioco in una sala
operatoria che assomiglia a una discoteca. Il pavimento fa parte della scenografia a cui lo spettacolo si
adatta. Le scene sono pensate per lasciare ai giocolieri la libertà di sfruttare lo spazio che li circonda.
Lo sguardo esterno alla giocoleria è assicurato da Jay Gilligan, performer e giocoliere statunitense,
a lungo collaboratore del Cirque du Soleil.
Di e con David Maillard, Eric Longequel, Guillaume Martinet
Creazione Musicale, Regia di palco David Maillard
Regia Johan Swartvagher
Sguardo esterno alla giocoleria Jay Gilligan
Disegno luci David Carney
Sostegno e coproduzioni Théâtre Bretigny – Scène conventionnée du Val d’Orge, Théâtres
Départementaux de la Réunion, Centre national de la Danse, Maison des Jonglages, Coopérative 2R2C,
Theater op de Markt, l’Essaim de Julie, le CENTQUATRE – Paris, La Grainerie, La Fabrik.
Compagnia laureata Jeune Talent Cirque Europe 2009-2010
www.defracto.com
PRIMA NAZIONALE
25-26
luglio
N 60 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
foto Di Otto Moretti
BACCALÀ CLOWN
Pss Pss
(Svizzera)
in
PICCOLE DIVERTENTI CRUDELTÀ DI UN’INFANZIA SPENSIERATA
Spettacolo raccomandato a partire dai 9 anni
Poetico, surreale, intimo e molto divertente, lo spettacolo ha per protagonisti due clown contemporanei,
che mettono in scena il desiderio di essere in due utilizzando il linguaggio universale del corpo e degli
sguardi. Il titolo evoca il bisbiglio delizioso che accompagna la gestualità di grande immediatezza dei
due, esprimendo il reciproco desiderio di fare squadra.
Personaggi senza parole, i due ci portano in una dimensione senza tempo: quella del rigore, della
spensieratezza e anche delle piccole crudeltà tipiche dell’infanzia. I due si amano, si sfidano, si
riconciliano, si sopportano, sempre però mossi dalla voglia di farcela, tra silenzi carichi di aspettative e
comiche goffaggini. “Pss Pss” è un bell’esempio di teatro dell’anima, in cui è bello perdersi per ritrovare
il gusto della fantasia e del gioco.
Pss Pss è stato replicato più di 600 volte in oltre 50 paesi di 5 continenti riscuotendo sempre enorme
successo e numerosi riconoscimenti prestigiosi quali, l’Audience Prize di Ginevra, il Premio del Cirque du
Soleil al 30° Festival Mondial du Cirque de Demain, la Medaglia di Bronzo al Festival di Wuqiao (Cina)
e di Mosca.
di e con Camilla Pessi e Simone Fassari
Regia di Louis Spagna
Collaborazione artistica Valerio Fassari
Luci Christoph Siegenthaler
Produzione Les Passionnés du Rêve
www.baccala-compagnia.com
27
luglio
N 65 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
foto Di Lemineur P.
ACROBAROUF
Scratch
(Belgio)
in
PROPULSIONI SURREALI PER SGANCIARE LA LUNA DAL CIELO
E se ci cambiassimo i nostri jeans un po’ stretti per indossare una salopette colorata di fantasia e
spontaneità? E’ ciò che la compagnia belga Acrobarouf ci propone in Scratch. Tre acrobati ci portano in un
mondo clownesco e assurdo che ci è tuttavia familiare. Attraverso il movimento tutto diventa possibile.
Anche sganciare la luna dal cielo. Il collettivo artistico si addentra in questo universo attraverso sequenze
acrobatiche innovative ed inedite che fondono le tecniche del palo cinese, della bascula, dell’acrobatica
in banchina e del mano-a-mano. Ricco di gag e sorprese, Scratch è un invito a sognare rivolto a tutta
la famiglia.
In scena comicità, evoluzioni acrobatiche e… un baule, elemento distintivo della compagnia Acrobarouf
sin dal conseguimento del diploma presso l’Esac di Bruxelles nel 2010. Il baule ha conservato il coperchio
dello spettacolo Amaluna del Cirque du Soleil (in cui gli artisti si sono esibiti) e si è trasformato in
elemento scenografico, decorato da una gigantesca luna. Una volta aperto, la scena diventa una galassia
e la bascula un trampolino per raggiungere un universo onirico e poetico.
Complici e complementari, Antonio Terrones (BE), Raphaël Hérault (FR) et Kritonas Anastasopoulos (GR)
formano un trio molto versatile dal 2007. Dopo una tournée di due anni nello spettacolo Amaluna del
Cirque du Soleil, sono tornati in Belgio per creare il loro primo spettacolo avvalendosi dello sguardo
esterno di Pepa Plana, clown catalana, riconosciuta come inventrice e rappresentante di spicco del
panorama del clown femminile.
Di e con Antonio Terrones, Kritonas Anastasopoulos, Raphaël Hérault
Regard extérieur Pepa Plana
Création costumes Françoise Hérault
Scenografie Antonio Terrones
Colonna sonora Raphaël Hérault
Luci Lorelinde Hoet
Con il sostegno di Espace Catastrophe, Centre International de Création des Arts du Cirque;
Circuscentrum, Vlaams Centrum voor Circuskunsten; CAR, Centre des Arts de la Rue; Ell Circo d’ell Fuego,
Antwerpse circusschool, Atlas Festival.
www.acrobarouf.com
PRIMA NAZIONALE
29-30
luglio
N 50 MINUTI
! INGRESSO 12 €
RIDOTTO
10 €
EVENTI COLLATERALI
ELEMENTI DI COMPETITIVITÀ DELLE CREAZIONI
DI CIRCO CONTEMPORANEO
NEL PANORAMA NAZIONALE E INTERNAZIONALE
5
luglio
Conferenza pubblica curata da Donald B. Lehn e Danijela Jovic, rispettivamente
Presidente e Coordinatrice generale della FEDEC Federazione Europea delle Scuole
Professionali di Circo
19.00-21.00
Saranno tema di formazione e confronto i nuovi linguaggi espressivi che caratterizzano
la creazione contemporanea, i nuovi modelli di produzione e consumo culturale, le
nuove modalità di relazione con i pubblici, con la finalità di fornire agli artisti elementi
di competitività delle creazioni di circo contemporaneo sul panorama nazionale e
internazionale dal punto di vista delle scrittura e della diffusione degli spettacoli.
Villa Boriglione
PRESENTAZIONE DEI PROGETTI ARTISTICI DI
GIOVANI COMPAGNIE DI CIRCO CONTEMPORANEO
7
Incontro aperto a programmatori, direttori artistici di Festival, titolari di
residenze artistiche e operatori del settore con la partecipazione di Joanna Bassi
luglio
9.00-11.30
Gli esperti presenti commenteranno le creazioni delle compagnie, evidenziando i punti
di forza e debolezza di ciascun lavoro. Questa sessione di lavoro è pensata come un
laboratorio dedicato alle giovani compagnie di circo contemporaneo per favorire una
rielaborazione costruttiva dei propri progetti e l’approfondimento degli aspetti artistici e
drammaturgici.
Chapiteau Vertigo
Gli appuntamenti del 5 e 7 luglio sono realizzati in collaborazione con Hangar Piemonte
| Reinventare il futuro. Progetto dell’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte
e coordinato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo. Le iniziative di Hangar Piemonte
all’interno dei festival sono realizzate con il sostegno della Compagnia di San Paolo.
Da Venerdì 1 a Mercoledì 6 Luglio
L’INNOCENCE DE L’HUMOUR
I Clown del XIX secolo
Esposizione itinerante commentata da Joanna Bassi
Da Sabato 9 a Sabato 30 Luglio
LA QUADRATURA DEL CIRCO
Un’esposizione di manifesti e fotografie pubblicitarie d‘epoca
di artisti di circo e del varietà oltre che di clown della fine
del diciannovesimo secolo curata e commentata da Joanna
Bassi, personaggio d’eccellenza del panorama internazionale
del teatro popolare e comico con un passato da artista circense insieme ai genitori e al fratello Leo con il quale negli anni
Settanta decise di dare una svolta alla propria carriera e al linguaggio artistico per dedicarsi al teatro di strada e alla regia.
La presentazione prevede la proiezione di “fotografie viventi“ dei Fratelli Lumière, sei brevi filmati contenenti le prime
immagini animate di clown, antenati della famiglia Bassi. I documenti esposti sono descritti e commentati da Joanna Bassi,
in un’atmosfera „innocente e clownesca“ in tema con i documenti proposti tratti dagli archivi storici della famiglia Bassi.
Mostra di arte contemporanea a cura di Ivano Bardini
La Quadratura del circo vuol essere un incontro divertito tra arte
contemporanea e l’immaginario circense.
Come è stato per Mirò, Calder e molti altri, i segreti del prestigiatore, la buffoneria dei pagliacci, l’abilità dei giocolieri, le vertiginose traiettorie dei trapezisti, la poesia dei salti e dei volteggi
ispirano un arte capace di comporre una quadratura del circo:
una particolare visione del mondo, che può, forse, aiutare a far
quadrare anche la vita. Gli artisti che espongono sono Elena Andretta, Toni Arch, Camilla Basanese, Aldo Basili, Giusi Bergandi,
Barbara Bertoncelli, Milvia Bortoluzzi, Marina Carboni, Marco
Ferrari, Silvestro Ferrero, Simona Fiandri, Massimo Grassis, Rosanna La Spesa, Maria Cristina Milazzo, Silvia Petitta, Mario Tonino,
Laura Zilocchi, Paola Zola.
Da lunedì a sabato, 19.30-21.00
Da lunedì a sabato, a partire dalle 20.00
(Inaugurazione 9 luglio ore 18.30) - Ingresso libero
Ingresso libero
Villa Boriglione
Parco Culturale Le Serre, via Tiziano Lanza, 31 - Grugliasco
T. 011.0714488 T. 327.7423350
Immergetevi nella lettura con
HYSTRIO
trimestrale di teatro e spettacolo
L’abbonamento annuale a Hystrio – trimestrale di teatro e spettacolo costa: Italia 35 euro,
Estero (Paesi europei) 65 euro ed Estero (Paesi extra-europei) 100 euro.
Puoi effettuare il pagamento con un versamento sul conto corrente postale n. 40692204
www.hystrio.it La versione pdf del numero, consultabile da pc o tablet, è scaricabile al costo di € 5
Ph Davide
ATTIVITÀ
Preparazione a Concorsi
Nazionali ed Internazionali
Preparazione ad Audizioni
CORSI
Audizioni per la Junior
Company della scuola
PROPEDEUTICA ALLA DANZA
REPERTORIO CLASSICO
(3-5 ANNI)
TEATRODANZA
DANZA CONTEMPORANEA
(LIVELLI PRINCIPIANTI, INTERMEDI, AVANZATI
Esami a fine Anno Accademico)
DANZA CLASSICA
(LIVELLI PRINCIPIANTI, INTERMEDI, AVANZATI
Esami a fine Anno Accademico)
HIPHOP
PREPARAZIONE ATLETICA
PILATES
Laboratori di contaminazione coreografica
Collaborazioni con realtà artistiche del territorio
DANZA CONTEMPORANEA ADULTI
WWW.CENTROSTUDIODANZADENISEZUCCA.IT
Partecipazione a Spettacoli
e Manifestazioni Culturali
Workshop con docenti e coreografi esterni di fama
Nazionale ed Internazionale
Organizzazione di eventi, rassegne e festival
Segreteria LUN - VEN 17.00 - 19.30
TEL/FAX +39 011 4143 412 - Via Lupo, 49 - 10095 Grugliasco (TO)
®
by Loddo
TORINO
Costumi per la danza
LORELLA DANCE
di Loddo & Palermo s.n.c.
Via San Secondo, 38/A - 10128 TORINO (Italy)
Tel. 011.531664 - Fax. 011.534875
www.lorelladance.it - Email: [email protected]
5
valido fino al 30/09/016
E
RIVIST
#iostampoinitalia
TESS
VOLI
A
S EG N
ISITA
I DA V
DINE
LIETT
OCAN
IBRI &
OGHI L LIBRI BUSTE
CATAL
ERE
Vai al sito e registrati,
per te subito
€ di Sconto
inserendo il codice
CRK2016
N
VOLA
UP
ROLL
B
OLINE
CARTMANIFESTI
T
INVI
A
ART
URE
IERE
ROSSLENDARI C ETTE BAND
I
CA
I MAGL
BIG
HE
3D L
R
G
R
E
E
NOTES
COVE
LLICI PI ATA BANN CITARIE
META
LI
ST
BLOCK
PUNTI
TINI
INTE
PUBB
www.iPrintdifferent.com
il sito di stampa on line,
sempre sul filo della tua
comunicazione
SEGUICI ANCHE SU
RISTOBAR
PIZZERIA
Le Serre
Ricevimenti per comunioni, battesimi,
anniversari, feste di compleanno.
CONSEGNA PIZZA A DOMICILIO
In tutte le sere di spettacolo, a partire dalle 19.30 all’ingresso del Teatro Le Serre, il Ristobar Pizzeria Le Serre
allestirà la caffetteria del Festival: avrete la possibilità di bere e mangiare al fresco del Parco Le Serre.
APERTO 7 giorni su 7 | ORARIO 07.00-24.00
Via Spanna, 1/4 - Grugliasco (TO) | Tel. 011 41 43 164 | 393.0673574 | E-mail: [email protected]
Chi si presenta presso i nostri punti vendita acquistando un paio di
occhiali da vista o da sole e portando questa pagina potrà ricevere
2 biglietti* per il Festival Internazionale Sul Filo del Circo
Studiottico Alberghina RIVOLI
Via Ticino, 2 - Cascine Vica
011.9597208
Studiottico Alberghina RIVOLI
Piazza Martiri della Libertà, 4
011.9566235
*Previa versamento di 1 € per ogni biglietto
SIAMO APERTI TUTTO AGOSTO
AFFITTA IL TEATRO LE SERRE
Il Teatro Le Serre è la location ideale per i tuoi eventi
Spettacoli, concerti, saggi, convegni
Per concordare un sopralluogo o richiedere un preventivo
AFFITTO TEATRO
011.0714488 - [email protected]
Parco Culturale Le Serre | Via T. Lanza 31 | Grugliasco (TO) | www.teatroleserre.it
0 anni
ELENA / 2
one e
ia alle pers
io
g
re
a
rt
o
é volevo p
a nuove,
circo perch
uardare d
il
g
o
ò
ata:
u
lt
p
e
c
i
s
s
"Ho
la vita
ha trasform ni ora
i
e
h
m
c
o
ro
ig
lo
rt
e
dimostrare rospettive. Cirko V nti e ai miei compag o la
ti p
me
n
a
a
ubblic
n
n
e
io
ll
z
a
o
em
ti, agli
ere con il p
n
id
a
n
iv
g
d
e
n
s
o
c
in
a
grazie agli
e stessa e
primere m
s
e
d
a
o
c
s
rie
à!"
mia felicit
FESTIVAL INTERNAZIONALE SUL FILO DEL CIRCO
1 Luglio - 30 Luglio 2016 | Parco Culturale Le Serre | sulfilodelcirco.com
Gli spettacoli si tengono al coperto quindi anche in caso di pioggia o maltempo
Lo Chapiteau Vertigo è dotato di aria condizionata
Parco Culturale Le Serre, via Tiziano Lanza 31, 10095 Grugliasco
tutti gli spettacoli iniziano alle 21.30
TICKET OFFICE
La Biglietteria è aperta da Lunedì a Venerdì (10.00 - 13.00 e 16.00 - 19.00) e il
Sabato (10.00-13.00) presso la Segreteria di Cirko Vertigo in Via Lanza 31 e dalle
ore 19.30 nelle serate di spettacolo presso il Teatro.
È consigliata la prenotazione.
La prenotazione non dà diritto all’assegnazione del posto.
I posti vengono assegnati solo al momento effettivo dell’acquisto del biglietto ed
è necessario ritirare i biglietti riservati entro le 21.00 della sera dello spettacolo.
Successivamente, in caso di grande affluenza saranno rimessi in vendita.
Durante l’orario di apertura della biglietteria è possibile acquistare i biglietti per
tutti gli spettacoli in cartellone, senza diritti di prevendita o maggiorazioni.
Biglietti in vendita on line su
PRENOTAZIONI E INFO
mobile: 327.7423350
telefono: 011.0714488
email: [email protected]
Organizzato da
CITTÀ
DI GRUGLIASCO
Con il contributo di
Media Partner
Con il patrocinio di
Partner Tecnico
In collaborazione con
Partner
Il Festival Internazionale Sul Filo del Circo ha ricevuto dalla Giuria Internazionale
della Piattaforma EFFE (Europe for Festivals - Festivals for Europe) il marchio europeo 2015-2016
CITTÀ
DI GRUGLIASCO
sulfilodelcirco.com