the match program - AsRomaUltras.org

Transcript

the match program - AsRomaUltras.org
cover_feyenoord_rit_MP_2014_15 24/02/15 16:13 Pagina 1
| STADION FEIJENOORD | 16° DI FINALE, RITORNO | 26 FEBBRAIO 2015 | ORE 21,05 |
F E Y E N O O R D
V S
03 sommario FEYE_MP_2014_15 24/02/15 16:15 Pagina 3
| UEFA EUROPA LEAGUE - SEDICESIMI DI FINALE - RITORNO |
SOMMARIO
4
L’approfondimento
Benedetto sedicesimo
6
Feyenoord
L’avversario
8
Il personaggio
Filippo Scardina
11
Last match
Cronaca dell’andata
13
Numericamente
parlando
4
14
16
Cogito, ergo... Sud
Storie, miti e personaggi
15
Il calendario UEL
Le gare in programma
16
Giocarono oggi
26 febbraio
8
CoverStory
In copertina,
Seydou Keita,
centrocampista
maliano alla prima
stagione in
giallorosso. In
Europa ha vinto 2
volte la UEFA
Champions League
Anno 1 Numero 34
Contenuti
AS Roma Media
Art Director
Fabio Tancredi
Foto
Luciano Rossi/AS Roma
Redazione
Piazzale Dino Viola 1, 00128 Roma
Telefono
06-50191204/7
Posta elettronica
[email protected]
FEYENOORD VS AS ROMA | 3 |
04_5_MP_2014_15 24/02/15 16:16 Pagina 4
BENEDETTO S
A questo punto dell’Europa League, su 13 precedenti, la Roma si è qualificata in 11 occasioni. La tradizione è
di Tiziano RICCARDI
l passato non si dimentica, si dice, anche se non evoca ricordi particolarmente piacevoli. Già, perché l’ultima volta che la Roma ha affrontato i sedicesimi di finale di
UEFA Europa League – stagione
2009-2010 – è stata costretta a interrompere il proprio cammino nella
competizione. Una rarità, considerato che la squadra giallorossa si è
ritrovata 13 volte a questo punto del
torneo e in 11 occasioni è riuscita a
passare il turno. Non cinque anni fa,
però, per citare il precedente più
I
| 4 | FEYENOORD VS AS ROMA
“fresco”. L’avversario di turno non è
irresistibile, seppur con un buon
“pedigree” europeo e nazionale alle
spalle: il Panathinaikos. La squadra
verde di Atene ha alcuni buoni elementi a centrocampo e in attacco
come Cissè, Karagounis, Ninis, Simao, ma nel complesso non si tratta di un top team. La Roma, dal
canto suo, è lanciata in campionato
con una serie di risultati utili consecutivi che la stanno proiettando in
vetta verso una rimonta clamorosa
nei confronti dell’Inter di Mourinho.
Probabilmente, la testa è più al
campionato che alla coppa. Forse,
chissà. Sta di fatto che bisogna preparare una sfida importante per
onorare la partecipazione europea.
Claudio Ranieri, l’allenatore giallorosso, più che con la strategia tattica, cerca di pungolare i suoi alla
Massimo Decimo Meridio, il protagonista del film “Il Gladiatore”, interpretato da Russell Crowe: “Facciamo vedere a questi greci chi sono i
veri romani”, urla Claudio durante
un allenamento in settimana. L’andata si gioca in Grecia, nel focoso e
ostile catino del “Pana”, nonostante
il gemellaggio tra le due tifoserie sia
forte e radicato. In campo è una
www.asroma.it
favor
04_5_MP_2014_15 24/02/15 16:16 Pagina 5
O SEDICESIMO
zione è
favorevole, ma l'ultima volta con il Panathinaikos è andata male. Totti con l’Aalst segnò il primo gol europeo
battaglia, finisce 3-2 per i padroni di
casa con tanto rammarico da parte
della Roma che va in vantaggio due
volte (Vucinic prima e Pizarro poi)
salvo poi farsi recuperare e scavalcare. In ogni caso, è un buon risultato in vista del ritorno all’Olimpico.
Basterebbe l’1-0 per passare. Basterebbe, vero, perché non va così.
Riise illude i capitolini in apertura
con un bolide su punizione, ma è in
quel momento che la Roma si sfalda e subisce la rimonta greca con
doppietta di Cissè e Ninis. Sul 3-1
per gli ospiti, De Rossi segna il gol
della bandiera fissando il 3-2 finale.
Un risultato amaro per la Roma, che
qualifica il Panathinaikos alla fase
successiva. Tuttavia, nonostante la
recente delusione in Europa League, i sedicesimi di finale in Coppa
Uefa hanno più volte sorriso ai giallorossi (l’altro passo falso è contro i
tedeschi del Karlsruhe, datato
‘96/’97). In principio il “pass”
per gli ottavi fu staccato 40
anni fa, nel 1975, contro gli
svedesi dell’Oester Vaxjoe: sconfitta 1-0 all’andata in trasferta, rimonta 2-0 al ritorno in casa
con reti di Pellegrini e Boni.
Vent’anni dopo, nel 1995,
un’altra storia da raccontare: la Roma passeggia sui
belgi dell’Aalst nella gara
di andata vincendo 4-0 e
ipotecando la qualificazione (0-0 al
ritorno). Il quarto gol giallorosso è
una perla di un giovane di 19 anni,
che per la prima volta timbra il cartellino in una competizione diversa
dal campionato o dalla Coppa Italia: il ragazzo è un prodotto del settore giovanile di Trigoria, uno che
promette bene. E si vede, in campo con una serie di finte e controfinte ubriaca la retroguardia della squadra in maglia
bianca e nera e fa gol con
un facilità da veterano.
Oggi, a distanza di altri
vent’anni, quel ragazzo è
diventato un uomo e ha
quasi 39 anni. Quell’uomo
ha un numero 10 sulle spalle e anche per i suoi
piedi passano le
speranze di qualificazione agli ottavi
di finale. Quell’uomo si chiama Francesco di nome e Totti
di cognome. Il
Feyenoord è
avvisato.
LE ALTRE VOLTE AI SEDICESIMI
UEFA 75/76
UEFA 82/83
UEFA 88/89
UEFA 90/91
UEFA 92/93
UEFA 95/96
UEFA 96/97
vs Oester Vaxjoe, qualificata
vs IFK Norrkoeping, qualificata
vs Partizan Belgrado, qualificata
vs Valencia, qualificata
vs Grasshoppers, qualificata
vs Eendracht Aalst, qualificata
vs Karlsruhe, eliminata
(3-0 in Germania, 2-1 a Roma)
UEFA 98/99
vs Leeds United, qualificata
UEFA 99/00
vs Newcastle United, qualificata
UEFA 00/01
vs Amburgo, qualificata
UEFA 03/04
vs Gaziantepspor, qualificata
UEFA 05/06
vs Bruges, qualificata
EUROPA LEAGUE 09/10 vs Panathinaikos, eliminata
(3-2 in Grecia, 2-3 a Roma)
www.asroma.it
FEYENOORD VS AS ROMA | 5 |
06 AVVERSARIO + rose_MP_2014_15 24/02/15 16:18 Pagina 6
FEYENOORD
L’AVVERSARIO
Squadra organizzata, ma vulnerabile
Attenzione all’atmosfera del “De Kuip”
ome una finale. A Rotterdam la Roma non ha alternative: vincere. Ad essere
precisi, anche un pareggio con più
di un gol sarebbe sufficiente per accedere agli ottavi di finale di Europa
League, ma la Roma deve puntare
alla vittoria, perché solo un successo convincente può far ripartire veramente questa squadra e darle di
nuovo tranquillità e consapevolezza
della propria forza. Non sarà facile
perché il Feyenoord ha dimostrato
di essere una buona squadra e perché allo stadio De Kuip il clima non
sarà certo da amichevole estiva.
Un’idea di quanto possano essere
“caldi” e “rumorosi” (diciamo così) i
tifosi del Feyenord l’abbiamo già
avuta all’Olimpico giovedì scorso. Il
fattore ambientale non è da sottovalutare nella gara di ritorno, con circa cinquantamila persone sugli
spalti. Dal punto di vista tecnico, la
squadra di Rutten ha dimostrato di
essere competitiva e ben organizzata, ma ha anche dimostrato di essere vulnerabile, soprattutto in difesa. Aspetto confermato anche
dall’ultimo turno di Eredivisie: dopo
mezz’ora di gioco il Feyenoord era
sotto di due gol, in casa, nel derby
contro l’Excelsior Rotterdam, squadra in piena lotta per non retrocedere. Poi, complice l’inferiorità numerica degli avversari per tutto il secondo tempo, la squadra di Rutten è
riuscita a ribaltare il risultato grazie
alle reti di Kazim Richards (sempre
lui), Toornstra e Immers. Due reti al
passivo per un totale di venticinque
gol subiti in ventiquattro partite di
campionato: come dire, il Feyeno-
C
| 6 | FEYENOORD VS AS ROMA
FEYENOORD
ALL. RUTTEN FRED
PORTIERI
13 Graafland Ronald
1 Mulder Erwin
16 Vermeer Kenneth
35 Miazek Kamil
DIFENSORI
2 Wilkshire Luke
4 Mathijsen Joris
5 Kongolo Terence
18 Nelom Miguel
22 Van Beek Sven
23 Boulahrouz Khalid
25 Woudenberg Lucas
CENTROCAMPISTI
6 Clasie Jordy
8 El Ahmadi Karim
10 Immers Lex
21 Trindade de Vilhena Tonny
24 Steenvoorden Matthew
26 Karsdorp Rick
28 Toornstra Jens
ATTACCANTI
7 Boëtius Jean-Paul
15 Richards Colin Kazim
14 Basaçikoglu Bilal
19 Te Vrede Mitchell
39 Hermann Mans
DIFFIDATI
SQUALIFICATI
ARBITRO E COLLABORATORI
Direttore di gara: Turpin (FRA)
Assistenti: Cano-Danos (FRA)
Assistenti agg.: Fautrel-Rainville (FRA)
ord almeno un gol a partita lo incassa e la Roma tecnicamente è in grado di far male alla difesa olandese.
Con ogni probabilità Rutten punterà
ancora su un attento 4-1-4-1, con
Clasie davanti alla difesa, qualche
metro dietro alla linea di centrocampo. In attacco, Kazim Richards ha
confermato di essere cliente sco-
AS ROMA
ALL. GARCIA RUDI
PORTIERI
12 Curci Gianluca
26 De Sanctis Morgan
28 Skorupski Łukasz
DIFENSORI
2 Yanga-Mbiwa Mapou
3 Cole Ashley
5 Castán Leandro Da Silva
13 Maicon Sisenando Douglas
23 Astori Davide
25 Cholevas Josè
33 Spolli Nicolas
35 Torosidis Vasileios
44 Manolas Kostas
CENTROCAMPISTI
4 Nainggolan Radja
15 Pjanic Miralem
16 De Rossi Daniele
20 Keita Seydou
24 Florenzi Alessandro
32 Paredes Leandro Daniel
48 Salih Uçan
ATTACCANTI
7 Iturbe Manuel Juan
8 Ljajic Adem
19 Ibarbo Victor
10 Totti Francesco
88 Doumbia Seydou
27 Gervinho
Quarto arbitro: Zakrani (FRA)
Delegato UEFA: Hover (ENG)
Osservat. arbitro: Jokic (SRB)
modo: giocatore fisico, agonisticamente cattivo e capace di sfruttare
le occasioni a disposizione. Sarà lui,
con l’assistenza di Immers, a cercare di dar fastidio alla difesa giallorossa. Conosciamo pregi e difetti dei
nostri avversari, adesso serve solo
dimostrare di essere più forti.
Marco Paonessa
www.asroma.it
L’in
te
rv
ist
a
08_9 Scardina_MP_2014_15 24/02/15 16:19 Pagina 6
Scardina “Nel 2009 esordii in Europa League
a Sofia, segnando pure un gol. Poteva essere
un grande inizio per la mia carriera, ma poi la
sfortuna mi ha perseguitato”
“IO,
UNA VOLTA
SOLA CON
LA ROMA”
di Tiziano RICCARDI
ochi
calciatori
possono raccontare (e vantare) un
esordio come il
suo. La storia riguarda un ragazzo di 17 anni della Primavera, che viene chiamato
in prima squadra per completare
la rosa per una partita di UEFA
Europa League contro i bulgari
del CSKA Sofia. La Roma è già
qualificata al prossimo turno, ma
vuole chiudere in bellezza. E ci
riesce, mettendo al sicuro il risultato con una doppietta di Alessio
Cerci. A questo punto, le condizioni sono ideali per fare qualche
esperimento tattico o per provare
qualcosa di diverso. È il 36’ della
ripresa, il tecnico giallorosso
Claudio Ranieri richiama in panchina Stefano Okaka. E al suo
posto entra Filippo Scardina,
P
quel ragazzo della Primavera di
17 anni, che inizialmente doveva
andare in tribuna. Già questo potrebbe bastare per consegnare
alla storia quella serata del 16 dicembre 2009, ma lui fa di più. Segna la rete del 3-0, entrando nel
tabellino dell’ultima vittoria della
Roma in trasferta in Europa League. Quella presenza e quel gol
restano le uniche tracce di Scardina – classe 1992 – con la maglia romanista.
Che ricordi conserva di quella
partita?
“Resta un’emozione grandissima
nella mia carriera. Immaginate
per un giovane come me, di 17
anni, che sapore poteva avere un
esordio del genere con un gol segnato in Europa League. Non sapevo nemmeno di dover partire
per quella trasferta. Sa, gioco a
calcio, ma non sono un seguo
come un grande appassionato gli
aggiornamenti. E quando uscì la
notizia della mia convocazione,
mi chiamò mia madre (Fiorenza
Marchegiani, la protagonista
femminile di “Ricomincio da tre”,
ndr) per farmelo sapere”.
Cosa le disse Ranieri prima del
suo ingresso in campo?
“Mi rassicurò con queste parole:
“Hai meno di 10 minuti per fare
gol”. E fu profetico, perché dopo
7 minuti realizzai la rete del 3-0 su
assist di Simone Perrotta. Mi festeggiarono tutti e mi fecero i
complimenti”.
Ha avuto la fortuna di allenarsi al
fianco di gente come Totti e De
Rossi. Ha imparato qualcosa
08_9 Scardina_MP_2014_15 24/02/15 16:20 Pagina 7
stando a contatto con loro?
“Sìì, ho capito molto vivendo uno
spogliatoio con tante personalità,
ma le cose fondamentali sono il
rispetto e l’umiltà. Uno come Totti
è disponibile e carino sempre con
tutti. Se ti impegni, se ti metti a
disposizione dell’allenatore, qualcosa di positivo la combini”.
Sembra sentir parlare Garcia,
che spiegando la scelta di inserire Verde ha usato le sue stesse
parole.
“Esattamente. Ho visto giocare
Daniele e posso dire che si tratta
di un bravissimo ragazzo, che sa
stare in gruppo. Sulle qualità tecniche, poi, c’è poco da aggiungere, già ha fatto intravedere doti
davvero interessanti”.
Un altro elemento che dal vivaio
si è imposto in prima squadra è
Alessandro Florenzi.
“Lui è un amico, lo conosco da
quando siamo piccoli. Nelle giovanili ci siamo trovati spesso a
giocare insieme: lui come trequartista e io come centravanti. Forse
nessuno si sarebbe aspettato che
esplodesse così in Serie A, ma ha
avuto la caparbietà di sfruttare
l’occasione avuta in B con il Crotone e così si è affermato”.
Poteva essere un inizio da predestinato, il suo, ma poi la sua
carriera ha avuto un rallentamento. Come mai?
“Bisogna anche avere fortuna e
io finora non ne ho avuta tantissima. Quest’anno, per esempio:
sono stato ingaggiato dal Pontedera (club di Lega Pro, ndr) dove
avevo trovato un ambiente ideale
per crescere e giocare con continuità…”.
Invece?
“E invece sono stato bloccato da
una tallonite che mi perseguita.
Non so come uscirne, mi sto curando a Trigoria da una specialista. Al momento non mi pongo
obiettivi, mi piacerebbe solo tornare a correre e giocare una partita. Mi basta questo”.
L’ULTIMA VITTORIA ESTERNA IN U.E.L.
CSKA SOFIA-ROMA 0-3
CSKA SOFIA: Chavdarov, K. Stoyanov, Popov (30’ st Rui Miguel), Vidanov, Minev, Yanev, Yanchev, S. Petrov, Timonov (15’ st
Manchev), Delev (36’ st Todorov), Michel
ROMA: Lobont, Motta, Burdisso, Andreolli,
Riise, De Rossi, Pizarro (1’ st Brighi), Cerci
(30’ st Pettinari), Baptista, Perrotta, Okaka
(36’ st Scardina)
ARBITRO: Stavrev (Macedonia)
MARCATORI: 46’ pt Cerci; 7’ st Cerci, 43’
st Scardina.
11_lastmatch_MP_2014_15 24/02/15 16:22 Pagina 11
LAST
MATCH
Non è finita, siamo
solo al primo tempo
RUDI GARCIA
1-1
16°, andata - Olimpico - 19/02/2015 - 19.00
AS ROMA-FEYENOORD
IL GIUDIZIO
DELLA PARTITA
GOL 22’ pt Gervinho, 10’ st Kazim Richards
La solita Roma del 2015:
buon primo tempo, calo nella ripresa. La squadra di Garcia coglie un altro pareggio in
casa contro il Feyenoord (11) non riuscendo a sfatare la
maledizione dello stadio
Olimpico che, nei novanta
minuti, non riesce a violare
dalla gara di campionato con
l’Inter (4-2), datata 30 no-
questo, con il secondo tempo subentra la solita paura di
tenere il risultato. E al 10’,
puntuale ecco il pareggio:
Kazim Richards corregge in
rete a porta vuota dopo il
tentativo di testa di Immers
finito sul palo. La posizione
dell’attaccante turco è in
fuorigioco, ma l’arbitro Hategan non vede. Gira male.
In alto, Verde
controlla il
pallone in elevazione. Qui a
sinistra, il tacco vincente di
Gervinho per
l’1-0. A destra, Manolas
svetta di testa
su Kazim Richards. In
basso, Nainggolan cade
dopo un contrasto
vembre 2014. Nemmeno
contro gli olandesi arriva una
vittoria che sarebbe servita
per agevolare il discorso
qualificazione nella gara di ritorno. E invece niente, a Rotterdam servirà o una vittoria
con qualsiasi risultato o un
pareggio dal 2-2 in su. La
cronaca: la Roma inizia forte
e al 22’ trova il vantaggio con
Gervinho che, sottomisura,
corregge di tacco in rete un
cross basso di Torosidis dalla destra. Un gran gol, che
sembra spianare la strada ai
giallorossi. Niente di tutto
www.asroma.it
AS ROMA
FEYENOORD
ALL. GARCIA
ALL. RUTTEN
28
SKORUPSKI
3
4-3-
25
CHOLEVAS
2
MAPOU Y.
15
PJANIC
44
MANOLAS
16
DE ROSSI
35
TOROSIDIS
53
VERDE
10
TOTTI
4
NAINGGOLAN
27
GERVINHO
21
TRINDADE DE VILHENA
6
CLASIE
SOSTITUZIONI
20’ st Keita on
De Rossi off
20’ st Doumbia on
Totti off
28
TOORNSTRA
8
2
EL AHMADI WILKSHIRE
15
KAZIM RICHARDS
18
NELOM
IN PANCHINA
De Sanctis, Ljajic, Astori, Florenzi, Paredes
10
IMMERS
5
KONGOLO
23
BOULAHROUZ
-3
4-3
16
VERMEER
SOSTITUZIONI
30’ pt Karsdorp on
Wilshire off
IN PANCHINA
Mulder, Mathijsen, Boetius, Te Vrede,
Woudenberg, Achahbar
FEYENOORD VS AS ROMA | 11 |
13 Numericamente_MP_2014_15 24/02/15 16:25 Pagina 13
NUMERICAMENTE
PARLANDO
Ogni partita ha una storia a sé. Ogni partita rappresenta un nuovo capitolo nel corso dell’AS Roma. Ogni partita cambia i numeri della squadra
giallorossa. Anche questo Feyenoord-Roma farà
storia. Ecco perché…
IN CAMPO INTERNAZIONALE, MATCH 274
Gara ufficiale AS Roma n° 3468 (Record W-T-L: 1.480
– 1.002 – 985 / 5.111 gf – 3.892 gs)
Coppe Europee (1927-2015) gara n° 274 (Record 124
W – 60 T – 89 L / 416 gf – 318 gs)
Competizioni UEFA (1969-2015) gara n° 219 (Record
101 W – 48 T – 70 L; 321 gf – 232 gs)
PAREGGIO IN CASA, QUALIFICAZIONE FUORI
Prima dell’1-1 con il Feyenoord, la Roma nelle coppe
europee aveva già pareggiato in casa il match di andata di turni ad eliminazione diretta. I giallorossi hanno
ottenuto la qualificazione soltanto nel precedente più
recente, contro il Lione nel 2007 (0-0 all’Olimpico e vittoria 2-0 al Gerland). Negli altri tre precedenti i giallorossi sono stati eliminati 2 volte dopo il match di ritorno
(contro Leeds in Coppa Uefa nel 2000 e Monaco in
Coppa Coppe nel 1992) ed una volta con il lancio della
monetina dopo un match supplementare di spareggio
(contro il Gornik nella stagione ‘69-’70).
6 VITTORIE NEL MESE DI FEBBRAIO
In 17 incontri giocati in questo mese, competizioni UEFA e non, i giallorossi hanno ottenuto 6 vittorie, 3 pareggi e ben 8 sconfitte. Un pareggio e 4 sconfitte nelle
ultime 5 partite europee giocate a febbraio.
A BASILEA L’ULTIMO SUCCESSO DI COPPA
L'ultima vittoria europea della Roma in trasferta risale al 3 novembre 2010, Basilea-Roma 2-3 nella
prima fase della Champions League (gol di Jeremy
Menez, Francesco Totti su rigore e Leandro Greco).
Al successo sugli svizzeri sono seguiti 3 pareggi e 3
sconfitte. Per quanto riguarda la UEFA Europa League, l’ultima affermazione giallorossa risal al 2010,
3-0 in casa del CSKA Sofia. Nelle ultime 30 partite
europee giocate fuori casa la Roma ha ottenuto 10
vittorie, di cui 9 ottenute con almeno 2 gol. A ritroso:
contro Basilea (3-2), CSKA Sofia (3-0), Gent (7-1),
Cluj (3-1), Bordeaux (3-1), Real Madrid (2-1), Dinamo Kiev (4-1), Lione (2-0), Olympiakos (1-0) e Bruges (2-1).
www.asroma.it
TOTTI, QUOTA 95 PRESENZE NEL MIRINO
Il giocatore con
più presenze in
Europa con la maglia della Roma è il
capitano giallorosso,
Francesco
Totti. Il numero 10
tra Coppa UEFA,
UEFA Champions
League e UEFA
Europa League è
stato utilizzato 94
volte diventando il
calciatore romanista più europeo.
Precede De Rossi a quota 67 e Aldair a 64. Totti, scendendo in campo contro il Feyenoord, raggiungerebbe
quota 95 apparizioni in territorio internazionale con la
sola maglia della Roma e arriverebbe a meno cinque
dal traguardo delle 100 presenze.
FACCIAMO 60 IN EUROPA LEAGUE
In Europa League e in Coppa UEFA, i giallorossi vantano 59 vittorie (52 in Coppa UEFA e 7 in Europa League), 18 pareggi (14 e 4) e 32 sconfitte (28 e 4). Nel
mirino c’è il successo numero 60.
È LA TRASFERTA EUROPEA NUMERO 135
Fuori casa nelle coppe europee, UEFA e non, la Roma
ha giocato un totale di 134 partite mettendo insieme
una percentuale di vittorie pari al 27%. I giallorossi
hanno vinto 37 incontri giocati in trasferta pareggiandone 34 e perdendone 63. Negativo il saldo dei gol,
144 e 197 subiti. In 31 partite la Roma non ha subito
gol fuori casa. Contando soltanto le competizioni UEFA su 108 partite in trasferta la Roma ha una percentuale di vittorie praticamente identica (28%) con 31
successi, 28 pareggi e 49 sconfitte, 117 gol fatti e 140
subiti, 27 partite senza gol subiti.
In trasferta, competizioni UEFA e non: 134 partite,
WTL 37-34-63 - 144 gf, 197 gs / 31 partite senza gol
subiti
In trasferta nelle competizioni UEFA: 108 partite, WTL
31-28-49 - 117 gf, 140 gs / 27 partite senza gol subiti
In trasferta in Coppa UEFA+Europa League: 54 partite, WTL 16-13-25 - 67 gf, 69 gs / 13 partite senza gol
subiti
In trasferta in Europa League: 7 partite, WTL 2-2-3 16 gf, 11 gs / 1 partita senza gol subiti
In trasferta in Coppa UEFA: 47 partite, WTL 14-11-22
- 51 gf, 58 gs / 12 partite senza gol subiti
FEYENOORD VS AS ROMA | 13 |
14_cogito_MP_2014_15 25/02/15 09:48 Pagina 14
COGITO
ERGO SUD
Rotterdam, finché la Barcaccia va...
“Roma! Mia Patria! Città dell’anima”
Dediche a Rotterdam
“Roma è la capitale del mondo. In questo luogo si riallaccia l’intera storia del mondo,
e io conto di essere nato una
seconda volta, d’essere davvero risorto, il giorno in cui ho
messo piede a Roma. Le sue
bellezze mi hanno sollevato
poco a poco fino alla loro altezza”.
(Johann Wolfgang Goethe)
***
“Roma, ne l’aer tuo lancio
l’anima altera volante: l’accogli, o Roma, e avvolgi l’anima
mia di luce”. (G. Carducci)
***
“Roma è silenziosa e pesante, come fuori dal mondo,
come intrecciata in se stessa
e incantata. Lo scirocco persiste. I momenti più drammatici del tempo cadono qui
senza eco, come nell’eternità”. (Ferdinand Gregorovius)
***
“Roma, invincibile e eterna”.
(Tito Livio)
***
“Roma nostra vedrai. La vedrai da’ suoi colli: | dal Quirinale fulgido al Gianicolo, | da
l’Aventino al Pincio più fulgida ancor ne l’estremo | vespero, miracol sommo, irraggiare i cieli...| Nulla è più grande e sacro. Ha in sé la luce
d’un astro. | Non i suoi cieli irragia solo, ma il mondo, Roma”.
(Gabriele D’Annunzio)
| 14 | FEYENOORD VS AS ROMA
“Tu non vedrai nessuna cosa
al mondo maggior di Roma”
(Orazio)
***
“È così che pesa Roma, ma
con un peso sensibile e leggero, la si porta sul cuore come un corpo di fontane, di
giardini e di cupole, si respira
sotto di lei, un po’ oppressi
ma stranamente felici. ... Mi
nutro senza posa di questa linea di alberi e cieli che dalla
Porta Pinciana arriva sino a
Trinità dei Monti, e dietro la
quale Roma srotola le sue
cupole e il suo disordine…
quando si è visto tutto, o almeno tutto ciò che era possibile vedere, passeggiare
Una scena
di “Mamma
Roma” di
Pasolini.
senza sforzarsi di sapere è
una felicità perfetta”. (Albert
Camus)
***
“Mamma Roma”. (Pier Paolo
Pasolini)
***
“A Roma mi sembra di raggiungere le altezze dell’arte. E
di respirare l’aria respirata dai
maestri e di vedere il mondo
con i loro occhi”. (E. Masters)
***
“Oh Roma! Mia patria! Città
dell’anima!” (G. Byron)
***
“L’Europa per riprenderci la
Storia”. (Curva Sud)
Tonino Cagnucci
www.asroma.it
15 calendario_MP_2014_15 24/02/15 16:29 Pagina 15
IL CALENDARIO
SEDICESIMI DI FINALE
Sedicesimi di finale 19/2/2015, andata
Young Boys
1-4
Everton
Sedicesimi di finale 26/2/2015, ritorno
Dinamo Moskva
Stadio: Stade de Suisse, Berna (SUI)
Torino
2-2
Athletic
Stadio: Stadio Olimpico, Torino (ITA)
Wolfsburg
2-0
2-0
Zenit
Sporting
Olympiacos
Beşiktaş
0-4
1-1
Fiorentina
Napoli
Feyenoord
Internazionale
0-1
Dynamo Kyiv
1-3
Zenit
Salzburg
0-0
Club Brugge
1-0
Legia
Dinamo Moskva
Beşiktaş
Mönchengladbach
1-1
Sporting
3-3
Fiorentina
2-1
Everton
Internazionale
Athletic
2-1
Dynamo Kyiv
1-0
Club Brugge
Salzburg
Olympiacos
1-0
Villarreal
19.00
Ajax
19.00
Sevilla
21.05
Wolfsburg
21.05
Young Boys
21.05
Torino
21.05
AaB
21.05
Dnipro
Stadio: Stadio Georgios Karaiskakis, Il Pireo (GRE)
Legia
Napoli
Stadio: Amsterdam ArenA, Amsterdam (NED)
Sevilla
19.00
Stadio: Jan Breydelstadion, Bruges (BEL)
Stadio: Estadio El Madrigal, Villarreal (ESP)
Ajax
Guingamp
Stadio: Estadio de San Mamés, Bilbao (ESP)
Stadio: Roudourou, Guingamp (FRA)
Villarreal
19.00
Stadio: Goodison Park, Liverpool (ENG)
Stadio: Celtic Park, Glasgow (SCO)
Guingamp
Celtic
Stadio: José Alvalade, Lisbona (POR)
Stadio: White Hart Lane, Londra (ENG)
Celtic
19.00
Stadio: Borussia-Park, Mönchengladback (GER)
Stadio: Anfield, Liverpool (ENG)
Tottenham
Tottenham
Stadio: Stadion Wojska Polskiego, Varsavia (POL)
Stadio: Constant Vanden Stock Stadium, Bruxelles (BEL)
Liverpool
19.00
Stadio: Stadion Salzburg, Salisburgo (AUT)
Stadio: Aalborg Stadion, Ålborg (DEN)
Anderlecht
Liverpool
Stadio: NSK Olimpiyskyi, Kyiv (UKR)
Stadio: PSV Stadion, Eindhoven (NED)
AaB
19.00
Stadio: Stadio Giuseppe Meazza, Milano (ITA)
Stadio: Stadio Olimpico, Roma (ITA)
PSV
PSV
Stadio: Stadio Artemio Franchi, Firenze (ITA)
Stadio: Hüseyin Avni Aker Stadyumu, Trabzon (TUR)
Roma
18.00
Stadio: Atatürk Olimpiyat Stadium, Istanbul (TUR)
Stadio: NSK Olimpiyskyi, Kyiv (UKR)
Trabzonspor
Anderlecht
Stadio: Stadion Petrovski, San Pietroburgo (RUS)
Stadio: VfL Wolfsburg Arena, Wolfsburg (GER)
Dnipro
18.00
Stadio: Arena Khimki, Khimki (RUS)
Mönchengladbach
Stadio: Estadio Ramón Sánchez Pizjuán, Siviglia (ESP)
21.05
Trabzonspor
Stadio: Stadio San Paolo, Napoli (ITA)
*Feyenoord
21.05
Roma
Stadio: Feijenoord Stadion, Rotterdam (NED)
Ottavi di Finale 12 marzo – 19 marzo | Quarti di Finale 16 aprile – 23 aprile | Semifinale 7 maggio – 14 maggio
Finale Varsavia, 27 maggio
LA ROMA SI QUALIFICA SE: vince con qualsiasi risultato o pareggia con un punteggio dal 2-2 in poi. L’1-1
dell’andata porterebbe ai tempi supplementari
*La partita si potrà seguire in diretta tv in chiaro su Canale 5 oppure a pagamento su Mediaset Premium
www.asroma.it
FEYENOORD VS AS ROMA | 15 |
16_17 giocarono oggi_MP_2014_15 24/02/15 16:30 Pagina 16
GIOCARONO
OGGI - 26/02
Gaziantepspor amaro in Coppa Uefa
In Champions tris a Barça e Valencia
Tutte le gare in questo giorno
19a SERIE A 1932-1933
ROMA-MILAN 4-0
ROMA: Masetti, Pasolini, Bodini, Carpi, Bernardini, Dugoni, Costantino, Fasanelli,
Volk, Scaramelli, Chini
MILAN: Compiani, Perversi,
Bonizzoni, Moroni, Biffi, Torriani, Arcari III, Moretti, Romani, Magnozzi, Kossovel
ARBITRO: Scorzoni di Bologna
MARCATORI: 9’ pt Volk, 23’
pt Fasanelli, 40’ pt e 20’ st
Costantino
20a SERIE A 1938-1939
LUCCHESE-ROMA 1-4
LUCCHESE: Tavoletti, Tabor,
Olasi, Dossena, Turchi, Azzimonti, Pomponi, Colli, Bonistalli, Stella, Rosellini
ROMA: Ceresa, Monzeglio,
Gadaldi, De Grassi, Bernardini, Donati, Mascheroni, Subinaghi, Michelini, Coscia, Alghisi
ARBITRO: Scorzoni di Bologna
MARCATORI: 24’ pt Bonistalli, 41’ pt Michelini, 22’ st
Subinaghi, 27’ st Michelini,
35’ st Alghisi
27a SERIE A 1949-1950
ROMA-PALERMO 2-1
ROMA: Risorti, Andreoli, Ferri, Valle, Tre Re, Dell’Innocenti, Lucchesi, Zecca, Tontodonati, Arangelovich, Pesaola
PALERMO: Masci, Giaroli,
| 16 | FEYENOORD VS AS ROMA
Gimona, Moretti, Santamaria, Milani, Marzani, Galli, Vicpalek, Lodi, Di Maso
ARBITRO: Matucci di Seregno
MARCATORI: 36’ pt Arangelovich, 5’ st Arangelovich
(rig.), 22’ st Galli
20a SERIE A 1955-1956
SPAL-ROMA 1-0
SPAL: Persico, Vinyei, Lucchi, Morini, Ferraro, Dal Pos,
Lofgren, Di Giacomo, Broccini, Fabbri, Dido
ROMA: Panetti, Eliani, Losi,
Bortoletto, Stucchi, Giuliano,
Ghiggia, Da Costa, Prenna,
Pandolfini, Nyers
ARBITRO: Bonetto di Torino
MARCATORE: 27’ pt Di Giacomo
21a SERIE A 1960-1961
SPAL-ROMA 2-2
SPAL: Matteucci, Rota, Valadè, Riva, Ganzer, Scappi,
Montenovo, Carpanesi, Taccola, Massei, Novelli
ROMA: Cudicini, Stucchi,
Corsini, Fontana, Losi, Giuliano, Menichelli, Pestrin, Manfredini, Lojacono, Schiaffino
ARBITRO: Bonetto di Torino
MARCATORI: 3’ pt Rota
(aut.), 4’ pt Montenovo, 24’
pt Massei, 34’ pt Pestrin
22a SERIE A 1966-1967
CAGLIARI-ROMA 2-1
CAGLIARI: Reginato, Martiradonna, Longoni, Tiberi, Vescovi, Longo, Nenè, Rizzo,
la data
in numeri
Partite totali: 16
Vittorie: 7
Pareggi: 4
Sconfitte: 5
Gol segnati: 28
Gol subiti: 17
In Europa: 3 (2 W,
1 L)
In U.E. League: 1
Boninsegna, Greatti, Riva
ROMA: Pizzaballa, Olivieri,
Sensibile, Ossola, Carpenetti, Scala, Peirò, Colausig, Enzo, Tamborini, Barison
ARBITRO: Marengo di Chiavari
MARCATORI: 8’ pt Barison,
27’ e 41’ st Riva
20a SERIE A 1977-1978
MILAN-ROMA 1-0
MILAN: Albertosi, Collovati,
Maldera, Morini, Bet, Capello, Buriani, Antonelli, Gaudino, Rivera, Calloni (17’ st Tosetto)
ROMA: Conti, Chinellato,
Menichini, Boni, Santarini, De
Nadai, Casaroli, Di Bartolomei, Musiello (30’ st Ugolotti),
De Sisti, Maggiora
ARBITRO: Prati di Parma
MARCATORE: 20’ st Di Bartolomei (aut.)
21a SERIE A 1983-1984
ROMA-LAZIO 2-2
ROMA: Tancredi, Nela, Oddi,
Righetti, Falcao, Maldera,
Conti, Cerezo, Pruzzo, Di
Bartolomei, Graziani
LAZIO: Orsi, Della Martira, Filisetti, Piscedda, Batista, Podavini, Vinazzani, Manfredonia, D’Amico (36’ st Piraccini), Laudrup, Marini (11’ st
Cupini)
ARBITRO: Agnolin di Bassano del Grapoa
MARCATORI: 8’ pt D’Amico,
24’ pt D’Amico (rig.), 40’ pt Di
Bartolomei (rig.), 6’ st Cerezo
www.asroma.it
16_17 giocarono oggi_MP_2014_15 24/02/15 16:30 Pagina 17
COPPA UEFA
16° FINALE A., 2003-2004
GAZIANTEPS.-ROMA 1-0
GAZIANTEPSPOR: Omer,
Mehmet, Hakan, Ibrahim, Ilhan, Bouazizi, Johnson (46’
st Devran), Yusuf, Bulent, Jaziri (42’ st Hasan), Lazarov
(32’ st Erdal)
ROMA: Zotti, Zebina, Dellas,
Chivu (29’ st Samuel), Mancini, De Rossi, Dacourt (40’
st Tommasi), Lima, D’Agostino (9’ st Emerson), Carew,
Delvecchio
ARBITRO: Baskakov (Russia)
MARCATORE: 19’ pt Yusuf
19a SERIE A 1988-1989
ROMA-BOLOGNA 1-1
ROMA: Tancredi, Gerolin,
Nela, Collovati, Oddi, Manfredonia, Rizzitelli, Massaro
(11’ st Ferrario), Desideri,
Giannini, Voeller
BOLOGNA: Cusin, Luppi,
Villa, Pecci, De Marchi, Monza, Alessio (1’ st Lorenzo),
Demol (44’ st Giannelli), Marronaro, Bonini, Bonetti
ARBITRO: Paparesta di Bari
MARCATORI: 9’ pt Voeller,
23’ st De Marchi
COPPA ITALIA 1991-1992
4° DI FINALE, RITORNO
ROMA-SAMPDORIA 1-1
ROMA: Cervone, Garzya,
Bonacina, Piacentini, De
Marchi, Nela, Haessler, Di
Mauro (24’ st Pellegrini), Voeller, Salsano, Carnevale
SAMPDORIA:
Pagliuca,
Mannini, Silas, Invernizzi,
Vierchowod, Lanna, Lombardo, Cerezo (45’ st Orlando), Vialli, Mancini (37’ st Buso), Bonetti II
ARBITRO: Pairetto di Nichelino
MARCATORE: 23’ pt Carnervale, 29’ st Vierchowod
21a SERIE A 1994-1995
ROMA-REGGIANA 2-0
ROMA: Cervone, Aldair, Lanna, Statuto, Petruzzi, Carboni, Moriero (32’ st Cappioli),
Thern, Balbo, Giannini, Totti
REGGIANA: Sardini, Cherubini, Zanutta, De Napoli, Gregucci (38’ st Mazzola), De
Agostini, Simutenkov, Oliseh,
Padovano (40’ st Falco),
Brambilla, Esposito
ARBITRO: Arena di Ercolano
MARCATORI: 3’ st Giannini,
25’ st Balbo (rig.)
U. CHAMPIONS LEAGUE
2° FASE, 2001-2002
ROMA-BARCELLONA 3-0
ROMA: Antonioli, Zebina,
www.asroma.it
Samuel, Panucci, Cafu,
Emerson, Lima, Candela,
Totti (42’ st Cassano), Batistuta (26’ st Tommasi), Delvecchio (1’ st Montella)
BARCELLONA: Reina, Pujol,
De Boer, Christanval, Sergi
(33’ st Xavi), Gerard, Luis Enrique (36’ st Rochembach),
Cocu, Motta (20’ st Overmars), Rivaldo, Kluivert
ARBITRO: Nielsen (Danimarca)
MARCATORI: 16’ st Emerson, 29’ st Montella, 47’ st
Tommasi
U. CHAMPIONS LEAGUE
2° FASE, 2002-2003
VALENCIA-ROMA 0-3
VALENCIA: Canizares, Reveillere, Ayala, Pellegrino (32’
st Carboni), Fabio Aurelio,
Rufete (20’ st Aimar), Baraja,
Albelda, Vicente (7’ st Kily
Gonzalez), Sanchez, Carew
ROMA: Antonioli, Zebina (18’
st Cufrè), Aldair, Samuel,
Candela, Cafu, Tommasi,
Emerson, Lima, Totti (43’ st
Fuser), Cassano (46’ st Guigou)
ARBITRO: De Bleeckere
(Belgio)
MARCATORI: 24’ pt e 30’ pt
Totti, 36’ pt Emerson
Dacourt in
azione durante GaziantepsorRoma di
Coppa Uefa
del 2004. La
Roma perde
1-0 sul terreno turco,
ma al ritorno ribalterà
il risultato
vincendo 20 e passando il turno
27a SERIE A 2005-2006
LAZIO-ROMA 0-2
LAZIO: Peruzzi, Oddo, Siviglia, Cribari, Zauri, Behrami,
Dabo, Liverani, Manfredini
(30’ pt Bonanni, 38’ st Tare),
Rocchi, Di Canio (23’ st Pandev)
ROMA: Doni, Panucci, Chivu, Mexes, Cufrè, De Rossi,
Aquilani (35’ st Dacourt),
Taddei (43’ st Kharja), Perrotta, Mancini, Montella (23’
st Tommasi)
ARBITRO: Trefoloni di Siena
MARCATORI: 31’ pt Taddei,
18’ st Aquilani
25a SERIE A 2011-2012
ATALANTA-ROMA 4-1
ATALANTA: Consigli, Lucchini (6’ pt Bellini), Stendardo,
Manfredini, Peluso, Carrozza, Cigarini, Brighi, Moralez,
Marilungo (30’ st Gabbiadini),
Denis
ROMA: Stekelenburg, Rosi
(1’ st Josè Angel), Juan (12’
st Cassetti), Heinze, Taddei,
Gago (23’ st Greco), Marquinho, Pjanic
ARBITRO: Damato di Barletta
MARCATORI: 10’ pt Marilungo, 19’ pt, 2’ st e 21’ st Denis, 36’ pt Borini
FEYENOORD VS AS ROMA | 17 |

Documenti analoghi

to - AsRomaUltras.org

to - AsRomaUltras.org sul nuovo cammino europeo è il Feyenoord, squadra dal passato glorioso in Olanda e anche in Europa. L’apice è stato raggiunto nella stagione 1969-70 con la vittoria della Coppa dei Campioni e la su...

Dettagli