Scarica - A. Berenini

Commenti

Transcript

Scarica - A. Berenini
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Istituto Tecnico Tecnologico: Chimica e Materiali; Costruzioni, Ambiente e Territorio; Elettronica e
Automazione; Meccanica e Meccatronica; Sistema Moda, Trasporti e Logistica
Liceo Scientifico delle Scienze Applicate
Via Alfieri, 4 - 43036 Fidenza (Pr) Tel.0524-526101 - Fax.0524-527248
PEC: [email protected] Sito: www.itisberenini.eu
E-mail: [email protected]
SCHEDA PROGETTO
TITOLO DEL PROGETTO
“Il giardino delle erbe officinali”,
“la vita inizia quando cominci un giardino” (antico proverbio cinese)
MACROAREA PROGETTUALE DEL PTOF A CUI SI RIFERISCE
Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche
Potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attivita' di laboratorio
Valorizzazione di percorsi formativi individualizzati miranti allo sviluppo delle abilità di ciascuno, a partire
dai casi più deboli fino alle eccellenze
RESPONSABILE DEL PROGETTO
Contini Eleonora, Massimi Alberto
ALTRO PERSONALE CHE PARTECIPA AL PROGETTO (docente e non docente)
Magnani Angiolina, ATA lab. H2
CLASSI COINVOLTE E NUMERO DI STUDENTI
Classi CAT, IIA ITIS, IV e V Chimici
AMBITI DI INTERESSE
Disegno e Progettazione , Matematica, Tecnologie chimiche, Biologia, Cosmetica e farmaceutica
COLLABORAZIONI CHE SI INTENDONO ATTIVARE
Aziende del territorio esperte nella realizzazione di arredi urbani
PRIORITA’ DEL RAV CUI SI RIFERISCE IL PROGETTO
rafforzamento degli assi portanti del curricolo, potenziamento delle metodologie laboratoriali e delle attivita' di
laboratorio, valorizzazione di percorsi formativi individualizzati miranti allo sviluppo delle abilita di ciascuno, a
partire dai casi piu deboli fino alle eccellenze, sostegno all’ assunzione di responsabilita' nonche' della solidarieta'
e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri.
TRAGUARDO DI RISULTATO TRATTO DAL RAV
riduzione delle valutazioni negative nelle discipline di base, miglioramento degli esiti negli scrutini intermedi e
finali. valutazione chiara, esplicita, condivisa e facilmente interpretabile di conoscenze, competenze e
comportamenti dello studente.
OBIETTIVI DI PROCESSO TRATTI DAL RAV
Maggior utilizzo di spazi laboratoriali
Introduzione di modalità didattiche innovative per rafforzare l’apprendimento
ALTRE PRIORITA’
Rafforzamento dell’immagine del corso CAT verso l’esterno dell’Istituto. Collaborazioni
interdisciplinari intercorso per lo sviluppo della capacità di trasferimento di competenze
specifiche.
SITUAZIONE SU CUI SI INTERVIENE
Il progetto prosegue dall’anno scorso in cui si è arrivati alla definizione della progettazione
del giardino botanico. Il successivo lavoro di realizzazione del giardino e di messa in sede
delle piante officinali offre spunti interdisciplinari a 360° su tutte le discipline STEM.
ATTIVITA’ PREVISTE (indicare gli step di realizzazione e i metodi)
Fase 1: A cura della prof. Contini e con l’ausilio dell’ATA di Chimica e dei docenti disponibili
1) i ragazzi realizzeranno il giardino nell’area assegnata in base al progetto vincitore del
concorso. (termine previsto inizio dicembre 2016)
Metodologia:
1) lavoro di gruppo
Fase 2): A cura dell’insegnante di Scienze e del prof. Massimi,
1) verranno realizzati pannelli espositivi da esterni nelle zone a diversità biologica che
illustreranno le specie presenti e le possibilità tecnologiche che offrono con particolare
interesse all’aspetto cosmetico e farmaceutico. Tale aspetto offrirà la possibilità per
visite guidate per le scuole medie. (termine previsto metà febbraio 2017)
Metodologie:
1) attività di ricerca con l’uso di mediatori digitali, attività di sintesi del materiale trovato
e assemblaggio (laboratorio per ricerca compilativa
Fase 3: A cura del prof. Massimi verranno utilizzate le piante presenti per applicazioni
cosmetiche o farmaceutiche. Metodologia: simulazione di impresa e laboratorio (fine maggio
2017)
Fase 4: A cura dei prof. Contini e Massimi i ragazzi produrranno una relazione finale che
comprenderà tutti gli aspetti del progetto a partire dalla fase di progettazione a quella
dell’utilizzo tecnologico dei prodotti. Possibilmente si produrrà un prodotto interattivo a
carattere museale da utilizzare per l’orientamento futuro.
TEMPI E DURATA DEL PROGETTO (indicare anche le fasi di monitoraggio)
Vedi sopra
MODALITA’ E STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEL PROGETTO (precisare gli
indicatori da utilizzare)
Al termine di ogni fase ed in corso d’opera verrà chiesto agli studenti di illustrare (modalità
seminariale) ad una platea di loro pari, il progresso del loro lavoro che verrà valutato in termini di
rispetto delle consegne, efficacia espositiva, completezza, esattezza, uso corretto dei mediatori e
strumenti laboratoriali utilizzati. Si auspica una valutazione finale da parte del CTS sul risultato
ottenuto.
RISULTATI (VALORI/SITUAZIONE) ATTESI
Per gli studenti: aumento della motivazione, miglioramento della capacità di lavorare in autonomia e
in equipe, miglioramento della capacità logiche di analisi e sintesi, consolidamento e miglioramento
delle competenze di cittadinanza
Per l’Istituto: Dotarsi di uno strumento adatto ad attrarre studenti delle scuole medie, per il corso
CAT in particolare e per il corso Chimici .
IL RESPONSABILE

Documenti analoghi