trovare qui - Fantino Geom. Claudio

Commenti

Transcript

trovare qui - Fantino Geom. Claudio
ICOM IC-756 Pro III
MODIFICA PER L’INSTALLAZIONE DEL FILTTRO ROOFING DELLA DITTA INRAD
IL MIO MONTAGGIO – IZ1DNJ - CLAUDIO
Ho eseguito il montaggio come spiegato nel manuale allegato al filtro della INRAD e devo dire che mi sono trovato
bene e le istruzioni sono precise.
Le uniche variazioni che ho fatto sono state quelle di: prima di dissaldare la resistenza R1216 l’ho tranciata in due
con le piccole tronchesine che utilizzo per tagliare le eccedenze dei fili dei componenti elettronici, saldare
diversamente i piccoli connettori TMP alla calza del cavo RG178, e di aver tagliato un po’ troppo corti i cavi coassiali
così di conseguenza per montare il filtro nell’alloggiamento del 756 ho tolto le quattro (4) viti che tengono fisso il
frontale della radio e dopo averlo leggermente scostato dal telaio è stato semplicissimo inserire il filtro dal lato della
provenienza dei cavi, impacchettato e con gli spinotti già inseriti. (vedere foto)
Prima di iniziare il lavoro avevo inviato alla radio un segnale a 14.150 kHz, modo CW con filtro 250 Hz, con livello
tale, mediante attenuatori variabili HP, da leggere sullo strumento S9, constatando che i livelli per il canale A e B
erano perfettamente uguali.
A lavoro ultimato ho inviato lo stesso segnale, con la stessa intensità ed ho nuovamente rilevato, sullo strumento, S9
per il canale B, il canale A invece segnava un pelo in più, rispetto a ciò che è riportato sul manuale della INRAD dove
si dice che il segnale potrebbe risultare lo stesso per i due canali o un po’ meno per il canale A.
Concordo pienamente con quanto riportato sul manuale della INRAD relativamente a:
Avvertimento: Questa modifica richiede un ad alto livello di abilità nella saldatura, possibilmente oltre quello
posseduto normalmente dal radioamatore medio. Se non siete sicuri della vostra abilità, si raccomanda l'assistenza
da parte di persone professionali.
La resistenza da rimuovere è lunga 2mm., occorre avere: una lente 6x per esaminare i circuiti, una lampada al neon
rotonda con lente all’interno, a braccio mobile fissata al tavolo per eseguire le saldature, una stazione saldante con
punta medio-fine e regolazione precisa della temperature (saldature eseguite tutte a 260°C e quelle sullo schermo a
320°C) e molti altri attrezzi che si usano normalmente in un laboratorio di elettronica.
Segue una sequenza completa delle foto relative alla fase di montaggio.
Buone autocostruzioni a tutti e 73 de IZ1DNJ, Claudio
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
Misure per preparazione dello schermo
6,5 mm.
Fori 2,5 mm.
5 mm.
12 mm.
24