26 marzo - Servizio Civile

Commenti

Transcript

26 marzo - Servizio Civile
PIACENZA JAZZ FEST
Sabato 26 marzo 2011
1° set: Al Foster Quartet
2° set: The Trio Of OZ featuring Omar Hakim & Rachel Z
Piacenza, 26 marzo - Teatro “President” gremito sabato sera per il doppio concerto di Al Foster
Quartet e The Trio of OZ feat. Omar Hakim & Rachel Z, in cartellone nell’ambito dell’ottava
edizione del Piacenza Jazz Fest. Sul palco due dei più grandi batteristi della scena contemporanea:
Al Foster, affiancato dal tenorsaxofonista Eli Degibri, dall’emergente pianista Adam Birnbaum e
dal contrabbassista Doug Weiss, che forma con il leader una coppia ritmica di grandissimo spessore
e Omar Hakim, che si è esibito in trio con la talentuosa pianista Rachel Z, dalla tecnica
ineccepibile e con il giovanissimo contrabbassista Solomon Dorsey. Entrambi gli ensemble hanno
entusiasmato il caloroso pubblico del “President”. Il quartetto di Foster ha aperto il primo set con
Joshua, proponendo poi, tra i tanti, i brani Four in one di Thelonious Monk, Skylark di Hoagy
Carmichael e Cantaloupe Island di Herbie Hancock. Il trio di Omar Hakim ha eseguito originali
arrangiamenti jazz di “standard” e di “hit” pop-rock: There Is A Light (The Smiths), Lost
(Coldplay), King Of Pain (Depeche Mode), Bizarre Love Triangle (New Order), Angry Chair
(Alice In Chains), Det Tar Tid (Dungen), Sour Girl (Stone Temple Pilots), When You Were Young
(The Killers), In Your Room (Depeche Mode), tutti presenti nell’album “The Trio of OZ” e i
famosissimi brani ESP di Miles Davis e Ain’t No Sunshine When He’s Gone, portato al successo
da Bill Withers e poi ripreso da diversi artisti. Omar Hakim ha incantato il pubblico con il suo
drumming energico e dinamico, dando l’ennesima prova di un virtuosismo e un’improvvisazione
creativa davvero stupefacenti.

Documenti analoghi

Santorsola Davide - Conservatorio Bruno Maderna Cesena

Santorsola Davide - Conservatorio Bruno Maderna Cesena seconda metà degli Anni ’70, nell’ambito di molteplici contesti, in principio d’indirizzo rock e blues, in seguito sempre più distintamente di genere jazz. Compiuti gli studi di pianoforte e conclu...

Dettagli