Antiche fornaci di Deruta

Commenti

Transcript

Antiche fornaci di Deruta
Testo tratto da www.sistemamuseo.it il 29/09/2016 ore 17:08 - pagina 1 di 2
Antiche fornaci di Deruta
TIPOLOGIA
Circuito di visita
INDIRIZZO
Deruta (06053 PG)
Nel centro storico di Deruta è attivo un circuito di antiche fornaci per la cottura della ceramica.
La scoperta più recente riguarda l'Area Archeologica delle Fornaci di San Salvatore, rinvenuta fortunosamente nel
2008, durante i lavori per la realizzazione di un parcheggio pubblico nell'area del centro storico a ridosso delle mura
castellane, dove era ubicata, fino agli inizi del XX secolo, la Chiesa di San Salvatore, a pochi metri dalla sede del Museo
Regionale della Ceramica di Deruta. L'indagine archeologica, conclusasi nel 2010, ha messo in luce una sequenza di
strutture databili tra la fine del Duecento e gli inizi del Settecento e ha consentito il recupero di un numero consistente
di reperti ceramici del genere della maiolica, della ceramica ingobbiata e graffita e delle terrecotte invetriate. Nella zona
nord dell'area archeologica è visibile un tratto delle mura medievali della fine del Duecento; sul lato interno è stato
rinvenuto un ambiente ipogeo in mattoni costruito tra la fine del Duecento e gli inizi del Trecento, in origine
probabilmente adibito allo stoccaggio di argilla e metalli grezzi e successivamente utilizzato come "butto". A ridosso delle
mura attuali sono state rinvenute due fornaci di forma sub-rettangolare con prefurnium ben conservato, databili tra la
fine del XIV e la prima metà del XV secolo. L'impianto produttivo principale dell'area, attivo tra la seconda metà
del XV e gli inizi del XVIII secolo, è costituito da vari ambienti collegati tra loro con al centro due fornaci, una vasca per
la decantazione dell'argilla e i resti di un forno fusorio. La più piccola delle due fornaci, di forma quadrata, è
posizionata ad una quota più alta rispetto alla fornace principale (di forma circolare) ed è, con ogni probabilità, la fornace
per la produzione del "lustro".
Oggi un audace tunnel sotterraneo collega il Museo Regionale della Ceramica con l'Area Archeologica delle Fornaci di
San Salvatore e consente un itinerario unico che si snoda dalle antiche fornaci per la cottura della ceramica alle collezioni
storiche, fino alle produzioni del Novecento, alla preziosa biblioteca di settore e agli spazi dedicati alle conferenze, alle
attività didattiche e di laboratorio e alle mostre temporanee.
Il circuito comprende anche l'Antica Fornace Grazia, visitabile in occasione di eventi e mostre temporanee dopo un
sapiente intervento di restauro e le Antiche Fornaci di Sergio Calzuola e Francesco Baiano, visitabili contattando
direttamente le botteghe artigiane.
SCARICA IL DEPLIANT CON LA MAPPA DELLE FORNACI
SCARICA IL PANNELLO ILLUSTRATIVO DELLA FORNACE DI SAN SALVATORE
ORARI DI APERTURA:
Sistema Museo © 2016 - All right reserved - Via Danzetta, 14 - 06121 Perugia (Pg)
Tel.: 199 151 123 – Scuole: 800 96 19 93 – Email: [email protected]
Testo tratto da www.sistemamuseo.it il 29/09/2016 ore 17:08 - pagina 2 di 2
Area Archeologica delle Fornaci di San Salvatore, Museo Regionale della Ceramica di Deruta:
visitabile negli orari di apertura del Museo Regionale della Ceramica di Deruta.
CONSULTA LA SCHEDA DEL MUSEO: http://bit.ly/1dVcKAl
Antica Fornace Grazia: visitabile in occasione di eventi e mostre temporanee.
Antica Fornace San Lorenzo di Sergio Calzuola: è privata ed è visitabile contattando direttamente la bottega artigiana (
www.fornacesanlorenzo.com).
Antica Fornace di Francesco Baiano: è privata ed è visitabile contattando direttamente la bottega artigiana (
www.anticafornacederuta.com).
Sistema Museo © 2016 - All right reserved - Via Danzetta, 14 - 06121 Perugia (Pg)
Tel.: 199 151 123 – Scuole: 800 96 19 93 – Email: [email protected]

Documenti analoghi

Antiche fornaci di Deruta

Antiche fornaci di Deruta delle mura castellane e originariamente occupava la zona degli orti pertinenti all’edificio ecclesiastico. L’indagine archeologica ha messo in luce una serie di strutture databili tra la fine del D...

Dettagli