Analisi genetica per la Sindrome dell` X fragile e altri disordini legati

Commenti

Transcript

Analisi genetica per la Sindrome dell` X fragile e altri disordini legati
GI NECOLOGIA
[email protected]
www.researchinnovation.com
e OSTETRICIA
ME DICINA GENERALE
PE DIATRIA
Analisi genetica per la
Sindrome dell’ X fragile e altri disordini legati all’ FMR1
Il gene FMR1, situato sul cromosoma sessuale X, codifica per una proteina coinvolta nel trasporto nucleocitoplasmatico di RNA. I disordini correlati alle sue mutazioni sono di tipologia e gravità molto diverse. Le
mutazioni consistono principalmente nell’ espansione del numero di ripetizioni CGG, normalmente
compreso tra 6 e 40. Un numero di ripetizioni compreso tra 35 e 60 può associarsi nelle donne a
insufficienza ovarica prematura (POF). Con 61-200 ripetizioni si parla di premutazione, condizione spesso
associata a sindrome da atassia e tremore da X fragile (FXTAS). L’ aumento a circa 200 ed oltre delle
triplette CGG, in genere accompagnata da ipermetilazione e conseguente inattivazione del promotore
di FMR1, rappresenta la cosidettra full mutation e causa la sindrome da X fragile.
SINDROME DELL’ X FRAGILE
E’ la condizione più grave tra quelle legate alle
mutazioni in FMR1 ed è una delle cause più
diffuse di ritardo mentale ereditario. Il ritardo è
moderato negli uomini (in cui è molto più
frequente) e lieve nelle donne. La sindrome
spesso
si
accompagna
a
basso
tono
muscolare ed a tratti caratteristici quali viso
allungato,
larghe
(“a
mento
prominente
sventola”).
Nella
e
orecchie
popolazione
caucasica la sindrome da X fragile colpisce da
1 su 4000 a 1 su 9000 maschi. Per la
popolazione femminile e relativamente alla full
mutation
non
sono
disponibili
dati
epidemiologici sufficienti.
Immagine di cromosoma X full mutated
Il test ha valore diagnostico e può essere a scopo di analisi prenatale e per lo screening di soggetti
portatori, oltre che per confermare un sospetto clinico.
INDICAZIONI TEST
Diagnosi prenatale, conferma di diagnosi in soggetti con sospetto disordine da X fragile,
Screening di portatori sani.
METODO ANALITICO
Approccio combinato di tecniche di QF-PCR e Southern blotting. Con la prima si valuta
un numero di ripetizioni CGG entro l’ alto intervallo di premutazione. Con il secondo si
possono valutare espansioni caratteristiche della full mutation e determinare lo stato di
metilazione del gene FMR1.
CAMPIONE RICHIESTO
Sangue, tampone orale
Bibliografia
Saul RA. FMR1-Related Disorders.GeneReviews. Seattle (WA): University of Washington, [updated 2010 May 18].
Lightbody AA, Reiss AL. Gene, brain, and behavior relationships in fragile X syndrome: evidence from neuroimaging studies. Dev Disabil
Res Rev. 2009;15(4):343-52.
Chonchaiya W, Schneider A, Hagerman RJ. Fragile X: a family of disorders. Adv Pediatr. 2009;56:165-86.

Documenti analoghi

La sindrome di Martin-Bell: indagine molecolare del sito fragile

La sindrome di Martin-Bell: indagine molecolare del sito fragile espansione (CGG)n metilata, mentre è del tutto assente la banda di 2.8 kb, individuata dalla sonda in caso di cromosoma X sano non metilato. Nelle posizioni 3 e 5 sono analizzate le madri dei proba...

Dettagli

Rete Multidisciplinare X Fragile

Rete Multidisciplinare X Fragile (CGG)n il cui numero può variare nella popolazione generale tra circa 5 e circa 55 (con una “zona grigia” di  alleli considerati intermedi, fra 46 e 55 ripetizioni). Esistono  due categorie di muta...

Dettagli

diagnosi molecolare - sindrome x fragile

diagnosi molecolare - sindrome x fragile N.B. quest’ultima categoria di pazienti sfugge alla diagnosi molecolare (Falso negativo) se quest’ultima è condotta solo mediante PCR (v. capitolo Metodi di analisi molecolare). Mosaici di metilazi...

Dettagli