Bio Stefanna Kybalova

Commenti

Transcript

Bio Stefanna Kybalova
Stefanna Kybalova, soprano italiano di origini bulgare, all’inizio del 2011 vince il PRIMO PREMIO
ASSOLUTO al prestigioso concorso per VOCI VERDIANE di Busseto presieduto, nell’occasione, da
José Carreras. Nel palmarès della cantante, questo è stato l’ultimo di una serie di premi e
riconoscimenti conquistati dall’inizio del suo periodo di studi, condotti presso il Conservatorio Verdi
di Milano, dove si è laureata con la lode. Ad oggi: I° premio al “Sergio Dragoni” e “Jolanda Magnoni”
per SOLI SOPRANI al Conservatorio di Milano, III° premio al “Ferruccio Tagliavini” di
Deutschlandsberg, in Austria, e III° premio al “FMI di Brescia”, I° premio al “Pertile Martinelli” di
Montagnana, I° premio al “Rocca delle Macie” presieduto da Renato Bruson, III° premio al
“Francesco Maria Martini” di Lignano. Nel 2003 vince anche la 54ma edizione del concorso
AS.Li.Co., che le vale il debutto dei ruoli di Ilia in Idomeneo di Mozart, e di Amore nell’Orfeo di Gluck
nei principali Teatri del Nord Italia. Inizia così la carriera con ruoli del repertorio lirico leggero, come
quelli di Gilda in Rigoletto di Verdi, interpretato al Festival di Chelyabinsk, a Busseto con la
fondazione Toscanini, e di Nannetta in Falstaff, ed anche con alcuni ruoli secondari ma in grandi
contesti come quello di Frasquita in Carmen all’Arena di Verona, passando da prove ardue ed
entusiasmanti come l’aver interpretato il ruolo di Mireille nell’omonima opera di Gounod al Festival
Miskolc in Ungheria.
Stefanna Kybalova inizia a suonare il pianoforte a soli 3 anni, e nel 1990 si trasferisce per studiare
al Conservatorio di Milano con una borsa di studio. Nasce quasi subito la sua passione per il teatro
e l’opera quando a 11 anni viene scelta dal M° Bruno Casoni per far parte del Coro delle Voci
Bianche del Teatro alla Scala, attività che la porta ad emergere grazie a parti solistiche spesso
affidatele. Si perfeziona nell’Accademia per giovani cantanti lirici di Katia Ricciarelli a Parma. Dopo
diverse esperienze in produzioni dedite alla riscoperta delle opere liriche barocche, il soprano viene
chiamata per esibirsi nel Mottetto Mozartiano Exultate Jubilate e nei Carmina Burana di Orff. Ha
collaborato con direttori quali Seji Osawa, Karel Mark Chichon, Marcello Rota, Daniel Oren,
Gianandrea Noseda e con registi quali Zeffirelli, Carsen, Giacchieri, De Tomasi, Nickler. La vivacità
scenica, la presenza della voce, la duttilità interpretativa, l’hanno sempre messa in luce e in evidenza
in qualsiasi situazione, e si è imposta all’attenzione del mondo della lirica internazionale anche grazie
allo straordinario debutto nel ruolo di Violetta avvenuto nel luglio 2011 in un bellissimo allestimento
ideato davanti alla casa natale di Giuseppe Verdi a Roncole, in cui le è stato riconosciuto dalla critica
“l’ottima capacità di fraseggio e la grande padronanza delle dinamiche che utilizza con intelligenza
per rendere espressivo il suo personaggio, l’eleganza nel canto e l’estrema naturalezza della
recitazione” (Operaclick-M.P). Sempre nel 2011 ha debuttato nel difficilissimo ruolo di Giselda
nell’opera Lombardi alla prima Crociata di G. Verdi presso il Teatro Municipale di Piacenza,
riscuotendo grande successo di pubblico e critica. È stata ospite del Comune di Chiavari per
eseguire La Traviata in forma di Concerto nella piazza principale, trasmessa successivamente
dall’emittente televisiva Telepace. Ha debuttato nel ruolo di Donna Elvira nel Don Giovanni di Mozart
(Festival estivo di Diano Marina), e ha preso parte ad una prestigiosa produzione di Bohème a Seoul.
Dopo il debutto di Tosca al Teatro Alfieri di Asti (2013), Stefanna Kybalova sarà al Smetana Hall di
Praga per eseguire l’opera in forma di Concerto, ed in seguito al Festival estivo di Diano Marina e
Rapallo per La Traviata nel ruolo di Violetta.

Documenti analoghi