OPUS ONE

Commenti

Transcript

OPUS ONE
OPUS ONE
NAPA VALLEY – CALIFORNIA – U.S.A.
VIGNETO
Guardando attraverso i vigneti di Opus One, si capisce immediatamente la differenza:
sono coltivati con passione ed una singolare visione. I quattro vigneti, meticolosamente
coperti, comprendono la cantina di 169 ettari e portano una firma unica nella Napa Valley.
Continuità e costanza caratterizzano, ogni anno, il modo in cui sono piantate e raccolte le
viti. Opus One ha un approccio tradizionale e quando i benefici delle moderne tecnologie
si possono applicare al processo di viticoltura , essi vengono ricercati, valutati e integrati a
livello pratico. Per esempio, le vigne sono piantate 5 o 6 volte più vicine rispetto al resto
della California. Così, la maggior densità delle viti permette di ottenere acini più piccoli dal
sapore intenso e profumato.
LA CANTINA
Nel 1984, il Barone Philippe, sua figlia Philippine e Robert Mondavi, selezionarono Scott
Johnson di Johnson Fain & Pereira come designer per la cantina Opus One. La
costruzione fu completata nel 1991, anno in cui la Baronessa Philippine de Rothschild e la
famiglia Robert Mondavi si riunirono per festeggiare il loro primo raccolto Opus-One.
Il profilo dolce di Opus One si fonde con l'ambiente naturale, i vigneti e le colline della
Napa Valley.
LA STORIA
Lucien Sinneau, enologo di Chateau Mounton Rothschild, e il figlio di Robert Mondavi,
Timothy, strinsero la prima partnership alla Cantina Robert Mondavi nel 1979. L’anno
seguente Lucien e Timothy annunciarono la loro joint-venture.
Nel 1982 Robert Mondavi e il Barone Philippe de Rothschild progettarono le etichette. I
partner decisero di scegliere un nome di origine latina per la joint venture, consentendo un
facile riconoscimento sia in inglese e francese. Baron Philippe annunciò la sua scelta,
"Opus", un’espressione musicale che indica il primo capolavoro di un compositore. Due
giorni la scelta conclusiva fu: "Opus One".
Le annate 1979 e 1980 vennero contemporaneamente inaugurate nel 1984 come Opus
One prima versione. Quest’ultimo divenne noto come “America’s first ultra-premium”,
stabilendo una categoria di vino in bottiglia al prezzo minimo di $ 50.
In seguito al ritiro di Lucien Sionneau nel 1985, Patrick Léon divenne l’enologo di Château
Mouton Rothschild e Timothy Mondavi divenne co-enologo di Opus One.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www. meregalli.com [email protected]
Tre anni dopo, il Barone Philippe de Rothschild morì in Francia all'età di 85 anni, la
Baronessa Philippine de Rothschild prese le redini del business di famiglia. Nello stesso
anno Opus One esportò l’annata 1985 - e divenne il primo “ultra-premium” Californiano ad
essere venduto in Francia, Regno Unito, Germania e Svizzera. La domanda internazionale
per il vino incrementò, e nel 1999 Opus One celebrò il suo 20 ° anniversario organizzando
diverse verticali e cene di gala a Oakville, New York, Parigi e Londra. Nel 2001 la sua 20
annata - la 1998 - venne accolta con eventi di gala a Tokyo e Hong Kong. Nel 2004 David
Pearson prese la carica di CEO e successivamente Michael Silacci venne nominato
enologo, il primo ad assumersi la piena responsabilità per la viticoltura e vinificazione.
Nel 2005 Constellation Brands Inc. acquisì Robert Mondavi Corporation e assunse il 50%
della proprietà di Opus One. La Baronessa Philippine de Rothschild, il Presidente di
Constellation Brands e il direttore operativo Robert Sands annunciarono l'accordo di Opus
One tra Baron Philippe de Rothschild, SA e Constellation Brands Inc. Opus One assunse
comunque l'indipendenza in tre aree chiave: gestione del vigneto, vendite
nazionali/internazionali e amministrazione.
I FONDATORI
Delle grandi famiglie del vino europee, i Rothschild sono forse i più conosciuti, tra queste il
Barone Philippe de Rothschild è il più noto. All'età di 20 anni, il Barone Philippe assunse la
gestione di Château Mouton Rothschild dal padre Henri Baron.
La visione di Philippe cambiò il mondo del vino: inventò l’imbottigliamento Château,
commissionò a grandi artisti l’illustrazione delle etichette del vino e, in collaborazione con
Robert Mondavi nel 1979, creò Opus One.
Nel 1980, dopo la morte del padre, la Baronessa Philippine de Rothschild lasciò la carriera
teatrale, portando il suo stile raffinato e la sua creatività nella progettazione e nella
gestione di Opus One.
Tra i pionieri del nuovo mondo del vino, Robert Mondavi è ancora oggi un'icona
internazionale che fece rinascere il vino della California per oltre sei decenni.
Tra l’altro, introdusse la fermentazione a temperatura controllata e l’invecchiamento in
botte di rovere francese.
Ma la vita non fu solo vino per Robert Mondavi: ampliò la tradizione culturale americana,
sposando il buon vino al cibo alla musica e alle arti. Infine, fu uno dei pochi americani ad
aver ricevuto la medaglia francese della Legione d'Onore.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www. meregalli.com [email protected]

Documenti analoghi

Porthos 24

Porthos 24 Schrader, ree di aver utilizzato la dicitura ToKalon, marchio registrato da Mondavi nel 1987, su un Cabernet da loro prodotto. Dal canto suo, Andy Beckstoffer, che affermava di possedere 89 ettari ...

Dettagli

Good Bye Mr Mondavi

Good Bye Mr Mondavi della famiglia la tenuta Charles Krug, tra le più antiche e prestigiose della valle. L’avventura è cominciata. Bob Mondavi è un perfezionista e la qualità dei vini migliora costantemente. L’Europa ...

Dettagli