1)Briefly summarise the content of the poem “Dulce et decorum est

Commenti

Transcript

1)Briefly summarise the content of the poem “Dulce et decorum est
Progetto Comenius, “ Magic Bridges of E.U.”
Per la preparazione del progetto, la docente di Inglese della IV I e coordinatrice del
progetto, Rita Pirrone, si è recata dal 16 al 18 ottobre a Vitkov-Podhradi nella
Repubblica Ceca per incontrare una rappresentanza degli insegnanti delle altre scuole
coinvolte nel progetto Comenius per programmare le attività da svolgere.
Al suo ritorno, dopo un paio di riunioni con il Preside, due rappresentanti della
segreteria e gli altri quattro colleghi che aveva coinvolto, si è deciso di fare partire i
lavori.
Per prima cosa le ragazze hanno realizzato insieme ai loro insegnanti di Arte, i
professori Roberta Zambon (IV I) e Riccardo Sguotti(III B) due splendidi manifesti
che sintetizzano lo spirito del progetto.
Contemporaneamente le ragazze hanno lavorato alla creazione di powerpoint in
lingua inglese sui tre paesi europei nostri partner e li hanno presentati in Aula Magna.
Questa attività mirava al duplice scopo di migliorare la conoscenza dei paesi
coinvolti, ma anche di fare esercitare le ragazze nella presentazione di ppt in
situazioni formali con microfono, registrazione con videocamera etc visto che lo
avrebbero dovuto fare nelle varie uscite all’estero.
Era previsto infatti, che le ragazze coinvolte si recassero, insieme ai loro insegnanti, a
visitare le scuole degli altri paesi e i loro ponti.
Il primo gruppo di sei alunne della IV I è andato in Slovacchia a Vrbové, dal 10 al 14
marzo 2014. Con loro c’erano due insegnanti: la prof Pirrone e la prof Zambon.
In Slovacchia le nostre alunne hanno presentato numerosi powerpoint in lingua
inglese sull’ Italia, Dolo, la nostra scuola e dieci ponti di Venezia che erano stati
studiati e fotografati nei mesi precedenti al viaggio.
Abbiamo anche mostrato un bel filmato realizzato dalle alunne di III B su quattro dei
ponti di Venezia che sono stati studiati, inserendo anche delle interviste a esercenti
veneziani e turisti stranieri.
I nostri partner europei sono venuti in Italia, ospiti nella nostra scuola dal 13 al 16
maggio 2014 ed abbiamo organizzato una bella festa. Il primo giorno li abbiamo
accolti con una magnifica esposizione dei lavori del progetto realizzati fino a quel
momento e tante foto dei precedenti incontri, grazie ad una struttura a forma di ponte
sospeso, realizzata dal professore Sguotti.
Poi c’è stato un benvenuto ufficiale in aula Magna dove avevamo anche
l’accompagnamento musicale di alcuni violini, flauti ed un pianoforte suonati da
alunni del liceo guidati dalla professoressa Pecorella. La musica, si sa’ non ha
bisogno di interpreti, produce sensazioni “universali” e tutti erano molto emozionati.
Quindi il nostro Preside si è cimentato con un discorso interamente in inglese.
Alla fine dell’incontro c’è stato uno scambio di regali tra le nazioni, le ragazze
italiane avevano preparato dei braccialetti interamente fatti da loro sia per le docenti e
le presidi, sia per le studentesse straniere che ospitavano a casa loro.
Alle 11 siamo andati nel Comune di Dolo nella sala Consiliare e abbiamo incontrato
la signora Sindaco, Maddalena Gottardo, che ha fatto un breve discorso e ha dato ai
nostri partner alcuni doni.
Poi un breve tour del centro di Dolo e quindi di nuovo a scuola per consumare un
“sontuoso” rinfresco organizzato dalle famiglie delle ragazze coinvolte nel progetto.
C’era anche un’ enorme, bellissima torta con sopra un ponte e le bandiere dei quattro
paesi offerta dalla scuola.
Alle 14:30 abbiamo preso un pullman per andare a Sottomarina e Chioggia. Sulla
spiaggia dovevamo realizzare, divisi in squadre, un ponte di Rialto con la sabbia.
Ogni paese ha fatto il suo. All’inizio non è stato facile. C’era tanto freddo e vento e
mentre alcuni tra i “nordici” facevano il bagno (due ragazze della Repubblica Ceca) o
erano già immersi in acqua fino alle ginocchia (gli Slovacchi), gli Italiani e i Turchi
stentavano a cominciare e si avvolgevano nelle giacche e le sciarpe. Ma poi il prof
Riccardo Sguotti, ha dato “coraggiosamente” il via alla costruzione del ponte della
squadra italiana e le studentesse subito dopo, anche se un po’ riluttanti, lo hanno
seguito e si sono anche appassionate al lavoro.
I giorni seguenti sono stati anch’essi molto coinvolgenti e, per fortuna, “benedetti”
dal bel tempo. Il 14 maggio a Venezia la professoressa Paola Donà, docente di
Inglese della III B, ci ha guidati per le calli meno conosciute della città. Il problema
più grosso è stato riuscire a scattare foto di tutto il gruppo (quasi cinquanta persone)
nella confusione dei passanti, ma con un po’ di pazienza, ci siamo riusciti! Sì perché
le foto di noi sui ponti ci serviranno per fare un calendario del 2016. Ogni paese
contribuirà con le foto di tre ponti ciascuno.
La mattina del 15 maggio 2014 visita guidata dell’interno di Villa Pisani a Strà e poi
tutti in giro nel parco e a perdersi nel labirinto….e con tante risate!!
Dopo un pranzo veloce nel buffet della Villa il pomeriggio lo abbiamo passato a
Padova dove il Professor Alberto Novello, docente di Psicologia, ci ha fatto da guida
per visitare le parti più belle e interessanti della città.
Alla sera, “l’ultima cena” con i nostri partner e subito dopo ci siamo messi a lavoro
per programmare le attività del prossimo incontro a Enez, Edirne in Turchia. A
mezzanotte eravamo stanchissimi, e anche tristi perché dovevamo lasciarci, ma ci
siamo salutati pensando già all’incontro in Turchia, dove faremo una breve tappa tutti
insieme a Istanbul.
Che bella occasione per “crescere” e non solo per le nostre studentesse!!!
Durante il nostro incontro con il Sindaco di Dolo, la signora Maddalena Gottardo,
entusiasta del nostro progetto ci ha mandato una bella lettera e ci ha proposto di
organizzare una mostra dei nostri lavori presso la sala polivalente delle antiche
scuderie, Ex-macello in via Rizzo a Dolo. Ci pareva una buona occasione per fare
conoscere il progetto alla cittadinanza e così abbiamo accettato e ci siamo messi
subito a lavoro.
Bisognava preparare una trentina di cartoncini con tutto il materiale che avevamo
prodotto da appendere su appositi espositori forniti dall’amministrazione comunale e
predisporre una sala audiovisivi per la visione al pubblico di alcuni video sul nostro
progetto. Per prima cosa abbiamo fissato la data della mostra, tra il 4 e il 6 giugno
2014 e abbiamo preparato una locandina pubblicata su manifesti e sulla rassegna
stampa del Comune.
La notizia è apparsa anche su un articolo del “Gazzettino” di Venezia del 3 giugno
2014 a firma Lino Perini. Lo stesso giornalista aveva scritto un articolo anche
sull’incontro con i nostri partner nella nostra scuola a Dolo il 13 maggio 2014.
Abbiamo lavorato moltissimo, ma il risultato è stato straordinario, abbiamo realizzato
33 bellissimi pannelli per la nostra esposizione e abbiamo avuto un centinaio di
visitatori che ci hanno scritto dei lusinghieri commenti sul “libro dei visitatori”che
avevamo predisposto e che conserviamo nel nostro “ Comenius Corner”nell’atrio
della nostra scuola.La mostra è diventata presto “itinerante” in quanto noi l’abbiamo
successivamente portata in Turchia, nell’ambito del successivo incontro con i nostri
partner europei a settembre 2014 e, ulteriormente integrata con gli ultimi lavori, sarà
trasferita in Repubblica Ceca il 4 maggio 2015 dai nostri amici turchi, per l’incontro
conclusivo del nostro progetto.
Dal 13 al 18 settembre 2014 siamo stati in Turchia per un nuovo incontro con i nostri
partner a Enez, una cittadina nel distretto di Edirne, sul mare Egeo. L’esperienza è
stata davvero indimenticabile, non solo per la bellezza dei posti che abbiamo visitato,
ma anche per l’ospitalità ed il calore dei nostri amici turchi che hanno fatto di tutto
per farci sentire a nostro agio. I due insegnanti erano la prof Pirrone ed il prof
Novello e accompagnavano cinque ragazze dell’attuale V I.
Nelle foto seguenti proponiamo le fasi principali della nostra visita, che è cominciata
con una manifestazione nella piazza principale di Enez con delle danze turche
eseguite da bambini vestiti con costumi tradizionali e alcuni brevi discorsi della
preside della scuola turca, la prof Simge Karakas e tutti i coordinatori o presidi delle
altre scuole.
Poi ci siamo recati a fare visita al Governatore e al Sindaco della cittadina.
Successivamente siamo andati alla scuola dei nostri partner e lì abbiamo visitato la
mostra itinerante che avevamo portato dall’Italia, arricchita con il nuovo materiale
prodotto per questo incontro cioè le storie legate ai ponti dei vari paesi che abbiamo
realizzato integralmente in lingua inglese.
Quindi abbiamo visitato il sito archeologico di Enez che comprende anche una
bellissima cattedrale e poi un bel giro in barca, ma abbiamo avuto un “incontro
ravvicinato” con una decina di enormi meduse blu, ma per fortuna senza spiacevoli
conseguenze per nessuno.D’altra parte pare che qui queste meduse siano di casa
insieme a tartarughe, granchi giganti e pesci verdi a forma di spillo.
E la sera discoteca improvvisata in riva al mare, ma con musica rigorosamente turca!
Il giorno dopo visita ad una magnifica moschea e foto del gruppo con i ponti per il
calendario, sempre per il lavoro del progetto.
L’ultima sera i nostri partner ci hanno commosso con i loro regali ed una bellissima
torta con un ponte e le quattro bandiere dei nostri paesi. A noi è toccato il pezzo di
torta con la bandiera italiana, naturalmente, e abbiamo voluto fare le foto di rito.
Lunedì 4 maggio 2015 sei studentesse della classe IV B accompagnate dalle
professoresse Rita Pirrone e Paola Dona’ si sono recate in repubblica Ceca per
l’ultima mobilità del nostro progetto Comenius.
Partenza dall’aeroporto Marco Polo di Venezia e arrivo all’aeroporto di Vienna da
dove un pulmino ci ha prelevato per portarci alla stazione centrale dalla quale
abbiamo preso un treno per andare a Vitkov Podhradi,una cittadina nel distretto di
Opava, nella regione di Moravia - Slesia che si trova a trecento cinquanta chilometri
sia da Vienna, sia da Praga. Al nostro arrivo due insegnanti Ceche ci sono venute a
prendere e ci hanno portato in un bel posto, una specie di agriturismo circondato da
tanto verde .
La natura in Repubblica Ceca sembra ancora molto preservata, tanti alberi, campi
coltivati, colline e pochissimo cemento, veramente fantastico in questa stagione con
gli alberi in fiore.
La mattinata dopo il nostro arrivo c’è stata una gara tra tutti gli studenti delle nostre
scuole, dovevano rispondere a domande su ponti di vari paesi!
Per il pranzo una sontuosa tavola imbandita e clorata di giallo e verde e poi la
premiazione dei vincitori della gara : le nostre ragazze si sono classificate al primo,
secondo e terzo posto. Che brave!
E poi il tradizionale scambio di doni e la torta a forma di ponte con le bandiere della
quattro nazioni.
Nel pomeriggio gita ad un antico palazzo con l’interessantissimo commento di una
guida e il giorno seguente abbiamo visitato ben due castelli
Il giorno sette maggio siamo partiti tutti insieme per Praga. Durante il viaggio
abbiamo ammirato il bel paesaggio Ceco e fatto qualche foto con lo sfondo di alcuni
ponti che fanno parte del nostro progetto e nel pomeriggio arrivo e sistemazione a
Praga.
Che città fantastica!
Tante fotografie con i ponti e soprattutto sullo sfondo il famoso ponte Carlo.
Questa bellissima foto chiude il nostro viaggio a Praga, il nostro calendario,la nostra
cronistoria, ma anche il nostro meraviglioso progetto! Dopo tanto lavoro anche tanti
bei ricordi e un po’ di tristezza : chissà se rivedremo ancora i nostri amici Turchi,
Cechi e Slovacchi?
Nell’atrio della nostra scuola abbiamo organizzato una mostra fotografica permanente
dei lavori e delle mobilità del progetto e una vetrina espositiva degli oggetti donati
dai nostri partner chiamata “Comenius Corner”.

Documenti analoghi