InfoLineCad Gestione librerie grafiche Manuale Utente

Commenti

Transcript

InfoLineCad Gestione librerie grafiche Manuale Utente
INFOLINE –CAD
Manuale utente
ESSEQUADRO srl
SERVIZI E SOFTWARE PER L’INGEGNERIA
InfoLineCad
Gestione librerie grafiche
Manuale Utente
Febbraio 2013
,OPDQXDOHH
VWDWRUHDOL]]DWRSHUODVWDPSDIURQWHUHWUR
4XHVWRPHVVDJJLRQRQVLVWDPSDHO
LQWHUDSDJLQDq
VWDWDLQVHULWDSHUODVWDPSDLQELDQFRGHOUHWURFRSHUWLQD
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Indice degli argomenti
Introduzione
Cap. 1: installazione e configurazione
Requisiti richiesti per l’esecuzione di InfoLineCad
Installazione su PC personale ( Procedura A – Locale )
Installazione su PC server di rete o PenDrive USB ( Procedura A – Server )
Configurazione PC locale in caso di installazione su server di rete ( Procedura B )
Avvio menù personalizzati
Note supplementari per l’esecuzione su penna USB
Note aggiuntive all’installazione
Nota speciale per BricsCad
Problemi di installazione: MSCOMCTL.OCX
Problemi di installazione: le MACRO
Disinstallazione di InfoLineCad
Cap. 2: i menù personalizzati
I menù a tendina
La Toolbar delle funzioni
- Impostazioni InfoLineCad
- Creazione libreria CAD
- Edita menù e tabelle
- Scarica funzioni InfoLineCad
- Scarica e ricarica funzioni InfoLineCad
- Trova polilinea per codice
- Copia codice polilinea
- Assegna codice polilinea
- Legenda polilinee
- Legenda tracciati
- Modifica blocco
- Legenda blocco
- Apri file base per nuovo blocco
- Interroga oggetto CAD
- Gestione layer
- Gestione parametri estesi
- Esporta per computo InfoLine
- Guida Utente
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Requisiti minimi del computer
Sistema operativo:
CPU:
RAM:
Windows ® Seven, Vista, XP ( 32/64 bIT ) con framework .NET 3.5 o successivo
Pentium 4/Athlon 1.4 GHz o superiore
1GB RAM o superiore
Software CAD installato:
AutoCad 2000 o successive versioni
BricsCad V11 Professional o successive versioni
E’ richiesta l’installazione del modulo VBA (Visual Basic for Application) all’interno dell’ambiente
CAD. InfoLineCad NON funziona con le versioni Lite dei software CAD.
Relativamente ad Autocad il modulo VBA, opzionale dalla versione 2010 in poi, si scarica
direttamente dal sito Autodesk (parole chiave motore di ricerca web: autocad vba enabler).
E’ possibile scaricare il modulo VBA anche dalla pagina web per il supporto di InfoLine.
Il manuale contiene la descrizione di tutte le funzioni InfoLine. Alcune però potrebbero non essere
presenti nella versione utilizzata (ad esempio la “Free”).
Particolarità relative alle versioni personalizzate per grandi aziende
seguente icona:
saranno indicate dalla
In questo caso fare riferimento al manuale specifico.
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Introduzione
Lo scopo principale di InfoLineCad è quello di consentire, all’interno di un software di disegno tecnico, la creazione facile
e veloce di una libreria grafica codificata allo scopo di renderne riconoscibili gli elementi che la compongono e
conseguentemente contarne automaticamente il numero, i metri lineari ed i metri quadrati, utilizzabili poi come valori nel
campo delle quantità di un articolo di computo metrico.
NON è quindi un programma indipendente ma un potente set di strumenti compatibile con alcuni dei maggiori software
CAD (*) attualmente in commercio.
La libreria grafica sarà realizzata con quelli che sono già gli elementi normalmente ed universalmente utilizzati da tutti i
disegnatori/progettisti CAD: blocchi e polilinee.
Per i blocchi è possibile contarne solo il numero attraverso il nome. Per le polilinee è possibile anche misurarne area e
perimetro attraverso un codice di riconoscimento creato dall’utente ed abbinato alla polilinea contestualmente al suo
tracciamento o anche in un momento successivo.
La modalità operativa con cui si realizzano i computi metrici collegandoli automaticamente al disegno è sostanzialmente
diversa da qualunque altro software dello stesso genere.
In InfoLineCad gli articoli di prezzario NON vengono abbinati agli oggetti all’interno dell’ambiente CAD ma nel modello di
computo metrico.
Questo consente non solo di evitare la ripetitiva assegnazione degli articoli a tutti gli oggetti grafici con la stessa funzione
ma anche di preparare all'interno del computo innumerevoli analisi collegabili contemporaneamente alla stesso oggetto
CAD per attivarle in maniera esclusiva o combinata in base al progetto in corso (ad esempio con una polilinea "Sala da
Pranzo" è possibile combinare un tipo di pavimento, controsoffitto e rivestimento selezionandoli tra una serie di analisi
precedentemente approntate ed utilizzabili come modelli in tutti i vostri computi). Semplici funzioni vi permetteranno di
creare menù a tendina personalizzati per inserire velocemente qualunque elemento di libreria CAD ed impostare layer e
tratteggi per fare in modo che vengano automaticamente assegnati quanto inserite il blocco o disegnate la polilinea.
Distribuzione
Il modulo è distribuito in due versioni: InfoLineCad Lite e InfoLineCad Full:
InfoLineCad Lite:
InfoLineCad Full:
è la versione gratuita del modulo CAD. Contiene le funzioni di base per la gestione di una libreria
grafica con la personalizzazione del menù CAD, l’inserimento degli oggetti all’interno di un disegno
e l’esportazione delle quantità verso il modulo di computo metrico.
è la versione avanzata del modulo CAD. Amplia le funzioni di base della versione Lite con due
importanti ed utili funzioni: i “Parametri Estesi” ed il salvataggio in una cartella personale delle
librerie grafiche e dei menù a tendina utilizzati per inserire gli oggetti nel disegno.
I blocchi della libreria grafica di base come i tratteggi utilizzati per le polilinee sono stati realizzati sulla base ad una scala
di disegno con il rapporto 1 unità disegno = 1 metro lineare. Detta impostazione è stata scelta in quanto la più pratica per
la lettura diretta delle misure (aree e perimetri) e del loro utilizzo in un computo metrico. E’ ovviamente possibile
utilizzare qualunque altra scala di disegno. In questo caso però ricordatevi che le formule di lettura delle quantità presenti
nel modello di computo andranno opportunamente modificate con dei coefficienti di conversione (vedi manuale computo
metrico).
(*) Computer Aided Drafting/Design
E’ richiesta l’installazione del modulo VBA (Visual Basic for Application) all’interno dell’ambiente
CAD. InfoLineCad NON funziona con le versioni Lite dei software CAD.
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Versioni personalizzate per grandi aziende
Per alcune grandi aziende sono state realizzate delle versioni personalizzate di InfoLine.Net per una più specifica
standardizzazione del computo metrico. Il software è essenzialmente lo stesso ma con alcune piccole varianti in base
alle specifiche richieste della Committente. Gli utilizzatori potrebbero quindi trovare piccole differenze rispetto a quanto
descritto nel presente manuale.
La libreria grafica realizzata con blocchi e polilinee CAD rappresentano gli elementi costruttivi tipici dell’azienda
committente con i quali è possibile disegnare un qualunque progetto (all’interno dell’ambito operativo della Committente
stessa. Vedi anche InfoLineCad). Terminato il disegno le quantità inserite attraverso la libreria grafica vengono esportate
nel computo modello che quindi valorizza le analisi e produce in automatico il computo metrico di quanto disegnato.
L’obiettivo è quello di consentire, in ambito aziendale, una forte standardizzazione della documentazione prodotta sia dal
punto di vista analitico (computo metrico) che da quello grafico (disegni di progetto).
Un aspetto conseguenziale ma non secondario è, attraverso InfoLine, l’immediata veicolazione degli standard costruttivi
aziendali e la loro univoca computazione e rappresentazione grafica.
Il sito web di riferimento delle versioni personalizzata per grandi aziende è ad accesso protetto e viene
comunicato agli utilizzatori autorizzati insieme alle credenziali di accesso (nome utente e password).
INFOLINE –CAD
Manuale utente
1
Installazione e configurazione
In questo capitolo vengono descritte le procedure per installare il software
nelle varie modalità e per configurare o predisporre i PC in cui verrà
Requisiti richiesti per l’esecuzione di
InfoLineCad
eseguito
Installazione standard
Installazione su PC locale, server di
rete o PenDrive USB (Procedura A)
Configurazione PC locale in caso di
installazione su server di rete
(Procedura B)
Avvio menù personalizzati
Note supplementari per l’esecuzione
su penna USB
Note aggiuntive all’installazione
Nota speciale per BricsCad
Problemi
di
MSCOMCTL.OCX
installazione:
Problemi di installazione: FM20.DLL
Problemi di installazione: le MACRO
Problemi di installazione: supporto
VBA
Disinstallazione di InfoLineCad
Pag. 1
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Gli utilizzatori di versioni personalizzate per grandi aziende, relativamente al presente capitolo,
dovranno fare riferimento alla speciale guida all’installazione distribuita insieme al software.
La procedura di installazione effettua essenzialmente 2 operazioni:
1. Copia nella posizione indicata dall’utente le cartelle ed i files contenenti il codice di programmazione, le librerie
grafiche ed i menù personalizzabili.
2. Configura il software CAD affinché riconosca la presenza del codice InfoLineCad è lo esegua ad ogni avvio.
Requisiti richiesti per l’esecuzione di InfoLineCad
InfoLineCad funziona con le versioni di Autocad dalla 2000 in poi, con BricsCad dalla V11 in poi, su sistemi a 32 e 64 bit.
I requisiti minimi richiesti sono:
• La presenza del file MSCOMCTL.OCX nelle cartelle di Windows (normalmente System32 nei PC a 32 bit,
SysWow64 nei PC a 64 bit). Se il file non esiste la procedura di installazione provvederà a inserirne una copia ed
a registrarla nel sistema operativo.
• L’abilitazione delle Macro all’interno del software CAD utilizzato.
• Che Autocad/BricsCad siano in versione Full con il supporto VBA installato (Visual Basic for Application).
Se tutti i requisiti non sono soddisfatti InfoLineCad non potrà funzionare sul vostro PC. Per problemi ad essi legati fare
riferimento i paragrafi:
• Problemi di installazione: MSCOMCTL.OCX, Macro, Supporto VBA.
Avviata
la procedura
ed
accettato i termini di licenza
visualizzerete
una
scheda
attraverso la quale potrete
scegliere
la
modalità
di
installazione ed il software CAD
da configurare.
ATTENZIONE !
Assicurarsi di aver selezionato
attraverso un segno di spunta il
CAD da configurare prima di
cliccare sul pulsante “Avanti”
Attenzione ! La compatibilità con i sistemi a 64 bit non è sempre garantita. La configurazione
particolare di alcuni PC potrebbe rendere impossibile eseguire correttamente InfoLineCad.
Pag. 2
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Alcuni server di rete o PC personali (ad esempio
quelli aziendali) hanno l’accesso controllato al disco.
Alla cartella Infoline ed a tutte le cartelle al suo
interno si DEVONO CONSENTIRE le operazioni di
lettura/scrittura in quanto il software apporta
modifiche ad alcuni file di configurazione .
Contattare quindi l’amministratore di sistema prima
dell’installazione.
L’iter di installazione si snoda attraverso una serie di opzioni selezionabili dalla medesima schermata. Queste servono
sostanzialmente a fare due cose:
- Installare InfoLineCad nella posizione indicata.
- Configurare il software CAD perché riconosca la presenza di InfoLineCad e lo esegua.
Dalla schermata di installazione è possibile impostare alcuni parametri che, combinati tra loro, vi consentiranno di:
- Installare InfoLineCad e contestualmente selezionare i software CAD compatibili per la configurazione
automatica.
- Installare InfoLineCad senza configurare nessun software CAD (utile ad esempio per avere una copia del
programma su PenDrive USB).
- Non installare InfoLineCad ma effettuare la sola configurazione del software CAD compatibile (ad esempio per
collegare più PC ad una sola installazione di InfoLineCad su server)
Una volta scaricato da Internet pacchetto .ZIP contenente i file di installazione aprirlo e copiare i file
in una cartella sul PC. Da questa cartella eseguire il Setup per avviare la procedura di installazione.
NON eseguire il Setup dal pacchetto .ZIP
Di seguito le opzioni di installazione proposte in fase di setup:
1. Installazione Standard
Installazione su PC locale in percorso predefinito del software di calcolo e dei modelli di computo.
2.
Procedura A: cambia la cartella di installazione
Installazione nel percorso indicato dall’utente del software di calcolo e dei modelli di computo.
Per installazione su PC locale in percorso diverso da quello predefinito, server di rete, PenDrive USB.
3.
Procedura B: configura PC locale per esecuzione InfoLine in remoto
Configurazione del computer locale per eseguire quanto già installato con le procedure di cui ai punti 1 e 2
su altro computer.
1. Installazione Standard
E’ questa l’installazione tipica di tutti software in commercio. Verrà creata una cartella denominata Infoline direttamente
sul disco C del vostro computer. In essa saranno copiati i file del software ed i modelli di computo predefiniti.
Se si seleziona almeno un software CAD compatibile viene eseguita automaticamente anche la Procedura B.
Pag. 3
INFOLINE –CAD
Manuale utente
2. Procedura A: cambia la cartella di installazione
Utilizzare questa opzione per cambiare la cartella di installazione. Il nuovo percorso potrà essere sia sul PC locale che
su un server di rete che su una PenDrive USB.
E’ la prima delle innovazioni proposte dalla suite InfoLine.Net. Utilizzate questa modalità di installazione nel caso di più
utilizzatori all’interno di una rete aziendale. Potrete installare il prodotto su un server direttamente dal vostro PC (bisogna
avere i diritti di accesso/lettura/scrittura alla cartella del server selezionata).
Se si seleziona almeno un software CAD compatibile viene eseguita automaticamente anche la Procedura B.
3. Procedura B: configura PC locale per esecuzione InfoLineCad in remoto
Questa procedura, unitamente alla selezione di almeno un software CAD compatibile, effettua la configurazione di
quest’ultimo senza installare sul PC locale ne il software ne le librerie grafiche.
E’ il caso tipico di installazione in rete aziendale. Il software e le librerie grafiche risiedono sul server e dai PC client si
effettua il solo collegamento.
Va utilizzata solo se la “Procedura A” è stata eseguita DA un altro PC.
Se state eseguendo la “Procedura A” sulla PenDrive USB per un utilizzo in mobilità anche fuori
ufficio e NON volete configurare il PC locale per l’utilizzo sulla PenDrive ricordatevi di NON
spuntare nessun software CAD.
Esempi di installazione
Esempio 1: installazione DAL SERVER e configurazione di 4 PC Client
a) Dal Server: installare InfoLineCad con la Procedura Standard o con la Procedura A. Non selezionare nessun
software CAD compatibile.
b) Da ognuno dei 4 PC client collegati al server: eseguire la Procedura B indicando la posizione della cartella di
installazione e selezionando almeno un software CAD compatibile.
Esempio 2: installazione SUL SERVER DA UN PC CLIENT e configurazione di ulteriori 3 PC Client
a) Da uno dei PC Client: installare InfoLineCad con la Procedura A indicando la posizione della cartella di
installazione sul server e selezionare uno dei software CAD compatibili.
b) Dagli altri 3 PC Client: eseguire la Procedura B indicando la posizione della cartella di installazione sul server.
Esempio 3: installazione SU PENDRIVE USB per utilizzo in mobilità (metodo 1)
a) Installare InfoLineCad con la Procedura A indicando la posizione della cartella di installazione sulla PenDrive.
Non selezionare nessun software CAD compatibile.
Esempio 3a: installazione SU PENDRIVE USB per utilizzo in mobilità (metodo 2)
a) Copiare la cartella INFOLINE già installata sul PC direttamente sulla PenDrive.
Esempio 3b: installazione SU PENDRIVE USB per utilizzo dal proprio PC
a) Installare InfoLineCad con la Procedura A indicando la posizione della di installazione sulla PenDrive e
selezionando uno o più software CAD compatibili.
Pag. 4
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Esempio 4: configurazione di un PC Client senza procedura di installazione (InfoLineCad su server o PenDrive USB)
a) Aprire il software CAD nel quale si vuole utilizzare InfoLineCad.
b) Digitare _APPLOAD dalla riga di comando per aprire la scheda di caricamento delle applicazioni (fig. 1).
c) Cliccare sull’icona “Gruppo di avvio” (solo per Autocad. Per BricsCad passare al punto successivo) per aprire
una scheda di caricamento (il “Gruppo di avvio” consente la partenza automatica delle applicazioni ad ogni
avvio del software CAD).
d) Dalla scheda di caricamento cliccare sul pulsante Aggiungi per cercare i file con estensione *.DVB e *.LSP
presenti nella cartella di installazione di Infoline: ...\Infocad\Autocad (o BricsCad).
Nota per BricsCad: nella cartella BRICSCAD possono essere presenti più file con estensione *.DVB,
ognuno terminante con un suffisso numerico (V11, V12, ecc.). Selezionate SOLO quello con il numero
della versione di BricsCad che state utilizzando.
e) Chiudere e riaprire il software CAD.
Figura 2
Figura 1
NOTA: la grafiche delle schede di cui sopra può cambiare in base al tipo ed alla versione del software CAD.
Il caricamento con il comando APPLOAD può essere utilizzato anche in alternativa alla Procedura B
per collegare “manualmente” un PC client ad InfoLineCad installato su un serve di rete.
Avvio menù personalizzati
Al termine delle suddette procedure apparirà una finestra che vi ricorderà il comando da scrivere nella riga di comando
del software CAD per richiamare le funzioni di InfoLineCad e di abilitare le MACRO.
Quindi avviare il software CAD e, dalla “barra dei comandi”, digitare: INFO_MENU.
Automaticamente verrà visualizzata la barra funzioni di InfoLineCad ed i menù a tendina personalizzati. Sarà adesso
possibile cominciare a lavorare con gli strumenti messi a disposizione.
Per scaricare la barra funzioni ed i menù personalizzati digitare: INFO_SCARICA.
Pag. 5
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Note supplementari per l’esecuzione su penna USB
La suite InfoLine.net può essere eseguita anche in mobilità attraverso una penna USB. Allo scopo nella cartella di
InfoLine è presente una piccolo programma di utilità che, attraverso una semplice interfaccia grafica, permette di lanciare
la toolbar di InfoLine e spiega come configurare manualmente i software CAD compatibili.
Se volete quindi eseguire la suite InfoLine.Net dalla PenDrive USB lanciate il programma InfoLine_USB.exe.
Dettaglio operazioni effettuate da InfoLine_USB.exe:
- Cancella tutti i file di configurazione creati dal setup di installazione (essi contengono il percorso di InfoLine così
come rilevato al momento dell’installazione. Alla penna USB però il sistema operativo potrebbe assegnare lettere
diverse in base al PC nella quale viene inserita).
Detti file sono tutti quelli con estensione: .ini, .cuix, .cui, .mnr.
- Descrive la procedura di configurazione manuale del CAD come nell’esempio 4 di questo manuale.
- Lancia il file INFO\Programmi\InfoToolBar_Info.exe che avvia la toolbar di InfoLine.Net nella trybar di Windows
Note aggiuntive all’installazione
La configurazione dell’ambiente CAD attraverso la procedura automatica utilizzata in fase di SetUp crea una serie di file
nella cartella di installazione dei CAD selezionati:
Autocad:
crea il file acad.lsp che carica i file InfoCAD_1/2/3/4/5/6.lsp (*)
BricsCad:
crea il file on_doc_load.lsp che carica InfoCAD_1/2/3/4/5/6.lsp
(*)
se acad.lsp già esiste viene modificato aggiungendo le righe di comando utili all’avvio dei file
InfoCAD_1/2/3/4/5/6.lsp che consentono il caricamento delle funzioni di InfoLineCad all’interno del software
di disegno. Se già si utilizza il file acad.lsp per il l’avvio di altre funzioni personalizzate se ne consiglia la
copia di back-up prima di installare InfoLineCad.
In Windows\System32 viene effettuata la copia del file MSCOMCTL.OCX e la relativa registrazione solo se non già
presente nel sistema operativo (ad esempio se non è installato il pacchetto Microsoft Office o nei computer a 64 bit).
Problemi di installazione: MSCOMCTL.OCX
Se, dopo aver installato InfoLineCad, in fase di avvio del
software CAD dovesse apparire la finestra di avviso
“Errore di compilazione nel modulo nascosto:
“ThisDrawing” è perché probabilmente in Windows non è
presente
o
correttamente
registrato
il
file
MSCOMCTL.OCX.
In questo caso seguire la procedura sotto indicata:
1.
2.
3.
Chiudere tutte le sessioni CAD
Andare nella cartella Infocad\Modello o Infocad\Supporto (il nome della cartella può cambiare a seconda della
versione installata) e copiare il file mscomctl.ocx nella cartella Windows\System32 (se il file è già presente
passare al punto successivo. Verificare la presenza del file anche nella cartella WINDOWS e SysWOW64)
Selezionare il file Registra_mscomctl.bat con il secondo tasto del mouse e dal menù che appare cliccare sulla
riga “Esegui come amministratore”. Se il comando “Esegui come amministratore” non dovesse essere presente
fare semplicemente doppio clic.
Pag. 6
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Se l’operazione va a buon fine saranno visualizzati i seguenti avvisi (cliccare su OK):
Finestra di avviso dell’annullamento della registrazione
Finestra di avviso di nuova registrazione
Se il problema dovesse persistere contattare l’assistenza.
Problemi di installazione: FM20.DLL
Se, dopo aver installato InfoLineCad, in fase di avvio
del software CAD dovesse apparire la finestra di
avviso “Classe non registrata …” potrebbe esserci un
problema con il file FM20.DLL contenuto nella cartella
c:\Windows\System32.
Una copia non corrotta è presente nella cartella di
Infoline: InfoCad\Modelli (o supporto, a seconda della
versione di InfoLine utilizzata). Copiatela nella cartella
c:\Windows\System32 e riavviate il CAD.
Problemi di installazione: abilitare le MACRO
Quando avviate InfoLineCad sia da Autocad che da BricsCad potrebbero comparire una finestra con la richiesta di
abilitazione ad eseguire le macro (codice di programmazione). Se InfoLineCad non viene eseguito accertatevi che le
MACRO siano abilitate. Per la gestione delle macro fate riferimento ai manuali del vostro software CAD.
Problemi di installazione: Supporto VBA
InfoLineCad è un’applicazione esterna per Autocad e BricsCad scritta in codice VBA (Visual Basic for Application). Nei
suddetti software CAD il supporto VBA è da sempre abilitato solo nelle versioni più avanzate ed assente in quelle
cosiddette “Lite”. In Autocad poi, dalla release 2010, il “VBA Enabler” ovvero il modulo che abilita l’esecuzione di codice
VBA non è più inserito nel CD-ROM di installazione ma va scaricato direttamente dal sito web di Autodesk. Se il “VBA
Enabler” non è installato non sarà possibile eseguire nessun software esterno scritto in VBA.
Pag. 7
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Disinstallazione di InfoLineCad
Per disinstallare InfoLineCad dal computer cancellare prima di tutto la cartella Infocad contenuta nella cartella InfoLine.
Quindi andare nella cartella di installazione del software CAD utilizzato con InfoLineCad e cancellare i file
InfoCAD_1/2/3/4/5/6.lsp e, se non contiene del vostro codice personale, il file acad.lsp (Autocad) o on_doc_load.lsp
(BricsCad).
Pag. 8
INFOLINE –CAD
Manuale utente
2
I menù personalizzati e le funzioni
In questo capitolo vengono descritte le operazioni di personalizzazione
I menù a tendina
dell’ambiente di lavoro interno al CAD ed i comandi per la realizzazione e
La Toolbar delle funzioni
gestione delle librerie grafiche.
- Impostazioni InfoLineCad
- Creazione libreria CAD
- Edita menù e tabelle
- Scarica funzioni InfoLineCad
- Scarica
e
InfoLineCad
ricarica
funzioni
- Trova polilinea per codice
- Copia codice polilinea
- Assegna codice polilinea
- Legenda polilinee
- Legenda tracciati
- Modifica blocco
- Legenda blocco
- Apri file base per nuovo blocco
- Interroga oggetto CAD
- Gestione layer
- Gestione parametri estesi
- Esporta per computo InfoLine
- Guida Utente
Pag. 9
INFOLINE –CAD
Manuale utente
InfoLineCad mette a disposizione dell’utente due strumenti attraverso i quali gestire librerie grafiche e funzioni speciali: i
menù a tendina e la toolbar delle funzioni. Attraverso i menù a tendina è possibile scegliere ed inserire gli elementi della
libreria grafica. Attraverso la toolbar delle funzioni abbiamo accesso ad una serie di comandi speciali utili per la gestione
delle suddette librerie grafiche.
La toolbar delle funzioni è divisa in 3 sezioni:
Comandi specifici per le polilinee (tono blu)
Comandi specifici per i blocchi (tono rosso)
Comandi di carattere generale (tono verde)
Menù a tendina InfoLineCad
Il gruppo menù di InfoLineCad visualizzato nella figura sottostante è quello di base fornito con il programma ed è
composto, al primo avvio, da tre menù principali denominati : Opere Urbanizzazione | Fabbricato | Altro.
Selezionandoli avrete accesso ai relativi sotto-menù per la scelta degli elementi grafici da inserire nel disegno.
E’ questa però solo un modello dato come punto di inizio ed utile alla creazione di menù personalizzabili in ogni aspetto
attraverso gli appositi comandi presenti sulla toolbar delle funzioni. Titolo e contenuto possono essere modificati per
adattarsi perfettamente alle esigenze di ognuno.
La libreria grafica, insieme al relativo menù a tendina, fornita con InfoLine è puramente indicativa.
L’utente può utilizzare qualunque blocco o polilinea già presente nei disegni.
Per le sole polilinee già disegnate è richiesta l’associazione con un codice per il riconoscimento
nel modello di computo.
Toolbar funzioni InfoLineCad
La toolbar delle funzioni, o toolbar generale, è lo strumento attraverso il quale si rendono fruibili le funzioni di
InfoLineCad mettendo a disposizione dell’utente una serie di comandi utili nella creazione, nella modifica e nella gestione
degli elementi grafici che rappresentano il cuore del sistema di contabilità automatizzata.
Pag. 10
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Nelle punti successivi viene esposta la sequenza logica da seguire per creare gli elementi di una libreria CAD ed per
inserirli in un menù di selezione da dove richiamarli all’occorrenza. Allo scopo potrete realizzare elementi blocco/polilinea
totalmente nuovi od utilizzare blocchi che già fanno parte di una vostra raccolta e polilinee già disegnate:
- Configurazione delle cartelle personali utilizzate per elementi grafici e modelli (*)
Prima di tutto è necessario indicare ad InfoLineCad le cartelle personali nelle quali andremo a salvare sia gli
elementi della libreria CAD sia i modelli ed i menù personalizzati.
E’ importante definire percorsi alternativi a quelli preimpostati per evitare che una successiva installazione
sovrascriva tutto il lavoro svolto.
- Creazione dell’elemento blocco (si possono utilizzare anche quelli già realizzati).
Il modulo di computo di InfoLine conta il numero dei blocchi leggendone il nome. Allo scopo potrete
utilizzare qualunque blocco:
Creato al momento nel modo in cui lo fate abitualmente
Facente parte di una libreria precedentemente creata
Copiato da un altro disegno
Creato con i comandi presenti nella Toolbar delle funzioni
- Creazione dell’elemento polilinea codificata
Il modulo di computo di InfoLine utilizza le polilinee per misurare perimetri ed aree. Esse però, diversamente
dai i blocchi, non hanno un nome e quindi non sono immediatamente individuabili all’interno di un disegno.
InfoLineCad, attraverso un’apposita funzione, permette per l’appunto l’assegnazione di un “nome” (codice e
descrizione) ad una polilinea rendendola così individuabile e misurabile.
- Creazione di una tabella di tratteggi personalizzati (facoltativo)
Il tratteggio è una proprietà ampiamente utilizzata per differenziare graficamente gli elementi di un disegno
ed ogni software CAD ne ha libreria propria. Anche in InfoLineCad è possibile crearsi un elenco di tratteggi
per meglio personalizzare i disegni che si andranno a realizzare.
- Creazione di una menù per la selezione degli elementi grafici
Una volta creati gli elementi grafici è utile anche averli immediatamente a portata di mano attraverso i
classici menù a discesa evitandoci così le noiose e spesso lunghe ricerche in cartelle sparse sul disco fisso
o all’interno di vecchi disegni.
(*) Funzione non presente nella versione Free
Libreria grafica:
Blocchi
Menù a discesa per
selezione elementi
libreria grafica
Libreria grafica:
Polilinee
Disegno con
elementi di libreria
grafica
Configurazione
ambiente di lavoro
Esportazione
quantità per
computo metrico
Attenzione ! Subito dopo aver installato InfoLineCad procedete alla configurazione delle cartelle
contenenti le vostre personalizzazioni in percorsi diversi da quelli standard per evitarne la perdita
in caso di una nuova installazione/aggiornamento di InfoLineCad.
Pag. 11
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Personalizzazione per grandi aziende
Nelle versioni personalizzate la ToolBar Generale assume un altro aspetto rispetto alle versioni standard. Essa infatti
NON contiene i comandi per editare le caratteristiche delle polilinee (descrizione, codice, layer, tratteggio) ed i menù a
discesa o quello per le impostazioni dei percorsi di ricerca degli elementi grafici in quanto essi vengono già definiti
dall’azienda committente. Gli oggetti CAD facenti parte la libreria grafica in questo caso sono preventivamente tutti già
inseriti nelle cartelle di installazione e rappresentano gli standard costruttivi aziendali con i quali progettare le opere
previste per poi calcolarne automaticamente i costi attraverso il modello di computo predefinito (vedi InfoLine.Net).
I successivi paragrafi:
Impostazioni InfoLineCad
Edita menù e tabelle
Edita tabella Tratteggi
Scarica funzioni InfoLineCad
Scarica e ricarica funzioni InfoLineCad
NON sono validi per le versioni personalizzate per grandi aziende.
Le altre funzioni descritte nei successivi paragrafi sono invece comuni a tutte le diverse distribuzioni, siano
esse quelle standard che personalizzate.
Pag. 12
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Impostazioni InfoLineCad
Durante l’installazione InfoLineCad crea una serie di cartelle contenenti sia i file con il codice del software sia una serie
di modelli utili alla personalizzazione dell’ambiente di lavoro ed alla creazione/gestione della libreria grafica. Cartelle e
modelli però, in caso di una successiva reinstallazione o aggiornamento di InfoLineCad, sono destinate ad essere
sovrascritte. Questo accade normalmente con tutti i software ma, in questo caso, provocherebbe la cancellazione delle
librerie grafiche e dei menù che nel frattempo avrete creato e personalizzato. Per evitare che ciò accada quindi, subito
dopo l’installazione, è vivamente consigliata l’indicazione di una posizione, per librerie grafiche e modelli, diversa da
quella standard. Per farlo avviate il software CAD e, dalla toolbar generale cliccate sull’icona “Impostazioni InfoLineCad”.
Comparirà una scheda contenente 2 serie di percorsi:
- Percorsi personali per ToolBar, Menù, Modelli e Librerie grafiche [INFOLINE]
- Percorsi Librerie grafiche [UTENTE]
Per prima cosa cambiate il percorso dei modelli standard [INFOLINE].
Allo scopo selezionate una delle righe sotto “Percorsi personali …” per far comparire il bottone per il cambio percorso
Cliccando sul bottone potrete selezionare una nuova cartella nella quale verranno copiate quelle standard insieme a tutto
il loro contenuto. Con questa operazione metterete subito al sicuro tutto il successivo lavoro di personalizzazione.
Di seguito l’elenco dei modelli standard InfoLineCad con una descrizione della relativa funzione:
Info_Menu1/2/3:
3 modelli base di menù a discesa per la selezione di elementi di libreria grafica
Infolista.lin:
Elenco delle polilinee codificate
Infoline_linee.lin:
Elenco dei tratteggi personalizzati applicabili alle polilinee
Libreria_Dwg:
Cartella contenente i blocchi della libreria grafica standard
Tutti i suddetti documenti sono personalizzabili a piacere attraverso gli appositi comandi descritti nelle pagine
successive.
Nel caso abbiate già delle cartelle contenenti blocchi di una vostra libreria grafica potete aggiungerle nei percorsi di
ricerca selezionando la riga “Percorsi Librerie Grafiche [UTENTE] e cliccando sul bottone “Nuovo”. A questo punto
selezionare la cartella contenente i blocchi. Ripetere l’operazione per ogni cartella che vorrete aggiungere all’elenco. Per
modificare un percorso già inserito selezionatelo e cliccate sul bottone “Sfoglia” indicando la nuova cartella.
I “percorsi di ricerca” vengono utilizzati dal software CAD per cercare in automatico al loro interno
i modelli ed i blocchi definiti nella ToolBar Generale e nei menù a tendina.
In questo modo, ad esempio, per inserire un blocco da un menù basterà scriverne solo il nome,
senza specificarne il percorso della cartella nella quale si trova.
Pag. 13
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Nella figura sottostante un esempio di personalizzazione dei “Percorsi di ricerca”:
Dopo aver settato i percorsi Personali è comunque possibile ripristinare le impostazioni di base selezionando una delle
righe sotto “Percorsi personali …” e cliccando sul bottone per il cambio percorso
Nella scheda delle impostazioni compare anche una opzione per la scelta del “Fattore di scala per l’inserimento del
blocco”. Essa è utile per scalare automaticamente i blocchi inseriti attraverso i menù InfoLineCad e già realizzati con
rapporti dimensionali diversi da quelli standard (vedi introduzione: 1 unità disegno = 1 ml).
Esempio:
se avete dei blocchi disegnati in cm (1 unità disegno = 1 cm) dovrete inserire il valore 0,01 come fattore di scala.
Per applicare tutte le impostazioni sopra descritte cliccate sul pulsante “Salva”, diversamente cliccate su “Chiudi senza
salvare”.
I percorsi di ricerca vengono salvati nel file “infocad.config” nella cartella BricsCad/Autocad. Se si utilizzano
percorsi personalizzati, per non ripetere la procedura di personalizzazione, prima dell’installazione di una nuova
versione spostare il suddetto file in un’altra cartella per rimetterlo nella posizione originale dopo l’installazione.
Creazione della libreria CAD
I disegni che si realizzano con i software CAD sono, in maggioranza, composti da entità elementari come linee, polilinee,
cerchi, rettangoli e da oggetti composti da entità elementari come i blocchi. Vediamo come sfruttare alcuni di questi
oggetti di normale utilizzo per leggere numero, lunghezza e area degli elementi architettonici che essi rappresentano.
InfoLineCad è in grado di leggere le seguenti entità elementari:
Entità
Proprietà lette
Blocchi:
numero
Polilinee 2D e rettangoli:
numero, ml, mq
Blocchi
Il blocco CAD è uno degli elementi più utilizzati in un disegno. Esso è composto da una serie di elementi semplici che
vengono raggruppati a rappresentare un oggetto finito (una sedia, un tavolo, un armadio, ecc.). Il blocco rappresenta uno
dei pilastri del disegno CAD e quindi è particolarmente utilizzato. InfoLineCad è in grado di leggere il nome di ogni blocco
e di restituirne il numero nel campo delle quantità dell’articolo nel modulo di computo. In questo modo è semplice
contabilizzare elementi come sedie, tavoli, armadi, divani, ma anche plinti, pozzetti, serbatoi, alberi, ecc.
E’ possibile utilizzare anche blocchi già realizzati e che usavate prima dell’installazione di InfoLineCad. Se però dovete
crearne di nuovi vale la pena di utilizzare il blocco modello (vedi funzione descritta più avanti). In esso infatti sono
presenti due attributi che, compilati a piacere, vi permetteranno di riconoscere il blocco nel disegno quando lo interrogate
con l’apposita funzione.
Pag. 14
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Dopo aver creato un nuovo blocco o per utilizzarne uno esistente dobbiamo renderlo visibile nel menù a tendina
all’interno dell’ambiente CAD.
Riepilogando quindi, i passaggi per poter leggere il numero di ogni blocco presente nel disegno sono:
1. Creazione del blocco CAD (se non già realizzato in precedenza)
2. Visualizzazione del blocco CAD nel menù a tendina per una rapido inserimento nel disegno
Polilinee 2D e rettangoli
Abbiamo detto che InfoLineCad è in grado di leggere numero, ml e mq di una polilinea o di un rettangolo. Ma come si
distingue ad esempio una polilinea che rappresenta un tubo elettrico con diam. 63 mm da quella che rappresenta un
tubo elettrico con diam. 80 mm ?
La risposta è semplice: applicando ad ognuna di esse un codice univoco che rappresenta per la polilinea quello che il
nome rappresenta per il blocco.
Vediamo quali sono i passaggi per assegnare un codice di riconoscimento ad una polilinea.
1.
2.
3.
Apertura del file contenente un elenco di polilinee ed inserimento della nuova: file INFOLISTA.LIN
Creazione del tratteggio con cui vogliamo rappresentare la polilinea (*): file INFOLINE_LINEE.LIN
Visualizzazione della polilinea appena creata nel menù a tendina per una rapido inserimento nel disegno
(*) La creazione del tratteggio è facoltativa. Si possono utilizzare sia i tratteggi già forniti con il software CAD (i vari
center, dashdot, dashed, hidden, ecc.) sia quelli inseriti nel file in dotazione con InfoLineCad.
Edita menù e tabelle
Questo pulsante contiene una serie di sotto menù che si visualizzano selezionandolo e mantenendo premuto il
tasto sinistro del mouse. I comandi che compaiono consentono la modifica dei modelli per l’elenco delle
polilinee, l’elenco dei tratteggi ed i menù a discesa.
Edita tabella Polilinee (Infolista.lin)
Viene aperto il file contenente l’elenco delle polilinee InfoLineCad. In questo documento si crea un elenco con le
caratteristiche da applicare ad ogni polilinea compreso il codice che si utilizzerà per poterla riconoscere e
contarne le quantità (numero, ml, mq). E’ possibile apportare tutte le personalizzazioni desiderate rispettando la
struttura dei campi badando a separarli correttamente con il “;” (punto e virgola).
Per aggiungere nuove righe in maniera veloce e precisa è consigliabile fare il copia/incolla di righe esistenti
modificandone poi le parti interessate.
I dati caratteristici abbinabili ad una polilinea sono:
Il codice identificativo utile al conteggio automatizzato delle quantità
Una categoria ed una sottocategoria utile alla descrizione della polilinea se interrogata
Un layer
Un tratteggio (*)
(*) La creazione del tratteggio è facoltativa. Si possono utilizzare sia i tratteggi già forniti con il software CAD (i vari
center, dashdot, dashed, hidden, ecc.) sia quelli inseriti nel file in dotazione con InfoLineCad
Pag. 15
INFOLINE –CAD
Manuale utente
La figura sottostante mostra un tipico file contenente l’elenco delle polilinee InfoLineCad. Quanto inserito è poi utilizzabile
attraverso i menù a tendina illustrati a seguire.
Quando, dal menù a tendina, cliccherete sulla riga che richiama una delle polilinee dell’elenco così creato essa ne
assumerà automaticamente i dati caratteristici.
Edita tabella Tratteggi (Infoline_linee.lin)
Viene aperto il file contenente l’elenco dei tratteggi personalizzati.
Qui è possibile apportare tutte le personalizzazioni desiderate rispettando la struttura dei campi.
Per aggiungere nuove righe in maniera veloce e precisa è consigliabile fare il copia/incolla di righe esistenti
modificandone poi le parti interessate.
La figura sottostante mostra un tipico file contenente l’elenco delle polilinee InfoLineCad. Quanto inserito è poi utilizzabile
nell’elenco delle polilinee precedentemente illustrato.
Il file è tipico ed uguale per tutti i software CAD supportati. Si rimanda quindi ai relativi manuali i dettagli sulla sintassi da
utilizzare per la creazione di nuovi tratteggi.
A puro titolo indicativo una breve spiegazione su un tratteggio tra i più classici.
Testo inserito per indicare una polilinea:
*INFOLIN_51,tipolinea 51 __ __ __ __ __
A,.2,-.125
Pag. 16
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Spiegazione della sintassi:
INFOLIN_51
=
nome del tratteggio (da richiamare nell’elenco delle polilinee)
Tipolinea 51
=
descrizione del tratteggio
__ __ __ __
=
disegno utile al riconoscimento del tratteggio (facoltativo)
A
=
codice fisso obbligatorio
.2
=
valore positivo indicante il tratto pieno in unità disegno
-.125
=
valore negativo indicante il tratto vuoto in unità disegno
Edita menù CAD n. 1
Viene aperto il file con il primo dei tre menù a tendina visualizzabile nell’ambiente CAD ed utile ad inserire nel disegno gli
elementi di libreria grafica (blocchi e polilinee) precedentemente creati.
Quanto diremo è valido anche
per i successivi 2 menù CAD
Le
prime
3
righe
del
documento, quelle con gli
asterischi, identificano il nome
del menù e la sua posizione
rispetto
agli
altri.
NON
modificatele.
Le successive righe sono
personalizzabili a piacere.
La figura sottostante mostra un tipico file contenente un menù a tendina.
Il file è tipico ed uguale per tutti i software CAD supportati. Ulteriori approfondimenti sulla creazione di menù a tendina li
potete quindi trovare sui relativi manuali utente.
Pag. 17
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Di seguito una breve spiegazione della sintassi di un menù InfoLineCad. Quanto di seguito spiegato è visibile
graficamente nelle immagini precedenti.
[| Opere Urbanizzazione]
Titolo del menù visualizzabile nella parte alta
dell’ambiente CAD a seguire rispetto agli altri menù. Tutti i
testi che si vuole visualizzare nell’ambiente CAD vanno
inseriti all’interno di parentesi quadre.
[->Impianto elettrico e MT]
Nome del primo livello del menù. I caratteri -> (meno e
maggiore) rappresentano l’apertura di un livello inferiore
(Cavi).
[->Cavi]
Nome del secondo livello del menù. I caratteri -> (meno e
maggiore) rappresentano l’apertura di un livello inferiore
(elenco elementi grafici).
[E101. Cavo unipolare 1x1.5 mmq]
"E101")
^C^C(@L_INFO
Tra le parentesi quadre il codice inserire la descrizione
della polilinea da disegnare. I caratteri ^C servono ad
interrompere i comandi in esecuzione.
Il testo all’interno delle parentesi tonde indica il comando
InfoLine per disegnare una polilinea (@L_INFO) ed il
codice da assegnare al termine del disegno (“E101”).
[EE_PZ_A01. Pozz. muratura 0.30x0.30]
^C^C(@info_blocco "EE_PZ_A01" "07_Elettrico_Poz")
Tra le parentesi quadre il nome inserire la descrizione del
blocco. I caratteri ^C servono ad interrompere i comandi
in esecuzione.
Il testo all’interno delle parentesi tonde indica il comando
InfoLineCad
utilizzato
per
inserire
il
blocco
(@info_blocco), il nome del blocco da inserire
(“EE_PZ_A01”), il nome del layer sul quale si vuole
inserire il blocco (“07_Elettrico_Poz”).
[--]
Inserisce una riga orizzontale nel menù come segno di
divisione.
[<-]
Ad ogni apertura di livello deve corrispondere una relativa
chiusura. Quindi se abbiamo aperto 2 livelli dovremo
inserire 2 codici di chiusura all’interno di parentesi quadre.
Per approfondimenti sulla sintassi per la modifica di menù a tendina si rimanda ai manuali dei software CAD utilizzati.
La possibilità di assegnare preventivamente ed automaticamente LAYER e TRATTEGGIO ad un
oggetto CAD è particolarmente importante. L’assegnazione del layer di appartenenza e del
tratteggio sono operazioni che vanno effettuate per ogni oggetto disegnato. Sono operazioni
dunque che, pur svolgendosi nell’arco di pochi secondi, si realizzano centinaia di volte nel corso di
una giornata lavorativa e non sono prive di possibilità di errore (quante volte ad esempio vi è
capitato di inserire un sanitario sul layer degli infissi?). InfoLineCad rende dunque questa
operazione automatica e priva di errore. Ore ed ore di lavoro risparmiate !
Per visualizzare le modifiche apportate nei menù eseguire il comando: Scarica e ricarica funzioni
InfoLine
Pag. 18
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Scarica funzioni InfoLineCad
Scarica tutti i menù a tendina e la Toolbar di InfoLineCad. La funzione è avviabile da tastiera digitando INFO_SCARICA.
Questi elementi non saranno quindi più visibili nell’ambiente CAD finché non saranno richiamati con il comando
INFO_MENU digitato dalla barra comandi.
Scarica e ricarica funzioni InfoLineCad
Scarica e poi ricarica tutti i menù a tendina e toolbar di InfoLineCad. Questa operazione deve essere eseguita ogni
qualvolta si applicano personalizzazioni nei menù per consentirne l’aggiornamento nell’ambiente CAD. Equivale a
lanciare in sequenza i comandi da tastiera INFO_SCARICA e INFO_MENU.
Vediamo adesso quali sono le funzioni inserite come utilità nella Toolbar InfoLineCad.
Trova polilinea per codice
Ricerca ed evidenzia in tutto il disegno polilinee InfoLineCad il cui codice è uguale a quello selezionato nella scheda.
Fare clic su “Trova Tracciato per Codice” quindi selezionare il codice da ricercare dall’elenco che appare nella finestra.
Fare clic sul bottone seleziona e selezionare l’area di disegno che potrebbe contenere la polilinea cercata. Per
selezionare tutto il disegno
digitare “Tutto” dalla barra dei
comandi del software CAD.
Dal menu a tendina Categorie
è possibile filtrare il tema della
ricerca per ridurre la lista delle
polilinee.
Per ogni codice di polilinea
selezionata
potrete,
nella
parte bassa della scheda,
visualizzarne subito l’area ed il
perimetro disegnati.
Questa scheda visualizza
direttamente il contenuto della
“Tabella Polilinee” descritto
precedentemente.
Valgono i metodi di selezione degli ambienti CAD nel quale vi trovate ad operare. Potrete quindi
selezionare gli oggetti con singoli clic oppure attraverso finestre di selezione.
Come per qualunque oggetto CAD le selezioni NON hanno effetto sui layer congelati.
Copia codice polilinea
Serve a copiare il codice e le proprietà grafiche di una polilinea InfoLine su altre polilinee non ancora codificate.
Fare clic sul comando “Copia Codice Tracciato” e selezionare la polilinea dalla quale si vuole copiare il codice;
selezionare quindi le polilinee di destinazione. Al termine dell’operazione apparirà una finestra di conferma operazione.
Corrisponde esattamente il comando “Applica Proprietà” già presente nei software CAD con l’aggiunta del codice
InfoLine della polilinea.
Pag. 19
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Assegna codice polilinea
Applica tutte le proprietà di una polilinea InfoLineCad, ad una o più polilinee selezionate nel disegno.
Fare clic sul comando “Assegna Codice Tracciato” e selezionare il codice prescelto; fare clic sul bottone Assegna;
selezionare le polilinee alle
quali si vuole associare il
codice. Esse assumeranno
automaticamente anche le
proprietà grafiche ad essa
abbinate.
Questa scheda visualizza
direttamente il contenuto
della
“Tabella
Polilinee”
descritto precedentemente.
Legenda polilinee
Crea una legenda con la descrizione delle polilinee InfoLineCad selezionate nel disegno.
La funzione, una volta richiesto la selezione delle polilinee interessate, visualizzerà una finestra di dialogo che consente
di definire quali polilinee di quelle selezionate riportare nella legenda ed alcune opzioni grafiche.
Fare clic sul comando “Legenda Tracciati” e selezionare le polilinee Infoline da includere nella legenda attraverso la
scheda “Sottocategorie Selezionate”. Impostare il layout della legenda modificando i parametri associati (layer di
destinazione, stile ed altezza testo, interlinea, margine cornice, ecc.) e fare clic su Inserisci.
Ritornati nell’ambiente di disegno
indicare il punto in alto a sinistra (a)
del rettangolo/cornice da disegnare
e successivamente un punto sulle
polilinee (b) per indicare il punto
finale della linea di giunzione tra la
cornice della legenda e le polilinee
stesse.
Pag. 20
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Legenda tratteggi
Crea una legenda dei tratteggi utilizzati per una particolare planimetria tematica selezionando le polilinee InfoLineCad
posizionate su uno o più layer di riferimento.
Fare clic sul comando “Legenda Tratteggi” e selezionare i layer da includere nella ricerca dei tipi di linea da usare nella
legenda nella colonna “Layer sorgente”. Impostare il layout della legenda modificando i parametri associati (tratteggi da
includere, layer di destinazione, stile ed altezza testo, interlinea, margine cornice, ecc.) e fare clic su Inserisci.
Ritornati nell’ambiente di disegno indicare il punto in alto a sinistra
del rettangolo/cornice da disegnare. In automatico verrà creata la
legenda dei tratteggi (vedi figura).
Modifica blocco
Modifica un blocco senza esploderlo. L’esplosione di un blocco della libreria grafica comporta la perdita del nome
necessario alla sua identificazione. In alcuni casi potrebbe rendersi necessario apportare modifiche ai blocchi per
cambiare la posizione di uno o più oggetti che ne fanno parte (pensiamo ad esempio ad una serie di vasche di un
impianto di depurazione).
Il comando _refedit (o modrif nelle versioni in italiano), a cui il pulsante fa riferimento, è lo stesso già presente nei
software CAD compatibili con InfoLineCad. Per approfondimenti si rimanda quindi ai relativi manuali.
Legenda blocco
Disegna una legenda con la descrizione del blocco selezionato. Questo comando è utilizzabile solo sui blocchi al cui
interno è presente un attributo con una etichetta denominata DESCRIZIONE.
Fare clic sul comando “Legenda
Blocco” e, dalla finestra delle
opzioni impostare il layout della
legenda modificando i parametri
associati (layer di destinazione,
stile ed altezza testo, interlinea,
ecc.). Fare quindi clic su Inserisci
e, ritornati nell’ambiente di disegno
indicare il punto in alto a sinistra
della legenda.
Pag. 21
INFOLINE –CAD
Manuale utente
I parametri del layout grafico impostati per le varie legende di cui sopra restano salvati nel disegno
fino quando non vengono modificati nelle relative schede di settaggio.
Apri file base per nuovo blocco
Il comando apre automaticamente un disegno vuoto che funge da modello e nel quale è possibile disegnare gli elementi
del blocco ed assegnarne una descrizione editando il testo di predefinito dell’etichetta DESCRIZIONE (fare doppio clic
sull’etichetta e modificare il campo “Predefinito”. Vedi figura). Come già detto in precedenza InfoLineCad conta le
quantità di qualunque blocco solo attraverso il suo nome. Questo è particolarmente utile quando già si possiedono
proprie librerie di blocchi che si vuole continuare ad utilizzare. Detti blocchi però risulteranno anonimi se interrogati nel
disegno. Gli attributi contenuti nel blocco modello invece vi permetteranno di assegnare allo stesso una descrizione utile
al suo riconoscimento in caso di interrogazione all’interno del disegno (vedi comando Interroga Oggetti CAD). Il punto di
inserimento indicato con la nota rossa ha la sola funzione di rendere immediatamente visibili le coordinate 0,0 del
disegno. La nota rossa va quindi cancellata prima di salvare il blocco.
ART. e DESCRIZIONE sono le etichette di attributi di un blocco. Un attributo è fatto da una
etichetta, da un messaggio che appare sulla riga di comando al momento dell’inserimento del
blocco, e da una descrizione che si leggerà interrogando il blocco dopo l’inserimento. Come
indicato anche nel blocco modello NON modificate le etichette dell’attributo ma solo il contenuto
della descrizione. Il comando Interroga Oggetto CAD infatti utilizza le etichette per riconoscere
l’oggetto e restituirvi le relative descrizioni.
NON utilizzare punti, virgole o altri caratteri speciali per il nome del blocco altrimenti non sarà
possibile inserirli nella formula dell’articolo di computo per la lettura automatica delle quantità.
Caratteri non ammessi: .punto, virgola, parentesi, accento, cancelletto, tilde (~), chiocciola (@),
dollaro ($), lire (£), speciale (§)
Interroga oggetti CAD
Questa funzione visualizza in una finestra di dialogo le proprietà degli oggetti InfoLineCad selezionati nel disegno.
E’ utile inoltre per rimuovere un codice assegnato ad una polilinea oltre che per editarne i parametri estesi.
Pag. 22
INFOLINE –CAD
Manuale utente
Fare clic su “Interroga Oggetto CAD” quindi selezionare i blocchi e le polilinee di cui si vogliono conoscere le
caratteristiche. Agli oggetti selezionati sarà assegnato temporaneamente un nuovo colore per distinguerli da quelli non
selezionati. Immediatamente appare la scheda con i dati caratteristici.
Cliccando su ogni riga della scheda la zona del disegno dove si trova l’oggetto cliccato viene ingrandita e l’oggetto
evidenziato con un colore particolare.
Per i blocchi si leggerà il nome, la descrizione (se presente l’attributo DESCRIZIONE), il numero ed il layer.
Per le polilinee si leggerà il codice, la categoria, la descrizione, il numero, l’area, il perimetro ed il layer.
Per eliminare un codice da una polilinea cliccare sul pulsante “Rimuovi Codice Infoline”.
Il doppio clic sulla riga apre una seconda scheda per l’applicazione dei parametri estesi (vedi apposita sezione di questo
manuale).
Gestione layer
Richiama la finestra di gestione degli stati layer già presente nei software CAD compatibili con InfoLineCad. Per ulteriori
informazioni si rimanda quindi ai relativi manuali.
Gestione parametri estesi
Mentre il codice di una polilinea o il nome di un blocco identificano le caratteristiche di una CATEGORIA di elementi
grafici (tubo diametro xx, cavo sezione yy, pavimentazione, ecc.), comune a tutte le polilinee con il medesimo codice, il
parametro esteso può indicarne caratteristiche accessorie specifiche del SINGOLO elemento come una funzione (ufficio
direzionale, ufficio operativo), una destinazione d’uso (cavo elettrico su ogni palo illuminazione 01/02/03/n), una
posizione (camera letto piano 1, camera letto piano 2), o altro ancora. Grazie ai parametri estesi possiamo ad esempio
distinguere l’area di un Locale WC disegnata sempre con la stessa polilinea codificata H350 in base al piano in cui si
trova. Per farlo basterà selezionare le singole polilinee ed applicare per ognuna un parametro esteso diverso in base al
piano in cui e disegnata. E’ una funzione utilissima per evitare la proliferazione infinita degli elementi di libreria grafica ed
ottenere la massima flessibilità da una libreria generica utilizzabile in qualunque progetto. In ogni disegno infatti è
possibile definire una diversa configurazione di parametri estesi.
Si possono definire fino a 4 categorie di parametri estesi (Ext1/2/34) e per ognuna di esse indicarne infiniti valori.
Fare clic su “Gestione EXT” per aprire la finestra di impostazione. I nomi predefiniti per i gruppi sono: Ext1, Ext2, Ext3,
Ext4.
Figura EXT 1
Nell’apposita colonna è possibile modificare il nome del gruppo (colonna Nome) ed inserirne i relativi valori da utilizzare
poi sugli elementi grafici (colonna Valori).
Esempio: identificare l’area di un locale in base al piano: Locale WC con codice H350
1. Dedicare un parametro esteso alla posizione degli elementi editando la colonna Nome Ext ed inserire uno per
volta il nome dei piani editando la colonna Valore Ext (Figura Ext 1)
2. Interrogare le polilinee interessate richiamando il comando “Interroga Oggetto CAD”
3. Fare doppio clic sulla riga contenente la polilinea H350 da marcare con il parametro esteso
4. Apparirà una finestra per assegnare alla riga selezionata i valori di piano inseriti con il punto 1 (Figura Ext 2)
Pag. 23
INFOLINE –CAD
5.
Manuale utente
Cliccare sul bottone “Applica” per ritornare alla finestra “Risultato Interrogazione” e ripetere l’operazione sugli
altri oggetti selezionati
Figura EXT 2
Con questa operazione riusciremo poi nel computo metrico a leggere il totale delle aree dei Locali WC oppure le singole
aree in base al piano di appartenenza.
Esempi di formule utilizzabili nel computo metrico
Formula da inserire nella cella delle quantità dell’articolo di computo metrico per la lettura del totale area “Locale WC”:
#H036.MQ#
Formula da inserire nella cella delle quantità dell’articolo di computo metrico per la lettura dell’area “Locale WC” per il
solo piano 1:
#H036.MQ ? Posizione=Piano1#
Per approfondimenti sulle formule per il computo metrico vedi il relativo Manuale Utente.
Esporta per computo InfoLine
Attraverso questo comando si crea il documento per trasferire i dati relativi alle quantità di elementi di libreria grafica dal
disegno al computo metrico. Cliccando sull’icona appare una finestra attraverso la quale InfoLineCad crea un documento
con estensione XML contenente la somma delle quantità (numero, metri lineari, metri quadri) degli elementi di libreria
grafica (blocchi e polilinee) inseriti attraverso i menù a tendina di InfoLineCad.
E’ possibile filtrare gli elementi da esportare scegliendo le solo le polilinee o
solo i blocchi. Su questi si può effettuare un secondo filtro indicando
l’esportazione per tutti o solo per gli oggetti selezionati.
Esempio 1:
se volete esportare le sole polilinee di una specifica parte del disegno dovrete
selezionare “Polilinee” e “Selezione”. Cliccando sul pulsante “Esporta” vi verrà
richiesta la selezione di un’area del disegno.
Esempio 2:
se volete esportare le sole polilinee di tutto il disegno dovrete selezionare “Polilinee” e “Tutto”.
Guida utente
Apre il presente manuale in formato PDF
Pag. 24

Documenti analoghi