simatic ipc847d

Commenti

Transcript

simatic ipc847d
SIMATIC IPC847D
___________________
Premessa
1
___________________
Panoramica
SIMATIC
PC industriale
SIMATIC IPC847D
2
___________________
Avvertenze di sicurezza
Installazione e collegamento
3
___________________
del dispositivo
Messa in servizio del
4
___________________
dispositivo
Funzioni avanzate del
5
___________________
dispositivo
Istruzioni operative
Ampliamento e
parametrizzazione del
dispositivo
6
___________
Manutenzione e riparazione
7
___________________
del dispositivo
8
___________________
Dati tecnici
A
___________________
Supporto tecnico
B
___________________
Abbreviazioni
Ulteriori informazioni
Manuale d'uso "Descrizione del BIOS":
descrizione dettagliata del setup del BIOS e dei parametri di setup
Istruzione operativa in versione compatta "SIMATIC IPC647D/847D Configurazione RAID hardware":
descrizione dettagliata dei sistemi RAID hardware
Istruzione operativa in versione compatta "SIMATIC IPC847D con gruppi di continuità AC (AC-UPS)":
descrizione dettagliata dei sistemi con gruppi di continuità AC
01/2014
A5E32997460-AA
Avvertenze di legge
Concetto di segnaletica di avvertimento
Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità
personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono
evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal
triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli
di rischio.
PERICOLO
questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi
lesioni fisiche.
AVVERTENZA
il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte o gravi
lesioni fisiche.
CAUTELA
indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare lesioni fisiche non gravi.
ATTENZIONE
indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali.
Nel caso in cui ci siano più livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello più elevato. Se in un avviso
di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, può anche essere
contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali.
Personale qualificato
Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione può essere adoperato solo da personale qualificato per il
rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze
di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virtù della sua formazione ed
esperienza, è in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili
pericoli.
Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens
Si prega di tener presente quanto segue:
AVVERTENZA
I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi d’impiego previsti nel catalogo e nella rispettiva
documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere
consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto,
un magazzinaggio, un’installazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione
appropriati e a regola d’arte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere
osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione.
Marchio di prodotto
Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con ® sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto
citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi può violare i
diritti dei proprietari.
Esclusione di responsabilità
Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti.
Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il
contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche
vengono inserite nelle successive edizioni.
Siemens AG
Industry Sector
Postfach 48 48
90026 NÜRNBERG
GERMANIA
A5E32997460-AA
Ⓟ 01/2014 Con riserva di eventuali modifiche tecniche
Copyright © Siemens AG 2014.
Tutti i diritti riservati
Premessa
Le presenti istruzioni operative contengono tutte le informazioni necessarie per la messa in
servizio e l'utilizzo di SIMATIC IPC847D.
Esso è destinato sia a programmatori e tecnici addetti ai test, che mettono in servizio il
dispositivo collegandolo con altre unità (sistemi d'automazione, dispositivi di
programmazione), sia a tecnici addetti a service e manutenzione, che realizzano
ampliamenti o eseguono analisi di errori.
Nozioni di base richieste
Si presuppongono solide conoscenze in materia di Personal Computer e sistemi operativi
Microsoft. È opportuno disporre di conoscenze generali nel campo delle tecnologie di
automazione.
Campo di validità delle presenti istruzioni operative
Le presenti istruzioni operative sono valide per tutte le versioni di fornitura di
SIMATIC IPC847D.
Volume della documentazione
La documentazione relativa a SIMATIC IPC847D comprende i seguenti componenti:
● Informazione sul prodotto "Informazioni importanti sul dispositivo"
● Quick Install Guide SIMATIC IPC847D
● SIMATIC IPC847D, istruzioni operative in tedesco e in inglese
La documentazione è compresa nel DVD "Documentation and Drivers" in dotazione.
Le informazioni e le istruzioni per l'utilizzo del software sono contenute nella rispettiva
documentazione utente.
Convenzioni
Nelle presenti istruzioni operative per indicare il prodotto SIMATIC IPC847D vengono
utilizzati anche più semplicemente l'abbreviazione "PC" o il termine "dispositivo".
Edizioni
Fino ad oggi sono state pubblicate le seguenti edizioni delle istruzioni operative:
Edizione
Osservazioni
01/2014
Prima edizione
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
3
Premessa
SIMATIC IPC847D
4
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Indice del contenuto
Premessa ............................................................................................................................................... 3
1
2
3
4
Panoramica ............................................................................................................................................ 9
1.1
1.1.1
1.1.2
1.1.3
1.1.4
Descrizione del prodotto ................................................................................................................ 9
Campo di applicazione ................................................................................................................... 9
Caratteristiche principali ...............................................................................................................10
Funzione ......................................................................................................................................11
Caratteristiche ..............................................................................................................................12
1.2
1.2.1
1.2.2
1.2.3
1.2.4
Configurazione del dispositivo .....................................................................................................16
Viste del dispositivo .....................................................................................................................16
Elementi di comando ...................................................................................................................17
Interfacce .....................................................................................................................................19
LED di funzionamento ..................................................................................................................22
1.3
Accessori......................................................................................................................................25
Avvertenze di sicurezza ........................................................................................................................ 27
2.1
Avvertenze di sicurezza generali .................................................................................................27
2.2
Avvertenze per l'utilizzo ...............................................................................................................30
Installazione e collegamento del dispositivo .......................................................................................... 33
3.1
3.1.1
3.1.2
3.1.3
Predisposizione per l'installazione ...............................................................................................33
Verifica della fornitura ..................................................................................................................33
Dati di identificazione del dispositivo ...........................................................................................35
Posizioni d'installazione consentite ..............................................................................................36
3.2
3.2.1
Installazione del dispositivo .........................................................................................................36
Avvertenze d'installazione............................................................................................................36
3.3
3.3.1
3.3.2
3.3.3
3.3.4
3.3.5
3.3.6
3.3.6.1
3.3.6.2
3.3.6.3
3.3.6.4
3.3.7
Collegamento del dispositivo .......................................................................................................38
Avvertenze per il collegamento ....................................................................................................38
Collegamento alla compensazione di potenziale.........................................................................40
Collegamento dell'alimentazione .................................................................................................40
Collegamento periferiche .............................................................................................................43
Collegamento del dispositivo in rete ............................................................................................43
Fissaggio dei cavi.........................................................................................................................46
Alimentazione semplice ...............................................................................................................46
Alimentazione ridondata ..............................................................................................................47
Cavi di rete e cavi USB ................................................................................................................48
Cavi COM, DP, DVI/VGA, PS/2 e audio ......................................................................................49
Multi-monitoring............................................................................................................................49
Messa in servizio del dispositivo............................................................................................................ 51
4.1
Avvertenze sulla messa in servizio ..............................................................................................51
4.2
Accensione del dispositivo ...........................................................................................................52
4.3
Centro manutenzione Windows ...................................................................................................53
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
5
Indice del contenuto
5
6
7
4.4
4.4.1
4.4.2
4.4.3
4.4.4
4.4.5
4.4.5.1
4.4.5.2
4.4.5.3
Avvertenze per diverse configurazioni dei dispositivi ................................................................. 53
Apertura dello sportellino frontale ............................................................................................... 53
Drive per masterizzatore DVD .................................................................................................... 54
Sostituzione dei dischi rigidi ........................................................................................................ 54
Sistema 2HDD (opzionale).......................................................................................................... 56
Sistema RAID .............................................................................................................................. 56
Sistema RAID1 ............................................................................................................................ 56
Sistema RAID5 ............................................................................................................................ 57
Sistema RAID con disco rigido hot spare ................................................................................... 57
4.5
Spegnere il dispositivo ................................................................................................................ 57
Funzioni avanzate del dispositivo .......................................................................................................... 59
5.1
5.1.1
5.1.2
5.1.3
5.1.4
5.1.5
5.1.6
Funzioni di controllo .................................................................................................................... 59
Panoramica delle funzioni di controllo ........................................................................................ 59
Indicazione/controllo della temperatura ...................................................................................... 60
Watchdog (WD) con LED ............................................................................................................ 60
Controllo del ventilatore .............................................................................................................. 61
Sorveglianza batteria .................................................................................................................. 61
Controllo dei drive ....................................................................................................................... 61
5.2
Active Management Technology (AMT) ...................................................................................... 62
5.3
Trusted Platform Module (TPM) .................................................................................................. 63
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo.................................................................................. 65
6.1
Avvertenze sull'equipaggiamento a posteriori ............................................................................ 65
6.2
Aprire il dispositivo ...................................................................................................................... 67
6.3
6.3.1
Ampliamento della memoria........................................................................................................ 69
Disinstallazione e installazione dei moduli di memoria ............................................................... 69
6.4
6.4.1
6.4.2
Schede di ampliamento............................................................................................................... 71
Avvertenze sulle schede di ampliamento.................................................................................... 71
Disinstallazione e installazione delle schede di ampliamento .................................................... 72
6.5
6.5.1
6.5.2
6.5.3
6.5.4
6.5.5
6.5.6
Drive ............................................................................................................................................ 74
Tipi di installazione dei drive ....................................................................................................... 74
Installazione e disinstallazione del ventilatori per drive .............................................................. 75
Installazione e disinstallazione dei drive nel supporto drive anteriore ........................................ 77
Installazione e disinstallazione dei drive nel supporto drive interno ........................................... 80
Installazione e disinstallazione di un drive nel supporto fisso del disco rigido ........................... 81
Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID ............................................................ 82
Manutenzione e riparazione del dispositivo ........................................................................................... 87
7.1
Istruzioni per la riparazione ......................................................................................................... 87
7.2
7.2.1
7.2.2
Manutenzione .............................................................................................................................. 88
Intervalli di manutenzione ........................................................................................................... 88
Sostituzione del filtro ................................................................................................................... 88
7.3
7.3.1
7.3.2
7.3.3
7.3.4
Gestione di sistemi RAID ............................................................................................................ 90
Esempio di sistema RAID1 nella fase di avvio del sistema ........................................................ 90
Esempio di sistema RAID5 nella fase di avvio del sistema ........................................................ 90
Software RAID ............................................................................................................................ 91
Controllo dello stato del sistema RAID ....................................................................................... 91
SIMATIC IPC847D
6
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Indice del contenuto
7.3.5
7.3.6
8
7.3.7
7.3.8
Indicazione di un disco rigido difettoso in un sistema RAID nel software RAID ..........................92
Particolarità da osservare quando nel sistema RAID la sostituzione del disco rigido è
avvenuta nello stato di funzionamento disattivato .......................................................................92
Integrazione di un nuovo disco rigido nel sistema RAID .............................................................93
Integrazione di un disco rigido hot spare nel sistema RAID ........................................................95
7.4
7.4.1
7.4.2
7.4.3
7.4.4
7.4.5
7.4.6
7.4.7
7.4.8
7.4.9
Installazione e disinstallazione dell'hardware ..............................................................................96
Sostituzione del ventilatore del dispositivo ..................................................................................96
Sostituzione della batteria tampone .............................................................................................98
Disinstallazione dell'alimentazione AC ......................................................................................100
Disinstallazione dell'alimentazione ridondata ............................................................................100
Sostituire completamente l'alimentazione ridondata .................................................................101
Disinstallazione della scheda bus ..............................................................................................102
Disinstallazione del pannello operatore .....................................................................................102
Disinstallare la scheda madre ....................................................................................................103
Sostituzione del processore .......................................................................................................104
7.5
7.5.1
7.5.2
7.5.3
7.5.4
7.5.5
7.5.6
7.5.7
7.5.8
Installazione del software ...........................................................................................................106
Sorgenti per l'installazione del sistema operativo ......................................................................106
Aggiornamento del sistema operativo .......................................................................................106
Installazione di driver e software................................................................................................107
Installazione di Windows 7 o Windows Server 2008 R2............................................................108
Impostazione delle lingue con la Multilanguage User Interface (MUI) ......................................111
Ripristino dello stato di fornitura.................................................................................................113
Installazione del software del controller RAID ...........................................................................114
CP 1616 onboard .......................................................................................................................114
Dati tecnici .......................................................................................................................................... 115
8.1
Certificati e omologazioni ...........................................................................................................115
8.2
8.2.1
8.2.2
Direttive e dichiarazioni di conformità ........................................................................................116
Marcatura CE .............................................................................................................................116
Direttiva ESD..............................................................................................................................117
8.3
8.3.1
8.3.2
8.3.3
Disegni quotati ...........................................................................................................................119
Misure del dispositivo .................................................................................................................119
Disegno quotato delle guide telescopiche .................................................................................120
Disegno quotato delle schede di ampliamento ..........................................................................120
8.4
8.4.1
8.4.2
8.4.3
8.4.4
8.4.5
8.4.6
Dati tecnici..................................................................................................................................122
Dati tecnici generali ....................................................................................................................122
Condizioni ambientali .................................................................................................................127
Fabbisogno di corrente e di potenza .........................................................................................128
Alimentazione AC.......................................................................................................................129
Unità di alimentazione AC, ridondata ........................................................................................130
Dati tecnici delle guide profilate .................................................................................................130
8.5
8.5.1
8.5.1.1
8.5.1.2
8.5.1.3
8.5.1.4
8.5.1.5
8.5.2
Descrizione dell'hardware ..........................................................................................................131
Scheda madre ............................................................................................................................131
Struttura e funzionamento della scheda madre .........................................................................131
Caratteristiche tecniche della scheda madre .............................................................................132
Posizione delle interfacce sulla scheda madre ..........................................................................134
Interfacce esterne ......................................................................................................................135
Interfacce interne .......................................................................................................................145
Scheda bus ................................................................................................................................153
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
7
Indice del contenuto
A
B
8.5.2.1
8.5.2.2
8.5.2.3
8.5.2.4
8.5.3
8.5.3.1
8.5.3.2
8.5.4
8.5.4.1
8.5.4.2
8.5.5
8.5.5.1
8.5.5.2
8.5.5.3
Scheda madre - Struttura e funzionamento .............................................................................. 153
Occupazione del connettore sulla scheda di bus...................................................................... 155
Assegnazione degli interrupt dei connettori (slot) sulla scheda di bus ..................................... 160
Interrupt hardware PCI esclusivo .............................................................................................. 161
Risorse di sistema ..................................................................................................................... 162
Assegnazione attuale delle risorse di sistema .......................................................................... 162
Assegnazione delle risorse di sistema tramite BIOS/DOS ....................................................... 163
Pannello di comando e visualizzazione .................................................................................... 167
Pannello di comando - Struttura e funzionamento .................................................................... 167
Occupazione del connettore del pannello operatore ................................................................ 167
Processore di comunicazione CP 1616 onboard ...................................................................... 168
Introduzione .............................................................................................................................. 168
Caricatore firmware ................................................................................................................... 170
Ulteriori operazioni in STEP 7 / NCM PC .................................................................................. 172
8.6
8.6.1
8.6.2
8.6.3
8.6.4
8.6.5
8.6.6
8.6.7
8.6.7.1
8.6.7.2
Descrizione del BIOS ................................................................................................................ 173
Panoramica ............................................................................................................................... 173
Avvio del setup del BIOS .......................................................................................................... 174
Menu di setup del BIOS ............................................................................................................ 175
Menu Exit .................................................................................................................................. 176
Aggiornamento del BIOS .......................................................................................................... 177
Impostazioni di setup del BIOS ................................................................................................. 178
Segnalazioni di allarme e di sistema e messaggi di errore ....................................................... 182
Power On Self Test ................................................................................................................... 182
BIOS-POST-Codes ................................................................................................................... 184
8.7
8.7.1
8.7.2
8.7.3
8.7.4
8.7.5
8.7.6
8.7.7
Active Management Technology (AMT) .................................................................................... 191
Basi dell'AMT ............................................................................................................................ 191
Panoramica AMT ...................................................................................................................... 192
Attivazione dell'AMT, configurazione di base ........................................................................... 192
Impostazioni avanzate .............................................................................................................. 193
Resettaggio con Un-Configure .................................................................................................. 193
Determinazione dell'indirizzo di rete ......................................................................................... 194
Forzamento di User Consent .................................................................................................... 194
Supporto tecnico ..................................................................................................................................195
A.1
Service e Support ...................................................................................................................... 195
A.2
Soluzione dei problemi .............................................................................................................. 196
A.3
Sistema RAID e avvio del dispositivo ....................................................................................... 199
A.4
Avvertenze sull'utilizzo di unità di terze parti ............................................................................ 200
Abbreviazioni .......................................................................................................................................201
Glossario .............................................................................................................................................207
Indice analitico .....................................................................................................................................219
SIMATIC IPC847D
8
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.1
1
Descrizione del prodotto
SIMATIC IPC847D è un PC per l'industria da 19" (4 HE) con elevata funzionalità industriale.
● Elevata espandibilità
● Elevata robustezza
● Elevata continuità di prodotto
1.1.1
Campo di applicazione
SIMATIC IPC offre agli integratori di sistemi e ai costruttori di armadi elettrici, di impianti e di
macchinari una piattaforma rack PC da 19" per applicazioni ad alte prestazioni e per
applicazioni IT a livello di controllo/di cella per:
● Applicazioni di visualizzazione e di processo
● Elaborazione immagine industriale
● Assicurazione qualità e compiti d controllo
● Compiti di regolazione, comando e misura
● Rilevamento dati e management
SIMATIC IPC ha ottenuto il marchio CE sia per l'impiego in ambiente industriale che in
ambiente domestico, commerciale e artigianale e può quindi essere utilizzato - oltre che per
applicazioni industriali - anche nella Building Automation o in impianti pubblici.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
9
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
1.1.2
Caratteristiche principali
Elevata idoneità per l'industria:
● Elevata resistenza alle vibrazioni e agli urti durante il funzionamento
● Elevato campo termico di applicazione
● Elevata facilità di manutenzione
● Potenti funzioni di diagnostica
Elevata funzionalità per l'industria:
● Interfaccia PROFIBUS-DP/MPI integrata (opzionale, compatibile con il CP5622)
● Interfaccia PROFINET CP 1616 onboard integrata (opzionale)
● I/O PCI, PCIe, slot PEG
È possibile l'impiego simultaneo della grafica PEG e Onboard
● Elevata flessibilità ed ampliabilità a livello dei componenti
Elevata sicurezza di investimento:
● Elevata continuità dei componenti/del design
● Disponibilità delle parti di ricambio garantita per almeno 5 anni
Elevata disponibilità di sistema:
● SIMATIC IPC DiagMonitor – software di segnalazione/diagnostica PC via
OPC/SNMP/LAN
● SIMATIC IPC/PG Image Creator – Data Imaging Software
● RAID basato su dischi rigidi SATA onboard
● RAID1 – mirroring dei dati su due dischi rigidi nonché "hot swap" con cassetto estraibile
È possibile ordinare la configurazione del drive hot spare.
● RAID5 – striping con parità su tre dischi rigidi, "hot swap" con cassetto estraibile
È possibile ordinare la configurazione del drive hot spare.
● Moduli di memoria ECC opzionali
● Alimentazione ridondata con segnalazione di stato
SIMATIC IPC847D
10
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
1.1.3
Funzione
● Funzioni di controllo parametrizzabili, integrate (svolgimento del programma (Watchdog),
temperatura interna involucro, velocità ventilatore)
● Messaggi/diagnostica ampliata per Ethernet, e-mail, SMS e per l'alimentazione diretta nel
software SIMATIC OPC (opzionale per SIMATIC IPC DiagMonitor):
– Contatore ore d'esercizio
– Stato disco rigido, i drive hot spare di una configurazione RAID non vengono
visualizzati
– Stato sistema (heart beat)
– Protocollaggio automatico di tutti i messaggi per file log
– Possibilità di controllo centrale di SIMATIC IPC collegati in rete
● RAID1 (sistema di dischi speculari): Per il mirroring automatico dei dati su due dischi
rigidi. È possibile ordinare equipaggiamenti con drive hot spare.
● RAID5 (striping con parità): Per una maggiore capacità di memoria e un migliore backup
dei dati su tre dischi rigidi. È possibile ordinare equipaggiamenti con drive hot spare.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
11
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
1.1.4
Caratteristiche
Caratteristiche generali
Forma costruttiva
Contenitore
Vani per drive
•
Rack 19", 4 HE
•
Contenitore da incasso robusto interamente in metallo
•
Predisposto per il montaggio di guide telescopiche
•
Installabile sia in senso orizzontale che verticale
•
Collocazione della torre tramite il kit di scaffalatura
•
Sportello anteriore chiudibile per la protezione
dell'accesso
•
Protezione dalla polvere tramite areazione con
sovrapressione mediante ventilatore anteriore a sfere su
filtro
•
Fissaggio del coperchio del contenitore con una sola vite
•
Sostituzione del ventilatore anteriore senza attrezzo
•
Fermo meccanico per le schede PC per un funzionamento
più sicuro (vibrazioni, urti)
•
Lato anteriore:
–
3 × 5,25" o
–
1 × 5,25" e al massimo 3 × cassetti estraibili Slimline o
–
4 × cassetti estraibili Slimline
e 1 × formato Slimline per masterizzatore DVD
•
Slot per schede di ampliamento
(lungo)
Interno: 2 x 3,5" (montaggio fisso o in supporto per drive
antivibrazioni)
Variante 1:
•
7 × PCI
•
3 × PCIe x4
• 1 × PCIe x16
Variante 2:
•
3 × PCI
•
5 × PCIe x16
• 3 × PCIe x4
in totale max. 11 schede di ampliamento
contemporaneamente
Grafica
•
CRT (DVI-I VGA tramite adattatore): fino a 2560 × 1600 a
120 Hz / colori 32 bit
•
LCD tramite DVI-I: fino a 2048 × 1152 a 60 Hz /
colori 32 bit
•
LCD tramite DisplayPort: fino a 4096 × 1152 a 24Hz /
colori 32 bit
SIMATIC IPC847D
12
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
Caratteristiche generali
Interfacce
PROFIBUS/MPI
12 MBit/s (con separazione di potenziale, compatibile con CP
5622), opzionale
PROFINET
10/100 MBit/s (CP 1616 onboard), tre RJ45; opzionale
Ethernet
2 x 10/100/1000 Mbit/s (due RJ45)
Wake on LAN, il remote boot e il teaming sono supportati
USB
2 x lato frontale, 4 x lato posteriore, 1 x interno; (high current)
Seriali
COM1 (V.24), COM2 (V24) opzionale
Parallelo
LPT, opzionale
Monitor
•
1 x DVI-I (per DVI-D o VGA tramite adattatore cavo)
•
2 × DisplayPort
•
2 × DisplayPort / DVI-D/VGA con scheda grafica dual head
(opzionale)
Tastiera
PS/2
Mouse
PS/2
Audio
Microfono, Line out / cuffie
Alimentazione
AC 100-240 V, adattamento automatico all'alimentazione di rete;
con cavallottamento di cadute di tensione di breve durata
secondo NAMUR: max. 20 ms con una tensione nominale di 0,85
Funzioni di controllo
Temperatura
Ventilatore
watchdog
LED di stato
•
Superamento del limite inferiore/superiore del campo di
temperatura ammesso
•
Messaggi valutabili da un programma applicativo
•
Controllo della velocità
•
Messaggi valutabili da un programma applicativo
•
Controllo IPC
•
Tempo di controllo parametrizzabile con il software
•
Riavvio in caso di errore parametrizzabile
•
Messaggi valutabili da un programma applicativo
•
POWER (alimentazione interna disponibile, PC acceso)
•
ETHERNET 1, ETHERNET 2 (stato Ethernet)
•
PN Ι MPI/DP (LED di attività dell'interfaccia PROFIBUS/MPI,
serie opzionale ovvero LED di stato dell'interfaccia CP 1616
onboard, serie opzionale)
•
WATCHDOG (LED di funzionamento/errore del watchdog)
•
TEMP (stato della temperatura)
•
FAN (controllo della velocità)
•
HDD0 Alarm, HDD1 Alarm, HDD2 Alarm, HDD | HDD3 Alarm:
Accesso al disco fisso e con l'opzione RAID: segnalazione di
stato RAID assieme a SIMATIC e software di controllo
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
13
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
Variante di base
Scheda madre
Motherboard senza Fieldbus,
Intel® DH82C226 Express Chipset
Scheda di bus
PCI, PCIe x4, PCIe x16, 2 varianti
Processore
•
Intel® Xeon™ E3-1268L v3 2,3 (3,3) GHz, 4 Cores, GT2, 8
MB SLC, HT
•
Intel® Core™ i5-4570TE 2,7 (3,3) GHz, 2 Cores, GT2, 4 MB
SLC, AMT
•
Intel® Core™ i3-4330TE 2,4 GHz, 2 Cores, GT2, 3 MB
SLC, AMT
Configurazione memoria principale
fino a 32 GB SDRAM DDR3 1600MT/s
Zoccolo 4 DIMM senza o con ECC 1
Drive
Dischi rigidi
3,5" SATA 6 GBit/s, 500 / 1000 GB
Drive ottico
Slimline SATA
sistema operativo
Non disponibile
1 Le
espansioni di memoria ≥4 GB sono utilizzabili soltanto in sistemi operativi a 64 bit.
Equipaggiamento ausiliario opzionale
PROFIBUS/MPI
12 MBit/s (con separazione di potenziale, compatibile con il
CP5622)
PROFINET
10/100 Mbit/s (CP 1616 onboard, tre RJ45)
Drive
Masterizzatore DVD
Lettura:
DVD-ROM: Single Layer8x, Dual Layer 6x
DVD-R/+R: Single Layer8x, Dual Layer 6x
DVD-RW/+RW 8x, DVD-RAM 5x
CD-ROM/CD-R Read 24x, CD-RW 24x
Scrittura:
DVD+R 8x, DVD+RW 8x, DVD-R 8x, DVD-RW 6x
DVD+R (DL) 6x, DVD-R DL 2x
CD-R 24x, CD-RW 24x
Dischi rigidi 3,5" (SATA)
Installazione nel supporto drive interno (fissa o antivibrazione)
•
500 / 1000 GB (SATA)
• 2 × 1000 GB (SATA)
RAID1: 1000 GB (2 × 1000 GB, SATA)
Installazione nel supporto drive anteriore del cassetto estraibile
•
500 GB (SATA)
•
1.000 GB (SATA)
•
2 × 1000 GB (SATA)
•
RAID1**: 1000 GB (2 × 1000 GB, SATA)
•
RAID5**: 2TB (3 × 1000 GB, SATA)
** È possibile ordinare in opzione un ulteriore drive hot
spare o SSD.
Solid State Drive 2,5" (SATA)
•
Schede grafiche
Scheda grafica PCIe x16, dual head (2 × VGA o 2 × DVI-D)
240 GB MLC
SIMATIC IPC847D
14
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.1 Descrizione del prodotto
Equipaggiamento ausiliario opzionale
Adattatore da DVI-I a VGA
Per il collegamento al PC di un monitor con interfaccia VGA al
Box PC (ordinabile con il programma di configurazione)
Sistema operativo
preinstallato e attivato/su DVD di restore allegato
Windows Server 2008 R2, MUI*, 64 bit
•
• Windows 7 MUI*, 32 bit/64 bit
*MUI: Multi language User Interface; in 5 lingue (tedesco,
inglese, francese, spagnolo, italiano)
Alimentazioni
Alimentazione AC ridondante
Alimentazione controllata AC 100–230 V, 350 W
Lingue del sistema operativo
Le seguenti lingue per il sistema operativo possono essere installate successivamente dal
DVD di recovery:
Lingua
Windows Server 2008 R2
Windows 7
32/64 bit
Tedesco
X
X
Inglese
X
X
Francese
X
X
Italiano
X
X
Spagnolo
X
X
Giapponese
X
X
Cinese (Honkong)
X
X
Cinese semplificato
X
X
Coreano
X
X
Russo
X
X
Cinese (Taiwan)
X
Software opzionali
SIMATIC IPC DiagMonitor V4.4.2o
superiore
SIMATIC IPC Image & Partition
Creator V3.3.2 o superiore
1
Strumento software per il controllo di PC SIMATIC, sia locali
che remoti:
•
Watchdog
•
Temperatura
•
Velocità del ventilatore
•
Controllo disco rigido (SMART, RAID Status 1)
•
Controllo dei moduli dell'alimentazione di tensione
ridondante
•
Controllo di sistema/Ethernet (heart beat)
Tool software per il backup locale dei dati e la configurazione
di dischi rigidi.
I drive hot spare delle configurazioni RAID non vengono visualizzati.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
15
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
1.2
Configurazione del dispositivo
1.2.1
Viste del dispositivo
Sezione frontale del dispositivo (esempio)
Pos. Descrizione
①
Diaframma frontale con aperture per la
ventilazione dell'apparecchio (il filtro e la
ventola si trovano dietro il diaframma
frontale).
②
LED di funzionamento
③
Vite del coperchio
④
Pulsante ON-OFF
⑤
Tasto Reset
⑥
Chiusura di sicurezza
•
Chiave verticale: aperto
•
Chiave orizzontale: chiuso
⑦
Per l'installazione di cassetti estraibili per
dischi rigidi o dischi rigidi 5¼"
⑧
Per l'installazione di un drive ottico
(Slimline) ad es. DVD
⑨
Interfaccia USB: 1 × USB 3.0, 1 × USB
2.0 (a sinistra sullo sportello anteriore)
⑩
sportello anteriore richiudibile che
impedisce l'accesso non autorizzato.
Durante il funzionamento normale
chiudere lo sportello anteriore con la
chiusura di sicurezza ⑥.
Sezione posteriore del dispositivo (esempio)
Pos. Descrizione
①
Fori di ventilazione
②
Vano per alimentatazione (ad es.
alimentazione ridondata)
③
Slot per schede di ampliamento
④
Interfacce
⑤
Collegamento dell'alimentazione
SIMATIC IPC847D
16
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
1.2.2
Elementi di comando
AVVERTENZA
Pericolo di incendio e di folgorazione
Il tasto e gli interruttori ON-OFF non scollegano il dispositivo dalla rete. Un cortocircuito può
provocare incendi. L'interno del dispositivo può provocare scosse elettriche.
Quando si apre il dispositivo e lo si mette fuori servizio disinserire tutti i cavi di rete dai
connettori.
Nota
Attivando il tasto di reset si possono cancellare i dati.
Elemento di comando
Pos.
Descrizione
①
Pulsante ON-OFF
Per l'accensione o lo spegnimento del
dispositivo.
Avvertenza: Sul retro del dispositivo sono
situati 2 interruttore di rete ③. Questi
interruttori devono essere accesi affinché il
tasto ON-OFF frontale possa funzionare.
②
③
Tasto Reset
Per attivare il tasto Reset, usare un oggetto
appuntito, ad es. una graffa da ufficio aperta.
Azionando il tasto Reset si resetta l'hardware. Il
dispositivo si riavvia (avvio a freddo).
Interruttore ON-OFF (alimentazione semplice)
Per il collegamento del dispositivo alla rete. A
seconda della registrazione del BIOS "After G3
On" il dispositivo si accende automaticamente.
In caso contrario azionare l'interruttore ONOFF ① sul lato frontale.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
17
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
Elemento di comando
Pos.
Descrizione
③
Interruttore ON-OFF (alimentazione ridondata)
Per il collegamento del dispositivo alla rete. A
seconda della registrazione del BIOS "After G3
On" il dispositivo si accende automaticamente.
In caso contrario azionare l'interruttore ONOFF ① sul lato frontale.
④
Tasto di conferma (alimentazione ridondata)
Premendo questo tasto la segnalazione di
errore acustica viene disattivata.
SIMATIC IPC847D
18
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
1.2.3
Interfacce
Disposizione delle interfacce sul retro del dispositivo
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
19
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
Disposizione delle interfacce sul retro del dispositivo
Pos.
Identificazione
Descrizione
①
PROFIBUS/MPI
Interfaccia PROFIBUS, compatibile con il CP5622 (RS 485 a separazione di potenziale),
connettore femmina sub D a 9 poli (versione opzionale)
PROFINET
Interfaccia CP -1616 onboard, tre prese RJ45 (serie opzionale)
②
USB
③
ETHERNET 1
④
COM
Interfaccia seriale (V.24) connettore maschio sub D a 9 poli, COM2 (opzionale)
⑤
LPT
Interfaccia parallela, 25 poli (opzionale)
⑥
DP
Due interfacce DisplayPort per monitor CRT o LCD con interfaccia DP, monitor CRT o LCD
con interfaccia VGA tramite adattatore DP->VGA (opzionale)
⑦
KEYBOARD
Interfaccia per la tastiera PS/2
⑧
MOUSE
Interfaccia per un mouse PS/2
⑨
DVI-I
Interfaccia DVI/VGA per monitor CRT o LCD con interfaccia DVI, VGA tramite adattatore
DVI/VGA
⑩
Audio (ingresso)
Interfaccia per sorgente audio analogica, microfono, presa per jack da 3,5 mm
⑪
Audio (uscita)
Interfaccia per casse attive o cuffie, presa per jack da 3,5 mm
⑫
Collegamento del
potenziale
Connessione per compensazione di potenziale
⑬
Slot di ampliamento
Slot per schede di ampliamento (dietro la staffa di fissaggio)
Connettori femmina a sinistra: Connessione per dispositivi UBS 2.0
Connettori femmina a destra: Connessione per dispositivi USB 3.0/USB 2.0
Le connessioni USB 2.0 e USB 3.0 occupano porte USB diverse.
1, 2
Due interfacce Ethernet RJ45 per 10/100/1000 Mbps (ETHERNET 1 con funzione AMT)
Le interfacce LAN sono numerate in modo univoco sulla custodia del dispositivo. La numerazione effettuata dal sistema
operativo può essere diversa.
1
Adattatore Dual Head per il collegamento di due display alla scheda grafica opzionale 2
⑭
Connettore maschio DMS59
Connettore DMS59
⑮
Connettore DVI-I
Connettori DVI-I
⑯
Connettore VGA
Connessioni VGA
2
Non compare nella figura
SIMATIC IPC847D
20
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
Alimentazione
Posizione del connettore di alimentazione maschio
Descrizione
Presa di rete ⑯ per l'alimentazione di
corrente del dispositivo.
Il campo di tensione ammesso è compreso
tra 100 V AC e 240 V AC.
Presa di rete ⑯ per alimentazione ridondata
del dispositivo.
Il campo di tensione ammesso è compreso
tra 100 V AC e 240 V AC.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
21
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
1.2.4
LED di funzionamento
LED di funzionamento sulla parte anteriore
LED
Significato
LED
Descrizione
POWER
LED di funzionamento
PC
EMERGENZA
Separazione dalla rete di alimentazione
GIALLO
Standby
VERDE
PC in funzionamento
EMERGENZA
•
Nessun collegamento
•
Nessuna trasmissione dati
ETHERNET 1 *
ETHERNET 2 *
LED di stato
ETHERNET
LED di stato
ETHERNET
VERDE
Trasmissione dati
EMERGENZA
•
Nessun collegamento
•
Nessuna trasmissione dati
VERDE
PN Ι MPI/DP
(opzionale)
LED di stato per il
EMERGENZA
collegamento con S7 o
PROFIBUS
VERDE
LED di stato per
CP 1616 onboard
EMERGENZA
Trasmissione dati
•
Nessun collegamento
•
Nessuna trasmissione dati
•
PROFIBUS non collegato
•
Trasmissione dati MPI/DP
•
Nessun collegamento
•
Nessuna trasmissione dati
•
CP 1616 onboard non collegato
•
CP disabled
•
Nessun errore, comunicazione
stabilita
•
Procedura di caricamento in corso
•
Driver CP 1616 non installato
•
CP in modo NDIS
SIMATIC IPC847D
22
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
LED di funzionamento sulla parte anteriore
Lampeggio lento •
ROSSO
•
•
WATCHDOG
TEMP
FAN
HDD0 ALARM
HDD1 ALARM
HDD2 ALARM
HDD | HDD3
ALARM **
WATCHDOG, LED di
funzionamento
Controllo della
temperatura interna
IO Controller: IO Device non
accessibile
IO Controller: indirizzo IP doppio
Lampeggio
rapido ROSSO
Errore di eccezione: non è più possibile
eseguire una diagnostica mediante
Web o SNMP
ROT
•
Informazioni di diagnostica presenti
•
comunicazione non creata
EMERGENZA
WATCHDOG non attivato
VERDE
WATCHDOG attivo
ROSSO
Tempo di controllo trascorso
EMERGENZA
Temperatura interna OK
ROSSO
Temperatura interna critica
Stato del ventilatore
EMERGENZA
(solo se è attivo
ROSSO
DiagBase o utilizzabile
il software
DiagMonitor)
Allarme del disco
rigido degli HDD
integrati nel RAID
assieme al software di
controllo ***
Errore di stato del link
Velocità ventola OK
Velocità del ventilatore troppo bassa
EMERGENZA
RAID OK
Uno ROSSO
HDD0, HDD1 o HDD2 non OK
Tutti ROSSI
RAID non OK
(per individuare il disco fisso vedere il
capitolo Sistema RAID)
Tutti
lampeggianti
RAID sincronizzato
Attività del disco
rigido**
VERDE
lampeggiante
Accesso in scrittura o lettura al disco
rigido
Allarme del disco
rigido degli HDD
integrati nel RAID
assieme al software di
controllo ***
OFF o VERDE
lampeggiante
RAID OK
ROSSO o
HDD3 non OK
ROSSO/VERDE HDD3 non OK e contemporaneamente
lampeggiante
altri HDD attivi
Tutti ROSSI
RAID non OK (per individuare il disco
fisso vedere il capitolo Sistema RAID)
ROSSO/VERDE RAID sincronizzato
lampeggianti
alternativamente
Tutte le spie
sono accese
Codici BIOS POST
Tutti accesi
CPU non avviata, errore nel POST
precedente
* Le interfacce LAN sono numerate sul dispositivo per la descrizione univoca. La numerazione
effettuata dal sistema operativo può essere diversa.
** Il LED HDD | HDD3 ALARM indica anche l'attività di tutti i dischi rigidi.
*** I drive hot spare delle configurazioni RAID non vengono visualizzati.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
23
Panoramica
1.2 Configurazione del dispositivo
LED di funzionamento sul retro
LED
Significato
Ethernet LAN 1, 2 LED verde
LED di stato link
*
LED giallo
LED di stato activity
LED
EMERGENZA •
•
Cavo non attivo
•
Interfaccia disabled, cavo attivo 10
MBit
Cavo attivo 100 MBit
Arancione
Cavo attivo 1000 MBit
EMERGENZA •
Cavo non attivo
•
Interfaccia disabled
•
Nessuna attività
Trasferimento dati attivo
EMERGENZA •
LED giallo
LED di stato activity
del canale CP 1616
EMERGENZA •
GIALLO
Cavo non collegato
•
LED verde
LED di stato link del
canale CP 1616
VERDE
*
Cavo non collegato
VERDE
GIALLO
PROFINET LAN
X1, P1, P2, P3 *
Descrizione
Cavo non collegato
•
Cavo non attivo
•
Interfaccia disabled
Cavo attivo collegato
Cavo non collegato
•
Cavo non attivo
•
Interfaccia disabled
•
Nessuna attività
Trasferimento dati attivo
Le interfacce LAN e PROFINET sono numerate sul dispositivo per la descrizione univoca. La
numerazione effettuata dal sistema operativo può essere diversa.
LED di funzionamento virtuali
I due LED CP 1616 "virtuali" possono essere visualizzati solo nel software di SIMATIC e possono
essere interrogati via SNMP.
PROFINET
LED virtuali
RUN
CP è attivo
STOP
Il CP si trova nello stato di stop
Lampeggia
Gli stati "lampeggio lento" o
"lampeggio rapido" non esistono
SIMATIC IPC847D
24
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Panoramica
1.3 Accessori
1.3
Accessori
Per questo dispositivo sono disponibili accessori che non sono compresi nella fornitura. Per
maggiori informazioni sugli accessori ordinabili vedere la seguente tabella e le pagine
Internet:
● Componenti di ampliamento IPC (http://www.automation.siemens.com/mcms/pc-basedautomation/en/industrial-pc/expansion_components_accessories)
● Industry Mall (http://mall.automation.siemens.com)
Identificazione
Descrizione
Fermo per il
blocco
dell'interfaccia
USB interna
Il fermo blocca meccanicamente l'interfaccia
USB interna e consente di proteggere in
modo ottimale lo stick di memoria USB dalle
vibrazioni e dagli urti durante il trasporto e il
funzionamento.
IPC647D
IPC847D
Numero di ordinazione e
immagine
x
x
6ES7648-1AA00-0XK0
-
x
6ES7648-1AA00-0XD0
Migliora così l'affidabilità e la sicurezza di
funzionamento del dispositivo.
Tower kit
(non disponibile
in tutti i paesi)
Il tower kit consente di convertire il
dispositivo in un tower PC industriale
ampliandone il campo di utilizzo grazie
all'installazione nel quadro elettrico.
Componenti del tower kit:
•
Coperchio ①
•
Base ②
•
Accessori: viti e piedini in gomma
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
25
Panoramica
1.3 Accessori
Identificazione
Descrizione
Slot per cassetto Il cassetto estraibile consente di sostituire in
modo semplice e rapido il disco rigido SATA
estraibile low
3,5'' senza aprire il dispositivo o estrarlo dal
profile
quadro elettrico. Questo comporta i seguenti
vantaggi per il service e la manutenzione, il
backup e il trasporto dei dati:
•
Sostituzione di un disco rigido guasto
durante il funzionamento ("hot swap")
•
Caricamento di diversi stati dell'impianto
o sistemi operativi da diversi dischi rigidi
in tempi rapidissimi
•
Più semplice backup dei dati grazie alla
duplicazione, ad es. su un disco di
backup
•
Facile trasporto dei dati di backup
•
Salvataggio e archiviazione separata dei
dati
IPC647D
IPC847D
Numero di ordinazione e
immagine
x
x
6ES7648-0EG00-1BA0
SIMATIC IPC847D
26
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Avvertenze di sicurezza
2.1
2
Avvertenze di sicurezza generali
Isolare completamente il dispositivo dalla rete elettrica
AVVERTENZA
Pericolo di incendio e di folgorazione
Il tasto e l'interruttore on/off scollegano il dispositivo dalla rete elettrica. Anche se si spegne
il dispositivo con il tasto ON/OFF, il rischio di folgorazione e di incendio continua a
sussistere, ad es. in caso di danneggiamento del dispositivo e dei cavi di collegamento o di
utilizzo non conforme.
In caso di interventi sul dispositivo o di inutilizzo dello stesso per lunghi periodi, provvedere
sempre alla relativa separazione dalla rete elettrica che deve essere completa ed eseguita
come indicato nel seguito:
• Se il dispositivo non è stato installato in un armadio elettrico: Arrestare il sistema
operativo quindi estrarre il connettore di alimentazione sul lato posteriore del dispositivo.
• Se il dispositivo è stato installato in un armadio elettrico: Arrestare il sistema operativo
quindi portare il sezionatore di alimentazione in posizione "Off".
• Collegate il dispositivo regolarmente ad un conduttore di protezione.
Dispositivi nel quadro elettrico
AVVERTENZA
Tensione pericolosa a quadro elettrico aperto
Quando si apre il quadro elettrico alcune aree e alcuni componenti possono essere sotto
tensione e costituire un pericolo di morte.
Evitare di toccare queste aree o questi componenti per non esporsi al pericolo di morte per
folgorazione.
Prima di aprire il quadro elettrico disinserire sempre la corrente.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
27
Avvertenze di sicurezza
2.1 Avvertenze di sicurezza generali
Ampliamenti di sistema
ATTENZIONE
Danneggiamenti del dispositivo, della macchina o dell'impianto causati da ampliamenti del
dispositivo e del sistema
Gli ampliamenti del dispositivo e del sistema possono essere errati e danneggiare il
dispositivo, la macchina o l'impianto.
Gli ampliamenti del dispositivo e del sistema possono violare le disposizioni di sicurezza e
le norme sui radiodisturbi. La garanzia non copre i danni causati al dispositivo in seguito
all'installazione o alla sostituzione di ampliamenti di dispositivo o di sistema.
Osservare quanto segue:
• Installare solo gli ampliamenti omologati per questo dispositivo. Per informazioni sugli
ampliamenti di dispositivo e di sistema adatti all'installazione rivolgersi al servizio di
assistenza tecnica clienti o al rivenditore autorizzato.
• Attenersi alle indicazioni sulla compatibilità elettromagnetica riportate nei dati tecnici.
CAUTELA
Pericolo di incendio in seguito al surriscaldamento del dispositivo
Le schede di ampliamento producono calore aggiuntivo. Il dispositivo può surriscaldarsi o
provocare un incendio.
• Osservare le norme di sicurezza e di installazione delle schede di ampliamento.
• Eventualmente installare il dispositivo in una custodia che soddisfi i requisiti delle
sezioni 4.6 e 4.7.3 delle norme EN 60950-1:2006 e IEC/UL/EN/DIN-EN 60950-1.
Batteria
AVVERTENZA
Pericolo di esplosione e di emissione di sostanze tossiche
Se maneggiate in modo inadeguato, le batterie al litio possono esplodere.
L'esplosione delle batterie e la conseguente emissione di sostanze nocive può causare
gravi lesioni personali. Le batterie difettose compromettono il funzionamento del
dispositivo.
Per l'utilizzo delle batterie al litio osservare quanto segue:
• Sostituire le batterie esaurite per tempo, consultare il capitolo "Manutenzione e
riparazione del dispositivo", "Sostituzione della batteria tampone".
• Sostituire la batteria al litio solo con una batteria identica o di un tipo consigliato dal
produttore (n. di ordinazione: A5E00047601).
• Non gettare le batterie nel fuoco, non effettuare saldature sul corpo della cella, non
ricaricare, non aprire, non cortocircuitare, non invertire le polarità, non riscaldare oltre
100 °C e proteggere dall'irraggiamento solare diretto, dall'umidità e dalla condensa.
SIMATIC IPC847D
28
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Avvertenze di sicurezza
2.1 Avvertenze di sicurezza generali
Radiazione ad alta frequenza
ATTENZIONE
Situazioni di funzionamento impreviste
Le radiazioni ad alta frequenza, ad es. quelle emesse dai telefoni cellulari, interferiscono
con il dispositivo causandone il malfunzionamento e possono quindi causare lesioni
personali e danni materiali.
Evitare le radiazioni ad alta frequenza:
• Allontanare le fonti di radiazioni dalle vicinanze del dispositivo.
• Spegnere i dispositivi che emettono le radiazioni.
• Ridurre la potenza radio dei dispositivi che emettono le radiazioni.
• Attenersi alle indicazioni sulla compatibilità elettromagnetica riportate nei dati tecnici.
Direttiva ESD
I componenti sensibili alle scariche elettrostatiche possono essere contrassegnati con un
apposito simbolo.
ATTENZIONE
Componenti sensibili alle scariche elettrostatiche (ESD)
I componenti sensibili alle scariche elettrostatiche possono essere distrutti da tensioni
notevolmente inferiori alla soglia di percezione umana anche solo se vengono toccati.
Quando si utilizzano unità sensibili alle scariche elettrostatiche è necessario attenersi alle
direttive ESD riportate nei dati tecnici.
IT Security
Siemens offre prodotti di automazione e azionamento con funzioni di Industrial Security che
supportano il funzionamento sicuro dell'impianto o della macchina. Queste funzioni sono un
componente importante in un concetto globale di Industrial Security. I nostri prodotti vengono
continuamente sviluppi in questa ottica. È consigliabile informarsi regolarmente sugli
aggiornamenti e novità dei nostri prodotti. Informazioni al riguardo e Newsletter si trovano in
Internet all'indirizzo: Technical Support (http://www.siemens.de/automation/csi_it_WW)
Per il funzionamento sicuro di un impianto o di una macchina è inoltre necessario adottare
adeguate misure di sicurezza (ad es. il concetto di protezione di cella) nonché integrare i
componenti di automazione e azionamento in un concetto complessivo di Industrial Security
dell'impianto o della macchina che corrisponda allo stato attuale della tecnica. In quest’ottica
si devono considerare anche i prodotti impiegati di altri costruttori. Ulteriori informazioni si
trovano in Internet all'indirizzo: Industrial Security
(http://www.siemens.com/industrialsecurity)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
29
Avvertenze di sicurezza
2.2 Avvertenze per l'utilizzo
Cuffie
CAUTELA
Pericolo di danni all'udito in caso di pressione acustica eccessiva
La regolazione del volume e dell'equalizzatore aumenta la pressione acustica nelle cuffie.
Anche fattori diversi da quelli indicati dal produttore - come ad es. sistemi operativi,
software equalizzatori, firmware e driver - influenzano la pressione acustica.
La pressione acustica delle cuffie, se eccessiva, può causare danni all'udito o la perdita
dello stesso.
Prima di indossare le cuffie regolare il volume e l'equalizzatore al minimo. Controllare
costantemente la regolazione del volume. Utilizzare solo cuffie e software omologati dal
produttore.
Protezione di accesso
CAUTELA
Protezione dall'acceso di persone non autorizzate
Un utente non autorizzato può utilizzare il dispositivo in modo improprio e bypassare il login
con un nuovo avviamento del dispositivo.
Le operazioni eseguite da personale non autorizzato mettono in pericolo la sicurezza di
funzionamento.
Adottare le seguenti misure di sicurezza:
• Chiudere lo sportello anteriore e i cassetti estraibili.
• Non utilizzare tastiere con tasto ON-OFF (pulsante Power).
• Se il dispositivo è dotato di un tasto ON-OFF, parametrizzarne la funzione in Windows
in base alle proprie esigenze. Queste impostazioni si trovano nel menu "Opzioni
risparmio energia".
2.2
Avvertenze per l'utilizzo
ATTENZIONE
Possibili limitazioni delle funzioni se la funzione dell'impianto non è convalidata
Il dispositivo è testato e certificato sulla base degli standard tecnici. In alcuni casi le funzioni
potrebbero subire delle limitazioni durante il funzionamento dell'impianto.
Per evitare che ciò si verifichi convalidare la funzione corretta dell'impianto.
SIMATIC IPC847D
30
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Avvertenze di sicurezza
2.2 Avvertenze per l'utilizzo
ATTENZIONE
Istruzioni sul montaggio nel rack
A) Alta temperatura di funzionamento - in caso di un'installazione in un'unità chiusa o con
rack a più dispositivi la temperatura ambiente di funzionamento nelle vicinanze del rack può
essere più alta di quella ambiente. Per questo motivo il dispositivo dovrebbe essere
installato in un ambiente che sia compatibile con la temperatura massima consigliata dal
produttore.
B) Corrente d'aria ridotta - l'installazione dei dispositivi in un rack non deve compromettere
la quantità necessaria di corrente d'aria che garantisce un funzionamento sicuro del
dispositivo.
C) Sollecitazioni meccaniche - il montaggio dei dispositivi nel rack non deve creare
situazione di pericolo a causa di sollecitazioni meccaniche irregolari.
D) Sovraccarico del circuito - per il collegamento dei dispositivi all'alimentazione è
necessario tenere in considerazione gli effetti del sovraccarico del circuito sulla protezione
da sovracorrente e sui cavi di alimentazione. È inoltre necessario tenere presente dei valori
nominali indicati sulla targhetta dei dispositivi.
E) Messa a terra affidabile - è necessario garantire una messa a terra affidabile dei
dispositivi montati su rack. È necessario dare particolare attenzione a collegamenti di
alimentazione diversi da quelli direttamente al ramo del circuito (ad es. utilizzo di ciabatte
elettriche).
ATTENZIONE
Condizioni ambientali
Condizioni ambientali inadatte al dispositivo possono causare disturbi e danneggiare il
dispositivo.
Osservare quanto segue:
• Utilizzare il dispositivo solo in ambienti chiusi. L'inosservanza di questa disposizione
implica l'estinzione della garanzia.
• Utilizzate il dispositivo esclusivamente nelle condizioni ambientali sono indicate nei "Dati
tecnici".
• Proteggete il dispositivo da polvere, umidità e calore.
• Non esporre direttamente il dispositivo ai raggi solari o ad altre fonti di luce.
• Senza misure protettive aggiuntive, ad es. l'introduzione di aria pulita, il dispositivo non
può essere utilizzato in luoghi con condizioni di funzionamento difficili a causa di vapori
o gas corrosivi.
• Quando si monta l'apparecchiatura rispettare le posizioni d'installazione consentite.
• Non coprire la fessura di ventilazione del dispositivo.
Nota
Utilizzo in ambiente industriale senza misure protettive aggiuntive
Il dispositivo è stato concepito per l'impiego in un normale ambiente industriale secondo la
IEC 60721-3-3.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
31
Avvertenze di sicurezza
2.2 Avvertenze per l'utilizzo
SIMATIC IPC847D
32
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.1
Predisposizione per l'installazione
3.1.1
Verifica della fornitura
3
Procedura
1. Alla consegna del dispositivo verificare che l'imballaggio non abbia subito danni visibili
durante il trasporto.
2. In caso di riscontro di danni dovuti al trasporto, sporgere reclamo presso lo spedizioniere
responsabile. Farsi confermare immediatamente dallo spedizioniere i danni subiti durante
il trasporto.
3. Disimballare il dispositivo solo sul luogo di destinazione.
4. Conservare l'imballaggio originale per eventuali trasporti futuri.
Nota
Danneggiamento del dispositivo durante il trasporto e il magazzinaggio
Se il dispositivo viene trasportato o immagazzinato senza imballaggio, viene esposto
direttamente a urti, vibrazioni, pressione e umidità. Se l'imballaggio è danneggiato
significa che il dispositivo è già stato sottoposto a condizioni ambientali gravose.
Il dispositivo potrebbe essere danneggiato.
Non gettare l'imballaggio originale ma conservarlo per il trasporto e lo stoccaggio del
dispositivo.
5. Verificare che il contenuto dell'imballaggio e gli accessori ordinati siano completi e non
abbiano subito danni.
6. Se il contenuto è incompleto, danneggiato o non corrisponde all'ordinazione, informare
immediatamente il servizio di consegna competente. Inviare per fax il prestampato
accluso ("segnalazione per il controllo qualità SIMATIC IPC/PG").
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
33
Installazione e collegamento del dispositivo
3.1 Predisposizione per l'installazione
AVVERTENZA
Pericolo di folgorazione e incendio se il dispositivo è danneggiato
Un dispositivo danneggiato può essere esposto a una tensione pericolosa e provocare
un incendio della macchina o dell'impianto. Un dispositivo danneggiato ha
caratteristiche e stati imprevedibili.
Esso può causare la morte o gravi lesioni personali.
Impedire che un dispositivo danneggiato possa essere montato e messo in servizio
involontariamente. Contrassegnare il dispositivo danneggiato e conservarlo sotto
chiave. Farlo riparare immediatamente.
ATTENZIONE
Danni da condensa
Se durante il trasporto il dispositivo è sottoposto a basse temperature o ad estremi
sbalzi di temperatura, ad es. nella stagione invernale, può formarsi umidità intorno o
all'interno dello stesso (condensa).
L'umidità è causa di cortocircuiti nei circuiti elettrici e danneggia il dispositivo.
Per evitare danneggi, procedere nel seguente modo:
• Conservare il dispositivo in luogo asciutto.
• Prima di metterlo in servizio è necessario adeguarlo alla temperatura dell'ambiente.
• Non esporre il dispositivo direttamente all'irradiazione di calore, ad esempio
termosifoni.
• In caso di condensa avviare il dispositivo soltanto ad asciugatura completa dopo un
tempo di attesa di ca. 12 ore.
7. Conservare anche la documentazione fornita. La documentazione fa parte del dispositivo
ed è necessaria per la prima messa in servizio.
8. Prendere nota dei dati di identificazione del dispositivo.
SIMATIC IPC847D
34
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.1 Predisposizione per l'installazione
3.1.2
Dati di identificazione del dispositivo
Sulla base dei dati di identificazione è possibile individuare il dispositivo in caso di
riparazione o di furto.
Prendere nota dei dati identificativi del dispositivo
Riportare i seguenti dati nella tabella sottostante:
● Numero di produzione: il numero di produzione (S VP) è indicato sulla targhetta applicata
sul retro del dispositivo o all'interno dello sportello anteriore.
Figura 3-1
Targhetta
● Numero di ordinazione dell'apparecchiatura
● Indirizzo Ethernet del dispositivo: L'indirizzo Ethernet è stampato sul dispositivo e si trova
nel setup del BIOS alla voce "Main".
● Microsoft Windows "Product Key" del "Certificate of Authenticity" (COA). L'etichetta COA
è riportata sul lato interno dello sportello frontale del dispositivo
ed è indispensabile qualora si intenda reinstallare il sistema operativo.
Numero di produzione
S VP ...
N. di ordinazione
6AG4114-2...
Microsoft Windows Product Key
Indirizzo Ethernet 1
Indirizzo Ethernet 2
CP 1616 onboard Layer 2
Le informazioni sull'equipaggiamento dei dispositivi sono riportate sul lato interno dello
sportellino frontale.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
35
Installazione e collegamento del dispositivo
3.2 Installazione del dispositivo
3.1.3
Posizioni d'installazione consentite
Punti di installazione possibili
Il dispositivo può essere installato in quadri e armadi elettrici e in sistemi rack a 19" in senso
orizzontale.
ATTENZIONE
Funzionamento in vani chiusi
Il dispositivo è omologato soltanto per il funzionamento in vani chiusi. Osservare le
condizioni ambientali.
3.2
Installazione del dispositivo
3.2.1
Avvertenze d'installazione
AVVERTENZA
Tensione pericolosa
Nel quadro elettrico può essere presente una pericolosa alta tensione che costituisce un
rischio di folgorazione.
Le conseguenze sono la morte o gravi lesioni personali.
Prima di aprire il quadro elettrico disinserite la tensione di alimentazione. Proteggete il
quadro elettrico da una reinserzione involontaria della tensione di alimentazione.
ATTENZIONE
Pericolo di incendio
In caso di installazione in una posizione di montaggio non consentita o senza rispettare le
condizioni ambientali, il dispositivo può surriscaldarsi. L'omologazione UL e la conformità
alla direttiva sulla bassa tensione (EN 60950-1:2006 e DIN EN 60950-1:2006-11)
decadono.
Il surriscaldamento può provocare un incendio. Il funzionamento regolare del dispositivo
non è più garantito.
Prima di installare il dispositivo leggere le seguenti avvertenze generali sull'installazione.
Nota
Il dispositivo soddisfa i requisiti antincendio ai sensi della EN 60950-1 e può essere pertanto
installato senza ulteriori protezioni antincendio.
SIMATIC IPC847D
36
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.2 Installazione del dispositivo
● Installare il dispositivo solo nella posizione di montaggio prevista.
● Provvedete affinché il quadro elettrico disponga di un volume sufficiente per garantire la
circolazione dell'aria e il trasporto del calore. Mantenete una distanza di almeno 10 cm tra
il dispositivo e il quadro elettrico.
● Le fessure di aerazione del dispositivo non devono essere ostruite.
● Assicurarsi che la temperatura max. dell'aria in entrata, misurata a 10 cm di distanza
dalle aperture di ventilazione, non superi 40 °C. Tenete conto della temperatura massima
dell'aria in entrata specialmente per il dimensionamento di quadri elettrici chiusi.
● La distanza minima del dispositivo dalla custodia è di 10 cm sul lato d'uscita dell'aria.
● Installare il dispositivo in modo che non possa costituire alcun pericolo, ad es.
ribaltandosi.
Nota
Ulteriori informazioni si trovano nel capitolo "Dati tecnici", al capitolo "Condizioni ambientali".
Tipi di installazione possibili
Il dispositivo può essere installato nei seguenti modi.
● Montaggio con staffe di fissaggio
● Montaggio su piattaforme
● Collocazione della torre: per la collocazione della torre è disponibile un apposito kit
ordinabile separatamente (non disponibile in tutti i paesi).
● Montaggio con guide telescopiche
L'utilizzo delle guide telescopiche consente di estrarre completamente il dispositivo
dall'armadio o dal rack.
Per informazioni precise sulle guide telescopiche vedere nelle sezioni Dati tecnici delle
guide telescopiche (Pagina 130) e Disegno quotato per l'utilizzo delle guide telescopiche
(Pagina 120).
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
37
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
ATTENZIONE
Guide telescopiche
La profondità di inserimento nell'involucro delle viti di fissaggio non deve superare 5
mm.
CAUTELA
Rischio di lesioni!
Non è ammesso il montaggio sui supporti a 19" della sezione frontale.
Nota
In caso di funzionamento in posizione verticale, installare il dispositivo su una piattaforma
metallica orizzontale adottando adeguate misure per prevenirne il capovolgimento. La
ditta Rittal fornisce le seguenti piattaforme:
Rittal tipo TE 7000.620, Rittal tipo VR 5501.655, Rittal tipo DK 5501.655. Attenersi alle
avvertenze del fornitore dell'armadio.
3.3
Collegamento del dispositivo
3.3.1
Avvertenze per il collegamento
AVVERTENZA
Pericolo di incendio e di folgorazione
Il tasto e l'interruttore on/off scollegano il dispositivo dalla rete elettrica. Anche se si spegne
il dispositivo con il tasto ON/OFF, il rischio di folgorazione e di incendio continua a
sussistere, ad es. in caso di danneggiamento del dispositivo e dei cavi di collegamento o di
utilizzo non conforme.
In caso di interventi sul dispositivo o di inutilizzo dello stesso per lunghi periodi, provvedere
sempre alla relativa separazione dalla rete elettrica che deve essere completa ed eseguita
come indicato nel seguito:
• Se il dispositivo non è stato installato in un armadio elettrico: Arrestare il sistema
operativo quindi estrarre il connettore di alimentazione sul lato posteriore del dispositivo.
• Se il dispositivo è stato installato in un armadio elettrico: Arrestare il sistema operativo
quindi portare il sezionatore di alimentazione in posizione "Off".
• Collegate il dispositivo regolarmente ad un conduttore di protezione.
SIMATIC IPC847D
38
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
AVVERTENZA
Pericolo di folgorazione da fulmine
I cavi di rete e di trasmissione dei dati possono essere colpiti da fulmini che a loro volta
possono essere trasmessi alle persone.
In caso di folgorazione da fulmine possono subentrare morte, gravi lesioni personali e
ustioni.
Prendere le seguenti precauzioni:
• All'arrivo di un temporale sfilare per tempo il connettore di rete.
• Durante il temporale non toccare i cavi di rete e di trasmissione dei dati.
• Mantenere una distanza di sicurezza da cavi elettrici, distributori, impianti ecc.
Nota
Assicurarsi che la presa con messa a terra dell'edificio sia comodamente accessibile e
collocarla il più vicino possibile al dispositivo, in particolare se il connettore di rete è protetto
da un bloccaggio.
Periferiche
ATTENZIONE
Guasto a causa di periferiche
Il collegamento di periferiche può provocare guasti del dispositivo. Le conseguenze
possono essere lesioni personali e danni alla macchina o all'impianto. Osservare quanto
segue:
• Collegare solo periferiche adatte all'impiego industriale ai sensi delle norme EN 610006-2/IEC 61000-6-2.
• Le periferiche non-hot plug si possono collegare solo quando il computer è staccato
dall'alimentazione.
Danneggiamento per ritorno di alimentazione
Il ritorno di alimentazione verso massa da un componente collegato o integrato può
causare danni al dispositivo.
La periferia collegata o integrata, ad es. un drive USB, non deve indurre tensione nel
dispositivo. In generale il ritorno di alimentazione non è ammesso.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
39
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
3.3.2
Collegamento alla compensazione di potenziale
Collegamenti a terra a bassa impedenza garantiscono la deviazione di correnti di disturbo
derivanti da cavi di alimentazione esterni, cavi di segnale o cavi di collegamento alle
periferiche.
Il connettore della compensazione di potenziale presenta le seguenti caratteristiche:
● grande diametro
● superficie ampia
● filettatura M4
● simbolo sul dispositivo:
Presupposti
● Cacciavite TORX T20
Procedura
1. Collegare la compensazione del potenziale ① del
dispositivo con il punto di messa a terra centrale del quadro
elettrico o dell'impianto, nel quale viene installato il
dispositivo. La sezione del cavo di compensazione del
potenziale non deve essere inferiore a 2,5 mm2.
3.3.3
Collegamento dell'alimentazione
Nota
L'alimentazione contiene un dispositivo PFC (Power Factor Correction) per la conformità alla
direttiva sulla compatibilità elettromagnetica.
In caso di impiego su PC SIMATIC con PFC, le alimentazioni AC (USV) senza interruzioni
devono fornire una tensione di uscita sinusoidale in funzionamento normale e in
funzionamento bufferizzato.
Le proprietà dell'USV sono descritte e classificate nelle norme EN 50091-3 e IEC 62040-3. I
dispositivi con tensione di uscita sinusoidale in funzionamento normale e a batteria sono
contrassegnate dalla classificazione "VFI-SS-..." oppure "VI-SS-...".
Nota
L'alimentatore a campo ampio è ideato per reti di alimentazione a corrente alternata da 100240V. L'impostazione della tensione avviene automaticamente.
SIMATIC IPC847D
40
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
Avvertenze specifiche
Al di fuori degli Stati Uniti e del Canada - alimentazione di 230 V:
Il dispositivo è provvisto di un cavo di rete conforme alle norme di sicurezza e va collegato
solo a prese messe a terra (prese Schuko). Qualora non venga utilizzato il suddetto cavo, va
utilizzato un cavo flessibile dalle seguenti caratteristiche: sezione del cavo di almeno
0,82 mm2 e spina Schuko da 15 A, 250 V. Il set di cavi deve ottemperare alle norme di
sicurezza del Paese nel quale viene installato il dispositivo ed essere dotato dei marchi
obbligatori.
Per Stati Uniti e Canada:
Per il funzionamento in Canada e negli Stati Uniti, utilizzare un cavo di connessione alla rete
omologato CSA o UL.
Il connettore maschio deve essere conforme alla norma NEMA 5-15.
Alimentazione 120 V
Utilizzare un cavo flessibile con omologazione UL e marchio CSA e dotato delle seguenti
caratteristiche: esecuzione SJT con tre conduttori, sezione minima 18 AWG, lunghezza
massima 4,5 m, connettore con contatto di terra in parallelo 15 A, min. 125 V.
Alimentazione 240 V
Utilizzare un cavo flessibile con omologazione UL e marchio CSA e dotato delle seguenti
caratteristiche: esecuzione SJT con tre conduttori, sezione minima 18 AWG, lunghezza
massima 4,5 m, connettore con contatto di terra in tandem 15 A, min. 250 V.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
41
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
Procedura
1. Accertarsi che l'interruttore ON/OFF ②
sia posizionato su '0' (off).
In questo modo si impedisce l'avviamento
del dispositivo quando si inserisce il cavo
di rete.
2. Collegare il cavo di rete alla presa ①.
3. Inserire il connettore del cavo di rete nella
presa con messa a terra.
4. Accendere l'interruttore ON-/OFF ②.
Sul LED Power, situato sul lato frontale
del PC, si accende la luce gialla
(standby).
Collegamento dell'alimentazione ridondata
1. Spegnere entrambi gli interruttori ONOFF ②.
2. Collegare entrambi i connettori di
alimentazione maschi ①.
3. Accendere entrambi gli interruttori ONOFF ②. Sul LED dell'alimentazione ③ si
accende il LED verde.
Avvertenza:
Se è inserito o collegato un solo modulo
di alimentazione oppure se lo stesso è
difettoso, viene emesso un segnale di
avviso acustico. Premendo i tasti ④ il
segnale si spegne.
Inoltre viene visualizzato e segnalato lo
stato attraverso il software di controllo
SIMATIC (se attivo). Nel software di
controllo SIMATIC è possibile disattivare
l'audio del segnale acustico.
SIMATIC IPC847D
42
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
3.3.4
Collegamento periferiche
Da osservare prima del collegamento
Nota
Collegare solo le periferiche che soddisfano i requisiti per l'impiego industriale previsti dalla
norma EN 61000-6-2. Per le interfacce installate in fabbrica utilizzare cavi schermati.
Nota
Hot plug per periferiche (USB) possono essere collegati durante il funzionamento del PC.
ATTENZIONE
Non-hot plug per periferiche possono essere collegati solo quando il computer non è
collegato all'alimentazione.
AVVERTENZA
Seguire con precisione i dati riportati nelle descrizioni delle periferiche.
Nota
Nel dispositivo on deve provenire alcuna controtensione dalla periferia collegata o integrata.
Una controtensione superiore a 0,5 V verso massa su + 3,3 V DC / + 5 V DC / + 12 V DC
con un componente collegato o integrato può ostacolare il corretto funzionamento o
distruggere il sistema.
Durante la misura della controtensione attenersi a quanto segue:
• il sistema interessato deve essere disattivato e la spina di alimentazione inserita.
• Durante la misura tutti i cavi dell'impianto devono essere collegati al sistema.
• Tutti gli altri componenti dell'impianto devono essere attivi.
3.3.5
Collegamento del dispositivo in rete
Per l'integrazione in reti oppure in ambienti di sistema esistenti o pianificati sussistono le
seguenti possibilità:
Ethernet
L'interfaccia Ethernet integrata (10/100/1000 MBit/s) può essere impiegata anche per la
comunicazione e il trasferimento dei dati ai controllori programmabili ad es. SIMATIC S7.
In questo caso è richiesto il pacchetto software "SOFTNET S7".
PROFIBUS/MPI
L'interfaccia opzionale PROFIBUS a separazione di potenziale (12 Mbit/s) si presta in modo
ottimale al collegamento di apparecchiature da campo o all'accoppiamento a SIMATIC S7.
Per l'accoppiamento ai sistemi di automazione S7 è necessario il pacchetto software
"SOFTNET per PROFIBUS".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
43
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
PROFINET
Il funzionamento PROFINET è possibile attraverso
● CP1616 IRT (Isochronous Real Time)
● Interfacce Ethernet standard (RT)
Il CP 1616 onboard consente il collegamento di PC industriali alla rete Industrial Ethernet. È
ammesso max. un CP 1616 in un PG/PC. Per informazioni dettagliate su questo argomento
consultare le sezioni Collegamento del dispositivo in rete (Pagina 43) e Processore di
comunicazione CP 1616 onboard (Pagina 168).
Driver CP 16xx.sys
Il driver consente di collegare i protocolli di rete Windows con il PROFINET-Controller per
Ethernet "CP 1616 onboard" opzionale che si trova sui PC SIMATIC. Con questo driver
l'interfaccia PROFINET si comporta su Windows come un'interfaccia Ethernet da 100 MBit
con un indirizzo MAC. Le tre prese RJ45 sono collegate tra loro mediante uno switch.
Applicazione PROFINET IO
È possibile creare, gestire o progettare applicazioni PROFINET IO con il "Development Kit
DK-16xx PN IO", che deve essere installato in aggiunta al driver CP 16xx.sys. Il kit e la
documentazione possono essere scaricati gratuitamente dall'indirizzo Internet: Development
Kit DK-16xx PN IO
(http://www.automation.siemens.com/net/html_00/produkte/040_cp_1616_devlopkit.htm)
SIMATIC NET
Con questo pacchetto software è possibile progettare componenti di rete e collegamenti.
Avvertenze in merito si trovano sul DVD SIMATIC NET. Il pacchetto software e la
documentazione non fanno parte della fornitura.
Ulteriori informazioni
Per maggiori informazioni consultare il catalogo e il sistema di ordinazione online Industry
Mall (http://mall.automation.siemens.com).
Vedere anche
Technical Support (http://www.siemens.de/automation/csi_it_WW)
CP 1616 onboard
Queste le principali caratteristiche del CP 1616 onboard.
● Ottimizzazione per PROFINET IO
● Con Ethernet-Real-Time-ASIC ERTEC 400
● Tre prese RJ45 per il collegamento di apparecchiature terminali o ulteriori componenti di
rete
● Switch Real-Time a 3 porte integrato
● Riconoscimento hardware automatico
SIMATIC IPC847D
44
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
ATTENZIONE
È consentito max. un CP 1616/1604
È consentito utilizzare al massimo un CP 1616/1604 in un PG/PC. Per utilizzare
un'ulteriore scheda CP 1616/1604, disabilitare il CP 1616 onboard dalla voce "Profinet"
nel setup del BIOS.
Ulteriore documentazione di PROFINET
Questa la panoramica della documentazione disponibile per PROFINET
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/18880715/133300).
Tipo di documentazione
Cosa contiene questa documentazione?
Questa documentazione non fa parte della fornitura:
Getting Started
PROFINET IO Getting Started: Manual
Collection
Questi documenti forniscono una guida con esempi
concreti delle singole fasi della messa in funzione, fino
alla realizzazione di un'applicazione funzionante.
Manuale
Descrizione del sistema PROFINET
Nozioni di base sugli argomenti che riguardano
PROFINET IO:
componenti di rete, scambio di dati e comunicazione,
PROFINET IO, Component Based Automation,
esempio applicativo PROFINET IO e Component
Based Automation
Manuale
Migrazione da PROFIBUS DP a PROFINET
IO
Questo manuale è destinato a chi desidera trasferire
in un sistema PROFINET un sistema PROFIBUS già
installato.
File Leggimi per CP 1616/CP 1604 e DK16xx PN IO
Avvertenze aggiornate sui prodotti SIMATIC NET
CP 1616/CP 1604, CP 1616 onboard e Developer Kit.
Manuale di progettazione
Messa in servizio di stazioni PC
Informazioni necessarie per la messa in servizio e la
progettazione di un PC come PROFINET IO Controller
o IO Device.
Manuali
sulla comunicazione industriale SIMATIC
NET con PG/PC: volume 1 - Nozioni
fondamentali
Questo manuale rappresenta un'introduzione alla
comunicazione industriale e illustra i protocolli di
comunicazione disponibili. Inoltre viene descritta
l'interfaccia OPC come alternativa all'interfaccia utente
di programmazione IO Base.
Comunicazione industriale SIMATIC NET
con PG/PC: volume 2 - Interfacce
CP S7 per Industrial Ethernet
Progettazione e messa in servizio
Manuale
SIMATIC NET, reti Twisted Pair e Fiber
Optic
Supporto alla:
- messa in servizio di stazioni S7
- alla configurazione di una comunicazione efficiente
Progettazione e configurazione di reti Industrial
Ethernet.
Questa documentazione è contenuta nel CD in dotazione "Documentation and Drivers".
Istruzioni operative
CP 1616/CP 1604/CP 1616 onboard
Informazioni necessarie per il funzionamento.
Istruzioni di installazione
Driver CP16xx.sys
Istruzioni destinate a chi desidera installare il driver
NDIS CP16xx.sys.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
45
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
Ulteriori informazioni
Ulteriori informazioni sui prodotti sono disponibili in Internet al sito: Informazioni SIMATIC
NET riferite al prodotto (http://www.siemens.com/simatic-net)
3.3.6
Fissaggio dei cavi
3.3.6.1
Alimentazione semplice
Se necessario fissare il connettore di alimentazione per evitare che i cavi di corrente
fuoriescano accidentalmente.
Procedura
1. Togliere la vite di fissaggio ②
dell'alimentazione.
2. Fissare all'alimentazione il dispositivo di
bloccaggio del connettore ①.
AVVERTENZA
Pericolo di incendio
Se si fissa il connettore di alimentazione con il bloccaggio, è importante che il connettore
sia sempre facilmente accessibile in modo da poter isolare il dispositivo dalla rete senza
difficoltà.
SIMATIC IPC847D
46
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
3.3.6.2
Alimentazione ridondata
Se necessario fissare i connettori di alimentazione per evitare che i cavi di corrente
fuoriescano accidentalmente.
Procedura
1. Svitare le due viti di fissaggio ②
dell'alimentazione ridondata.
2. Fissare il dispositivo di bloccaggio del
connettore ① all'alimentazione ridondata.
AVVERTENZA
Pericolo di incendio
Se si fissano i connettori di alimentazione con il bloccaggio, è importante che le prese siano
sempre facilmente accessibili in modo da poter isolare il dispositivo dalla rete senza
difficoltà.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
47
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
3.3.6.3
Cavi di rete e cavi USB
Lo scarico di tiro per il cavo compreso nella fornitura, impedisce che il cavo di rete si stacchi
accidentalmente dal dispositivo. È necessaria una fascetta fermacavo per ciascuna
interfaccia (non in dotazione).
Per il fissaggio dello scarico di tiro del cavo è necessario un cacciavite TORX T10.
Procedura
1. Rimuovere la piastrina che protegge
l'interfaccia PROFINET
2. Montare lo scarico di tiro per il cavo
PROFINET
3. Fissare il cavo con l'apposita fascetta
SIMATIC IPC847D
48
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
3.3.6.4
Cavi COM, DP, DVI/VGA, PS/2 e audio
Vengono fornite in dotazione delle fascette serracavi rimovibili per le interfacce che, se
necessario, possono essere montate sul lato posteriore.
Procedura
1. Inserire lo scarico di tiro in dotazione nel foro ① o ② sul lato posteriore.
2. Fissare i cavi con la fascetta serracavi rimovibile dello scarico di tiro.
3.3.7
Multi-monitoring
Sulle interfacce del controller grafico integrato o in combinazione con la scheda grafica
opzionale possono essere collegati fino a cinque monitor. La parametrizzazione può essere
effettuata con il Pannello di controllo di Windows.
I seguenti monitor possono essere collegati contemporaneamente alla scheda madre:
● 2 × DisplayPort, 1 × DVI
● 2 × DisplayPort, 1 × VGA
● 1 × DisplayPort, 1 × DVI tramite adattatore DisplayPort DVI, 1 × DVI
● 1 × DisplayPort, 1 × VGA tramite adattatore DisplayPort VGA, 1 × DVI/VGA
Nota
Se si utilizza per il collegamennto un adattatore DisplayPort DVI passivo, la scheda madre
supporta al massimo un altro monitor DVI.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
49
Installazione e collegamento del dispositivo
3.3 Collegamento del dispositivo
SIMATIC IPC847D
50
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Messa in servizio del dispositivo
4.1
4
Avvertenze sulla messa in servizio
ATTENZIONE
Pericolo di danneggiamento del dispositivo!
Prima della messa in funzione il dispositivo deve essere adattato alla temperatura
ambiente. In caso di formazione di condensa, attendere almeno 12 ore prima di inserire
l'apparecchio.
Nota
Accensione del dispositivo
A seconda della versione del dispositivo l'alimentazione di corrente è dotata di uno o due
interruttori ON-OFF come interruttori di rete.
Se almeno uno di questi interruttori ON-OFF sul retro del dispositivo si trova in posizione "1"
(ON) è possibile accendere il dispositivo con il tasto ON-OFF sul lato frontale.
Se tutti gli interruttori ON-OFF presenti sul retro del dispositivo sono in posizione "0" (OFF) il
dispositivo assorbe il minimo di corrente dalla rete AC. In questo caso non è possibile
accendere il dispositivo con il tasto ON-OFF sul lato frontale.
Specialmente nella versione con alimentazione ridondata, quindi, entrambi gli interruttori
ON-OFF devono trovarsi in posizione "0" perché il dispositivo è già funzionante anche con
un modulo alimentatore di rete attivo.
Requisiti per la messa in servizio
Per poter procedere alla messa in servizio sono necessari i seguenti requisiti:
● Periferiche, tastiera, mouse e monitor devono essere collegati.
● L'alimentazione deve essere collegata.
● Il sistema operativo deve essere installato.
Il dispositivo può essere fornito anche senza sistema operativo. Avvertenze
sull'installazione del sistema operativo sono riportate al capitolo "Installazione del
software".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
51
Messa in servizio del dispositivo
4.2 Accensione del dispositivo
4.2
Accensione del dispositivo
Dopo la prima accensione, sul dispositivo viene configurato automaticamente il sistema
operativo.
ATTENZIONE
Installazione scorretta
Se si modificano i valori di default nel setup del BIOS o si spegne il dispositivo durante
l'installazione, quest'ultima viene interrotta e il sistema operativo non si installa
correttamente. La sicurezza di funzionamento del dispositivo e dell'impianto viene messa in
pericolo.
Non spegnere mai il dispositivo per tutta la durata dell'installazione. Non modificare i valori
di default nel setup del BIOS.
Procedura
1. Portare l'interruttore ON-OFF sulla posizione "1". Informazioni sulla posizione degli
interruttori sono disponibili alla sezione "Elementi di comando (Pagina 17)".
2. Premere il tasto ON/OFF.
Il LED verde "POWER" si accende. Il dispositivo esegue un autotest. Durante l'autotest
viene visualizzato il seguente messaggio:
Premere <ESC> per andare al menu Main del BIOS
3. Attendere che il messaggio scompaia. Dopodiché viene avviato Windows.
4. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Nota
Le seguenti operazioni vanno eseguite soltanto alla prima accensione del dispositivo allo
stato di fornitura.
5. Impostare le opzioni internazionali e della lingua.
Se la lingua del sistema deve essere internazionale, selezionare l'inglese. Per
informazioni su come modificare le opzioni internazionali e della lingua consultare la
sezione "Impostazione della selezione della lingua con la Multilanguage User Interface
(MUI)".
Nota
Una volta installato il sistema operativo, il dispositivo eventualmente si riavvia.
6. Se necessario, digitare la Product Key.
La Product Key è riportata sul "Certificate of Authenticy" nella riga "Product Key",
consultare la sezione "Dati di identificazione del dispositivo (Pagina 35)".
Risultato
Dopo l'accensione e la routine di avvio viene visualizzata l'interfaccia utente del sistema
operativo.
SIMATIC IPC847D
52
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Messa in servizio del dispositivo
4.3 Centro manutenzione Windows
4.3
Centro manutenzione Windows
Avvertenza del Centro di sicurezza Windows
Alla prima accensione del dispositivo viene visualizzata un'avvertenza del Centro di
sicurezza Windows. Il centro di sicurezza controlla lo stato del dispositivo in considerazione
dei tre importanti pacchetti di sicurezza elencati nel seguito. Se rileva un problema (ad es.
un programma antivirus superato), il centro di sicurezza emette un avviso e fornisce alcune
raccomandazioni per una maggiore protezione del dispositivo.
● Firewall: Il firewall di Windows contribuisce alla protezione del dispositivo impedendo
l'accesso di utenti non autorizzati dalla rete o da Internet. Windows controlla che il
dispositivo sia protetto da un firewall software.
Allo stato di fornitura il firewall è attivato.
● Software di protezione antivirus: I programmi antivirus proteggono il dispositivo da
eventuali virus e da altri fattori di rischio. Windows controlla che sul dispositivo venga
impiegato un programma antivirus aggiornato e completo.
Allo stato di fornitura non è installato il programma antivirus.
● Aggiornamenti automatici: Con l'ausilio di aggiornamenti automatici, Windows cerca
periodicamente ed installa in modo automatico gli ultimi importanti aggiornamenti per il
dispositivo. Allo stato di fornitura questa opzione è disattivata.
● Protezione real-time (soltanto con il sistema operativo Windows 7): Windows Defender
visualizza un avviso se sul computer vengono installati o eseguiti spyware o eventuali
software non desiderati. Anche il tentativo, da parte di alcuni programmi, di modificare
importanti impostazioni di Windows, viene segnalato con un avviso.
Configurare il centro di sicurezza in funzione delle proprie esigenze.
4.4
Avvertenze per diverse configurazioni dei dispositivi
4.4.1
Apertura dello sportellino frontale
CAUTELA
Componenti sensibili alle scariche elettrostatiche
Il dispositivo comprende componenti elettronici che possono essere danneggiati dalle
scariche elettrostatiche.
Prima di aprire lo sportellino frontale leggere le direttive sui componenti sensibili alle
scariche elettrostatiche (direttive ESD).
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
53
Messa in servizio del dispositivo
4.4 Avvertenze per diverse configurazioni dei dispositivi
4.4.2
Drive per masterizzatore DVD
Il drive per il masterizzatore DVD è opzionale. Il drive supporta la seguente procedura di
registrazione:
● Disc at once
● Track at once
● Session at once
● Packet writing
Per maggiori informazioni consultare i dati tecnici.
Software
Per il pieno sfruttamento della funzionalità del masterizzatore DVD, Windows 7 e Windows
Server 2008 R2 non richiedono software supplementari. Il software del masterizzatore DVD
è parte integrante dei sistemi operativi in oggetto.
In caso di impiego di altri sistemi operativi, accertarsi che il software richiesto per il
masterizzatore DVD sia installato.
In esercizio
Nota
La prima volta che si avvia il software di masterizzazione il drive deve essere vuoto
Eventuali supporti dati danneggiati potrebbero disturbare il riconoscimento automatico del
drive. impedendo la corretta visualizzazione delle funzioni di masterizzazione.
La masterizzazione è consentita solo in un ambiente in cui c'è il rischio di urti e vibrazioni.
ATTENZIONE
Errore dati durante la masterizzazione
Vibrazioni nell'ambiente e la qualità variabile dei dischi vergini possono causare errori,
anche non accompagnati da messaggi di errore, durante la masterizzazione dei supporti
dati.
Solo confrontando i dati è possibile garantire che i dati scritti siano corretti. Dopo ogni
masterizzazione è consigliabile effettuare un confronto dei dati.
4.4.3
Sostituzione dei dischi rigidi
I dischi rigidi inseriti nei cassetti estraibili sono sostituibili durante il funzionamento assieme
al RAID.
Presupposti
● Un disco rigido con lo stesso tipo di interfaccia
Il tipo di interfaccia del disco rigido è indicato nello sporttello anteriore. Sostituire il disco
rigido difettoso con uno che abbia lo stesso tipo di interfaccia e la stessa capacità.
● Una chiave per la la chiusura di sicurezza del disco rigido
SIMATIC IPC847D
54
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Messa in servizio del dispositivo
4.4 Avvertenze per diverse configurazioni dei dispositivi
Procedura
ATTENZIONE
Danneggiamento del disco rigido e perdita dei dati
Se si estrae il disco rigido mentre vi vengono scritti dei dati, si possono causare danni al
disco e perdere i dati.
• Estrarre l'inserto del disco rigido dal cassetto estraibile solo quando non è attivo, ovvero
quando il relativo LED di funzionamento sul cassetto estraibile è spento.
• Osservare le direttive ESD.
1. Determinare quale disco rigido è stato segnalato come guasto dal controller RAID.
2. Aprire lo sportellino frontale.
3. Spingere verso destra il fermo ① del cassetto estraibile.
La chiusura di sicurezza indicata è accessibile.
4. Aprire la chiusura di sicurezza con la chiave.
5. Ribaltare leggermente la levetta in avanti e tirarla per estrarre l'inserto del disco rigido.
Il procedimento è descritto in dettaglio nel capitolo "Installazione e disinstallazione dei
drive nel supporto drive anteriore (Pagina 77)".
6. Reinserire l'inserto del disco rigido nel cassetto estraibile e spingerlo fino in fondo.
7. Ribaltare la levetta fino a richiuderla sull'inserto del disco rigido.
Il LED di alimentazione ② deve essere acceso.
8. Spingere verso sinistra il fermo del cassetto estraibile.
9. Chiudere la chiusura di sicurezza con la chiave.
Nota
Per garantire il funzionamento affidabile di un dispositivo con cassetto estraibile, l'inserto
disco rigido nel cassetto estraibile deve essere bloccato.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
55
Messa in servizio del dispositivo
4.4 Avvertenze per diverse configurazioni dei dispositivi
4.4.4
Sistema 2HDD (opzionale)
Allo stato di fornitura del dispositivo, il secondo disco rigido è collegato alla porta SATA 2.
Questo disco rigido non è configurato. Ciò consente quindi di eseguire il salvataggio dei dati
su questo drive dischi rigidi. Le capacità dei drive sono specificate nella documentazione per
l'ordinazione.
Boot dal disco rigido dello slave
Per eseguire il boot dal secondo disco rigido è necessario impostarlo come dispositivo di
avvio primario. Eseguite per questo le seguenti impostazioni nel setup del BIOS:
Boot > Legacy > Hard Disk Drive > <Nome del disco rigido> ad es. selezionare P0ST3500418AS e premendo il tasto "+" spostare tale dispositivo al primo posto in alto della
sequenza di boot.
Nota
L'assegnazione delle lettere dei drive alle partizioni dei due drive dipende dal sistema
operativo adottato. Eseguite un eventale adattamento tramite il Pannello di controllo.
4.4.5
Sistema RAID
4.4.5.1
Sistema RAID1
Il sistema è configurato come RAID1 (mirroring dei dati su due dischi rigidi). Ciò consente
un'elevata disponibilità del sistema, nonché la relativa operatività anche in caso di danni al
disco rigido o di problemi al cavo su un canale.
Nota
Le avvertenze su Intel® RAID-Controller sono riportate nella documentazione sul RAID
disponibile sul DVD "Documentation and Drivers" in dotazione con la fornitura, nella
directory "Drivers\RAID\Intel".
Ulteriori informazioni sul sistema RAID1 sono disponibili nel capitolo "Gestione di sistemi
RAID (Pagina 90)".
SIMATIC IPC847D
56
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Messa in servizio del dispositivo
4.5 Spegnere il dispositivo
4.4.5.2
Sistema RAID5
Il sistema è configurato come RAID5 (striping con parità). Ciò consente un'elevata
disponibilità del sistema, nonché la relativa operatività anche in caso di danni al disco rigido
o di problemi al cavo su un canale.
Nota
Le avvertenze su Intel® RAID Controller sono riportate nella documentazione sul RAID
disponibile sul DVD "Documentation and Drivers" in dotazione con la fornitura, nella
directory "Drivers\RAID\Intel".
Ulteriori informazioni sul sistema RAID5 sono disponibili al capitolo "Gestione di sistemi
RAID (Pagina 90)".
4.4.5.3
Sistema RAID con disco rigido hot spare
Nella fornitura come sistema RAID1 o come RAID5 il dispositivo viene fornito con un disco
rigido hot spare. Un disco rigido hot spare è un disco rigido di riserva del dispositivo.
In caso di rilevazione di un disco rigido difettoso nel sistema RAID1 o RAID5, il disco rigido
hot spare viene automaticamente integrato durante il funzionamento in sostituzione del disco
danneggiato e ne acquisisce le funzioni. Il processo Rebuild sul disco rigido hot spare si
avvia automaticamente.
Il disco rigido difettoso viene segnalato come LED di funzionamento da Alarm Manager di
SIMATIC IPC DiagBase.
Al termine della sincronizzazione viene ripristinato il sistema di protezione dati.
Per il ripristino della piena funzionalità del sistema RAID con disco rigido hot spare, sostituire
il disco rigido difettoso con uno nuovo e reintegrare quest'ultimo come disco rigido hot spare
nel software del sistema RAID.
● Per informazioni sulla sostituzione del disco rigido hot spare, consultare la sezione
"Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID (Pagina 82)".
● Informazioni sull'integrazione del disco rigido hot spare di sostituzione nel sistema RAID
sono disponibili alla sezione "Integrazione di un disco rigido hot spare nel sistema RAID
(Pagina 95)"
4.5
Spegnere il dispositivo
Arresto del sistema operativo
Con i sistemi operativi Windows:
● Selezionare "Start" > "Arresta il sistema"
oppure
● Premere brevemente il tasto on/off (se non è stata modificata la configurazione in Energy
options). Informazioni sulla posizione dei tasti sono disponibili alla sezione "Elementi di
comando (Pagina 17)".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
57
Messa in servizio del dispositivo
4.5 Spegnere il dispositivo
Con i sistemi operativi diversi da Windows:
● Premere brevemente il tasto on/off.
Il sistema operativo si arresta. Il LED "POWER" si spegne. Il dispositivo è spento ma non
completamente isolato dalla rete elettrica.
Isolare completamente il dispositivo dalla rete elettrica
AVVERTENZA
Pericolo di incendio e di folgorazione
Il tasto e l'interruttore on/off scollegano il dispositivo dalla rete elettrica. Anche se si spegne
il dispositivo con il tasto ON/OFF, il rischio di folgorazione e di incendio continua a
sussistere, ad es. in caso di danneggiamento del dispositivo e dei cavi di collegamento o di
utilizzo non conforme.
In caso di interventi sul dispositivo o di inutilizzo dello stesso per lunghi periodi, provvedere
sempre alla relativa separazione dalla rete elettrica che deve essere completa ed eseguita
come indicato nel seguito:
Se il dispositivo non è stato installato in un armadio elettrico:
● Arrestare il sistema operativo quindi estrarre il connettore di alimentazione sul lato
posteriore del dispositivo.
Se il dispositivo è stato installato in un armadio elettrico:
● Arrestare il sistema operativo quindi portare il sezionatore di alimentazione in posizione
"Off".
Il dispositivo è spento e completamente isolato dalla rete elettrica. La corrente di
mantenimento non è presente.
Reset dell'hardware
Il reset dell'hardware consente di spegnere il dispositivo quando il sistema operativo non
reagisce più ai comandi della tastiera o del mouse. Il sistema operativo non viene chiuso in
modo sicuro.
ATTENZIONE
Pericolo di perdita dei dati
Quando si resetta l'hardware il dispositivo viene riavviato. Può succedere che vengano
cancellati dei dati dalla memoria principale. I dati sul disco rigido possono andare perduti. Il
dispositivo può subire dei danni.
Eseguire il reset dell'hardware solo in caso di emergenza.
Con tutti i sistemi operativi:
● Premere il tasto ON/OFF per più di quattro secondi.
SIMATIC IPC847D
58
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Funzioni avanzate del dispositivo
5.1
Funzioni di controllo
5.1.1
Panoramica delle funzioni di controllo
5
Già nella configurazione di base il dispositivo dispone di funzioni di controllo. In
combinazione con il software adeguato sono disponibili le seguenti funzioni di
visualizzazione, sorveglianza e controllo:
● Controllo della temperatura (sovratemperatura, sottotemperatura o rottura cavo nel
sensore di temperatura)
● Controllo dei drive con la funzionalità S.M.A.R.T.
● Watchdog (reset hardware o software del computer)
● Contatore delle ore di esercizio (informazioni sul tempo di esecuzione complessivo)
● Stato del disco rigido e della configurazione RAID
Lo stato dei drive hot spare non attivi non viene indicato.
Software SIMATIC IPC DiagBase
Il software SIMATIC IPC DiagBase in dotazione consente di utilizzare queste funzioni per il
controllo locale. L'applicazione "DiagBase Management Explorer" consente di gestire il
controllo in modo chiaro e comprensibile. DiagBase Alarm Manager fornisce informazioni sui
singoli allarmi.
Nota
Ulteriori informazioni sulla funzionalità del software SIMATIC IPC DiagBase sono contenute
nella relativa Guida in linea.
Software SIMATIC IPC DiagMonitor
Il software SIMATIC IPC DiagMonitor è disponibile su CD (non compreso nella dotazione di
fornitura). Questo software di controllo contiene:
● Il software per le stazioni da controllare.
● Una biblioteca per la creazione di applicazioni proprie.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
59
Funzioni avanzate del dispositivo
5.1 Funzioni di controllo
5.1.2
Indicazione/controllo della temperatura
Tre sensori di temperatura controllano la temperatura in diversi punti del dispositivo:
● Temperatura del processore
● Temperatura in prossimità di IC RAM/blocchi
● Temperatura dell'unità di base
Se uno dei tre valori della temperatura supera la soglia impostata, viene avviato un sensore
di temperatura che provoca le reazioni seguenti:
Reazione
Opzione
Il LED "Temp" si accende con luce rossa.
nessuno
Ventola del dispositivo a velocità massima. La ventola viene regolata
dall'alimentatore.
nessuno
Il software DiagBase o DiagMonitor avverte l'utente.
nessuno
L'errore di temperatura rimane memorizzato fin quando le temperature non scendono di
nuovo sotto le soglie e l'errore non viene resettato in uno dei seguenti modi:
● Conferma del messaggio di errore dal software di controllo
● Riavvio del dispositivo
5.1.3
Watchdog (WD) con LED
Funzione
Il watchdog può controllare l'esecuzione del programma e attraverso diverse reazioni
segnala all'utente se non è stato attivato dal programma utente entro il tempo di controllo
stabilito.
Quando si accende il dispositivo o dopo HW–RESET (avvio a freddo) il watchdog è in
standby. In stanby non viene attivata alcuna reazione del WD. L'attuale allarme di watchdog
viene tuttavia mantenuto dopo il nuovo avvio e segnalato dai LED.
Reazioni del watchdog
Se il WD non viene riattivato entro il tempo impostato si possono avere le seguenti reazioni:
Reazione
Opzione
Il LED Watchdog commuta su rosso.
nessuno
Scatta il reset del PC.
impostabile
Emissione di segnalazioni di allarme DiagBase
nessuno
Nota
Per una descrizione dettagliata delle funzioni del watchdog rivolgersi al Customer Support.
SIMATIC IPC847D
60
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Funzioni avanzate del dispositivo
5.1 Funzioni di controllo
Tempi di controllo watchdog
In SIMATIC Diagnose Management i tempi devono essere specificati in secondi interi entro il
campo 4 ... 255.
Nota
Se si modifica il tempo del watchdog, dopo l'attivazione il watchdog viene riattivato.
5.1.4
Controllo del ventilatore
Viene controllato il funzionamento della ventola anteriore, di quella della CPU e di quella
dell'alimentatore.
Il guasto di una ventola provoca le seguenti reazioni:
● Sul LED di funzionamento "FAN" è accesa la luce rossa
● Se è stato installato il software di controllo SIMATIC, viene emesso un allarme
ventilazione
L'errore di ventilazione rimane memorizzato finché non viene eliminata la causa del guasto.
Il messaggio di errore si resetta con una delle misure seguenti:
● Riconoscimento di segnalazioni di errore tramite SIMATIC IPC DiagBase o SIMATIC IPC
DiagMonitor
● Breve separazione del dispositivo dalla tensione di rete
● Spegnimento del dispositivo
● Riavvio del dispositivo
5.1.5
Sorveglianza batteria
La durata della batteria tampone incorporata ammonta a 5 anni. Il controllo dello stato può
avvenire tramite la sorveglianza a due livelli della batteria. La lettura e l'analisi
dell'informazione può essere eseguita tramite una scheda I/O.
La durata residua della batteria per la bufferizzazione dei dati CMOS e del buffer è almeno di
1 mese dal raggiungimento della prima soglia di allarme.
5.1.6
Controllo dei drive
Standard: vengono emesse le segnalazioni SMART dei dischi rigidi.
Configurazione RAID: vengono visualizzati gli stati "Normal", "Degraded", "Rebuild". Lo stato
dei drive hot spare non attivi non viene indicato.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
61
Funzioni avanzate del dispositivo
5.2 Active Management Technology (AMT)
5.2
Active Management Technology (AMT)
AMT (Active Management Technology) è una tecnologia per la manutenzione remota di
computer (nel seguito definiti "PC AMT") che comprende ad es. le funzioni seguenti:
● Reindirizzamento tastiera-video-mouse (Keyboard Video Mouse( KVM) Redirection) la
funzione KVM, integrata nell'hardware AMT, consente l'accesso remoto al PC AMT. La
funzione KVM, inoltre, consente di comandare i PC AMT senza sistema operativo o con
sistema operativo guasto. Grazie al server KVM integrato nel firmware è possibile
eseguire una sessione KVM a distanza in qualsiasi momento. In questo modo è possibile
riavviare il PC e modificare il setup del BIOS a distanza.
● Remote Power Management: i PC AMT si possono accendere, spegnere e riavviare da
un altro PC.
● SOL (Serial over LAN): reindirizzamento dei dati di un'interfaccia seriale sulla rete.
L'applicazione principale di questa funzione è il comando remoto testuale di un PC AMT
per mezzo di una consolle.
● IDE Redirection: un file ISO sul PC help desk può essere integrato e utilizzato sul PC
AMT come unità DVD.
Un file ISO contiene un'immagine del contenuto di un CD o di un DVD con struttura in
formato ISO 9660.
● Remote Reboot: un PC AMT può essere avviato da un file ISO con capacità di boot
messo a disposizione da un altro PC.
SIMATIC IPC Remote Manager
Per l'utilizzo delle funzioni AMT è disponibile il software "SIMATIC IPC Remote Manager"
per SIMATIC IPC. Il software si può ordinare attraverso il sistema di ordinazione online di
Siemens. Per informazioni dettagliate su "SIMATIC IPC Remote Manager" consultare la
documentazione del prodotto.
Tipici campi di applicazione e funzioni di SIMATIC IPC Remote Manager:
● Manutenzione remota di SIMATIC IPC con AMT, ad es. a fini di assistenza se il sistema
operativo è difettoso o per l'adeguamento di impostazioni del BIOS.
● Diagnostica senza intervento sul posto
● Facilità di assistenza: accesso ai client AMT - come ad es. sistemi headless - senza
hardware aggiuntivo
● Gestione delle risorse
Presupposti
● Un dispositivo con processore Core i5 o Xeon
● Un Management Engine già configurato e funzionante.
● Un collegamento Ethernet già configurato e funzionante.
● Un PC help desk con collegamento Ethernet configurato e funzionante per la funzionalità
AMT completa
SIMATIC IPC847D
62
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Funzioni avanzate del dispositivo
5.3 Trusted Platform Module (TPM)
Configurazione del PC AMT
L'AMT si configura con il setup del BIOS e MEBx (Management Engine BIOS Extension).
MEBx è un'estensione del BIOS per la configurazione di AMT (vedere la descrizione del
BIOS nel capitolo "Dati tecnici").
5.3
Trusted Platform Module (TPM)
A seconda della configurazione ordinata, il dispositivo può essere dotato di un Trusted
Platform Module conforme allo standard 1.2. Trusted Platform Module è un chip che amplia
le funzioni di sicurezza del dispositivo ottimizzando ad es la protezione del computer contro
un'eventuale manomissione. I sistemi operativi Windows 7 e Windows 8 attuali supportano
questa funzione di sicurezza. Trusted Platform Module può essere attivato nel setup del
BIOS dal comando di menu "Advanced" alla voce "Trusted Computing" Osservare le
direttive di importazione ed esportazione specifiche inerenti Trusted Platform Module.
Utilizzo di Trusted Platform Module
Il TPM può essere utilizzato ad es. insieme alla crittografia del drive "BitLocker" in ambiente
Windows 7. Attenersi alle istruzioni del sistema operativo.
Nota
Pericolo di perdita dei dati
In caso di smarrimento della password della crittografia del drive, il ripristino dei dati non è
possibile in quanto l'accesso al drive criptato non è più possibile.
Un reset dell'hardware in caso di smarrimento della password non è contemplato dalla
garanzia.
Si raccomanda pertanto di custodire con cura le password e di proteggerle da accessi non
autorizzati.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
63
Funzioni avanzate del dispositivo
5.3 Trusted Platform Module (TPM)
SIMATIC IPC847D
64
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.1
6
Avvertenze sull'equipaggiamento a posteriori
Il presente capitolo descrive le possibilità di equipaggiamento del dispositivo consentite a
posteriori compresi i drive ed i processori, nonché le relative condizioni di funzionamento
ammesse. I dischi fissi (HDD) possono essere installati nell'apposito supporto interno o, in
opzione, nel cassetto estraibile.
Nel supporto drive interno antivibrazione si possono installare solo drive da 3,5“ e non i drive
SSD o 2,5“.
Possibilità ammesse di equipaggiamento per campo di temperatura compreso tra 5 e 35°C
La massima potenza dissipata ammessa delle schede di ampliamento di memoria è di 80 W.
I dispositivi dotati di disco rigido nel cassetto estraibile per drive non devono subire vibrazioni
e urti durante il funzionamento. Queste limitazioni non si applicano in caso di impiego di
SSD.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
65
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.1 Avvertenze sull'equipaggiamento a posteriori
Possibilità ammesse di equipaggiamento per campo di temperatura compreso tra 5 e 40°C
La massima potenza dissipata ammessa delle schede di ampliamento di memoria è di 80 W.
I dispositivi dotati di disco rigido nel cassetto estraibile per drive non devono subire vibrazioni
e urti durante il funzionamento. Queste limitazioni non si applicano in caso di impiego di
SSD.
Possibilità ammesse di equipaggiamento per campo di temperatura compreso tra 5 e 45°C
La massima potenza dissipata ammessa delle schede di ampliamento di memoria è di 80 W.
I dispositivi dotati di disco rigido nel cassetto estraibile per drive non devono subire vibrazioni
e urti durante il funzionamento. Queste limitazioni non si applicano in caso di impiego di
SSD.
SIMATIC IPC847D
66
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.2 Aprire il dispositivo
Possibilità ammesse di equipaggiamento per campo di temperatura compreso tra 5 e 50°C
La massima potenza dissipata ammessa delle schede di ampliamento è di 30 W. È possibile
installare DVD+/-RW, DVD-ROM e un drive ottico (Slimline), che devono funzionare entro i
limiti di temperatura descritti sopra.
I dispositivi dotati di disco rigido nel cassetto estraibile per drive non devono subire vibrazioni
e urti durante il funzionamento. Queste limitazioni non si applicano in caso di impiego di
SSD.
6.2
Aprire il dispositivo
CAUTELA
Componenti sensibili alle scariche elettrostatiche
Il dispositivo comprende componenti elettronici che possono essere danneggiati dalle
scariche elettrostatiche. Le conseguenze sono il malfunzionamento e il danneggiamento
della macchina o dell'impianto.
Adottare pertanto misure di sicurezza già nell'aprire il dispositivo, ad es. sportelli, coperchi
ecc. Per maggiori informazioni consultare le direttive sui componenti sensibili alle scariche
elettrostatiche (direttive ESD).
Presupposti
● Il dispositivo è scollegato dalla rete di alimentazione.
● Cacciavite TORX T10, T20
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
67
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.2 Aprire il dispositivo
Limitazioni della responsabilità
Tutti i dati tecnici e le autorizzazioni riportati in questo manuale hanno validità soltanto per gli
ampliamenti concessi dalla Siemens.
Per eventuali limitazioni della funzionalità durante l'impiego di dispositivi o componenti di altri
produttori si declina ogni responsabilità.
È necessario rispettare le condizioni di montaggio dei componenti. L'omologazione UL del
dispositivo ha validità soltanto se l'impiego dei componenti omologati UL avviene
nell'osservanza delle "Conditions of Acceptability".
Procedura
1. Aprire lo sportellino frontale.
2. Allentare la vite contrassegnata.
La vite è imperdibile e non si
stacca dalla custodia.
3. Ribaltare il coperchio all'indietro e
rimuoverlo tirandolo verso l'alto.
Chiudere il dispositivo.
Seguire il procedimento inverso.
SIMATIC IPC847D
68
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.3 Ampliamento della memoria
6.3
Ampliamento della memoria
6.3.1
Disinstallazione e installazione dei moduli di memoria
Possibilità di potenziamento della memoria
Sulla scheda madre si trovano 4 slot per moduli di memoria. Si possono utilizzare moduli di
memoria DIMM DDR3. Tecnologia: velocità delle transazioni in memoria 1333 MT/sec (PC310600), 1600MT/sec (PC3-12800), "unbuffered", "no ECC" o "with ECC". Ciò consente di
ampliare fino a 32 GByte la capacità di memoria del rack PC, di cui 3,2 GByte utilizzabili, nei
sistemi operativi a 32 bit, per il sistema operativo e le applicazioni. Si possono installare uno,
due o quattro moduli.
Combinazione
Canale A (esterno)
Canale B
Slot X19
Slot X190
Slot X20
Slot X200
DIMM1-1
DIMM1-2
DIMM2-1
DIMM2-2
1
2 GB/4 GB/8 GB
2
2 GB/4 GB/8 GB
3
Non sono abilitate le combinazioni di tre moduli di memoria
4
2 GB/4 GB/8 GB 2 GB/4 GB/8 GB
Configurazione
massima
8 GB
2 GB/4 GB/8 GB
16 GB
2 GB/4 GB/8 GB 2 GB/4 GB/8 GB 32 GB
Nota
• I moduli di memoria con ECC e senza ECC non possono essere utilizzati insieme.
• Si possono utilizzare solo moduli con la stessa organizzazione 2Rx8 o 1Rx8.
• Se si inseriscono due moduli la memoria funziona in modalità Dual Channel.
• Con l'impiego di schede di ampliamento dotate di memoria propria, ad es. schede
grafiche a partire da 256 MB, la memoria utilizzabile per il sistema operativo a 32 bit e
per le applicazioni può essere inferiore a 3,2 GB.
Per evitare disturbi di funzionamento, può essere necessario estrarre uno o due moduli o
impiegare un modulo con capacità ridotta per impedire che la configurazione fisica della
memoria nella scheda madre e la memoria di riserva della scheda di ampliamento si
sovrappongano.
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
● Se necessario disinstallare la scheda di bus per accedere più facilmente ai moduli di
memoria.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
69
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.3 Ampliamento della memoria
Procedura di installazione dei moduli di memoria
1. In generale installare i moduli di
memoria nel seguente ordine:
1. DIMM 2-1
2. DIMM 1-1
3. DIMM 2-2
4. DIMM 1-2
2. Estrarre dall'involucro il modulo di
memoria,
Afferrarlo solo dagli angoli
superiori. Al momento
dell'inserimento fare attenzione alla
tacca evidenziata.
3. Inserire il modulo di memoria
verticalmente nel posto connettore
della scheda madre.
4. Per evitare che il modulo si inceppi,
premere uniformemente su
entrambi i lati. Uno scatto ben
percettibile indica l'avvenuto
inserimento.
Il modulo è inserito correttamente
se per tutta la sua lunghezza, lo
spessore dei contatti
contrassegnati dal colore oro è
inferiore a 1 mm.
5. Chiudere il dispositivo.
SIMATIC IPC847D
70
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.4 Schede di ampliamento
Disinstallazione del modulo di memoria
1. In generale estrarre i moduli di
memoria nel seguente ordine:
1. DIMM 1-2
2. DIMM 1-1
3. DIMM 2-2
4. DIMM 2-1
2. Aprire contemporaneamente i due
arresti sui lati del modulo di
memoria ed estrarre il modulo di
memoria dal rispettivo slot.
3. Chiudere il dispositivo.
Indicazione della configurazione attuale di memoria
La nuova configurazione della memoria viene rilevata automaticamente. All'accensione
dell'apparecchiatura viene visualizzata automaticamente la ripartizione di "Base and
Extended Memory".
6.4
Schede di ampliamento
6.4.1
Avvertenze sulle schede di ampliamento
Avvertenze sulle specifiche
Il dispositivo è predisposto per i seguenti tipi di schede:
● Specifica PCI 2.3
● PCIe-Gen 2, vengono supportate le schede di ampliamento di tipo PCIe Gen 1 e Gen 2.
● PCIe-Gen 3, vengono supportate le schede di ampliamento di tipo PCIe Gen 1, Gen 2,
Gen 3 e PEG.
Si possono impiegare le schede di ampliamento PCI con tensione di alimentazione di 5 V e
3,3V.
ATTENZIONE
Malfunzionamenti della macchina o dell'impianto
Se non si rispettano le istruzioni meccaniche stabilite nella specifica si possono verificare
problemi nei contatti, malfunzionamenti e difficoltà di montaggio. Di conseguenza la
macchina o l'impianto potrebbero attivare comandi errati.
• Rispettare le istruzioni meccaniche stabilite nella specifica.
• Rispettare le dimensioni ammesse per le schede di ampliamento. Ulteriori informazioni
sono disponibili nel capitolo "Disegni quotati".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
71
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.4 Schede di ampliamento
Avvertenza relativa alle schede di ampliamento PCI e PCIe di tipo lungo
Per consentire l'introduzione nelle rispettive guide delle schede di ampliamento PCI/PCIe
lunghe, queste ultime devono essere provviste di un Extender che viene fornito in dotazione
alle schede PCI/PCIe lunghe.
Avvertenza relativa alle schede di ampliamento PROFINET
Nei dispositivi con CP 1616 onboard, prima di integrare nel sistema una scheda PROFINET,
ad es. un CP 1616, è necessario disabilitare la voce "CP 1616 onboard" nel BIOS.
6.4.2
Disinstallazione e installazione delle schede di ampliamento
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura
1. Estrarre la barra di bloccaggio ③
2. Smontare il coprislot ① sul posto connettore
indicato.
3. Inserire la scheda di ampliamento ② sullo
slot indicato.
4. Fissare nuovamente con le viti il coprislot ①
della scheda di ampliamento.
5. Reinserire la barra di bloccaggio ③*.
6. Sbloccare il premischede libero ③ e
appoggiarlo sulla scheda di ampliamento.
7. Avvitare il premischede.
Per le schede di ampliamento corte, è
possibile estrarre dal fermo meccanico,
girandola, la vite a morsetto ed avvitarla nel
foro situato di fronte.
8. Chiudere il dispositivo.
* Per fissare le schede con un'altezza ridotta vengono forniti in dotazione dei premischede
più lunghi. Sostituire il premischede nella posizione richiesta della barra di bloccaggio.
SIMATIC IPC847D
72
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.4 Schede di ampliamento
Interfaccia PCIe
Sono disponibili i seguenti tipi di interfaccia PCIe:
● PCIe-Gen 2, vengono supportate le schede di ampliamento di tipo PCIe Gen 1 e Gen 2.
● PCIe-Gen 3, vengono supportate le schede di ampliamento di tipo PCIe Gen 1, Gen 2,
Gen 3 e PEG.
Per maggiori informazioni sull'assegnazione degli slot PCI/PCIe consultare il capitolo
"Scheda madre - Struttura e funzionamento (Pagina 153)".
Avvertenza sull'assegnazione delle risorse
A causa delle numerose funzioni della scheda madre, le schede PCI/PCIe dispongono di
due soli interrupt esclusivi. Se le nuove schede di ampliamento installate richiedono più
risorse esclusive, è necessario disattivare le funzioni della scheda madre (disabled). Per le
avvertenze sulle risorse assegnate, vedere il paragrafo Risorse di sistema (Pagina 162). Le
informazioni necessarie per disattivare le funzioni della scheda madre si trovano nella
descrizione del BIOS.
Vedere anche
Scheda bus (Pagina 153)
Assegnazione degli interrupt dei connettori (slot) sulla scheda di bus (Pagina 160)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
73
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
6.5
Drive
6.5.1
Tipi di installazione dei drive
Nel supporto drive anteriore
Pos. Descrizione
①
Supporto drive anteriore
②
Vano per il drive ottico
Slimline
③
1-4 vani per cassetti
estraibili per dischi rigidi
④
Coperture con design
per cassetti estraibili
Nota
Adattatore per cassetti estraibili
Sono disponibili adattatori che consentono di installare da 1 a 3 cassetti estraibili nel
supporto drive anteriore.
Nel supporto drive posteriore (antivibrazione)
Pos. Descrizione
①
Supporto drive
posteriore
②
Due vani per dischi rigidi
(antivibrazioni e antiurto)
SIMATIC IPC847D
74
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
Supporto drive interno (fisso)
Pos. Descrizione
①
Primo vano per dischi
rigidi da 3,5"
Rappresentato nella figura
con disco rigido 3,5"
②
Secondo vano per dischi
rigidi da 3,5"
Rappresentato nella figura
con piastra di adattamento
e drive 2,5"
③
Supporto drive interno
(fisso).
Non è necessario estrarre
il supporto drive per il
montaggio e lo
smontaggio dei dischi
rigidi.
6.5.2
Installazione e disinstallazione del ventilatori per drive
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Nota
Installare solo una ventola dello stesso tipo. Per maggiori informazioni sulle parti di
ricambio originali dei PC SIMATIC visitare il sito Internet:After Sales Informations-System
di SIMATIC PC / PG (http://www.siemens.com/asis)
Installare il ventilatore per drive come indicato in figura. Il ventilatore per drive convoglia
l'aria nella custodia.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
75
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
Procedura
1. Premere la clip ① del connettore
di alimentazione piccolo e
sganciarlo dal connettore di
adattamento più grande tirando
verso l'alto.
2. Estrarre il ventilatore per drive ②
dall'alto (in direzione della freccia).
3. Per reinstallare il ventilatore
spingere il connettore di
alimentazione ① nel connettore di
adattamento finché non si
aggancia.
4. Spingere il ventilatore per drive nel
supporto tenendolo leggermente
inclinato in avanti ③.
Fare attenzione che il supporto del
ventilatore non sporga dal bordo
della custodia. Solo così si può
essere certi che il ventilatore sia
montato correttamente.
Estrazione del connettore di adattamento
Se necessario estrarre anche il connettore di adattamento, ad es. se si smonta il supporto
drive.
1. In tal caso premere le clip ① sui
lati del connettore di adattamento
ed estrarre il connettore dal basso.
SIMATIC IPC847D
76
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
6.5.3
Installazione e disinstallazione dei drive nel supporto drive anteriore
Presupposti
1. Il dispositivo è aperto.
2. Il ventilatore per drive è stato disintallato ed è stato estratto il connettore di adattamento.
Procedura di smontaggio del supporto per drive
1.
Estrarre tutti gli slot per drive dal
cassetto estraibile.
2.
Estrarre le viti di fissaggio
②.
3.
Rimuovere le fascette serracavi
③.
4.
Separare il cavo di alimentazione
e il cavo dati ④ dal cassetto
estraibile inserito.
5.
Sollevare leggermente il supporto
drive ⑤ nei punti indicati dalle
frecce e spostarlo di circa 1 cm
verso l'alimentazione.
6.
Togliere dal dispositivo il supporto
drive ⑤ con attenzione
sollevandolo verso l'alto e
appoggiarlo.
①e
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
77
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
Procedura di disinstallazione del drive per dischi rigidi
Nelle seguenti figure gli slot per drive sono inseriti in modo da facilitare la comprensione.
1.
Allentare le viti a sinistra ① e a
destra ② del supporto drive.
Nell'esempio vengono disinstallati
dal supporto superiore tre cassetti
estraibili.
2.
Estrarre il supporto dal lato
posteriore (in direzione della
freccia).
3.
Allentare le viti ③.
4.
Estrarre il cassetto desiderato
assieme al drive.
SIMATIC IPC847D
78
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
Procedura di disinstallazione del drive ottico
1.
Allentare le 2 × 2 viti nel punto
indicato su entrambi i lati del drive
ottico.
2.
Estrarre il drive ottico.
Installazione dei drive
1. Reinstallare i drive nel supporto procedendo nell'ordine contrario.
2. Reinstallare il supporto drive nel dispositivo procedendo nell'ordine contrario
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
79
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
6.5.4
Installazione e disinstallazione dei drive nel supporto drive interno
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura di smontaggio dei drive
1.
Estrarre il premischede
2.
Estrarre le quattro viti ①.
3.
Separare il cavo di alimentazione
e il cavo dati dai drive inseriti.
4.
Estrarre il supporto drive dalla
custodia.
Installazione del drive
1.
Inserire il drive dal lato anteriore
nel supporto.
2.
Con quattro viti, fissare il drive
all'opposito supporto.
3.
Collegare al drive il cavo di
alimentazione e il cavo di
trasmissione dati.
4.
Installare nuovamente il drive.
SIMATIC IPC847D
80
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
6.5.5
Installazione e disinstallazione di un drive nel supporto fisso del disco rigido
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura di installazione del drive
1.
Collocare il drive ① o ② sulla
placca del supporto e fissarlo con
le (quattro) viti ③ o ④.
2.
Collegare al drive il cavo di
alimentazione e il cavo di
trasmissione dati.
Disinstallazione del drive
1.
Scollegare dal drive il cavo di alimentazione e il cavo dati.
2.
Svitare le quattro viti ③ o ④ ed estrarre il drive dalla custodia.
Vedere anche
Aprire il dispositivo (Pagina 67)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
81
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
6.5.6
Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID
I dischi rigidi possono essere sostituiti nel cassetto estraibile durante il funzionamento in un
sistema RAID1 o RAID5 configurato. Questa funzionalità è denominata "Hot Swap".
Nota
Se è stato invece configurato un sistema non-RAID con più dischi rigidi, prima della
sostituzione di un disco rigido sarà necessario spegnere il dispositivo.
CAUTELA
Danneggiamento del drive
Se si sostituisce un drive attivo si danneggiano sia il drive che i dati. Il dispositivo non è più
utilizzabile correttamente.
Sostituire il drive nel cassetto estraibilie soltanto se il LED di funzionamento "HDD" non è
acceso.
Osservare le direttive ESD. Sostituire il drive con uno nuovo dello stesso tipo e di uguale
capacità.
Punti di installazione dei dischi rigidi nel sistema RAID1
I dischi rigidi di un sistema RAID1 possono essere installati all'interno del dispositivo oppure
nel cassetto estraibile sul lato frontale.
Nota
La sostituzione di un disco rigido con cassetto estraibile nel sistema RAID può essere
eseguita senza spegnere il dispositivo. La sostituzione di un disco rigido interno è consentita
esclusivamente a dispositivo spento.
A livello di sistema operativo, il nuovo disco rigido può essere integrato nel sistema RAID1
con il software RAID. La sincronizzazione può durare alcune ore in funzione del fattore di
utilizzo del sistema.
SIMATIC IPC847D
82
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
①
②
③
④
Cassetto estraibile 0
Cassetto estraibile 1
LED "Power", alimentazione di corrente presente
LED "HDD", accesso al disco rigido
LED di funzionamento dei dischi rigidi in un sistema RAID1
Un disco rigido difettoso nel sistema RAID1 viene segnalato dai LED di funzionamento sul
lato frontale del dispositivo.
Le seguenti tabelle forniscono informazioni sui messaggi dei LED di funzionamento. Se il
disco rigido è difettoso ed è installato il software di controllo SIMATIC i LED di
funzionamento si accendono singolarmente o contemporaneamente.
Disco rigido interno o nel cassetto estraibile
LED di
funzionamento
BIOS RAID
Software RAID
Collegamento SATA
della scheda madre
Drive
HDD0 Alarm
Porta 0
Device Port 0
SATA 0
0
HDD1 Alarm
Porta 1
Device Port 1
SATA 1
1
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
83
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
Punti di installazione dei dischi rigidi nel sistema RAID5
Diversamente dal sistema RAID1, i dischi rigidi di un sistema RAID5 possono essere
installati esclusivamente nel cassetto estraibile sul lato frontale.
Nota
La sostituzione di un disco rigido con cassetto estraibile nel sistema RAID può essere
eseguita senza spegnere il dispositivo.
A livello di sistema operativo, il nuovo disco rigido può essere integrato nel sistema RAID5
con il software RAID. La sincronizzazione può durare alcune ore in funzione del fattore di
utilizzo del sistema.
La figura seguente illustra, a titolo di esempio, un sistema RAID5 con tre dischi rigidi e un
disco rigido hot spare nel cassetto estraibile.
①
②
③
④
⑤
⑥
Cassetto estraibile 0
Cassetto estraibile 1
Cassetto estraibile 2
Cassetto estraibile 3
LED "Power", alimentazione di corrente presente
LED "HDD", accesso al disco rigido
SIMATIC IPC847D
84
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
LED di funzionamento dei dischi rigidi in un sistema RAID5
Un disco rigido difettoso nel sistema RAID5 viene segnalato dai LED di funzionamento sul
lato frontale del dispositivo.
Le seguenti tabelle forniscono informazioni sui messaggi dei LED di funzionamento. Se il
disco rigido è difettoso ed è installato il software di controllo SIMATIC i LED di
funzionamento si accendono singolarmente o contemporaneamente.
LED di
funzionamento
BIOS RAID
Software RAID
Collegamento SATA
della scheda madre
Drive
HDD0 Alarm
Porta 0
Device Port 0
SATA 0
0
HDD1 Alarm
Porta 1
Device Port 1
SATA 1
1
HDD2 Alarm
Porta 2
Device Port 2
SATA 2
2
Allarme HDD3
Porta 3
Device Port 3
SATA 3
3
Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID
1. Individuare il disco rigido che il software RAID ha segnalato come difettoso (HDD sulle
porte 0, 1, 2 o 3).
2. Disinstallare il disco rigido difettoso (disco rigido interno o disco rigido nel cassetto
estraibile).
3. Sostituire il disco rigido difettoso con uno nuovo dello stesso tipo e di uguale capacità.
Avvertenze sul ripristino del gruppo RAID sono riportate nella sezione "Integrazione di un
nuovo disco rigido nel sistema RAID".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
85
Ampliamento e parametrizzazione del dispositivo
6.5 Drive
SIMATIC IPC847D
86
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.1
7
Istruzioni per la riparazione
Esecuzione di riparazioni
Le riparazioni del dispositivo devono essere affidate esclusivamente a personale qualificato.
AVVERTENZA
L'apertura non autorizzata del dispositivo e qualsiasi riparazione da parte di personale non
qualificato possono causare danni materiali e rappresentano un rischio per l'utilizzatore.
• Prima di montare o smontare componenti estrarre la spina di alimentazione.
• Installare solo gli ampliamenti omologati per questo dispositivo. L'installazione di altri
ampliamenti può danneggiare il dispositivo o violare le norme e le direttive di sicurezza
sulle radiointerferenze. Per informazioni sugli ampliamenti di sistema adatti
all'installazione rivolgersi al servizio di assistenza tecnica clienti o al rivenditore
autorizzato.
La garanzia non copre i danni causati al dispositivo in seguito all'installazione o alla
sostituzione di altri ampliamenti di sistema.
CAUTELA
Componenti sensibili alle scariche elettrostatiche (ESD)
Il dispositivo contiene componenti elettronici che possono essere danneggiati dalle cariche
elettrostatiche. Le conseguenze possono essere malfunzionamenti e danni alla macchina o
all'impianto.
Adottare pertanto misure di sicurezza già nell'aprire il dispositivo, ad es. sportelli, coperchio
ecc. Per ulteriori informazioni consultare il capitolo "Direttive ESD".
Limitazioni della responsabilità
Tutti i dati tecnici e le omologazioni del dispositivo valgono solo per l'utilizzo di componenti di
ampliamento con un'omologazione CE valida (marchio CE). Attenersi alle condizioni di
installazione dei componenti di ampliamento riportate nella rispettiva documentazione.
L'omologazione UL del dispositivo è valida solo se i componenti omologati UL vengono
utilizzati secondo le disposizioni ("Conditions of Acceptability").
Per eventuali limitazioni della funzionalità durante l'impiego di dispositivi e componenti di altri
produttori si declina ogni responsabilità.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
87
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.2 Manutenzione
Attrezzi
Le riparazioni del dispositivo possono essere eseguite con i seguenti attrezzi:
● Cacciavite T20 per il collegamento alla barra di terra e la custodia
● Cacciavite T6 per l'installazione e la disinstallazione del drive per DVD
● Cacciavite T10 per tutte le altre viti
Vedere anche
Direttiva ESD (Pagina 117)
Parti di ricambio e riparazioni (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/16611927)
7.2
Manutenzione
7.2.1
Intervalli di manutenzione
Per mantenere un'elevata disponibilità del sistema si consiglia di sostituire preventivamente i
componenti del PC soggetti ad usura rispettando gli intervalli specificati nella seguente
tabella.
7.2.2
Componente
Intervallo di sostituzione
Drive
3 anni
Batteria tampone
5 anni
Ventilatore del dispositivo
3 anni
Filtro
Secondo il grado di imbrattamento
Sostituzione del filtro
Presupposti
Nota
Si possono utilizzare solo filtri dello stesso tipo. Per maggiori informazioni sulle parti di
ricambio originali dei PC SIMATIC visitare il sito Internet:After Sales Information System
SIMATIC IPC (http://www.siemens.com/asis)
I filtri possono essere ordinati indicando il seguente numero di ordinazione: A5E01064980.
SIMATIC IPC847D
88
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.2 Manutenzione
Procedura
1. Aprire lo sportello anteriore ②
quanto basta perché l'arresto ①
sblocchi il coperchio del
ventilatore.
2. Rimuovere il coperchio del
ventilatore.
3. Se necessario sostituire il filtro. Il
filtro si trova nella copertura del
ventilatore. Durante la posa del
filtro assicurare una stesura
uniforme dello stesso sulla
copertura del ventilatore.
Nota
Uso del filtro
Si sconsiglia l'impiego di un filtro usato. Se si intendesse tuttavia riutilizzare lo stesso filtro,
prestare attenzione alla direzione di aspirazione dello stesso nel dispositivo. Non confondere
mai il lato esterno con quello interno del filtro. Generalmente, dopo un uso prolungato, il lato
esterno è molto sporco.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
89
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
7.3
Gestione di sistemi RAID
7.3.1
Esempio di sistema RAID1 nella fase di avvio del sistema
Con <CTRL-I> è possibile configurare l'hardware RAID. La descrizione si trova sul DVD
"Documentation and Drivers".
7.3.2
Esempio di sistema RAID5 nella fase di avvio del sistema
Con <CTRL-I> è possibile configurare l'hardware RAID. La descrizione si trova sul DVD
"Documentation and Drivers".
SIMATIC IPC847D
90
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
7.3.3
Software RAID
Il software RAID "Intel Rapid Storage Technology" offre funzioni avanzate per l'utilizzo e la
gestione del sistema RAID1.
1. Avviare il software RAID dalla voce "Start > Programmi > Intel Rapid Storage
Technology".
2. Selezionare "Manage" > "Advanced", per visualizzare informazioni dettagliate sul sistema
RAID1.
3. Selezionare "Help" > "System Report" > "Save", per creare un report con informazioni
dettagliate sul sistema RAID1.
7.3.4
Controllo dello stato del sistema RAID
Lo stato del sistema RAID viene visualizzato per default nel visualizzatore eventi di Windows
e in un file log del programma. In caso di errori è possibile sincronizzare un disco rigido a
livello di sistema operativo.
Nota
Se il nuovo disco rigido viene sincronizzato sullo sfondo, in funzione delle dimensioni del
disco stesso, la sincronizzazione può richiede molto tempo, quantificabile in più ore e, in
presenza di un carico elevato del disco rigido, anche in giorni.
Il sistema raggiunge lo stato di sicurezza solo al termine della sincronizzazione.
ATTENZIONE
Comando errato della macchina o dell'impianto
Dopo un guasto di un disco rigido i dati vengono sincronizzati. A seconda del carico del
processore e dei dischi rigidi il sistema può reagire con ritardo. In casi estremi, gli input di
comando tramite tastiera, mouse o touch screen vengono elaborati per breve tempo con un
lieve ritardo. Le conseguenze possono essere comandi errati della macchina o
dell'impianto.
Durante la sincronizzazione di un disco rigido non utilizzare funzioni rilevanti per la
sicurezza.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
91
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
7.3.5
Indicazione di un disco rigido difettoso in un sistema RAID nel software RAID
Nota
Sostituire il disco rigido difettoso solamente con un disco nuovo dello stesso tipo e di uguale
capacità.
Per consentire, dopo il verificarsi di un errore, il ritorno allo stato RAID1 sicuro, è necessario
sostituire il disco rigido difettoso con uno nuovo.
Il software RAID mostra quanto segue:
● Un disco rigido difettoso
● Informazioni dettagliate sul disco rigido funzionante:
Il disco rigido funzionante viene visualizzato nel BIOS con il numero della porta e nel
software RAID con il numero di "Device Port".
La figura sottostante mostra la finestra corrispondente nel software RAID in un sistema
RAID1.
Per informazioni su come rilevare e sostituire un disco rigido difettoso nel sistema RAID,
vedere la sezione "Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID (Pagina 82)".
7.3.6
Particolarità da osservare quando nel sistema RAID la sostituzione del disco
rigido è avvenuta nello stato di funzionamento disattivato
Perché il sistema RAID effettui l'avvio, lo si deve impostare al primo posto tra le sorgenti con
funzioni di avvio nel menu "Boot" di setup del BIOS. In caso contrario il boot viene eseguito
dal nuovo disco rigido installato e viene visualizzato il messaggio "Operating System not
found".
SIMATIC IPC847D
92
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
7.3.7
Integrazione di un nuovo disco rigido nel sistema RAID
Allo stato di fornitura il sistema RAID è configurato in modo tale per cui, in caso di errore, si
deve integrare manualmente un nuovo disco rigido. Per fare in modo che il disco rigido
venga integrato automaticamente si deve attivare "Ricostruzione automatica" nel menu
"Preimpostazioni" del software RAID.
Integrazione automatica di un disco rigido
ATTENZIONE
Perdita di dati
Se è impostata l'integrazione automatica il disco rigido da integrare viene controllato per
rilevare informazioni sulle partizioni e i dati disponibili.
Tutte le partizioni e i dati del disco rigido vengono cancellati senza preavviso. Utilizzare
solo dischi rigidi nuovi di fabbrica.
Presupposti:
● È stato attivato "Ricostruzione automatica" nel menu "Preimpostazioni" del software
RAID.
● Il disco rigido è nuovo di fabbrica o configurato come drive di ricambio. Per avvertenze
sulla generazione dei drive di ricambio consultare la documentazione del controller.
Esecuzione
La figura seguente mostra un esempio di rebuild automatico.
Per tutta la durata della procedura di rebuild il disco rigido difettoso continua a essere
visualizzato. La visualizzazione scompare al termine del rebuild.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
93
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
Integrazione manuale di un disco rigido
Se l'opzione "Ricostruzione automatica" del menu "Preimpostazioni" del software RAID è
disattivata (impostazione di default) si deve integrare il disco rigido manualmente.
1. Selezionare "Start" > "Programmi" > "Intel Rapid Storage Technology".
2. Fare clic sull'icona
"Run Hardware Scan now".
Il nuovo disco rigido viene cercato e visualizzato.
Oppure:
1. Riavviare il dispositivo.
Il nuovo disco rigido viene integrato automaticamente dal software RAID.
2. Fare clic sul link "Rebuild to another Disk".
Il sistema RAID viene sincronizzato.
La figura seguente mostra la finestra visualizzata durante l'integrazione di un disco rigido
in un sistema RAID1.
Se si disattiva e si riattiva il sistema senza aver integrato un nuovo disco rigido funzionante,
per la rispettiva porta SATA viene visualizzato il messaggio "unused". Il disco rigido
funzionante può essere integrato mentre il sistema è in funzione. Il nuovo disco rigido sarà
assegnato a una porta SATA e integrato nel sistema RAID.
Per tutta la durata della procedura di rebuild il disco rigido difettoso continua a essere
visualizzato. La visualizzazione scompare al termine del rebuild.
SIMATIC IPC847D
94
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.3 Gestione di sistemi RAID
7.3.8
Integrazione di un disco rigido hot spare nel sistema RAID
Se in un sistema RAID è stato sostituito il disco rigido hot spare, quest'ultimo deve essere
reintegrato in questo sistema.
Presupposti
Nel sistema RAID deve essere stato sostituito un disco rigido hot spare, vedere la sezione
"Sostituzione del disco rigido difettoso nel sistema RAID (Pagina 82)".
Procedura
1. Selezionare "Start" > "Programmi" > "Intel Rapid Storage Technology".
Allo stato di fornitura il sistema RAID è configurato in modo tale per cui un nuovo disco
rigido hot spare viene integrato automaticamente.
Se l'integrazione automatica di un disco rigido nel sistema RAID è stata disattivata, è
necessario integrare il disco rigido manualmente come segue.
2. Fare clic sull'icona
"Run Hardware Scan now".
Il nuovo disco rigido viene cercato e visualizzato.
3. Con il tasto destro del mouse selezionare il nuovo disco rigido, quindi il comando "Mark
Disk as Spare" nel menu di scelta rapida.
4. Nella finestra "Mark Disk as Spare" confermare l'avviso con "Yes".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
95
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4
Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.1
Sostituzione del ventilatore del dispositivo
Presupposti
● Il dispositivo è scollegato dalla rete.
Procedura
1.
Aprire lo sportello anteriore ②
quanto basta perché l'arresto
① sblocchi il coperchio del
ventilatore.
2.
Allentare la vite a testa
zigrinata indicata del supporto
del ventilatore
3.
Togliere il supporto del
ventilatore dalla custodia
sollevandolo verso l'alto.
SIMATIC IPC847D
96
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
4.
Premere la clip ③ del
connettore piccolo del
ventilatore ed estrarlo dal
connettore di adattamento più
grande.
5.
Se necessario estrarre anche il
connettore di adattamento:
premere le clip ④ sui lati del
connettore di adattamento ed
estrarre il connettore dall'alto.
6.
Allentare tutti i chiodi a
espansione ed estrarre il
ventilatore dal supporto.
Montaggio del ventilatore del dispositivo
Nota
Installare solo una ventola dello stesso tipo. Per maggiori informazioni sulle parti di ricambio
originali dei PC SIMATIC visitare il sito Internet:After Sales Informations-System di SIMATIC
PC / PG (http://www.siemens.com/asis)
Al momento dell'installazione del ventilatore, controllare che la freccia sul ventilatore del
dispositivo non sia rivolta verso il supporto del ventilatore stesso. Il ventilatore del dispositivo
convoglia l'aria nella custodia.
Per il montaggio del ventilatore
procedere in ordine inverso.
La figura è riferita alla corretta
posizione di installazione del
ventilatore.
Controllare che il ventilatore funzioni
correttamente mediante il software
DiagBase.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
97
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.2
Sostituzione della batteria tampone
La batteria consente la bufferizzazione dei dati CMOS per il setup del BIOS e dell'orologio
hardware.
Da osservare prima di sostituire
Nota
Le batterie sono componenti soggetti ad usura. Per garantire la funzionalità del PC è
opportuno sostituirle ogni 5 anni.
CAUTELA
Pericolo di danneggiamento
La batteria al litio può essere sostituita esclusivamente con batterie dello stesso tipo oppure
con un tipo di batterie consigliate dal costruttore (nº. d'ordinazione: A5E00047601). Per
maggiori informazioni sulle parti di ricambio originali dei PC SIMATIC visitare il sito
Internet:After Sales Information System SIMATIC IPC (http://www.siemens.com/asis)
ATTENZIONE
Smaltimento delle batterie
Lo smaltimento delle batterie usate deve avvenire in osservanza delle direttive locali.
Presupposti
Nota
A seconda dell'impostazione del BIOS, in seguito alla sostituzione della batteria è possibile
che i dati di configurazione dell'apparecchiatura vengano cancellati.
Nell'impostazione del BIOS "Profile: User" i dati di configurazione dell'apparecchiatura
vengono mantenuti, è necessario riprogrammare soltanto la data e l'ora.
● I parametri del setup del BIOS validi per il dispositivo sono riportati, ad esempio, nella
tabella del capitolo "Auto-Hotspot".
● Il dispositivo è aperto.
SIMATIC IPC847D
98
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
Procedura
1. Se necessario smontare le schede
di ampliamento.
2. Estrarre la batteria dallo zoccolo.
3. Inserire la batteria nello zoccolo,
premendola leggermente.
4. Chiudere il dispositivo.
Reimpostazione del setup del BIOS
A seconda dell'impostazione del BIOS, in seguito alla sostituzione della batteria è possibile
che i dati di configurazione dell'apparecchiatura vengano cancellati e che debbano essere
reimpostati nel setup del BIOS.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
99
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.3
Disinstallazione dell'alimentazione AC
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
● Cacciavite T10
Procedura
1. Estrarre i cavi dei drive e della scheda madre.
2. Rimuovere la fascetta serracavi che fissa i cavi nella
custodia.
3. Svitare le viti di fissaggio ① della piastrina di fermo.
4. Tirandolo all'indietro, estrarre l'alimentatore dall'involucro
quanto basta per accedere al cavo di alimentazione della
scheda di bus.
5. Estrarre il cavo di alimentazione della scheda di bus.
6. Svitare le viti di fissaggio ② dell'alimentatore di rete sulla
piastrina di fermo.
7.4.4
Disinstallazione dell'alimentazione ridondata
Procedura
In caso di guasto ad un modulo dell'alimentazione ridondata, il sistema rimane in funzione
quanto basta a consentire un normale arresto.
1. Con l'ausilio dei LED ①, stabilire quale modulo
sia difettoso (il LED sul modulo è spento).
2. Arrestare il sistema in modo che l'alimentazione
venga spenta.
3. Scollegare il cavo di alimentazione del modulo
difettoso.
4. Allentare la vite con intaglio a croce ② del modulo
difettoso.
5. Estrarre il modulo difettoso dal gancio.
6. Inerire il nuovo modulo e fissarlo con la vite.
7. Ricollegare il cavo di alimentazione e avviare
nuovamente il dispositivo.
SIMATIC IPC847D
100
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.5
Sostituire completamente l'alimentazione ridondata
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
● Cacciavite T10
Procedura
1. Rimuovere tutti i moduli
dall'alimentazione come sopra
descritto.
2. Estrarre i cavi di alimentazione dei
drive e della scheda madre.
3. Rimuovere la fascetta serracavi che
fissa i cavi di alimentazione nella
custodia.
4. Allentare la vite Torx T10
all'interno del dispositivo.
①
5. Allentare le sei viti Torx T10 ② sul
lato posteriore.
6. Spingere l'alimentazione nella
direzione del supporto drive anteriore
fino a quanto la testa della vite sarà
correttamente inserita nel foro di
fissaggio.
7. Estrarre l'alimentazione dalla
custodia.
8. Per il montaggio della nuova
alimentazione procedere in ordine
inverso.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
101
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.6
Disinstallazione della scheda bus
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura
1. Estrarre l'unità dagli slot.
2. Svitate le 6 viti ① della scheda del
bus.
3. Estrarre tutti i connettori dalla
scheda di bus.
4. Estrarre la scheda del bus dalla
scheda madre.
7.4.7
Disinstallazione del pannello operatore
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura
1. Allentare le viti di fissaggio ①.
2. Allentare i cavi ② dell'unità di
visualizzazione.
SIMATIC IPC847D
102
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.8
Disinstallare la scheda madre
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
Procedura
1. Estrarre le unità dai posti connettore.
2. Smontare la scheda di bus.
3. Separare tutti i cavi dalla scheda madre
prendendo nota della rispettiva
assegnazione.
4. Allentare le viti ③ del corpo di
raffreddamento della CPU.
5. Sbloccare la levetta della gabbietta di
ritenzione del processore e rimuovere il
processore (vedere il capitolo
"Sostituzione del processore").
6. Svitate le tre viti ② e i sei bulloni a testa
esagonale ① della scheda madre.
7. Estrarre i bulloni a testa esagonale dalle
interfacce sul retro del dispositivo. A
seconda del modello di dispositivo si
devono svitare due o quattro bulloni.
Nella figura accanto è rappresentata a
titolo di esempio un'interfaccia COM con
due bulloni.
La scheda madre di ricambio viene fornita senza processore, raffreddatore del processore,
moduli di memoria e scheda bus.
Principi
Per il montaggio della nuova scheda madre procedere in ordine inverso.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
103
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
7.4.9
Sostituzione del processore
Presupposti
● Il dispositivo è aperto.
● Un processore adatto
Sulla scheda madre del dispositivo è consentito installare solo un processore abilitato. Un
eventuale cambio del tipo di processore deve essere seguito da un aggiornamento del
BIOS per consentire il caricamento del microcodice adeguato. Per maggiori informazioni
sui pezzi di ricambio originali degli IPC SIMATIC visitare il sito Internet:
– Partner di riferimento (http://www.siemens.com/automation/partner)
– After Sales Information System SIMATIC IPC (http://www.siemens.com/asis)
Procedura
1. Smontare la scheda di bus.
2. Togliere le viti ① dal corpo di raffreddamento della CPU (vedere il capitolo
"Disinstallazione della scheda madre").
3. Rimuovere il dissipatore.
4. Sbloccare la levetta ② della gabbietta di ritenzione del processore e ribaltarla
completamente all'indietro. La gabbietta di ritenzione sblocca il processore (figura
analoga).
5. Rimuovere il processore dagli appositi punti di presa laterali ④. Non toccare il
processore né i pin (vedere i dati tecnici, capitolo "Direttiva ESD").
6. Posizionare il nuovo processore sullo zoccolo come mostra la figura.
Al momento dell'inserimento del processore, controllate che la codifica del processore
corrisponda a quella dello zoccolo.
7. Ribaltare nuovamente la levetta ② in avanti. Assicurarsi che la gabbietta di ritenzione
comprenda la vite ③.
8. Premere completamente la levetta verso il basso e bloccarla nuovamente.
SIMATIC IPC847D
104
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.4 Installazione e disinstallazione dell'hardware
ATTENZIONE
Danneggiamento del processore
Il meccanismo di bloccaggio potrebbe incastrarsi. Premendo verso il basso si danneggia
il meccanismo. Il processore non viene fissato correttamente dalla gabbietta di
ritenzione. Di conseguenza si possono verificare malfunzionamenti.
• Non esercitare mai una forza eccessiva.
• Riportare la levetta in posizione e ripetere il tentativo.
Le operazioni successive sono descritte nel manuale tecnico della scheda madre contenuto
sul DVD "Documentation & Drivers" in dotazione.
Tipo di processore e frequenza di clock
Quando si sostituisce un processore occorre eseguire un aggiornamento del BIOS. Con
l'aggiornamento viene caricato il microcodice adatto al processore.
Nota
Danneggiamento del processore a causa di una frequenza di clock troppo alta
Se il processore installato viene utilizzato con una frequenza di clock maggiore di quella
consentita, il processore potrebbe andare distrutto e causare la perdita di dati.
Utilizzare il processore con una frequenza di clock uguale o inferiore a quella consentita.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
105
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
7.5
Installazione del software
7.5.1
Sorgenti per l'installazione del sistema operativo
Un sistema operativo difettoso può essere reinstallato con l'ausilio dei seguenti DVD:
● Del DVD di recupero e del DVD "Documentation and Drivers"
Il DVD di recupero è in dotazione se si ordina un dispositivo con sistema operativo. Il
DVD di recupero contiene:
– Il programma di installazione del sistema operativo con le lingue supportate
– I tool di configurazione dei drive
La lingua di base del sistema operativo installato è l'inglese. Eventuali altre lingue
necessarie possono essere installate dal DVD di recupero.
Il DVD "Documentations and Drivers" contiene la documentazione e i driver hardware.
● Dal DVD di recupero
Il DVD di ripristino è compreso in dotazione se si ordina un dispositivo con sistema
operativo. Il DVD contiene un file d'immagine dei seguenti software:
– Sistema operativo con i driver installati
– Software di controllo, ad es. DiagBase.
7.5.2
Aggiornamento del sistema operativo
Windows
Gli aggiornamenti del sistema operativo Windows sono disponibili sul sito Microsoft
(http://www.microsoft.com) e nel dispositivo nel menu di avvio "Start > All Programs >
Windows Update > Check for updates".
Nota
Prima di procedere al'installazione di nuovi drive e di aggiornamenti del sistema operativo in
Windows MUI è necessario impostare sull'inglese (US) la lingua standard dei menu e delle
finestre di dialogo nelle Opzioni internazionali.
Altri sistemi operativi
Si prega di rivolgersi alla rispettiva casa produttrice.
SIMATIC IPC847D
106
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
7.5.3
Installazione di driver e software
Presupposti
In presenza di un sistema operativo Windows multilingue:
Impostare su "Inglese (US)" la lingua standard per i menu e le finestre di dialogo alla voce
Opzioni internazionali.
Procedura
Installazione dei driver
1. Se il dispositivo è sprovvisto di drive DVD, collegare all'interfaccia USB un drive DVD
USB esterno.
2. Inserire il DVD "Documentation and Drivers" in dotazione.
3. Avviare il programma "Start".
4. Nell'indice selezionare "Driver".
5. Selezionare dispositivo e sistema operativo.
6. Selezionare il driver desiderato.
7. Aprire la cartella dei dati del driver facendo clic sul link accanto a "Percorso driver" o
"Driverpath".
8. Avviare il programma di setup nella cartella.
Nota
In caso di una nuova installazione di Windows Server 2008 R2 o Windows 7, il driver per
il set di chip deve essere installato per primo. Successivamente possono essere installati
i driver di tutti gli altri dispositivi.
Installazione del software
● Per informazioni sull'installazione dei pacchetti software SIMATIC consultare la rispettiva
documentazione
● Per informazioni sugli aggiornamenti dei driver e l'installazione dei programmi utente
rivolgersi al produttore
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
107
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
7.5.4
Installazione di Windows 7 o Windows Server 2008 R2
Nota
Per informazioni specifiche sull'utilizzo dei sistemi operativi Windows consultare i manuali
seguenti:
• Windows 7, Riferimento tecnico, MS Press Nr. 5913
• Windows Server 2008 R2, Riferimento tecnico, MS Press Nr. 5919
I manuali citati non sono compresi nella fornitura.
Presupposti
È necessario il DVD di recupero del sistema operativo da installare, Questo DVD è in
dotazione se viene configurato un dispositivo con sistema operativo.
Se si utilizzano controller per dischi che il sistema operativo non conosce, ad es. controller
RAID o AHCI, copiare il driver corrispondente al controller su una chiavetta USB da tenere a
portata di mano. Il driver del controller viene richiesto durante l'installazione.
Procedura
1. Se il dispositivo è sprovvisto di drive DVD, collegare all'interfaccia USB un drive DVD
USB esterno.
2. Inserire il DVD di recupero nell'apposito drive.
3. Riavviare il dispositivo.
4. All'avvio del dispositivo premere, e tenere premuto, il tasto <Esc>.
Al termine dell'inizializzazione compare il menu di selezione del BIOS.
5. Premere il pulsante "Boot Manager".
6. Selezionare il drive ottico mediante i tasti cursore. Il drive è contrassegnato da una "P"
davanti al numero di porta SATA.
Esempio:
P5: DV-W28S-A
7. Confermare la selezione con il tasto Invio.
8. Alla successiva richiesta premere subito un tasto qualsiasi per installare il sistema
operativo dal DVD di recupero.
Press any key to boot from CD or DVD ..
Dopo alcuni secondi viene visualizzato il programma di installazione "Install Windows".
9. Seguire le istruzioni del programma di installazione.
Per ulteriori informazioni vedere la seguente sezione.
SIMATIC IPC847D
108
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
Programma di installazione "Install Windows"
La lingua del programma di installazione e del sistema operativo è preimpostata sull'inglese.
Una volta installato il sistema operativo la lingua si può modificare. Informazioni su
quest'argomento sono disponibili nel capitolo "Impostazione della selezione della lingua con
la Multilanguage User Interface (MUI)".
Creazione delle partizioni e integrazione di controller per dischi sconosciuti al sistema
operativo
Nel corso dell'installazione è possibile creare partizioni e integrare controller per dischi che il
sistema operativo non conosce. Nel programma di installazione "Install Windows"
selezionare il tipo di installazione "Custom (advanced)" quando richiesto.
Le seguenti finestre di dialogo riportano esempi delle finestre visualizzate durante
quest'operazione:
Refresh
Aggiornamento
Load Driver
Integrazione di driver per controller non conosciuti al sistema operativo ma
necessari per l'installazione. Leggere le informazioni contenute nella sezione
"Avvertenze per sistemi con controller RAID o AHCI".
Drive options
(advanced)
Visualizzazione di ulteriori funzioni che consentono di configurare i supporti dati,
vedere la figura "Finestra di installazione di Windows "Drive options
(advanced)"".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
109
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
Refresh
Aggiornamento
Load Driver
Integrazione di driver per controller non conosciuti al sistema operativo ma
necessari per l'installazione. Leggere le informazioni contenute nella sezione
"Avvertenze per sistemi con controller RAID o AHCI".
Delete
Cancellazione di una partizione
Extend
Modifica delle dimensioni della partizione
Format
Formattazione di una partizione
New
Creazione di una partizione
Identificativo per messaggi di errore, ad es. se il supporto dati non è stato
formattato con il formato richiesto "NTFS".
Nota
Se si desidera installare il sistema operativo su un supporto dati collegato con un controller
per dischi che il sistema operativo non conosce, è necessario integrare il driver del controller
per dischi. Integrare il driver prima di partizionare il supporto dati e di installare il sistema
operativo. Per ulteriori indicazioni sull'integrazione di controller per dischi vedere il capitolo
"Avvertenze per sistemi con controller RAID o AHCI".
SIMATIC IPC847D
110
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
1. Assicurarsi che la partizione nella quale installare il sistema operativo abbia dimensioni
sufficienti e che sia stata configurata con un file system NTFS.
Le dimensioni minime consigliate per questa partizione variano in funzione del sistema
operativo da installare, della memoria di lavoro disponibile e del software aggiuntivo che
si desidera utilizzare. Le tabelle seguenti contengono informazioni sulla partizione dei
supporti dati allo stato di fornitura.
2. Selezionare la partizione nella quale installare il sistema operativo.
3. Fare clic su "Next".
Viene avviata l'installazione. Il sistema operativo Windows viene installato sul supporto
dati.
Partizioni per Windows 7 e Windows Server 2008 R2 allo stato di fornitura
Partizione
Nome
Dimensioni
File system
Prima
BOOT
100 Mbyte
Viene configurato automaticamente dal
programma di installazione
Seconda
SYSTEM
100 Gbyte
NTFS non compresso
Terza
DATA
Resto
NTFS non compresso
Avvertenze per sistemi con controller RAID e AHCI
I controller per dischi che il sistema operativo non conosce devono essere resi noti a
quest'ultimo prima dell'installazione nel programma "Install Windows".
Presupposti
Il driver del controller è stato copiato su una chiavetta USB.
1. Collegare la chiavetta USB con il driver del controller al dispositivo.
2. Avviare il programma di installazione "Install Windows" come descritto sopra.
3. Nella finestra di installazione di Windows selezionare "Load Drivers".
4. Selezionare il driver opportuno dalla chiavetta USB.
7.5.5
Impostazione delle lingue con la Multilanguage User Interface (MUI)
La rappresentazione di menu, finestre di dialogo e altri dati, come ad es. data e ora, può
essere impostata su una lingua diversa. È possibile selezionare una delle lingue
preimpostate oppure installare nuovi pacchetti di lingue.
Le seguenti sequenze di comandi sono descritte in inglese. A seconda della
preimpostazione possono essere visualizzati in altre lingue.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
111
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
Procedura
Nota
Per informazioni specifiche sull'impostazione della selezione della lingua nei sistemi
operativi Windows consultare i manuali seguenti (non compresi in dotazione):
• Windows 7 Riferimento tecnico (MS Press Nr. 5913)
• Windows Server 2008 Riferimento tecnico (MS Press Nr. 5919)
Modifica delle impostazioni per lingua, paese e formati dell'account utente registrato
1. Selezionare:
"Start > Control Panel > Clock, Language, and Region > Regional and Language
Options"
2. Nelle schede "Formats", "Location und Keyboards and Languages" è possibile eseguire
le modifiche desiderate.
Modifica delle impostazioni per lingua, paese e formati dell'account di sistema e dell'account
utente standard
Le impostazioni della lingua, del paese e dei formati utilizzati dall'account di sistema (ad es.
la lingua nella maschera di login dell'utente) e le impostazioni dell'account utente standard
(impostazione standard per nuovi utenti) possono essere modificate. Le impostazioni
dell'utente registrato vengono copiate nell'account di sistema e nell'account utente standard.
1. Selezionare:
"Start > Control Panel > Clock, Language, and Region > Regional and Language
Options"
2. Nella scheda "Administrative" è possibile eseguire le modifiche desiderate. Facendo clic
sul pulsante opportuno si copiano le impostazioni.
Installazione del pacchetto di lingue
I pacchetti di lingue disponibili sono descritti nel capitolo "Configurazione del dispositivo".
Alcuni pacchetti di lingue sono contenuti nel DVD di recupero, nella cartella
"Languagepacks".
1. Selezionare:
"Start > Control Panel > Clock, Language, and Region > Regional and Language
Options"
2. Selezionare la scheda "Keyboards and Languages".
3. Fare clic sul pulsante "Install/uninstall languages" ed eseguire le modifiche desiderate.
SIMATIC IPC847D
112
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
7.5.6
Ripristino dello stato di fornitura
Il DVD di ripristino consente il ripristino del software originale sulle impostazioni di fabbrica. Il
DVD contiene le immagini e gli strumenti necessari per il trasferimento del software sul disco
rigido o gli SSD del dispositivo.
Esiste la possibilità di ripristino allo stato di fornitura:
● Ripristino dell'intero disco rigido/SSD con i drive C e D
● Ripristino del drive C
I dati salvati sul drive D vengono mantenuti.
Backup dell'autorizzazione e della chiave di licenza
● Verificare se sia possibile salvare l'autorizzazione o la chiave di licenza sul drive e, in
caso affermativo, procedere all'operazione.
● In caso contrario, rivolgersi al Customer Support per ottenere informazioni
sull'autorizzazione necessaria per l'abilitazione del rispettivo software.
ATTENZIONE
Pericolo di perdita dei dati
Selezionando l'opzione "Ripristina soltanto la partizione di sistema" ", tutti i file presenti
sul drive C: (sistema) vengono cancellati. Tutti i dati, le impostazioni d'utente nonché le
autorizzazioni presenti e le License Keys presenti sul drive C: vanno perdute. Il drive C:
viene completamente cancellato, riformattato e sovrascritto con il software di fornitura
originale.
Selezionando l'opzione "Ripristina l'intero disco rigido", TUTTI i dati, le impostazioni
personalizzate, nonché le autorizzazioni e le chiavi di licenza esistenti sull'intero drive
vanno perdute.
Procedura
1. Se il dispositivo è sprovvisto di drive DVD, collegare all'interfaccia USB un drive DVD
USB esterno.
2. Inserire il DVD di recupero del drive per DVD.
3. Riavviare il dispositivo.
4. All'avvio del dispositivo premere, e tenere premuto, il tasto <Esc>.
Al termine dell'inizializzazione compare il menu di selezione del BIOS.
5. Premere il pulsante "Boot Manager".
6. Nel menu di avvio selezionare il drive ottico utilizzando i tasti cursore.
Il drive è contrassegnato da una "P" davanti al numero di porta SATA.
Esempio: P5: DV-W28S-A
7. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
113
Manutenzione e riparazione del dispositivo
7.5 Installazione del software
Nota
Tutti i dati, programmi, impostazioni utente e autorizzazioni o chiavi di licenza presenti nei
drive vengono cancellati.
7.5.7
Installazione del software del controller RAID
Per installare il software del controller RAID onboard si utilizza il driver apposito.
7.5.8
CP 1616 onboard
Driver del dispositivo NDIS
Attenersi alle avvertenze contenute nella descrizione driver dispositivo_CP16xx.pdf sul DVD
"Documentation and Drivers" in dotazione.
PROFINET IO
Attenersi alle istruzioni dei dispositivi SIMATIC e della documentazione SIMATIC NET
riportate nel capitolo "Collegamento del dispositivo".
SIMATIC IPC847D
114
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
8
Dati tecnici
8.1
Certificati e omologazioni
Certificato ISO 9001
Il sistema di controllo qualità dell'intero processo di realizzazione dei nostri prodotti (sviluppo,
produzione e commercializzazione) soddisfa i requisiti della Norma ISO 9001:2008.
Ciò è stato a noi confermato dall'ente DQS (Deutsche Gesellschaft zur Zertifizierung von
Qualitätsmanagementsystemen mbH, ente tedesco per la certificazione di sistemi di
gestione della qualità).
N° di certificato: 001323 QM08
Contratti di licenza software
Se il dispositivo viene fornito con il software installato osservare i relativi contratti di licenza.
Omologazione UL
Il dispositivo è provvisto delle seguenti omologazioni:
● Underwriters Laboratories secondo Standard-UL 60950-1, File no. E11 5352
● Canadian National Standard CAN/CSA-C22.2 No. 60950-1-07 (I.T.E)
FCC e Canada
USA
Federal
Communications
Commission
Radio Frequency
Interference
Statement
This equipment has been tested and found to comply with the limits for a Class
A digital device, pursuant to Part 15 of the FCC Rules. These limits are designed
to provide reasonable protection against harmful interference when the
equipment is operated in a commercial environment. This equipment generates,
uses, and can radiate radio frequency energy and, if not installed and used in
accordance with the instruction manual, may cause harmful interference to radio
communications. Operation of this equipment in a residential area is likely to
cause harmful interference in which case the user will be required to correct the
interference at his own expense.
Shielded Cables
Shielded cables must be used with this equipment to maintain compliance with
FCC regulations.
Modifications
Changes or modifications not expressly approved by the manufacturer could
void the user’s authority to operate the equipment.
Conditions of
Operations
This device complies with Part 15 of the FCC Rules. Operation is subject to the
following two conditions: (1) this device may not cause harmful interference, and
(2) this device must accept any interference received, including interference that
may cause undesired operation.
CANADA
Canadian Notice
This Class B digital apparatus complies with Canadian ICES-003.
Avis Canadien
Cet appareil numérique de la classe B est conforme à la norme NMB-003 du
Canada.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
115
Dati tecnici
8.2 Direttive e dichiarazioni di conformità
AUSTRALIA
Il presente prodotto soddisfa i requisiti della norma EN 61000-6-3:2007 Norme generiche Emissione per gli ambienti residenziali, commerciali e dell'industria leggera.
This product meets the requirements of the standard EN 61000-6-3:2007 Generic standards
- Emission standard for residential, commercial and light-industrial environments.
COREA
Questo prodotto soddisfa i requisiti della certificazione coreana.
This product satisfies the requirement of the Korean Certification (KC Mark).
이 기기는 업무용(A급) 전자파 적합기기로서 판매자 또는 사용자는 이 점을 주의하시기
바라며 가정 외의 지역에서 사용하는 것을 목적으로 합니다.
8.2
Direttive e dichiarazioni di conformità
8.2.1
Marcatura CE
Il dispositivo ottempera alle direttive elencate nei paragrafi seguenti.
Dichiarazione di conformità CE
La rispettiva dichiarazione di conformità è disponibile in Internet all'indirizzo: Certificati del
rack PC (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/10805674/134200).
Compatibilità elettromagnetica EMC
Questo prodotto soddisfa i requisiti richiesti dalla direttiva CE 2004/108/CEE "Compatibilità
elettromagnetica".
Il dispositivo trova applicazione, in conformità con il marchio CE, nei seguenti settori:
Campo di impiego
Requisiti di
Emissione di disturbi
Resistenza ai disturbi
EN 61000-6-4: 2007 +A1:2011
EN 61000-6-2: 2005
In ambito domestico, commerciale EN 61000-6-3: 2007 +A1:2011
e industriale, in piccole aziende
EN 61000-6-1: 2007
Industria
I dispositivi sono a norma EN 61000-3-2:2006 +A1:2009 +A2:2009 (emissioni di corrente
armonica) ed EN 61000-3-3:2008 (fluttuazioni di tensione e flicker).
Direttiva sulla bassa tensione
Il dispositivo soddisfa i requisiti della Direttiva europea 2006/95/CEE sulla "bassa tensione".
L'osservanza di questa norma è stata testata ai sensi della norma EN 60950-1:2006
+A11:2009 +A1:2010 +A12:2011.
SIMATIC IPC847D
116
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.2 Direttive e dichiarazioni di conformità
8.2.2
Direttiva ESD
Significato di ESD
Un modulo elettronico è dotato di componenti elettronici ad alta integrazione. Dal punto di
vista tecnico, questi elementi elettronici sono molto sensibili alle sovratensioni e quindi
anche alle scariche elettrostatiche. I componenti elettronici o le unità di questo tipo sono
contrassegnati come componenti ESD.
Per i componenti sensibili alle scariche elettrostatiche si utilizzano le seguenti sigle:
● ESD – Componenti sensibili alle cariche elettrostatiche
● ESD – Electrostatic Sensitive Device come denominazione di uso internazionale
I componenti sensibili alle scariche elettrostatiche possono essere contrassegnati con un
apposito simbolo.
ATTENZIONE
Danneggiamento dei componenti ESD tramite contatto
I componenti sensibili alle scariche elettrostatiche (ESD) vengono distrutti già da tensioni
decisamente inferiori alla soglia di percezione umana. Queste tensioni si formano già
quando si tocca un componente o un contatto elettrico di un'unità senza avere prima
scaricato l'elettricità elettrostatica accumulata dal corpo.
Il danno subito da un componente a causa di una sovratensione solitamente non è
riconoscibile nell'immediato ma solo dopo un periodo di esercizio prolungato. Le
conseguenze sono incalcolabili: da anomalie di funzionamento imprevedibili fino al guasto
totale della macchina o dell'impianto.
Evitare il contatto diretto con i componenti. Assicurare una buona messa a terra del
personale, del posto di lavoro e dell'imballaggio.
Carica
Ogni persona che non è collegata in modo conduttivo con il potenziale elettrico dell'ambiente
circostante può essere caricata elettrostaticamente.
Particolarmente importante è il materiale con il quale la persona entra in contatto. La figura
mostra i valori max. delle tensioni elettrostatiche con le quali si carica una persona in
funzione dell'umidità dell'aria e del materiale. Tali valori corrispondono alle direttive IEC
61000-4-2.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
117
Dati tecnici
8.2 Direttive e dichiarazioni di conformità
①
②
③
Materiale sintetico
Lana
Materiale antistatico come legno o calcestruzzo
ATTENZIONE
Attenzione rivolta alla messa a terra
In mancanza di messa a terra non si ha compensazione del potenziale. Poiché le scariche
elettrostatiche non vengono deviate, l'ESD è esposto a eventuali danneggiamenti.
Proteggersi dalle scariche di elettricità statica. Quando si usano ESD, si raccomanda di
garantire una buona messa a terra delle persone addette ai lavori e del posto di lavoro.
Misure di protezione contro l'elettricità statica
● Prima di inserire o disinserire unità con ESD, staccare il connettore dell'alimentazione di
corrente.
● Provvedere a una buona messa a terra:
– Quando si utilizzano delle unità sensibili alle scariche elettrostatiche è necessario
prevedere una buona messa a terra del personale, del posto di lavoro, dei dispositivi
utilizzati, degli attrezzi e dell'imballaggio. Si evita così di accumulare energia
elettrostatica.
● Evitare il contatto diretto:
– Toccare fondamentalmente le unità sensibili alle scariche elettrostatiche solo in caso
di interventi di manutenzione inevitabili.
– Toccare le unità sul bordo, evitando di toccare sia i pin che le piste del circuito
stampato. In questo modo l'energia delle scariche non può raggiungere e danneggiare
i componenti sensibili.
– Scaricare l'elettricità statica accumulata dal corpo prima di eseguire misurazioni su
un'unità. A questo scopo è sufficiente toccare un oggetto metallico collegato a terra.
Utilizzare solo strumenti di misura messi a terra.
SIMATIC IPC847D
118
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.3 Disegni quotati
8.3
Disegni quotati
8.3.1
Misure del dispositivo
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
119
Dati tecnici
8.3 Disegni quotati
8.3.2
Disegno quotato delle guide telescopiche
8.3.3
Disegno quotato delle schede di ampliamento
SIMATIC IPC847D
120
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.3 Disegni quotati
La seguente figura specifica la dimensione massima della scheda di ampliamento PCI-/PCI
Express installabile, senza angolo dello slot e retainer.
PCI
PCIe
Significato
DIM A
106,68 mm
111,15 mm
Dal bordo inferiore della scheda di ampliamento a quello
superiore
DIM B
111,94 mm
116,4 mm
Dal bordo inferiore della scheda di ampliamento al bordo
inferiore del fermo
DIM C
113,44 mm
117,9 mm
Dal bordo inferiore della scheda di ampliamento al fermo
DIM D
123,54 mm
128,0 mm
Dal bordo inferiore della scheda di ampliamento al lato
inferiore del coperchio del dispositivo
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
121
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
8.4
Dati tecnici
8.4.1
Dati tecnici generali
Dati tecnici generali
Numeri di ordinazione
6AGA114-2... (per informazioni dettagliate consultare i
documenti di ordinazione)
Dimensioni
430,4 × 177,4 × 444,4 (L × A × P in mm). Per maggiori
dettagli sulle dimensioni vedere il capitolo "Disegni quotati".
Peso
min. 16 kg, max. 23 kg
Tensione di alimentazione (UN)
AC 100 - 240 V (-15%, +10%), Campo valori; con
superamento di cadute di tensione di breve durata secondo
NAMUR:
Corrente in ingresso AC
Corrente permanente fino a 7 A all'avvio fino a 30 A per 5ms
Frequenza della tensione di rete
50 – 60 Hz (da min. 47 Hz a max. 63 Hz, sinusoidale)
Breve interruzione della tensione di
rete
Min. 20 ms a 93 V
(max. 10 eventi all'ora; tempo di ripristino almeno 1 s)
Assorbimento di potenza
Alimentazione AC ridondata:
max.300 W con rendimento del 70 %
Alimentazione AC:
max.270 W con rendimento del 80 %
Potenza dissipata / emissione termica
300 W= 300 J/s =0,28 BTU/s
270 W= 270 J/s =0,26 BTU/s
Corrente fornita (DC)
+5 V/26 A + 3,3 V/24 A, sono consentiti complessivamente
190 W
+12 V/15 A +12 V/15 A -12 V/0,2 A +5 Vaux/2 A
La potenza complessiva di tutte le tensioni è di max. 210 W.
Emissione di rumore
< 55 dB(A) a 25°C secondo DIN EN ISO 7779
Tutti i drive in funzione, carico elevato sulla CPU
< 45 dB(A) a 25°C secondo DIN EN ISO 7779
Drive ottici non attivi, carico ridotto sulla CPU
< 35 dB(A) a 25°C secondo DIN EN ISO 7779
Profilo ventilatore silenzioso, desktop a riposo, drive non
attivi, alimentazione AC standard
Grado di protezione
IP 41 sul lato frontale, IP 20 sul lato posteriore, secondo
IEC 60529
Protezione dalla polvere
Con sportello anteriore chiuso
classe del filtro G2 EN 779, le particelle > 0,5 mm vengono
trattenute per il 99 %
SIMATIC IPC847D
122
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
Dati tecnici generali
Sicurezza
Classe di protezione
Classe di protezione I secondo IEC 61140
Norme di sicurezza
•
IEC 60950-1
•
EN 60950-1
•
UL 60950 -1
•
CSA C22.2 No 60950-1-07
Compatibilità elettromagnetica (EMC)
Emissione di disturbi (AC)
EN 61000-6-3, FCC Classe A
EN 61000-6-4;
CISPR 22,EN 55022 classe B
EN 61000-3-2 classe D; EN 61000-3-3
Immunità alle interferenze: disturbi
± 2 kV; (secondo IEC 61000-4-4; burst)
condotti sui conduttori di alimentazione ± 1 kV; (secondo IEC 61000-4-5; surge symm.)
± 2 kV; (secondo IEC 61000-4-5; surge unsymm.)
Immunità alle interferenze sui
conduttori di segnale
± 1 kV;(secondo IEC 61000-4-4; burst; lunghezza< 30 m)
± 2 kV; (secondo IEC 61000-4-4; burst; lunghezza > 30 m)
± 2 kV; (secondo IEC 61000-4-5; surge; lunghezza > 30 m)
immunità alle interferenze dovute a
scariche elettrostatiche
± 6 kV scarica elettrostatica a contatto;
(secondo IEC 61000-4-2)
± 8 kV scarica elettrostatica in aria; secondo IEC 61000-4-2
Immunità alle interferenze provocate
dall'irradiazione ad alta frequenza
10 V/m, 80-1000 MHz e 1,4 - 2 GHz, 80% AM;
(secondo IEC 61000-4-3)
3 V/m 2 - 2,7 GHz, 80% AM (secondo IEC 61000-4-3)
10 V, 10 KHz-80 MHz; 80% AM; (secondo IEC 61000-4-6)
Campo magnetico
100 A/m, 50 Hz/60 Hz; (secondo IEC 61000-4-8)
Condizioni climatiche
Temperatura
Test effettuato secondo:
IEC 60068-2-2, IEC 60068-2-1, IEC 60068-2-14
- di esercizio
- di immagazzinamento/trasporto
•
+ 5 °C ... + 45 °C senza funzionamento masterizzatore
•
+ 5 °C ... + 50 °C drive ottico non in funzione
potenza dissipata delle schede di ampliamento
complessivamente inferiore a 30 W, max. 3 cassetti
estraibili
•
gradiente: max. 10°C/h, senza condensa
•
-20 °C ... +60 °C
•
gradiente: max. 20°C/h, senza condensa
Umidità relativa
Test effettuato secondo IEC 60068-2-78, IEC 60068-2-30
- di esercizio
•
5 % ... 80 % a 25°C (senza condensa)
•
gradiente: max. 10°C/h, senza condensa
- di immagazzinamento/trasporto
•
5 % ... 95 % a 25°C (senza condensa)
•
gradiente: max. 20°C/h, senza condensa
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
123
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
Dati tecnici generali
Pressione atmosferica
- di esercizio
Da 1080 a 795 hPa
(corrisponde a un'altitudine compresa tra -1000 e 2000 m)
- di immagazzinamento/trasporto
Da 1080 a 660 hPa
(corrisponde a un'altitudine compresa tra -1000 e 3500 m)
Condizioni ambientali meccaniche
Vibrazioni
testate in conformità a IEC 60068-2-6, 10 cicli
- In esercizio
- immagazzinamento/trasporto
10 ... 58 Hz: 0,0375 mm, 58 ... 500 Hz: 4,9 m/s2
5 fino a 9 Hz: 3,5 mm, 9 ... 500 Hz: 9,8 m/s2
Resistenza agli urti
Test effettuato secondo IEC 60068-2-27, IEC 60068-2-29
- In esercizio
- immagazzinamento/trasporto
semisinusoide: 50 m/s2, 30 ms, 100 shock per asse
semisinusoidale: 250 m/s2, 6 ms, 1000 shock per asse
1,2
1,2
Particolarità
Garanzia di qualità
Secondo ISO 9001
Scheda madre
Chip set
Intel® DH82C226 Express Chipset
(Platform Controller Hub)
RAID integrato (onboard)
Mobile Intel® 8 Series SATA RAID Controller
Processore
•
•
•
Memoria principale
Intel® Xeon™ E3-1268L v3 2,3 (3,3) GHz, 4 Cores,
GT2, 8 MB SLC, HT
Intel® Core™ i5-4570TE 2,7 (3,3) GHz, 2 Cores, GT2, 4
MB SLC, AMT
Intel® Core™ i3-4330TE 2,4 GHz, 2 Cores, GT2, 3 MB
SLC, AMT
4 zoccoli DIMM max. 32 GB DDR3 con 1600MT/s SDRAM
Si possono utilizzare moduli con e senza ECC.
Ampliamento di memoria
2 GB ... 32 GB DDR3, max. 3,5 GB utilizzabili da un sistema
operativo a 32 bit e dalle applicazioni.
I moduli con e senza ECC possono essere ordinati
(equipaggiamento, consultare i documenti di ordinazione).
Dimensione modulo max. 8 GB, organizzazione modulo
2 GBit / 4 GBit based organizzato x8
Slot di ampliamento
È possibile ordinare due varianti della scheda madre con il
programma di configurazione:
• Variante 1, 11 slot: 7 × PCI, 3 × PCIe x4 (PCIe x1 Lane
Gen2), 1 × PCIe x16 Gen3
• Variante 2, 11 slot: 3 × PCI, 5 × PCIe x16 (2 × PCIe x4
Lane Gen2, 2 × PCIe x4 Lane Gen3, 1 × PCIe x8 Gen3),
3 × PCIe x4 Gen2
Max. corrente assorbita ammessa per
ogni slot PCI
5 V/ 5 A o 3,3 V/ 7 A, 12 V/ 0,5 A, -12 V/ 0,05, 3,3 Vaux/
0,4 A
Max. corrente assorbita ammessa per
ogni slot PCIe slot 1, 2, 3
Scheda di ampliamento PCIe x4: 3,3 V/ 3A; 12 V/ 2,1 A,
3,3 Vaux/ 0,4 A
Max. corrente assorbita ammessa per
ogni slot PCIe slot 4,5 ,6 ,7, 8
Scheda di ampliamento PCIe x16: 3,3 V/ 3A; 12 V/ 2,1 A,
3,3 Vaux/ 0,4 A
Potenza dissipata max. ammessa per
ogni slot
La potenza complessiva (tensioni complessive) non deve
superare 25 W
SIMATIC IPC847D
124
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
Dati tecnici generali
Larghezza di banda massima degli slot Larghezza di banda 133 MB/s
PCI
Larghezza di banda massima degli slot Gen 2, 5 GT/s (500 MB/s) larghezza di banda per lane
PCIe
Gen 3, 8 GT/s (985MB/s) larghezza di banda per lane
Drive (equipaggiamento, consultare i documenti di ordinazione)
Drive per dischi rigidi
3,5" SATA 6 GBit/s, dimensione: 500 o 1000 GB
NCQ (Native Command Queuing) supportato.
Memoria Flash
2,5" Solid State Disk, 240 GB
Masterizzatore DVD
Slimline SATA
Lettura:
DVD-ROM: Single Layer8x, Dual Layer 6x
DVD-R/+R: Single Layer8x, Dual Layer 6x
DVD-RW/+RW 8x, DVD-RAM 5x
CD-ROM/CD-R Read 24x, CD-RW 24x
Scrittura
DVD+R 8x, DVD+RW 8x, DVD-R 8x, DVD-RW 6x
DVD+R (DL) 6x, DVD-R DL 2x
CD-R 24x, CD-RW 24x
Grafica
Controller grafico
Intel® HD Graphics Controller, P4600/P4700 GT1/GT2,
engine a 2 D e a 3 D integrati nel processore
Memoria grafica
Dynamic Video Memory Technology, da 32 MB a 1,7GB di
memoria principale occupati
Risoluzione/frenquenza/colori
•
CRT (DVI-I VGA tramite adattatore): fino a 2560 × 1600
a 120 Hz / colori 32 bit
•
LCD tramite DVI-I: fino a 2048 × 1152 a 60 Hz /
colori 32 bit
•
LCD tramite DisplayPort: fino a 4096 × 1152 a 24Hz /
colori 32 bit
•
Scheda grafica PCIe x16, dual head (2 × DP, 2 × VGA o
2 × DVI-D)
Scheda grafica (opzionale)
•
Tipo: NVIDIA NVS-300, memoria grafica 512 MB
•
Risoluzione max.:
–
DisplayPort 2560 × 1600 a 60 Hz, profondità di
colore 32 bit
–
VI 1920 × 1200 bei 60 Hz, colori 32 bit
–
VGA 2048 × 1536 a 60 Hz, colori 32 bit
Interfacce
COM1, COM2 (opzionale)
Interfaccia seriale 1 (V.24) connettore maschio sub D a 9
poli
LPT (opz.)
Interfaccia parallela (standard–, EPP– e ECP–Mode),
Connettore per stampante con interfaccia parallela
Connettore moduli a 2 file (per cavo piatto su connettore
maschio sub D a 25 poli)
VGA (opzionale) (DVI-I)
Collegamento ad un monitor analogico tramite adattatore
DVI-I / VGA
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
125
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
Dati tecnici generali
1 × DVI-I
Per il collegamento di un monitor digitale
2 × DisplayPort
Per il collegamento di un monitor digitale
2 × DisplayPort / DVI-D/VGA con
scheda grafica dual head (opzionale) 7
Per il collegamento a due monitor digitali o analogici
DisplayPort, DVI-D o VGA tramite adattatore cavo DMS59
Keyboard
Porta tastiera PS/2
Mouse
Porta mouse PS/2
USB
Parte posteriore
× USB 3.0 high current
Frontalino
1 × USB 3.0 high current
2 × USB 2.0 high current
1 × USB 2.0 high current
interno
PROFIBUS (opzionale)
1 × dispositivo USB 3.0 high current
Connettore femmina sub D a 9 poli, compatibile con
CP5622, da 9,6 kBit/s a 12 MBit/s per software
parametrizzabile:
master DP: DP-V0, DP-V1 con SOFTNET-DP
slave DP: DP-V0, DP-V1 con SOFTNET-DP-Slave
RS 485 con separazione di potenziale (circuito SELV)*
PROFINET
4
Ethernet 4)
3 × prese RJ45, interfaccia per CP 1616 onboard su base
ERTEC 400, 10/100 MBit/s con separazione di potenziale *
2 × interfacce Ethernet (RJ45), sono supportati Wake on
LAN, Remote Boot e teaming.
10/100/1000 MBit/s, con separazione di potenziale *
Ethernet 1: WGI217LM, con funzionalità AMT 6, supporta
jumbo frame fino a 9014 byte
Ethernet 2: Intel WGI210IT, supporta jumbo frame fino a
9014 byte
Audio
- Microfon
- Line out / cuffie
IDT 92HD81HD
2 × 0,5 W / 8 Ohm
LED di funzionamento (diodi luminosi)3
* Separazione di potenziale entro il circuito di corrente di bassa tensione di sicurezza (SELV)
1
Durante la masterizzazione non devono verificarsi guasti meccanici.
2
Limitazioni in caso di montaggio dei drive dei dischi rigidi sulla parete laterale:
se il dispositivo viene montato con guide telescopiche non si devono superare i valori da
10 a 58 Hz: 0,019 mm e 58 ... 200 Hz: 3 m/s2. Oltre i 200 Hz non sono ammesse
oscillazioni.
Limitazioni in caso di montaggio dei drive del disco rigido nel cassetto estraibile:
non devono essere presenti sollecitazioni meccaniche.
3
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
4
Le interfacce LAN sono numerate sul dispositivo per la descrizione univoca. La
numerazione effettuata dal sistema operativo può essere diversa.
5
Le interfacce vengono fornite in opzione.
6
AMT e teaming non sono contemporaneamente possibili sull'interfaccia Ethernet.
SIMATIC IPC847D
126
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
8.4.2
Condizioni ambientali
AVVERTENZA
L'inosservanza delle seguenti condizioni per il montaggio del sistema, comporta la
decadenza delle omologazioni secondo UL 60950-1 ed EN 60950-1. Sussiste inoltre il
rischio di surriscaldamento con conseguenti lesioni personali.
Per pianificare l'applicazione, attenersi a quanto segue:
● Tenere presente le condizioni ambientali meccaniche e climatiche riportate al capitolo
"Dati dati tecnici generali" delle istruzioni operative.
● Evitare, per quanto possibile, condizioni ambientali estreme. Proteggete la vostra
apparecchiatura da polvere, umidità e calore.
● Il dispositivo è stato progettato per l'impiego in un normale ambiente industriale. I
SIMATIC Rack PC non possono essere impiegati in luoghi con condizioni d'esercizio
gravose dovute a vapori corrosivi o a gas. L'impiego in questi luoghi può avvenire
esclusivamente previa adozione di misure protettive supplementari (apporto di aria
pulita).
● Evitate di esporre l'apparecchiatura a radiazione solare diretta.
● Montare l'apparecchiatura in modo che non costituisca un pericolo, ad es. cadendo.
● Il lato anteriore del dispositivo è conforme alla classe di protezione IP 41. Negli ambienti
potenzialmente esposti a getti d'acqua è opportuno installare il dispositivo in modo tale da
evitare che l'acqua possa penetrare dai lati.
● Lasciare uno spazio libero di minimo 50 mm vicino delle fessure di aerazione per
consentire una sufficiente ventilazione dell'apparecchiatura.
● Non coprire le fessure di aerazione della custodia.
● Il dispositivo soddisfa i requisiti antincendio secondo EN 60950-1 e può essere pertanto
installato senza ulteriori protezioni antincendio.
● Con la periferia collegata o integrata, la controtensione apportata al dispositivo non deve
superare 0,5 V.
Vedere anche
Dati tecnici generali (Pagina 122)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
127
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
8.4.3
Fabbisogno di corrente e di potenza
Sistema di base
Componente
Tensione
+3,3 V
Scheda madre processore Core i
con sistema di raffreddamento
1,2 A
+5 V
2,8 A
Ventilatore anteriore
Drive
Slimline1
-12 V
5 Vaux
5,35 A
0,03 A
0,3 A
5,35
0,03 A
0,3 A
0,25 A
1,2 A
Drive per disco rigido SATA
(valori tipici)
Sistema di base (Dual Core) 1
0,35 A
+12 V2
0,5 A
Ventilatore interno
Scheda madre processore Xeon
con sistema di raffreddamento 1
+12 V
2,8 A
0,5 A
1,2 A
0,95 A
0,7 A
3,3 A
1,8 A
5,35 A
0,03 A
0,3 A
0,8 A
Singole correnti ATX (max.
ammesse)
20 A 2
25 A 2
11 A
14 A 3
0,5 A
2,0 A 4
Singole correnti ATX ridondanti,
(max. ammesse)
20 A 2
20 A 2
18 A
18 A
0,8 A
2,0 A 4
Potenza complessiva, ammessa
235 W
Rendimento dell'alimentazione
semplice e ridondante 1
Ca. 80% (AC 230 V), ca. 80 % (AC 120 V)
1
In funzione dell'equipaggiamento del dispositivo
2
Le potenze complessive della tensione + 5 V e + 3,3 V non devono superare 190 W
nell'alimentazione ATX e 100W nell'alimentazione ATX ridondata.
3
18 A per 20 secondi
4
2,5 A per 10 secondi
Valori di potenza tipici
Componente
Corrente assorbita
Assorbimento di potenza
(AC-SV, U = 230 V)
Apparecchiatura base
0,6 A
130 W
Drive per disco rigido 1 x 3,5"
0,06 A
13,6 W
Drive per dischi rigidi 2 x 3,5"
0,12 A
27,2 W
Drive per dischi rigidi 3 x 3,5"
0,18 A
40,9 W
Drive per il masterizzatore DVD
0,05 A
12,7 W
SIMATIC IPC847D
128
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
8.4.4
Alimentazione AC
Tensione di uscita
Tensione
Corrente max.
Costante della tensione
+ 12 V
11 A
+/- 5 %
+ 12 V
14 A
+/- 5 %
- 12 V
0,3 A
+/- 10 %
+5V
25 A 1
+/- 5 %
+ 3,3 V
20 A
+/- 5 %
+ 5 V aux
2A
1
1
+5%/-3%
La potenza complessiva delle tensioni + 5 V e + 3,3 V deve essere max. di 190 W
La corrente di inserzione massima è di:
AC 110 V, 25 A 5 ms
AC 230 V, 30 A 5 ms
Segnale power good
Nota
Funzionamento con alimentazione di corrente esente da interruzioni (USV)
L'alimentazione contiene un dispositivo PFC (Power Factor Correction) attivo in conformità
alla direttiva sulla compatibilità elettromagnetica.
In caso di impiego su PC SIMATIC con PFC attiva, alimentazioni AC (USV) senza
interruzioni devono fornire una tensione di uscita sinusoidale in funzionamento normale e in
funzionamento tampone.
Le proprietà dell'USV sono descritte e classificate nelle norme EN 50091-3 e IEC 62040-3. I
dispositivi con tensione di uscita sinusoidale in funzionamento normale e a batteria sono
contrassegnati dalla classificazione "VFI-SS-..." oppure "VI-SS-...".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
129
Dati tecnici
8.4 Dati tecnici
8.4.5
Unità di alimentazione AC, ridondata
Tensione di uscita
Tensione
Corrente max.
Costante della tensione
+ 12 V
18 A
2
+/- 5 %
+ 12 V
18 A 2
+/- 5 %
+ 12 V
14 A
+/- 5 %
- 12 V
0,8 A
+/- 10 %
+5V
20 A
1
+5%/-4%
+ 3,3 V
20 A
1
+5%/-4%
+ 5 V aux
2,0 A
2
+5%/-3%
1
La potenza complessiva delle tensioni + 5 V e + 3,3 V deve essere max. di 100 W.
2
La somma della corrente della tensione +12 V può essere di max. 24 A.
La corrente di inserzione max. è pari a:
AC 110 V: 25 A, 5 ms
AC 230 V: 30 A, 5 ms
8.4.6
Dati tecnici delle guide profilate
Carico per coppia
minimo 23 kg
Lunghezza con estensione max.
minimo 470 mm
Spessore guide
max. 9,7 mm
Viti di fissaggio
M5 x 6 mm
SIMATIC IPC847D
130
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5
Descrizione dell'hardware
8.5.1
Scheda madre
8.5.1.1
Struttura e funzionamento della scheda madre
I componenti principali della scheda madre sono: processore e set di chip, tre slot per i
moduli di memoria, interfacce interne ed esterne, flash BIOS e batteria.
①
Slot per moduli di memoria
③
Slot per scheda bus
②
Processore
④
Batteria tampone
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
131
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.1.2
Caratteristiche tecniche della scheda madre
Componenti/Interfacce Descrizione
Caratteristiche
Chip set
Single chip set
•
Mobile Intel® chipset serie 8 DH82C226
Express (Platform Controller Hub)
BIOS
Update tramite software
•
Versione Insyde modificata da Siemens
CPU
Intel® Core™ i
•
VT e Multimedia Supporta
Memoria
Grafica
4 slot per moduli DIMM
fino a max. 8 Gbyte per
modulo
Integrata nela CPU
•
Turboboost e AMT, in funzione della CPU
•
On Board Cache da 3M/4M in funzione della
CPU
•
Ampiezza dati di 64/72 bit (senza/con ECC)
•
3,3 V
•
DDR3 1600-SDRAM ai sensi della specifica
PC3-12800
•
da 2 a 4 GBit dimensioni del chip sul modulo
•
Velocità di trasferimento 1600 MT/sec
•
2 Gbyte ... 8 Gbyte/DIMM variabili
•
Con e senza ECC
•
Intel® HD Graphics Controller, P4600/P4700
GT1/GT2
Graphics Controller integrato nel processore
con tre engine indipendenti a 2 D e a 3 D.
•
Intel® DH82C226 Express (Platform
Controller Hub)
–
VGA: 2560 × 1600/colori 32 bit/120 Hz
–
DVI-D:
2048 × 1152/colori 32 bit/60 Hz
DisplayPort: 4096 × 2160/colori
32 bit/24Hz
•
Memoria grafica:
Fino a 1,7Gbyte, occupa la memoria di
sistema, 32 Mbyte sono riservati in modo
permanente.
Slot per schede di
ampliamento
Interfaccia SATA 4
PCI, PCIe-Gen1, PCIeGen2
•
1 PCI 32 bit / PCIe-Gen2 4 lane. Presa per
connettore diretto tipo PCIe-x16
•
1 PCIe-Gen3 16 lane, Presa per connettore
diretto tipo PCIe-x16
Con possibilità di
•
impostazione di diversi
•
modi SATA, AHCI, RAID
•
0, ecc.
•
6 interfacce
Compatibilità con SATA 150/300/600
supporta NCQ (Native Command Queuing)
6 connessioni
SIMATIC IPC847D
132
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Componenti/Interfacce Descrizione
Caratteristiche
Keyboard
Interfaccia per tastiera
PS2
•
Standard
Mouse
Porta mouse PS/2
•
Standard
Seriali
•
COM1, sub D a 9
poli
•
V.24
•
COM2, a 9 poli
Parallelo
Modalità EPP e ECP,
bidirezionale, standard
Connettore moduli per cavo piatto, con SUB D a
9 poli sulla staffa di fissaggio
PROFIBUS/MPI 2
Interfaccia di
comunicazione
SIMATIC S7
A separazione di potenziale 1 compatibile con CP
5622, 12 MBit/s
PROFINET 2
Interfaccia di
comunicazione per
applicazioni PROFINET
IO e installazioni
SIMATIC
•
USB
USB 2.0
Universal Serial Bus
USB 3.0
Ethernet (2 interfacce)
10BaseT/100BaseTX/1000Base-TX
Ethernet 1:
Intel® Gigabit Network
Connection (WGI210IT)
Ethernet 2:
Intel® Gigabit Network
Connection
(WGI217LM)
10/100 MBit/s, con separazione di potenziale
1
•
Interfaccia a 3 porte compatibile con CP 1616
3 porte USB 2.0 high Current (500 mA) di cui:
•
1 sul lato frontale
•
2 sul retro
4 porte USB 3.0 high current (500 mA) di cui:
•
1 sul lato frontale
•
2 sul retro
•
1 interna
•
10/100/1000 MBit/s, con separazione di
potenziale 1
•
Wake on LAN, Remote Boot
•
Con funzionalità AMT 5, supporta il teaming
•
Supporta jumbo frame fino a 9014 byte
•
Con funzionalità teaming
•
Supporta jumbo frame fino a 9014 byte
1
Separazione di potenziale del circuito di corrente di bassa tensione di sicurezza (SELV)
2
Specifica opzionale del prodotto
3
In funzione del tipo di CPU
4
In funzione dell'equipaggiamento del dispositivo selezionato
Non è possibile ordinare un drive per floppy disk tramite configuratore
5
AMT e teaming non sono contemporaneamente possibili sull'interfaccia Ethernet
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
133
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.1.3
Posizione delle interfacce sulla scheda madre
1 Ingresso audio, uscita audio 10
PCIe Gen2/PCI 19
Porta 80
2 DVI tramite DPP
11
SATA PS
20
Pannello di comando e 29
visualizzazione
28
2 x alimentazione elettrica ATX
PCIe Gen3
3 2 × PS/2
12
SATA 5
21
Pulsante ON-OFF
30
Zoccolo per processore
4 DPP
13
SATA 1
22
Tasto Reset
31
CPU XDP
5 COM 1, COM 2
14
SATA 0
23
SAS
32
Ventilatore del dispositivo
6 USB 2.0/LAN 1
15
LED SCSI
24
USB 3.0
33
moduli di memoria
7 USB 3.0/LAN 2
16
SATA 4
25
USB 3.0/USB 2.0
34
COM 1, COM 2
8 PROFINET
17
SATA 2
26
BIOS
35
LPT
9 PROFIBUS/MPI
18
SATA 3
27
Ventilatore dell'alimentatore
SIMATIC IPC847D
134
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.1.4
Interfacce esterne
Interfaccia
Posizione
Connettore
maschio
Descrizione
COM1
esterna
X30
Connettore maschio standard a 9 poli
COM2
interno
X504
Connettore moduli a 10 poli per il collegamento di un
cavo piatto
LPT1
interno
X501
Connettore moduli a 26 poli per il collegamento di un
cavo piatto
Mouse PS/2
Esterna
X25 P2
(7 ... 12)
Connettore femmina Mini DIN a 6 poli (connettore in
alto)
Tastiera PS/2
Esterna
X25 P1
(1 ... 6)
Connettore femmina Mini DIN a 6 poli (connettore in
basso)
USB 3.0
Esterna
X2 A, B
USB3 porta 0, 1; USB2 porta 0, 1 lato interfaccia
interno
X563
USB3 porta 2; USB2 porta 2 (interfaccia dongle)
interno
X502
USB3 porta 3; USB2 porta 3 (connessione unità di
visualizzazione)
USB 2.0
Esterna
X4 A, B
USB2 porta 4, 5 lato interfaccia
PROFIBUS/MPI
Esterna
X600
Connettore femmina standard a 9 poli, interfaccia a
separazione di potenza
PROFINET
Esterna
X3
Porta 0, 1, 2 RJ45
Ethernet 1 e 2
Esterna
X4, X2
RJ45
DVI-D
Esterna
X70
Connettore femmina DVI-D a 24 poli
DPP
Esterna
X71
Connessione DisplayPort a 20 poli
DPP
Esterna
X72
Connessione DisplayPort a 20 poli
Microfono
Esterna
X90 (in
basso)
Presa per jack da 3,5 mm a 6 poli
Line out
Esterna
X90 (in
altro)
Presa per jack da 3,5 mm a 6 poli
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
135
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia seriale COM1, COM2 (V24), X30, X31, X504
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
DCD (M5)
Livello di segnali di ricezione
(portatore)
Ingresso
2
DSR (M1
Pronto al funzionamento
Ingresso
3
RxD (D2)
Dati di ricezione
Ingresso
4
RTS (S2)
Accensione della parte trasmettitore
Uscita
5
TxD (D1)
Dati di trasmissione
Uscita
6
CTS (M2)
Pronto alla trasmissione
Ingresso
7
DTR (S1)
Dispositivo terminale pronto
Uscita
8
RI (M3)
Chiamata in arrivo
Ingresso
9
GND (E2)
Massa servizio (potenziale di
riferimento)
-
10
GND
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
DCD (M5)
Livello di segnali di ricezione
(portatore)
Ingresso
2
RxD (D2)
Dati di ricezione
Ingresso
3
TxD (D1)
Dati di trasmissione
Uscita
4
DTR (S1)
Dispositivo terminale pronto
Uscita
5
GND (E2)
Massa servizio (potenziale di
riferimento)
–
6
DSR (M1)
Pronto al funzionamento
Ingresso
7
RTS (S2)
Accensione della parte trasmettitore
Uscita
8
CTS (M2)
Pronto alla trasmissione
Ingresso
9
RI (M3)
Chiamata in arrivo
Ingresso
-
SIMATIC IPC847D
136
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia parallela LPT1, connettore moduli X501
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
/ strobe (CLK)
Messaggio dati
Uscita (collettore aperto)
2
/ AUTO FEED
Avanzamento automatico
Uscita (collettore aperto)
3
Bit di dati 0
Linea dati 0
Uscita (livello TTL)
4
/ ERROR
Errore di dispositivo
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
5
Bit di dati 1
Linea dati 1
Uscita (livello TTL)
6
/ INIT
Ripristino/inizializzazione
Uscita (collettore aperto)
7
Bit di dati 2
Linea dati 2
Uscita (livello TTL)
8
/ SELECT IN
Selezione stampante
Uscita (collettore aperto)
9
Bit di dati 3
Linea dati 3
Uscita (livello TTL)
10, 12, 14,
16, 18, 20,
22, 24, 26
Bit di dati 7
Massa
-
11
Bit di dati 4
Linea dati 4
Uscita (livello TTL)
13
Bit di dati 5
Linea dati 5
Uscita (livello TTL
15
Bit di dati 6
Linea dati 6
Uscita (livello TTL)
17
Bit di dati 7
Linea dati 7
Uscita (livello TTL)
19
/ACK
Riconoscimento dati
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
21
BUSY
Non pronto ad acquisire
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
23
PE (PAPER END)
Fine carta
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
25
SELECT
Scelta dei dispositivi
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
137
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia parallela LPT1
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
/ strobe (CLK)
Messaggio dati
Uscita (collettore aperto)
2
Bit di dati 0
Linea dati 0
Uscita (livello TTL)
3
Bit di dati 1
Linea dati 1
Uscita (livello TTL)
4
Bit di dati 2
Linea dati 2
Uscita (livello TTL)
5
Bit di dati 3
Linea dati 3
Uscita (livello TTL)
6
Bit di dati 4
Linea dati 4
Uscita (livello TTL)
7
Bit di dati 5
Linea dati 5
Uscita (livello TTL)
8
Bit di dati 6
Linea dati 6
Uscita (livello TTL)
9
Bit di dati 7
Linea dati 7
Uscita (livello TTL)
10
/ACK
Riconoscimento dati
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
11
BUSY
Non pronto ad acquisire
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
12
PE (PAPER END)
Fine carta
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
13
SELECT
Scelta dei dispositivi
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
14
/ AUTO FEED
Avanzamento automatico
Uscita (collettore aperto)
15
/ ERROR
Errore di dispositivo
Ingresso (4,7 kΩ pull up)
16
/ INIT
Ripristino/inizializzazione
Uscita (collettore aperto)
17
/ SELECT IN
Selezione stampante
Uscita (collettore aperto)
18…25
GND
Massa
–
Interfaccia per mouse PS/2, X25 da 7 a 12
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso
uscita
1
DAT
Linea dati mouse
Ingresso/uscita
2
–
Non configurato
–
3
GND
Massa
–
4
P5VFK
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
5
CLK
Linea clock mouse
Ingresso/uscita
6
–
Non utilizzato
–
SIMATIC IPC847D
138
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia per tastiera PS/2, X21 da 1 a 6
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso
uscita
1
DAT
Linea dati tastiera
Ingresso/uscita
2
–
Non utilizzato
–
3
GND
Massa
–
4
P5VFK
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
5
CLK
Linea clock tastiera
Ingresso/uscita
6
–
Non utilizzato
–
Interfacce USB 2.0, X4A, B; X561
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
VCC
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
2
– Data
Linea dati
Ingresso/uscita
3
+ Data
Linea dati
Ingresso/uscita
4
GND
Massa
–
Il connettore maschio è del tipo A.
Le interfacce sono ideate come high current USB 2.0 (500 mA).
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
139
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia PROFIBUS/MPI X9 1
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
–
Non utilizzato
–
2
–
Non utilizzato
–
3
LTG_B
Linea di segnale B dell'unità MPI
Ingresso/uscita
4
RTS_AS
RTSAS, segnale di controllo per flusso dati di
ricezione. Il segnale è '1' attivo quando
trasmette il PLC direttamente collegato.
Ingresso
5
M5EXT
M5EXT conduttore di ritorno (GND)
dell'alimentazione 5 V. Il carico di corrente
tramite utenza esterna collegata tra P5EXT e
M5EXT può ammontare a max. 90 mA.
Uscita
6
P5 EXT
P5EXT alimentazione (+5 V) dell'alimentazione Uscita
5 V. Il carico di corrente tramite utenza esterna
collegata tra P5EXT e M5EXT può ammontare
a max. 90 mA.
7
–
Non utilizzato
–
8
LTG_A
Linea di segnale A dell'unità MPI
Ingresso/uscita
9
RTS_PG
Segnale di uscita RTS dell'unità MPI Il segnale
è 1 se il PC trasmette.
Uscita
Schermo
Su involucro connettore maschio
Specifica opzionale del prodotto
1
PROFINET LAN X3 porta P0, P1, P3
N. del pin
Abbreviazione
Significato
1
RD+
Dati di ricezione 2
2
RD-
Dati di ricezione
3
TD+
Dati di trasmissione
4, 5 1
SYMR
Interno terminato con 75 ohm
_
6
TD-
Dati di ricezione
Uscita
SYMT-
Interno terminato con 75 ohm
7, 8
1
S
Ingresso/uscita
Ingresso
Ingresso
2
Uscita
2
2
_
Schermo
LED 1
Si accende la luce verde: link
LED 2
Acceso, giallo: activity
1
Specifica opzionale del prodotto
2
Autonegotiation e auto cross over supportati
SIMATIC IPC847D
140
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Collegamento LAN Ethernet, X2, X4
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
BI_DA+
Dati A+ bidirezionali
Ingresso/uscita
2
BI_DA-
Dati A- bidirezionali
Ingresso/uscita
3
BI_DB+
Dati B+ bidirezionali
Ingresso/uscita
4
BI_DC+
Dati C+ bidirezionali
Ingresso/uscita
5
BI_DC-
Dati C- bidirezionali
Ingresso/uscita
6
BI_DB-
Dati B- bidirezionali
Ingresso/uscita
7
BI_DD+
Dati D+ bidirezionali
Ingresso/uscita
8
BI_DD-
Dati D- bidirezionali
Ingresso/uscita
Schermo
–
LED 1
Off: 10 Mbit/s
Acceso di colore verde: 100 Mbit/s
Acceso di colore arancione: 1000 Mbit/s
–
LED 2
Acceso: Collegamento esistente (p. es. ad un hub)
Lampeggiante: Attività
–
S
Interfaccia VGA dell'adattatore DVI-I/VGA
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
R
Rosso
Uscita
2
G
Verde
Uscita
3
B
Blu
Uscita
4
–
Non utilizzato
–
5
GND
Massa
–
6
GND
Massa
–
7
GND
Massa
–
8
GND
Massa
–
9
+5V
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
10
GND
Massa
–
11
–
Non utilizzato
–
12
DDC_DAT
Linea dati DDC
Ingresso/uscita
13
EXT_H
Segnale orizzontale sincrono
Uscita
14
EXT_V
Segnale di sincronismo verticale
Uscita
15
DDC_CLK
Linea clock DDC
Ingresso/uscita
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
141
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia DVI-I, X70
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
S
GND
Massa
–
S1
GND
Massa
–
C1
R
Rosso
Uscita
C2
G
Verde
Uscita
C3
B
Blu
Uscita
C4
HSYNC
Segnale orizzontale-sincrono
Uscita
C5
GND
Massa
–
CSA
GND
Massa
–
1
TX2N
Dati TDMS 2-
Uscita
2
TX2P
Dati TDMS 2+
Uscita
3
GND
Massa
–
4
NC
Non occupato
–
5
NC
Non occupato
–
6
DDC CLK
Clock DDC
Ingresso/uscita
7
DDC CLK
Dati DDC
Ingresso/uscita
8
VSYNC
Segnale di sincronismo verticale
Uscita
9
TX1N
Dati TDMS 1-
Uscita
10
TX1P
Dati TDMS 1+
Uscita
11
GND
Massa
–
12
NC
Non occupato
–
13
NC
Non occupato
–
14
+5 V
+5 V
Uscita
15
GND
Massa
–
16
MONDET
Hotplug-Detect
Ingresso
17
TX0N
Dati TDMS 0-
Uscita
18
TX0P
Dati TDMS 0+
Uscita
19
GND
Massa
–
20
NC
Non occupato
–
21
NC
Non occupato
–
22
GND
Massa
–
23
TXCP
Clock TDMS +
Uscita
24
TXCN
Clock TDMS -
Uscita
SIMATIC IPC847D
142
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia microfono, X60 in basso
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
Destro
Canale destro
Ingresso
2
7M
Massa analogica
Uscita
3
sense
Contatto di commutazione per
rilevamento del dispositivo
Ingresso
4
sinistro
Canale sinistro
Ingresso
5
M
Massa logica
Uscita
Interfaccia Line Out, cuffie, X60 in alto
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
5
M
Massa logica
Uscita
6
sinistra
Canale sinistro
Uscita
7
7M
Massa analogica
Uscita
8
sense
Contatto di commutazione per
rilevamento del dispositivo
Ingresso
9
Destro
Canale destro
Uscita
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
143
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia USB 3.0
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
VBUS
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
2
D-
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
3
D+
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
4
GND
Massa
–
5
RX-
Linea dati USB3
Ingresso
6
RX+
Linea dati USB3
Ingresso
7
GND
Massa
–
8
TX-
Linea dati USB3
Uscita
9
TX+
Linea dati USB3
Uscita
Interfaccia DisplayPort
N.pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
ML_Lane0+
Dati DP 0+
Uscita
2
GND
Massa
-
3
ML_Lane0-
Dati DP 0-
Uscita
4
ML_Lane1+
Dati DP 1+
Uscita
5
GND
Massa
-
6
ML_Lane1-
Dati DP 1-
Uscita
7
ML_Lane2+
Dati DP 2+
Uscita
8
GND
Massa
-
9
ML_Lane2-
Dati DP 2-
Uscita
10
ML_Lane3+
Dati DP 3+
Uscita
11
GND
Massa
-
12
ML_Lane3-
Dati DP 3-
Uscita
13
CONFIG1 CAD
Cable Adaptor Detect
Ingresso
14
CONFIG2
Massa (PullDown)
-
15
AUX_CH+
Canale di ritorno+
Bidirezionale
16
GND
Massa
-
17
AUX_CH-
Canale di ritorno-
Bidirezionale
18
HPD
Hot Plug Detect
Ingresso
19
GND
Massa
-
20
DP_PWR
+3.3V (a prova di cortocircuito)
Uscita
SIMATIC IPC847D
144
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.1.5
Interfacce interne
Configurazione delle interfacce interne
Interfaccia
Posizione
Connettori
Descrizione
Memoria
Interna
X19, X20,
X190, X200
Zoccolo DIMM, 64 / 72 bit
Ampliamento bus
Interna
X508
Connettore femmina per ampliamento
bus, per segnali di bus PCI e PCIe
Alimentazione
Interna
X506, X507
Connettore maschio ATX a 4 poli e 12 V
per l'alimentazione (CPU-VRM)
BIOS Recovery
Interna
X593
Controllo del ventilatore
Interna
X514
Controllo del ventilatore
dell'alimentazione, connettore maschio a
8 poli
SATA
Interna ad
es. disco
rigido
X522, X523,
X524, X525,
X526, X527
Connettore SATA a 7 poli
Connessione per
alimentazione - Serial
ATA
Interna
X516, X517,
X518, X519,
X520, X521
Alimentazione di tensione per Serial ATA
Connessione per
ventilatore
dell'apparecchiatura
Interna
X512, X513,
X515
Alimentazione di tensione, controllo del
ventilatore dispositivo (regolata),
connettore maschio a 4 poli
Connettore SCSI-LED
Interna
X595
Ingresso per visualizzazione attività drive
SCSI
Interfaccia USB3/USB2
interna
Interna
X502
Connettore del cavo di interfaccia USB
sul lato anteriore del PC
Interfaccia USB2 interna
Interna
X535, X536
Connessione per interfacce USB sulla
staffa di fissaggio
Connettore porta 80
Interna
X528
Collegamento per la porta80/selettore dei
modi operativi
COM2
Interna
Connessione per COM2 sulla staffa di
fissaggio (vedere le interfacce esterne)
LPT
Interna
Connessione per LPT sulla staffa di
fissaggio (vedere le interfacce esterne)
Configurazione del connettore maschio di attività SCSI, X595 tipo JST B2B-PH-SM3-TB
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
NC
-
-
2
SCSI HD_N
Livello 0 V significa interfaccia
SCSI attiva
Ingresso
Resettaggio esterno, X5, tipo JST B2B-PH-SM3-TB
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
GND
Massa
-
2
Reset
Il livello 0 V indica il resettaggio
Ingresso
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
145
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Extern Power button, X529, tipo JST B2B-PH-SM3-TB
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
EXT_PWRBTN
Il livello OV indica che è stato
premuto il pulsante Power
Ingresso
2
GND
Massa
-
Assegnazione pin del connettore interno dell'interfaccia USB 2.0, X535, X536
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
VCC
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
2
VCC
+ 5 V (sicuri)
Uscita
3
-Data USB1
Linea dati
Ingresso/uscita
4
-Data USB3
Linea dati
Ingresso/uscita
5
+Data USB1
Linea dati
Ingresso/uscita
6
+Data USB3
Linea dati
Ingresso/uscita
7
GND
Massa
–
8
GND
Massa
-
9
GND
Massa
–
10
Key
–
–
Assegnazione pin del connettore interno dell'interfaccia USB USB3/USB2, X502
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
USB3 (contatti USB3/USB 2.0)
A1
VCC
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
A2
SSRX-
Linea dati USB3
Ingresso
A3
SSRX+
Linea dati USB3
Ingresso
A4
GND
Massa
-
A5
SSTX-
Linea dati USB3
Uscita
A6
SSTX+
Linea dati USB3
Uscita
A7
GND
Massa
–
A8
- Data
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
A9
+ Data
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
A10
Riservato
+ 5 V (a prova di cortocircuito) o
massa
Configurabile
USB2 (contatti USB 2.0)
B1
- Data
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
B2
+ Data
Linea dati USB2
Ingresso/uscita
B3
GND
Massa
-
B4, 5
NC
Aperto
-
B6
GND
Massa
-
B7, 8
NC
Aperto
-
B9
VCC
+ 5 V (a prova di cortocircuito)
Uscita
B10
NC
Aperto
-
SIMATIC IPC847D
146
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Interfaccia dati SATA, X522, 523, 524, 525, 526, 527
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
GND
Massa
-
2
TX-P
Trasmettitore positivo
Uscita
3
TX-N
Trasmettitore negativo
Uscita
4
GND
Massa
-
5
RX-N
Ricevitore negativo
Ingresso
6
RX-P
Ricevitore positivo
Ingresso
7
GND
Massa
-
Assegnazione pin dell'interfaccia di controllo ventilatore dell'alimentazione, X514
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
Reserved
-
-
2
Reserved
PWM, impostazione della velocità
ATX AC-SV
Uscita
3
Reserved
-
Ingresso
4
Segnale del
trasduttore di
velocità
Segnale di controllo
Ingresso
5
PS_Status
Stato del PS ridondante
Ingresso
6
Reserved
Riservato agli errori del ventilatore
del PS ridondante
Ingresso
7
Quittung_Status
Conferma del segnale di allarme
acustico dell'alimentazione
ridondata (all'accensione dell'unità
il segnale è aperto)
Uscita
8
Massa
-
-
Assegnazione pin dell'interfaccia del ventilatore, X512, X513, X515
N. del pin
Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
GND
Massa
-
2
VCC
+12 V a prova di cortocircuito
Uscita
3
Segnale del
trasduttore di
velocità
Segnale di controllo
Ingresso
4
PWM
Impostazione della velocità
Uscita
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
147
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Assegnazione pin all'alimentazione dei drive Serial ATA X516, 517, 518, 519, 520, 521
N. del pin Abbreviazione
Significato
Ingresso/uscita
1
+12 V
Alimentazione
Uscita
2
GND
Massa
–
3
GND
Massa
–
4
+5 V
Alimentazione
Uscita
5
+3,3 V
Alimentazione
Uscita
Assegnazione pin dell'interfaccia PEG (connettore femmina PCIe X16), X610
Segnale
N. del pin N. del pin
Segnale
P12V
B1
A1
P12V
P12V
B2
A2
P12V
P12V
B3
A3
P12V
GND
B4
A4
GND
SMB_CLK2
B5
A5
n.c.
SMB_DATA2
B6
A6
n.c.
GND
B7
A7
n.c.
P3V3
B8
A8
n.c.
n.c.
B9
A9
P3V3
AUX_3V
B10
A10
P3V3
WAKE2
B11
A11
PCIE_RESET_L
n.c.
B12
A12
GND
GND
B13
A13
PCIE0_ECLK
PCIEX16_TX_P(15)
B14
A14
PCIE0_ECLK_N
PCIEX16_TX_N(15)
B15
A15
GND
GND
B16
A16
PCIEX16_RX_P(15)
SDVO_CTRLCLK
B17
A17
PCIEX16_RX_N(15)
GND
B18
A18
GND
PCIEX16_TX_P(14)
B19
A19
n.c.
PCIEX16_TX_N(14)
B20
A20
GND
GND
B21
A21
PCIEX16_RX_P(14)
GND
B22
A22
PCIEX16_RX_N(14)
PCIEX16_TX_P(13)
B23
A23
GND
PCIEX16_TX_N(13)
B24
A24
GND
GND
B25
A25
PCIEX16_RX_P(13)
GND
B26
A26
PCIEX16_RX_N(13)
PCIEX16_TX_P(12)
B27
A27
GND
PCIEX16_TX_N(12)
B28
A28
GND
GND
B29
A29
PCIEX16_RX_P(12)
n.c.
B30
A30
PCIEX16_RX_N(12)
SIMATIC IPC847D
148
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del pin N. del pin
Segnale
SDVO_CTRLDATA
B31
A31
GND
GND
B32
A32
n.c.
PCIEX16_TX_P(11)
B33
A33
n.c.
PCIEX16_TX_N(11)
B34
A34
GND
GND
B35
A35
PCIEX16_RX_P(11)
GND
B36
A36
PCIEX16_RX_N(11)
PCIEX16_TX_P(10)
B37
A37
GND
PCIEX16_TX_N(10)
B38
A38
GND
GND
B39
A39
PCIEX16_RX_P(10)
GND
B40
A40
PCIEX16_RX_N(10)
PCIEX16_TX_P(9)
B41
A41
GND
PCIEX16_TX_N(9)
B42
A42
GND
GND
B43
A43
PCIEX16_RX_P(9)
GND
B44
A44
PCIEX16_RX_N(9)
PCIEX16_TX_P(8)
B45
A45
GND
PCIEX16_TX_N(8)
B46
A46
GND
GND
B47
A47
PCIEX16_RX_P(8)
MCH_CFG_20
B48
A48
PCIEX16_RX_N(8)
GND
B49
A49
GND
PCIEX16_TX_P(7)
B50
A50
n.c.
PCIEX16_TX_N(7)
B51
A51
GND
GND
B52
A52
PCIEX16_RX_P(7)
GND
B53
A53
PCIEX16_RX_N(7)
PCIEX16_TX_P(6)
B54
A54
GND
PCIEX16_TX_N(6)
B55
A55
GND
GND
B56
A56
PCIEX16_RX_P(6)
GND
B57
A57
PCIEX16_RX_N(6)
PCIEX16_TX_P(5)
B58
A58
GND
PCIEX16_TX_N(5)
B59
A59
GND
GND
B60
A60
PCIEX16_RX_P(5)
GND
B61
A61
PCIEX16_RX_N(5)
PCIEX16_TX_P(4)
B62
A62
GND
PCIEX16_TX_N(4)
B63
A63
GND
GND
B64
A64
PCIEX16_RX_P(4)
GND
B65
A65
PCIEX16_RX_N(4)
PCIEX16_TX_P(3)
B66
A66
GND
PCIEX16_TX_N(3)
B67
A67
GND
GND
B68
A68
PCIEX16_RX_P(3)
GND
B69
A69
PCIEX16_RX_N(3)
PCIEX16_TX_P(2)
B70
A70
GND
PCIEX16_TX_N(2)
B71
A71
GND
GND
B72
A72
PCIEX16_RX_P(2)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
149
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del pin N. del pin
Segnale
GND
B73
A73
PCIEX16_RX_N(2)
PCIEX16_TX_P(1)
B74
A74
GND
PCIEX16_TX_N(1)
B75
A75
GND
GND
B76
A76
PCIEX16_RX_P(1)
GND
B77
A77
PCIEX16_RX_N(1)
PCIEX16_TX_P(0)
B78
A78
GND
PCIEX16_TX_N(0)
B79
A79
GND
GND
B80
A80
PCIEX16_RX_P(0)
n.c.
B81
A81
PCIEX16_RX_N(0)
n.c.
B82
A82
GND
Assegnazione pin dell'interfaccia PCI-PCIe (connettore femmina PCIe X16), X10
Segnale
N. del
pin
N. del
pin
Segnale
N12V
B1
A1
AUX_5V
P12V
B2
A2
P12V
P12V
B3
A3
P12V
GND
B4
A4
GND
PCI_INT_N(7)
B5
A5
PCI_INT_N(6)
PCI_INT_N(5)
B6
A6
PCI_INT_N(8)
P5V
B7
A7
P5V
PCI_REQ_N(4)
B8
A8
P5V
PCI_REQ_N(3)
B9
A9
PCI_GNT_N(4)
GND
B10
A10
PCI_GNT_N(3)
PCI0_PCLK
B11
A11
AUX_3V
GND
B12
A12
PLT_RST_N_BUFF
PCI1_PCLK
B13
A13
GND
GND
B14
A14
PCI_GNT_N(1)
PCI_REQ_N(1)
B15
A15
PCI_GNT_N(2)
PCI_REQ_N(2)
B16
A16
GND
P5V
B17
A17
PME
PCI_AD(31)
B18
A18
PCI_AD(30)
PCI_AD(29)
B19
A19
P3V3
GND
B20
A20
PCI_AD(28)
PCI_AD(27)
B21
A21
PCI_AD(26)
PCI_AD(25)
B22
A22
GND
P3V3
B23
A23
PCI_AD(24)
PCI_CBE_N(3)
B24
A24
n.c.
PCI_AD(23)
B25
A25
P3V3
GND
B26
A26
PCI_AD(22)
SIMATIC IPC847D
150
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del
pin
N. del
pin
Segnale
PCI_AD(21)
B27
A27
PCI_AD(20)
PCI_AD(19)
B28
A28
GND
P3V3
B29
A29
PCI_AD(18)
PCI_AD(17)
B30
A30
PCI_AD(16)
PCI_CBE_N(2)
B31
A31
P3V3
GND
B32
A32
FRAME
IRDY
B33
A33
GND
P3V3
B34
A34
TRDY
DEVSEL
B35
A35
GND
GND
B36
A36
STOP
PLOCK
B37
A37
P3V3
PERR
B38
A38
SMB_CLK1
P3V3
B39
A39
SMB_DAT1
SERR
B40
A40
GND
P3V3
B41
A41
PAR
PCI_CBE_N(1)
B42
A42
PCI_AD(15)
PCI_AD(14)
B43
A43
P3V3
GND
B44
A44
PCI_AD(13)
PCI_AD(12)
B45
A45
PCI_AD(11)
PCI_AD(10)
B46
A46
GND
GND
B47
A47
PCI_AD(9)
PCI_AD(8)
B48
A48
PCI_CBE_N(0)
PCI_AD(7)
B49
A49
P3V3
P3V3
B50
A50
PCI_AD(6)
PCI_AD(5)
B51
A51
PCI_AD(4)
PCI_AD(3)
B52
A52
GND
GND
B53
A53
PCI_AD(2)
PCI_AD(1)
B54
A54
PCI_AD(0)
P5V
B55
A55
P5V
P5V
B56
A56
P5V
P5V
B57
A57
PCIE_1X4X
AUX_5V
B58
A58
GND
WAKE1
B59
A59
PLT_RST_N_PCIE4X
GND
B60
A60
PS_ON
GND
B61
A61
PS_PWRGD
n.c.
B62
A62
GND
n.c.
B63
A63
GND
GND
B64
A64
PCIE_TX_P(1)
GND
B65
A65
PCIE_TX_N(1)
PCIE_RX_P(1)
B66
A66
GND
PCIE_RX_N(1)
B67
A67
GND
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
151
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del
pin
N. del
pin
Segnale
GND
B68
A68
PCIE1_ECLK
GND
B69
A69
PCIE1_ECLK_N
PCIE_TX_P(2)
B70
A70
GND
PCIE_TX_N(2)
B71
A71
GND
GND
B72
A72
PCIE_RX_P(2)
GND
B73
A73
PCIE_RX_N(2)
PCIE_TX_P(3)
B74
A74
GND
PCIE_TX_N(3)
B75
A75
GND
GND
B76
A76
PCIE_RX_P(3)
GND
B77
A77
PCIE_RX_N(3)
PCIE_TX_P(4)
B78
A78
GND
PCIE_TX_N(4)
B79
A79
GND
GND
B80
A80
PCIE_RX_P(4)
RESERVE1 *)
B81
A81
PCIE_RX_N(4)
RESERVE2 *)
B82
A82
GND
ATTENZIONE
Avvertenza per le unità di bus con switch PCIe
Finché non si inseriscono unità negli slot PCIe dopo uno switch PCIe, gli IRQ non vengono
utilizzati dallo switch PCIe. Viene soltanto emessa una segnalazione indicante che questi
IRQ potrebbero essere utilizzati se fossero inserite le unità.
Lo switch PCI viene visualizzato come "PCI standard PCI-to-PCI bridge" nella Gestione
periferiche di Windows.
SIMATIC IPC847D
152
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.2
Scheda bus
8.5.2.1
Scheda madre - Struttura e funzionamento
La scheda di bus costituisce il collegamento tra la scheda madre e le schede di
ampliamento. Essa è fissata con sei viti.
La scheda di bus è disponibile in due varianti:
Variante 1: 11 slot
①
3 × prese per connettore
diretto PCIe x4
Slot 1, 2, 3
Occupati da: PCIe x1 Gen2
Lane attivi: 1
②
3 × prese per connettore
diretto PCI
Slot 4, 5, 6
PCI-Bus primary
③
1 × presa per connettore
diretto PCIe x16
Slot 7
Occupati da: PCIe x16
Gen3
Lane attivi: 16
④
4 × prese per connettore
diretto PCI
Slot 8, 9, 10, 11
PCI-Bus secondary
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
153
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Variante 2: 11 slot
①
3 × prese per connettore
diretto PCIe x4
Slot 1, 2, 3
Occupati da: PCIe x4 Gen2
Lane attivi: 4
②
2 × prese per connettore
diretto PCIe x16
Slot 4, 5
Occupati da: PCIe x4 Gen2
Lane attivi: 4
③
2 × prese per connettore
diretto PCIe x16
Slot 6, 7
Occupati da: PCIe x4 Gen3
Lane attivi: 4
④
1 × presa per connettore
diretto PCIe x16
Slot 8
Occupati da: PCIe x8 Gen3
Lane attivi: 8
⑤
3 × prese per connettore
diretto PCI
Slot 9, 10, 11
PCI-Bus primary
È possibile installare schede di ampliamento come da specifiche PCI (rev. 2.3) o PCIe 2.
Tutti gli slot PCI supportano il master. Le schede di ampliamento vengono alimentate tramite
collegamento diretto tra scheda bus e alimentazione.
SIMATIC IPC847D
154
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.2.2
Occupazione del connettore sulla scheda di bus
Assegnazione pin slot PCI
5V System Environment
Side B
Side A
1
-12V
TRST#
2
TCK
+12V
3
Ground
TMS
4
TDO
TDI
5
+5V
+5V
6
+5V
INTA #
7
INTB #
INTC #
8
INTD #
+5V
9
PRSNT1#
Reserved
10
Reserved
+5 V (I/O)
11
PRSNT2#
Reserved
12
Ground
Ground
13
Ground
Ground
14
Reserved
Reserved
15
Ground
RST#
16
CLK
+5 V (I/O)
17
Ground
GNT#
18
REQ#
Ground
19
+5 V (I/O)
Reserved
20
AD[31]
AD[30]
21
AD[29]
+3.3V
22
Ground
AD[28]
23
AD[27]
AD[26]
24
AD[25]
Ground
25
+3.3V
AD[24]
26
C/BE[3]#
IDSEL
27
AD[23]
+3.3V
28
Ground
AD[22]
29
AD[21]
AD[20]
30
AD[19]
Ground
31
+3.3V
AD[18]
32
AD[17]
AD[16]
33
C/BE[2]#
+3.3V
34
Ground
FRAME#
35
IRDY#
Ground
36
+3.3V
TRDY#
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
155
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
37
DEVSEL#
Ground
38
Ground
STOP#
39
LOCK#
+3.3V
40
PERR#
SDONE
41
+3.3V
SBO#
42
SERR#
Ground
43
+3.3V
PAR
44
C/BE[1]#
AD[15]
45
AD[14]
+3.3V
46
Ground
AD[13]
47
AD[12]
AD[11]
48
AD[10]
Ground
49
Ground
AD[09]
50
CONNECTOR KEY
51
CONNECTOR KEY
52
AD[08]
C/BE[0]#
53
AD[07]
+3.3V
54
+3.3V
AD[06]
55
AD[05]
AD[04]
56
AD[03]
Ground
57
Ground
AD[02]
58
AD[01]
AD[00]
59
+5 V (I/O)
+5 V (I/O)
60
ACK64#
REQ64#
61
+5V
+5V
62
+5V
+5V
Assegnazione pin dell'interfaccia PEG (connettore femmina PCIe X16)
Segnale
N. del pin N. del pin Segnale
P12V
B1
A1
P12V
P12V
B2
A2
P12V
P12V
B3
A3
P12V
GND
B4
A4
GND
SMB_CLK2
B5
A5
n.c.
SMB_DATA2
B6
A6
n.c.
GND
B7
A7
n.c.
P3V3
B8
A8
n.c.
n.c.
B9
A9
P3V3
AUX_3V
B10
A10
P3V3
WAKE2
B11
A11
PCIE_RESET_L
n.c.
B12
A12
GND
SIMATIC IPC847D
156
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del pin N. del pin Segnale
GND
B13
A13
PCIE0_ECLK
PCIEX16_TX_P(15)
B14
A14
PCIE0_ECLK_N
PCIEX16_TX_N(15)
B15
A15
GND
GND
B16
A16
PCIEX16_RX_P(15)
SDVO_CTRLCLK
B17
A17
PCIEX16_RX_N(15)
GND
B18
A18
GND
PCIEX16_TX_P(14)
B19
A19
n.c.
PCIEX16_TX_N(14)
B20
A20
GND
GND
B21
A21
PCIEX16_RX_P(14)
GND
B22
A22
PCIEX16_RX_N(14)
PCIEX16_TX_P(13)
B23
A23
GND
PCIEX16_TX_N(13)
B24
A24
GND
GND
B25
A25
PCIEX16_RX_P(13)
GND
B26
A26
PCIEX16_RX_N(13)
PCIEX16_TX_P(12)
B27
A27
GND
PCIEX16_TX_N(12)
B28
A28
GND
GND
B29
A29
PCIEX16_RX_P(12)
n.c.
B30
A30
PCIEX16_RX_N(12)
SDVO_CTRLDATA
B31
A31
GND
GND
B32
A32
n.c.
PCIEX16_TX_P(11)
B33
A33
n.c.
PCIEX16_TX_N(11)
B34
A34
GND
GND
B35
A35
PCIEX16_RX_P(11)
GND
B36
A36
PCIEX16_RX_N(11)
PCIEX16_TX_P(10)
B37
A37
GND
PCIEX16_TX_N(10)
B38
A38
GND
GND
B39
A39
PCIEX16_RX_P(10)
GND
B40
A40
PCIEX16_RX_N(10)
PCIEX16_TX_P(9)
B41
A41
GND
PCIEX16_TX_N(9)
B42
A42
GND
GND
B43
A43
PCIEX16_RX_P(9)
GND
B44
A44
PCIEX16_RX_N(9)
PCIEX16_TX_P(8)
B45
A45
GND
PCIEX16_TX_N(8)
B46
A46
GND
GND
B47
A47
PCIEX16_RX_P(8)
MCH_CFG_20
B48
A48
PCIEX16_RX_N(8)
GND
B49
A49
GND
PCIEX16_TX_P(7)
B50
A50
n.c.
PCIEX16_TX_N(7)
B51
A51
GND
GND
B52
A52
PCIEX16_RX_P(7)
GND
B53
A53
PCIEX16_RX_N(7)
PCIEX16_TX_P(6)
B54
A54
GND
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
157
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Segnale
N. del pin N. del pin Segnale
PCIEX16_TX_N(6)
B55
A55
GND
GND
B56
A56
PCIEX16_RX_P(6)
GND
B57
A57
PCIEX16_RX_N(6)
PCIEX16_TX_P(5)
B58
A58
GND
PCIEX16_TX_N(5)
B59
A59
GND
GND
B60
A60
PCIEX16_RX_P(5)
GND
B61
A61
PCIEX16_RX_N(5)
PCIEX16_TX_P(4)
B62
A62
GND
PCIEX16_TX_N(4)
B63
A63
GND
GND
B64
A64
PCIEX16_RX_P(4)
GND
B65
A65
PCIEX16_RX_N(4)
PCIEX16_TX_P(3)
B66
A66
GND
PCIEX16_TX_N(3)
B67
A67
GND
GND
B68
A68
PCIEX16_RX_P(3)
GND
B69
A69
PCIEX16_RX_N(3)
PCIEX16_TX_P(2)
B70
A70
GND
PCIEX16_TX_N(2)
B71
A71
GND
GND
B72
A72
PCIEX16_RX_P(2)
GND
B73
A73
PCIEX16_RX_N(2)
PCIEX16_TX_P(1)
B74
A74
GND
PCIEX16_TX_N(1)
B75
A75
GND
GND
B76
A76
PCIEX16_RX_P(1)
GND
B77
A77
PCIEX16_RX_N(1)
PCIEX16_TX_P(0)
B78
A78
GND
PCIEX16_TX_N(0)
B79
A79
GND
GND
B80
A80
PCIEX16_RX_P(0)
n.c.
B81
A81
PCIEX16_RX_N(0)
n.c.
B82
A82
GND
SIMATIC IPC847D
158
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Assegnazione pin PCI Express x4
Side B
Side A
1
P12V
PRSNT1_N
2
P12V
GND
3
P12V
P12V
4
GND
GND
5
SMBCLK
PTCK
6
SMBDAT
PTDI
7
GND
PTDO
8
P3V3
PTMS
9
PTRST_N
P3V3
10
Aux_3V3
P3V3
11
PCIE_Wake_N
PCI RST_N
12
Reserved
GND
13
GND
GND
14
PCIE_TX_P(1)
GND
15
PCIE_TX_N(1)
GND
16
M
PCIE_RX_P(1)
17
PRSNT2_N
PCIE_RX_N(1)
18
GND
GND
19
PCIE_TX_P(2)
Reserved
20
PCIE_TX_N(2)
GND
21
GND
PCIE_RXP(2)
22
GND
PCIE_RX_N(2)
23
PCIE_TX_P(3)
GND
24
PCIE_TX_N(3)
GND
25
GND
PCIE_RX_P(3)
26
GND
PCIE_RX_N(3)
27
PCIE_TX_P(4)
GND
28
PCIE_TX_N(4)
GND
29
GND
PCIE_RX_P(4)
30
GND
PCIE_RX_N(4)
31
PRSNT2_N
GND
32
GND
Reserved
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
159
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.2.3
Assegnazione degli interrupt dei connettori (slot) sulla scheda di bus
Y
Interrupt nel modo APIC
Z
BIOS Default Interrupt nel modo PIC, (per es. DOS)
1
L'host PCI-IRQ A ... H nel modo APIC viene assegnato permanentemente agli IRQ 16 ... -23.
L'host PCI-IRQ A ... H nel modo PIC viene assegnato automaticamente agli IRQ 0 ... -15 dal
BIOS. possibile imporre un'assegnazione.
SIMATIC IPC847D
160
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Nota
Fintantochè negli slot 1, 2, 3 non sono inserite unità, lo switch PCI non utilizza gli IRQ 17,
18, 19. Viene soltanto emessa una segnalazione indicante che questi IRQ potrebbero
essere utilizzati se fossero inserite le unità.
Lo switch PCI viene visualizzato come "PCI standard PCI-to-PCI bridge" nella Gestione
periferiche di Windows.
8.5.2.4
Interrupt hardware PCI esclusivo
Applicazioni, che necessitano di un'elevata funzionalità di interrupt, richiedono un brevissimo
tempo di reazione dell'hardware. Per consentire un breve tempo di reazione dell'hardware,
l'interrupt hardware PCI dev'essere impegnato solo da una risorsa.
Impostazione di un interrupt esclusivo nel dispositivo (solo nel modo APIC)
È possibile utilizzare e impostare un interrupt esclusivo solo negli slot PCI 5 o 8 e negli slot 6
o 9. Non sono disponibili altri interrupt esclusivi utilizzabili negli slot. Gli slot PCI 5 e 6 sono
disponibili con 5 slot PCI solo nell'opzione per le unità di bus.
Assegnazione dell'interrupt esclusivo nel setup del BIOS (solo nel modo PIC)
Alla fornitura il BIOS è impostato in modo che all'avvio del sistema gli interrupt vengono
assegnati automaticamente agli slot.
A seconda della configurazione del sistema può accadere che a più slot venga assegnato lo
stesso interrupt. In questo caso si parla di interrupt sharing. Nel modo PIC non sono
disponibili interrupt esclusivi. Per poterne disporre è necessario disattivare le risorse di
sistema L'interrupt libero viene in seguito assegnato agli slot. L'IRQ libero più basso viene
assegnato al n° di slot più basso.
Se l'assegnazione causa un conflitto viene emessa una segnalazione che deve essere
riconosciuta.
Resources Conflict. Please re-select [ok]
L'interfaccia che causa il conflitto viene disattivata ("disabled") automaticamente. Per ulteriori
informazioni consultare il capitolo "Assegnazione degli interrupt".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
161
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Esempio
Se si vuole utilizzare l'"IRQ 3" per uno slot si deve disattivare "Internal COM 2" con
Advanced > Peripheral Configuration. L'IRQ 3 viene quindi assegnato automaticamente allo
slot con il numero più basso.
Assegnazione di IRQ in Windows (modo APIC)
Ethernet 1
16 1, 2
Ethernet 2
17 1
PROFIBUS/MPI
19 1
Slot 1 PCI
20 1
Slot 2 PCI
21 1
PCI Express Slot
16 1, 3
1
Presupposti: Le unità negli slot PCI necessitano rispettivamente di un solo interrupt
2
Presupposti: VGA e PCIexpress non necessitano di interrupt
3
Presupposti: VGA non neccessita di alcun interrupt e Ethernet1 è disabilitata (disabled)
8.5.3
Risorse di sistema
8.5.3.1
Assegnazione attuale delle risorse di sistema
Tutte le risorse di sistema (indirizzi hardware, occupazione di memoria, assegnazione degli
interrupt, canali DMA) vengono assegnate dinamicamente dal sistema operativo Windows in
funzione dell'equipaggiamento hardware, dei driver e dei dispositivi esterni collegati.
L'assegnazione attuale delle risorse di sistema, nonché la presenza di eventuali
incompatibilità possono essere visionate con i seguenti sistemi operativi:
Windows 7
Start > nella funzione di ricerca inserire "msinfo32"
SIMATIC IPC847D
162
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.3.2
Assegnazione delle risorse di sistema tramite BIOS/DOS
Le seguenti tabelle descrivono le risorse di sistema nello stato di fornitura del dispositivo.
Configurazione degli indirizzi I/O
Indirizzo I/O (hex)
da
a
Dimen Descrizione della funzione base
sioni
(byte)
0000
000F
16
DMA-Controller
0010
001F
16
Risorse della scheda madre
0020
0021
2
Interrupt controller programmabile
0022
003F
30
Risorse della scheda madre
0040
0043
4
System Timer
0044
005F
28
Risorse della scheda madre
0060
0060
1
Controller della tastiera
0061
0061
1
Sistema altoparlanti
0062
0063
2
Risorse della scheda madre
0064
0064
1
Controller della tastiera
0067
006F
9
Risorse della scheda madre
0070
0075
6
Sistema CMOS/orologio di tempo reale
0076
0080
11
Risorse della scheda madre
0081
008F
15
DMA-Controller
0090
009F
16
Risorse della scheda madre
00A0
00A1
2
Interrupt controller programmabile
00A2
00BF
30
Risorse della scheda madre
00C0
00DF
32
Controller DMA
00E0
00EF
16
Risorse della scheda madre
00F0
00FE
15
Processore dati numerici
0110
016F
96
Non utilizzato
0170
0177
8
Canale Secondary EIDE
0178
01EF
120
Non utilizzato
01F0
01F7
8
Canale Primary EIDE
01F8
01FF
8
Non utilizzato
0200
0207
8
riservato per la game port
0208
02E7
224
Non utilizzato
02E8
02EF
8
riservato
02F8
02FF
8
COM2
0300
031F
32
Non utilizzato
0320
032F
16
Non utilizzato
0330
033F
16
Non utilizzato
0340
035F
32
Non utilizzato
Funzione alternativa
possibile
Disattivabile in Setup,
quindi libero
Disattivabile in Setup,
quindi libero
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
163
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Indirizzo I/O (hex)
Dimen Descrizione della funzione base
sioni
(byte)
da
a
0360
0367
8
Non utilizzato
0370
0371
2
SOM
0372
0375
4
Non utilizzato
0376
0376
1
Canale Secondary EIDE
0378
037F
8
LPT 1
0380
03AF
48
Non utilizzato
03B0
03BB
12
Grafica
03BC
03BF
4
riservato
03C0
03DF
16
Grafica
03E0
03E7
8
non utilizzato
03E8
03EF
6
riservato
03F0
03F5
6
Standard Floppy Disk Controller
03F6
03F6
1
primary EIDE channel
03F7
03F7
1
Standard Floppy Disk Controller
03F8
03FF
8
COM1
Funzione alternativa
possibile
Disattivabile in Setup,
quindi libero
Disattivabile in Setup,
quindi libero
Campo dinamico, le risorse vengono gestite da Plug and Play.
0400
0777
888
Non utilizzato
0778
077F
8
ECP LPT 1
0780
07FF
128
non utilizzato
0800
080F
16
Campo di comunicazione ACPI
fisso
0810
0CFB
1260
PCI Configuration Index
fisso
0CFC
0CFF
4
PCI Configuration Data
fisso
0D00
0EFF
512
Non utilizzato
0F00
0F4F
80
Super IO
0F50
0FFF
176
Non utilizzato
1000
10FF
256
Assegnato internamente
1180
11FF
128
Assegnato internamente
1800
187F
128
Assegnato internamente
8800
8BFF
1023
Controller RAID SATA
8C00
FEFF
29288
non utilizzato da RAID SATA
8870
8897
39
Controller RAID PATA
8898
FEFF
30311
non utilizzato da RAID PATA
1880
886F
28655
Non utilizzato
FF00
FF0F
16
Registro master del bus EIDE
SIMATIC IPC847D
164
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Configurazione degli interrupt.
Vengono assegnati alle funzioni interrupt diversi a seconda del sistema operativo. Si fa una
distinzione fra il modo PIC e APIC.
Y
Interrupt nel modo APIC
Z
BIOS Default Interrupt nel modo PIC, (per es. DOS)
1
L'host PCI-IRQ A ... H nel modo APIC viene assegnato permanentemente agli IRQ 16 ... -23.
L'host PCI-IRQ A ... H nel modo PIC viene assegnato automaticamente agli IRQ 0 ... -15 dal
BIOS. possibile imporre un'assegnazione.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
165
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Le schede PCI e PCIe e i dispositivi PCI e PCIe onboard richiedono linee di interrupt PCI. Le
linee di interrupt PCI sono condivisibili e supportano la funzione Plug and Play. Mediante
questa funzione un interrupt può essere condiviso da più dispositivi. L'assegnazione degli
interrupt avviene automaticamente.
Le linee di interrupt PCI devono essere prelevate dal pool degli interrupt PIC, ciò sta ad
indicare che anche le unità PCI occupano risorse PIC. L'assegnazione viene effettuata
automaticamente.
Nel modo APIC l'assegnazione delle host PCI IRQ line da A a H è fissa e non modificabile.
Nel modo PIC l'assegnazione delle host PCI IRQ line da A a H viene effettuata
automaticamente dal BIOS. Per modificare l'assegnazione si devono disattivare delle
funzioni. Gli IRQ nel frattempo liberi vengono assegnati agli slot.
Configurazione degli indirizzi di memoria
È possibile gestire unità VGA PCI con expansion rom fino a 48K.
Indirizzo
1
Dimensioni
Descrizione della funzione base
Funzione alternativa
possibile
Da
a
0000 0000
0007 FFFF
512 K
Memoria di sistema convenzionale
0008 0000
0009 F7FF
127 K
Memoria di sistema convenzionale ampliata
0009 F800
0009 FFFF
2K
XBDA, memoria di sistema convenzionale
espansa, dati BIOS
000A 0000
000A FFFF
64 K
Memoria di ripetizione di immagine VGA
SMM condivisa per il
risparmio energia
000B 0000
000B 7FFF
32 K
Interfaccia grafica software/memoria di
aggiornamento immagine/testo
Non utilizzato
000B 8000
000B FFFF
32 K
Interfaccia grafica VGA/memoria di
aggiornamento immagine/testo
000C 0000
000C BFFF
48 K
000C 0000
000C E9FF
59 K
VGA BIOS
Sempre configurata
000C F000
000D FFFF
68 K 1
non utilizzato (senza RAID, senza PXE)
via EMM High DOS Memory
000C F000
000C FFFF
4K
PXE
000D 0000
000D FFFF
64 K
000C F000
000D 37FF
18 K 1
RAID
000D 3800
000D FFFF
50 K 1
non utilizzato (RAID, senza PXE)
000C F000
000D 47FF
22 K 1
RAID e PXE
000D 4800
000D FFFF
46 K 1
Non utilizzato
000E 0000
000E 1FFF
8K
USB
000E 2000
000E 3FFF
8K
Dati DMI
000E 4000
000F FFFF
112 K
Sistema BIOS
0010 0000
CFFF FFFF
3,5 GB
Memoria di sistema con un configurazione ≥ 4GB Dipende dall'espansione di
e 32bit OS
memoria
E000 0000
FFEF FFFF
511 MB
PCIe Configuration Space
FFF0 0000
FFFF FFFF
1 MB
Firmware HUB
32 GB
Configurazione memoria principale
Ampliamento BIOS VGA
1
1
1
non utilizzato (senza RAID, con PXE)
via EMM High DOS Memory
via EMM High DOS Memory
Occupazione di memoria alternativa in funzione delle impostazioni di setup del BIOS
SIMATIC IPC847D
166
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.4
Pannello di comando e visualizzazione
8.5.4.1
Pannello di comando - Struttura e funzionamento
Il pannello operatore è collegato ad una scheda madre mediante un cavo a 26 poli.
Pannello operatore
8.5.4.2
Pos.
Descrizione
①
Porta USB: viene utilizzato solo
il contatto USB superiore
②
Connettore maschio a 20 poli,
sul retro: connessione alla
scheda madre
③
Connettore esterno di reset
④
connessione alla scheda madre
⑤
LED
⑥
Pulsante ON-OFF
⑦
Tasto Reset
⑧
Porta USB
Pulsante a 1 polo
Pulsante a 1 polo
Occupazione del connettore del pannello operatore
Extern Reset (3) Tipo: JST B2B-PH-SM3-TB
N. del pin
Abbreviazione
Significato
1
PWR Good
Reset esterno, (IO low max. 30 mA)
2
GND
Massa
Ingresso/uscita
Il dispositivo viene resettato quando i pin 1 e 2 (ad es. per tasto) sono cortocircuitati. Esso
rimane in questo stato finché il cortocircuito non è stato eliminato.
Nota
Per informazioni dettagliate sulle assegnazioni dei pin delle interfacce, rivolgetevi al
"Customer Support" o al "Repair Center".
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
167
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.5
Processore di comunicazione CP 1616 onboard
8.5.5.1
Introduzione
Caratteristiche
Il CP 1616 onboard consente di collegare i PC industriali alla rete Industrial Ethernet.
Queste le principali caratteristiche del CP 1616 onboard.
● Ottimizzazione per PROFINET IO
● Enhanced Real-Time Ethernet Controller 400 = ERTEC 400
● Le connessioni sono predisposte per 10BaseT e 100BaseTX.
● Vengono supportate velocità di trasmissione da 10 e 100 Mbit/s full/half-duplex.
● L'adeguamento è automatico (autonegotiation).
● Autocrossing
● Riconoscimento hardware automatico
● Switch Real-Time a 3 porte integrato
Switch real-time a 3 porte
La funzione di commutazione dello switch real-time a 3 porte viene mantenuta nei casi
seguenti:
● Nuovo avvio (riavvio di Windows)
● Reset (con la combinazione di tasti <Ctrl-Alt-Canc)
La funzione dello switch viene interrotta nei casi seguenti:
● Arresto tramite comando di Windows
● Azionamento del pulsante ON/OFF
● Spegnimento tramite interruttore di rete (interruttore ON/OFF).
Tre porte RJ45
I terminali o ulteriori componenti di rete possono essere collegati alle tre porte RJ45 che
portano allo switch real-time integrato. Il CP 1616 viene collegato alla LAN (Local Area
Network) attraverso una delle tre porte RJ45 del dispositivo.
Tipici partner di comunicazione
CP 1616 onboard come IO-Controller
La figura seguente mostra un'applicazione tipica: CP 1616 onboard come PROFINET IOController sul livello di IO-Controller.
Sul PC viene eseguito il programma utente IO-Base-Controller che ha accesso alle funzioni
dell'interfaccia utente di programmazione IO-Base.
Lo scambio dei dati viene gestito dal processore di comunicazione con diversi SIMATIC S7
PROFINET IO-Device ET 200S tramite Industrial Ethernet.
SIMATIC IPC847D
168
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
CP 1616 onboard come IO-Device
La figura seguente mostra un'applicazione tipica: due PC con un CP come PROFINET IODevice ciascuno sul livello di IO-Device.
Inoltre, alla rete sono collegati un PC con un CP come PROFINET IO-Controller, un S7-400
SIMATIC con un CP 443-1 come PROFINET IO-Controller e due PROFINET IO-Device ET
200S SIMATIC S7.
Sui PC IO-Device viene eseguito un programma utente IO-Base-Device, che ha accesso alle
funzioni dell'interfaccia utente di programmazione IO-Base. Lo scambio dei dati viene gestito
dal processore di comunicazione CP 1616 onboard con un PC come PROFINET IOController o tramite Industrial Ethernet con un sistema di automazione S7-400 con CP
443-1.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
169
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
8.5.5.2
Caricatore firmware
Programma di caricamento del firmware
Quando caricare il firmware
Il CP 1616 onboard viene fornito con una versione aggiornata del firmware. Qualora
venissero sviluppate nuove funzioni, è possibile installarle con un download del firmware.
Descrizione
Il presente capitolo spiega il campo di utilizzo e il comando del programma di caricamento
del firmware (firmware loader). Informazioni più dettagliate sulle singole possibilità di
caricamento sono contenute nella Guida in linea integrata nel programma.
Firmware
Sono intesi i programmi di sistema nelle unità SIMATIC NET.
Campo di impiego del programma di caricamento del firmware
Questo programma consente di caricare nuove versioni firmware nelle unità SIMATIC NET.
Viene utilizzato per:
● unità PROFIBUS
● unità Industrial Ethernet
● unità per la commutazione di rete, ad es. IE/PB-Link
Installazione
Il programma di caricamento del firmware è disponibile in Windows sul PG/PC insieme
all'installazione di STEP 7/NCM PC.
File di caricamento
Il programma di caricamento del firmware supporta i seguenti tipi di file:
● <file>.FWL
È un formato contenente ulteriori informazioni che vengono visualizzate dal programma
di caricamento del firmware. In base a queste informazioni il programma di caricamento
può controllare che il firmware sia compatibile con il dispositivo.
A questo proposito consultare le informazioni fornite con il file di caricamento, ad esempio il
file Leggimi. Queste informazioni vengono visualizzate nel programma di caricamento del
firmware anche dopo la lettura del file FWL.
SIMATIC IPC847D
170
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Caricamento del firmware
Avvio del caricamento
1. Selezionate nel menu di avvio di Windows il comando SIMATIC > STEP 7 > NCM S7 >
Carica firmware.
2. Selezionate il pulsante "Avanti" e seguite le istruzioni visualizzate nelle successive
finestre di dialogo. Nel software è integrata una funzione di supporto.
Nota
Assicuratevi che il file di caricamento utilizzato sia compatibile come update con la
versione di firmware installata nell'unità. In caso di dubbi contattate il vostro partner di
riferimento Siemens.
Nota
Considerate che l'interruzione del caricamento può comportare uno stato incoerente
dell'unità.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
171
Dati tecnici
8.5 Descrizione dell'hardware
Maggiori dettagli sulle singole possibilità di caricamento sono contenute nella Guida
integrata.
Nota
Al momento del caricamento del firmware o della messa in servizio dell'unità, considerare
che il CP 1616 onboard è dotato di cinque indirizzi MAC (sempre direttamente consecutivi). I
primi due vengono visualizzati nel BIOS, nel menu "Advanced", sottomenu "Peripheral
Configuration".
Esempio
L'indirizzo MAC inferiore in "Profinet" è previsto per il livello di comunicazione 2, il secondo
per la comunicazione Ethernet/PROFINET.
8.5.5.3
Ulteriori operazioni in STEP 7 / NCM PC
Progettazione
Il PC è pronto ma il software di comunicazione SIMATIC NET deve ancora essere
progettato. L'ulteriore procedimento è descritto nel manuale "Messa in servizio di stazioni
PC" (nel PC con Windows che contiene anche STEP 7/NCM PC: Start > Simatic >
Documentazione > Italiano > Messa in servizio di stazioni PC).
SIMATIC IPC847D
172
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6
Descrizione del BIOS
8.6.1
Panoramica
Programma di setup del BIOS
Il programma di setup del BIOS, o semplicemente setup del BIOS, è contenuto in un blocco
FLASH sulla scheda madre insieme ai parametri di setup.
Nel setup del BIOS si modificano i parametri di setup del dispositivo. Esempi: ora del
sistema, dischi rigidi o sequenza di avvio.
Modifica della configurazione hardware
La configurazione hardware del PC è preimpostata per l'impiego del software di fornitura. I
parametri preimpostati del setup vanno modificati solo se sono state effettuate modifiche
tecniche sul dispositivo oppure se si è verificato un errore all'accensione.
ATTENZIONE
Possibili errori di funzionamento della CPU software
Se si esegue un aggiornamento del BIOS del PC durante il funzionamento di una CPU
software è possibile che quest'ultima non funzioni correttamente e che si verifichino errori
come ad es. interruzioni o cadute della comunicazione. Anche altre azioni che
sovraccaricano l'hardware del PC oltre la norma possono causare errori di funzionamento
della CPU software, ad es. l'esecuzione di test sull'hardware come benchmark.
Durante il funzionamento di una CPU software non eseguire mai un aggiornamento del
BIOS o altre azioni che possano sovraccaricare l'hardware oltre la norma.
Prima di eseguire un aggiornamento del BIOS o altre azioni critiche portare la CPU
software nello stato di funzionamento "STOP".
Nota
Parametri del setup del BIOS
Il presente documento descrive i parametri completi del setup del BIOS riferiti a tutti i
dispositivi e a tutte le configurazioni. A seconda del tipo di ordinazione alcuni sottomenu o
parametri possono non essere disponibili. La superficie del setup del BIOS può differire dalle
figure riportate nel presente documento.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
173
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6.2
Avvio del setup del BIOS
Procedura
1. Resettare il dispositivo (avvio a freddo o a caldo).
A seconda della versione di dispositivo, le preimpostazioni possono differire dalle figure
seguenti.
Al termine dell'autotest, sul display viene visualizzato brevemente il seguente messaggio:
Press ESC for boot options
2. Premere il tasto <ESC> per aprire il menu di selezione del BIOS:
Nel menu di selezione del BIOS sono disponibili i seguenti pulsanti:
Pulsante
Funzione
Continue
Esce dal menu di selezione, continua la procedura di avvio
Boot Manager
Consente di selezionare il drive per il boot
Device Management
Avvia la gestione dispositivo
Boot From File
Avvia da un file ".EFI"
Secure Boot Option
1
1
Impostazioni di configurazione per avviare il dispositivo in modalità
Secure Boot. In modalità Secure Boot vengono caricati solo moduli
software noti al BIOS o al sistema operativo come moduli sicuri.
SCU
Avvia il setup del BIOS tramite Setup Configuration Utility
BIOS Update
Aggiorna il BIOS dallo stick di memoria USB
MEBx
Avvia Intel Management Engine BIOS Extension
Disponibile da Windows 8 o superiore
SIMATIC IPC847D
174
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6.3
Menu di setup del BIOS
I singoli parametri di setup sono ripartiti in diversi menu e sottomenu. I menu hanno tutti la
stessa struttura.
Struttura del menu
La figura seguente mostra un esempio del menu Main. Le parti non nitide sono informazioni
specifiche del dispositivo.
① Intestazione
④ Area della Guida
② Barra dei menu
⑤ Configurazione dei tasti
③ Impostazioni, sottomenu e informazione
specifica del dispositivo
Un menu è suddiviso in quattro aree:
● Nella barra dei ② in alto si passa da un menu all'altro, ad es. "Main", "Advanced" ecc.
● Nell'area centrale a sinistra ③ vengono visualizzate informazioni sul dispositivo in uso ed
è possibile modificare le impostazioni che in parte si trovano nei sottomenu.
● Nell'area centrale a destra ④ vengono visualizzati brevi testi della Guida che riguardano
il parametro del setup momentaneamente selezionato.
● La configurazione dei tasti ⑤ in basso mostra i tasti funzione e di comando disponibili nel
setup del BIOS.
Con i tasti cursore "←" a sinistra e "→" a destra si passa da un menu all'altro.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
175
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
La seguente tabella mostra i menu standard. Non tutti i dispositivi forniti comprendono tutti i
menu.
8.6.4
Menu
Significato
Main
Visualizza informazioni sul sistema ad es. versione del BIOS, processore e memoria
Advanced
Configura l'hardware tramite diversi sottomenu
Security
Definisce funzioni di sicurezza come ad es. una password
Power
Definisce impostazioni della CPU e funzioni di attivazione.
Boot
Definizione di opzioni di boot ad es. sequenza di boot
Exit
Salva ed esce (vedere menu Exit)
Menu Exit
Il programma di setup viene sempre chiuso tramite questo menu.
Exit Saving Changes
Vengono memorizzate tutte le modifiche e viene effettuato un riavvio del sistema con i nuovi
parametri del setup.
Save Change Without Exit Tutte le modifiche vengono salvate.
Exit Discarding Changes
Vengono annullate tutte le modifiche e viene effettuato un riavvio del sistema con i vecchi
parametri del setup.
Load Optimal Defaults
Tutti i parametri del setup vengono resettati sui valori sicuri di default.
Attenzione: I parametri preesistenti del setup vengono sovrascritti.
Load Custom Defaults
Viene caricato il profilo con i parametri del setup personalizzati.
Presupposti: I parametri devono essere stati salvati in precedenza con la funzione "Save
Custom Defaults".
Save Custom Defaults
I parametri del setup attualmente impostati vengono salvati come profilo personalizzato
(vedere anche "Load Custom Defaults").
Discard Changes
Tutte le modifiche vengono annullate.
SIMATIC IPC847D
176
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6.5
Aggiornamento del BIOS
Controllare regolarmente la disponibilità di update da scaricare per il dispositivo in uso.
Per ulteriori informazioni consultare Internet: After Sales Information system
(http://www.siemens.com/asis).
Annotare e ripristinare le impostazioni del setup del BIOS
ATTENZIONE
Perdita definitiva dei dati
Con l'aggiornamento del BIOS si cancellano tutte le impostazioni del setup del BIOS. Il
sistema può entrare in uno stato indefinito. Il dispositivo e l'impianto potrebbero esserne
danneggiati.
1. Stampare la tabella contenuta nel prossimo capitolo.
2. Prima di aggiornare il BIOS inserire in questa tabella le impostazioni di setup del BIOS
specifiche.
3. Dopo l'aggiornamento del BIOS avviare il setup del BIOS.
4. Caricare le impostazioni di setup del BIOS di default con il tasto <F9> "Setup Defaults".
In alternativa utilizzare il comando del setup del BIOS "Load Optimal Defaults" del menu
"Exit".
5. Riprendere le proprie impostazioni di setup annotate nella tabella stampata.
6. Salvare le impostazioni di setup del BIOS con il tasto <F10> "Save and Exit".
Esecuzione dell'aggiornamento del BIOS
Per installare un nuovo aggiornamento del BIOS per il dispositivo in uso procedere come
segue:
1. Copiare l'aggiornamento su uno stick di memoria USB.
2. Resettare il dispositivo (avvio a freddo o a caldo).
Al termine dell'autotest, sul display viene visualizzato brevemente il seguente messaggio:
Press ESC for boot options
3. Premere il tasto <ESC> per aprire il menu di selezione del BIOS.
4. Premere il pulsante "BIOS Update".
5. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Reboot
L'aggiornamento del BIOS può essere seguito da diversi reboot. Questi reboot vengono
inizializzati dal Management Engine (ME). I reboot sono necessari perché il Management
Engine possa adeguarsi agli aggiornamenti del BIOS.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
177
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6.6
Impostazioni di setup del BIOS
Eventuali modifiche apportate alle impostazioni standard del setup possono essere
registrate nella seguente tabella. I valori impostati saranno quindi facilmente reperibili in
caso di future modifiche dell'hardware.
Nota
Si consiglia di stampare la seguente tabella, di registrarvi le modifiche apportate e di
conservarla al sicuro.
Le impostazioni di default del setup dipendono dalla configurazione del dispositivo richiesta.
Impostazioni di setup del BIOS
Main
Parametri di sistema
Impostazioni di default
System Time
00:00:00
System Date
MM/DD/YYYY
Impostazioni proprie
Advanced > Boot Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Numlock
On
POST Errors
All without keyboard
Impostazioni proprie
Advanced > Peripheral Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Internal COM 1 1
Auto
Base I/O Address
3F8
1
Interrupt 1
IRQ4
Internal COM 2
Auto
1
Base I/O Address
2F8
1
Interrupt 1
Internal LPT
IRQ3
Auto
1
Base I/O Address 1
378
Interrupt
IRQ7
Mode
1
Bi-directional
1
DMA Channel 1
DMA 1
Onboard PROFINET
PCI – MPI / DP
1
Impostazioni proprie
1
1
Enabled
Enabled
Audio
Auto
Onboard Ethernet 1 (LAN 1, X1 P1)
Enabled
Onboard Ethernet 2 (LAN 2, X2 P1)
Enabled
Visibile in funzione della configurazione del dispositivo ordinato
SIMATIC IPC847D
178
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Advanced > SATA Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
SATA Controller
Enabled
HDC Configure As
AHCI
Impostazioni proprie
Advanced > Fan Control Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Fan Control Mode
Enhanced
Impostazioni proprie
Sottomenu "Memory Power and
Thermal Throttling": Advanced
Temperature
Advanced > Video Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Primary Display
Auto
IGD - Aperture Size
128 MB
IGD - DVMT Size
MAX
IGD-Boot Type
VBIOS predefinito
PEG0 - Gen X
Auto
PEG1 - Gen X
Auto
PEG2 - Gen X
Auto
Impostazioni proprie
Advanced > USB Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
USB Precondition
Enabled
XHCI
Auto
Per-Port Control
Disabled
Impostazioni proprie
I seguenti parametri sono visibili solo se è stato attivato "Per-Port Control" (Enabled).
USB Port 0 (X61)
Enabled
USB Port 1 (X60)
Enabled
USB Port 2 (USB3 P2, internal)
Enabled
USB Port 3 (USB3 P3, front)
Enabled
USB Port 4 (X63)
Enabled
USB Port 5 (X62)
Enabled
USB Port 6 (USB2 P6 front )
Enabled
USB Port 8 (USB2 P8, internal)
Enabled
USB Port 9 (USB2 P9, internal)
Enabled
USB Port 10 (USB2 P10, internal)
Enabled
USB Port 11 (USB2 P11, internal)
Enabled
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
179
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Advanced > Chipset Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
VT-d
Enabled
After G3 On
S0
Max TOLUD
Dynamic
Impostazioni proprie
HPET Support
Advanced > Active Management Technology Support
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Intel AMT Support
Enabled
Hide Un-Configure ME Confirmation
Disabled
Un-Configure ME
Disabled
Intel AMT Password Write
Enabled
AMT CIRA Request Trig
Disabled
USB Configure
Enabled
AMT CIRA Timeout
0
Impostazioni proprie
Advanced > PCI Express Configuration
Parametri di sistema
Impostazioni di default
PCI Express Root Port 5
Enabled
PCIe Speed
Auto
PCI Express Root Port 6
Enabled
PCIe Speed
Auto
PCI Express Root Port 7
Enabled
PCIe Speed
Auto
PCI Express Root Port 8
Enabled
PCIe Speed
Auto
Impostazioni proprie
Security
Parametri di sistema
TPM Status
Impostazioni di default
Impostazioni proprie
1
TPM Operation 1
TPM Force Clear
No Operation
1
Disabled
Set Supervisor Password
Set User Password
1
Power-on Password
Disabled
User Access Level
Full
Visibile in funzione della configurazione del dispositivo ordinato
SIMATIC IPC847D
180
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Power
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Wake on PME or LAN 2 (X2 P1)
Disabled
Auto Wake on S5
Disabled
Wake on S5 Time
00:00:00
Day of Month
1
Wake on LAN 1 (X1 P1)
Enabled
PROFINET always On 1
PROFINET Wake Capability
1
Impostazioni proprie
Disabled
1
Disabled
USB Ports 0/1 (X61/X60) powered
Enabled
USB Ports 0/1 (X61/X60) Wake
Capability
Disabled
USB Ports 4/5 (X63/X62) powered
Enabled
USB Ports 4/5 (X63/X62) Wake
Capability
Disabled
USB Ports 3/6/8/9 powered
Enabled
USB Port 3/6/8/9 Wake Capability
Disabled
USB Port 10/11 powered
Enabled
USB Port 10/11 Wake Capability
Disabled
Visibile in funzione della configurazione del dispositivo ordinato
Power > Advanced CPU Control
Parametri di sistema
Impostazioni di default
P-States (IST)
Enabled
Active Processor Cores
All Cores
HT Support
Auto
Execute Disable Bit
Enabled
Intel (VMX) Virtualization Technology
Enabled
C-States
Enabled
Turbo Mode
Enabled
Impostazioni proprie
Boot
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Impostazioni proprie
Boot Type
Quick Boot
Enabled
Quiet Boot
Enabled
Network Stack
Disabled
PXE Boot capability
Disabled
Add Boot Options
Auto
USB Boot
Enabled
EFI Device First
Enabled
Boot Delay Time
3
Automatic Failover
Enabled
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
181
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Boot > Legacy
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Normal Boot Menu
Normal
Boot Type Order
In funzione
dell'equipaggiamento
Hard Disk Drive
In funzione
dell'equipaggiamento
CD/DVD-ROM Drive
In funzione
dell'equipaggiamento
PCMCIA
In funzione
dell'equipaggiamento
USB
In funzione
dell'equipaggiamento
Others
In funzione
dell'equipaggiamento
Impostazioni proprie
Exit
Parametri di sistema
Impostazioni di default
Impostazioni proprie
Profilo:
8.6.7
Segnalazioni di allarme e di sistema e messaggi di errore
8.6.7.1
Power On Self Test
Durante l'avvio a regime (booting), il BIOS esegue dapprima un Power On Self Test (POST)
e controlla che determinate unità funzionali del PC funzionino correttamente. In caso di
errore fatale, il processo di boot viene interrotto all'istante.
Se, durante il POST, non si verificano errori, il BIOS inizializza e testa le altre unità
funzionali. In questa fase dell'avvio a regime, la grafica già inizializzata e gli eventuali
messaggi d'errore vengono visualizzati sullo schermo.
Successivamente sono descritti i messaggi d'errore emessi dal BIOS del sistema. I
messaggi d'errore, che vengono emessi dal sistema operativo o da programmi, si trovano
nei manuali di questi programmi.
SIMATIC IPC847D
182
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Messaggi d'errore sullo schermo
Messaggi d'errore sullo schermo Significato/Rimedio
Address conflict
Problema di Plug and Play.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Combination not supported
Problema di Plug and Play.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
IO device IRQ conflict
Problema di Plug and Play.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Invalid System Configuration
Data
Problema di Plug and Play.
Allocation Error for ...
•
Impostate l'opzione RESET CONFIGURATION DATA nel
menu Advanced di Setup.
•
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Problema di Plug and Play.
•
Annullate l'ultima modifica hardware.
•
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
System battery is dead.
Replace and run SETUP
La batteria dell'unità CPU è difettosa o scarica.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
System CMOS checksum bad
Run SETUP
Richiamate il SETUP, eseguite e salvate le impostazioni. Se ad
ogni avvio compare questo messaggio, rivolgetevi al centro di
assistenza tecnica.
Failure Fixed Disk
Errore durante l'accesso al disco rigido.
Verificate l'impostazione di SETUP.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Keyboard error
Controllate che la tastiera sia collegata correttamente.
Stuck Key
Controllate che non vi siano tasti della tastiera bloccati.
System RAM Failed at offset:
Errore di memoria.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Error - CMOS battery failed
La batteria dell'unità CPU è difettosa o scarica.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Error - SMART failure detected
on HDD
Errore del disco rigido: È stato superato il limite di errori stabilito
dal costruttore. Il funzionamento del disco rigido non è sicuro. Il
disco rigido dovrebbe essere sostituito. Rivolgersi al centro di
assistenza tecnica.
Error - Keyboard error
Controllate che la tastiera sia collegata correttamente.
No bootable device -- Please
restart system
Possibili cause:
•
Nessun sistema operativo presente
•
Accesso al drive sbagliato (dischetto nel drive A/B)
•
Partizione boot attiva errata
•
Impostazioni di drive nel SETUP errate
•
Drive disco rigido non collegato/difettoso
Error - Realtime clock has lost
power
Errore modulo orologio.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Error - Keyboard controller error
Errore tastiera.
Rivolgetevi al centro di assistenza tecnica.
Lo schermo non si accende - il
cursore si trova in alto a sinistra
Nel drive ODD è inserito un supporto dati. In questo caso, prima di
procedere, l'avvio del BIOS può richiedere alcuni minuti.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
183
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
8.6.7.2
BIOS-POST-Codes
Di seguito sono elencati i codici POST rilevanti per il cliente, nella sequenza in cui si
presentano. Per tutti gli altri codici POST rivolgersi al Customer Support
(http://www.siemens.de/automation/csi_it_WW).
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
4DH
DXE_MTC_INIT
MTC Initial
Inizializzazione
Interventi di
MonoTonicCounter Service
:
4EH
DXE_CPU_INIT
CPU Middle Initial
Inizializzazione
CPU
Sostituire unità di
base
4FH
DXE_MP_CPU_INIT
Multi-processor Middle
Initial
Inizializzazione del
multiprocessore
Sostituire unità di
base
50H
DXE_SMBUS_INIT
SMBUS Driver Initial
inizializzazione dei
driver SMBUS
Interventi di
Service
51H
DXE_SMART_TIMER_INIT
8259 Initial
Inizializzazione
SMART-Timer
Interventi di
Service
52H
DXE_PCRTC_INIT
RTC Initial
Inizializzazione
RTC
Interventi di
Service
53H
DXE_SATA_INIT
SATA Controller early
initial
Preinizializzazione
di SATA Controller
Interventi di
Service
54H
DXE_SMM_CONTROLER_INIT
Setup SMM Control
service,
DXE_SMMControler_INI
T
SSM Control
Dienst
Interventi di
Service
55H
DXE_LEGACY_INTERRUPT
Setup Legacy Interruput
service,
DXE_LegacyInterrupt
Setup Legacy
Interrupt Service
Interventi di
Service
01H
SEC_SYSTEM_POWER_ON
CPU power on and
switch to Protected
mode
Commutazione in
Protected Mode
Interventi di
Service
02H
SEC_BEFORE_MICROCODE
_PATCH
Patching CPU
microcode
Carica CPU
Microcode
Interventi di
Service
03H
SEC_AFTER_MICROCODE
_PATCH
Setup Cache as RAM
Configurazione di
cache come RAM
Interventi di
Service
04H
SEC_ACCESS_CSR
PCIE MMIO Base
Address initial
Inizializzazione
PCIE
Interventi di
Service
05H
SEC_GENERIC_MSRINIT
CPU Generic MSR initial Inizializzazione
scheda CPU MS
(Machine Stataus)
Interventi di
Service
06H
SEC_CPU_SPEEDCFG
Setup CPU speed
Determinazione
della velocità della
CPU
Interventi di
Service
07H
SEC_SETUP_CAR_OK
Cache as RAM test
Esecuzione del test Sostituire unità di
RAM sui cache
base
08H
SEC_FORCE_MAX_RATIO
Tune CPU frequency
ratio to maximum level
Impostazione della
frequenza della
CPU
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
184
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
09H
SEC_GO_TO_SECSTARTUP
Setup BIOS ROM cache Configurazione dei
cache del BIOS
ROM
Interventi di
Service
0AH
SEC_GO_TO_PEICORE
Enter Boot Firmware
Volume
Richiamo dell'area
di memoria del
firmware del boot
Interventi di
Service
70H
PEI_SIO_INIT
Super I/O initial
Inizializzazione di
Suoper I/O
Interventi di
Service
71H
PEI_CPU_REG_INIT
CPU Early Initial
Inizializzazione
delle schede della
CPU
Interventi di
Service
72H
PEI_CPU_AP_INIT
Multi-processor Early
initial
Inizializzazione
Multiprocessore
Interventi di
Service
73H
PEI_CPU_HT_RESET
HyperTransport initial
Inizializzazione
della funzionalità
Hyper Transport
Interventi di
Service
74H
PEI_PCIE_MMIO_INIT
PCIE MMIO BAR Initial
Inizializzazione
delle schede della
PCIE
Interventi di
Service
75H
PEI_NB_REG_INIT
North Bridge Early Initial
Inizializzazione di
North bridge
Interventi di
Service
76H
PEI_SB_REG_INIT
South Bridge Early Initial Inizializzazione di
South bridge
Interventi di
Service
77H
PEI_PCIE_TRAINING
PCIE Training
Fase del training
Interventi di
dei dispositivi PCIE Service
79H
PEI_SMBUS_INIT
SMBUS Early Initial
Inizializzazione del
bus SM
Interventi di
Service
41H
DXE_SB_SPI_INIT
South bridge SPI initial
Inizializzazione di
Serial Peripheral
Interface in South
Bridge
Interventi di
Service
42H
DXE_CF9_RESET
Setup Reset service,
DXE_CF9Reset
Setup Reset
Service
Interventi di
Service
43H
DXE_SB_SERIAL_GPIO_INIT
South bridge Serial
Inizializzazione di
GPIO initial,
Serial GPIO
DXE_SB_SerialGPIO_IN
IT
Interventi di
Service
44H
DXE_SMMACCESS
Setup SMM ACCESS
service
Setup del servizio
di accesso SMM
Interventi di
Service
45H
DXE_NB_INIT
North bridge Middle
initial
Inizializzazione di
North bridge
Interventi di
Service
46H
DXE_SIO_INIT
Super I/O DXE initial
Inizializzazione di
Super IO
Interventi di
Service
47H
DXE_LEGACY_REGION
Setup Legacy Region
service,
DXE_LegacyRegion
Setup del servizio
area Legacy
Interventi di
Service
48H
DXE_SB_INIT
South Bridge Middle
Initial
Inizializzazione di
South bridge
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
185
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
49H
DXE_IDENTIFY_FLASH_DEVICE
Identify Flash device
Identificazione del
tipo di FLASH
Interventi di
Service
4AH
DXE_FTW_INIT
Fault Tolerant Write
verification
Prova della
tolleranza errori di
scrittura
Interventi di
Service
4BH
DXE_VARIABLE_INIT
Variable Service Initial
Inizializzazione del
servizio variabili
Interventi di
Service
4CH
DXE_VARIABLE_INIT_FAIL
Fail to initial Variable
Service
Errore
Interventi di
nell'inizializzazione Service
del servizio variabili
26H
BDS_CONNECT_LEGACY_ROM
Dispatch option ROMs
Richiamo di
Legacy Option
Roms
27H
BDS_ENUMERATE_ALL_BOOT
_OPTION
Get boot device
information
Rileva informazioni Interventi di
sul Boot Device
Service
28H
BDS_END_OF_BOOT
_SELECTION
End of boot selection
Fine della
selezione di boot
Interventi di
Service
29H
BDS_ENTER_SETUP
Enter Setup Menu
Richiamo nel
SETUP
Interventi di
Service
2AH
BDS_ENTER_BOOT_MANAGER
Enter Boot manager
richiamo di Boot
Manager
Interventi di
Service
2BH
BDS_BOOT_DEVICE_SELECT
Try to boot system to
OS
Boot dell'OS
Interventi di
Service
2CH
BDS_EFI64_SHADOW_ALL
_LEGACY_ROM
Shadow Misc Option
ROM
Copia di Legacy
Option ROM nella
memoria RAM
Interventi di
Service
2DH
BDS_ACPI_S3SAVE
Save S3 resume
required data in RAM
Predisporre RAM
per lo stato di
funzionamento S3
Interventi di
Service
2EH
BDS_READY_TO_BOOT_EVENT
Last Chipset initial
before boot to OS
Inizializzazione
conclusiva del set
di chip prima del
boot OS
Interventi di
Service
2FH
BDS_GO_LEGACY_BOOT
Start to boot Legacy OS
Boot di Legacy OS
Interventi di
Service
30H
BDS_GO_UEFI_BOOT
Start to boot UEFI OS
Boot di UEFI OS
Interventi di
Service
31H
BDS_LEGACY16_PREPARE_TO_
BOOT
Prepare to Boot to
Legacy OS
Preparazione al
boot di Legacy OS
Interventi di
Service
32H
BDS_EXIT_BOOT_SERVICES
Send END of POST
Message to ME via
HECI
Uscita da Boot
Service
Interventi di
Service
33H
BDS_LEGACY_BOOT_EVENT
Last Chipset initial
before boot to Legacy
OS.
Inizializzazione
conclusiva del set
di chip prima del
boot di Legacy OS
Interventi di
Service
34H
BDS_ENTER_LEGACY_16_BOOT
Ready to Boot Legacy
OS.
Richiamo del boot
di Legacy OS
Interventi di
Service
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
186
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
35H
BDS_RECOVERY_START_FLASH Fast recovery start flash
Avvio della
funzione BIOS
Recovery
Interventi di
Service
F9H
POST_BDS_NO_BOOT_DEVICE
No Boot Device,
PostBDS_NO_BOOT_D
EVICE
Nessun BOOT
device rilevato
Interventi di
Service
FBH
POST_BDS_START_IMAGE
UEFI Boot Start Image, Boot di un UEFI
PostBDS_START_IMAG Image
E
Interventi di
Service
FDH
POST_BDS_ENTER_INT19
Legacy 16 boot entry
Avvio di Legacy 16
Boot
Interventi di
Service
FEH
P0ST_BDS_JUMP_BOOT
_SECTOR
Try to Boot with INT 19
Boot tramite INT 19 Interventi di
Service
E5H
ASL_WAKEUP_S5
System wakeup from S5 Reboot dello stato
di funzionamento
S5
10H
BDS_ENTER_BDS
Enter BDS entry
Phase Boot Device Interventi di
Selection
Service
11H
BDS_INSTALL_HOTKEY
Install Hotkey service
Installazione di
Hotkey Service
Interventi di
Service
12H
BDS_ASF_INIT
ASF Initial
Inizializzazione del
formato Alert
Standard
Interventi di
Service
13H
BDS_PCI_ENUMERATION
_START
PCI enumeration
Nomenclatura bus
PCI
Interventi di
Service
14H
BDS_BEFORE_PCIIO_INSTALL
PCI resource assign
complete
Assegnazione
risorse PCI
Disattivare, a titolo
di prova, i
componenti
hardware nel
SETUP oppure
rimuovere le unità
di ampliamento
installate nell'unità
bus.
15H
BDS_PCI_ENUMERATION_END
PCI enumeration
complete
Conclusione della
nomenclatura PCI
Interventi di
Service
16H
BDS_CONNECT_CONSOLE_IN
Keyboard Controller,
Keyboard and Mouse
initial
Inizializzazione di
tastiera e mouse
Sostituzione, a
titolo di prova, della
tastiera/del mouse
17H
BDS_CONNECT_CONSOLE_OUT
Video device initial
Inizializzazione
interfaccia grafica
Interventi di
Service
18H
BDS_CONNECT_STD_ERR
Error report device initial Inizializzazione del
report degli errori
standard
Interventi di
Service
19H
BDS_CONNECT_USB_HC
USB host controller
initial
Installazione di
USB Host
Controller
Interventi di
Service
1AH
BDS_CONNECT_USB_BUS
USB BUS driver initial
Inizializzazione
driver di bus USB
Interventi di
Service
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
187
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
1BH
BDS_CONNECT_USB_DEVICE
USB device driver initial
1CH
BDS_NO_CONSOLE_ACTION
Console device initial fail Inizializzazione
errata Console
Interventi di
Service
1DH
BDS_DISPLAY_LOGO_SYSTEM
_INFO
Display logo or system
information
Visualizzazione
logo o informazioni
di sistema
Interventi di
Service
1EH
BDS_START_IDE_CONTROLLER
IDE controller initial
Inizializzazione di
IDE Controller
Interventi di
Service
1FH
BDS_START_SATA
_CONTROLLER
SATA controller initial
Inizializzazione di
SATA Controller
Interventi di
Service
20H
BDS_START_ISA_ACPI_CONTRO SIO controller initial
LLER
Inizializzazione di
Super IO
Interventi di
Service
21H
BDS_START_ISA_BUS
ISA BUS driver initial
Inizializzazione del
driver del bus ISA
Interventi di
Service
22H
BDS_START_ISA_FDD
Floppy device initial
Inizializzazione
interfaccia Floppy
Interventi di
Service
23H
BDS_START_ISA_SEIRAL
Serial device initial
Inizializzazione
interfaccia Serial
Interventi di
Service
24H
BDS_START_IDE_BUS
IDE device initial
Inizializzazione
interfaccia IDE
Interventi di
Service
25H
BDS_START_AHCI_BUS
AHCI device initial
Inizializzazione
interfaccia AHCI
Interventi di
Service
56H
DXE_RELOCATE_SMBASE
Relocate SMM BASE
Nuova
assegnazione di
SMM Basis
Interventi di
Service
57H
DXE_FIRST_SMI
SMI test
Test SMI
Interventi di
Service
58H
DXE_VTD_INIT
VTD Initial
Inizializzazione
Interventi di
virtualizzazione I/O Service
(VTD)
59H
DXE_BEFORE_CSM16_INIT
Legacy BIOS initial
Inizializzazione
Legacy BIOS
5AH
DXE_AFTER_CSM16_INIT
Legacy interrupt function Inizializzazione di
initial
Legacy Interrupt
Interventi di
Service
5BH
DXE_LOAD_ACPI_TABLE
ACPI Table Initial
Inizializzazione di
tabelle ACPI
Interventi di
Service
5CH
DXE_SB_DISPATCH
Setup SB SMM
Dispatcher service,
DXE_SB_Dispatch
Service SMM
dispatcher
Interventi di
Service
5DH
DXE_SB_IOTRAP_INIT
Setup SB IOTRAP
Service
Service
SouthBridge
IOTRAP
Interventi di
Service
5EH
DXE_SUBCLASS_DRIVER
Build AMT Table
Inizializzazione
Interventi di
tabella AMT (Active Service
Management
Technology)
Inizializzazione
driver di dispositivi
USB
Interventi di
Service
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
188
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
5FH
DXE_PPM_INIT
PPM Initial
Inizializzazione del
processore Power
Management
60H
DXE_HECIDRV_INIT
HECIDRV Initial
Inizializzazione
Interventi di
dell'interfaccia Host Service
Embedded
Controller
61H
DXE_VARIABLE_RECLAIM
Variable store garbage
collection and reclaim
operation
Caricamento della
memoria delle
variabili
Interventi di
Service
7AH
PEI_PROGRAM_CLOCK_GEN
Clock Generator Initial
Inizializzazione di
Clok Generator
Interventi di
Service
7BH
PEI_IGD_EARLY_INITIAL
Internal Graphic device
early initial,
PEI_IGDOpRegion
Prima
inizializzazione
dell'interfaccia
grafica
Interventi di
Service
7CH
PEI_HECI_INIT
HECI Initial
Inizializzazione
Interventi di
dell'interfaccia Host Service
Embedded
Controller
7DH
PEI_WATCHDOG_INIT
Watchdog timer initial
Inizializzazione di
Watchdog Timer
7EH
PEI_MEMORY_INIT
Memory Initial for
Normal boot
Inizializzazione
Sostituzione
della memoria
moduli di memoria
durante la fase PEI
7FH
PEI_MEMORY_INIT_FOR_CRISIS
Memory Initial for Crisis
Recovery
Inizializzazione
della memoria di
BIOS Recovery
80H
PEI_MEMORY_INSTALL
Simple Memory test
Test della memoria Sostituzione
moduli di memoria
81H
PEI_TXTPEI
TXT function early initial
Inizializzazione di
Trusted Execution
Technology
82H
PEI_SWITCH_STACK
Start to use Memory
Avvio ampliamento Interventi di
della memoria
Service
83H
PEI_MEMORY_CALLBACK
Set cache for physical
memory
Impiego dei Cache
come memoria
fisica
Interventi di
Service
84H
PEI_ENTER_RECOVERY_MODE
Recovery device initial
Inizializzazione dei
dispositivi di BIOS
recovery
Interventi di
Service
85H
PEI_RECOVERY_MEDIA_FOUND
Found Recovery image
Rilevazione di
BIOS Recovery
Image
Interventi di
Service
Interventi di
Service
Interventi di
Service
Sostituzione
moduli di memoria
Interventi di
Service
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
189
Dati tecnici
8.6 Descrizione del BIOS
Visualizzazione Significato
(esadecimale)
Descrizione
Rimedio
86H
PEI_RECOVERY_MEDIA_NOT
_FOUND
Recovery image not
found
Nessuna BIOS
Recovery Image
rilevata
Accertarsi che sul
supporto di
recupero (per es.
Memory USB) sia
disponibile BIOS
Recovery Image.
87H
PEI_RECOVERY_LOAD_FILE
_DONE
Load Recovery Image
complete
Caricamento di
BIOS Recovery
Image terminato
Interventi di
Service
88H
PEI_RECOVERY_START_FLASH
Start Flash BIOS with
Recovery image
Avvio di Flash
BIOS con
Recovery Image
Interventi di
Service
89H
PEI_ENTER_DXEIPL
Loading BIOS image to
RAM
Copia di BIOS
Image nella
memoria RAM
Interventi di
Service
8AH
PEI_FINDING_DXE_CORE
Loading DXE core
Caricamento del
programma DXE
(Driver Execution
Environment)
Interventi di
Service
8BH
PEI_GO_TO_DXE_CORE
Enter DXE core
Avvio del
programma DXE
Interventi di
Service
Codici speciali
Vengono emessi solo le seguenti segnalazioni BIOS mediante beep code:
● manca la RAM: 1 beep breve seguito da una pausa lunga, se possibile ciclico
● abbinamento RAM ECC/nonEcc errato: 2 beep brevi seguiti da una pausa lunga, se
possibile ciclico
● manca il Graphic Controller: 3 beep lunghi, una volta, può essere disattivato
SIMATIC IPC847D
190
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.7 Active Management Technology (AMT)
8.7
Active Management Technology (AMT)
8.7.1
Basi dell'AMT
I processori Intel Core i5 e Xeon supportano la piattaforma hardware Intel® vProTM e Intel
Active Management Technology. Un amministratore dell'help desk accede ai PC AMT. Solo i
PC AMT devono essere dotati di Intel AMT integrata.
La figura seguente mostra la possibile configurazione di una rete per Remote Management
sulla base di PC SIMATIC AMT.
Da un SIMATIC IPC che in sé e per sé non è dotato di funzioni Intel AMT è possibile
accedere a SIMATIC IPC connessi in rete con Intel AMT attraverso SIMATIC IPC Remote
Manager e/o browser di rete.
I SIMATIC IPC che supportano AMT dispongono di due interfacce Ethernet onboard dotate
ciascuna di un proprio controller. Il controller integrato nel chipset del tipo: "xxxxxxLM" può
essere configurato per l'utilizzo di Intel-AMT. Per ulteriori dati sul controller consultare i dati
tecnici.
Al momento della consegna di un SIMATIC IPC l'AMT è disattivata per motivi di sicurezza.
Attivare l'AMT nel setup del BIOS. In seguito occorre attivare e impostare Intel®
Management Engine (Intel® ME) per AMT. Nel Management Engine definire ulteriori
impostazioni:
● Configurazione della rete per l'accesso tramite AMT
● Creazione di una password
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
191
Dati tecnici
8.7 Active Management Technology (AMT)
8.7.2
Panoramica AMT
Il presente capitolo descrive le misure e le impostazioni dell'IPC locale necessarie per poter
effettuare il comando e la manutenzione a distanza dell'IPC da una Management Station (di
seguito definita PC help desk).
L'IPC locale viene definito da qui in poi "PC AMT".
Le diverse sezioni contengono le informazioni seguenti:
● Impostazioni AMT in MEBx e nel setup del BIOS
● Configurazione di base dell'AMT
● Ulteriori avvertenze utili
8.7.3
Attivazione dell'AMT, configurazione di base
Per ragioni di sicurezza la funzione AMT non è ancora attiva nei dispositivi nuovi.
Procedimento
1. Collegare il PC AMT con la LAN.
2. Se necessario resettare prima l'AMT allo stato di default (vedere la sezione
"Unconfigure").
3. Riavviare il dispositivo.
Quando compare il seguente messaggio del BIOS premere il tasto <ESC>:
Press Esc for Boot Options
4. Attivare "Intel AMT Support" e "Intel AMT Setup Prompt" nel menu Advanced.
5. Uscire dal BIOS premendo il tasto <F10> "Save and Exit". Il PC AMT si riavvia.
6. Per accedere a MEBx premere la combinazione di tasti <Ctrl+P>
7. Nella finestra di dialogo del login inserire la password standard "admin".
8. Modificare la password standard. La nuova password deve contenere i caratteri seguenti:
– Almeno otto caratteri complessivamente
– Una lettera maiuscola
– Una lettera minuscola
– Un numero
– Uno dei caratteri speciali ! @ # $ % ^ & *
Nota
Il carattere di sottolineatura _ e lo spazio vuoto sono caratteri validi per la password
ma non ne aumentano la complessità.
9. Attivare "Intel (R) AMT Configuration > Manageability Feature Selection".
10.Attivare "Intel (R) ME General Settings > Activate Network Access".
SIMATIC IPC847D
192
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Dati tecnici
8.7 Active Management Technology (AMT)
8.7.4
Impostazioni avanzate
BIOS e MEBx contengono le principali impostazioni di base dell'AMT. Per le impostazioni
avanzate sono necessari ulteriori tool. che eventualmente devono essere scaricati dal sito
del produttore. Per quel che riguarda le possibilità e l'uso di questi tool consultare la
documentazione specifica del produttore.
● Manageability Commander e ulteriori tool di Intel DTK(Manageability Developer Tool Kit):
programmi Intel DTK da scaricare dalla pagina Internet "http://software.intel.com/enus/manageability".
● Interfaccia Web AMT: per i collegamenti criptati l'URL dell'interfaccia Web è "https://
<Fully qualified domain name>:16993" e per i collegamenti non criptati è "http://<Indirizzo
IP>:16992".
● WinRM: un programma a riga di comando che fa parte di Windows a partire da Windows
Vista. Per le precedenti versioni di Windows questo tool può essere scaricato a posteriori.
8.7.5
Resettaggio con Un-Configure
Nota
Se il PC AMT ha ancora le sue impostazioni di fabbrica, ad es. perché è appena stato
comprato, è possibile saltare questa sezione.
Se l'AMT è già stata configurata in passato cancellare preferibilmente tutte le impostazioni
AMT precedenti in MEBx.
Nota
Tutte le impostazioni finora definite nel Management Engine vengono eliminate.
Il funzionamento regolare dell'impianto potrebbe essere compromesso.
Prendere nota di tutte le impostazioni in MEBx. Dopo Un-Configure ridefinire le impostazioni
secondo le proprie esigenze.
1. Selezionare "Advanced > Active Management Technology Support" nel BIOS e attivare la
voce "Un-Configure ME".
2. Uscire dal BIOS premendo il tasto <F10> "Save and Exit". Il PC AMT si riavvia.
3. Al termine del nuovo avviamento viene chiesto all'utente se desidera confermare la
cancellazione di tutte le impostazione nel Management Engine:
4. Confermare con "Y". Se la tastiera è tedesca premere il tasto <Z>.
Il dispositivo continua il boot con le impostazioni di fabbrica del Management Engine.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
193
Dati tecnici
8.7 Active Management Technology (AMT)
8.7.6
Determinazione dell'indirizzo di rete
Per collegare il PC AMT con il server AMT è necessario specificare l'indirizzo di rete che
localizza in modo univoco il server AMT sul PC AMT.
Se nell'MEBx del PC AMT è attivo il DHCP per l'assegnazione automatica di un indirizzo di
rete alla voce "Network Setup", l'indirizzo di rete non è fisso.
Procedimento
Se il server AMT utilizza lo stesso indirizzo di rete del sistema operativo del PC AMT (caso
più frequente):
1. determinare l'indirizzo del server AMT con "ipconfig" nella riga di comando di Windows e
con "ifconfig" in UNIX.
Se il server AMT e il sistema operativo non utilizzano lo stesso indirizzo di rete, chiedere
all'amministratore il proprio indirizzo.
8.7.7
Forzamento di User Consent
Quando si crea un collegamento con il PC AMT è possibile che KVM Viewer chieda
all'utente di inserire un codice a sei cifre. Questo codice viene visualizzato sullo schermo del
PC AMT. L'utente del PC AMT deve comunicare il codice all'utente di KVM Viewer.
La richiesta di codice deve essere impostata in KVM Viewer.
Procedura
1. Selezionare "Intel(R) AMT Configuration > User Consent" in MEBx.
2. Selezionare per "User Consent" il valore "KVM".
Perché un utente con diritti di amministratore possa bypassare questa richiesta di codice
procedere nel modo seguente:
1. Selezionare "Intel(R) AMT Configuration > User Consent" in MEBx.
2. Attivare "Opt-in configurable from remote IT".
SIMATIC IPC847D
194
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Supporto tecnico
A.1
A
Service e Support
Per informazioni più approfondite e supporto per i prodotti descritti consultare i seguenti siti
Internet:
● Technical Support (http://www.siemens.de/automation/csi_it_WW)
● Modulo per la richiesta di supporto tecnico
(http://www.siemens.com/automation/support-request)
● After Sales Information System SIMATIC PC/PG (http://www.siemens.com/asis)
● Documentazione completa SIMATIC (http://www.siemens.com/simatic-tech-doku-portal)
● Il vostro interlocutore Siemens locale (http://www.automation.siemens.com/mcms/aspadb/it/Pages/default.aspx)
● Training Center (http://sitrain.automation.siemens.com/sitrainworld/?AppLang=en)
● Industry Mall (http://mall.automation.siemens.com)
Qualora ci si rivolga all'interlocutore Siemens locale o al supporto tecnico, tenere a portata di
mano le seguenti informazioni:
● Numero di ordinazione del dispositivo
● Versione del BIOS per PC industriale oppure versione immagine per pannello operatore
● Ulteriori hardware installati
● Ulteriori software installati
Tools & Downloads
Controllare regolarmente la disponibilità di update e hotfix da scaricare per il vostro
dispositivo. L'accesso all'area del download in Internet avviene dal seguente Link:
After Sales Information System SIMATIC PC/PG (http://www.siemens.com/asis)
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
195
Supporto tecnico
A.2 Soluzione dei problemi
A.2
Soluzione dei problemi
In questo capitolo si trovano suggerimenti sulla limitazione e/o la risoluzione dei problemi più
comuni.
Problema
Causa possibile
Mancato funzionamento del
dispositivo
Mancata alimentazione elettrica del •
dispositivo
Il display non si accende.
Rimedio possibile
Controllare l'alimentazione, il cavo o il connettore
di rete.
•
Verificare che l'interruttore On/Off sia nella
posizione giusta.
Il dispositivo viene utilizzato al di
fuori delle condizioni ambientali
specificate
•
Verificare le condizioni ambientali
•
Dopo il trasporto a basse temperature,
accendere il dispositivo solo dopo un tempo
d'attesa di circa 12 ore.
Il display non è acceso.
Procedere all'accensione del display.
Il display si trova in standby.
Premere un tasto qualsiasi della tastiera.
Il regolatore della luminosità è
regolato sullo scuro.
Regolare la luminosità del display sul chiaro tramite
il regolatore. Per informazioni dettagliate consultare
le istruzioni operative del display.
Cavo di rete o del display non
collegato
•
Verificare che il cavo di rete sia stato collegato
correttamente al display e all'unità di sistema
oppure alla presa messa a terra (presa Schuko).
•
Verificare che il cavo del display sia stato
collegato correttamente all'unità di sistema o al
display.
Qualora lo schermo restasse spento nonostante le
misure e i controlli soprindicati, rivolgersi al centro di
assistenza tecnica.
Il puntatore del mouse non
appare sul display
Il driver del driver del mouse non è
stato caricato
Accertarsi che il driver del mouse sia stato installato
correttamente e che sia disponibile all'avvio del
programma utente. Per maggiori informazioni sul
driver per il mouse consultare la relativa
documentazione.
Il mouse non è collegato
•
Accertarsi che il cavo del mouse sia collegato
correttamente all'unità di sistema.
•
Se il cavo del mouse viene impiegato con un
adattatore o una prolunga, controllare anche
questo collegamento.
Qualora il puntatore del mouse non apparisse
ancora sul display nonostante le misure e i controlli
sopraindicati, rivolgersi al centro di assistenza
tecnica.
Data e/o ora errate sul PC
1. Per richiamare il setup del BIOS premere <ESC>
durante l'avvio.
2. Impostare la data e l'ora nel menu di setup del
BIOS.
SIMATIC IPC847D
196
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Supporto tecnico
A.2 Soluzione dei problemi
Problema
Causa possibile
Rimedio possibile
Dopo aver impostato
correttamente il setup del
BIOS data e ora sono ancora
errate
La batteria tampone è scarica.
Sostituire la batteria tampone.
Il dispositivo USB non
funziona
Le porte USB sono impostate su
"disabled" in BIOS.
Utilizzare un'altra porta USB o attivare la porta
interessata.
Dispositivo USB 2.0 collegato,
sebbene USB 2.0 sia "disabled".
Abilitare USB 2.0.
Il sistema operativo non supporta
le interfacce USB
•
Attivare USB Legacy Support per mouse e
tastiera.
•
Per altri dispositivi sono necessari driver per
dispositivi USB per il sistema operativo
desiderato.
Il comparto per il caricamento
del DVD/CD, se disponibile,
non si apre
Il dispositivo è spento o il pulsante
di apertura/chiusura è disattivato a
livello di software.
Espulsione di emergenza del supporto:
1. Spegnere il dispositivo
2. Inserire un oggetto appuntito (ad es. una
graffetta per ufficio aperta) nell'apertura di
espulsione d'emergenza del drive e premere con
cautela, fino a quando il comparto non si apre.
3. Estrarre manualmente il comparto.
La schermata vacilla al
movimento del mouse o al
richiamo del programma
L'avvio da un sistema
operativo Windows che si
trova su un disco GPT viene
interrotto con il seguente
messaggio di errore:
L'informazione DDC non è
disponibile. Possibili cause:
•
Il monitor non fornisce
informazioni DDC
•
Lo switch KVM non inoltra le
informazioni DDC
•
Per l'interfaccia DVI-D/VGA
viene impiegato l'adattatore del
cavo Y con DVI-I
I parametri nel file del boot loader
"BCD" sono errati o danneggiati
"Status: 0xc0000225 Info: The
boot selection faild because a
required device is
inaccessible"
•
Impiegare un monitor che supporti DDC
•
Impiegare uno switch KVM che inoltri le
informazioni DDC
•
Utilizzare adattatori per cavi semplici con una
sola interfaccia
Eseguire "Startup and Repair" di Microsoft Windows:
1. Inserire il DVD di recupero nel drive ottico.
2. Avviare il boot manager con il tasto <F12>
all'avviamento
3. Selezionare la riga con "UEFI" davanti al nome
del drive ottico
4. Nella finestra di selezione della lingua fare clic su
"Next"
5. Nella successiva finestra di dialogo "Install
Windows" fare clic su "Repair your computer" o
premere il tasto <R>. Viene visualizzata la
finestra di dialogo "System Recovery Options". Si
avvia la ricerca di errori nel sistema.
6. Successivamente fare clic su "Repair and restart"
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
197
Supporto tecnico
A.2 Soluzione dei problemi
LED di errore sul lato anteriore
LED sul lato anteriore
Causa possibile
Informazioni sul LED di errore
WATCHDOG acceso, rosso
Si è attivato il watchdog
Vedere il capitolo "Watchdog (WD)"
TEMP acceso, rosso
Sovratemperatura nel dispositivo
Vedere il capitolo "Indicazione/controllo della
temperatura"
FAN acceso, rosso
Guasto di una ventola
Vedere il capitolo "Controllo del ventilatore"
HDD0 ALARM si accende con
luce rossa
RAID segnala un guasto nel disco
rigido 0
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
HDD1 ALARM acceso, rosso
RAID segnala un guasto nel disco
rigido 1
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
HDD2 ALARM acceso, rosso
RAID segnala un guasto nel disco
rigido 2
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
HDD | HDD3 ALARM si
accende con luce rossa o
lampeggia cin luce verde
RAID segnala un guasto nel disco
rigido 3
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
HDD0, HDD1, HDD2 ALARM
e HDD | HDD3 ALARM
lampeggiano con luce rossa
RAID si trova nello stato "rebuild"
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
HDD0, HDD1, HDD2 ALARM
e HDD | HDD3 ALARM
lampeggiano con luce rossa
Il sistema RAID non è pronto per il
funzionamento:
Il drive in uso deve essere rilevato con il software
RAID. Vedere il capitolo "Ampliamento e
parametrizzazione dei dispositivi", sezione "Drive" e
il capitolo "Gestione di sistemi RAID".
Nei LED PN Ι MPI/DP
lampeggia la luce rossa
Si è verificato un guasto
nell'interfaccia della CPU 1616
onboard
Vedere il capitolo "LED di funzionamento"
Tutti i LED sul lato anteriore
sono accesi con luce fissa
Errore nel BIOS POST precedente
In questo caso, rivolgersi al centro di assistenza
tecnica.
Alimentazione ridondata
Problema
Causa possibile
Rimedio possibile
Il dispositivo non
funziona
nonostante
l'alimentazione
ridondata
•
Uno dei moduli non è acceso
•
Entrambi i moduli sono
•
collegati allo stesso circuito AC
•
Accendere entrambi i moduli
Collegare i moduli a circuiti AC separati
SIMATIC IPC847D
198
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Supporto tecnico
A.3 Sistema RAID e avvio del dispositivo
A.3
Sistema RAID e avvio del dispositivo
Problema
Causa
Rimedio
Il software RAID segnala i seguenti
errori:
RAID non è stato attivato
Questi messaggi non compromettono il
funzionamento del dispositivo e possono essere
ignorati.
•
The RAID plug-in failed to load,
because the drive is not installed.
•
The Serial ATA plug-in failed to
load, because the driver is not
installed correctly.
•
The Intel® Matrix Storage
Console was unable to load a
page for the following reason:
–
A plug-in did not provide a
page for the selected device
–
A plug-in failed to load
Dopo aver sostituito il disco rigido il
sistema RAID non esegue il boot
Dopo la sostituzione del disco rigido,
per la porta SATA corrispondente
viene visualizzato il messaggio
"unused"
Confermare i messaggi.
RAID è stato attivato
Installare il software con l'ausilio del DVD
"Documentation and Drivers" in dotazione con la
fornitura.
Il sistema RAID non si trova
al primo posto nelle priorità
di boot
Setup del BIOS, menu Boot:
Il sistema è stato avviato
senza disco rigido
funzionante. Probabilmente
non era stato attivato
l'apposito tasto sullo
scomparto.
Riavviare il sistema con un disco rigido funzionante
Il sistema non esegue il boot oppure •
viene visualizzato il messaggio "Boot
device not found"
•
•
Il boot device non è
ammesso
•
Ammettere il sistema RAID nelle priorità di boot
•
Impostare il sistema RAID al primo posto nelle
priorità di boot
•
•
Il boot device non è al
primo posto nelle priorità
di boot del setup del
•
BIOS
Nel setup del BIOS, menu "Boot", abilitare il boot
device nelle priorità di boot
Nel setup del BIOS, menu "Boot", modificare le
priorità di boot del Boot device
Attivare UEFI boot nel setup del BIOS
Il disco di boot è
configurato con GPT e
UEFI boot è disattivato
nel setup del BIOS
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
199
Supporto tecnico
A.4 Avvertenze sull'utilizzo di unità di terze parti
Problema
Causa
Rimedio
L'avvio da un sistema operativo
Windows che si trova su un disco
GPT viene interrotto con il seguente
messaggio di errore:
I parametri nel file del boot
loader "BCD" sono errati o
danneggiati
Eseguire "Startup and Repair" di Microsoft Windows:
"Status: 0xc0000225 Info: The boot
selection faild because a required
device is inaccessible"
1. Inserire il DVD di recupero nel drive ottico.
2. Selezionare la riga con "UEFI" davanti al nome
del drive ottico.
3. Nella finestra di selezione della lingua fare clic su
"Next".
4. Nella successiva finestra di dialogo "Install
Windows" fare clic su "Repair your computer" o
premere il tasto <R>. Viene visualizzata la
finestra di dialogo "System Recovery Options". Si
avvia la ricerca di errori nel sistema.
5. Successivamente fare clic su "Repair and
restart".
A.4
Problema
Avvertenze sull'utilizzo di unità di terze parti
Causa possibile
Crash del PC al
•
momento dell'avvio.
•
Doppia configurazione di
indirizzi di ingresso/uscita
Doppia configurazione di
interrupt hardware e/o canali
DMA
•
Inosservanza della frequenza o
del livello di segnale
•
Assegnazione anomala del
connettore,
Rimedio possibile
Controllare la configurazione del PC:
•
Se la configurazione del PC corrisponde a quella impostata
al momento della fornitura, rivolgersi al centro di assistenza
tecnica.
•
Se la configurazione del PC è stata modificata, ripristinare
quella impostata al momento della fornitura; rimuovere
quindi le unità di altri costruttori e riavviare il PC. Se il guasto
non si ripresenta più, esso era riconducibile all'impiego di
un'unità di altri costruttori. Sostituirla con un'unità Siemens
oppure contattare il fornitore dell'unità di altri costruttori.
Qualora si verificassero nuovamente crash del PC, rivolgersi al
centro di assistenza tecnica.
La scheda di ampliamento PCIe
Gen1 non si comporta come
previsto dalle specifiche.
1. Rimuovere la scheda di ampliamento.
2. Nel setup del BIOS, nel sottomenu "PCI Express Root Port
#" del menu "Advanced > PCI Express Configuration",
impostare stabilmente il parametro di setup "PCIe Speed" su
"Gen1".
3. Nel setup del BIOS, nel sottomenu "Pci Expess Graphic" del
menu "Advanced > Video Configuration", impostare
stabilmente il parametro di setup "PEG# - Gen X" su "Gen1".
4. Installare nuovamente la scheda di ampliamento.
SIMATIC IPC847D
200
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
B
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
Significato
AC
Alternating Current
Corrente alternata
ACPI
Advanced Configuration and Power
Interface
AG
Controllore programmabile
AGP
Accelerated Graphics Port
Sistema di bus ad alta velocità
AHCI
Advanced Host Controller Interface
Interfaccia Controller normalizzata per dispositivi SATA.
Viene supportata da Microsoft Windows XP a partire da
SP1 e driver IAA.
AMT
Active Management Technology
Tecnologia Intel per la manutenzione remota
APIC
Advanced Programmable Interrupt
Controller
Interrupt controller programmabile avanzato
APM
Advanced Power Management
Strumento per il controllo e il risparmio di energia del
PC.
AS
Sistema di automazione
ASIS
After Sales Information System
AT
Advanced Technology
ATA
Advanced Technology Attachement
ATX
AT Bus Extended
AWG
American Wire Gauge
Norma statunitense per i diametri dei cavi
BIOS
Basic Input Output System
Sistema base di ingresso e uscita.
CAN
Controller Area Network
CD ROM
Compact Disc – Read Only Memory
Supporto di memoria intercambiabile per grandi quantità
di dati.
CD-RW
Compact Disc – Rewritable
CD su cui è possibile cancellare e scrivere i dati più
volte.
CE
Communauté Européenne (Simbolo CE)
Il prodotto è conforme a tutte le direttive CE pertinenti
CF
CompactFlash
CGA
Color Graphics Adapter
Interfaccia video standard
CIRA
Client Initiated Remote Access
Amministrazione del PC AMT al di fuori della rete
Intranet
CLK
Impulso di clock
Segnale di clock per i controllori
CMOS
Complementary Metal Oxide
Semiconductors
Semiconduttore complementare a ossidi metallici.
COA
Certificate of Authentificity
Microsoft Windows Product Key
CoL
Certificato di licenza
Certificato di licenza
COM
Porta di comunicazione
Definizione dell'interfaccia seriale.
CP
Communication Processor
Processore di comunicazione
CPU
Central Processing Unit
Unità di elaborazione centrale.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
201
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
CRT
Cathode Ray Tube
Significato
CSA
Canadian Standards Association
Organizzazione canadese per test e certificazioni
secondo norme proprie o binazionali (con UL / USA)
CTS
Clear To Send
Pronto alla trasmissione
DRAM
Dynamic Random Access Memory
DC
Direct Current
Corrente continua
DCD
Data Carrier Detect
Riconoscimento del segnale del carrier
DDRAM
Double Data Random Access Memory
Componente della memoria con interfaccia rapida
DHCP
Dynamic Host Configuration Protocol
Protocollo per la configurazione delle reti IP
DMA
Direct Memory Access
Accesso diretto alla memoria.
DOS
Disc Operating System
Sistema operativo senza superficie operativa grafica
DP
Display Port
Nuova interfaccia digitale ad elevata performance del
display
DQS
Ente tedesco per la certificazione di quality
management mBH.
DSR
Data Set Ready
Pronto al funzionamento
DTK
Developer Tool Kit
Tool per sviluppo di software, test, configurazione ecc.
DTR
Data Terminal Ready
Terminale dati pronto.
DVD
Digital Versatile Disc
Disco multiplo digitale.
DVI
Digital Visual Interface
Interfaccia video digitale
DVI-I
Digital Visual Interface
Interfaccia digitale per display con segnali VGA digitali
ECC
Error Checking and Correction
Codice di correzione degli errori.
ECP
Extended Capability Port
Interfaccia parallela avanzata
EFI
Extensible Firmware Interface
EGA
Enhanced Graphics Adapter
EGB
Componente sensibile alle cariche
elettrostatiche.
EHB
Manuale elettronico
EIDE
Enhanced Integrated Drive Electronics
Ampliamento dello standard IDE.
EISA
Extended Industry Standard Architecture
Standard ISA ampliato
EMM
Expanded Memory Manager
Gestione degli ampliamenti di memoria
EM64T
Extended Memory 64 Technologie
EN
Europa Norm
EPROM/EEPRO
M
Eraseable Programmable Read-Only
Memory / Electrically Eraseable
Programmable Read-Only Memory
Modulo ad innesto dotato di blocchi EPROM/EEPROM.
EPP
Enhanced Parallel Port
Interfaccia Centronics bidirezionale.
ESC
Escape Character
Carattere di controllo.
Interfaccia monitor/PC
EWF
Enhanced Write Filter
FAQ
Frequently Asked Questions
Domande frequenti.
FAT 32
File Allocation Table 32bit
Tabella di assegnazione degli archivi a 32 bit.
FBWF
File Based Write Filter
FD
Floppy Disc
Drive per dischetti da 3,5".
SIMATIC IPC847D
202
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
Significato
FQDN
Fully qualified domain name
Nome completo di un dominio
FSB
Front Side Bus
GND
Ground
GPT
Globally Unique Identifier Partition Table
HD
Hard disk
HDA
High Definition Audio
HDD
Hard Disk Drive
HE
Unità di altezza
HMI
Human Machine Interface
HORM
Hibernate Once - Resume Many
HAT
Hyper Treading
HTML
Hyper Text Markup Language
Linguaggio script per la creazione di pagine Internet.
HTTP
Hypertext Transfer Protocol
Protocollo per il trasferimento dati via Internet.
HW
Hardware
I/O
Input/Output
IAA
Intel Application Accelerator
IAMT
Intel Active Management Technology
IDE
Integrated Device Electronics
IDER
IDE Redirection
Massa del dispositivo
Disco rigido
Drive per dischi rigidi
Interfaccia utente
Ingresso/uscita dati nei computer.
Diagnostica, amministrazione e manutenzione remota di
PC
Integrazione di un file ISO come drive remoto
IEC
International Electronical Commission
IGD
Integrated Graphics Device
IP
Ingress Protection
Grado di protezione
IR
Infrared
Infrarossi
IRDA
Infrared Data Association
Standard per la trasmissione dei dati tramite raggi
infrarossi.
IRQ
Interrupt Request
Richiesta di interruzione
ISA
Industrial Standard Architecture
Bus per le unità di ampliamento.
ITE
Information Technology Equipment
KVM
Keyboard Video Mouse (tastiera, video,
mouse)
L2C
Level 2 Cache
LAN
Local Area Network
Rete locale di computer disposti entro un'area limitata.
LCD
Liquid Crystal Display
Display a cristalli liquidi.
LED
Light Emmitting Diode
Diodo luminoso.
LPT
Line Printer
Interfaccia per stampante.
LVDS
Low Voltage Differential Signaling
LW
Drive
MAC
Media access control
Controllo dell'acccesso ai supporti dati.
MC
Memory Card
Scheda di memoria delle dimensioni di una carta di
credito.
ME
Management Engine
Unità che implementa l'AMT
MEBx
Management Engine BIOS Extension
Interfaccia utente per la configurazione di base dell'AMT
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
203
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
Significato
MLC
multi-level cell
Celle di memoria in cui viene di norma memorizzato più
di un bit per cella
MLFB
Denominazione dei prodotti leggibile
meccanicamente.
MMC
Micro memory card
MPI
Interfaccia multipoint per dispositivi di
programmazione.
MPS
Manageability Presence Server
MS DOS
Microsoft Disc Operating System
MTBF
Mean Time Between Failure
MUI
Multilanguage User Interface
NA
Not Applicable
NAMUR
Normativa per la tecnica di misura e
regolazione nell'industria chimica.
NC
Not Connected
Non collegato
NCQ
Native Command Queuing
Riordinamento automatico degli accessi al disco rigido
per aumentare la prestazione
NEMA
National Electrical Manufacturers
Association
Associazione nazionale dei costruttori di impianti elettrici
(negli Stati Uniti).
NMI
Non Maskable Interrupt
Interruzione che non può essere rifiutata dal processore
NTFS
New Technics File System
File system di sicurezza per versioni Windows (2000,
XP, 7)
ODD
Optical Drive Disk
OPC
OLE for Process Control
PATA
Parallel ATA
PC
Personal Computer
PCI
Peripheral Component Interconnect
PCIe
Peripheral Component Interconnect express Interfaccia seriale point to point full duplex con velocità
dati elevata.
PCMCIA
Personal Computer Memory Card
International Association
PE
Protective Earth
PEG
Scheda grafica PCI Express
PG
Dispositivo di programmazione
PIC
Programmable Interrupt Controller
POST
Power On Self Test
Supporto di memoria delle dimensioni di 32 x 24,5 mm
Proxy per AMT
Cambio di lingua in Windows.
Interfaccia unificata per i processi industriali.
Bus di ampliamento rapido
Conduttore di protezione
Interrupt controller programmabile
PRTC
Protected Real Time Clock
Orologio del Management Engine MEBx
PXE
Preboot Execution Environement
Software per riavviare PC nuovi, vergini, tramite la rete.
RAID
Redundant Array of Independent Disks
Insieme ridondante di dischi indipendenti.
RAL
Restricted Access Location
Installazione del dispositivo in un punto con accesso
limitato, ad esempio un armadio di comando con
serratura.
RAM
Random Access Memory
RI
Ring Input
ROM
Read-Only Memory
Chiamata in arrivo
SIMATIC IPC847D
204
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
Significato
RS 485
Reconciliation Sublayer 485
Sistema di bus bidirezionale per max. 32 utenti.
RTC
Real Time Clock
Orologio di tempo reale
RTS
Reliable Transfer Service
Accensione della parte trasmettitore
RxD
Receive Data
Segnale di trasmissione dati
SAS
Serial attached SCSI
SATA
Serial Advanced Technology Attachment
SCSI
Small Computer System Interface
SDRAM
DRAM sincrona
SELV
Safety Extra Low Voltage
SLC
Second Level Cache
Bassa tensione di sicurezza
single-level cell
Celle di memoria in cui viene memorizzato sempre un
solo bit per cella
SMART
Self Monitoring Analysis and Reporting
Technology
Programma per la diagnostica del disco rigido.
SMS
Short Message Service
Servizio messaggi brevi tramite rete telefonica.
SNMP
Simple Network Management Protocol
Protocollo di rete
SO-DIMM
Small Outline Dual Inline Memory Module
SOL
Serial over LAN
Comando remoto testuale
SOM
Safecard On Motherboard (SOM)
SPP
Standard Parallel Port
Sinonimo di porta parallela.
SRAM
Static Random Access Memory
RAM statica
SSD
Solid State Drive
SVGA
Super Video Graphics Array
SVP
Numero di produzione del dispositivo.
SW
Software
TCO
Total Cost of Ownership
TFT
Thin Film Transistor
Tipo di schermo piatto a LCD.
TTY
Tele Type
Trasmissione dati asincrona.
TxD
Transmit Data
Segnale di trasmissione dati
TXT
Trusted Execution Technology
Implementazione hardware
TWD
Watchdog Time
Tempo di controllo del watchdog
UEFI
Unified Extensible Firmware Interface
UL
Underwriters Laboratories Inc.
Organizzazione statunitense per test e certificazioni
secondo norme proprie o binazionali (con UL / USA)
UMA
Unified Memory Architecture
Memoria Video
URL
Uniform Resource Locator
Definizione dell'indirizzo completo di una pagina in
Internet.
USB
Universal Serial Bus
UXGA
Ultra Extended Graphics Array
Ulteriore sviluppo dello standard VGA con almeno 256
colori
Standard grafico che supporta una risoluzione massima
di 1.600 x 1.200 pixel.
V.24
Raccomandazione unificata ITU-T per la trasmissione
dati tramite interfacce seriali.
VCC
Tensione di alimentazione positiva di circuiti integrati
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
205
Abbreviazioni
Abbreviazione
Concetto
VDE
Associazione elettrotecnica tedesca
Significato
VGA
Video Graphics Array
VRM
Voltage Regulator Module
VT
Virtualization Technology
Tecnologia Intel che consente di mettere a disposizione
un ambiente chiuso virtuale.
VT-D
Virtualization Technology for Directed I/O
Consente l'assegnazione diretta di un dispositivo (ad es.
scheda di rete) ad un dispositivo virtuale.
W2k
Windows 2000
WAN
Wide Area Network
WAV
Wave Length Encoding
Formato di file senza perdite per dati audio.
WD
Watchdog
Controllore di programmazione con riconoscimento e
segnalazione degli errori.
WLAN
Wireless LAN
Rete locale senza fili
WoL
Wake on Local Area Network
WWW
World Wide Web
XD
Execute Disable Capability
Implementazione hardware
XGA
Video Graphics Array
Standard grafico che supporta una risoluzione massima
di 1.024 x 768 pixel.
ZMM
Zero Maintenance Cache Protection Module Unità buffer per il salvataggio dei contenuti della cache
che non richiede manutenzione
Adattatore video conforme allo standard industriale
SIMATIC IPC847D
206
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
Avvio a caldo
Per avvio a caldo s'intende un riavvio dopo un'interruzione di programma. Il sistema
operativo viene ricaricato e avviato. Con il tasto di scelta rapida CTRL+ ALT+ CANC viene
eseguito un avvio a caldo.
Avvio a freddo
Procedura di avvio, che inizia con l'accensione del computer. In caso di avvio a freddo, il
sistema dapprima esegue alcuni controlli base dell'hardware e poi carica il sistema operativo
dal disco rigido nella memoria di lavoro -> boot
Backup
Un duplicato di un programma, un supporto dati o un database, che è stato creato per
archiviare o proteggere dalla perdita dati insostituibili, in caso di danneggiamento o
distruzione della copia di lavoro. Alcune applicazioni creano automaticamente copie di
backup dei file di dati e gestiscono sul disco rigido sia la versione attuale che quella
precedente.
Baud
Unità di misura per la velocità di trasmissione dei segnali in rete. Essa indica il numero di
stati di segnale trasmessi al secondo. Se risultano solo due stati, un baud corrisponde ad
una una velocità di trasmissione di 1 bit/s.
Cache
Memoria del buffer dove vengono memorizzati temporaneamente i dati utilizzati di frequente,
così da potervi accedere con maggiore rapidità.
CD Recovery
Contiene i tool per la configurazione dei dischi rigidi ed il sistema operativo di Windows.
Chiave di licenza
La License Key è il contrassegno di licenza elettronico. Per il software protetto da diritto di
licenza, Siemens AG assegna una License Key.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
207
Glossario
Configurazione del dispositivo
La configurazione di un PC/PG contiene i dati sull'equipaggiamento e le opzioni del PC/PG
quali struttura della memoria, tipi di drive, monitor, indirizzo di rete etc. Questi dati sono
memorizzati in un file di configurazione e servono al sistema operativo per caricare i vari
driver necessari o per eseguire le parametrizzazioni. Se viene modificato l'equipaggiamento
base, è possibile cambiare le impostazioni con un rispettivo programma (SETUP).
Controller
Hardware e software integrato, che comanda il funzionamento di una determinata periferica
interna o esterna (ad es. il controller della tastiera).
Controllore programmabile (PLC)
I controllori programmabili (PLC) del sistema SIMATIC S5 sono costituiti da
un'apparecchiatura centrale, da una o più CPU e da varie unità (p. es. unità di
ingresso/uscita).
Direttiva EMC
Direttiva della CE per la Compatibilità Elettromagnetica. L'osservanza viene attestata con il
simbolo CE e la certificazione di conformità CE.
Direttiva ESD
Direttiva sui componenti sensibili all'elettricità statica.
Direttiva sulla bassa tensione
Direttiva CE sulla sicurezza del prodotto di apparecchiature e dispositivi azionati a bassa
tensione (AC 50 ... 1000 V, DC 70 ... 1500 V) che non rientrano in altre direttive.
L'osservanza viene attestata con il simbolo CE e la certificazione di conformità CE.
Disc at once
Con questo metodo di scrittura, il CD viene scritto in una sola sessione e quindi chiuso.
Un'ulteriore scrittura del disco non è più possibile.
Dischetto di boot
Si definisce dischetto di boot un dischetto provvisto della partizione di avvio. Esso consente
di caricare il sistema operativo da dischetto.
Dischetto di License Key
Il dischetto di License key contiene le autorizzazioni risp. le License Keys necessarie per
abilitare il software SIMATIC protetto.
SIMATIC IPC847D
208
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
DP
Display Port: nuova interfaccia digitale del monitor.
Drive CD-ROM ATAPI
AT-Bus Attachement Packet Interface (connessione a bus AT) drive CD-ROM
Driver
Parti di programma del sistema operativo. Trasformano i dati dei programmi applicativi nei
particolari formati necessari per la comunicazione con i dispositivi periferici (ad es. drive
disco rigido, monitor, stampanti).
Dual Core CPU
Il processore dual core è costituito da due core che consentono di ottenere una velocità di
elaborazione dati e multitasking di gran lunga superiore rispetto a quella dei processori
single core con hyper threading.
DVD di ripristino
Consente il ripristino, in caso di errori, della partizione di sistema o del'intero disco rigido allo
stato di fornitura. Il DVD contiene i file image necessari e supporta il boot. Esiste inoltre la
possibilità di creare un dischetto di avvio, che consente il ripristino tramite drive di rete.
ECC
Error Checking and Correction: è un procedimento per il riconoscimento e la correzione di
errori durante il salvataggio e il trasferimento di dati, spesso utilizzato in combinazione con
moduli RAM con e senza ECC.
Enhanced Write Filter (EWF)
Filtro di scrittura configurabile che consente, p. es, di avviare Windows Embedded Standard
da supporti protetti in scrittura (p. es. da CD ROM), di proteggere dalla scrittura singole
partizioni e adattare la performance del file system alle esigenze dell'utente (p. es.
utilizzando schede CompactFlash).
Ethernet
Rete locale (con struttura a bus) per la trasmissione di testi e dati a una velocità di
trasmissione di 10/100/1000 MBit/s.
Execute Disable Capability
Implementazione hardware per evitare accessi reciproci di programmi e applicazioni alla
memoria. La funzione Execute Disable Capability può operare soltanto se supportata da tutti
i componenti di sistema coinvolti, quali processore, sistema operativo e software applicativo.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
209
Glossario
Extensible Firmware Interface (EFI)
Descrive l'interfaccia centrale tra il firmware, i singoli componenti di un computer e il sistema
operativo. Sul piano logico l'EFI si trova sotto il sistema operativo, rappresenta il sostituto del
BIOS del PC ed è focalizzato sui sistemi a 64 bit.
File Based Write Filter (FBWF)
Filtro di scrittura configurabile che consente di proteggere singoli file dall'accesso in scrittura.
File di configurazione
Contengono dati, che determinano la configurazione dopo un nuovo avvio. Tali file sono ad
es. CONFIG.SYS, AUTOEXEC.BAT ed i file di registrazione.
Formattazione
È la suddivisione base dello spazio di memoria su un supporto magnetico in tracce e settori.
La formattazione cancella tutti i dati che si trovano sul supporto di memoria. Per poter essere
utilizzati, i supporti di memoria devono essere in precedenza formattati.
Gender Changer
Con l'adattatore Gender Changer (spina a 25 poli/spina a 25 poli), l'interfaccia
COM1/V24/AG della famiglia di PC SIMATIC viene convertita in una normale connettore
maschio a 25 poli.
Gestione energia
La gestione energia di un moderno PC è in grado di regolare individualmente il consumo di
corrente dei principali componenti del computer (ad es. schermo, disco rigido, CPU),
limitandone l'attività in funzione dal carico attuale del sistema o dei componenti.
Particolarmente importante è la gestione energia per i computer portatili.
HORM
"Hibernate once, resume many" è un metodo di boot rapido da uno stesso file hibernate
creato una volta sola. Grazie all'HORM, a ogni boot viene ripristinato lo stesso stato di
sistema salvato una volta. In questo modo si riducono al minimo gli accessi in scrittura, ad
es. a una scheda CompactFlash, all'avvio e all'arresto di Windows Embedded Standard
2009.
Hot swap
L'interfaccia SATA conferisce capacità di "hot swap" al sistema di dischi rigidi nel dispositivo.
Per questo è necesaria una configurazione RAID 1 che comprende un SATA RAID
Controller (onboard o come unità slot) e almeno due telai rimovibili SATA. Vantaggi dell'hot
swap: in caso di guasto i dischi rigidi possono essere sostituiti senza reboot.
SIMATIC IPC847D
210
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
Hub
Termine della tecnologia di rete. Un dispositivo che collega le linee di comunicazione ad una
postazione centrale e stabilisce un collegamento con tutti i dispositivi della rete.
Hyper Threading
La tecnologia HT consente l'elaborazione in parallelo dei processi. L'HT può operare
soltanto se è supportato da tutti i componenti di sistema coinvolti, quali processore, sistema
operativo e software applicativo.
IGD
Integrated Graphics Device. Interfaccia grafica integrata nel chipset.
Image
Si definisce come "image" l'immagine speculare, ad es. di partizioni di disco rigido, che viene
salvata in un file per consentirne il ripristino in caso di necessità.
Intel Active Management Technology
Questo tipo di tecnologia offre funzioni di diagnostica, gestione e comando remoto di PC.
Intel Active Management Technology può operare soltanto se supportata da tutti i
componenti di sistema coinvolti, quali processore, sistema operativo e software applicativo.
Intel VT
Intel Virtualization Technology (IVT) è l'implementazione di un ambiente chiuso e sicuro per
le applicazioni. Per poterla utilizzare sono necessari sia un software speciale (software di
virtualizzazione) che un processore che supporti la VT.
Interfaccia
● Collegamento tramite connessioni fisiche (cavi) tra singoli elementi hardware, quali
controllori programmabili, dispositivi di programmazione, PC, stampanti o schermi.
● Consiste nel collegamento tra diversi programmi per consentirne l'utilizzo.
Interfaccia COM
L'interfaccia COM è un'interfaccia seriale V.24. L'interfaccia seriale è adatta al trasferimento
asincrono dei dati.
Interfaccia LPT
L'interfaccia LPT (interfaccia Centronics) è un'interfaccia parallela, che può essere utilizzata
per il collegamento di una stampante.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
211
Glossario
Interfaccia multipoint
Per interfaccia multipoint (MPI) s'intende l'interfaccia di programmazione di SIMATIC S7/M7.
Consente di gestire simultaneamente da un'unità centrale più dispositivi programmabili, Text
Display e Operator Panel. I nodi nella rete MPI possono comunicare tra loro.
Interfaccia PEG
PCI Express for Graphics. Interfaccia grafica con 16 PCIe-Lane per ampliamenti con altre
schede grafiche.
Interfaccia SCSI
Small Computer System Interface. Interfaccia per il collegamento di dispositivi SCSI (ad es.
drive del disco rigido, drive ottici).
Interfaccia V.24
L'interfaccia V.24 è un'interfaccia standardizzata per la trasmissione di dati. All'interfaccia
V.24 possono essere collegati stampanti, modem ed altri componenti hardware.
Interface
Vedi interfaccia
LAN
Local Area Network: Local Area Network è una rete locale costituita da un gruppo di
computer e altri dispositivi distribuiti su un'area relativamente limitata e collegati tra loro da
linee di comunicazione. I dispositivi collegati ad una LAN sono definiti nodi. Le reti
consentono l'utilizzo comune di file, stampanti e altre risorse.
Legacy Boot Device
Drive tradizionale utilizzabile come dispositivo USB.
Legacy USB Support
Supporto di dispositivi USB (ad es. mouse, tastiera) alle interfacce USB senza driver.
Marchio CE
Communauté Européene. Il simbolo CE attesta la conformità del prodotto con tutte le
direttive CE pertinenti, come ad es. la direttiva EMC.
SIMATIC IPC847D
212
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
Memoria ROM
Read Only Memory. La memoria ROM è una memoria di sola lettura, in cui ogni cella è
indirizzabile singolarmente. I programmi o i dati memorizzati sono programmati in modo
permanente e vengono mantenuti anche in caso di mancanza di tensione.
Memory Card
Le Memory Card sono memorie per programma applicativo e parametri in formato di carta di
credito, ad es. per unità programmabili e CP.
Modalità AHCI
AHCI è un metodo standardizzato per indirizzare il controller SATA. AHCI descrive nella
memoria principale una struttura che contiene un'area generale per controllo e stato e un
elenco di comandi.
Modalità APIC
Advanced peripherial interrupt controller. Sono disponibili 24 conduttori di interrupt.
Modalità PIC
Peripheral interrupt controller. Sono disponibili 15 conduttori di interrupt.
Nuovo avviamento
Il nuovo avvio di un computer già in funzione, che viene eseguito senza disinserire
l'alimentatore (Ctrl + Alt + Del)
Opzioni risparmio energia
Consentono di ridurre il consumo energetico del computer pur mantenendolo pronto all'uso
immediato. Parametrizzabili in Windows tramite Settings > Control Panel > Energy options.
Packet writing
Il CD-RW viene utilizzato come un dischetto. Il CD può quindi essere letto esclusivamente
con il software di lettura compatibile con Paket writing oppure dev'essere finalizzato. In caso
di finalizzazione, il CD viene chiuso con un guscio ISO9660. Nonostante la finalizzazione, il
CD-RW può essere scritto più volte. Non tutti i drive CD-ROM possono leggere questi CD.
Questo processo è utilizzabile solo con limitazioni per lo scambio dati generale.
PATA
Interfaccia per drive disco rigido e drive ottici con trasmissione parallela dei dati fino a 100
Mbit/s.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
213
Glossario
PC Card
Un marchio della Personal Computer Memory Card International Association (PCMCIA), con
cui si contrassegnano le schede corrispondenti alla specifica PCMCIA. Una PC Card ha
all'incirca le dimensioni di una carta di credito e può essere inserita in uno slot PCMCIA. La
versione 1 specifica una scheda di tipo I con uno spessore di 3,3 mm, destinata ad essere
utilizzata prevalentemente come memoria esterna. La versione 2 della specifica PCMCIA
definisce sia una scheda di tipo II con spessore di 5 mm sia una scheda di tipo III con
spessore di 10,5 mm. Sulle schede di tipo II è possibile realizzare ad es. modem, fax e
schede di rete. Le schede di tipo III vengono utilizzate per dispositivi che richiedono uno
spazio di memoria maggiore, ad esempio dispositivi di comunicazione senza fili o supporti di
memoria rotanti (ad es. dischi rigidi).
PC/104 / PC/104-Plus
Nel mondo industriale sono particolarmente diffuse due architetture di bus: PC/104 e
PC/104-Plus. Entrambe sono standard nei computer monoscheda della classe PC. Il layout
elettrico e logico di entrambi i sistemi di bus è identico ad ISA (PC/104) e PCI (PC/104-Plus),
cosí ché il software non riscontra normalmente differenze tra i normali sistemi di bus di
desktop e questi due sistemi di bus. Il vantaggio che ne deriva sta nella forma costruttiva
compatta con conseguente risparmio di spazio.
PCMCIA
Associazione di circa 450 ditte del settore computer con l'obiettivo essenziale di definire
standard internazionali per la miniaturizzazione e l'uso flessibile di schede di ampliamento
per PC e di mettere a disposizione del mercato una tecnologia di base.
Pixel
PixElement (punto di immagine). Un pixel è l'elemento più piccolo, che può essere
visualizzato su uno schermo e stampato con una stampante.
Plug and Play
L'utilizzo di Plug and Play consente al PC di autoconfigurarsi per la comunicazione con i
dispositivi periferici (ad es. monitor, modem e stampanti). Gli utenti possono collegare un
dispositivo periferico (plug) e subito gestirlo (play), senza dover configurare manualmente il
sistema. Un PC con funzionalità Plug and Play richiede un BIOS che supporti questa
funzione nonché un'apposita scheda di ampliamento.
POST
Autotest eseguito dal BIOS all'accensione del computer per stabilire p. es. l'eventuale
presenza di errori nei chip della memoria di lavoro o nella scheda grafica. Se vengono
rilevati errori durante il self-test, il computer emette segnali acustici ed indica sullo schermo
la causa dell'errore.
SIMATIC IPC847D
214
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
PROFIBUS/MPI
Process Field Bus (sistema di bus standard per applicazioni di processo)
PROFINET
Per PROFINET si intende lo standard per Industrial Ethernet elaborato e gestito dalla
PROFIBUS user organisation. PROFINET riunisce protocolli e specifiche che rendono
compatibile Industrial Ethernet con i requisiti della tecnologia di automazione industriale.
PXE-Server
Un Preboot Execution Environment-Server è parte di un ambiente di rete e può alimentare
con software i computer collegati ancora prima del boot. Si tratta, p. es. di installazioni del
sistema operativo o di tool di manutenzione.
RAID
Redundant Array of Independent Discs: Si tratta di una procedura che prevede la
memorizzazione dei dati unitamente ai codici di correzione errore (p. es. i bit di parità) su
almeno due drive del disco rigido al fine di garantire migliori prestazioni e affidabilità. L'array
del disco rigido viene comandato mediante programmi di gestione ed un controller di disco
rigido per la correzione di errori. La tecnica RAID viene impiegata soprattutto per i server di
rete.
RAL
Restricted Access Location: Installazione del dispositivo in un punto con accesso limitato, ad
esempio un armadio di comando con serratura.
Reset
Reset dell'hardware: Reset/nuovo avvio del PC mediante tasto/interruttore.
Risoluzione dei problemi
Ricerca guasti, analisi delle cause, eliminazione guasti
S.M.A.R.T
Il Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology (SMART o S.M.A.R.T.) è uno
standard industriale che viene installato in supporti di memoria. Esso consente di controllare
permanentemente parametri importanti e perciò di riconoscere per tempo difetti pericolosi.
SAS
Interfaccia seriale SCSI utilizzata ad es. per il collegamento di dischi rigidi con trasmissione
dei dati seriale
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
215
Glossario
SATA
Serial ATA. Interfaccia per unità del disco rigido e drive ottici con trasmissione dei dati
seriale.
Scheda CompactFlash (CF)
CompactFlash è un supporto di memorizzazione digitale costituito da schede prive di
componenti mobili. Le schede CF contengono la memoria non volatile e il controller. Le
schede CF sono dotate di interfaccia IDE. e possono essere collegate ai controller PCMCIA
o IDE mediante un adattatore, senza che sia necessario utilizzare altri componenti
elettronici. Sono disponibili due varianti: CF-I (42,6 x 36,4 x 3,3 mm) e CF-II (42,8 x 36,4 x 5
mm).
Scheda madre
La scheda madre costituisce il nucleo del computer. Da qui vengono elaborati e memorizzati
i dati, nonché gestiti e comandati i dispositivi periferici e le interfacce.
Session at once
Il CD può essere scritto sia in una sessione audio sia in una sessione dati. Entrambi le
sessioni vengono scritte in un passaggio (come con Disc at once).
Set di chip
È situato sull'unità di base e collega il processore con la memoria di lavoro, la scheda
grafica, il bus PCI e le interfacce esterne.
SETUP (Setup del BIOS)
Programma che consente di definire informazioni riguardanti la configurazione di dispositivi
(ovvero la versione della struttura hardware del PC/PG). La configurazione del dispositivo
del PC/PG è preimpostata. Essa va modificata, se si intende attivare ampliamenti di
memoria, nuove unità o drive.
Sistema di automazione (AS)
Un controllore programmabile (PLC) del sistema SIMATIC S7, costituito da
un'apparecchiatura centrale, una CPU e varie unità di ingresso/uscita.
Sistema operativo
Definizione riassuntiva di tutte le funzioni, che comandano e sorvegliano l'esecuzione dei
programmi applicativi, l'assegnazione dei mezzi operativi ai singoli programmi applicativi e il
mantenimento del modo di funzionamento in combinazione con l'hardware (ad es. Windows
XP Professional).
SIMATIC IPC847D
216
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Glossario
Software di configurazione
Il software di configurazione imposta la configurazione aggiornata del dispositivo quando
vengono installate nuove unità. Ciò avviene o tramite copiatura dei file di configurazione in
dotazione con la fornitura o tramite configurazione manuale.
SSD (Solid State Drive)
Un Solid State Drive è un drive che può essere installato come un disco rigido tradizionale
senza contenere un disco rotante o altri componenti mobili, poiché solo unità con memoria a
semiconduttore possono utilizzare una tale capacità di memoria elevata. I vantaggi sono
robustezza, tempi di accesso brevi, basso consumo di energia e trasmissione dei dati
veloce.
STEP 7
Software di programmazione per la creazione di programmi utente da utilizzare su controllori
SIMATIC S7.
Track at once
Con questa tecnica di scrittura, un CD può essere scritto in più sessioni finché non viene
chiuso.
Trusted Execution Technology
Implementazione hardware volta a consentire l'esecuzione sicura di programmi e
applicazioni. La funzione Execute Disable Capability può operare soltanto se supportata da
tutti i componenti di sistema coinvolti, quali processore, sistema operativo e software
applicativo.
Turbo Mode
A seconda del sovraccarico dovuto ai programmi utente, in questa modalità è possibile, se
necessario, incrementare la velocità di elaborazione dati di singoli core nei processori. La
modalità Turbo Mode viene supportata soltanto da processori Core i5 e Core i7.
Unità
Le unità sono componenti ad innesto per controllori programmabili, dispositivi di
programmazione o PC. Esistono ad es. come unità centrali, interfacce, unità di ampliamento
o memorie di massa (unità di memoria di massa).
Wake on LAN (WoL)
Wake on Local area network. Con questa funzione è possibile avviare il PC tramite
l'interfaccia LAN.
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
217
Glossario
WLAN
Wireless LAN oppure LAN senza fili è una rete locale per la trasmissione dati mediante onde
radio, luce infrarossa o altre tecniche di comunicazione senza fili. La comunicazione
Wireless LAN viene prevalentemente impiegata con computer mobili in ambienti d'ufficio o di
fabbrica.
ZMM
Zero Maintenance Cache Protection Module: è un'unità funzionale del controller Raid SAS
che salva i dati nella cache del controller in caso di guasto alla tensione. Questa unità
funzionale non richiede manutenzione.
SIMATIC IPC847D
218
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Indice analitico
A
B
Abbreviazioni, 206
Aggiornamenti
Sistema operativo, 106
Alimentatore di rete, 16, 100
Alimentatore di rete
Disinstallazione,
Alimentazione, 13, 16, 21, 100, 101, 145
Alimentazione a corrente alternata, 130
Alimentazione
Alimentazione a corrente alternata, 130
Ampliamento bus, 145
Ampliamento di memoria, 124
Apertura
Dispositivo, 68
Aperture di ventilazione, 37
Aprire lo sportello frontale, 16, 68, 89
Aprire lo sportello frontale, 16, 68, 89
Assegnazione degli interrupt, 160, 166
Assegnazione dei pin delle interfacce
DVI, 142
Assegnazione del connettore
Interfaccia PEG, 156
Pannello operatore, 167
PCI Express Slot, 159
Assegnazione delle risorse, 73
Assorbimento di potenza, 122
Attrezzi, 88
Australia, 116
Autorizzazione, 113
Avvertenza, 36
Avvertenze d'installazione, 36
Indicazioni generali, 31
Avvertenza di sicurezza
Magazzinaggio, 34
Trasporto, 34
Avvertenza d'installazione, 36
Avvertenze specifiche, 41
Avvertenze sull'equipaggiamento a posteriori, 65
Avvio a regime
Messaggi d'errore, 182
Avvitare il bloccaggio della spina di alimentazione, 42,
46, 47
Batteria tampone
Intervallo di manutenzione, 88
BIOS, 132
BIOS di sistema, 182
Bloccaggio del connettore di rete, 46, 47
C
Campo di temperatura
Possibilità ammesse di equipaggiamento, 65
Campo PCI IRQ line, 73
Canada, 115
Cassetto estraibile, 16
Disinstallazione, 78
montaggio, 79
CD/DVD Documentation and Drivers, 106
Centro di sicurezza PC Windows, 53
Certificati, 116
Omologazioni, 115
Chiave di licenza, 113
Chip set, 125, 132
Chiusura di sicurezza, 16
Classe di protezione, 123, 127
Collegamento
Periferica, 43
Periferiche, 39
COM, 125
Compatibilità elettromagnetica EMC, 116
con radiazione ad alta frequenza, 29
per gli ampliamenti di sistema, 28
Compensazione di potenziale, 40
Componente sensibile alle cariche elettrostatiche., 117
condensa, 34
Configurazione
Indirizzi di memoria, 166
Indirizzi I/O, 163
Interfacce esterne, 135
Configurazione del dispositivo, 178
Connettore del ventilatore, 97
Contenitore antincendio, 36
contenuto dell'imballaggio
verificare, 33
Contenuto dell'imballaggio, 33
Controller AHCI
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
219
Indice analitico
Rendere noto al sistema operativo, (Vedere
Controller per dischi)
Controller per dischi
Rendere noto al sistema operativo, 109
Controller RAID
Rendere noto al sistema operativo, (Vedere
Controller per dischi)
Controllo
LED di funzionamento, 22, 24
Panoramica delle funzioni, 13
Ventola, 61
Watchdog, 13
Controllo della temperatura, 60
Coprislot, 72
Corea, 116
Corrente fornita, 122
CP 1616 onboard, 44
CPU, 132
Creazione delle partizioni
Windows 7, Windows Server 2008, Windows
Server2008 R2, 109
D
Dati identificativi, 35
Device-Driver CP16xx.sys, 45
DiagMonitor, 15
Controllo della temperatura, 60
Diagnostica, 59
Software DiagBase, 59
Software DiagMonitor, 59
Dichiarazione di conformità CE, 116
Dimensioni, 122
Direttive
Direttive ESD, 117
Direttive ESD, 117
Dischi rigidi
Partizioni, 56
Disco rigido estraibile, 55
Disco rigido hot spare, 57
Disegno quotato
Scheda di ampliamento, 121
Disegno quotato, guide telescopiche, 120
Disinstallare
Alimentatore di rete, 100
Drive, 78
Pannello operatore, 102
Scheda di bus, 102
Scheda madre, 103
Supporto drive, 77
Ventilatore, 96
Disinstallazione
Drive, 81
Processore, 104
Disinstallazione del pannello operatore, 102
DisplayPort
Interfaccia, 144
Dispositivo
Apertura, 68
DPP, (DisplayPort)
Drive, 14, 125
disinstallare, 81
Espansione, 74
Intervallo di manutenzione, 88
montaggio, 76, 80
Drive per dischi rigidi, 75, 125
Driver
installazione, 107
DVD di recupero, 106
DVD di ripristino, 106
DVI-I
Collegamento, 20
E
Elementi di connessione, 16
Elettricità statica
Misure protettive, 118
EMC, (Compatibilità elettromagnetica EMC)
Emissione di rumore, 122
ESD, 117
Espansione
Drive, 74
Memoria, 69
Slot, 12
Espansione di memoria
montaggio, 69
Espansione di memoria, 69
ETHERNET, 22
Ethernet RJ45, 43, 140, 141
F
Fabbisogno di corrente, 128
FAN, 23
FCC, 115
Fessure di areazione, 127
Filtro, 16
Filtro
Intervallo di manutenzione,
Firewall, 53
Fori di fissaggio, 37
Frequenza di clock, 105
SIMATIC IPC847D
220
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Indice analitico
Funzioni di controllo, 13, 59
G
Garanzia, 28
Grado di protezione, 122
Grafica, 125, 132
Grafica
Dati tecnici,
Guide profilate
Dati tecnici, 130
Guide telescopiche
Tipi di installazione, 37
I
Image & Partition Creator, 15
imballaggio, 33
verificare, 33
Imballaggio
rimuovere, 33
Indirizzi di memoria
Configurazione, 166
Indirizzi I/O
Configurazione, 163
Indirizzo Ethernet, 35
Installazione
Moduli di memoria, 69
Punti di installazione, 36
Schede di ampliamento, 72
Tipi di installazione, 37
Installazione dei pacchetti di lingue, (Vedere MUI)
Installazione del sistema operativo
Windows 7, Windows Server 2008, Windows
Server2008 R2, 108
Interfacce, 16
COM, 20, 133
COM1, 136
DisplayPort, 144
DVI-I, 20
Ethernet, 133, 140, 141
Ethernet, 133, 140, 141
Ethernet, 133, 140, 141
ETHERNET, 20
Ethernet RJ 45, 43
KEYBOARD, 20
KEYBOARD, 20
Line Out, 143
LPT, 20, 133
LPT1, 13
Microfono, 143
Mouse, 13
MOUSE, 20
Mouse PS/2, 138
Parallele, 125, 137, 138
PROFIBUS, 43, 126, 133
PROFIBUS/MPI, 20, 44, 140
PROFINET, 20, 44
PS/2, 13
Seriali, 125
Tastiera, 13
Tastiera PS/2, 139
USB, 20, 126, 133, 139
USB 3.0, 144
VGA, 13
Interfacce
COM1, 136
Ethernet, 133, 140, 141
PROFIBUS/MPI, 20, 44, 140
USB, 20, 126, 133, 139
Interfacce esterne, 135
Interfacce per microfono, 143
Interfaccia, 13
DVI-I, 20
VGA, 20
Interfaccia Ethernet, 13
Interfaccia Line Out, 143
Interfaccia PCI, 150
Interfaccia PEG, 148
Interfaccia PROFIBUS / MPI, 13
Interfaccia SCSI, 145
Interfaccia USB, 13, 16
Interfaccia VGA, 13
Interrupt hardware
Assegnazione, 161
K
Keyboard, 133
L
LED di funzionamento, 16, 22, 24
Ethernet, 22
FAN, 23
PROFIBUS/MPI, 22
TEMP, 23
WATCHDOG, 23
Limitazioni della responsabilità, 87
LPT1, 125
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
221
Indice analitico
M
Marcatura CE, 116
Marchio
Dichiarazione di conformità CE, 116
Masterizzatore DVD, 125
Memoria, 132, 145
Memoria principale, 124
Menu Exit, 176
Messaggi d'errore
Avvio a regime, 183
Microsoft Windows Product Key, 35, 35
Microsoft Windows Product Key, 35, 35
Misure protettive
Elettricità statica, 118
Modo APIC, 165
Modo PIC, 165
moduli di memoria
disinstallare, 71
montaggio, 69
Montaggio
Drive, 76, 79, 80
Mouse, 133
MUI, 111
Multimonitoring, 49
N
N. di ordinazione, 35
Norme di sicurezza, 123
Numero di produzione, 35
O
Omologazione UL, 115
Omologazioni, 127
P
Pannello operatore, 102
Disinstallazione, 102
Struttura, 167
Partizione di sistema, 113
Partizioni
Dischi rigidi, 56
PCI Express Slot
Assegnazione del connettore, 159
Periferica, 43
Periferiche
Collegamento, 39
Posizioni di installazione consentite, 36
Premischede, 72, 80
Presa di rete, 21
Prima messa in funzione, 52
Processo di boot
Messaggi d'errore, 182
Processore, 14, 124, 132
Smontaggio, 104
PROFIBUS, 43, 126
PROFIBUS/MPI, 22, 44
PROFINET, 44, 45, 168
Protezione antincendio, 36
Protezione dalla polvere, 122
Protezione di accesso, 30
Protezione di autenticità, 53
Pulsante ON-OFF, 16, 17, 167
R
Radiazione, 29
Radiazione ad alta frequenza, 29
RAID, 199
RAID1, 10
RAID5, 10
Reset dell'hardware, 58
Riparazioni, 87, 88
Ripristino dello stato di fornitura, 113
Risorse di sistema, 162
Configurazione degli indirizzi I/O, 163
S
SATA, 145
Scambio di dati, 43
Scarico di tiro
Cavo Ethernet, 48
Scheda di ampliamento, 72
Scheda di bus, 102
disinstallare, 102
Struttura, 153
Scheda madre, 103
Interfacce esterne, 135
Interfacce interne, 145
Posizione delle interfacce, 134
Scheda madre
Disinstallazione,
Schede di ampliamento, 16, 71
Schede di ampliamento PCI, 72
Segnale power good, 129
Setup del BIOS, 173
Menu Exit, 176
Struttura del menu, 175
SIMATIC IPC847D
222
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
Indice analitico
Sezione frontale, 16
Sezione posteriore, 16
SIMATIC S7, 43
Sistema di ordinazione online, 44
Sistema operativo, 15
Aggiornamenti, 106
arresto, 57
Prima messa in funzione, 52
Sistema RAID
Controllo dello stato, 91
Funzioni di gestione, 91
Indicazione dell'HDD difettoso nel software
RAID, 92
Integrazione del nuovo disco rigido, 94
Integrazione di un disco rigido hot spare, 95
Sistema RAID1, 56
LED di funzionamento dei dischi rigidi, 83
Punti di installazione dei dischi rigidi, 82
Sostituzione di un disco rigido, 85
Sistema RAID1 con disco rigido hot spare, 57
Sistema RAID5, 57
LED di funzionamento dei dischi rigidi, 85
Punti di installazione dei dischi rigidi, 84
Rilevamento di un disco rigido difettoso, 84
Sostituzione di un disco rigido, 85
Sistema RAID5 con disco rigido hot spare, 57
Slot, 12
Slot di ampliamento, 124
SOFTNET S7, 43
Software
installazione, 107
Software di protezione antivirus:, 53
Software DiagBase, 59
Software DiagMonitor, 59
Software SIMATIC
installazione, 107
Sorveglianza batteria, 61
Sostituzione
Batteria, 99
Sostituzione del filtro, 89
Sostituzione delle batterie, 98
Spegnere il dispositivo
Arresto del sistema operativo, 57
isolamento dalla rete elettrica, 58
Reset dell'hardware, 58
Spegnimento veloce, (Reset dell'hardware)
Staffe di fissaggio
Tipi di installazione, 37
Supporto del ventilatore, 96
Supporto drive, 74
disinstallare,
T
Targhetta, 35
Tasto Reset, 16, 17, 167
TEMP, 23
Temperatura, 123
Tensione di alimentazione, 41, 122
Tensione di uscita, 129, 130
Tipo di processore, 105
U
Unità di altri costruttori, 200
USB 3.0
Interfaccia, 144
V
Ventilatore
disinstallare, 96
Ventilatore del dispositivo, 96
Intervallo di manutenzione, 88
Ventilatore drive, 75
VGA
Collegamento, 20
W
Watchdog, 13, 60
Funzioni di controllo, 60
Tempi di controllo, 61
WATCHDOG, 23
Windows 7
Installazione, 108
Windows Server 2008 R2
Installazione, 108
SIMATIC IPC847D
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA
223
Indice analitico
SIMATIC IPC847D
224
Istruzioni operative, 01/2014, A5E32997460-AA

Documenti analoghi

SIMATIC Box PC 840

SIMATIC Box PC 840 Le altre sigle di questo manuale possono essere marchi, il cui utilizzo da parte di terzi per i loro scopi può violare i diritti dei proprietari. Copyright Siemens AG 2001 All rights reserved

Dettagli