1 Centralina ad acqua e carboni attivi Smoki per l`abbattimento di

Transcript

1 Centralina ad acqua e carboni attivi Smoki per l`abbattimento di
Centralina ad acqua e carboni attivi Smoki per l’abbattimento di grassi e odori
Caratteristiche tecnico/descrittive:
All'atto della cottura i cibi generano sistematicamente considerevoli quantità di fumi e
vapori maleodoranti; tali sostanze devono essere rimosse nel momento stesso della loro
produzione se si vogliono garantire le condizioni minime di benessere e di igiene
ambientale non solo per chi deve operare in una cucina industriale ma anche per i
consumatori che beneficiano di questo servizio.
Nella maggior parte dei casi si raggiunge questo risultato con la semplice aspirazione
localizzata delle fumane attraverso elementi filtranti posti all'interno di cappe e con la
conseguente espulsione diretta per mezzo di canalizzazioni metalliche o canne fumarie in
genere.
Talvolta, però, sorge il problema di dover depurare l'aeriforme aspirato (sia dalla
componente olfattiva che da quella macroscopica delle sostanze grasse in sospensione)
prima di poterlo espellere in atmosfera. In questi casi l'unica soluzione adottabile è
l'installazione di una centrale di filtrazione e deodorizzazione basata sulla tecnologia
combinata del lavaggio ad acqua delle fumane e dei carboni attivi.
Le centrali di trattamento filtrazione e deodorizzazione aria di nostra produzione, sono
state appositamente studiate per risolvere quei problemi di aspirazione delle fumane o di
arie viziate ed inquinate dove non esiste la possibilità di realizzare canne fumarie di
espulsione per l'evacuazione all'esterno dell'aria viziata.
Le centraline sfruttano principalmente la caratteristica di "adsorbimento" dei carboni
attivi.
L'adsorbimento è un fenomeno fisico per cui un solido (adsorbente) fissa sulla propria
superficie un'altra sostanza (adsorbato).
Il carbone attivo viene trattato con particolari tecniche, in modo tale da conferire al
carbone un'elevata porosità, che ne aumenta la superficie interna e di conseguenza il
suo potere di ritenzione.
1
Per sfruttare ampiamente le caratteristiche dei carboni attivi , nelle centraline viene
installata una sezione di lavaggio all’ingresso delle fumane dove, l’ acqua nebulizzata,
abbatte le particelle più grosse provenienti dalla cucina.
PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO
1 - PLENUM DI ASPIRAZIONE
Serve a distribuire uniformemente la fumana d'aria sull'intera superficie dei filtri.
2 - SCRUBBER AD ACQUA INTEGRATO A CENTRALE A CARBONI ATTIVI
Sistema di depurazione ad acqua per fumi e grassi. Apparecchiatura applicabile con
ottimi risultati alla centralina a carboni attivi di seguito descritta.
Il sistema di filtraggio si basa sull’elemento più semplice ed efficace in natura: l’acqua.
L’acqua di rete, riciclata dall’impianto con pompa di ricircolo , provvede a filtrare e
depurare i fumi ed i grassi prodotti dalla combustione e cottura , limitando così il
consumo dell’acqua. Con questo sistema di lavaggio, tramite l’attraversamento dell’aria
in direzione orizzontale, si possono raggiungere delle portate d’aria importanti,
mantenendo comunque delle dimensioni compatte e ridotte e garantendo un ottimo
grado di efficienza.
L’apparecchiatura, è provvista di filtri meccanici e di un separatore di gocce
completamente in acciaio inox . Tali filtri sono facilmente accessibili grazie al portello di
ispezione posto comodamente sul fronte della macchina.
Caratteristiche tecnico/descrittive della centralina a carboni attivi abbinata allo
Scrubber ad acqua:
Struttura in profilato di alluminio; doppia pannellatura in lamiera allo zinco magnesio,
isolamento acustico interno con materassino fonoassorbente ad alta densità spess. 25
mm
3 - FILTRI A RETE MICROSTIRATA (rigenerabili)
Filtri metallici interamente realizzati in acciaio inox ,costituiti da un robusto telaio che
supporta un setto filtrante speciale costituito da maglie incrociate microstirate .
2
Hanno un alto potere di separazione delle particelle grasse ed oleose presenti nell'aria,
efficienza di filtrazione 75 % (metodo ASHRAE 52/76 ponderale), da lavare con acqua e
detersivo ogni 30 gg. circa.
Temperatura d’esercizio 200°C. (Classe EN779 G2)
( Filtri a rete microstirata)
4 - FILTRI IN VILEDON (rigenerabili)
Telaio di contenimento in lamiera zincata, rete di protezione ondulata su entrambi i lati a
maglia rettangolare. Setto filtrante in fibre sintetiche (Politex tipo A30), efficienza di
filtrazione 80% (metodo ASHRAE STANDARD 52/76 ponderale). Le celle filtranti di questa
serie hanno il materassino disposto in modo ondulato per aumentarne la superficie.
Nello spessore 48 mm. è doppia rispetto alla superficie frontale.
Temperatura d’esercizio 100° C; in servizio continuo 80°C.
Da lavare con acqua e detersivo ogni 30 gg. circa, sostituire dopo 3/4 lavaggi.
(Filtro Viledon)
5 - FILTRI A TASCA A PERDERE
I filtri a tasche multiple, sono montati in un telaio in lamiera zincata, in microfibra di vetro
costituiscono una classe filtrante ad alto rendimento con elevato potere di accumulo ed
una bassa perdita di carico. Grado di efficienza fra l’80 ed il 90% (secondo il metodo
ASHRAE STANDARD 52/76 colorimetrico).
Il numero di questi filtri varia a seconda della potenzialità della centralina, normalmente
vanno sostituiti ogni 120 gg.
(Filtro a Tasca)
6 - FILTRI A CARBONE ATTIVO
Costituiti da un telaio in lamiera preverniciata a rete microstirata in acciaio inox
contenente carbone attivo granulare ad elevato potere di adsorbimento. La quantità del
carbone attivo varia a seconda della portata della centralina, la sua vita media si aggira
attorno alle 1.800-2.000 ore lavorative (normalmente vengono sostituiti annualmente)
3
Temperatura d’esercizio 40°C .
( Filtri a carbone )
6 bis - FILTRI ELETTROSTATICI (optional)
E' uno dei sistemi di purificazione dell'aria più sofisticati.
Il principio di funzionamento dei filtri elettrostatici consiste nell'attrazione elettrostatica
delle particelle del flusso d'aria, caricate positivamente durante il passaggio nella zona di
ionizzazione, da parte di piastre di deposito della zona di captazione che formano un
campo elettrico uniforme con carica negativa.
La pulizia delle celle si effettua mensilmente con acqua e detersivo.
(Celle elettrostatiche)
7 - GRUPPO VENTILANTE
L'aria da depurare viene aspirata da un elettroventilatore centrifugo a doppia aspirazione
con motore elettrico trifase, trasmissione a cinghie e pulegge ad 1 o 2 velocità o con
motore elettrico direttamente accoppiato monofase.
Supporti antivibranti puffer in gomma, giunto antivibrante in tela olona su bocca di
mandata per l'eliminazione delle vibrazioni.
La massima gravosità di lavoro si ha con una condizione ambientale di 45 gradi Celsius
con il 50% di umidità relativa.
L'unico fattore che può limitare notevolmente il buon funzionamento delle centraline di
trattamento aria serie Smoki è la scarsa manutenzione delle varie sezioni filtranti .
Tutte le macchine da noi prodotte sono garantite con marchio CE e conformi alla
direttive
89/336 98/37/CE
4

Documenti analoghi