programma day by day meeting

Commenti

Transcript

programma day by day meeting
34°
PROGRAMMA
DAY BY DAY
MEETING
FESTIVAL
IN T ERN AT IO N A L
Bergamo
Film
Me eting
FILM
Programma
Day by Day Meeting
MOSTR A CONCORSO
VISTI DA VICINO
MIKLÓS JANC SÓ
OMAGGIO A ANNA K ARINA
EUROPE,
NOW!
CINEMA
D ’A N I M A Z I O N E :
VL ADIMIR
LESCHIOV
BFM IN AUG UR A BERG A MO JA Z Z
INCONTRI: CINEM A E A RTE CONTEMP OR A NE A
C U LT M O V I E / G A M e C I N E M A
KINO CLUB
A N T E P R I M E E E V E N T I S P EC I A L I
05
2016
Luoghi
Proiezioni / Screenings
Le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli in italiano. Il programma delle proiezioni potrà subire modifiche per cause di forza
maggiore. Le variazioni saranno comunicate
tramite avviso nei luoghi del Festival e sul sito
www.bergamofilmmeeting.it.
Ex Sala Consiliare
Via Torquato Tasso 4
All screenings in original version with Italian
subtitles. Schedule may be modified due to
force majeure conditions. At the occurrence,
it will be given notice in Festival venues and
on—line www.bergamofilmmeeting.it.
mar zo
Location
Attività collaterali / Other Activities
Sala alla Porta S. Agostino / Porta S. Agostino exhibition hall
Deimantas Narkevičius — Books on Shelves and Without Letters
Sala Manzù — Via Gabriele Camozzi, passaggio Via Sora
Mostra / Exhibition — La poesia animata di Vladimir Leschiov /
Animated Poetry
Meeting Point — Piazza della Libertà
In collaborazione con / In collaboration with Birrificio Indipendente
Elav e Pedrali S.p.a, Suono 1981
Useful
Auditorium
Piazza Libertà
Cinema San Marco
Piazzale Repubblica 2
Cinema Capitol
Via Torquato Tasso 41
Uffici / Offices
(5 — 12 Marzo / March 2016)
Ufficio Stampa / Press Office
Ufficio Accrediti e Ospitalità /
Guest and Accreditation Office
Segreteria / Secretary
13
Bookshop e Spazio Incontri con gli autori / Meeting with the Authors
Piazza della Libertà
Biglietteria / Ticket Point | Info Point — Piazza Libertà
Accademia Carrara — Piazza Giacomo Carrara,
Workshop, laboratori / Labs
9 giorni di proiezioni. 143 film tra lungometraggi, documentari e corti, 6 opere di video arte
3 anteprime, 3 mostre e 3 workshop, 3 proiezioni a Milano
1 masterclass, 1 tavola rotonda, 1 fantamaratona
2 sonorizzazioni dal vivo, 2 pubblicazioni. 9 strisce quotidiane a fumetti
SCARICA LA APP!
1 / 20
2 yötä aamuun
2 Nights
Till Morning
Dariusz Glazer
Slávek Horák
Mikko Kuparinen
Ahu Öztürk
di Mikko Kuparinen, Finlandia,
Lituania 2015, 85’, col., v.o. sott. it.
13 marzo 2016
Goran Radovanović
Valéry Rosier
34° BFM / 05
Svetla Tsotsorkova
MOSTRA
CONCORSO
Programma
Day by Day Meeting
Exhibition Competition
2 / 20
C
ome sempre riservata ai nuovi autori, la competizione internazionale presenta sette lungometraggi, inediti in Italia, che
si caratterizzano per l’originalità linguistica e narrativa con cui affrontano i temi della contemporaneità (e quelli di sempre). I sette lungometraggi selezionati concorrono al Premio Bergamo Film
Meeting, assegnato ai tre migliori film della sezione sulla base delle
preferenze espresse dal pubblico. Al film vincitore, inoltre, andrà il
premio Bergamo Film Meeting UBI – Banca Popolare di Bergamo,
del valore di 5.000 euro, istituito come sostegno rivolto alle produzioni che investono nei giovani autori, nel cinema indipendente e
di qualità. Tutti i film di questa sezione, presentati in anteprima in
Auditorium alle 20.30, da sabato 5 a venerdì 11 marzo 2016, saranno
riproposti in replica nei giorni successivi al cinema San Marco.
Mur
The Wall
Domácí péče
Home Care
di Dariusz Glazer, Polonia 2014,
80’, col., v.o. sott. it.
di Slávek Horák, Repubblica Ceca,
Slovacchia 2015, 92’, col., v.o. sott. it.
Mariusz è un ragazzo sveglio cresciuto in fretta, che ora ha voglia
di riscatto e indipendenza; affitta
un appartamento in città, conosce Agata e cerca di tagliare i
ponti con il passato. Ma la vita,
che con lui non è mai stata generosa, rischia di azzerare presto le
sue illusioni. Un esordio all’altezza delle ambizioni, diretto con
mano sicura e grande capacità
tecnica: regia, fotografia e montaggio restituiscono tutto il rigore
e la professionalità della migliore scuola polacca. Il montatore,
Jarosław Kamiński, è lo stesso di
Ida di Pawel Pawlikowski.
Vlasta è un’infermiera a domicilio
che ha sempre anteposto le esigenze degli altri (quelle del marito,
della figlia e dei suoi pazienti) alle
sue. Un giorno, però, è costretta ad
imparare a sue spese che questo
atteggiamento non è solo altruista, ma anche profondamente autodistruttivo. Opera prima sincera
e commovente, perfettamente in
equilibrio su quel filo sottilissimo
che separa il dramma dalla commedia. Una storia molto umana
con contrappunti di beffardo umorismo; un toccante viaggio alla
scoperta di se stessi con una protagonista di straordinaria bravura.
Gio./Thu. 10, ore 20.45 Auditorium
Ven./Fri. 11, ore 22.30 San Marco
Ven./Fri. 11, ore 20.40 Auditorium
Sab./Sat. 12, ore 9.30 San Marco
Mostra
concorso
Exhibition Competition
Durante un viaggio di lavoro a Vilnius, Caroline, architetto francese,
conosce Jaakko, dj finlandese.
Lei e lui non parlano la stessa lingua, ma apprezzano la reciproca
compagnia; tanto che finiscono
col passare la notte insieme. L’indomani, però, una nube di cenere
dovuta a un’eruzione vulcanica
blocca tutti i voli in partenza. E
loro si incontrano di nuovo... Una
storia romantica e raffinata dove
tutto è (im)perfetto, con il fascino
di una Vilnius da cartolina. Protagonista Marie—Josée Croze, Palma d’Oro come migliore attrice
nel 2003 per Le invasioni barbariche di Denys Arcand.
Dom./Sun. 6, ore 20.35 Auditorium
Lun./Mon. 7, ore 22.30 San Marco
Toz bezi
Dust Cloth
di Ahu Öztürk, Turchia, Germania
2015, 98’, col., v.o. sott. it.
Nesrin e Hatun sono due donne
delle pulizie di origine curda che
vivono nella periferia di Istanbul.
Entrambe sognano un futuro migliore, un lavoro stabile, magari
una bella casa. Nesrin ci prova,
ma arriva un giorno in cui la strada si fa sempre più in salita e le
difficoltà quotidiane diventano
insormontabili. Opera prima vivace e sensibile per una storia
al femminile che combina, con
garbo, umorismo e senso della
realtà. Con Serra Yilmaz (l’attrice feticcio di Ferzan Özpetek)
perfetta nei panni dell’arcigna
padrona di casa.
Lun./Mon. 7, ore 20.40 Auditorium
Mar./Tue. 8, ore 22.00 San Marco
Enklava
Enclave
vimenti di protesta e resistenza nei
regimi dell’Est. Musiche originali
di Eleni Karaindrou, compositrice
greca per Theo Angelopolous.
Mer./Wed. 9, ore 20.40 Auditorium
Gio./Thu. 10, ore 22.30 San Marco
Parasol
di Valéry Rosier, Belgio 2015,
73’, col., v.o. sott. it.
Palma di Majorca, le vacanze, la
fine dell’estate. In questo spazio—tempo sospeso, dove tutto
sembra possibile, Annie, Alfie e
Péré cercano di inventarsi come
altro da sé. I tre non si conoscono,
ma hanno qualcosa in comune:
un’esistenza solitaria, la nostalgia per un passato che forse non
è mai esistito e la determinazione di poter cambiare le cose.
Anche a costo di rendersi molto
ridicoli. Primo lungometraggio
di finzione del talentuoso documentarista belga Valéry Rosier.
Una ricognizione comica e un po’
amara sulle nostre fragilità.
Mar./Tue. 8, ore 20.40 Auditorium
Mer./Wed. 9, ore 22.30 San Marco
Jajda
Thirst
di Svetla Tsotsorkova, Bulgaria
2015, 90’, col., v.o. sott. it.
Una famiglia sbarca il lunario
occupandosi del servizio lavanderia per gli hotel della zona, ma
la terribile siccità che colpisce la
regione rischia di mettere in pericolo la loro attività. Un giorno
decidono di ricorrere all’aiuto di
una rabdomante adolescente e
di suo padre, scavatore di pozzi. Così, tra le lenzuola stese al
sole battute dal vento, iniziano
a emergere bisogni da tempo
sopiti (e la feroce urgenza di appagarli). Film intimo, vissuto e autobiografico, splendidamente fotografato. Uno stile asciutto già
molto consapevole per un’opera
prima di grande suggestione.
Sab./Sat. 5, ore 20.40 Auditorium
Dom./Sun. 6, ore 22.45 San Marco
di Goran Radovanović, Serbia,
Germania 2015, 92’, col., v.o. sott. it.
Kosovo, 2004. Nenad è un bambino serbo che vive in una piccola
enclave cristiana protetta dalle
truppe di pace del KFOR (Kosovo
Force) delle Nazioni Unite; Bashkim
è un coetaneo kosovaro albanese
che odia i serbi. Un giorno i due si
ritrovano faccia a faccia in uno
scontro involontario e potenzialmente tragico. Film di formazione
di grande respiro, lontano da ogni
pregiudizio ideologico. Prima opera di finzione di un regista che ha
documentato in prima linea i mo-
Sette lungometraggi, inediti in Italia,
di grande originalità linguistica e narrativa.
Per indagare i temi della contemporaneità
(e quelli di sempre)
Télécommande
Remote control
di Anonimo/Anonymous, Francia
2015, 47’, col., v.o. sott. it.
Ukrainian
Sheriffs
di Roman Bondarchuk, Ucraina,
Lettonia 2015, 85’, col., v.o. sott. it.
Ven./Fri. 11, ore 18.00 San Marco
di Paul Costes, Francia 2015,
49’, col., v.o. sott. it.
Un invito a cena, vecchie foto
tirate fuori da un cassetto, piatti
che volano fuori da una finestra
e una camera blu: frammenti di
memoria che si ricompongono.
Un film che è insieme strumento
di catarsi familiare e un pretesto
per tentare di sanare una ferita
rimasta aperta per dieci anni.
Gio./Thu. 10, ore 18.00 San Marco
Yaar
di Simon Gillard, Belgio 2014, 19’,
col., v.o. sott. it.
Una comunità testarda, che vive
nel cuore del bush del Burkina
Faso, cerca di costruire il proprio
futuro sottoterra, scavando nella
profondità delle rocce. Accecati
o forse visionari, questi cercatori
scavano notte e giorno, spinti da
una follia che è principio di autodistruzione.
Simon Gillard
T. Karumidze, S. Machaidze,
D. Meskhi
di Tamuna Karumidze, Salome
Machaidze, David Meskhi, Georgia,
Germania 2015, 75’, col., v.o. sott. it.
Marianne Lambert
Come resistere a sedici anni in un
Paese dimenticato. I protagonisti
del film trovano i loro spazi tra
edifici abbandonati, a bordo dei
loro skateboard. I loro tatuaggi sono un diario che racconta
quello che sentono: un’ingenua
illusione di libertà e una romantica incuranza del futuro. Uno
sguardo ravvicinato sui sogni e
sui sentimenti degli adolescenti.
Enrico Masi
Lou McLoughlan
Mark Olexa,
Francesca Scalisi
Susanne Opstal
Monika Pawluczu
Charles Redon
Carmen Tartarotti
Sab./Sat. 5, ore 18.00 San Marco
Alba Sotorra
I Don’t Belong
Anywhere −
Le cinéma de
Chantal Akerman
Lucas Vernier
di Marianne Lambert, Belgio 2015,
67’, col., v.o. sott. it.
Attraverso alcuni dei quaranta film
della prolifica filmmaker belga
Chantal Akerman, sperimentale
e nomade, un dialogo con lei, con
i collaboratori e gli attori, le riflessioni con la montatrice; un ritratto
rigoroso ed empatico, da parte di
qualcuno che la conosceva bene.
Mar./Tue. 8, ore 20.30 San Marco
Lepanto – O último
cangaçeiro
The Last Cangaceiro
di Enrico Masi, Italia, Brasile, Gran
Bretagna 2016, 74’, col., v.o. sott. it.
Dopo aver perso la sua casa per
la costruzione del Parco Olimpico di Londra 2012, Michael
accetta l’invito di Enrico a registrare la voice over di un film sulla situazione brasiliana: il Brasile
del Mundial e delle Olimpiadi
è la terra da conquistare... Un
documento—favola sull’urgenza
di una riflessione sulla società
contemporanea.
VISTI
DA VICINO
Close up
C
orti, medi e lunghi: produzioni indipendenti provenienti dal panorama internazionale, tutti inediti, o quasi, in Italia. Film documentari nei quali lo sguardo curioso e attento del regista si addentra
senza remore nel vivo della realtà, dimostrandosi capace di cogliere
e sintetizzare il visibile e l’invisibile, di raccontare un tema, un luogo,
un personaggio “da vicino”, con intensità e partecipazione. Importante novità per questa edizione di BFM è l’istituzione del Premio
Miglior Documentario Cgil Bergamo – Sezione Visti da Vicino
del valore di 2.000 euro, che sarà assegnato in base alle preferenze
espresse dal pubblico al migliore dei quindici film in concorso. Un
significativo riconoscimento per valorizzare le produzioni cinematografiche indipendenti, reso possibile grazie alla recente partnership con CGIL Bergamo.
completare la sezione, il programma speciale FILMS FROM THE
NORTH, che si spinge fin verso i confini estremi dell’Europa del
Nord. In collaborazione con Tromsø International Film Festival.
A
del paesaggio delle Highlands,
benedizione e condanna al contempo. Girato nell’arco di quattro
anni, il film cerca di combinare
realismo magico con la documentazione di un dramma.
raccontata stando sulla pelle del
suo viso, sulla luce nei suoi occhi.
Dom./Sun. 6, ore 20.45 San Marco
di Susanne Opstal, Olanda 2014,
27’, col., v.o. sott. it.
Gio./Thu. 10, ore 20.40 San Marco
Moriom
16 Years
Till Summer
di Mark Olexa, Francesca Scalisi,
Italia, Svizzera, Repubblica Ceca
2015, 12’, col., v.o. sott. it.
di Lou McLoughlan, Gran Bretagna,
Islanda 2015, 82’, col., v.o. sott. it.
Day by Day Meeting
La chambre
bleue
The Blue Room
Paul Costes
Programma
In un villaggio nel sud dell’Ucraina, una coppia di sceriffi deve
risolvere crimini della portata
del furto di due anatre. Gli altri principali problemi di ordine
pubblico sono dispute tra vicini
e guasti automobilistici. Bondarchuk segue le avventure di Viktor
e Volodya evidenziando come,
lontano da Kiev, la quotidianità
possa essere tragicomica.
Roman Bondarchuk
13 marzo 2016
Mer./Wed. 9, ore 18.00 San Marco
Anonimo / Anonymous
34° BFM / 05
Tehran, giugno 2013. Gli iraniani
si preparano a eleggere il nuovo
Presidente. Nella privacy delle
proprie case, di fronte alla propaganda di Stato, alle immagini che arrivano dal satellite,
dall’Occidente, dall’Egitto e dalla
Siria, donne e uomini parlano liberamente delle proprie speranze, della propria rabbia e delle
proprie paure.
Rotsda dedamitsa
msubukia
When the Earth
Seems to Be Light
Bangladesh, estate 2014. La storia di Moriom, una giovane bengalese, della sua lotta solitaria
per la conquista della libertà e
della tragedia che le ha cambiato la vita. Concepito a seguito
di un incontro fortuito, Moriom è
il ritratto di un’anima resiliente,
Dom./Sun. 6, ore 20.30 San Marco
Nowhere Place
Dove si trova l’essenza del nostro
esistere? Nowhere Place segue
alcune persone nella loro ricerca, in cima al mondo, e più in alto
ancora. Non tutto è positivo: la
natura dell’uomo, le sue ambizioni non sempre lo sono. La domanda, inevitabile, è: quanto lontano
vogliamo spingerci? Un esordio
nel documentario che prende lo
spettatore in contropiede.
Mer./Wed. 9, ore 17.35 San Marco
Dopo sedici anni in carcere, Uisdean vuole tornare a casa e
accudire l’anziano padre. Ma
ha anche bisogno di ricostruire
la propria vita, nell’isolamento
Visti
da vicino
Close up
Corti, medi e lunghi: produzioni indipendenti
provenienti dal panorama internazionale.
Film documentari nei quali lo sguardo curioso e attento del regista
si addentra senza remore nel vivo della realtà
Ven./Fri. 11, ore 20.30 San Marco
3 / 20
13 marzo 2016
34° BFM / 05
Koniec świata
End of the World
Behind
the Yellow Door
di Monika Pawluczuk, Polonia 2015,
38’, col., v.o. sott. it.
di Lucas Vernier, Francia 2015,
84’, col., v.o. sott. it.
20 dicembre 2012, la fine del mondo della profezia Maya incombe
su una notte buia a Łodź, Polonia
centrale. Un programma radiofonico, un centralino del pronto
intervento, un tassista notturno.
Le voci della notte che avanza
rivelano la lotta delle persone
contro le proprie paure e contro
la solitudine. Una panoramica
sonora di una città buia.
Ancora adolescente, Lucas incontra un vicino di casa, Mr. Dille,
che gli invia poi una foto, intrigante, con un invito ad andarlo a
trovare “behind the yellow door”.
Ora che Mr. Dille non c’è più, non
avendo mai risposto a quell’invito, il regista ha la sensazione di
essersi perso qualcosa... Il cinema come risarcimento di un dialogo artistico mai avvenuto.
Ven./Fri. 11, ore 21.00 San Marco
Lun./Mon. 7, ore 20.30 San Marco
VISTI DA VICINO
FILMS FROM
THE NORTH
La Californie
In California
di Charles Redon, Francia 2015,
78’, col., v.o. sott. it.
Programma
Day by Day Meeting
Charles adora e filma costantemente la sua fidanzata, un’ambiziosa ballerina professionista,
Mathilde Froustey, mentre mangia,
si allena, e dorme... È affascinato
dalla sua forma fisica e dalla disciplina, finché non scopre che lei sta
abusando del proprio corpo. Il diario di una storia d’amore tormentata; la storia di due ossessioni.
Mer./Wed. 9, ore 20.30 San Marco
Wir können
nicht den hellen
Himmel träumen
We Cannot Dream
a Bright Blue Sky
di Aleksander Johan Andreassen,
Norvegia 2015, 24’, bn, v.o. sott. it.
Un giovane afferma di essere
posseduto dai demoni. Attraverso
la sua schiettezza e il suo particolare punto di vista, il film propone
uno spaccato di ciò che vuol dire
essere ai margini della società (e
quali ne siano le conseguenze).
Dom./Sun. 6, ore 17.30 San Marco
Monsterimies
Monsterman
di Carmen Tartarotti, Germania
2014, 91’, col., v.o. sott. it.
di Antti Haase, Norvegia, Svezia,
Finlandia 2014, 80’, col., v.o. sott. it.
Alto Adige. Benvenuta e Angelica
sono due suore, le uniche superstiti in un convento che un tempo
ne ospitava quasi venti e che è la
loro casa, e tutta la loro vita. Con
ostinazione lottano per mantenere la propria indipendenza e dimostrare che due suore possono
fare un convento.
Tomi, un rocker che ama travestirsi da mostro (Mr. Lordi), sei anni
dopo aver vinto con la sua band
l’Eurovision Song Contest, rischia
di cadere nell’oblio. Lui, che a
trentanove anni continua a vivere
da eterno adolescente, decide
che deve riconquistare il successo. Un film sul coraggio di essere
se stessi.
Sab./Sat. 5, ore 20.30 San Marco
Game Over
di Alba Sotorra, Spagna 2015,
74’, col., v.o. sott. it.
Djalal è un venticinquenne catalano. Come molti suoi coetanei
non lavora né studia. Ha una passione per la guerra, e passa tutto
il suo tempo su Internet, dove il
suo alter ego (lord_sex) è un soldato. Il suo desiderio d’azione lo
porta ad arruolarsi, ma la guerra
non è come aveva immaginato.
Un ritratto compartecipato, una
generazione smarrita.
4 / 20
Alle tankers slekt
All Thoughts are Kin
Lun./Mon. 7, ore 15.30 San Marco
Lyden av lyset
The Sound of the
Northern Light
di Kjell—Gunnar Hjartholm
Knudsen, Norvegia 2014,
5’, col., v.o. sott. it.
Sume –
Mumisitsinerup
nipaa
Sumé – The Sound
of a Revolution
di Inuk Silis Høegh, Danimarca,
Norvegia 2015, 75’, col., v.o. sott. it.
Anni ’70. Malik e Per sono due studenti groenlandesi iscritti all’Università di Copenaghen. Nella
loro lingua non ci sono parole per
definire “oppressione” e “rivoluzione”; così decidono di crearle
per i testi delle loro canzoni, lanciando con la loro band, Sumé,
un messaggio di indipendenza e
libertà. Un film affascinante sulla
musica e sul coraggio delle idee.
Lun./Mon. 7, ore 18.00 San Marco
Bihttoš
Rebel
di Elle—Máijá Tailfeathers, Canada,
Norvegia 2014, 14’, col., v.o. sott. it.
Un ritratto intimo e profondamente personale che la regista dedica alla sua famiglia, utilizzando
inserti con animazioni, ricostruzioni e foto d’archivio. Passando dal
Canada, alla Norvegia e all’America, il film traccia una mappa che
porta a una riflessione su verità
universali, sul perdono e sull’assunzione di responsabilità.
Sab./Sat. 5, ore 17.30 San Marco
Il ritratto di Rob Stammes e della
sua passione, che dura da tutta
la vita, per l’aurora boreale, e il
suo sogno di ascoltarne il suono
e, perché no, diventare la prima
persona a registrarlo.
Dom./Sun. 6, ore 18.00 San Marco
Gio./Thu. 10, ore 20.30 San Marco
Visti
da vicino
Close up
Un viaggio verso il profondo Nord,
attraverso cinque film che indagano tradizioni,
luoghi e soprattutto suoni e musiche
di quelle terre
EUROPE
NOW!
34° BFM / 05
13 marzo 2016
C
romanzo di Dostoevskij e premio per la miglior regia al Festival di Karlovy Vary; e infine il britannico Shane Meadows, erede della tradizione realista del cinema inglese, noto al pubblico soprattutto per aver
narrato le vicende di un gruppo di skinhead negli anni ’80 con il film
This Is England (2006), diventato poi una serie televisiva in tre stagioni
(This Is England ’86, This Is England ’88 eThis Is England ’90).
A
completare la sezione, BOYS & GIRLS – THE BEST OF CILECT
PRIZE: una selezione tra i migliori film di diploma delle scuole europee di cinema, finalisti all’edizione 2015 della prestigiosa competizione internazionale Cilect Prize.
Shane Meadows
Gran Bretagna 1996,
60’, col., v.o. sott. it.
«Rubiamo ai ricchi per vendere a
metà prezzo ai poveri. Siamo solo
delle mezze tacche». È così che
Jumbo presenta se stesso e i suoi
amici Malc, Willy, Lenny e Terry,
delinquenti scalcagnati a Sneiton,
sobborgo di Nottingham. Delle
mezze tacche alle quali si finisce
col voler bene lo stesso.
Sab./Sat. 12, ore 1.20 Auditorium
24 7: Twenty
Four Seven
Ventiquattrosette
A Room for
Romeo Brass
Northern Soul
This Is England
Gran Bretagna, Canada 1999,
90’, col., v.o. sott. it.
Gran Bretagna 2004,
30’, col., v.o. sott. it.
Gran Bretagna 2006,
101’, col., v.o. sott. it.
Cacciato di casa dalla moglie,
Mark Sherbert insegue il sogno di
diventare un wrestler di successo.
Poco importa che come physique
du rôle lasci alquanto a desiderare. Mockumentary nato dall’amicizia tra Meadows e il musicista
Gavin Clark, è un inno a tutti quelli
che inseguono sogni impossibili.
1983. Morto suo padre alle
Falkland, e stufo di essere preso di mira dai bulli, il dodicenne
Shaun si aggrega a un gruppo
di eterogenei skinhead. Basato
senza alcuna autoindulgenza
sulle esperienze dello stesso
Meadows, è un film che alterna
sapientemente le sfumature comiche con quelle drammatiche.
Perseguitati dai bulli, Romeo e
Gavin sono difesi dall’adulto Morell, che diventa loro amico. Ben
presto, però, questo rivela il lato
peggiore del suo carattere. Senza nessuna traccia di patina, un
film sul lato divertente dell’essere
bambini, ma anche sulla minaccia
che qualcuno rubi loro l’infanzia.
Sab./Sat. 12, ore 15.10 Auditorium
Shane’s World
Sab./Sat. 5, ore 1.15 Auditorium
Dead Man’s Shoes
Dead Man’s Shoes
Cinque giorni
di vendetta
Dom./Sun. 6, ore 17.10 Auditorium
The Living Room
Gran Bretagna 2007,
42’, col., v.o. sott. it.
Gran Bretagna 1997, 96’, bn
Gran Bretagna 2000,
70’, col., v.o. sott. it.
Alan Darcy, che ha a cuore le vite
dei ragazzi che bighellonano nel
suo quartiere, organizza una palestra di boxe dove possano avere
un’alternativa alla strada. Ma non
tutto andrà per il verso giusto. Un
asciutto bianco e nero, dei giovani
arrabbiati senza punti di riferimento, un maiuscolo Bob Hoskins.
Il mondo di Shane è popolato da
tifosi di calcio dal cuore d’oro, registi di documentari e sedicenti
eremiti, italoamericani in trasferta, boxeur jellati, sgarrupati agricoltori che dispensano improbabili consigli. Un mondo esilarante,
realizzato anche per dare delle
dritte ad aspiranti filmmaker.
Dom./Sun. 13, ore 11.25 Auditorium
Mar./Tue. 8, ore 16.45 San Marco
Europe
Now!
Continua il viaggio del Festival attraverso il cinema europeo,
per mettere in luce le opere di alcuni tra i registi più rappresentativi
che si sono affermati in questi ultimi anni sulla scena
delle produzioni cinematografiche indipendenti
Gran Bretagna 2004,
90’, col., v.o. sott. it.
Day by Day Meeting
Small Time
Programma
ontinua il viaggio del Festival attraverso il cinema europeo, per
mettere in luce le opere di alcuni tra i registi più rappresentativi, che si sono affermati in questi ultimi anni sulla scena delle produzioni cinematografiche indipendenti. Film e registi che testimoniano
la grande vivacità del nuovo cinema europeo. Quest’anno saranno
protagonisti: la regista bosniaca Jasmila Žbanić, autrice tra gli altri di Il
segreto di Esma – Grbavica (2006), vincitore dell’Orso d’Oro al Festival di Berlino; il ceco Petr Zelenka, già vincitore del primo premio di
Bergamo Film Meeting 1998 con il suo Knoflíkári (Buttoners) e autore
del recente I fratelli Karamazov (2008), originale trasposizione del
Passati sette anni nell’esercito, Richard torna e scopre che il fratello
Anthony si è suicidato dopo essere
stato vessato da degli spacciatori.
Mette in atto la sua vendetta. Stile
documentaristico, ottima recitazione, trama di forte impatto, scritta da Meadows e dal protagonista Paddy Considine.
Il musicista Gavin Clark, ispiratore musicale, amico e collaboratore di Shane Meadows, viene
seguito sia nella sua vita privata
che nel suo lavoro. Dice il regista:
«Le sue sono canzoni che potranno avere vent’anni, ma continuano a reggere grazie alla loro
semplicità, alla loro onestà e alla
voce di Gavin».
Lun./Mon. 7, ore 22.40 Auditorium
Mar./Tue. 8, ore 18.15 San Marco
5 / 20
Somers Town
34° BFM / 05
13 marzo 2016
Gran Bretagna 2008,
71’, bn e col., v.o. sott. it.
Giunto a Londra dalle Midlands,
il giovane Tomo è ospitato da
Marek, figlio di un immigrato polacco. I due diventano amici e si
innamorano entrambi della cameriera Maria. Estremità taglienti e un cuore soffice, bel bianco e
nero e un viaggio a Parigi. Con la
stessa libertà della prima Nouvelle vague.
Dom./Sun. 6, ore 22.20 Auditorium
Le Donk &
Scor—zay—zee
Gran Bretagna 2009,
71’, col., v.o. sott. it.
Rockettaro in declino, Le Donc
prende sotto la sua ala l’inesperto rapper Scor—zay—zee e
gli organizza la sua prima esibizione. Intanto, la sua ex sta per
partorire. Sembra un documentario, ma è anche una commedia
esilarante e commovente, con la
stessa apparente indolenza del
suo eroe Scor—zay—zee.
Programma
Day by Day Meeting
Gio./Thu. 10, ore 00.00 Auditorium
This Is England ’86
[co—regia Tom Harper]
Gran Bretagna 2010, 4 ep.
[44’, 47’, 48’, 47’]
Sono passati tre anni dagli eventi
di This is England, stanno arrivando i mondiali di calcio in Messico e Shaun deve affrontare gli
esami di maturità. Per una serie
di eventi fortuiti e coincidenze,
ritroverà il vecchio gruppo di
amici skinhead. Produzione televisiva, nata come sequel del film
originario, ne riprende la trama e
i protagonisti.
per creare un’atmosfera, e mi riuscì davvero bene!».
Gio./Thu. 10, ore 14.00 San Marco
[ep. 1, 2]
Gran Bretagna 2015, 4 ep.
[45’, 51’, 52’, 75’]
Gio./Thu. 10, ore 15.45 San Marco
[ep. 3, 4]
1990. Nell'anno delle dimissioni di
Margaret Thatcher, Shaun è immerso nella cultura rave e trova
un nuovo interesse nella fotografia, mentre gli amici cercano di
barcamenarsi tra vecchi problemi e nuove responsabilità.
This Is England ’88
Gran Bretagna 2011, 3 ep.
[48’, 50’, 47’]
È il 23 dicembre del 1988 e, del
vecchio gruppo, c'è chi si ritrova
con una figlia e i fantasmi del
passato, chi ha un buon lavoro e
una nuova ragazza, chi studia al
college ma si complica la vita.
Continuano le disavventure degli
amici di This Is England, mentre
il mondo intorno a loro sta cambiando.
Ven./Fri. 11, ore 15.00 San Marco
[ep. 1, 2]
Ven./Fri. 11, ore 17.00 San Marco
[ep. 3]
The Stone Roses:
Made of Stone
Sab./Sat. 5, ore 22.30 San Marco
This Is England ’90
Sab./Sat. 12, ore 11.15 San Marco
[ep. 1, 2]
Sab./Sat. 12, ore 15.00 San Marco
[ep. 3, 4]
Corto
—
metraggi
The Datsun
Connection
Gran Bretagna, 1994,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Lun./Mon. 7, ore 22.30 Auditorium
Black Wiggow
Gran Bretagna, 1995,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Sab./Sat. 12, ore 01.10 Auditorium
Where’s the
Money Ronnie
Gran Bretagna, 1995,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 6, ore 22.10 Auditorium
Park
Gran Bretagna, 1995,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 6, ore 17.00 Auditorium
King of
The Gypsies
Gran Bretagna, 1995,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 13, ore 11.15 Auditorium
Gran Bretagna 2013,
96’, col., v.o. sott. it.
Willy Gumbo
Questo documentario segue la
reunion degli Stone Roses nel
2012. Meadows: «Ricordo ancora
quando riaccompagnai una mia
amica elegante – la chiamo elegante, ma probabilmente aveva
solo i denti in ordine. Presi un album di vinile e misi su Waterfall
Gran Bretagna, 1999,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Sab./Sat. 5, ore 01.05 Auditorium
Gary Wilkinson
Gran Bretagna, 2000,
10' circa, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 6, ore 22.00 Auditorium
SUPPORT BFM
Il cinema per tutti,
il cinema di tutti
CAMPAGNA DI SOSTEGNO
BERGAMO FILM MEETING 2016
#SUPPORTBFM
INFO / www.bergamofilm meeting.it/supportbfm-2016
6 / 20
Europe
Now!
Shane Meadows
Tra i più significativi e importanti registi del
panorama inglese. Ha fatto della sua filmografia
un manifesto di pura autenticità sociale
di quegli ambienti dove è nato e cresciuto
EUROPE
NOW!
Jasmila Žbanić
Poslije, poslije
After, After
Sab./Sat. 12, ore 18.30 San Marco
Bosnia—Erzegovina, Germania
2003, 39’, col., v.o. sott. it.
Al circo con sua figlia, la regista
vede una donna che le ricorda
Bilja, una ragazza che durante i
primi giorni dell’assedio di Sarajevo era stata ferita da una granata. Una ricerca nella Sarajevo
del dopoguerra e nelle sue cicatrici, con una riflessione sul ruolo
della stampa nei luoghi di guerra.
Noć je, mi
svijetlimo
We Light the Night
Dom./Sun. 6, ore 15.30 San Marco
Bosnia—Erzegovina 1998,
14’, col., v.o. sott. it.
Bosnia—Erzegovina 2005,
16’, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 6, ore 16.05 San Marco
Bosnia—Erzegovina, 1998,
7’, col., v.o. sott. it.
Una suora incinta, un calciatore
con il pallone in mano, una donna
(la regista stessa) con una macchina fotografica. Come dei videoritratti, una serie di immagini che
tendono con ironia a una sorta di
elegante astrattismo onirico, in
bilico tra sacro e profano, seduzione e nascita, terra e mare.
Gio./Thu. 10, ore 22.30 Auditorium
Crvene
gumene čizme
Red Rubber Boots
[ep. di Lost and Found]
Due bambine sono nate a Mostar lo stesso giorno, il 9 novembre 1993, il giorno in cui lo storico
ponte che collegava le due parti
della città venne distrutto. Non si
conoscono, e crescono nelle diverse metà della città divisa. Una
è croata, l’altra è bosniaca. Quasi un preludio a Il segreto di Esma.
Sab./Sat. 12, ore 18.45 San Marco
Grbavica
Il segreto di Esma
– Grbavica
Bosnia—Erzegovina, Croazia,
Austria, Germania 2006,
90’, col., v.o. sott. it.
Esma vive a Sarajevo con la figlia
adolescente Sara. Membro di un
gruppo di supporto per donne
vittime della guerra, ha un rapporto conflittuale con la figlia irrequieta e ribelle. A far sbocciare
di nuovo la serenità tra loro sarà
la confessione del suo drammatico segreto. Una storia intensa.
Mar./Tue. 8, ore 15.00 Auditorium
Dnevnik graditelja
Builder’s Diary
Bosnia—Erzegovina 2000,
25’, col., v.o. sott. it.
Bosnia—Erzegovina 2007,
40’, col., v.o. sott. it.
Una madre, Jasna, cerca i resti dei
suoi bambini, rapiti e uccisi dall’esercito serbo nel 1992. Unico indizio, degli stivaletti rossi. Così la regista: «Cosa sarebbe successo se
Jasna avesse trovato gli stivaletti
di gomma rossi nella fossa? Sarebbe sopravvissuta? E se invece
non li avesse trovati?».
Il 9 novembre 1993 a Mostar,
nell’Erzegovina, viene distrutto uno
storico ponte ottomano. Nove anni
dopo, il Vecchio Ponte comincia a
essere ricostruito da volontari della Bosnia—Erzegovina e di diverse
altre nazioni. Un documentario sulla ricostruzione, e sulla riunione tra
passato e presente.
Sab./Sat. 12, ore 19.00 San Marco
Dom./Sun. 6, ore 16.25 San Marco
Europe
Now!
Jasmila Žbanić
Participation
[ep. di Stories on Human Rights]
Bosnia—Erzegovina 2008,
3’, col., v.o. sott. it.
In una stanza tranquilla, tre anziane signore bevono un caffè.
Non sappiamo dove si trovano, e
così attendiamo pazientemente
che ci venga rivelato il luogo in
cui la scena si svolge. Il cortometraggio fa parte di un progetto
per celebrare i sessant’anni della
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Mar./Tue. 8, ore 14.55 Auditorium
Na putu
Il sentiero
Bosnia—Erzegovina, Austria,
Germania, Croazia 2010,
100’, col., v.o. sott. it.
Luna e Amar, una coppia di islamici di Sarajevo segnati dalla
guerra, entrano in crisi. Jasmila
Žbanić lavora su idee distinte ma
legate strettamente fra loro: la
guerra come ferita che condiziona memoria e vita privata da un
lato; la contrapposizione mondo occidentale/cultura islamica
dall’altro.
Sab./Sat. 12, ore 11.30 Auditorium
For Those Who
Can Tell No Tales
Bosnia—Erzegovina 2013,
72’, col., v.o. sott. it.
L’attrice australiana Kym Vercoe
giunge a Višegrad, cittadina apparentemente idilliaca al confine
tra Bosnia e Serbia dove però
rieccheggiano ancora nell’aria
i drammatici ricordi della guerra civile. Co—sceneggiato dalla
stessa Vercoe assieme a Žbanić,
un film che intende raccontare
per non dimenticare.
Gio./Thu. 10, ore 22.40 Auditorium
Otok ljubavi
Love Island
Croazia 2014, 86’, col., v.o. sott. it.
Grebo e sua moglie Liliane, incinta al nono mese, decidono di
concedersi un periodo di vacanza in un villaggio turistico su un’isola croata. Il clima rilassante e
spensierato, però, non durerà a
lungo. Fatale sarà l’incontro con
Flora, una misteriosa, giovane e
bellissima donna da cui entrambi si sentono attratti.
Day by Day Meeting
Ljubav je…
Love Is…
Birthday
Programma
I due fratelli musulmani Sead e
Nihad Kreševljaković girano un
film su di loro durante il periodo
del Ramadan. Dell’assedio di Sarajevo, ricordano specialmente il
silenzio e il buio. Quasi un’opera
in fieri, il cui titolo deriva da una
battuta del film: quando manca
la luce, spetta a noi stessi crearla.
13 marzo 2016
In una Sarajevo ancora devastata
dalla guerra, la regista intervista
alcuni bambini di prima elementare, quasi tutti con alle spalle una
traumatica esperienza dell’assedio. Video che crea una tensione
tra lo sguardo della videocamera
e la voce dei bambini, rivelandoci
una luce “dall’interno”.
34° BFM / 05
Bosnia—Erzegovina 1997,
16', col., v.o. sott. it.
Slike sa ugla
Images from
the Corner
Lun./Mon. 7, ore 11.25 Auditorium
Jedan dan
u Sarajevu
One Day
in Sarajevo
Bosnia—Erzegovina, Croazia 2015,
59’, col., v.o. sott. it.
Nel centesimo anniversario dell’assassinio dell’arciduca Francesco
Ferdinando, che diede il via alla
Prima guerra mondiale, si discute
ancora fra chi vede Gavrilo Princip
come un eroe e chi come un terrorista. Il film propone i diversi punti
di vista. Sessanta minuti coinvolgenti, stimolanti e illuminanti.
Sab./Sat. 12, ore 17.30 San Marco
Protagonista della rinascita del cinema bosniaco.
Uno sguardo d'autore curato, scevro da troppi
vezzi stilistici ma carico di partecipazione
emotiva e profonda empatia
7 / 20
Programma
Day by Day Meeting
34° BFM / 05
13 marzo 2016
EUROPE
NOW!
Petr Zelenka
Knoflíkáři
Buttoners
Repubblica Ceca 1997,
102’, bn e col., v.o. sott. it.
Sei storie intrecciate, tra passato
e presente. La notte del 6 agosto
1945, prima di sganciare la bomba
su Hiroshima, sul bombardiere si
discuteva del tempo. Esattamente cinquant’anni dopo, a Praga,
una coppia prova a fare sesso in
taxi. Un marito prende il taxi per
sorprendere la moglie con l’amante, ma sorprende la moglie del
tassista... E le storie continuano.
Sab./Sat. 12, ore 20.30 San Marco
Samotáři / Loners
di David Ondříček
[co—sceneggiatura Petr Zelenka]
Repubblica Ceca, Slovacchia
2000, 103’, col., v.o. sott. it.
8 / 20
Powers
Repubblica Ceca, Germania 2001,
29’, col., v.o. sott. it.
Mago di successo in un nightclub
di quart’ordine, Petr si accorge di
avere poteri soprannaturali, che
gli consentono di predire il futuro
o sentire la musica passando le
dita su un cd. Il problema è che,
dopo la sensazionale scoperta,
perde il controllo della sua vita,
del lavoro e dell’amore.
Ven./Fri. 11, ore 15.00 Auditorium
Rok ďábla
Year of the Devil
Repubblica Ceca 2002,
88’, col., v.o. sott. it.
Příběhy
obyčejného
šílenství
Wrong Side Up
Repubblica Ceca, Germania,
Slovacchia 2006,
100’, bn e col., v.o. sott. it.
Petr lavora allo scalo merci dell’aeroporto. Gente stramba intorno
a lui: suo padre s’incapriccia di
un’artista eccentrica, la madre
raccoglie vestiti usati in vista di
future guerre, il dirigente ama i
manichini e i vicini hanno strani
gusti sessuali. Visto che tutto può
succedere, Petr dovrebbe fare attenzione ai pacchi che spedisce e
riceve.
Dom./Sun. 6, ore 15.00 Auditorium
The Karamazov
Brothers
I fratelli Karamazov
prove assistono alcuni operai,
che in un primo momento prestano poca attenzione agli attori,
finché gli echi di una tragedia
avvenuta nella stessa fabbrica
risuonano all’interno della rappresentazione....
Gio./Thu. 10, ore 15.00 Auditorium
Ztraceni v
Mnichově
Lost in Munich
Repubblica Ceca 2015,
110’, col., v.o. sott. it.
Il pappagallo del Primo ministro
francese Daladier, testimone
della Conferenza di Monaco del
1938, viene invitato molti anni
dopo ad una conferenza stampa
in Repubblica Ceca, dove ripete
le parole memorizzate allora e
causa un incidente diplomatico.
Pavel, giornalista in crisi di mezza età, decide di intervenire e lo
rapisce.
Carosello di relazioni nella Praga di inizio secolo. Robert spinge
Hanka a separarsi da Peter e intanto corteggia Vesna, arrivata
dalla Macedonia per cercare gli
UFO. Hanka è perseguitata dal
suo ex, sposato e con figli, ma incontra Jakub, che per il largo uso
di marijuana ha dimenticato di essere già fidanzato…
Arrivato in un centro di recupero alcolisti per girare un documentario, Jan incontra il cantautore folk Jaromír Nohavica.
Questi intende partire in tour con
il gruppo dei Čechomor, sperando che i ragazzi possano aiutarlo
a vincere sull’alcol. Jan capisce di
avere trovato il vero soggetto del
suo film e si unisce alla truppa.
Ven./Fri. 11, ore 15.30 Auditorium
Dom./Sun. 6, ore 00.15 Auditorium
Europe
Now!
Petr Zelenka
Non cerca mai di adeguarsi al gusto del pubblico,
girando delle storie gentili, ottimiste.
Il suo è un universo dominato da una giocosa anarchia,
sempre all'insegna della massima qualità
Repubblica Ceca, Polonia, Francia
2008, 110’, col., v.o. sott. it.
Mer./Wed. 9, ore 22.30 Auditorium
All’interno di una fabbrica, una
compagnia teatrale prepara
uno spettacolo ispirato a I fratelli
Karamazov di Dostoevskij. Alle
Leidi
di Simón Mesa Soto, Gran Bretagna,
Colombia 2014, 16’, col., v.o. sott. it.
Oma / Grandma
di Karolien Raeymaekers, Belgio
2014, 7’30”, col., senza dialoghi
Una ragazzina si trova ad affrontare la paura per la morte della
nonna, malata terminale.
Mar./Tue. 8, ore 15.30 San Marco
Slap
di Nick Rowland, Gran Bretagna
2014, 25’, col., v.o. sott. it.
Gli alti e bassi di un gruppo di
giovani kickboxer nell’area Ovest
e più svantaggiata di Amsterdam. La palestra e il ring sono un
rifugio dalla strada, ma anche il
posto dove confrontarsi con la
vita e sfidare i propri limiti.
13 marzo 2016
Mar./Tue. 8, ore 16.05 San Marco
di Bart van den Aardweg, Olanda
2014, 24’, col., v.o. sott. it.
EUROPE NOW!
BOYS & GIRLS
THE BEST OF
CILECT PRIZE
34° BFM / 05
Leidi vive in periferia con sua
madre e la sua bambina. Il suo
ragazzo, Alexis, non si fa vedere
da giorni e per giunta un amico le
rivela di averlo visto con un’altra.
Leidi parte alla sua ricerca. Palma d’Oro al Festival di Cannes
per il miglior cortometraggio.
Noord Oost
Hard West
North East
Hard West
Mar./Tue. 8, ore 15.40 San Marco
Matka ziemia
Mother Earth
di Piotr Złotorowicz, Polonia 2014,
30’, col., v.o. sott. it.
Allt vi delar
All We Share
di Jerry Carlsson, Svezia 2014,
25’, col., v.o. sott. it.
Samir e Sara, due arboristi, sono
chiamati ad abbattere un albero
sano nel giardino di una villetta. Perché i proprietari vogliano
tagliare l’albero non si sa, ma è
evidente che c’è sotto qualcosa di cui non intendono parlare.
Mentre taglia l’albero, Samir li
osserva.
Sab./Sat. 5, ore 17.30 Auditorium
Mer./Wed. 9, ore 16.30 San Marco
Sab./Sat. 5, ore 00.40 Auditorium
di Angelo Mozzillo, Italia 2014,
9’, col., v.o.
Nick, goffo gangster alle prime
armi, viene lasciato solo a pulire
la scena del delitto. Sembra un
lavoro facile, ma una serie di imprevisti lo spingono verso un’assurda escalation del crimine.
Mer./Wed. 9, ore 20.30 Auditorium
Programma
Connor, giovane e promettente
pugile, è ancora in cerca della
sua identità. Cosa succederebbe se confessasse agli amici, a
suo padre, alla sua ragazza, che
riesce a sentirsi se stesso solo indossando abiti femminili?
Maciek è solo un ragazzo, ma
vorrebbe soddisfare le ambizioni
di suo padre e diventare un macellaio come lui. Troppo sensibile
per far soffrire un animale, inizia
invece a prendersi cura del frutteto e pian piano scopre di avere
poteri soprannaturali.
Pop Art
Day by Day Meeting
Europe Now!
Boys & Girls
The best of Cilect Prize
Una selezione di corti tra i finalisti al CILECT Prize 2015,
attribuito ogni anno da studenti e insegnanti
delle oltre centocinquanta scuole che fanno parte
dell’associazione internazionale
9 / 20
13 marzo 2016
34° BFM / 05
CINEMA
D’ANIMAZIONE:
VL ADIMIR
LESCHIOV
The Letter
Svezia 2002, 3’45’’, bn, senza dialoghi
Un uomo è seduto ai piedi di un
albero quando, a un certo punto,
viene colpito da una mela. Inizia
così un viaggio nei ricordi e nell’immaginazione del protagonista.
Grandad’s Honey
Svezia 2002, 5’, col., senza dialoghi
Mar./Tue. 8, ore 20.30 Auditorium
Un vecchio uomo vive in un piccolo villaggio, nella più profonda solitudine. Tutto ciò che gli
rimane è attendere, pazientemente, l’ultimo giorno della propria vita, in compagnia della sua
unica famiglia: le api.
96
Dom./Sun. 6, ore 20.30 Auditorium
Lun./Mon. 7, ore 17.30 Auditorium
Bezmiegs
Insomnia
Villa Antropoff
Lettonia 2004, 7’, col., senza dialoghi
Un uomo, che non ha nulla da perdere, coltiva un grande sogno. Ma
a dividere l’uomo dal sogno c’è un
immenso e pericoloso specchio
d’acqua. L’uomo si mette in viaggio,
ma quando arriva a destinazione,
la meta non è ciò che sembra.
Lun./Mon. 7, ore 17.35 Auditorium
Day by Day Meeting
Programma
Sab./Sat. 5, ore 20.30 Auditorium
P
I
disegni originali e i bozzetti preparativi dei film Bezmiegs (Insomnia, 2004), Lietus dienas (Rainy Days, 2014) e Sparni un airi (Wings
and Oars, 2009) saranno in mostra dal 4 al 13 marzo alla Sala Manzù
di Via Gabriele Camozzi (passaggio Via Sora). Orari: 15.30 — 19.30.
Ingresso libero.
Lettonia 2009,
5’50’’, col., senza dialoghi
Un anziano pilota guarda al
passato, scorrendo, attraverso i
ricordi, la propria vita: la terra, il
cielo e una donna... tutto ciò che
ha avuto luogo durante il passaggio dal cielo al mare.
Lei arriva di notte, piano piano come
un gatto, per portarsi via il suo sonno,
fino a quando lui riesce a recuperarle del nutrimento. Tutto ciò di cui lei
ha bisogno è il latte, procurato da
qualche parte tra il sonno e la realtà.
Il suo nome è Insonnia.
rosegue il percorso di Bergamo Film Meeting nel cinema d’animazione, con uno tra i più importanti e riconosciuti rappresentanti lettoni. Vladimir Leschiov si distingue per una convinta resistenza alla computer animation e una grande padronanza tecnica.
Il suo cinema rappresenta un perfetto equilibrio tra la narrazione
tradizionale e l’astrazione poetica.
Spārni un airi
Wings and Oars
Zuduši sniegā
Lost in Snow
Lettonia 2010, 2’17’’, bn, senza dialoghi
Un evento insolito accade durante
la notte nell’appartamento n. 96, a
seguito di un guasto elettrico…
[co—regia Kaspar Jancis] Estonia,
Lettonia 2012, 13’, col., senza dialoghi
Sab./Sat. 12, ore 17.30 Auditorium
Lietus dienas
Rainy Days
Lettonia 2007, 8’, col., senza dialoghi
Lettonia, Canada 2014,
8’12’’, col., senza dialoghi
In inverno, alcune persone vanno a pescare facendo dei buchi nelle superfici ghiacciate.
L’eccitazione, intensificata dalle
temperature di congelamento e
dai forti alcolici, conduce a conseguenze imprevedibili.
Un anziano giapponese sale a
bordo di un traghetto diretto verso un’isola sconosciuta. Scrutando l’orizzonte è rapito dai propri
pensieri e la pioggia, che cade
incessantemente, innesca una
serie di ricordi…
Dom./Sun. 13, ore 20.30 Auditorium
Ven./Fri. 11, ore 20.30 Auditorium
In mostra, durante la 34a edizione
di Bergamo Film Meeting, i disegni
originali con i quali l’animatore
lettone Vladimir Leschiov, al quale
il Festival dedica la personale
completa, ha realizzato i suoi film
d’animazione. Vladimir Leschiov è
tra i più importanti e riconosciuti
rappresentanti del grande e
molteplice mondo dell’animazione
lettone, un fenomeno interessante e
degno di nota caratterizzato da una
convinta resistenza alla computer
animation e dalla grande padronanza
tecnica. Il suo cinema rappresenta un
perfetto equilibrio tra la tradizionale
narrazione e l’astrazione poetica.
In collaborazione con la Provincia di Bergamo
5 13
marzo 2016
In mostra i disegni
originali dell’animatore
lettone
Orari 15.30 – 19.30 / Ingresso libero
Bergamo / Sala Manzù
via Camozzi / passaggio via Sora
10 / 20
Cinema
d’animazione:
Vladimir Leschiov
LA POESIA ANIMATA di
VLADIMIR
LESCHIOV
ANIMATED POETRY
Convinta resistenza alla computer animation
e una grande padronanza tecnica.
Il suo cinema rappresenta un perfetto equilibrio
tra la narrazione tradizionale e l’astrazione poetica
13 marzo 2016
n ricco programma per questa sezione, che comprende: l’evento di apertura di Bergamo Film Meeting 2016, un Cult Movie, due anteprime e due film per l’ormai consueta Fantamaratona
notturna. L’apertura del Festival (venerdì 4 marzo al Teatro Sociale,
in Città Alta) è con l’anteprima italiana della performance live degli
islandesi múm che sonorizzano Menschen am Sonntag (la prima
sceneggiatura di Billy Wilder) per la regia di Robert Siodmak, Edgar
G. Ulmer, Fred Zinnemann e Curt Siodmak. Il Cult Movie Il cielo
può attendere di Ernst Lubitsch inaugura il nuovo progetto di distribuzione di Lab 80 film, che torna alla stagione dei “pacchetti” di
classici in proiezione digitale su grande schermo con un omaggio
a Gene Tierney – donna dalla bellezza magnetica che ha lavorato
con molti tra i più grandi registi di Hollywood – in quattro film (oltre
a questo: Vertigine di Otto Preminger, Femmina folle di John M.
Stahl e Il fantasma e la Signora Muir di Joseph L. Mankiewicz).
D
ue, invece, sono le anteprime di quest’anno: El abrazo de la
serpiente del colombiano Ciro Guerra, presentato al Festival
di Cannes 2015 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs, e l’ultimo film di Robert Guédiguian, Une histoire de fou. Nel film di Ciro
Guerra è protagonista la Foresta Amazzonica, con il suo labirinto di
corsi d’acqua e la miriade di voci animali, che evocano presenze
spirituali; in Une histoire de fou Robert Guédiguian, regista che il
pubblico di Bergamo Film Meeting conosce molto bene, ritorna invece su un tema a lui particolarmente caro: il genocidio del popolo
armeno, attualizzandolo come una riflessione sull’uso (insensato)
della violenza.
C
Menschen
am Sonntag
Uomini,
di domenica
El abrazo
de la serpiente
di Robert Siodmak, Edgar G. Ulmer,
Fred Zinnemann, Curt Siodmak,
Germania 1929, 58’, bn, v.o. sott. it.
Uno sciamano dell’Amazzonia,
ultimo sopravvissuto della sua
tribù, viaggia nella foresta pluviale con due scienziati, un tedesco (nel 1909) e uno statunitense
(nel 1940), per cercare una rara
pianta sacra. Un bianco e nero
da mozzare il fiato.
Un sabato d’estate a Berlino: il
traffico è intenso, le strade piene
di gente, la città ferve di attività
mentre termina la settimana lavorativa. Pochi altri film vedono riuniti
così tanti esordienti che sarebbero
poi diventati importanti figure del
cinema internazionale. Un gioiello.
Ven./Fri. 4, ore 21.00 Teatro Sociale
Questo
abbonamento
ti permette
di viaggiare
gratuitamente
sabato 5 e
sabato 12
marzo 2016
sulla rete ATB
e TEB
#ATBxBFM
#civadoinbus
Scarica l’App ATB Mobile
ATB Azienda Trasporti Bergamo
atb.bergamo.it
teb.bergamo.it
di Ernst Lubitsch, USA 1943,
112’, col., v.o. sott. it.
ATB e TeB
Ti porTAno
A
BergAmo
Film
meeTing
2016
Anteprime
e Eventi Speciali
Appena defunto, Van Cleve racconta al diavolo la propria vita: è
sempre stato viziato dai genitori,
è stato iniziato presto ai piaceri
della carne da una giovane cameriera, gli sono piaciute tantissimo le donne. Capolavoro di
eleganza e squisita trasgressione.
Sab./Sat. 12, ore 20.30 Auditorium
Une histoire de fou
Don’t Tell Me the
Boy Was Mad
di Robert Guédiguian, Francia 2015,
134’, bn e col., v.o. sott. it.
Sab./Sat. 12, ore 23.00 Auditorium
Fanta
—
maratona
The Deadly Mantis
La mantide omicida
Day by Day Meeting
Heaven Can Wait
Il cielo può
attendere
di Ciro Guerra, Colombia,
Argentina, Venezuela 2015,
125’, bn, v.o. sott. it.
Programma
on la Fantamaratona, quest’anno, la paura viene dal cielo. Il
tradizionale appuntamento per i nottambuli è per venerdì 11
marzo con Gli uccelli di Alfred Hitchcock, un’opera cardine della filmografia del regista, e La mantide omicida di Nathan Juran.
Inquietanti volatili e uno spaventoso insetto gigante pronti a seminare distruzione e morte sugli schermi di Bergamo Film Meeting!
34° BFM / 05
ANTEPRIME
E EVENTI
SPECIALI
U
di Nathan Juran, USA 1957,
79’, bn, versione italiana
Un improvviso innalzamento di
temperatura risveglia una mostruosa e gigantesca mantide religiosa, che da tempo immemorabile giace in letargo, inglobata tra
i ghiacci dell’Artide. Preso il volo, si
dirige sugli Stati Uniti... Subliminale.
Ven./Fri. 11, ore 02.45 Auditorium
The Birds
Gli uccelli
di Alfred Hitchcock, USA 1963,
119’, col., v.o. sott. it.
Aram, giovane marsigliese di
origine armena, compie un attentato a Parigi dove rimane
gravemente ferito un ignaro ciclista che passava per caso. Può
la violenza cieca ancora oggi
difendere una giusta causa?
Melania arriva a Bodega Bay
con una coppia di pappagallini
detti “inseparabili” da regalare
a Mitch, giovane avvocato che
abita con la madre e la sorellina
Cathy. Durante la traversata della baia viene ferita da un gabbiano. Apocalittico e geniale.
Sab./Sat. 5, ore 22.30 Auditorium
Ven./Fri. 11, ore 00.45 Auditorium
Un ricco programma che comprende l’evento
di apertura di Bergamo Film Meeting 2016,
un Cult Movie, due anteprime e due film
per l’ormai consueta Fantamaratona notturna
11 / 20
13 marzo 2016
CULT
MOVIE
GAMeCINEMA
34° BFM / 05
BFM
INAUGURA
BERGAMO
JAZZ
Programma
Day by Day Meeting
A
nche in questa edizione, Bergamo Film Meeting passa il testimone a Bergamo Jazz. L’appuntamento è per domenica 13
marzo, con la proiezione di Le avventure del Principe Achmed, il
più antico esempio rimasto di cinema d’animazione sonorizzato da
uno degli artisti più interessanti nel panorama italiano della musica
di ricerca, Gianni Mimmo, virtuoso del sax soprano, e Giungla di
cemento di Joseph Losey – colonna sonora composta da Sir John
Phillip William Dankworth, celebre saxofonista e clarinettista jazz
– con una piccola sorpresa di cinema sperimentale: Reencuentro
di Andrea Montanari, su musiche del clarinettista Mosè Chiavoni.
D
Die Abenteuer
des Prinzen
Achmed
Le avventure del
Principe Achmed
Majja Pliseckaja
Maya Plisetskaya
di Lotte Reiniger, Germania 1926,
65’, col., v.o. sott. it.
Un principe vola in sella al suo
destriero alato in una terra lontana dove vive portentose avventure. Il più antico esempio rimastoci di cinema d’animazione,
realizzato con silhouette ritagliate da una lastra di piombo. Tratto
da un racconto delle Mille e una
notte.
Dom./Sun. 13, ore 18.05 Auditorium
The Criminal
Giungla di
cemento
di Joseph Losey, Gran Bretagna
1960, 97’, bn, v.o. sott. it.
Arrestato dopo aver messo in
salvo il ricavato di una rapina,
un gangster evade con la complicità dei compagni di cella che
in cambio vogliono sapere dove
ha nascosto il bottino. Amara
riflessione sulla violenza e sul
comportamento dell’uomo in situazione estreme.
Dom./Sun. 13, ore 15.30 Auditorium
Reencuentro
al 2005, e continuativamente fino al 2011, Bergamo Film Meeting ha collaborato con GAMeC alla valorizzazione del Fondo
Cinematografico Nino Zucchelli all’interno del progetto GAMeCinema, presentando percorsi e retrospettive che hanno contribuito
a consolidare il legame tra cinema e arte. Quest’anno Bergamo Film
Meeting e GAMeCinema ripropongono la collaborazione sotto
il segno dell’interdisciplinarietà delle arti con Majja Pliseckaja di
Vasilij Katanjan, un documentario dedicato a una delle più grandi
étoile della danza classica di tutti i tempi: la ballerina russa Majja
Pliseckaja. Il film fu presentato al VII Gran Premio Bergamo – festival ideato e diretto dallo stesso Nino Zucchelli – nel 1964 e vinse
il premio di categoria “Film didattico d’arte e sull’arte” nell’ambito del percorso espositivo dedicato alle “Arti al Cinema – Danza”.
di Vasilij Katanjan, URSS 1964,
67’, bn, v.o. sott. it.
Majja Michajlovna Pliseckaja
(Mosca, 20 novembre 1925 – Monaco di Baviera, 2 maggio 2015) è
spesso citata come la più grande
ballerina dei tempi moderni. La
telecamera la segue nei trionfi
sul palcoscenico, durante le prove, così come dietro le quinte e
nella vita privata. Classe e raffinatezza, con preziose riprese dai
suoi più celebri successi: il Bolero
di Béjart, Il lago dei cigni, La bella
addormentata e rarissime scene
dal Romeo e Giulietta di Sergej
Prokof’ev.
Mer./Wed. 9, ore 18.15 Auditorium
di Andrea Montanari, Italia 2016,
3’30’’, col., senza dialoghi
Pellicola dipinta e manipolazione
di pezzi di film, che danno vita a
una sorta di “epifania onirica”.
Dom./Sun. 13, ore 18.00 Auditorium
12 / 20
BFM inaugura Bergamo Jazz
Cult Movie / GAMeCinema
BFM passa il testimone a Bergamo Jazz.
Grandi film per grandi musicisti. E prosegue la
collaborazione con GAMeC attraverso percorsi
e retrospettive sul legame tra cinema e arte
naugura quest’anno la collaborazione fra Bergamo Film Meeting e
The Blank Contemporary Art con una sezione dedicata a due fra i
più rilevanti video artisti contemporanei: Keren Cytter e Deimantas Narkevičius. In Auditorium verrà proposta una retrospettiva sul
lavoro di Keren Cytter (Tel Aviv, Israele, 1977) e presso la Sala alla
Porta di Sant’Agostino sarà invece allestita la video installazione di
Deimantas Narkevičius (Utena, Lituania, 1964), Books on Shelves
and Without Letters. Dal 4 al 31 marzo 2016. Orari: martedì – venerdì, 15.30 — 19.30 | sabato – domenica, 11.00 — 19.30. Ingresso libero.
Experimental Film
(or My Brain Is
in the Wall)
Olanda 2002, 6’03”, bn, v.o. sott. it.
Les
ruissellements
du diable
Olanda 2008, 10’46”, col., v.o. sott. it.
Dialogo fra due personaggi,
entrambi traduttori e fotografi
amatoriali. Una storia d‘amore, un
parco, la manipolazione di suoni e
immagini, l‘inglese e il francese, e
varie versioni di una stessa trama.
Dal racconto di Julio Cortázar Las
babas del diablo, già alla base di
Blow—Up di Antonioni.
Gio./Thu. 10, ore 17.30 Auditorium
Corrections
Germania 2013,
8’02”, col., v.o. sott. it.
La storia di un uomo assalito
dall‘urgenza di uccidere i propri
genitori, ritenendolo l‘unico modo
per fermare il ripetersi della Storia.
Un personaggio comparato a uno
scarafaggio, senza alcuna percezione di ciò che è giusto o sbagliato. Una monotonia anaffettiva, un
libero vagare attraverso se stessi.
Una tragica storia si consuma in
un bar del Texas, contrappuntata
dalla leggerezza della composizione e dall‘arrangiamento musicale. Un‘impassibile accettazione
della morte, una critica ai presunti
valori della famiglia, ai modelli
sociali dominanti e alla legislazione americana sulle armi da fuoco.
International Film Festival
5 13 Marzo/March 2016
www.bergamofilmmeeting.it
video installation
Italian premiere
Lun./Mon. 7, ore 20.30 Auditorium
Siren
Day by Day Meeting
Mar./Tue. 8, ore 14.45 Auditorium
Germania 2014,
8’57”, col., v.o. sott. it.
34°
Bergamo
Film
Meeting
USA 2014, 14’39”, col., v.o. sott. it.
Una donna convince l‘amico a uccidere un altro uomo. Attraverso
una combinazione di narrazione in
prima persona, screenshots, chatrooms, YouTube, pirateria digitale, semplici filtri, effetti speciali e
immagini di bassa qualità, viene
descritta l‘ambiguità delle immagini e della loro interpretazione.
Programma
Un uomo non può lasciare la stanza in cui vive: il suo cervello risiede
nel muro e, se uscisse da questa
stanza, perderebbe la memoria
della propria identità. Identità che
è anche il suo altro, grande problema: in lui convivono due personalità, una maschile e una femminile,
perennemente in conflitto.
Rose Garden
13 marzo 2016
I
34° BFM / 05
INCONTRI:
CINEMA E ARTE
CONTEMPORANEA
Deimantas
Narkevičius
Gio./Thu. 10, ore 20.30 Auditorium
Game
Olanda 2015, 9’19”, col., v.o. sott. it.
Due coppie di amici giocano a
Simon. Alle varie combinazioni di
suoni e colori del famoso gioco
elettronico, corrisponde il parallelo gioco di tradimenti che mina
gli equilibri relazionali fra i quattro
partner. Sentimenti ed emozioni
conflittuali e intensi, espressi in
maniera alienata ed estraniante.
video installazione
anteprima italiana
Sab./Sat. 12, ore 15.00 Auditorium
4 31
Marzo 2016
4th 31st
March 2016
Lun./Mon. 7, ore 11.15 Auditorium
Bergamo
Sala alla Porta Sant’Agostino
Bergamo
Porta Sant’Agostino Hall
Incontri:
Cinema e
Arte Contemporanea
Nuova collaborazione fra BFM e
The Blank Contemporary Art, con una sezione
dedicata a due fra i più rilevanti video artisti
contemporanei
13 / 20
Pierrot le fou
Il bandito delle 11
di Jean—Luc Godard, Francia, Italia
1965, 110’, col., v.o. sott. it.
Ferdinand fugge dalla monotonia della vita borghese in
compagnia di Marianne, che lo
chiama Pierrot come quando
si erano conosciuti anni prima.
Si isolano dal mondo, si amano
ma finiscono i soldi. Amore, odio,
azione, violenza, emozione. Il “cinema”, come dice Samuel Fuller
nel film.
34° BFM / 05
13 marzo 2016
OMAGGIO
A ANNA
K ARINA
Sab./Sat. 12, ore 22.30 San Marco
Day by Day Meeting
L
ei, Hanna Karin Blarke Bayer, poi divenuta Anna Karina, era arrivata a Parigi da Copenhagen: accetta di posare per Cardin e poi per
Coco Chanel. Le arriva un telegramma di Godard che l’aveva vista in
una pubblicità per saponette: le offre la parte principale del suo secondo film, Le petit soldat. I due si sposeranno, ma lui per lei sarà anche un padre e un fratello; il loro matrimonio durerà quasi otto anni.
Scriveva il compianto Alberto Farassino: «È stata l’icona della Nouvelle
vague, la donna—angelo (magari con la pistola) del Dolcestilnovo cinematografico, il primo piano degli anni ’60: cinema, pubblicità, moda
e fumetti concentrati in un volto fatto di bianchi e neri, di lacrime e
sorrisi». Anna Karina, nella sua carriera, lavora con registi del calibro
di Jacques Rivette, George Cukor, Tony Richardson, Luchino Visconti,
Franco Brusati, Rainer Werner Fassbinder. Anche loro sono i protagonisti dell’omaggio che Bergamo Film Meeting dedica ad Anna Karina.
Programma
Ce soir ou jamais
di Michel Deville, Francia 1961,
104’, bn, v.o. sott. it.
Laurent organizza una festa per
brindare all’inizio delle prove
del suo primo spettacolo, una
commedia musicale. Ma la protagonista principale ha un incidente stradale. Bisogna trovare
urgentemente una sostituta. Per
Valérie è l’occasione della vita.
Mar./Tue. 8, ore 22.00 Auditorium
Une femme
est une femme
La donna è donna
di Jean—Luc Godard, Francia, Italia
1961, 85’, col., v.o. sott. it.
14 / 20
Vivre sa vie:
film en douze
tableaux
Questa è la mia vita
di Jean—Luc Godard, Francia 1962,
80’, bn, v.o. sott. it.
In dodici quadri viene illustrata
la vita della ventiduenne Nana
Kleinfrankheim. Lascia figlio e
marito per inseguire il suo sogno
di diventare attrice cinematografica. Finisce sul marciapiede. La
realtà, il cinema, la vita. Godard e
Karina: una coppia perfetta.
Dom./Sun. 13, ore 20.40 Auditorium
Bande à part
di Jean—Luc Godard, Francia 1964,
97’, bn e col., v.o. sott. it.
Suzanne Simonin,
la religieuse
de Diderot
Suzanne Simonin
la religiosa
di Jacques Rivette, Francia 1966,
135’, col., v.o. sott. it.
Costretta dalla famiglia a farsi
suora, Suzanne passa ogni genere di guai. Prima trova una superiora dispotica, poi una troppo
compiacente, quindi scappa con
un frate. Tratto da Diderot, il film
ebbe una sorte travagliata. Censurato e vituperato: ora nella versione integrale.
Mar./Tue. 8, ore 17.15 Auditorium
L’étranger
Lo straniero
di Luchino Visconti, Italia, Francia,
Algeria 1967, 110’, col., v.o. italiana
Dal romanzo di Albert Camus. Un
francese ad Algeri uccide senza
un vero motivo un arabo. Lo processano e lo condannano a morte. Alla lettura della sentenza, non
sembra mostrare alcuna emozione. Visconti tratta la vicenda con
una sorta di realismo onirico.
Lun./Mon. 7, ore 15.00 Auditorium
Anna
di Pierre Koralnik, Francia 1967,
87’, col., v.o. sott. it.
Laughter
in the Dark
In fondo al buio
di Tony Richardson, Gran Bretagna,
Francia 1969, 104’, col.
Dal romanzo di Nabokov. Un
facoltoso gallerista abbandona
moglie e figlia per amore di una
ragazza che non lo ama e mira
al denaro. La fanciulla riallaccia
la relazione con un suo ex amante che riesce a farsi assumere
presso il maturo spasimante.
Anna Karina nel ruolo di dark
lady.
Sab./Sat. 12, ore 17.30 Auditorium
Vivre ensemble
di Anna Karina, Francia 1973,
92’, col., v.o. sott. it.
L’insegnante Alain conduce una
vita abitudinaria fino al giorno
in cui conosce Julie. Divenuti
amanti, lei lo fa precipitare in un
vero e proprio inferno, dal quale
cercherà in tutti i modi di venirne
fuori. Debutto alla regia di Anna
Karina.
Mer./Wed. 9, ore 15.00 Auditorium
Pane e cioccolata
di Franco Brusati, Italia 1974,
111’, col., v.o. italiana
Nino, emigrato in Svizzera, riesce
a ottenere un contratto come
cameriere in un ristorante, ma
viene licenziato e privato del
permesso di soggiorno. Invece
di partire, trova rifugio in casa di
Elena, un’esule greca. Commedia
amara, condotta con grande intelligenza.
Sab./Sat. 12, ore 9.30 Auditorium
Chinesisches
Roulette
Roulette cinese
di Rainer Werner Fassbinder,
Repubblica Federale Tedesca,
Francia 1976, 96’, col., v.o. sott. it.
Feroce gioco della verità per
otto persone in una casa di campagna. Fassbinder manierista, al
di là del bene e del male. Secco
e teatrale teorema antiborghese,
in apparenza freddo e perfino
intellettualistico, ma in fondo disperato e con una regia lucida e
impietosa.
Angela, giovane spogliarellista
danese che lavora in un locale
parigino, vorrebbe un figlio dal
suo compagno, Emilio, ma questi
se ne guarda bene per il timore
di doverla sposare. Il miglior Godard, “sgrammaticato”, tenero e
commovente.
Due balordi, Arthur e Franz, convincono la bella Odile ad aiutarli
a derubare un pensionante della
zia. Il sodalizio si tramuta in un
triangolo amoroso. Ma le cose
non vanno per il verso giusto. Mereghetti la definisce una sorta di
Jules et Jim in versione noir.
Serge, direttore di un’agenzia
pubblicitaria, s’innamora di una
giovane donna fotografata per
caso in una stazione ferroviaria.
Rintracciarla pare sia un’impresa
impossibile, ma Serge confida
nella fortuna. Le canzoni di Serge Gainsbourg sono cantate da
Anna Karina.
Dom./Sun. 6, ore 11.30 Auditorium
Ven./Fri. 11, ore 22.30 Auditorium
Mer./Wed. 9, ore 00.30 Auditorium
Omaggio a
Anna Karina
Era arrivata a Parigi da Copenhagen: accetta di posare per Cardin
e poi per Coco Chanel. Le arriva un telegramma di Godard
che l’aveva vista in una pubblicità per saponette:
le offre la parte principale del suo secondo film, Le petit soldat
Sab./Sat. 5, ore 17.55 Auditorium
A harangok
Rómába mentek
The Bells Have
Gone to Rome
Ven./Fri. 11, ore 9.30 Auditorium
Három csillag
Three Stars
Ungheria 1960, 24’, bn, v.o. sott. it.
A seguito di un sabotaggio ai
danni di una fabbrica di munizioni, Imre viene sommariamente
condannato a morte. Gli operai
entrano in sciopero. Il capitano
Szikszai fa a Imre un’ultima proposta. Compromesso o sacrificio?
Dom./Sun. 6, ore 9.00 Auditorium
Oldás és kötés
Cantata
Gio./Thu. 10, ore 17.45 Auditorium
Csillagosok,
katonák
L’armata a cavallo
Ungheria, URSS 1967,
87’, bn, v.o. sott. it.
La storia narrata in questo film ha
luogo nel 1918, in territorio sovietico, e racconta dei feroci scontri
fra le truppe Rosse e le inarrestabili guardie Bianche. Jancsó c’è
già tutto, nei suoi procedimenti
narrativi e nella messa in scena
della brutalità della guerra.
Dom./Sun. 13, ore 22.00 Auditorium
Fényes szelek
Venti lucenti
Ungheria 1968, 78’, col., v.o. sott. it.
Mer./Wed. 9, ore 11.30 Auditorium
Gio./Thu. 10, ore 9.30 Auditorium
Így jöttem
My Way Home
Sirokkó
Winter Sirocco
Ungheria 1964, 99’, bn, v.o. sott. it.
Ungheria, Francia 1969,
71’, col., v.o. sott. it.
Jóska è catturato dai sovietici
negli ultimi giorni della Seconda
guerra mondiale. Messo a fianco
di un soldato per aiutarlo a sorvegliare una mandria di vacche,
Jóska cerca di fuggire. Epico film
sull’amicizia. Per Jancsó il passaggio alla maturità.
Sab./Sat. 5, ore 15.00 Auditorium
Szegénylegények
I disperati
di Sándor
Ungheria 1965, 88’, bn, v.o. sott. it.
Croazia, anni ’30. Gli ustascia, i ribelli nazionalisti croati, conducono il loro leader, il ricercato Marko
Lazar, in un castello circondato
da un grande parco, dove viene
sacrificato per l’interesse ungherese. Riflessione sull‘insanabile
conflitto tra potere e libertà.
Mar./Tue. 8, ore 9.30 Auditorium
Égi bárány
Agnus Dei
Ungheria 1970, 85’, col., v.o. sott. it.
el 1966 il film I disperati di Sándor fa conoscere al pubblico internazionale il regista ungherese Miklós Jancsó, che diventerà,
nel corso di una lunga carriera, uno dei grandi maestri del cinema
europeo. Dotato di uno stile personalissimo, caratterizzato da lunghi
piani sequenza, l’autore magiaro mette in scena la Storia, la violenza
del potere, lo scontro tra gruppi politici e sociali, la sopraffazione dei
più deboli, a cui si contrappongono il desiderio di libertà, la volontà
di ribellione e l’utopia socialista.
C
onosciuto in Italia, dove ha lavorato per alcuni anni, per il provocatorio Vizi private, pubbliche virtù (1976), libera traduzione
della tragedia di Mayerling, Jancsó è sempre rimasto fedele a un
cinema di ricerca, di interrogazione, non allineato, affacciato sul presente e sui suoi cambiamenti.
Még kér a nép
Salmo rosso
Ungheria 1971, 84’, col., v.o. sott. it.
Il film rende omaggio ai movimenti agrari socialisti della
fine dell’Ottocento. Una danza
collettiva descrive la lotta tra
oppressori e oppressi. Musical
poetico—rivoluzionario, che per
certi aspetti anticipa Novecento
di Bertolucci.
Lun./Mon. 7, ore 17.40 Auditorium
Szerelmem,
Elektra
Elettra,
amore mio
Ungheria 1974, 72’, col., v.o. sott. it.
Oreste ed Elettra si oppongono
all’oppressione della libertà in
nome della giustizia, della legge e
della rivoluzione. Affascinante rivisitazione del mito degli Atridi da parte di uno Jancsó in gran forma, per
la prodezza stilistica e la sapienza
delle composizioni figurative.
Vizi privati,
pubbliche virtú
Private Vices,
Public Pleasures Italia, Jugoslavia 1976, 100’, col., v.o.
italiana
In una villa sontuosa, l’erede al
trono imperiale trascorre l’estate
contestando il vecchio imperatore
nell’unico modo che gli è congeniale: lo sberleffo, l’imprecazione
e soprattutto l’orgia. Vagamente
ispirato alla tragedia di Mayerling.
Ven./Fri. 11, ore 17.30 Auditorium
Magyar rapszódia
Hungarian Rhapsody
Ungheria 1978, 91’, col., v.o. sott. it.
Dom./Sun. 13, ore 9.30 Auditorium
Questo racconto allegorico ha
luogo in Transdanubia, nell’estate del 1919, durante i giorni della
caduta della Repubblica sovietica ungherese. Rossi e Bianchi si
combattono senza esclusione di
colpi. Rivoluzione e repressione.
Slancio libertario e fanatismo.
Dom./Sun. 6, ore 9.25 Auditorium
Miklós
Jancsó
La Storia, la violenza del potere, lo scontro tra gruppi politici e sociali,
la sopraffazione dei più deboli.
E poi il desiderio di libertà, la volontà di ribellione e l’utopia socialista.
Uno dei grandi maestri del cinema europeo
Nel 1869, il conte Gedeon Ráday è
incaricato di assumere il ruolo di
commissario governativo e catturare i fuorilegge che hanno combattuto nella Guerra di indipendenza del 1848—1849. Una delle
opere chiave del cinema moderno.
Gio./Thu. 10, ore 11.30 Auditorium
Day by Day Meeting
Il giovane chirurgo Jámbor Ambrus riceve un’insolita lezione dal
suo professore in pensione. Tornato al suo villaggio, cerca una
nuova forza nella solida fede di
suo padre e nel suo senso di responsabilità. Generazionale.
Nel 1948—1949 un gruppo di giovani attivisti del movimento universitario Nékosz (Associazione
Nazionale dei Collegi Popolari)
occupa un liceo religioso e avvia
con gli studenti una discussione
sulla validità del marxismo. Evidenti echi del Maggio ’68.
N
Programma
Ungheria 1962, 93’, bn, v.o. sott. it.
Dopo il 1919 István, un ex soldato
Rosso, si nasconde in una fattoria
della Grande pianura ungherese
con il tacito assenso del comandante della gendarmeria e la complicità di due donne. Teso, sofferto,
drammatico. Grande cinema.
13 marzo 2016
Pasqua del 1945. Tibor, insegnante
di scuola media, ordina ai suoi allievi di scavare dei fossati per evitar loro la leva. Ma il piano fallisce.
I ragazzi, però, si rifiutano di combattere al fianco dei tedeschi e si
danno alla macchia. Patriottico.
Ungheria 1967, 75’, bn, v.o. sott. it.
34° BFM / 05
Ungheria 1958, 83’, bn, v.o. sott. it.
MIKLÓS
JANCSÓ
Csend és kiáltás
Silenzio e grido
Parabola liturgico—surrealistica
che rievoca eventi paradigmatici
della storia ungherese del secondo decennio del XX secolo. Nazionalismo, fanatismo, razzismo, terrore, ma anche lotta per la libertà,
e l’inevitabile, tragico destino.
Mer./Wed. 9, ore 9.30 Auditorium
15 / 20
Allegro barbaro –
Magyar rapszódia
2 / Allegro barbaro
A zsarnok szíve,
avagy Boccaccio
Magyarországon
The Tyrant’s Heart
Jézus Krisztus
horoszkópja
Jesus Christ’s
Horoscope
Zsadányi fa liberare la sua figlioccia Mari Bankós, che è stata arrestata dalla gendarmeria
perché sospettata di simpatie
comuniste. A bordo di un’automobile rossa, si reca quindi nella
foresta dove Mari è stata catturata: qui le sue fantasie sul futuro
si materializzano e i sogni finiscono.
Ungheria, Italia 1981,
86’, col., v.o. sott. it.
Ungheria 1988, 91’, col., v.o. sott. it.
Mer./Wed. 9, ore 17.00 Auditorium
Ven./Fri. 11, ore 11.30 Auditorium
34° BFM / 05
13 marzo 2016
Ungheria 1978, 74’, col., v.o. sott. it.
Documentari
Ungheria, XV secolo. Il poeta
Gáspár Guthy è richiamato a
casa dalla sua famiglia. Lasciata
Bologna in compagnia di Filippo,
al suo arrivo apprende che la
famiglia vuole farlo diventare re.
Finzione, trucchi, messa in scena.
Un autentico gioiello.
Josef K., scrittore e poeta, fa
parte di un circolo di opposizione. Durante gli incontri, ripresi da
una telecamera, lui e i suoi amici ricordano i grandi tradimenti
del movimento comunista. Crisi
dell’ideologia, l’irruenza del video. Film profetico.
Mar./Tue. 8, ore 11.30 Auditorium
A 8. szabad
május 1.
Jelenlét I — II — III
Presence I — II — III
Ungheria 1952, col., 18’
Ungheria, 1965 [I, 8’], 1978 [II, 12’],
1986 [III, 13’], bn, v.o.
La cronaca della celebrazione
del 1° maggio. Jancsó fa vedere
come il popolo di Budapest celebra “la festa più importante della
classe operaia”.
Lun./Mon. 7, ore 9.50 Auditorium
Day by Day Meeting
Arat az Orosházi
Dózsa
Film politico di propaganda sul
mondo della produzione agricola.
Mer./Wed. 9, ore 17.15 San Marco
Ungheria 1993, 15’, col., v.o. sott. it.
Ősz
Badacsonyban
La regione di Máramaros conserva
la cultura del popolo ebreo sterminato, come il vecchio Gipsy, che
conosce qualche vecchia melodia.
Ungheria 1954, 17’, bn, v.o. sott. it.
Mer./Wed. 9, ore 17.00 San Marco
Celebrazione delle antiche tradizioni e della cultura della vite
nella regione di Badacsony.
Elmondták—e?
Programma
Lun./Mon. 7, ore 9.30 Auditorium
Halhatatlanság
Immortality
Ungheria 1958, 20’, bn, v.o. sott. it.
Il film evoca il ricordo di uno scultore e militante operaio, György
Goldman, morto giovane in un
campo di concentramento.
Lun./Mon. 7, ore 10.10 Auditorium
Derkovits,
1894—1934
Ungheria 1996, 48’, col., v.o. sott. it.
La domanda è rivolta ai giovani visitatori di una mostra sulla
Shoah allestita in occasione del
cinquantesimo anniversario della liberazione dei campi di sterminio. La voce fuori campo è la
voce di Jancsó.
Gio./Thu. 10, ore 12.45 Auditorium
Hősök tere I
Heroes’ Square I
Ungheria 1997,
30’, bn e col., v.o. sott. it.
Un documentario sulla vita e l’opera del pittore Gyula Derkovits,
morto nel 1934.
La Piazza degli Eroi mostra la tragica ironia della storia ungherese del XX secolo, accostando gli
eventi che si sono succeduti nelle
varie epoche, con celebrazioni,
parate militari, ghirlande.
Lun./Mon. 7, ore 10.40 Auditorium
Lun./Mon. 7, ore 16.45 San Marco
Ungheria 1959, 17’, col., v.o. sott. it.
16 / 20
Lun./Mon. 7, ore 10.30 Auditorium
Maradékok:
Gheorghe és
Mendel
The Rest
Ungheria 1953, 18’, bn, v.o. sott. it.
Miklós
Jancsó
Miklós Jancsó ci porta nel cimitero
abbandonato di Bodrogkeresztúr
e tra le rovine della sinagoga in
Olaszliszka, in tre momenti lontani
nel tempo.
«Fare dei film da un lato esige forza fisica, dall’altro lato freschezza mentale.
Almeno in quel tipo di cinema che preferiamo qui, in Europa. Se sei un regista
che usa sempre degli stereotipi è più facile. Ma se vuoi inventare sempre
qualcosa di nuovo e interessante, è molto più difficile» (M.J.)
KINO
CLUB
Els nens salvate
The Wild Ones
di Patricia Ferreira, Spagna 2012,
95’, col., v.o. sott. it.
34° BFM / 05
La storia di tre adolescenti catalani, incompresi da genitori e
insegnanti, che cercano di inseguire (come possono) i loro sogni:
il flamenco, i graffiti, la kickboxe. Fino alla notte che cambierà
per sempre i loro destini. Film di
formazione ispirato a una storia
vera, con un’estetica quasi documentaristica.
13 marzo 2016
Lun./Mon. 7, ore 11.10 Capitol
Ven./Fri. 11, ore 9.05 Capitol
The Secret of Kells
di Tomm Moore, Nora Twomey,
Irlanda, Belgio, Francia 2009,
75’, col., v.o. sott. it.
Ven./Fri. 11, ore 11.00 Capitol
di Pascal Plisson, Francia, Cina,
Sudafrica, Brasile, Colombia 2013,
75’, col., v.o. sott. it.
Dalle savane del Kenya ai sentieri delle montagne dell’Atlante
in Marocco, fino all’India del Sud
e agli altipiani della Patagonia:
quattro bambini, ogni giorno,
affrontano un viaggio pericoloso per raggiungere le rispettive
scuole; convinti che solo grazie
all’istruzione potranno migliorare
le loro vite.
Mer./Wed. 9, ore 9.15 Capitol
Dessau Dancers
di Jan Martin Scharf, Germania
2014, 90’, col., v.o. sott. it.
Dessau, Germania Est, 1985. Il
diciottenne Frank e i suoi amici
sono stati contagiati dalla febbre per la breakdance. Il regime,
sospettosamente, li controlla; e
quando scopre come poter strumentalizzare questo fenomeno,
per i ragazzi inizia una dura lotta
per difendere la propria identità.
na proposta formativa ricca e articolata per avvicinare bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di Bergamo e provincia al cinema d’autore attraverso opere provenienti da tutto il mondo,
percorsi di visione specifici, laboratori di animazione e workshop.
Cortometraggi
My Dad
Apollo
di Marcus Armitage, Gran Bretagna
2014, 5’53’’, col., v.o. sott. it.
di Felix Gönnert, Germania 2010,
6’03’’, col., senza dialoghi
Un padre violento e un figlio troppo accondiscendente, l’Inghilterra
dei primi flussi migratori e la violenza xenofoba dell’Europa di oggi;
gli anni ’80 di My Dad diventano
l’occasione per riflettere sull’eredità delle figure paterne e sul nostro
sguardo sul futuro. Pastelli ad olio e
ritagli di giornale per un’animazione con influenze di pop—art.
Tornando a casa, un ragazzino
percorre la strada nel traffico
intenso fino a quando un missile
giocattolo attira la sua attenzione in una vetrina. Impulsivamente
decide di rubare il missile, che
diventerà parte del suo viaggio
nello spazio e nel tempo.
Lun./Mon. 7, ore 11.00 Capitol
Ven./Fri. 11, ore 10.40 Capitol
Le vélo
de l’éléphant
The Elephant
and the Bicycle
di Olesya Shchukina, Francia 2014,
9’04’’, col., senza dialoghi
Un elefante vive e lavora come
spazzino in una città di provincia.
Un giorno vede la pubblicità di
una bicicletta rossa che sembra
fatta proprio per lui. Animazione
a découpage per una piccola
storia che mette allegria.
Ven./Fri. 11, ore 10.50 Capitol
Day by Day Meeting
Sur le chemin
de l’école
Vado a scuola
U
Programma
Brendan vive in un castello medievale insieme allo zio Cellach.
Un giorno incontra Aidan, un saggio e anziano maestro che stimola la sua creatività attraverso le
pagine dello straordinario Libro
di Kells. Per Brendan sarà l’inizio
di un indimenticabile viaggio
di crescita. La cosa più vicina
a Miyazaki che abbiamo visto
finora nel cinema d’animazione
europeo.
Cartoni animati… in corsia!
Chemion versus
Osteosarcom
Mal di pancia
calabrone
Wild and Free
Italia 2015, 3’27’’, col., senza dialoghi
Italia 2015, 5’13’’, col., senza dialoghi
Con una breve ma intensa sintesi, tra cellule capellute arancioni,
cellule del midollo verdi, cellule
cattive gialle e una grande chemion blu, Tommaso ci racconta
la sua storia.
«La poesia fa. Forse non guarirà il
mal di pancia, il raffreddore o l’afta
nella bocca, ma qualcosa fa». Dalla filastrocca di Bruno Tognolini, un
film da guardare e riguardare.
Una rivisitazione del Tangram
orientale dove il gioco diventa
materiale per una sperimentazione “libera e selvaggia”.
Mer./Wed. 9, ore 9.10 Capitol
Una corona
di troppo
Italia 2015, 2’22’, col., senza dialoghi
Ven./Fri. 11, ore 9.00 Capitol
Mer./Wed. 9, ore 9.00 Capitol
Sono io il più forte!
Italia 2015, 4’18’’, col., senza dialoghi
Cosa succede quando un gruppo di fagiolini incontra un terribile mostro affamato?...
Il lupo, dopo aver mangiato, passeggia nel bosco alla ricerca di
conferme della sua personale
convinzione di essere il più forte.
Da una storia scritta e illustrata
da Mario Ramos.
Lun./Mon. 7, ore 9.10 Capitol
Lun./Mon. 7, ore 9.05 Capitol
Lun./Mon. 7, ore 9.00 Capitol
Kino
Club
Un progetto rivolto al pubblico giovane per confrontarsi con cineasti,
filmmaker e artisti presenti sulla scena europea; una vera e propria sfida,
per una sezione che, alla sua quinta edizione, continua a innovarsi
e offrire un'ampia e variegata proposta
Italia 2015, 1’34’’, col., senza dialoghi
17 / 20
34° BFM / 05
13 marzo 2016
EVENTI
SPECIALI
Ven. 04
19.00 / BFM Bookshop
19.00 / Sala alla Porta Sant’Agostino
Inaugurazione video—installazione
di Deimantas Narkevičius Books on
Shelves and Without Letters alla
presenza dell’artista | ingresso libero
Presentazione del libro Paul Thomas
Anderson. Frammenti di un discorso
americano (Bietti, 2015) con l’autore
Roberto Manassero.
20.00 / BFM Bookshop
BFM Daily Strip
Incontro con Lucia Whena Biagi
21.00 / Teatro Sociale
Inaugurazione BFM34
múm sonorizzano
Menschen am Sonntag
Bergamo Film Meeting inaugura la
34ª edizione al Teatro Sociale con
l’anteprima italiana della performance live della band islandese
múm che sonorizza Menschen am
Sonntag. Per la serata non sono validi accrediti e abbonamenti.
Sab. 05
15.00 — 18.00 / Accademia Carrara
Spazi laboratoriali
Day by Day Meeting
bambini e ragazzi, in collaborazione
con l’Associazione Avisco. Il laboratorio sarà preceduto, alle 14.30, da
una visita gratuita di mezz’ora all’Accademia Carrara riservata agli iscritti.
Per info e iscrizioni:
[email protected]
Telepongo: laboratorio di cinema
d’animazione con la plastilina per
Dom. 06
cademia Carrara riservata agli iscritti.
Per info e iscrizioni:
[email protected]
Info e prenotazioni:
www.cinemabeltrade.net,
[email protected]
17.30 / BFM Bookshop
17.30 / BFM Bookshop
Presentazione del libro Il cinema
breve. Dizionario storico del cortometraggio 1928—2015 (Cineteca
di Bologna, 2016) con l’autore Sergio
Arecco.
Lun. 07
Presentazione del libro La finestra
sul cortile. Intimità violate, cattivi pensieri (Cineforum, 2016) con
l’autore Mauro Marchesini. La presentazione sarà accompagnata da
una selezione di immagini e scene
commentate dall’autore in riferimento ai contenuti del volume.
20.00 / BFM Bookshop
21.00 / Elav Meeting Point
BFM Daily Strip
Incontro con Spugna
Asta benefica a sostegno di Bergamo Film Meeting Onlus: un’occasione unica per accaparrarsi i più
rari “cimeli” della storia di Bergamo
Film Meeting! Iniziativa della campagna di sostegno SUPPORT BFM.
Mar. 08
15.00 — 18.00 / Accademia Carrara
Spazi laboratoriali
Workshop di disegno
con Lucia Whena Biagi
Un workshop interattivo ispirato ai
personaggi della serie This Is England di Shane Meadows, e all’Inghilterra degli anni ’80 e ’90. È rivolto a
ragazzi dai 17 anni in su, a studenti degli Istituti d’Arte, Accademie di Belle
Arti e Scuole di Cinema, ma anche a
tutti i semplici appassionati. Il laboratorio sarà preceduto, alle 14.30, da
una visita gratuita di mezz’ora all’Ac-
Civica Scuola di Cinema
Ex Manifattura Tabacchi
Viale Fulvio Testi, Milano
Mer. 09
Masterclass con Petr Zelenka
11.00
Proiezione del film
I fratelli Karamazov (v.o. sott. it.)
14.30
Masterclass con Petr Zelenka,
aperta al pubblico.
Ingressi: € 6,50 intero; € 5,00 ridotto;
€ 4,00 ridotto per studenti Civica
Scuola Cinema di Fondazione Milano.
18.00 / BFM Bookshop
Presentazione del libro L’avventura di uno spettatore. Italo Calvino e
il cinema a cura di Lorenzo Pellizzari
(Artdigiland, 2015) con Bruno Fornara,
Nuccio Lodato e Marcello Seregni
(Artdigiland). Il libro è una nuova edizione ampliata in occasione del trentennale della scomparsa di Italo Calvino.
Programma
SUPPORTA LA 34° EDIZIONE DEL BERGAMO FILM MEETING
E PRESENTA
3 -13 Marzo
dalle 10:00 alle 2:00
O
A
M
PI
MARTEDÌ 8 MARZO
FUZZY COLORS
folk | echi pop | anni '60 e '70
MERCOLEDÌ 9 MARZO
SWINGEST
swing italiano | jazz manouche
ZZ
incontro oriente e occidente
A
AD
RG
ELL
GIOVEDÌ 10 MARZO
E
A LIB ERTÀ - B
CONTINENTAL QUARTET
jazz | musicisti dai quattro continenti
VENERDÌ 11 MARZO
SUNDAY MORNING - 6 MARZO - 10:30am
QUENTIN TARANTINO NIGHT
RUTH GORDON
musiche dei film del regista Tarantino
multistrumentale | folk contemporaneo
SABATO 12 MARZO
a cura di “INVISIBLE SHOW”
circa
THE MONKEY WEATHER
DOMENICA 6 MARZO
nuovo album “New Frontiers” |
concept album | pop non comune
DOÑA FLOR
folk-rock | sudamericano | gitano | blues | jazz
DOMENICA13 MARZO
LUNEDÌ 7 MARZO
MICROMEGA PRESENTA MICROCOSMOS
sonorizzazione dal vivo |
RELAXIN’ WITH RANDY WATSON
film-documentario Microcosmos
vinili | funk | jazz | disco | reggae | hip hop | afro | latin
GIOVEDÌ 3 MARZO
WETLOVEREPORTER
jazz contemporaneo | rock | pop
VENERDÌ 4 MARZO
MARIE & THE SUN
soul | pop | elettronica | improvvisazione
SABATO 5 MARZO
LA CLASSE DEGLI ASINI
swing | dixie | jazz manouche
I DETTAGLI SU: www.elavbrewery.com
18 / 20
Eventi
speciali
Happenings, concerti,
workshop, laboratori, presentazioni
e molto altro.
È l'universo che si muove intorno al Meeting
20.00 / BFM Bookshop
BFM Daily Strip
Incontro con Simone Angelini
e Marco Taddei
15.00 — 18.00 / Accademia Carrara
Spazi laboratoriali
15.00 / BFM Bookshop
Tavola rotonda sul regista Miklós
Jancsó a cui è dedicata la retrospettiva della 34ª edizione. Interverranno:
Zsuzsanna Csakany, Cecilia Ermini,
Gabor Gelencser, Judit Pinter, Lorenzo Rossi, Silvana Silvestri, Gary Vanisian, Paolo Vecchi, Gloria Zerbinati.
Cinema Beltrade
via Oxilia 10, Milano
20.00
Incontro con l'autore e proiezione
di Lost in Munich (v.o. sott. it.)
Ven. 11
20.00 / BFM Bookshop
BFM Daily Strip
Incontro con Paolo Cattaneo
Sab. 12
Sab. 05
CINEMA D’ANIMAZIONE
Incontro con Vladimir Leschiov
19.00 / BFM Bookshop
18.00 / Cinema San Marco
19.15 / BFM Bookshop
VISTI DA VICINO
Q&A con Salome Machaidze (regista) al termine della proiezione
del film Rotsda dedamitsa msubukia/When the Earth Seems to
Be Light di Tamuna Karumidze,
Salome Machaidze, David Meskhi
VISTI DA VICINO
Incontro con Valéry Rosier,
regista del film Parasol
MOSTRA CONCORSO
Incontro con Slávek Horák, regista
del film Domácí péče / Home Care
20.30 / Cinema San Marco
VISTI DA VICINO
Q&A con Carmen Tartarotti
(regista) al termine della proiezione del film Wir können nicht den
hellen Himmel träumen/We Cannot Dream a Bright Blue Sky
Dom. 06
ore 18.15 / BFM Bookshop
MOSTRA CONCORSO
Incontro con Mikko Kuparinen,
regista del film 2 yötä aamuun/2
Nights Till Morning
19.00 / BFM Bookshop
EUROPE, NOW!
Incontro con Petr Zelenka
20.30 / Cinema San Marco
VISTI DA VICINO
Q&A con Lucas Vernier (regista) al
termine della proiezione del film
Behind the Yellow Door
Mar. 08
MOSTRA CONCORSO
Incontro con Ahu Öztürk, regista
del film Toz bezi/Dust Cloth
Mer. 09
OMAGGIO A ANNA KARINA
Aperitivo stampa con Anna Karina
Modera Olivier Seguret – critico
cinematografico, giornalista culturale, esperto di videogiochi, ex
«Libération», autore di Godard Vif
19.00 / BFM Bookshop
OMAGGIO A ANNA KARINA
Incontro con Anna Karina
Modera Jean Douchet – critico,
storico, scrittore e insegnante di cinema, cineasta e autore di numerose pubblicazioni su Jean—Luc Godard, Alfred Hitchcock e Friedrich
Wilhelm Murnau tra gli altri
20.30 / Cinema San Marco
VISTI DA VICINO
Q&A con Susanne Opstal (regista)
al termine della proiezione del film
Nowhere Place
VISTI DA VICINO
Q&A con Charles Redon (regista)
e Cosimo Santoro (The Open
Reel) al termine della proiezione
del film La Californie/In California
Gio. 10
18.00 / BFM Bookshop
CINEMA E ARTE CONTEMPORANEA
Incontro con Keren Cytter
In collaborazione con l’associazione
culturale The Blank
EUROPE, NOW!
Incontro con Shane Meadows
22.15 / Auditorium di Piazza Libertà
ore 19.00 / BFM Bookshop
Cerimonia di premiazione
della 34ª edizione.
MOSTRA CONCORSO
Incontro con Monika Naydenova
e Konstantina Manolova, attrice e
produttrice del film Jajda/Thirst di
Svetla Tsotsorkova
19.30 / BFM Bookshop
20.30 / Cinema San Marco
20.40 / Cinema San Marco
Workshop di serigrafia
con CORPOC
VISTI DA VICINO
Q&A con Francesca Scalisi e Mark
Olexa (registi) al termine della proiezione del film Moriom
VISTI DA VICINO
Q&A con Enrico Masi (regista),
Stefano Migliore (produttore),
Stefano Croci (direttore della
Incontri
con
gli autori
Gli appuntamenti con i protagonisti
e le protagoniste del Festival,
per un Q&A in sala o un aperitivo
Segui live gli incontri con gli autori!
15.00 — 18.00 / Accademia Carrara
Spazi laboratoriali
12.00 / BFM Bookshop
20.30 / Cinema San Marco
Sab. 12
Dom. 13
Ven. 11
Day by Day Meeting
22.00
I fratelli Karamazov (v.o. sott. it.)
Ingressi: € 6,50 intero; € 5,00 ridotto;
€ 4,00 ridotto per studenti Civica
Scuola Cinema di Fondazione Milano.
Info e prenotazioni:
www.cinemabeltrade.net,
[email protected]
18.30 / BFM Bookshop
18.15 / BFM Bookshop
Programma
Petr Zelenka a Milano
Anteprima milanese del film Lost in
Munich alla presenza del regista e
proiezione di I fratelli Karamazov
INCONTRI
CON GLI
AUTORI
19.00 / BFM Bookshop
fotografia), Mike Wells (attore) al
termine della proiezione del film
Lepanto – O último cangaçeiro
13 marzo 2016
Workshop di cinema d’animazione
con Vladimir Leschiov, protagonista
della 34ª edizione di Bergamo Film
Meeting, destinato a ragazzi e adulti,
appassionati di cinema e disegno. Il
laboratorio sarà preceduto, alle 14.30,
da una visita gratuita di mezz’ora all’Accademia Carrara riservata agli iscritti.
Per info e iscrizioni:
[email protected]
Lun. 07
34° BFM / 05
Gio. 10
Un corso di stampa serigrafica manuale rivolto a grafici, illustratori o
semplici appassionati, per fornire loro
gli elementi di base per la preparazione di grafiche da stampare in serigrafia attraverso l’esperienza diretta
e la stampa assistita. Sarà l’occasione
per realizzare una stampa serigrafica
dell’illustrazione che Spugna ha dedicato al Festival e che tutti i partecipanti al corso potranno in quest’occasione stampare e conservare. Dopo
un’introduzione teorica sui principali
tipi di inchiostri e sul loro comportamento, sulle caratteristiche del telaio
e le modalità di stampa si passerà a
una dimostrazione pratica e all’esecuzione diretta da parte del partecipante. Il laboratorio sarà preceduto, alle
14.30, da una visita gratuita di mezz’ora
all’Accademia Carrara riservata agli
iscritti. Per info e iscrizioni:
[email protected]
18.45 / BFM Bookshop
EUROPE, NOW!
Incontro con Jasmila Žbanić
MOSTRA CONCORSO
Incontro con Goran Radovanović,
regista del film Enklava/Enclave
bergamofilmmeeting.it/Mediabox
19 / 20
Biglietti e Abbonamenti /
Tickets & Season Tickets
T
Con il patrocinio e il contributo di
34° BFM / 05
13 marzo 2016
Abbonamenti / Subscriptions
Intero / Full price
50 euro
Ridotto* / Reduced price*40 euro
Giornaliero / Day ticket15 euro
Con il contributo di
* (edizione 2016) Riduzione valida per: soci Lab 80, minori di 26 anni, Soci Touring Club,
dipendenti e clienti UBI Banca, Possessori Elav Card, abbonati ATB, dipendenti ATB e TEB.
* (2016 edition) reduction valid for Lab 80 members, under 26s, members, Touring Club
members, employees and customers of UBI Banca, Elav Card holders, ATB and TEB
subscribers and employees.
Biglietti / Tickets
Biglietto I fascia (mattina) / Time slot I ticket (morning)7 euro
Biglietto II fascia (pomeriggio) / Time slot II ticket (afternoon)7 euro
Biglietto III fascia (sera) / Time slot III ticket (evening)10 euro
Biglietto inaugurazione / Inauguration Ceremony Ticket
(múm | Menschen am Sonntag)15,54 euro
Sponsor
Partner
Informazioni utili
Non si accettano prenotazioni dei posti in sala. Non si effettua prevendita
dei biglietti. L’abbonamento è strettamente personale e non cedibile.
In caso di smarrimento non verranno rilasciati duplicati di accrediti e
abbonamenti. L’accesso alle sale cinematografiche non è consentito ai
minori di 18 anni, ad eccezione delle proiezioni della rassegna Kino Club.
Info
Programma
Day by Day Meeting
We do not accept reservations of seats in the venues. No pre—sale tickets
available. The season ticket is strictly personal and not transferable. In
case of loss, duplicates of badges and season tickets will not be released.
Access to the venues is not allowed for children under 18 years old, with
the exception of the Kino Club screenings.
Ingressi
Abbonati (Intero, Ridotto e Giornaliero), Accreditati (Stampa, Professional e
Cultural) senza bollino “Priority”, i possessori del voucher “Singola Proiezione”
dovranno ritirare il biglietto omaggio alla cassa della biglietteria (atrio del
Palazzo della Libertà, in Piazza della Libertà) prima di accedere in sala (1
biglietto per la fascia mattutina, 1 per quella pomeridiana e 1 per quella serale).
I possessori di biglietti (I, II e III fascia), gli accredidati muniti di bollino
“Priority” e le tessere “Autorità” potranno accedere in sala direttamente,
senza ritirare il biglietto omaggio in biglietteria.
Partner tecnici
Entrances
Non—Priority pass holders (press, professional and cultural), season ticket
holders (full, reduced—price and daily) and holders of the “single screening”
voucher will have to pick up their free ticket from the cashiers at ticket office
(inside the Palazzo della Libertà lobby, in Piazza della Libertà) before entering
the venue (1 ticket for the morning, 1 for the afternoon and 1 for the evening).
I, II and III time slot ticket holders, Priority pass holders, “Authorities” badge
holders, will be able to access the venue directly, without withdrawing the
complimentary ticket at the ticket office.
Media partner
Pubblicazioni / Publications
Catalogo generale / General catalogue 12,00 euro
Miklós Jancsó a cura di / edited by Angelo Signorelli 15,00 euro
Sconto del 10% per abbonati e accreditati Bergamo Film Meeting
Reduction —10% for pass holders and accreditation
BERGAMO FILM MEETING
International Film Festival
Collaborazioni
via Pignolo, 123 — 24121 Bergamo, T. +39 035 363087
[email protected] / www.bergamofilmmeeting.it
Ufficio Stampa / Press Office Bergamo Film Meeting Onlus
Ada Tullo +39 349 2674900 / [email protected]
Ufficio Stampa Nazionale / National Press Office
Studio Sottocorno — Lorena Borghi +39 348 5834403 / [email protected]
Bergamo Film Meeting è socio fondatore e membro attivo di
Ufficio Stampa Estero / International Press Office
Gloria Zerbinati + 39 338 1200517 / [email protected]
20 / 20
Follow &
Share
your Meeting!
Partecipa
alla conversazione
con l'hashtag
#BFM34
Credits
Progetto grafico
Sūqrepubliq
Paper
Cyclus Offset 90 gr.
Stampa
Tipolitografia Pagani
DAY
BY DAY
MEE TING
34°
FILM
FESTIVAL
IN T ERN AT IO N A L
Bergamo
Film
Me eting
M O S T R A C O N C O RS O
VISTI DA VICINO
M I K LÓ S J A N C S Ó
OMAGGIO A
ANNA
K ARINA
EU RO P E,
N O W!
C I N EM A D ’A N I M A Z I O N E: V L A D I M I R
LESCHIOV
BFM
INAUGUR A
BERG A MO JA Z Z
INCONTRI: CINEM A
E A R T E C O N T EM P O R A N E A
C U LT
M O V I E / G A M EC I N EM A
KINO CLUB
A N T EP R I M E
E
E V EN T I
S P EC I A L I
05
2016
Ven.
04
21.00
Menschen am Sonntag
Uomini, di domenica
di C. Siodmak, R. Siodmak,
E. G. Ulmer, F. Zinnemann,
Germania 1929, 58’, bn, v.o. sott. it.
Bezmiegs / Insomnia
Lettonia 2004, 7’, col., senza dialoghi
a seguire
MOSTRA CONCORSO
Jajda / Thirst
di S. Tsotsorkova, Bulgaria 2015,
90’, col., v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
Wir können nicht den hellen
Himmel träumen
We Cannot Dream a Bright Blue Sky
di C. Tartarotti, Germania 2014,
91’, col., v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
ANTEPRIME E EVENTI SPECIALI
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
Slap
di N. Rowland, Gran Bretagna 2014,
25’, col., v.o. sott. it.
17.30
FILMS FROM THE NORTH
Une histoire de fou
Don’t Tell Me the Boy Was Mad
di R. Guédiguian, Francia 2015,
134’, bn e col., v.o. sott. it.
22.30
EUROPE, NOW! Shane Meadows
The Stone Roses: Made of Stone
Gran Bretagna 2013,
96’, col., v.o. sott. it.
Bihttoš / Rebel
di E. M. Tailfeathers, Canada,
Norvegia 2014, 14’, col., v.o. sott. it.
00.40
17.55
Allt vi delar / All We Share
di J. Carlsson, Svezia 2014,
25’, col., v.o. sott. it.
OMAGGIO A ANNA KARINA
Chinesisches Roulette
Roulette cinese
di R. W. Fassbinder, Repubblica
Federale Tedesca, Francia 1976,
96’, col., v.o. sott. it.
Willy Gumbo
Gran Bretagna 1999, col., 10’, v.o. sott. it.
VISTI DA VICINO
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Day
by day
Meeting
Northern Soul
Gran Bretagna 2004, 30’, col., v.o. sott. it.
LOCATIONS /
OMAGGIO A ANNA KARINA
Une femme est une femme
La donna è donna
di J. L. Godard, Francia, Italia 1961,
85’, col., v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
Příběhy obyčejného šílenství
Wrong Side Up
Repubblica Ceca, Germania, Slovacchia 2006, 100’, bn e col., v.o. sott. it.
15.30
Slike sa ugla
Images from the Corner
Bosnia—Erzegovina, Germania 2003,
39’, col., v.o. sott. it.
Noć je, mi svijetlimo
We Light the Night
Bosnia—Erzegovina 1998,
14’, col., v.o. sott. it.
16.25
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Dnevnik graditelja / Builder’s Diary
Bosnia—Erzegovina 2007,
40’, col., v.o. sott. it.
Auditorium /
Park
Gran Bretagna 1995, col., 10’, v.o. sott. it.
a seguire
This Is England
Gran Bretagna 2006, 101’, col., v.o. sott. it.
17.30
Alle tankers slekt
All Thoughts are Kin
di A. J. Andreassen, Norvegia 2015,
24’, bn, v.o. sott. it.
a seguire
VISTI DA VICINO
Game Over
di A. Sotorra, Spagna 2015,
74’, col., v.o. sott. it.
20.30
15.00
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
EUROPE, NOW! Shane Meadows
a seguire
11.30
a seguire
a seguire
EUROPE, NOW! Shane Meadows
FILMS FROM THE NORTH
Égi bárány / Agnus Dei
Ungheria 1970, 85’, col., v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
18.00
Rotsda dedamitsa msubukia
When the Earth Seems to Be Light
di T. Karumidze, S. Machaidze,
D. Meskhi, Georgia, Germania 2015,
75’, col., v.o. sott. it.
Három csillag / Three Stars
Ungheria 1960, 24’, bn, v.o. sott. it.
VISTI DA VICINO
17.00
EUROPE, NOW! Shane Meadows
MIKLÓS JANCSÓ
a seguire
22.30
17.30
9.00
20.30
15.00
Így jöttem / My Way Home
Ungheria 1964, 99’, bn, v.o. sott. it.
Dom.
06
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
Grandad’s Honey
Svezia 2002, 5’, col., senza dialoghi
a seguire
MOSTRA CONCORSO
2 yötä aamuun / 2 Nights Till Morning
di M. Kuparinen, Finlandia, Lituania
2015, 85’, col., v.o. sott. it.
20.30
VISTI DA VICINO
Moriom
di M. Olexa, F. Scalisi, Italia, Svizzera,
Repubblica Ceca 2015, 12’, col., v.o. sott. it.
a seguire
VISTI DA VICINO
16 Years Till Summer
di L. McLoughlan, Gran Bretagna,
Islanda 2015, 82’, col., v.o. sott. it.
22.00
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Gary Wilkinson
Gran Bretagna, 2000, col., 10’, v.o. sott. it.
Cinema Capitol /
Cinema San Marco
Day by Day Meeting
Sab.
05
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
mar zo
Programma
ANTEPRIME E EVENTI SPECIALI
20.30
13
a seguire
a seguire
EUROPE, NOW! Shane Meadows
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Where’s the Money Ronnie
Gran Bretagna, 1995, 10’, col., v.o. sott. it.
a seguire
34° BFM / 05
13 marzo 2016
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Somers Town
Gran Bretagna 2008,
71’, bn e col., v.o. sott. it.
22.45
MOSTRA CONCORSO
Jajda / Thirst
di S. Tsotsorkova, Bulgaria 2015,
90’, col., v.o. sott. it.
00.15
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
Rok ďábla / Year of the Devil
Repubblica Ceca 2002, 88’, col., v.o. sott. it.
Lun.
07
9.00
CARTONI ANIMATI IN… CORSIA!
Sono io il più forte!
Italia 2015, 4’18’’, col., senza dialoghi
9.30
OMAGGIO A ANNA KARINA
L’étranger / Lo straniero
di L. Visconti, Italia, Francia, Algeria
1967, 110’, col., v.o. italiana
MIKLÓS JANCSÓ
15.30
11.30
FILMS FROM THE NORTH
MIKLÓS JANCSÓ
Monsterimies / Monsterman
di A. Haase, Norvegia, Svezia,
Finlandia 2014, 80’, col., v.o. sott. it.
Sirokkó / Winter Sirocco
Ungheria, Francia 1969, 71’, col., v.o. sott. it.
Jézus Krisztus horoszkópja
Jesus Christ’s Horoscope
Ungheria 1988, 91’, col., v.o. sott. it.
14.45
16.45
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
MIKLÓS JANCSÓ
Hősök tere I / Heroes’ Square I
Ungheria 1997, 30’, bn e col., v.o. sott. it.
17.30
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
96
Lettonia 2010, 2’17’’, bn, senza dialoghi
a seguire
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
Experimental Film
(or My Brain Is in the Wall)
di K. Cytter, Olanda 2002,
6’03”, bn, v.o. sott. it.
a seguire
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Participation
[ep. di Stories on Human Rights]
Bosnia—Erzegovina, 2008, 3’, col.
15.00
a seguire
a seguire
CARTONI ANIMATI IN… CORSIA!
MIKLÓS JANCSÓ
Még kér a nép / Salmo rosso
Ungheria 1971, 84’, col., v.o. sott. it.
Grbavica
Il segreto di Esma – Grbavica
Bosnia—Erzegovina, Croazia, Austria,
Germania 2006, 90’, col., v.o. sott. it.
18.00
15.30
a seguire
Day by Day Meeting
15.00
The Letter
Svezia 2002, 3’45’’, bn, senza dialoghi
Una corona di troppo
Italia, 2015, 1’34’’, col.,
animazione della plastilina
Programma
Otok ljubavi / Love Island
Croazia 2014, 86’, col., v.o. sott. it.
M a r.
08
KINO CLUB
Dessau Dancers
di J. M. Scharf, Germania 2014,
90’, col., v.o. sott. it.
9.30
MIKLÓS JANCSÓ
Ősz Badacsonyban
Ungheria 1954, 17’, bn, v.o. sott. it.
a seguire
MIKLÓS JANCSÓ
A 8. szabad május 1.
Ungheria 1952, 18’, col., v.o. sott. it.
a seguire
Sume – Mumisitsinerup nipaa
Sumé – The Sound of a Revolution
di I. S. Høegh, Danimarca, Norvegia
2015, 75’, col., v.o. sott. it.
Behind the Yellow Door
di L. Vernier, Francia 2015,
84’, col., v.o. sott. it.
a seguire
MIKLÓS JANCSÓ
MOSTRA CONCORSO
Jelenlét I - II - III / Presence I – II – III
Ungheria 1965, 33’, bn, v.o.
a seguire
MIKLÓS JANCSÓ
Derkovits, 1894-1934
Ungheria 1959, 17’, col., v.o. sott. it.
11.00
KINO CLUB
Apollo
di F. Gönnert, Germania 2010, 6’03’’,
col., senza dialoghi
a seguire
KINO CLUB
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
The Datsun Connection
Gran Bretagna, 1994, 10’, col., v.o. sott. it.
22.30
18.15
MOSTRA CONCORSO
EUROPE, NOW! Shane Meadows
2 yötä aamuun / 2 Nights Till Morning
di M. Kuparinen, Finlandia, Lituania
2015, 85’, col., v.o. sott. it.
11.15
Dead Man’s Shoes / Dead Man’s
Shoes – Cinque giorni di vendetta
Gran Bretagna 2004, 90’, col., v.o. sott. it.
Day
by day
Meeting
EUROPE, NOW! Shane Meadows
LOCATIONS /
The Living Room
Bretagna 2007, 42’, col., v.o. sott. it.
20.30
Ce soir ou jamais
di M. Deville, Francia 1961,
104’, bn, v.o. sott. it.
22.00
MOSTRA CONCORSO
Toz bezi / Dust Cloth
di A. Öztürk, Turchia, Germania 2015,
98’, col., v.o. sott. it.
M e r.
09
9.00
CARTONI ANIMATI IN… CORSIA!
Mal di pancia calabrone
Italia 2015, 5’13’’, col., senza dialoghi
a seguire
CARTONI ANIMATI IN… CORSIA!
Chemion versus Osteosarcom
Italia 2015, 3’27’’, col., senza dialoghi
a seguire
Sur le chemin de l’école
Vado a scuola
di P. Plisson, Francia, Cina,
Sudafrica, Brasile, Colombia 2013,
75’, col., v.o. sott. it.
9.30
MIKLÓS JANCSÓ
Magyar rapszódia
Hungarian Rhapsody
Ungheria 1978, 91’, col., v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
Oldás és kötés / Cantata
Ungheria 1962, 93’, bn, v.o. sott. it.
15.00
Vivre ensemble
di A. Karina, Francia 1973, 92’, col., v.o. sott. it.
16.30
Matka ziemia / Mother Earth
di P. Złotorowicz, Polonia 2014,
30’, col., v.o. sott. it.
17.00
MIKLÓS JANCSÓ
Allegro barbaro – Magyar
rapszódia 2 / Allegro barbaro
Ungheria 1978, 74’, col., v.o. sott. it.
17.00
MIKLÓS JANCSÓ
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
Spārni un airi / Wings and Oars
Lettonia 2009, 5’50’’, col., senza dialoghi
a seguire
MOSTRA CONCORSO
Parasol
di V. Rosier, Belgio 2015,
73’, col., v.o. sott. it.
Auditorium /
OMAGGIO A ANNA KARINA
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
17.15
Suzanne Simonin, la religieuse de
Diderot / Suzanne Simonin la religiosa
di J. Rivette, Francia 1966,
135’, col., v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Shane Meadows
22.40
Corrections
di K. Cytter, Germania 2013,
8’02”, col., v.o. sott. it.
Shane’s World
Gran Bretagna 2000, 70’, col., v.o. sott. it.
OMAGGIO A ANNA KARINA
22.30
22.00
OMAGGIO A ANNA KARINA
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Els nens salvatges / The Wild Ones
di P. Ferreira, Spagna 2012,
95’, col., v.o. sott. it.
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
Leidi
di S. Mesa Soto, Gran Bretagna,
Colombia 2014, 16’, col., v.o. sott. it.
16.45
Toz bezi / Dust Cloth
di A. Öztürk, Turchia, Germania 2015,
98’, col., v.o. sott. it
I Don’t Belong Anywhere
Le cinéma de Chantal Akerman
di M. Lambert, Belgio 2015,
67’, col., v.o. sott. it.
11.30
16.05
20.30
a seguire
a seguire
Noord Oost Hard West
North East Hard West
di B. van den Aardweg, Olanda 2014,
24’, col., v.o. sott. it.
VISTI DA VICINO
Rose Garden
di K. Cytter, Germania 2014,
8’57”, col., v.o. sott. it.
Oma / Grandma
di K. Raeymaekers, Belgio 2014,
7’30”, col., senza dialoghi
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
20.30
VISTI DA VICINO / CLOSE UP
KINO CLUB
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
FILMS FROM THE NORTH
Halhatatlanság / Immortality
Ungheria 1958, 20’, bn, v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
20.30
Maradékok: Gheorghe és Mendel
The Rest
1993, 15’, col., v.o. sott. it.
a seguire
MIKLÓS JANCSÓ
Arat az Orosházi Dózsa
Ungheria 1953, 18’, bn, v.o. sott. it.
a seguire
Cinema Capitol /
Cinema San Marco
VISTI DA VICINO
Yaar
di S. Gillard, Belgio 2014, 19’, col., v.o. sott. it.
18.00
VISTI DA VICINO
18.15
CULT MOVIE GAMeCINEMA
Majja Pliseckaja / Maya Plisetskaya
di V. Katanjan, URSS 1964,
67’, bn, v.o. sott. it.
BOYS & GIRLS – The Best of Cilect Prize
Pop Art
di A. Mozzillo, Italia 2014, 9’, col., v.o.
a seguire
MOSTRA CONCORSO
Enklava / Enclave
di G. Radovanović, Serbia, Germania
2015, 92’, col., v.o. sott. it.
20.30
VISTI DA VICINO
La Californie / In California
di C. Redon, Francia 2015,
78’, col., v.o. sott. it.
22.30
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
Ztraceni v Mnichově / Lost in Munich
Repubblica Ceca 2015, 110’, col., v.o. sott. it.
22.30
Parasol
di V. Rosier, Belgio 2015,
73’, col., v.o. sott. it.
00.30
17.30
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
Les ruissellements du diable
di K. Cytter, Olanda 2008,
10’46”, col., v.o. sott. it.
a seguire
9.30
MIKLÓS JANCSÓ
21.00
A harangok Rómába mentek
The Bells Have Gone to Rome
Ungheria 1958, 83’, bn, v.o. sott. it.
10.40
KINO CLUB
22.30
18.00
KINO CLUB
a seguire
La chambre bleue / The Blue Room
di P. Costes, Francia 2015,
49’, col., v.o. sott. it.
Le vélo de l’éléphant
The Elephant and the Bicycle
di O. Shchukina, Francia 2014,
9’04’’, col., senza dialoghi
20.30
KINO CLUB
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
Siren
di K. Cytter, USA 2014,
14’39”, col., v.o. sott. it.
a seguire
The Secret of Kells
di T. Moore, N. Twomey, Irlanda,
Belgio, Francia 2009, 75’, col., v.o. sott. it.
11.30
a seguire
MIKLÓS JANCSÓ
MOSTRA CONCORSO
Mur / The Wall
di D. Glazer, Polonia 2014,
80’, col., v.o. sott. it.
A zsarnok szíve,
avagy Boccaccio Magyarországon
The Tyrant’s Heart
Ungheria, Italia 1981, 86’, col., v.o. sott. it.
20.30
15.00
FILMS FROM THE NORTH
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
Lyden av lyset
The Sound of the Northern Light
di K. G. Hjartholm Knudsen,
Norvegia 2014, 5’, col., v.o. sott. it.
Powers
Repubblica Ceca, Germania 2001,
29’, col., v.o. sott. it.
a seguire
15.00
VISTI DA VICINO
EUROPE, NOW! Shane Meadows
This Is England ’88
Gran Bretagna 2011, ep. 1, 2 [48’, 50’],
col., v.o. sott. it.
Gio.
10
22.30
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
9.30
MOSTRA CONCORSO
Anna
di P. Koralnik, Francia 1967,
87’, col., v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
Fényes szelek / Venti lucenti
Ungheria 1968, 78’, col., v.o. sott. it.
11.30
MIKLÓS JANCSÓ
Szerelmem, Elektra
Elettra, amore mio
Ungheria 1974, 72’, col., v.o. sott. it.
12.45
MIKLÓS JANCSÓ
Elmondták—e?
Ungheria 1996, 48’, col., v.o. sott. it.
14.00
EUROPE, NOW! Shane Meadows
This Is England ’86
[co—regia T. Harper] Gran Bretagna
2010, ep. 1, 2 [44’, 47], col., v.o. sott. it.
15.00
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
The Karamazov Brothers
I fratelli Karamazov
Repubblica Ceca, Polonia, Francia
2008, 110’, col., v.o. sott. it.
Day
by day
Meeting
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Ljubav je… / Love Is…
Bosnia—Erzegovina, 1998, 7’, col., v.o. sott. it.
22.30
15.30
Samotáři / Loners
di D. Ondříček [co—sceneggiatura
P. Zelenka], Repubblica Ceca,
Slovacchia 2000, 103’, col., v.o. sott. it.
17.00
Enklava / Enclave
di G. Radovanović, Serbia, Germania
2015, 92’, col., v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Shane Meadows
22.40
17.30
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
MIKLÓS JANCSÓ
For Those Who Can Tell No Tales
Bosnia—Erzegovina 2013, 72’, col., v.o. sott. it.
00.00
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Le Donk&Scor—zay—zee
Gran Bretagna 2009, 71’, col., v.o. sott. it.
Ven.
11
a seguire
LOCATIONS /
22.30
OMAGGIO A ANNA KARINA
Bande à part
di J. L. Godard,Francia 1964,
97’, bn e col., v.o. sott. it.
00.45
Fantamaratona
The Birds / Gli uccelli
di A. Hitchcock, USA 1963,
119’, col., v.o. sott. it.
02.45
Fantamaratona
The Deadly Mantis
La mantide omicida
di N. Juran, USA 1957,
79’, bn, versione italiana
Sab.
12
9.30
OMAGGIO A ANNA KARINA
Pane e cioccolata
di F. Brusati, Italia 1974, 111’, col., v.o.
9.30
MOSTRA CONCORSO
Domácí péče / Home Care
di S. Horák, Repubblica Ceca,
Slovacchia 2015, 92’, col., v.o. sott. it.
11.15
EUROPE, NOW! Shane Meadows
This Is England ’90
Gran Bretagna 2015, ep. 1, 2 [45’, 51’],
col., v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Na putu / Il sentiero
Bosnia-Erzegovina, Austria, Germania,
Croazia 2010, 100’, col., v.o. sott. it.
15.00
18.00
INCONTRI: Cinema e Arte Contemporanea
VISTI DA VICINO
Ukrainian Sheriffs
di R. Bondarchuk, Ucraina, Lettonia
2015, 85’, col., v.o. sott. it.
Game
di K. Cytter, Olanda 2015,
9’19”, col., v.o. sott. it.
15.00
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
Lietus dienas / Rainy Days
Lettonia, Canada 2014,
8’12’’, col., senza dialoghi
Wild and Free
Italia 2015, 2’22’, col., senza dialoghi
Mur / The Wall
di D. Glazer, Polonia 2014,
80’, col., v.o. sott. it.
11.30
Vizi privati, pubbliche virtú
Private Vices, Public Pleasures
Italia, Jugoslavia 1976,
100’, col., v.o. italiana
20.30
9.00
CARTONI ANIMATI IN… CORSIA!
This Is England ’88
Gran Bretagna 2011,
ep. 3 [47’], col., v.o. sott. it.
MOSTRA CONCORSO
EUROPE, NOW! Shane Meadows
This Is England ’90
Gran Bretagna 2015,
ep. 3, 4 [52’, 75’], col., v.o. sott. it.
a seguire
15.10
MOSTRA CONCORSO
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Domácí péče / Home Care
di S. Horák, Repubblica Ceca, Slovacchia 2015, 92’, col., v.o. sott. it.
Auditorium /
A Room for Romeo Brass
Gran Bretagna, Canada 1999,
90’, col., v.o. sott. it.
Cinema Capitol /
Cinema San Marco
Day by Day Meeting
Lepanto – O último cangaçeiro
The Last Cangaceiro
di E. Masi, Italia, Brasile, Gran Bretagna
2016, 74’, col., v.o. sott. it.
OMAGGIO A ANNA KARINA
VISTI DA VICINO
Koniec świata / End of the World
di M. Pawluczuk, Polonia 2015,
38’, col., v.o. sott. it.
Csend és kiáltás / Silenzio e grido
Ungheria 1967, 75’, bn, v.o. sott. it.
VISTI DA VICINO
VISTI DA VICINO
Nowhere Place
di S. Opstal, Olanda 2014,
27’, col., v.o. sott. it.
My Dad
di M. Armitage, Gran Bretagna 2014,
5’53’’, col., v.o. sott. it.
MIKLÓS JANCSÓ
20.30
Programma
MOSTRA CONCORSO
This Is England ’86
[co—regia T. Harper], Gran Bretagna
2010, ep. 3, 4 [48’, 47’], col., v.o. sott. it.
Els nens salvatges / The Wild Ones
di P. Ferreira, Spagna 2012,
95’, col., v.o. sott. it.
13 marzo 2016
20.30
EUROPE, NOW! Shane Meadows
34° BFM / 05
Télécommande / Remote control
di Anonimo/Anonymous, Francia
2015, 47’, col., v.o. sott. it.
KINO CLUB
15.45
17.30
20.30
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
ANTEPRIME E EVENTI SPECIALI
Heaven Can Wait
Il cielo può attendere
di E. Lubitsch, Usa 1943,
112’, col., v.o. sott. it.
9.30
EUROPE, NOW! Petr Zelenka
MIKLÓS JANCSÓ
Knoflíkáři / Buttoners
Repubblica Ceca 1997,
102’, bn e col., v.o. sott. it.
22.30
King of The Gypsies
Gran Bretagna, 1995, col., 10’, v.o. sott. it.
a seguire
Reencuentro
di A. Montanari, Italia 2016,
3’30’’, col.,
V ia senza dialoghi
a seguire dell a
Far
a
renzo
a
A lza
no
G d’
riz
z
TF
i
on
i
o
ss
Ta
V ia
on
na
Alpini
Pa
le
oc
ap
a
V ia
AM
az
z
Di
az
zar
o
V ia B Z en
drini
V ia
Lo
V ia San
mo
a
V ia S A ntonino
P olinia
V ia
Nov e
mbre
V ia de
i L eg io
nari in
ti
oret
AM
j
Via
Ma
Abbonamenti
/ Subscriptions
lo V
e
ia
ng
Bo
aA
/ Full Fprice50
euro
V iIntero
ar
io price
Ridotto / Reduced
40 euro
eo
Piazzale
m
tolo
degli
Giornaliero / Day
15 euro
Bar ticket
X
ni
an
ov
Gi
om
ac
Gi
a
alm
V ia
dei Galliari
Tickets
d
i
ton
Fan
V ia IV
sa
V ia
pa
Pa
a
Vi
JP
V Carlo Goldoni
V Stampa
Segreteria / Ufficio
Vi
Ufficio Accrediti e Ospitalità
a
A oni
Viaanz
M
Mila
no
Vi
V ia
V ia
L apa a Franc
A
lber
esco
cano
ico
Nullo
A lbr
icci
Vi
aG
IV
Ufficio
zi Ospitalità
Guest
Office
oz
m
d
Ca Via T. Tasso 4 M a
J ulia
M
V ia
ag
Cad
orna
gi
o
V ia S
Vi a
Gr
at
ar
oli
Vi
aD
am
ian
oC
Vi
hie
aG
sa
Mi
n
Vi
zo
a
ni
Sa
nt
a
V
F F L uc
ia
ilz
i
V ia
Biglietti / Tickets
lli
Pi
et
ro
ala
zzo
lo
uig
iP
Do
nL
V ia
G
tin
o
Ca
rn
ov
al
i
V ia San Bern
ardino
Vi
a
an
L
Mo
ro
ni
att
ist
a
V ia
Gia
nB
Le
op
ar
di
V V ia
M
on
Vi
ti
a
Al
fie
ri
Lu
i
or
g
ss
va
Va
Largo
G Tironi
II
XI
po
Ce
ra
e
ar
Qu
o
A
a
V i re
P
lli
R
o
hio
ecc
V ia
Rotonda
Buttinone
Il V
Ma
Biglietto I fascia (mattina)
ria
Piazza G
Meeting Point — Piazza della Libertà
Sc
Time
slot I ticket (morning)
7 euro
Marconi
ot
i
Via Torquato Tasso 41
V
In collaborazione con / In collaboration with Birrificio
ti Indipendente Elav e
m
Goethe
o
Pi
e Pedrali S.p.a, Suono 1981
Biglietto II fascia (pomeriggio)
on
et
Uffici / Offices
VP
ng
S e V ia
ro
aB
Grep
Time slot II ticket (afternoon) 7 euro
mi
V i gli autori / hMeeting
(5 — 12 Marzo / March 2016) g an G
R o Bookshop e Spazio Incontri
i
con
with
the
Authors
e
p
r
i
aF
tin
nz
Ge
ra
della Libertà
i
oPiazza
Ufficio Stampa / Press Office
ia
t
n
e
V
V
V
lli
i
Biglietto III fascia (sera) ni
ia
ia Ufficio Accrediti e Ospitalità / Guest and
Ze
C
e
V Grazia
Deledda
na Biglietteria
Accreditation
Office — Segreteria / Secretary
v i / Ticket Point | Info Point a—lv iPiazza LibertàDon
Time slot III ticket (evening)
10 euro
zz
le
ta
va
t o Be
a
t
l
i
o
G
L
V ia E— Piazza Giacomo Carrara — Workshop
Ex Sala Consiliare — Via Torquato Tasso 4
l
Accademia Carrara
/
Labs
o
r
de
Basc
au
V ia Giacomo
henis
g lio
V ia M
V ia
Ma
io
g
V
r
FZ
GT.io+39 035
BERGAMO
FILM MEETING International
via Pignolo, 123 - 24121 Bergamo,
V
ini 363087, F. +39 035 341255 / [email protected] / www.bergamofilmmeeting.it
ucFilm Festival
Fr
co
S an i Mag r
Vi
at
en
V ia
a
e
ig
T Cinema Capitol
aS
Day by Day Meeting
XX
Via T. Tasso 41
ino
i l
an
pp a
to l C
e
i
aS d
fe
V i V ia
af
M
lli
me
ara
TT
e
al
Vi
a GV ia
V ia
bre V i
20 / e
Ghexhibition hall
Sala alla Porta S.Piazza
Agostino
tte m eS. Agostino
S Porta
isl
V
t
ia
Broseta Narkevičius
V ia
an
Pontida — Books
Deimantas
Letters
Gi and Without
onaon Shelves
zo
b
or
V ia G Manz ù
V ia Za m
ni
g io
Sala Manzù — Via Gabriele Camozzi, passaggioE Via Sora
Gu
V ia di Vladimir
Mostra / Exhibition — La poesia animata
ido Leschiov /
Gia
Animated Poetry
n
V ia B
orgo
Cinema Capitol
a
Vi
V ia
a
Attività collaterali / Other Activities
llo
de
ra
tti
lo
Be
i
sch
abo
T ir
V ia Sant’Orsola
a
qu
or
e
iel
br
a
aG
Vi
Teatro
Donizetti
S
Pi
gn
olo
lP
de
B
Municipio
Bo
rfu
ro
m
Ro
V ia
i
rd
Ve
aT
Vi
Piazza
Dante
Alighieri
a
Vi
dei
Mille
pe
ep
G
Meeting Point
a
Vi
a
ni
ia
rc
ig
ra
rt
t
a
Pe
iP
a
de
a
Vi
i
V
o
rg
La
II
an
Sala Mostre Manzù
a a
V i asc
via Camozzi
T
V ia Giuseppe Gar
ibaldi Rotonda
V ia
M V
ni ur iale
ai
an
v
ne
Gio
V ia
V ia
Piazza Libertà ius
le
ue
an
ro
nd
sa
les
a
llo
se
pi
Lu
Piazza della
Repubblica
Piazza
della
Libertá
B ened
etto
V ia
L Manara
isti
r
i
in
a m
V i Do
M telli
ca
Lo
o
ni
to
An
a
Vi
B
a
ar
tig
Or V
A
te
on Z a V ia lbin
M
i
m
a
bi
Vi
an
ch
Auditorium
i
Em
t’A
n
Do a
a tt
V i BoVS
C
na
a
Vi
rl
Ca
rio
tto
Vi
San
o
Via
Cinema San Marco
Piazzale Repubblica 2 V iale
Vic
Diaz
a Francesco Coghetti
ale
Vi
P eV ia
lab
r
Emanuele II
rio
tto
i
d
V
co
oc
i
a
Vi
e gr
i
V ia Giuseppe Mazzini
Proiezioni / Screenings
V ia Br
oseta
Auditorium
Piazza Libertà o
n Gi a c
V i a San
Sala alla Porta
Sant’Agostino
a
V ia Port
ura
elle M
V iale d
L ucia V ecchia
nta
VVS a
ia A
Ro
Cinema
San Marco
Via
sm
’Oro
Bo
ini
Conca d
log
Galleria Piazzale Repubblica 2
na
Gi
ulio
N
Piazzale
Guglielmo
Oberdan
nt
pi
lita let
S aS ca ta
a
l
l
de
V ia
R ism F
Vi
ondo
aT
or
ino
ta
tu
to
Map
Co
V ia
rm
a
nt
sa
lla
Vi
lo
ar
aC
i
V
Luoghi / Location
Useful
Piazza
Duomo
M
ur
a
BFM
V ia C Batt
eA
Tr
i
ad
so
V ia A Riv a
V ia A rmando
de
lle
a
Vi
Par
del
Vi
ad
ell
oS
si
Torre
Civica
Vi
ale
rolo V
ab
to
atu
llo F
onta
N
Piazza
Battistero Vecchia
t
ia S
Programma
O
Co
lleo
ni
V ia
le
Giu
lio
Ce
sa
re
a seguire
P
V ia
BFM INAUGURA BERGAMO JAZZ
Crvene gumene
EUROPE, NOW! Shane Meadows
de gli Ortičizme
i a della Boccol a
Red Rubber Boots
SmallVTime
Piazza
Cittadella
Bosnia—Erzegovina 2000, 25’, col., v.o. sott. it. Gran Bretagna 1996, 60’, col., v.o. sott. it.
Piazza Lorenzo
Mascheroni V B
Pi
ne
tti
G
V
18.00
de
lla
Nev
e
Ca
se
a mi
Be
lt r
C
V ia
V ia
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Black Wiggow
Gran Bretagna, 1995, col., 10’, v.o. sott. it.
Piazzale
Lodovico
Goisis
del
Via
zzarett o
La
B
rio Sauro
aza
aN
Vi
a seguire
G
The Criminal / Giungla di cemento
is
di J. Losey, Gran Bretagna 1960,
nd
le
97’, bn, v.o. sott. it.
er
is
lio
16’, col., v.o. sott. it.
An
ge
lo
Sp
or
ch
ia
l
i
el
BFM INAUGURA BERGAMO JAZZ
to
15.30
C
rami
Cav
a seguire
ag
di
n
Venezuela 2015, 125’, bn, v.o. sott. it.
Orto Botanico
lioEUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
o
V ia
olin
V ia S [ep. di Lost and Found]
Birthday
01.10 R o cc
an V
ig i
Bosnia—Erzegovina
2005,
EUROPE, NOW! Shane Meadows
ce
ni
io
Ba
L e idi
ANTEPRIME E EVENTI SPECIALI
El abrazo
de la serpiente
lle
a AC. Guerra, Colombia, Argentina,
V idi
a
Vi
23.00
Poslije, poslije / After, After
Bosnia—Erzegovina
1997,
V ia
V
Costantin
g ni16',
o B elt
s col., v.o. Fsott. it.
o
CONCA
MIKLÓS JANCSÓ
FIORITA
o
Csillagosok, nkatonák
ca
s
V ia Fos oli
L’armata
V i a cavallo
a
Gi URSS 1967, 87’, bn, v.o. sott. it.
Ungheria,
ul
io
i Cre
a
v n
sc
o
t
n
en
Ma
zi
t
rzabo
ia Ma
as
PREMIAZIONE
22.00
n
EUROPE, NOW! Shane Meadows
a
Vi
24 7: TwentyFourVSeven
ia pin
m A
Ventiquattrosette
a
R ia ni
Gran Bretagna 1997,V96’,
ra bn
Tu
lla
de
22.25
t a 18.30
g n et a
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Vivre sa vie
film en douze tableaux
Questa è la mia vita
di J. L. Godard,Francia 1962,
80’, bn, v.o. sott. it.
EUROPE, NOW! Shane Meadows
Pierrot le fou / Il bandito delle 11
di J. L. Godard, Francia, Italia 1965,
110’, col., v.o. sott. it.
aa
Vi
OMAGGIO A ANNA KARINA
11.15
OMAGGIO A ANNA KARINA
Jedan dan u Sarajevu
One Day in Sarajevo
Bosnia—Erzegovina, Croazia 2015,
59’, col., v.o. sott. it.
a seguire
to
EUROPE, NOW! Jasmila Žbanić
Zuduši sniegā / Lost in Snow
Lettonia 2007, 8’, col., senza dialoghi
Szegénylegények
I disperati di Sándor
Ungheria 1965, 88’, bn, v.o. sott. it.
Vi
a
17.30
CINEMA D’ANIMAZIONE: Vladimir Leschiov
V
Laughter in the Dark / In fondo al buio
di T. Richardson, Gran Bretagna,
Francia 1969, 104’, col.
20.30
20.30
V ia Maironi da Pont
13 marzo 2016
OMAGGIO A ANNA KARINA
Die Abenteuer des Prinzen Achmed
Le avventure del Principe Achmed
di L. Reiniger, Germania 1926,
65’, col., v.o. sott. it.
V
Caia A
me
ron
i
a seguire
BFM INAUGURA BERGAMO JAZZ
Vi
aM
as
one
Villa Antropoff
[co—regia K. Jancis] Estonia, Lettonia
2012, 13’, col., senza dialoghi
34° BFM / 05
Dom.
13
nv
Co

Documenti analoghi