Untitled - L`Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

Commenti

Transcript

Untitled - L`Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche
CARTELLA STAMPA
LA FESTA
La Festa Dorica, organizzata dall’associazione Sosteniamolancona con il patrocinio
del Comune di Ancona in collaborazione con l’U.S. Ancona 1905, la Prima, Seconda
e Terza Circoscrizione, giunge alla seconda edizione nella ricorrenza dei quarant’anni dal terremoto di Ancona. Non a caso l’evento si svolgerà proprio nel luogo che a
lungo nel 1972 ospitò la prima tendopoli costruita per l’emergenza: lo Stadio Dorico.
Emergenza è anche uno degli elementi che hanno caratterizzato il progetto di rinascita del calcio biancorosso: nell’estate del 2010, all’indomani della seconda caduta
nell’abisso e della cancellazione di Ancona dalla geografia del calcio professionistico,
il progetto di Sosteniamolancona trovò allo Stadio Dorico un indimenticabile momento
di unità d’intenti e di coraggio.
Il 29, 30 giugno e il 1° luglio lo Stadio Dorico sarà quindi il naturale palcoscenico
di quello che vuole essere un momento celebrativo della passione per i colori biancorossi e dell’amore per la propria città, che necessariamente passa anche attraverso il
ricordo della propria storia, passata e recente.
La Festa Dorica 2012 è un evento sportivo, musicale, culturale, di partecipazione e
solidarietà che ha come primario obiettivo quello di attirare l’attenzione dei cittadini e
degli sportivi di Ancona verso lo sport inteso anche come espressione del valore culturale della città. E se il rettangolo verde del Dorico accoglierà tornei ed esibizioni di
calcio, basket, rugby e calcio a cinque femminile, il palco centrale ospiterà uno straordinario evento musicale, rigorosamente live. Nel cuore del Dorico anche solidarietà ed
un “museo” tutto biancorosso, con l’esposizione di storiche maglie dell’Ancona.
L’emittente Radio Tua Ancona si “trasferirà” al Dorico per trasmettere in diretta le tre
serate, dalle ore 19 e fino a mezzanotte e mezza. Il segnale verrà trasmesso integralmente da Radio Erre Recanati, mentre Radio Studio 24 di Chiaravalle effettuerà dei
flash nelle giornate di venerdì 29 e sabato 30, trasmettendo in diretta l’intera giornata
conclusiva di domenica 1 luglio.
Saranno ovviamente presenti stand gastronomici; l’ingresso al Dorico per tutti gli
eventi sarà gratuito.
PROGRAMMA
Venerdì
29 giugno
presentano Pino Cesetti (Radio San Marino) ed Emilio D’Alessio
ore 17:00
ore 17:00
ore 18:00
ore 19:30
ore 19:30
ore 20:45
ore 22:00
ore 23:45
Sabato
Inizio Torneo Futuro Biancorosso
Torneo Basket NBA
Apertura Museo Biancorosso
Apertura Stand gastronomico
Concerto live Live&Loud (Ozzy Osbourne)
Concerto live M.A.D. (Iron Maiden)
Concerto live D.N.A. (Pink Floyd)
Concerto live Agorà Unplugged
Campo Dorico
Campo Circoscrizione
Stadio Dorico
Pista di atletica
Palco centrale
Palco centrale
Palco centrale
Palco centrale
30 giugno
presentano Pino Cesetti (Radio San Marino) ed Emilio D’Alessio
ore 15:00
ore 17:00
ore 18:00
ore 18:30
ore 19:30
ore 19:30
ore 19:30
ore 20:30
ore 21:30
ore 22:30
ore 23:30
Inizio Torneo Futuro Biancorosso
Torneo Basket G.S. Adriatico
Apertura Museo Biancorosso
Esibizione Calcio a 5 femminile
Apertura Stand gastronomico
Concerto live 2U (U2)
Esibizione Rugby
Assemblea dei Soci Sosteniamolancona
Concerto live Tonight Band (Joe Cocker)
Concerto live Against the Grain (R. Gallagher)
Concerto live Slow Band (CSN&Y)
Campo Dorico
Campo Circoscrizione
Stadio Dorico
Campo Calcio a 5
Pista di atletica
Palco centrale
Campo Dorico
Palco Centrale
Palco Centrale
Palco Centrale
Palco Centrale
PROGRAMMA
Domenica
1 luglio
presentano Roberto Cardinali (Radio Tua) e gli speaker delle altre radio partner
ore 17:00
ore 17:00
ore 18:00
ore 19:00
ore 19:30
ore 19:30
ore 20:00
ore 21:00
ore 21:15
ore 22:15
ore 22:45
Inizio Torneo Futuro Biancorosso
Torneo Basket G.S. Adriatico
Apertura Museo Biancorosso
Concerto live The Jester’s (Marillon)
Esibizione Rugby
Apertura Stand gastronomico
Concerto live 4x70 (Led Zeppelin&Deep Purple)
Premiazioni Tornei
Concerto live Magical Opera (Queen)
Ringraziamenti Sosteniamolancona
Concerto live Still for Tina (Tina Turner)
Campo Dorico
Campo Circoscrizione
Stadio Dorico
Palco centrale
Campo Dorico
Pista di atletica
Palco centrale
Palco centrale
Palco centrale
Palco centrale
Palco centrale
L’organizzazione e l’ottimizzazione tecnica del suono dell’intera manifestazione è a cura
di Marcello Colò
STAY A-LIVE,
ANCONA
Ci fu un giorno, nella vita dei ragazzi di Ancona, in cui, improvvisamente, tutto cambiò.
Accadde nel 1972 all’indomani delle prime scosse di terremoto che costrinsero famiglie a lasciare le case, ne portarono molte nella tendopoli allestita allo stadio Dorico,
altre ad allontanarsi per periodi incerti in case di vacanze o da parenti.
Gli adolescenti del ‘72, passata la paura, vissero un periodo unico ed indimenticabile
della loro storia nei mesi in cui lo sciame sismico continuò a ferire il centro storico della città rendendolo inagibile. Molti di quelli che restarono ad Ancona, con l’incoscienza
e l’incrollabile fiducia nel futuro dei giovani, si trovarono a condividere un’irripetibile
esperienza di “comune” sotto le tende del Dorico. Un evento che permise di allacciare
amicizie, ma anche di godere di una insperata libertà in tempi in cui, di solito, i genitori aspettavano il rientro a casa controllando i secondi di ritardo con il cronometro in
mano. Alla tendopoli del Dorico era diverso, c’era il terremoto. Gli adulti avevano altro
per la testa e si scambiavano preoccupazioni, i ragazzi si defilavano e si ritrovavano
ovunque, tra il centro operativo del Battaglione San Marco e le gradinate, entravano e
uscivano a gruppetti girando senza troppi controlli.
Ad Ancona i ragazzi del ‘72, ovviamente, ascoltavano musica, ma ancora di più, suonavano. Gruppi rock fortemente influenzati dalle band che irrompevano in quegli anni
nella scena musicale internazionale, destinate a cambiare per sempre la musica: Jimy
Hendrix, Pink Floyd ma anche AC/DC, Black Sabbath, Led Zeppelin, Doors, Deep Purple
solo per citarne alcuni. Nessun periodo musicale fu altrettanto prolifico visionario e
rivoluzionario. Un “rinascimento musicale” i cui maestri ancora oggi dettano le pentatoniche di riferimento per tutti.
Ad Ancona i ragazzi del ‘72 si proponevano per concerti pro-terremotati che trovavano
in realtà scarsissima accoglienza tra gli stessi (il gap generazionale picchiava duro),
giravano con le chitarre e i bassi in spalla, tra gli edifici puntellati. Con il terremoto si
erano aperti improbabili spazi per provare insieme. Si chiamavano “i club”.
Nessuno sapeva chi li avesse concessi a chi o chi pagasse un ipotetico affitto, il club
esisteva e basta. Era nel centro storico, spesso nascosto e densamente fumoso. Senza
troppa luce, in palazzi in cui nessuno era rimasto a vivere, con i soffitti assicurati dai
sostegni. Assicurati si fa per dire... nelle sessioni più dure delle prove rock, qualche
calcinaccio che pioveva dall’alto metteva fine agli assolo di batteria, di tastiere, di
chitarre portate all’estremo sacrificio. Che tutto questo non fosse lecito e al contrario
fosse anche un po’ pericoloso non era pensiero che turbasse i ragazzi del ‘72: formare
la band, suonare, registrare, riascoltare, riprovare era l’obiettivo totalizzante di quella
generazione.
Chi suonava e chi si portava dietro i libri per studiare (o fare finta di) dove gli amici
suonavano: la “comune” itinerante continuava a vivere, tra la piccola costellazione di
club semi-clandestini e il “baretto” di Gino in Piazza Cavour, tra il Passetto e il Faro
Vecchio del Cardeto. Un quartiere in cui quasi tutto, della storia musicale dei ragazzi di
Ancona del ‘72, cominciò.
A distanza di 40 anni, la musica che amavano i ragazzi del ‘72 torna al Dorico: i ragazzi
di allora (e quelli di oggi che amano la stessa musica) non hanno perso la voglia di
suonare, di stare insieme, di “fare quello che ci-fa-stare-meglio”. Dopo tanti anni di
nuovo insieme, live, all’aperto, nello stadio-simbolo. Il Concerto Stay A-live del 29-30
giugno e 1 luglio al Dorico è un regalo che i musicisti vogliono fare a questa città che
nel suo periodo più drammatico, quello del terremoto, li ha preservati da ogni pericolo
ma soprattutto deve aver conservato ogni loro nota nascosta tra i vicoli e le case dei
quartieri disabitati. Basta cercarla.
Stay A-live, Ancona, ritroviamoci ancora.
LIVE&LOUD
Ozzy Osbourne tribute
LA MUSICA
C’era proprio bisogno di questo tributo? Sì, perché i tributi a Ozzy Osbourne di solito sono mosci, plastificati,
intenti a emulare l’originale, dimenticandosi di una cosa
fondamentale: la musica di “zio Ozzy” è una cosa sporca, sudata, molesta.
INFERNAL POETRY, ELECTRIC FUNERAL, ROYAL CIRCUS e
KURNALCOOL insieme per un tributo a Ozzy Osbourne
Willy O’Sbornie (voce)
Axo (chitarre)
Masso (basso)
Dr. Bocci (tastiere)
JJ Guasto (batteria)
M.A.D.
Iron Maiden tribute
I M.A.D. nascono attorno alla metà dell’anno 2001. Si esibiscono per la prima volta al
“Mamamia” di Senigallia il 20 aprile 2002 davanti ad un pubblico di circa mille persone. Il repertorio scelto dalla band si basa quasi esclusivamente sui primi cinque album degli Iron Maiden, che secondo i componenti sono i migliori mai
realizzati. Successivamente si sono
permessi alcuni salti in avanti su album successivi con brani come “Wasted years”, “The evil that men do” e
“Fear of the dark”, richiesti a furor di
popolo. La band nel corso degli anni
ha subito alcuni cambi di formazione:
inizialmente il ruolo dei chitarristi era coperto da Alessandro Gioacchini e Leonardo Gatti, successivamente sono subentrati Tommaso Medi e Dario Giacchetti. Gli altri tre
componenti rimangono quindi quelli delle origini e cioè Diego Romagnoli alla batteria,
Giorgio Carradorini al basso e Daniele Bianchelli alla voce.
D.N.A.
Pink Floyd tribute
LA MUSICA
I D.N.A. nascono sui banchi di scuola. All’inizio si suona di tutto con gran fragore e scarsi
risultati. Poi, un giorno, qualcuno compra un disco con una strana copertina: un prisma che
galleggia nel buio... E’ il 1974. Come folgorati sulla via di Damasco, tutte le energie saranno da quel momento impiegate
per riprodurre il sound dei Pink
Floyd, inteso non come semplice riproduzione di note ma come
ricerca dei suoni e studio della
tecnica musicale dei vari componenti. Da quel giorno è passato del tempo; la storia della Band
ha seguito, fra alti e bassi, quelle che sono le normali vicende della vita. Il “presente” dei
D.N.A. inizia nel 1995 quando alcuni dei fondatori della band decidono di ridarle vita. Con
l’inserimento di musicisti più giovani ma di provata capacità e sopratutto “fede Floydiana”. D.N.A. è oggi riconosciuta come una delle migliori tribute band dei Pink Floyd.
Alessandro Carletti (basso, voce)
Paolo Fiorini (chitarra, voce)
David Mancinelli (chitarra, voce)
Marco Mannini (tastiere)
Gianni Zitti (batteria)
Daniela Canova (cori)
Nunzia Senigagliesi (cori)
Robertino Riminucci (sax)
AGORÀ
UNPLUGGED
Renato Gasparini & Gabriele Possenti duo
Agorà è gruppo storico del “progressive” italiano. Formatisi nel 1974, gli Agorà hanno
pubblicato “Live in Montreux” nel 1975, “Agorà 2” nel 1978 e “Ichinen” nel 2010.
La versione acustica unplugged viene proposta dal duo chitarristico Renato Gasparini
(membro fondatore) e Gabriele Possenti (virtuoso del fingerpicking); le atmosfere mediterranee tipiche del gruppo si fondono
con toni etnici e meditativi in una sonorità acustica raffinata e ricca di caldi temi
melodici. Il lavoro è ispirato dalla lettura
dei principi buddisti di N. Daishonin e ne
coglie la fiducia nella “rivoluzione umana” individuale, per creare valore nel rispetto della sacralità della vita e dell’ambiente. I brani ripercorrono l’attivita’ degli
Agorà con pezzi inediti e rivisitazioni dei
brani originali. E’ previsto l’intervento di Roberto Bacchiocchi, pianista membro del
nucleo originale degli Agorà. Il concerto fa parte del Senzatomica tour (evento mondiale
per sensibilizzare lo smantellamento totale delle armi nucleari), a cui hanno partecipato
anche in Italia cantautori e band italiane (tra gli altri Carmen Consoli, Banda Bardot).
2U
U2 tribute
LA MUSICA
I 2U nascono nel 2003, un travolgente quartetto che ripropone al
meglio le più belle canzoni della
band irlandese. La carismatica voce
di Fabrizio trascinata dalla chitarra di Andrea, dal basso di Fabio e
dalla batteria di Lorenzo, per una
repertorio che riprende le storiche
canzoni della band dal loro inizio
nel 1980 fino agli ultimi successi
del 360° Tour. Un concerto pieno di
emozioni, per una serata piena di tanto rock targato U2.
TONIGHT BAND
Joe Cocker tribute
La Tonight Band nasce giocoforza
sulla scia della più famosa e soprattutto conosciuta Smile Orchestra in
quanto gli elementi di spicco di quest’ultima sono gli stessi che hanno
fondato questa nuova band, vale a
dire: Enrico Ragni (voce), Norberto
Anselmi (chitarra), Ricky Camponi
(batteria), Mauro Orlando (piano),
Emanuele Fiordelmondo (sax), Enrico Micantonio (basso). Dopo trentanni passati ad esibirsi nelle piazze
di mezza Italia suonando di tutto, dal
rock al pop, dal soul alla disco, ecco
che alle soglie della “noia musicale”
dopo il solito concerto di una serata
di fine maggio 2009, nella mente di Big Enrico scatta l’idea: “Torniamo da dove eravamo partiti”, vale a dire Woodstock. Inseriti nell’organico l’hammondista Marco Rutolo,
la seconda chitarra Claudio Badalini e le due splendide vocalist Claudia Cerioni e
Alessandra Gallicchio il gioco è fatto. Trascinata dal capo carismatico Big Enrico (la somiglianza fisica con Cocker è impressionante) la Tonight Band fa un concerto stupendo,
sciorinando tutti i brani più belli del mitico cantante scozzese.
All’interno dell’esibizione della Tonight Band è prevista la partecipazione straordinaria
di Maurizio “Motorì” Varano, che appositamente per l’evento tornerà ad Ancona a 25
anni di distanza dal trasferimento (per motivi di lavoro) in Norvegia.
AGAINST THE GRAIN
Rory Gallagher tribute
LA MUSICA
Nati nel 2007, gli Against the Grain vedono un inizio molto difficile fatto di poche serate. Presi da una voglia irrefrenabile di suonare e rendere omaggio a Rory Gallagher, il
chitarrista Massimo Cerioni e il bassista Fabiano Ferraioli scelgono Simone Medori
alla batteria e Luigi Catalani alla voce, dando vita così all’attuale formazione. Massimo
è un amante del genere ed ottimo
chitarrista con anni di esperienza,
così come Luigi che oltre a cantare mantiene viva l’esecuzione dei
brani di Rory, suonando anche una
seconda chitarra e un’armonica.
Fabiano al basso è un’ottima presenza, preciso e soprattutto con parecchia esperienza musicale sia in
campo pratico che teorico. Il batterista, Simone, è il piu giovane della
formazione (tutt’ora studia musica e si diletta in vari generi, per il blues ha scelto di interpretare ed eseguire i brani di Gallagher) ma il feeling con il basso di Fabiano è comunque
elevato grazie a precedenti esperienze che i due hanno avuto in altri gruppi: ciò permette
una buona linea ritmica, decisamente fondamentale in questo genere musicale.
Gli Against the Grain sono decollati con la prima serata all’irish pub “Donegal” di Ancona
e successivamente si sono esibiti in locali e in festival, senza farsi mancare tuttavia
concerti esclusivamente loro in spazi aperti e con un buon numero di spettatori.
SLOW BAND
Crosby Still Nash & Young tribute
Daniele Pauri suona la chitarra
dall’età di 14 anni. Vanta numerosissime esperienze professionali: in
studio con Alberto Radius, Massimo
Luca (chitarrista acustico tra gli altri di Lucio Battisti e Mina), Alfredo
Golino e tanti altri; jam session con
Airto Moreira (Weather Report, Miles
Davis); spettacoli con Artur Miles e
James Thompson, componenti della
band di Zucchero. Ha frequentato
vari seminari tra i quali quello “ragtime” con Stefan Grossman e quello fusion-blues con Scott Anderson. Esperto conoscitore di tecniche fingerstile, slide guitar, accordature aperte e quant’altro.
Daniele “Pula” Pauri (voce, chitarra, dobro, mandolino)
Francesco Pauri (voce, chitarra)
Paolo Pezzoli (voce, basso)
THE JESTER’S
Marillion tribute
LA MUSICA
La passione per i Marillion e per il rock progessive contagia e ha contagiato tutti i componenti del gruppi, alcuni da molto tempo, altri da poco, ma con uguale intensità. E’ da
questa comune passione che prendono forma i “The Jester’s”, gruppo che vuole stupire
ed emozionare. Lo spettacolo proposto è un tributo vero, genuino e allo stesso tempo
originale, non una fotocopia. Un omaggio ad una band che ora non esiste più in questa
formazione, la formazione con Fish
alla voce.
Gabriele Carbonari (voce)
Luca Lazzaro (chitarra)
Andrea Brunelli (batteria)
Paolo Osimani (basso)
Daniele Calaciura (tastiere)
Sonia Ciccolini (cori)
4x70
Led Zeppelin e Deep Purple tribute
Cover band marchigiana, i Quattro per ‘70 si sono formati nel lontano 1997 ad opera del
batterista Mauro Mancini e del chitarrista Andrea Conti cui si sono aggiunti al basso
Luca Cannarella ed alla voce solista e chitarra ritmica Gabriele Carbonari. La formazione attuale vede il bassista Claudio “Sgana” Panariello al posto di Luca Cannarella
uscito dal gruppo nell’autunno del
2005. Il genere di cover dei Quattro per ‘70 è appunto il rock anni
Settanta quello, per intenderci, dei
Led Zeppelin, Deep Purple, Jimi
Hendrix, Jethro Tull, Pink Floyd.
Tra i componenti della band merita una citazione il bassista Jack
Lucchetti che occasionalmente sostituisce Claudio Panariello
quando quest’ultimo è impegnato
con altri gruppi.
MAGICAL OPERA
Queen tribute
LA MUSICA
Il progetto Magical Opera nasce nei
primi mesi del 2009. Un emozionante
omaggio agli immortali Queen, senza imitazioni, con fedele cura delle
sonorità. Viaggiando tra le note delle magiche canzoni che continuano
a far emozionare intere generazioni, l’intento dei Magical Opera, così
come i Queen facevano, è di lasciare
un segno durante i loro stravaganti
concerti. Fabio alla voce, con Andrea alla chitarra, Niccolò alla batteria, Alessandro al basso e Antonio al piano e tastiere faranno rivivere le emozioni che
solo la “Regina” continua a far provare... We will rock you!
STILL FOR TINA
Tina Turner tribute
Gli Still for Tina rappresentano l’evoluzione ed il perfezionamento di un
esperienza nata qualche anno fa, quando la band decise di rendere omaggio
alla grande icona del rock Tina Turner,
proponendo concerti a lei interamente
dedicati. Dopo mesi di intense prove e
preparativi, il 28 ottobre 2010 al Teatro
Astra di Castelfidardo questo lavoro si è
concretizzato con un primo grande spettacolo, seguito da altri concerti sold out. La formazione costituita da sei musicisti, una lead vocal, due backing vocals ed un corpo di ballo di cinque
elementi, ripercorre attraverso i successi dell’acid queen statunitense, le tappe fondamentali
della sua lunga e fantastica carriera, proponendo una grande performance musicale e uno
spettacolo entusiasmante con scenografie travolgenti e giochi di luci fantastici, mentre su un
grande schermo posizionato dietro al palco scorreranno le immagini tratte da foto, videoclip,
e concerti live della rock star. Da sempre uniti nella comune convinzione dell’importanza che
ricopre la musica nel sociale, gli Still for Tina con il loro spettacolo hanno deciso di sostenere
la difficile battaglia combattuta ogni giorno dallo IOM (Istituto Oncologico Marchigiano).
Cristiana “Tina” Beato (voce)
Nunzia “Nunny” Senigagliesi (backing vocals)
Alessandra “Miracle” Gallicchio (backing vocals)
Emiliano “Bino” Beato (tastiere)
Andrea “Tower” Torretta (batteria)
Matteo “Teo” Duca (basso)
Roberto “Robysax” Riminucci (sax)
Riccardo “Rik” Nisi (chitarre)
Maurizio “Apache” Toni (chitarre)
CORPO DI BALLO
Silvia Donati (coreographer)
Lucia Antonelli
Noemi Ombrosi
Valentina Zitti
Giovanni Libro
TORNEO FUTURO BIANCOROSSO – MEMORIAL MASSIMO MIRTELLI
(calcio a 9, categoria Esordienti)
LO SPORT
ANCONA
ASSATA SHAKUR
CRAL ANGELINI
DORICA TORRETTE
FALCONARESE
MARINAMONTE
VIGOR SENIGALLIA
ESIBIZIONE CALCIO A CINQUE FEMMINILE
(categoria Giovanissimi – Annate ’97, ’98 e ’99)
ATLETICO CHIARAVALLE
RED LYONS ANCONA
Venerdì 29
TORNEO/ESIBIZIONE BASKET (organizzazione NBA)
(Annate 2000 e 2001)
Sabato 30 e Domenica 1
TORNEO/ESIBIZIONE BASKET (Organizzazione G.S. ADRIATICO)
(Annate ’98 e ’99)
Sabato 30 e Domenica 1
ESIBIZIONE RUGBY (Organizzazione UNIONE RUGBISTICA ANCONITANA)
ASSEMBLEA DEI SOCI DI
GLI EVENTI
SOSTENIAMOLANCONA
Il 30 giugno alle ore 20:30 avverrà l’annuale assemblea dei soci di Sosteniamolancona che dovrà discutere dei temi proposti dal Direttivo, oltre a procedere alla rielezione dei rappresentanti l’associazione all’interno del CdA dell’Ancona. Le operazioni di voto inizieranno alle ore 21:30.
Sosteniamolancona, fondata il 6 agosto 2010, ha contribuito in maniera fondamentale alla ricostruzione di una nuova società che potesse rappresentare
la città di Ancona. Il trust ha ora circa 1.000 membri, raccolti sotto il motto “la
nostra passione non retrocede”.
LA NOSTRA
MEMORIA
Durante i concerti live verranno proiettate sul maxischermo le immagini di Ancona e della tendopoli dello Stadio Dorico durante il terremoto del 1972. Il prezioso materiale è tratto dagli archivi di Rai Marche e del Resto del Carlino.
CUORE BIANCOROSSO
All’interno dello Stadio Dorico verrà allestita una mostra riguardante materiale
storico biancorosso. Grazie alla collaborazione di alcuni collezionisti, tutti tifosi
dorici, verranno esposte maglie storiche dell’Ancona, un modo per ripercorrere attraverso simboli e colori alcuni momenti memorabili di oltre trent’anni di
“passione” biancorossa.
PARTECIPAZIONE E
SOLIDARIETA’
Sport, musica, cultura, ma anche partecipazione e, soprattutto, solidarietà.
Con l’obiettivo di provare a contribuire alla ricostruzione dopo il terremoto che
ha violentemente colpito l’Emilia Romagna. Nei tre giorni della Festa Dorica
sarà infatti possibile effettuare offerte volontarie, oppure acquistare “Orgogliosamente Ancona”, libro sulla storia dell’Ancona e del movimento ultras dorico:
la somma raccolta andrà a formare la goccia nel mare della solidarietà proterremotati. Sarà in vendita anche il volume “Benvenuta Signora Biancorossa”, libro uscito nel 1992 in occasione della prima, storica promozione in serie
A dell’Ancona: il ricavato sarà devoluto alla Croce Gialla di Ancona. Non solo,
perché il palco della Festa Dorica ospiterà anche i rappresentanti dei lavoratori
delle aziende del territorio che vivono un momento difficile.

Documenti analoghi