Occhio agli occhiali da sole - Società Italiana di Oftalmologia

Commenti

Transcript

Occhio agli occhiali da sole - Società Italiana di Oftalmologia
Società Italiana Oftalmologia Legale
OCCHIO AGLI OCCHIALI DA SOLE
IL DIRITTO AL BENE DELLA VISTA
La scelta di un buon paio di occhiali da Sole non è un atto banale,
legato esclusivamente alla moda.
La protezione degli occhi dai raggi solari, in particolare di
determinate lunghezze d'onda, è estremamente importante per
prevenire patologie e danni, anche gravi, alla vista.
La semplice/normale luce della gamma visibile, anche se può talvolta
risultare fastidiosa, non è però generalmente dannosa: la forte
luminosità provoca, come reazione dell'occhio, il restringersi
dell'iride (miosi pupillare) che riduce la
quantità di raggi luminosi che penetrano nell'occhio.
Più insidiosa è l'azione delle gamme non visibili dello spettro
solare, specialmente dei raggi ultravioletti (UV-A, UV-B): hanno
lunghezze d'onda che vanno da 400 a 290 nm/nanometri = miliardesimi
di metro. Non sono visibili, però hanno una grande capacità di
provocare danni all'occhio: i più importanti sono cheratiti (alla
cornea),alterazioni lacrimali, cataratta, sofferenze retiniche fra
cui soprattutto le maculopatie degenerative, ovvero la prima causa
di cecità nei Paesi industrializzati.
L'origine di queste patologie sta nell'impatto energetico degli
ultravioletti: si aggiunge il problema che, non essendo essi
visibili, la reazione pupillare risulta modesta, inferiore a quel
che sarebbe necessario per limitare l'arrivo degli ultravioletti sul
cristallino e poi sulla retina.
L'accresciuto
arrivo dei raggi ultravioletti nell'ambiente
terrestre, in parte legato al noto assottigliamento degli strati
atmosferici protettivi ('buco ozono'), in parte alla tendenza ad
abbronzature naturali o artificiose che comportano una sempre
maggiore esposizione 'ultravioletta', ha messo ancor più in evidenza
l'importanza e la necessità di utilizzare protezioni UV molto
efficaci.
Quindi è particolarmente raccomandabile utilizzare occhiali da Sole
con lenti di giusta qualità e fabbricate secondo le regole indicate
dagli oftalmologi e stabilite dagli enti comunitari: lenti che
assorbano il 100 per cento dei raggi UV e fino al 96 per cento del
violetto/blu.
OCCHIO AL RISCHIO CONTRAFFAZIONI
E' necessario, all'atto dell'acquisto, verificare la presenza della
marcatura 'CE' indelebile sulla montatura e le informazioni sulle
caratteristiche tecniche della montatura e delle lenti, le eventuali
limitazioni d'uso, l'indicazione del grado di protezione dai
raggi ultravioletti e i dati del produttore e/o distributore.
Perché produttore & distributore? La massiccia diffusione in questo
settore di prodotti contraffatti costituisce una vera minaccia, e
molto pericolosa, per la salute dell'occhio/vista.
Per ovviare a questo problema,
da Sole solo da un
vanno acquistati pure
gli occhiali
negozio ottico di accertata serietà.
COME SCEGLIERE UN BUON OCCHIALE DA SOLE
I parametri fondamentali sono semplici e chiari, e generalmente
possono essere ben identificati nella scelta di una montatura
abbastanza ampia da adattarsi bene alla propria faccia, con nasello
e lunghezza delle stanghette di dimensioni appropriate, che
permettano cioè all'occhiale di poggiare confortevolmente sul
naso,in una posizione tale da non disturbare il campo
visivo laterale durante la guida, in maniera stabile e senza
scivolare verso il basso, cosa magari fastidiosa e che comunque
riduce l'efficacia della protezione, perché apre spazi maggiori
all'arrivo di raggi ultravioletti laterali.
.
Le lenti 'polarizzate'
Devono essere innanzitutto quotate sulle caratteristiche di
filtrazione ultravioletta e schermatura: quest'ultimo parametro
viene indicato secondo una scala che va da 0-nessuna filtratura) a
5-schermatura massima, però inadatta per la guida.
Le filtrature più vantaggiose risultano pertanto quelle comprese fra
2 e 4.
VEDERNE DI TUTTI I COLORI
Si deve comunque ricordare che le lenti
di colori 'forti' alterano
la percezione dei colori dell'ambiente esterno, quindi anche delle
eventuali luci disegnalazione, semafori etc.
Per questa ragione lo standard adottato per l'utilizzo - ad esempio
– in aviazione è il grigio neutro, che attenua la luminosità senza
alterare in maniera significativa i colori.
Meno indicati sono invece il blu e l'arancione.
Le lenti gialle o arancione chiare aumentano il contrasto e pertanto
sono indicate giusto in condizioni di bassa luminanza ambientale e
basso contrasto: nebbia, pioggia, foschia ...
**********
prof. Sergio Angeletti
Responsabile Commissione Informazione e Rapporti Mass Media
SIOL-Società Italiana Oftalmologia Legale
www.unicorno.it
www.oftalmologialegale.it

Documenti analoghi