Motori e riduttori Sensori di vibrazione Impianto di filtrazione

Transcript

Motori e riduttori Sensori di vibrazione Impianto di filtrazione
N° 3 • Marzo 2008
Impianto di filtrazione
Sensori di vibrazione
i cui elementi filtranti si autorigenerano
e moduli per accelerometri piezoelettrici
Pmpo di Calderara Di Reno (BO)
produce attualmente un sistema innovativo,
sintesi della vasta esperienza acquisita nel risolvere i più diversificati problemi di
filtrazione dei lubrorefrigeranti.
Con l'adozione
di questo sistema si ottiene la microfiltrazione che consente di avere alte prestazioni in termini di qualità dei
pezzi lavorati e durata degli utensili e del lubrorefrigerante, il tutto salvaguardando l'ambiente di lavoro.
La personalizzazione dell'impianto di filtrazione permette di soddisfare le più svariate esigenze. Gli elementi filtranti vengono autorigenerati e sono di lunga durata;
il grado di filtrazione può essere modificato sostituendo semplicemente gli elementi filtranti.Il liquido così trattato consente di abbassare la rugosità ottenibile sul pezzo e la mola mantiene più a lungo il taglio, limitando
la frequenza della diamantatura.
Elap di Corsico
(MI) presenta la
serie di trasmettitori denominata IT, Intellingent
Transmitter. La
caratteristica innovativa del prodotto è che i moduli della serie
IT si interfacciano ai normali accelerometri piezoelettrici e permettono di ottenere un sistema di monitoraggio semplice senza ricorrere a costosi apparati esterni. La serie
comprende tre tipologie di prodotto, che possono operare separatamente oppure in sinergia. Il trasmettitore It si interfaccia ad un accelerometro piezoelettrico e
ne converte il segnale, fornendo in uscita un segnale a
4-20 mA contemporaneamente al segnale dinamico. In
questo modo è possibile collegare un accelerometro ICP
ad un sistema PLC e allo stesso tempo avere a disposizione un'uscita dinamica per l'analisi più approfondita della vibrazione.
SLI 20221 su www.tim-info.com/ita
SLI 20222 su www.tim-info.com/ita
SLI 18867 su www.tim-info.com/ita
Encoder incrementale
per l'installazione integrata
L'encoder
incrementale
CB59, è il
nuovo
modello
presentato da Lika di Carré (VI) ed
introdotto nella
gamma
Rotapuls.
Grazie alle sue caratteristiche, l'encoder è l'ideale per
l'installazione integrata nei servomotori, nei brushless
e nei motori in generale. Il CB59 è un encoder ad uscita sinusoidale, con risoluzione massima di 2048 PPR.
Lo strumento, che gode di grado di protezione IP40,
è utilizzabile in ambienti di lavoro dove le temperature sono elevate (-20°C + 100°C) e soprattutto nei
sistemi sottoposti a urti o vibrazioni. L'encoder è realizzato con l'uscita cavo radiale/assiale, progettata
per permettere l'installazione direttamente all'interno del motore.
SLI 20223 su www.tim-info.com/ita
SLI 20193 su www.tim-info.com/ita
Motori e riduttori
protetti dalle infiltrazioni e modulari
Motive di
Montirone
(BS) ha presentato la serie di motori
Delphi. Motori finalmente ergonomici, più belli,
più solidi, più
accessibili al
cablatore, più
protetti dalle infiltrazioni, più modulari, sempre predisposti per
alimentazione tramite inverter e dai contenuti tecnici privi di qualsiasi compromesso. Poi, alla fine del
2004, ha lanciato la sua nuova gamma ai riduttori a
vite senza fine serie BOX. Quest'ultima, è una conferma della filosofia di Motive di offrire sempre prodotti qualitativamente al top, con caratteristiche di serie quali cuscinetti conici, nilos, tappi di rabbocco, livello e sfiato, possibilità di montaggio in tutte le posizioni senza necessità di specificarle nell'ordine, ed
altre ancora. Le serie Delphi e BOX sono state brevettate in tutta Europa.
SLI 20289 su www.tim-info.com/ita
SLI 18018 su www.tim-info.com/ita
27

Documenti analoghi