Sculture da ridere

Commenti

Transcript

Sculture da ridere
MARZO
2013
AREZZO
Sculture da ridere
A Montevarchi una mostra dedicata a caricature e satira nell’arte italiana
EVENTI • Fatto e contraffatto, falsi a opera d’arte ad Anghiari • Valdarno la casa del jazz: prosegue la kermesse
Nightlife • Ristoranti da gustare, locali e tanto altro da provare TUTTOMESE • Pillole dei principali appuntamenti
2
3
ingiro
Sculture da ridere
Tra Otto e Novecento
A Montevarchi una mostra dedicata a caricature e satira nell’arte italiana
Curata da Alfonso Panzetta raccoglie oltre 170 opere tra terrecotte, bronzi, gessi, dipinti
Neve e ciaspole
a Badia Prataglia
S
’intitola “Sculture da ridere. Da Adriano Cecioni
a Quinto Ghermandi. Tra
Ottocento e Novecento,
un secolo di caricatura e satira nella scultura italiana” l’esposizione
allestita dal 10 marzo al 19 maggio
nello spazio mostre temporanee
“Ernesto Galeffi” de “Il Cassero
per la scultura italiana dell’Ottocento e del Novecento” di Montevarchi. Curata da Alfonso Panzetta, la mostra raccoglie oltre 170
opere tra terrecotte, bronzi, gessi,
disegni e dipinti che svelano per la
prima volta un secolo di caricature
e satira nella scultura italiana.
Tra le opere esposte una dozzina
saranno dei macchiaioli, Adriano
Cecioni e Angiolo Tricca tra terrecotte policrome e tavole caricaturali. Umberto Tirelli, reggiano che ha
vissuto a lungo a Bologna, grande
disegnatore di caricature per i più
importanti periodici italiani tra la
fine del XIX e l’inizio del XX secolo, sarà presente con oltre venti caricature in terracotta dipinta, tutte
assolutamente inedite, tra le quali
quelle di Giosuè Carducci, Gu-
glielmo Marconi, Eleonora Duse,
Emma Gramatica e Primo Carnera. Poi tavole colorate e un grande
dipinto inedito raffigurante il “Caffè Nazionale di Bologna”, popolato delle caricature degli artisti. Di
Cleto Tomba, bolognese, sono state selezionate una trentina di terrecotte policrome di grande effetto,
molte delle quali inedite, mentre
di Quinto Ghermandi sarà esposto
un importantissimo nucleo (circa
sessanta pezzi) di piccole terrecotte policrome satirico-caricaturali
mai presentate prima e di soggetto
politico, riferite a personalità della
Prima Repubblica come Nilde Jotti, Berlinguer, De Mita, Andreotti,
Napolitano, Pertini, Craxi, Fanfani,
Spadolini e Di Pietro.
In allestimento figurano anche opere di Leonardo Bistolfi, Enrico Caruso, Ettore Ximenes, Felice Tosalli,
Giuseppe Renda, Timo Bortolotti,
Rodolfo Castellana, Amilcare Guido e Renato Brozzi. Inaugurazione
sabato 9 marzo ore 10.30. Orario:
giovedì e venerdì 10-13 e 15-18; sabato e domenica 10-13 e 15-19, primo
giovedì del mese 21.30-23.30.
Info: 055.9108274, www.ilcasseroperlascultura.it
Fino al 17 marzo, a Badia Prataglia prosegue l’interessante
iniziativa per vivere l’inverno nel
Parco Nazionale delle Foreste
Casentinesi. Tutte le domeniche
mattina, sarà possibile partecipare a escursioni guidate con le ciaspole per camminare nel bosco
coperto da soffice neve e vivere
un’esperienza unica e magica,
alla ricerca di luoghi trasformati, straordinari e inaspettati. La
partenza è alle ore 9.30: dopo
l’incontro con la guida si partirà
per la suggestiva escursione
alla scoperta del bosco vestito
di colori e atmosfere invernali.
L’iniziativa prevede la possibilità
di pranzare presso le strutture
convenzionate.
Info: 335.7987844,
www.parcoforestecasentinesi.it
OlioGustando
Sapori in rassegna
Proseguono gli appuntamenti con Oliogustando, la rassegna organizzata da Strada del vino Terre di Arezzo che dà la possibilità
di degustare, presso ristoranti selezionati della provincia, menù
che valorizzano l’olio extravergine di oliva Toscano Igp Colline
di Arezzo. Il prossimo appuntamento è per il 28 febbraio all’Osteria Torre Santa Flora di Subbiano. Il menù prevede: carpaccio
di vitella marinato all’olio d’oliva, scaglie di Grana e misticanze
invernali; tortelli ripieni di porcini con ragù di salsiccia in bianco; stinco di vitella al forno con patate al rosmarino e fagioli
all’olio d’oliva; crostatina all’olio d’oliva e nocciole. In abbinamento vino della Strada del Vino Terre di Arezzo. Ecco invece il
calendario di marzo: il 7 all’Osteria dell’Oca Satolla di Laterina;
il 14 a La Nena di Anghiari; il 21 a Il Goccino di Lucignano; il 26
marzo al ristorante La Curia di Arezzo. Stasera, 22 febbraio cena
al ristorante Logge Vasari di Arezzo.
Info: www.stradadelvino.arezzo.it
Foiano in maschera
Ultimi due giorni in compagnia del Carnevale di Foiano
della Chiana. Sabato 2 marzo, alla Galleria Furio del Furia degustazione e merenda “cenata” con prodotti tipici della Valdichiana e scambio di figurine dell’album del
Carnevale di Foiano. L’appuntamento con la grande chiusura è per domenica 3, quando per le strade del centro sfileranno ancora una volta i quattro grandi carri allegorici,
appartenenti ai cantieri di Azzurri, Bombolo, Nottambuli
e Rustici, oltre alla premiazione del primo concorso “Reginetta del Carnevale”. Non mancherà il Carnevale dei
Bambini e l’immancabile chiusura con Re Giocondo che,
dopo aver fatto pubblico testamento, verrà dato alle fiamme nella spettacolare cerimonia della rificolonata.
Info: www.carnevaledifoiano.it
4
ingiro
Fatto e contraffatto
Falsi a opera d’arte
Al Museo Statale di Palazzo Taglieschi di Anghiari UNA mostra sulla contraffazione
In programma giornate-studio sul tema da prospettive e punti di vista diversi
F
ino al 9 giugno, al museo di Palazzo Taglieschi ad Anghiari, è allestita “Arte della Contraffazione – Contraffazione dell’Arte”. L’occasione è stata fornita dalla scoperta di un
falso inedito di Alceo Dossena (1878-1937): una Madonna col Bambino, scultura in legno policromato,
alta 170 cm, firmata Vecchietta, oggetto di un recente
intervento di restauro e di una campagna diagnostica
che ha rivelato procedure esecutive di estremo interesse. Le opere esposte, affiancate da documentazione inedita e da referti diagnostici, si avvicendano sviluppando i vari aspetti del tema.
In una delle salette al piano terreno è inoltre allestita
per tutta la durata dell’iniziativa la “bottega del falsario”: un ambiente nel quale si potranno osservare le
varie fasi della preparazione di un falso, a partire dal
caso “classico” di un dipinto su tela (preparazione,
stesura del colore, invecchiamento). Nell’ambito della
mostra, la Soprintendenza Bapsae ha organizzato una
serie di giornate-studio sul tema dell’arte della contraffazione delle opere che consentono di ascoltare
il relatore accompagnandolo lungo il percorso della
mostra in diretto rapporto con le opere esposte. Ecco
i prossimi appuntamenti: martedì 26 febbraio (ore
10) “Storie di Falsi: Alceo Dossena”, relatore Patrizia
Cappellini e “Il falso Vecchietta: fatti e misfatti”, relatore Paola Refice. Martedì 26 marzo (ore 10-13) ecco
invece “Falsi, Guardie e Ladri”, una “Tavola rotonda
sul mercato antiquario”, relatori Adriana Capriotti e
Pierluigi Puglisi.
Si proseguirà ad aprile, martedì 23 con “Falso e fotografia - La documentazione fotografica: lusinghe e
insidie dell’immagine” con Costanza Caraffa, e “Falsificare l’immagine, storia e tecnica” con Alessandro Benci. Chiuderà il ciclo, venerdì 24 maggio “Ma
è proprio falso? Il misterioso caso di un dipinto di
Leonard Sarluis (1874-1947)” con Luisa Caporossi e
“Falso e diagnostica”, relatore Rossella Cavigli.
Info: 0575.788001, www.sbappsae-ar.beniculturali.it
Gruppo Teatrale Sangiovannese
in scena al Teatro Capodaglio
Il Gruppo Teatrale Sangiovannese, con la regia di Gerardo Caso,
dopo trent’anni di vernacolo fiorentino, quest’anno si cimenta in
una commedia di diverso spessore e cosa ancora più particolare
non in vernacolo. Domenica 3 marzo (ore 17) sarà sul palco del
teatro Capodaglio di Castelfranco di Sopra, con “La fortuna con la
Effe maiuscola” uno dei più grandi successi del Teatro Umoristico
dei fratelli De Filippo. Un trionfo personale di Eduardo e Peppino
che ne furono i primi interpreti. Commedia degli equivoci, costruita sulle tragicomiche disavventure di un poveraccio perseguitato
dalla sfortuna, la cui soluzione imprevista ha il sapore dello sberleffo confermando. Commedia esilarante, ma mai superficiale,
capace di trarre dal fondo della farsa una specie di disperazione
drammatica che si esprime per parole cariche di umanità.
Info e prenotazioni: 055.9149219, 348.6820064
In hoc signo vinces
C’è tempo fino al 10 marzo per visitare “In hoc signo vinces”, la mostra ospitata presso la Basilica di San Francesco ad Arezzo, realizzata in
apertura delle iniziative per il XVII centenario dell’Editto di Costantino,
strettamente legato al tema della libertà religiosa e culturale. Per questo
evento, l’allestimento museale della Basilica è stato rinnovato, a partire
dalle due grandi bussole vetrate dalle quali sono visibili “Il sogno di Costantino” di Piero della Francesca, la grande Croce lignea del Coro e il
prezioso Reliquiario in avorio della Croce Santa di Cortona. Il nuovo allestimento, progettato e realizzato dalla Soprintendenza grazie al contributo di Banca Etruria, prevede anche una nuova illuminazione di tutte le
cappelle, compresa la Cappella Bacci, in modo da valorizzare le superfici
decorate e minimizzare l’impatto visivo delle fonti luminose.
5
ingiro
Valdarno
La casa del jazz
Prosegue la stagione della kermesse con interpreti italiani e internazionali
La chiusura è affidata agli Yellow Jackets, mitica band statunitense di fusion
P
rosegue e si concluderà, a marzo, il cartellone di Valdarno Jazz, la kermesse jazzistica
diretta dal sassofonista Daniele Malvisi e
dal contrabbassista Gianmarco Scaglia, in
collaborazione con Eventi Music Pool. Fino al 22
marzo, ancora tanti momenti di grande musica che
si terranno tra l’Auditorium Le Fornaci a Terranuova
Bracciolini, l’Auditorium Comunale di Montevarchi
e il Teatro Bucci di San Giovanni Valdarno. Domani,
sabato 23 febbraio (Terranuova) doppio appuntamento: in apertura il Progetto Originals del quartetto di Gianmarco Scaglia, omaggio al suono acustico
degli strumenti del musicista emiliano. A seguire il
Quartetto di Carmelo Emanuele Patty, vincitore del
concorso Jazz by the pool 2012 per nuovi talenti della musica contemporanea. Stesso palco, il 1° marzo,
per Emanuele Cisi, sassofonista torinese tra i più apprezzati che incontra il contrabbassista e compositore Massimiliano Rolff e il grande batterista newyorkese Eliot Zigmund, leggenda del jazz americano. Il
10 marzo (Montevarchi) sarà la volta del duo formato dal vocalist anglo-italiano Alan Farrington e dal
chitarrista Sandro Gibellini, a cui seguirà, sempre a
Montevarchi, il 17 marzo, il Valdarno jazz ensemble.
La chiusura del festival, il 22 marzo (San Giovanni
Valdarno), sarà affidata agli Yellow Jackets, mitica e
longeva (dal 1977) band statunitense di jazz e fusion,
in cui compaiono giganti del genere del calibro del pianista Russell Ferrante, del bassista Felix Pastorius, del
batterista Will Kennedy e del sassofonista Bob Franceschini. In programma anche due mostre d’arte, a ingresso libero: la prima, “L’evoluzione della batteria nel
jazz”, a cura di Alessandro Bianchini, presenta una collezione di batterie d’epoca (dal 1° marzo, Auditorium
Le Fornaci; in replica il 22 marzo al Teatro Bucci); la
seconda, “Riservato agli amici del Valdarno Jazz”, raccoglie scatti di Carlo Braschi, fotografo ufficiale del
Festival che ha immortalato i protagonisti delle 20
edizioni passate (dal 16 marzo a Le Fornaci).
Info: 339.4762352, valdarnojazzfestival.wordpress.com
Kawka e Guang, serata con l’Ort
Il 29 marzo (ore 21.15) appuntamento all’Auditorium Arezzo Fiere
e Congressi per una serata all’insegna della musica classica con
l’Orchestra della Toscana, inserita nel cartellone della stagione
concertistica del Comune di Arezzo. Daniel Kawka direttore principale dell’Ort, torna con uno speciale concerto tutto dedicato a
Beethoven. In programma l’Ouverture dal “Coriolano”, la “Pastorale” e il Quarto Concerto op.58. A impreziosire la formazione
Chen Guang, talentuoso pianista di Pechino, appena diciottenne.
Un talento precoce e straordinario che nel 2009 è stato selezionato dalla pianista italiana Enrica Ciccarelli tra i migliori allievi
della prima edizione del Beijing International Piano Festival, ricevendo il diploma d’onore e suonando nel concerto finale presso
il Conservatorio Centrale di Pechino. Da allora continua i suoi
studi di perfezionamento con Enrica Ciccarelli in Italia.
Info: 0575.377503, www.comune.arezzo.it
Bucine in scena
Tre, a marzo, gli appuntamenti al teatro comunale di Bucine.
Martedì 12 (ore 21.15) in scena Pippo Delbono con i suoi “Racconti di giugno”. Sabato 16 sarà invece la volta di Diesis Teatrango con “Sacco e Vanzetti. Il racconto di una storia italiana”.
Lo spettacolo, progetto e regia di Moreno Betti, vede in scena
Eleonora Abate, Alessandro Badii, Moreno Betti, Cristina Fineschi e Vanessa Torcasso, con le musiche di Luca Maria Cecchi
(chitarra) e Giovanni Zito (percussioni). Sabato 23 (ore 21.15),
infine, la compagnia Carullo-Minasi presenterà “Due passi
sono” di e con Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi. Vincitrice
del concorso nazionale In-Box 2012, la piece vede in scena due
piccoli esseri umani, un uomo e una donna dalle fattezze ridotte, che si ritrovano sul grande palco dell’esistenza.
Info: www.reteteatralearetina.it
6
in&out
Le Mirage
Pete Doherty Show
Manca poco e l’artista inglese animerà la serata del locale aretino
Domani sera si esibirà con il repertorio dei suoi più grandi successi
C’
è fermento a Le Mirage di Monte San
Savino (viale Santa Maria Vertighe) per
la serata di domani, sabato 23 febbraio,
che vedrà protagonista della scena Pete
Doherty. L’artista internazionale, cantante e musicista
inglese, leader dei Babyshambles, attore e compositore (con Carl Barât) è fondatore del gruppo The Libertines, con il quale ha raggiunto la notorietà. Lo show
di Peter [email protected] Party sarà incentrato sui successi pubblicati da solista, con entrambi i gruppi.
Sabato 29 marzo è im programma una serata-eventoche avrà come ospiti star internazionali. Per il
resto, Le Mirage continua a offrire le proprie notti
scoppiettanti. La discoteca dispone di tre sale: Male
Room con musica contemporanea, Aquarius Club
con musica house e il privè Dubai Club Restaurant
con musica commerciale vintage. Le Mirage non è
nuova a questo calibro di ospiti. Infatti, in questa discoteca si sono svolti negli anni passati concerti con
personaggi come Edoardo Bennato, Gino Paoli e
Anna Oxa. Alla consolle si sono alternati poi i deejay
italiani più importanti: Coccoluto, Ricky Montanari, Flavio Vecchi, Alex Natale, Massimino Lippoli,
Marco Trani, Ralf, oltre a Franco Moiraghi e un dj
all’epoca giovanissimo, Gianluca Ghezzi. Non meno
importanti i dj stranieri come Kelly Carpenter, Tony
Humphries, Roger Sanchez e il giapponese Satoshi
Tomiie. Nel 1998, Le Mirage ha vinto il premio come
migliore discoteca style d’Italia (è stato premiato nel
1998 anche con il Bybloscar) che veniva assegnato
dal Byblos di Riccione.
L’evento è organizzato in collaborazione con il Grace
di Arezzo, club adatto a un pubblico giovane e adulto,
alla ricerca di serate raffinate, ma anche pensato per
portare nella città toscana una ventata europea e, appunto, internazionale. Prevendite disponibili anche su
ticket one e booking show.
Info: 340.0003076, 347.4720189
Sapori capaci di conquistare il palato di tutti, che si caratterizzano
per la genuinità e la semplicità, quelli dell’Antica Osteria dell’Agania
di Arezzo. Nel menù ecco funghi e tartufi delle colline toscane, la bistecca e il filetto di vitello allevato in Val di Chiana, la carne di suino
e cacciagione nostrale. E poi ancora asparagi selvatici e specialità
della casa. Anche i dolci non sono mai lasciati al caso, oltre a essere
rigorosamente di produzione propria. Dunque, nell’Antica Osteria
Agania si possono ancora trovare i profumi e sapori di una volta, in
un perfetto binomio con le bellezze artistiche che la circondano. Infine, la Vineria, spazio dedicato alle degustazioni, con una proposta
rappresentata da antipasti, affettati, vini e formaggi del territorio.
Info: 0575.295381, 0575.300205 (vineria), www.agania.it
Casa Volpi
Il gusto della tradizione
dei vini comprende oltre cento etichette, tra prodotti
nazionali, locali e fuori dai confini italiani. Particolare
attenzione viene data ai piatti preparati con prodotti di
stagione, dal fagiolo zolfino, al pollo del Valdarno. Aperto dalle 7 alle 22. La parte ristorante è chiusa il lunedì.
Residenza d’epoca della fine del 1700, immersa nel verde con una
suggestiva veduta sull’intera città medievale di Arezzo (in via Martini), “Casa Volpi” è sia hotel che ristorante. Lo chef prepara numerosi piatti della tradizione toscana: le zuppe, le paste fatte in casa,
le migliori carni nostrali, le crostate con le marmellate dei frutti
del giardino. Il ristorante è gestito direttamente dalla famiglia Volpi
che vanta un’esperienza più che trentennale nel settore. Da sempre
legata alla terra, questa famiglia è impegnata anche nella gestione
dell’azienda agricola, ubicata in Valdichiana, da dove provengono il
vino rosso della casa, il vinsanto e l’olio extravergine di oliva.
Info: 055.9850530, www.coffeegallo.com
Info: 0575.354364, www.casavolpi.it
Coffee Gallo style
È caffetteria, ristorante e wine bar il Coffee Gallo di
Montevarchi. Il locale si trova in via Leopardi, propone
ai clienti un’offerta a 360 gradi ed è anche Aibes Point
n°17 della sezione Toscana dell’Associazione italiana
barman e sostenitori. La proposta spazia tra aperitivi,
colazioni, proposte per la pausa pranzo e cene di qualità. Il menù è principalmente a base di terra. La carta
Agania
cibo e vino di qualità
7
8
inpillole
GLI EVENTI DEL MESE A PORTATA DI PAGINA
un tè con gli Etruschi
Si svolgeranno a marzo gli ultimi appuntamenti al Museo Archeologico
delle Acque di Chianciano Terme
(Si), con gli incontri del sabato pomeriggio (ore 17) dedicati al mondo
dell’archeologia e non solo. Gli eventi sono realizzati in collaborazione
con l’associazione Geoarcheologica
di Chianciano Terme. Sabato 2 “La
guerra del Peloponneso” con Marco
Mengoli, sabato 9 “Storie di famiglie
chiusine fra il periodo etrusco e l’età
romana” con Enrico Benelli, sabato
16 “Immagini di un mondo: l’Atene
del V secolo attraverso i suoi vasi”
con Cristina Servadei.
Info: 0578.30471,
www.archeochianciano.blogspot.com
Pratosex
Festa dell’erotismo
Arriva PratoSex, festa internazionale dell’eros in città. Appuntamento venerdì 15, sabato
16 e domenica 17 marzo all’Esta
Forum di Prato quando Corrado Fumagalli presenterà l’evento, fra live show, performance,
spettacoli, privé e mercatini.
Ospite speciale, sabato 16 marzo, sarà Rocco Siffredi.
Info: www.pratosex.it
Come Bartolini
A regola d’arte
Domenica 17 marzo, dalle 16
alle 18, nella suggestiva cornice
delle Antiche Stanze di Santa
Caterina, a Prato, l’associazione Artemìa riproporrà “Come
Lorenzo Bartolini. Un bozzetto… a regola d’arte”, laboratorio
espressivo per i più piccoli e
visita guidata per gli adulti: un
insolito e divertente incontro
con Lorenzo Bartolini, per conoscere, divertendosi, le opere del grande scultore pratese.
Info e prenotazioni: 340.5101749,
[email protected]
Politeama pratese
Tra musica e musical
Al Ridotto del Politeama pratese
prosegue “Politeama in primo
piano”, rassegna a cura di Mirko Guerrini. Martedì 12 marzo
(ore 21.15) ecco Jacopo Martini
Euroswinger quartet: Jacopo
Martini (lead guitar, composition), Andy Aitchinson (violin),
Tommaso Papini (rhythm guitar), Antonio Licusati (double
bass). Martedì 26, (ore 21.15)
sarà la volta di “Atmosphere”
per saxofono solista, Alda delle
Lucche, e quartetto di saxofoni, Quartetto Arabesque (Lucia
Danesi, Giulia Fidenti, Giada
Moretti e Michela Ciampelli).
Sabato 2 (ore 21) e domenica 3
marzo (ore 16) inoltre, debutte-
rà, in prima nazionale, “Louis,
il musical diabolico” opera teatrale totalmente inedita, scritta
nel 2010 dalla giovane fiorentina Vittoria Spaccapietra, per
la regia di Michela Mirabucci.
Parte dei ricavi dello spettacolo sarà devoluta in beneficenza,
a favore dell’ospedale Meyer di
Firenze.
Info: 0574.603758,
www.politeamapratese.com
Rush finale
agli Impavidi
Ultimi appuntamenti al Teatro
degli Impavidi di Sarzana (Sp).
La stagione si chiude con una
grande interprete del teatro
italiano, Franca Valeri, protagonista il 29 marzo (ore 21) di
“Non tutto è risolto”. Anche a
lei, come a Lucia Bosè, la Città di Sarzana consegnerà una
targa alla carriera. Per la rassegna “Altra Scena”, appuntamento il 28 febbraio (ore 21)
con la compagnia Teatro Tre e
le “Variazioni Enigmatiche” di
Eric Emmanuel Schmitt scritto
e diretto da Roberto Menconi.
Una commedia con i tratti di un
giallo psicologico ricco di colpi
di scena. Il 9 marzo (ore 21) la
Compagnia Ordinesparso di
Giovanni Beretta porterà invece
“Igor”. Chiuderà la stagione il
23 e 24 marzo (ore 21) il Teatro
Ocra con “Freaks” un format di
Diego Garbini. Dieci spettacoli
in 90 minuti tra musica, teatro,
poesia, danza, video e foto. Domani, 23 febbraio, ecco Mauro
Monni con “l’’isola delle rose”.
Info:
www.orchestramassacarrara.it
Grandi e Piccini
tutti al Francini
Per i bambini appuntamento
a Casalguidi (Pistoia), al Teatro Francini. Martedì 12 marzo
(ore 10.30) tutti pronti a scoprire “La vera storia della non-
na di Cappuccetto Rosso” (età
consigliata 4-10 anni). Per la
stagione di prosa, sabato 16 (ore
21) ecco invece “Ticket e Tac,
divagazioni in pillole semiserie
su salute e benessere”. Lo spettacolo è di Alessandro Binim,
Katia Beni, Donatella Diamanti,
Bruno Magrini e Anna Meacci,
con Katia Beni e la stessa Anna
Meacci, per la regia di Carmen
Femiano. Uno show esilarante,
che traendo ispirazione da divagazioni, letture, storie vere, curiosità e testimonianze intime,
lascia tanti spunti di riflessione.
Info: 0573.917414
Rassicurati in scena
Giovedì 7 marzo, al teatro dei
Rassicurati di Montecarlo (Lu),
arriverà “Uno, nessuno e centomila”, classico di Luigi Pi-
randello nell’adattamento di
Giuseppe Manfridi. Giancarlo
Cauteruccio, patron del Teatro
Studio di Scandicci, dirige Fulvio Cauteruccio, Monica Bauco
e Laura Bandelloni, amalgamando il drammaturgo siciliano con
il suo grande amore per Beckett.
Martedì 19, sarà la volta de “La
lettera” di Nullo Facchini e Paolo Nani. Nani, uno dei massimi esponenti del “teatro fisico”
porta in scena questo piccolo
gioiello di precisione scenica e
capacità attoriale: solo sul palco,
con un tavolo, una valigia e pochi oggetti, l’artista riesce a dare
vita a quindici microstorie, tutte con la medesima trama, ma
interpretate ogni volta in modo
diverso.
Info: 0583.22517,
www.comune.montecarlo.lu.it
OGNI MESE IN REGALO
CON LA NAZIONE
Segnala gli eventi a
[email protected]
grafica: www.kidstudio.it