campo medicina sportiva - tattica individuale e

Transcript

campo medicina sportiva - tattica individuale e
9-10-11 Maggio 2008 - Sportilia (FC)
“LA FORMAZIONE TECNICA, TATTICA, ATLETICA E
MENTALE DEL GIOVANE CALCIATORE”
L’Associazione Italiana Allenatori di Calcio e la Federazione Italiana Gioco Calcio S.G.S. dell’Emilia Romagna in
collaborazione con Isokinetic e con il Gatorade Sports Science Institute, presentano a livello Nazionale il 7° Stage di
aggiornamento AIAC-FIGC che si svolgerà a Sportilia, rivolto a tutti gli Istruttori di settore giovanile abilitati e non, associati
AIAC e non, aperto anche a dirigenti, giocatori ed appassionati di calcio.
“Allenare è sinonimo di una serie di azioni che spaziano dall’educare, al gestire, all’insegnare, al comandare, al programmare e infine
allo scegliere… Se un solo allievo, dopo un allenamento o una partita, torna a casa senza sorriso, io come suo istruttore ho fallito...
Gli istruttori che si concentrano sulla tattica e sul fisico, lavorano solo per se stessi e per un riscontro immediato, quelli invece che
puntano sulla tecnica applicata,
applicata, pensano al bene del ragazzo, ponendo in secondo piano la gloria personale… Per l’istruttore,
l’allievo deve essere il centro del mondo, la squadra deve lavorare per l’allievo, insegnare e vincere non debbono essere parole in
antitesi e l’istruttore
l’istruttore deve sempre essere al servizio del miglior giocatore possibile.”
Massimo De Paoli: come allenare la tecnica calcistica e il gioco di squadra, tramite i movimenti senza palla
Tra la partenza e il traguardo c’è tutto il resto…e il resto è “costruire”…e costruire è sapere e potere rinunciare alla perfezione.
Mike Antoniades: come allenare e sviluppare la velocità nei giovani calciatori
Molti allenatori credono che la velocità sia qualcosa con la quale si nasce piuttosto che un’abilità che si può allenare e sviluppare. L’aspetto
genetico è naturalmente molto importante e determina sia la composizione che la struttura fisica dell’atleta, oltre alla capacità di diventare
più forte e maggiormente potente. Tuttavia, forza e potenza sono soltanto due componenti della velocità e svolgono un ruolo fondamentale
nel determinare quanto velocemente un atleta possa correre in linea retta. Il calcio però è uno sport multidirezionale e quindi l’abilità di
correre in linee rette o la capacità di sollevare pesi elevati in palestra, non necessariamente si trasferisce in modo soddisfacente su un
campo di calcio.
Christian Lattanzio: come allenare la forza mentale nel settore giovanile
L’allenamento della “Forza Mentale” riveste una grande importanza nella preparazione dei giovani calciatori, siano essi di elite oppure di
livello semi-professionistico. Ciononostante, l’allenamento della “Forza Mentale” (Mental Strength Training) viene spesso sottovalutato,
oppure affrontato in modo superficiale. Infatti, sebbene noi allenatori passiamo gran parte del nostro tempo a formare i nostri giocatori sotto
l’aspetto tecnico, tattico e fisico, quanto tempo dedichiamo al loro allenamento mentale affinchè raggiungano il massimo delle loro capacità,
settimana dopo settimana?
Giorgio Pivotti: come allenare la posizione frontale attiva e la difesa elastica con il controllo visivo attivo
Dopo aver classificato i gol in due grandi categorie, “Evitabili” ed “Imparabili”, ho preso in esame il gruppo dei gol “Evitabili” che sono circa il
60%, studiando come si possono prevenire e quindi eludere con l’applicazione delle due regole da cui dipendono, la posizione frontale
attiva ed il controllo visivo attivo. Detto obiettivo è strettamente collegato alla nuova “Difesa Elastica” e sarà sviluppato in campo con
esercitazioni specifiche di tattica individuale e collettiva, da me elaborate.
Giulio Sergio Roi: La valutazione funzionale, quali test per il giovane calciatore
La valutazione funzionale è uno strumento che fornisce importanti informazioni su moltissime variabili legate alla prestazione sportiva del
calciatore. Ne consegue che i test effettuabili sono anch’essi moltissimi e spesso non è facile districarsi tra le varie proposte che sono più o
meno di moda anche in ambito giovanile. Compito dell’allenatore è scegliere i test che possano effettivamente aiutarlo nel suo lavoro di ogni
giorno, ma ciò potrà essere fatto solo partendo da un modello prestativo che deve essere chiarito a priori.
PROGRAMMA
Venerdi 9 Maggio 2007
Ore 11.00 - 14.45
Ritrovo a Sportilia, registrazione, sistemazione e ritiro materiale didattico.
Ore 15.00 - 15.15
Saluto del Coordinatore FIGC del S.G.S. Emilia Romagna Umberto Molinari, del Presidente nazionale
S.G.S. Massimo Giacomini e dei Presidenti A.I.A.C. Emilia M. Fogliani e A.I.A.C. Romagna F.
Cappucci.
Ore 15.15 - 19.00
1° incontro (Mike Antoniades all. UK Uefa A e Christian Lattanzio specialista in Mental Training)
Ore 19.30 - 20.30
Cena
Ore 21.00 - 21.45
2° incontro (Giorgio Pivotti allenatore di calcio di 3° categoria)
Ore 21.45 - 23.30
3° incontro (Mike Antoniades all. UK Uefa A e Christian Lattanzio specialista in Mental Training)
Sabato 10 Maggio 2007
Ore 8.00 - 8.45
Colazione
Ore 9.00 - 11.00
4° incontro (Mike Antoniades all. UK Uefa A)
Ore 11.15 - 12.15
5° incontro (Giorgio Pivotti allenatore di calcio di 3° categoria)
Ore 12.45 - 14.00
Pranzo
Ore 15.00 - 19.00
6° incontro (Massimo De Paoli allenatore Giovanissimi Nazionali – F.C. INTER)
Ore 19.30 - 20.30
Cena
Ore 21.00 - 22.30
7° incontro (Giulio Sergio Roi direttore Education Research Department Isokinetic)
Ore 22.30 - 23.30
8° incontro (Massimo De Paoli allenatore Giovanissimi Nazionali , F.C. INTER)
Domenica 11 Maggio 2007
Ore 8.00 - 8.45
Colazione
Ore 9.00 - 9.30
9° incontro (Nicola Sponsiello Gatorade Sports Science Institute)
Ore 9.30 - 12.00
10° incontro (Massimo De Paoli allenatore Giovanissimi Nazionali – F.C. INTER)
Ore 12.00 - 12.15
Chiusura corso, distribuzione attestati e saluti
Ore 12.30
Pranzo
INFORMAZIONI UTILI
“SPORTILIA” si trova nel comune di Santa Sofia (FC),
loc. Spinello (Tel. 0543 – 996133 – www.sportilia.it).
SPORTILIA, la città dello sport, situata a 850 metri
sull’appennino tosco-romagnolo, è un centro sportivo
residenziale che offre un ambiente naturale unico, tra
prati e boschi, con attrezzature per tutti gli sport
(palazzetti con 3 campi in parquet, campi da calcio in
erba e sintetico, centro fitness ) e con i seguenti servizi:
camere di 1° categoria, centro congressi, ristoran te, bar.
Per chi viaggia in A14, uscita Cesena Nord, poi
superstrada E45, direzione Roma, uscita per S. Piero in
Bagno di Romagna e direzione “Passo del Carnaio” e
Spinello (da Bologna circa 150 km).
QUOTE DI ISCRIZIONE
Il corso avrà luogo solo se si raggiungeranno i 20 iscritti.
Iscrizioni a numero chiuso: max 200 posti.
Il corso è aperto a tutti (non è vincolante essere allenatori
abilitati o associati AIAC) .
La quota di iscrizione per il corso completo è di 160 euro
(per gli associati AIAC 140 euro).
La quota comprende:
1. due giorni in pensione completa a Sportilia
(2 colazioni, 2 pranzi, 2 cene, 2 pernottamenti, con
bevande comprese)
2. Programma tecnico e materiale didattico (dispensa di
tutti gli interventi)
3. Attestato di partecipazione
Quote extra: 45 euro (per gli associati AIAC 30 euro)
per 1 giorno di corso con 1 pranzo compreso.
45 euro (1 pernottamento + 1 colazione)
55 euro (1 cena + 1 pernottamento + 1 colazione)
MODALITÀ DI ISCRIZIONE
A mezzo fax: 051– 6514286) conferma di adesione allo
stage specificando nome, cognome, indirizzo, recapiti
telefonici, allenatore abilitato o no, associato AIAC o no e
taglia T-shirt.
A mezzo e-mail: all’indirizzo [email protected]
conferma di adesione allo stage specificando nome,
cognome, indirizzo, recapiti telefonici, allenatore abilitato
o no, associato AIAC o no e taglia T-shirt.
Tutte le iscrizioni dovranno essere accompagnate dalla
ricevuta di pagamento di 60 euro (anticipo quota stage).
Il saldo della quota di partecipazione sarà pagato al
momento della registrazione, venerdì 9 maggio 2008.
VERSAMENTI
A mezzo bonifico bancario: c.c. n° 1582 intestato AIAC
Bologna presso B.N.L. – ag. 6 via Bertini 1 - Bologna
Iban IT38M0100502408000000001582
(specificare nella causale bonifico: “7° Stage AIAC -FIGC
2008 a Sportilia, cognome e nome partecipante/i)
RINUNCE
La quota di anticipo versata sarà restituita, detratta dalle
spese di segreteria, solo in caso di rinuncia entro e non
oltre il 5 maggio 2008. Qualora il partecipante allo stage
interrompa il soggiorno per motivi familiari o personali,
non avrà diritto ad alcun rimborso.
CONTATTI ED INFORMAZIONI
AIAC Bologna
Via De Gasperi 42 - 40132 Bologna
Tel. 051 – 3143868 (Lunedì dalle 16 alle 19)
www.aiacbo.it - E-mail : [email protected]
INFO LINE
Grassi Giovanni (AIAC Bologna)
051 - 6514233 (orario uff.) 051 - 6951200 (ore 14-22)
cell. 338 - 4691853 (ore 17-22)
Chili Maurizio (AIAC Bologna) cell. 347 - 8771600
Fogliani Mauro (AIAC Emilia) cell. 340 -1441002
9-10-11 Maggio 2008 - Sportilia (FC)
PROGRAMMA DEGLI INCONTRI
“LA FORMAZIONE TECNICA, TATTICA, ATLETICA E
MENTALE DEL GIOVANE CALCIATORE”
1° Sessione
AULA-CAMPO
VENERDÌ 9 MAGGIO 2008
APERTURA LAVORI, PREPARAZIONE ATLETICA E MENTALE
Ore 15.00 – 15.15
Apertura lavori e saluto del Coordinatore FIGC-S.G.S Emilia Romagna Umberto Molinari, del
Presidente FIGC-S.G.S nazionale Massimo Giacomini, dei Presidenti A.I.A..C. Emilia Mauro
Fogliani e A.I.A.C. Romagna Franco Capucci.
Ore 15.15 – 16.00
Ore 16.00 – 16.45
Ore 17.00 – 19.00
Come sviluppare e allenare la Velocità nel calcio giovanile - 1° parte aula (Mike Anoniades)
L’allenamento della Forza Mentale nel calcio giovanile – 1° parte aula (Christian Lattanzio)
Come sviluppare e allenare la Velocità nel calcio giovanile - 2° parte campo (Mike Anoniades)
2° Sessione
AULA
TECNICA DI DIFESA - PREPARAZIONE ATLETICA E MENTALE
Ore 21.00 - 22.00
Ore 22.00 – 22.45
Ore 22.45 – 23.30
Analisi e proiezione del filmato dei gol “Evitabili” ed “Imparabili” (Giorgio Pivotti)
L’allenamento della Forza Mentale nel calcio giovanile - 2° parte aula (Christian Lattanzio)
Come sviluppare e allenare la Velocità nel calcio giovanile - 3° parte aula (Mike Anoniades)
3° Sessione
CAMPO
PREPARAZIONE ATLETICA E TATTICA DI SQUADRA PER IL GIOCO DI DIFESA
Ore 9.00 - 11.00
Ore 11.15 - 12.15
Come sviluppare e allenare la Velocità nel calcio giovanile - 4° parte campo (Mike Anoniades)
L’allenamento della Posizione Frontale Attiva e della Difesa Elastica (Giorgio Pivotti)
4° Sessione
CAMPO
Ore 15.00 - 19.00
SABATO 10 MAGGIO 2008
TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE
Allenare la tecnica calcistica tramite i movimenti senza palla e l’inserimento del giovane portiere
nel gioco di squadra (Massimo De Paoli)
5° Sessione
AULA
MEDICINA SPORTIVA - TATTICA INDIVIDUALE E DI SQUADRA
Ore 21.00 - 22.30
Ore 22.30 - 23.30
Valutazione funzionale: quali test per il giovane calciatore (Giulio Sergio Roi)
Il gioco del calcio senza palla - 1° parte in palestra (Massimo De Paoli)
6° Sessione
CAMPO
Ore 9.00 - 9.30
Ore 9.30 - 12.00
Ore 12.00 - 12.15
DOMENICA 11 MAGGIO 2008
MEDICINA SPORTIVA - TATTICA INDIVIDUALE E DI SQUADRA
Metodo di verifica della idratazione tramite un test da campo (Nicola Sponsiello)
Il gioco del calcio senza palla - 2° parte in campo (Massimo De Paoli)
Chiusura corso, distribuzione attestati e saluti
I RELATORI
DE PAOLI MASSIMO - allenatore professionista di 2° categoria, laureato in Architettura e dottore di ricerca in disegno e rilievo dell’architettura e
dell’ambiente, assistente nella facoltà di Scienze Motorie dell’Università Cattolica di Milano. Ha allenato per 15 anni nel settore giovanile del Brescia
nelle categorie Giovanissimi, Allievi e Primavera, da cui molti atleti poi hanno raggiunto i massimi livelli, fra i quali Pirlo, Diana, Bonazzoli, Baronio,
Bonera, Guana e Agliardi. Da 4 anni allena i giovanissimi nazionali dell’Inter, con i quali ha vinto il titolo di campione d’Italia nel 2006. Autore di
numerosi articoli sulla tecnica calcistica pubblicati dalla rivista “Il Nuovo Calcio”, dei libri “Calcio: lo spazio e il tempo nelle situazioni di gioco” e “I gesti
tecnici e il pensiero tattico…”
ANTONIADES MIKE - svolge la professione di Coach da 26 anni ed ha lavorato in Gran Bretagna, Europa e Stati Uniti. Nel corso della sua carriera,
Mike ha collaborato con numerosi atleti professionisti e con squadre di varie discipline sportive: calcio, rugby, basket ed atletica leggera. Mike detiene
la qualifica “UEFA A” di allenatore di calcio oltre ad essere uno specialista dell’allenamento della velocità, della forza e della riabilitazione da infortuni
sportivi. Tiene seminari sia in Europa che negli Stati Uniti, dove è stato invitato dall’Università di Sheffield e dalla St Mary’s University. Il lavoro di Mike
con atleti e squadre d’elite è stato documentato da numerosi giornali e riviste specializzate quali, ad esempio, Running Fitness, The Times, Mirror,
Daily Mail, Ultrafit e le sue metodologie di allenamento sono state filmate dal programma della BBC “Sports Academy”. Gran parte del lavoro e della
reputazione professionale di Mike viene dallo sviluppo di tecniche innovative riguardo l’allenamento della velocità (Speed Development) che lo ha
reso celebre e noto presso numerosi atleti professionisti di alto livello sia nel Calcio (Premiership) che nel Rugby. Ciononostante, il lavoro di Mike è
accessibile a tutti e viene seguito ed applicato da numerose Academies (Settori Giovanili Professionistici) del Calcio inglese tra i quali Chelsea FC,
Chelsea Academy, Crystal Palace, Balckburn Rovers, West Ham United, Fulham, Stoke City, Ipswich Town. È il fondatore ed il direttore tecnico del
centro Sport Dimesions. (www.sportdimensions.com)
LATTANZIO CHRISTIAN - 35 anni, Italiano di nascita, vive e lavora in Inghilterra da oltre 10 anni. Dopo aver conseguito i patentini UEFA di
allenatore di calcio è stato assunto dal West Ham United dove ha operato per quattro anni, in qualità di allenatore nel settore giovanile e di Project
Manager. Da oltre sei anni a questa parte, completati gli studi ed un Master in psicologia cognitiva con specializzazione nella Performance, svolge la
professione di Mental Strength Trainer collaborando quotidianamente, oltre che con numerosi calciatori professionisti di Premiership e Championship,
con atleti d’elite di varie discipline tra le quali: rugby, atletica leggera, basket, boxe, triathlon, ciclismo, alpinismo, canottaggio. La scorsa stagione
calcistica (2006/07), Christian è stato consulente e responsabile del Mental Strength Training delle Under 18 di Tottenham Hotspurs, West Ham
United e West Bromwich Albion per lo sviluppo dell’allenamento e della forza mentale nei giovani calciatori, inoltre è Direttore del Mental Strength
Department di Sport Dimensions. Collabora anche con la Premier League riguardo lo sviluppo del programma di Mental Training e di Mental Skills per
i settori giovanili di tutte le squadre appartenenti alla Premiership. Inoltre, parte del lavoro di Christian si basa sulla comunicazione, sulle dinamiche di
gruppo e su come ottimizzare la performance sportiva e psico-fisica.
Dallo scorso Agosto, Christian lavora a tempo pieno con la prima squadra del West Ham United in qualità di Players Liaison. In Italia, Christian
collabora, con NLP Italy, organizzazione per la quale (insieme a Claudio Belotti) è Trainer e responsabile del corso di “Mental Training, Level 1 and
2”. Infine, ha scritto e scrive articoli di allenamento mentale per riviste e website specializzati quali, ad esempio, BBC Sport, www.calciatori.com,
Cycling Weekly, www.basketnet.it.
GIORGIO PIVOTTI – Nato a Ro in provincia di Ferrara, risiede a Castelfranco Veneto (TV), diplomato in ragioneria e abilitato allenatore di calcio di 3°
categoria dal 1978. Ha allenato a livello dilettantistico in settore giovanile e prime squadre. Dal 1985 si occupa dello studio dei gol evitabili ed
imparabili, analizzando i filmati che ora fanno parte della sua videoteca, registrati da partite di campionati professionistici nazionali ed esteri.
Le sue prime considerazioni in materia sono state pubblicate fin dal 1989 sulla rivista dell’AIAC, l’Allenatore. Negli anni successivi mette a punto
alcune esercitazioni specifiche per la tattica difensiva individuale e di squadra con l’obiettivo di ridurre il più possibile il numero dei gol evitabili,
formulando altresì le due regole di riferimento: la posizione frontale attiva ed il controllo visivo attivo.
Partendo dall’applicazione del controllo visivo attivo nei gol evitabili, ha elaborato e sviluppato un nuovo modello di tattica difensiva, che ha chiamato
“Difesa Elastica”, moderna evoluzione della difesa a Zona e a Uomo.
Nel 2004 pubblica il libro “Dizionario-Glossario del Gioco del Calcio”, prima opera del genere con oltre 2300 voci, che raccoglie le parole, i termini e le
espressioni del linguaggio tecnico e del gergo calcistico. Di prossima pubblicazione è il suo nuovo libro “Mondiali di calcio Germania 2006”.
GIULIO SERGIO ROI - Nato a Verona, laureato in Medicina e Chirurgia è specializzato in Medicina dello Sport presso l’Università degli Studi di
Milano. Autore di numerose pubblicazioni, ha condotto ricerche di fisiologia applicata, antropometria, metabolismo energetico, biomeccanica,
traumatologia dello sport e riabilitazione sportiva.
Socio fondatore della Federazione Sport d’Alta Quota (FSA) con la quale ha partecipato a varie spedizioni sull’Himalaya, ha collaborato con varie
Federazioni Sportive Nazionali, partecipando come medico di squadra a numerosi raduni e competizioni nazionali ed internazionali. Ha collaborato e
collabora per la valutazione funzionale con numerose squadre di calcio professionistiche. Attualmente è direttore di Education Research Department
Isokinetic a Bologna.
NICOLA SPONSIELLO - Specialista in scienza dell’alimentazione e responsabile per l'Italia del Gatorade Sports Science Institute.
FEDE SPORTIVA, ovvero passione e professionalità al servizio di chi vive lo sport.
Erreà sport è realtà leader nel mondo dell’abbigliamento sportivo, grazie soprattutto alla qualità del materiale prodotto. Una
caratteristica eccellente che permette all'azienda di rispondere tempestivamente alle esigenze sempre nuove di un mercato
dinamico.
Il cuore operativo si trova a San Polo Torrile (Parma, Italia), dove si sviluppano tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione al prodotto
finito.
Agli oltre 15.000 mq attuali si sta inoltre affiancando il nuovo edificio che ospiterà la rinnovata area progettazione modelli, l’area
marketing e la grande zona espositiva con ben cinque sale campionario.
Proprio in questo "percorso qualità" sta il grande valore aggiunto di Erreà, che gestisce dal primo all'ultimo passaggio l’intera filiera
produttiva; dalla scelta dei filati allo studio dei prodotti, dalla confezione dei capi alla consegna grazie alla gestione flessibile e
puntuale del magazzino.
Il risultato finale è di alto livello: la combinazione di tessuti tecnici e linee accattivanti, unite alle caratteristiche di confort e resistenza
essenziali per l'attività sportiva a qualsiasi livello.
La crescita strutturale di Erreà testimonia della ricerca di obiettivi ambiziosi, resi possibili grazie al mix tra qualità del prodotto e
assistenza professionale fornita ai propri clienti. Affidabilità e competenza dunque, unite ad una serie di "plus" che l'azienda "mette in
campo" per consolidare il ruolo di leadership nel mondo dell’abbigliamento tecnico sportivo.

Documenti analoghi