PERCHÈ UTILIZZARE LA FACCIATA VENTILATA IN TERRACOTTA?

Commenti

Transcript

PERCHÈ UTILIZZARE LA FACCIATA VENTILATA IN TERRACOTTA?
LIZZAZIONI
e e
PERCHÈ UTILIZZARE LA FACCIATA
VENTILATA IN TERRACOTTA?
COMUNICAZIONE
DOWNLOAD
CHI SIAMO
PARTNERS
CONTATTI
JOB
Cerca Home \ APPROFONDIMENTI \ Perchè utilizzare la facciata ventilata in terracotta?
Perchè utilizzare la facciata ventilata in terracotta?
La facciata ventilata in cotto Terreal è un sistema di chiusura verticale opaca, nella quale una lama d’aria ha la funzione di
interrompere la continuità fisica tra il rivestimento e gli strati della parete stessa.
Il sistema, interamente montato a secco, è costituito da un rivestimento di facciata (come una “pelle” dell’involucro) in elementi di
cotto realizzati per estrusione – dotati di ottime qualità estetiche, acustiche e termiche – e messi in opera tramite dispositivi di
sospensione e fissaggio meccanico appositamente progettati.
Gli elementi sono realizzati a partire da particolari argille selezionate per questo tipo di produzione, in impianti che sfruttano le più
moderne tecnologie.
I vantaggi che comporta l'utilizzo del nuovo sistema Terreal si concentrano soprattutto sul benessere dell'edificio e dei
suoi utenti e sono legati alla protezione dall'acqua e dagli agenti atmosferici, al suo ottimo comportamento termo­
igrometrico ed energetico e, infine, all’isolamento acustico dei locali interni.
A questi si possono aggiungere ulteriori vantaggi: la possibilità di smontaggio dei singoli elementi e, quindi, di intervento puntuale in
caso di manutenzione della struttura e, in tempi di grande attenzione verso le tematiche ambientali ed energetiche, la
minimizzazione dell’impatto ambientale dell’edificio nell’intero suo ciclo di vita – comprese le fasi di costruzione e di futura
dismissione – per effetto dell’assemblaggio a secco dei componenti.
Per quanto riguarda la protezione dell'edificio dall'acqua e dagli agenti atmosferici in generale, la tipologia dei rivestimenti di
facciata garantisce una protezione della struttura estremamente efficace nei confronti dell'azione combinata di pioggia e vento,
grazie alla continuità del rivestimento esterno, alle sue modalità di vincolo e alla presenza dell’intercapedine ventilata, condizioni
queste che consentono di mantenere asciutto lo strato di isolante e la contro­parete interna.
Tutto ciò comporta vantaggi sia in termini di durabilità che in termini di efficienza energetica: infatti, gli strati più interni del
rivestimento di facciata, restando al riparo dall'azione dell'acqua e degli altri agenti atmosferici, non sono soggetti ai tensionamenti
dovuti ai cicli di assorbimento e rievaporazione e, quindi, alla loro azione di degrado; inoltre, l'isolante interno rimane asciutto e
l’edificio non subisce l’incremento di dispersioni che, in caso contrario, sarebbero dovute al temporaneo aumento della conducibilità
termica.
Relativamente al comportamento termo­igrometrico ed energetico, il sistema di facciata ventilata si basa su un fenomeno fisico
della circolazione dell'aria, il cosiddetto "effetto camino": l'intercapedine d'aria, interrompendo la continuità degli strati della parete,
permette la formazione di un flusso d’aria naturale di tipo ascendente. Tale fenomeno si autoregola in funzione delle condizioni
ambientali esterne e fornisce al sistema un comportamento dinamico, che asseconda le contrapposte esigenze della stagione
estiva e di quella invernale.
I vantaggi sono numerosi e tutti di grande rilievo. In primo luogo, la netta riduzione dei carichi termici estivi dell’edificio, grazie al
controllo solare operato dal rivestimento esterno e dalla ventilazione dell’intercapedine che “intercettano” la radiazione solare
Tutto ciò comporta vantaggi sia in termini di durabilità che in termini di efficienza energetica: infatti, gli strati più interni del
rivestimento di facciata, restando al riparo dall'azione dell'acqua e degli altri agenti atmosferici, non sono soggetti ai tensionamenti
dovuti ai cicli di assorbimento e rievaporazione e, quindi, alla loro azione di degrado; inoltre, l'isolante interno rimane asciutto e
l’edificio non subisce l’incremento di dispersioni che, in caso contrario, sarebbero dovute al temporaneo aumento della conducibilità
termica.
Relativamente al comportamento termo­igrometrico ed energetico, il sistema di facciata ventilata si basa su un fenomeno fisico
della circolazione dell'aria, il cosiddetto "effetto camino": l'intercapedine d'aria, interrompendo la continuità degli strati della parete,
permette la formazione di un flusso d’aria naturale di tipo ascendente. Tale fenomeno si autoregola in funzione delle condizioni
ambientali esterne e fornisce al sistema un comportamento dinamico, che asseconda le contrapposte esigenze della stagione
estiva e di quella invernale.
PERCHÈ UTILIZZARE LA FACCIATA
VENTILATA IN TERRACOTTA?
I vantaggi sono numerosi e tutti di grande rilievo. In primo luogo, la netta riduzione dei carichi termici estivi dell’edificio, grazie al
controllo solare operato dal rivestimento esterno e dalla ventilazione dell’intercapedine che “intercettano” la radiazione solare
incidente sulla facciata, con la conseguente parziale riflessione della radiazione solare e la dissipazione di buona parte del calore
assorbito operata dalla ventilazione. Si verificano, quindi, la riduzione della trasmissione di calore tra ambiente interno ed esterno,
per effetto della possibilità di realizzare un isolamento termico omogeneo e continuo e la riduzione del rischio di condensa
all’interno degli strati della parete, causa di danneggiamento della struttura sia dal punto di vista fisico che prestazionale. Infine,
grazie alla ventilazione dell’intercapedine d’aria, si verifica un rapido smaltimento verso l’esterno del vapore acqueo prodotto dagli
ambienti interni.
L'ultimo indubbio vantaggio garantito riguarda l'isolamento acustico degli ambienti: i rivestimenti delle pareti ventilate in cotto
Terreal favoriscono la riflessione e l’assorbimento dei rumori esterni, contribuendo al soddisfacimento dei requisiti acustici passivi
imposti dalle attuali normative.
approfondimenti-tetto/perche-utilizzare-la-facciata-ventilata-in-terracotta
1/2