«ET VERBUM CARO FACTUM EST»

Commenti

Transcript

«ET VERBUM CARO FACTUM EST»
Una voce cristiana nella tua casa
n. 45 - Novembre/Dicembre 2005
Milano. Duomo. “La Natività”, particolare di una vetrata.
«ET VERBUM CARO FACTUM EST»
Cari amici,
«E il Verbo si è fatto carne». Con questa professione di fede giungano a tutta la grande famiglia di
Radio Maria gli auguri di pace e di gioia del Santo Natale. Il Bambino che in questi giorni contempliamo nel
presepio in mezzo a Maria e Giuseppe è il nostro Salvatore e il nostro Signore. Anche noi, con i pastori, ci
inginocchiamo per adorarlo, portando in dono i nostri cuori.
Il Natale è una grande luce nella notte del mondo. Nel cielo è risuonato l’augurio di pace che gli uomini da sempre cercano, ma che fanno fatica a trovare. Dio è sceso sulla terra e si è manifestato a noi nella
piccolezza di un neonato. Saprà il mondo comprendere questo messaggio di umiltà e di misericordia? Capiranno gli uomini che solo accettando il Re della pace potranno sperare in un futuro prospero e sereno?
Incominciamo noi in questo Natale a fare del nostro cuore il tempio della pace, dove la Vergine Maria
possa deporre il Bambino Gesù. Questa pace trabocchi nelle nostre famiglie, dove ci sia quella comunione di
amore che in questi giorni siamo chiamati a contemplare nella Santa Famiglia di Nazareth. Allora la pace come un fiume irrorerà la terra e spunteranno i germogli del sospirato tempo di primavera per tutta l’umanità.
Vostro Padre Livio
Notiziario dell’Associazione Radio Maria - Ente Morale riconosciuto Reg. P.G. Milano n.1539 del 30/12/1996
Bimestrale anno X - n.45 - Novembre/Dicembre 2005 - Poste Italiane - Sped. in abb. post. art. 2 comma 20/c - legge 662/96 aut. DRT/DCB/Torino nr. 6/2005
Reg. Trib. di Monza n. 1171 del 07.06.1996
CORONCINA
AL BAMBINO
GESÙ
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, per mezzo di Maria Vergine visitasti santa Elisabetta e santificasti sin dal seno di sua
madre il tuo precursore Giovanni Battista, santifica le nostre
anime col pregiatissimo tesoro della tua santa grazia.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, nato in Betlemme da Maria
Vergine, fosti avvolto in poveri panni, adagiato nel presepio
glorificato dagli angeli e visitato dai pastori, fa’ che il nostro
cuore sia degno di riceverti bambino e di adorarti redentore.
Canto:
Tu scendi dalle stelle…
O Gesù, bambino dolcissimo, che, dal seno del Padre
scendesti per nostra salvezza
nel seno di Maria Vergine, dove, concepito
di Spirito Santo, divenisti Verbo Incarnato,
fa’ che noi, umili di spirito,
godiamo il frutto della tua redenzione.
2 - RADIO MARIA...una voce cristiana nella tua casa
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, manifestato da una stella
ai Re Magi, ricevesti da essi in dono oro, incenso e mirra,
guidaci per la vera e sicura via del tuo santo servizio.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che dopo otto giorni fosti
circonciso, chiamato col glorioso nome di Gesù e, nel nome
e nel sangue, preannunziato Salvatore del mondo, libera le
nostre menti da ogni desiderio impuro e da ogni vizio.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, cercato da Erode per
essere messo a morte, fosti condotto con tua madre in
Egitto da San Giuseppe, salvato con la fuga dalla morte e
glorificato dai santi innocenti, liberaci dalle insidie dei nostri
capitali nemici: il mondo, la carne e il demonio.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, condotto a dodici anni
a Gerusalemme, e smarrito da Maria e da Giuseppe, con
dolore cercato e dopo tre giorni con grande gioia ritrovato tra
i dottori nel tempio, infondi in noi la vera sapienza affinchè
non ci allontaniamo mai dalla Chiesa, nostra madre.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
O Gesù, bambino dolcissimo, che, vivendo santamente nella
casa di Nazareth, conducesti la vita in sottomissione, povertà e fatica, e, crescendo in età e grazia, manifestasti a noi la
divina sapienza, conserva sempre viva nel nostro intelletto la
memoria di te, di Giuseppe e della tua santissima Madre.
Ave, o Maria.
Salvatore del mondo,
vieni, Signore Gesù!
R
adio Maria è presente in Africa
dal lontano 1994, quindi sono
ormai più di dieci anni di presenza viva e di grande lavoro,
ma come sappiamo ci aspetta ora la grande sfida della diffusione del segnale dalle grandi città ai piccoli villaggi. Un lavoro importante poiché è proprio nei piccoli
villaggi che la Radio può essere uno strumento utile. Per vocazione le Radio Maria, essendo mezzi di comunicazione vicini alla gente, sviluppano quella parte di
programmazione che viene definita di promozione umana focalizzando le vere problematiche che affliggono un paese e tutti sappiamo che una delle missioni più importanti di Radio Maria in Africa sia proprio relativa ai programmi sulla salute.
Radio Maria pertanto pone fra i suoi obiettivi per il continente africano la formazione
di una cultura sanitaria presso le popolazioni piú povere ed abbandonate.
Mons. Kimu, che è stato il fondatore di
Radio Maria in Malawi nel lontano 1999 ci
fornisce l’esempio del grande lavoro di
una Radio Maria in Africa.
Chiediamo pertanto di raccontarci la sua
esperienza diretta: cosa può fare Radio
Maria per questi grandi problemi che
affliggono il suo continente?
“Radio Maria è uno strumento importantissimo per aiutare la gente ad essere correttamente informata sulle grandi malattie”
ci risponde Mons. Kimu, “Mi riferisco alla
malaria, alla tubercolosi ed al virus dell’Aids, infatti il primo vero aiuto sta nell’educazione ed alla conoscenza di come ci si ammala e cosa sia una malattia”.
Mons. Kimu che spazio dedicate ai programmi sulla salute e come li suddividete?
“Da circa due anni, insieme ai responsabili
della World Family abbiamo voluto trattare
le tematiche della salute con un progetto
chiaro e definito che chiamiamo formazione, informazione e trasformazione. Il primo sforzo è stato quello di formare, cioè
incidere sulle emergenze e come comportarsi al manifestarsi dei sintomi gravi.
Quindi incoraggiare la gente ad andare negli ospedali anche se sono molto distanti. Questo viene spiegato in un programma
con chiamate degli ascoltatori. Purtroppo vorrei ricordare che per esempio nella
nostra Diocesi di Mangochi, nel cuore del
Malawi abbiamo solo due medici per una
popolazione di 1 milione e 200.000 abitanti. Vi sono poche medicine e gli ospedali
sono solo due. Abbiamo poi programmi di
informazione, cioè spieghiamo cosa sono
le malattie, come si contraggono e come
prevenirle. Aiutiamo ad avere i giusti comportamenti e stare attenti dai falsi guaritori della cultura locale che spesso nel ca-
Mons. Kimu durante un incontro organizzato da RM Malawi con gruppi di ascoltatori e volontari.
Radio Maria
in AFRICA
so dell’Aids confondono le idee e creano
confusione nella gente. Poi abbiamo un
programma settimanale dove invitiamo ad
un dibattito aperto, sono presenti i malati
in studio e parlano spontaneamente della
loro vita, della loro condizione e della loro
malattia. Questo contribuisce ad aprire il
cuore al problema delle grandi malattie.
Avviene quello che noi chiamiamo “trasformazione”, la gente si convince che la malattia non è uno spirito del male che entra dentro di noi e se ben informata prende
le giuste misure e venendo a contatto con
altre persone che sono nella stessa condizione, inizia a lottare contro la malattia
e darne una giusta dimensione nella propria vita.”
Raccontaci della tua esperienza diretta
in Radio Maria Malawi relativamente alla malattia dell’Aids?
“L’Aids è un vero problema in Malawi. I dati ufficiali dei sieropositivi sono allarmanti è
per questo che al virus dell’HIV specificatamente abbiamo dedicato due programmi
settimanali: un programma in studio dove i
malati parlano della loro vita e della malattia come un aspetto specifico della loro vita ed aiutano molto a rendere questa realtà presente a tutti in modo semplice e diretto. Testimoniano come si possa accettare questa realtà e aiutano gli altri malati
che ascoltano e che chiamano la radio per
condividere questa esperienza. Ho moderato personalmente questo programma e
vi posso testimoniare come anche il tema
dell’Aids, se trattato nel giusto modo, pos-
Festival musicale tra corali di etnie e lingue
differenti. Un modo diverso di evangelizzare e
creare uno spirito di comunione fraterno.
sa divenire una straordinaria opportunità di
crescita e trasformazione. Abbiamo poi un
programma bellissimo a cui sono molto affezionato, è un programma in diretta dagli
ospedali. Parliamo con gli ammalati, preghiamo con loro e invitiamo i malati a salutare i loro parenti, poiché gli ospedali sono
lontani dai villaggi e molto spesso gli ammalati sono abbandonati a loro stessi.
Questo programma viene annunciato previamente ed i parenti che ascoltano la radio possono verificare la condizione dei loro cari e sentirsi rassicurati.”
Grazie Mons. Kimu per il lavoro che hai fatto ed il lavoro che farai ed un grazie agli
ascoltatori italiani che con le loro preghiere
ed i loro aiuti hanno permesso a Mons. Kimu di far crescere Radio Maria Malawi.
Emanuele e Vittorio
RADIO MARIA...una voce cristiana nella tua casa - 3
vive solo con iI tuo aiuto
Ognuno di noi può dare il proprio contributo adottando una delle seguenti modalità:
IN ITALIA
conto corrente postale n.14522221
intestato a: Radio Maria Associazione
C.P. 209 - 22036 Erba (CO)
vaglia postale
indirizzato a: Radio Maria Associazione
C.P. 209 - 22036 Erba (CO)
versamento bancario
Banca Intesa Spa (rete BAV) filiale di Erba (CO)
conto corrente n. 100022
cin R - abi 03069 - cab 51272
Bancoposte on line
I correntisti del servizio “Bancoposte on line”
possono effettuare le offerte direttamente
sul c/c postale di Radio Maria.
Le coordinate postali sono le seguenti:
ABI 07601 - CAB 03200 - Conto 14522221
Questo servizio consente anche di pagare il bollettino senza
recarsi in posta, utilizzando le carte di credito
Visa, Mastercard e la carta Poste Pay.
La procedura per l’attivazione del servizio
potrà essere fornita da un impiegato dell’Ufficio Postale
o collegandosi al sito delle Poste: www.poste.it
Con Carta di Credito
Telefonare al n. 0332.21.22.21
precisando tutti i numeri, la data di scadenza della carta
e l’impor­to che si vuole offrire. Per ricevere il giornalino
lasciate anche i vostri dati e il numero telefonico.
Sono esclusi: Bancomat, Carta Diner’s e American Express.
Con Bonifico Bancario
Usare il modulo bancario precisan­do il proprio
nome e indirizzo nello spazio riservato alla causale
del versamento, se i dati non sono indi­cati
in tale spazio l’offerta ci pervie­ne come anonima.
Tramite internet
Collegandosi al nostro sito
http://www.radiomaria.it
si troveranno tutte le istruzioni necessarie per fare
la propria offerta tramite internet.
I N sv izzera
Conto corrente postale n. 69-7191-8
Banca Raiffeisen, filiale di Mendrisio.
Suggeriamo agli ascoltatori di inserire “sempre” il loro nominativo
ed indirizzo per tutte le tipologie di offerte comprese quelle
effettuate tramite BANCA o il servizio BANCO­POSTA ON LINE, per
le quali si devono indicare i propri dati nella causale di versa­mento,
così da consentirci l’invio del giornalino direttamente nelle vostre
case. Senza l’indicazione del vostro nome e del vostro indirizzo
l’offerente risulta anonimo e l’invio delle nostre pubblicazioni non
sarà possibile.
L’Associazione Radio Maria ai sensi del d. lgs 196/2003 art. 13
dichiara di utilizzare i dati personali unicamente per l’invio del
Notiziario di Radio Maria e di altro materiale informativo.
Come ascoltare
radio maria
Radio Maria trasmette
da Erba in provincia di Como e da Roma;
si ascolta su tutto il territorio italiano
in F.M. da 87,5 a 108 MHz.
In Tirolo, Canton Ticino, Principato di Monaco,
Corsica, Malta, Istria ed Albania in F.M.
Nel Canton Ticino e nel Laufental, si ascolta via CAVO.
In Europa, trasmette sul satellite in chiaro
“HOT BIRD” - 13 gradi est - segnale digitale:
frequenza 12.111 MHz,
polarizzazione verticale,
SR 27.500 FEC tre quarti.
Negli stati di NEW YORK, NEW JERSEY,
CONNECTICUT; in Canada a Montreal, TORONTO
e parte meridionale dell’ONTARIO
trasmette in SUBCARRIER.
Inoltre, si può ascoltare in INTERNET, digitando il sito:
www.radiomaria.it
Gli orari di ufficio di Radio Maria sono:
da LUNEDì a VENERDì
MATTINO ore 9,00 – 12,00 • POMERIGGIO ore 14,00 – 17,30
SABATO e DOMENICA
MATTINO ore 9,00 – 12,00 • POMERIGGIO ore 14,00 – 17,00
Per informazioni: tel. 031.610.600
e-mail: [email protected]
Per segnalazioni guasti: tel. 0332. 22 7 8 9 0
Per richiesta giornalino: tel. 0332. 82 6 6 4 3
Editore: Associazione Radio Maria - Direttore Responsabile: padre Livio Fanzaga
Grafica e impaginazione: Giorgio Colleoni - Stampa: Graphicscalve S.r.l. - Località Ponte Formello - Vilminore di Scalve (Bg)
Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003. I Suoi dati sono trattati con modalità automatizzate da Associazione Radio Maria - Titolare del Trattamento – Piazza S. Michele, 3 – Vimercate (Mi)
per l’invio di comunicazioni e altro materiale informativo. Responsabile del Trattamento è: Cemit Interactive Media S.p.a. – via Toscana, 9 - San Mauro Torinese (To).
Per il predetto fine, i Suoi dati sono trattati dalle seguenti categorie di incaricati: addetti all’imbustamento e confezionamento mailing, all’elaborazione dati,
alla stampa delle lettere personalizzate e al data entry. Ai sensi dell’art.7, d. lgs 196/2003 Lei potrà esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare,
cancellare i Suoi dati od opporsi al loro utilizzo scrivendo al Titolare del Trattamento (o al Responsabile).