Trattamento nutrizionale della dermatite atopica canina

Commenti

Transcript

Trattamento nutrizionale della dermatite atopica canina
theVeterinarian
Numero 5, marzo 2009
L a p u b b lic a z i o n e v e t e ri n a ri a E u k a nub a e I ams
Trattamento nutrizionale della
dermatite atopica canina
Prof. Dott. Ralf S. Mueller,
DipACVD, FACVSc, DipECVD
Veterinarian’,
E’ con piacere che distribuiamo il quinto numero di ‘theV
Introduzione
pubblicazione informativa di Eukanuba e Iams. L'obiettivo di
La dermatite atopica canina (fig 1) è una
Vet erinarian’ è quello di fornire al clinico informazioni pratiche di
‘theV
malattia cutanea di comune riscontro
rapida e agevole lettura nonché consigli utili sulle più frequenti
condizioni cliniche del cane del gatto.
nella pratica clinica dei piccoli animali.1
E’ definita come una malattia cutanea
allergica infiammatoria e pruriginosa a
predisposizione genetica con aspetti
Figura 1.
clinici caratteristici, in genere (ma non
Un giovane Bull
necessariamente) associata alla presenza
terrier inglese
di IgE verso allergeni ambientali.2
affetto da
Nella maggior parte dei casi, inizialmente
dermatite atopica.
si manifesta con prurito di muso, orecchie
(in alcuni casi solo otite esterna), occhi,
collo ventrale, ascelle, addome ventrale,
inguine e zampe.
Presentazione clinica e trattamento medico
L’autore
Clinicamente, i segni distintivi della malattia
sono il prurito podale (fig 2), addominale
Il Professor Ralf S. Mueller si è laureato a Monaco, in Germania, nel 1985 e ha
(fig 3) e facciale, così come l'otite esterna.
lavorato in numerose cliniche per piccoli e grossi animali prima di completare una
Sono frequenti anche le infezioni secondarie
residency in dermatologia veterinaria presso l’Università della California a Davis. In
che, insieme agli autotraumatismi e all'in-
seguito, è stato direttore della Animal Skin & Allergy Clinic, struttura di
riferimento con sede a Melbourne, in Australia, insieme a sua moglie, la
fiammazione cronica conseguenti, contri-
dottoressa Sonya Bettenay. Nel 1999 ha lavorato presso la Colorado
buiscono ai segni clinici. La dermatite
State University (USA). Dal 2004 è professore e capo della sezione di
atopica può essere trattata sintomatica-
dermatologia ed allergologia presso la Ludwig Maximilian University di
Monaco, in Germania.
mente con farmaci antinfiammatori oppure
con l’immuonoterapia allergene-specifica
Trattamento nutrizionale della dermatite atopica canina
A (n=14) mostravano una diminuzione
Figura 2. Alopecia e tumefazione di
Figura 3. Iperpigmentazione, eritema e
un’estremità dovuta a dermatite atopica e
alopecia dell'addome dovuti a prurito
significativa del prurito (p = 0,019), quelli
infezione secondaria in un Golden retriever
cronico in un Golden retriever femmina di
nutriti con l'alimento B (Eukanuba Veterinary
femmina di otto anni.
otto anni
Diets® Dermatosis FP; n=12) mostravano
una diminuzione significativa sia del punteggio CADESI sia del punteggio del prurito
(ASIT). La ASIT è oggi l'unico trattamento
lo studio si effettuava un trattamento per
(p = 0,043 e p = 0,012 rispettivamente).
3
specifico per la dermatite atopica del cane.
il controllo delle pulci e delle zecche utiliz-
I soggetti nutriti con l'alimento D (n=12)
Il trattamento sintomatico di questa con-
zando mensilmente un prodotto spot-on
avevano una riduzione significativa del
dizione si basa sulla somministrazione
a base di fipronil. Le valutazioni mensili
punteggio CADESI mentre l'alimento C
orale e topica di glucocorticoidi , ciclo-
includevano la classificazione delle lesioni
(n=12) non aveva effetti significativi sul
integrazione
effettuata dal medico veterinario utiliz-
prurito o sul punteggio CADESI (figg. 4, 5).
4
sporina A,
4,5
antistaminici,
2,6
di acidi grassi e trattamento topico con
zando un sistema di punteggio codificato
Sulla base dei risultati di questo studio, la
shampoo anti-prurito. Occorre inoltre
(CADESI = Canine Atopic Dermatitis Extent
modificazione della dieta nel cane affetto
trattare le frequenti infezioni secondarie.
and Severity Index) e la valutazione del
da dermatite atopica può essere un’utile
Recentemente, sono stati introdotti in
grado di prurito effettuata dal proprietario
misura aggiuntiva alle terapie convenzionali.
commercio alimenti indicati per il tratta-
utilizzando una scala analogica visuale.
2,7
9
Discussione
mento della dermatite atopica canina.
Trattamento Nutrizionale:
un nuovo studio
Risultati
Gli alimenti formulati per i cani affetti da
Dopo 8 settimane di somministrazione dei
dermatite atopica sono tipicamente
nuovi alimenti, i cani nutriti con l'alimento
caratterizzati da un maggiore contenuto
In uno studio randomizzato multicentrico in
doppio cieco, 50 cani affetti da dermatite
atopica sono stati nutriti per un periodo di
8 settimane con una di tre diverse diete
veterinarie consigliate per i cani con dermatite atopica (alimenti A e C) oppure
con un alimento comunemente reperibile
nella grande distribuzione (alimento D).8
La dermatite atopica veniva diagnosticata
utilizzando i criteri di Willemse e attraverso
l'esclusione per diagnosi differenziale.
Prima dell'inclusione nello studio e durante
Notizie utili
• Un cane atopico può sviluppare in qualsiasi momento un'infezione secondaria. In presenza
di un aumento del prurito, la citologia è essenziale per diagnosticare queste infezioni.
• Il trattamento nutrizionale è particolarmente importante nei cani allergici agli antigeni sia
ambientali sia alimentari. In questi soggetti, anche piccole quantità di antigeni possono
indurre una reazione allergica, ed è quindi importante scegliere con estrema attenzione
farmaci, integratori e giochi masticabili privi di aromi.
• E’ possibile ridurre la dose dei farmaci costosi o con elevato potenziale di reazioni avverse
somministrando contemporaneamente antistaminici, acidi grassi essenziali, terapie topiche
e/o un trattamento nutrizionale.
Trattamento nutrizionale della dermatite atopica canina
di acidi grassi essenziali (EFA) che può
osservato con Eukanuba Dermatosis FP
spiegare l'effetto sulle malattie cutanee aller-
può avvalorare l'ipotesi di un effetto
giche. I meccanismi d'azione proposti per
benefico di un rapporto inferiore a 5:1. Il
gli acidi grassi essenziali includono la modu-
calcolo del rapporto n-6:n-3 può tuttavia
lazione della produzione di eicosanoidi,
non essere l'unico fattore importante, dato
l’inibizione dell'attivazione cellulare e l’au-
che gli acidi grassi a catena lunga sono
mento della funzione barriera dell'epider-
substrati più potenti per la produzione di
mide. Gli EFA possono influenzare il sistema
eicosanoidi rispetto alle loro controparti
immunitario agendo da secondi messaggeri,
più corte.14 Dermatosis FP e l'alimento A
da regolatori delle molecole di trasduzione
contenevano una maggior percentuale degli
11
del segnale o da fattori di trascrizione.
acidi grassi omega-3 eicosapentaenoico,
In uno studio recente, è stato mostrato che
docosaesaenoico e altri acidi grassi a
gli EFA inibiscono la proliferazione delle
catena lunga. È possibile che questi ultimi
cellule T nel cane.12 E’ quindi possibile che
abbiano contribuito agli effetti clinici
il miglioramento osservato nei cani di
osservati durante la somministrazione dei
questo studio sia dovuto alla sommini-
due alimenti.
10
strazione di una fonte di acidi grassi
13
lineata l'importanza del rapporto n-6:n-3.
La somministrazione di un alimento speci-
In questo studio, la quantità e il tipo di
ficamente formulato per i problemi cutanei
acidi grassi nella dieta variava. Eukanuba
del cane può essere utile, insieme ad altre
Dermatosis FP è caratterizzato da un
terapie mediche, per la riduzione del
rapporto n-6:n-3 relativamente basso,
prurito e delle lesioni cutanee in singoli
pari a 2,7:1. Gli altri due alimenti testati,
cani affetti da dermatite atopica.
A e C, avevano un rapporto rispettivamente
pari a 4,7:1 e 5,4:1. Il miglioramento
Figura 4.
40
Alimento A
Dermatosis FP
Alimento C
Alimento D
Punteggio CADESI
35
alle settimane 0 e 8
Punteggio CADESI
30
dello studio per
25
ciascun gruppo di
20
alimentazione.
15
10
*P <0.05
*
*
5
0
0
Punteggio del prurito
9
8
Alimento A
0
8
Dermatosis FP
0
8
Alimento C
0
8
Settimana
Figura 5.
Alimento D
8
Punteggio del prurito
7
alle settimana 0 e 8
6
dello studio per
5
ciascun gruppo di
*
4
alimentazione.
3
*P <0.05
*
2
1
0
0
8
0
8
0
8
0
8
Settimana
• Anche una sola compressa antibiotica
o antifilarica appetibile può aumentare
il prurito e le IgE allergene-specifiche
nei cani sensibili?
• Una maggiore assunzione di acidi
grassi essenziali può ridurre la necessità
di glucocorticoidi per il controllo dei
segni clinici nei cani atopici?
Bibliografia
Conclusioni
essenziali di buona qualità. È stata sotto-
Sapevi
che?
1. Health status and population characteristics
of dogs and cats examined at private
veterinary practices in the United States.
Lund EM, Armstrong PJ, Kirk CA, et al
JAVMA 1999; 214: 1336-41.
2. The ACVD task force on canine atopic
dermatitis: forewords and lexicon. Olivry T,
DeBoer DJ, Griffin CE, et al. Vet Imm and
Immunopath 2001; 81: 143-6.
3. Effect of hyposensitisation on atopic
dermatitis in dogs. Willemse A, Van den
Brom WE, Rijnberk A. JAVMA 1984; 184:
1277-80.
4. Evidence-based veterinary dermatology: a
systematic review of the pharmacotherapy
of canine atopic dermatitis. Olivry T,
Mueller RS. Vet Derm 2003; 14: 121-46.
5. A systematic review and meta-analysis
of the efficacy of cyclosporine for the
treatment of canine atopic dermatitis.
Steffan J, Favrot C, Mueller RS. Vet
Derm 2006; 17: 3-16.
6. Use of antihistamines to control pruritus
in atopic dogs. Paterson S. JSAP 1994;
35: 415-9.
7. Effect of omega-3 fatty acids on canine
atopic dermatitis. Mueller RS, Fieseler KV,
Fettman MJ, et al. JSAP 2004; 45: 293-7.
8. The evaluation of commercially available
veterinary diets recommended for dogs
with atopic dermatitis. Glos K, Linek M,
Loewenstein C, Mayer U, Mueller RS.
Vet Derm 2008; 19: 280-7.
9. Validation of CADESI-03, a Severity Scale
for Clinical Trials Enrolling Dogs with
Atopic Dermatitis. Olivry T, Marsella R,
Iwasaki T, Mueller RS. Vet Derm 2007;
18: 78-86.
10.Nutritional Management of Canine Atopy
in 47 Dogs: A Retrospective Study.
Rosychuk RAW. Recent Advances in
Canine and Feline Nutrition, Iams
Nutrition Symposium 2000; III: 287-91.
11.Fatty acids and immune responses a new perspective in searching for clues
to mechanism. Hwang D. Annual Reviews
of Nutrition 2000; 20: 431-56.
12.The influence of polyunsaturated fatty
acids on the T-cell response in dogs with
atopic dermatitis. Stehle ME, Goebel T,
Hancaruk M, Mueller RS.
Vet Derm 2007; 18: 194.
13.Evaluation of effects of dietary n-6 to
n-3 fatty acid ratios on leukotriene B
synthesis in dog skin and neutrophils.
Vaughn DM, Reinhart GA, Swaim SF,
et al Vet Derm 1994; 5: 163-73.
14.Fat and fatty acids. Bauer JE. Nutrient
requirements of dogs and cats.
Washington: The National Academies
Press, 2006: 81-109.
ResearchNews
Da P&G Pet Care, produttore di Eukanuba, Iams e Eukanuba Veterinary Diets
Gestione chir ur gica e dietetica delle fistole perianali del cane
Le fistole perianali del cane sono una condizione patologica progressiva cronica, debilitante e dolorosa
dell'ano, della cute perianale, dei sacchi anali e dei tessuti adiacenti (fig 1). Sono caratterizzate da
infiammazione, ulcerazione e formazione di tragitti fistolosi. In uno studio, l'84% dei cani colpiti era
di razza Pastore tedesco. 1 Possono essere affetti anche Setter irlandesi, retriever e spaniel.2
Un recente studio indipendente ha
valutazione effettuata tre mesi dopo l'inter-
descritto i risultati della nutrizione con
vento, il 70% dei soggetti non manifestava
Eukanuba Veterinary Diets Dermatosis FP
segni clinici o evidenza di fistole perianali.
Pesce & Patate (fig 2) in associazione a
Alla valutazione effettuata dopo un anno,
®
escissione chirurgica en bloc di tutti i tessuti
l'88% dei cani mostrava la risoluzione
patologici visibili e sacculectomia bilate-
completa delle fistole perianali visibili, il
rale in una casistica di cani affetti da fistole
79% era completamente libero da segni
perianali. Prima dello studio venivano
clinici, mentre solo il 21% presentava
inoltre prescritti antibiotici. Dermatosis FP
leccamento intermittente della parte,
veniva offerto in maniera esclusiva a tutti
diarrea, costipazione, tenesmo o diminu-
i cani ad eccezione di un cane che già da
zione del tono anale all'esplorazione
prima dello studio si alimentava con tale
rettale.
3
dieta, che hanno continuato ad essere
Figura 1. Fistole perianali. Immagine gentil-
alimentati nello stesso modo per tutto
Gli autori concludono che i cani affetti da
l'anno successivo all'intervento.
fistole perianali possono essere trattati con
mente concessa dal Professor Dick White,
Dick White Referrals, Newmarket, UK
successo mediante escissione chirurgica en
Completavano lo studio 33 cani, il 97% di
bloc del tessuto patologico, sacculectomia
quali presentava inizialmente una conco-
anale bilaterale e somministrazione
mitante patologia dei sacchi anali. Alla
postoperatoria a lungo termine di un
Le fistole perianali sono una patologia
nuovo alimento a base di pesce e patate
ben documentata le cui cause sono ancora
(Dermatosis FP) arricchito con acidi grassi
poco comprese e includono (1) predispo-
omega-3 a supporto del trattamento.
sizione anatomica dei cani con coda a
base ampia, portamento basso della coda
e maggiore densità cutanea di ghiandole
sudoripare apocrine, (2) cause immunomediate, suggerite dalla risposta positiva
a prednisolone, azatioprina, ciclosporina
e tacrolimo.2,3 Il trattamento può essere
medico o chirurgico ma entrambi sono
associati a possibili complicazioni, rendendo auspicabile la ricerca di un'opzione
terapeutica alternativa.
Figura 2. Eukanuba Veterinary Diets®
Dermatosis FP Pesce & Patate
Bibliografia
1. Pathology of surgically resected tissue from
305 cases of anal furunculosis in the dog. Day
MJ & Weaver BMQ. JSAP 1992; 33: 583-589
2. Rectoanal disease. Zoran DL. Textbook of
Veterinary Internal Medicine, 6 th Ed, 2005; Eds
Ettinger SJ & Feldman EC: 1408-1420
3. Long-term evaluation of canine perianal fistula
disease treated with exclusive fish and potato
diet and surgical excision. Lombardi RL &
Marino DJ. JAAHA 2008; 44: 302-307

Documenti analoghi

Approccio pratico al prurito nel cane - clinicalvetnews

Approccio pratico al prurito nel cane - clinicalvetnews 5. Evidence-based veterinary dermatology: A systematic review on the pharmacotherapy of canine atopic dermatitis. Olivry T, Mueller RS. Vet Derm 2003;14:121-146. 6. A systematic review and meta-ana...

Dettagli

Obesità canina: come ridurre efficacemente il peso corporeo

Obesità canina: come ridurre efficacemente il peso corporeo ‘theVeterinarian’ è quello di fornire al clinico informazioni pratiche

Dettagli

Dermatite atopica canina - clinicalvetnews

Dermatite atopica canina - clinicalvetnews nel trattamento di questa malattia”. Nella scelta di questo argomento abbiamo inteso fornire al clinico il più aggiornato supporto per la diagnosi e il trattamento di questa complessa malattia. Ino...

Dettagli