via i cestini dai parchi e sagre e feste ecosostenibili

Transcript

via i cestini dai parchi e sagre e feste ecosostenibili
JESSICA snc IMPRESA DI PULIZIE
PULIZIE CONDOMINI - UFFICI - DITTE - APPARTAMENTI - CENTRI COMMERCIALI
VIA AL ROCCOLO 17/F - VIMERCATE - TEL. 340.9001984 - [email protected]
CRISTALLIZZAZIONE • TRATTAMENTI SU OGNI TIPO DI PAVIMENTO • PICCOLI TRASLOCHI
Vimercate 7
MARTEDÌ 29 NOVEMBRE 2016
Giornale di Vimercate
CONVEGNO Prevista la posa di contenitori trasparenti nelle aree verdi per mostrare ai cittadini la spazzatura abbandonata non differenziata
La ricetta grillina antirifiuti:
via i cestini dai parchi
e sagre e feste ecosostenibili
VIMERCATE (sgb) Partire dai
problemi del mondo per uno
sguardo nuovo sulla nostra
città. La ricetta dei «5 Stelle»
per la salvaguardia dell’ambiente non prevede sconti:
eliminare i cestini dai parchi,
affidare la gestione del verde
alle cooperative sociali, introdurre il regolamento per le
ecofeste e le ecosagre.
Queste le direttive presentate lo scorso venerdì sera alla
conferenza «Anche Vimercate
in viaggio verso rifiuti zero».
Una serata tenuta presso Villa
Gussi, in occasione della «Settimana Europea Riduzione Rifiuti», durante la quale sono
intervenuti l’assessore comunale all’Ambiente Maurizio
Bertinelli e due esperti Enzo
Favoino, coordinatore scientifico di «Zero Waste Europe»,
e Barbara Meggetto, presidente di «Legambiente Lombardia».
Chiare le proposte che
l’amministrazione vuole attuare sul territorio per cercare
di arrivare a quella soglia di
Rifiuti Zero anche nella nostra
città. «Vogliamo intervenire
sul comportamento delle persone, perché si abbia una
maggior responsabilizzazione
- ha commentato il responsabile dell’Ufficio Ecologia
Walter Bossi - Siamo chia-
mati tutti a cambiare abitudini, a reagire al consumismo
e alla pratica dell’usa e getta».
Ognuno è responsabile dei
propri rifiuti è quindi la linea
guida delle future iniziative
che vedono appunto l’eliminazione dei cestini dai parchi
pubblici Villa Sottocasa e Villa
Gussi e di Velasca, Ruginello e
Oreno. La cura del verde sarà
affidata alle cooperative sociali che già collaborano con
l’amministrazione. Nei diversi
parchi verrà inoltre posto un
contenitore di plastica trasparente in cui raccogliere i rifiuti
trovati, un modo per mostrare
ai fruitori delle aree verdi ciò
che hanno lasciato; periodi-
Intanto a seguito dell’introduzione
del sacco rosso, la frazione secca
raccolta in città dal primo gennaio è
calata del 32% (da 2.779 tonnellate
a 1.883). Crescita consistente per il
multipak passato da 579 a 755
tonnellate (+30,54%). Su anche la
carta dal 15% e l’umido dell’8,7%
camente i cittadini saranno
invitati a separare manualmente i rifiuti riciclabili ponendoli in appositi contenitori. L’altra proposta riguarda
l’utilizzo di materiale compostabile durante le sagre e i
diversi eventi pubblici organizzati in città, con un vero e
proprio regolamento che prevede anche sanzioni. Non è
mancato il bilancio del progetto «Ecuosacco», che ha visto quest’anno la riduzione
del 31% del residuo secco per
un livello complessivo dei rifiuti rimasto stabile.
Anche Vimercate vuole
quindi continuare a scommettere e seguire quelle di-
Il pubblico e i relatori intervenuti venerdì sera a Villa Gussi
rettive in vigore dall’Accordo
di Parigi del 2015 e ribadite
con «Agenda22», la conferenza mondiale sul clima tenutasi dal 7 al 18 novembre a
Marrakech. L’obiettivo è quello di avvicinarsi il più possibile alla soglia di rifiuti zero,
contribuendo così a ridurre
l’effetto serra globale. «Dobbiamo essere attenti e de-
positari di una coscienza ecologica - ha spiegato Enzo Favoino - E avere così benefici
ambientali, economici, occupazionali e geopolitici». Il tutto possibile anche nel piccolo
del nostro territorio grazie ad
una serie di alleati: dall’Ufficio
Ecologia agli insegnanti, dalle
cooperative sociali al gruppo
dei volontari dell’Isola Eco-
logica.
«Serate come queste sono
importanti perché sono fondamentali la coscienza e l’aiuto di tutti i cittadini - ha
commentato il sindaco Francesco Sartini - C’è un mondo
che si sta muovendo e oggi
anche Vimercate si sta mettendo in moto verso i Rifiuti
Zero».
MONTAGNE DI RIFIUTI E E UN «BORDELLO» A CIELO APERTO
Il degrado alla Cavallera è senza fine: dopo il cimitero di auto,
anche le discariche abusive e le prostitute alla luce del sole
VIMERCATE (tlo) Dopo il cimitero delle auto,
anche la discarica di rifiuti a cielo aperto.
Non c’è pace per Cascina Cavallera. La
storica struttura che sta cadendo a pezzi,
oggetto anche di una campagna di raccolta
firme per il suo salvataggio lanciata proprio
pochi giorni fa, è ormai da tempo utilizzata
per operazioni poco lecite. Due settimane fa
avevamo dato conto del cimitero di auto
scoperto dalla Polizia locale proprio nel
sentiero di fronte all’ingresso principale alla
cascina. Rimossi la carcassa dell’auto e i pezzi
di ricambio di altri veicoli, nella mattina di
mercoledì scorso nello stesso punto è comparsa una montagna di rifiuti. Una discarica
abusiva, di certo non la prima, anche in
questo caso segnalata alla Polizia locale
intervenuta sul posto. Ad attirare l’attenzione
degli agenti in particolare alcuni sacchi trasparenti (oltre ai soliti sacchi neri) pieni di
spazzatura con il marchio del Comune di
Bergamo. Un indizio per cercare di risalire
agli autori del vergognoso gesto.
E per completare il quadro di degrado
dentro e fuori Cascina Cavallera, sulla strada
che da Oreno porta verso Arcore, non poteva
mancare anche un giro di prostitute.
Un paio di nigeriane che da qualche giorno
si sono appostate nel vialetto adiacente al
muro di confine della cascina e qui esercitano, alla luce del sole, appartandosi con i
clienti dietro quel che resta di un cascinotto.
E per accalappiare i clienti non esitano anche
a mettersi in mostra sul ciglio della strada,
invitando gli automobilisti di passaggio ad
avvicinarsi con ampi gesti.
A sinistra, le prostitute che esercitano in un cascinotto
accanto alla Cavallera. Sopra, una nuova discarica di rifiuti
comparsa la scorsa settimana proprio davanti alla cascina
Da 50 anni il buon ca ffè di ogni giorno!
Nel nostro negozio troverete
CIALDE e CAPSULE compatibili
NESPRESSO*
& LAVAZZA POINT*
con
TORREFAZIONE
caffè di nostra produzione
RACCORDI - TUBI FLESSIBILI
SERVIZIO AL BANCO
®
*Nespresso e Lavazza non sono marchi di proprietà
della Ideal Caffè snc ne di società ad essa collegate
Verderio - Via San Rocco, 1 - Tel. 039.513565
[email protected]
VERDERIO - Via F. Coppi, 8
Tel. 039.514.260 - www.damarraccordi.com

Documenti analoghi