PROGETTO:"Combattere gli incendi boschivi 2016"

Transcript

PROGETTO:"Combattere gli incendi boschivi 2016"
SCHEDA PROGETTO PER L’IMPIEGO DI VOLONTARI IN
SERVIZIO CIVILE IN ITALIA
ENTE
1) Ente proponente il progetto:
Associazione “Diavoli Rossi, Gruppo Volontari Antincendio e Protezione Civile”
2) Codice di accreditamento:
3) Albo e classe di iscrizione:
NZ00471
ALBO REGIONE CALABRIA
4
CARATTERISTICHE PROGETTO
4) Titolo del progetto:
5) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3):
Protezione civile - prevenzione incendi - 01
6) Descrizione dell’area di intervento e del contesto territoriale entro il quale si realizza
il progetto con riferimento a situazioni definite, rappresentate mediante indicatori
misurabili; identificazione dei destinatari e dei beneficiari del progetto:
Questo Progetto, che si colloca nella logica di offrire un servizio già
positivamente sperimentato, andrà ad interagire con le normali attività
operative dell’Associazione, che consistono nella prevenzione e
nell’intervento antincendio boschivo e delle campagne; nel soccorso alla
popolazione in caso di terremoto, alluvioni, frane, nevicate eccezionali;
allestimento campi soccorso per profughi; educazione all’autotutela della
popolazione; valorizzazione e diffusione della cultura della solidarietà e del
volontariato.
L’area interessata continua ad essere prevalentemente quella comunale e dei
paesi limitrofi con ” puntate” in ambito provinciale e regionale o laddove si
riterrà opportuno la presenza dell’Associazione da parte del Dipartimento
Nazionale della Protezione Civile o delle altre istituzioni locali di P.C..
1
Il territorio, localizzato nell’istmo di Marcellinara, tra i fiumi Corace e Amato,
dispone di una notevole copertura boschiva (latifoglie, castagneto, macchia
mediterranea, rimboschimento di conifere) ammontante a circa 1465 ettari; le
colture agrarie, composte prevalentemente da oliveti, ammontano a circa
1186 ettari; la superficie adibita a pascolo è di circa 165 ettari;
(fonte:CORINE LC). A tutto questo si aggiunge l’incolto che è un dato non
fissabile.
Negli ultimi 5 anni nel territorio del Comune di Tiriolo ci sono stati circa 150
incendi boschivi, delle campagne, dell’incolto e dei pascoli (fonte:Relazioni
annuali dei Diavoli Rossi), con una superficie totale percorsa dal fuoco, nel
lustro, di quasi 300 H.
Si vorrebbe sottoporre questo patrimonio, soprattutto dopo la drammatica
stagione estiva del 2007 che ha visto un enorme proliferare di roghi in tutta la
Calabria - da gennaio a ottobre ben 1.877- a migliore e continua sorveglianza
con i volontari del Servizio Civile che lavoreranno in stretto contatto col
servizio A.I.B. della Regione Calabria (con la quale l’Associazione Diavoli
Rossi ha avuto un rapporto regolato da convenzione), il Comune di Tiriolo
(convenzionato con l’Associazione), il C.F.S e i VV.F.
E’ da sottolineare che il servizio AIB regionale è attivo, sia per l’avvistamento
che per l’intervento, solamente nei tre mesi estivi e con notevoli carenze
operative, lasciando sguarniti gli altri periodi dell’anno per cui esiste una
evidente domanda del servizio in considerazione del fatto che gli incendi in
Calabria si sviluppano in tutti i periodi dell’anno.
Ovviamente il servizio di avvistamento coprirà un territorio molto più vasto,
data la posizione geografica dell’area interessata dal progetto che si eleva
tanto da abbracciare con lo sguardo i mari Tirreno e Ionio, le Serre, la Pre
Sila catanzarese, con notevoli vantaggi per la tutela dell’ambiente di una gran
parte della Regione.
Il servizio sarà flessibile e si dovrà adattare alle emergenze e all’andamento
climatico/stagionale (per tutte le attività A.I.B.).
Nel periodo maggio/ottobre il rischio incendio aumenta notevolmente e gli
operatori impegnati nell’A.I.B. devono addirittura essere salvaguardati dallo
stress per la presenza di molti roghi simultanei ai quali spesso neanche gli
organi preposti riescono a far fronte.
Perciò le attività dei/delle volontari/e del servizio civile andranno organizzate
in modo tale da garantire l’avvistamento e la prevenzione AIB in modo
continuato, efficiente e tempestivo. Le attività in cui saranno impegnati i
volontari, saranno regolarmente verbalizzate.
Il Progetto si appalesa, quindi, come un indispensabile rafforzamento dei
servizi che l’Associazione e le Istituzioni prestano al territorio con la necessità
di alzarne il livello soprattutto nei momenti di particolare tensione e
specificatamente nella stagione estiva.
2
7) Obiettivi del progetto:
Contribuire a migliorare la sicurezza del territorio; avvistare gli incendi
boschivi tutto l’anno; ridurre il numero degli incendi e la superficie percorsa
dalle fiamme; intervenire con maggiore tempestività nelle emergenze, allo
scopo di salvaguardare prioritariamente la vita umana, l’ambiente (con
particolare riguardo a quello forestale ed agrario) e i beni.
8) Descrizione del progetto e tipologia dell’intervento che definisca in modo puntuale le
attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in
servizio civile nazionale, nonché le risorse umane dal punto di vista sia qualitativo
che quantitativo:
8.1 Complesso delle attività previste per il raggiungimento degli obiettivi
I volontari del Servizio Civile potenzieranno l’operatività delle squadre di
volontari dell’Associazione.
Svolgeranno continuamente attività di avvistamento degli incendi da
postazione fisse o pattugliamento di prevenzione A.I.B. con auto o mezzo
antincendio di proprietà dell’Associazione o dalla stessa posseduto in
comodato
d’uso,
quotidianamente
nel
periodo
maggio-ottobre,
sporadicamente nel resto dell’anno, in contatto radio con la Sede dove
presterà servizio un operatore volontario.
Nei periodi di “tregua” i volontari del Servizio Civile potranno restare in sede
in attesa di chiamate e potranno curare e migliorare la propria formazione
collaborando anche all’organizzazione di convegni, incontri e seminari sui
temi della solidarietà, del volontariato e della protezione civile.
Potranno parteciperanno attivamente a tutte le iniziative promosse
dall’Associazione per diffondere la cultura della solidarietà, della protezione
civile e della salvaguardia ambientale.
Potranno, altresì, essere impegnati nel locale C.O.M. (Centro Operativo
Misto) o nelle altre strutture di coordinamento a livello comunale, provinciale
e regionale per conto dell’Associazione.
8.2 Risorse umane complessive necessarie per l’espletamento delle attività previste,
con la specifica delle professionalità impegnate e la loro attinenza con le predette
attività
Tutte le attività saranno espletate in rapporto stretto e continuo con il
personale volontario dell’Associazione che coinvolge a vari livelli più di
sessanta persone tutti rigorosamente volontari e con esperienza pregressa
quali operatori A.I.B. e nel settore logistico della P.C.
8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell’ambito del progetto
Svolgeranno il ruolo di operatori di protezione civile prioritariamente
addestrati per l’a.i.b..
Saranno inseriti, dopo il periodo di formazione ed addestramento, nelle
squadre, nelle quali si alternano almeno una ventina di volontari, dirette da un
Caposquadra volontario o da un Coordinatore volontario “anziano”, che
usciranno per intervenire, a secondo dei casi che di volta in volta si
3
presenteranno, nelle varie operazioni di Protezione Civile (dall’A.I.B. al
soccorso alla popolazione).
I volontari del Servizio Civile, per operare, saranno adeguatamente
equipaggiati ed attrezzati nel rispetto delle norme antinfortunistiche. I loro
interventi risulteranno dai verbali delle operazioni normalmente redatti.
Le attività fuori sede saranno quelle dettate di volta in volta dalle necessità di
protezione civile e non è possibile prevedere quando avverranno.
9)
Numero dei volontari da impiegare nel progetto:
6
10) Numero posti con vitto e alloggio:
0
11) Numero posti senza vitto e alloggio:
6
12) Numero posti con solo vitto:
0
13) Numero ore di servizio settimanali dei volontari, ovvero monte ore annuo:
1.400
15 h obbl. settim.
14) Giorni di servizio a settimana dei volontari (minimo 5, massimo 6):
6
15) Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
Disponibilità alla flessibilità oraria; coprire turni di sabato, domenica e festivi;
disponibilità a spostarsi sul territorio regionale e operare dove richiesto dagli
eventi
(sala
operativa
regionale,
ecc.)
per
conto
dell’Associazione;
disponibilità a restare fuori sede fino a un massimo di giorni 5 consecutivi,
ripetibili, in caso di eventi in cui è necessario prestare soccorso a popolazioni
colpite da calamità. Guida veicoli.
4
16) Sede/i di attuazione del progetto, Operatori Locali di Progetto e Responsabili Locali di Ente Accreditato:
N.
1
Sede di
attuazione del
progetto
Associazione
“Diavoli Rossi,
Gruppo Volontari
Antincendio e
Protezione Civile
Nominativi degli Operatori Locali di Progetto
Comune
TIRIOLO
Indirizzo
Via Cuture 2
(sede operativa)
Cod.
N. vol.
ident. sede per sede
11205
6
Cognome e
nome
Data di
nascita
C.F.
ROCCA
DOMENICO
31.03.50 RCCDNC50C31L177S
GUZZO
DOMENICO
24.06.55 GZZDNC55H24L177N
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
5
Nominativi dei Responsabili Locali di
Ente Accreditato
Cognome
e nome
Data di
nascita
C.F.
17) Eventuali attività di promozione e sensibilizzazione del servizio civile nazionale:
Pubblicazione fissa sul sito internet dell’Associazione e del Comune di Tiriolo;
conferenza pubblica di presentazione del progetto e del servizio; manifesti divulgativi
affissi nel territorio comunale e in quelli limitrofi; possibili annunci su quotidiani a tiratura
regionale; diffusione attraverso radio e tv locali. Si impiegheranno non meno di 10 ore
per le attività promozionali.
18) Criteri e modalità di selezione dei volontari:
Determinazione del Direttore Generale dell’11 giugno 2009, n.173.
19) Ricorso a sistemi di selezione verificati in sede di accreditamento (eventuale indicazione dell’Ente
di 1^ classe dal quale è stato acquisito il servizio):
NO
20) Piano di monitoraggio interno per la valutazione dell’andamento delle attività del progetto:
Il monitoraggio sulla formazione generale erogata ai volontari di servizio civile è inteso
come un’azione costante di osservazione e di controllo del fenomeno nel corso del suo stesso
evolversi, al fine di raccogliere dati utili per confermare il sistema o, a seguito dell’individuazione
di elementi di criticità e/o di forza, per correggere e migliorare lo stesso (controllo finalizzato al
miglioramento).
Nello specifico, quindi, la finalità del monitoraggio è non solo la verifica che l’attività di
formazione generale sia effettivamente espletata in conformità a quanto richiesto dalle Linee
Guida e dichiarato nel progetto, ma anche la valutazione della formazione erogata e la
successiva individuazione di strategie qualitative di miglioramento e di innovazione delle
proposte formative stesse.
Pertanto, il piano di monitoraggio si prefigge i seguenti obiettivi specifici:
- Rilevazione dell’attività di formazione al fine di verificare l’adempimento da parte degli
Enti di servizio civile dell’obbligo di erogare la formazione generale –
- monitoraggio di quantità - configurato come strumento di conoscenza “descrittiva” del
fenomeno in itinere.
- Rilevazione ed analisi funzionale delle modalità di erogazione dell’attività di formazione
al fine di individuare elementi di criticità e/o di qualità – monitoraggio di qualità configurato come strumento per correggere e migliorare la proposta formativa.
- Analisi dei dati rilevati ed elaborati, al fine di giungere alla valutazione funzionale della
formazione realizzata ed ad una eventuale rielaborazione della proposta formativa.
Il monitoraggio interno del progetto avverrà a scadenza mensile o dopo le relative
“campagne” emergenziali. In inverno, per quanto riguarda il servizio AIB, confrontando i
dati relativi al numero degli incendi degli ultimi 5 anni e la superficie interessata nel
Comune di Tiriolo nel periodo di vita del Progetto.
21) Ricorso a sistemi di monitoraggio verificati in sede di accreditamento (eventuale indicazione
dell’Ente di 1^ classe dal quale è stato acquisito il servizio):
NO
6
22) Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli richiesti
dalla legge 6 marzo 2001, n. 64:
Possesso della patente di guida, perché necessario per la conduzione dei veicoli da
utilizzare per i servizi previsti. Riserva del 33% dei posti da destinare a giovani con un
basso livello di scolarizzazione (scuole medie inferiori e/o scuola dell’obbligo). Agli stessi
sarà fornita una particolare attenzione formativa che li aiuti a meglio concettualizzare i
contenuti della formazione generale e, nel progetto, svolgeranno la mansione di operatori
AIB a supporto delle squadre dei volontari dell’Associazione e di vedette per
l’avvistamento degli incendi.
23) Eventuali risorse finanziarie aggiuntive destinate in modo specifico alla realizzazione del
progetto:
5.000,00 €, spendibili per le necessità strettamente legate alla realizzazione del progetto,
pubblicità compresa. Tutto il resto si iscrive nelle normali voci del bilancio dell’Ente.
24) Eventuali reti a sostegno del progetto (copromotori e/o partners):
Nessuno
25) Risorse tecniche e strumentali necessarie per l’attuazione del progetto:
Automezzi: Autobotte 4x4 Unimog – Land Rover Defender 90 - Panda 4x4 - Land Rover
Defender 110 – Land Rover Defender 130 con modulo a.i.b. - Apparati radio
ricetrasmittenti portatili – Binocoli – Attrezzatura a.i.b..
Equipaggiamento antinfortunistico (tuta, scarponi, casco con visiera, guanti, giaccone,
ecc.) – Lavagna luminosa, video proiettore e computer per la formazione. Tutta
l’attrezzatura di protezione civile dell’Ente nonché gli altri mezzi di proprietà o in
comodato a disposizione.
CARATTERISTICHE DELLE CONOSCENZE ACQUISIBILI
26) Eventuali crediti formativi riconosciuti:
27) Eventuali tirocini riconosciuti:
28) Competenze e professionalità acquisibili dai volontari durante l’espletamento del servizio,
certificabili e validi ai fini del curriculum vitae:
7
La preparazione specifica in materia di protezione civile costituisce un elemento di sicuro
interesse per le istituzioni sia pubbliche che private che operano nel sistema.
L’Associazione rilascerà un attestato di servizio che potrà essere valutato come titolo nei
concorsi nel C.F.S., nei VV.F o in altri Enti della P.C.
Formazione generale dei volontari
29) Sede di realizzazione:
Stessa sede del Progetto.
30) Modalità di attuazione:
In proprio, presso l’ente, con formatori dell’ente;
31) Ricorso a sistemi di formazione verificati in sede di accreditamento ed eventuale indicazione
dell’Ente di 1^ classe dal quale è stato acquisito il servizio:
NO
32) Tecniche e metodologie di realizzazione previste:
Moduli formativi di 4 ore ciascuno. Aula. Lavoro di ricerca sui singoli argomenti sia con
strumenti informatici che bibliografici. Discussione di approfondimento di gruppo. Breve
relazione scritta di una cartella per tema con successiva discussione. Eventuale
riproduzione su supporto informatico delle ricerche e degli elaborati, vissuto come
momento di sviluppo dei contenuti esposti dal formatore e degli approfondimenti
individuali.
33) Contenuti della formazione:
1)
L’identità del gruppo in formazione
Si tratta di un modulo/laboratorio nel quale il formatore, utilizzando tecniche formative
appropriate, lavorerà alla definizione di un’identità di gruppo dei volontari in servizio civile
che esprimeranno le loro idee sul servizio civile, le proprie aspettative, le motivazioni e gli
obiettivi individuali. Il formatore, partendo dai concetti di “patria”, “difesa senza armi”,
“difesa nonviolenta”, ecc., avrà come obiettivo non la condivisione e/o accettazione del
significato che le istituzioni attribuiscono a tali parole, bensì quello di creare nel volontario
la consapevolezza che questo è il contesto che legittima lo Stato a sviluppare l’esperienza di
servizio civile. Questo modulo, per il suo contenuto, sarà propedeutico a tutti gli altri.
2)
Dall’obiezione di coscienza al servizio civile nazionale: evoluzione storica, affinità e
differenze tra le due realtà
8
Partendo dalla presentazione della legge n. 64/01, si evidenzieranno i fondamenti
istituzionali e culturali del servizio civile nazionale, sottolineando gli elementi di continuità
e di discontinuità fra il “vecchio” servizio civile degli obiettori di coscienza e il “nuovo”
servizio civile volontario, con ampi riferimenti alla storia del fenomeno dell’obiezione di
coscienza in Italia e ai contenuti della legge n. 230/98.
3)
Il dovere di difesa della Patria
A partire dal dettato costituzionale, se ne approfondirà la sua attualizzazione anche alla luce
della recente normativa e della giurisprudenza costituzionale. In particolare, si illustreranno
i contenuti delle sentenze della Corte Costituzionale nn.164/85, 228/04, 229/04 e 431/05, in
cui si dà contenuto al concetto di difesa civile o difesa non armata. Possono inoltre essere
qui inserite tematiche concernenti la pace e diritti umani alla luce della Costituzione
italiana, della Carta Europea e degli ordinamenti delle Nazioni Unite.
4)
La difesa civile non armata e nonviolenta
Questo modulo, nei contenuti, è strettamente collegato ai moduli di cui ai punti 2) e 3).
Muovendo da alcuni cenni storici di difesa popolare nonviolenta, si presenteranno le forme
attuali di realizzazione della difesa alternativa sul piano istituzionale, di movimento e della
società civile. Nell’ambito di riferimenti al diritto internazionale si possono inoltre
approfondire le tematiche relative alla “gestione e trasformazione nonviolenta dei conflitti”,
alla ”prevenzione della guerra” e alle “operazioni di polizia internazionale”, nonché ai
concetti di “peacekeeping”, “peace-enforcing” e “peacebuilding”.
5)
La protezione civile
In questo modulo verranno forniti elementi di protezione civile intesa come collegamento
tra difesa della Patria e difesa dell’ambiente, del territorio e delle popolazioni. Si
evidenzieranno le problematiche legate alla previsione e alla prevenzione dei rischi, nonché
quelle relative agli interventi di soccorso.
6)
La solidarietà e le forme di cittadinanza
In questo modulo si partirà dal principio costituzionale di solidarietà sociale e dai principi di
libertà ed eguaglianza per affrontare il tema delle limitazioni alla loro concretizzazione. In
tale ambito saranno possibili riferimenti alle povertà economiche e all’esclusione sociale, al
problema della povertà e del sottosviluppo a livello mondiale, alla lotta alla povertà nelle
scelte politiche italiane e negli orientamenti dell’Unione Europea, al contributo degli
Organismi non Governativi. Verrà inoltre presentato il concetto di cittadinanza e di
promozione sociale, come modo di strutturare, codificando diritti e doveri, l’appartenenza
ad una collettività che abita e interagisce su un determinato territorio; si insisterà sul
concetto di cittadinanza attiva, per dare ai volontari il senso del servizio civile come anno di
impegno, di condivisione e di solidarietà. Si evidenzierà il ruolo dello Stato e della società
nell’ambito della promozione umana e della difesa dei diritti delle persone ed il rapporto tra
le istituzioni e le organizzazioni della società civile. Inoltre, partendo dal principio di
sussidiarietà, si potranno inserite tematiche concernenti le competenze dello Stato, delle
Regioni, delle Province e dei Comuni nei vari ambiti in cui opera il servizio civile, con
riferimenti al Terzo Settore nell’ambito del welfare. Sarà infine importante assicurare una
visione ampia di queste tematiche, nel senso di evidenziare sempre le dinamiche
9
internazionali legate alla globalizzazione che investono anche le questioni nazionali e
territoriali e di offrire un approccio multiculturale nell’affrontarle.
7)
Servizio civile nazionale, associazionismo e volontariato
In questo modulo verranno evidenziate le affinità e le differenze tra le varie figure che
operano sul territorio. Sarà chiarito il significato di “servizio” e di “civile”.
8)
La normativa vigente e la Carta di impegno etico
Verranno illustrate le norme previste dal legislatore, nonché quelle di applicazione che
regolano il sistema del servizio civile nazionale.
9)
Diritti e doveri del volontario del servizio civile
In tale modulo, strettamente collegato al precedente, occorrerà mettere in evidenza il ruolo e
la funzione del volontario e illustrare la circolare sulla gestione, concernente la disciplina
dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale.
10)
Presentazione dell’Ente
In questo modulo, per fornire ai volontari gli elementi di conoscenza del contesto in cui si
troveranno a prestare l’anno di servizio civile, verranno presentate la storia, le
caratteristiche specifiche e le modalità organizzative ed operative dell’Ente accreditato.
11)
Il lavoro per progetti
Questo modulo, collegato al precedente, illustrerà il metodo della progettazione nelle sue
articolazioni compresa la fase della valutazione di esito, di efficacia ed efficienza del
progetto e la valutazione della crescita umana dei volontari in servizio civile.
34) Durata:
52 ore (o più,se necessario)
Formazione specifica (relativa al singolo progetto) dei volontari
35) Sede di realizzazione:
Stessa sede del Progetto
10
36) Modalità di attuazione:
In proprio, presso l’ente con formatori dell’ente;
37) Nominativo/i e dati anagrafici del/i formatore/i:
-Ivana Bevacqua, nata a Catanzaro il 14/10/1963 e residente in loc. Pedadace N°1- 88056 Tiriolo
-Maria Cittadino, nata a Serrastretta il 29 Marzo 1967, residente in via L. Scalise N° 29- 88040
Serrastretta
38) Competenze specifiche del/i formatore/i:
Competenze della formatrice IVANA BEVACQUA
















Docente di ruolo di lingua inglese (scuola media statale) dal 1995;
Patente europea del computer
Volontaria del Soccorso della CRI dal 1993. Ispettore di Gruppo per due anni. Autista di
Ambulanza. Monitore di Primo soccorso ed Educazione Sanitaria. Operatore di BLS con
defibrillatore.
Partecipazione alla “Missione Arcobaleno” nel campo profughi della CRI a Kukes dal 09-071999 al 27-07-1999.
Volontaria di Protezione Civile nell’Associazione “Diavoli Rossi” di Tiriolo. Tiene ogni
anno il corso di formazione per aspiranti volontari di P.C. per quanto attiene al Primo
Soccorso e Autotutela.
Viaggi all’estero (Thainlandia,Birmania, USA, Perù, Mali, Marocco, Messico, Cuba, India,
Nepal Alaska, Turchia);
Lettura, Escursionismo, cinema.
Master in didattica della lingua inglese presso la scuola IAD di Roma “Tor Vergata”.
Settembre 1992: partecipazione a un corso di lingua inglese presso The International Study
Centre di Dublino (Irlanda)
Luglio 1996: partecipazione ad un corso per docenti stranieri presso il GEOS English
Academy di Brighton (UK).
Febbraio 2001: partecipazione al “Piano Provinciale di Formazione Docenti- Progetto Lingua
2000” presso l’ITC di Catanzaro.
4 Novembre 2000: Giornata full immersion presso Villa Maraini in Roma “Risposte
terapeutiche differenziate a vecchi e nuovi problemi nelle dipendenze da sostanze”.
Aprile 2006: “La comunicazione al servizio delle persone”, organizzato dal CSV di
Catanzaro.
Giugno 2006: partecipazione al corso “Progettazione Sociale, Bilancio Sociale e Governance
del Territorio”. Organizzato dal CSV di Catanzaro.
Ottobre 2006: partecipazione al corso “Chiama l’Africa – C.I.P.S.I. – Coordinamento di
Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale”. Organizzato dal CSV di Catanzaro.
Marzo 2007: partecipazione al corso di formazione “Success in Teaching English” tenutosi
presso l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria.
11















Aprile 2007: partecipazione al Convegno Nazionale ”New Approaches to English Language
Teaching” organizzato da University of Cambridge ESOL Examination a Cosenza presso
l’Università della Calabria.
Giugno 2007:” Come reclutare i volontari per la propria organizzazione: il people raising”,
Organizzato dal CSV di Catanzaro.
Ottobre 2007: “Come fare rete” , Organizzato dal CSV di Catanzaro.
8.10.2009 - Corso di formazione su ITC LIM Agenzia Editoriale Fazio presso IC
Marcellinara
Febbraio 2010: CORSO DI FORMAZIONE per FORMATORI DI ENTI DI SERVIZIO
CIVILE. Organizzato dalla Regione Calabria (come da Circolare UNSC del 2 febbraio
2006) e tenutosi a Catanzaro nei giorni 3-4-5-8-9 febbraio.
6 Settembre 2010: CORSO “essere amministratori di sostegno in Calabria” Convegno;
Erogatore: Associazione “In direzione ostinata e contraria”. Temesa village, Nocera Terinese
Gennaio 2010, Catanzaro Lido - erogatore: A.C.L.E. ( associazione culturale linguistica
educational) “How to bring creativity and innovation into your English classroom”.
Dicembre 2010 - TKT: Content and Language Integrated Learning .Certificazione della
University of Cambridge – Esol Examination
2010-2011 - Presidio Lc “P. Galluppi” Catanzaro; corso PON Educazione linguistica e
letteraria in un’ottica plurilingue. 100 ore a.s.2010/2011 tutor per un progetto POR
“educazione ambientale” I.C. Tiriolo
Marzo-Luglio 2012 - Corso di lingua inglese, progetto PON Regione Calabria; erogatore
Centro linguistico d’ateneo, Unical- progetto CLAC - Cosenza
14/03/2012 : Corso “ Trova, elabora, condividi: nuovi strumenti per la lezione digitale”
Convitto Nazionale P. Galluppi, Catanzaro.
15.3.2012: Catanzaro “A lezione con la “ LIM”- Organizzato. Pearson Italia
Ottobre /2012 Certificate of Advanced English (CAE) rilasciato da University of
Cambridge Esol Examinations.
Maggio- Giugno 2013
Corso di formazione per addetti di Primo Soccorso – ESI FORM. Catanzaro
 Anno 2013/2014 – 2014/2015
 Incarico di Collaboratore del Dirigente e Fiduciaria di plesso presso l’Istituto Comprensivo
“Don Milani- Sala” Catanzaro.
 Gennaio- Giugno 2014
 Tutor per il progetto PON C-1- FSE-2013-783 “A PASSPORT TO THE WORLD”
I.C. Don Milani- Sala - Catanzaro
 Febbraio 2013: Corso “Creative approaches for the English classroom”, organizzato
dall’ACLE
 Marzo 2013: corso “Creating motivation through drama and play” organizzaro da ACLE,
Lamezia Terme.
 Aprile 2013: Seminario “Teaching tips for Cambridge English; preliminary speaking”,
organizzato da Cambridge University School, Catanzaro
 Dicembre 2013: corso “Motivation in the English language classroom”, organizzato da
ACLE, Catanzaro.
 Marzo 2014: Workshop ”Motivating digital learners”, organizzato da Oxford University
Press, Catanzaro.
 Giugno 2014: attività di formazione e aggiornamento, organizzato da I.C. Don Milani -Sala
 Marzo 2015: corso “Londra multietnica”, organizzato da ACLE, Londra
12
Competenze della Formatrice MARIA CITTADINO
ESPERIENZA LAVORATIVA
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
Ottobre 1992 a tutt’oggi
Scuola Magistrale “M.T. De Vincenti” di Rende (CS) (a.s. ‘92/’93-‘93/94); Liceo Linguistico
“Britannia” di Lamezia Terme (a.s. ‘94/’95); Istituto Magistrale Statale “Tommaso Campanella” di
Lamezia Terme (a.s. ‘94/’95-‘96/’97); Scuola Media Statale di Serrastretta (CZ) (a.s. ‘95/’96‘98/’99); Liceo Scientifico Statale “R. Satriani” di Petilia Policastro (a.s. ‘95/’96); Liceo Scientifico
Statale “Costanzo” di Decollatura (CZ) (‘a.s. ‘96/’97); Istituto Magistrale Statale “De Nobili” di
Catanzaro (a.s. ‘96/’97); I.P.S.I.A. di Catanzaro ( a.s. ‘97/’98); Istituto Tecnico Statale per
Geometri di Lamezia Terme (aa.ss. ‘99/’00-‘00/’01); Istituto Professionale di Stato per il
Commercio ed i Servizi Turistici “L. Einaudi” di Lamezia Terme (a.s. ‘00/’01); Istituo Tecnico
Industriale di Lamezia Terme (a.s. ‘00/’01); Istituto Tecnico Industriale di Soveria Mannelli (a.s.
‘01/’02); Liceo Classico F. Fiorentino di Lamezia Terme (a.s. ‘02/’03); Istituto Professionale di
Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente di Catanzaro (a.s. 2002/2003); Istituto Tecnico Commerciale
“V. De Fazio” di Lamezia Terme (a.s. 2002/2003); IPA di Soveria Mannelli (a.s. 2003/2004);
CSA di Catanzaro incarico annuale per l’inseganmento di Lingua Inglese per n° 9 ore presso l’
IPSIA Ferrais di CZ (a.s. 2004/2005); IPSIA L.Da Vinci di Lamezia Terme – incarico annuale per
l’insegnamento della Lingua Inglese per n° 5 ore settimanali (A.S. 2005/2006); CSA di
Catanzaro incarico annuale per l’inseganmento di Lingua Inglese per n° 9 ore presso l’ IPSIA
Ferrais di CZ (a.s. 2006/2007); CSA di Catanzaro incarico annuale per l’inseganmento di Lingua
Inglese per n° 13 ore presso ITC De Fazio di Lamezia Terme (A.S. 2007/2008); CSA di
Catanzaro incarico annuale per l’inseganmento di Lingua Inglese per n° 7 ore presso IPA di
Soveria Mannelli (A.S. 2008/2009). Istituto Comprensivo Falerna Supplenza temporanea scuola
primaria gennaio 2010; Istituto Tecnico Statale per Geometri di Lamezia Terme Supplenza
temporanea Lingua e civiltà Inglese gennaio – giugno 2010, settembre 2010 – giugno 2011;
IPSIA Lamezia Terme Supplenza temporanea Lingua e civiltà Inglese a.s. 2010 -2011; Istituto
Tecnico “Petrucci” Catanzaro, Ist. Istr. Sup. “De Nobili” Catanzaro Supplenza temporanea
Lingua e civiltà Inglese a.s. 2011 – 2012; Ins. Scuola Primaria Marcellinara, Gimigliano,
Girifalco, Gizzeria a.s. 2011 – 2012; Ist. Compr. Gagliano Supplenza temporanea Lingua Inglese
a.s. 2011 – 2012; ITE “De Fazio” Supplenza temporanea Lingua e civiltà straniera Inglese a.s.
2012 -2013; Ist. Istr. Superiore “Costanzo” sede Falerna incarico annuale Lingua e civiltà
straniera Inglese a.s. 2012 -2013;
Ist. Istr. Superiore “Costanzo” sede Decollatura incarico annuale Lingua e civiltà straniera
Inglese aa.ss. 2013 -2014, 2014-2015.
Istituto Comprensivo Catanzaro Est – Docente di ruolo Scuola per l’infanzia . Aa ss 2015/16
Istruzione
Insegnamento di Lingua Inglese, Lingua Francese e Lingua Tedesca
Insegnante
2005 - 2014
CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI CATANZARO – ASSOCIAZIONE DUE MARI
Centro Servizi - Associazione
Referente dell’Area Formazione
Tale incarico è finalizzato alla realizzazione del progetto approvato per la realizzazione delle
attività del Centro Servizi per il Volontariato istituito con la L. 266/91
Sviluppare e coordinare la realizzazione di una serie di percorsi formativi promossi e gestiti
direttamente dal Centro Servizi per il Volontariato di Catanzaro, tra cui Azioni di presa in
carico e accoglienza, Animazione socioculturale e promozione dell’agio, Comunicazione.
13
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
2009 - 2014
CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI CATANZARO – ASSOCIAZIONE DUE MARI
Centro Servizi - Associazione
Responsabile dell’area Progettazione. Tale incarico è finalizzato all’accompagnamento delle
Odv nell’elaborazione di progetti innovativi e utili sul territorio; presentazione di progetti da
sottoporre ad altri enti finanziatori (comuni, province, regione, ministeri, …), Unione Europea,
fondazioni e altri soggetti privati; il supporto alla rendicontazione di progetti su bandi,il
monitoraggio e valutazione delle attività svolte-
consulenza, orientamento, animazione territoriale e stimolo, accompagnamento,
formazione o altro rivolte alle organizzazioni di volontariato, in particolar modo a
quelle che si occupano di minori e anziani. Creazione di reti territoriali con i
servizi socio-assistenziali tra cui l’ASP di Catanzaro, il Comune di Lamezia
Terme ed il Comune di Catanzaro per la realizzazione del progetto Tutor
Sociale per anziani a rischio di non autosufficienza.
Progettazione e realizzazione di progetti nell’ambito dei programmi
europei Gruntdwig e Gioventù (Volontariato senior e Servizio Volontario
Europeo)
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
Giugno 2003 – Settembre 2009
CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
2000 - giugno 2003
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SOC.COOP
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro.
DIRETTORE GENERALE
Gestione relazioni con imprese, istituzioni e attori su base locale e nazionale. Promozione e
commercializzazione dei servizi formativi e orientamento. Ricerca di partnership in ambito
europeo, nazionale, regionale e locale. Definizione strategie organizzative, commerciali e
standard del servizio. Governo del reperimento delle risorse umane, tecnologiche, finanziarie e
organizzative. Coordinamento delle risorse umane, economiche, organizzative, informative.
Monitoraggio delle azioni e dei programmi di formazione e orientamento. Governo selezione e
gestione dei contratti con i fornitori. Gestione degli accordi con la committenza. Gestione e
sviluppo delle risorse umane.
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
PRESIDENTE
2013
I.C. DON MILANI LAMEZIA TERME
Istituzione Scolastica
Esperto Progetto F-3-FSE04-POR Calabria 2013
Miglioriamo le competenze contro dispersione ed esclusione
Attività di accoglienza per il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal progetto
approvato
14
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
2008 - 2010
CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI CATANZARO – ASSOCIAZIONE DUE MARI
Centro Servizi - Associazione
Referente formazione per realizzazione progetti di Servizio Civile
Tale incarico è finalizzato alla realizzazione della formazione dei ragazzi in servizio civile dei
progetti approvati
Attività di docenza e valutazione per il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dai
progetti approvati
2008
CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI CATANZARO – ASSOCIAZIONE DI PROTEZIONE
CIVILE DIAVOLI ROSSI
Centro Servizi - Associazione
Referente formazione per realizzazione progetti di Servizio Civile
Tale incarico è finalizzato alla realizzazione della formazione dei ragazzi in servizio civile del
progetto realizzato tra il 2007 e il 2008
Attività di docenza e valutazione finale per il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dai
progetti approvati
2007 -2008
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SOC.COOP., ITG LAMEZIA TERME, IPSSAR DI
CASTROVILLARI
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Attività di progettazione-Formazione Formatori-Coordinamento-Componente CTS
Attività di progettazione e docenza per il progetto PRO.MA.NA realizzato nell’ambito del PIT
POR Calabria. Attività di progettazione, coordinamento e componente del CTS di due progetti
IFTS CIPE promossi dal Ministero della Pubblica Istruzione e gestiti in partenariato dall’ITG di
Lamezia Terme e dall’IPSSAR di Castrovillari.
Luglio 2005 ottobre 2007
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SOC.COOP.
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Componente Comitato di pilotaggio - Coordinatore attività formativa Progetto EQUAL
Iniziativa Comunitaria – PS geografica TOURJOB n. IT – G2 – CAL – 073 attuatto
dall’Associazione Consorzio Scuole Lavoro in partenariato in Italia con altri sei soggetti tra cui
FAST del Gruppo Alpitour, il Consorzio Beni Culturali Italia, la Fondazione Università IULM, la
Società Need & Partners e con un partenariato transnazionale in Spagna e Repubblica Ceca.
L’obiettivo principale del progetto è quello di creare opportunità occupazionali per giovani
disoccupati e limitare il flusso migratorio sud-nord e lo spopolamento dei piccoli centri, attraverso
creazione d’impresa, formazione qualificante nel settore del turismo.
Organizzazione – Coordinamento attività progettuale
Novembre 2005 Gennaio 2007
ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE “CALABRETTA” DI SOVERATO
Istruzione
15
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Consulenza / Progettazione, Membro Comitato Tecnico Scientifico – Progetto POR IFTS
2002 -2003 Mis. 3.7 a “Tecnico Superiore per l’organizzazione e il marketing del turismo
integrato” realizzato dall’ITC di Soverato (CZ); dal Corso di Laurea in Scienze Turistiche
dell’UNICAL;dalla Francorosso Incentive del Gruppo Alpitour; dal CSL Calabria Soc. Coop.;
dall’IRRE Calabria.
Organizzazione e Coordinamento attività.
Giugno 2003 – marzo 2005
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Coordinatore regionale - Docente Progetto EQUAL Iniziativa comunitaria – PS geografica
D.I.M.O.R.A n. IT – G – CAL – 068 attuatto dall’Associazione Consorzio Scuole Lavoro in
partenariato in Italia con altri nove soggetti tra cui FAST del Gruppo Alpitour, Obiettivo Lavoro e
il Consorzio Beni Culturali Italia e con un Partenariato transnazionale in Portogallo e Corsica.
L’obiettivo del progetto è quello di creare nuove opportunità occupazionali attraverso la
dinamizzazione turistica di un’area.
Coordinamento – Organizzazione eventi – Rapporti istituzionali – Docenza – Gestione risorse
umane - Rendicontazione
Annualità 2004
BANCO ALIMENTARE DELLA CALABRIA
Associazione di volontariato ONLUS
Progettazione di un progetto ministeriale dal titolo: “Condividere per educare: la
costruzione di un nuovo quartiere.”
Coordinamento Attività di progettazione
Aprile 2005 ad oggi
SOCIETA’ FRUTTI DEL SOLE SRL
AGROALIMENTARE
Consulenza / Selezione, Membro Comitato Tecnico Scientifico – Progetto POR IFTS
2002/2003 Mis. 3.7 a Tecnico Superiore delle produzioni vegetali realizzato dalla Frutti del Sole
srl, l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, l’Istituto d’Istruzione Tecnica
Maiorana di Roccella Ionica; il CSL Calabria Scarl.
Progettazione, organizzazione e coordinamento
Marzo 2005 – aprile 2005
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Coordinamento attività formativa - Progetto SILVA BRUTIA attuatto dalla Società Why Not MC
s.r.l. e dalla Regione Calabria.
L’obiettivo del progetto è quello di realizzare l’inventario forestale della Calabria (IFC) ed il
Sistema Informativo Forestale Regionale (SIFOC) con una formazione preventiva dei lavoratori.
Coordinamento attività formativa
2004 - 2006
ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE “CALABRETTA” DI SOVERATO
Istruzione
Consulenza / Progettazione, Membro Comitato Tecnico Scientifico – Progetto PON IFTS
MIS.5 AZIONE 5.1 “Tecnico Superiore per l’Assistenza alla Direzione di Agenzie di viaggio e
16
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
tour operators” realizzato dall’ITC di Soverato (CZ); Corso di Laurea in Scienze Turistiche
dell’UNICAL; la Francorosso Incentive del Gruppo Alpitour; il CSL Calabria Scarl; l’IRRE
Calabria.
Organizzazione e Coordinamento attività.
Anno scolastico 2004/2005
ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMM. E TURISTICI L. EINAUDI – LAMEZIA TERME
Istruzione
Consulenza / Docenza in qualità di Esperto del settore della formazione Progetto PON
“Orientarsi nel labirinto della vita” 1999 IT 051 PO 013 Misura 3 Azione 3.2 (Prevenzione e
recupero della dispersione scolastica di alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro
del drop out).
Esperto in formazione (Attività di orientamento, conversazione finalizzata all’autoanalisi e
autoidentificazione per far prendere agli alunni coscienza dei propri interessi, delle proprie
attitudini e abilità e procedere ad un progetto di sé. Colloqui individuali e di gruppo per
conoscersi e relazionarsi con altri. Orientamento e lavoro; percorsi formativi dopo il diploma; il
mondo del lavoro.)
Anni scolastici 2004/2005 – 2005/2006 – 2006/2007
ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L’AGRICOLTURA E L’AMBIENTE DI LAMEZIA TERME
Istruzione
Docenza Formazione Docenti/Certificatore/Docenza in qualità di Esperto del settore della
formazione Progetti PON:
“Il Territorio:laboratorio di vita” 1999 IT 051 PO 013 3.2 (Prevenzione e recupero della
dispersione scolastica di alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro del drop out).
“Le amiche piante” 1999 IT 051 PO 013 3.2 (Prevenzione e recupero della dispersione
scolastica di alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro del drop out).
“Nuove tecnologie didattiche
Esperto in formazione (Attività di orientamento, conversazione finalizzata all’autoanalisi e
autoidentificazione per far prendere agli alunni coscienza dei propri interessi, delle proprie
attitudini e abilità e procedere ad un progetto di sé. Colloqui individuali e di gruppo per
conoscersi e relazionarsi con altri. Orientamento e lavoro; percorsi formativi dopo il diploma; il
mondo del lavoro). Certificazione Allievi. Attività di Formazione Docenti
Anni scolastici 2004/2005 - 2005/2006 – 2006/2007
ISTITUTOTECNICO COMMERCIALE “V. DE FAZIO” – LAMEZIA TERME
Istruzione
Consulenza / Docenza in qualità di Esperto del settore dell’Orientamento
Progetto “Comunicare e Orientare”
Esperto di orientamento (Attività di bilancio delle competenze e accompagnamento al
lavoro)
Anno scolastico 2004/2005
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SANT'ANDREA APOSTOLO DELLO IONIO
Istruzione
Consulenza / Docenza in qualità di Esperto del settore dell’Orientamento
17
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
POR n°1999 IT 16 1 PO 006 - Misura 3.6.b “Il teatro per esprimere e socializzare”
Attività di monitoraggio e valutazione del risultato
Anno scolastico 2003/2004
ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMM. E TURISTICI L. EINAUDI – LAMEZIA TERME
Istruzione
Consulenza / Docenza in qualità di Esperto del settore della formazione Progetto PON “Il
filo di Arianna” 1999 IT 051 PO 013 Misura 3 Azione 3.2 (Prevenzione e recupero della
dispersione scolastica di alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro del drop out);
Progetti Pon Misura 1 Azione 2 Esperienze di Stage nell’ambito dei percorsi di istruzione
Esperto di orientamento e counselling (Attività di orientamento, conversazione finalizzata
all’autoanalisi e autoidentificazione per far prendere agli alunni coscienza dei propri interessi,
delle proprie attitudini e abilità e procedere ad un progetto di sé. Colloqui individuali e di gruppo
per conoscersi e relazionarsi con altri. Orientamento e lavoro; percorsi formativi dopo il diploma;
il mondo del lavoro.)
Anno scolastico 2003/2004
ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L’AGRICOLTURA E L’AMBIENTE DI LAMEZIA TERME
Istruzione
Docenza in qualità di Esperto del settore della formazione Progetto PON “TEEN&GER”
1999 IT 051 PO 013 Misura 3 Azione 3.2 (Prevenzione e recupero della dispersione scolastica
di alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro del drop out); Progetti Pon Misura 1
Azione 2 Esperienze di Stage nell’ambito dei percorsi di istruzione
Esperto per la formazione dei docenti per l’orientamento e il bilancio delle competenze ed
esperto per l’orientamento e l’inserimento lavorativo con gli allievi delle classi intermedie
(Costruzione di una mappa delle opportunità, sviluppo alla microimprenditorialità.L’osservazione
nella comunicazione; il ruolo nel processo comunicativo; l’impostazione di un progetto
professionale individuale per la ricerca attiva del lavoro. Stesura dell curriculum vitae; i colloqui
di selezione del personale.)
Ottobre – dicembre 2002
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SANT’ANDREA APOSTOLO DELLO IONIO
Istruzione
Docenza e tutoraggio Progetti POR Misura 3.6.b e Misura 3.6.c
Orientamento scolastico e professionale
Ottobre – novembre 2002
ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI “L. EINAUDI”
Istruzione
Consulenza / Docenza in qualità di esperto del settore della formazione – Progetto PON
“Studiare perché” 1999 IT 051 PO 013 (Prevenzione e recupero della dispersione scolastica di
alunni della scuola secondaria superiore e per il rientro dei drop-out)
Esperto per l’orientamento e il bilancio delle competenze. (Attività di motivazione e rimotivazione
allo studio; colloqui di cunselling; elaborazione progetto personale.)
Settembre 2002 Ottobre 2003
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE “M. M. MILANO” DI POLISTENA
Istruzione
Consulenza / Progettazione, Selezione, Membro Comitato Tecnico Scientifico – Progetto
PON IFTS MIS.5 AZIONE 5.1 – 5.1-01-7 Tecnico Specialista in Networking e Routing realizzato
dall’ITIS di Polistena (RC); la facoltà di ingegneria dell’UNICAL; la Società Ecocoop Project; il
CSL Calabria Scarl in collaborazione con CISCO System
18
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Luglio 2002 Maggio 2003
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Consulenza / Progettazione e Coordinamento del progetto PON MIS. II.1 AZIONE C Trasferimento di Buone Pratiche “Nuova Paideia” rivolto agli operatori delle Istituzioni
scolastiche e delle agenzie formative per favorire l’integrazione tra i sistemi
dell’istruzione, università, formazione professionale e lavoro, anche nella prospettiva
della formazione permanente.
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Aprile 2002 Ottobre 2003
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Direzione del percorso IFTS “Tecnico specialista in gestione della coltivazione, produzione e
trasformazione vitivinicola” gestito dal Consorzio Scuole Lavoro Calabria Scarl in partenariato
con l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, la Coop. Agricola Lenti (Gruppo Statti),
l’Istituto Professionale per l’agricoltura e l’ambiente di Catanzaro
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Giugno 2001- luglio 2005
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Direzione , Coordinamento di vari Interventi Formativi per la formazione professionale e
l’inserimento lavorativo di disoccupati, lavoratori interinali, immigrati con regolare
permesso di soggiorno realizzati nell’ambito dell’art. 5 della L. 196/97 in collaborazione con la
Società di Lavoro Interinale OBIETTIVO LAVORO
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
2001 - 2009
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL
Ente di Formazione Regionale, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
Attività di progettazione per i seguenti progetti approvati:
Iniziativa Comunitaria Equal - PS geografica D.I.M.O.R.A. n. IT-G-CAL-068
P.O.R. Calabria 2000-2006 – I.F.T.S. Tecnico specialista in gestione della coltivazione,
produzione e trasformazione vitivinicola
PON MIS.5 AZIONE 5.1 – 5.1-01-7 I.F.T.S. Tecnico Specialista in Networking e Routing
PON MIS. 3 AZIONE 3.1 “Prevenzione e recupero della dispersione scolastica di alunni della
scuola di base nelle aree a massimo rischio di esclusione culturale e sociale”
PON MIS. II.1 AZIONE C Trasferimento di Buone Pratiche “Nuova Paideia
POR Calabria 2000 – 2006 I.F.T.S. Tecnico Superiore per l’organizzazione e il marketing del
Turismo Integrato
PON MIS. 5 AZIONE 5.1 I.F.T.S. Tecnico Superiore per l’assistenza alla direzione di agenzie di
viaggio e tour operators
ALTA FORMAZIONE POST UNIVERSITARIA Tecnico Agroalimentare e Controllo della
Sicurezza e della Qualità
Iniziativa Comunitaria Equal – PS geografica TOURJOB n. IT – G2 – CAL – 073
Progetti IFTS CIPE “Tecnico superiore per le infrastrutture logistiche”
“Tecnico superiore per l’organizzazione e il marketing del turismo integrato”
“Operatore Contact Center Marketing” cod. 141 – realizzato nell’ambito del POR CALABRIA
19
2000/2006 Asse III Risorse Umane Misura 3.2 Progetti integrati di formazione e di erogazione di
incentivi finalizzati all’occupazione attuatto dal Consorzio Scuole Lavoro Calabria Soc. Coop. in
ATS con l’Azienda Web Call Center Ring s.r.l.
POR PIT Calabria PRO.MA.NA
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Maggio – Settembre 2001
ITALIALAVORO S.P.A.
Società mista
selezione e orientamento- progetto IN “Alfabetizzazione informatica & di lingua inglese”
Responsabile orientamento presso il Centro per l’Impiego di Polistena RC
Aprile 2001 - Maggio 2001
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SCARL –
Ente di Formazione Regionale, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro Istruzione
Coordinamento Corso di Orientamento Professionale - CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE
PER LA FORMAZIONE IN ETÀ ADULTA – SEDE DI COORDINAMENTO SCUOLA MEDIA STATALE “F.
FIORENTINO” DI LAMEZIA TERME
Febbraio 2001
OBIETTIVO LAVORO SCRL
Società di fornitura di lavoro temporaneo
Attività di Selezionatore - Progetto “Formula Bingo”.
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Novembre 2000
IRRSAE CALABRIA
Ricerca, aggiornamento e formazione, sperimentazione, documentazione e informazione in
campo educativo
Relatrice al seminario “Formazione integrata in Calabria. Esperienze-Prospettive” nell’ambito
del Progetto F.A.Re –Formazione degli Adulti nelle Regioni
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Ottobre 2000
Istituto Tecnico Statale per Geometri di Soverato (CZ)
Istruzione
Orientamento e Docenza nel progetto “Abitare senza problemi, Sviluppo di tecnologie per
l’edilizia”
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
2000 - giugno 2003
SOCIETÀ CONSORZIO SCUOLE LAVORO CALABRIA SOC.COOP
Agenzia formativa, socio dell’Associazione nazionale Consorzio Scuole Lavoro
PRESIDENTE
20
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
1999 – 2001
Società Intrapresa S.r.l. – Istituto Tecnico Commerciale Lucifero di Crotone
Società di servizi - Istruzione
Progettista, Coordinatrice didattica, Docente progetto IFTS POR “Tecnico dei Sistemi di
Qualità”.
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
1999-2000
Archè snc
Agenzia formativa, socio dell’Associazione Consorzio Scuole Lavoro
Coordinatrice Corso Informatica di Base Progetto EUROFORMAZIONE
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
1999 –2000
Obiettivo Lavoro Scrl presso la Filiale di Lamezia Terme
Società di fornitura di lavoro temporaneo Aut. Ministero del lavoro n. 9/97
Dipendente part-time di in qualità di esperto di Orientamento, Selezione e Formazione
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Aprile- Luglio 1999
Società Intrapresa S.r.l.
Formazione
Responsabile e Coordinatrice del Progetto Unico Sud – Profilo professionale di
Educatore Territoriale P.O. 940026/I/1. Il percorso formativo è stato itinerante e si è svolto in 4
regioni: Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
1999 – 2000
Società Intrapresa S.r.l.
Formazione
Responsabile e Coordinatrice in Calabria del progetto SOFIA II 0807/E2/Y/M (Iniziativa
Comunitaria Occupazione-Youthstart II fase) Sistema nazionale di Orientamento,
Formazione e Inserimento Al lavoro dei giovani a rischio: la II opportunità. Il progetto è
rivolto alla creazione e al consolidamento di un sistema nazionale di orientamento per i
giovani a bassa scolarità.
Coordinamento del progetto, attività di formazione formatori e percorsi di orientamento
per drop out e Bilancio delle Competenze
1999-2000
Società Intrapresa Srl – Lamezia Terme
Formazione Professionale
Responsabile del settore formazione
• Principali mansioni e responsabilità
21
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
1998
Intrapresa S.r.l.
Formazione Professionale
Tutor - progetto TELETRAINING SUD Profilo Professionale di “Merchandiser dei Beni Culturali”
P.O. 940026/I/1 Occupazione Sud
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Febbraio 1994
Università degli Studi della Calabria
Istruzione
-Vincitrice di una Borsa di Studio Regionale presso il Dipartimento di Linguistica– durata 12
mesi.
• Principali mansioni e responsabilità
• Date
• Nome e indirizzo del datore di
lavoro
• Tipo di azienda o settore
• Tipo di impiego
Anno scolastico 1992/93
Scuola Elementare di Serrastretta (CZ)
Istruzione
Tirocinio
• Principali mansioni e responsabilità
• Principali mansioni e responsabilità
Assistenza agli studenti di Lingue e Letterature Straniere Moderne
dell’UNICAL nella compilazione del piano di studio in qualità di membro
dell’apposita commissione.
ISTRUZIONE E FORMAZIONE
 Date
Qualifica conseguita
 Date
Qualifica conseguita
2015
Certificato di Specializzazione corso di Specializzazione per le attività di Sostegno a.a.
2013/2014
2011
Corso di perfezionamento “Nuove tecnologie per la scuola: la lavagna interattiva e il libro
elettronico” conseguito presso FOR.COM (Consorzio Interuniversitario)
• Date
• Qualifica conseguita
2010
• Date
2008
• Qualifica conseguita
Corso di perfezionamento “ Didattica, Valutazione, Programmazione” conseguito presso
FOR.COM (Consorzio Interuniversitario).
Attestato di partecipazione al corso “Italia-Balcani Volontari per la pace e lo sviluppo”
organizzato da CSV.net
22
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Principali materie/abilità
professionali oggetto dello studio
• Date
• Qualifica conseguita
• Principali materie/abilità
professionali oggetto dello studio
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
2007
Attestato di partecipazione al corso “Destinazione Europa” organizzato da CSV.net
13/16 febbraio 2007
Attestato di partecipazione al corso di Formazione per Formatori realizzato dal FORMEZ su
finanziamento della Regione Calabria per la Promozione del servizio civile in Calabria e
crescita professionale degli Enti Accreditati.
a.s. 2005/6
Corso di perfezionamento “Apprendimento e sviluppo della lingua straniera” conseguito
presso FOR.COM (Consorzio Interuniversitario).
2002
Attestato di partecipazione al “Seminario di presentazione dell’applicativo di monitoraggio
qualitativo – Iniziativa comunitaria Equal” organizzato dall’ISFOL e dall’ASS. alla Formazione
Professionale della Regione Calabria.
2000
Conseguimento delle seguenti abilitazioni: Abilitazione all’insegnamento della Lingua
Inglese conseguita il 02/03/2000 O.M. n° 153 del 15/06/’99; Abilitazione all’insegnamento
della Lingua Francese conseguita in data 15/07/2000 ; Abilitazione magistrale conseguita in
data 22/06/2000; le suddette abilitazioni sono state conseguite in seguito a partecipazione
a Concorsi pubblici per titoli ed esami.
2013 Superamento Concorso pubblico per l’insegnamento nella scuola per l’infanzia.
1999
Attestato di partecipazione al Corso Formazione Formatori sul tema: “Il Bilancio delle
Competenze” organizzato dall’Associazione Nazionale Consorzio Scuole Lavoro e dalla
Cooperativa Galdus di Milano
La conduzione dei moduli di Bilancio delle Competenze e la qualità dei sistemi di
orientamento, della valutazione e certificazione dei crediti formativi.
1999
Attestato di partecipazione al Corso Formazione Formatori sul tema “Il Colloquio di
Orientamento” organizzato dall’Associazione Nazionale Consorzio Scuole Lavoro
La conduzione del colloquio. Colloquio individuale; interviste di approfondimento; il
counselling; sostegno psicologico
A.a. 1996/97
Corso di perfezionamento in “Metodologie dell’Informazione e della Comunicazione”
frequentato presso l’Università degli Studi della Calabria.
A.s. 1996/97
Attestato di frequenza al Corso di aggiornamento sul tema: “Programmazione e Valutazione”
organizzato dal Liceo Scientifico “L:Costanzo” di Decollatura, autorizzato dal Provveditorato Agli
23
Studi di Catanzaro.
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Qualifica conseguita
• Date
• Nome e tipo di istituto di istruzione
o formazione
• Principali materie / abilità
professionali oggetto dello studio
• Qualifica conseguita
• Livello nella classificazione
nazionale (se pertinente)
• Date
• Nome e tipo di istituto di istruzione
o formazione
• Principali materie / abilità
professionali oggetto dello studio
• Qualifica conseguita
• Livello nella classificazione
nazionale (se pertinente)
A.s. 1996/97
Attestato di frequenza al Corso di aggiornamento sul tema: “L’Orientamento professionale
nella didattica” organizzato dal Liceo Scientifico “L:Costanzo” di Decollatura in collaborazione
con l’Assessorato Regionale alla Formazione Professionale.
A.s. 1991/92
Attestato di partecipazione al seminario di aggiornamento per insegnanti di Lingua Inglese
organizzato da TESOL Italy
A.A. 1989/90
Attestato di partecipazione al Convegno Internazionale sul tema: “Università – Europa”
Organizzato dall’Università “La Sapienza” di Roma.
Anno accademico1991/1992
Università degli Studi della Calabria
Lingue: Inglese, Francese, Tedesco; Linguistica Generale; Storia della Critica Letteraria; Storia
della pedagogia.
Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne Relatore : Prof.ssa Irene Moran-Cattedra
di lingua e letteratura Inglese.
La tesi, integralmente in lingua inglese, studia l’opera del drammaturgo John Millington Synge.
Le ricerche bibliografiche sono state effettuate presso il Trinity College e l’University College di
Dublino con la collaborazione del Prof. Nicholas Grene – docente di Modern English- e della
Dott.ssa Angela Barone – Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Dublino.
110/110 e lode
1986
Liceo Linguistico “Nuova Europa” - Catanzaro
Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Filosofia.
Maturità Linguistica
60/60
CAPACITÀ E COMPETENZE
PERSONALI
Sostituire con il nome del certificato di lingua acquisito. Inserire il livello, se conosciuto
Livelli: A1/A2: Livello base - B1/B2: Livello intermedio - C1/C2: Livello avanzato
Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue
MADRELINGUA
ITALIANO
24
ALTRE LINGUE
INGLESE
COMPRENSIONE
PARLATO
Ascolto/Lettura
Interazione/produzione orale
Inserire il livello
Inserire il livello
Inserire il livello
C2
C2
C2
FRANCESE
TEDESCO
CAPACITÀ E COMPETENZE
RELAZIONALI
CAPACITÀ E COMPETENZE
C2
B1
PRODUZIONE SCRITTA
C1
C1
B1
B1
E’ in grado di:
esprimere verbalmente in modo chiaro e adeguato al contesto e di saper argomentare;
ascoltare e sapersi decentrare nella comunicazione;
riconoscere e valutare gli effetti della strategia comunicativa adottata e saper utilizzare i feedback per modificarla in tempo reale;
definire una strategia di azione per affrontare un problema o una situazione.
Tali competenze sono state acquisite durante il corso della vita (scuola, università, cariche
sociali, lavoro, gestione triennale di una cooperativa).
E’ in grado di coordinare attività progettuali nell’ambito della formazione professionale, con
particolare riferimento all’amministrazione di persone, bilanci, progetti;
39) Tecniche e metodologie di realizzazione previste:
La formazione si basa su un corso teorico-pratico con blocchi di lezioni giornaliere della
durata di almeno quattro ore circa ciascuna, successive ai moduli della formazione
generale. Ogni blocco si articola in più lezioni con l’ausilio di lavagna luminosa, video
proiettore, computer e molte prove pratiche ripetute in aula e all’aperto.
40) Contenuti della formazione:
BLOCCO1:
LA NORMATIVA NAZIONALE E REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE;
IL SERVIZIO DI PROTEZIONE CIVILE – LE ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE
IL METODO AUGUSTUS, LE FUNZIONI DI SUPPORTO, I CENTRI OPERATIVI, LE
PROCEDURE E LE AREE DI EMERGENZA .
BLOCCO 2:
IL RUOLO DEL VOLONTARIATO NELLE ATTIVITÀ DI PREVISIONE,
PREVENZIONE,SOCCORSO E SUPERAMENTO DELL’EMERGENZA.
NORME COMPORTAMENTALI E ORGANIZZATIVE DA ASSUMERE IN EMERGENZA
E IN FASE DI QUIETE.
PROCEDURE DI IMPIEGO DEI VOLONTARI IN EMERGENZA.
ASPETTI PSICOLOGICI DELL’EMERGENZA E LA GESTIONE DEL PANICO.
BLOCCO 3:
LE COMPETENZE DI P.C. : IL DIPARTIMENTO NAZIONALE – LA REGIONE –
LA PROVINCIA - LA PREFETTURA – IL SINDACO – I CENTRI OPERATIVI MISTI.
25
DELLE NOZIONI DI PRIMO SOCCORSO.
BLOCCO 5:
ESERCITAZIONE DI B. L. S. SU MANICHINO
BLOCCO 6:
L’ANTINCENDIO BOSCHIVO – LEGGE 21 NOVEMBRE 2000, N. 353 TECNICHE DI SPEGNIMENTO – APPROCCIO TEORICO CON PROIEZIONI.
BLOCCO 7:
CONCETTO DI RISCHIO E SCENARI CONNESSI AL RISCHIO SISMICO,
IDROGEOLOGICO, INCENDI BOSCHIVI, VULCANICO.
BLOCCO 8: CENNI SULL’ORGANIZZAZIONE DI UN CAMPO/TENDOPOLI. ADDESTRAMENTO
.
MONTAGGIO TENDA
BLOCCO 9: UTILIZZO MATERIALI E MEZZI (FUORISTRADA – AUTOBOTTE – TORREFARO,ECC.)
APPROCCIO PRATICO - ANTINFORTUNISTICA.
BLOCCO 10: ASPETTI SULLE TELECOMUNICAZIONI ALTERNATIVE IN EMERGENZA. –
APPARATI RADIO COMUNICAZIONI - PROVE PRATICHE D’USO.
BLOCCO 11:
CARTOGRAFIA
- TECNICHE DI AVVISTAMENTO INCENDIO.
BLOCCO 12:
SIMULAZIONE D’INTERVENTO A. I. B. IN PINETA – PROVE PRATICHE.
41) Durata:
74 ore (o più, se necessita)
Altri elementi della formazione
42) Modalità di monitoraggio del piano di formazione (generale e specifica) predisposto:
Valutazione periodica dell’apprendimento delle nuove conoscenze e competenze,
nonché sulla crescita individuale dei volontari, fatta con la compilazione di schede
sintetiche e test sugli argomenti della formazione. Relazione scritta di una cartella per
tema e produzione di un dvd personale finale quale”raccoglitore” delle sintesi di tutti gli
argomenti.
Data, 10 ottobre 2015
Il Responsabile legale dell’Ente
(Domenico Guzzo)
26

Documenti analoghi