IL NOME I nomi sono le parole che indicano cose, persone, animali

Commenti

Transcript

IL NOME I nomi sono le parole che indicano cose, persone, animali
IL NOME
I nomi sono le parole che indicano cose, persone, animali, luoghi, azioni,
fatti, idee, sentimenti.
Il nome comune
I nomi comuni indicano una persona, un animale o una cosa in modo
generico. Esempio: ragazzo, gatto, fiume.
Il nome proprio
I nomi propri indicano una persona, un animale, una cosa in particolare,
con un nome che le è “proprio”.
Esempio: Laura, Pluto, Adige.
I nomi propri hanno la lettera iniziale maiuscola.
Il nome concreto
I nomi concreti indicano cose reali, che si possono percepire con uno dei
cinque sensi. Si possono, cioè, vedere, sentire, udire, ascoltare, annusare,
gustare, toccare ecc.
Esempio: tavolo, profumo, vento ecc.
Il nome astratto
I nomi astratti indicano idee, sensazioni, sentimenti, emozioni che non si
possono percepire con i cinque sensi, ma sono frutto del pensiero, del
cuore e dell’immaginazione.
Esempio: speranza, amore, rabbia ecc.
Il nome collettivo
Il nome collettivo è un nome singolare che però indica un insieme di
persone, di animali, di cose della stessa specie.
Esempio: flotta, squadra, mandria
Il nome primitivo
I nomi primitivi sono i nomi che non derivano da nessun’altra parola della
lingua italiana.
Esempio: cane, uomo, pagina.
Il nome derivato
I nomi derivati sono quelli che derivano da altri nomi.
Esempio: fienile (da fieno), fiorista (da fiore), canile (da cane).
Il nome alterato
I nomi alterati sono quelli che alterano il nome da cui derivano, per
dargli particolari sfumature di significato.
Esempio: ragazzino, libraccio, cagnone, casetta.
Il nome alterato conserva lo stesso significato del nome da cui deriva; gli
aggiunge solo un’idea di piccolezza o di grossezza, di bellezza o di
bruttezza, di simpatia o di disprezzo.
Il nome alterato si ottiene aggiungendo un suffisso al nome primitivo.
I nomi alterati si dividono in: diminutivi (casina), vezzeggiativi (casetta),
accrescitivi (casona), dispregiativi (casaccia).
Il nome composto
I nomi composti sono nomi formati da due parole.
Esempio: cassaforte, passaporto ecc.
I nomi composti possono essere formati da:
nome + nome es. pescecane
nome + aggettivo es. cassaforte
aggettivo + nome es. bassorilievo
aggettivo + aggettivo es. sordomuto
verbo + nome es. passaporto
verbo + verbo es. dormiveglia