Verbale n. 1 del Collegio docenti del 5 settembre 2012

Commenti

Transcript

Verbale n. 1 del Collegio docenti del 5 settembre 2012
VERBALE n. 1
Il giorno 05 settembre 2012 alle ore 8,30 nella sala conferenze, si è riunito il Collegio dei
Docenti, in seduta ordinaria e regolarmente convocato con nota Prot. n. 4216/A22 del 30.08.2012,
finalizzato alla discussione e delibera dei seguenti punti all’o.d.g.:
1. Accoglienza nuovi docenti
2. Avvio a.s. 2012-13, periodi didattici, orari di funzionamento
3. Linee di indirizzo, linee strategiche POF 2012-’13, aree funzioni strumentali,
4. Struttura organizzativa funzionale al POF e criteri assegnazione incarichi
5. Criteri ammissibilità progetti, commissione FF.SS.
6. Colloqui con le famiglie, modalità organizzative
7. Piano annuale delle attività a.s. 2012-‘13
8. Piano integrato PON FSE 2012-‘13
9. CLIL classe 3^ AL proposte progettuali
10. Piano di miglioramento INVALSI
11. Autovalutazione CAF
12. Orientamento e accoglienza nuovi iscritti, Patto educativo di corresponsabilità
13. Alternanza scuola-lavoro 8^-9^ edizione
14. Bando PON FESR 10621 “Dotazioni tecnologiche e reti delle II.SS.” Agenda digitale
15. Comitato valutazione servizio
16. Commissione elettorale
17. Comunicazioni varie
Presiede il Dirigente Scolastico prof.ssa Anna Maria Amoruso, svolge le funzioni di
segretario verbalizzante la prof.ssa Anna Maria Staffulani. Sono presenti i proff.ri:
Allegretta Filomena, Ammaturo Rosaria, Angelico Antonella, Bertea Francoise, Binetti
Aldo, Brucoli Teresa, Carbonara Stella Paola Regina, Carlucci Andrea Rosario, Celi Anna
Teresa, Cesari Rosamaria, Chieffo Cleonice, Cioce Antonietta, Stefania Colotti, Crudele
Susanna, D’Aponte Carla, D’Aprile Maria Rosaria, De Filippis Anna, De Gregorio Anna,
De Nisi Sergio, Delvecchio Rina, De Michele Carmela, Di Cagno Gabriella, Farenga
Patricia Emilia, Fersini Silvia, Fiorenza Maria Francesca, Fiorino Maria, Garofoli Rosa,
Gatti Rosa, Giagnacovo Maria, Giannelli Giovanni, Giusti Angela Maria, Intino Gabriella,
Lo schiavo Vincenza, Minervini Susanna, Morcavallo Anna, Nappi Maria Rosaria,
Natalicchio Anna Laura Damiana, Padolecchia Marcella, Palombella Marta Maria, Perna
Stefania, Pesce Buonamico Loredana, Pignataro Cecilia, Radaelli Silvia, Rantuccio Milena,
Rizzo Bruno, Roma Vittoria Eugenia, Ruggieri Francesco, Saldarelli Raffaella, Salvemini
Teresa, Saracino Rosanna, Scarcelli Rosangela, Sicolo Francesco Paolo, Spartà Rosa Maria,
Staffulani Anna Maria, Stasi Porzia, Stefani’ Rita, Testini Aida, Vernole Eugenia,Verrone
Loredana e Vilardi Fatima.
Risultano assenti i proff.ri: Bertea Francoise, Catalano Roberta, Ferorelli Chiara,
Garofalo Eliana, Maffei Lisa, Metta Federica e Pesce Buonamico.
Alle ore 8.30, dopo aver fatto l’appello ed accertata la presenza del numero legale, il
D.S. apre la seduta illustrando il primo punto all’o.d.g.:
1. Accoglienza nuovi docenti
Il D.S. presenta al Collegio i nuovi docenti arrivati, li invita a presentarsi al Collegio e
rivolge loro l’augurio di integrazione nella comunità scolastica nonché di crescita
professionale.
2. Avvio a.s. 2012-13, periodi didattici, orari di funzionamento
Il D.S. ricorda al Collegio che l’avvio dell’anno scolastico è stato deliberato nell’ultimo
Collegio dello scorso anno al 17 settembre. Alle ore 8.00 per tutte le classi dell’istituto ed alle
9.00 per le prime che entreranno dal cortile della scuola, dopo l’appello, accompagnate dal
docente in orario.
La classe 3 AE ha anticipato l’inizio dell’anno al 10 settembre in quanto impegnata
nello stage di alternanza scuola lavoro.
Tutte le attività, prosegue il D.S., sono state razionalizzate. In particolare i CdC sono
stati fissati contenendo i tempi. L’orario sarà da subito completo, con le ore da 60’ minuti, e
l’uscita alle ore 12.00. 13.00 e 14.00, differente in ragione dei corsi di diverso indirizzo, di
vecchio e nuovo ordinamento.
Viene mantenuta, quale periodo didattico, la medesima scansione in quadrimestri seguita lo
scorso anno, con pagellino intermedio allo scopo di aggiornare con continuità le famiglie in
merito all’andamento didattico de propri figli.
3. Linee di indirizzo, linee strategiche POF 2012-’13, aree funzioni strumentali
Il D.S. in premessa al terzo punto all’ordine del giorno, sollecita la massima attenzione al fenomeno
della dispersione scolastica attraverso l’attuazione di ogni strategia funzionale al recupero.
Richiama le linee di indirizzo e strategiche dell’istituto, peraltro già inviate per posta elettronica
quale proposta su cui riflettere e lavorare illustrandole sinteticamente nei diversi aspetti. Di seguito,
il D.S. precisa le differenti aree di pertinenza di ciascuna Funzione Strumentale, così come da
prospetto, a cui è stato necessario aggiungere una quinta F.S. referente della Qualità e
dell’Autovalutazione.
Sul tale punto, ricorda che quest’anno non siamo stati inclusi tra le scuole facenti parte del
progetto Vales, siamo tra i primi dieci istituti in graduatoria per le prossime annualità e dunque in
attesa di essere coinvolti in futuro. Sull’autovalutazione si lavorerà pertanto con il CAF.
Sottopone a discussione e poi a delibera la bozza elaborata da una commissione di lavoro
propedeutica alle sedute degli OO.CC.
Delibera n 1
Il Collegio docenti delibera all’unanimità le seguenti
1.1 Linee di indirizzo
a. CONDIVISIONE nella progettazione del POF da parte di tutte le componenti
Dirigente, Docenti, Ata, Genitori, Alunni
b. CORRESPONSABILITA’ di tutte le componenti nell’attuazione del POF
c. MISSION di Istituto da esplicitrare attraverso il POF:
Il POF mira ad assolvere alla funzione istituzionale di istruzione-formazione degli studenti:
• promuovendo curiosità e interesse per il sapere e l’apprendimento
• incentivando le occasioni di sviluppo formativo ai fini dell’incremento del successo
scolastico
• promuovendo conoscenze, abilità e competenze
• promuovendo la maturazione dell’essere persone, affinché gli alunni siano capaci di
pensare, riflettere, ponderare, agire con autonomia, nel rispetto delle regole della
convivenza civile.
• Tenendo sotto controllo i fenomeni di abbandono scolastico. La dispersione scolastica
è sinonimo di impoverimento e spreco di risorse umane e professionali, nonché
finanziarie, compito del’organizzazione scolastica è prevenire l’insuccesso e fornire
una chance agli alunni che hanno fallito, motivando l’apprendimento con strategie
didattiche che pongono al centro l’interesse per la scoperta e l’incoraggiamento.
d. VISION
L’organizzazione deve tendere all’integrazione delle risorse e delle capacità di ciascuno, per
migliorare la qualità del servizio all’utenza
L’ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA, nel rispetto dei differenti ruoli e compiti.,
1) deve tendere a diventare comunità di apprendimento, promuovendo negli OO.CC. e in
particolar modo nel C.d.C.
• buone relazioni umane e professionali
• logiche collaborative,
• apprendimento cooperativo tra docenti e discenti,
• integrazione reciproca dei saperi esperti e delle competenze
2) deve assicurare la propria disponibilità
• a monitorare il funzionamento dell’organizzazione
• a riflettere sugli esiti del POF, discutere sui punti fragili dell’organizzazione e
condividere piani di miglioramento
1.2 Delibera inoltra le seguenti Linee strategiche del POF 2012-2013
corrispondenti Aree delle FF.SS.
Linee strategiche POF 2012-’13.
1. potenziare le eccellenze
2. favorire l’integrazione di tutte le componenti scolastiche nella
progettazione e nell’attuazione del POF
3. potenziare l’integrazione dei disabili, degli studenti che vivono
situazioni di disagio familiare, degli alunni stranieri
4. favorire il successo scolastico migliorando l’azione didattica e le azioni
volte al recupero delle carenze
5. contrastare la dispersione scolastica
6. creare senso di appartenenza di tutte le componenti scolastiche che
devono riconoscersi nel POF della scuola
7. favorire i processi di autoanalisi ed autovalutazione per il
miglioramento della scuola
8. creare un clima accogliente ed inclusivo per gli alunni che frequentano
per la prima volta il nostro Istituto
9. promuovere un maggior raccordo con l’Università, il mondo del
lavoro, il mondo delle professioni, istituzioni, enti locali e associazioni
no profit
10. rafforzare l’identità della scuola nel territorio, stabilendo legami con
interlocutori istituzionali privilegiati e con altre scuole
11. favorire il massimo coinvolgimento delle famiglie
12. sostenere il processo di formazione degli studenti progettando in modo
coerente tutte le attività ed iniziative scolastiche
13. migliorare i processi democratici di partecipazione delle
rappresentanze alunni e genitori agli OO.CC della scuola
14. promuovere azioni coerenti di innalzamento della qualità
dell’insegnamento/apprendimento
15. promuovere la cultura della legalità, l’educazione alla salute, il
benessere dello studente, il rispetto per l’ambiente e la dimensione
interculturale
16. rendere più efficaci i progetti e le attività che arricchiscono l’offerta
formativa curandone la ricaduta sul curricolo
e le
aree FF.SS
1
Progetto POF
e azioni di
Monitoraggio
progetti e
recupero
2
Orientamento
3
Alunni e
rapporti con
le famiglie,
INVALSI
4
Attività
extracurricolari
17 promuovere processi di autovalutazione con sistema CAF
18 curare un piano di informazione sul CAF
19 monitorare processi e valutare risultati ai fini del miglioramento
dell’organizzazione
20 predisporre un piano di miglioramento da sottoporre al Collegio
5
Qualità e
autovalutazione
Gradimento
Portfolio scuola
4. Struttura organizzativa funzionale al POF e criteri assegnazione incarichi
Sul punto il D.S. presenta una proposta di struttura organizzativa, già discussa nella
commissione di lavoro, che ricalca nel complesso quella dello scorso anno scolastico cobn motivate
integrazioni, chiarendo nel dettaglio le funzioni ed i compiti. In particolare quelli dei Coordinatori
chiamati ad un più puntuale e sollecito riscontro delle assenze e dei ritardi degli alunni, supportati in
questo da un nuovo registro di classe più funzionale e strutturato.
I ritardi nell’ingresso non saranno consentiti oltre le 8.05 /8.07, superato detto orario gli
studenti dovranno entrare alla seconda ora giustificando solo ed unicamente sui libretti. Il genitore
depositata la firma sugli stessi, sarà chiamato a giustificare personalmente al raggiungimento dei
cinque ritardi e/o delle cinque assenze, al fine di monitorare costantemente la presenza degli
studenti a scuola. Lo stesso dicasi per i maggiorenni che per giustificare le assenze giornaliere
dovranno avere la delega del genitore.
Laddove residenti in quartieri distanti o mal collegati rispetto alla scuola, gli studenti
potranno su richiesta documentata, ottenere l’ingresso posticipato per tutto l’anno. Non sarà
necessario pertanto riportarlo sul registro di classe se non la prima volta che l’alunno esibirà il
libretto con l’autorizzazione rilasciata.
Il D.S. sottopone a discussione e delibera la struttura organizzativa funzionale al POF e i criteri
assegnazione incarichi, propone già la conferma di alcuni docenti per lo stesso incarico,
tenendo conto dell’esperienza maturata.
Delibera n 2
Il Collegio Docenti delibera all’unanimità la seguente struttura organizzativa:
AREA DI SUPPORTO ALL’ORGANIZZAZIONE
• 1^ collaboratore A.M. STAFFULANI
• 2^ collaboratore M.R. D’APRILE
• Commissione orario: CRUDELE-PADOLECCHIA
FF.SS (5)
• POF, recupero,
• Alunni e rapporti con le famiglie, INVALSI
• Orientamento
• Attività extracurricolari
• Qualità e valutazione
AREA DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA
Coordinatori e Segretari c.d.c ( x n 33 classi)
Compiti Coordinatori:
a) Controllare mensilmente ritardi e assenze e relative giustifiche, sul registro di classe , con
conseguente sollecito alla segreteria per l’invio di comunicazioni alle famiglie;
b) Sollecitare la segreteria per comunicazioni alle famiglie del monte ore di assenze effettuate
dagli studenti, se preoccupante per la validità dell’anno scolastico;
c) Autorizzare e annotare mensilmente sul registro di classe le Assemblee di classe, in base
al criterio della rotazione di giornate e ore, con conseguente lettura del verbale di
assemblea e sensibilizzazione del CDC sulle problematiche emergenti.
Coordinatori Dipartimenti n. 11 Coordinatori Dipartimenti Disciplinari e per Assi culturali
o ITALIANO- STORIA- RIZZO (triennio) FARENGA (biennio e Asse culturale Linguistico)
o ARTE= COLOTTI ( Triennio)
o Ed MOTORIA = M.R. NAPPI( quinquennio)
o LATINO = CIOCE ( quinquennio)
o MATEMATICA e FISICA= D’APONTE (quinquennio e Asse culturale Matematico)
o SCIENZE UMANE = SALDARELLI ( Triennio) - CHIEFFO (biennio e Asse culturale
Storico-sociale)
o DIRITTO - CESARI= ( Quinquennio)
o LINGUE STRANIERE= GIUSTI( Quinquennio )
o SCIENZE NATURALI= PADOLECCHIA (Quinquennio e Asse culturale Scientifico.
Tecnologico)
Referente integrazione ( H e DSA ): Cura rapporti famiglie H, progetti H, rapporti Asl,
componente GLHI, coordinamento azioni di supporto alunni DSA .
Referente Integrazione alunni stranieri: proff.ri Catalano - Ammaturo
Referente Biblioteca - Alunni con attività alternativa- Concorsi letterari e culturali prof.ssa
Saracino
Referente esami idoneità- integrativi prof.ssa Padolecchia
Supporto alla Commissione elettorale: proff.sse Cesari – Roma
Commissione Orientamento - Accoglienza (F.S. Angelico + 10 docenti: Crudele - FarengaFiorenza- Intino- Maffei –Padolecchia – Vernole – Colotti – Scarcelli - Carbonara - Celi)
GAV ( Gruppo autovalutazione ) Fiorenza - Nappi - Stefanì e le FF.SS.
Un docente di supporto ai monitoraggi, raccolta ed elaborazione scientifica di dati ai fini del
miglioramento Prof. De Nisi
Commissione Laboratori: Vilardi - Crudele - Binetti - Delvecchio ( + V. LORUSSO)
AREA PROGETTI
Referenti progetti/ attività deliberate nel POF
• Referenti Alternanza 8^ edizione Rantuccio - Vilardi
• Referenti Alternanza 9^ edizione Cesari - Colotti
• Referenti stage curricolari delle classi IV - Indirizzo Liceo delle Scienze Sociali
Referenti Piano integrato PON- FSE
Facilitatore: Vilardi – Valutatore: Fiorenza
Tutor di obiettivo: Vernole
Tutor dei progetti PON FSE e FESR già individuati
- C1 Impariamo a comunicare sgrammaticando (50 ore) (Intino – Maffei)
- C1 Il problema dei problemi (30 ore) ( Crudele)
- C1 Anywhere with English ( Ferorelli- Maffei)
- C4 Virgilio, Catone: un’anomalia etica (Vernole - Saracino)
- B7 Over B1 ( Vernole- Ferorelli)
Commissione Sicurezza: e organizzazione SPP – RSPP – RLS + figure sensibili.
2.2 delibera inoltre all’unanimità i seguenti Criteri di assegnazione degli incarichi
organizzativi
- Distribuzione incarichi
- possesso di competenze specifiche richieste per lo svolgimento dell’incarico
- assegnazione in ragione delle esigenze organizzative
- la nomina di coordinatore per una classe deve di regola corrispondere all’incarico di
segretario in altra classe
- titoli e attestati specifici
- disponibilità a ricoprire l’incarico
5. Criteri ammissibilità progetti, commissione FF.SS
Sul punto, il D.S. richiama il CdD al principio della collegialità del POF quanto a
condivisione nella progettazione e corresponsabilità nell’attuazione. È necessario che ciascun C.d.C
e ciascun docente sentano come propri i progetti deliberati nel POF, favorendone lo svolgimento e
supportando gli studenti con elasticità nella fissazione delle verifiche. Pianificando le spiegazioni in
relazione agli impegni a cui gli studenti sono chiamati in base ai progetti ai quali aderiscono.
Una commissione costituita dalle FF.SS. a cui viene aggiunta la prof.ssa Natalicchio avrà il
compito di valutarne l’ammissibilità e il punteggio di ciascun progetto, stilando una graduatoria,
compatibilmente con le risorse finanziarie, in base a criteri che il Ds sottopone a discussione e
delibera.
Delibera n 3
Il Collegio Docenti delibera all’unanimità i seguenti criteri di ammissibilità dei progetti POF
a.s. 2012-‘13
1) Coerenza con le linee strategiche
2) Ricaduta sul curricolo e sull’apprendimento degli studenti, con priorità per i progetti
aperti al maggior numero di alunni e di classi
3) Coinvolgimento del C.d.C nella realizzazione del progetto
4) Collegialità nella progettazione (almeno n. 2 docenti)
5) Progetti innovativi delle metodologie di insegnamento/apprendimento
6) Progetti innovativi con esclusione di progetti già ripetuti nei due anni precedenti
6. Colloqui con le famiglie, modalità organizzative
Il D.S. propone al CdD, come da prospetto, la proposta delle date e degli orari dei colloqui
con le famiglie, facendo presente la necessità che si svolgano in giornate diverse per biennio e
triennio, a richiesta dei genitori. La prof.ssa Allegretta chiede cosa fare nel caso un docente abbia
classi al biennio e al triennio. Seguono diversi interventi. Il D.S. sottopone a delibera la proposta.
Delibera n 4
4.1 Il Collegio Docenti all’unanimità delibera le modalità di svolgimento dei colloqui scuolafamiglia:
Dicembre Colloquio pomeridiano e restituzione del pagellino
Venerdì 14 ore 16.00 - 19.00 Biennio
Lunedì 17
ore 16.00 - 19.00 Triennio
Aprile Colloquio pomeridiano e restituzione del pagellino
Giovedì 18 ore 16.00 – 19.00 Biennio
Martedì 23 ore 16.00 – 19.00 Triennio
4.2 I colloqui antimeridiani iniziano a novembre e terminano l’otto Maggio, con sospensione
dal sette gennaio al sei Febbraio.
7. Piano annuale delle attività a.s. 2012-‘13
Il D.S. espone al CdD, come da prospetto, le date e gli orari delle attività relative al Piano annuale
a.s. 2012-’13. La prof.ssa Cesari chiede che le date dei Consigli di Dicembre non siano poste a
ridosso alla ricorrenza dell’Immacolata Il Ds. sottopone a delibera il seguente piano:
Dipartimenti: 18 ore, con la seguente scansione: Settembre ( programmazione e criteri di
valutazione), Marzo ( prove INVALSI), Aprile ( sostituzione libri di testo e discussione temi e
argomenti prove comuni sospensione giudizio per classi parallele)
Collegi: 10 ore, nei seguenti mesi: Ottobre- Novembre- - Dicembre ( piano Miglioramento CAF)
Marzo - Maggio- Giugno
Consigli. 6 ore circa, con la seguente articolazione: Ottobre per programmazione iniziale con
Rappresentanti, Consigli di interperiodo 28 novembre- 5 Dicembre, Febbraio scrutini, Aprile: per
Consigli di interperiodo, Maggio valutazione finale PEI e Documento 15 maggio, Giugno
Scrutini
Delibera n. 5
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità il Piano annuale delle attività a.s. 2012-’13, con
le rettifiche proposte.
8. Piano integrato PON FSE 2012-‘13
Il D.S. rammenta al CdD, sulla base del prospetto allegato, la composizione dei progetti del
Piano integrato PON FSE 2012-’13 così come da Delibera n. 18 a.s. 2011-’12
BIENNIO
- C1 Impariamo a comunicare sgrammaticando (50 ore) (Intino – Maffei)
ALUNNI
- C1 Il problema dei problemi (30 ore) ( Crudele)
TRIENNIO
- C1 Anywhere with English (Ferorelli- Maffei)
ALUNNI
-C4 Virgilio, Catone:un’anomalia etica ( Vernole- Saracino)
DOCENTI
- B7 Over B1( Vernole- Ferorelli)
Sottopone a delibera le scelte didattiche relative all’attuazione del piano
Delibera n 6
il Collegio docenti delibera all’unanimità:
6.1 il piano integrato PON FSE che entra a ar parte del POF a.s. 20212-’13, composto
dai progetti a cui sono assegnati i diversi tutor
BIENNIO
- C1 Impariamo a comunicare sgrammaticando (50 ore) (Intino – Maffei)
ALUNNI
- C1 Il problema dei problemi (30 ore) ( Crudele)
TRIENNIO
- C1 Anywhere with English (Ferorelli- Maffei)
ALUNNI
-C4 Virgilio, Catone:un’anomalia etica ( Vernole- Saracino)
FORMAZIONE - B7 Over B1( Vernole- Ferorelli)
DOCENTI
6.2 Il PON C1 di Matematica è assegnato al tutor prof.ssa Crudele in sostituzione della
prof.ssa D’Aponte.
6.3 criteri di selezione degli studenti:
il PON C1 “Anywhere with English” viene destinato alle classi 3-4-.5 , con media allo
scrutinio finale di 7/10
il PON-C4 Virgilio, Catone:un’anomalia etica viene destinato alle 4 classi con media allo
scrutinio finale di 7/10
il PON - C1 Impariamo a comunicare sgrammaticando (50 ore) è destinato alle Prime classi
il PON - C1 Matematica il problema dei problemi (30 ore) alle Seconde classi
6.4 l’accesso al PON B7 Over B1 per docenti, avverrà a seguito di selezione tramite test
di ingresso che dovrà attestare almeno il possesso del livello A1
9. CLIL classe 3^ AL proposte progettuali
Sul punto il D.S. informa i presenti che l’insegnamento della CLIL inizialmente pensato
quale disciplina non linguistica da insegnare in lingua è stato dal Ministero, per mancanza di fondi,
ristrutturato in unità didattiche da proporre nel primo / secondo quadrimestre.
Le proff.sse Catalano e Staffulani impegnate lo scorso anno nel corso di formazione sulla
CLIL organizzato presso l’Istituto Romanazzi sono state assegnate alla classe 3^AL, in quanto
docenti potenzialmente destinati a detto insegnamento con la Storia e la Filosofia. In attesa del
termine del corso con relativo esame conclusivo si rimanda l’illustrazione delle proposte progettuali
in fieri.
Delibera n. 7
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità le scelte relative alle discipline non linguistiche
di Storia e Filosofia per l’insegnamento della CLIL
10. Piano di miglioramento INVALSI
Il D.S. invita la prof.ssa Fiorenza ad illustrare il piano di cui all’oggetto. La docente
chiarisce che esso scaturisce da una serie di riflessioni successive alla somministrazione delle prove
Invalsi all’esito delle quali gli studenti hanno evidenziato gravi lacune in Matematica.
Il gruppo di miglioramento, alla luce degli esiti, delle criticità e delle possibili soluzioni, ha
ipotizzato una serie di misure congrue con i mezzi a nostra disposizione. Per le classi prime si è
ipotizzato un POF di Matematica e programmazioni comuni all’interno dei Dipartimenti con classi
aperte che potranno lavorare in coppia divise al proprio interno tra gruppo del recupero e gruppo
delle eccellenze. Quest’ultimo potrebbe diventare un potenziale progetto POF innovativo delle
metodologie. Si suggerisce inoltre la realizzazione di un progetto POF di Matematica da realizzarsi
a febbraio, nel secondo quadrimestre. La soluzione pertanto agli esiti deludenti in Matematica
potrebbe tradursi in due progetti che vedrebbero interessati tutti i docenti di Matematica del biennio.
Uno a classi aperte per gli studenti delle prime classi a cura dei docenti delle classi parellele
abbinate, con conseguente modifica dell’orario scolastico. L’altro riservato alle seconde da
realizzarsi con un PON nel primo quadrimestre per le fasce più deboli e con un POF per quelle
intermedie (valutazione 5/6).
Delibera n. 8
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità il Piano di miglioramento INVALSI con la
predisposizione di un progetto per classi aperte nel biennio per la disciplina Matematica, ed
un progetto di potenziamento della fascia intermedia degli studenti delle classi 2^.
11. Autovalutazione CAF
La prof.ssa Fiorenza referente dell’autovalutazione viene invitata dal DS. ad illustrare il
piano di cui all’oggetto e lo stato dei lavori. La docente presenta i risultati e le criticità. Interviene
la prof.ssa Nappi, su quest’ultimo punto, a riferire che dei 60 questionari distribuiti solo 40 sono
stati restituiti. Seguono interventi di dibattito sulla questione dell’anonimato, secondo alcuni
opinabile vista la modalità di somministrazione per posta elettronica.
Dopo ampio e diffuso confronto, si conviene per una raccolta dei moduli in formato cartaceo
in una scatola vuota dove andranno imbucati, dispendiosa dal punto di vista economico ma garante
dell’anonimato per i più scettici che non avrebbero ancora consegnato il questionario.
La prof.ssa Fiorenza ipotizza la possibilità per il futuro di inserire i dati in una piattaforma a
cui ciascuno, disponendo di una password, possa accedere per inserire i dati. Sollecita in ogni caso
la partecipazione in quanto strumento imprescindibile di autovalutazione. Non ci sono delibere
sottoposte ad approvazione
12. Orientamento e accoglienza nuovi iscritti, Patto educativo di corresponsabilità
Il D.S. invita la prof.ssa Angelico a riferire in merito. La docente illustra al CdD le modalità
di accoglienza delle classi prime. Una cartellina verrà distribuita ai docenti della prima ora che
accoglieranno gli studenti alle ore nove il primo giorno di scuola. Detta cartellina contenente
l’elenco degli studenti, la composizione del Cdc, il Regolamento di Istituto ed il Patto di
corresponsabilità servirà ad informare gli studenti sulle regole della scuola e ad avvicinarli
all’organizzazione dell’istituzione scolastica. Successivamente la stessa verrà consegnata al
coordinatore di classe, mentre si procederà con la visita della scuola e con l’incontro delle famiglie
nei giorni successivi così come disposto nel Piano annuale delle attività. Nel corso dell’anno
seguiranno le consuete giornate di open day, di informativa presso le scuole secondarie di primo
grado nonché i workshop.
Tutta la parte relativa all’orientamento in uscita, prosegue la prof.ssa Angelico, verrà
organizzata nel corso dell’anno quando l’Università trasmetterà le date degli incontri poiché è a loro
cura la programmazione del calendario per ciascuna facoltà.
Il D.S. invita il Cd D ad un controllo puntuale delle assenze e dei ritardi e a requisire i
cellulari laddove ne dovessero far uso, privi della carta SIM nel rispetto della privacy, ed invitando
gli studenti a ritirare il cellulare in presidenza.
Segue prospetto riepilogativo e analitico di tutto quanto programmato sul punto all’o.d.g.
Delibera n 9
Il Collegio Docenti delibera
9.1 all’unanimità le attività di orientamento illustrate: accoglienza alunni e genitori, il
programma di accoglienza degli alunni, con illustrazione della parte essenziale del Patto
educativo e di corresponsabilità che viene rettificato nelle parti relative all’orario di ingresso
alle ore 8.00 con tolleranza di soli 5 minuti di ritardo, alle modalità di giustifica dei genitori,
dopo le 5 assenze e i 5 ritardi
9.2 delibera all’unanimità i tempi e le attività per l’orientamento in ingresso
OTTOBRE- NOVEMBRE : pianificazione contatti con le scuole sec 1° grado
NOVEMBRE- DICEMBRE. GENNAIO: visita presso le scuole
DICEMBRE -GENNAIO open day / 16 dicembre - 13 -20-27 gennaio- 3 febbraio
GENNAIO- FEBBRAIO : workshop da concordare con referenti scuole medie
9.3 tempi ed attività dell’orientamento in uscita, coerenti con il progetto Isomeri
13. Alternanza scuola-lavoro 8^-9^ edizione
Il D.S. informa i presenti che quest’anno si chiude la convenzione con i partners
dell’alternanza scuola-lavoro per il liceo linguistico giunto alla terza edizione, il CNR, La
Sovrintendenza archivistica, mentre si aggiunge il nuovo partner Meridiana Puglia archivi.
Per l’alternanza 9^ edizione, destinata alla classe 3^AE, è stata avviata invece la
collaborazione con la Fondazione Di Vagno, mentre sono di futura attivazione le convenzioni con
Telenorba o DeltaTV
Delibera n. 10
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità i partenariati necessari per l’attuazione
dell’Alternanza scuola-lavoro 8^ e 9^ edizione
14. Bando PON FESR 10621 “Dotazioni tecnologiche e reti delle II.SS.” Agenda digitale
Il D.S. informa il CdD in merito al bando finalizzato a dotare le aule di attrezzature
tecnologiche (LIM). La scuola può aderire al progetto per cui si è scelto il titolo “Tecnologia in
aula” a cura della prof.ssa Del Vecchio e del prof De Nisi.
La delibera è posta ai voti.
Delibera n.11
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità l’adesione al Bando PON FESR 10621
“Dotazioni tecnologiche e reti delle II.SS.” Agenda digitale, con il progetto dal titolo
“Tecnologia in aula” e relativa scheda di autodiagnosi.
15. Comitato valutazione servizio
Il D.S. ricorda al CdD che in base all’art. 11 DLgs. 297/’94 il Comitato di valutazione del
servizio è costituito da 4 membri effettivi più due supplenti.
I membri effettivi per l’a.s. 2011-’12 sono stati i proff.ri: Rizzo, Cesari, Del Vecchio,
D’Aprile, docenti supplenti le proff.sse Intino e Crudele.
Il Comitato valutazione servizio viene confermato nella sua composizione anche per l’a.s.
2012/2013.
Delibera n.12
Il Collegio dei Docenti elegge all’unanimità il Comitato di valutazione del servizio così come
indicato, composto dai proff.ri: Rizzo, Cesari, Del Vecchio, D’Aprile, membri supplenti
proff.sse Intino e Crudele.
16.Commissione elettorale
Il D.S. ricorda che la nomina della Commissione elettorale, resta in carica per un biennio,
pertanto le docenti Cesari e Roma già membri della stessa lo scorso anno vengono riconfermati,
mentre sarà verificata la necessità di surroga di un alunno e di un genitore qualora in uscita nel
corrente anno (ai sensi dell’art. 24 O.M. 215/’91).
Delibera n.13
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità il supporto delle prof.sse Roma e Cesari alla
Commissione elettorale, adottando le date proposte dal D.S. per l’elezione dei rappresentanti
il 19 settembre.
17. Comunicazioni varie
Il D.S. sollecita i docenti degli studenti che partiranno per Parigi il 16 settembre a
procedere nelle classi di pertinenza con attività di ripetizione onde consentire agli stessi
un rientro che non li discrimini sul piano dell’apprendimento.
Rammenta inoltre che il PON FESR E1 bando prot 7848 deliberato a settembre lo
scorso anno (Delibera n.8 - 02.09.2011),dal titolo “Docenti esperti” è stato autorizzato,
consentendo un arricchimento delle dotazioni tecnologiche dell’Istituto per
l’innovazione tecnologica: il 30% della dotazione tecnologica è riservato per
software dedicati all’area scientifica ed alle lingue. Si rende necessario modificare
la matrice acquisti per recuperare il duplicato usb del software linguistico.
Una nota del Ministero, prosegue il D.S. è giunta a richiedere di individuare i docenti
(entro il 20/09) per la formazione all’uso della LIM. Si propongono i proff.ri: Intino,
Rantuccio, Pignataro, Vilardi, Del Vecchio, Garofoli, Gatti, Carbonara e Colotti, tra i
quali il Dirigente sceglierà chi segnalare al Ministero in base ai dati già inseriti in una
piattaforma di monitoraggio. Gli esclusi potranno accedere alla successiva formazione
che potrebbe essere proposta da altre amministrazioni.
In avvio, comunica il Dirigente scolastico, il corso avanzato relativo ai DSA, al quale
risultano iscritte le prof.sse Vilardi, Intino, De Gregori, nonché il Dirigente
Scolastico.
Chiede la parola la prof.ssa Cesari per comunicare che la visita a Roma presso il la
Camera dei Deputati programmata per la 3^Ae e la 3^Be dovrà coincidere per dette
classi con la visita di istruzione. Gli accompagnatori dovranno essere quattro, e poiché
hanno dichiarato la propria disponibilità le prof.sse Colotti, Cesari, Fiorenza, sarà
necessario individuare un quarto accompagnatore.
Esauriti tutti i punti all’o.d.g la seduta è tolta alle ore 10.30
Il Segretario
Prof.ssa Anna Maria Staffulani
Il Dirigente Scolastico

Documenti analoghi

Verbale Collegio 18 dicembre 2015

Verbale Collegio 18 dicembre 2015 VERBALE DELLA SEDUTA DEL COLLEGIO DOCENTI DEL GIORNO 18. 12. 2015 Oggi, 18 dicembre 2015, alle ore 15.00 in Aula Magna, regolarmente convocato, si riunisce il Collegio dei Docenti del Liceo “Tere...

Dettagli

verbale del collegio docenti del 21/10/2011 n° 2

verbale del collegio docenti del 21/10/2011 n° 2 disposizione per eventuali suggerimenti e poi sottoposto all’approvazione del Consiglio d’istituto. Il Collegio approva. 11) Determinazione circa l’ora di approfondimento Per quanto riguarda l’ora ...

Dettagli