la bozza. - istituto comprensivo statale campi centro nord

Commenti

Transcript

la bozza. - istituto comprensivo statale campi centro nord
Anno scolastico 2015/16 Verbale N. 06 del Collegio dei Docenti Il giorno 17 giugno 2016, alle ore16.15, presso l’Auditorium “Rodari”, annesso alla sede “Garibaldi”, si riunisce, in seduta unificata, il Collegio dei Docenti dell’Istituto Comprensivo “Campi Bisenzio Centro Nord”, regolarmente convocato dal Dirigente scolastico, dott. Rolando Casamonti, con il seguente o.d.g. 1) Approvazione verbale seduta precedente. 2) Relazioni docenti assegnatari funzioni strumentali al P.O.F. 3) Valutazioni sull’a.s. 2015/2016: attuazione P.O.F. e idee/ipotesi/suggerimenti/proposte per l'aggiornamento del R.A.V. e del P.d.M. e per l'eventuale revisione e adeguamento del P.O.F. triennale. 4) Programmazione attività di formazione/aggiornamento di cui al P.O.F. triennale. 5) Commissione orario scuola secondaria di I grado. 6) Varie ed eventuali. L' elenco dei docenti presenti è allegato (ALLEGATO 01) al verbale di cui costituisce parte integrante. Risultano assenti i seguenti docenti: Per la scuola dell’Infanzia: Capriello Antonella, Daina Antonina, Gravuso Caterina, Mazzocchi Patrizia, Muratore Giuseppina, Rivola Patrizia, Torchia Rosanna, Zipoli Stefania. Per la scuola Primaria: Abramo Simona, Acito Sonia, Baldacci Alessandra, Cimmino Anna, Cirillo Rosa, Iocca Rosina, Le Rose Susetta, Lodovigi Donatella, Macrì Eliana, Maffei Salvador, Masi Silvia, Mauro Luigia, Messeri Chiara, Piccolotto Paola, Santonastaso Veronica. Per la Scuola secondaria di I grado: : Gennaro Piero, Biosa Davide, Iannizzotto Stefania, Noferi Simona, Pertici Manola, Puccianti Cinzia. Presiede la riunione il Dirigente Scolastico, dott. Rolando Casamonti. Svolge la funzione di segretario l’insegnante Claudia Cavalletti 1) Approvazione verbale seduta precedente. Il Dirigente Scolastico, ricordato che copia del verbale della seduta precedente è stata pubblicata sul sito web dell’Istituto secondo la procedura in uso, comunica che è pervenuta una richiesta di emendamento in relazione al calendario scolastico, sulla quale ritiene fornire i seguenti chiarimenti. L'argomento, pur non essendo all'O.d.G., fu comunque da lui affrontato al termine della seduta, confermando ancora una volta la sua contrarietà all'equazione adattamento = accorciamento e rilevando, soprattutto, l'obbligatorietà, chiaramente affermata dal Legislatore regionale, di recupero delle ore curricolari non fruite dall'alunno a seguito della sospensione delle lezioni. Il Dirigente aveva poi rimarcato il fatto che, pur non configurandosi l'ipotesi di danno erariale, in quanto i docenti (vedi ad esempio uscite didattiche e viaggi d'istruzione) prestano anche più dell'orario a cui sarebbero tenuti, rimane, appunto, il problema della "sottrazione" delle ore curricolari agli alunni. Aggiungeva, poi, che, in alcune scuole di Prato, è stato deliberato il recupero attraverso la previsione di aperture straordinarie di sabato. A ciò non seguirono interventi, per cui il Dirigente rivolse invito a formulare eventuali proposte di adattamento da sottoporre all'esame del C.d.I., previsto per il 27 maggio 2016, con argomento inserito all'O.d.G., proposte mai pervenute. 1 Tuttavia, pur in mancanza d’istanze, l’argomento, nella seduta del 27 maggio u.s., venne puntualmente dibattuto con il seguente esito. Dall'attenta lettura della Delibera Regionale del 15/02/2016 e delle disposizioni di cui al DPR 275/1999, non sussistendo le condizioni per richiedere la sospensione neppure di un giorno di lezione, anche a fronte del recupero delle attività oltre l’orario curricolare (gite, iniziative culturali/ludiche/sportive, etc.), l'Organo Collegiale adottò il Calendari scolastico regionale come Calendario scolastico di Istituto a.s. 2016/2017. Ciò detto, il Dirigente scolastico invita i docenti autori di detta richiesta a riferirne i contenuti al Collegio. Prende la parola l’insegnante Claudia Fattori che illustra la richiesta di sospensione dell’attività didattica per almeno uno dei tre giorni tra due festività presenti nel calendario scolastico regionale , anno scolastico 2016/2017. L’insegnante spiega, inoltre, che tale richiesta, seppur formulata diversamente, compariva in tutti i verbali delle Interclassi che avevano preceduto lo scorso Collegio Docenti. Al termine dell'intervento della maestra Fattori, il D.S. ribadisce la piena contrarietà a qualsiasi adattamento del calendario scolastico, non certo per un eventuale danno erariale, essendo a conoscenza del carico aggiuntivo di attività che svolgono tutti i docenti, ma per il fatto che è matematicamente impossibile restituire le ore di curricolo tolte agli studenti anche in un solo giorno di sospensione delle attività, salvo la previsione di un giorno di lezione compensativo da effettuarsi, per forza di cose, di sabato. Il Collegio passa, quindi, alla votazione, per alzata di mano, ai fini dell’approvazione di detto verbale, con il seguente esito: il Collegio approva a maggioranza con N. 01 astenuto. (DELIBERA N. 25) 2) Relazioni docenti assegnatari funzioni strumentali al P.O.F. Il D.S. ricorda che le relazioni finali dei docenti assegnatari di Funzione Strumentale al P.O.F. per l'a.s. 2015/2016 sono state pubblicate con debito anticipo sul sito web dell'Istituto Comprensivo, per preventiva lettura da parte dei docenti, e si auspica che ciò sia stato fatto, al fine di snellire la procedura di approvazione dell'attività svolta nel corso dell'anno scolastico. Prosegue ricordando gli incarichi assegnati nella seduta del Collegio Unificato del 05/11/2014 e chiama a relazionare i docenti assegnatari, nell'ordine specificato di seguito: 1 – Intercultura: prof. Antonio Giorgi. 2 – Multimedialità: prof. Luca Dal Poggetto e ins. Alessandro Fedeli. 3 – B.E.S.: prof. Achille Davide Pasina. 4 – Continuità educativa, curricolo (e orientamento): Sabrina Salvi e Francesca Picardi. 5 – P.O.F. e AutoValutazione: ins. Paola Carradori e ins. Monica Formelli. Il D.S. dà, quindi, la parola ai docenti assegnatari di Funzione Strumentale al P.O.F. che intervengono, illustrando l'attività svolta e consegnando copia della relazione finale. Tutte le relazioni sono conservate agli Atti della Scuola. Si riportano di seguito alcuni punti salienti degli interventi dei docenti assegnatari di Funzione Strumentale al P.O.F. Il prof. Giorgi relaziona sulle iniziative d’intercultura e alfabetizzazione, evidenziando che buona parte delle attività, facendo tesoro del buon contributo offerto dal Progetto Ita.Ca dello scorso hanno, è stata la prosecuzione dello stesso percorso con i laboratori di L2 a cura di alcuni docenti in orario aggiuntivo e/o docenti dell’organico potenziato e con i laboratori intensivi di alfabetizzazione del P.E.Z. Riferisce, inoltre, della buona collaborazione intercorsa con la mediatrice culturale, signora Giulia Wang. Il professore conclude, affermando di essere disponibile a proseguire tale funzione strumentale nel futuro, ma si auspica di poterla condividere con almeno un altro docente degli altri due ordini di scuola dell’Istituto (Infanzia e Primaria). A tale proposito interviene l’insegnante Zanobetti per evidenziare che la commissione alfabetizzazione e intercultura, con la presenza dei rappresentanti dei vari ordini di scuola non è stata riunita. Giorgi risponde che, in considerazione delle poche risorse disponibili nel Fondo d’Istituto, ha ritenuto procedere senza oberare i docenti che, a conti fatti, avrebbero lavorato senza possibilità di remunerazione. Zanobetti afferma che, pur ritenendo difficile effettuare dei tagli alle varie attività funzionali, sarebbe utile condividere le scelte per l’individuazione delle priorità. 2 Prima di passare la parola ai docenti incaricati per la funzione strumentale sulla multimedialità, il D.S., ripercorrendo il percorso effettuato da detti insegnanti nei tre anni della sua dirigenza, afferma che è stato fatto un lavoro egregio, ma, alla luce della recente normativa sulla trasparenza e sull’anticorruzione, sarà probabilmente necessario affidare la sezione amministrativa del sito web della scuola ad un esperto esterno. Interviene, quindi, il professor Dal Poggetto che evidenzia che la gestione del sito è diventata, nel corso degli anni, sempre più complessa, a causa dell’ampliamento delle sezioni attive. Il docente Fedeli, invece, informa il Collegio che l’Istituto ha ricevuto i 18.000,00 euro del primo bando P.O.N. e che entro fine luglio sarà effettuato il collaudo degli impianti installati. Riguardo a ciò, il D.S. evidenzia che l’Istituto non ha partecipato al secondo bando, perché non ci sono stati i tempi tecnici per le delibere del Collegio docenti e del Consiglio di Istituto, ma, soprattutto, per i problemi connessi alla consulenza di personale specializzato. I docenti Dal Poggetto e Fedeli concludono il loro intervento affermando che, per il prossimo anno scolastico, sono pronti a cedere l’incarico a chi si volesse candidare. La professoressa Camilla Ballerini interviene per lamentare i vari disguidi e le carenze rilevate nella scuola secondaria di I grado nel settore informatico e, in particolare, riterrebbe necessaria la nomina di un responsabile informatico a cui rivolgersi in caso di necessità. Il D.S., concordando che l’informatizzazione della scuola richiederebbe la presenza di tecnici informatici, comunica che, al momento, è possibile solo sollecitare gli interventi delle ditte di assistenza attraverso la segnalazione alla Segreteria. Il professor Davide Pasina presenta sommariamente le attività della funzione relativa agli alunni con B.E.S.: mette in evidenza i vari punti di criticità che ancora riguardano l’Istituto e rilancia idee per il lavoro del prossimo anno scolastico. Prosegue affermando che tali punti sono parte integrante del Piano Annuale per l’Inclusione per l’a/s 2016/2017 (ALLEGATO 02), elaborato con l’apposita commissione, che deve essere inoltrato agli uffici competenti entro il 30 giugno p.v. e che, pertanto, sottopone all’approvazione del Collegio. Il D.S. mette ai voti il Piano Annuale per l’Inclusione – a.s. 2016/2017. Il COLLEGIO, con voto palese per alzata di mano, APPROVA all’unanimità il Piano Annuale per l’Inclusione per l’a.s. 2016/2017 (DELIBERA N. 26) Si procede, quindi, con l’intervento delle insegnanti Francesca Picardi e Sabrina Salvi, incaricate per il curricolo e la continuità. Entrambe mettono in evidenza che, seppur con intenti comuni, l’attività di continuità per dipartimenti disciplinari deve essere messa a punto e meglio organizzata per avere un’effettiva ricaduta verticale; in particolare, è mancata, nell’attività di tale funzione, la presenza di un docente di riferimento della scuola secondaria di I grado. A conclusione dell’intervento, le insegnanti consegnano la bozza del Progetto Continuità che sarà messo agli Atti della scuola e sarà reso disponibile ai docenti tramite pubblicazione sul sito dell’Istituto. Per l’area del P.O.F. e Autovalutazione, le insegnanti Paola Carradori e Monica Formelli illustrano il lavoro svolto, in collaborazione con la commissione d’Istituto, in merito al monitoraggio dei progetti e in riferimento agli obiettivi di processo e ai traguardi del Rapporto di AutoValuzione in essere. Continuano, ricordando che, entro il 30 giugno p.v., è necessario procedere all’aggiornamento del R.A.V. per la successiva pubblicazione su “Scuola in Chiaro”. A tale proposito propongono al Collegio la compilazione di un questionario, individuale e anonimo, finalizzato a raccogliere opinioni e percezioni dei docenti sulle relazioni interpersonali tra i membri della comunità scolastica, didattica e attività, al fine di individuare punti di criticità e punti di forza dell’Istituto. Le insegnanti concludono affermando che il questionario è uno strumento ad uso interno dell’Istituto, ma che sarà utile al lavoro della commissione per l’aggiornamento del R.A.V. e informano che, per il prossimo anno scolastico, sarà anche predisposto un questionario di valutazione da proporre all’utenza. Su invito del D.S., il Collegio esprime parere favorevole alla compilazione del questionario per l’autovalutazione (ALLEGATO 03) e si concorda di effettuarla al termine di questo punto all’O.d.G. A conclusione degli interventi, il D.S. ringraziando i docenti assegnatari di Funzioni Strumentali al P.O.F. per il lavoro svolto, chiede al Collegio una riflessione in previsione dell’individuazione delle aree d’intervento per il prossimo a.s. ed invita ad esprimersi, con riguardo ai processi attivati, sulle relazioni dei docenti assegnatari di Funzione Strumentale al P.O.F. per l’a.s. 2015/2016. 3 IL COLLEGIO ‐ VISTO l'art.28 del CCNN Comparto Scuola ‐ 26/05/1999; ‐ VISTO l'art. 37 del CCNI Comparto Scuola del 31/08/1999; ‐ VISTO l'art. 30 CCNL 2002/2005; ‐ VISTO l'art. 33 del CCNL 2006/2009; ‐ VISTA la Delibera n. 13 del Collegio dei Docenti del 28/10/2015; ‐ VISTO il Contratto Integrativo d'Istituto; con voto palese, per alzata di mano, esprime parere favorevole alle attività svolte dai docenti Funzioni Strumentali per l’ a/s 2015/2016 a maggioranza, con n. 0 voti contrari e n. 06 astenuti. (DELIBERA N. 27) Si interrompe, quindi, la trattazione dei punti della seduta per permettere ai presenti la compilazione del questionario di autovalutazione sopra presentato. I documenti vengono raccolti in una scatola e portati in Segreteria. Al termine della consegna dei questionari, il D.S. passa a illustrare il seguente punto. 3) Valutazioni sull’a.s. 2015/2016: attuazione P.O.F. e idee/ipotesi/suggerimenti/proposte per
l'aggiornamento del R. A.V. e del P.d.M . e per l'eventuale revisione e adeguamento del P. O .F .
triennale.
In relazione alla valutazione dei processi educativo‐didattici attuati nel corrente anno scolastico, il D.S. esprime soddisfazione per l’andamento generale dei tre ordini di scuola. Prosegue, mettendo in evidenza che ha potuto individuare lavori con risultati di alto grado didattico ed educativo e ha verificato la presenza di varie eccellenze tra gli alunni dell’Istituto, coinvolti, a vari livelli, in attività di elevata portata culturale. A livello d’Istituto, rileva la carenza nell’attività di follow up sui percorsi delle scuole secondarie di I grado, ma anche di continuità tra i tre ordini di scuola afferenti all’Istituto. Il D.S. invita, poi, il Collegio ad una riflessione sul Piano dell’Offerta Formativa triennale che, potendo essere variato e/o modificato entro il termine di ottobre p.v., a suo parere può essere affinato e integrato alla luce delle effettive necessità risultanti dal Rapporto di Autovalutazione. 4) Programmazione attività di formazione/aggiornamento di cui al P.O.F. triennale. Il D.S., ricordando che nel P.O.F. triennale il Collegio ha elaborato il piano di formazione/aggiornamento, invita l’insegnante Cavalletti a rileggere le proposte elencate nel documento, tutte correlate alle finalità dell’Atto d’Indirizzo dell’Istituto. Il D.S., pur sottolineando l’obbligo di 20 ore di aggiornamento annuali sancito dalla L. 107/2015, tiene a precisare che tutti i percorsi di formazione sono a carattere oneroso per l’Istituto, e dovendo prevedere anche oneri per la formazione del personale ATA, ritiene di dover informare il Collegio che è necessario dare un ordine di priorità in modo che sia possibile individuare, nelle sedi opportune, i fondi da destinare a tale attività. Analizzate le proposte di cui al P.O.F. triennale, il Collegio ritiene necessario attuare nell’anno scolastico 2016/2017 i seguenti percorsi di formazione e aggiornamento: per la Scuola dell’Infanzia: 1 – Continuità nido‐infanzia (nell’ambito del P.E.Z.) 2 – Osservazione del bambino per prevenire il disagio – Sostegno alla genitorialità (a cura del Dott. Batistini) per la Scuola Primaria: 1 – Metodi e strumenti per l’individuazione precoce di disturbi dell’apprendimento (a cura della Dott.ssa Diletta Pieri) 4 2 – P.D.P. e didattica di alunni con D.S.A. (a cura dell’Associazione Italiana Dislessia) per la Scuola Secondaria di I grado: 1 – P.D.P. e didattica di alunni con D.S.A. (a cura dell’Associazione Italiana Dislessia) 2 – Il Consiglio (DICITURA DA DETERMINARE)??? (a cura degli operatori del P.I.N. universitario di Prato) Interviene, infine, la professoressa Anna Carrieri che spiega l’attività laboratoriale e di formazione su gestione e prevenzione dei micro‐conflitti di classe, che risponderebbe alle esigenze di diversi gruppi classe, ma risulta avere un costo piuttosto elevato che graverebbe sulle famiglie. 5) Commissione orario scuola secondaria di I grado. Il D.S. comunica che l’Istituto, anche in accordo con gli altri istituti del territorio, avvierà l’attività didattica martedì 15 settembre 2015, come stabilito dal Calendario Scolastico Regionale. Informa, inoltre, che, in accordo con le istituzioni scolastiche del territorio e su delibera del Consiglio d’Istituto, sarà possibile adottare la flessibilità oraria, per il primo periodo di attività per le scuole primarie e dell’Infanzia come specificato nel prospetto ALLEGATO 04. Riguardo alla scuola secondaria di I grado, il cui funzionamento è strettamente legato alla presenza dei docenti, si propone un orario ridotto nei giorni 15 e 16 settembre e l’organizzazione oraria della settimana successiva in base alle effettive cattedre in funzione. A tale proposito, il D.S. ritiene che siano fondamentali le attività preparatorie delle Commissioni Accoglienza e Orario che, a suo avviso, debbono lavorare fin dai primi giorni di settembre. Prosegue, affermando che ritiene necessario istituire, già in questa sede, la Commissione orario che potrà avviare l’attività fin dalla ripresa di servizio. Il D.S. chiede, quindi, ai docenti facenti parte di detta commissione in questo anno scolastico la disponibilità a impegnarsi anche per quello venturo. Il professor Luigi Nasuto e la professoressa Cristina Maggini si dichiarano disponibili ad assumere l’incarico. Il professor Nasuto precisa, inoltre, che intende utilizzare un programma informatico attraverso il quale è possibile esaudire “desiderata didattiche”, consentire un massimo di quattro di ore di lezione al giorno e garantire gruppi orari per ciascuna materia. Conclude, pertanto, invitando i colleghi della scuola secondaria di I grado ad avanzare richieste personali nel rispetto dei su elencati criteri. In considerazione del fatto che, per la predisposizione dell'orario della scuola secondaria di I grado, è bene che i docenti incaricati sappiano a priori quale possa essere il compenso, il D.S., interpellata la R.S.U., comunica che tale incarico aggiuntivo potrà essere remunerato per un massimo di 50 ore funzionali all'insegnamento (euro 17,50 orarie lordo dipendente). Il D.S. prosegue comunicando che gli impegni di settembre p.v. saranno pubblicati preventivamente sul sito dell’Istituto Comprensivo e che, comunque, la ripresa di servizio è prevista per giovedì 1 settembre 2016. 6) Varie ed eventuali. Il D.S. informa che, all'inizio della seduta odierna , la prof.ssa Paperi, a nome della R.S.U. di cui è membro, gli ha richiesto di poter affrontare l'argomento del bonus meritocratico ai docenti. Ciò detto, rileva che si aspettava da tempo che tale richiesta fosse avanzata. Ricorda quindi che i criteri deliberati dalla commissione sono stati tempestivamente pubblicati sul sito della scuola e chiede, preventivamente, quanti siano i docenti che ne abbiano preso visione. Il sondaggio, per alzata di mano, attesta che solo una piccola parte di docenti lo ha fatto. Il D.S., pur esprimendo apprezzamento per il fatto che, nell'Istituto, nessuno, nonostante la novità e anche le più che giustificate perplessità che essa comporta, ha sollevato sterili polemiche ed è stato quindi ostativo al lavoro della commissione, afferma che l'operazione, di per sé delicatissima e difficile, non potrà che arrecargli impopolarità. A differenza di ciò che è accaduto in altre istituzioni scolastiche, non sono stati previsti presentazioni di autocandidature, attribuzioni di punteggi e quant'altro. Chiaramente il meccanismo potrà essere rivisto e perfezionato in funzione dell'anno futuro con 5 l'apporto di tutti. Comunque, in questo anno di esordio, egli garantisce che agirà con la massima scrupolosità in base ai criteri stabiliti, che la commissione ha deliberatamente voluto estesi. Sarà sua cura cercare di compensare la gravosità di alcuni incarichi poco retribuiti con il Fondo d'Istituto rispetto al loro pondus, come il coordinamento di alcuni Consigli di Classe o l’attività dei tutor dei docenti neoimmessi in ruolo. Invita, comunque, chi ritenesse di essere destinatario del bonus ad inoltrare eventuali candidature motivate Il professor Dal Poggetto dichiara che, come è accaduto a lui in questo anno scolastico, si rischia, attraverso la corresponsione di emolumenti aggiuntivi, l'annichilimento degli 80 euro mensili in sede di conguaglio fiscale. Al che il professor Giorgi afferma che si potrebbe premiare il lavoro effettivamente svolto da quei docenti che, per esempio, non godono dell’assegno degli ottanta euro mensili. Il D.S., prendendo atto delle diverse dichiarazioni, conclude che espleterà tale incarico con particolare attenzione e nel rispetto del buon contributo del Comitato di Valutazione che ha lavorato con impegno e sensibilità. Esauriti tutti gli argomenti all’o.d.g., il D.S. saluta, ringrazia e coglie l’occasione per augurare buone vacanze ai docenti. Rivolge, infine, un saluto particolare all’insegnante Miranda Grossi, in quiescenza a far data 01 settembre p.v., che, dal punto di vista umano e professionale, ha rappresentato, per questa Istituzione scolastica, un vero e proprio pilastro, contribuendo, non fosse altro, per la sua innata signorilità e autorevolezza, a rafforzare la buona immagine dell'Istituzione medesima.. La seduta è tolta alle ore 19.30. La Segretaria Il Presidente Ins. Claudia Cavalletti dott. Rolando Casamonti
6 

Documenti analoghi

Verbale Collegio 18 dicembre 2015

Verbale Collegio 18 dicembre 2015 Gerosa, Lamantea, Melgarejo, Menzies, Michelazzo, Notarfrancesco, Pertusini, Petillo, Triulzi, Ughetti M., Zamburlini, Zoia. Il numero dei Docenti presenti è 90. Presiede il Diri...

Dettagli