Gennaio - Febbraio 2011

Transcript

Gennaio - Febbraio 2011
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:33
Pagina 1
ROTARY
gennaio/febbraio 2011
numero 1-2
Organo ufficiale in lingua italiana del Rotary International
House organ of Rotary International in italian language
Global Outlook
GUIDA ALL’IMMAGINE PUBBLICA
Vitalità del Rotary
I fatti, i numeri, il futuro
Invito ad Assisi - Intervista a Giancarlo Nicola, Presidente A.E.R.A.
IL CONVEGNO
INTERNAZIONALE
SORELLA ACQUA
1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:33
Pagina 2
An experience in luxury
IMPERO ROMANO : IL GRANDE PROGETTO PROFESSIONECASA DI HURGHADA - ECCO ALCUNE OFFERTE IMPERDIBILI :
Appartamento a soli 300mq dal mare posto al piano terra con giardino privato di mq 100,00 composto da soggiorno con angolo cottura, bagno,
due camere letto, due balconi e cantina nel piano seminterrato.
Prezzo €.70.000
In residence privato con spiaggia e piscina, a soli 70 metri dal mare, appartamento di mq.46,00 posto al piano terra con giardino privato di mq
31,00 composto da soggiorno con angolo cottura, bagno e camera letto,
completo di aria condizionata. Prezzo €.56.000
AFFILIATO PROFESSIONECASA PRESTIGE HURGHADA
AFFILIATO PROFESSIONECASA PRESTIGE HURGHADA
In prossimità del lungomare livornese e dell' Accademia Navale, proponiamo una prestigiosa villa in stile liberty, circondata da un grande parco
con piante di alto fusto.La villa, di metratura ampia, è disposta su 2 livelli
reali + una mansarda in torretta con vista mare. Oggetto esclusivo per veri
amatori. Prezzo €.2.200.000
Nella prestigiosa zona del Chianti, in posizione straordinariamente panoramica,
piccolo borgo storico in fase di totale ristrutturazione in tipico stile toscano con
pavimenti in cotto e soffitti con travi e mezzane a vista. Il borgo è composto da
"Il Palazzo" ed "Il Granaio", per un totale di 10 appartamenti con 2 e 3 camere,
tutti con pertinenze esterne di proprietà, oltre a giardini e piscina condominiale,
solarium e parcheggio privato. Prezzo a apartire da €.130.000
AFFILIATO PROFESSIONECASA PRESTIGE LIVORNO
AFFILIATO PROFESSIONECASA PRESTIGE LIVORNO
Servizi personalizzati per l’acquisto, la vendita, la locazione e la gestione di immobili di prestigio.
Professionisti in Italia e in tutto il mondo che vi assistono con cura e riservatezza.
Miami - 1000 5th street, suite 226 - Miami Beach - Florida 33139
Ufficio Italy: Tel. 041.24.40.329
[email protected]
New York - 5 East 57 Th Street 10022 - NY
Ufficio Italy: Tel. 041.27.50.993
[email protected]
Natal - Av. Erivan França, 12 - Ponta Negra - Natal RN
Tel. 0055 84 32.36.31.60 - Italy 0039 02.67.01.075
[email protected]
Ag. Hurghada - El Cornish st. - El Mamshia El Sihai Hurghada (Egypt)
PoBox: 487 Tel. +20 12.32.97.506
[email protected]
Barcellona - c/Mila I Fontanals, 11-13 Bjos - C.p: 08012 Barcellona
Tel. +34 934.47.06.66
[email protected]
Playa del Carmen - Calle 20 entre quinta avenida y primera avenda Playa
del Carmen - Colonia Centro, Quintana RooMexico
Tel. +52 98.41.33.22.97 - [email protected]
Londra - 45 Charles Street Mayfar - London W1J5EH
Tel. +44 2074090209
[email protected]
Mentone - 65 Porte de France - 06500 Menton
Tel. 0033 4 92100807
[email protected]
Caraibi Francesi - Marina Royale Marigot - 97150 Saint Martin
Tel. 0033 6 18935862
[email protected]
Porto de Galinhas - Ipojuca, Ioja 3 Porto de Galinhas - Pe
Tel. 0055 81 35 52 17 65
[email protected]
Circuito Prestige Italia: Cagliari, Torino, Milano, Venezia, Roma, Napoli, Livorno e Forte dei Marmi - tel. +39 02 89 04 68 00
www.professionecasaprestige.it
www.prestigeinternational.com
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:33
Sommario
Pagina 1
3/5 Lettere del Presidente Internazionale
8
11 GLOBAL OUTLOOK
Guida all’immagine pubblica
20
aya
INVITO AD ASSISI - INTERVISTA A GIANCARLO NICOLA
SORELLA ACQUA
25
apmq
etto,
ica,
con
o da
ere,
ale,
100 anni di STORIA
VITALITÀ DEL ROTARY
I FATTI, I NUMERI, IL FUTURO
46
INCONTRI ROTARIANI
I protagonisti italiani di oggi e di domani
53 Il Rotary sul Territorio
60 Fellowship
Editoriale
A cento anni di distanza
due uomini scrivono cose
analoghe a persone simili,
molto simili. Due presidenti
e migliaia di destinatari, allora; centinaia di migliaia,
oggi. Tutti Rotariani. Potete
leggere i messaggi di quella
corrispondenza sfogliando
le prime pagine di questo
Rotary e vi sarà sufficiente
per comprendere l’intero
numero, il suo senso: non
ci sarà Rotary domani, se
non ci impegniamo oggi nel
suo funzionamento e nel
raggiungimento di successi
destinati a durare, oltre che
a essere recepiti dalla società civile. Sembrerà banale. Ma lo stimolo a ragionarci arriva da più parti. Ecco
dunque che nelle pagine di
Global Outlook se ne parla
in termini di comunicazione
e immagine pubblica; nel
servizio Vitalità del Rotary
si ripercorrono le tappe fondamentali che hanno reso
più forte il Rotary nello
scorso anno rotariano e che
solo oggi, insieme ad una
interessante e dettagliata
analisi delle finanze, pos-
Andrea Pernice
siamo valutare correttamente; nella presentazione di
Sorella Acqua, affidata alle
parole del Presidente di
A.E.R.A., si cerca la strada
di un nuovo impegno sentito e globale, da affrontare
sin da oggi con uno corretto
approccio socio-politico, oltre che scientifico. E poi
nei primi incontri con i Governatori in carica, al giro
di boa dell’anno sociale, le
riflessioni sulle ambizioni e
sull’approccio al servizio, in
chiave rigorosamente italiana tra nord e sud del paese,
forniscono una straordinaria
istantanea che numero dopo numero, per i prossimi
mesi, ci racconterà della
leadership rotariana italiana
e di come i nostri soci reagiscono agli stimoli e alle
necessità della società.
Non mancano notizie dai
Distretti, iniziative diverse e
interessanti, oltre naturalmente agli spunti di svago
nelle pagine delle fellowship. E’ iniziato un nuovo
anno solare, possiate trovare nella lettura di Rotary
spunti sempre stimolanti.
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
ROTARY WORLD
MAGAZINE PRESS
Edizioni del Rotary International
Network delle 31 testate regionali
certificate dal Rotary International
Distribuzione: oltre 1.200.000 copie in più di 130 paesi - lingue: 25
Rotary International
House Organ:
The Rotarian
Editor-in-Chief
RI Communications
Division Manager:
Vince Aversano
TESTATE ED EDITOR ROTARIANI:
Rotary Africa Sharon Robertson
(Sudafrica)
Vida
Rotaria
(Argentina) Diego F. Esmoriz Rotary Down Under (Samoa
Americana, Australia, Isole Cook,
Repubblica Democratica di Timor
Est, Repubblica Democratica di
Tonga, Figi, Polinesia Francese,
Nuova Caledonia, Nuova Zelanda,
Isola Norfolk, Papua Nuova Guinea,
Samoa, Isole Salomone e Vanuatu)
Robert J. Aitken - Rotary Contact
(Belgio e Lussemburgo) Guido
Vangansewinkel - Brasil Rotário
(Brasile) Carlos Henrique Froes Rotary in Bulgaria (Bulgaria,
Macedonia e Serbia) Nasko Nachev
- El Rotario de Chile (Cile) Francisco
Socias The Rotarian Monthly (Hong
Kong District 3450, Macau,
Mongolia, Taiwan) Robert T. Yin Colombia Rotaria (Colombia) Enrique
Jordan-Sarria - Rotary Good News
13:53
Pagina 2
(Repubblica Ceca e Slovacchia)
Svatopluk K. Jedlicka - Rotary
Magazine (Armenia, Bahrain, Cipro,
Egitto, Georgia, Giordania, Libano,
Sudan e Emirati Arabi Uniti)
Hussein Hashad - Le Rotarien
(Algeria, Andorra, Benin, Burkina
Faso,
Burundi,
Camerun,
Repubblica Centrale Africana, Ciad,
Comore, Repubblica Democratica
del
Congo,
Gibuti,
Guinea
Equatoriale,
Francia,
Guiana
Francese, Gabon, Guadalupe,
Guinea, Costa d’Avorio, Libano,
Madagascar, Mali, Martinica,
Mauritania, Mauritius, Mayotte,
Monaco,
Marocco,
Nuova
Caledonia,
Niger,
Réunion,
Romania, Ruanda, Saint Pierre e
Miquelon, Senegal, Tahiti, Togo,
Tunisia e Vanuatu) Christophe
Courjon - Rotary Magazine (Austria e
Germania) Matthias Schütt - Rotary
(Gran Bretagna e Irlanda) John Pike
- Rotary News/Rotary Samachar
(Bangladesh, India, Nepal e Sri
Lanka) T. K. Balakrishnan - Rotary
Israel (Israele) David Neumann Rotary (Albania, Italia, Malta e San
Marino) Andrea Pernice - The
Rotary-No-Tomo (Giappone) Noriko
Futagami - The Rotary Korea (Corea)
Jae-Yoon Lee - Rotarismo en México
(Messico) C. P. Jorge Villanueva - De
Rotarian (Olanda) Marcel Harlaar El Rotario Péruano (Perù) Juan
Scander - Philippine Rotary
(Filippine) Mar Un Ocampo III Glos Rotary/Rotarianin (Bielorussia,
Polonia, Ucraina) Dr. Maciej K.
Mazur - Portugal Rotãrio (Angola,
Capo
Verde,
Repubblica
Democratica di Timor Est, Macau,
Mozambico, Portogallo, Repubblica
di Guinea-Bissau e Sào Tome e
Prìncipe) Artur Lopes Cardoso Rotary Norden (Danimarca, Isole
Faroe, Finlandia, Groenlandia,
Islanda, Norvegia e Svezia) Öystein
Oystaa, Per O. Dantof, Håkan
Nordqvist, Hinrik Bjarnson, Börje
Alström - España Rotaria (Spagna)
Elisa Loncán - Rotary Suisse
Liechtenstein (Liechtenstein e
Svizzera) Oliver P. Schaffner - Rotary
Manit
Thailand
(Tailandia)
Wongsureerat - Rotary Dergisi
(Turchia) Ahmet S. Tukel - Revista
Rotaria (Bolivia, Costa Rica,
Repubblica Dominicana, Ecuador,
El Salvador, Guatemala, Honduras,
Nicaragua, Panama, Paraguay,
Uruguay e Venezuela) Maria Souki
NETWORK DELLE TESTATE EUROPEE
Advisor
e coordinamento pubblicità:
Andrea Pernice,
“Global Outlook” Panel Member
ROTARY
Organo ufficiale in lingua italiana
del Rotary International
House organ of Rotary International
in italian language
gennaio-febbraio 2011
numero 1-2
Rotary è associato all’USPI
Unione Stampa Periodica Italiana
ROTARY
gennaio/febbraio 2011
numero 1-2
Organo ufficiale in lingua italiana del Rotary International
House organ of Rotary International in italian language
Global Outlook
GUIDA ALL’IMMAGINE PUBBLICA
Vitalità del Rotary
I fatti, i numeri, il futuro
Invito ad Assisi - Intervista a Giancarlo Nicola, Presidente A.E.R.A.
IL CONVEGNO
INTERNAZIONALE
SORELLA ACQUA
1
Rotary è distribuita gratuitamente
ai Soci Rotariani
Reg. Trib. Milano nr. 89
dell’8 marzo 1986
Abbonamento annuale Euro 20
Addetti stampa distrettuali
D. 2030 Silvano Balestreri
[email protected]
D. 2040 Andrea Bissanti
[email protected]
D. 2050 Patrizia Zanotti
[email protected]
D. 2060 Giandomenico Cortese
[email protected]
D. 2070 Giancarlo Magni
[email protected]
D. 2080 Giuseppe Ibrido
[email protected]
D. 2090 Alessandro Michelangeli
Prosperi
[email protected]
D. 2100 Lucia de Cristofaro
decris[email protected]
D. 2110 Giorgio de Cristoforo
[email protected]
D. 2120 Alfonso Forte
[email protected]
Progetto grafico e impaginazione
Emanuela Seregni
Gierre srl
Photo Editor
Ivan Rodeschini
Edizione
Pernice Editori Srl
Coordinamento Editoriale A.D.I.R.I.
Associazione dei Distretti Italiani del
Rotary International, su comodato
concesso dalla proprietà della testata
ICR - Istituto Culturale Rotariano
Stampa
Grafiche Mazzucchelli Spa
Via Ca' Bertoncina 37/39/41
24068 Seriate Bergamo (BG)
Pubblicità
Per la pubblicità contattare l’editore
Editorial Board 2010/2011
DG Giulio Koch D. 2040
DGE Bruno Maraschin D. 2060
PDG Roberto Ivaldi D. 2080
PDG Giancarlo Calise D. 2100
PDG Alfredo Curtotti D. 2120
Andrea Pernice Editor in Chief
FORNITURE STRAORDINARIE
Tel. +39.035.241227 r.a.
Fax +39.035.4220153
Direttore Responsabile visto si stampi
DG Roberto Scambelluri
HANNO COLLABORATO
A QUESTO NUMERO
Gianni Montalenti, Francesco Ottaviano,
Patrizia Cardone, Tommaso Berardi, Pietro Freschi, Gaetano Papa, Gigi Guerra,
Michele Ciufo, Mario Balestra, Marco
Marinelli.
Direttore Editoriale
Andrea Pernice
[email protected]
Ufficio di Redazione
Pernice Editori Srl
Via G. Verdi, 1
24121 Bergamo
Tel +39.035.241227 r.a.
Fax +39.035.4220153
IN COPERTINA
Emergenza acqua
A PROPOSITO DI PUBBLICITA’
Si specifica che nel numero di
gennaio/febbraio 201 sono pagine
pubblicitarie: seconda di copertina,
pag. 4, pag. 7, frazione pag. 63,
terza di copertina, quarta di
copertina.
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:33
Pagina 3
lettera di
gennaio
Lettera di luglio
Tempo di prove!
Siamo a metà del percorso di quest’anno rotariano, ed è arrivato il
momento di mettere alla prova i punti di forza e di debolezza dei
nostri club. Forse è un’idea insolita per alcuni Rotariani, ma in quale altro modo potremo sapere come mettere a confronto le attività
e i programmi dei nostri rispettivi Club con quelli degli altri Club
nei nostri distretti, e intorno al mondo? Quindi, incoraggio tutti i
Rotariani, e non solo i dirigenti di club, a darsi da fare per effettuare la valutazione dei loro Club durante il mese di gennaio.
Il programma dell’Attestato presidenziale per il 2010-11 è stato
ideato per servire da segnapunti per tutte le Vie d’azione. È anche
una lista di spunta per molte delle attività e programmi svolti dalla
maggior parte dei club. Ai Presidenti di Club viene richiesto di compilare le tabelle segnapunti e di inviarle ai loro Governatori entro il
31 marzo 2011 per consentire ai loro Club di essere idonei a ricevere gli Attestati presidenziali. Occorre poi divulgare il punteggio a
tutti i soci dei Club sia in forma di rapporti o come presentazioni
alle riunioni di club.
L’occasione della prova dell’Attestato presidenziale di gennaio
consentirà di correggere eventuali carenze scoperte in seno alle
attività di Club prima della scadenza del 31 marzo. Inoltre, sarà
possibile per i dirigenti di Club notare che un nuovo Attestato
presidenziale con Distinzione è disponibile quest’anno per i Club
che riescono ad ottenere il giusto bilancio delle attività in tutte le
Vie d’azione.
Quest’anno desidero raccomandare a tutti i Club di riesaminare le
loro prassi e procedure per stabilire se siano davvero le migliori
prassi o semplicemente pratiche tradizionali. Le valutazioni annuali
dei nostri Club fanno certamente parte delle migliori prassi, ed è
necessario che più Rotariani del solito siano coinvolti nelle valutazioni per i loro club. Le tabelle segnapunti dell’Attestato presidenziale rappresentano un buon punto di partenza. Come potremo sapere altrimenti se i nostri Club stanno davvero diventando più gran-
di, migliori e audaci?
Rotary
Soci: 1.228,303* - Club: 33.135*
PROSPETTIVA
SUL MONDO
ROTARIANO
Rotaract
Soci: 186.898 - Club: 8.126
Interact
Soci: 288,857 - Club: 12.559
Rotary Community Corps
Soci: 159,666 - Groc: 6.942
* dati al 30 luglio 2010
IL PRESIDENTE INTERNAZIONALE
3
.%'
rotary gennaio_ok:Layout 1 31-01-2011 13:50 Pagina 4
*-> <190 +.7.9 14 /7549 5/ *-7:[email protected] *2*,. 59.2 (%" #$( %" # "$
# #$# $ $" #$ "$) %" #&))"
A !% $"&"$ "%[email protected]# $ " % "$$"#$
A $ ## #" #$" # $ !% $&
#"" B ## & #$ @# $ "#$
*-7:[email protected] *2*,. 59.2 &1* #.72*8 #9 5719? #<19?.72*4- $.2.6054. *= ".8.7;*91548 7.8.7;*91548+*-7:9986*2*,.,53 <<<+*-7:9986*2*,.,53
4
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 5
lettera di
Il DNA del Rotary
Quest’anno rotariano presenta una cultura di innovazione, un anno
in cui ci stiamo concentrando sull’innovazione, valutando tutti gli
aspetti dei nostri regolamenti, prassi e procedure, per verificare se
è possibile modernizzarli e migliorarli. Naturalmente, come succede per tutte le organizzazioni della stessa età e della stessa portata, stiamo identificando molte aree che potrebbero e dovrebbero
essere aggiornate.
Allo stesso tempo, mi rendo completamente conto che alcune cose
sono talmente significative per il successo del Rotary che si tratta
di qualcosa di sacrosanto. Nel Piano strategico del RI si riferisce a
tutto ciò con l’espressione di valori fondamentali, ma io preferisco
definirli il DNA del Rotary. Si tratta delle caratteristiche che distinguono il Rotary da tutte le altre organizzazioni. Si tratta dell’essenza di chi sono veramente i Rotariani e di cosa i Rotariani hanno in
comune con il mondo intorno a loro.
I cinque valori fondamentali elencati nel Piano strategico del RI sono servizio, amicizia, diversità, integrità e leadership. I giovani preferiscono l’espressione networking alla nostra parola tradizionale
di affiatamento, ma per me queste due parole si equivalgono. Entrambe portano ad una amicizia a lungo termine coi nostri club,
febbraio
che ci tengono uniti durante l’espletamento dei progetti e che sono
ciò che rende incommensurabile l’affiliazione al Rotary. L’amicizia
è chiaramente l’elemento più essenziale del DNA del Rotary!
I Rotariani non dovrebbero preoccuparsi che l’attuale enfasi sulla
modernizzazione possa danneggiare i nostri valori fondamentali.
Tutto ciò sarebbe contrario alla “Logica del cowboy”, che contiene
ammonimenti come “Ricordati che ci sono cose non in vendita” e
“Impara il limite da non superare”. Vorrei assicurare i Rotariani
che non altereremo mai quei valori e atteggiamenti che hanno reso
il Rotary un’organizzazione di rilievo, riconosciuta a livello mondiale grazie a PolioPlus!
Abbiamo tanto di cui essere orgogliosi come Rotariani. Questo è un
momento di grande orgoglio per noi, e ci sono ancora tanti successi davanti a noi, mentre ci accingiamo ad aiutare i nostri Club ad
essere più grandi, migliori e più incisivi. Insieme ai nostri cinque
valori fondamentali, il progresso continuo ha una parte importante
nel DNA del Rotary!
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 6
ROTARY FOUNDATION
LETTERA DEL CHAIRMAN
Avanzare la consapevolezza Promuovere la comprensione
della Fondazione Rotary
mondiale attraverso
la Visione Futura
GENNAIO
La consapevolezza è una componente importante dell’operato della Fondazione Rotary. È
importante che i soci siano a conoscenza degli Obiettivi 2010-11 della Fondazione Rotary: l’eradicazione della polio; il Piano di Visione Futura; Ogni Rotariano, Ogni Anno; il Fondo permanente.
Dobbiamo, inoltre, divulgare la notizia dell’esistenza dell’Iniziativa delle Grandi donazioni a sostegno dei Centri della pace del Rotary e della nostra Sfida da 200 milioni del Rotary. È importante sapere che siamo 1,2 milioni di Rotariani in circa
200 Paesi e aree geografiche. Inoltre, che i nostri Club sono ripartiti in zone, ciascuna delle quail ha uno o più coordinatori regionali Fondazione Rotary, assistenti coordinatori
regionali Fondazione Rotary e coordinatori alumni Fondazione Rotary. E ancora, che le finanze dalla Fondazione Rotary
sono completamente separate da quelle del Rotary International e che la Fondazione ha un Consiglio di Amministrazione composto da 15 membri, che fanno capo ad un Presidente di Consiglio; che esistono sette uffici regionali, in Argentina, Australia, Brasile, India, Giappone, Corea e Svizzera, che insieme alla sede centrale negli Stati Uniti, servono
non solo il Rotary International ma anche la Fondazione Rotary.
L’altro lato importante della consapevolezza della Fondazione Rotary consiste nella condivisione delle informazioni al
di fuori della nostra organizzazione. Siamo un gruppo di
leader che possono avvalersi di una rete sociale straordinaria. È giunto il momento di far conoscere al mondo tutti i
successi e il buon operato realizzati nel corso degli anni. I
Rotariani hanno l’opportunità di avanzare - e devono farlo la consapevolezza relativa ai problemi globali e alla loro risoluzione se si adoperano all’insegna dello slogan “Impegniamoci nelle comunità - Uniamo i continenti”, continuando a Servire al di sopra di ogni interesse personale.
6
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
FEBBRAIO
Febbraio è il mese della Comprensione mondiale e potrebbe essere una buona occasione
per pensare al servizio internazionale fornito
da Rotariani, Club e distretti nell’ambito della
fase pilota della Visione Futura. Il D istretto
9800 (Australia) ha provveduto a stanziare un
certo ammontare dei suoi fondi in sovvenzioni
distrettuali per inviare un’equipe medica a Timor-Leste, ad implementare un programma di
formazione per le ostetriche ed aiutare a ridurre il tasso di mortalità infantile e delle gestanti. Il distretto
ha inoltre stanziato una somma per installare una pompa
d’acqua ad energia solare per una scuola e per la comunità
limitrofa in Tanzania.
Il Distretto 2070 (Italia) ha in programma una serie di attività di sovvenzione distrettuale di grande portata, tra cui
l’invio di un gruppo di medici volontari per progetti umanitari in Kosovo, Perù e Madagascar; attrezzature mediche
nel Congo e una squadra di formazione professionale nel
Distretto 7490 (New Jersey, USA).
Il Rotary Club di San Ignacio, Belize (Distretto 4250), è lo
sponsor ospitante insieme allo sponsor internazionale Rotary Club di South Cowichan (Mill Bay), B.C., Canada (Distretto 5020), per un progetto di costruzione di un sistema
di drenaggio all’aperto nel campus della Scuola Superiore
del Sacro Cuore nel Belize, per prevenire l’allagamento della scuola e la riproduzione delle zanzare, trasportatrici della
febbre dengue. Inoltre, è in corso di attuazione una campagna educativa polivalente sulla sanità pubblica in collaborazione con il provveditorato agli studi, le autorità comunali
ed i leader della comunità, che renderanno sostenibile il
progetto.
Esistono inoltre parecchi altri ottimi progetti in corso di attuazione in tutto il mondo, tutti all’insegna del motto “Impegniamoci nelle comunità - Uniamo i continenti” attraverso il Servizio al di sopra di ogni interesse personale.
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 7
È cambiato. È molto di più. È il nuovo Club Med.
più
p
iù resort,
resor t, p
più
iù relax,
relax, p
più
iù libertà,
liber tà, p
più
iù comfort,
comfor t, p
più
iù vvacanza.
acanza.
Fino
F
ino a
3
300
€ di riduzi
riduzione
ione a persona
a* pper
er
prenotazioni
p
re n o t a z i o n i e
entro
ntro iill 2
28
8 a
aprile.
prile.
S o l o per
per i S
oci R
o t ar i a ni, un’esclusiva
un’ es clusiva ulteriore
ul ter iore rriduzione
id uzion e dell’8%
de l l’8% ssull’acquisto
ull’acquisto
Solo
Soci
Rotariani,
di
di un
u n pacchetto
p ac ch et to con
c on volo
v o lo o del
del solo
so l o soggiorno,
so ggio r no, comunicando
co mun ica nd o il
il Distretto
D ist retto Rotariano
Rotariano
d’ a p p ar te nenza alle
alle Agenzie
A ge nz ie Club
C lub Med.
Med.
d’appartenenza
Info e pr
prenotazioni
en
notazioni
Milano - via Larga,
Larga, 9 - tel. 02 5834921
Torino
- piazza
5623300
T
orino
o
piazzza Solferino, 2/b - tel. 011 5
623300
45 - tel. 06 4245081
Roma - via Barberini,
B
424508
81
www.clubmed.it
www
.club
bmed.it
*Offerta
*Of
fferta
f
soggetta
a a condizioni e limitazioni.
[
[ 527
527$5<
7$5< LQGG rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 8
Rational Rotarianism
PRODOTTO DALL’UFFICIO DEL SEGRETARIO DELLA
National Association of Rotary Clubs of America
Vol. I.
Gennaio, 1911.
Se la Provvidenza dovesse darmi
a qualcuno di fare qualcosa per la
l’opportunità di trovarmi su una
propria comunità e di pagare le sue
piattaforma di un grande anfiteatro
spese personali e commerciali, e
e potessi conoscere cosa pensa
possibilmente di trarne un guada-
ogni Rotariano della terra, vorrei
gno . Sono certo che il Rotary otter-
porre questa domanda: “Cosa pensi
rà i migliori risultati, anche se i ri-
che sia la filosofia del Rotary?” Im-
sultati saranno misurati in soldi, e
magino tutte le mani alzate e posso
anche se non passa tutto il suo tem-
anche immaginare che non riuscirò
po a mantenere la contabilità e a
a conoscere con esattezza quali so-
calcolare tutto il denaro guadagna-
no le opinioni individuali dei pre-
to con la sua influenza. La crescita
del Rotary sarà più forte e perma-
senti.
Tuttavia, potrei anche fare un’altra
A cura di Paul P. Harris
Presidente nazionale
sano che sia disonorevole o non etico entrare a fare parte di un Club
nente se viene ben accetto nelle comunità in cui viene impiantato. Il
domanda, “Quanti dei presenti pen-
8
No. 1.
Forse in questa situazione vedremmo il “Sig. Grandi Sconti” alzarsi in
modo in cui una persona o un Club
può fare del bene nella comunità è
per ragioni d’affari?”
piedi, dichiarando: “Sono entrato
di fare qualcosa per la comunità”.
Potrei chiedere al “Sig. Standard
nel Rotary Club perché è un Club
Tra tutte queste vedute o altri punti
Etici” di esprimere le sue vedute:
composto da uomini di diversi cam-
di vista si trova quella che general-
“Sono un socio di diversi Club e
pi che si riuniscono per ragioni
mente viene accettata come la vera
aziende di rilievo nella nostra città
commerciali e mi sembrava una
filosofia rotariana, compresa e ri-
e so di fatto che in almeno una di
buona idea, come avere due-trecen-
spettata da Rotariani e non Rotaria-
queste sedi è vietato sollecitare af-
to contatti pronti a fare affari con
ni. Adesso, Rotariani degli Stati Uni-
fari, ed è considerato quasi tabù.
me. Ci sono tanti altri Club che so-
ti e del Canada, cosa ne pensate?
Secondo me, questo costituisce la
no organizzati a fini sociali e di ser-
Da quale parte del dibattito vi trova-
personificazione di un comporta-
vizio pubblico, ma non esiste un al-
te e perché? Vorremmo sentire le
mento inaccettabile”.
tro Rotary”.
Vostre opinioni.
Io cambierei la mia domanda, chie-
Ma ci dovrebbe essere un altro indi-
dendo: “Il Rotary rappresenta qual-
viduo dal quale sentire la seguente
Vi saluto cordialmente
cosa di diverso dall’influenzare gli
dichiarazione. Io lo chiamerei “Sig.
e fraternamente,
affari e mettere in contatto uomini
Equilibrio Altruistico”: “Ho pensato
d’affari che sono soci dello stesso
allo schema del Rotary come siste-
club?”
ma di retribuzione. Rende possibile
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Paul P. Harris
Chicago, 1º gennaio 1911.
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 9
100 anni dopo
RILASCIATO DALLA SEDE CENTRALE DEL
Rotary International
Vol. 189
Se grazie alla tecnologia moderna
potessi essere in una chat room
con ogni Rotariano al mondo, farei
questa domanda: “Qual è la magia
che ha reso il Rotary un’organizzazione di tale successo nel mondo?”
Sul mio grande schermo, vedrei
una marea di risposte con commenti validi, ma vari, sul valore del
Rotary. Talmente tanti commenti
da non poterli filtrare in una risposta comune alla domanda.
A quel punto, potrei fare anche
un’altra domanda: “Abbiamo abbandonato uno dei fini originali dei
Rotary Club - soci che si affiliano
ad un Club per ragioni d’affari?”
Prima chiederei a coloro che si oppongono a qualsiasi collegamento
con il mondo degli affari di esprimere le proprie opinioni. I loro
commenti attesterebbero che il Rotary ha preso la decisione di scartare gli interessi affaristici quando ha
adottato tempo fa il motto Servire
al di sopra di ogni interesse personale, e che qualsiasi sembianza della prassi originaria sporca il buon
nome del Rotary.
A questo punto, chiederei a coloro
che sono dell’avviso che ci sia un
merito nei collegamenti d’affari di
esprimere i propri commenti, e loro forse direbbero che entrare in
un Rotary Club per incontrare gente e, pertanto, creare contatti d’affari, è un obiettivo naturale, che è
sempre stata una componente importante dell’affiliazione ad un
club. Essi potrebbero anche far
presente che il motto secondario
del Rotary, Chi serve gli altri ottie-
Gennaio, 2011.
A cura di Ray Klinginsmith
Presidente Internazionale
ne i migliori profitti, è nato nel
1911, lo stesso anno di Servire al di
sopra di ogni interesse personale.
A quel punto sarebbe il momento
di chiedere un’opinione a coloro
che si trovano a metà strada, di dirmi come la pensano sulla questione degli interessi personali negli
affari e nel Rotary. I commenti arriverebbero più lentamente dei primi
due gruppi, poiché i Rotariani
prenderebbero più tempo per rispondere e preparare risposte ben
ponderate. Le risposte in arrivo potrebbero dimostrare che uno dei
valori fondamentali del Rotary è
l’affiatamento e che tutti noi preferiamo fare affari con persone di cui
ci fidiamo e che conosciamo. Pertanto, le amicizie rotariane spesso
portano a relazioni d’affari - non
come obiettivo, ma come conseguenza naturale. Le risposte confermerebbero che i giovani preferi-
No. 7.
scono la parola networking all’espressione affiatamento, e che
fare networking include l’opportunità di incontrare persone del campo professionale e commerciale.
Il terzo gruppo potrebbe anche accogliere e assecondare la saggezza
del nostro Fondatore, Paul Harris,
quando promosse una via di mezzo
per la questione degli interessi personali nel suo articolo “Rational
Rotarianism” del numero di gennaio 1911. Mi è piaciuta in particolare
la frase che “il modo perché una
persona o un Club siano ben accetti nella loro comunità è di fare
qualcosa per la comunità”. I Rotariani hanno seguito il saggio consiglio di Paul Harris negli ultimi 100
anni e questo ha portato il Rotary
alla vetta più alta - un posto sulla
scena mondiale. Ed è con l’impegno dei nostri Rotariani per il servizio, e l’energia e l’ingegno dei nostri 1,2 milioni di soci, che mi inducono a credere che il futuro del
Rotary è ancora tutto davanti a
noi.
Il mio rapporto in base a questo
chat immaginario sul Rotary riflette il mio concetto di vera filosofia
Rotariana, compresa e rispettata
da Rotariani e non. Adesso, Rotariani del mondo, cosa ne pensate?
Unitevi alla discussione su questo
argomento nel gruppo Rotary su
LinkedIn su rotary.org/socialnetworks.
Distinti saluti,
Ray Klinginsmith
Chicago, 1º gennaio 2011.
100 ANNI DI STORIA
9
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 10
Le mine antiuomo continuano a mietere vittime dopo
oltre 20 anni del conflitto in Cambogia e rendono disabili
le loro vittime. I Rotariani offrono assistenza attraverso la
Fondazione Rotary.
Grazie ad una Sovvenzione paritaria di circa 50.000 USD
della Fondazione, i Rotary club di Phnom Penh Metro,
Phnom Penh, Cambogia, e Salisbury, Connecticut, USA,
hanno fornito alle vittime disabili un numero complessivo
di 50 sedie a rotelle e tricicli, 50 protesi per gli arti e 160
dispositivi ortopedici per la deambulazione.
Inoltre, grazie alla sovvenzione:
30 bambini disabili sono ritornati a scuola
Fare del bene
Cambogia
10 vittime delle mine hanno ricevuto una
formazione professionale
16 famiglie colpite dagli effetti delle mine hanno
acquistato articoli vari, come reti da pesca o barche
50 pazienti hanno pagato le spese della degenza
ospedaliera per interventi chirurgici e altre cure
Tutto questo è possibile grazie ai vostri contributi
all’iniziativa Ogni Rotariano, Ogni Anno
Fai la tua donazione
annuale oggi stesso.
www.rotary.org
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 11
INTRODUZIONE AL ROTARY
GLOBALOUTLOOK
GUIDA ROTARIANA ALL’IMMAGINE PUBBLICA
COPYRIGHT © 2011 BY ROTARY INTERNATIONAL. TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 12
MEDIA PER IL TUO MESSAGGIO
SPOT RADIOTELEVISIVI
PUBBLICITÀ
ALL’APERTO
INTERNET/
MARKETING
PRESENTAZIONI/
BOLLETTINI
EVENTI
STAMPA/ALTRA
SPECIALI
PUBBLICITÀ
Uso
Pubblicazione
visiva, dettagliata, di articoli
su quotidiani e
riviste.
Raccontare
storie brevi ma
appassionanti,
spesso con
attori.
Trasmettere ai
passanti messaggi diretti, di
largo respiro.
Raggiungere
utenti Internet
mentre fanno
ricerche, inviano email e
leggono notizie.
Fornire articoli
scritti alle reti
di distribuzione
delle notizie
su eventi o
progetti.
Creare entusiasmo e
invitare i media
a trasmettere il
messaggio.
Vantaggi
Poter scrivere
e disegnare il
proprio messaggio nel
modo desiderato per i lettori.
Poter usare
i profili del
pubblico radiotelevisivo e
raggiungere il
target.
Cartelloni in
aree di traffico intenso
raggiungono il
grande pubblico.
Pubblicità
web a basso
costo aiutano
a raggiungere
velocemente
l’audience.
La copertura
giornalistica aggiunge grande
valore al messaggio
Il contatto
diretto e personale aiuta
a coinvolgere
l’audience.
Svantaggi
Pubblicità con
trasmissione
frequente possono essere
costose e raggiungere audience limitata
I costi di produzione e tempi
di trasmissione
possono essere
esosi.
Il contenuto del
messaggio si
limita a poche
parole e immagini.
Gli utenti ignorano le ricerche
a pagamento o
considerano le
email invadenti
Anche i migliori
bollettini non
garantiscono la
copertura dei
media.
Questioni tecniche o cattivo
tempo possono
interferire con
l’evento.
Cosa serve
Archivio immagini digitali, giuste
dimensioni
della pubblicità,
elenco pubblicazioni target.
Audio o registrazione video
digitale, durata
della pubblicità, programma
show.
Messaggio
breve, potente,
elenco pubblicità esterne, siti
rilevanti.
Inviare elenco
o news feed
per email agli
abbonati,
elenco di parole
chiave.
Articoli scritti
in precedenza,
info sui contatti, elenco
contatti coi
media.
Sede, data,
attrezzature,
volontari per
l’evento.
Consigli
Negoziare tassi
scontati (no
profit) o altri
benefici.
Richiedere
tassi ridotti o
trasmissione
gratis per annunci PSA.
Aggiungere
una chiamata
all’azione, telefonare e inviare
email.
Non inviare
email non desiderate; chiedere agli utenti
di abbonarsi.
Ricontattare
con telefonata o
email il giornalista o agenzia
stampa.
Programmare
eventi a inizio
giornata per
pubblicare la
notizia il giorno
stesso.
Download delle
pubblicità per
la stampa:
www.rotary.org
/humanityinmotion.
Ordinare gli
annunci PSA
L’umanità in
movimento
all’indirizzo
shop.rotary.org.
Imparare a
personalizzare i
cartelloni,
www.rotary.org
/humanityinmotion.
Download da
Internet,
www.rotary.org
/humanityinmotion.
Acquistare Effective Public Relations: A Guide
for Rotary Clubs,
shop.rotary.org.
E-mail [email protected]
.org su come
illuminare un
monumento per
l’anniversario
Rotary del
23 febbraio.
Per cominciare
•
12
•
•
•
•
ILLUSTRAZIONI A CURA
DI OTTO STEININGER
PUBBLICITÀ
SU STAMPA
•
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 30
IHEJ
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 13
PENSA GLOBALMENTE, AGISCI LOCALMENTE
Adatta le pubblicità Rotary alla tua comunità. In un mondo con razze,
lingue e stili di comunicazione diversi, localizzare il messaggio Rotary è cruciale per
attrarre nuovi soci e raccogliere fondi. Ecco alcuni esempi tratti dai distretti in tutto il
mondo, che hanno cominciato con lo stesso cartellone e lo hanno personalizzato.
ILLUSTRAZIONI A CURA
DI OTTO STEININGER
In alto: Cartellone originale.
Immagine modificata (Egitto).
Star del posto (Taiwan).
Messaggio tradotto (Messico).
Aggiunta dei contatti del posto (Australia).
Menzione della comunità locale (USA).
GLOBAL OUTLOOK
30
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 13
30
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 14
Diversi anni fa, il sito web Forbes.com lodò la Nike
per il suo contratto da 100 milioni di dollari con Tiger Woods,
dichiarando: “Nessuna azienda ha mai capitalizzato sull’aspetto di un
atleta di bell’aspetto, senza scandali e un mago del golf più della Nike”.
Ma nel 2009, quando i problemi matrimoniali di Woods diventarono
uno scandalo pubblico che ha macchiato la sua immagine di bravo
ragazzo, gli esperti avevano previsto che forse anche il marchio Nike
sarebbe stato trascinato nel fango insieme all’atleta.
Anche se la Nike sembra aver evitato la tempesta pubblica, ci vorrà
comunque del tempo prima che un’azienda decida di abbinare i suoi
successi ad una singola celebrità.
Fortunatamente, il marchio Rotary non ha bisogno di rappresentanti
pagati. Il Rotary ha basi solide, una buona reputazione di servizio
umanitario e relazioni instaurate da 1,2 milioni di soci. Nonostante
questo, dato che il nome Rotary non ha la stessa fama di una Nike o
di Tiger Woods, non può adagiarsi sugli allori del suo marchio.
“Se non curi il tuo marchio, il pubblico lo farà per te”, dichiara il
Consigliere RI John T. Blount, del Rotary Club di Sebastopol,
California, USA.“Dobbiamo essere all’avanguardia quando stabiliamo
il nostro marchio”.
Il famoso stratega di
marketing Al Ries è
d’accordo. “I marchi sono
parole ed i concetti a loro
associati sono nella mente
del pubblico”. Ries, che
insieme alla figlia Laura ha
scritto il libro The 22
Immutable Laws of Branding
(Le 22 leggi immutabili
del branding) ed altri
quattro libri sul marketing,
spiega che “il branding è
fare entrare le parole nella
A cura di Paul Engleman
mente del pubblico.
Quando gli addetti di marketing dicono che ‘il cliente è il proprietario
del marchio’ è davvero così”.
“Per la maggior parte del mondo, il Rotary ha un’identità non
riconoscibile”, secondo il Vice Presidente del RI Thomas M.
Thorfinnson, del Rotary Club di Eden Prairie Noon, Minnesota, USA.
“È necessario e vogliamo che il pubblico veda il nome e il logo del
Rotary regolarmente e che vengano visti nel contesto del nostro
coinvolgimento umanitario attivo di persone che fanno la differenza.
Il branding ha come obiettivo un’identità pubblica positiva che viene
subito in mente nel momento in cui qualcuno vede il nostro nome o
il nostro logo”.
Secondo Thorfinnson, anche se il processo di branding sembra
essere destinato solo agli addetti ai lavori, la semplicità di comunicazione
del messaggio Rotary è essenziale. “A livello di club e distretto, tutti
noi possiamo posizionare i raggi del Rotary e il nome del Rotary al
centro delle nostre riunioni, nelle sedi dei progetti e dei programmi.
Spesso, con le attività del Rotaract, Interact, Scambio giovani del Rotary,
RYLA [Rotary Youth Leadership Awards] e progetti della Fondazione,
perdiamo l’occasione di mostrare il nome e il logo Rotary”; il branding
AIUTARE
IL
MARCHIO
COME EVITARE UNA
CRISI D’IDENTITÀ
14
comincia con i Rotariani. “Non dimenticate di indossare la spilla del
Rotary. Siamo un’organizzazione splendida, aiutiamo a sviluppare
l’immagine del nostro marchio indossando il logo e spargendo la
parola: i Rotariani creano relazioni e servono l’umanità”.
Anche secondo Blount il valore delle relazioni è importantissimo
nel mantenere in vista il marchio del Rotary. “Siamo presenti in ogni
comunità del mondo. Organizzazioni quali la Bill & Melinda Gates
Foundation, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ed Ingegneri
senza frontiere sono entusiasti di unirsi a noi nei nostri sforzi poiché
sanno chi siamo, in cosa crediamo e cosa possiamo ottenere”.
I rapporti del Rotary con la Northwestern University, a poche
traverse dalla sede centrale del RI a Evanston, hanno permesso di
ottenere l’assistenza nell’area di marketing da parte di alcuni laureandi
presso la Medill School of Journalism. Un gruppo di studenti ha
studiato il Rotary e la sua storia, e dopo un’attenta analisi, gli studenti
hanno identificato le fasi da seguire per rafforzare il marchio in futuro.
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 30
IHEJ
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 15
Secondo il professor Paul Wang, il Rotary ha davanti una sfida.
Si tratta del classico bisogno di conservare l’effettivo esistente, ma
attraendo anche soci più giovani nell’organizzazione.
Kelsey Horine, tra gli studenti del gruppo, ha affermato che “il
Rotary ha un marchio forte, ma il suo significato per i Rotariani
e per i non Rotariani è molto diverso. Il Rotary ha quasi due marchi,
uno per coloro che hanno una relazione con l’organizzazione e
uno per le persone che non hanno un rapporto e questo potrebbe
causare un’erosione del marchio stesso”.
Invece Stacy Lynn Ptacek fa notare che il Rotary “ha radici forti
e ben avviate” e l’organizzazione è stata fondata su una piattaforma
aziendale, sostenuta da un operato caritatevole. “Il network di club
autonomi del Rotary consente di fare la differenza umanitaria a
livello locale e mondiale”.
Il tesoriere del RI K.R. Ravindran, del Rotary Club di Colombo,
Western Province, Sri Lanka, si intende molto bene delle sfide a
livello internazionale del marchio di Rotary. Sei anni fa, quando il
suo Paese era stato devastato da uno tsunami con oltre 40.000
vittime, i soci nel Distretto 3220 avevano dato subito la loro
assistenza. Secondo Ravindran, il ruolo vitale che hanno giocato i
Rotariani nei soccorsi dopo il disastro naturale ha migliorato
l’immagine del marchio Rotary. “Noi Rotariani sapevamo che
bisognava fare qualcosa di importante. A quel punto, decidemmo
di costruire scuole di alta qualità per sostituire quelle distrutte. In
soli 36 mesi, abbiamo costruito 20 scuole, spendendo 12 milioni di
USD. Abbiamo permesso a 15.000 bambini di tornare in scuole
migliori di quelle distrutte”.
I Rotariani hanno ricevuto il supporto da una banca, che ha
donato 1 milione di USD ed hanno pagato la pubblicità su un
quotidiano per annunciare l’apertura delle scuole attraverso il
progetto Schools Reawaken. Secondo Ravindran: “Ogni volta che
si apriva ufficialmente una scuola, facevamo la pubblicità a livello
nazionale, non solo per informare sui dettagli delle aperture delle
scuole, ma anche per dichiarare con orgoglio ‘I Rotariani
mantengono le proprie promesse’”.
Quella è una dichiarazione che le Organizzazioni Non
Governative (ONG) non sono in grado di fare, sempre secondo
Ravindran. “Le ONG di tutto il mondo fecero molte promesse e
intrapresero molti progetti, ma solo alcune riuscirono a completare
davvero i progetti. Il Rotary ha mantenuto l’impegno e la fama si
è sparsa. Quando il nostro governo, frustrato, chiamò in riunione
vari donatori per valutare i progressi dei progetti intrapresi da tali
ONG, il Rotary venne invitato a fare una presentazione e a spiegare
come eseguire un progetto di grandi dimensioni, efficacemente e
a costi contenuti”.
Ravindran invita i Rotary club a pensare alla grande nel
programmare i progetti.“I progetti piccoli e frammentati non hanno
un impatto sulla vita delle comunità. Sarebbe meglio per i club
combinare gli sforzi ed eseguire progetti di rilievo. Ogni città
dovrebbe avere almeno un progetto chiave per la sua comunità”.
I suoi commenti sull’importanza di mettere in rilievo i risultati
ottenuti dal Rotary sottolineano il bisogno dei Rotariani di accettare
i riconoscimenti per il lavoro svolto. Anche se la modestia è una
virtù, essa non aiuta l’organizzazione.
Thorfinnson concorda:“Non possiamo più permetterci di sederci
sugli allori e presumere che le nostre buone azioni parlino da sole”.
Il branding comincia con gli individui, secondo lui, ed i successi
portano all’aumento dell’effettivo, e quindi ad ulteriori buone azioni.
Secondo Ravindran: “Siamo tutti d’accordo sul fatto che il logo
del Rotary dovrebbe rappresentare l’azione umanitaria. Ma per
ottenere questo, il mondo ci deve riconoscere come la prima
organizzazione d’eccellenza dell’azione umanitaria”.
I Rotariani e i club possono aiutare il marchio del Rotary usando le
risorse disponibili sul sito del RI. La sezione Pubbliche relazioni
offre una serie di materiali promozionali per il download. I Rotariani
possono accedere agli annunci di servizio pubblico per TV, radio,
stampa, Internet e cartelloni che fanno parte della campagna per
l’immagine pubblica del Rotary, L’umanità in movimento. Visitare
www.rotary.org/humanityinmotion.
GLOBAL OUTLOOK
30
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 15
30
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 16
3ROLRVWLOOFULSSOHVWKRXVDQGVRIFKLOGUHQ
DURXQGWKHZRUOG:LWK\RXUKHOSZHFDQZLSH
WKLVGLVHDVHRIIWKHIDFHRIWKHHDUWKIRUHYHU
9LVLWURWDU\RUJHQGSROLRWRKHOS
(1'32/,212:
:H$UH
7KLV&ORVH
WR(QGLQJ3ROLR
'U-DQH*RRGDOO
3ROLRVWLOOFULSSOHVWKRXVDQGVRIFKLOGUHQ
DURXQGWKHZRUOG:LWK\RXUKHOSZHFDQZLSH
WKLVGLVHDVHRIIWKHIDFHRIWKHHDUWKIRUHYHU
9LVLWURWDU\RUJHQGSROLRWRKHOS
(1'32/,212:
:H$UH
7KLV&ORVH
WR(QGLQJ3ROLR
✸7 ✸8
✸2 ✸3✸4
+HU0DMHVW\4XHHQ1RRURI-RUGDQ
✸1
✸5
12
✸
10 ✸
✸9 ✸
11
13
✸
✸6
1
✸
IL POTERE
DELLE CELEBRITÀ
ERADICARE LA POLIO
GRAZIE AI BUONI AMICI
La campagna per
l’eradicazione della polio del
Rotary International “Basta
così poco” è una raccolta di
attraenti annunci di servizio
pubblico (PSA) visivi e audio
a livello regionale per le
comunità di tutto il mondo.
Le persone famose a livello
internazionale che hanno
offerto la propria immagine e
la propria voce includono
otto sopravvissuti alla polio e
quattro celebrità dai 4 Paesi
endemici rimanenti.
16
(1) Calvin Borel
Nato a: St. Martin Parish,
Louisiana, USA
Fantino e tre volte vincitore
del Kentucky Derby
(2) Jack Nicklaus
Nato a: Columbus, Ohio,
USA
Golfista di professione e
sopravvissuto alla polio
(3) Regina Noor di Giordania
Nata a: Washington, D.C.
Filantropa e promotrice
di pace
(4) Marvin Hamlisch
Nato a: New York
Compositore e conduttore
vincitore di molti premi
(5) Ziggy Marley
Nato a: Kingston, Jamaica
Cantante, cantautore,
musicista, filantropo
(6) Isabel Allende
Nata a: Lima, Perù
Autrice e filantropa
(7) Jane Goodall
Nata a: Londra
Primatologa e filantropa
(8) Eddy Merckx
Nato a: Meensel-Kiezegem,
Belgio
Ciclista e campione
(9) Zeynab Abib
Nato a: Abidjan,
Costa d’Avorio
Cantante pop e
ambasciatore UNICEF
(10) Angélique Kidjo
Nata a: Ouidah, Benin
Cantante e vincitrice del
premio Grammy
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 30
IHEJ
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 17
QJ3ROLR
-DQH*RRGDOO
15
✸
16
✸
✸2
✸
Writers, actors, musicians, athletes, and
humanitarians from all over the world are
spreading the message to End Polio Now
as part of Rotary International’s “We Are
This Close to Ending Polio” campaign, a
collection of regional visual and audio public service announcements (PSAs) that appeal to communities around the world.The
17
local and international
figures who have
✸
18
volunteered their ✸
images
and voices include
19
✸
eight polio survivors and four celebrities
from countries that are still polio endemic.
Use this map to find the one closest to you.
20
✸
13
✸
14
✸
(11) Nwankwo Kanu
Nato a: Owerri, Nigeria
Giocatore professionale di
calcio
(12) Dan Maraya Jos
Nato a: Bukuru, Nigeria
Musicista di musica Folk e
ambasciatore Rotary per
l’eradicazione della polio in
Nigeria
(13) Staff Benda Bilili
Fondatore: Kinshasa,
Repubblica Democratica
del Congo,
gruppo musicale composto
da otto artisti da strada,
cinque dei quali sopravvissuti
alla polio
(15) Hany Salama
Nato a: Il Cairo
Attore cinematografico
(14) Arcivescovo Desmond Tutu
Nato a: Klerksdorp, Sudafrica
Premio Nobel della Pace
e sopravvissuto alla polio
(17) Mallika Sherawat
Nata a: Rohtak, India
Attrice e modella
(16) Itzhak Perlman
Nato a: Tel Aviv
Violinista e sopravvissuto
alla polio
(18) Amitabh Bachchan
Nato a: Allahabad, India
Attore e vincitore del premio
National Film
Per sapere come creare un
PSA con una persona famosa
della vostra area, visitate www
.rotary.org/humanityinmotion.
(19) Jackie Chan
Nato a: Hong Kong
Stuntman, attore,
regista
(20) Sue Jin Kang
Nata a: Seul, Corea
Ballerina e danzatrice
principale del Balletto di
Stoccarda
GLOBAL OUTLOOK
30
IHEJOREDORXWORRN,7 LQGG 17
30
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 18
IN POCHE PAROLE
Sei in ascensore con un collega, che ti chiede:
“Che cos’è il Rotary?” Con meno di un minuto per rispondere, cosa dici?
Alcuni dirigenti di spicco raccontano alcune delle frasi preferite per descrivere il Rotary.
A cura di Susie Ma
ANNE L. MATTHEWS, Amministratrice della Fondazione Rotary, USA
Il Rotary è l’organizzazione più prestigiosa, non religiosa
eapolitica, di servizio umanitario in tutto il mondo. Esiste da
oltre cento anni. Il nostro scopo in qualità di Rotariani è di
promuovere la pace e la comprensione mondiale attraverso
una vasta gamma di programmi educativi e umanitari sotto
la direzione della Fondazione Rotary. La missione della
Fondazione è di aiutare i meno abbienti di tutto il mondo.
JOHN F. GERM, Vice Presidente degli Amministratori della Fondazione
Rotary, USA
Il Rotary è un’organizzazione di servizio dedicata ad elevati
standard etici e alla promozione di progetti d’azione per
migliorare la vita degli abitanti delle comunità di tutto il
mondo. Lo scopo del Rotary è di migliorare le condizioni
di vita attraverso programmi educativi e umanitari. Talvolta
porto le persone interessate al Rotary ad alcune riunioni di
club ed offro loro una copia della rivista The Rotarian per dare
un’occhiata a quello che sta facendo il Rotary.
ANTONIO HALLAGE, Consigliere RI, Brasile
Il Rotary è un’organizzazione mondiale di professionisti con
elevati standard etici; siamo coinvolti nelle nostre comunità,
insieme a professionisti e giovani.
WILLIAM B. BOYD, Presidente eletto degli Amministratori della
Fondazione Rotary, Past Presidente RI, Nuova Zelanda
Esistiamo per servire il prossimo. Il migliore esempio di questo è
la campagna per l’eradicazione della polio. Molte delle persone
che incontrate non capiscono il Rotary, quindi occorre fare
capire che si tratta di un’organizzazione di servizio con una
valenza internazionale. Quando devo parlare con gli addetti
all’immigrazione USA e dico loro che sono qui per affari rotariani,
loro mi chiedono sempre “Allora è qui per ragioni d’affari?” e io
rispondo sempre “Niente affatto. Sono un Rotariano. Il Rotary
è un’organizzazione di volontariato, non vengo pagato per fare
discorsi, e non sono molto bravo comunque”.
18
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
KALYAN BANERJEE, Presidente eletto RI, India
Il Rotary è un’organizzazione di volontariato con 1,2 milioni
di leader professionisti e imprenditori da tutto il mondo, che
si riuniscono in amicizia, per fornire un servizio umanitario
e lavorare per realizzare la pace. Loro svolgono progetti per
rispondere alle sfide quali l’alfabetizzazione, le malattie, la povertà
e la mancanza di acqua potabile, e questioni ambientali. Una delle
pietre miliari del Rotary è il nostro saldo principio nel mantenere
elevati standard etici nella nostra vita professionale e personale.
SAMUEL F. OWORI, Consigliere RI, Uganda
I Rotariani credono nell’assistenza al prossimo bisognoso.
Facciamo conoscenza con persone di alto livello, con elevati
standard etici e molto influenti. Nella vita professionale il
Rotary ha un grande vantaggio: si incontrano persone che non
potremmo incontrare in altre circostanze. Si può avere un impatto
nella promozione della pace e per la comprensione mondiale.
L’eradicazione della polio è il punto forte. Dobbiamo lasciare il
mondo in condizioni migliori di quelle che abbiamo trovato.
EKKEHART PANDEL, Consigliere RI, Germania
In Germania, il Rotary è una delle organizzazioni no profit
di volontariato tra le più grandi. Abbiamo una grande
rappresentazione demografica nei nostri club - diversità di sessi,
religione, professioni e tipi di attività. La nostra rete mondiale è
sempre pronta a rispondere ai bisogni presenti nei Paesi meno
sviluppati. Svolgiamo molti progetti in Africa, visto che si trova
alle nostre porte.
DONG KURN LEE, Amministratore della Fondazione Rotary,
Past Presidente RI, Corea
Il Rotary ti offre l’opportunità per creare delle relazioni ma,
ancora più importante, offre l’opportunità per contribuire alla
società. Il Rotary significa avere la possibilità di aiutare i meno
abbienti. Le riunioni settimanali consentono di incontrare
amici, pensare al prossimo e fare donazioni. Si tratta di cose di
cui tutti hanno bisogno.
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:34
Pagina 19
In Africa, ogni 45 secondi un bambino muore di
malaria e i Rotariani sono impegnati a cambiare
questa realtà.
Grazie ad una sovvenzione di oltre 227.000 dollari
della Fondazione Rotary, i soci dei Rotary club
di Muyenga, Uganda, e di Genk-Noord, Belgio,
hanno provveduto a fornire zanzariere a 443
famiglie nel villaggio di Kyaali, Mpigi, Uganda.
Tutto ciò è possibile grazie al tuo contributo
all’iniziativa Ogni Rotariano, Ogni Anno
Fare del bene in
Uganda
Fai la tua donazione
annuale oggi stesso.
www.rotary.org
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 20
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 21
L’INVITO AD ASSISI
IL 16 E 17 APRILE 2011,
NELL’INTERVISTA
A GIANCARLO NICOLA
PRESIDENTE DI A.E.R.A.,
ASSOCIAZIONE PROMOTRICE
CON I DISTRETTI ITALIANI
DEL CONVEGNO INTERNAZIONALE
SULL’ACQUA
ACQUA, ARCHÈ
Giancarlo, un convegno del Rotary italiano sull’acqua, perchè?
La grande sfida del Rotary International
relativa alla piaga sociale della poliomielite si avvicina alla fine, e segnerà un
successo epocale del quale non possiamo che essere assolutamente e giustamente fieri: la sconfitta di un virus che
ha tormentato milioni di vite e minacciato l’intera popolazione mondiale infantile.
Ma a fronte di una vittoria, mille altre
battaglie si presentano all’orizzonte e
noi Rotariani dobbiamo sin d’ora pensare a come impiegare le nostre risorse, di
qualunque natura esse siano, per rispondere concretamente ai bisogni della società contemporanea.
Fame, salute, alfabetizzazione, si impongono alla nostra attenzione come campanelli d’allarme e tra loro si insinua il
rivolo del problema acqua, nelle sue
tante sfaccettature. Base della vita, bene
che per la sua stessa essenzialità richiede di essere disponibile, un tempo senza
limiti, l’acqua oggi è al centro dell’attenzione proprio per la ristrettezza delle risorse, essendo il sistema in cui viviamo
un sistema chiuso, in cui la quantità di
acqua disponibile non muta nel tempo.
SORELLA ACQUA
21
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 22
Giancarlo Nicola
Da un lato, quindi, l’amara considerazione che l’acqua disponibile per l’umanità
è solo il 2,5% dell’acqua totale sul pianeta, essendo buona parte di essa vincolata dai ghiacci e oltre i 2/3 salata, e di
conseguenza inadatta alle necessità idriche dell’agricoltura, dell’industria e
dell’umanità. Dall’altro il considerevole
disagio dovuto all’aumento della popolazione mondiale, il cui fabbisogno - insistendo sullo stesso 2,5% - non fa che aggravarne la situazione.
Il riflettere sul problema ci ha indotti a
suggerire l’acqua come ragione di serio
impegno per il nostro futuro: e con il
Convegno di Assisi Sorella Acqua desideriamo rimarcare questa emergenza.
Non possiamo certo permetterci di continuare a fare dell’acqua disponibile il
collettore finale dell’attività umana, degli scarti industriali e del consumo produttivo in generale; non possiamo permetterci neppure i costi energetici necessari per la potabilizzazione e il trasporto delle acque nelle zone desertiche,
o scarsamente irrorate; né, infine, possiamo permettere che l’acqua come elemento essenziale si trasformi in un destabilizzatore sociale, fonte di nuove
guerre, come si trattasse di un nuovo petrolio. E pertanto Assisi rappresenterà
l’occasione per fermarci a riflettere e
per rendere il Rotary italiano protagonista su una terna di fortissima attualità,
con il patrocinio del Presidente del Rotary International e del Chairman della
Rotary Foundation.
Cosa fa il Rotary italiano per l’acqua,
oggi?
Le iniziative sono centinaia e ad aprile
avremo modo di scoprirle tutte, dalle
più piccole sostenute dai singoli Club,
alle maggiori che vedono il coinvolgi22
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
mento diretto dei Distretti e la partecipazione della Fondazione Rotary. Tutti
esempi dell’attenzione che già viene ampiamente dedicata alla disponibilità di
acqua potabile per le popolazioni più disagiate, come all’educazione a un corretto uso delle risorse, per ridurre il forte
impatto sui consumi generato dagli
sprechi.
Nella sua dimensione nazionale, questo
convegno rappresenta anche uno straordinario momento di condivisione da parte dei 10 Distretti italiani, nel solco di
una continuità che ormai da diversi anni
li vede impegnarsi in azioni condivise:
spesso manca il momento di aggregazione attorno all’iniziativa, e credo che
l’idea di un convegno avrà un forte impatto, tanto sulla motivazione dei Rotariani, quanto sul fronte dell’immagine
pubblica del Rotary. Sarà una straordinaria occasione per informare l’opinione
pubblica della nostra attività, del nostro
scopo, della nostra identità.
Cosa ha spinto A.E.R.A. a sostenere il
convegno con una partecipazione cos
significativa?
L’Associazione Europea Rotary per
l’Ambiente è nata nel ‘90 con finalità di
interesse ambientale, come illustrato
dalla sua denominazione. Era naturale
che essendo l’acqua il motore dell’iniziativa, A.E.RA si rendesse parte attiva nel
facilitarne lo svolgimento. Abbiamo
messo a disposizione dei Distretti italiani le nostre strutture e le nostre risorse
economiche, appena ci siamo resi conto
della validità dell’iniziativa, del suo respiro, del taglio scientifico e socio-politico che garantirà il successo dell’evento.
Aspettiamo ospiti di primissimo piano, i
protagonisti delle più importanti Organizzazioni al mondo che abbiano qualcosa da dire sul tema dell’acqua, i rappresentanti delle Agenzie Governative delle
Nazioni Unite, le autorità rotariane e le
autorità civili. E saremo ad Assisi. Il luogo per definizione legato alla natura, all’incontro tra l’uomo e il suo ragionare e
l’ambiente in cui vive e opera. Ci sono
tutti gli elementi perché questo convegno produca i risultati che auspichiamo,
nella tradizione che ci ha visto operare
fino a oggi, come A.E.R.A., intenzionati
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 23
The World Bank
PROGRAMMA
SABATO 16 APRILE 2011
Ora
Argomento
Relatore
Titolo
Onore alla bandiere
Benvenuto alle autorità e ai partecipanti
Messaggio dei 10 Governatori Italiani
10.00
a.m.
Introduzione
10.30
al Convegno
a.m.
Acqua, l’Arché
PDG Giancarlo Nicola
Presidente di AERA
L’Acqua è l’elemento fondamentale della vita
Non c’è vita senza gli elementi di base
11.00 L’impegno della
a.m. Rotary Foundation
Carl-Wilhelm Stenhammar
Chairman
Rotary Foundation
I progetti rotariani per l’acqua
Metodologia ed efficacia
L’impegno del Rotary
11.30 Il mondo
a.m. ha sete
Olcay Ünver
Direttore UNESCO del programma
Globale per l’acqua
La distribuzione delle risorse d’acqua nel mondo
L’impegno dell’UNESCO
12.00 Il mondo
a.m ha fame
FAO
Direttore Generale
Le condizioni alimentari nel mondo
Correlazione con la disponibilità di acqua
L’impegno della FAO
12.30 L’impegno
a.m. dei Governi
Federico Basañes
Responsabile della Divisione INE/WSA
Inter American Developement Bank
L’importanza delle attività Governative
01.00
p.m.
Chiusura della prima giornata
09.00
p.m.
Concerto per coro e orchestra
Direttore Mo. Padre Giuseppe Magrino - Basilica Superiore di S. Francesco
DOMENICA 17 APRILE 2011
Ora
Argomento
9.30
a.m.
Relatore
Titolo
Introduzione del Rotary International Board Director Elio Cerini
Apertura dei lavori - Chairman RID Elio Cerini
10.00 Il futuro
a.m. del mondo
Anthony Lake
UNICEF
Direttore Esecutivo
Nel prossimo futuro la popolazione aumenterà,
specialmente nei paesi sottosviluppati
Le risorse stimate necessarie per le necessità
di presenteranno
L’impegno dellUNICEF
10.30 Il mondo
a.m. è malato
Margaret Chan
Direttore Generale OMS
La situazione sanitaria nel mondo
Correlazione con la disponibilità di acqua
L’impegno dell’OMS
11.00 Rotary
a.m. e pace
Ray Klinginsmith
Presidente
Rotary International
L’acqua è la speranza per il futuro di pace del mondo
Il sogno dell’umanità e del International
11.45
a.m.
Open Time:
L’effetto multiplicatore della sinergia delle azioni.
Dalle fonti ai ruscelli, fiumi e oceani
Una nuova visione della cooperazione globale?
12.45
a.m.
Premiazione dei 10 migliori progetti presentati
01.00
p.m.
Messaggio dei 10 Governatori Italiani: conclusioni (Unico intervento)
03.00
p.m.
Incontro di Ray Klinginsmith, Presidente Rotary International,
con i Presidenti dei Rotary Club di Italia, Albania, Malta e San Marino
Teatro Lyrik - Santa Maria degli Angeli
SORELLA ACQUA
23
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
alla valorizzazione degli aspetti culturali
più rilevanti nel settore ambientale.
Quali, dunque, le finalità auspicate da
A.E.R.A.?
A livello italiano ci auguriamo un forte
ritorno, come accennato, in termini motivazionali e di propulsione. Per il luogo,
appunto, nel richiamo alla cultura umanistica espressa dall’Ordine francescano. Assisi come culla e simbolo della pace, del rispetto per l’umanità, di compartecipazione con la natura: a tutti verrà
alla mente il canto francescano “Laudato sii, oh mì Signore...” con la simbologia
fortissima del suo messaggio, cui il Rotary naturalmente tende, ispirandosi al
consolidamento del più alto dialogo con
l’umanità. Per l’unità degli stessi Rotariani, che sentano Sorella Acqua come
momento di manifesta coralità della nostra Associazione, capace di dimostrare
il valore dell’impegno nella progettualità
Pagina 24
e nelle azioni, che saranno in mostra ad
Assisi. E infine, per le persone e i loro
contributi, e per l’alto livello intellettuale dei relatori invitati che evidenzieranno opportunamente il nostro peso nello
svolgere una funzione guida, oggi come
nella nostra migliore tradizione, nella
società di cui siamo parte.
A livello internazionale il ritorno sarà
pure legato alla risonanza internazionale
dei partecipanti, alla storia del luogo da
sempre patrimonio dell’umanità per la
cultura della condivisione che esprime,
alla partecipazione dei Rotariani che deve essere anche fisica, per dare la giusta
imponenza alle giornate di approfondimento e di stimolo, per essere riconosciuti come portatori di aiuto, da un lato, e interpreti di un messaggio di pace,
dall’altro, che si amplifichi proprio attraverso la presenza dei Rotariani in ogni
parte del mondo.
E quali i contenuti più attraenti?
Senz’altro le relazioni degli ospiti e quelle dei Rotariani. Sarà un momento di vero aggiornamento sulla situazione acqua
nel pianeta, una sorta di istantanea sulla
quale tracciare anche le linee guida per
l’impegno futuro. E poi la mostra sul
realizzato, altre parole e immagini che
parleranno di noi e di quello che abbiamo fatto, non tanto per affermare a noi
stessi la nostra posizione e la nostra capacità, quanto per rivalutare le nostre
forze su una realistica proiezione delle
nostre potenzialità. Il Rotary si riunisce
per affermare la propria capacità di anticipare i tempi e la propria volontà di
mettere a disposizione delle Agenzie Governative tutte le sue energie, risorse
umane oltre che economiche, per lo sviluppo di una progettualità nel campo
delle risorse idriche, al di là di qualsiasi
barriera, oltre qualunque confine. ■
PER LE ISCRIZIONI
www.rotary4water.org
CONTATTI
PRESIDENZA:
[email protected]
INFORMAZIONI GENERALI:
[email protected]
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA:
[email protected]
UFFICIO STAMPA:
[email protected]
Piazza San Francesco
Sala Norza
Assisi
24
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 25
VITALITÀ
del ROTARY
NOI ROTARIANI
LA NOSTRA INIZIATIVA NEL MONDO
FATTI e NUMERI per GUARDARE al FUTURO
con SOLIDO OTTIMISMO
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
25
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:35
Pagina 26
Facciamo leva sui n
SUCCESSI e
NUOVI INIZI…
RITORNO IN PALESTINA
uest’anno è stato caratterizzato dal conseguimento di successi e di nuovi inizi per il Rotary International e la Fondazione Rotary.
Tra i punti salienti del 2009-10 c’è il superamento della metà del traguardo della Sfida di 200 milioni del Rotary, l’impressionante progresso degli
sforzi dell’eradicazione della polio in India e Nigeria, e il generoso supporto da
parte dei Rotariani per gli aiuti a favore dei terremotati di Haiti.
La capacità del Rotary di adattarsi al cambiamento è rispecchiata nel Piano
strategico del RI aggiornato, adottato dal Consiglio del RI a novembre in seguito alla lettura dei dati del sondaggio di 14.000 Rotariani di tutto il mondo. Il
piano, in vigore dal 1° luglio 2010, contiene tre priorità, tutte di uguale importanza per il futuro del Rotary: sostenere e rafforzare i club, focus e incremento
dell’azione umanitaria e migliorare l’immagine pubblica e la consapevolezza.
La Fondazione Rotary è anche ben posizionata per Fare del bene nel mondo
nell’ambito del Piano della Visione Futura, ideata per consentire alla Fondazione di rispondere rapidamente, efficacemente e strategicamente ai bisogni globali più urgenti. Quest’anno, 100 distretti pilota della Visione Futura sono stati
selezionati e addestrati; questo gruppo provvederà a testare e raffinare la nuova struttura delle sovvenzioni prima dell’avvio ufficiale in tutti i distretti del
Rotary nel 2013.
Q
John Kenny
Presidente RI 2009-10
Rotary International
26
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Glenn E. Estess Sr.
Presidente degli
Amministratori 2009-10
Fondazione Rotary
Nel 2009/2010 sono stati fondati 762
nuovi Rotary club, incluso il Rotary
Club di Ramallah, con l’aiuto di Rotariani d’Israele, della Giordania e degli
USA. La fondazione del Club Ramallah
rappresenta il ritorno in Palestina dopo un’assenza di 30 anni. Il Presidente
del RI John Kenny ha presentato il certificato della fondazione al presidente
del club, Nader Dajani, in occasione di
una celebrazione per la fondazione del
Club avvenuta il 30 maggio. Il Club Ramallah, costituitosi con il 58 percento
in più di soci rispetto alla media registrata in un nuovo Rotary club, ha già
avviato parecchi progetti di pubblico
interesse nella comunità.
Il Club si riunisce di martedì alle ore
18:00, e riflette la tendenza generale
nel Rotary di abbandonare l’abitudine
delle riunioni a pranzo, a favore di riunioni serali dopo il lavoro.
LEGISLAZIONE ALL’AVANGUARDIA
Il Consiglio di Legislazione, eletto democraticamente, che si riunisce ogni
tre anni, ha preso in esame 219 propo-
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
i nostri
Pagina 27
SUCCESSI
ste legislative e risoluzioni durante
la riunione del 2010. Tra i provvedimenti adottati: la costituzione di
Club elettronici (e-club Rotary),
che svolgono le loro riunioni online, e la dichiarazione delle Nuove
Generazioni come Quinta via
d’azione del Rotary.
L’azione Nuove Generazioni si
va ad aggiungere all’Azione interna, Azione professionale,
Azione di pubblico interesse e Azione internazionale
come base di tutte le attività di tutti i Rotary
club.
SUCCESSI
DEGLI STUDENTI
Gli studenti che partecipano allo Scambio giovani del Rotary hanno raggiunto
le 8.755 unità, un numero che si traduce nella più alta partecipazione mai registrata nella storia dello Scambio giovani. In questo popolare programma,
Club e Distretti Rotary inviano ed ospitano studenti dai 15 ai 19 anni che viaggiano all’estero per gli scambi di una
settimana o di un anno. I Rotariani di
oltre 80 Paesi partecipano al programma famoso in tutto il mondo, avviato
più di 75 anni fa. Sopra a destra i Rotariani Pauline Perreault (sinistra) e David Anderson (destra) con l’ex studente
dello Scambio giovani Justin Burnett
(secondo da sinistra) e l’attuale studente Yukako Ode. ■
Dettagli
18.000 partecipanti
da154 Paesi
e aree geografiche
assemblati per il 2010
Congresso RI
a Montréal, Québec,
Canada, a giugno.
Una performance di
Il violinista di talento e sopravvissuto alla polio Itzhak
Perlman ha preso parte al concerto insieme all’orchestra New York Philharmonic per eradicare la polio, uno
spettacolo tutto esaurito presso il Lincoln Center di
New York City a dicembre. Il concerto ha consentito di
aggiungere oltre 100.000 USD alla raccolta per la Sfida
da 200 milioni USD per equiparare i 355 milioni USD
della Bill e Melinda Gates Foundation. L’impegno per
l’eradicazione della polio ha una forte valenza personale per Perlman, il quale ha contratto la malattia all’età di quattro anni ed è riuscito a superare le difficoltà fisiche fino a diventare uno dei più famosi musicisti
del mondo. “Il fatto che esista ancora la polio è ridicolo. Non c’è assolutamente nessuna ragione perché
qualcuno debba contrarre la polio”, secondo Perlman.
“È una questione che bisogna affrontare immediatamente”. L’evento ha permesso di sensibilizzare il grande pubblico sul fatto che la polio è ancora una minaccia per i bambini in alcune parti del mondo. Il poliovirus selvaggio rimane endemico in Afghanistan, India,
Nigeria e Pakistan. Il Rotary, l’Organizzazione Mondiale
della Sanità, l’UNICEF e i Centri statunitensi per il controllo e prevenzione della malattia hanno lanciato insieme la cosiddetta Iniziativa globale per l’eradicazione della polio nel 1988. Da allora, il numero di casi della polio è stato ridotto di oltre il 99 percento, evitando
così un numero stimato di cinque milioni di paralisi infantile e 250.000 morti.
TALENTO
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
27
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 28
ERADICAZIONE della POLIO
uovi strumenti, nuove tattiche
e incremento del sostegno da
parte dei leader politici hanno
consentito grandi progressi nella lotta
del Rotary per l’eradicazione della polio in tutto il mondo.
Il nuovo vaccino orale bivalente - efficace contro entrambi i tipi di poliovirus selvaggio (1 e 3) - è stato usato durante le Giornate d’immunizzazione
nazionale (NIDs) negli ultimi quattro
Paesi polioendemici.
Le campagne d’immunizzazione di
massa hanno consentito di raggiungere un elevato numero di bambini nei
Paesi endemici e in quei Paesi in cui il
virus è stato importato.
Sul fronte della raccolta fondi, la Sfida
da 200 milioni del Rotary ha oltrepassato la metà del traguardo finale molto
prima delle previsioni.
I Rotariani e gli amici del Rotary in
Austria, Germania, Inghilterra e Irlanda hanno raccolto quasi 5,25 milioni
USD durante le attività in occasione
della Giornata Mondiale della Polio
del 24 ottobre.
Rajashree Birla, socio onorario
dei Rotary Club di Bombay e
Mulund, Maharashtra, India, e
Usha Mittal, moglie
del Presidente
della compa-
N
gnia ArcelorMittal, Lakshmi Mittal,
hanno continuato ad offrire il loro sostegno finanziario con ulteriori contributi a favore dell’impegno.
“Il Rotary International ha giocato uno
straordinario ruolo [nell’Iniziativa globale per l’eradicazione della polio
(GPEI)], non solo come uno dei promotori ma anche nel fornire le risorse
finanziarie, l’appoggio politico e i volontari sul campo per fare il lavoro”,
secondo Dr. Bruce Aylward, direttore
GPEI presso l’Organizzazione mondiale della sanità.
BASTA COSÌ POCO…
L’arcivescovo Desmond Tutu, la primatologa Jane Goodall, il violinista Itzhak
Perlman, il golfista Jack Nicklaus, Sua
Maestà la Regina Noor di Giordania e
diverse personalità di spicco hanno
partecipato alla campagna del “Basta
così poco per eradicare la polio”. Tra i
giornali che hanno pubblicato il messaggio pubblicitario vi sono il Wall
Street Journal, USA Today, e il South
African Business Journal.
IN VETTA
In occasione del 105esimo anniversario del Rotary, monumenti e località
storiche intorno al mondo sono stati illuminati con la proiezione del messaggio “End Polio Now”, tra cui la
Piramide di Kephren in Egitto, la Taipei Arena in Tai-
I Rotariani hanno raccolto
141,2 milioni USD
a favore della Sfida
da 200 milioni del Rotary
al 30 giugno 2010.
28
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 29
SALUTE
materna
e infantile
2009
89
Nigeria
2010
Calo del 75,3
%
2009
22
321
India
2010
Calo del 99,1
%
irca 8,8 milioni di bambini in
tutto il mondo muoiono prima
di compiere cinque anni, e molti per cause prevenibili, secondo
l’UNICEF. In base al continuo impegno mirante a servire le comunità e a
rispondere ai bisogni basilari umani, i
Rotariani sono impegnati ad accrescere la consapevolezza sulla mortalità
infantile e sviluppare progetti per salvaguardare la salute delle madri e dei
loro bambini.
Come parte dell’iniziativa del Rotary
Reach Out to Africa (ROTA), i Rotariani della Corea hanno guidato l’impegno di raccogliere 1 milione di dollari
per costruire un complesso medico
specializzato alla salute materna e per
finanziare i lavori di restauro dell’ospedale Tumbi a Kibaha, Tanzania.
Rendendo maggiormente accessibile
la cura preventiva e intensive per le
donne e i loro bambini, la struttura sarà in grado di salvare la vita ad un numero stimato di 42 bambini ogni giorno. “Ci auguriamo che il progetto costituisca un esempio per le persone
che desiderano impegnarsi in iniziative simili”, ha dichiarato Sang Koo Yun,
socio del Rotary Club di Sae Hanyang
in Seul, Corea, che ha guidato l’iniziativa. “E cosa più importante, il progetto arricchirà la vita di un milione di
abitanti della regione Pwani in Tanzania”.
Con l’aiuto di una Sovvenzione paritaria della Fondazione Rotary, i soci dei
Rotary Club di Bagé-Minuano, Brasile,
e di Jackson Hole Supper, Wyoming,
USA, hanno istituito un centro che
raccoglie e ridistribuisce latte materno ai neonati attraverso un centro
ospedaliero che serve i 600.000 residenti a basso reddito di Bagé. Il latte
C
I casi della polio sono diminuiti
drasticamente in Nigeria ed India
3
Dati relativi al periodo dal 1° gennaio al 29 giugno di ogni anno.
Fonte: OMS
wan e l’Obelisco a Buenos Aires, Argentina (sopra). Durante la settimana
del 23 febbraio, il messaggio End Polio
Now ha preso il volo insieme ad un paracadutista acrobatico sul Rio della
Amazzoni a Manaus, Brasile (pagina di
fronte).
SEGNANDO UN GOAL
Nei mesi che precedevano il Campionato Mondiale di Calcio in Sudafrica a
giugno, i Rotary Club del Continente
africano hanno partecipato alla campagna “Calciamo la polio fuori dall’Africa”.
A febbraio, la campagna è stata lanciata a Città del Capo, Sudafrica, con il
calcio simbolico al pallone firmato dall’Arcivescovo Desmond Tutu, un sopravvissuto alla polio. Il pallone ha
poi viaggiato nei 23 Paesi africano colpiti dalla polio prima di
raggiungere
la meta finale nelle mani
del RI Congresso
di
Montréal. ■
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
29
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
materno ha il potenziale di prevenire
1,4 milioni di morti premature ogni anno, secondo la rivista medica The Lancet, perché il latte materno contiene
numerosi elementi nutrizionali e anticorpi.
PREVENZIONE
DELL’AIDS
Pagina 30
loro bambini affetti dal virus HIV a La
Romana, Repubblica Dominicana. I
Rotariani dei Club di Yonkers e La Romana sono sostenitori del Mother-Baby AIDS Project, che ha contribuito ad
abbassare il tasso di trasmissione del
virus dalla madre al bambino nella
provincia di La Romana dal 40 percento a meno dell’1 percento.
PEDIATRICO
Il pediatra e specialista AIDS, Stephen
Nicholas (sopra, centro), socio del Rotary Club di Yonkers, New York, USA,
ha condotto un’iniziativa volta a istituire una clinica che cura le donne e
vantaggio dale cure mediche e dall’attrezzatura disponibile presso la Quirurgico Medical Clinic (sopra), grazie
agli sforzi dei Rotary Club di Tegucigalpa e Marcala, in Honduras, e il Rotary Club di Manteca, California, USA,
attraverso il finanziamento di una Sovvenzione umanitaria 3-H.
MAMME
LA
VITA DOPO
E FIGLI
IN BUONA SALUTE
MITCH
Madri e neonati dell’Honduras continuano a beneficiare dai tanti programmi avviati nell’ambito del progetto Nueva Esperanza
(Nuova speranza) per
aiutare le vittime dell’uragano Mitch. Bambini che non erano ancora nati nel 1998, allorquando l’uragano
ha colpito il Paese,
adesso traggono
Altro:
3%
HIV/AIDS: 3%
Il programma Healthy Mothers presso
un centro comunitario a Rio de Janeiro, Brasile, beneficia donne come
Adriana de Jesus Barbosa (sotto).
L’iniziativa, coordinata dai Rotary
Club di Rio de Janeiro-Saara e Almaden Valley, California, USA, e il finanziamento di una Sovvenzione paritaria
della Fondazione Rotary, ha aiutato ad
istruire oltre 180 gestanti e nuovi madri della zona portuale a basso reddito
di Rio su come prendersi cura dei loro
bambini. ■
10%
Ferite:
Morbillo:
4
Malaria:
8%
Diarrea:
17%
%
Cause della
mortalità infantile
al di sotto dei
cinque anni
N. B.: Il totale è 101 a causa dell’arrotondamento. Fonti: UNICEF, OMS
30
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Neonatalità:
Polmonite:
37%
19%
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 31
IMPEGNO
a lungo
termine
Il progetto Ak’Tenamit in Guatemala affronta contemporaneamente il problema
dell’alfabetizzazione e altre questioni della comunità, con un approccio a lungo termine e integrativo, col finanziamento di
una Sovvenzione paritaria della Fondazione Rotary.
Una ventina di anni fa, quando il Rotariano
Steve Dudenhoefer, originario della Florida, USA, ha visitato per la prima volta questo territorio dei Maya, i residenti non
avevano quasi accesso all’istruzione, all’assistenza sanitaria o all’impiego lavorativo. Nel 1992, Dudenhoefer si è trasferito
in Guatemala, aiutando a fondare il Rotary
Club di Puerto Barrios.
Oggi, Ak’Tenamit, che significa “nuovo villaggio” in lingua Q’eqchi’, ha una scuola
con 475 studenti provenienti da 100 comunità, e 221 sono ragazze. Avendo la
scuola come base, è stato allargato lo
scopo del progetto per rispondere ai bisogni che vanno al di là dell’alfabetizzazione
e include una clinica medica che serve
25.000 persone, una clinica odontoiatrica
ambulante, un ristorante che fornisce formazione professionale, sette cooperative
costituite da donne e diversi progetti di
acqua potabile. Gli studenti di Q’eqchi’,
che adesso studiano accanto agli archeologi che scavano nell’antica città di Cancuén, potrebbero un giorno diventare alcuni dei primi storici del popolo Maya.
I Rotariani lo considerano uno sforzo sul
campo che necessita della collaborazione
a lungo termine con la comunità. “Il nostro contributo a Ak’Tenamit va oltre il valore monetario”, secondo Carlos Frum, del
Rotary Club di Northbrook, Illinois, USA.
“Noi lavoriamo restando accanto agli studenti e in stretto rapporto con gli altri”.
ALFABETIZZAZIONE e
EDUCAZIONE di BASE
entre il tasso di analfabetismo
in tutto il mondo continua ad
abbassarsi, uno in cinque
adulti non sa ancora leggere e scrivere, e due terzi sono donne, secondo i
dati dell’UNESCO. Nel frattempo, circa 72 milioni di bambini non vanno a
scuola.
Il Rotary continua nel suo impegno di
lunga data a favore dell’alfabetizzazione. Dalla distribuzione di dizionari per
gli studenti delle scuole elementari alle iniziative a livello nazionale adottando il metodo sviluppato da Rotariani
per un corso di lingua intensivo, i progetti di alfabetizzazione del Rotary
M
stanno migliorando le condizioni di vita di tanti.
Ad esempio, il Rotary Club di Central
Port of Spain, Trinidad, sostiene un
progetto che mira ad addestrare gli
istruttori per i programmi nelle comunità più bisognose, nelle aree remote
dell’isola.
In Germania, oltre 75 scuole stanno beneficiando dal progetto triennale del
Distretto 1880, “Launching Pad to the
Future” (Piattaforma di lancio per il futuro).
I Rotariani hanno dapprima effettuato
un sondaggio delle scuole per individuare i problemi e proporre i progetti,
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
31
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 32
bambini in tre villaggi. Il progetto guidato da Jun Takahashi, ex borsista degli Ambasciatori, ha ricevuto un generoso sostegno da parte dei Rotariani
giapponesi.
AIUTO AI RIFUGIATI
PER RICOSTRUIRE IL
che poi sono stati suggeriti ai Rotary
Club del posto. “La risposta è stata
enorme”, ha fatto notare Peter Iblher,
past Governatore distrettuale.
Molti progetti hanno una maggiore efficacia grazie alla collaborazione del Rotary con la International Reading Association (IRA). Sin dal 2002, le due organizzazioni hanno collaborato per promuovere la consapevolezza del problema dell’analfabetismo e lo sviluppo dei
progetti di alfabetizzazione. In Australia, il Distretto 9570 ha collaborato con
l’IRA e la Australian Literacy Association per lo sviluppo di un progetto che
fornisce libri nuovi ai bambini di 12 anni o di età inferiore che sono in convalescenza in seguito ad un’operazione
chirurgica o malattia.
RICOSTRUZIONE
DELLE COMUNITÀ
La famiglia del Rotary sta aiutando a
ricostruire le comunità nella provincia
di Aceh dell’Indonesia dove i residenti
continuano a sentire l’impatto sociale
dello tsunami del 2004. L’Associazione
degli Alumni della Fondazione Rotary
del Distretto 2780 (Giappone) ha collaborato con un’organizzazione indonesiana per sviluppare le biblioteche per
32
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
SUDAN
Un progetto di alfabetizzazione sponsorizzato dal Rotary Club di Ellensburg Morning, Washington, USA, in
collaborazione con l’International Reading Association sta aiutando i rifugiati sudanesi a ricostruire le loro comunità fornendo loro i mezzi per poter insegnare alle generazioni future. La cosiddetta “Southern Sudan Teacher
Training Initiative” è un’iniziativa che
fornisce agli insegnanti del Paese, afflitto da una guerra civile che dura da
decenni, con materiali didattici, guida
e supporto logistico per aiutarli ad insegnare ai bambini dell’asilo fino alle
scuole medie.
UN DISCORSO
MOTIVAZIONALE
Greg Mortenson (in alto a destra) ha
ispirato i Rotariani a continuare a formare partenariati che mirano ad integrare l’alfabetizzazione con altri progetti della comunità durante il suo discorso al Congresso RI 2010 a Montréal. Mortenson, co-fondatore del Central Asia Institute, che
ha costruito 131
“La vera chiave
- e i Rotariani lo sanno è che non si tratta
semplicemente di aiutare.
Si tratta di dare
alle persone il potere.
E quando si dà potere
alle persone,
allora è possibile
cambiare il mondo”.
Greg Mortenson, co-autore del bestseller
Tre tazze di té, al Congresso RI 2010
scuole in zone rurali dell’Afghanistan e
del Pakistan, ha spiegato l’alleanza
della sua organizzazione con i Rotary
Club del Pakistan, i quali stanno sponsorizzando programmi per la formazione degli insegnanti e supporto per
l’educazione sulla salute. ■
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 33
Borsisti della pace del Rotary: Dove si trovano adesso e che cosa fanno?
America Centrale/Caraibi:
Medio Oriente: %
7
4
1%
NGO:
Sud America: %
%
Australia/Oceania:
8
America del Nord:
30%
Campo giuridico:
Banca Mondiale:
Africa:
10%
Giornalismo:
Europa:
PACE e
PREVENZIONE
dei conflitti
Tutti gli studenti che hanno beneficiato del finanziamento della Fondazione
Rotary, da borsisti degli Ambasciatori
o conseguendo un titolo di studio come borsisti della pace del Rotary presso un Centro della pace, stanno contraccambiando il favore migliorando il
mondo. Molti alumni della Fondazione
Rotary lavorano adesso presso le
agenzie ONU. Remi Oussou, sopravvissuto alla polio ed ex borsista della pace del Rotary della Costa d’Avorio, sta
lavorando con la United Nations Development Programme (UNDP) nella Repubblica Centrale Africana come funzionario per il disarmo, la smobilitazione e la reintegrazione dei combattenti nella società. Former peace fellow Ryan Carrier, ex borsista della pace del Canada è un procuratore del
Tribunale criminale internazionale per
l’ex Yugoslavia a L’Aia.
Quasi un terzo degli alumni della Fondazione lavora in organizzazioni non governative (ONG), incluse quelle che hanno fondato loro. Gli ex borsisti della pace Robert Opira e Godfrey Mukalazi dell’Uganda hanno creato il Centro Great
Lakes per la risoluzione dei conflitti a
Gulu, con questioni conflittuali e di sicurezza, e per impartire una formazione
per la sensibilità in situazioni di conflitto. L’ex borsista degli Ambasciatori Ma-
15%
25%
Agenzie
governative:
20%
2
%
2%
In cerca di occupazione:
Asia:
2%
32%
Altro:
4%
4%
12%
8%
Ricerca/Università: 7%
Master/PhD:
Agenzie ONU:
6
%
Istruzione:
32%
Il
degli ex borsisti della pace del Rotary
lavora in un’organizzazione non governativa.
ya Ajmera degli Stati Uniti è la fondatrice e presidente del Global Fund for Children a Washington, D.C., che elargisce
sovvenzioni alle ONG di tutto il mondo a
favore dei bambini.
L’ex borsista Rhoderick Samonte delle
Filippine ha fondato l’associazione di
microprestiti per giovani, chiamata
“Youth Entrepreneurship Service”.
I Rotariani e gli alumni del Rotary “hanno la possibilità di aiutare in quei posti
che l’ONU non riesce a raggiungere”, ha
fatto notare l’ex borsista della pace Jayashree Nadarajah, un funzionario dei
programmi presso l’ufficio dell’ONU come Rappresentante speciale del Segretario generale.
QUESTIONE DI CONVINZIONE
L’ex borsista degli Ambasciatori Roxana
Saberi (pagina dall’altro lato) edgli Stati
Uniti è stata imprigionata per 100 giorni
in Iran in base a false accuse di spionaggio. Dopo il suo rilascio a maggio lei ha
scritto un libro intitolato “Between Two
Worlds: My Life and Captivity in
Iran”, che le è servito a diventare
una promotrice internazionale
dei diritti umani. Saberi, sponsorizzata dal Rotary Club di
Fargo, North Dakota, USA,
ha studiato giornalismo in
qualità di borsista degli
Ambasciatori 1999-2000
presso l’Università di
Cambridge, in Inghilterra.
aiuta ad assicurare la sicurezza dei rifugiati afgani e le persone evacuate del Pakistan grazie al suo incarico di funzionario di sicurezza senior ad Islamabad, Pakistan. Akasaka ha lavorato per l’ONU
dal 1997 come Alto Commissario per i
rifugiati, oltre al lavoro svolto in Ucraina, Moldova, Myanmar e Sri Lanka. Sadako Ogata, un altro ex borsista del
Giappone, è stato a capo dello stesso ufficio (UNHCR) per quasi 10 anni.
CORO DI SPERANZA
“Il Rotary International ha mostrato negli ultimi 100 anni che il più potente
agente del cambiamento consiste nell’insieme delle persone, unite. In questo
nuovo secolo, l’augurio è che possiamo
trovare un modo attraverso coalizioni di
pace e giustizia per convincere il mondo
ad unirsi al coro di speranza del Rotary”,
secondo Sua Maestà la Regina Noor di
Giordania, presso il Congresso RI 2010 a
Montréal. Il Presidente del RI John Kenny (sotto) le ha consegnato il Premio di
Onorificenza del RI. ■
PROTEZIONE
DEI RIFUGIATI
In Medio Oriente, l’ex borsista giapponese degli
Ambasciatori Yoko Akasaka (in basso, a sinistra)
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
33
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Lezioni
di VITA
Gli scolari di Pilar, Argentina, non stanno
solamente imparando a leggere, scrivere
e l’aritmetica. Essi stanno sviluppando anche buone abitudini d’igiene che aiuteranno loro stessi, i loro amici e le loro famiglie a godere di buona salute per anni a
venire.
I Rotary Club Pilar Norte di Buenos Aires e
Griffin della Georgia, USA, hanno collaborato al progetto “Migliore salute attraverso Migliore igiene”, che è stato lanciato a
giugno del 2009. I soci dei Club provvedono a fornire materiali informativi sulla salute, i prodotti igienici e formazione a più
di 30 scuole pubbliche e private di Pilar,
una città che si trova a circa 30 miglia
fuori di Buenos Aires.
Grazie ad una Sovvenzione paritaria della
Fondazione Rotary è stato possibile acquistare libretti, brochure e kit per l’igiene
per oltre 6.000 bambini d’asilo e di prima
elementare, come quelli che si vedono
nella foto. I kit contengono uno spazzolino
da denti, dentifricio, saponetta e asciugamani con l’emblema del Rotary.
I Rotariani hanno inoltre distribuito agli
insegnanti poster e manuali per aiutarli a
promuovere l’igiene in classy, e sapone,
gel per il lavaggio delle mani ed erogatori
per incoraggiare i bambini a lavare la mani a scuola.
“Le buone abitudini, imparate in tenera
età, beneficeranno i bambini e la comunità in cui vivono per il resto della loro vita”, ha dichiarato la Coordinatrice regionale della Fondazione Rotary, Celia Giay.
34
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 34
ACQUA e
STRUTTURE
igienico-sanitarie
Oltre 1,6 milioni di persone muoiono
ogni anno a causa di malattie dovute a
mancanza di corretta igiene e acqua
potabile, secondo l’Organizzazione
mondiale della sanità.
Il President del RI John Kenny ha dichiarato una priorità per i Rotary Club
la questione dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie, affermando:
“Penso che tutti quanti potremmo vivere senza petrolio, ma non senz’acqua”.
F. Ronald Denham, presidente del
Gruppo d’azione rotariana Acqua e
strutture igienico-sanitarie, si è unito
al Segretario del Dipartimento di Stato
degli USA, Hillary Clinton, e ad altri relatori in occasione della conferenza
per la Giornata mondiale dell’acqua
dell’ONU, svoltasi il 22 marzo a Washington, D.C.
“Questa è un’enorme sfida per l’umanità, e i Rotary Club sono i leader riconosciuti in questa sfida perché sono a
stretto contatto con la loro comunità,
permettendo ai Club ad aiutare a definire soluzioni reali ai problemi del posto in cui vivono”, ha dichiarato Denham.
In Africa, ad esempio, i Rotariani provenienti da 36 Club nel Distretto 9210
(Malawi; parte del Mozambico; Zambia; Zimbabwe) hanno 86 progetti in
corso o completati di recente per fornire pozzi, muratura, serbatoi d’acqua
e sistemi di purificazione, irrigazione e
toilette per scuole, cliniche sanitarie e
abitazioni.
FILTRAGGIO
DELLE ACQUE INQUINATE
In Perù, 500.000 persone che vivono in
condizioni di povertà, in prossimità
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 35
del fiume inquinato Rimac, non hanno
accesso all’acqua pulita. Il Rotary Club
di La Molina Vieja a Lima ha stretto
una collaborazione con il Rotary Club
di Holmen Area in Wisconsin, USA, in
un progetto finanziato da una Sovvenzione paritaria per installare filtri d’acqua a sabbia in 5.000 abitazioni civili
(sotto a destra). Ciascun filtro fornisce abbastanza acqua potabile per
soddisfare le esigenze giornaliere di 15
persone. I Rotariani inoltre stanno insegnando ai residenti come provvedere alla manutenzione appropriata dei
filtri.
UNA FONTE SICURA
Le ragazze in Niger (sopra, a destra)
riempiono i contenitori di plastica con
acqua pulita dei pozzi. I Rotariani di 40
Club nei distretti 1620 e 2170 (Belgio)
hanno collaborato con i Rotary Club
del Distretto 9100 (Africa Occidentale)
sin dal 2005 a progetti che forniscono
acqua pulita a 20.000 residenti nell’area Tchin-Tabaraden del Niger. Grazie al finanziamento di due Sovvenzioni paritarie della Fondazione Rotary, i
Rotariani hanno restaurato o scavato
una ventina di pozzi e hanno costruito
toilette per sette scuole e tre cliniche
sanitarie della regione.
COLLABORAZIONE CON L’USAID
Grazie al Rotary International e all’Alleanza internazionale H2O con
l’USAID, i Rotary Club di San Fernando, La Union, Filippine, e Armadale,
Australia occidentale, Australia, hanno
stretto una partnership su un progetto
che beneficerà 154.000 persone attraverso la riduzione delle malattie causate dalla prossimità di contatto con fognature all’aperto. Il progetto mira a
creare un programma di raccolta dei liquami, il trattamento e il riciclaggio
delle acque ed a migliorare al-
cuni sistemi fognanti dell’area intorno
alla città di San Fernando. La cerimonia per l’avvio del progetto ha visto la
partecipazione del Consigliere provinciale Francisco Ortega (sopra, da sinistra), del Deputato delle Filippine Victor Ortega, del Sindaco Pablo Ortega,
dell’Ambasciatore USA Harry Thomas
Jr., dei Rotariani Frederick So e Harvey Tan, dell’ex sindaco Mary Jane Ortega, del Vice-Sindaco Herminigildo
Gualberto e del Consigliere provinciale
José Ortega. ■
L’Alleanza internazionale
H2O
tra il Rotary e l’USAID
finanzia i progetti
sull’acqua
nella Repubblica
Dominicana,
Ghana e Filippine.
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
35
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 36
PREVENZIONE
e CURA
delle MALATTIE
ebbene il Rotary sia conosciuto
meglio per la campagna di eradicazione della polio, molti Rotariani lavorano a progetti che sono incentrati su altri aspetti della prevenzione e cura delle malattie - progetti
che spesso sono di complemento ad
altre attività di servizio umanitario.
Sin dal 2005, i Rotary Club di 13 distretti in Canada, Ghana, Svizzera e
Stati Uniti hanno sponsorizzato sei
Sovvenzioni paritarie della Fondazione Rotary per la fornitura di acqua
potabile alle comunità remote del
Ghana settentrionale.
I Rotariani hanno collaborato al programma per l’eradicazione della dracunculiasi, una partnership del Carter
Center e del Governo del Ghana per
individuare i migliori punti nel territorio per pozzi o sistemi idrici.
La malattia parassitaria dracunculiasi
viene contratta quando una persona
beve acqua da pozzanghere con una
piccolissima pulce d’acqua che trasporta le larve del verme.
Le larve possono avere un periodo di
incubazione di un anno nel corpo
umano e sono causa di sofferenze a
lungo termine e a volte producono effetti paralizzanti.
Il nutrimento basilare è un’altra importante componente per la prevenzione della malattia.
In Perù, i soci del Rotary Club di Independencia-Huaraz hanno costruito
una scuola con sala mensa per gli studenti delle elementari che abitano
sulle Ande, nella Cordillera Blanca.
Per molti dei bambini che vivono in
condizioni di povertà, la nuova mensa
fornisce loro l’unico pasto giornaliero.
S
36
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:36
Pagina 37
L'impegno dei Rotariani ha aiutato a ridurre il numero dei
casi di dracunculiasi in Ghana
2006
2009
4.136
Calo del
94,2
%
242
Fonte: Nazioni Unite
ALLESTIMENTO DI ZANZARIERE
Ogni anno, in Papua Nuova Guinea,
1,6 milioni di persone, o più del 25
percento della popolazione, contraggono la malaria. Ron Seddon del Rotary Club di Port Moresby (sopra) è a
capo dell’iniziativa per la distribuzione in tutto il Paese di zanzariere trattate con insetticida, precedentemente
affidata al governo fino al 1997.
Da allora i Rotariani hanno provveduto a distribuire oltre 4,3 milioni di zanzariere, ma si tratta di uno sforzo senza fine. “Occorre avere un programma
sostenibile per assicurare che le zanzariere vengano sostituite man mano
che si deteriorano con l’uso e col tempo”, ha affermato Seddon, membro
del Gruppo d’azione rotariana: Rotarians Eliminating Malaria.
IN
VISTA DELLA
sultazioni e a distribuire informazioni
sui problemi della salute.
Rajashree Birla (sotto, a sinistra), socio onorario dei Rotary Club di Bombay e Mulund, ha partecipato all’apertura del campo a Nuova Delhi inseme
ad Usha Mittal e a suo marito, Lakshmi, che dirige l’azienda ArcelorMittal, il più grande produttore d’acciaio
del mondo.
trico può contare sul sostegno finanziario dei Rotary Club di Guatemala
Metrópolis e 37Las Gatos Morning,
California, USA.
I Rotariani hanno finanziato la fornitura di nuova attrezzatura medica e
adesso stanno cercando di allargare la
clinica che attualmente ha quattro
stanze. Sotto, Christian, 11, è sottoposto alle cure per le ustioni causate dai
fili elettrici. ■
CURA
DELLE CICATRICI
INFANTILI
Esiste solo un centro ustioni
per due milioni di bambini
che vivono nel Guatemala,
nella clinica sanitaria infantile del Roosevelt Hospital a
Guatemala City. Questo
centro ustioni pedia-
NID
In India, è stato allestito un campo sanitario in vista della Giornata d’immunizzazione nazionale di gennaio (NID)
contro la polio. Il campo, organizzato
dal Rotary Club di Delhi South Metropolitan con l’assistenza della Commissione PolioPlus dell’India, ha provveduto a somministrare controlli, con-
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
37
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 38
RISPOSTA RAPIDA AL
GRIDO D’AIUTO
I Rotariani si sono dati da fare a gennaio
dopo che un terremoto ha distrutto gran
parte della città di Port-au-Prince, Haiti,
causando 200.000 morti e milioni di senzatetto, malati o feriti.
I Rotariani del Distretto 7020, che include
Haiti, hanno organizzato il volo di 70 aerei
carichi con oltre 29.000 Kg di attrezzatura
medica e medicinali a Pignon e Port-dePaix subito dopo il disastro, evitando di
imbattersi in problemi logistici a Port-auPrince.
La Fondazione Rotary ha istituito subito
l’Haiti Earthquake Relief Fund per raccogliere i fondi dei Rotariani e di altri donatori pronti a finanziare la ricostruzione.
Sono stati raccolti quasi 2 milioni di dollari per sostenere i progetti dei Rotariani
miranti a ricostruire Haiti, incluse le iniziative a lungo termine per fornire adeguati alloggi, acqua e strutture igienicosanitarie, cure mediche e aule scolastiche. La Haiti Task Force del Distretto
7020, istituita nel 2008, gestisce gli aiuti
finanziari del Rotary alla nazione disastrata, con un focus sui progetti che rispondono a molteplici bisogni.
La rete globale del Rotary ha permesso di
rispondere velocemente. “Al momento del
disastro, i Rotariani avevano 33 progetti in
corso su acqua, salute ed educazione”, ha
fatto notare il Presidente degli Amministratori della Fondazione Rotary Glenn E.
Estess Sr.
“Le connessioni necessarie per portare
soccorsi urgenti erano già pronte”.
38
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
di
Haiti
SVILUPPO ECONOMICO
e COMUNITARIO
econdo la Banca Mondiale, un
numero record di 1,4 miliardi di
persone dei Paesi in via di sviluppo, o una persona su quattro, vivono con meno di 1,25 USD al giorno,
che segna la linea di demarcazione
della povertà. La mancanza dell’opportunità economica è una piaga nei Paesi
sottosviluppati. La ricerca di soluzioni
locali per rimettere in piedi le comunità svantaggiate, che serve a spronare
lo sviluppo economico e realizzare
una stabilità economica e comunitaria
a lungo termine, fa parte della visione
del Rotary nel realizzare un mondo migliore.
S
Dato che tutti i Rotary Club hanno base nelle comunità, i Rotariani si trovano in una posizione singolare per aiutare: essi conoscono intimamente le
sfide e le necessità della loro comunità
e possono svolgere progetti d’azione
in collaborazione con un altro Rotary
Club fra i 34.000 Club del mondo.
Nel 1999, Rotariani del Brasile e della
Germania hanno colto l’occasione di
aiutare la comunità bisognosa intorno
al porto di Rio de Janeiro e in prossimità dell’area delle favelas della Providência.
Atti criminali, prostituzione, mancanza
di lavoro e gravidanze in età precoce
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 39
Nel 2009-10, la Fondazione Rotary
ha approvato 33 progetti di microcredito in 16 Paesi.
Tali progetti miglioreranno le condizioni di vita
di migliaia di persone.
con tema rotariano da vendere in occasione del Congresso RI; i proventi serviranno a finanziare altre classi simili.
LAVORANDO INSIEME
Jo Luck (sopra), ex Presidente di Heifer International e socio del Rotary
Club di Little Rock, Arkansas, USA, ha
evidenziato il potere dell’unione delle
forze con altre organizzazioni di beneficenza per svolgere efficaci progetti
d’azione durante il suo intervento al
Congresso RI 2010 a Montréal. Heifer
International e i Rotary Club hanno collaborato a progetti di sviluppo sostenibili in 20 Paesi, molti dei quali si occupano di allevamento di animali e programmi di microcredito. ■
erano alcuni tra i problemi della comunità. Attraverso un approccio integrato,
i Rotariani hanno sviluppato un progetto sostenibile a lungo termine che ha
permesso di allargare lo spazio della
scuola elementare del posto in modo
da includere le aule per la scuola media
e di costruire un centro sociale per i
bambini e le loro famiglie, offrendo formazione professionale per studenti e
adulti, corsi sulla salute e numerosi altri programmi.
Il progetto è stato finanziato da più di
39 Rotary Club di otto Paesi e 19 Sovvenzioni paritarie della Fondazione Rotary, e oggi esso sta aiutando 5.000
bambini e le loro famiglie della zona
portuale.
ROTARACTIANI IN AZIONE
I soci dei Rotaract Club (sopra a destra) della Northwestern University, Illinois, USA, e Pisco, Perù, si sono fatti
avanti come volontari per aiutare a istituire una fondazione per il miglioramento dei sistemi sanitari della comunità di El Molino, una tendopoli per i
sopravvissuti del terremoto alla periferia di Pisco. L’iniziativa faceva parte del
programma di un gruppo di volontaria-
to che prevedeva anche il lavoro in un
campo giochi della comunità e la visita
presso una scuola del posto.
CAMBIO DI CARRIERA
La formazione professionale (sopra, a
sinistra) ha portato all’indipendenza finanziaria di ex prostiute dello Zambia. I soci
dei Rotary Club di Livingston dello Zambia e Coto
de Caza della California,
USA, hanno ottenuto una
Sovvenzione paritaria
della Fondazione Rotary
per aiutare a finanziare
classi di cucito di tre
mesi e di acquistare per
ciascuna delle partecipanti una macchina da
cucire. Alcune donne
stanno addirittura realizzando degli articoli
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
39
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 40
SOSTEGNO
ROTARIANO
6. CANADA
7.277 USD 113 USD
1. STATI UNITI
60.686 USD*
101 USD
4.
8. BRASILE
9.3
6.159 USD 73 USD
Rotariani di tutto il mondo hanno
dimostrato generosamente la loro
convinzione nella capacità della
Fondazione Rotary a Fare del bene nel
mondo.
I contributi complessivi alla Fondazione per il 2009-10 hanno raggiunto quasi 15 milioni di dollari in più rispetto al
2008-09, esclusi i fondi ricevuti dalla
sovvenzione-sfida della Fondazione di
Bill e Melinda Gates. I contributi al
Fondo programmi e al Fondo permanente sono aumentati di oltre 1 milione di dollari.
I contributi all’iniziativa Ogni Rotariano, Ogni Anno sono la risorsa principale di finanziamento per i programmi
della Fondazione. I Rotariani partecipano all’iniziativa donando almeno 100
dollari al Fondo programmi ogni anno.
Il sostegno al Fondo permanente, il
fondo di dotazione della Fondazione,
consente alla Fondazione di rispondere alle esigenze più rilevanti del mondo per le generazioni future.
L’entusiasmo di Robert Bruce Lynn per
realizzare un futuro di pace lo ha spinto a donare 500.000 USD del suo lascito testamentario a favore del Fondo
permanente per finanziare un borsista
della pace del Rotary. Lynn, socio del
I
40
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Rotary Club di
Coppell, Texas,
USA, ha studiato
come Borsista degli
Ambasciatori 1988-89 a
Singapore, con la sponsorizzazione da parte del Rotary
Club di Weatherford, Oklahoma, USA.
“La Fondazione ottiene successi
perché tiene i costi bassi e i progetti alti”, ha dichiarato il Coordinatore regionale della Fondazione Rotary Carl Chinnery, un sopravvissuto alla
polio e membro della Arch C. Klumph
Society.
DONATORI DI TAIWAN
MOSTRANO UN FORTE IMPEGNO
Yen-Shen Hsieh (a sinistra) del Rotary
Club di Taipei Castle, Taiwan, e sua
moglie, Catherine, sono stati onorati
dal Presidente RI John Kenny e da sua
moglie, June, in occasione di una cena
per il riconoscimento dei donatori a
Taipei ad Agosto.
Anche James Chen Presidente del Taipei Castle club, e sua moglie, Lisa
Shiu-Li Chen, hanno ricevuto il ricono-
SD
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 41
Totale donazioni 2009-10 in USD (migliaia) (Include contributi di cassa)
Donazioni annuali per Rotariano 2009-10 in USD
* Esclusa la sovvenzione di 110 milioni per l’eradicazione della polio ricevuta dalla Fondazione di Bill e Melinda Gates, un’organizzazione USA.
7. REGNO UNITO
6.911 USD 56 USD
2. GIAPPONE
10. ITALIA
5.255 USD
15.356 USD
78 USD
119 USD
5. COREA
9.310 USD 128 USD
4. GERMANIA
9.356 USD 75 USD
3. INDIA
11.859 USD
9. AUSTRALIA
53 USD
scimento durante l’evento. Entrambe le coppie hanno ricevuto
poi l’investitura nella Arch C.
Klumph Society, che rende omaggio
ai donatori che hanno donato almeno
250.000 USD alla Fondazione Rotary. A
novembre, altre tre coppie del Taiwan
hanno ricevuto la stessa investitura:
Sheng-Chien Chang e Hsiang Chuan
Chang, Yau-Fang Chen e Pei-Chen Lee,
e Sui-Seng Hsu e Pei-Tsen Hsu.
UN GRUPPO DI CONSULENTI
Rotariani come Michael Barrington
(qui a fianco) che fanno da volontari
nel gruppo di consulenti tecnici della
Fondazione Rotary assistono gli Amministratori ad esaminare, monitorare
e valutare le sovvenzioni umanitarie.
Barrington, del Rotary Club di Concord, California, USA, ha recentemente sottoposto a verifica un progetto di
sovvenzione del valore di 300.000 USD
per la costruzione di centri ustione per
i bambini della Bolivia, Repubblica
Dominicana, El Salvador e Panama.
“Come amministratori, noi facciamo
molto affidamento alla competenza di
professionisti come questi”, ha dichia-
5.438 USD 82 USD
rato l’Amministratore e Presidente del
Cadre David Morgan. “Loro si trovano in una posizione migliore
di quella di chiunque altro perché sono
sul campo e interagiscono con sponsor e beneficiari riguardo al progetto
specifico”.
ALLA CONQUISTA
DI NUOVE VETTE
In qualità di Grande donatore, Tanya
Wolff, governatore del Distretto 6330
(parti dell’Ontario, Canada e Michigan,
USA); Karlis Graubics Sr., governatore
del Distretto 7600 (Virginia, USA); e
due altri Rotariani hanno raggiunto la
vetta a quota 18.000 piedi del campo
base sull’Everest in Nepal ad aprile,
raccogliendo quasi 48.500 USD per il
Fondo programmi. Secondo Wolff,
“Quando faccio volontariato all’estero
per il Rotary, riesco a vedere e udire,
assaporare e sentire gli odori e soprattutto avvertire l’operato della Fondazione”. ■
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
41
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 42
FINANZE
Punti salienti delle finanze del
Rotary International
del RI
Entrate del RI 2009-10
Uscite del RI 2009-10
USD (milioni)
USD (milioni)
Redditi netti da
investimento
10,7
Servizi e
altre attività
25,9
Servizi e
altre attività
Totale spese
95,6
82,5
59,0
ENTRATE DEL RI
SPESE DEL RI
Il Rotary International ha ricevuto un
totale di 95,6 milioni USD in entrate durante l’anno fiscale provenienti da quote sociali, servizi RI e investimenti. Le
entrate sono risultate di 8,7 milioni
USD al di sopra del bilancio previsto, e
di 30,9 milioni USD in più rispetto all’anno precedente, principalmente a
causa delle entrate da investimento.
Le spese complessive del
Rotari International sono
state 82,5 milioni USD, ossia 3,9 milioni USD in meno rispetto a quelle preventivate e 1,0 milioni
USD in più rispetto all’anno rotariano precedente.
SPIEGAZIONE DELLE VARIAZIONI
Gli investimenti del fondo generale
hanno prodotto guadagni del 13,6 percento (o 10,7 milioni USD) su un investimento base di 91,9 milioni USD, con
un eccesso del 4,0 percento del ritorno
utile previsto. Le entrate da servizi e da
altre attività sono state di 0,7 milioni
USD al di sotto del bilancio, mentre le
entrate provenienti dalle quote sociali
sono state di 0,3 milioni USD superiori
all’importo preventivato. Le entrate effettive sono state superiori rispetto a
quelle dell’anno precedente, principalmente a causa dell’aumento di 25,1 milioni USD dagli utili da investimento.
Inoltre, i servizi e le altre attività sono
aumentate di 4,6 milioni USD rispetto
all’anno precedente, soprattutto a causa delle entrate del Consiglio di Legislazione 2010. Si è registrato un incremento dei proventi delle quote sociali rispetto all’anno precedente per via
dell’aumento di 1,2 milioni USD della
quota sociale a causa dell’incremento
della quota pro capite di 1 USD.
DELLE VARIAZIONI
Uscite
USD (milioni)
USD (milioni)
Attuale 2010
Bilancio 2010
95,6
86,9
Quote sociali
59,0
Servizi e
altre attività
Rendimento
netto da
investimenti
Consiglio di
Legislazione
3,7
Total
25,9
6,1
Operazioni
21,3
Servizi e
altre attività
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
81,5
59,8
58,1
60,7
26,6
10,7
1,6
26,6
24,4
20,8
(14,4)
Valore
assicurativo
del club
Pubblicazioni
e articoli di
cancelleria
Sede centrale
Congresso
internazionale
42
57,8
Attuale 2009
25,9
Spese per operazioni del RI
USD (milioni)
Altre spese
1,0
Programmi e riunioni
1,0
3,7
5,6
Congresso
internazionale
Governatori distrettuali
Comunicazioni e
Pubbliche Relazioni
3,1
3,7
9,6
Assemblea internazionale
5,2
Consiglio di
Legislazione
5,3
86,4
82,5
58,7
1,1
Rivista
Attuale 2010 Bilancio 2010
Attuale 2009
64,7
2,1
6,9
Le spese operative sono diminuite di
2,6 milioni USD rispetto al 2008-09,
principalmente a causa di varie iniziative miranti al risparmio. Le spese relative a servizi e altre attività sono aumentate di 3,6 milioni USD, soprattutto a causa delle spese sostenute per il
Consiglio di Legislazione 2010.
Entrate
USD (milioni)
Pubblicazioni
e articoli di
cancelleria
Quote sociali
“Grazie ad un effettivo stabile, l’attento
contenimento dei costi e positivi redditi da
investimento, quest’anno il RI ha continuato a
registrare un aumento del patrimonio netto.
I Rotariani possono sentirsi orgogliosi della nostra
Le spese operative sono risultate di 1,7
milioni USD in meno rispetto a quelle
preventivate.
Le spese per servizi e altre attività sono state di 2,2 milioni USD in meno rispetto a quelle previste in bilancio, dovuto in parte ai costi più bassi per la
rivista The Rotarian.
USD (milioni)
1,0
0,8
Operazioni
John Kenny, Presidente RI
Spese del RI:
Servizi e altre attività
Quote per licenze, diritti
d’autore e altri redditi/spese
58,1
SPIEGAZIONE
Entrate del RI:
Servizi e altre attività
Valore
assicurativo
del club
24,4
Totale entrate
Rivista
Total
24,4
Servizi per
l’effettivo
3,9
58.1
Amministrazione
Total
sede centrale
5,9
58,1
Servizi
3,9
6,8
Sede centrale
Consiglieri,
dirigenti e
commissioni
5,3
8,0
8,9
5,8
Servizi
d’informazione
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 43
Investimenti
del Rotary
07, le entrate hanno superato le spese
e il patrimonio netto è cresciuto in
conseguenza del miglioramento dei
proventi da investimenti, aumento delle quote dell'effettivo e contenimento
della spesa.
Durante gli anni fiscali 2007-08 e 200809, le spese hanno superato le entrate,
nuovamente soprattutto a causa del
clima difficile e volatile dei mercati finanziari.
Durante l’anno fiscale 2009-10, le entrate hanno superato le uscite grazie
miglioramento dei proventi da investimenti e alle varie iniziative di risparmio. Il Consiglio di Legislazione 2010
ha registrato entrate del valore di 3,7
milioni USD per ammortizzare le uscite di 3,7 milioni USD. ■
ASSETTO PATRIMONIALE
DEL ROTARY INTERNATIONAL
Il patrimonio netto del Rotary International è aumentato di 11,4 milioni USD
rispetto all’anno precedente in seguito
alle entrate che hanno superato le
uscite di 13,1 milioni USD, con un ammortamento di spesa di 1,7 milioni
USD per l’aumento degli obblighi pensionistici del RI rispetto all’anno precedente.
Tendenze attuali
Dall’anno fiscale 2000-01 fino al 200203, le spese hanno superato le entrate,
principalmente a causa del difficile clima degli investimenti finanziari.
Dall’anno fiscale 2003-04 fino al 2006-
Attivo
Passivo e Patrimonio netto
USD (milioni)
USD (milioni)
Liquidità e
investimenti: 114,1
Passivo
Contabilità
Fornitori: 6,1
Contabilità di club
e altra contabilità
clienti: 3,4
Totale
Proprietà e
attrezzatura —
al netto: 35,7
159,3
Spese maturate: 20,4
Totale
118.0
159,3
41.3
Entrate stornate: 1,8
Importo dovuto
dalla Fondazione
Rotary: 3,3
Obblighi
pensionistici: 13,0
Altro: 2,8
Patrimonio netto
senza restrizioni
Reddito storico, spese e tendenza patrimonio netto
USD (in milioni)
140 _
Patrimonio netto
Entrate
Spese
120 _
100 _
80 _
60 _
40 _
20 _
0_
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
I mercati finanziari hanno registrato un recupero durante l’anno fiscale, che ha portato a dei risultati positivi sia per il Rotary International che per la Fondazione Rotary. Gli
investimenti del RI hanno generato utili per
10,7 milioni di dollari, recuperando circa il
75 percento delle perdite del 2009 mentre,
grazie agli utili da investimento di 54,3 milioni di dollari, la Fondazione ha recuperato
circa un terzo delle perdite registrate l'anno
precedente. In base a queste prestazioni favorevoli, gli Amministratori hanno autorizzato un finanziamento iniziale di 20 milioni
USD in contanti e di titoli azionari a breve
termine per il fondo di riserva operativo.
Questo finanziamento è avvenuto nel mese
di agosto 2010.
Durante l’anno fiscale, è stato svolto un riesame esaustivo delle politiche di investimento per il Fondo generale del RI e del
Fondo programmi e Fondo permanente della
Fondazione. In occasione della riunione di
giugno, il Consiglio centrale e gli Amministratori della Fondazione hanno approvato
le nuove politiche d'investimento che mirano a ridurre i rischi patrimoniali nei portfolio dei fondi e ad incrementare la protezione
contro il rischio d'inflazione rampante, deflazione prolungata, futura crisi del credito
o impennate nei prezzi dell’oro o greggio.
Queste politiche sono adesso in fase di attuazione.
In base alla prudente pratica di gestione degli investimenti, entrambe le organizzazioni
effettuano i loro investimenti in un portfolio
diversificato, che include titoli azionari
U.S.A. e non U.S.A. e buoni a reddito fisso. La
Fondazione investe anche in classi alternative, quali il mercato immobiliare, equità di
aziende private e fondi di strumenti finanziari differenziati (hedge funds). I programmi d’investimento del Rotary sono supervisionati dalla commissione consultiva sugli
investimenti della Fondazione, composta di
tre amministratori e sei professionisti rotariani esperti sugli investimenti, e dalla commissione Finanze del RI. Il Rotary inoltre
mantiene un consulente indipendente per gli
investimenti per offrire consulenza finanziaria ad entrambe le organizzazioni su questioni attinenti gli investimenti e per monitorare gli investimenti del Rotary.
Tutti i fondi del Rotary sono gestiti da manager esperti e professionisti in materia di investimenti.
Per ulteriori informazioni sugli investimenti
del Rotary, incluso il regolamento e le prestazioni relative agli investimenti, visitate
www.rotary.org/financials.
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
43
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 44
FINANZE
Punti salienti delle finanze della
Fondazione Rotary
della RF
Contributi alla FR 2009-10
Erogazioni e spese 2009-10
USD (milioni)
USD (milioni)
Altri 6,0
Sviluppo fondi
Amministrazione generale
5,2
16,5
Operazioni programmi
17,9
Totale
contributi
Fondo
151,6
PolioPlus
ENTRATE DELLA
FONDAZIONE ROTARY
Totale erogazioni
e spese
268,5
100,4 Fondo programmi
226,6
187,0
Erogazioni per
programmi
Fondo permanente
tate di 37,3 milioni USD ri10,5
spetto all’anno precedente,
soprattutto a causa dell’aumento delle erogazioni al
“I contributi alla Fondazione Rotary sono superiori
programma PolioPlus di
di quasi 15 milioni rispetto all’anno scorso, senza
30,3 milioni USD. Inoltre,
contare la sovvenzione della Gates Foundation
la spesa per i programmi
umanitari è aumentata di
Rotariani nella loro Fondazione e il suo potere di
6,0 milioni USD, principalfare del bene nel mondo”.
mente per un incremento
Glenn E. Estess Sr., Presidente degli Amministratori della
del bilancio per l’anno fiFondazione Rotary
scale 2009-10.
La spesa totale per il 2009zione generale degli Amministratori,
10 è stata di 204,9 milioni USD, che inche includono le spese relative ai viaggi
clude 120,2 milioni USD in erogazioni
(biglietti aerei, albergo e pasti), sono
per il programma PolioPlus e per le
state di 579.200 USD. Le spese di viagoperazioni. Le erogazioni per i progio riguardano i viaggi per la promoziogrammi di 187,0 milioni USD sono stati
ne di programmi, per aumentare i conspesi direttamente sui programmi umatributi e il profilo della Fondazione, e
nitari, l’eradicazione della polio, proper partecipare all'Assemblea internagrammi educativi e altri programmi.
zionale, al Congresso del RI, alle riunioLe spese di sviluppo fondi sono state di
ni degli Amministratori e agli Istituti
16,5 milioni USD per l’anno fiscale
del Rotary.
2009-10. Tali spese e includono le spese
Negli ultimi 10 anni, la Fondazione ha
per il personale, i servizi, le comunicaspeso 88 percento dell'intero ammontazioni, le pubbliche relazioni, spese d'ufre di spese per i programmi, un’ottima
ficio, supporto tecnico, consulenze lepercentuale se paragonata con la spesa
gali, articoli per i riconoscimenti (racmedia del 65 percento del settore.
colta fondi, donatori, ecc.).
Le spese di amministrazione generale,
Assetto patrimoniale netto
che includono le spese per il personale,
della Fondazione Rotary
i servizi, le comunicazioni, le pubbliche
Il patrimonio netto della Fondazione è
relazioni, spese d'ufficio, supporto tecaumentato di 95,6 milioni USD rispetto
nico, consulenze legali, articoli per i riall’anno precedente, soprattutto a cauconoscimenti, spese di gestione del pasa di perdite da investimento realizzate
trimonio, sono state di 5,2 milioni USD
e non realizzate. ■
per il 2009-10. Le spese di amministra-
Contributi
I generosi contributi dei Rotariani alla
Fondazione Rotary sono aumentate rispetto all’anno precedente nonostante
la difficile economia globale.
Il Fondo programmi (APF) ha ricevuto
contributi per un totale di 100,4 milioni
USD, nonostante la recessione ed uno
storno dei contributi dal fondo APF a
PolioPlus in risposta alla Sfida di 200
milioni del Rotary. Sei Paesi e aree geografiche - Canada, Hong Kong, Giappone, Corea, Taiwan e Stati Uniti - hanno
superato l’obiettivo di 100 USD pro capite relativo all’iniziativa Ogni Rotariano, Ogni Anno.
I contributi al Fondo permanente di
10,5 milioni USD sono diminuiti del 9,5
percento rispetto agli 11,6 milioni dell’anno fiscale 2008-09.
PolioPlus ha ricevuto 151,6 milioni
USD di contributi a favore dell’Iniziativa globale per l’eradicazione della polio, inclusi 110,0 milioni da parte della
Bill e Melinda Gates Foundation.
I contributi totali di 268,5 milioni USD
non includono i 16,6 milioni di fondi generati da cassa.
USCITE DELLA FONDAZIONE ROTARY
Spese per programmi
Le spese per i programmi sono aumen-
Contributi alla Fondazione Rotary
Erogazioni per programmi, Operazioni e Spese
USD (milioni)
USD (milioni)
268,5
250 _
250 _
Fondo programmi
Fondo permanente
Fondo PolioPlus
Altro
200 _
200 _
150 _
150 _
100 _
100 _
50 _
50 _
226,6
0_
0_
2001
44
Erogazioni per programmi
Operazioni
Amministrazione generale
Sviluppo fondi
2002
2003
2004
2005
2006
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
2007
2008
2009
2010
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 45
USD (milioni)
2009-10
ENTRATE
Contributi1
Fondo programmi
Fondo permanente
Fondo PolioPlus
Altri con restrizioni temporanee
Altri senza restrizioni
Totale Contributi
Reddito da investimento
Fondo programmi
Fondo permanente
Fondo PolioPlus
Altri programmi
Totale perdite da investimento (Perdite)
TOTALE ENTRATE
EROGAZIONI PER
PROGRAMMI, OPERAZIONI
E SPESE
Erogazioni per programmi
Programmi umanitari
Programmi educativi
Programma PolioPlus
Altri programmi
Totale erogazioni per programmi
Operazioni per programmi
Programmi umanitari
Programmi educativi
Programma PolioPlus
Altri programmi
Totale operazioni per programmi
Totale erogazioni per programmi e Operazioni
Spese operative
Sviluppo fondi
Amministrazione generale
Totale spese operative
$
2008-09
2007-08
2006-07
2005-06
100,4 $
10,5
151,6
2,4
3,6
268,5 $
99,3 $
11,6
109,7
1,1
2,1
223,8 $
114,8 $
13,9
114,1
0,5
2,4
245,7 $
102,8 $
13,3
3,1
0,3
13,5
133,0 $
$
36,9 $
15,2
1,8
0,4
54,3 $
(106,2) $
(59,3)
2,1
(0,5)
(163,9) $
(30,4) $
(18,5)
4,7
(0,1)
(44,3) $
70,7 $
31,8
2,4
0,9
105,8 $
50,2
$
322,8 $
59,9 $
201,4 $
238,8 $
162,1
$
44,2 $
23,5
118,1
1,2
187,0 $
38,2 $
22,0
87,8
1,0
149,0 $
56,7 $
23,4
126,7
1,2
208,0 $
44,8 $
23,3
23,7
8,4
100,2 $
44,3
21,9
24,9
91,1
9,4 $
6,6
2,2
0,4
18,6 $
10,2 $
7,1
2,1
0,1
19,5 $
9,6 $
6,7
2,3
8,7
6,1
2,1
$
7,5 $
5,9
2,1
2,4
17,9 $
18,6 $
16,9
$
204,9 $
167,6 $
227,5 $
118,8 $
108,0
$
14,5 $
5,7
20,2 $
13,6 $
6,3
19,9 $
12,6 $
6,3
18,9 $
13,7
6,6
20,3
$
$
$
$
92,6
12,1
5,6
1,6
111,9
34,5
14,6
1,1
EFFETTIVO 2009-10
1.227.563
Rotariani
34.103
Rotary Club
530
Distretti Rotary
189.336
$
16,5 $
5,2
21,7 $
TOTALE EROGAZIONI PER PROGRAMMI, OPERAZIONI E SPESE
$
226,6 $
187,8 $
247,4 $
137,7 $
128,3
2
$
$
(0,6) $
95,6 $
(1,9) $
(129,8) $
(0,3) $
(46,3) $
(0,5) $
100,6 $
0,7
34,5
Club Rotaract
2005-06
291.732
Interactiani
INCREMENTO (CALO) PATRIMONIO NETTO DELLA FONDAZIONE
2009-10
ASSETTO PATRIMONIALE
DELLA FONDAZIONE ROTARY3
Liquidità, impegni e altri assetti
Investimenti
Liquidità e investimenti a breve termine
Buoni
Azioni
Investimenti alternativi
Interessi condivisi
Totale investimenti
TOTALE ASSETTO PATRIMONIALE
PASSIVO E PATRIMONIO
NETTO DELLA FONDAZIONE
ROTARY
Passivo
Erogazioni per programmi maturate
Conto Fornitori e spese maturate
Totale Passivo
Entrate stornate4
Fondo programmi
Fondo PolioPlus
Fondo permanente
Altri con restrizione temporanea
Altri senza restrizioni
Totale patrimonio netto
TOTALE PASSIVO E PATRIMONIO NETTO
Contributi generati da cassa
Sovvenzioni paritarie
Partner PolioPlus
Altri contributi con restrizioni
TOTALE CONTRIBUTI GENERATI DA CASSA
2008-09
2007-08
2006-07
$
59,9 $
43,2 $
42,8 $
37,4 $
34,7
$
$
16,3 $
268,6
283,2
78,9
24,4
671,4 $
19,7 $
226,3
261,2
81,0
22,8
611,0 $
16,7 $
234,2
383,6
124,2
27,3
786,0 $
28,8 $
150,0
468,1
93,0
27,2
767,1 $
24,2
159,8
378,8
89,8
21,9
674,5
$
731,3 $
654,2 $
828,8 $
804,5 $
709,2
$
51,5 $
22,3
73,8 $
72,5 $
19,8
92,3 $
115,7 $
21,4
137,1 $
45,8 $
20,7
66,5 $
47,3
24,5
71,8
Rotaractiani
8.232
12.683
Club Interact
159.298
Soci GROC
$
$
$
329,1 $
130,0
187,2
2,1
9,1
657,5 $
310,1 $
77,4
168,0
0,3
6,1
561,9 $
434,3 $
42,7
207,9
0,7
6,1
691,7 $
475,3 $
37,3
219,6
0,3
5,5
738,0 $
405,0
52,6
179,6
0,2
637,4
$
731,3 $
654,2 $
828,8 $
804,5 $
709,2
6.926
GROC = Gruppi rotariani
comunitari
Tutti i dati aggiornati al 30 giugno 2010.
Gran Bretagna e Irlanda:
5%
USA, Canada e
Caraibi:
%
31
Australia,
Nuova Zelanda
$
16,1 $
15,1 $
$
0,5
16,6 $
0,5
15,6 $
18,5 $
4,4
0,7
23,6 $
14,5 $
1,6
0,2
16,3 $
13,6
1,2
0,5
15,3
4
%
Asia:
Rotariani in
base alle aree
27%
1 I contributi generati da cassa non sono inclusi. Questi fondi passano attraverso la Fondazione per il riconoscimento dei donatori, ma non vengono riportati come contributi nei resoconti
2 L
3 C
4 Il patrimonio netto è costituito dalla differenza tra il totale del patrimonio attivo e del passivo.
Europa, Africa
e Medio Oriente:
25%
America Latina:
V I TA L I T À D E L R O TA R Y
8%
45
rotary gennaio_ok:Layout 1
31-01-2011
13:50
Pagina 46
INCONTRI
Rotariani
I PROTAGONISTI ITALIANI DI OGGI E DI DOMANI
LA FORZA DEL MESSAGGIO INTERNAZIONALE DEL RI
INTERPRETATO IN CHIAVE LOCALE
Così nei nostri Distretti
si affontano piccole e grandi ambizioni nel servizio
46
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
DG GIANNI MONTALENTI
Distretto 2030
Proiettiamoci
verso il futuro
DI
SILVANO BALESTRERI
17:37
Pagina 47
nche lui, come Martin Luther
King, ha fatto un sogno. Sogna un
Rotary senza invidie e ipocrisie.
E’ nato nella sabauda città di Torino,
prima capitale d’Italia. Governa il Distretto 2030 che comprende Liguria,
Piemonte e Val d’Aosta.
E’ il Nord Ovest che ha fatto l’Unità
d’Italia: basta ricordare gli eroi e i protagonisti del Risorgimento da Goffredo Mameli, a Giuseppe Garibaldi, a
Giuseppe Mazzini a Vittorio Emanuele
di Savoia fino a Camillo Benso Conte
di Cavour.
Cinquantatrè anni compiuti il 18 febbraio sotto il segno zodiacale dell’Acquario (lo stesso di Abramo Lincoln e
di Albert Einstein), Gianni Montalenti
è uno dei più giovani Governatori del
Rotary International. Uomo di finanza,
appassionato di storia, grande conoscitore di Internet e delle nuove tecnologie, sposato con Desirée, due figli,
Carlotta e Federico, Gianni Montalenti
è proiettato verso il futuro e le nuove
frontiere del web. Crede, infatti, che la
“rete” possa aiutare il Rotary a crescere e non si stanca di ripetere che i so-
A
cial network, se utilizzati bene, possono essere un grandissimo aiuto per
unire i continenti, come chiede il Presidente internazionale Ray Klinginsmith.
Socio da quindici anni del Rotary Club
Chivasso, a metà percorso del suo anno da Governatore e dopo aver “visitato” gli 88 RC del Distretto 2030, Gianni
Montalenti “confessa” alla rivista Rotary progetti, aspettative, traguardi già
tagliati e nuove mete da raggiungere,
perché, dice, “i rotariani non si spaventano per le sfide”.
Sei il Governatore del 150esimo Anniversario dell’Unità d’Italia del Distretto rotariano che, in pratica, ha
fatto l’Italia. Che cosa provi? Sei
emozionato? Qual è il ruolo del tuo
Distretto e del Rotary nelle celebrazioni?
Il ruolo del Distretto non può che essere di sostegno alle Celebrazioni. Il
simbolo adottato quest’anno ne è la
conferma. Una bandiera italiana che
unisce le regioni, in antitesi con quanto qualche insensata politica, vorrebbe
sostenere.
E’ importante che il Rotary segua gli
sviluppi politici della propria comunità
alla luce delle ripercussioni che essi
potrebbero avere sulle attività di servizio e sul perseguimento degli ideali rotariani.
Unire i continenti e impegnarsi nelle
comunità: che cosa fa il Distretto
2030 per mettere in pratica le indicazioni del Presidente internazionale?
Il ruolo del Club è determinante per
sostenere il concetto di Building Community e il Distretto quest’anno è presente proprio a sostegno delle attività
dei Club che sono un riferimento nel
proprio territorio. Il Club deve trovare
nel Distretto un partner che amplifica
la visibilità dei progetti rotariani al fine di aumentarne la credibilità. Il Distretto è il “centro servizi” che permette al Club di aumentare la sua operatività.
Il Distretto 2030 con il progetto Talassemia ha gettato un ponte sul Mediterraneo tra l’Italia e il Marocco.
Credi che l’iniziativa possa eguagliaI N C O N T R I R O TA R I A N I
47
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
re la campagna Polioplus per costruire un mondo libero dalle malattie?
Credo che il progetto Talassemia sia
un esempio antesignano del messaggio
del Presidente internazionale Ray Klinginsmith.
Il ponte tra Italia e Marocco oggi ha
solidissime basi, il sostegno di moltissimi Club e un futuro realistico. Quando le istituzioni del Marocco avranno
preso in carico il progetto rotariano,
allora avremo la certezza conclamata
del nostro successo. Ogni bambino
che si è salvato per merito dell’azione
Rotariana, è in ogni caso il miglior
successo raggiungibile. Oggi è fantastico vedere quanti rotariani si stanno
rendendo disponibili al conseguimento
del risultato. Come per la Polio siamo
“a tanto così”, ma in ogni caso il ponte
è molto solido.
Acqua per tutti: è l’impegno corale
dei Distretti italiani che si mobilitano per il convegno internazionale di
Assisi. E’ una sfida ambiziosa e coraggiosa. I rotariani riusciranno a
vincere?
I Rotariani sono ambiziosi e non si
spaventano per le sfide che si presentano.
Assisi è un simbolo per tutti, e proprio
ad Assisi vogliamo fare il punto su una
situazione preoccupante, ma che se
condivisa, più essere gestita affinché
l’acqua continui ad essere un bene libero e comune, e non diventi il “petrolio” del Terzo millennio. Il network o
la community rotariana può essere
molto influente e credibile, ma la sfida
è complessa.
Hai doppiato la boa dei primi sette
mesi. Come è stata la navigazione
tra i Club del Distretto? C’è qualche
naufrago o sono tutti lupi di mare?
Il Distretto ha caratteristiche differenti, che influiscono diversamente sull’operatività dei Club in relazione ai
propri territori. Non parlerei di naufraghi o di lupi di mare, ma di Club più o
meno efficienti. Il livello di efficienza è
determinato dall’organizzazione dei
Club che hanno capito l’importanza di
una programmazione condivisa tra annate di Presidenti e quelli che pensa48
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 48
no, invece, che un Presidente possa da
solo cambiare una situazione di “stanca”. Complessivamente sono soddisfatto.
Qual è l’umore che cogli tra i rotariani: entusiasmo o stanchezza?
Ho conosciuto solo una metà dei rotariani nel corso delle visite, perché l’altra metà non si è presentata: c’è un Distretto che non ho conosciuto. Indifferenza e assenza cronica rappresentano
il vero problema. Puoi essere stanco,
ma presente, iper-impegnato, ma entusiasta del Rotary. La metà che ho conosciuto è frizzante e propositiva. I
Club fanno grandi cose, i progetti sono
magnifici.
Pensi che una campagna “largo ai
giovani” oltre ad abbassare l’età media dei rotariani contribuisca a rilanciare l’attività del Rotary e a farlo
conoscere e apprezzare di più dalla
società civile?
Potrebbe essere così con parecchie
variabili però il Rotary richiede un po’
di sacrificio e attenzione. Il rapporto
tra nuove generazioni e anziani dei
Club potrebbe partire da questo confronto: quanto sei disposto - oggi non
domani - a sacrificarti (un pochino)
per il Rotary?
Dare valore al Rotary, significa pensare all’evoluzione della propria comunità attraverso principi di solidarietà,
professionalità ed impegno. Noi siamo
la società civile, se comprendiamo il
nostro essere rotariani il gioco è (quasi) fatto.
Nel cassetto di Governatore hai qualche sogno o progetto che vorresti realizzare?
Un Rotary senza invidie e ipocrisie.
Sono un sognatore.
Qual è il risultato ottenuto di cui sei
più orgoglioso e quale il traguardo
più difficile da raggiungere?
Aspetterei la fine del mandato per rispondere a questa domanda. Come dico nei Club il successo del mio anno
dipenderà dall’operatività dei Club e
da come sarò stato capace a sostenerne i programmi, così come quello di un
Presidente dalla cooperazione del suo
Club. Ad oggi posso dire però che la
grande partecipazione agli eventi distrettuali, mi ha particolarmente inorgoglito.
Sei un uomo di finanza abituato a
studiare i bilanci delle società: il Rotary ha i conti in regola?
Ovviamente si. Un Distretto che risponde a 88 Club e a 5.200 rotariani
non si può permettere una gestione
approssimativa. Il Rotary International, invece, proprio nella persona
dell’attuale Presidente Internazionale
ha predisposto tutta serie di efficienze, che hanno migliorato fortemente la
situazione dell’amministrazione. La risposta del Rotary e della Fondazione
in questo momento di crisi economica
è stata virtuosa.
Scusa aggiungerei una domanda relativa al Rotary su Facebook e Twitter, perché sei un Governatore ad alta
tecnologia sempre con il blackberry
in azione.
Permettimi la battuta, ma non sono da
blackberry, preferisco la mela alla mora!
Siamo in un momento epocale per la
comunicazione, una sorta di Far West,
dove Facebook e Twitter rappresentano dei Saloon, dove spesso ci si può
imbattere in imbroglioni. E’ indubbia
la grande opportunità di comunicazione che i social-network offrono, ma bisogna evitare di farsi fagocitare dal sistema e utilizzarlo con metodo. Oggi
c’è una specie di compulsione nell’utilizzo del sistema, e proprio in questi
casi di “ossessione da comunicazione
globale” si rischia di essere raggirati.
Proprio chi gestisce l’informazione ha
tutto da guadagnare da questa confusione.
Basta vedere oggi che cosa avviene
con le e-mail: dopo 10 minuti che hai
ricevuto una mail, il mittente ti telefona per chiederti come mai non hai ancora risposto; su un social-network
dialoghi in contemporanea con decine
di persone! La rete rotariana su Twitter e Linkendin è molto efficace, Facebook è più dispersiva e meno “selettiva”. I social network se utilizzati bene,
possono essere un grandissimo aiuto
per unire in continenti. ■
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 49
ANTONIO STRUMIA
Un ingegnere al comando nell’anno 2011/12
Antonio Strumia, il Governatore designato che guiderà il Distretto 2030 dal primo luglio 2011 al
30 giugno 2012, si è laureato in Ingegneria Elettronica con lode al Politecnico di Torino con una
tesi sui sistemi di Telecomunicazioni Satellitari, dopo un periodo biennale come ricercatore all’Istituto di Elettronica e Telecomunicazioni del Politecnico di Torino, ha successivamente ricoperto incarichi manageriali internazionali di crescente importanza in: CDMT (Inghilterra) e Panseamt (Germania) nel sistema di navigazione di un aereo militare per conto della Società Italiana Avionica,
Prima Industrie (automazione con robot di taglio e saldatura laser), Electrolux Zanussi (dove ha
partecipato alla ristrutturazione del gruppo Zanussi da parte della società svedese Electrolux), nelle
cooperazioni internazionali del gruppo Fiat con esperienze industriali nelle società congiunte Fiat Peugeot e nella ricerca e sviluppo e sistemi informativi in Fiat Auto. Dall’inizio del 2002 è Direttore dell’Istituto Superiore Mario Boella, prestigioso centro di ricerca applicata nelle tecnologie wireless di valenza internazionale con 250 ricercatori partecipato e sostenuto da Compagnia di San
Paolo (di cui è Ente Strumentale) e Politecnico di Torino e da numerosi soci industriali (Motorola,
SKF, STMicroelectronics e Telecom Italia). E’ consigliere in numerose associazioni di categoria
(ANIPLA; AEIT ecc.). E’ socio del Rotary Club Susa Valsusa dal 1994, dove è stato presidente
nell’A.R. 2000-2001. Ha ricoperto parecchi incarichi distrettuali (tra cui Assistente al Governatore
per tre successivi mandati a partire dall’A.R. 2001-2002). PHF a tre rubini. E’ sposato con Catherine di nazionalità francese, conosciuta nel periodo di lavoro passato in Inghilterra (oltre sei anni).
PAOLO BIONDI
Un economista per il Distretto nell’anno 2012/13
Paolo Biondi, Governatore designato per l’anno 2012/2013 del Distretto 2030 è nato nel 1942. E’
cresciuto in Lombardia fra la città di Como, dove ha frequentato il liceo classico, e Milano, dove si è
laureato in Economia e commercio alla prestigiosa Università Bocconi. Dopo la laurea ha sostenuto l’esame di stato di dottore commercialista. Nel 1968 è stato assunto dall’ufficio di Milano della Arthur
Andersen, della quale, nel 1980, è divenuto partner. Nello stesso anno si è trasferito a Genova, per
aprire la sede locale della Società che ha gestito fino al 1997. Paolo Biondi si è quindi occupato della
sede di Bucarest, prima come responsabile della divisione audit e poi come responsabile del Paese
(Country Managing Partner). Nel 2000 si è ritirato dalla Andersen, mantenendo comunque fino al
2002. un rapporto di consulenza con l’ufficio di Bucarest, assistendolo nella gestione dei maggiori clienti. Biondi ha poi continuato a svolgere in modo indipendente incarichi di consulenza per società italiane, che investono in Romania e a cercare di cogliere opportunità di investimento in proprio in quel
Paese. E’ sposato da 39 anni con Luisa e hanno due figli, uno dei quali è avvocato in Genova, mentre
l’altro è dirigente di una società di consulenza in Milano. Il tempo libero, che da poco è riuscito a ricavarsi, lo impiega per cercare di migliorare l’handicap golfistico (con risultati modesti, come dice
scherzando) e per passare quanto più tempo possibile nella casa di campagna, ad occuparsi dei cani
che dovrebbero farle la guardia. Sotto un profilo rotariano, il Governatore designato è stato cooptato dal
suo Club (RC Genova Est) nel 1985. In questi 25 anni è stato membro di svariate commissioni del
club, di cui è stato prima tesoriere dal 1993 al 1998 e quindi Presidente nell’anno 2003/2004. Ha poi
ricoperto la carica di Assistente del Governatore, per il triennio 2006-2009, e quindi Formatore Distrettuale nel 2010-2011 e nel corrente anno.
I N C O N T R I R O TA R I A N I
49
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
DG MARCO TORSELLO
Distretto 2120
Serenità
per servire
con gioia
DI
ALFONSO FORTE
50
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 50
Marco, oggi tu vivi una stagione di impegni e di forti attività, lo sappiamo in
tanti. Svolgi un’apprezzata attività di
odontoiatra, curi una tua azienda
agraria; e poi quest’anno svolgi l’importante ruolo di Governatore nella maniera che ormai ben conosciamo e, in
tanti, stimiamo.
Ma prima di scendere a parlare di te
Rotariano, dicci qualche particolare
della tua maniera di vivere la vita di
ogni giorno. Coltivi la lettura? Ti alletta qualche sport? Ti interessi all’arte?
Sei tifoso? Ti distrae il teatro?
Ogni sera, e nel tempo libero, leggo con
avida assiduità. Ultime letture: “Canale
Mussolini” (storia di una famiglia che
“attraversa il 900”) narrazione con
una prosa efficace ed innovativa; il Narratore rivolge le sue
considerazioni, e meraviglia interloquendo direttamente con il lettore. In
questo momento sto leggendo “Luce degli occhi
miei” di Franco Scaglia.
Amo il nuoto e la pesca
subacquea in apnea,
amo il teatro e la musica.
Quando sei entrato nel
Rotary? Che ne sapevi
dell’Associazione prima? E poi, quali
impressioni provasti, le prime volte
nel tuo Club?
Avevo grande considerazione perchè
amici di famiglia ne facevano parte. Socio fondatore del Club di Gallipoli, ho
provato: grande soddisfazione ed orgoglio personale nel far parte di un sodalizio che aveva fra i suoi soci quanto di
meglio la società locale potesse rappresentare
Se tu dovessi rivivere quei primi momenti ‘rotariani’, ti verrebbe mai voglia di tornare sui tuoi passi, cambiare
decisione, o - di contro - perfezionare e
se possibile migliorare il tuo già valido
contributo di pensiero e di opere all’Associazione; e in quali modi? In buona
sostanza, dare ancora di più e di meglio?
Una cosa è certa: mai avrei pensato di
poter essere investito un giorno della carica di Governatore. Quel giorno è arrivato. e lungi dall’esserne intimorito, ho trovato tutta l’energia possibile, anche per
l’apporto costante di mia moglie Lucia,
di andare avanti con impegno per risolvere problemi e superare qualche ostacolo.
Sei oggi apprezzato Governatore di un
Distretto ‘piccolo piccolo’ ma che da anni ormai si impone sempre più all’attenzione del mondo rotariano. In
quest’anno 2010/11 qual è stato l’episodio che più di tutti ti ha colpito, nell’ambito di un Club o dello stesso Distretto; quale la suggestione che più delle altre ti è rimasta dentro?
L’entusiasmo corale che unisce nell’operare tutti i presidenti di club, lo spirito di
servizio diffuso, la grande armonia fra
tutte le componenti, la serenità ed il servire con gioia. Grazie a questo impeto sinergico, sono riuscito a raggiungere traguardi che in un primo momento mi
sembravano impossibili, quasi utopici,
ma con la mano tesami dagli altri, ho potuto superare agevolmente qualche difficoltà.
In sei mesi hai potuto toccare con mano l’entusiasmo di tanti dei 2.700 Rotariani del ‘2120’; ne hai potuto verificare la ‘voglia’ di lavorare seriamente
per il proprio Club, per il Distretto, per
la gente del bisogno; hai partecipato tu
stesso a importanti iniziative di servizio. Tutto questo ritieni sia sufficiente
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
per collaborare alla realizzazione degli
obiettivi ‘totali’ del Rotary? O pensi che
occorrano nuove spinte, nuovi incentivi, nuove iniziative?
Bisogna lavorare per far sentire tutti i soci orgogliosi di appartenere al nostro sodalizio. Viviamo in una società in continuo fermento, spesso percorsa da crisi
ricorrenti che talvolta cercano perfino di
ribaltare consolidati valori. Tutti dobbiamo impegnarci! dal primo all’ultimo socio! Dobbiamo cambiare in meglio l’intera comunità, non solo quella in cui viviamo. dobbiamo attivarci per svegliare gli
“sleeping members”: i soci che dormono.
ai quali, spesso, non bastano neppure
riunioni interessanti imperniate su argomenti frizzanti o d’attualità. occorre
scuotere questi amici, e nel contempo incrementare l’effettivo con la cooptazione
di giovani di ambo i sessi, adoperandoci
perché possano accrescere nell’ambito
del Club il loro impegno rotariano.
Quando, a inizio del tuo anno da Governatore, presi visione dell’Organigramma, non mi fu difficile capire che
avevi predisposto un ‘team’ di stretti
Collaboratori di tutto rispetto. E’ dunque vero che condividere progetti, studiare strategie insieme, vivere con altri
l’etica rotariana è il grande segreto di
un leader, per realizzare al meglio quei
progetti e quelle strategie?
Conduco con facilità il Distretto - devo
ammetterlo con estrema franchezza -perché la squadra distrettuale è una grande
squadra che mi semplifica la vita e mi risolve tanti e tanti piccoli impegni. Ritengo di aver avuto il merito della scelta felice di collaboratori efficienti e animati
da spirito di servizio e voglia di fare.
Andiamo ora più in profondità. Da più
parti si va affermando che il Rotary deve cambiare, deve realizzare una qualche svolta. Alcuni ‘grandi’ Rotariani addirittura lo stesso Paul Harris- parlarono dell’opportunità di una ‘rivoluzione pacifica’. Tu che al Rotary hai dedicato e tuttora dedichi interesse e servizio, vorresti che il Rotary cambi; e in
che misura? E sotto quali aspetti?
Bisogna avere il coraggio di cambiare, altrimenti il Rotary non ha futuro, non potrà cioè crescere e prosperare nel 21 se-
Pagina 51
colo. Per cambiare non c’è bisogno di fare rivoluzioni cerchiamo invece di incidere quanto più possibile con coerenza,
credibilità e continuità, nella nostra società, e sul nostro territorio per far sì che
i Rotariani si distinguano, sia per il distintivo che portano all’occhiello sul risvolto della giacca, sia per l’incisività
con cui operano per la Collettività. Credo che si debba ricercare un nuovo equilibrio fra un Rotary aristocratico con 4/4
di nobiltà nell’etica ed un Rotary che
opera, mantenendo sempre alta la soglia
decisionale nel momento di accettare
ammissioni, valutando con attenzione le
caratteristiche umane e professionali dei
potenziali associati.
Per essere più concreti e realisti, nella
prospettiva di un ‘nuovo’ Rotary, si dovrebbe trattare di una rivoluzione copernicana o si dovrebbe intervenire soltanto su taluni singoli settori della
strategia rotariana: sull’incremento ad esempio - e/o sulla migliore selettività dell’ Effettivo, sulla strategia dell’azione della Rotary Foundation, su
una qualche ‘rivisitazione’ della politica PolioPlus, sulla migliore attuazione
dei grandi progetti umanitari? questi
punti, la Tua risposta - consapevole e
autorevole - sarà per i Lettori di questo
nostro periodico un segnale di grande
importanza e di forte prospettiva.
Porre maggiore attenzione nella selettività delle ammissioni. Il Rotary avrà un futuro se sapremo adeguarci al bioritmo
del mondo, se sapremo cambiare migliorando e se saremo in grado di prendere
visione dei bisogni dell’umanità e di adoperarci per risolverli.
Ai giovani - donne e uomini - che si affacciano alla vita civile e professionale,
io credo che il Rotary debba rivolgere
sempre maggiore attenzione. Sono essi
il futuro dell’umanità e del Rotary, si
dice. Cosa intendi che si faccia, ancora
e di più, a favore delle nuove generazioni? Che si cooptino più giovani nei nostri Club o che, per quelli già in forza,
si intensifichi un’azione informatriceformatrice più concreta e più sostanziale?
Giovani e donne sono stati i due punti di
forza per dare maggiore slancio e vigore
al nostro sodalizio. Viviamo in una società in continuo fermento, e spesso percorsa da crisi ricorrenti che talvolta cercano
perfino di ribaltare consolidati valori.
Tutti dobbiamo impegnarci, dal primo all’ultimo socio, per cambiare in meglio
l’intera comunità, non solo quella in cui
viviamo. E’ un patrimonio irrinunciabile,
quello dei giovani, verso il quale dovremmo assumere posizioni di maggiore disponibilità; un patrimonio che sarà necessario far lievitare grazie anche alla
nostra costante dedizione, e sviluppare
con profitto attraverso una ricerca adeguata, una cooptazione mirata, una formazione diretta a far conoscere l’essenzialità dei principi rotariani. E’ un programma utopico? Nient’affatto. Ma sarà
possibile solo se guarderemo con crescente attenzione ai giovani. Sono essi il
nostro futuro e non possiamo disconoscere che gran parte del loro disinteresse è colpa di noi adulti, troppo presi dalla nostra professione, dagli affanni della
carriera. Occorre catturare il loro interesse, dare linfa alle loro attese con
esempi, valori e testimonianze. Tocca a
noi adulti - e in particolare a noi Rotariani - scendere in campo per aiutarli a recuperare, con i valori del passato, anche
la fiducia in progetti a lungo termine.
Soltanto così i giovani - ossia i nostri figli
- potranno guardarci con rispetto e vedere in noi la fiaccola delle loro speranze.
Oggi che sei giunto a metà del percorso,
avrai certamente avuto modo di veder
realizzato uno o più obiettivi o progetti
da te sognati fino al 30 giugno 2010.
Quale? O quali? Di certo, ad altro ancora aspiri in questa seconda fase del tuo
mandato.
Certamente sono felice che, secondo le
mie intenzioni, si stia servendo in ‘laetizia’, che il Distretto viva un momento di
grande concordia e serenità, che 51 Club
su 54 abbiano deliberato di approvare e
far parte della costituenda “Associazione
Distretto 2120” e che il progetto distrettuale “Malaria fighter” abbia avuto una
favorevole accoglienza e un’ adesione
unanime. Desidero lasciare al mio successore un Distretto in cui ciascuno operi con “La gioia delle regole e delle relazioni”. ■
I N C O N T R I R O TA R I A N I
51
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 52
MARIO GRECO
Un giurista eletto per il 2011/12
Mario Greco nasce a Cotronei (KR), Calabria, nel 1938; risiede dal 1964 a Bari. Coniugato con
Melly, ha tre figli avvocati, Francesco, Salvatore e Stella, e un nipotino, Mario junior. Profilo professionale. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Napoli. Nel 1970 entra nella magistratura ordinaria. Eletto senatore della Repubblica nel 1996, da magistrato di Cassazione si dimette dall’ordine giudiziario, coerentemente alla sua proposta di legge sul divieto al rientro nelle
funzioni giurisdizionali per i magistrati che avessero svolto un ruolo politico. Nel corso dei suoi
due mandati parlamentari (1996-2006) ricopre importanti incarichi istituzionali, tra cui: Presidente della Commissione Affari europei, Presidente della Commissione “Scambi culturali, flussi
migratori e qualità della vita” dell’Assemblea Parlamentare Euromediterranea; vicepresidente della Commissione di Garanzia del Senato, capogruppo in Commissione giustizia, componente di varie Commissioni. E’ stato primo firmatario di 250 disegni di legge, di oltre 300 interrogazioni e
nella sola XIV legislatura ha svolto, tra Aula e Commissioni, circa 400 interventi. Profilo rotariano.
Socio del Rotary Club di Putignano dal 1976, di cui è stato Presidente nell’anno 1983-84; più
volte presidente o membro di diverse Commissioni, sia nell’ambito del Club che del Distretto, rappresentante del Governatore nel 1987-88, tre volte rappresentante speciale del Governatore per la
costituzione dei Club Casamassima Terra dei Peuceti, Ostuni-Valle d’Itria, Monopoli; rappresentante personale del Governatore per la Comprensione mediterranea, per i Rapporti con le Istituzioni. Insignito di 4 P.H., del distintivo d’oro, Benefattore della Rotary Foundation. Ha realizzato lodevoli iniziative, nell’ambito soprattutto del disagio giovanile.
ROCCO GIULIANI
Un avvocato al vertice nel 2012/13
Nato a Martina Franca il 13.04.1945 ed ivi residente in Via Taranto n. 31. Dopo aver conseguito la
Maturità Classica presso il Liceo Classico “Tito Livio di Martina Franca, si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari ove si laurea nell’anno accademico 1967/68. Ha frequentato presso la stessa Università, successivamente al conseguimento della laurea, la Scuola di
Perfezionamento in Diritto del Lavoro. Adempiuti gli obblighi di leva in Roma presso il Ministero della
Difesa, Direzione Generale Sottuffesercito, inizia l’attività forense nello studio legale paterno in Martina Franca di ininterrotta tradizione familiare (tanto che nella sua ricca biblioteca si custodiscono le
pubblicazioni di leggi, giurisprudenza e dottrina dalla fondazione del Regno d’Italia). E’ iscritto all’Albo degli Avvocati di Taranto dal 1973 ed ha il patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle Magistrature Superiori dal 1987. Frequenta assiduamente le aule civili di Tribunali e Corti di Appello di
Puglia e della Corte Suprema di Cassazione. E’ sposato dal 1972 con Anna Maria, docente di Italiano, Latino e Greco nel Liceo Classico “Tito Livio” di Martina Franca ed ha due figlie, Annalisa ed
Alessandra, entrambe Avvocati, che sono entrate a far parte dello studio legale familiare ove esercitano la professione forense. E’ socio fondatore dal 1979 del Rotary Club di Martina Franca, che ha presieduto nel biennio 1989 al 1991 dopo aver fatto parte di svariati Consigli Direttivi ed aver svolto gli
incarichi di tesoriere e segretario del Club. Ha ricoperto numerosi incarichi distrettuali: è stato membro e presidente di diverse commissioni; è stato assistente del Governatore Vito Casarano nell’a.r.
2007/2008. E’ stato nominato Governatore del Distretto 2120 per l’a.r. 2012/13.
52
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 53
IL ROTARY
sul territorio
SORPRENDENTI DATI DI AUDIENCE ON-LINE
PER IL CONCORSO IN MEMORIA DI PAVAROTTI
DISTRETTO 2030
Gianni Montalenti
Governatore Distretto 2030 R.I.
Luciano Pavarotti è stato uno degli italiani più amati nel mondo intero: la sua
voce e la sua personalità sono ancora
oggi quanto mai vive tra noi anche dopo
la sua scomparsa il 6 settembre 2007.
Era anche un rotariano, poiché il suo
istinto lo orientava naturalmente verso il
bene e la sua generosità era grande ed
innata come la sua Arte; infatti, ebbe occasione di dimostrarlo per ben due volte
nel nostro Distretto 2030 del Rotary International, rispondendo sempre con entusiasmo alla chiamata del suo grande
amico Aldo Ottavis, anch’egli rotariano
torinese, che organizzò per lui due memorabili serate rotariane a Torino, la prima al Teatro Regio nel 1981 in favore
della Ricerca per la prevenzione
dell’Handicap e la seconda al Palazzetto
dello Sport nel 1986 in favore dell’AIRC,
per il nuovo Istituto per la Ricerca e la
Cura del Cancro di Candiolo (Torino):
partecipò naturalmente senza percepire
alcun cachet né rimborso spese.
Il Distretto 2030 del Rotary International
(Piemonte Liguria e Valle D’Aosta) ha
voluto ringraziarlo realizzando un sogno
del Maestro: offrire ai giovani musicalmente dotati, desiderosi di esprimersi
nell’arte del Canto, un’opportunità per
affinare le loro doti, favorendone l’impe-
gno ad applicarsi con la massima serietà
nella severa disciplina dello studio della
lirica. Nasce così il Concorso internazionale Luciano Pavarotti Giovani: il Distretto 2030 del Rotary International unitamente alla famiglia Pavarotti ed alla
Società del Quartetto di Vercelli hanno
dato vita alla prima edizione nello scorso Dicembre in concomitanza della 61°
edizione del Viotti. La Società del Quartetto ha accolto entusiasticamente la
proposta rotariana, ben sapendo quanto
il nome di Luciano Pavarotti, giovane
concorrente del Viotti nel 1958, potrà
contribuire a far crescere la fama del
Concorso e di quanto l’introduzione dei
nuovi Premi Rotariani, rappresentati da
importanti dalle Borse di Studio, possa
Omo Bello, 1a classificata - Veronica Tello, 2a classificata - Ildiko Emese Jakab, 3a classificata
I L R O TA R Y S U L T E R R I T O R I O
53
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
attirare a Vercelli un numero sempre
maggiore di giovani desiderosi d’intraprendere la difficile carriera di cantante
lirico. Ben 75 giovani di tutto il mondo oltre 34 paesi - si sono candidati per la
selezione del primo concorso, avvenuta
nei mesi scorsi, e 20 di loro sono stati
selezionati la Giuria per la fase finale.
Sono stati premiati tre eccellenti cantanti: dalla soprano nigeriana Omo Bello
studente a Parigi, che come prima classificata, riceverà una borsa di Studio del
Rotary International di ben 23.000 dollari, alla soprano spagnola Veronica Tello,
madrilena, seconda classificata che si è
aggiudicata una borsa di Studio del Distretto 2030 del R.I. di 6.000 euro ed infine la soprano ungherese di Budapest Ildiko Emese Jakab che come terza classificata riceverà una borsa di Studio di
€ 5.000,00. Purtroppo la Giuria ha ritenuto di non assegnare i premi speciali di
€ 5.000,00 ciascuno offerti dalla JUVENTUS F.C., di cui Pavarotti era tifoso per
la miglior voce di tenore, e dalla FONDIARIA SAI per la miglior voce femminile. Grazie alla comunicazione informatica del Distretto nata nell’anno 2005,
anno del Centenario del Rotary International, con l’allora Governatore Giuseppe Nuzzo, è stato possibile trasmettere
sul Web in tutto il mondo, la serata finale della manifestazione tenutasi al Teatro Civico di Vercelli lo scorso 18 dicembre. I dati di “audience” sono stati sorprendenti: ben 739.320 (di cui 260.566
dall’Italia, 40.558 dagli Stati Uniti, 57.984
dall’Armenia, 11.424 dalla Germania,
5.424 dalla Francia, ecc.) sono stati i collegamenti di cui ben 5.455 sono stati coloro che hanno potuto assistere al concerto per tutta la sua durata. Quale Governatore del Rotary International Distretto 2030 non posso in questo momento che ringraziare coloro che hanno
permesso la riuscita di questo grosso
impegno: Giuseppe Nuzzo, Aldo Ottavis,
Carlo Tondato, Claudio Piasenza, Luigi
D’Andrea. Non ultimi, la Società del
Quartetto di Vercelli , Maria Arseni Robbone, Pier Robbone, Paolo Pomati e
Giuliana Pavarotti, figlia del Maestro
che ha assistito alla fase finale del Concorso. ■
54
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 54
L’IMPEGNO DEI ROTARIANI ITALIANI
PER LA FACOLTÀ DI INGEGNERIA
DISTRETTO 2090
di Francesco Ottaviano
DGE-2090 - Coordinamento tecnico progetto
Rotary per l’Università dell’Aquila
L’ultima riunione, la trentesima, dei rotariani del Progetto L’Aquila si è appena
conclusa. Tuttavia, tra la prima e l’ultima delle riunioni cosiddette ufficiali, si
è svolta una numerosa quantità di incontri, riunioni, sopralluoghi e visite ispettive, che mi hanno visto il più delle volte
protagonista insieme, alternatamente,
agli altri tecnici rotariani. La trentesima
riunione è stata un’occasione di resoconto dei risultati raggiunti, delle attività
svolte, di quelle in corso e da avviare,
degli imprevisti incontrati nel percorso.
Voglio rendervene partecipi, elencando i
più significativi tra questi obiettivi:
• rimozione di tutte le macerie e messa
in sicurezza delle strutture da salvare;
• ricostruzione delle strutture in acciaio
della copertura vetrata dell’edificio e
chiusura temporanea della stessa;
• progettazione, rilievi topografici e di
danno, calcolo strutturale, richiesta e ottenimento di tutti i permessi di ricostruzione;
• ripristino parziale delle impermeabilizzazioni di copertura e ripristino definiti-
vo dei terrazzi di piano terra;
• ripristino sismico dei Laboratori Sperimentali e ottenimento della loro agibilità
sismica. Abbiamo riconsegnato i laboratori all’Università che li sta riattrezzando
per prove sperimentali a servizio di contratti di ricerca, stipulati grazie al nostro
impegno;
• ristrutturazione dell’impianto idrico
antincendio, con restauro della vasca di
accumulo acqua, ripristino pompe, ristrutturazione e adeguamento sismico
di tutte le condutture;
• ricostruzione e adeguamento sismico
di tutte le facciate esterne dell’edificio,
con utilizzo di tecniche innovative di
nuova generazione, studiate e brevettate
in USA;
• demolizione dei tamponamenti non recuperabili e ricostruzione con pareti in
cartongesso (in corso);
• ricostruzione di tutti i controsoffitti
porta impianti e di finitura (in corso);
• ristrutturazione dell’impianto elettrico
(in corso);
• ricostruzione della parete vela, alta 14
metri e lunga quasi 100, con doppia parete architettonica e rinforzo con strutture e materiali di nuova generazione (in
corso);
• progettazione e ordine dei dissipatori
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
di energia e delle strutture associate (lavori iniziati);
• progettazione e ordine dei rinforzi pilastri e setti (lavori in fase d’inizio);
• progettazione delle facciate e delle coperture vetrate (i preventivi sono in corso di esame).
Insieme a queste opere dovranno essere
ripristinati o adeguati impianti termici e
di rilevamento fumi, parte dei pavimenti, parapetti, scalinate interne ed esterne, impermeabilizzazioni di copertura.
Cari amici, noi ce la stiamo mettendo
tutta, impegnando le nostre risorse e le
nostre capacità professionali, tant’è che
il nostro esempio ha convinto un’importante società italiana ad adottare l’edificio Biblioteca, che è accanto all’Edificio
A, di nostra competenza. Grazie a questa
nostra continua attività, nonostante i numerosi e costosi imprevisti sopraggiunti,
le somme necessarie sono rimaste pressoché quelle del bilancio di previsione.
Al contrario, l’obiettivo che ci eravamo
prefissi, a oggi non è stato raggiunto: sono mesi che non si osservano cambiamenti sensibili nelle somme raccolte.
Poiché abbiamo reciprocamente preso
un impegno, è necessario continuare a
darci da fare con maggiore forza per reperire i fondi che mancano e potere rispettare così il patto che abbiamo sottoscritto con la Comunità e con noi stessi.
Queste mie poche righe sono un accorato richiamo a non dimenticare che le
promesse rotariane non possono andare
dimenticate! ■
Pagina 55
UN VIDEOGIOCO PER LA LEGALITÀ
DISTRETTO 2100
di Lucia de Cristofaro
Il videogame ‘Rotario e l’isola del III
Millennio’, premiato nella categoria eEntertainment.
E’ stata la sala “Quaroni’’ dell’Ente Eur
di Roma, ad ospitare la cerimonia di premiazione dell’“eContent Award 2010’’,
premio per il migliore contenuto in formato digitale. I migliori prodotti delle 8
categorie (eCulture, eScience, eGovernment, eEntertainment, eHealt, eInclusion, eLearning ed eBusiness) del premio, ideato dalla “Fondazione Politecnico di Milano’’ e da “Medici Framework’’
per: sostenere la creatività e l’innovazione nel settore dei nuovi media, individuare su scala nazionale i migliori contenuti digitali e promuovere la loro diffusione in campo internazionale, rappresenteranno ufficialmente l’Italia “World
Summit Award 2011’’, patrocinato da
ONU e ITU (International Telecommunication Union), che si terrà in Egitto - Il
Cairo a giugno 2011. La prestigiosa premiazione, che ha ottenuto un riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica Italiana e il patrocinio di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero per la Pubblica Amministrazione e
l’Innovazione, Ministero per i Beni e le
Attività Culturali, Ministero degli Affari
Esteri, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero
dell’Interno e Ministro della Gioventù,
ha assegnato ben 44 riconoscimenti a
prodotti e servizi digitali di qualità realizzati in Italia, tra questi è stato premiato il videogame educativo “Rotario e
l’isola del III Millennio”, ritirato dalla
‘ACTVART’ che lo ha realizzato su indicazione del Governatore 2009/10 del Distretto 2100 del Rotary Internazional,
Francesco Socievole. “Abbiamo appreso
con grande soddisfazione del premio assegnato al progetto promosso dal mio
predecessore Francesco Socievole e desideriamo sottolinearne la validità dandone massima diffusione attraverso il sito del nostro distretto” - dichiara il governatore Michelangelo Ambrosio (sotto). Tale progetto è stato, infatti, realizzato lo scorso anno rotariano all’interno
dell’area dell’Azione prioritaria “Alfabetizzazione”, coordinata da Giuseppe
Ascione (RC Torre del Greco), e nato da
un’idea di Adele Corvino, delegata per
l’educazione civica ed alla legalità diretta ai giovani (RC Napoli-Posillipo). “Uno
dei fenomeni più preoccupanti che ha
caratterizzato la nostra società negli ultimi anni è l’assuefazione alla violenza. Il
cinema, la televisione e i mezzi di infor-
I L R O TA R Y S U L T E R R I T O R I O
55
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
mazione in genere hanno contribuito in
maniera determinante a farci convivere
quotidianamente con la violenza, vera o
inventata per fini spettacolari”. Afferma
il Past Governatore Francesco Socievole - “a farne le spese maggiori sono le
nuove generazioni, abituate fin dalla più
giovane età a convivere con un linguaggio e con immagini sempre più crude e
diseducative. Il bombardamento mediatico di segno negativo e senza alcun
controllo cui sono sottoposti i nostri ragazzi nei loro intrattenimenti ludici, è
stato evidenziato nel Sesto Rapporto
Nazionale sulla condizione dell’infanzia
e dell’adolescenza di Eurispes e Telefono Azzurro, sollevando un legittimo allarme in proposito. Per affrontare questa problematica il Distretto 2100 del
Rotary International, ha promosso la
creazione e la diffusione del videogioco
educativo “Rotario e l’isola del III millennio”, progettato come azione del Distretto 2100 del R.I. nell’ambito dell’Alfabetizzazione e volto a diffondere la cultura della legalità e del senso civico tra
le giovanissime generazioni del nostro
territorio”.
Il video gioco, fortemente voluto dal Governatore Socievole (sotto), è frutto di
una scelta nata dal cuore e dalla volontà
di parlare ai bambini, dai 7 agli 11 anni
ed oltre, usando il loro linguaggio: il gioco, nonché uno strumento che guarda
lontano, riutilizzabile per ogni ciclo scolastico, un ottimo sussidio posto a di-
56
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 56
sposizione dei Club del Distretto, e non
solo, per diffondere i principi fondanti
del Rotary tra i principali attori del nostro futuro. “Troppi bambini” - continua
il PDG Francesco Socievole - “subiscono la televisione e i videogiochi, assimilando i messaggi negativi che essi veicolano. Il nostro gioco interattivo parla sì
la lingua dei giovanissimi, ma ha un contenuto altamente formativo: non li rende
spettatori amorfi e passivi, ma soggetti
dinamici e attivi. E’ un’occasione per
trasmettere alle nuove generazioni i valori rotariani”. “Accompagnati da Rotario, un immaginario personaggio positivo, i bambini dai 7 agli 11 anni” - interviene Adele Corvino - “avranno l’occasione di vivere un’avventura grafica in
2D che li porterà a misurarsi con prove
che tendono a far interiorizzare valori
etici quali la solidarietà, l’amicizia, il rispetto delle regole e del proprio ambiente. Lungo il percorso, che riserverà tante
simpatiche sorprese e che avrà sempre
e comunque aderenza con la realtà, i
bambini conosceranno tanti luoghi di
nazioni che si affacciano sul Mediterra-
neo”. Al progetto hanno, inizialmente,
aderito i seguenti Club del Distretto
2100: Amantea, Avellino, Avellino Est,
Battipaglia, Benevento, Caserta “Terra
di Lavoro”, Catanzaro 1951, Catanzaro
“Tre Colli”, Cirò Marina “Terra degli
Enotri”, Corigliano Rossano “Sybaris”,
Cosenza, Cosenza Nord, Lamezia Terme, Lauria, Napoli, Napoli Castel dell’Ovo, Napoli Est, Napoli Nord, Napoli
Nord-Est, Napoli Ovest, Napoli Posillipo, Ottaviano, Paola “Medio Tirreno
Cosentino”, Pompei Sud, Reggio Calabria Sud “Parallelo 38”, Rende, Reventino, Rossano “Bisantium”, Santa Severina, Salerno, Scafati, Sessa Aurunca, Soverato, Trebisacce “Alto Jonio Cosentino” e Valle Caudina, ma tanto interesse
sta riscontrando anche tra molte agenzie educative del territorio distrettuale
e oltre. “Rotario” che, come precedentemente sottolineato, si rivolge a bambini dai 7 agli 11 anni, è un divertente
gioco alla scoperta del sé e dell’altro.
Arte, storia, musica, letteratura, educazione civile, diversi spunti di riflessione, quindi, da apprendere in maniera
empirica ed esperienziale.
Non ci resta che ricordare, infine, che
insegnanti, genitori, bambini possono scaricare gratis il videogame ‘Rotario e
l’isola del III Millennio’, cliccando su:
www.rotary2100.it, con questo gioco innovativo il divertimento è assicurato e
la crescita intellettuale… anche.
Buon gioco a tutti. ■
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 57
UNA GIORNATA TUTTA ROTARIANA
PER LA LEGALITÀ
DISTRETTO 2080
Patrizia Cardone
Past Presidente Rotary Roma Est
“La lotta all’illegalità deve essere innanzitutto un movimento culturale che
abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo delle libertà che si oppone
al puzzo del compromesso morale,
dell’indifferenza, della contiguità e
quindi della complicità” così scriveva il
magistrato Paolo Borsellino qualche anno prima di essere ucciso. La Legalità va
promossa e sostenuta in ogni sua più
semplice manifestazione come forma
mentis e attitudine comportamentale nei
giovani sin dalla più piccola età, incoraggiandoli a comportamenti leali e corretti
verso gli altri nel rispetto del buon vivere comune. Il Rotary Club Roma Est nell’anno 2009-2010, anno del suo Cinquantenario, ha dedicato una giornata alla
realizzazione del “Progetto per la Legalità” volto a sviluppare e favorire azioni
positive nella società e nei giovani. Il
progetto ha coinvolto, in questa prima
iniziativa, altri Club rotariani di quelle
regioni che risultano maggiormente impegnate al raggiungimento di obbiettivi
sociali tesi a una maggiore tutela del Bene comune, una maggiore vivibilità del
territorio, e quindi un naturale miglioramento della qualità della vita. “Il concetto di legalità richiama il dovere di uniformare il proprio comportamento a
delle regole e, in particolare, alle regole
dell’ordinamento giuridico dello Stato”
(dalla relazione introduttiva di Saverio
Mannino Rotary Club Roma ai lavori
della Commissione). Infatti l’attenzione
da noi rivolta alle problematiche legate
alla legalità mira a sviluppare e favorire
nella Società, ma soprattutto nei giovani, non solo azioni positive ma anche
una più consapevole coscienza civica. Il
problema della Legalità è duplice: il primo aspetto è fare le leggi giuste, l’altro
aspetto è obbedire alle medesime. I due
problemi sono strettamente connessi ed
interdipendenti: tutti e due auspicano
una maggiore partecipazione e una maggiore responsabilità nel conseguimento
del Bene comune.
A tal fine il Progetto Rotariano per la Legalità sostiene e afferma i seguenti dieci
punti:
• rispetto dell’etica professionale (con
ridefinizione del concetto di etica);
• educazione alla cittadinanza (con definizione del concetto di cittadinanza);
• inclusività (dei diversi, degli anziani,
degli stranieri e degli handicappati);
• formazione e valorizzazioni delle Nuove Generazioni (attraverso l’associazionismo e l’assegnazione di borse di
studio);
• riconoscimento del Merito come “regola”;
• promozione capillare di azioni positive
a favore della Legalità;
• visibilità delle iniziative locali per lo
sviluppo della Cultura della Legalità;
• definizione e sostegno del concetto di
trasparenza;
• istituzione del sito Internet “Good
News” Rotary per la Legalità;
• istituzione annuale di una giornata Nazionale Rotariana per la legalità che
premi anche:
• una personalità di grande rilievo segnalata per l’impegno a favore della
Legalità;
• un Club rotariano a cui venga riconosciuta la migliore azione per la diffusione e la pratica dei principi rotariani
in Italia.
Il Progetto rotariano per la Legalità, proprio perché ha come punto di riferimento l’educazione e la formazione delle
Nuove Generazioni si rivolge a tutte le
scuole; esse sono, per eccellenza, il fondamento della formazione dell’uomo e
del cittadino: formazione che è in stretto
rapporto con la conoscenza e il rispetto
delle regole che governano il convivere
democratico. È infatti la scuola che con
la sua preparazione consente la costruzione della personalità dei ragazzi, dan-
do ad essi la consapevolezza sui diritti e
sui doveri che la società impone. La prima grande istituzione da rispettare e da
rafforzare è dunque la scuola: essa è anche il luogo in cui per la prima volta ci si
confronta con altri, e dove occorre non
solo rispettare le sue norme, ma avere
anche una precisa condotta che porterà
poi all’importante passaggio di consegne
tra generazioni.
Per tutte queste ragioni, pensiamo che
“l’istituzione scuola” sia in assoluto la
protagonista della diffusione della Cultura della Legalità. Per favorire quindi,
capillarmente, la diffusione del Progetto
è stato sforzo comune indirizzare alle
scuole, e in particolare ad uno specifico
segmento di classi, un bando di concorso per incoraggiare la riflessione dei giovani sul concetto di Legalità, coinvolgendo nelle loro riflessioni le proprie famiglie e il mondo delle loro relazioni.
Il bando, scaricabile dal sito internet
www.rotaryromaest.it, può essere utilizzato dai Club che fossero interessati ad
aderire a questa l’iniziativa e a diffonderla; i Club avranno, al riguardo, tutto il
supporto della Commissione. Il programma della manifestazione per la 2°
Giornata Rotariana per la Legalità è in
fase di definizione. Essa si terrà il 21
marzo 2011. Anche in questo caso, come
già avvenuto nel 2010, la Commissione è
disponibile a partecipare, in interclub,
ad analoghe manifestazioni per portare
un fattivo contributo allo svolgimento
dei dibattiti che verranno organizzati. ■
I L R O TA R Y S U L T E R R I T O R I O
57
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 58
L’IMPEGNO CONCRETO PER LA RF
DISTRETTO 2120
PDG Tommaso Berardi
Presidente, Commissione Distrettuale RF
“Il Rotary con la Campagna Polio-Plus è
al Centro della più larga azione internazionale in favore della salute nella storia
dell’Umanità”.
Così si esprimeva Bruce Ajlward Direttore Generale del Programma antipolio
dell’OMS (Ginevra). Questa affermazione, di intensa presa emotiva sui Rotariani presenti al recente Institute di Hannover, rappresenta un motivo di orgoglio
per tutti quanti confermandoci ancora di
più, la nostra convinzione che la RF è il
Rotary nella sua espressione più umana,
più reale, più pragmatica; è dovere di
ogni rotariano conoscerla di più per
amarla ed aiutarla di più, per utilizzarla
nel modo migliore. E’ impossibile immaginare il Rotary oggi senza la RF che ha
permesso, permette e permetterà a persone normali di realizzare delle cose
straordinarie; la RF ha una presenza internazionale che supera quella delle Nazioni Unite, operando spesso in aree irraggiungibili da gruppi politici o religiosi. Le proiezioni della RF nel futuro sono
valide e molteplici soprattutto se indirizzate ad affiancare, alle tradizionali azioni di portata mondiale, i progetti in favore delle comunità locali.
58
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Il nostro Distretto 2120 ha compiuto in
questi ultimi anni notevoli progressi nella realizzazione dei programmi della RF.
Dalle sovvenzioni semplificate a quelle
paritarie fino a raggiungere la massima
estrinsecazione col progetto 3 H (Acqua
Sana per l’Africa) particolarmente apprezzato in tutto il mondo rotariano (Impianto e potabilizzazione, acquedotti e
fontane pubbliche, servizi igienico-sanitari) a grande respiro, condiviso da 31
Club del Distretto 2120.
I programmi Educativi e Culturali, dalle
borse degli Ambasciatori del Rotary allo
scambio gruppi di studio, hanno avuto
costante realizzazione nel nostro Distretto nell’ultimo decennio. Rilevante
pure l’apporto contributivo che ha portato in questi ultimi due anni il nostro
Distretto a raggiungere la leadership tra
i distretti italiani per quanto riguarda i
contributi totali e quelli pro-capite, nonché il numero dei benefattori (165) con
rappresentatività di tutti i 55 Club del distretto. Nella prospettiva futura della RF
caratterizzata dall’ultimo consistente intervento per l’eradicazione della Polio e
dall’entrata in vigore del Piano di Visione Futura della RF, abbiamo ritenuto indispensabile, per rinnovare l’entusiasmo
per la RF elaborare un piano triennale di
stretta collaborazione tra i club e la
Commissione Distrettuale della RF che
prevede i seguenti punti: nomina da parte di ogni Club di un proprio referente
presso la Commissione Distrettuale della RF. Tale carica sarà della durata di 3
anni, in conformità all’impegno triennale del presidente della RF distrettuale.
Con tali premesse i progetti per la RF
dovrebbero rivestire un carattere di continuità per renderli più completi ed efficienti. Invito ad una progettualità che
non sia di un singolo Club, ma che assume le caratteristiche di una progettualità
di un raggruppamento di Club, per la
realizzazione di progetti di maggiore
portata con notevole impatto nel contesto sociale del territorio di competenza
(eliminando progressivamente i mille
piccoli progetti realizzati dai singoli
Club e spesso incoerenti tra loro).
Per la realizzazione di questo programma innovativo ed in previsione dell’entrata in vigore nel 2013-2014 del Piano di
Visione Futura della RF, abbiamo voluto
organizzare il Forum a Barletta il 4 dicembre 2010 “la Fondazione Rotary,
l’impegno concreto dei Rotariani”.
La presenza come relatore di un Rotariano “diversamente giovane”, Carlo Ravizza, ha conferito un particolare interesse
all’incontro. La conoscenza profonda
del Rotary (Presidente Internazionale
del RI nel 1999-2000) e della RF (Presidente Internazionale nell’anno 20042005) di Carlo Ravizza ci hanno permesso di ripercorrere le varie fasi evolutive
della Fondazione Rotary, dalla sua nascita ai giorni d’oggi. Particolarmente
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
apprezzati da parte del Presidente Ravizza gli interventi di Rotariani del nostro distretto che hanno evidenziato le
realizzazioni conseguite con l’impegno
costante di tanti amici. Sono state sottolineate le particolari possibilità delle
proiezioni del Rotary nel futuro con progetti in favore delle comunità locali, specialmente se l’apparato burocratico sarà
semplificato e le decisioni trasferite a livello locale, aumentando così il riconoscimento e l’immagine del Rotary nel
territorio. Non sono mancati i momenti
di grande emotività durante lo svolgimento dei lavori. 50 Bambini della Scuola Media “Renato Moro” di Barletta hanno cantato gli Inni Italiano ed Europeo,
e per la prima volta, (anche a detta del
presidente Ravizza) l’Inno Rotariano
con parole del Rotariano Luigi Palombella, in collaborazione con la moglie
Anna. Seminando con speranza, lavorando in unità Rotary, Rotary, appartenerti è un onor.
Seminando con speranza. Operando
con amor. Rotary, Rotary, tu infiammi
i nostri cuor.
E servendo con impegno. Operando con
amor. Rotary, Rotary, promotor di pace siam,
RIT. Oggi i sogni rotarian. Diventano
realtà. Servizio e fratellanza. Nel mondo noi portiam.
Marcello Cormio vincitore di una prestigiosa borsa di studio della Fondazione
Rotary nel 2006 per frequentare un Master of Music alla prestigiosa Jacob
School of Music presso l’Indiana University (Bloomington Indiana) che ha portato i suoi studi e la sua carriera a continuare negli Stati Uniti come direttore
d’orchestra. Egli presente al Forum, ha
voluto accompagnare l’inizio dell’intervento di Carlo Ravizza, con la presentazione di un video riguardante la sua Direzione di un’orchestra sinfonica americana nell’esecuzione dell’Ouverture
dell’Egmont di Beethoven che rappresentava l’Inno Internazionale del Rotary
nell’anno di Servizio 1999-2000 di Carlo
Ravizza. Non meno coinvolgente l’esecuzione di “Imagine” di John Lennon a
conclusione del Forum che nelle sue parole sembra esprimere compiutamente
Pagina 59
le finalità della Rotary Foundation.
Imagine - John Lennon: “Immagina tutta la gente vivere per gli altri, vivere la
vita in pace e condividere tutto il mondo”.
Di notevole interesse la presentazione
da parte dei Rotaractiani (Roberto Bringiotti e l’RD Giuseppe De Feudis) di un
M. G. Rotaract Senza Frontiere, che partito dal nostro Distretto, ha coinvolto
tutti i Distretti Rotaract d’Italia divenendo Progetto Nazionale per l’Alfabetizzazione in Africa. Ha rappresentato lo
spunto per invitare tutti i Club Rotary
padrini a coinvolgere i giovani del Rotaract nella progettualità dei Club sia a livello locale che internazionale, per aggiungere alla concretezza operativa dei
Rotariani del nostro Distretto, l’entusia-
smo e lo spirito creativo che fanno parte
integrale del DNA dei giovani Rotaractiani. Carlo Ravizza, visibilmente emozionato ed entusiasta, insieme alla inseparabile Rossana, dell’andamento dei lavori ci ha salutato ricordandoci che “Il
mondo ci valuterà unicamente per ciò
che avremo fatto per migliorare la qualità della vita nelle nostre comunità a livello locale ed internazionale”. L’intervento conclusivo è stato del governatore
Marco Torsello che ringraziando il presidente Ruggiero Laporta e tutti gli Amici
del Club di Barletta per la impeccabile
organizzazione del Forum, ha sottolineato ancora una volta il significato e la valenza che la Fondazione Rotary rappresenta per il nostro Distretto e per il Rotary Internazionale. ■
Alcuni momenti della giornata e, sotto, Tommaso Berardi, Carlo Ravizza, Ruggiero Laporta, Marco Toresello
I L R O TA R Y S U L T E R R I T O R I O
59
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 60
FELLOWSHIP
amicizia e servizio
COLPI DI SERVICE
Si è svolto il 1°, 2 e 3 ottobre sul percorso Del Conte del Golf Club Bogogno, in
provincia di Novara, il XXXX Campionato Italiano Rotariani Golfisti, con la
partecipazione di oltre 80 rotariani provenienti da 8 Distretti.
Nell’ultimo giornata di gara in
parallelo si è svolta una gara
riservata agli amici dell’AIRG,
portando il totale dei giocatori
oltre quota 200.
Campione Italiano Assoluto è Pier Giorgio Vigliani, socio del RC Milano, già
quest’anno Campione Italiano Seniores.
Secondo e terzo assoluto sono risultati
rispettivamente Paolo Badiali del RC
Macerata e Sergio Tuninetti del RC Torino Nord Ovest.
In prima categoria ha vinto Piercarlo
Gera del RC Milano Porta Vercellina; in
seconda categoria Edgardo Zagnoli del RC Forlì; in terza categoria Fabio Tosi del RC Orta
San Giulio.
La gara riservata ai Partner dei
Rotariani ha visto il successo di
Ada Martini di Pinerolo, per il 1°
lordo e di Carla Lo Baido di Milano, per
il 1° netto.
Il Campionato Italiano si gioca quasi alla fine dell’anno golfistico, dopo oltre
70 gare disputate in tutta Italia dai soci
Immagini della premiazione del Secondo Challenge Interdistrettuale vinto dal Distretto 2050
Campione Italiano Assoluto AIRG 2010, Pier Giorgio, detto Pigi,Vigliani del RC Milano
60
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
AIRG che attualmente sono 330.
La raccolta fondi, ottenuta nel corso
dell’anno 2010 sul circuito delle varie
gare, è di oltre 150.000 euro e sarà destinata in parte al progetto END POLIO
NOW ed in parte a service rotariani locali.
La finale tra i Distretti rotariani, il II
Challenge Interdistrettuale, si è svolta il
6 novembre a Bologna ed è stato vinto
dal Distretto 2050. La prima edizione,
nel 2009 era stata vinta dal Distretto
2090. ■
COME CONTATTARCI
Associazione Italiana Rotariani Golfisti
Via Mauro Macchi, 65 - 20124 Milano
Tel.: +39 02 6700765
Fax +39 02 6700765
[email protected]
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 61
PREMIO “IMPEGNO ALLA QUALITÀ”
Tra le varie iniziative intraprese dalla
TOTAL QUALITY MANAGEMENTROTARIANS
FELLOWSHIP
(TQM-RRVF) vi è stata quella di
pubblicare una sintetica linea guida al fine di aiutare i Club a trovare
spunti di miglioramento nella loro attività rotariana. Come già più volte enunciato, con detto documento si vuole semplicemente fornire una possibile e speriamo utile guida al raggiungimento di
migliori risultati operativi nella gestione
dell’attività dei Club.
TQM-RRVF ha deciso di innovare la formula perché quella fin qui utilizzata, se
pure permetteva l’individuazione del migliore Club fra quelli partecipanti, non
poteva generare ricadute di alcun tipo in
termini di miglioramenti operativi sui
Club, partecipanti o meno, in quanto venivano giudicate le attività dell’anno precedente a quelle del bando. Pertanto,
nell’ottica di fornire un contributo per il
miglior funzionamento dei Club, si è deciso di modificare la formula e indire
concorsi monotematici annuali non
solo per individuare i Club che meglio svolgessero il tema prescelto,
ma per trarre dalla competizione
utili insegnamenti da trasferire a
tutti i Club.
Come tema si è scelto il “sito internet” o
“sito web” del Club tema scelto nell’ottica di un miglioramento continuo, fine
che TQM-RRVF si prefigge di perseguire. In pratica, pertanto, lo scopo del premio è duplice: innanzitutto individuare i
Club che, a giudizio di TQM-RRVF, producono i migliori siti e secondariamente, nell’ottica appunto del miglioramento continuo, estrarre dai documenti indicazioni e suggerimenti per produrre una
“linea guida” da mettere a disposizione
di tutti i Club per realizzare siti sempre
migliori. La competizione avverrà in forma estremamente semplificata. Sarà sufficiente compilare un breve questionario
predisposto da TQM-RRVF in cui verranno richiesti pochi dati quali cadenza di
aggiornamento (settimanale, mensile,
PRIVACY IN UN CLUB DI SERVIZIO
La protezione dei dati personali.
Chiunque ha diritto alla protezione dei
dati personali che lo riguardano.
Tutti i trattamenti di dati svolti all’interno di un’attività organizzata in forma associativa o societaria (ad esempio un Club) sono e devono essere
svolti esclusivamente per le finalità
connesse alla realizzazione dell’oggetto sociale e pertanto il trattamento degli stessi è strumentale e strettamente
correlato alle finalità del sodalizio:
non è quindi consentito alcun tipo di
trattamento di dati che non sia in linea
con gli scopi del Club, come ad es. per
invio di messaggi promozionali, circo-
lari aziendali, offerte etc. .
Gli strumenti, i sistemi, le applicazioni, gli archivi, le aree ed i luoghi di lavoro e quant’altro venga concretamente messo a disposizione per il trattamento, la custodia e la conservazione
dei dati personali devono e dovranno
essere utilizzati esclusivamente per le
predette finalità di gestione delle attività del Club.
Tutti coloro che trattano dati personali
e tanto più se questi sono dati sensibili
e/o giudiziari tramite strumenti informatici sono obbligati all’adozione delle Misure Minime di Sicurezza (MMS)
ed in particolare tra queste a redigere
ecc.), modalità di consultazione e altri
elementi di valutazione, inviando a
TQM-RRVF i riferimenti dell'anno in corso (’10-’11).I migliori Club meritevoli di
riconoscimento saranno determinati insindacabilmente da TQM-RRVF sulla base delle risposte al questionario e mediante confronto fra le domande pervenute.
Il riconoscimento finale sarà l’assegnazione, durante un evento inserito in una
manifestazione distrettuale, di un attestato ai Club che avranno meglio applicato i principi di chiarezza, completezza
e tempestività dell’informazione rotariana. I Governatori dei Distretti italiani sono a conoscenza dell’iniziativa.
Con la presente comunicazione si invitano tutti i Club a partecipare all’iniziativa,
scaricando direttamente dal sito Internet il bando di concorso (o richiedendolo direttamente alla sede della Fellowship), e facendo pervenire la documentazione richiesta entro il 15-03-2011. ■
Per maggiori informazioni contattare
Tel: +39-0258430967
fax: +39-0258435791
[email protected] - www.rotarytqm.it
il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) ed a riferire in fase di
redazione di bilancio dell’avvenuta
compilazione ed aggiornamento di detto documento.
Il testo unico, di seguito denominato
“codice”, garantisce che il trattamento
dei dati personali si svolga nel rispetto
dei diritti e delle libertà fondamentali,
nonché della dignità dell’interessato,
con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale ed al diritto alla protezione dei dati personali.
Per trattamento di dati personali si intende qualsiasi operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici,
concernenti la raccolta, registrazione,
organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione,
FELLOWSHIP
61
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione di dati, anche se non registrati in una banca dati.
È sufficiente anche una sola delle operazioni elencate per ritenere in corso
un trattamento di dati personale ed in
ciò intendiamo qualunque informazione relativa e persona fisica, giuridica,
ente od associazione, identificati od
identificabili, anche indirettamente,
mediante riferimento a qualsiasi altra
informazione, ivi compreso un numero
di identificazione personale.
Per dato “identificativo” si intendono i
dati personali che permettono l’identificazione diretta dell’interessato (indirizzo abitazione, telefono, fax, email,
cellulare e nome del coniuge).
Sono dati “sensibili” i dati personali
idonei a rivelare l’origine razziale ed
etnica, convinzioni religiose, politiche,
l’adesione a partiti, sindacati, associazioni, organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale,
nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.
Sono dati “giudiziari” i dati personali
contenuti in provvedimenti dell’autorità giudiziaria di natura civile o penale
e comunque idonei a rivelare l’esistenza di provvedimenti in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle
sanzioni amministrative, dipendenti da
reato e dei relativi carichi pendenti o
la qualità di imputato o di indagato ai
sensi del codice di procedura penale.
Per “banca dati” intendiamo qualsiasi
complesso organizzato di dati personali (archivio) ripartito in una o più unita
dislocate in uno o più siti.
“Titolare” del trattamento è la stessa
persona fisica o giuridica, la pubblica
amministrazione e qualsiasi altro ente,
associazione ed organismo a cui competono, anche insieme ad altro titolare, le decisioni in ordine ai modi ed alle finalità del trattamento, alle modalità ed all’adozione delle misure di sicurezza.
Il titolare può designare un “responsabile” preposto al trattamento dei dati.
Quando il trattamento è effettuato da
62
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
Pagina 62
una persona giuridica, da una pubblica
amministrazione o da un qualsiasi altro ente, associazione od organismo,
titolare del trattamento è l’entità nel
suo complesso o l’unità od organismo
periferico che esercita un potere decisionale del tutto autonomo sulle finalità e sulle modalità del trattamento, ivi
compreso il profilo della sicurezza attraverso il suo Rappresentante protempore. In un Rotary Club, titolare
del trattamento è il Club, rappresentato dal Presidente pro-tempore.
Il “responsabile” è il soggetto cui sono
affidate le incombenze di privacy (curare le informative, adeguare le misure
di sicurezza, fornire le direttive agli incaricati del trattamento etc...).
Solo il titolare può nominare i responsabili del trattamento.
Naturalmente il responsabile può avvalersi di collaboratori per lo svolgimento dei propri compiti.
La nomina del responsabile è facoltativa, ma l’opportunità di nominare uno
o più responsabili del trattamento, anche esterni al proprio ente, cresce con
l’aumento della articolazione organizzativa della propria struttura.
In un Rotary Club si può identificare
quale responsabile il Vice Presidente
od il Consigliere Segretario, fermo restando l’autonomia organizzativa di
ciascun Club. “Incaricato” è la persona
fisica che, pur non essendo stata nominata responsabile, esegue le operazioni di trattamento su indicazione, e
sotto la diretta autorità, del titolare o
del responsabile, osservando le loro
prescrizioni.
Deve essere individuato per iscritto.
La formazione è obbligatoria nel caso
in cui gli incaricati del trattamento utilizzino con procedure elettroniche dati
sensibili e/o giudiziari.
In un Rotary Club si possono identificare quali incaricati il Consigliere Segretario, il Consigliere Tesoriere, il
Consigliere Prefetto e gli addetti alla
segreteria (se esistono).
“Interessato” è la persona fisica, giuridica, Ente od Associazione cui si riferiscono i dati personali, cioè che gode
dei diritti previsti dal codice della pri-
vacy. Essi hanno il diritto di ricevere
l’informativa e di prestare il consenso
per il caso della comunicazione all’esterno e della diffusione.
Il Codice prevede una serie di diritti:
di accesso ai dati personali, rettifica
dei dati inesatti, aggiornamento dei dati, integrazione dei dati incompleti, opposizione al trattamento, blocco e cancellazione dei dati trattati in maniera
illegittima. Per esercitare i propri diritti l’interessato può ricorrere al Garante od al Giudice in caso di inadempienze. Il Garante è l’Autorità di garanzia
nazionale che vigila e regolamenta
ll’attuazione delle norme sulla
privacy.
In particolare è possibile conoscere
origine dei dati, finalità e modalità del
trattamento, estremi del titolare e del
responsabile ed i soggetti ai quali possono essere comunicati i dati.
È anche possibile ottenere l’aggiornamento, rettifica, integrazione o cancellazione se trattati in violazione della
normativa.
La richiesta di esercizio dei diritti può
essere inviata al titolare od al responsabile anche via fax o email e può essere rinnovata dopo 90 giorni.
Il titolare ha 15 giorni per rispondere,
che raddoppiano in casi di particolare
complessità. La modalità di risposta
previste sono: estrazione di dati, comunicazione in forma intelligibile,
consegna di copia di atti e documenti
con i dati di terzi oscurati quando
l’estrazione è difficile. Se i dati non
hanno natura “sensibile”, la raccolta o
l’elaborazione di essi può essere basata sul consenso dell’interessato
espresso anche oralmente, purchè documentabile per iscritto, oppure su
una ampia serie di presupposti equipollenti. In un Rotary Club “interessati” sono i Soci che sottoscrivono il modello di consenso.
L’informativa è il presupposto fondamentale per il consenso in quanto mette in condizioni l’interessato di conoscere i propri diritti per poterli esercitare.
Essa deve essere fornita prima dell’inizio della raccolta dei dati, in forma
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
scritta od orale, chiara e corretta e resa con modalità semplificate.
Deve segnalare le modalità di trattamento dei dati ed indicare la natura
obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati. Le informazioni all’interessato presso il quale sono raccolti
i dati possono essere fornite per scritto od oralmente. La forma scritta è obbligatoria se il trattamento riguarda
dati sensibili, ed in questo caso deve
anche essere citata la disposizione che
ne impone il trattamento. L’interessato
deve essere previamente informato
oralmente o per iscritto circa le finalità e modalità del trattamento cui sono
destinati i dati, natura obbligatoria o
facoltativa del conferimento dei dati,
conseguenze di un eventuale rifiuto a
rispondere, soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati personali possono
Pagina 63
essere comunicati o che possono venirne a conoscenza, i diritti nonché gli
estremi identificativi del titolare e del
responsabile.
In un Rotary Club l’informativa è una
dichiarazione che, per i nuovi Soci, è
riportata in calce al modulo di adesione al Club, da loro sottoscritta per accettazione.
Il trattamento di dati personali da parte di privati è ammesso solo con il
consenso espresso dell’interessato.
I dati personali oggetto del trattamento sono custoditi e controllati in modo
da ridurre al minimo i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale dei
dati stessi o di accesso non autorizzato o trattamento non consentito o non
conforme alle finalità della raccolta.
Le Misure Minime di Sicurezza (MMS)
sono l’insieme degli accorgimenti tec-
nici ed organizzativi che bisogna adottare per assicurare il livello minimo di
sicurezza per la protezione dei dati
personali, anche se tuttavia esse costituiscono solo una parte degli accorgimenti obbligatori in materia di sicurezza. Si distinguono le misure minime di
sicurezza e le misure ulteriori: l’osservanza delle prime esclude responsabilità penali.
L’osservanza delle seconde elimina responsabilità per risarcimento danno.
Se si utilizzano strumenti elettronici la
MMS si sintetizzano in un sistema di
autenticazione (user e password), sistema di autorizzazione (ove previsto),
adozione di firewall ed antivirus nonché redazione ed aggiornamento periodico del DPS.
Questo ultimo documento è un documento “dinamico” in quanto periodica-
HÔTEL DE L’ARCADE
,,,
“Hôtel de charme” a due passi dalla Piazza della Madeleine.
48 camere di grande comfort di cui 4 camere duplex e 7 appartamenti
elegantemente arredati con cucina completamente attrezzata.
)RUIDLWVSHUIDPLJOLHHSHULÀQHVHWWLPDQD
Promozione speciale per luglio e agosto.
9, rue de l’Arcade – F-75008 Paris
Tel. +33 1 53 30 60 00 – Fax +33 1 40 07 03 07
www.hotel-arcade.com - [email protected]
Proprietario: Gérard Berrut, Rotary Club di Parigi.
Al momento della prenotazione, indicare la vostra appartenenza al Rotary Club.
FELLOWSHIP
63
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
mente aggiornato sia sulla struttura
dei dati trattati sia sulle misure di protezione. La sua redazione è obbligatoria per tutti coloro, soggetti pubblici e
privati, che si servono di strumenti
elettronici e siano il titolare di dati
sensibili o giudiziari. Si tratta di un
manuale di pianificazione della sicurezza dei dati avente data certa, quale
prova formale dell’adeguamento sostenuto. Deve essere redatto ed adeguato
entro il 31 marzo di ogni anno.
Ogni Rotary Club deve applicare le
MMS, redigere ed adottare un DPS ed
archiviarlo con data certa (affrancan-
Pagina 64
tura e timbro postale).
Quanto sopra esposto, riguardante le
applicazioni nel Club Rotary possono
essere concretizzate inserendo nel regolamento ciò che riguarda la nomina,
una tantum, del titolare del trattamento, del responsabile del trattamento
nonché degli incaricati.
Un esempio concreto di comunicazione possiamo ritrovarlo nella distribuzione degli Annuari, che andrebbe
consegnato al Socio dietro registrazione di ricezione da parte di questo ultimo. Inoltra, per impedire la diffusione
anche involontaria dei dati, tutti i mes-
13° RADUNO NAZIONALE DEI CAVALIERI ROTARIANI
Carissimi Amici ed Amiche, la manifestazione in programma nel prossimo
mese di Maggio ci calerà tra la suggestione ed il misticismo delle Abbazie
Benedettine, i resti romani di Formia e
Cassino, le ferite ancora aperte della
battaglia di Montecassino con i cimiteri militari, le strade e le storie segrete,
i residuati bellici ed i ricordi. Il cavallo
è al centro del mondo ma questa volta
le possibilità di distrazione saranno
A Cassino, dal 12 al 15 maggio 2011
la nuova edizione del raduno
veramente molte. La collaborazione
tra i Club di Cassino e Gualdo Tadino
sarà finalizzata ad aiutare un centro
per bambini diversamente abili ai quali
anche il nostro modesto aiuto potrà
essere di grande utilità. Anche per
questi ragazzi vi invitiamo a partecipare ad uno dei più classici ed originali
appuntamenti del Rotary italiano, una
speciale occasione per lanciare con nitriti e sbuffate un messaggio di impegno e solidarietà. I più cordiali saluti e
a presto.
10 Dicembre 2010
Michele Ciufo, Mario Balestra,
Marco Marinelli; Presidenti 2010-2011
PROGRAMMA
GIOVEDÌ 12 MAGGIO
ore 15.00: apertura della Segreteria presso
il Forum Palace Hotel **** di Cassino e sistemazione dei partecipanti - alloggiamento
dei cavalli al il Centro Ippico Cassino e verifica dei brevetti;
ore 16.00: visita guidata allo stabilimento
FIAT;
ore 20.30: conviviale e breefing d’apertura.
VENERDÌ 13 MAGGIO
ore 9.00: partenza dei Cavalieri;
ore 9.30: partenza degli Accompagnatori
64
ROTARY | G E N N A I O / F E B B R A I O 2 0 1 1
saggi o bollettini andrebbero inviati
con gli indirizzi in Ccn (occulto).
Si ricorda che il Boards of Directors
del RI, nel novembre del 2000, con la
decisione #166, stabilisce le linee guida per l’utilizzo delle comunicazioni
elettroniche nell’ambito rotariano.
I Club, i Distretti ed il Rotary International devono utilizzare i dati personali
forniti dai Soci esclusivamente per
scopi istituzionali e non è consentito
alcun trattamento dei dati non autorizzato che non sia in linea con le finalità
istituzionali del Club. ■
Gaetano Papa
per la visita ai Cimiteri Militari, al Museo
Archeologico e al Teatro Romano;
ore 13.00: rientro in Hotel e pranzo;
ore 15.30 partenza per la visita all’Istoriale
e passeggiata per il centro di Cassino;
ore 18.30: Assemblea Ordinaria della Compagnia dei Cavalieri Rotariani;
ore 20.30: conviviale e relazione su “Memorie e misteri della battaglia di Montecassino”.
SABATO 14 MAGGIO
ore 9.00: partenza dei Cavalieri;
ore 9.30 partenza degli Accompagnatori per
l’Abbazia di Casamari e visita alle grotte di
Pastena;
ore 13.30 pranzo;
ore 15.00: partenza per Gaeta e Formia con
Visita della Montagna spaccata del Cisternone e del Borgo medievale di Formia;
ore 20.30 cena interclub di gala “Cassino Gualdo Tadino” con il Governatore del Distretto 2080.
DOMENICA 15 MAGGIO
ore 9.30 tutti in partenza per l’Abbazia di
Montecassino con visita al Museo - Santa
Messa;
ore 13.30 ritorno in Hotel e pranzo dell’arrivederci. ■
SEGRETERIA
del COMITATO ORGANIZZATORE:
Loc. Casale 153
06023 GUALDO TADINO (PG)
Tel/Fax: 075-9145013 Cell:335-6223571
www.cavalierirotariani.it
[email protected]
I
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:37
Pagina 65
Il relatore di oggi…
mi ha ispirato.
ha allargato la mia visione del mondo.
mi ha reso fiero di essere un Rotariano.
Il relatore di oggi era . . .
RVM
I Rotary club di due Paesi dell’Asia stanno lavorando insieme
per rinverdire il deserto del Gobi, un albero alla volta.
Sponsorizzato in parte dai distretti del Rotary in Corea,
il progetto ha aiutato i club a piantare più di 250.000 alberi
e cespugli nell’Asia Centrale – anche nel cuore del deserto.
L’obiettivo delle foreste frangivento consiste nell’aiutare a
ridurre la desertificazione, diminuire le tempeste di sabbia
e migliorare la vita della popolazione della Mongolia.
Impara di più su questo ambizioso progetto nel nuovo video
intitolato “Sowing Hope”, (Seminare la speranza), disponibile
nell’ultima edizione di RVM: The Rotarian Video Magazine.
NUOVO: RVM 4.3
[ Guarda Le Tue Storie ]
su www.rotary.org/RVM.
shop.rotary.org | Tel +1 847-866-4600 | Fax +1 847-866-3276 | [email protected]
rotary gennaio_ok:Layout 1
28-01-2011
17:38
Pagina 66

Documenti analoghi