Scarica l`allegato

Commenti

Transcript

Scarica l`allegato
▲
▲
▲
INTERVISTA
Sergio Oltolini
Successo
previsto
Danaher Motion registra trend
significativi di crescita su tutti i mercati
grazie alla possibilità di fornire
al cliente soluzioni
e servizi per l’intera catena cinematica,
completa di controllo e Plc.
Anche in Italia la presenza si consolida
Alberto Favalessa,
responsabile della filiale italiana della Danaher Motion.
N
on sono ancora trascorsi dieci anni da quando la Danaher Corporation, holding americana con molteplici interessi nell’industria e non, ha deciso di costituire la divisione Motion, ma
questa multinazionale delle tecnologie del controllo del movimento di
strada ne ha fatta e molta, grazie a una decisa ed efficace politica di acquisizioni attuata negli Stati Uniti e in Europa.
Lo sbarco della Danaher Motion in Italia è del 2000 con l’apertura della sede a Bovisio Masciago, in provincia di Milano, affidata ad Alberto
Favalessa, al quale abbiamo chiesto di aiutarci ad approfondire la conoscenza di questa realtà.
perato il miliardo di dollari. A questo risultato il Nord America ha contribuito con circa 500 milioni di dollari e l’Europa con 400. I dipendenti nel mondo sono circa 6.100 e di questi 1.300 in Europa.
Progettare: E in Italia?
Favalessa: Nel 2006 abbiamo fatturato 35 milioni di dollari, in cre-
scita del 27% rispetto all’anno precedente. I dipendenti attualmente sono 15.
Progettare: Quali sono i marchi principali e i relativi prodotti in portafoglio?
Progettare: Dottor Favalessa, quali sono i numeri più significativi di Danaher Motion nel mondo e in Europa?
Favalessa: Nell’ultimo esercizio il giro d’affari complessivo ha su-
58
trasmissioni meccaniche & motion control 314
SETTEMBRE
2007
Favalessa: La nostra offerta comprende servomotori e azionamenti
Kollmorgen e Pacific Scientific, controlli Gidding & Lewis, riduttori di
precisione e attuatori lineari Thomson e Tollo.
INTERVISTA
A questi marchi va aggiunto un portafoglio che comprende quelli di Portescap, Superior Electric, Micron, Inland Motor, Seidel, IBL, InMotion
e molti altri ancora.
Progettare: Come è possibile far convivere sotto un unico tetto realtà che hanno storie, culture e prodotti così diversi?
Favalessa: Il principio è proprio quello dell'integrazione dei prodotti
senza sovrapposizioni. Potenzialmente possiamo fornire al cliente tutta
la catena cinematica completa di controllo e Plc. Pochissime società al
mondo sono in grado di fare altrettanto.
Progettare: Dottor Favalessa qual è la “mission” dell’azienda?
Favalessa: Essere potenzialmente l’interlocutore unico per il co-
struttore di macchine o l'utilizzatore finale, in grado di migliorare le prestazioni, riducendo i costi di integrazione dei prodotti, sia a livello di
comunicazione che a livello meccanico.
Progettare: Quali sono i plus che caratterizzano l’azienda nei
confronti della concorrenza?
I cilindri di sollevamento elettrici di
precisione Thomson serie T hanno una
corsa massima di 1,5 o 2 m.
Il carico è compreso tra 20.000 e 40.000 N, il
momento del carico tra 150 e 300 Nm. Con
un'accelerazione di 8 m/s2 i cilindri raggiungono
una velocità di 2 m/s. La riproducibilità ha una
tolleranza di ± 0,05 mm, il gioco è compreso
tra 0,18 e 0,21 mm.
ci viene riconosciuto a livello mondiale. Assicuriamo competenza nell'applicazione dei prodotti e quindi ottimizzazione dei risultati (produttività/costi).
Favalessa: "Best in class" in ognuna delle linee di prodotto presenti
nel portafoglio, ottenuta applicando in modo molto rigoroso il DBS (Danaher Business System) in tutto il mondo, uno strumento di lavoro che
Il nuovo sistema indexer rotativo
della Danaher Motion assicura una
riproducibilità fino a ± 1,2 secondi
di arco, senza gioco e con una precisione
di sistema fino a ± 26 secondi di arco.
Facile e veloce da programmare, il sistema
riesce ad andare in qualunque direzione, a
qualsiasi velocità e con qualsiasi angolo.
Progettare: Che cos’è il DBS?
Favalessa: La cultura dell’azienda: un insieme di strumenti di management mutuato liberamente dal famoso Sistema di Produzione della Toyota. In estrema sintesi il DBS chiede a ogni dipendente, dal portinaio al presidente, di impegnarsi alla ricerca di tutti i modi possibili
per migliore il proprio lavoro. Danaher è stata una delle prime negli Stati Uniti ad adottare la filosofia della qualità, del miglioramento continuo e della produzione snella e a portarla avanti con convinzione.
Progettare: Quali sono i settori più importanti per Danaher?
Favalessa: Avendo un portafoglio prodotti molto ampio, non ab-
biamo settori privilegiati. Abbiamo referenze qualificate nell’ambito delle macchine automatiche e dell’automazione della logistica, dei veicoli
e delle applicazioni navali.
Progettare: Che cosa è in grado di offrire la Danaher
Motion in termini di servizi ai clienti?
Favalessa: Prima di tutto una qualificata consulenza applicativa, la fornitura di sistemi completi; in secondo luogo una gestione della logistica facilitata con l’integrazione personalizzata di pro-
trasmissioni meccaniche & motion control 314
SETTEMBRE
2007 59
▲
▲
▲
INTERVISTA
dotti in loco; e poi ancora alternative multiple di soluzioni applicative
comprendenti servomotori, motoriduttori integrati, direct driver, unità
lineari.
Progettare: Danaher Motion ha partecipato alla recente
Hannover Messe. Quali sono le impressioni generali e quali i risultati ottenuti?
Favalessa: La Hannover Messe rimane un appuntamento importan-
te per il panorama mondiale dell'automazione. Le sensazioni che abbiamo
ricavato sono di una ripresa dell'economia molto sostenuta in Germania e di un continuo interesse del pubblico verso i prodotti con elevato
contenuto tecnologico.
Progettare: Sono state presentate novità da parte della Danaher Motion?
Favalessa: Molte e significative. In particolare voglio ricordare il Ser-
vostar 700, drive che si integra nella gamma Servostar 600-400-300, gli
attuatori industriali della serie PRO dedicati a impieghi in condizioni
particolarmente difficili e un nuovo sistema di viti a ricircolo di sfere
con il marchio Thomson.
Progettare: Dottor Favalessa quali sono le previsioni di fatturato per l’anno in corso?
I quattro cilindri di sollevamento elettrici di
precisione della serie EC sopportano carichi
massimi di 3.600, 7.200, 12.000 o
25.000 N, mentre la corsa massima standard
del modello più grande arriva a 1,5 m.
I cilindri si muovono a una velocità che raggiunge
1,28 o 1,33 m/s con un'accelerazione fino a 8m/s2.
Tutti i modelli EC presentano una tolleranza di
riproducibilità di 0,013 mm, con un gioco di 0,25
mm nelle varianti con vite a ricircolo di sfere e di
0,4 mm nei modelli con vite trapezia.
Il sistema di viti a ricircolo
di sfere di ultima generazione
distribuiti dalla Danaher Motion con il marchio
Thomson assicura precisione nel posizionamento,
affidabilità superiori e lunga durata.
Favalessa: I segnali di risveglio dell’economia italiana dell’anno scor-
so hanno trovato conferma nell’andamento positivo di tutti i comparti
industriali nel primo semestre dell’anno.
Questo ha fatto sì di rivedere al rialzo le stime di chiusura del nostro giro d’affari per l’anno in corso. Prevediamo di realizzare un fatturato di
43 milioni di dollari.
Progettare: Una spinta positiva viene anche dal favorevole
rapporto di cambio tra dollaro ed euro?
Favalessa: Per quanto ci riguarda, non beneficiamo del cambio in
quanto la maggior parte dei prodotti destinati al mercato italiano proviene da stabilimenti produttivi europei (Germania, Svezia, Repubblica Ceca).
Progettare: Un’ultima domanda. Nel corso dell’anno ha in
programma particolari iniziative di marketing e non?
Favalessa: Abbiamo deciso di dedicare particolare atten-
zione a due iniziative strategiche: la fornitura di sistemi completi per macchine automatiche multiasse complete di controllo, driver, motori e trasmissioni meccaniche (riduttori di
precisione e unità lineari) e il lancio degli attuatori della serie PRO nel settore navale e MOH (mobile off highway).
readerservice.it n. 55
60
trasmissioni meccaniche & motion control 314
SETTEMBRE
2007

Documenti analoghi