repubblica italiana bollettinoufficiale della regione calabria

Commenti

Transcript

repubblica italiana bollettinoufficiale della regione calabria
Poste Italiane - Spedizione in a.p.
Tab. “D” Aut. DCO/DC - CZ/038/2003
valida dal 4 febbraio 2003
Supplemento straordinario n. 5 al n. 22 dell’1 dicembre 2004
Parti I e II - Anno XXXV
REPUBBLICA ITALIANA
BOLLETTINO UFFICIALE
DELLA REGIONE CALABRIA
Catanzaro, sabato 11 dicembre 2004
DIREZIONE, REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE ● CATANZARO, VIALE DE FILIPPIS, 98 ● (0961) 856628-29
Le edizioni ordinarie del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria
sono suddivise in tre parti che vengono cosı̀ pubblicate:
Il 1o e il 16 di ogni mese:
PARTE PRIMA
●
ATTI DELLA REGIONE
SEZIONE I
◆
◆
◆
Leggi
Regolamenti
Statuti
SEZIONE II
◆
◆
◆
◆
◆
Decreti, ordinanze ed atti del Presidente della Giunta regionale
Deliberazioni del Consiglio regionale
Deliberazioni della Giunta regionale
Deliberazioni o comunicati emanati dal Presidente o dall’Ufficio
di Presidenza del Consiglio regionale
Comunicati di altre autorità o uffici regionali
PARTE SECONDA ● ATTI DELLO STATO
E DEGLI ORGANI GIURISDIZIONALI
SEZIONE I
◆
Provvedimenti legislativi statali e degli organi giurisdizionali
che interessano la Regione
SEZIONE II
◆
◆
Atti di organi statali che interessano la Regione
Circolari la cui divulgazione è ritenuta opportuna e gli avvisi prescritti dalle
leggi e dai regolamenti della Regione
Ordinariamente il venerdì di ogni settimana
PARTE TERZA ● ATTI DI TERZI
◆
◆
Annunzi legali
Avvisi di concorso
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
SOMMARIO
24333
DECRETO n. 18326 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzie di Viaggio. Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la trasformazione della filiale dell’Agenzia di Viaggi denominata «Tigabor Travel Agency» di Siderno (RC) ubicata a Locri in Via
Garibaldi n. 1, in Agenzia principale sotto la denominazione
«SkySun Travel & Tourism» e nomina dei sigg.ri Mario Procopio ed Elisa Procopio a Soci Accomandatari dell’Agenzia
in parola
pag. 24350
PARTE PRIMA
SEZIONE II
DECRETI DEI DIRIGENTI
DELLA REGIONE CALABRIA
DECRETO n. 18330 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina della
sig.ra Crupi Samantha ad unico socio accomandatario della
società «Agenzia Viaggi Donato di Crupi Samantha & C.»
titolare dell’omonima Agenzia di Viaggi sita in Pizzo (VV).
Direttore Tecnico: Crupi Samantha
pag. 24350
Dipartimento
ATTIVITA
v PRODUTTIVE
DECRETO n. 18317 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggio − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per il cambio della
ragione sociale della società Gaja Vacanze s.n.c. di Donati
Paola, titolare dell’Agenzia di Viaggi denominata «Blu Gaja»
e nomina Amministratore Unico
pag. 24349
DECRETO n. 18337 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina a Direttore Tecnico del sig. Denaro Giuseppe presso l’Agenzia di
Viaggi denominata «Capo Sud» (Condofuri Marina) in sostituzione del sig. Murone Antonio Michelangelo pag. 24351
DECRETO n. 18320 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18339 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzie di Viaggio. Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina della
sig.ra Antonietta Versace a Direttore Tecnico dell’Agenzia di
Viaggi «Le Meraviglie di Fabiola» sita in Rende (CS)
pag. 24349
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Revoca dell’Autorizzazione regionale n. 008492 del 23/7/2002 rilasciata
alla sig.ra Falcone Francesca per l’apertura di un’Agenzia di
Viaggi denominata la «Rosa Azzurra Viaggi e Turismo» con
sede in Crotone
pag. 24351
REGIONE
CALABRIA − PRESIDENZA
BOLLETTINO UFFICIALE
A V V I S O
U R G E N T E
Con delibera della Giunta Regionale n. 245 del 26 aprile 2004, pubblicata sul B.U.R. - Calabria n. 9 del 15 maggio 2004,
sono stati aggiornati i prezzi degli abbonamenti, delle inserzioni e le modalità di pagamento.
Pertanto, si riportano di seguito i nuovi prezzi e condizioni di vendita ed abbonamento.
Vendita:
— fascicolo ordinario di Parti I e II costo pari ad C 2,00; numero arretrato C 4,00;
— fascicolo di Supplemento straordinario, prezzo di copertina pari ad C 1,50 ogni 32 pagine;
— fascicolo di Parte III costo pari ad C 1,50; numero arretrato C 3,00;
Prezzi di abbonamento:
— Parti I e II abbonamento annuale C 75,00;
— Parte III abbonamento annuale C 35,00.
Condizioni di pagamento:
Il canone di abbonamento deve essere versato a mezzo di conto corrente postale n. 251884 intestato al «Bollettino
Ufficiale della Regione Calabria» − 88100 Catanzaro, entro trenta giorni precedenti la sua decorrenza, specificando nella
causale, in modo chiaro, i dati del beneficiario dell’abbonamento − cognome e nome (o ragione sociale), indirizzo completo di c.a.p. e Provincia − scritti a macchina o stampatello. La fotocopia della ricevuta postale del versamento del canone di abbonamento, deve essere inviata all’Amministrazione del B.U.R. - Calabria − Viale De Filippis, 98 − 88100
Catanzaro.
I fascicoli disguidati saranno inviati solo se richiesti alla Direzione del Bollettino Ufficiale entro trenta giorni dalla data
della loro pubblicazione.
24334
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18350 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18360 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Adilardi Cesare − Sede: Largo Toraldo Grimaldi − Comune:
Tropea − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Largo Toraldo Grimaldi − Comune: Tropea
pag. 24352
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Promotur s.r.l. − Sede: Località Pietrabianca − Comune:
Sangineto − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Pietrabianca − Comune: Sangineto
pag. 24377
DECRETO n. 18353 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Aquino Giovanni − Sede: C.da Cappuccini − Comune: Pietrafitta − Iniziativa: Arredamento ristorante − Località:
C.da Cappuccini − Comune: Pietrafitta
pag. 24354
DECRETO n. 18362 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Rizzuti Giuseppe − Sede: Via Taranto n. 11 − Comune: Cotronei − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Caprarella − Comune: Cotronei
pag. 24378
DECRETO n. 18354 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Caglianone Giulia − Sede: Via P. Mancini, 3 − Comune: Diamante − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante «L’Oasi» − Località: P.zza Municipio − Comune: Diamante
pag. 24358
DECRETO n. 18363 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
S.a.s. Turismo di Antonio Urso − Sede: Via Sicilia, 36 − Comune: Cotronei − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Villaggio Palumbo − Comune:
Cotronei
pag. 24379
DECRETO n. 18355 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Ciro Carmelo − Sede: Loc. Marina − Via Senatore Parodi, 70
− Comune: Vibo Valenzia − Iniziativa: Arredamento ristorante − Località: Marina − Via Senatore Parodi, 70 − Comune: Vibo Valenzia
pag. 24361
DECRETO n. 18356 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
C.M.M. sas di Cundari Gianfranco & C. − Sede: Via R. Montagna − Comune : Cosenza − Iniziativa: Ristrutturazione ed
arredamento ristorante «La Corte dei Miracoli» − Località:
Via R. Montagna − Comune: Cosenza
pag. 24366
DECRETO n. 18365 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Teleselling a r.l. − Piccola Cooperativa a r.l. − Sede: Largo
Prigioni − Comune: Catanzaro − Iniziativa: Ristrutturazione
ed arredamento ristorante − Località: Largo Prigioni − Comune: Catanzaro
pag. 24381
DECRETO n. 18367 del 9 novembre 2004
Liquidazione compensi spettanti ai componenti le commissioni regionale e provinciali di Cosenza, Reggio Calabria,
Vibo Valentia e Crotone per partecipazione alle sedute svoltasi nel 2° semestre 2003
pag. 24384
DECRETO n. 18357 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Drago Giampiero − Sede: Via Stazione 1 − Comune: San Fili
− Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante −
Località: Via Stazione 1 − Comune: San Fili
pag. 24373
DECRETO n. 18377 del 9 novembre 2004
Impresa COVIEL di Vincenzo Corda − Mis. 4.2 c) del POR
Calabria 2000/06. Liquidazione anticipazione del 20% del
contributo concesso di cui al D.D.G. n. 2475 del 16/3/2004
pag. 24385
DECRETO n. 18359 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Presta Gianfranco − Sede: Via Atena − Comune: Rende −
Iniziativa: Ristrutturazione, arredamento e attrezzatura ristorante «Il Conte» − Località: Contrada Santa Maria, 14 −
Comune: Rende
pag. 24374
DECRETO n. 18381 del 9 novembre 2004
Impresa CONFOR ASP s.r.l. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria 2000/06. Liquidazione anticipazione del 20% del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3252 del 26/3/2003
pag. 24386
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24335
DECRETO n. 18384 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18419 del 9 novembre 2004
Impresa Esperia S.p.A. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria
2000/06. Liquidazione stato avanzamento lavori pari al 50%
del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3258 del 26/3/2003
pag. 24387
LL.RR. 13/85 e 5/95 Erogazione II 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 9053/02
pag. 24393
DECRETO n. 18422 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18387 del 9 novembre 2004
Impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna Maria −
Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria 2000/06. Liquidazione a titolo di primo stato avanzamento lavori pari al 30% del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3247 del 26/3/2003
pag. 24388
R.R. n. 2/01 − Programma attività di spettacolo anno 2004
− Erogazione contributo a favore dell’Associazione Folk «I
Canterini di Spirito Santo» di Reggio Calabria
pag. 24393
DECRETO n. 18423 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18389 del 9 novembre 2004
Impresa Sagi s.r.l. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria
2000/06. Liquidazione a titolo di primo stato avanzamento
lavori pari al 30% del contributo concesso di cui al D.D.G.
n. 3242 del 26/3/2003
pag. 24389
DECRETO n. 18396 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 − Liquidazione
pag. 24390
DECRETO n. 18402 del 9 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 10882/03
pag. 24394
DECRETO n. 18426 del 9 novembre 2004
POR Calabria Asse IV Misura 4.3b. Sostegno alla progettazione e realizzazione di nuovi pacchetti e/o prodotti turistici da commercializzare attraverso gli strumenti finanziari
della Misura 4.3 e/o attraverso azioni promosse dagli stessi
operatori. Progetto: Rhegion Travel della Tourist Services
s.r.l. «Turismo Sociale»
pag. 24395
DECRETO n. 18428 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 − Liquidazione
pag. 24390
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Petrizzi D.D.G. 8482/04
pag. 24395
DECRETO n. 18404 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18429 del 9 novembre 2004
Legge regionale 13/85 − Provvedimento di Liquidazione
pag. 24391
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24396
DECRETO n. 18407 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18432 del 9 novembre 2004
Legge regionale 13/85 − Liquidazione
pag. 24391
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24396
DECRETO n. 18409 del 9 novembre 2004
Legge regionale n. 13/85 − Art. 65 comma n. 3 − Liquidazione Istituti Scolastici − Turismo Scolastico Montano 2003/
2004
pag. 24392
DECRETO n. 18413 del 9 novembre 2004
Liquidazione contributo comune S. Floro partecipazione
eventi
pag. 24393
DECRETO n. 18433 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24397
DECRETO n. 18435 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24397
24336
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18436 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18452 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 8482/04
pag. 24397
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco San Mango D’Aquino – D.D.G. 8482/04
pag. 24402
DECRETO n. 18439 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18454 del 10 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24398
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 4692/04 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati
pag. 24403
DECRETO n. 18441 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24398
DECRETO n. 18456 del 10 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati
pag. 24403
DECRETO n. 18442 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione
pag. 24399
DECRETO n. 18458 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Iscrizione all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche della Calabria della Pro Loco di Fiumefreddo Bruzio
pag. 24404
DECRETO n. 18443 del 9 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Baldrini Agenzia di
Spettacolo di Catanzaro
pag. 24399
DECRETO n. 18468 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Roccella Ionica – D.D.G. 8482/04
pag. 24404
DECRETO n. 18447 del 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Compagnia Teatrale
Dialettale «A. Trambia» di Catanzaro
pag. 24400
DECRETO n. 18469 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Grotteria – D.D.G. 8482/04
pag. 24405
DECRETO n. 18449 del 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Musica & Musica di
Cosenza
pag. 24400
DECRETO n. 18471 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Celico – D.D.G. 8482/04
pag. 24405
DECRETO n. 18450 del 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore dell’Associazione Culturale
Musico-Teatrale «Pentakaris» di Gallina di Reggio Calabria
pag. 24401
DECRETO n. 18472 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di San Benedetto Ullano – D.D.G. 8482/04
pag. 24406
DECRETO n. 18451 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco «T. Scarcella» di San Floro – D.D.G. 8482/04
pag. 24401
DECRETO n. 18473 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Cinquefrondi – D.D.G. 8482/04
pag. 24406
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18474 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Bonifati – D.D.G. 8482/04
pag. 24407
24337
DECRETO n. 18489 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3392 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Dinoro di Scarlato Maria Grazia – Via A. Volta (Palazzo
Fabiano), 106 – 87036 Rende (CS) – Posizione in graduatoria
n. 110 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24412
DECRETO n. 18475 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18492 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Bonifati – D.D.G. 10882/03
pag. 24407
Legge 215/92 – Decreto n. 3079 del 26 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta: Servizi di pompe funebri e attività connesse – Via
Martin L. King 5 – 89020 Melicucco – RC – Posizione in
graduatoria n. 11 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002 pag. 24413
DECRETO n. 18476 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Floro – D.D.G. 3711/03
pag. 24408
DECRETO n. 18496 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3275 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Diodati Maria Grazia – Via Nazionale Nuova Galleria –
87019 Spezzano Albanese (CS) – Posizione in graduatoria n.
49 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24415
DECRETO n. 18477 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18504 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Floro – D.D.G. 10882/03 pag. 24408
Legge 215/92 – Decreto n. 3349 del 28/3/2002 – Erogazione
seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla ditta
D.&G. Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil – 87036 Rende – Posizione in graduatoria n. 137 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24417
DECRETO n. 18479 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore
della Pro Loco di San Benedetto Ullano – D.D.G. 9053/02
pag. 24409
DECRETO n. 18482 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Cancellazione dall’Albo regionale
delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria – Pro
Loco di Caulonia
pag. 24409
DECRETO n. 18509 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3258 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta SA.LO. Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n.
32 – 89063 Melito Porto Salvo (RC) – Posizione in graduatoria n. 32 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24419
DECRETO n. 18512 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3421 del 28 marzo 2004 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Terra & Acqua di Giuffrè Caterina Via Amm. Curzoni
Prol. Nord – 89018 Villa San Giovanni – Posizione in graduatoria n. 149 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24421
DECRETO n. 18484 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18515 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Iscrizione all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche della Calabria. Pro Loco di Falerna
pag. 24410
Legge 215/92 – Decreto n. 3211 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta: Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri n. 40/1 Pontenisi,
n. 17 – 87020 Grisolia (CS) – Posizione in graduatoria n. 55 –
D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24423
DECRETO n. 18485 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18518 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Revoca decreto n. 3259 del 27/3/2002 di
concessione agevolazioni Legge 215/92. Imprenditoria Femminile – Ditta: Lara Antonietta Pansino Via G. Nicotera –
88046 Lamezia Terme – Progetto n. 2001/CL1/1098
pag. 24411
Legge 215/92 – Decreto n. 2871 del 22 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Sposato Roberta – Via Liguria – 89013 Gioia Tauro
(RC) – Posizione in graduatoria n. 22 – D.D.G./7 n. 62 del
9/1/2002
pag. 24424
24338
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18522 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18795 dell’11 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3460 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Il Mondo di Anna Pontari – Via del Torrione, 66 – 89100
Reggio Calabria – Posizione in graduatoria n. 179 – D.D.G./7
n. 62 del 9/1/2002
pag. 24426
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati. Cambio
denominazione
pag. 24438
DECRETO n. 18796 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18525 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3390 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Di Vietri Emilia – Via Filippini 27/39 – 89100 Reggio
Calabria – Posizione in graduatoria n. 108 – D.D.G./7 n. 62
del 9/1/2002
pag. 24428
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 17478/04 – Liquidazione
contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati
pag. 24438
DECRETO n. 18797 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione Io 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore
della Pro Loco di Spadola D.D.G. 8482/04
pag. 24439
DECRETO n. 18528 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3080 del 26 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Free Style di Ferrari Maria Antonietta – Via Mazzini,
22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Posizione in graduatoria n. 12 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002
pag. 24430
DECRETO n. 18798 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore
della Pro Loco di Spadola – D.D.G. 9053/02
pag. 24439
DECRETO n. 18799 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18788 dell’11 novembre 2004
D.D.G. n. 2016/2002 concernente incentivi automatici agli
investimenti di cui alle Leggi nn. 341/95 – 266/97 – art. 8,
comma 2 – 3o provvedimento di attuazione per fruizione delle
agevolazioni
pag. 24432
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Spadola – D.D.G. 10882/03
pag. 24440
DECRETO n. 18800 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18791 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 7819/04 – Liquidazione contributi Manifestazione «Carnevale della Piana»
pag. 24436
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Serra San Bruno – D.D.G. 10882/03
pag. 24440
DECRETO n. 18801 dell’10 novembre 2004
DECRETO n. 18792 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 17478/04 – Liquidazione
contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati
pag. 24436
DECRETO n. 18793 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Mango D’Aquino
pag. 24441
DECRETO n. 18802 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Pietro in Guarano – D.D.G. 3711/03
pag. 24441
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi Manifestazioni Turistico-Culturali estate 2003
pag. 24437
Dipartimento
AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA
DECRETO n. 18794 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 4692/04 – Liquidazione contributi Manifestazioni Turistico-Culturali estate 2003
pag. 24437
DECRETO n. 17580 del 27 ottobre 2004
Richiesta modifica Disciplinare Vini D.O.C. «Bivongi»
pag. 24442
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Dipartimento
SANITA
v
DECRETO n. 18206 dell’8 novembre 2004
24339
DECRETO n. 18624 dell’11 novembre 2004
Annullamento decreto n. 10848 del 9 luglio 2004, pubblicato sul Suppl. Straord. N. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004 – Accreditamento sede fomativa – Ente centro Studi Didattico Ambientale Sibarys
pag. 24448
Comune di Terravecchia – Riduzione zona rispetto cimiteriale. Autorizzazione
pag. 24443
DECRETO n. 18626 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18208 dell’8 novembre 2004
Rettifica Decreto accreditamento sede formativa – Ente
Accademia Musicale Internazionale Alto Tirreno – Belvedere Marittimo
pag. 24448
Recepimento accordo Stato-Regione del 17 giugno 2004,
rep. n. 2028 inerente i requisiti minimi e i criteri per il riconoscimento dei laboratori di analisi non annessi alle industrie alimentari ai fini dell’autocontrollo
pag. 24443
DECRETO n. 18631 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18610 del 10 novembre 2004
Complemento di Programmazione POR Calabria 20002006 – Asse III – Risorse Umane: adesione azioni di sistema
progetto interregionale «Clown: la medicina del sorriso».
Misura 3.5 azione «a». Trasferimento fondi alla Regione Toscana
pag. 24449
Riconoscimento trasferimento titolarità 1a sede farmaceutica del comune di Rocca di Neto dalla Dott.ssa Iacovino
Maria al Dott. Gallo Giovanni
pag. 24444
DECRETO n. 18656 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18862 del 15 novembre 2004
Nulla-osta al convenzionamento in conformità alla deliberazione n. 657 del 22/10/04 del D.G. dell’Az. O. di Reggio
Calabria avente ad oggetto: Convenzione con l’Ente Morale
Famiglia Germanò per il trattamento in residenza collettiva
domiciliare dei soggetti affetti da AIDS – Periodo 2004/2007
pag. 24445
Pagamento somme a favore della sig.ra Glene Galiano a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2671/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24450
DECRETO n. 18659 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Elena Marchese a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24450
DECRETO n. 18965 del 16 novembre 2004
Prosieguo dell’attività: «Unità di prevenzione in strada»
pag. 24446
Dipartimento
FORMAZIONE PROFESSIONALE
ED ECONOMATO
DECRETO n. 18667 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Costantino Caterina a seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del
Tribunale di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente
con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24451
DECRETO n. 18670 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18601 del 10 novembre 2004
Iniziativa Comunitaria Equal. Costituzione Commissione
per valutazione ricorsi avverso la graduatoria dei progetti di
cui all’avviso del 20 aprile 2004 pubblicato sulla G.U. n. 108
del 20 maggio 2004
pag. 24447
Pagamento somme a favore della sig.ra Immacolata
Mazzei a seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del
Tribunale di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente
con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24451
DECRETO n. 18678 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18623 dell’11 novembre 2004
Accreditamento sedi formative – Ente Associazione Protema
pag. 24447
Pagamento somme a favore del sig. Luciano Raso a seguito
dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale di Catanzaro per la causa n. 3377/03 pendente con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24452
24340
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18685 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18745 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Deborah Lopez a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24452
Rettifica Decreto n. 10880 del 9/7/04 ad oggetto Accreditamento sedi formative Ente – Istituto Tecnico Comm.le Statale «L. Palma»
pag. 24458
DECRETO n. 18748 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18704 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Argirò Albina a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24453
Revoca Decreto n. 11170 del 3/7/04 ad oggetto: Accreditamento sedi formative Ente – Efei Calabria
pag. 24458
DECRETO n. 18804 del 12 novembre 2004
DECRETO n. 18707 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Aloi Anna Maria a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2671/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti
pag. 24454
DECRETO n. 18710 dell’11 novembre 2004
Erogazione 70%, codice n. 16843, a favore dell’Ente Anabasis Associazione np per il progetto di Formazione Professionale nell’apprendistato annualità 2003. Art. 16 Legge
196/97 ed art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144
pag. 24454
DECRETO n. 18726 dell’11 novembre 2004
Progetto FIELD/PEC – Delibera CIPE n. 138/00 e 48/01 –
D.G.R. n. 1084/2002. Conferimento incarico professionale al
Dott. Vincenzo Marino
pag. 24459
DECRETO n. 18805 del 12 novembre 2004
Progetto FIELD/PEC – Delibera CIPE n. 138/00 e 48/01 –
D.G.R. n. 1084/2002. Conferimento incarico professionale al
Dott. Marco Imperiale
pag. 24459
DECRETO n. 18806 del 12 novembre 2004
Progetto FIELD – D.G.R. n. 1084/2002 e D.D.G. n. 15850/
2002. Approvazione procedura per affidamento servizi inerenti il Seminario di Affiancamento Progettuale per i giorni
12, 26, 27 novembre 2004
pag. 24459
Erogazione 70%, codice n. 16841, a favore dell’Ente Anabasis Associazione np per il progetto di Formazione Professionale nell’Apprendistato annualità 2003. Art. 16 Legge
196/97 ed art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144
pag. 24455
DECRETO n. 18837 del 12 novembre 2004
DECRETO n. 18731 dell’11 novembre 2004
Nomina Commissione per l’approvazione di una short-list
di Consulenti Senior/Junior per il Progetto FIELD – D.G.R.
n. 1084/2002 – D.D.G. n. 15850/2002
pag. 24459
Erogazione 70% a favore dell’Ente CIFAP per il progetto
di Formazione Professionale nell’Obbligo formativo annualità 2003. Art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144, codice n. 16607
pag. 24456
DECRETO n. 19111 del 17 novembre 2004
DECRETO n. 18736 dell’11 novembre 2004
Abrogazione Decreto n. 18351 del 9/10/2004. Nuovo Decreto afferente Compenso collaboratore professionale Staff
di direzione tecnica e amministrativa – Progetto FIELD –
Liquidazione periodo: 1/4-13/9/2004
pag. 24459
Integrazione Decreto n. 10796 del 9/7/2004 «Approvazione
elenco delle Sedi non accreditate e degli enti rinunciatari»
pag. 24457
DECRETO n. 19116 del 17 novembre 2004
DECRETO n. 18742 dell’11 novembre 2004
Accreditamento sedi formative – Coop. Soc. a r.l. Il Sentiero
pag. 24457
Compensi collaboratori professionali Segreteria tecnica ed
amministrativa – Progetto FIELD – Liquidazione periodo:
agosto-settembre 2004 per i sig.ri: Munı̀ Stefania; La Porta
Luigi; Anna Carnuccio; Vincenza Mazzitello; Giuseppina
Grandizio, Cinzia Nania. Revoca del D.D. n. 18347 del 9 novembre 2004
pag. 24459
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
AVVOCATURA REGIONALE
DECRETO n. 17600 del 27 ottobre 2004
CT n. 2241/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ordinanza n. 660/04 – Laboratorio di Analisi Cliniche «Biomedical» c/Regione Calabria,
nonché ASL n. 9 di Locri – Determinazione di proporre ricorso al Consiglio di Stato nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Benito Spanti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24460
DECRETO n. 17601 del 27 ottobre 2004
CT n. 1931/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ricorso – Quttrone Fortunato
c/Regione Calabria + altri (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di proposizione di ricorso nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24460
DECRETO n. 17603 del 27 ottobre 2004
CT n. 1843/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ricorso – Quttrone Fortunato
c/Regione Calabria + altri (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di proposizione di ricorso nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24461
DECRETO n. 17669 del 27 ottobre 2004
CT n. 2094/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 587/03 – Regione Calabria c/Bova Caterina – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24462
DECRETO n. 17729 del 28 ottobre 2004
CT n. 2116/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 624/03 – Regione Calabria c/Bova Caterina – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24462
24341
DECRETO n. 17731 del 28 ottobre 2004
CT n. 2846/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Giorgi Antonio c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24463
DECRETO n. 17732 del 28 ottobre 2004
CT n. 2847/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Di Giorgio Antonia c/INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24464
DECRETO n. 17733 del 28 ottobre 2004
CT n. 2848/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Dimasi Fortunata c/INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24464
DECRETO n. 17734 del 28 ottobre 2004
CT n. 2718/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Coluccio Teresa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24465
DECRETO n. 17735 del 28 ottobre 2004
CT n. 1459/04 – Tribunale civile di Reggio Calabria – Atto
di citazione − Canzonieri Orazio e Luigi c/Comune di Reggio
Calabria, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Regione Calabria (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24465
DECRETO n. 17736 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 17730 del 28 ottobre 2004
CT n. 2110/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 527/03 – Regione Calabria c/Lo Faro Rocco – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24463
CT n. 2711/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Italiano Maria Assunta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica
e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione
di Reggio Calabria
pag. 24466
24342
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 17737 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 18084 del 4 novembre 2004
CT n. 2024/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caminiti Antonino c/Regione Calabria (Dipart.
Organizz. e Personale) – Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico
all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24466
CT n. 2878/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Zannino Rocco c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24469
DECRETO n. 17740 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 18087 del 4 novembre 2004
CT n. 2702/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 1019/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Anna Ferraina c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale
pag. 24467
CT n. 2780/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Minniti Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24470
DECRETO n. 17741 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 18089 del 4 novembre 2004
CT n. 2734/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 690/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Gilda Naccarato c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale
pag. 24467
CT n. 2781/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Scalia Maria c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24471
DECRETO n. 17746 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 18093 del 4 novembre 2004
CT n. 2701/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 1018/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Anna Ferraina c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale
pag. 24468
CT n. 2784/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Commisso Felice c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24471
DECRETO n. 18075 del 4 novembre 2004
DECRETO n. 18108 del 4 novembre 2004
CT n. 1253/02 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Ricorso in appello – Comunità Montana «Aspromonte Orientale» c/Regione Calabria e Gagliardi Annunziato – Determinazione di resistenza in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24468
CT n. 2783/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Brizzi Francesco c/Ministero del Tesoro, Ministero
dell’Interno, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24472
DECRETO n. 18076 del 4 novembre 2004
DECRETO n. 18111 del 4 novembre 2004
CT n. 1251/02 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Ricorso in appello – Comunità Montana «Aspromonte Orientale» c/Regione Calabria e De Lorenzo Filippo – Determinazione di resistenza in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24469
CT n. 2880/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – Ferraro Armando c/Ministero del Tesoro e
Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 24472
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24343
DECRETO n. 18114 del 4 novembre 2004
DECRETO n. 18212 dell’8 novembre 2004
CT n. 2827/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – Mentino Antonio c/Ministero del Tesoro e
Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 24473
CT n. 1280/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Benvenuto Lidia c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24477
DECRETO n. 18117 del 4 novembre 2004
CT n. 2881/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – La Gamba Giacomo c/Ministero del Tesoro e Regione Calabria − Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico
all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 24473
DECRETO n. 18213 dell’8 novembre 2004
CT n. 1657/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Belcastro Filotea c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24477
DECRETO n. 18215 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18134 del 4 novembre 2004
CT n. 3020/90 – DDG n. 16073 del 6/10/2004 – Giudice di
Pace di Reggio Calabria – Sentenza n. 83/02 – Atto di citazione in appello – Laganà Filippo c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Determinazione di correzione errore materiale –
Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24474
CT n. 1776/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Macrı̀ Maria Rosa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24478
DECRETO n. 18216 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18138 del 4 novembre 2004
CT n. 2830/04 – Tribunale Civile di Reggio Calabria – D.I.
n. 509/04 – De Tommasi Mario c/Regione Calabria – Determinazione di opposizione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24474
CT n. 2091/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Minnici Carmela c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24478
DECRETO n. 18217 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18142 del 4 novembre 2004
CT n. 2484/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Ricorso – Filardi Martino c/Regione Calabria
(Personale) – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale
pag. 24475
CT n. 1771/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Maisano Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24479
DECRETO n. 18218 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18173 del 5 novembre 2004
CT n. 2993/04 – TAR Calabria di Catanzaro – Ricorso –
Publitours S.a.s. c/Regione Calabria + 1 – Determinazione di
costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale
pag. 24475
CT n. 1781/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – De Leo Antonia c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24479
DECRETO n. 18219 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18174 del 5 novembre 2004
CT n. 2787/04 – TAR Calabria di Catanzaro – Ricorso –
Comitato di Quartiere Vası̀ ed altri c/Regione Calabria ed
altri – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di
un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale
pag. 24476
CT n. 1876/04 – Tribunale di Reggio Calabria – Sezione
lavoro – Ricorso – Idà Maria Antonietta c/Regione Calabria
(Dipartimento Organizzazione e Pers.) – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24480
24344
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18220 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18227 dell’8 novembre 2004
CT n. 2136/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Gerace Nicolina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24480
CT n. 45/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro –
Ricorso – Mafrici Maria c/INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24484
DECRETO n. 18221 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18228 dell’8 novembre 2004
CT n. 2292/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Baggetta Rosina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24481
CT n. 1788/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Piscioneri Giuseppe c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24485
DECRETO n. 18222 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18229 dell’8 novembre 2004
CT n. 2506/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Luverà Antonia c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24481
CT n. 2085/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Chiarini Emilio c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24485
DECRETO n. 18223 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18230 dell’8 novembre 2004
CT n. 1428/04 – Tribunale Civile di Palmi − Sezione lavoro
– Ricorso – Fossari Maria Concetta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria pag. 24482
CT n. 2087/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Alfarano Mario Sole c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24486
DECRETO n. 18224 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18233 dell’8 novembre 2004
CT n. 2118/04 – Tribunale Civile di Reggio Calabria – Sezione lavoro – Ricorso – Barillà Annunziata c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24483
CT n. 2088/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Giampaolo Sebastiano c/Ministero dell’Interno,
Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24486
DECRETO n. 18225 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18234 dell’8 novembre 2004
CT n. 2385/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Riganò Vincenzo c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24483
CT n. 108/92 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Atto
di appello – Giampaolo Giuseppe c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24487
DECRETO n. 18226 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18237 dell’8 novembre 2004
CT n. 44/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro –
Ricorso – Maisano Aldo c/INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24484
CT n. 1857/04 – Tribunale Civile di Catanzaro – Sezione
lavoro – Ricorso – Maimone Francesca c/Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24487
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24345
DECRETO n. 18238 del 8 novembre 2004
DECRETO n. 18246 dell’8 novembre 2004
CT n. 1235/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24488
CT n. 2722/04 – Ricorso al TAR Catanzaro – Davoli Filomena c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Assegnazione incarico
di difensore all’avv. Mariano Calogero dell’Avvocatura regionale
pag. 24491
DECRETO n. 18247 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18240 del 8 novembre 2004
CT n. 1234/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24489
DECRETO n. 18241 del 8 novembre 2004
CT n. 1236/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24489
DECRETO n. 18242 del 8 novembre 2004
CT n. 1233/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24490
CT n. 2941/04 – Tribunale di Vibo Valentia – Atto di citazione – Riccardo De Riso Paparo/Regione Calabria + 1 – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale, con domiciliazione esterna
pag. 24492
DECRETO n. 18248 dell’8 novembre 2004
CT n. 2513/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Montanari Maria Assunta c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv.
Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 24492
DECRETO n. 18249 dell’8 novembre 2004
CT n. 2558/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Macrı̀ Maria Caterina c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24493
DECRETO n. 18250 dell’8 novembre 2004
CT n. 279/91 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza n.
610/03 – Regione Calabria c/Ditta Caruso Giuseppe – Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24494
DECRETO n. 18243 del 8 novembre 2004
CT n. 2816/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. staccata di
Siderno – Atto di citazione per chiamata in garanzia –
Azienda Sanitaria Locale n. 9 di Locri c/Studio Radiologico
Fiscer Sas nonché Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24490
DECRETO n. 18251 dell’8 novembre 2004
CT n. 200/01 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Atto
di appello – Marra Renato ed altri c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24494
DECRETO n. 18252 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18245 dell’8 novembre 2004
CT n. 3051/04 – Ricorso al TAR Calabria – Caruso Benito
c/Regione Calabria + altri – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura regionale
pag. 24491
CT n. 2695/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Ameduri Francesco c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24495
24346
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18253 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18260 del 9 novembre 2004
CT n. 2522/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Gagliostro Vincenzo c/Ministero della Salute e
Regione Calabria (Dipartimento Sanità) – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24495
CT n. 2623/04 – Giudice di Pace di Bianco − Atto di citazione – Maiorana Vincenzo c/Regione Calabria (Dipartimento Foreste – Forestazione – Prot. Civile) – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24499
DECRETO n. 18261 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18254 dell’8 novembre 2004
CT n. 2807/03 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Panetta Libera c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 24496
CT n. 630/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Pirilli Caterina c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24499
DECRETO n. 18262 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18255 dell’8 novembre 2004
CT n. 2142/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Ciurleo Rosa c/Ministero dell’Interno, Ministero
dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24496
DECRETO n. 18256 dell’8 novembre 2004
CT n. 2771/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Vozzo Carmela c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria
pag. 24497
CT n. 631/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Russo Angela c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24500
DECRETO n. 18263 del 9 novembre 2004
CT n. 632/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Gullı̀ Salvatore c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24500
DECRETO n. 18264 del 9 novembre 2004
CT n. 634/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Manucra Rocco c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24501
DECRETO n. 18257 del 9 novembre 2004
CT n. 1371/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Amato Antonia c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 24497
DECRETO n. 18265 del 9 novembre 2004
CT n. 991/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Santaiti Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24501
DECRETO n. 18258 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18266 del 9 novembre 2004
CT n. 1559/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rao Serafino c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria
pag. 24498
CT n. 1028/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Sicari Rocco Antonio c/Ministero dell’Economia
e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24502
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24347
DECRETO n. 18267 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18274 del 9 novembre 2004
CT n. 1063/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Bova Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24502
CT n. 2379/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rizzitano Caterina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24506
DECRETO n. 18268 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18275 del 9 novembre 2004
CT n. 1121/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Auddino Teresa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv.
Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria
pag. 24503
CT n. 2380/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Simari Concetta c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24507
DECRETO n. 18269 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18276 del 9 novembre 2004
CT n. 1455/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Modafferi Giuseppe c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24503
CT n. 2686/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caratozzolo Carmelo c/Ministero dell’Economia
e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24507
DECRETO n. 18270 del 9 novembre 2004
CT n. 1477/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rottura Serafina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24504
DECRETO n. 18277 del 9 novembre 2004
CT n. 2705/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Ventra Antonia c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria
pag. 24508
DECRETO n. 18271 del 9 novembre 2004
CT n. 2260/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Avignone Pasquale c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24505
DECRETO n. 18463 del 10 novembre 2004
CT n. 2458/04 – Tribunale civile di Rossano – Sisca Cataldo c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in
giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppe Naimo, con delega e domiciliazione esterna
(Politiche del lavoro)
pag. 24508
DECRETO n. 18272 del 9 novembre 2004
CT n. 2323/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caccamo Maria Concetta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria pag. 24505
DECRETO n. 18273 del 9 novembre 2004
CT n. 2374/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Gaglioti Carmela c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria
pag. 24506
DECRETO n. 18465 del 10 novembre 2004
CT n. 2424/04 – Tribunale civile di Castrovillari – Carbonara Nicola Giacomo ed altri c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore –
Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo, con delega e
domiciliazione esterna (Agricoltura)
pag. 24509
DECRETO n. 18467 del 10 novembre 2004
CT n. 2889/04 – Ricorso per decreto ingiuntivo avanti il
Tribunale di Catanzaro – G.L. – Vatrano Domenico/Regione
Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo (Politiche del lavoro)
pag. 24509
24348
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18470 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18719 dell’11 novembre 2004
CT n. 161/2003 – Tribunale Amministrativo Regionale Catanzaro – Comune di Bonifati c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione e nomina di difensore – Conferimento
incarico all’avv. Domenico Gullo (Dipartimento dell’Ambiente)
pag. 24510
CT n. 3085/2004 – Tribunale di Crotone – Sezione lavoro –
Giudizio promosso c/Regione Calabria ed altri da: Andali
Maria Antonia – Determinazione di costituzione in giudizio e
nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale
pag. 24512
DECRETO n. 18478 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18720 dell’11 novembre 2004
CT n. 510/99 – Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria – Catanzaro – Ricorso proposto da Pagliaro Ignazia
e Pagliaro Giuliana c/Regione Calabria – Determinazione di
sostituzione difensore − Conferimento incarico all’avv.
Sandro Boccucci
pag. 24510
CT n. 3119/2004 – Tribunale di Crotone – Sezione lavoro –
Giudizio promosso c/Regione Calabria ed altri da: Maddalone Pasquale – Determinazione di costituzione in giudizio e
nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale
pag. 24513
DECRETO n. 18713 dell’11 novembre 2004
CT nn. 1933, 3146/04 – Regione Calabria/Restuccia Pasqualino – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore (Forestazione) – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppe Naimo
pag. 24511
DECRETO n. 18714 dell’11 novembre 2004
CT n. 2109/00 – Corte d’Appello di CZ – G.L. – appello
avverso sentenza n. 20/03 del Tribunale di Castrovillari – La
Padula Antonio/Regione Calabria (Personale) – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore –
Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo
pag. 24511
DECRETO n. 18716 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3093 - 3094/2004 – Tribunale di Lamezia Terme –
Sezione lavoro – Giudizi promossi c/Regione Calabria ed
altri da: Di Cello Antonio, Ferrari Franco – Determinazione
di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura
regionale
pag. 24512
DECRETO n. 18721 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3108 - 3109 - 3110 - 3111 - 3112 - 3113 - 3114/2004
– Tribunale di Catanzaro – Sezione lavoro – Giudizi promossi
c/Regione Calabria ed altri da: Caparotta Francesco, Madia
Maria, Bilotta Concetta, Arone Francesco, Paone Annina, De
Santis Caterina, Astorino Antonio – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento
incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale
pag. 24513
DECRETO n. 18724 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3008 - 3009 - 3010 - 3011 - 3012 - 3013/2004 –
Tribunale di Catanzaro – Sezione lavoro – Giudizi promossi
c/Regione Calabria ed altri da: Tino Caterina, Macrina Rosario, Fiorenza Vincenzo, Primerano Assunta, Posca Maria,
Maiolo Caterina – Determinazione di costituzione in giudizio
e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv.
Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale
pag. 24514
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
PARTE PRIMA
SEZIONE II
DECRETI DEI DIRIGENTI
DELLA REGIONE CALABRIA
Dipartimento
ATTIVITA
v PRODUTTIVE
DECRETO n. 18317 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggio − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per il cambio della
ragione sociale della società Gaja Vacanze s.n.c. di Donati
Paola, titolare dell’Agenzia di Viaggi denominata «Blu Gaja»
e nomina Amministratore Unico.
24349
— di concedere alla società Gaja Vacanze s.n.c. di Donati
Paola, l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per il
cambio della ragione sociale in Gaja Vacanze s.n.c. di Donati
Paola.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18320 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzie di Viaggio. Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina della
sig.ra Antonietta Versace a Direttore Tecnico dell’Agenzia di
Viaggi «Le Meraviglie di Fabiola» sita in Rende (CS).
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/95 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/95 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
ATTESO che la società «Gaia Vacanze s.n.c.» di Dodaro Francesca e Donati Paola corrente in Cosenza, titolare dell’Agenzia
di Viaggi e Turismo denominata «Blu Gaja» sita in Cosenza in
Corso d’Italia n. 126/128, ha presentato istanza a questo Assessorato tendente ad ottenere l’autorizzazione regionale ai sensi
della L.R. 13/95 art. 17, per il cambio della ragione sociale da
Gaja Vacanze s.n.c. di Dodaro Francesca e Donati Paola in «Gaja
Vacanze s.n.c. di Donati Paola», nonché la nomina ad Amministratore Unico della solo sig.ra Donati Paola, in seguito alla cessione delle quote relative alla sig.ra Dodaro Francesca.
ATTESO che la direzione tecnica della predetta Agenzia rimane affidata alla stessa sig.ra Donati Paola.
ATTESO che la sig.ra Antonietta Versace, nata a Melito Porto
Salvo (RC) il 26/10/1961 ed ivi residente in Via Sandro Pertini
n. 21, ha presentato istanza a questo Assessorato tendente ad ottenere l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 art.
17, per la propria nomina a Direttore Tecnico dell’Agenzia di
Viaggi denominata «Le Meraviglie di Fabiola» sita in Rende
(CS) alla Via Don Minzioni n. 72, essendo abilitata a tale professione ed iscritta all’Albo regionale dei direttori tecnici della Regione Calabria, in sostituzione della sig.ra Forte Fabiola.
PRESO ATTO della documentazione prodotta, che risulta essere conforme a quanto richiesto dalla normativa vigente.
PRESO ATTO del parere della Questura di Reggio Calabria in
merito al possesso dei requisiti di cui agli artt. 11 e 12 del T.U. di
PS riguardante la sig.ra Antonietta Versace.
VISTI:
PRESO ATTO della documentazione prodotta, che risulta essere conforme a quanto richiesto dalla normativa vigente.
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
VISTI:
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
— la D.G.R. n. 946/02;
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2003.
— la D.G.R.R. n. 946/02;
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2002.
DECRETA
Per i motivi specificate in premessa:
— di concedere alla sig.ra Donati Paola, nata a Crotone il 25
agosto 1969 e residente in Rovito alla Via Palazzo n. 9, C.F.
DNTPLA69M65D122U, l’autorizzazione regionale ai sensi dell’art. 17 della L.R. 13/95, per la propria nomina ad Amministratore Unico dell’Agenzia di Viaggi denominata «Blu Gaia» sita in
Cosenza al Corso d’Italia n. 126/128
DECRETA
— di concedere alla sig.ra Antonietta Versace, nata a Melito
Porto Salvo (RC) il 26/10/1961 ed ivi residente in Via Sandro
Pertini n. 21, l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R.
n. 13/95 art. 17, per assumere la direzione tecnica dell’Agenzia
di Viaggi denominata «Le Meraviglie di Fabiola», con sede in
Rende (CS) alla Via Don Minzoni n. 72
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
24350
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18326 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzie di Viaggio. Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la trasformazione della filiale dell’Agenzia di Viaggi denominata «Tigabor Travel Agency» di Siderno (RC) ubicata a Locri in Via
Garibaldi n. 1, in Agenzia principale sotto la denominazione
«SkySun Travel & Tourism» e nomina dei sigg.ri Mario Procopio ed Elisa Procopio a Soci Accomandatari dell’Agenzia
in parola.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/1995 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
ATTESO che i sigg.ri Procopio Mario, nato a Locri (RC) il
14/2/1973 ed ivi residente in Via Matteotti I Trav. n. 4, C.F.
PRCMRA73814D976R, e, Procopio Elisa, nata a Locri (RC) il
19/5/1981 ed ivi residente in Via Matteotti I Trav. n. 4, C.F.
PRCLSE81E59D976X, in qualità di Soci accomandatari della
società Skysun Travel and Tourism di Procopio Mario ed Elisa &
C., avendo acquistato l’attività della filiale dell’Agenzia di
Viaggi denominata Tigabor Travel Agency di Siderno (RC), ubicata a Locri in Via Garibaldi n. 1, hanno presentato istanza a
questo Assessorato tendente ad ottenere l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la trasformazione della predetta
filiale in Agenzia principale denominata «SkySun Travel & Tourism», nonché la propria nomina a Soci Accomandati della
stessa.
ATTESO che la direzione tecnica della predetta Agenzia rimane affidata al sig. Canzonieri Giuseppe.
PRESO ATTO della documentazione prodotta, che risulta essere conforme a quanto richiesto dalla normativa vigente.
PRESO ATTO del parere della Questura di Reggio Calabria in
merito al possesso dei requisiti di cui agli artt. 11 e 12 del T.U. di
PS riguardanti i sigg.ri Mario Procopio ed Elisa Procopio.
PRESO ATTO della nota informativa del Ministero delle Attività Produttive − Direzione Generale per il Turismo − in merito
alla denominazione «SkySun Travel & Tourism» da attribuire
alla su citata Agenzia.
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa:
— di concedere ai sensi della L.R. 13/95 l’autorizzazione regionale per la trasformazione della filiale dell’Agenzia di Viaggi
Tigabor Travel Agency di Siderno (RC), ubicata a Locri (RC) in
Via Garibaldi n. 1, in Agenzia principale sotto la denominazione
«SkySun Travel & Tourism»;
— di concedere ai sigg.ri Procopio Mario, nato a Locri il 14/
2/1973 ed ivi residente in Via Matteotti I Trav. n. 4, C.F.
PRCMRA73814D976R, e, Procopio Elisa, nata a Locri (RC) il
19/5/1981 ed ivi residente in Via Matteotti I Trav. n. 4 C.F.
PRCLSE81E59D976X, l’autorizzazione regionale ai sensi della
L.R. 13/95, per la propria nomina a Soci Accomandatari della
predetta Agenzia;
— l’autorizzazione regionale al sig. Giuseppe Canzonieri per
continuare a svolgere l’attività di Direttore Tecnico;
— di autorizzare l’Agenzia in parola a svolgere le attività di
cui all’art. 3 lettera A e B e tutte le attività preste dall’art. 4;
— di confermare in Euro 85.215,39 l’importo del deposito
cauzionale dovuto dai sigg.ri Mario Procopio ed Elisa Procopio.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18330 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina della
sig.ra Crupi Samantha ad unico socio accomandatario della
società «Agenzia Viaggi Donato di Crupi Samantha & C.»
titolare dell’omonima Agenzia di Viaggi sita in Pizzo (VV).
Direttore Tecnico: Crupi Samantha.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
CONSIDERATO che i sigg.ri: Mario Procopio ed Elisa Procopio, in qualità di Soci Accomandatari, hanno dichiarato di
voler svolgere le attività di cui all’art. 3 comma 1 lett. A e B e
tutte le attività previste dall’art. 4 della L.R. 13/95, per cui il
deposito cauzionale pari a Euro 85.215,39 (ottantacinquemiladuecentoquindici/39), determinato dalla G.R. con delibera
n. 4100 del 31/7/1995, da versarsi alla Tesoreria della Regione
Calabria entro trenta giorni dalla data di richiesta da parte di
questo Assessorato.
CONSIDERATO che i sigg.ri Mario Procopio ed Elisa Procopio hanno l’obbligo di versare la tassa di rilascio sulle concessioni regionali ai sensi della L.R. n. 9 dell’8/9/1993 art. 48
comma 4 e 5.
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/1995 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
ATTESO che la sig.ra Crupi Samantha nata a Pizzo (VV) il
7/2/1977 C.F. CRPSNT77B47G722X ed ivi residente in Via
Idra, in qualità di socio accomandatario dell’Agenzia di Viaggi
denominata «Agenzia Viaggi Donato s.a.s. di Donato Antonio &
C.» con sede a Pizzo alla Via delle Grazie n. 1, avendo acquistato
la quota societaria del sig. Donato Antonio, ha presentato istanza
a questo Assessorato tendente ad ottenere l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 art. 17 per la propria nomina ad
unico socio accomandatario della predetta Agenzia sotto la denominazione sociale «Agenzia Viaggi Donato di Crupi Samantha
& C.».
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
ATTESO che la direzione tecnica della predetta Agenzia sarà
assunta dalla stessa sig.ra Crupi Samantha, nata a Pizzo (VV) il
7/2/1977 ed ivi residente in Via Idra, essendo abilitata a tale professione ed iscritta regolarmente all’Albo dei direttori tecnici
della Regione Calabria, in sostituzione del sig. Donato Antonio.
— la D.G.R. n. 946/02;
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2003.
PRESO ATTO della documentazione prodotta, che risulta essere conforme a quanto richiesto dalla normativa vigente.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
PRESO ATTO del parere della Questura di Vibo Valentia in
merito al possesso dei requisiti di cui agli artt. 11 e 12 del TU di
PS riguardanti la sig.ra Crupi Samantha.
PRESO ATTO del parere favorevole espresso dalla FIAVET
Calabria.
CONSIDERATO che la sig.ra Crupi Samantha, in qualità di
unico socio accomandatario, ha dichiarato di continuare a svolgere le attività di cui all’art. 3 comma 1 lett. B della L.R. 13/95, il
deposito cauzionale pari a Euro 15.493,70 (quindicimilaquattrocentonovantatre/70) determinato dalla G.R. con delibera n. 4100
del 31/7/1995, alla Tesoreria della Regione Calabria entro trenta
giorni dalla data di richiesta da parte di questo Assessorato.
a questo Assessorato tendente ad ottenere l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 art. 17, per la nomina a Direttore
Tecnico della predetta Agenzia il sig. Denaro Giuseppe nato a
Melito Porto Salvo (RC) il 7/1/1977 ivi residente in Via Nazionale n. 82, essendo abilitato a tale professione ed iscritto all’Albo
regionale dei Direttori Tecnici della Regione Calabria, in sostituzione del sig. Murone Antonio Michelangelo.
PRESO ATTO della documentazione prodotta, che risulta essere conforme a quanto richiesto dalla normativa vigente.
PRESO ATTO del parere della Questura di Reggio Calabria in
merito al possesso dei requisiti di cui agli artt. 11 e 12 del T.U. di
PS riguardante il sig. Denaro Giuseppe.
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
24351
— la D.G.R.R. n. 946/02;
— la D.G.R.R. n. 946/02;
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2003.
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2002.
DECRETA
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa:
— di concedere alla sig.ra Crupi Samantha, nata a Pizzo (VV
il 7/2/1977 ed ivi residente in Via Idra, unico socio accomandatario della società «Agenzia Viaggi Donato di Crupi Samantha &
C.», corrente in Pizzo (VV), titolare dell’omonima Agenzia di
Viaggi sita in Pizzo in Via delle Grazie n. 1, l’autorizzazione
regionale ai sensi della L.R. 13/95 art. 17 per la propria nomina
ad unico socio accomandatario della predetta Agenzia;
— di concedere alla sig.ra Crupi Samantha, nata a Pizzo (VV)
il 7/2/1977 ed ivi residente in Via Idra, l’autorizzazione regionale per assumere la direzione tecnica della predetta Agenzia, in
sostituzione del sig. Donato Antonio;
— di autorizzare l’Agenzia in parola a continuare a svolgere
le attività previste dall’art. 3 comma 1 lett. B della L.R. 13/95;
— di confermare in Euro 15.493,70 l’importo del deposito
cauzionale dovuto dalla sig.ra Crupi Samantha.
— di concedere al sig. Denaro Giuseppe, nato a Melito Porto
Salvo (RC) il 7/1/1977 ed ivi residente in Via Nazionale n. 82,
l’autorizzazione regionale ai sensi della L.R. n. 13/95 art. 17, per
assumere la direzione tecnica dell’Agenzia di Viaggi denominata
«Capo Sud», sita in Condofuri Marina (RC) alla Via Mare n. 8.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18339 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Revoca dell’Autorizzazione regionale n. 008492 del 23/7/2002 rilasciata
alla sig.ra Falcone Francesca per l’apertura di un’Agenzia di
Viaggi denominata la «Rosa Azzurra Viaggi e Turismo» con
sede in Crotone.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18337 del 9 novembre 2004
L.R. n. 13 del 10/4/1995 − Agenzia di Viaggi − Autorizzazione regionale ai sensi della L.R. 13/95 per la nomina a Direttore Tecnico del sig. Denaro Giuseppe presso l’Agenzia di
Viaggi denominata «Capo Sud» (Condofuri Marina) in sostituzione del sig. Murone Antonio Michelangelo.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/1995 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
ATTESO che l’Agenzia Viaggi, denominata «Capo Sud», sita
in Condofuri Marina (RC) in Via Mare n. 8 ha presentato istanza
VISTA la L.R. n. 13 del 10/4/1995 che regola le attività di
Agenzie di Viaggio.
VISTA l’autorizzazione regionale n. 008492 del 23/7/2002 rilasciata alla sig.ra Falcone Francesca nata a Crotone il 5/9/1967
ed ivi residente in Corso Messina 2a Trav. n. 21/B, per l’apertura
di un’Agenzia di Viaggi denominata «La Rosa Azzurra V. T.»
con sede in Crotone in Via Reggio n. 63/65.
VISTO il decreto del Settore Promozione n. 17622 del 28/11/
2003 concernente la sospensione della su citata autorizzazione in
quanto la sig.ra Falcone Francesca non ha provveduto nei termini previsti dall’art. 17 della L.R. 13/95 alla nomina di un
nuovo Direttore Tecnico in sostituzione della sig.ra Valentino
Manuela.
CONSIDERATO che la sig.ra Falcone Francesca, trascorso il
periodo della sospensione, non ha ottemperato a regolarizzare la
posizione relativa alla figura del Direttore Tecnico, nonché le
pendenze derivanti dall’art. 10 e 14 della L.R. 13/95.
24352
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE la reiterata inosservanza della suddetta legge comporta
la revoca dell’autorizzazione.
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96 e s.m.i.;
— i D.D.P.G.R. n. 354/99 n. 206/2000;
— la D.G.R.R. n. 946/02;
— il D.P.G.R. n. 2293 del 10/3/2003.
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa:
— di revocare l’autorizzazione n. 008492 del 23/7/2002 rilasciata alla sig.ra Falcone Francesca nata a Crotone il 5/9/1967 ed
ivi residente in Corso Messina 2a Trav. n. 21/B, per l’apertura di
un’Agenzia di Viaggi denominata «La Rosa Azzurra Viaggi e
Turismo» con sede in Crotone in Via Reggio n. 63/65.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18350 del 9 novembre 2004
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 12/5/
2004 e come da Verbale n. 36, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla ditta Adilardi Cesare con sede in Largo Toraldo Grimaldi del comune di Tropea che prevede un investimento di Euro 125.614,00 per la realizzazione delle opere
previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato
al presente decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla
Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di Euro 62.807,00.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo di
Euro 2.500.000,00 sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998,
n. 252.
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Adilardi Cesare − Sede: Largo Toraldo Grimaldi − Comune:
Tropea − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Largo Toraldo Grimaldi − Comune:
Tropea.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione».
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
DECRETA
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
Art. 1
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento straordinario n. 2 al n. 1 del 16/1/
2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002
n. 23, alla ditta Adilardi Cesare con sede in Largo Toraldo Grimaldi del comune di Tropea un contributo in regime «de minimis» nella misura di Euro 62.807,00 pari al 50% delle spese
ritenute ammissibili per complessivi Euro 125.614,00 per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la
lettera «A», nei termini approvati dalla Commissione, per farne
parte integrante e sostanziale.
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’iniziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consen-
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
tito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Descrizione delle spese agevolabili
dell’intero programma
Art. 4
Impianti generali e relativi allacciamenti alle reti
esterne
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
24353
Spese
dirette
— Riscaldamento
— Condizionamento
— Idrico sanitario
— Elettrico
Art. 5
— Fognario
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
— Metano
— Aria compressa
Totale impianti generali
Art. 6
Strade, piazzali, recinzioni, ferrovie
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla Ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
— Strade e parcheggi
— Piazzali
— Recinzioni
— Allacciamenti ferroviari
— Tettoie
— Cabine metano, elettriche, ecc.
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
Ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
— Basamenti per macchinari e impianti
— Altro
Totale strade, piazzali, recinzioni, ferrovie, ecc.
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
Opere varie
Totale opere varie
Totale opere murarie e assimilabili
72.367
Macchinari impianti e attrezzature
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Macchinari (descrizione dei singoli macchinari)
Totale macchinari
Allegato «A»
Descrizione delle spese agevolabili
dell’intero programma
Spese
dirette
— Telefonico
— TV centralizzato
— Ascensore idraulico
Totale impianti specifici
Progettazione e studi
Pedana esterna
— Progettazioni e direzione dei lavori
— Studi di fattibilità
— Collaudi di legge
— Oneri di concessione edilizia
— Altro (compresa quota iniziale franchising e
certificaz. qualità UNI o ISO 9000)
Tende
4.450
Arredo sala
9.350
Tovagliato
4.975
Attrezzatura da cucina
7.556
Totale attrezzatura
Totale progettazione e studi
Macchine d’ufficio elettroniche
Suolo aziendale
Software (descrizione del software previsto)
— Suolo aziendale
Totale macchine d’ufficio elettroniche
— Indagini geognostiche
Mezzi mobili (descrizione)
Totale suolo aziendale
Totale mezzi mobili
Opere murarie e assimilabili
Totale macchinari impianti e attrezzature
Capannoni e fabbricati industriali
Totale investimento
Totale capannoni e fabbricati industriali
Opere murarie su fabbricati
72.367
Totale fabbricati civili per attività turistica, uffici e servizi sociali
72.367
19.500
45.831
7.416
7.416
53.247
125.614
La Ditta
Adilardi Cesare
24354
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18353 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Aquino Giovanni − Sede: C.da Cappuccini − Comune: Pietrafitta − Iniziativa: Arredamento ristorante − Località:
C.da Cappuccini − Comune: Pietrafitta.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento straordinario n. 2 al n. 1 del 16/1/
2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 18/5/
2004 e come da Verbale n. 38, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla ditta Aquino Giovanni con sede in C.da Cappuccini del comune di Pietrafitta che prevede un investimento di
Euro 21.817,00 per la realizzazione delle opere previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente
decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di Euro 10.908,50.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo di
Euro 2.500.000,00 sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998,
n. 252.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione».
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002
n. 23, alla ditta Aquino Giovanni con sede in C.da Cappuccini
del comune di Pietrafitta un contributo in regime «de minimis»
nella misura di Euro 10.908,50 pari al 50% delle spese ritenute
ammissibili per complessivi Euro 21.817,00 per la realizzazione
delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera «A»,
nei termini approvati dalla Commissione, per farne parte integrante e sostanziale.
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’iniziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla Ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
Ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Allegato «A»
Spettabile
Sig. Aquino
Pietrafitta (CS)
24355
Condizioni di fornitura: Validità 60 gg.; Tempo di consegna:
40 gg.; Porto: Franco destino; Trasporto: A nostro carico; Imballo: Compreso; Predisposizione attacchi: A Vostro carico; Allacciamento: A Vostro carico; Collaudo: A nostro carico; Oneri
fiscali: A Vostro carico; Garanzia: 12 mesi; Pagamento: Da convenire.
Restiamo a Vs. completa disposizione per ogni eventuale
chiarimento si dovesse rendere necessario. In attesa di Vostro riscontro, cogliamo l’occasione per porgerVi distinti
saluti.
Cortese Att.ne
24/7/2003
Ritacca A.f.c. s.a.s. − Uff. Vendite Italia
Oggetto: prev. n. Aquino 2
Rif.: Aquino
Facendo seguito alla Vs. pregiata richiesta, siamo a proporVi
il nostro migliore preventivo per le attrezzature di Vs. interesse.
Vi confermiamo che le quotazioni esposte sono da considerarsi
nette a Voi riservate.
Ritacca A.F.C.
di Ritacca Stalino & C. s.a.s.
Fabbrica Frigoriferi
Arredamenti Bar Negozi Macellerie
Via G. De Chirico, 207 (C.da Saporito)
87036 Rende (Cosenza)
Cod. Fisc. e Partita IVA 01973420787
Specifichiamo di seguito le condizioni particolari di fornitura
a Voi riservate.
Reparto lavaggio
Pos.
1
Modello
MBL544
Descrizione
LAVASTOVIGLIE A CARICAMENTO FRONTALE
Prezzo unit.
(C)
Pz.
Prezzo tot.
(C)
3.154,00
1
3.154,00
856,00
1
856,00
701,00
1
701,00
Lavastoviglie a carica frontale costruzione in acciaio inox 18/10, dimensioni cestello mm 500 × 500, produzione 36/24 cestelli/h altezza utile max
mm 390, carico acqua calda dosatore brillantante, n. 2 differenti cicli di
lavoro in automatico, vasca autopulente con bordi arrotondati, doppia
parete boiler acqua risciacquo dotazione standard: n. 3 cestelli. Macchina
conforme alle normative CE.
Alimentazione: 400V − 3N 50/60Hz
Potenza KW: 6.45
Dimensioni: cm 60 × 61 × 130h
Volume: 0.53
Marca: Mareno
Codice articolo: MA9995100
2
TP8
TAVOLO ARMADIO CON PORTINE A BATTENTE
Tavolo armadio con portine a battente. Realizzato interamente in acciaio
inox AISI 304. Piano di lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio
rinforzati per supportare un carico di 150 kg/mq distribuito in modo
uniforme. Piedini regolabili in altezza in AISI 304. Portine a battente con
controporta inox.
Dimensioni: cm 80 × 70 × 85h
Volume: 0.52
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8926002
3
PP14S
PENSILE SCOLAPIATTI CON PORTINE SCORREVOLI
Pensile scolapiatti realizzato interamente in acciaio inox AISI 304. Struttura portante da appendersi a parete con apposite staffe in dotazione.
Portine scorrevoli con controportina inox.
Dimensioni: cm 140 × 40 × 66h
Volume: 0.39
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8947102
24356
Pos.
4
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Modello
PP8
Descrizione
PENSILE CON PORTINE A BATTENTE
Prezzo unit.
(C)
Pz.
Prezzo tot.
(C)
476,00
1
476,00
2.185,00
1
2.185,00
308,00
1
308,00
200,00
1
200,00
Armadio pensile realizzato interamente in acciaio inox AISI 304. Ripiano
intermedio mobile e posizionabile su tre diverse altezze. Struttura portante
da appendersi a parete con apposite staffe in dotazione. Portina a battente
con controportina inox.
Dimensioni: cm 80 × 40 × 66h
Volume: 0.23
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8945402
5
TSP1820
ARMADIO NEUTRO VERTICALE CON PORTE SCORREVOLI
Armadio neutro verticale con porte scorrevoli. Interamente realizzato in
acciaio inox AISI 304. Ripiano di fondo e ripiani intermedi rinforzati per
supportare un carico di 150 kg/mq distribuito in modo uniforme. Piedini
regolabili in altezza in acciaio inox AISI 304. Porte scorrevoli H= 180 cm.
Dimensioni: cm 200 × 70 × 180h
Volume: 2.77
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8939802
6
DO00
DOCCIA SENZA RUBINETTO
Doccia senza rubinetto adatta al montaggio con rubinetto P-EBM e P-EBP
Marca: Mareno
Codice articolo: MA1040905501
7
PEBM
MISCELATORE BIFORO
Gruppo erogatore miscelatore biforo
Dimensioni: Diam. 1/2″
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8816400
Totale parziale
Euro
7.880,00
Reparto dispensa
Pos.
1
Modello
TP14
Descrizione
TAVOLO ARMADIO CON PORTINE SCORREVOLI
Prezzo unit.
(C)
Pz.
Prezzo tot.
(C)
993,00
1
993,00
601,00
1
601,00
Tavolo armadio con portine scorrevoli. Realizzato interamente in acciaio
inox AISI 304. Piano di lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio
rinforzati per supportare un carico di 150 kg/mq distribuito in modo
uniforme. Piedini regolabili in altezza in AISI 304. Portine scorrevoli con
controporta inox.
Dimensioni: cm 140 × 70 × 85h
Volume: 0.92
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8927002
2
PP14
PENSILE CON PORTINE SCORREVOLI
Armadio pensile realizzato interamente in acciaio inox AISI 304. Ripiano
intermedio mobile e posizionabile su tre diverse altezze. Struttura portante
da appendersi a parete con apposite staffe in dotazione. Portine scorrevoli
con controportina inox.
Dimensioni: cm 140 × 40 × 66h
Volume: 0.39
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8946002
Totale parziale
Euro
1.594,00
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24357
Reparto cucina
Pos.
1
Modello
TP20
Descrizione
TAVOLO ARMADIO CON PORTINE SCORREVOLI
Prezzo unit.
(C)
Pz.
Prezzo tot.
(C)
1.231,00
1
1.231,00
1.054,00
1
1.054,00
588,00
1
588,00
2.288,00
1
2.288,00
2.923,00
1
2.923,00
2.440,00
1
2.440,00
Tavolo armadio con portine scorrevoli. Realizzato interamente in acciaio
inox AISI 304. Piano di lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio
rinforzati per supportare un carico di 150 kg/mq distribuito in modo
uniforme. Piedini regolabili in altezza in AISI 304. Portine scorrevoli con
controporta inox.
Dimensioni: cm 200 × 70 × 85h
Volume: 1.31
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8927602
2
TP16
TAVOLO ARMADIO CON PORTINE SCORREVOLI
Tavolo armadio con portine scorrevoli. Realizzato interamente in acciaio
inox AISI 304. Piano di lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio
rinforzati per supportare un carico di 150 kg/mq distribuito in modo
uniforme. Piedini regolabili in altezza in AISI 304. Portine scorrevoli con
controporta inox.
Dimensioni: cm 160 × 70 × 85h
Volume: 1.05
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8927202
3
T18
TAVOLO CON RIPIANO INFERIORE
Tavolo con ripiano inferiore realizzato interamente in acciaio inox AISI
304. Piano di lavoro e ripiano di fondo rinforzati per supportare un carico
di 150 kg/mq distribuito in modo uniforme sulla superficie.
Dimensioni: cm 180 × 70 × 85h
Volume: 1.18
Marca: Mareno
Codice articolo: MA8117200
4
TP14
TAVOLO ARMADIO CON CASSETTIERE
Tavolo armadio. Realizzato interamente in acciaio inox AISI 304. Piano di
lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio rinforzati per supportare un
carico di 150 kg/mq distribuito in modo uniforme. Piedini regolabili in
altezza in AISI 304. Portine scorrevoli con controporta inox completo di 2
cassettiere con piano in granito sardo.
Dimensioni: cm 140 × 70 × 85h
Volume: 0.92
Marca: Master
Codice articolo: MA8927002
5
TP20
TAVOLO ARMADIO CON CASSETTIERE
Tavolo armadio. Realizzato interamente in acciaio inox AISI 304. Piano di
lavoro, ripiano di fondo e ripiano intermedio rinforzati per supportare un
carico di 150 kg/mq distribuito in modo uniforme. Piedini regolabili in
altrezza in AISI 304. Portine scorrevoli con controporta inox completo di
2 cassettiere con piano in granito sardo.
Dimensioni: cm 200 × 70 × 85h
Volume: 0.92
Marca: Master
Codice articolo: MA8927002
6
PORTABACI20 PORTABACINELLE REFRIGERATO DA CM 200
Portabacinelle refrigerato da cm 200 × 47 × 44h completa di cristallo
curvo motore incorporato, completo di vaschette e coperchi art. 17201
Marca: Master
Totale parziale
Euro
10.524,00
24358
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Reparto aspirazione fumi
Pos.
Modello
1
SHM1128H
Descrizione
CAPPA A PARETE SNACK AUTOASPIRANTE
Prezzo unit.
(C)
Pz.
Prezzo tot.
(C)
1.694,00
1
1.694.00
125,00
1
125,00
Cappa a parete autoaspirante realizzata in acciaio inox AISI 304, completa di n. 5 filtri a labirinto di acciaio inox 304, montaggio a parete
mediante ganci e catene. Portata 3400 mc/h, apertura aspirazione 350 ×
350 mm. Ventilatore a statore rotante mod. 9/9 (4 poli − 1400rpm). Assemblaggio e finitura, mediante saldatura degli spigoli a vista.
Alimentazione: 230V 1ph 50Hz
Potenza KW: 0.42
Dimensioni: cm 110 × 280 × 55h
Peso: 82
Marca: Tecnometal
Codice articolo: SHM1128H
2
REGOLATORE DI VELOCITA
v DIGITALE
SC5A
Regolatore di velocità digitale dotato di interruttore, lampade illuminazione e blocco valvola gas. Protezione IP 56 monofase 1100watt
Marca: Tecnometal
Codice articolo: SC5A
Totale parziale
Euro
Totale generale
Euro
1.819,00
ventunomilaottocentodiciassette + IVA 20%
21.817,00
Dati tecnici:
Totale potenza elettrica KW 6,87
Totale potenza termica KW gas 0,00;
Totale potenza termica Kcal 0,00.
La Ditta:
F.to: Aquino Giovanni
DECRETO n. 18354 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Caglianone Giulia − Sede: Via P. Mancini, 3 − Comune: Diamante − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante «L’Oasi» − Località: P.zza Municipio − Comune: Diamante.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento straordinario n. 2 al n. 1 del 16/1/
2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 26/4/
2004 e come da Verbale n. 32, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla ditta Caglianone Giulia con sede in Via P.
Mancini, 3 del comune di Diamante che prevede un investimento
di Euro 200.000,00 per la realizzazione delle opere previste e
riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente
decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di Euro 100.000,00.
24359
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo di
Euro 2.500.000,00 sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998,
n. 252.
Art. 5
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione».
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
Art. 6
DECRETA
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002
n. 23, alla ditta Caglianone Giulia con sede in Via P. Mancini, 3
del comune di Diamante un contributo in regime «de minimis»
nella misura di Euro 100.000,00 pari al 50 delle spese ritenute
ammissibili per complessivi Euro 200.000,00 per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo
tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera
«A», nei termini approvati dalla Commissione, per farne parte
integrante e sostanziale.
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’iniziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla Ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
Ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
24360
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18355 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4d integrata con la Misura 4.3.a. Concessione contributo − Ditta:
Ciro Carmelo − Sede: Loc. Marina − Via Senatore Parodi, 70
− Comune: Vibo Valenzia − Iniziativa: Arredamento ristorante − Località: Marina − Via Senatore Parodi, 70 − Comune: Vibo Valenzia.
24361
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione».
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Art. 1
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002
n. 23, alla ditta Ciro Carmelo con sede in Loc. Marina − Via
Senatore Parodi, 70 del comune di Vibo Valenzia un contributo
in regime «de minimis» nella misura di Euro 86.035,20 pari al
50% delle spese ritenute ammissibili per complessivi Euro
172.070,41 per la realizzazione delle opere previste dal progetto
e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera «A», nei termini approvati dalla
Commissione, per farne parte integrante e sostanziale.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento straordinario n. 2 al n. 1 del 16/1/
2003.
Art. 2
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 17/5/
2004 e come da Verbale n. 37, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla ditta Ciro Carmelo con sede in Loc. Marina −
Via Senatore Parodi, 70 del comune di Vibo Valenzia che prevede un investimento di Euro 172.070,41 per la realizzazione
delle opere previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera «A» nei termini
approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di Euro 86.035,20.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo di
Euro 2.500.000,00 sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998,
n. 252.
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’iniziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla Ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
Ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
24362
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (P.O.R.)
2000-2006
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Asse IV − Misura 4.4d) integrata con la Misura 4.3a)
Allegato «A»
(Ristorazione ed enogastronomia d’eccellenza)
PREVENTIVO PARTICOLAREGGIATO
TECNICO E FINANZIARIO, ARTICOLATO PER
VOCI DI SPESA
(Con indicazioni della quantità, qualità, del prezzo
unitario e del costo complessivo della fornitura)
Quadro di riferimento: a)
Ditta richiedente: Ciro Carmelo
Sede: Vibo Valentia − Frazione Marina − Via S. Parodi, n. 70
Totale Preventivo: Euro 172.070,41
Denominazione: Ristorante «La Cambusa»
Spett.le Ciro Carmelo
Ristorante «La Cambusa»
Via Sen. Parodi, n. 70
Vibo Valentia Marina (VV)
Data 1 ottobre 2003
Preventivo tecnico e finanziario particolareggiato
Attrezzature reparto cucina:
C
C
1
Cucina otto fuochi montata su due forni, costruita in acciaio inox AISI 304 con finitura esterna
semilucida, Griglia in ghisa smaltata bruciatori multigas a fiamma stabilizzata con valvola automatica di sicurezza per ogni forno, Camera cottura dei forni in acciaio porcellanato dimensioni
gastronorm, dimensione 160 × 90 h 81
5.150,00
5.150,00
1
Griglia a pietra lavica montata su armadio, Costruita in acciaio 304 con finitura semilucida,
Piano di cottura con bruciatori tubolari in acciaio inox 18/10 a fiamma stabilizzata, accensione
piezoelettrica, valvola automatica di sicurezza, dimensione 60 × 70 h 85
1.985,50
1.985,50
1
Griglia a pietra lavica montata su armadio, Costruita in acciaio 304 con finitura semilucida,
Piano di cottura con bruciatori tubolari in acciaio inox 18/10 a fiamma stabilizzata, accensione
piezoelettrica, valvola automatica di sicurezza, dimensione 104 × 70 × h 85
2.852,90
2.852,90
1
Friggitrice a gas due vasche lt 20 + 20. Costruita in acciaio inox 304, Rubinetto di scarico olio
nella parte bassa della vasca e bacinella di raccolta, Controllo termostatico della temperatura da
105 a 185° C separato per le due vasche, Termostato di sicurezza contro i surriscaldamenti
accidentali, Riscaldamento a gas tramite bruciatori a fiamma stabilizzata posti sotto la vasca
4.120,80
4.120,80
1
Cuocipasta a gas a tre cestelli a lt 30, costruito in acciaio inox AISI 304. Completo di cestelli e
valvola di sicurezza
2.950,00
2.950,00
3
Cestelli per cuocipasta, acciaio inox 18/10 con impugnatura atermico
170,00
510,00
1
Cucina a 2 fuochi valvolata su armadio misure 45 × 90 × h 85 in acciaio
2.050,00
2.050,00
3
Elemento neutro in acciaio inox con cassetto 40 × 90 h 85
512,00
1.536,00
1
Elemento neutro in acciaio inox 20 × 90 h 85
380,00
380,00
1
Cappa d’aspirazione in acciaio inox, costruzione monoblocco mt 4,00 × 1,40, assemblata tramite
puntatura elettrica completamente ribordata anche nelle parti interne, completa di motore aspirante incassato a due velocità, canalizzazione e canna fumaria da mt. 6, filtri antigrasso in acciaio inox a labirinto, canalina sagomata antigocciolamento per la raccolta dei grassi
9.982,70
9.982,70
1
Lavastoviglie industriale 800 P/H, Struttura interna, esterna vasca a doppia parete, boiler, supporto cesto, filtro vasca, bracci, ugelli di lavaggio e risciacquo in acciaio inox 18/10 AISI 304,
Circuiti di lavaggio e risciacquo separati con particolari soluzioni progettuali che impediscono il
contatto fra l’acqua sporca di lavaggio e quella pulita utilizzata per il risciacquo, Boiler da 6,2
litri
3.988,90
3.988,90
1
Tavolo da lavoro refrigerato, costruito interamente in acciaio inox temperatura normale ml 200 ×
70 × h 85 con due porte, 4 cassetti
4.050,80
4.050,80
2
Tavolo da lavoro refrigerato, costruito interamente in acciaio inox bassa temperatura a −20°, ml
200 × 70 h 85 a 4 sportelli
4.985,50
9.971,00
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24363
C
C
1
Tavolo da lavoro refrigerato, costruito interamente in acciaio inox temperatura normale, ml 184
× 70 × h 85 a tre sportelli
3.980,00
3.980,00
1
Banco frigorifero a cassetti refrigerati costruito su progettazione per il raffreddamento e lo stoccaggio di bottiglie di vino e bevande con gruppo compressore esterno ed evaporatore interno
statico dotato di termostato per la regolazione della temperatura, fondo interno a vasca inclinata
a diamante, dimensioni: lunghezza 2,80 ml, profondità 70 cm, altezza 114 cm
8.470,00
8.470,00
1
Tavolo da lavoro caldo in acciaio inox 120 × 70 × h 85
2.750,80
2.750,80
1
Banco gastronomico refrigerato in acciaio inox ml 178 × 70 h 85 con tre sportelli e un cassetto
3.120,90
3.120,90
1
Abbattitore di temperatura surgelatore − 18° capacità 5 CN 1/1, pannello comandi elettronico,
porta teglie estraibile costruito in acciaio inox AISI 304 18/10 V.380
5.050,00
5.050,00
1
Lavello una vasca + sgocciolatoio con ripiano inferiore. Costruito interamente in acciaio inox
AISI 304, rubinetto biforo con leva a gomito 3/4 da ml 1,30
1.156,00
1.156,00
1
Lavello due vasche + sgocciolatoio con ripiano inferiore. Costruito interamente in acciaio inox
AISI 304, rubinetto biforo con leva a gomito, ml 186 × 70 h 85
1.780,50
1.780,50
1
Lavapentole una vasca. Costruito in acciaio inox AISI 304 ripiano di fondo dimensione 100 × 70
h 85
1.790,00
1.790,00
1
Lavamani 45 × 50 in acciaio inox AISI 304, rubinetto con leva a gomito
910,00
910,00
1
Tavolo da lavoro in acciaio inox 215 × 70 h 85, costruito in acciaio inox AISI 304, con ripiano di
fondo
850,00
850,00
1
Tavolo da lavoro in acciaio inox AISI 304 con lavamani con rubinetto a gomito, dimensione 180
× 70 h 85.
1.958,70
1.958,70
2
Pensile in acciaio inox con piano interno con antine scorrevoli 130 × 40 × h 64
610,00
1.220,00
1
Pensile in acciaio inox con piano interno antine scorrevoli dim. 110 × 40 × h 60
505,00
505,00
1
Armadio neutro a giorno in acciaio inox a 7 piani grigliati in acciaio dim 113 × 45 × h 200
735,80
735,80
1
Forno convenzione a gas a 5 teglie dim 80 × 70 h 140 in acciaio convenzione da 20° a 270° C,
con sonda al cuore che è un sensore termico che permette di impostare l’esatta temperatura al
«cuore» del prodotto, i rivestimenti esterni, la camera di cottura, la porta, i piedini sono realizzati
interamente in acciaio inox AISI 304 18/10
7.985,00
7.985,00
15
Teglie gastronorm 1/1 in acciaio inox
52,00
780,00
10
Teglie gastronorm 2/1 in acciaio inox
78,00
780,00
1
Affettasalume a gravità lama 350 Monoblocco, coprilama, carrello piano di paragone fusi in lega
titolata di alluminio, protetti con ossidazione anodica inossidabile. Lama concava professione ad
alta resistenza
2.380,00
2.380,00
1
Tritacarne/grattuggia bocca da 12. Motoriduttore a bagno d’olio, tramoggia rettangolare, vasche
carne e formaggio rotonde cm 26 inox
1.498,00
1.498,00
1
Impastatrice per il pane a forcella kg 35 in acciaio inox
3.980,85
3.980,85
1
Produttore ghiaccio produzione 24 h Kg 30, Mobile in acciaio inox 18/8 satinato
2.200,00
2.200,00
1
Macchina per produzione pasta fresca completa di trafile
2.650,00
2.650,00
Minuteria reparto cucina
2
Coltello pane cm 30
18,15
36,30
1
Coltello salato cm 36
42,20
42,20
2
Coltello prosciutto cm 36
31,30
62,60
2
Coltello macellaio cm 20
17,20
34,40
1
Affilatoio ovale cm 3
59,05
59,05
2
Coltello macellaio da 30
41,30
82,60
2
Coltello macellaio da 40
68,90
137,80
24364
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
C
C
1
Coltello macellaio da 45
79,47
79,47
1
Coltello macellaio da 50
85,02
85,02
2
Coltello disosso da 16
21,20
42,40
4
Tagliere polietilene 60 × 40 × 2
65,80
263,20
1
Pentola catering in acciaio 20 Pint
58,84
58,84
3
Casseruola catering in acciaio 30 Pint
83,00
249,00
3
Casseruola catering in acciaio 36 Pint
145,10
435,30
2
Casseruola bassa catering in acciaio 28 Pint
62,25
124,50
2
Casseruola bassa catering in acciaio 32 Pint
86,63
173,26
2
Casseruola bassa catering in acciaio 36 Pint
110,30
220,60
3
Padella catering 28
51,20
153,60
3
Padella catering 24
69,80
209,40
2
Padella lionese 26
36,15
72,30
1
Padella lionese 38
49,10
49,10
2
Tegame catering 24
43,15
86,30
2
Tegame catering 28
49,05
98,10
4
Tegame catering 32
69,20
276,80
2
Tegame catering 40
112,30
224,60
2
Tegame catering 45
127,80
255,60
2
Casseruola conica cat, 18
41,15
82,30
2
Casseruola conica cat, 24
58,20
116,40
2
Scaldapasta da 20 in acciaio
33,80
67,60
2
Scaldapasta da 24 in acciaio
45,15
90,30
1
Passaverdura professionale completa di dischi
297,00
297,00
3
Colini in acciaio
25,30
75,90
3
Mestolo catering 12 acciaio
23,15
69,45
3
Mestolo catering 9 acciaio
4,15
12,45
2
Mestolo catering 6 acciaio
4,15
8,30
1
Mestolo catering 14 acciaio
28,50
28,50
4
Forchettoni unipezzo
5,15
20,60
4
Cucchiaione unipezzo
6,07
24,28
6
Pala fritto catering
15,24
91,44
10
Piatto portato acciaio 4101
10,15
101,50
10
Piatto portata acciaio 4102
13,20
132,00
10
Piatto portata 4103/3
15,30
153,00
10
Piatto portata acciaio 4104
19,20
192,00
10
Piatto portata acciaio 4105
23,08
230,80
10
Piatto portata acciaio 4106
32,20
322,00
10
Piatto portata acciaio 4107
38,20
382,00
1
Piatto ovale acciaio 100 × 62
620,20
620,20
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
C
24365
C
2
Schiumarole catering 18
31,10
62,20
2
Teglie pesanti c/man Pint
199,20
398,40
1
Apriscatole da banco
146,50
146,50
105,50
4,220,00
Arredi reparto sala
40
Tavoli con piedistallo centrale 70 × 80 piano in mediodens
150
Sedie in legno massello imbottite per sala ristorante
63,00
9.450,00
3
Seggioloni per bambini
58,00
174,00
1
Banco bar da ml 2,00, piano di lavoro in acciaio con n. 1 lavello parte sotto con due sportelli,
completo di retro banco e pedana
8.980,80
8.980,80
1
Mobile per macchina da caffè da 120 con cassetto scorie caffè
500,00
500,00
2
Gheridon per servizio sala in legno due piani su ruote
138,00
276,00
1
Macchina da caffè semiautomatica due bracci completa di pompa e depuratore
3.280,00
3.280,00
1
Macinadosatore per caffè 900 giri
985,00
985,00
1
Macchina per pulizia pavimenti lavasciuga mod. k 350
1.750,00
1.750,00
Minuteria, piatti, posteria, bicchieri, tovagliato reparto sala
102
Piatti fondi decorati
7,15
729,30
300
Piatti piani decorati
7,50
2.250,00
300
Piatti frutta decorati
5,20
1.560,00
80
Piatti ovali decorati cm 22
8,15
652,00
80
Piatti ovali decorati cm 28
10,20
816,00
80
Piatti segnaposto decorati
14,20
1.136,00
120
Cucchiaio tavola inglese
4,20
504,00
150
Cucchiaino caffè inglese
2,20
330,00
150
Cucchiaino moka inglese
2,15
322,50
200
Cucchiaino per gelato inglese
2,80
560,00
300
Forchetta tavola inglese
5,30
1.590,00
200
Forchetta frutta inglese
3,85
770,00
300
Forchetta dolce inglese
2,92
876,00
300
Coltello tavola inglese
6,20
1.860,00
200
Coltello frutta inglese
4,25
850,00
300
Bicchieri acqua a calice kalix in vetro sonoro
4,95
1.485,00
300
Bicchieri vino a calice kalix in vetro sonoro
4,85
1.455,00
300
Bicchieri flutt kalix in vetro sonoro
5,10
1.530,00
200
Bicchieri miami per macedonia
4,98
996,00
60
Posaceneri
1,02
61,20
90
Tovaglie in cotone colorate 150x150
28,90
2.601,00
150
Coprimacchie in cotone 100x100 bianche
20,02
3.003,00
600
Tovaglioli in cotone 50x50
5,20
3.120,00
Totale preventivo escluso I.V.A. 20%
172.070,41
24366
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18356 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
C.M.M. sas di Cundari Gianfranco & C. − Sede: Via R. Montagna − Comune : Cosenza − Iniziativa: Ristrutturazione ed
arredamento ristorante «La Corte dei Miracoli» − Località:
Via R. Montagna − Comune: Cosenza.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Art. 1
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta C.M.M. sas di Cundari Gianfranco & C. con sede in
Via R. Montagna del Comune di Cosenza un contributo in regime «de minimis» nella misura di C 100.000,00 pari al 35,53
delle spese ritenute ammissibili per complessivi C 281.474,77
per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte
nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto
sotto la lettera «A», nei termini approvati dalla Commissione,
per farne parte integrante e sostanziale;
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
Art. 2
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 6/5/04
e come da Verbale n. 33, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla Ditta C.M.M. sas di Cundari Gianfranco & C. con
sede in Via R. Montagna del comune di Cosenza che prevede un
investimento di C 281.474,77 per la realizzazione delle opere
previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato
al presente decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla
Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 100.000,00.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento dalle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3a e 4.4.d del Complementi di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24367
24368
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24369
24370
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24371
24372
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18357 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Drago Giampiero − Sede: Via Stazione 1 − Comune: San Fili
− Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante −
Località: Via Stazione 1 − Comune: San Fili.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 12/
5/04 e come da Verbale n. 36, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa
proposta dalla Ditta Drago Giampiero con sede in Via Stazione 1
del comune di San Fili che prevede un investimento di C
230.500,00 per la realizzazione delle opere previste e riassunte
nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto
sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 100.000,00.
24373
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta Drago Giampiero con sede in Via Stazione, 1 del
Comune di San Fili un contributo in regime «de minimis» nella
misura di C 100.000,00 pari al 43,384% delle spese ritenute ammissibili per complessivi C 230.500,00 per la realizzazione delle
opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e
finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera «A» (con
esclusione dell’IVA non dovuta), nei termini approvati dalla
Commissione, per farne parte integrante e sostanziale;
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
24374
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
DECRETO n. 18359 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Presta Gianfranco − Sede: Via Atena − Comune: Rende −
Iniziativa: Ristrutturazione, arredamento e attrezzatura ristorante «Il Conte» − Località: Contrada Santa Maria, 14 −
Comune: Rende.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Allegato «A»
COMUNE DI SAN FILI (CS)
Locale Commerciale «La Locomotiva»
adibito ad attività di ristorazione
Quadro Economico
Opere di Ristrutturazione
C
64.002,00
Iva 10% Lavori
C
6.400,20
Totale
C
70.402,20
Allestimenti ed arredamenti interni
ed esterni
Iva 20% Lavori
C
129.886,00
C
25.973,20
Totale
C
155.859,20
Sistemazione esterna
C
24.812,00
Iva 10% Lavori
C
2.481,20
Totale
C
27.293,20
Impianti
C
11.800,00
Iva 20% Lavori
C
2.360,00
Totale
C
14.160,00
C
267.714,60
Totale Generale
La Ditta
F.to: Drago Giampiero
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 26/
4/04 e come da Verbale n. 32, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa
proposta dalla Ditta Presta Gianfranco con sede in Contrada
Santa Maria, 14 del comune di Rende che prevede un investimento di C 40.255,00 per la realizzazione delle opere previste e
riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente
decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 20.127,50.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
24375
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
Art. 4
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
DECRETA
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta Presta Gianfranco con sede in Via Atena del Comune di Rende un contributo in regime «de minimis» nella misura di C 20.127,50 pari al 50% delle spese ritenute ammissibili
per complessivi C 40.255,00 per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario
allegato al presente decreto sotto la lettera «A», nei termini approvati dalla Commissione, per farne parte integrante e sostanziale;
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
24376
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18360 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Promotur s.r.l. − Sede: Località Pietrabianca − Comune:
Sangineto − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Pietrabianca − Comune: Sangineto.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 17/
5/04 e come da Verbale n. 37, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa
proposta dalla Ditta Promotur Srl con sede in Località Pietrabianca del comune di Sangineto che prevede un investimento di C
201.325,81 per la realizzazione delle opere previste e riassunte
nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto
sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 100.000,00.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
24377
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta Promotur Srl con sede in Località Pietrabianca del
Comune di Sangineto un contributo in regime «de minimis»
nella misura di C 100.000,00 pari al 49,677% delle spese ritenute ammissibili per complessivi C 201.325,81 per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo
tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera
«A», nei termini approvati dalla Commissione, per farne parte
integrante e sostanziale;
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
24378
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Allegato «A»
Riepilogo
Descrizione
Quadro Economico
Opere edili
C
67.186,81
2 Attrezzature
C
84.139,00
3 Arredi e Tendaggi
C
50.000,00
C
201.325,81
1
Totale Generale
Promotur s.r.l.
F.to: Illeggibile
DECRETO n. 18362 del 9 novembre 2004
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 7/5/04
e come da Verbale n. 34, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa proposta dalla Ditta Rizzuti Giuseppe con sede in Via Taranto n. 11
del comune di Cotronei che prevede un investimento di C
220.500,96 per la realizzazione delle opere previste e riassunte
nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto
sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 99.225,43.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Rizzuti Giuseppe − Sede: Via Taranto n. 11 − Comune: Cotronei − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Caprarella − Comune: Cotronei.
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Art. 1
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta Rizzuti Giuseppe con sede in Via Taranto n. 11 del
Comune di Cotronei un contributo in regime «de minimis» nella
misura di C 99.225,43 pari al 45% delle spese ritenute ammissibili per complessivi C 220.500,96 per la realizzazione delle
opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e
finanziario allegato al presente decreto sotto la lettera «A», nei
termini approvati dalla Commissione, per farne parte integrante
e sostanziale;
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
DECRETA
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Certificazioni
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Allegato «A»
COMUNE DI COTRONEI
(Provincia di Crotone)
8.938,04
17.306.459
210,000,91
406.618.467
10.500,05
20.330.923
220.500,96
426.949.391
Il Tecnico
Arch. Nicola Laratta
DECRETO n. 18363 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
S.a.s. Turismo di Antonio Urso − Sede: Via Sicilia, 36 − Comune: Cotronei − Iniziativa: Ristrutturazione ed arredamento ristorante − Località: Villaggio Palumbo − Comune:
Cotronei.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
HOTEL «LO SCOIATTOLO»
Ristorante Tipico
di Rizzuti Giuseppe
PROGETTO: di miglioramento e riorganizzazione dei locali
e dei servizi di accoglienza − Dotazione di
nuovi arredi ed attrezzature per la preparazione
e degustazione di pietanze prodotti e vini tipici
calabresi.
TITOLO: Computo Metrico
PROJECT: Arch. Nicola Laratta.
Importi totali
(Ristrutt. + Arredi + Impianti + Attrezz. informatiche)
QUADRO RIASSUNTIVO
Importo Lavori
Euro
Lire
Ristrutturazione locali
84.264,21
163.158.267
Arredi
65.112,00
126.074.412
Impianti elettrico
15.633,00
30.269.709
Attrezzature informatiche
16.840,00
32.606.787
Impianto antincendio
1.532,81
2.967.934
Impianto idrico
4.870,85
9.431.281
12.810,00
24.803.619
Impianto riscaldamento
Oneri tecnici
Totale Generale
Art. 6
Motivo Intervento
Importo Complessivo
24379
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 22/
9/04 e come da Verbale n. 43, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa
proposta dalla Ditta S.a.s. Turismo di Antonio Urso con sede in
Località Villaggio Palumbo del comune di Cotronei che prevede
un investimento di C 117.886,82 per la realizzazione delle opere
previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato
al presente decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla
Commissione.
24380
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 55.406,81.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
Allegato «A»
DECRETA
COMUNE DI COTRONEI
(Provincia di Crotone)
Art. 1
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta S.a.s. Turismo di Antonio Urso con sede in Via
Sicilia, 36 del Comune di Cotronei un contributo in regime «de
minimis» nella misura di C 55.406,81 pari al 47% delle spese
ritenute ammissibili per complessivi C 117.886,82 per la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto la
lettera «A», nei termini approvati dalla Commissione, per farne
parte integrante e sostanziale;
Art. 2
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
S.A.S. TURISMO
di Urso A.
Ristorante Tipico
PROGETTO: manutenzione straordinaria e miglioramento di
locali e di servizi connessi all’accoglienza −
Dotazione di arredi ed attrezzature per la promozione e preparazione di pietanze tipiche silane.
TITOLO: Computo Metrico Estimativo
PROJECT: Arch. Nicola Laratta.
Importi totali
(Ristrutt. + Arredi + Impianti + Attrezz. informatiche)
QUADRO RIASSUNTIVO
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
Motivo Intervento
Importo Lavori
Euro
Lire
Ristrutturazione locali
28.078,50
54.367.566
Arredi
40.995,00
79.377.389
7.146,00
13.836.585
16.840,00
32.606.787
Impianto antincendio
1.532,81
2.967.934
Impianto idrico
4.870,85
9.431.281
Impianto riscaldamento
12.810,00
24.803.619
Importo Complessivo
112.273,16
217.391.161
5.613,66
10.869.558
117.886,82
228.260.719
Impianti elettrico
Attrezzature informatiche
Oneri tecnici
Totale Generale
Il Tecnico
Arch. Nicola Laratta
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18365 del 9 novembre 2004
POR Calabria 2000/2006 − Misura 4.4 Azione 4.4.d integrata con la misura 4.3.a. − Concessione contributo − Ditta:
Teleselling a r.l. Piccola Cooperativa a r.l. − Sede: Largo Prigioni − Comune: Catanzaro − Iniziativa: Ristrutturazione ed
arredamento ristorante − Località: Largo Prigioni − Comune: Catanzaro.
24381
VISTI i D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e n. 206 del 15/12/2000
avente ad oggetto «Separazione dell’attività amministrativa di
indirizzo e di controllo, da quella della gestione»;
VISTO il Decreto del Dirigente del Dipartimento n. 2295 del
10/3/2003 relativo alle attribuzioni al Dirigente del Settore delle
funzioni di cui all’art. 30 della L.R. n. 7/96.
DECRETA
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Art. 1
PREMESSO che la Regione Calabria, in applicazione dell’art.
5 della L.R. 22 maggio 2002 n. 23, al fine di potenziare la competitività del sistema dell’offerta turistica locale, intende realizzare e sostenere interventi strutturali nonché iniziative ed eventi
idonei a valorizzare e promuovere la ristorazione e l’enogastronomia d’eccellenza in coerenza con la Misura 4.4 − Azioni 4.3.a
e 4.4.d del Complemento di programmazione del POR Calabria
per come modificato nella seduta del Comitato di Sorveglianza
del 14/2/2003.
È concesso, ai sensi dell’art. 5 della L.R. 22 maggio 2002 n.
23, alla Ditta Teleselling a r.l. − Piccola Cooperativa a r.l. con
sede in Largo Prigioni del Comune di Catanzaro un contributo in
regime «de minimis» nella misura di C 28.651,10 pari al 50%
delle spese ritenute ammissibili per complessivi C 57.302,20 per
la realizzazione delle opere previste dal progetto e riassunte nel
preventivo tecnico e finanziario allegato al presente decreto sotto
la lettera «A», nei termini approvati dalla Commissione, per
farne parte integrante e sostanziale;
CONSIDERATO che per l’attuazione delle iniziative di cui
sopra, il Presidente della Giunta Regionale ha emanato apposito
Regolamento in data 15/1/2003 pubblicato sul BURC il successivo 21/1/2003 − Supplemento Straordinario n. 2 al n. 1 del 16/
1/2003.
Art. 2
RILEVATO che con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento n. 8707 del 24/6/2003, pubblicato sul BURC in data 4/7/
2003 − Supplemento Straordinario al n. 3 dell’1/7/2003 − è stato
approvato, per l’anno 2003, l’avviso per la presentazione delle
domande tese ad ottenere sostegni finanziari per la realizzazione
delle iniziative per valorizzare e promuovere la ristorazione e
l’enogastronomia d’eccellenza, con indicazione delle modalità,
delle opere finanziabili, del contributo massimo erogabile, e dei
termini di scadenza.
RILEVATO ancora che con Decreto del Direttore Generale del
Dipartimento n. 11490 del 20/8/2003 è stata nominata la Commissione incaricata di esaminare le domande di finanziamento
presentate.
DATO ATTO che essendo l’aiuto finanziario previsto in regime «de minimis» a sportello, la Commissione è tenuta ad esaminare le domande pervenute seguendo l’ordine cronologico di
presentazione sino al termine ultimo fissato alla data del 30/11/
2003.
CONSIDERATO che la Commissione, nella seduta del 12/
5/04 e come da Verbale n. 36, ha ritenuto finanziabile l’iniziativa
proposta dalla Ditta Teleselling a r.l. − Piccola Cooperativa a r.l.
con sede in Largo Prigioni del comune di Catanzaro che prevede
un investimento di C 57.302,20 per la realizzazione delle opere
previste e riassunte nel preventivo tecnico e finanziario allegato
al presente decreto sotto la lettera «A» nei termini approvati dalla
Commissione.
RITENUTO altresì che per l’investimento di cui sopra, da realizzarsi completamente nei termini proposti ed approvati, può
essere riconosciuto il contributo massimo di C 28.651,10.
RILEVATO che con DDS n. 14535 del 9/10/2003 è stato assunto l’impegno di spesa n. 3820 del 7/10/2003 per un importo
di C 2.500.000,00 sul Capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 per il finanziamento delle iniziative di che trattasi.
DATO ATTO che per l’importo di contributo erogabile non
ricorrono le condizioni di cui all’art. 10 del D.P.R. 3/6/1998, n.
252.
Il contributo di cui sopra resta subordinato al completo realizzo dell’inziativa proposta ed approvata nei termini di cui all’allegato «A», caso contrario lo stesso contributo sarà proporzionalmente ridotto.
Art. 3
La erogazione del contributo è subordinata all’acquisizione
della documentazione tecnica e contabile, fiscalmente regolare,
comprovante la regolare esecuzione dei lavori e le spese sostenute, nonché di dettagliata relazione consuntiva, autenticamente
sottoscritta, attestante che gli interventi realizzati hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi in coerenza con la Misura
4.4 − Azioni 4.3.a e 4.4.d del Complemento di programmazione
del POR Calabria.
Art. 4
La Regione si riserva il diritto di effettuare visite e controlli
per visionare i lavori e forniture nonché per verificare, ad avvenuto completamento della iniziativa ammessa, la rispondenza
delle opere eseguite con il progetto presentato ed ammesso.
Art. 5
La spesa derivante dal presente provvedimento graverà sul capitolo 6412201 dell’esercizio finanziario 2003 giusto impegno
di spesa n. 3820 del 7/10/2003.
Art. 6
Gli interventi ammessi e finanziati con il presente decreto dovranno essere eseguiti ed ultimati dalla ditta entro un anno dalla
data di notifica di questo stesso provvedimento ed entro tale data,
pena la perdita del finanziamento, dovrà essere prodotta la domanda di liquidazione del contributo con i documenti citati all’art. 3.
Art. 7
Il presente atto verrà notificato a cura di questo Settore alla
ditta interessata.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Guglielmo Grillo
24382
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
REGIONE CALABRIA
Dipartimento Attività Produttive
Settore Ricettività Turistica
Allegato «A»
GRANDE geom. TOMMASO
Grandi Cucine Tecnologie
ed impianti per la Ristorazione
Spett/le
ADAMO ADRIANA
Largo Prigioni, 1
CATANZARO
N. 100 Bicchieri Starlett
Flute
C
2,00
200,00
N. 200 Piatto ceramica
Mod. Roma Piano
C
3,00
600,00
N. 200 Forchetta tavolo
inox Mod. Delta
C
1,50
300,00
N. 200 Coltello tavolo inox
C
3,50
700,00
N. 1 Affettatrice a gravità
per salumi Lama inox da
mm. 370, motore ventilato
C
2.177,00
N. 1 Tavolo da lavoro refrigerato in acciaio inox − cm.
146 x 70 x 90h − Mod.
TGM2/c
C
2.690,00
Catanzaro, lì 28/1/03
Oggetto: Offerta n. 125/03
Giusta Vs gradita richiesta Vi rimettiamo la ns migliore offerta
relativa alla fornitura di:
N. 25 Scaffali in legno nobilitato Dim. cm. 100 x 40 x
200h − 6 ripiani − 4 montanti
Vogliate gradire distinti saluti
C
512,00
12.800,00
N. 2 Madia refrigerata per
esposizione vini Mod. Cristal − rivestimento in legno,
porte a vetro c/ maniglie ottonate, cm. 122 x 63 x 217h
C 4.225,00
8.450,00
N. 1 Tavolo in legno noce
chiaro cm. 100 x 200 x 90h
C
1.080,00
N. 4 Tavolo piano in legno
massello c/ struttura in
ghisa − cm. 80 x 80
C
N. 16 Sedie in legno c/ sedile impagliato
N. 2 Lampadari in ferro battuto 4 luci
35.790,00
+ IVA 20%
C
C
N. 4 Lampadari a muro in
ferro battuto 2 luci
C
N. 1 Carrello Flambè Mod.
CL2750C in legno, c/ 1 piastra e 2 fuochi cm. 109 x 55
x 92h
C
250,00
100,00
800,00
300,00
1.000,00
F.to: Grande Geom. Tommaso
FALEGNAMERIA ARTIGIANA
di LENTO BERNARDO
Spett.
ADAMO ADRIANA MARIA TERESA
Largo Prigioni, n. 1
CATANZARO
Fornitura e posa in opera di finestra da realizzarsi in legno di castagno massiccio n. 6 x
euro 650,00 =
C
3.900,00
Fornitura e posa in opera di n. 1 portoncino
in legno di castagno
C
2.950,00
Totale C
6.850,00
1.600,00
1.600,00
1.200,00
Il costo dei serramenti, si intende al netto di iva ed inclusa di
montaggio (serramento Ermetic 54)
Catanzaro, lì 12 febbraio 2003
1.193,00
F.to: Bernardo Lento
N. 100 Bicchieri Starlett
Vino
C
2,00
200,00
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24383
essedi
SIRIANNI MARIO
PREVENTIVO n. 6738
Destinatario: ADAMO ADRIANA
Largo Prigioni, 7
CATANZARO
Con la presente siamo a formulare la ns. migliore offerta per il materiale da Lei richiesto
Id. Art.
PC
Descrizione
Kit Personal Computer Base
U.M.
Euro
Lire
Q,tà
IVA
Pezzi
783,20
1.516.487
1
20
− King Plus Midi Tower ATX con alim ATX12V
400W − [C 48,00 x 1pz]
− GIGABYTE7 VA VIAKT400
AGP8X ATA133 [C 85,00 x 1pz]
DDR400
− AMD Athion XP 2600 + (Socket A) − [C
275,00 x 1pz]
− COOLER MAST CP5-7JDIB-ol Silent Sock A
XP2700 + [C 12,00 x 1pz]
− Modulo DIMM 256 MB DDRAM 333Mhz
(PC2700) [C 50,00 x 1pz]
− MAXTOR D Max Plus9 6Y060L060GB UATA133 7.2RPM 2RPM MB [C88,00 x 1pz]
− Floppy disk drive 3.5” 1.44 MB [C 9,00 x 1pz]
− SAPPHIRE ATI
RADEON
9000
64MB
− DDR TvOUT AGP [C 75,00 x 1pz]
− SAMSUNG SD 616 DVD-ROM 16X 48X
[43,00 x 1pz]
− SAMSUNG SW248FEN 48X24X48X EIDE
S. Link-software [C 54,00 x 1pz]
− Cavo fla: EIDE UATA 100 60-75cm x CD/
DVD/CDRW [C 3,20 x 1pz]
− Assemblaggio e configurazione [1pz]
− Collaudo e burn in test [1pz]
35351
SAMSUNG Pc Keyboard PS/2
Pezzi
6,00
11.618
1
20
42499
SAMSUNG Optical Mini Wheel Mouse USB/
PS2
Pezzi
13,00
25.172
1
20
38542
MICROSOFT Windows XP Home CD Ital OEM
DSP
Pezzi
93,00
180.073
1
20
42118
HP Scanjet 2300C
Pezzi
51,00
98.750
1
20
42645
LITEON LTP17 LCD 17” 0.27 1280N SilverBlue
Multim
Pezzi
412,00
797.743
1
20
42828
SAMSUNG ML-4500 Laser Sppm 600 Dpi
Pezzi
116,00
224.607
1
20
Aliquota IVA
Imponibile
Euro
IVA Euro
Totale Euro
Imponibile
Lire
IVA Lire
Totale Lire
20
1.474,20
294,84
1.769,04
2.854.450
570.890
3.425.340
1.474,20
294,84
1.769,04
2.854.450
570.890
3.425.340
Totale
24384
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Corto circuito
D.I. Orlando Graziano
DECRETO n. 18367 del 9 novembre 2004
Liquidazione compensi spettanti ai componenti le commissioni regionale e provinciali di Cosenza, Reggio Calabria,
Vibo Valentia e Crotone per partecipazione alle sedute svoltasi nel 2° semestre 2003.
Spett.
Adamo Adriana
Largo Prigioni 1
CATANZARO
IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO ARTIGIANATO
PREMESSO che la legge 443/85, ha trasferito le competenze
in materia di artigianato alle Regioni.
Oggetto Offerta preventivo:
Come da vostra richiesta qui di seguito offro il seguente preventivo relativo a lavori da eseguire presso il locale sito in Largo
Prigioni 1:
Impianto Elettrico Generale eseguito sottotraccia a norma
CEI, completo di punti luce prese di corrente e quanto altro occorre per dare l’impianto funzionante in ogni sua parte.
A Corpo ........................................................... Euro 4.150,00
Nell’attesa di un v/s benestare porgo i più cordiali saluti.
Catanzaro, lì 12 febbraio 2003
D.I. Orlando Graziano
Fabbricato proprietà teleselling p.s.c.a.r.l.
Unità immobiliare identificate catastalmente col foglio 47
Particella 194 sub 1-2
1. Piano terra e primo piano
Trattasi di immobile con strutture in pietrame costituito da un
vano a piano terra e un vano a primo piano.
I lavori da eseguire sono:
a) spicconatura di alcuni intonaci interni mediante scrostatura
e scalfitura della malta negli interstizi dei giunti delle strutture
murarie, spazzolatura finale e pulizia della superficie scrostata;
b) rifacimento degli intonaci eseguiti con malta cementizia e
rifiniti a frattazzo;
c) pitturazione totale degli ambienti con pittura emulsionata
(idropittura);
d) trattamento finale del soffitto in legno con materiale antitarme e lucidatura a vernice trasparente;
e) rifacimento completo locale bagno compresa parte di impianto di collegamento elettrico e idrico.
CHE la L.R. n. 8/89 stabilisce che le spese relative al funzionamento delle commissioni provinciali e regionale dell’artigianato sono a carico della Regione.
ACCERTATO, altresì che, come previsto dalla L.R. n. 8/89,
così come integrata e sostituita dalla L.R. n. 11/2002, con decreti
del Presidente della Giunta Regionale n. 93, 94, 95, 96, 97 del
19/2002 e n. 192/2002, sono state rispettivamente costituite le
commissioni provinciali per l’artigianato di Catanzaro, Cosenza,
Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia e la commissione regionale per l’artigianato.
CONSIDERATO che i componenti le commissioni provinciali
di Reggio Calabria, Cosenza e Crotone e Vibo Valentia hanno
regolarmente assolto ai loro compiti istituzionali e maturato
compensi per gettoni di presenza e rimborso spese di viaggio per
partecipazione alle sedute tenutasi dall’1/7/ al 31/12/2003, per
gli importi risultanti dai prospetti contabili allegati e per la,
somma complessiva di C 61.518,95 al lordo delle ritenute di
legge.
ACCERTATO che le prestazioni rese dai componenti le commissioni hanno rispettato qualitativamente e quantitativamente i
contenuti, i modi e i termini previsti dalla L.R. n. 8/2002.
CHE, per i motivi indicati bisogno procedre alla liquidazione
delle somme dovute agli interessati per le prestazioni effettivamente rese.
RILEVATO che l’impegno n. 4331 del 6/11/2003 sul cap.
1013106/2003 dell’importo di C 100.000,00 è stato utilizzato
per il pagamento dei compensi dei componenti di tutte le commissioni per il periodo 1/1-30/6/2003 e per i compensi della
Commissione regionale e provinciale di Catanzaro relativamente
al periodo 1/7-31/12/2003.
CONSIDERATO che per procedere alla liquidazione dei componenti le restanti CC.PP.AA. di R.C, CS, KR e VV, relativamente ai compensi maturati per partecipazione alle sedute effettuate dall’1/7-31/12/2003, si è resa necessaria la implementazione dei fondi destinata al capitolo 1013106/2003 effettuata con
provvedimenti che hanno determinato la disponibilità delle ulteriori somme di C 30.000,00, C 30.000,00, C 14.4234,89, a fronte
rispettivamente degli impegni 161/2004, 161/2004, 4315/2002.
VISTO il D.P.R. 600/1973.
VISTA la legge 443/1985.
La superficie soggetta ad intervento edilizio è pari a mq. 60,00.
VISTA la L.R. 8/1989.
L’importo dei lavori da eseguire da parte della ditta Teleselling
è pari a:
euro 150,63 x mq. 60 = 9.038,00.
VISTA la L.R. n. 7/1996.
VISTA la L.R. n. 8/2002.
VISTE le Delibere della G.R. n. 944/2002 e 946/2002.
VISTO il Decreto n. 354 del Presidente della Giunta e successivo n. 206 del 15/12/2000.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTI i D.P.G.R. n. 192 del 19/11/2002 e n.ri 93,94,95, 96, 97
del 19/6/2002.
VISTI i decreti del Dirigente Generale del Dipartimento Attività Produttive n. 2298/2003 e n. 2305/2003.
VISTI gli impegni n. 4315/2002, n. 161/2004, n. 161/2004 sul
capitolo 1013106/2004.
Su conforme proposta del dirigente del servizio competente,
formulata alla stregua dell’espressa dichiarazione di legittimità
dell’atto resa dallo stesso dirigente.
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa che fanno parte integrante e
sostanziale del presente atto.
LIQUIDARE la somma complessiva di C 61.518,95 da gravare sugli impegni n. 161/2004, 161/2004 e 4315/2002 del cap.
1013106/2004, al lordo delle ritenute di legge, per gettoni di presenza e rimborso spese di viaggio spettanti ai componenti le
commissioni provinciali per l’artigianato di Cosenza, Reggio
Calabria, e Crotone e Vibo Valentia, per partecipazione alle sedute effettuate dall’1/7/ al 31/12/2003, per come risultante dai
prospetti di liquidazione allegati.
Autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi mandati di pagamento.
PUBBLICARE sul BURC il presente decreto.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Servizio
Dott. Tommaso Loiero
DECRETO n. 18377 del 9 novembre 2004
Impresa COVIEL di Vincenzo Corda − Mis. 4.2 c) del POR
Calabria 2000/06. Liquidazione anticipazione del 20% del
contributo concesso di cui al D.D.G. n. 2475 del 16/3/2004.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il decreto n. 984 del 31/1/2002 del D.G. dell’ex dipartimento n. 7, pubblicato nel BURC dell’8/2/2002 con il quale è
stato indetto il bando per la concessione di aiuti agli investimenti,
tramite selezioni riservate, distintamente, alle medie imprese ed
alle piccole imprese, secondo la procedura di cui all’art. 6 del
D.Lgs. 123/98 (procedura negoziale), nei settori del tessile e
delle industrie per la fabbricazione dei prodotti in cuoio, pelle e
similari, a valere sulla misura 4.2 az. c) (ex d ed e) del POR
Calabria 2000-2006: «Attrazione di iniziative imprenditoriali
strategiche per lo sviluppo della cooperazione produttiva interregionale».
VISTA la nota del 25/3/2002 con la quale l’impresa COVIEL
di Corda Vincenzo D.I., con sede legale in Via Risorgimento,
88076 Isola Capo Rizzuto (KR), ha presentato la «manifestazione di interesse» secondo quanto previsto dal bando in argomento, in riferimento alla realizzazione di un programma di investimenti relativo alla seguente iniziativa: «Realizzazione di
una struttura per la produzione di calzature» nell’ambito dell’unità produttiva ubicata in Crotone, Zona Industriale, Loc. Passovecchio.
24385
VISTO il decreto n. 8794 dell’11/7/2002, con il quale, a seguito di selezione espletata da una Commissione di valutazione
nominata con decreto n. 3929 dell’11/4/2002, l’impresa è stata
ammessa alla presentazione dei «piani di impresa esecutivi».
VISTA la deliberazione della G.R. n. 577 dell’8/7/2002 con la
quale è stata affidata a MCC S.p.A. (ex Mediocredito Centrale),
a supporto dell’attività di valutazione della suddetta Commissione, l’istruttoria tecnico-economico-finanziaria dei progetti
esecutivi di investimento presentati dalle imprese selezionate e
che, in attuazione della suddetta deliberazione, è stato sottoscritto in data 9/9/2002, l’atto integrativo alla convenzione in
vigore tra MCC S.p.A. e Regione Calabria stipulata in data 30/6/
2000, con cui sono state disciplinate le attività sopra delineate.
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1108 del 25/
11/2002, avente ad oggetto: «Integrazione direttive di cui alle
deliberazioni G.R. nn. 439 e 470/2001 e nn. 14 e 63/2002».
VISTO il D.D.G. n. 9932 del 17/7/2003 con il quale è stato
stipulato con il soggetto Gestore MCC S.p.A., atto integrativo
per l’espletamento, tra l’altro, delle attività di gestione delle
istruttorie amministrative propedeutiche alla erogazione delle
agevolazioni, per l’erogazione delle medesime e per la rendicontazione delle operazioni per il cofinanziamento con fondi FESR
e che, in attuazione del suddetto decreto, in data 28/7/2003 è
stato stipulato l’atto integrativo alla convenzione in vigore tra
MCC S.p.A. e Regione Calabria del 30/6/2000, con cui sono
state disciplinate le attività sopra descritte.
VISTO il D.D.G. n. 2512 del 14/3/2003 con il quale è stata
approvata la graduatoria riservata alle Piccole Imprese.
VISTO il D.D.G. n. 2475 del 16/3/2004, con il quale è stato
concesso all’impresa COVIEL di Corda Vincenzo, con sede legale in Via Risorgimento, 88076 Isola Capo Rizzuto (KR), a
fronte di un programma di investimenti riconosciuto agevolabile
per un importo pari a C 2.719.000,00 un contributo provvisorio
in conto capitale di C 2.340.000,00 determinato secondo le modalità previste dall’art. 2 del D.D.G. pro-tempore n. 984, del 31/
1/2002, pubblicato nel BURC − S.S. n. 4 al n. 2 dell’1/2/2002.
VISTO che il contributo sopra determinato, comunque, non
eccede il 75% del valore netto dell’investimento.
VISTO l’art. 2, lett. a, del contratto rep. n. 5224 del 9/7/2004,
stipulato tra la Regione Calabria e l’impresa COVIEL di Corda
Vincenzo.
VISTA la richiesta di anticipazione di C 468.000,00, pari al
20% del contributo concesso di C 2.340.000,00, presentata in
data 5/10/2004 dalla suddetta impresa COVIEL di Corda Vincenzo, con sede legale in Via Risorgimento, 88076 Isola Capo
Rizzuto (KR), per la realizzazione di un programma di investimento relativo alla suddetta tipologia, nell’unità locale ubicata
nel comune di Simeri Crichi Loc. San Francesco in Simeri
Crichi, area P.I.P., così come risulta dalla nota del 14/6/2004 con
cui l’impresa ha comunicato di aver individuato una nuova unità
produttiva in sostituzione dell’unità precedentemente indicata.
VISTA la «polizza fidejussoria» n. 16278 del 20/9/2004 e
l’Appendice n. 1 del 7/10/2004 alla stessa fidejussione, autenticata nella firma in data 20/9/2004 dal dr. Antonio Borromeo Notaio in Corigliano Calabro (CS), emessa a favore della Regione
Calabria dalla Società Reale Mutua di Assicurazioni S.p.A., con
sede legale in Torino, via Corte d’Appello n. 11 a garanzia della
richiesta di anticipazione di C 468.000,00, pari al 20% del contributo concesso.
VISTE le positive risultanze istruttorie espresse al riguardo da
MCC S.p.A., giusta proposta di erogazione n. 17/1/O del 12/10/
24386
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
2004, acquisita al prot. 4743/IND, del 15/10/2004, con la quale
si propone l’accreditamento di C 468.000,00 a titolo di anticipazione del 20% del contributo in conto capitale concesso in via
provvisoria, sul c/c bancario n. 817689 intestato a COVIEL di
Corda Vincenzo, intrattenuto presso la Banca Popolare di crotone, Sede Centrale di Crotone − ABI: 05256, CAB: 022200.
DECRETO n. 18381 del 9 novembre 2004
Impresa CONFOR ASP s.r.l. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria 2000/06. Liquidazione anticipazione del 20% del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3252 del 26/3/2003.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTE le disposizioni contenute nel POR Calabria 2000/06 e
nel Complemento di Programmazione con riferimento alle iniziative relative all’attuazione della Mis. 4.2 az. c).
VISTO l’impegno di spesa n. 671 del 24/3/2003, assunto sul
capitolo 6411202 del bilancio regionale 2003 con D.D.G. n. 3239
del 26/3/2003.
VISTI:
— le LL. 2/5/2001, n. 7 e 4/2/2002, n. 8;
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96;
— la D.G.R. n. 2661/99;
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e 206/2000;
— i DD.D.G. del DAP n. 7393 del 30/5/2003 e n. 13673 del
26/9/2003 di nomina e delega a favore del Dirigente del Settore
Industria avv. Antonietta Trotta.
DATO ATTO che si sono realizzate le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. n. 8/2002.
DECRETA
Per la realizzazione del programma di investimenti di cui al
D.D.G. n. 2475 del 16/3/2004 e per le motivazioni indicate in
premessa, di:
Erogare all’impresa COVIEL di Corda Vincenzo, con sede legale in Via Risorgimento, 88076 − Isola Capo Rizzuto (KR), la
somma di C 468.000,00 a titolo di anticipazione pari al 20% del
contributo concesso di C 2.340.000,00, mediante accredito sul
c/c bancario n. 817689 intestato a COVIEL di Corda Vincenzo,
intrattenuto presso la Banca Popolare di Crotone, Sede Centrale
di Crotone − ABI: 05256, CAB: 022200;
Autorizzare la ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento, gravando l’onere conseguente al presente
atto, a carico dell’impegno n. 671 del 24/3/2003, assunto nel
Cap. 6411202 del Bilancio regionale 2003, con il sopra richiamato decreto n. 3239/2003;
Gravare l’onere di C 468.000,00 sull’impegno n. 671/2003,
assunto nel Cap. 6411202 del Bilancio regionale 2003, con il
sopra richiamato decreto n. 3239/2003;
Disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Avv. Antonietta Trotta
VISTO il Decreto n. 983 del 31/1/2002 del D.G. dell’ex dipartimento n. 7, pubblicato nel BURC dell’8/2/2002 con il quale è
stato indetto il bando per la concessione di aiuti agli investimenti,
tramite selezioni riservate, distintamente, alle medie imprese ed
alle piccole imprese, secondo la procedura di cui all’art. 6 del
D.Lgs. 123/98 (procedura negoziale), nei settori dell’informatica
e della telematica, a valere sulla Misura 4.2 − Az. c (ex d ed e) del
POR Calabria 2000-2006: «Attrazione di iniziative imprenditoriali strategiche per lo sviluppo della cooperazione produttiva
interregionale».
VISTA la nota datata 25/3/2002 con la quale l’impresa
CONFOR ASP s.r.l., con sede legale in Via S. Pertini, n. 51 −
Complesso Metropolis − 87036 Rende (CS), ha presentato la
«manifestazione di interesse» secondo quanto previsto dal bando
in argomento, in riferimento alla realizzazione di un programma
di investimenti relativo alla seguente iniziativa: «Costituzione di
una server farm», nell’ambito dell’unità produttiva ubicata in Via
S. Pertini, n. 51 − Complesso Metropolis − 87036 Rende (CS).
VISTO il decreto n. 8794 dell’11/7/2002, con il quale, a seguito di selezione espletata da una Commissione di valutazione
nominata con decreto n. 3929 dell’11/4/2002, l’impresa è stata
ammessa alla presentazione dei «piani di impresa esecutivi».
VISTA la deliberazione della G.R. n. 577 dell’8/7/2002 con la
quale è stata affidata a MCC S.p.A. (ex Mediocredito Centrale),
a supporto dell’attività di valutazione della suddetta Commissione, l’istruttoria tecnico-economico-finanziaria dei progetti
esecutivi di investimento presentati dalle imprese selezionate e
che, in attuazione della suddetta deliberazione, è stato sottoscritto in data 9/9/2002, l’atto integrativo alla convenzione in
vigore tra MCC S.p.A. e Regione Calabria stipulata in data 30/6/
2000, con cui sono state disciplinate le attività sopra delineate.
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1108 del 25/
11/2002, avente ad oggetto: «Integrazione direttive di cui alle
deliberazioni G.R. nn. 439 e 470/2001 e nn. 14 e 63/2002».
VISTO il D.D.G. n. 9932 del 17/7/2003 con il quale è stato
stipulato con il soggetto Gestore MCC S.p.A., atto integrativo
per l’espletamento, tra l’altro, delle attività di gestione delle
istruttorie amministrative propedeutiche alla erogazione delle
agevolazioni, per l’erogazione delle medesime e per la rendicontazione delle operazioni per il cofinanziamento con fondi FESR
e che, in attuazione del suddetto decreto, in data 28/7/2003 è
stato stipulato l’atto integrativo alla convenzione in vigore tra
MCC S.p.A. e Regione Calabria del 30/6/2000, con cui sono
state disciplinate le attività sopra descritte.
VISTO il D.D.G. n. 2513 del 14/3/2003 con il quale è stata
approvata la graduatoria riservata alle Medie Imprese.
VISTO il D.D.G. n. 3252 del 26/3/2003, con il quale è stato
concesso all’impresa CONFOR ASP s.r.l., con sede legale in Via
S. Pertini, n. 51 − Complesso Metropolis − 87036 Rende (CS), a
fronte di un programma di investimenti riconosciuto agevolabile
per un importo pari a Euro 3.971.000,00, un contributo provvisorio in conto capitale di Euro 2.820.000,00 determinato secondo
le modalità previste dall’art. 2 del D.D.G. pro-tempore n. 983 del
31/1/2002, pubblicato nel BURC − S.S. n. 4 al n. 2 dell’1/2/
2002.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE il contributo sopra determinato, comunque, non eccede il
75% del valore netto dell’investimento.
VISTO l’art. 2, lett. a, del contratto rep. n. 1133 del 13/11/
2003, stipulato tra la Regione Calabria e l’impresa CONFOR
ASP s.r.l.
VISTA la richiesta di anticipazione di Euro 564.000,00, pari al
20% del contributo concesso di Euro 2.820.000,00, presentata in
data 5/10/2004 dalla suddetta impresa CONFOR ASP s.r.l., con
sede legale in Via S. Pertini, n. 51 − Complesso Metropolis −
87036 Rende (CS), per la realizzazione di un programma di investimento relativo alla suddetta tipologia, nell’unità locale ubicata in Via S. Pertini, n. 51 − Complesso Metropolis − 87036
Rende (CS).
24387
accredito sul c/c bancario n. 071076830177 intestato a CONFOR
ASP s.r.l., intrattenuto presso la Banca Intesa di Roma, Agenzia
n. 15, ABI 03069 − CAB 05075.
GRAVARE l’onere di Euro 564.000,00 sull’impegno
n. 1620/02, assunto nel cap. 6411202/02, con il D.D.G. dell’ex
Dipartimento n. 7, n. 7467 del 17/6/2002.
AUTORIZZARE la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento.
DISPORRE la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Avv. Antonietta Trotta
VISTA la «polizza fidejussoria» n. 1590728 del 21/9/2004 e
l’appendice n. 1 del 12/10/2004 alla stessa fideiussione, autenticata nella firma dal Dr. Roberto Gervasio, Notaio in Cosenza, in
data 21/9/2004, emessa a favore della Regione Calabria dalla
Società Viscontea Coface S.p.A., con sede legale in Milano, Via
Giovanni Spadolini, 4, cap. 20141, a garanzia della richiesta di
anticipazione di Euro 564.000,00, pari al 20% del contributo
concesso.
VISTE le positive risultanze istruttorie espresse al riguardo da
MCC S.p.A., giusta proposta di erogazione n. 35/1/O del 19/10/
2004, acquisita al prot. n. 4759/IND. del 20/10/2004, con la quale
si propone l’accreditamento di Euro 564.000,00 a titolo di anticipazione del 20% del contributo in conto capitale concesso in
via provvisoria, sul c/c bancario n. 071076830177 intestato a
CONFOR ASP s.r.l., intrattenuto presso la Banca Intesa di Roma,
Agenzia n. 15, ABI 03069 − CAB 05075.
VISTE le disposizioni contenute nel POR Calabria 2000/06 e
nel Complemento di Programmazione con riferimento alle iniziative relative all’attuazione della Mis. 4.2 az. c).
VISTO l’impegno di spesa n. 1620/02, assunto sul capitolo
6411202 del bilancio regionale 2002 con D.D.G. dell’ex Dipartimento n. 7, n. 7467 del 17/6/2002.
VISTI:
— le LL. 2/5/2001, n. 7 e 4/2/2002, n. 8;
DECRETO n. 18384 del 9 novembre 2004
Impresa Esperia S.p.A. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria
2000/06. Liquidazione stato avanzamento lavori pari al 50%
del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3258 del 26/3/2003.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il Decreto n. 983 del 31/1/2002 del D.G. dell’ex dipartimento n. 7, pubblicato nel BURC dell’8/2/2002 con il quale è
stato indetto il bando per la concessione di aiuti agli investimenti,
tramite selezioni riservate, distintamente, alle medie imprese ed
alle piccole imprese, secondo la procedura di cui all’art. 6 del
D.Lgs. 123/98 (procedura negoziale), nei settori dell’informatica
e della telematica, a valere sulla Misura 4.2 − Az. c (ex d ed e) del
POR Calabria 2000-2006: «Attrazione di iniziative imprenditoriali strategiche per lo sviluppo della cooperazione produttiva
interregionale».
VISTA la nota del 25/3/2002 con la quale l’impresa Esperia
S.p.A., con sede legale in Piazza della Libertà, n. 35 − 87036
Rende (CS), ha presentato la «manifestazione di interesse» secondo quanto previsto dal bando in argomento, in riferimento
alla realizzazione di un programma di investimenti relativo alla
seguente iniziativa: «Call Center relativo al settore turistico»,
nell’ambito dell’unità produttiva ubicata in Rende (CS), Piazza
della Libertà n. 35.
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96;
— la D.G.R. n. 2661/99;
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e 206/2000;
— i DD.D.G. del DAP n. 7393 del 30/5/2003 e n. 13673 del
26/9/2003 di nomina e delega a favore del Dirigente del Settore
Industria Avv. Antonietta Trotta.
DATO ATTO che si sono realizzate le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. n. 8/2002.
DECRETA
Per la realizzazione del programma di investimenti di cui al
D.D.G. n. 3252 del 26/3/2003 e per le motivazioni indicate in
premessa, di:
EROGARE all’impresa CONFOR ASP s.r.l., con sede legale
in Via S. Pertini, n. 51 − Complesso Metropolis − 87036 Rende
(CS), la somma di Euro 564.000,00 a titolo di anticipazione pari
al 20% del contributo concesso di Euro 2.820.000,00, mediante
VISTO il decreto n. 8794 dell’11/7/2002, con il quale, a seguito di selezione espletata da una Commissione di valutazione
nominata con decreto n. 3929 dell’11/4/2002, l’impresa è stata
ammessa alla presentazione dei «piani di impresa esecutivi».
VISTA la deliberazione della G.R. n. 577 dell’8/7/2002 con la
quale è stata affidata a MCC S.p.A. (ex Mediocredito Centrale),
a supporto dell’attività di valutazione della suddetta Commissione, l’istruttoria tecnico-economico-finanziaria dei progetti
esecutivi di investimento presentati dalle imprese selezionate e
che, in attuazione della suddetta deliberazione, è stato sottoscritto in data 9/9/2002, l’atto integrativo alla convenzione in
vigore tra MCC S.p.A. e Regione Calabria stipulata in data 30/6/
2000, con cui sono state disciplinate le attività sopra delineate.
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1108 del 25/
11/2002, avente ad oggetto: «Integrazione direttive di cui alle
deliberazioni G.R. nn. 439 e 470/2001 e nn. 14 e 63/2002».
VISTO il D.D.G. n. 9932 del 17/7/2003 con il quale è stato
stipulato con il soggetto Gestore MCC S.p.A., atto integrativo
per l’espletamento, tra l’altro, delle attività di gestione delle
24388
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
istruttorie amministrative propedeutiche alla erogazione delle
agevolazioni, per l’erogazione delle medesime e per la rendicontazione delle operazioni per il cofinanziamento con fondi FESR
e che, in attuazione del suddetto decreto, in data 28/7/2003 è
stato stipulato l’atto integrativo alla convenzione in vigore tra
MCC S.p.A. e Regione Calabria del 30/6/2000, con cui sono
state disciplinate le attività sopra delineate.
VISTO il D.D.G. n. 2515 del 14/3/2003 con il quale è stata
approvata la graduatoria riservata alle Piccole Imprese − Tipologia Call Center.
VISTO il D.D.G. n. 3258 del 26/3/2003, con il quale è stato
concesso all’impresa Esperia S.p.A., con sede legale in Piazza
della Libertà, n. 35 − 87036 Rende (CS), a fronte di un programma di investimenti riconosciuto agevolabile per un importo
pari a Euro 2.128.000,00, un contributo provvisorio in conto capitale di Euro 1.840.000,00 determinato secondo le modalità previste dall’art. 2 del D.D.G. pro-tempore n. 983 del 31/1/2002,
pubblicato nel BURC − S.S. n. 4 al n. 2 dell’1/2/2002.
VISTO che il contributo sopra determinato, comunque, non
eccede il 75% del valore netto dell’investimento.
VISTO il contratto rep. n. 3149 del 9/6/200, stipulato tra la
Regione Calabria e l’impresa Esperia S.p.A., ed in particolare
l’art. 2, lett. b, del suddetto contratto.
VISTA la richiesta di erogazione presentata dall’impresa
Esperia S.p.A., in data 28/9/2004 a titolo di primo stato di avanzamento lavori, ove si evince che, a fronte del suddetto programma approvato, l’impresa ha acquistato beni e sostenuto corrispondentemente spese per un importo complessivo, al netto
dell’I.V.A., di Euro 1.076.000,00 pari al 50,56% della spesa ritenuta ammissibile, come comprovato attraverso i relativi documenti di spesa fiscalmente regolari, pagati e quietanzati, acquisiti da MCC S.p.A.
VISTE le positive risultanze istruttorie espresse al riguardo da
MCC S.p.A., giusta proposta di erogazione n. 21/1/0 del 25/10/
2004, acquisita al prot. n. 4793/IND. del 27/10/2004, con la quale
si propone di liquidare Euro 920.000,00 pari al 50% del contributo in conto capitale concesso in via provvisoria, sul c/c bancario n. 86951445, intestato a Esperia S.p.A. presso la Banca
Sella − Agenzia n. 79, Via Poli − Roma ABI 3268 − CAB 03200.
VISTE le disposizioni contenute nel POR Calabria 2000/06 e
nel Complemento di Programmazione con riferimento alle iniziative relative all’attuazione della Mis. 4.2 az. c).
VISTO l’impegno di spesa n. 4686/2004, assunto sul capitolo
6411202 del bilancio regionale 2004 con D.D.G., n. 16803 del
14/10/2004.
DECRETA
Per la realizzazione del programma di investimenti di cui al
D.D.G. n. 3258 del 26/3/2003 e per le motivazioni indicate in
premessa, di:
EROGARE all’impresa Esperia S.p.A., con sede legale in
Piazza della Libertà, n. 35 − 87036 Rende (CS), la somma di
Euro 920.000,00, pari al 50% del contributo concesso di Euro
1.840.000,00, a titolo di primo stato avanzamento lavori pari al
50% del contributo concesso di Euro 1.840.000,00 mediante accredito sul c/c bancario n. 86951445, intestato a Esperia S.p.A.,
presso la Banca Sella − Agenzia n. 79, Via Poli − Roma ABI
3268 − CAB 03200.
GRAVARE l’onere di Euro 920.000,00 sull’impegno
di spesa n. 4686/2004, assunto sul cap. 6411202/04, con D.D.G.,
n. 16803 del 14/10/2004.
AUTORIZZARE la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento.
DISPORRE la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Avv. Antonietta Trotta
DECRETO n. 18387 del 9 novembre 2004
Impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna Maria −
Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria 2000/06. Liquidazione a titolo di primo stato avanzamento lavori pari al 30% del contributo concesso di cui al D.D.G. n. 3247 del 26/3/2003.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il Decreto n. 984 del 31/1/2002 del D.G. dell’ex dipartimento n. 7, pubblicato nel BURC dell’8/2/2002 con il quale è
stato indetto il bando per la concessione di aiuti agli investimenti,
tramite selezioni riservate, distintamente, alle medie imprese ed
alle piccole imprese, secondo la procedura di cui all’art. 6 del
D.Lgs. 123/98 (procedura negoziale), nei settori del tessile e
delle industrie per la fabbricazione dei prodotti in cuoio, pelle e
similari, a valere sulla misura 4.2 − Az. c (ex d ed e) del POR
Calabria 2000-2006: «Attrazione di iniziative imprenditoriali
strategiche per lo sviluppo della cooperazione produttiva interregionale».
VISTO il D.D.G. n. 2512 del 14/3/2003 con il quale è stata
approvata la graduatoria riservata alle Piccole Imprese.
VISTI:
— le LL. 2/5/2001, n. 7 e 4/2/2002, n. 8;
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96;
— la D.G.R. n. 2661/99;
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e 206/2000;
VISTO il D.D.G. n. 3247 del 26/3/2003, con il quale è stato
concesso all’impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna
Maria, con sede legale in Via Caminona, 29, 87069 − S. Demetrio Corone (CS), a fronte di un programma di investimenti riconosciuto agevolabile per un importo pari a Euro 2.152.000,00,
un contributo provvisorio in conto capitale di Euro 1.840.000,00
determinato secondo le modalità previste dall’art. 2 del D.D.G.
pro-tempore n. 984 del 31/1/2002, pubblicato nel BURC − S.S.
n. 4 al n. 2 dell’1/2/2002.
— i DD.D.G. del DAP n. 7393 del 30/5/2003 e n. 13673 del
26/9/2003 di nomina e delega a favore del Dirigente del Settore
Industria Avv. Antonietta Trotta.
CHE il contributo sopra determinato, comunque, non eccede il
75% del valore netto dell’investimento.
DATO ATTO che si sono realizzate le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. n. 8/2002.
VISTO il D.D.G. n. 2460 del 15/3/2004 con il quale è stata
erogata all’impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna Maria,
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24389
con sede legale in Via Caminona, 29, 87069 − S. Demetrio Corone (CS), la somma di Euro 368.000,00 a titolo di anticipazione
pari al 20% del contributo concesso di Euro 1.840.000,00.
GRAVARE l’onere di Euro 552.000,00 sull’impegno
n. 671/03, assunto nel cap. 6411202/03, con il decreto n. 3239
del 26/3/2003.
VISTO l’art. 2, lett. b, del contratto rep. n. 1132 13/11/2003,
stipulato tra la Regione Calabria e l’impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna Maria.
AUTORIZZARE la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento.
DISPORRE la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
VISTA la richiesta di erogazione presentata dall’impresa
Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna Maria, in data 13/9/2004 a
titolo di primo stato di avanzamento lavori, ove si evince che, a
fronte del suddetto programma approvato, l’impresa ha acquistato beni e sostenuto corrispondentemente spese per un importo
complessivo ritenuto ammissibile in via provvisoria, al netto dell’I.V.A., di Euro 1.110.838,10 pari al 51,62% dell’investimento
riconosciuto agevolabile, come comprovato attraverso i relativi
documenti di spesa fiscalmente regolari, pagati e quietanzati, acquisiti da MCC S.p.A.
VISTE le positive risultanze istruttorie espresse al riguardo da
MCC S.p.A., giusta proposta di erogazione n. 13/2/O del 25/10/
2004, acquisita al prot. n. 4796/IND. del 27/10/2004, con la quale
si propone l’accreditamento di Euro 552.000,00, pari al 30% del
contributo in conto capitale concesso in via provvisoria, sul c/c
bancario n. 854391 intestato a Mauro Gruppo Tessile di Mauro
Anna Maria, intrattenuto presso la Banca Popolare di Crotone −
Agenzia di Rossano (CS) − ABI 05256 − CAB 080921.
VISTE le disposizioni contenute nel POR Calabria 2000/06 e
nel Complemento di Programmazione con riferimento alle iniziative relative all’attuazione della Mis. 4.2 az. c).
VISTO l’impegno di spesa n. 671/03, assunto sul capitolo
6411202 del bilancio regionale 2003 con D.D.G. n. 3239 del 26/
3/2003.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Avv. Antonietta Trotta
DECRETO n. 18389 del 9 novembre 2004
Impresa Sagi s.r.l. − Mis. 4.2 az. c) del POR Calabria
2000/06. Liquidazione a titolo di primo stato avanzamento
lavori pari al 30% del contributo concesso di cui al D.D.G.
n. 3242 del 26/3/2003.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il Decreto n. 984 del 31/1/2002 del D.G. dell’ex dipartimento n. 7, pubblicato nel BURC dell’8/2/2002 con il quale è
stato indetto il bando per la concessione di aiuti agli investimenti,
tramite selezioni riservate, distintamente, alle medie imprese ed
alle piccole imprese, secondo la procedura di cui all’art. 6 del
D.Lgs. 123/98 (procedura negoziale), nei settori del tessile e
delle industrie per la fabbricazione dei prodotti in cuoio, pelle e
similari, a valere sulla misura 4.2 − Az. c (ex d ed e) del POR
Calabria 2000-2006: «Attrazione di iniziative imprenditoriali
strategiche per lo sviluppo della cooperazione produttiva interregionale».
VISTO il D.D.G. n. 2512 del 14/3/2003 con il quale è stata
approvata la graduatoria riservata alle Piccole Imprese.
VISTI:
— le LL. 2/5/2001, n. 7 e 4/2/2002, n. 8;
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96;
— la D.G.R. n. 2661/99;
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e 206/2000;
— i DD.D.G. del DAP n. 7393 del 30/5/2003 e n. 13673 del
26/9/2003 di nomina e delega a favore del Dirigente del Settore
Industria Avv. Antonietta Trotta.
DATO ATTO che si sono realizzate le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. n. 8/2002.
DECRETA
VISTO il D.D.G. n. 3242 del 26/3/2003, con il quale è stato
concesso all’impresa SA.GI s.r.l, con sede legale in Via Monte
Baldo, 18, − 87100 Cosenza, a fronte di un programma di investimenti riconosciuto agevolabile per un importo pari a Euro
2.459.000,00, un contributo provvisorio in conto capitale di Euro
2.190.000,00 determinato secondo le modalità previste dall’art.
2 del D.D.G. pro-tempore n. 984 del 31/1/2002, pubblicato nel
BURC − S.S. n. 4 al n. 2 dell’1/2/2002.
CHE il contributo sopra determinato, comunque, non eccede il
75% del valore netto dell’investimento.
VISTO il D.D.G. n. 2477 del 16/3/2004 con il quale è stata
erogata all’impresa SA.GI s.r.l, con sede legale in Via Monte
Baldo, 18, − 87100 Cosenza, la somma di Euro 438.000,00 a
titolo di anticipazione pari al 20% del contributo concesso di
Euro 2.190.000,00.
Per la realizzazione del programma di investimenti di cui al
D.D.G. n. 3247 del 26/3/2003 e per le motivazioni indicate in
premessa, di:
VISTO l’art. 2, lett. b, del contratto rep. n. 1131 13/11/2003,
stipulato tra la Regione Calabria e l’impresa SA.GI s.r.l.
EROGARE all’impresa Mauro Gruppo Tessile di Mauro Anna
Maria, con sede legale in Via Caminona, 29, 87069 − S. Demetrio Corone (CS), la somma di Euro 552.000,00 a titolo di primo
stato avanzamento lavori pari al 30% del contributo concesso in
via provvisoria di Euro 1.840.000,00, mediante accredito sul c/c
bancario n. 854391 intestato a Mauro Gruppo Tessile di Mauro
Anna Maria, intrattenuto presso la Banca Popolare di Crotone −
Agenzia di Rossano (CS) − ABI 05256 − CAB 080921.
VISTA la richiesta di erogazione presentata dall’impresa
SA.GI s.r.l. in data 1/9/2004 a titolo di primo stato di avanzamento lavori, ove si evince che, a fronte del suddetto programma
approvato, l’impresa ha acquistato beni e sostenuto corrispondentemente spese per un importo complessivo ritenuto ammissibile in via provvisoria, al netto dell’I.V.A., di Euro 1.500.711,29
pari al 61,03% dell’investimento riconosciuto agevolabile, come
comprovato attraverso i relativi documenti di spesa fiscalmente
regolari, pagati e quietanzati, acquisiti da MCC S.p.A.
24390
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTE le positive risultanze istruttorie espresse al riguardo da
MCC S.p.A., giusta proposta di erogazione n. 15/2/O del 25/10/
2004, acquisita al prot. n. 4795/IND. del 27/10/2004, con la quale
si propone l’accreditamento di Euro 657.000,00, pari al 30% del
contributo in conto capitale concesso in via provvisoria, sul c/c
bancario n. 854392 intestato a SA.GI s.r.l, intrattenuto presso la
Banca Popolare di Crotone − Agenzia di Rossano (CS) − ABI
05256 − CAB 080921.
DECRETO n. 18396 del 9 novembre 2004
VISTE le disposizioni contenute nel POR Calabria 2000/06 e
nel Complemento di Programmazione con riferimento alle iniziative relative all’attuazione della Mis. 4.2 az. c).
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/
2004 con il quale veniva impegnata la somma di Euro
900.000,00 per ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95
per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione 2004;
VISTO l’impegno di spesa n. 671 del 24/3/2003, assunto sul
capitolo 6411202 del bilancio regionale 2003 con D.D.G. n. 3239
del 26/3/2003.
VISTI:
— le LL. 2/5/2001, n. 7 e 4/2/2002, n. 8;
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 − Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004.
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002).
— l’art. 28 della L.R. n. 7/96;
RITENUTO di dover provvedere in merito.
— la D.G.R. n. 2661/99;
VISTI:
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e 206/2000;
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— i DD.D.G. del DAP n. 7393 del 30/5/2003 e n. 13673 del
26/9/2003 di nomina e delega a favore del Dirigente del Settore
Industria Avv. Antonietta Trotta.
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
DATO ATTO che si sono realizzate le condizioni di cui all’art.
45 della L.R. n. 8/2002.
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
DECRETA
DECRETA
Per la realizzazione del programma di investimenti di cui al
D.D.G. n. 3242 del 26/3/2003 e per le motivazioni indicate in
premessa, di:
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati
EROGARE all’impresa SA.GI s.r.l, con sede legale in Via
Monte Baldo, 18, − 87100 Cosenza, la somma di Euro
657.000,00 a titolo di primo stato avanzamento lavori pari al
30% del contributo concesso in via provvisoria di Euro
2.190.000,00, mediante accredito sul c/c bancario n. 854392 intestato a SA.GI s.r.l, intrattenuto presso la Banca Popolare di
Crotone − Agenzia di Rossano (CS) − ABI 05256 − CAB
080921.
— di liquidare a favore della sotto elencata Ditta, la somma a
fianco indicata:
1) Blue Point Travel − Botricello Euro 94.170,00
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
GRAVARE l’onere di Euro 657.000,00 sull’impegno
n. 671/03, assunto nel cap. 6411202/03, con il decreto n. 3239
del 26/3/2003.
AUTORIZZARE la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento.
DISPORRE la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
DECRETO n. 18402 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 − Liquidazione.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Avv. Antonietta Trotta
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/
2004 con il quale veniva impegnata la somma di Euro
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
900.000,00 per ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95
per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione 2004;
VISTI:
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004.
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
24391
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.G.R. n. 946/2002;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002).
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
DECRETA
RITENUTO di dover provvedere in merito.
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati:
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— di liquidare a favore della APG s.r.l., di Genova la somma
di Euro 45.600,00 da far gravare sul capitolo 6133104 del bilancio 2004, impegno n. 1834 dell’1/6/2004;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
DECRETA
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati:
— di liquidare a favore della sotto elencata Ditta, la somma a
fianco indicata:
DECRETO n. 18407 del 9 novembre 2004
1) Agenzia Viaggi Romano − Mendoza Euro 17.550,00
Legge regionale 13/85 − Liquidazione.
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 1903 del 2/3/2004
con il quale veniva impegnata la somma di Euro 63.600,00 ad
oggetto: L.R. 13/85 − Provvedimenti;
— l’impegno di spesa n. 181 del 26/2/2004 sul capitolo
6133104 del bilancio regionale 2004;
DECRETO n. 18404 del 9 novembre 2004
Legge regionale 13/85 − Provvedimento di Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la documentazione prodotta dalla ditta Acque e Terre s.r.l.
di Mestre.
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano i diritti del credito e che quindi si sono realizzati le
condizioni stabiliti per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002).
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 8466 dell’8/6/2004
con il quale veniva impegnata la somma di Euro 121.920,00 ad
oggetto Legge regionale 13/85;
RITENUTO di dover provvedere in merito.
— l’impegno di spesa n. 1834 dell’1/6/2004 sul capitolo
6133104 del bilancio regionale 2004.
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
VISTI:
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002).
RITENUTO di dover provvedere in merito.
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
24392
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati:
— di liquidare a favore della ditta Acque e Terre s.r.l. di Mestre la somma di Euro 6.200,00 da far gravare sul capitolo
6133104 del bilancio 2004, impegno n. 181 del 26/2/2004;
— di autorizzare la Ragioneria Generale di emettere il relativo mandato di pagamento.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente di Settore
Dr. Pasquale Anastasi
ziamento de quo, compresa la verifica che le singole iniziative
approvate ricadono nei comuni facenti parte degli ambiti montani di cui all’elenco allegato al citato decreto;
— che a seguito della presentazione delle fatture relative alle
spese sostenute, la struttura competente per l’istruttoria ha predisposto un elenco riepilogativo, per un importo di Euro 45.110,16
che si allega e fa parte integrante del presente decreto, nel quale
sono riportate le scuole beneficiarie con l’importo di contributo
dovuto quale risultante dei singoli contributi per trasporto, ristorazione, pernottamento.
RITENUTO di dover procedere al pagamento dei contributi
spettanti a ciascuna istituzione scolastica nell’importo determinato a seguito di regolare istruttoria.
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
DECRETO n. 18409 del 9 novembre 2004
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
Legge regionale n. 13/85 − Art. 65 comma n. 3 − Liquidazione Istituti Scolastici − Turismo Scolastico Montano 2003/
2004.
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
DECRETA
VISTI:
— la Legge regionale 28 marzo 1985, n. 13 e in particolare
l’art. 65 che prevede, tra l’altro, l’attivazione di iniziative finalizzate alla promozione del turismo scolastico;
— il decreto n. 18427 del 10/12/2003 con il quale è stata impegnata la somma di Euro 512.000,00 al fine di finanziare le
iniziative di cui all’art. 65, 3° comma, lettera h, della L.R. 28/3/
1985, n. 13 ed in particolare il turismo promosso nella Regione
Calabria, dalle istituzioni scolastiche per l’anno 2003/2004 sul
capitolo di bilancio n. 6133112 dell’esercizio finanziario 2003,
giusto impegno n. 4840 del 27/11/2003.
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati:
— di liquidare a favore degli Istituti scolastici di cui all’allegato elenco A, per un importo di Euro 45.110,16 che fa parte
integrante del presente decreto, le somme a fianco di ciascuno
indicate;
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
CONSIDERATO:
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
— che a seguito dell’inoltro delle domande di contributo da
parte dell’istituzioni scolastiche si è svolta la relativa istruttoria
con formulazione dell’elenco delle pratiche ammesse al finan-
Allegato A
Turismo Solastico Montano anno 2003-04
Denominazione
Denominazione
Comune
Prov.
Tot. contrib. C
Liceo Ginnasio Statale
«B. Secusio»
Caltagirone
CT
10.332,00
Istituto Comprensivo
«F. Guglielmino»
Acicatena
CT
4.227,00
Istituto Tecnico Commerciale
«Antonio Serra»
Cosenza
CS
2.480,00
Istituto Scolastico
«G. Parini»
Catania
CT
1.515,00
Istituto Tecnico Comm. e Turis.
«Raffaele Piria»
Reggio Calabria
RC
2.662,00
Istituto d’Istruzione Superiore
«Umberto Sorace Maresca»
Catanzaro
CZ
7.473,00
Istituto Comprensivo Statale
«Roberto Rimini»
Acitrezza
CT
1.250,00
Istituto Professionale di Stato
«F. Todaro»
Rende
CS
5.842,00
Istituto Comprensivo Statale
«Don L. Milani»
Misterbianco
CT
5.470,00
Istituto Tecnico Comm. e Amm.
«Valentino De Fazio»
Lamezia Terme
CZ
3.859,16
45.110,16
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18413 del 9 novembre 2004
Liquidazione contributo comune S. Floro partecipazione
eventi.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che il comune di S. Floro (Catanzaro) in data 31
ottobre 2000 ha richiesto un contributo per la partecipazione
dalla Fiera dei comuni di Bari dal 9 al 12 novembre.
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/02 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso, ai
sensi della L.R. n. 5/95.
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di Euro
750,00 pari al secondo 50% del contributo concesso.
CHE con Deliberazione n. 104 del 12 giugno 2002 lo stesso
Comune ha rendicontato le spese sostenute per la partecipazione
alla manifestazione di Bari con il progetto sperimentale «Dal
Gelso alla Seta» nonché alla Fiera Internazionale dell’Artigianato tenutasi a Milano dal 30 novembre 2001 al 10 dicembre
2001.
VISTA la L.R. 13/5/1995 n. 7 − art. 30.
CHE all’uopo era stato assunto impegno n. 6493/2000 sul capitolo n. 6132102 del 2000.
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003.
VISTI gli artt. 28 della L.R. 7/96 s.m.i., la Delibera Giunta
regionale n. 2661/99, la Delibera Giunta regionale n. 946 del 15
ottobre 2002, i DD.P.G.R. n. 354/1999 e n. 206/2000.
VISTO altresì D.D.G.A.P. n. 2291 del 10 marzo 2003.
VISTA la Legge regionale n. 11/1991.
VISTA la L.R. n. 8/2002 art. 43 e art. 45.
DECRETA
Di liquidare la somma di Euro 2.587,66 per la causa di cui in
narrativa al comune di S. Floro (Catanzaro) C.F. 80001780792 a
valere sull’Impegno n. 6493/2000 sul capitolo 6132102 Esercizio 2000 − in perenzione sul capitolo 7003101.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Franco Petramala
24393
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1996.
VISTA la Del. G.R. n. 946 del 15/10/2002.
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95.
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore.
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa:
— di erogare all’Associazione Pro Loco di S. Onofrio la
somma di Euro 750,00 pari al secondo 50% del contributo concesso;
— di gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di
Euro 568.000,00 assunto sul cap. 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2002 con D.D.G. 9053/02 giusto impegno n. 2577 del
12/7/02;
— di richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Pro Loco di S.
Onofrio.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
DECRETO n. 18419 del 9 novembre 2004
Dr. Rocco Militano
LL.RR. 13/85 e 5/95 Erogazione II 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 9053/02.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 9053 del 17/7/02 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 − Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco − Esercizio 2002» regolarmente impegnato per il complessivo importo di Euro 568.000,00
sul cap. 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio 2002, giusto impegno n. 2577 del 12/7/02 e con cui all’Associazione Pro Loco di
S. Onofrio C.F. 96003660790 è stato concesso un contributo di
Euro 1.500,00.
CONSIDERATO:
CHE alla predetta Associazione è stata erogata la somma di
Euro 750,00 a titolo di anticipazione del 50% dell’importo concesso con D.D.G. n. 9053.
DECRETO n. 18422 del 9 novembre 2004
R.R. n. 2/01 − Programma attività di spettacolo anno 2004
− Erogazione contributo a favore dell’Associazione Folk «I
Canterini di Spirito Santo» di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 con cui è stato approvato il piano annuale di programma dell’attività di spettacolo per
l’anno 2004.
VISTO il D.D.G. n. 7479 del 27/5/2004 con cui sul capitolo
3132104 è stato assunto l’impegno n. 1626 del 19/5/2004 per
l’importo complessivo di Euro 1.000.000,00.
24394
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica ha accertato:
— che con sopracitato D.D.G. n. 13238/04 all’Associazione
Folk «I Canterini di Spirito Santo» di Reggio Calabria è stato
concesso un contributo di Euro 10.000,00 a sostegno delle spese
sostenute per il progetto «Etnie a Confronto» Rassegna Folklorica Internazionale;
— che la Associazione in questione, ha trasmesso la documentazione consuntiva, acquisita agli atti dell’Assessorato con
prot. n. 011626/TUR. del 25/10/2004;
— che dalla valutazione della predetta documentazione risulta che la predetta Associazione ha regolarmente rendicontato
con documentazione fiscalmente regolare per importo di Euro
13.085,00.
RITENUTO di dover procedere all’erogazione dei contributi
concessi con il sopracitato D.D.G. n. 13238/04 gravando la predetta somma sull’impegno n. 1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104.
VISTA la L.R. 28/2/2002, n. 8 art. 45.
DECRETO n. 18423 del 9 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 10882/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 10882 dell’1/8/2003 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 − Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco Esercizio finanziario 2003
− regolarmente impegnato per il complessivo importo di Euro
466.500,00 sul cap. 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio 2003,
giusto impegno n. 2394 del 28/7/2003 con cui all’Associazione
Turistica Pro Loco di Sant’Onofrio C.F. 96003660790 è stato
concesso un contributo di Euro 1.500,00.
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il
diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione del
contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95.
RITENUTO:
VISTO l’art. 30 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7.
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 per come modificato
dal D.P.R. n. 206/00.
Di dover procedere alla liquidazione del contributo concesso
con D.D.G. 10882/03 per un importo pari a Euro 1.500,00.
VISTA la L.R. 13/5/1996, n. 7 − art. 30.
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1996.
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/2002.
VISTA la Del. G.R. n. 946 del 15/10/2002.
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10/3/2003.
DATO ATTO ai sensi dell’art. 45, che si sono realizzate le
condizioni stabilite per la liquidazione dei contributi concessi.
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dagli uffici interessati,
avendo accertato la regolarità del presente atto.
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003.
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95.
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore.
DECRETA
DECRETA
Per i motivi indicati in premessa, da intendersi integralmente
riportati:
— di liquidare all’Associazione Folk «I Canterini di Spirito
Santo» di Reggio Calabria − C.F. 92011790802 − la somma Euro
10.000,00;
— di gravare la predetta somma Euro 10.000,00 sull’impegno
n. 1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104 con D.D.G.
n. 7479/04;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
del relativo titolo di pagamento.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Per le motivazioni di cui in premessa:
Di liquidare all’Associazione Turistica Pro Loco di Sant’Onofrio il contributo concesso con D.D.G. 10882 dell’1/8/03 per un
importo pari a Euro 1.500,00.
Di gravare la predetta somma sull’impegno di Euro
466.500,00 assunto sul cap. 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394 del
28/7/03.
Di richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Sant’Onofrio.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Dr. Rocco Militano
Dr. Rocco Militano
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18426 del 9 novembre 2004
POR Calabria Asse IV Misura 4.3b. Sostegno alla progettazione e realizzazione di nuovi pacchetti e/o prodotti turistici da commercializzare attraverso gli strumenti finanziari
della Misura 4.3 e/o attraverso azioni promosse dagli stessi
operatori. Progetto: Rhegion Travel della Tourist Services
s.r.l. «Turismo Sociale».
24395
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lì 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la D.G.R. n. 227 del 19/3/2002 con cui la G.R. ha, tra
l’altro, deliberato di programmare per il biennio 2002-2003 l’attivazione integrata e coordinata dell’azione 4.4e e dell’azione
4.3b, attraverso aiuti da concedere ad iniziative imprenditoriali;
— il decreto n. 10013 del 6/8/2002 con cui è stato assunto
l’impegno n. 2916 dell’1/8/2002 per la somma di Euro
750.000,00 sul capitolo 6412101 esercizio 2002, a sostegno dei
progetti di cui alla Misura 4.3b;
— il verbale n. 7 del 30/10/2002 con il quale l’apposita commissione ha approvato il progetto di promozione e commercializzazione «Turismo Sociale» presentato dalla Agenzia Viaggi
Rhegion Travel della Tourist Services per un importo complessivo di Euro 100.000,00 da gravare sulla Misura 4.3b per la quota
d’aiuto del 50% pari a Euro 50.000,00.
CONSIDERATO che l’Agenzia in questione ha ricevuto una
prima trance di contributo di Euro 21.080,37 a seguito della documentazione consuntiva prodotta, e che ha prodotto una ulteriore documentazione a saldo del progetto sopra menzionato di
Euro 73.693,00, escluso IVA, maturando così il saldo spettante
di Euro 28.900,00.
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto del creditore e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002).
RITENUTO di dover provvedere in merito.
DECRETO n. 18428 del 9 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Petrizzi D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco «Il Fiore di Pietra» di Petrizzi C.F. 97037690795
è stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45.
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati
— di liquidare a favore della Agenzia Rhegion Travel della
Tourist Services la somma di Euro 28.900,00 quale contributo a
saldo finale a titolo di aiuto a sostegno delle spese sostenute per
la realizzazione del progetto «Turismo Sociale» di cui alla misura 4.3b;
— di gravare la predetta somma di Euro 28.900,00 sull’impegno n. 2916 dell’1/8/2002 assunto sul capitolo 6412101/2002
con decreto D.G. n. 10013 del 6/8/2002;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco «Il Fiore di
Pietra» di Petrizzi la somma di C 500,00 pari al primo 50% del
contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
24396
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Petrizzi.
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18432 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
DECRETO n. 18429 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
RITENUTO di dover provvedere in merito;
— il D.G.R. n. 946/2002;
VISTI:
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
1) Turismo Sur – Buenos Aires C 50.935,00
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
1) Presentours – Buenos Aires C 26.876,00
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18433 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
24397
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
VISTI:
DECRETA
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
1) Avanti Tours – Zmenaren C 35.700,00
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
1) Brownie Tour – Mendoza C 45.300,00
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18435 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
DECRETO n. 18436 del 9 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Sant’Onofrio D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di S. Onofrio C.F. 96003660790 è stato concesso
un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
24398
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
DECRETA
1) Eurotours International – Kitzbuhel C 100.000,00
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di S. Onofrio
la somma di C 500,00 pari al primo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di S. Onofrio.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18441 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
DECRETO n. 18439 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
VISTI:
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
24399
DECRETA
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
1) Maregest Srl – C 50.050,00
DECRETA
2) Associazione Turistica Copanello C 9.922,00
Per i motivi specificati in premessa che si intendono integralmente riportati;
— di liquidare a favore della sotto elencata ditta, la somma a
fianco indicata:
1) Verkehrsburo – Vienna C 100.000,00
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
3) Iorfida Viaggi C 45.000,00
4) Associazione Vinciarello C 7.084,00
5) Associazione Guardavalle Holidays C 23.562,00
— di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo mandato di pagamento previa richiesta di mandato da parte
del settore competente.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Pasquale Anastasi
DECRETO n. 18443 del 9 novembre 2004
DECRETO n. 18442 del 9 novembre 2004
Decreto n. 17479 del 25/10/2004 – Liquidazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTI:
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Baldrini Agenzia di
Spettacolo di Catanzaro.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 con cui è stato approvato il piano annuale di programma dell’attività di spettacolo per
l’anno 2004;
— la Legge regionale n. 6/95;
— il Decreto del Dirigente del Settore n. 17479 del 25/10/04
con il quale veniva impegnata la somma di C 900.000,00 per
ammissione ai benefici previsti dalla L.R. 6/95 per la realizzazione di programmi turistici verso la Calabria durante la stagione
2004;
— l’impegno di spesa n. 4855 assunto sul capitolo 6133103
del bilancio regionale 2004;
TENUTO conto che sono stati acquisiti tutti i documenti che
comprovano il diritto dei creditori e che quindi si sono realizzate
le condizioni stabilite per la liquidazione della spesa (art. 45 L.R.
8/2002);
RITENUTO di dover provvedere in merito;
VISTI:
— l’art. 28 della L.R. 7/96 e s.m.i.;
— il D.D.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— il D.G.R. n. 946/2002;
— il D.D.G. n. 2293 del 10/3/2003;
— la Legge n. 8/2002 art. 45;
VISTO il D.D.G. n. 7479 del 27/5/2004 con cui sul capitolo
3132104 è stato assunto l’impegno n. 1626 del 19/5/2004 per
l’importo complessivo di C 1.000.000,00;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica ha accertato:
— che con sopracitato D.D.G. n. 13238/2004 alla Baldrini
Agenzia di Spettacolo di Catanzaro è stato concesso un contributo di C 30.000,00 a sostegno delle spese sostenute per il progetto «Calabria...Teatro Aperto» 4a Edizione;
— che la Ditta in questione, ha trasmesso la documentazione
consuntiva, acquisita agli atti dell’Assessorato con prot. n.
011392/TUR. del 14/10/2004;
— che dalla valutazione della predetta documentazione risulta che la predetta ditta ha regolarmente rendicontato con documentazione fiscalmente regolare per importo di C 38.444,10;
RITENUTO di dover procedere all’erogazione dei contributi
concessi con il sopracitato D.D.G. n. 13238/04 gravando la predetta somma sull’impegno n. 1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104;
VISTA la L.R. 28/2/2002 n. 8 art. 45;
VISTO l’art. 30 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 per come modificato
dal D.P.R. n. 206/00;
24400
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/2002;
VISTA la L.R. 28/2/2002 n. 8 art. 45;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10/3/2003;
VISTO l’art. 30 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7;
DATO ATTO ai sensi dell’art. 45, che si sono realizzate le
condizioni stabilite per la liquidazione dei contributi concessi;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dagli uffici interessati,
avendo accertato la regolarità del presente atto;
DECRETA
Per i motivi indicati in premessa, da intendersi integralmente
riportati:
DI liquidare alla Baldrini Agenzia di Spettacolo di Catanzaro
– P.IVA 01681480792 – la somma di C 30.000,00;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 per come modificato
dal D.P.R. n. 206/00;
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/2002;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10/3/2003;
DATO ATTO ai sensi dell’art. 45, che si sono realizzate le
condizioni stabilite per la liquidazione dei contributi concessi;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dagli uffici interessati,
avendo accertato la regolarità del presente atto;
DECRETA
DI gravare la predetta somma di C 30.000,00 sull’impegno n.
1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104 con D.D.G. n.
7479/04;
Per i motivi indicati in premessa, da intendersi integralmente
riportati:
DI richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
del relativo titolo di pagamento.
DI liquidare alla Compagnia Teatrale Dialettale «A. Trambia»
di Catanzaro – C.F. 97025960796 – la somma di C 5.000,00;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DI gravare la predetta somma di C 5.000,00 sull’impegno n.
3974 del 9/9/2004 assunto sul capitolo 3132104 con D.D.G. n.
14445/04;
DI richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
del relativo titolo di pagamento.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
DECRETO n. 18447 del 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Compagnia Teatrale
Dialettale «A. Trambia» di Catanzaro.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 con cui è stato approvato il piano annuale di programma dell’attività di spettacolo per
l’anno 2004;
VISTO il D.D.G. n. 14445 del 10/9/2004 con cui è stato approvato lo scorrimento della graduatoria e con cui sul capitolo
3132104 è stato assunto l’impegno n. 3974 del 9/9/2004 per
l’importo complessivo di C 250.000,00;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica ha accertato:
— che con sopracitato D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 alla
Compagnia Teatrale Dialettale «A. Trambia» di Catanzaro è stato
concesso un contributo di C 5.000,00 a sostegno delle spese sostenute per il progetto «Uomini e Briganti in Calabria»;
— che l’Associazione in questione, ha trasmesso la documentazione consuntiva, acquisita agli atti dell’Assessorato con prot.
n. 011568/TUR. del 20/10/2004;
— che dalla valutazione della predetta documentazione risulta che la predetta Associazione ha regolarmente rendicontato
con documentazione fiscalmente regolare per importo di C
6.000,00;
RITENUTO di dover procedere all’erogazione dei contributi
concessi con il sopracitato D.D.G. n. 13238/04 gravando la predetta somma sull’impegno n. 3974 del 9/9/2004 assunto sul capitolo 3132104;
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DECRETO n. 18449 del 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore della Musica & Musica di
Cosenza.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 con cui è stato approvato il piano annuale di programma dell’attività di spettacolo per
l’anno 2004;
VISTO il D.D.G. n. 7479 del 27/5/2004 con cui sul capitolo
3132104 è stato assunto l’impegno n. 1626 del 19/5/2004 per
l’importo complessivo di C 1.000.000,00;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica ha accertato:
— che con sopracitato D.D.G. n. 13238/04 alla Musica &
Musica di Cosenza è stato concesso un contributo di C 40.000,00
a sostegno delle spese sostenute per il progetto «Concerto
d’Estate»;
— che la Ditta in questione, ha trasmesso la documentazione
consuntiva, acquisita agli atti dell’Assessorato con prot. n.
011686/TUR. del 26/10/2004;
— che dalla valutazione della predetta documentazione risulta che la predetta Ditta ha regolarmente rendicontato con documentazione fiscalmente regolare per importo di C 48.000,00;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO di dover procedere all’erogazione dei contributi
concessi con il sopracitato D.D.G. n. 13238/04 gravando la predetta somma sull’impegno n. 1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104;
VISTA la L.R. 28/2/2002 n. 8 art. 45;
VISTO l’art. 30 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 per come modificato
dal D.P.R. n. 206/00;
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/2002;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10/3/2003;
DATO ATTO ai sensi dell’art. 45, che si sono realizzate le
condizioni stabilite per la liquidazione dei contributi concessi;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dagli uffici interessati,
avendo accertato la regolarità del presente atto;
24401
— che l’Associazione in questione, ha trasmesso la documentazione consuntiva, acquisita agli atti dell’Assessorato con prot.
n. 011651/TUR. del 25/10/2004;
— che dalla valutazione della predetta documentazione risulta che la predetta Associazione ha regolarmente rendicontato
con documentazione fiscalmente regolare per importo di C
6.000,00;
RITENUTO di dover procedere all’erogazione dei contributi
concessi con il sopracitato D.D.G. n. 13238/04 gravando la predetta somma sull’impegno n. 3974 del 9/9/2004 assunto sul capitolo 3132104;
VISTA la L.R. 28/2/2002 n. 8 art. 45;
VISTO l’art. 30 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 per come modificato
dal D.P.R. n. 206/00;
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/2002;
DECRETA
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10/3/2003;
Per i motivi indicati in premessa, da intendersi integralmente
riportati:
DI liquidare alla Musica & Musica di Cosenza – P.IVA
01935600781 – la somma di C 40.000,00;
DI gravare la predetta somma di C 40.000,00 sull’impegno n.
1626 del 19/5/2004 assunto sul capitolo 3132104 con D.D.G. n.
7479/04;
DATO ATTO ai sensi dell’art. 45, che si sono realizzate le
condizioni stabilite per la liquidazione dei contributi concessi;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dagli uffici interessati,
avendo accertato la regolarità del presente atto;
DECRETA
Per i motivi in premessa, da intendersi integralmente riportati:
DI richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
del relativo titolo di pagamento.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DI liquidare all’Associazione Culturale Musico-Teatrale
«Pentakaris» di Gallina di Reggio Calabria – P.IVA
02089140806 – la somma di C 5.000,00;
DI gravare la predetta somma di C 5.000,00 sull’impegno n.
3974 del 9/9/2004 assunto sul capitolo 3132104 con D.D.G. n.
14445/04;
DI richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
del relativo titolo di pagamento.
DECRETO n. 18450 del 10 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
R.R. n. 2/01 – Programma attività di spettacolo anno 2004
– Erogazione contributo a favore dell’Associazione Culturale
Musico-Teatrale «Pentakaris» di Gallina di Reggio Calabria.
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 con cui è stato approvato il piano annuale di programma dell’attività di spettacolo per
l’anno 2004;
VISTO il D.D.G. n. 14445 del 10/9/2004 con cui è stato approvato lo scorrimento della graduatoria e con cui sul capitolo
3132104 è stato assunto l’impegno n. 3974 del 9/9/2004 per
l’importo complessivo di C 250.000,00;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica ha accertato:
— che con sopracitato D.D.G. n. 13238 del 9/8/2004 all’Associazione Culturale Musico-Teatrale «Pentakaris» di Gallina di
Reggio Calabria è stato concesso un contributo di C 5.000,00 a
sostegno delle spese sostenute per il progetto «La Meravigliosa
favola della Principessa Canzone»;
DECRETO n. 18451 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco «T. Scarcella» di San Floro – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco «T. Scarcella» di San Floro C.F. 9800099790 è
stato concesso un contributo di C 2.000,00;
24402
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di San Mango D’Aquino C.F. 00781200795 è
stato concesso un contributo di C 3.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 1.000,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
RITENUTO:
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 1.500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
DECRETA
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco «T. Scarcella»
di San Floro la somma di C 1.000,00 pari al primo 50% del
contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco «T. Scarcella» di San Floro.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18452 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco San Mango D’Aquino – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di San Mango
D’Aquino la somma di C 1.500,00 pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di San Mango D’Aquino.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24403
DECRETO n. 18454 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18456 del 10 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 4692/04 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati.
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 4692 del 22/4/04 avente ad oggetto: «L.R.
n. 13/85 – Piano di ripartizione dei contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi privati – Elenco n. 1», regolarmente impegnato per l’importo di C 1.913.000,00 sul capitolo 6133104 del
bilancio 2004, giusto impegno n. 1119 del 20/4/2004;
VISTO il D.D.G. n. 11742 del 13/8/03 avente ad oggetto:
«L.R. n. 13/85 – Piano di ripartizione dei contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi privati – Esercizio Finanziario 2003 –
Elenco n. 1», regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 593.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2003,
giusto impegno n. 2829 dell’8/8/2003;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 4692/04, tra gli altri, all’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS), è stato concesso il
contributo di C 18.000,00 a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse;
— che con note prot. n. 008090 dell’8/8/03 e n. 006681 del
10/6/2004 il competente Settore ha informato l’Associazione
«Nef Onlus» di Surdo (CS), dell’avvenuta concessione del contributo ed ha richiesto la produzione della documentazione necessaria per la relativa liquidazione;
— che l’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS), ha trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute per la
realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
4692/04, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo
concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria delle pratiche, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 11742/03, tra gli altri,
all’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS), è stato concesso il
contributo di C 2.000,00 a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse;
— che con note prot. n. 008090 dell’8/8/03 e n. 006681 del
10/6/2004 il competente Settore ha informato l’Associazione
«Nef Onlus» di Surdo (CS), dell’avvenuta concessione dei contributi ed ha richiesto la produzione della documentazione necessaria per la relativa liquidazione;
— che l’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS), ha trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute per la
realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
11742/03, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
— di liquidare all’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS),
«C.F. 98041030788», a parziale sostegno delle spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la
somma di C 18.000,00;
— di liquidare all’Associazione «Nef Onlus» di Surdo (CS),
«C.F. 98041030788», a parziale sostegno delle spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la
somma di C 2.000,00;
— di gravare la somma complessiva di C 18.000,00 sull’impegno n. 1119/04 assunto con il D.D.G. n. 4692 del 22/4/2004
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di gravare la somma complessiva di C 2.000,00 sull’impegno n. 2829/03 assunto con il D.D.G. n. 11742 del 13/8/2003
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
24404
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18458 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Iscrizione all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche della Calabria della Pro Loco di Fiumefreddo Bruzio.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 28/3/85 art. 34 I comma con cui è stato
istituito presso la Giunta regionale Assessorato al Turismo l’Albo
regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria;
VISTI il II e III comma dell’art. 34 della citata L.R. 13/85, con
cui viene disposto che l’iscrizione all’Albo regionale è effettuata
con D.P.G.R. previa delibera G.R. adottata su proposta dell’Assessore al Turismo;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente,
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa
DI ISCRIVERE con decorrenza dalla data di adozione del
presente Decreto l’Associazione Turistica Pro Loco «Fiumefreddo» con sede in Via Roma all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria istituito con la precitata
L.R. n. 13/85.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/99 e successive modifiche
ed integrazione;
CONSIDERATO che l’Ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE in data 30/3/03, in Fiumefreddo, con atto notarile racc. n.
9.840 rep. 23.238, per come modificato con atto per notaio racc.
10.193 rep. 24.162 registrato a Cosenza il 23/3/04 al n. 1968 si è
legalmente costituita un’Associazione Turistica Pro Loco denominata «Pro Loco Fiumefreddo» con sede in Via Roma Fiumefreddo;
CHE il Presidente pro tempore della suddetta Associazione
Turistica Pro Loco Sig. Caputo Francesco, con istanza del 18/
4/03 acquisita al protocollo d’Ufficio al n. 004231/TUR il 23/
4/03 ha chiesto l’iscrizione all’Albo regionale delle Associazione
Turistiche Pro Loco della suddetta Associazione;
ATTESO:
DECRETO n. 18468 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Roccella Ionica – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Roccella Jonica C.F. 90015100804 è stato
concesso un contributo di C 7.000,00;
CONSIDERATO:
CHE allo stato nessuna Associazione Turistica Pro Loco con
sede in Fiumefreddo è iscritta all’Albo regionale;
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE la documentazione allegata alla richiesta presentata dal
Sig. Caputo Francesco documenta la sussistenza di tutte le condizioni di cui all’art. 2 della L.R. n. 5/95 e che la stessa è conforme a quanto stabilito dall’art. 4 della L.R. n. 5/95;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
CHE in particolare lo Statuto e l’Atto Costitutivo depositati
non sono in contrasto con la L.R. 5/95;
ATTESO altresı̀ che ai sensi dell’art. 2 I comma lett. b) della
L.R. 5/95 per ciascun Comune può essere iscritta una sola Associazione Turistica Pro Loco;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 3.500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la L.R. 7 marzo 95, n. 5/95;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 art. 30;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 2294 del 10/3/03;
VISTE le LL.RR. n. 13/85 e 5/95;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24405
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Roccella
Jonica la somma di C 3.500,00 pari al primo 50% del contributo
concesso con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Roccella Jonica.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Grotteria la
somma di C 1.000,00 pari al primo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Grotteria.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18469 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Grotteria – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Grotteria C.F. 90009010803 è stato concesso
un contributo di C 2.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 1.000,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
DECRETO n. 18471 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco Celico – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Celico Partita IVA 98026600787 è stato concesso un contributo di C 2.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 1.000,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
24406
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Celico la
somma di C 1.000,00 pari al primo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Celico.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di San Benedetto Ullano la somma di C 750,00 pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di San Benedetto Ullano.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18472 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di San Benedetto Ullano – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di San Benedetto Ullano C.F. 99002580787 è
stato concesso un contributo di C 1.500,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 750,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
DECRETO n. 18473 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Cinquefrondi – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Cinquefrondi C.F. 91008630807 è stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
24407
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Cinquefrondi la somma di C 500,00 pari al primo 50% del contributo
concesso con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Cinquefrondi.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Bonifati la
somma di C 500,00 pari al primo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Bonifati.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18474 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione I 50% del contributo per
iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore della
Pro Loco di Bonifati – D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000.000 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Bonifati è stato concesso un contributo di C
1.000,00;
DECRETO n. 18475 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Bonifati – D.D.G. 10882/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. 10882 dell’1/8/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco Esercizio finanziario 2003
– regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
466.500,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2003, giusto impegno n. 2394 del 28/7/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di Bonifati è stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002
il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione
del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere alla liquidazione della somma di C
1.000,00 pari al contributo concesso con D.D.G. 10882/03;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
24408
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI liquidare all’Associazione Turistica Pro Loco di Bonifati la
somma di C 1.000,00 a saldo del contributo concesso con D.D.G.
10882 dell’1/8/03;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 466.500,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394 del 28/7/03;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di San Floro la
somma di C 250,00 pari al secondo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 3711 del 31/3/03;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Bonifati.
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 95.000,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
provvisorio 2003 con D.D.G. 3711/03 giusto impegno n. 841 del
28/3/03;
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di San Floro.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
DECRETO n. 18476 del 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Floro – D.D.G. 3711/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 3711 del 31/3/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco per l’anno 2003» – regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 95.000,00
sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio provvisorio
2003, giusto impegno n. 841 del 28/3/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di San Floro C.F. 98000990790 è stato
concesso un contributo di C 500,00;
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE alla suddetta Associazione è stata erogata la somma di C
250,00 pari al I 50% del contributo concesso con il citato decreto
n. 3711/03;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002
il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione
del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 250,00
pari al secondo 50% del contributo concesso;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
DECRETO n. 18477 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Floro – D.D.G. 10882/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 10882 dell’1/8/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco Esercizio finanziario
2003» – regolarmente impegnato per il complessivo importo
di C 466.500,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio 2003, giusto impegno n. 2394 del 28/7/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di San Floro C.F. 98000990790 è
stato concesso un contributo di C 2.000,00;
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE alla suddetta Associazione è stata erogata la somma di C
1.000,00 pari al I 50% del contributo concesso con il citato decreto n. 10882/03;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002
il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione
del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 1.000,00
pari al secondo 50% del contributo concesso con D.D.G.
10882/03;
24409
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 750,00
pari al secondo 50% del contributo concesso;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di San Floro la
somma di C 1.000,00 pari al II 50% del contributo concesso con
D.D.G. 10882 dell’1/8/03;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 466.500,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394 del 28/7/03;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di San Floro.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DI erogare all’Associazione Pro Loco di San Benedetto Ullano la somma di C 750,00 pari al secondo 50% del contributo
concesso;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
568.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2002 con D.D.G. 9053/02 giusto impegno n. 2577 del
12/7/02;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Pro Loco di
San Benedetto Ullano.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
DECRETO n. 18479 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione II 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore
della Pro Loco di San Benedetto Ullano – D.D.G. 9053/02.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 9053 del 17/7/02 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio 2002» – regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 568.000,00
sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio 2002, giusto
impegno n. 2577 del 12/7/02 e con cui all’Associazione Pro Loco
di San Benedetto Ullano C.F. 98002580787 è stato concesso un
contributo di C 1.500,00;
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18482 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Cancellazione dall’Albo regionale
delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria – Pro
Loco di Caulonia.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO l’art. 34, 1o comma della L.R. 28/3/85 n. 13 con cui è
istituito presso la Giunta regionale l’Albo regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria;
CONSIDERATO
CHE alla predetta Associazione è stata erogata la somma di C
750,00 a titolo di anticipazione del 50% dell’importo concesso
con D.D.G. n. 9053;
VISTO il II e III comma dell’art. 34 della citata L.R. n. 13/85
con cui viene disposto che l’iscrizione all’Albo regionale è effettuata con D.P.G.R. previa delibera G.R. adottata su proposta dall’Assessore regionale competente;
24410
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
VISTA la L.R. 7 marzo 1995 n. 5 recante: «Associazioni Turistiche Pro Loco»;
VISTO il D.D.G. n. 1504 del 3/11/1994 con il quale è stata
disposta l’iscrizione all’Albo regionale della Pro Loco di Caulonia con posizione n. 340/R.C.;
CONSIDERATO che l’Ufficio competente, a seguito di verifiche amministrative, ha accertato:
Per le motivazioni di cui in premessa, che qui si intendono
interamente riportate:
Ai sensi e per gli effetti della Legge 7 marzo 1995 n. 5 art. 6
l’Associazione Pro Loco di Caulonia è cancellata dall’Albo regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria,
istituito ai sensi della L.R. n. 13/85.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
CHE nessuna comunicazione relativa a riunioni di Consiglio
d’Amministrazione, Collegio Sindacale o Assemblea è stata trasmessa all’Assessorato al Turismo competente per l’esercizio
delle funzioni di vigilanza e controllo;
CHE con nota del 13/7/2004 un gruppo di cittadini di Caulonia ha segnalato l’inattività della Pro Loco, non ottemperando
quindi a quanto sancito dalla L.R. n. 5/95;
CHE nell’esercizio di funzioni di vigilanza e controllo previste dall’art. 10 della L.R. n. 5/95, è stata disposta visita ispettiva attraverso l’A.P.T. di Reggio Calabria presso la Pro Loco di
Caulonia al fine di effettuare un controllo amministrativo ed una
verifica sull’attività della stessa;
CHE con nota n. 2128 del 18/10/04, a seguito di accertamenti,
l’A.P.T. di Reggio Calabria ha comunicato che da controlli e da
verifiche è emerso che l’Associazione stessa ormai da diversi
anni non svolge alcuna attività;
CHE tali situazioni accertate dimostrano una evidente inattività gestionale e amministrativa in contrasto con le norme statutarie;
RITENUTO:
CHE la reiterata e permanente violazione delle norme di legge
e statutarie dimostra l’impossibilità dell’Associazione di assolvere ai propri compiti istituzionali realizzando cosı̀ la fattispecie
prevista dall’art. 6 della L.R. n. 5/95 per la cancellazione dall’Albo regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della
Calabria;
CHE ai sensi del citato art. 6 della L.R. 5/95 è necessario adottare il provvedimento di cancellazione dall’Albo regionale delle
Associazioni Turistiche Pro Loco;
VISTA la L.R. 13 maggio 1996 n. 7 art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/99 per come modificato dal
D.P.G.R. n. 206 del 15/12/00;
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18484 del 10 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95. Iscrizione all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche della Calabria. Pro Loco di Falerna.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la L.R. n. 13 del 28/3/85 art. 34 I comma con cui è stato
istituito presso la Giunta regionale Assessorato al Turismo l’Albo
regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria;
VISTI il II e III comma dell’art. 34 della citata L.R. 13/85, con
cui viene disposto che l’iscrizione all’Albo regionale è effettuata
con D.P.G.R. previa delibera G.R. adottata su proposta dell’Assessore regionale al Turismo;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/99 e successive modifiche
ed integrazione;
CONSIDERATO che l’Ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CHE con D.D.G. n. 4895 del 27 aprile 2004, ai sensi dell’art. 6
della L.R. n. 5/95, è stata disposta la cancellazione dall’Albo
Regionale delle Associazioni Turistiche della Pro Loco di Falerna per accertata impossibilità di assolvere i compiti istituzionali;
CHE in data 27/9/04, con atto notarile racc. 23156 – rep.
82469 registrato a Lamezia Terme si è legalmente costituita una
nuova Associazione Turistica Pro Loco denominata «Luce» con
sede in Via Fontana s.n.c. Falerna;
CHE il Presidente pro tempore della «Pro Loco Luce» di Falerna Sig. Ugo Pagliaro, con istanza acquisita al protocollo d’Ufficio al n. 001248/TUR il 7/10/04 ha chiesto l’iscrizione all’Albo
regionale delle Associazione Turistiche Pro Loco della suddetta
Associazione;
ATTESO:
VISTA la delibera G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente,
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
CHE allo stato nessuna Associazione Turistica Pro Loco con
sede in Falerna è iscritta all’Albo regionale;
CHE la documentazione allegata alla suddetta richiesta presentata dal Sig. Ugo Pagliaro documenta la sussistenza delle condizioni di cui all’art. 2 della L.R. n. 5/95 e che la stessa è conforme a quanto stabilito dall’art. 4 della L.R. n. 5/95;
CHE in particolare lo Statuto e l’Atto Costitutivo depositati
non sono in contrasto con la L.R. 5/95;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
ATTESO altresı̀ che ai sensi dell’art. 2 I comma lett. b) della
L.R. 5/95 per ciascun Comune può essere iscritta una sola Associazione Turistica Pro Loco;
VISTA la L.R. 7 marzo 95, n. 5/95;
24411
Milano, Corso Italia 23, con sottoscrizione autenticata in data
21/11/2002 per un importo a garanzia di C 30.700,00 a favore
della Regione Calabria;
— che la beneficiaria con istanza del 27/2/2004 acquisita agli
atti di questo Ufficio con prot. n. 76 dell’8/3/2004 ha comunicato
di rinunciare all’agevolazione concessa di cui al citato decreto,
che si allega, e si impegna alla restituzione della anticipazione
ricevuta;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 art. 30;
VISTA la D.G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.P.G.R. n. 2294 del 10/3/03;
VISTE le LL.RR. n. 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente,
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
— che con nota n. 79 del 10/3/2004 è stata richiesta la restituzione della somma erogata;
— che la suddetta ditta, ha provveduto alla restituzione delle
somme richieste pari ad C 28.079,10 con reversale d’incasso n.
1710 del 14/11/2003;
RITENUTO di doversi procedere alla revoca del citato decreto di concessione contributo n. 3224 del 27/3/2002, a valere
sulla Legge 215/92 – IV Bando;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa
DI ISCRIVERE con decorrenza dalla data di adozione del
presente Decreto l’Associazione Turistica Pro Loco denominata
«Pro Loco Luce» di Falerna all’Albo regionale delle Associazioni Turistiche Pro Loco della Calabria istituito con la precitata
L.R. n. 13/85.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DECRETO n. 18485 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Revoca decreto n. 3259 del 27/3/2002 di
concessione agevolazioni Legge 215/92. Imprenditoria Femminile – Ditta: Lara Antonietta Pansino Via G. Nicotera –
88046 Lamezia Terme – Progetto n. 2001/CL1/1098.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la legge 215/92 «Azioni positive per l’imprenditoria
femminile»;
VISTA la circolare n. 1138443 del 2 febbraio 2001;
VISTO il decreto di concessione n. 3259 del 27/3/2002 avente
ad oggetto: «Legge 215/92 agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile – IV Bando 2000 – Concessione contributo in
conto capitale a favore della Ditta» Lara Antonietta Pansino –
Via G. Nicotera – Lamezia Terme – Progetto n. 2001/CL1/1098
– macrosettore: Commercio Turismo Servizi;
CONSIDERATO:
— che con Decreto n. 3259 del 27/3/2002 è stato concesso un
contributo in conto capitale a favore della Ditta Lara Antonietta
Pansino – Via G. Nicotera – Lamezia Terme – Progetto n. 2001/
CL1/1098 – macrosettore: Commercio Turismo Servizi;
— che con Decreto n. 6171 del 12/5/2003 è stata disposta la
erogazione della Ia quota a titolo di anticipazione a seguito di
sottoscrizione di Fideiussione Assicurativa n. 47.422.425 del 17/
10/2002 e l’appendice n. 1 alla stessa polizza, emessa, dalla società assicuratrice «RAS Assicurazioni SPA», con sede legale in
VISTI:
— il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«Legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
— il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al VI e V Bando della Legge 215/92;
SU CONFORME PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della
dichiarazione di regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, che si intendono riportate in dispositivo, di:
— revocare il decreto di concessione n. 3259 del 27/3/2002
avente ad oggetto: «Legge 215/92 agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile – IV Bando 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Lara Antonietta Pansino – Via G. Nicotera – Lamezia Terme – Progetto n. 2001/CL1/
1098 – macrosettore: Commercio Turismo Servizi;
— comunicare il presente Decreto al Ministero delle Attività
Produttive, DGCIJ Ufficio Imprenditoria Femminile, alla Ditta
Lara Antonietta Pansino – Via G. Nicotera – 88046 Lamezia
Terme, alla Società RAS Assicurazioni SpA ed alla Guardia di
Finanza;
— notificare il presente atto al Dipartimento Bilancio e Programmazioni Finanziarie;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
24412
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18489 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3392 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Dinoro di Scarlato Maria Grazia – Via A. Volta (Palazzo
Fabiano), 106 – 87036 Rende (CS) – Posizione in graduatoria
n. 110 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3392 del 28 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Dinoro
di Scarlato Maria Grazia – Via A. Volta (Palazzo Fabiano), 106 –
87036 Rende (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1027 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 110,
tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi;
VISTA l’istanza prodotta, in data 20/4/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Dinoro di Scarlato Maria Grazia – Via A.
Volta (Palazzo Fabiano), 106 – 87036 Rende (CS) – Progetto n.
2001/CL1/1027 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi,
posizione in graduatoria n. 110, tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi, acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2092
del 26/4/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo
pari al 70% del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 14666 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Dinoro
di Scarlato Maria Grazia – Via A. Volta (Palazzo Fabiano), 106 –
87036 Rende (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1027 -- macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 110,
tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi con il quale ha
ottenuto l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di
anticipazione;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2092 del 26/4/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 16
fatture per un totale imponibile ad C 85.772,50, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 21/7/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Impianti
generali
34.189,45
37.401,03
37.401,03
Macchinari
ed
attrezzature
28.353,48
29.093,59
29.093,59
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
15.080,54
13.427,88
13.427,88
0,00
0,00
0,00
7.746,85
5.850,00
5.850,00
Opere
murarie
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
42.922,60, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Cosenza in data 13/4/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3392 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Dinoro di Scarlato Maria Grazia –
Via A. Volta (Palazzo Fabiano), 106 – 87036 Rende (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1027 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi, posizione in graduatoria n. 110, tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi il contributo in c/capitale di C
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
42.922,60 pari al 70% del contributo rideterminato a saldo, a
seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
24413
gati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3392 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Dinoro di Scarlato Maria
Grazia – P. IVA 02245520784 − Via A. Volta (Palazzo Fabiano),
106 – 87036 Rende (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1027 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria
n. 110, tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi, la quota a
saldo di C 42.922,60 – pari al 70% del contributo concesso rideterminato, mediante accredito sul c/c bancario n. 36604030177
intestato a Dinoro di Scarlato Maria Grazia, nata a Cosenza il
25/5/1979 intrattenuto presso la Banca COMIT – Via Don Minzioni, 155 sede di Rende (CS) – ABI 03069 – CAB 80882;
— gravare l’importo di C 42.922,60, come segue:
a) C 41.634,92, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 1.287,68, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110
del bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18492 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3079 del 26 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta: Servizi di pompe funebri e attività connesse – Via
Martin L. King 5 – 89020 Melicucco – RC – Posizione in
graduatoria n. 11 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impie-
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
24414
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il decreto n. 3079 del 26 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Servizi
di pompe funebri e attività connesse – Via Martin L. King 5 –
89020 Melicucco – RC – Progetto n. 2001/CL1/1822 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 16/6/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Servizi di pompe funebri e attività connesse – Via Martin L. King 5 – 89020 Melicucco – RC – Progetto
n. 2001/CL1/1822 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di Attività posizione in graduatoria
n. 11, acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento
Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2394 del 16/6/
2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al
70% del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 14715 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Servizi
di pompe funebri e attività connesse – Via Martin L. King 5 –
89020 Melicucco – RC – Progetto n. 2001/CL1/1822 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota
di contributo a titolo di S.A.L. pari ad C 12.930,90;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2394 del 16/6/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 7
fatture per un totale imponibile ad C 48.314,05, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 14/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Impianti
generali
Macchinari
ed
attrezzature
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Opere
murarie
0,00
0,00
0,00
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
0,00
0,00
0,00
1.032,91
420,30
420,30
Servizi reali
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
30.172,10, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 13/10/2004;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3079 del 26 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Servizi di pompe funebri e attività
connesse – Via Martin L. King 5 – 89020 Melicucco – RC –
Progetto n. 2001/CL1/1822 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di Attività, posizione in
graduatoria n. 11 il contributo in c/capitale di C 30.172,10 pari al
70% del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive
verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
0,00
0,00
0,00
47.514,03
47.893,75
47.893,75
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
24415
iniziativa: Avvio di attività, la quota a saldo di C 30.172,10 – pari
al 70% del contributo rideterminato concesso di C 43.103,00,
mediante accredito sul c/c bancario n. 11240 Z intestato a Galasso Mariangela, nata a Polistena il 7/7/1979, intrattenuto presso
la Banca Antonveneta Via A. Gramsci, 127 di Melicucco (RC) –
ABI 5040 – CAB 81640;
— gravare l’importo di C 30.172,10, come segue:
a) C 29.266,94, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 905,16, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18496 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3275 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Diodati Maria Grazia – Via Nazionale Nuova Galleria –
87019 Spezzano Albanese (CS) – Posizione in graduatoria n.
49 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3079 del 26 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria: Servizi di pompe funebri
e attività connesse – P.I.: 02073440808 – Via Martin L. King 5 –
89020 Melicucco – RC – Progetto n. 2001/CL1/1822 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività P.I. 2073440808 (posizione in graduatoria n. 11) tipo di
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3275 del 27 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Diodati
Maria Grazia – Via Nazionale Nuova Galleria – 87019 Spezzano
Albanese (CS) – Progetto n. 2001/CL1/319 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi posizione in graduatoria n. 49, tipo
di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi;
VISTA l’istanza prodotta, in data 16/4/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Diodati Maria Grazia – Via Nazionale
Nuova Galleria – 87019 Spezzano Albanese (CS) – Progetto n.
2001/CL1/319 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi posizione in graduatoria n. 49, tipo di iniziativa: Progetti Aziendali
Innovativi, acquisita agli atti della struttura preposta del Diparti-
24416
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
mento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2115 del
28/4/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo del
contributo concesso;
VISTO il decreto n. 8995 del 30/6/2003 del Dirigente del Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni a
favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Diodati
Maria Grazia – Via Nazionale Nuova Galleria – 87019 Spezzano
Albanese (CS) – Progetto n. 2001/CL1/319 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi posizione in graduatoria n. 49, tipo
di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di anticipazione pari ad C 10.016,40;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2115 del 28/4/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 13
fatture per un totale imponibile ad C 47.711,81, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 23/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Impianti
generali
14.460,79
14.342,01
14.342,01
Macchinari
ed
attrezzature
19.625,36
19.100,59
19.100,59
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
8.263,31
11.209,22
8.360,65
516,46
0,00
0,00
3.098,74
3.060,00
3.060,00
Opere
murarie
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
23.371,60, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Cosenza in data 21/7/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3275 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Diodati Maria Grazia – Via Nazionale Nuova Galleria – 87019 Spezzano Albanese (CS) – Progetto
n. 2001/CL1/319 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi
posizione in graduatoria n. 49, tipo di iniziativa: Progetti Aziendali Innovativi il contributo in c/capitale di C 23.371,60 pari al
70% del contributo a saldo, a seguito delle positive verifiche
contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3275 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Diodati Maria Grazia –
Via Nazionale Nuova Galleria – 87019 Spezzano Albanese (CS)
– Progetto n. 2001/CL1/319 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi posizione in graduatoria n. 49, tipo di iniziativa:
Progetti Aziendali Innovativi, P.I. 01970630784 –, la quota a
saldo di C 23.371,60 – pari al 70% del contributo rideterminato
concesso di C 33.388,00, mediante accredito sul c/c bancario n.
1408/01 intestato a Diodati Maria Grazia, nata a San Lorenzo del
Vallo (CS) il 10/5/1973, intrattenuto presso la Banca di Credito
Cooperativo, Agenzia di Tarsia (CS) – Sede di Tarsia (CS) Via
Olivella – ABI 08967 – CAB 81050;
24417
DECRETO n. 18504 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3349 del 28/3/2002 – Erogazione
seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla ditta
D.&G. Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil – 87036 Rende – Posizione in graduatoria n. 137 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3349 del 28/3/2002 del Dirigente del Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni a
favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: D.&G.
Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil – 87036 Rende – Progetto n. 2001/
CL1/2069 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 137 – tipo di iniziativa: Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 8/4/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: D.&G. Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil –
87036 Rende – Progetto n. 2001/CL1/2069 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 137 –
tipo di iniziativa: Avvio di Attività, acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 116 del 21/4/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al 70% del contributo;
VISTO il decreto n. 16471 del 5/12/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta D.&G.
Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil – 87036 Rende – Progetto n. 2001/
CL1/2069 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 137 – tipo di iniziativa: Avvio di Attività
con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di S.A.L. pari ad C 14.374,20;
CONSIDERATO:
— gravare l’importo di C 23.371,60, come segue:
a) C 22.670,45, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 701,15, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
CHE nella citata istanza prot. n. 116 del 21/4/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 16
fatture per un totale imponibile ad C 63.291,66, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 4/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
24418
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
9.141,29
10.633,27
10.633,27
28.146,90
25.956,53
25.956,53
0,00
0,00
0,00
Software
16.165,10
16.166,13
16.166,13
Opere
murarie
9.192,93
9.296,23
9.147,45
Impianti
generali
Macchinari
ed
attrezzature
Brevetti
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
1.239,50
1.239,50
1.239,50
0,00
0,00
0,00
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
32.982,96, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Cosenza in data 15/4/2004, attestante la vigenza dell’impresa e
la dicitura antimafia ai sensi della legge 575/65 art. 10 e s.m.i.;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3349 del 28/3/2002 del Dirigente del Settore Industria
e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in via
provvisoria all’impresa D.&G. Srl, Via Trieste, Pal. Miraedil –
87036 Rende – Progetto n. 2001/CL1/2069 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 137 –
tipo di iniziativa: Avvio di Attività il contributo in c/capitale di C
32.982,96 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle
positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3349 del 28/3/2002 del Dirigente del Settore Industria
e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria D.&G. Srl, − P. IVA
02361780782 − Via Trieste, Pal. Miraedil – 87036 Rende – Progetto n. 2001/CL1/2069 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi, posizione in graduatoria n. 137 – tipo di iniziativa: Avvio
di Attività, la quota a saldo di C 32.982,96 – del contributo rideterminato concesso di C 47.357,16, mediante accredito sul c/c
bancario n. 653961/57 intestato a D.&G., S.r.l. intrattenuto
presso l’Istituto Banca di Roma – Agenzia di Cosenza, Corso
Mazzini – ABI 3002 – CAB 16200;
— gravare l’importo di C 32.982,96, come segue:
a) C 31.993,47, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 989,49, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18509 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3258 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta SA.LO. Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n.
32 – 89063 Melito Porto Salvo (RC) – Posizione in graduatoria n. 32 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3258 del 27 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: SA.LO.
Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n. 32 – 89063 Melito Porto Salvo (RC) – Progetto n. 2001/CL1/300 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi – tipo di iniziativa: Avvio di
Attività;
24419
VISTA l’istanza prodotta, in data 16/4/2004 dalla titolare:
SA.LO. Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n. 32 –
89063 Melito Porto Salvo (RC) – Progetto n. 2001/CL1/300 –
macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi – tipo di iniziativa:
Avvio di Attività posizione in graduatoria n. 32, acquisita agli
atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte
(7o Dipartimento) con prot. n. 1834 del 16/4/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al 70% del contributo
concesso;
VISTO il decreto n. 9007 del 30/6/2003 del Dirigente del Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni a
favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: SA.LO.
Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n. 32 – 89063 Melito Porto Salvo (RC) – Progetto n. 2001/CL1/300 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi – tipo di iniziativa: Avvio di
Attività con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota
di contributo a titolo di S.A.L. pari ad C 4.214,10;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 1834 del 16/4/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 10
fatture per un totale imponibile ad C 15.036,52, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 25/5/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
1.291,14
3.787,35
3.787,35
12.343,32
6.392,88
6.392,88
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
3.408,62
2.396,93
2.396,93
309,87
398,70
256,68
2.582,28
2.060,66
2.060,66
Impianti
generali
Macchinari
ed
attrezzature
Opere
murarie
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
24420
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
9.539,87, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata dal
software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale) per
conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 17/3/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3258 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa SA.LO. Creazioni di Loddo Giovanna – Via S.S. 106 n. 32 – 89063 Melito Porto Salvo (RC) –
Progetto n. 2001/CL1/300 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi – tipo di iniziativa: Avvio di Attività il contributo in c/capitale di C 9.539,87 del contributo a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3258 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria SA.LO. Creazioni di
Loddo Giovanna – P.I. 01600190803 – Via S.S. 106 n. 32 –
89063 Melito Porto Salvo (RC) – Progetto n. 2001/CL1/300 –
macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi – tipo di iniziativa:
Avvio di Attività P.I. 01600190803, la quota a saldo di C
9.539,87 del contributo rideterminato concesso di C 13.753,97,
mediante accredito sul c/c bancario n. 415/78 intestato a Loddo
Giovanna, nata a Melito Porto Salvo intrattenuto presso la Banca
Popolare di Lodi Via S.S. 106, di Lazzaro (RC) ABI 5164 – CAB
88890;
— gravare l’importo di C 9.539,87, come segue:
a) C 9.253,67, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
b) C 286,20, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
24421
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2381 del 10/6/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 16
fatture per un totale imponibile ad C 48.056,24, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 10/9/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
DECRETO n. 18512 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3421 del 28 marzo 2004 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Terra & Acqua di Giuffrè Caterina Via Amm. Curzoni
Prol. Nord – 89018 Villa San Giovanni – Posizione in graduatoria n. 149 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3421 del 28/3/2002 del Dirigente del Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni a
favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Terra &
Acqua di Giuffrè Caterina – Via Amm. Curzoni Prol. Nord –
89018 Villa San Giovanni – Progetto n. 2001/CL1/450 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 6/6/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Terra & Acqua di Giuffrè Caterina – Via
Amm. Curzoni Prol. Nord – 89018 Villa San Giovanni – Progetto n. 2001/CL1/450 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di Attività posizione in graduatoria n. 149, acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2381 del
10/6/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari
al 70% del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 14716 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Terra &
Acqua di Giuffrè Caterina – Via Amm. Curzoni Prol. Nord –
89018 Villa San Giovanni – Progetto n. 2001/CL1/450 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota
di contributo a titolo di S.A.L. pari ad C 10.884,30;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Impianti
generali
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
0,00
0,00
0,00
45.448,21
47.550,12
47.550,12
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
1.549,37
506,12
506,12
0,00
0,00
0,00
2.582,28
0,00
0,00
Macchinari
ed
attrezzature
Opere
murarie
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
25.157,88, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
24422
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 18/5/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3421 del 28/3/2004 del Dirigente del Settore Industria
e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in via
provvisoria all’impresa Terra & Acqua di Giuffrè Caterina – Via
Amm. Curzoni Prol. Nord – 89018 Villa San Giovanni – Progetto n. 2001/CL1/450 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di Attività il contributo in c/capitale di C 25.157,88 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3421 del 28/3/2004 del Dirigente del Settore Industria
e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Terra & Acqua di Giuffrè
Caterina – P.I. 01621450806, Via Amm. Curzoni Prol. Nord –
89018 Villa San Giovanni – Progetto n. 2001/CL1/450 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività, la quota a saldo di C 25.157,88 del contributo rideterminato concesso di C 36.042,18, mediante accredito sul c/c bancario n. 19623.65 intestato a Terra e Acqua di Caterina Giuffrè,
nata a Villa S. Giovanni il 15/1/1970, intrattenuto presso l’Istituto Monte dei Paschi di Siena – Viale Italia n. 74 – Villa San
Giovanni – ABI 1030.6 – CAB 81620.7;
— gravare l’importo di C 25.157,88, come segue:
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
a) C 24.403,14, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 754,74, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18515 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3211 del 27 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta: Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri n. 40/1 Pontenisi,
n. 17 – 87020 Grisolia (CS) – Posizione in graduatoria n. 55 –
D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3211 del 27 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri n. 40/1 Pontenisi, n. 17 – 87020
Grisolia (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1739 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 55,
tipo di iniziativa: Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 29/3/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri n.
40/1 Pontenisi, n. 17 – 87020 Grisolia (CS) – Progetto n. 2001/
CL1/1739 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 55, tipo di iniziativa: Avvio di Attività,
acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 1315 del 6/4/2004
intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al 70%
del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 14675 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri n. 40/1 Pontenisi, n. 17 – 87020
Grisolia (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1739 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 55,
tipo di iniziativa: Avvio di Attività con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di S.A.L. pari
ad C 18.576,90;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 1315 del 6/4/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 5
fatture per un totale imponibile ad C 75.946,11, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 8/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
24423
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Impianti
generali
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
0,00
0,00
0,00
53.711,52
53.711,52
53.711,52
0,00
0,00
0,00
Software
3.098,74
3,098,74
3.098,74
Opere
murarie
13.427,88
15.500,00
13.427,88
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
1.032,91
1.053,57
1.053,57
Servizi reali
2.582,28
2.582,28
2.582,28
Macchinari
ed
attrezzature
Brevetti
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
43.346,10, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Cosenza in data 8/3/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3211 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Maulicino Rosaria – Via C.da Finieri
n. 40/1 Pontenisi, n. 17 – 87020 Grisolia (CS) – Progetto n. 2001/
24424
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CL1/1739 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 55, tipo di iniziativa: Avvio di Attività il
contributo in c/capitale di C 43.346,10 pari al 70% del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3211 del 27 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Maulicino Rosaria – P.I.
02421570785 – Via C.da Finieri n. 40/1 Pontenisi, n. 17 – 87020
Grisolia (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1739 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 55,
tipo di iniziativa: Avvio di Attività, la quota a saldo di C
43.346,10 – pari al 70% del contributo rideterminato concesso
di C 61.923,00, mediante accredito sul c/c bancario n.
001600031485 intestato a Maulicino Rosaria, nata il 18/9/77 a
Belvedere Marittimo (CS), intrattenuto presso la Banca di Credito Cooperativo dell’Alto Tirreno della Calabria – ABI 08365 –
CAB 81110;
— gravare l’importo di C 43.346,10, come segue:
a) C 42.045,72, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 1.300,38, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110
del bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18518 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 2871 del 22 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Sposato Roberta – Via Liguria – 89013 Gioia Tauro
(RC) – Posizione in graduatoria n. 22 – D.D.G./7 n. 62 del
9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 2871 del 22 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Sposato
Roberta – Via Liguria – 89013 Gioia Tauro (RC) – Progetto n.
2001/CL1/1309 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi,
posizione in graduatoria n. 22, tipo di iniziativa: Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 20/5/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Sposato Roberta – Via Liguria – 89013
Gioia Tauro (RC) – Progetto n. 2001/CL1/1309 – macrosettore:
Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 22,
tipo di iniziativa: Avvio di Attività, acquisita agli atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2299 del 26/5/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al 70% del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 14695 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Sposato
Roberta – Via Liguria – 89013 Gioia Tauro (RC) – Progetto n.
2001/CL1/1309 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi,
posizione in graduatoria n. 22, tipo di iniziativa: Avvio di Attività
con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di anticipazione pari ad C 60.264,30;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2299 del 26/5/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 8
fatture per un totale imponibile ad C 231.413,27, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 4/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Impianti
generali
Macchinari
ed
attrezzature
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
23.240,56
23.416,66
23.416,66
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
24425
Spese
ammesse
C
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
43.898,84
45.000,00
45.000,00
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
2.582,28
2.988,28
2.988,28
Servizi reali
10.329,14
0,00
0,00
Opere
murarie
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
137.782,23, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 4/10/2004, attestante la vigenza dell’impresa e la dicitura antimafia ai sensi della legge 575/65 art. 10 e
s.m.i.;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 2871 del 22 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Sposato Roberta – Via Liguria –
89013 Gioia Tauro (RC) – Progetto n. 2001/CL1/1309 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria
n. 22, tipo di iniziativa: Avvio di Attività il contributo in c/capitale di C 137.782,23 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
160.101,64
160.008,33
160.008,33
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque con-
24426
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
cesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 2871 del 22 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Sposato Roberta – P.I.
02099310803 – Via Liguria – 89013 Gioia Tauro (RC) – Progetto n. 2001/CL1/1309 – macrosettore: Commercio, Turismo,
Servizi, posizione in graduatoria n. 22, tipo di iniziativa: Avvio
di Attività, la quota a saldo di C 137.782,23 del contributo rideterminato concesso di C 198.046,53, mediante accredito sul c/c
bancario n. 701370 intestato a Sposato Roberta, nata a Roma il
10/7/1968, intrattenuto presso la Banca di Credito Cooperativo
di Cittanova, – Via A. Moro di Rizziconi (RC) ABI 08492 – CAB
81510;
— gravare l’importo di C 137.782,23, come segue:
a) C 133.648,76, pari al 97% della quota a saldo, a carico
dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo
43030103 del bilancio regionale 2002;
b) C 4.133,47, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110
del bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
DECRETO n. 18522 del 10 novembre 2004
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Legge 215/92 – Decreto n. 3460 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Il Mondo di Anna Pontari – Via del Torrione, 66 – 89100
Reggio Calabria – Posizione in graduatoria n. 179 – D.D.G./7
n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3460 del 28 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Il
Mondo di Anna Pontari – Via del Torrione, 66 – 89100 Reggio
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Calabria – Progetto n. 2001/CL1/782 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 179, tipo di
iniziativa: Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 21/5/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Il Mondo di Anna Pontari – Via del Torrione, 66 – 89100 Reggio Calabria – Progetto n. 2001/CL1/782 –
macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 179, tipo di iniziativa: Avvio di Attività, acquisita agli
atti della struttura preposta del Dipartimento Attività Prodotte
(7o Dipartimento) con prot. n. 2331 del 31/5/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo;
VISTO il decreto n. 14681 del 13/11/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Il
Mondo di Anna Pontari – Via del Torrione, 66 – 89100 Reggio
Calabria – Progetto n. 2001/CL1/782 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 179, tipo di
iniziativa: Avvio di Attività con il quale ha ottenuto l’erogazione
della prima quota di contributo a titolo di anticipazione pari ad C
29.252,10;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2331 del 31/5/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 16
fatture per un totale imponibile ad C 112.892,66, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 20/9/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
Descrizione
investimento
24427
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
2.169,12
2.340,60
2.256,16
Servizi reali
4.131,66
0,00
0,00
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
67.757,10, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 20/9/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Impianti
generali
Macchinari
ed
attrezzature
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
35.067,42
40.119,31
40.119,31
56.810,26
52.199,43
52.199,43
0,00
0,00
0,00
Software
2.582,28
233,32
233,32
Opere
murarie
16.268,38
18.000,00
18.000,00
Brevetti
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3460 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Il Mondo di Anna Pontari – Via del
Torrione, 66 – 89100 Reggio Calabria – Progetto n. 2001/
CL1/782 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 179, tipo di iniziativa: Avvio di Attività il
contributo in c/capitale di C 67.757,10 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
24428
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
credito sul c/c bancario n. 22931750138 intestato a: Il Mondo di
Anna Pontari, nata il 27/8/1965 a Palmanova (UD), intrattenuto
presso COMIT – agenzia di Reggio Calabria – ABI 3069-2 –
CAB 16324-6;
— gravare l’importo di C 67.757,10, come segue:
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
a) C 65.724,39, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 2.032,71, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110
del bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18525 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3390 del 28 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Di Vietri Emilia – Via Filippini 27/39 – 89100 Reggio
Calabria – Posizione in graduatoria n. 108 – D.D.G./7 n. 62
del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3460 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Il Mondo di Anna Pontari
– Via del Torrione, 66 – 89100 Reggio Calabria – P.I.
1283320800 – Progetto n. 2001/CL1/782 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 179, tipo di
iniziativa: Avvio di Attività, la quota a saldo di C 67.757,10 del
contributo rideterminato concesso di C 97.009,20, mediante ac-
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3390 del 28 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Di
Vietri Emilia – Via Filippini 27/39 – 89100 Reggio Calabria –
Progetto n. 2001/CL1/2177 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 108, tipo di iniziativa:
Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 27/4/2004 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Di Vietri Emilia – Via Filippini 27/39 –
89100 Reggio Calabria – Progetto n. 2001/CL1/2177 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria
n. 108, tipo di iniziativa: Avvio di Attività, acquisita agli atti della
struttura proposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2282 del 24/5/2004 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al 70% del contributo concesso;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il decreto n. 7872 dell’1/6/2004 del Dirigente del Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni a
favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Di Vietri
Emilia – Via Filippini 27/39 – 89100 Reggio Calabria – Progetto
n. 2001/CL1/2177 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 108, tipo di iniziativa: Avvio di
Attività, con il quale ha ottenuto l’erogazione della prima quota
di contributo a titolo di S.A.L. pari ad C 29.864,10;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2282 del 24/5/2004 conforme
al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata
Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n. 18
fatture per un totale imponibile ad C 138.510,15, corredate dalle
dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 13/9/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Impianti
generali
28.921,59
28.833,34
28.833,34
Macchinari
ed
attrezzature
77.468,53
74.717,40
74.717,40
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
26.339,30
34.959,41
25.887,68
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
0,00
0,00
0,00
Servizi reali
0,00
Opere
murarie
0,00
0,00
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
67.214,72, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata
dal software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale)
per conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
24429
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Reggio Calabria in data 9/9/2004, attestante la vigenza dell’impresa e la dicitura antimafia ai sensi della legge 575/65 art. 10 e
s.m.i.;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3390 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Di Vietri Emilia – Via Filippini 27/39
– 89100 Reggio Calabria – Progetto n. 2001/CL1/2177 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria
n. 108, tipo di iniziativa: Avvio di Attività, il contributo in c/capitale di C 67.214,72 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
24430
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
DECRETO n. 18528 del 10 novembre 2004
Legge 215/92 – Decreto n. 3080 del 26 marzo 2002 – Erogazione seconda quota di finanziamento a titolo di saldo alla
ditta Free Style di Ferrari Maria Antonietta – Via Mazzini,
22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Posizione in graduatoria n. 12 – D.D.G./7 n. 62 del 9/1/2002.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
VISTO il D.D.G./7 n. 62 del 9 gennaio 2002, pubblicato nel
Bollettino Ufficiale della Regione Calabria del 22 gennaio 2002,
supplemento straordinario n. 4, con il quale sono state approvate
le graduatorie delle domande ammesse alle agevolazioni a favore dell’imprenditoria femminile previste dalla Legge 215/92
«IV Bando 2000», articolate nei macro settori Agricoltura; Manifatturieri e assimilati; Commercio, Turismo e Servizi; sulla
base dell’assegnazione di C 18.675.597,93 da parte del MAP;
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3390 del 28 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Di Vietri Emilia – P.I.
02105080804 – Via Filippini 27/39 – 89100 Reggio Calabria –
Progetto n. 2001/CL1/2177 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n. 108, tipo di iniziativa:
Avvio di Attività, la quota a saldo di C 67.214,72 del contributo
rideterminato concesso di C 97.078,82, mediante accredito sul
c/c bancario n. 80106770193 intestato a Di Vietri Emilia, nata a
Reggio Calabria il 6/2/1965, intrattenuto presso la Banca
COMIT BCI Intesa, Filiale di Reggio Calabria – ABI 3069 –
CAB 16320;
— gravare l’importo di C 67.214,72, come segue:
a) C 65.198,28, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 2.016,44, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110
del bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
VISTA la circolare esplicativa del MAP 2 febbraio 2001 n.
1138443, concernente «Modalità e procedure per la concessione
ed erogazione delle agevolazioni a favore dell’imprenditoria
femminile»;
VISTO il decreto n. 3080 del 26 marzo 2002 del Dirigente del
Settore Industria, avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta: Free
Style di Ferrari Maria Antonietta – Via Mazzini, 22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1404 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n.
12, tipo di iniziativa: Avvio di Attività;
VISTA l’istanza prodotta, in data 10/10/2003 dalla titolare dell’impresa beneficiaria: Free Style di Ferrari Maria Antonietta –
Via Mazzini, 22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Progetto n.
2001/CL1/1404 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi,
posizione in graduatoria n. 12, tipo di iniziativa: Avvio di Attività
acquisita agli atti della struttura proposta del Dipartimento Attività Prodotte (7o Dipartimento) con prot. n. 2337 del 20/10/
2003 intesa ad ottenere l’erogazione della quota a saldo pari al
70% del contributo concesso;
VISTO il decreto n. 16478 del 5/12/2002 del Dirigente del
Settore Industria avente ad oggetto «Legge 215/92 agevolazioni
a favore imprenditoria femminile – IV Bando anno 2000 – Concessione contributo in conto capitale a favore della ditta Free
Style di Ferrari Maria Antonietta – Via Mazzini, 22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1404 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria n.
12, tipo di iniziativa: Avvio di Attività con il quale ha ottenuto
l’erogazione della prima quota di contributo a titolo di S.A.L.
pari ad C 3.729,90;
CONSIDERATO:
CHE nella citata istanza prot. n. 2337 del 20/10/2003 conforme al modello allegato 12 della circolare esplicativa della citata Legge 215/92, n. 1138443 del 2/2/2002 vengono elencate n.
23 fatture per un totale imponibile ad C 17.054,14, corredate
dalle dichiarazioni liberatorie rilasciate dai fornitori e dalla documentazione attestante l’avvenuto pagamento;
CHE a seguito della citata istanza si è proceduto alla verifica
di natura contabile amministrativa con esito positivo;
CHE successivamente in data 26/10/2004 è stata disposta la
visita ispettiva per la verifica della coerenza degli investimenti
effettuati con quanto contenuto nel progetto approvato di cui al
richiamato decreto di concessione;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE i funzionari preposti hanno riscontrato la coerenza come
riportato nel verbale di ispezione sottoscritto dai funzionari incaricati e della imprenditrice;
TENUTO CONTO dell’ammontare definitivo dell’investimento al netto delle spese ritenute non ammissibili e dei tagli
apportati in sede di istruttoria della documentazione di spesa allegata, in copia, alla predetta istanza, cosı̀ come riportato nel seguente prospetto:
Descrizione
investimento
Spese
ammissibili
C
Spese
rendicontate
C
Spese
ammesse
C
Impianti
generali
3.408,62
3.016,45
2.913,16
Macchinari
ed
attrezzature
9.915,97
10.747,34
10.747,99
Brevetti
0,00
0,00
0,00
Software
0,00
0,00
0,00
2.943,80
2.940,35
2.940,35
309,87
350,00
338,81
0,00
0,00
0,00
Opere
murarie
Studi di
fattibilità e
piani di
impresa
Servizi reali
SI È PROVVEDUTO alla determinazione della quota a saldo
del contributo provvisoriamente rideterminato e pari ad C
8.703,10, per come stabilito dalla scheda di calcolo elaborata dal
software fornito dall’I.P.I. (Istituto Promozione Industriale) per
conto del MAP (Ministero Attività Produttive);
VISTI:
1. il D.D.G. n. 10967 del 6 settembre 2002 avente ad oggetto
«legge 215/92 Capitolo 43030103 – U.P.B. di spesa 4.3.03.01
Impegno di spesa»;
2. il D.P.G.R. n. 35 dell’1/4/2003 con il quale lo scrivente è
stato delegato, ad assumere gli atti endoprocedurali ed i provvedimenti conclusivi relativi alla gestione delle risorse finanziarie
di cui al IV e V Bando della Legge 215/92;
VISTO il certificato rilasciato dalla competente C.C.I.A.A. di
Cosenza in data 21/6/2004, attestante la vigenza dell’impresa;
ATTESO che sono realizzate le condizioni di cui all’art. 45
della legge 8/2002;
SU PROPOSTA del Responsabile del procedimento, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta e della dichiarazione di
regolarità espressa dallo stesso
DECRETA
Art. 1
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3080 del 26 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa è concesso in
via provvisoria all’impresa Free Style di Ferrari Maria Antonietta
– Via Mazzini, 22 – 87064 Corigliano Calabro (CS) – Progetto n.
2001/CL1/1404 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi,
24431
posizione in graduatoria n. 12, tipo di iniziativa: Avvio di Attività
il contributo in c/capitale di C 8.703,10 del contributo rideterminato a saldo, a seguito delle positive verifiche contabili ed amministrative effettuate dai funzionari incaricati.
Art. 2
L’impresa beneficiaria è obbligata a:
a) impegnarsi a rispettare il divieto di cumulare le agevolazioni concesse di cui al presente Decreto con altre agevolazioni
previste da leggi statali, regionali, comunitarie o comunque concesse da enti o istituzioni pubbliche allo stesso fine, e pertanto di
rinunciare alle altre agevolazioni eventualmente richieste o ottenute e di non richiederle per il futuro;
b) che i beni oggetto del programma: non verranno ceduti,
alienati o distratti dall’uso per un periodo di cinque anni dalla
data di concessione dell’agevolazione, senza che ne venga data
immediata comunicazione all’Amministrazione competente;
c) impegnarsi a mantenere i requisiti stabiliti in ordine alla
presenza femminile dall’articolo 2, comma 1, lettera a) della
legge 215/92 per un periodo di cinque anni dalla data della concessione e a comunicare tempestivamente ogni variazione che
comporti il venir meno dei predetti requisiti;
d) impegnarsi ad operare nella totale osservanza delle vigenti
norme sul rispetto dei vincoli edilizi, urbanistici e di destinazione d’uso degli immobili in cui è esercitata l’attività dell’impresa nonché di quelle sul lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente;
e) osservare le specifiche norme settoriali, anche comunitarie;
f) non modificare l’indirizzo produttivo dell’impianto, con il
conseguimento di produzioni finali inquadrabili in una «Divisione» della Classificazione delle attività economiche ISTAT ’91
diversa da quella relativa alle produzioni indicate nel programma
agevolato;
g) (per i programmi riguardanti attività agricola e/o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli) che l’impresa opera nel rispetto dei requisiti comunitari minimi in materia di ambiente, igiene e benessere degli animali;
h) (per i programmi riguardanti attività agricola primaria) che
l’impresa agricola è condotta secondo le conoscenze e competenze professionali adeguate e fissate nel piano di sviluppo rurale
della Regione Calabria.
Art. 3
Le agevolazioni sono in tutto o in parte revocate nel caso di
mancato adempimento da parte dell’impresa beneficiaria, agli
obblighi di cui alle lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) oltre ai casi
in cui siano accertate gravi inadempienze dell’impresa stessa agli
ulteriori obblighi imposti dal Regolamento e della citata Circolare esplicativa, fatti salvi gravi e giustificati motivi derivanti da
cause di forza maggiore.
Art. 4
Le agevolazioni sono inoltre revocate qualora nell’esercizio a
regime, si verifichino scostamenti negativi degli indicatori di cui
al comma d del punto 14.1 – Revoche della predetta Circolare.
24432
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
dataria Mediocredito di Roma s.p.a., per la gestione delle agevolazioni di cui alle LL. nn. 341/95-266/97 – art. 8, comma 2;
Art. 5
L’impresa si obbliga a restituire le somme ottenute a seguito
della concessione e non dovute, rivalutate sulla base dell’indice
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e maggiorate degli interessi legali al periodo intercorrente
dalla data dell’erogazione all’impresa alla data di restituzione, a
seguito di provvedimenti di revoca delle agevolazioni, o dei soli
interessi legali in tutti gli altri casi di restituzione delle somme
trasferite.
Art. 6
Per la realizzazione del programma di investimento di cui al
decreto n. 3080 del 26 marzo 2002 del Dirigente del Settore Industria e per le motivazioni specificate in narrativa, di:
— erogare all’impresa beneficiaria Free Style di Ferrari
Maria Antonietta – P.I. 02246430785 – Via Mazzini, 22 – 87064
Corigliano Calabro (CS) – Progetto n. 2001/CL1/1404 – macrosettore: Commercio, Turismo, Servizi, posizione in graduatoria
n. 12, tipo di iniziativa: Avvio di Attività, la quota a saldo di C
8.703,10 del contributo rideterminato concesso di C 12.433,00,
mediante accredito sul c/c bancario n. 4007131/01 intestato a
Ferrari Maria Antonietta, nata a Lippstadi (Germania Federale) il
6/9/1972, intrattenuto presso la Banca Commerciale Agenzia di
Corigliano Calabro, Via Nazionale (CS) – ABI 02002 – CAB
80690;
— gravare l’importo di C 8.703,10, come segue:
a) C 8.442,01, pari al 97% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 3313 del 3/9/2002 assunto nel capitolo 43030103
del bilancio regionale 2002;
b) C 261,09, pari al 3% della quota a saldo, a carico dell’impegno n. 5095 del 3/12/2003 – assunto nel capitolo 2233110 del
bilancio regionale 2003;
— autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere i relativi
mandati di pagamento;
— disporre la pubblicazione del presente decreto nel BURC.
— i decreti del D.G. dell’ex 7o Dipartimento:
− n. 11268 del 9/11/2001, con il quale è stato, fra l’altro,
approvato il documento esplicativo e la modulistica per la concessione alle PMI, delle predette agevolazioni in forma automatica, previste dalla Legge n. 341/95 e successive modifiche ed
integrazioni di cui all’art. 8, comma 2, della Legge n. 266/97 e si
è provveduto a fissare, per la Calabria, al 10/12/2001, la data di
apertura del relativo bando;
− n. 13748 dell’11/12/2001, assunto in data 10/12/2001,
con il quale, accertato l’esaurimento dei fondi stanziati già alla
prima giornata di apertura del bando, è stato determinato alla
stessa data (10/12/2001) ed all’orario di chiusura degli sportelli
del gestore-concessionario MCC s.p.a., il termine finale di presentazione delle dichiarazioni-domanda per la concessione delle
agevolazioni;
− n. 2016 del 5/3/2002, con il quale si è provveduto ad
approvare, sulle n. 233 domande presentate, gli elenchi trasmessi
dal gestore-concessionario, relativi alle domande ammesse e non
ammesse alle agevolazioni, nonché delle domande ammissibili
la cui agevolabilità è condizionata alla provata redditività, ovvero alla approvazione dei Servizi Comunitari e si è proceduto –
a valere sulla somma complessivamente destinata all’iniziativa
con deliberazione G.R. n. 947 del 31/10/2001, a carico del Fondo
Unico Industria, successivamente incrementata, in relazione all’elevato numero di domande, nell’importo complessivo di C
11.878.508,67, con atto G.R. n. 1152 del 27/12/2001 – alla concessione delle agevolazioni (in forma di prenotazione) per l’importo a fianco di ciascuna impresa riportato e nella misura del
40,73% del massimo consentito per le imprese ammesse alle
agevolazioni senza riserva e, nella stessa misura (40,73%), per le
altre imprese, subordinatamente alla verifica della prova redditività o alla approvazione dei Servizi Comunitari;
− n. 11042 del 9/9/2002, avente ad oggetto: «Agevolazioni
in forma automatica di cui alle leggi nn. 341/95-266/97 – art. 8,
comma 2 – Bando di prenotazione del 10/12/2001 – Ditta S.i.a.l.
Service s.r.l.: integrazione agevolazioni prenotate con D.D.G. n.
2016/2002»;
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Domenico Lemma
DECRETO n. 18788 dell’11 novembre 2004
D.D.G. n. 2016/2002 concernente incentivi automatici agli
investimenti di cui alle Leggi nn. 341/95 – 266/97 – art. 8,
comma 2 – 3o provvedimento di attuazione per fruizione delle
agevolazioni.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE INDUSTRIA
VISTI:
— l’atto aggiuntivo, attuativo della deliberazione G.R. n.
483/2000, stipulato in data 13/9/2000, tra la Regione Calabria e
Mediocredito Centrale s.p.a. (ora MCC s.p.a. – Capitalia Gruppo
Bancario) con il quale la Regione Calabria è subentrata, ai sensi
dell’art. 19 del D.Lgs. n. 112/98, al Ministero dell’Industria,
Commercio ed Artigianato (ora Ministero delle Attività Produttive) nella convenzione fra il predetto Ministero e l’ATI con man-
CONSIDERATO che, con il documento esplicativo per l’accesso agli incentivi di che trattasi, approvato con il soprarichiamato D.D.G. dell’ex 7o Dipartimento, n. 11268 del 9/11/2001, si
definisce che:
— previa verifica del gestore concessionario, circa la regolarità formale e della compatibilità della dichiarazione-domanda
di fruizione con quanto dichiarato all’atto della prenotazione, tenuto conto della certificazione antimafia, è disposta la liquidazione dell’agevolazione, in unica soluzione, nel limite delle risorse prenotate;
— eventuali variazioni in aumento del costo complessivo dei
beni per i quali è stata prenotata l’agevolazione, sono considerate
prive di efficacia ai fini della liquidazione, che verrà, comunque,
commisurata al costo effettivo dell’investimento qualora variato
in diminuizione;
RICHIAMATI i propri precedenti decreti:
— n. 17954 del 3/12/2003, e n. 7217 del 25/5/2004, concernenti, rispettivamente, il primo e secondo provvedimento di attuazione per la fruizione delle agevolazioni in favore delle imprese di cui all’elenco trasmesso dal gestore-concessionario ed
allegati agli stessi decreti;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
— n. 5089 del 27/4/2004, con il quale si è provveduto a prendere atto delle risultanze del verbale della Commissione Regione-MCC prevista dall’art. 6 della sopra richiamata convenzione,
runitasi in data 3/3/2004 per la valutazione e l’approfondimento
di problematiche, riunitasi in data 3/3/2004 per la valutazione e
l’approfondimento di problematiche concernenti la concessione
delle agevolazioni in forma automatica di che trattasi – Bando
regionale 2001 –, ed alla conseguente proroga dei termini per le
imprese operanti nel settore della trasformazione dei prodotti
agricoli e, pertanto soggette alla verifica della prova redditività,
nonché alla parziale rettifica, per riscontrato errore materiale di
trascrizione, del D.D.G. n. 2016 del 5/3/2002;
24433
— la legge regionale n. 7/96 e s.m.i.;
— i DD.P.G.R. n. 354/99 e n. 206/2000;
— i DD.D.G. del Dipartimento Attività Produttive n. 7393
del 30/5/2003 e n. 13673 del 26/9/2003, di nomina e della delega
attribuita al Dirigente del Settore Industria;
SU CONFORME proposta del Dirigente del Servizio competente
DECRETA
DATO ATTO che, relativamente al bando di prenotazione
delle risorse, del 10/12/2001, il predetto gestore concessionario,
con nota prot. n. 47762 del 22/6/2004, registrata agli atti con
prot. n. 3434 del 2/8/2004:
Per quanto indicato in premessa, che si intende integralmente
riportato in dispositivo, di:
1. approvare:
— ha informato la Regione Calabria in ordine alle risultanze
relative ad ulteriori n. 8 dichiarazioni-domanda di liquidazione,
effettuate le prescritte verifiche istruttorie e per le quali conferma
la verifica della regolarità formale e della compatibilità, limitatamente alle operazioni proposte positivamente, con quanto dichiarato all’atto della prenotazione delle risorse, evidenziando n.
7 richieste di liquidazione con esito positivo e n. 1 richiesta di
liquidazione con esito negativo;
— ha trasmesso l’elenco analitico delle n. 7 domande positive con i relativi importi proposti per la liquidazione delle agevolazioni, per un ammontare complessivo di C 116.325,02,
l’elenco delle economie con correlata motivazione e l’elenco
contenente l’operazione esitata negativamente con la relativa
motivazione;
— ha, precisato che le predette n. 8 operazioni costituiscono
l’ultimo contingente di dichiarazioni-domanda presentate entro i
termini previsti dal regolamento regionale mentre, rimangono in
sospeso le dichiarazioni-domanda delle imprese operanti nel settore della trasformazione dei prodotti agricoli, per le quali è stata
stabilita la proroga dei termini con decreto del Dirigente Settore
Industria del DAP n. 5089 del 27/4/2004 e l’operazione condizionata all’approvazione dei Servizi Comunitari;
RITENUTO dover provvedere in merito;
VISTO il decreto del Ministero delle Finanze 31/1/2000, n. 58
e la comunicazione prot. n. 2001/15035 del 26/1/2001 dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Rapporti con Enti
Esterni – concernenti modalità per la fruizione degli incentivi
automatici mediante bonus fiscali o credito d’imposta.
VISTI:
— le LL.RR. n. 7/2004, n. 8/2004 (Finanziaria 2004), n.
9/2004;
— l’«Elenco delle operazioni positive proposte dal GestoreConcessionario», allegato sub A) al presente atto per costituirne,
parte integrante e sostanziale;
— l’«Elenco delle posizioni negative proposte dal GestoreConcessionario», allegato sub B) al presente atto per costituirne,
parte integrante e sostanziale;
— l’«Elenco delle economie di cui alle operazioni proposte
dal Gestore-Concessionario – allegato sub C) al presente atto per
costituirne parte integrante e sostanziale;
2. concedere, a favore delle imprese di cui all’allegato «A»,
l’agevolazione prevista dalla legge n. 341/95 e successive modificazioni ed integrazioni di cui all’art. 8, comma 2, della legge n.
266/97, nella misura del 40,73% del massimo consentito, per un
importo pari alle somme a fianco di ciascuna impresa riportate,
con un totale complessivo di C 116.325,02;
3. riservarsi di provvedere, con uno o più atti successivi, in
ordine alle ulteriori posizioni in sospeso, sulla base degli esiti
delle dichiarazioni-domanda di liquidazione che verranno trasmessi dal Gestore-Concessionario;
4. trasmettere il presente decreto al gestore MCC S.p.A. –
Capitalia Gruppo Bancario – per i successivi adempimenti di
competenza;
5. disporre la pubblicazione del presente atto nel B.U.R.C..
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore Industria
Avv. A. Trotta
24434
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24435
24436
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18791 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18792 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 7819/04 – Liquidazione contributi Manifestazione «Carnevale della Piana».
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 17478/04 – Liquidazione
contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 7819 del 31/5/04 avente ad oggetto: «L.R.
n. 13/85 art. 65 – Ripartizione di contributi ad Enti, Associazioni
ed Organismi Privati – Elenco n. 2», regolarmente impegnato per
l’importo di C 73.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2004,
giusto impegno n. 1720 del 20/5/2004;
VISTO il D.D.G. n. 17478 del 25/10/04 avente ad oggetto:
«L.R. n. 13/85 – Piano di ripartizione dei contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati – Elenco n. 5», regolarmente
impegnato per il complessivo importo di C 694.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2004, giusto impegno n. 4854 del 19/
10/2004;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 7819/04, tra gli altri, all’Associazione «Per Palmi» (RC), è stato concesso il contributo
di C 5.000,00 a parziale sostegno delle spese sostenute per la
realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse;
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 17478/04, tra gli altri,
all’Associazione «Diventeranno Famosi», è stato concesso il
contributo di C 6.000,00 a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse;
— che con nota prot. n. 7971 del 20/7/04 il competente Settore ha informato l’Assocazione Culturale «Per Palmi» (RC),
dell’avvenuta concessione del contributo ed ha richiesto la produzione della documentazione necessaria per la relativa liquidazione;
— che l’Associazione Culturale «Per Palmi» (RC), ha trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute per la
realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
7819/04, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo
concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
— che con nota prot. n. 011820 del 3/11/04 il competente
Settore ha informato l’Assocazione «Diventeranno Famosi»,
dell’avvenuta concessione del contributo ed ha richiesto la produzione della documentazione necessaria per la relativa liquidazione;
— che l’Associazione «Diventeranno Famosi», ha trasmesso
la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato,
regolarmente rendicontando le spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a contributo in
attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
17478/04, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
— di liquidare all’Associazione Culturale «Per Palmi» (RC),
«C.F. 91002900800», a parziale sostegno delle spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la
somma di C 5.000,00;
— di liquidare all’Associazione «Diventeranno Famosi»,
«P.IVA 97040630796», a parziale sostegno delle spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la
somma di C 6.000,00;
— di gravare la somma complessiva di C 5.000,00 sull’impegno n. 1720/04 assunto con il D.D.G. n. 7819 del 31/5/2004
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di gravare la somma complessiva di C 6.000,00 sull’impegno n. 4854/04 assunto con il D.D.G. n. 17478 del 25/10/2004
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24437
DECRETO n. 18793 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18794 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi Manifestazioni Turistico-Culturali estate 2003.
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 4692/04 – Liquidazione contributi Manifestazioni Turistico-Culturali estate 2003.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 11742 del 13/8/03 avente ad oggetto:
«L.R. n. 13/85 – Piano di ripartizione di contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati – Esercizio finanziario 2003 –
Elenco n. 1», regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 593.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2003,
giusto impegno n. 2829 dell’8/8/2003;
VISTO il D.D.G. n. 4692 del 22/4/04 avente ad oggetto: «L.R.
n. 13/85 – Piano di ripartizione di contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati – Elenco n. 1», regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 1.913.000,00 sul capitolo
6133104 del bilancio 2004, giusto impegno n. 1119 del 20/4/
2004;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria delle pratiche, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 11742/03, tra gli altri,
all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano (CS), è stato concesso il contributo di C 2.000,00 a parziale sostegno delle spese
sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed
ammesse;
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 4692/04, tra gli altri, all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano (CS), è stato concesso il contributo di C 6.000,00 a parziale sostegno delle spese
sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed
ammesse;
— che con note prot. n. 008090 dell’8/8/03 e n. 006681 del
10/6/2004 il competente Settore ha informato l’Assocazione
«Cinque Colli» di Rogliano (CS), dell’avvenuta concessione del
contributo ed ha richiesto la produzione della documentazione
necessaria per la relativa liquidazione;
— che con note prot. n. 008090 dell’8/8/03 e n. 006681 del
10/6/2004 il competente Settore ha informato l’Assocazione
«Cinque Colli» di Rogliano (CS), dell’avvenuta concessione del
contributo ed ha richiesto la produzione della documentazione
necessaria per la relativa liquidazione;
— che all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano (CS), ha
trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a
contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano (CS), ha
trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a
contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
11742/03, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo concesso;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
4692/04, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo
concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
— di liquidare all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano
(CS), «C.F. 02389800786», a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la somma di C 2.000,00;
— di liquidare all’Associazione «Cinque Colli» di Rogliano
(CS), «C.F. 02389800786», a parziale sostegno delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la somma di C 6.000,00;
— di gravare la somma complessiva di C 2.000,00 sull’impegno n. 2829/03 assunto con il D.D.G. n. 11742 del 13/8/2003
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di gravare la somma complessiva di C 6.000,00 sull’impegno n. 1119/04 assunto con il D.D.G. n. 4692 del 22/4/2004
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
24438
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18795 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 11742/03 – Liquidazione contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati. Cambio
denominazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 11742 del 13/8/03 avente ad oggetto:
«L.R. n. 13/85 – Piano di ripartizione di contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati – Esercizio finanziario 2003 –
Elenco n. 1», regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 593.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2003,
giusto impegno n. 2829 dell’8/8/2003;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 11742/03, tra gli altri,
all’Associazione Liceo Artistico Musicale Falerna, è stato concesso il contributo di C 2.000,00 a parziale sostegno delle spese
sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed
ammesse;
— che per puro errore materiale nel predetto D.D.G. n.
11742/03, l’associazione beneficiaria presentatrice del progetto
di iniziative turistiche è stata erroneamente trascritta con la denominazione «Liceo Artistico Musicale Falerna» anziché «Accademia Musicale Il Pentagramma»;
— che con nota prot. n. 008090 dell’8/8/03 il competente Settore ha informato l’Accademia Musicale «Il Pentagramma», dell’avvenuta concessione dei contributi ed ha richiesto la produzione della documentazione necessaria per la relativa liquidazione;
— che l’Accademia Musicale «Il Pentagramma», ha trasmesso la documentazione richiesta, acquisita agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese sostenute per la
realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse a contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n. 13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
11742/03, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
— di riconoscere, che per puro errore materiale con D.D.G. n.
11742/03 è stata ammessa alle agevolazioni della L.R. 13/85 art.
65 – l’associazione «Liceo Artistico Musicale Falerna» invece
dell’Accademia Musicale «Il Pentagramma»;
— di ammettere l’Accademia Musicale «Il Pentagramma» al
contributo di C 2.000,00 giusto D.D.G. 11742/03 in sostituzione
dell’associazione «Liceo Artistico Musicale Falerna»;
— di liquidare all’Accademia Musicale «Il Pentagramma»,
«C.F. 96005000789», a parziale sostegno delle spese sostenute
per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse, la
somma di C 2.000,00;
— di gravare la somma complessiva di C 2.000,00 sull’impegno n. 2829/03 assunto con il D.D.G. n. 11742 del 13/8/2003
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DECRETO n. 18796 dell’11 novembre 2004
L.R. 13/85 art. 65 – D.D.G. n. 17478/04 – Liquidazione
contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 17478 del 25/10/04 avente ad oggetto:
«L.R. n. 13/85 – Piano di ripartizione dei contributi ad Enti, Associazioni ed Organismi Privati – Elenco n. 5», regolarmente
impegnato per il complessivo importo di C 694.000,00 sul capitolo 6133104 del bilancio 2004, giusto impegno n. 4854 del 19/
10/2004;
CONSIDERATO che il competente ufficio, effettuando
l’istruttoria della pratica, ha accertato:
— che con il sopraccitato D.D.G. n. 17478/04, tra gli altri,
all’Associazione «Accademia Musicale Il Pentagramma», è
stato concesso il contributo di C 28.000,00 a parziale sostegno
delle spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed ammesse;
— che con nota prot. n. 011820 del 3/11/04 il competente
Settore ha informato l’Assocazione «Accademia Musicale Il
Pentagramma», dell’avvenuta concessione del contributo ed ha
richiesto la produzione della documentazione necessaria per la
relativa liquidazione;
— che l’Associazione «Accademia Musicale Il Pentagramma», ha trasmesso la documentazione richiesta, acquisita
agli atti dell’Assessorato, regolarmente rendicontando le spese
sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate ed
ammesse a contributo in attuazione dell’art. 65 della L.R. n.
13/85;
— che, ai sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002, si
sono realizzate le condizioni per la liquidazione dei contributi
concessi;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
— che è necessario, in attuazione del sopra citato D.D.G. n.
17478/04, procedere alla liquidazione del contributo nell’importo concesso;
VISTE le LL.RR. 13/85, n. 8/02;
24439
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dal competente Ufficio
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente del competente Settore;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa, da intendere qui interamente riportate:
— di liquidare all’Associazione «Accademia Musicale Il
Pentagramma», «P.IVA 96005000789», a parziale sostegno delle
spese sostenute per la realizzazione delle iniziative programmate
ed ammesse, la somma di C 28.000,00;
— di gravare la somma complessiva di C 28.000,00 sull’impegno n. 4854/04 assunto con il D.D.G. n. 17478 del 25/10/2004
sul capitolo 6133104 del bilancio relativo all’esercizio 2004;
— di richiedere al competente Settore Ragioneria l’emissione
dei relativi titoli di pagamento intestati ai beneficiari.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dott. Rocco Militano
DECRETO n. 18797 dell’11 novembre 2004
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di Spadola la
somma di C 500,00 pari al primo 50% del contributo concesso
con D.D.G. 8482/04;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
500.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2004 con D.D.G. 8482/04 giusto impegno n. 1837
dell’1/6/04;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Spadola.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione Io 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2004 a favore
della Pro Loco di Spadola D.D.G. 8482/04.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 8482 dell’8/6/04 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2004» regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
500.000,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2004 giusto impegno n. 1837 dell’1/6/04 e con cui all’Associazione Pro Loco di Spadola Partita IVA 93001120794 è stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO:
CHE con lo stesso provvedimento, in ossequio alla L.R. 5/95
art. 7 è stata disposta l’erogazione anticipata del 50% dell’importo concesso;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso,
ai sensi della L.R. n. 5/95;
DECRETO n. 18798 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2002 a favore
della Pro Loco di Spadola – D.D.G. 9053/02.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 9053 del 17/7/02 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di ripartizione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio 2002» – regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 568.000,00
sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio 2002, giusto
impegno n. 2577 del 12/7/02 e con cui all’Associazione Pro Loco
di Spadola Partita IVA 93001120794 è stato concesso un contributo di C 1.500,00;
CONSIDERATO
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al primo 50% del contributo concesso con D.D.G. 8482/04;
CHE alla predetta Associazione è stata erogata la somma di C
750,00 a titolo di anticipazione del 50% dell’importo concesso
con D.D.G. n. 9053;
24440
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi dell’art. art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002
il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione
del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
RITENUTO:
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 750,00
pari al secondo 50% del contributo concesso;
DI dover procedere alla liquidazione della somma di C
1.500,00 pari al contributo concesso con D.D.G. 10882/03;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Pro Loco di Spadola la somma
di C 750,00 pari al secondo 50% del contributo concesso;
DI liquidare all’Associazione Turistica Pro Loco di Spadola la
somma di C 1.500,00 a saldo del contributo concesso con D.D.G.
10882 dell’1/8/03;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
568.000,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2002 con D.D.G. 9053/02 giusto impegno n. 2577 del
12/7/02;
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 466.500,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394 del 28/7/03;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Pro Loco di
Spadola.
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Spadola.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18799 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18800 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Spadola – D.D.G. 10882/03.
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Liquidazione del contributo per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore della
Pro Loco di Serra San Bruno – D.D.G. 10882/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. 10882 dell’1/8/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco Esercizio finanziario 2003
– regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
466.500,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2003, giusto impegno n. 2394 del 28/7/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di Spadola è stato concesso un contributo di C 1.500,00;
VISTO il D.D.G. 10882 dell’1/8/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco Esercizio finanziario 2003
– regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
466.500,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2003, giusto impegno n. 2394 del 28/7/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di Serra San Bruno C.F. 96015750795 è
stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/2002
il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione
del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
24441
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano, ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/
2002 il diritto da parte dell’Associazione creditrice alla liquidazione del contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
RITENUTO:
DI dover procedere alla liquidazione della somma di C
1.000,00 pari al contributo concesso con D.D.G. 10882/03;
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 2.000,00
pari al secondo 50% del contributo concesso;
VISTA la L.R. 13/5/1996 n. 7 – art. 30;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI liquidare all’Associazione Turistica Pro Loco di Serra San
Bruno la somma di C 1.000,00 al contributo concesso con
D.D.G. 10882 dell’1/8/03;
DI erogare all’Associazione Pro Loco di San Mango
D’Aquino la somma di C 2.000,00 pari al secondo 50% del contributo concesso;
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 466.500,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394 del 28/7/03;
DI gravare la predetta somma sull’impegno complessivo di C
466.500,00 assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio 2003 con D.D.G. 10882/03 giusto impegno n. 2394
del 28/7/03;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di Serra San Bruno.
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore della Pro Loco di San Mango
D’Aquino.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
DECRETO n. 18801 dell’10 novembre 2004
DECRETO n. 18802 dell’11 novembre 2004
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Mango D’Aquino.
LL.RR. 13/85 e 5/95 – Erogazione IIo 50% del contributo
per iniziative e manifestazioni turistiche anno 2003 a favore
della Pro Loco di San Pietro in Guarano – D.D.G. 3711/03.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTO il D.D.G. n. 10882 dell’1/8/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco – Esercizio Finanziario
2003», regolarmente impegnato per il complessivo importo di C
466.500,00 sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio
2003, giusto impegno n. 2394 del 28/7/03 con cui alla Pro Loco
di San Mango D’Aquino C.F. 00781200795 è stato concesso un
contributo di C 4.000,00;
VISTO il D.D.G. n. 3711 del 31/3/03 avente ad oggetto:
«LL.RR. n. 13/85 e n. 5/95 – Piano di concessione dei contributi
alle Associazioni Turistiche Pro Loco per l’anno 2003» – regolarmente impegnato per il complessivo importo di C 95.000,00
sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 del Bilancio provvisorio
2003, giusto impegno n. 841 del 28/3/03 con cui all’Associazione Turistica Pro Loco di San Pietro in Guarano C.F.
98049790789 è stato concesso un contributo di C 1.000,00;
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
CONSIDERATO che l’ufficio competente per l’istruttoria ha
accertato:
24442
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE alla suddetta Associazione è stata erogata la somma di C
500,00 pari al Io 50% del contributo concesso con il citato decreto n. 3711/03;
CHE sono stati acquisiti tutti i documenti che comprovano ai
sensi della L.R. n. 5/95 e dell’art. art. 45 della L.R. n. 8 del 28/2/
2002 il diritto dell’Associazione creditrice alla liquidazione del
contributo concesso, ai sensi della L.R. n. 5/95;
RITENUTO:
Dipartimento
AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA
DECRETO n. 17580 del 27 ottobre 2004
Richiesta modifica Disciplinare Vini D.O.C. «Bivongi».
IL DIRIGENTE GENERALE
DI dover procedere all’erogazione della somma di C 500,00
pari al secondo 50% del contributo concesso;
VISTA la L.R. 13/5/96 n. 7 – art. 30;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/96;
VISTA la delibera G.R. n. 946 del 15/10/02;
VISTO il D.D.G. n. 2294 del 10 marzo 2003;
VISTE le LL.RR. n. 8/02, 13/85 e 5/95;
Sulla scorta dell’istruttoria compiuta dall’Ufficio competente
nonché dell’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal
Dirigente preposto al competente Settore;
DECRETA
Per le motivazioni di cui in premessa;
DI erogare all’Associazione Turistica Pro Loco di San Pietro
in Guarano la somma di C 500,00 pari al secondo 50% del contributo concesso con D.D.G. 3711 del 31/3/03;
DI gravare la predetta somma sull’impegno di C 95.000,00
assunto sul capitolo 6133115 U.P.B. 2.2.01.04 dell’esercizio
provvisorio 2003 con D.D.G. 3711/03 giusto impegno n. 841 del
28/3/03;
DI richiedere al settore Ragioneria l’emissione del relativo
mandato di pagamento a favore dell’Associazione Turistica Pro
Loco di San Pietro in Guarano.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente del Settore
Dr. Rocco Militano
VISTA la L.R. del 13/5/96 n. 7 recante «norme sull’ordinamento della struttura organizzativa della Giunta Regionale e
sulla Dirigenza Regionale» ed in particolare l’art. 28 che individua compiti e responsabilità del Dirigente con funzioni di Dirigente Generale.
VISTO l’art. 1 del D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 relativo alla
separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione.
VISTA la delibera della Giunta Regionale n. 347 del 26/5/
2004 con la quale il Dr. Franco Nicola Cumino è stato nominato
Dirigente Generale del Dipartimento «Agricoltura, Caccia e
Pesca».
VISTO il Decreto Ministeriale n. 24/5/1996 che riconosce la
denominazione di origine controllata dei vini D.O.C. «Bivongi»
ed in particolare l’art. 5 del suddetto Decreto, il quale stabilisce
che le operazioni di vinificazione, compreso l’invecchiamento
dei vini, debbono essere effettuate all’interno della zona di produzione, cosı̀ come delimitata ai sensi dell’art. 3 dello stesso decreto.
VISTE le istanze presentate dai viticoltori interessati, trasmesse anche al comitato di tutela dei D.O.C. e delle I.G.T., intese ad ottenere la possibilità di vinificare le uve atte a produrre
vini D.O.C. «Bivongi» anche nel limitrofo territorio del comune
di Roccella Ionica (RC).
CONSIDERATO che le richieste riguardano una superficie vitata che supera abbondantemente il 20% di quella rivendicata è
iscritta nell’ultimo triennio presso la Camera di Commercio di
Reggio Calabria e tenuto conto che si possa chiedere al Comitato
Nazionale per la Tutela dei D.O.C. e I.G.T. la deroga all’art. 5 del
Decreto M.I.P.A. del 24/5/1996.
SU PROPOSTA del Dirigente del Settore Politiche dello Sviluppo Rurale – Attuazione P.O.R. – Dr. Agr. Tommaso Di Girolamo, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto
resa dal Dirigente medesimo;
DECRETA
Per i motivi indicati in premessa:
Di chiedere al Comitato Nazionale per la tutela e la valorizzazione delle D.O.C. e delle I.G.T. la modifica dell’art. 5 del su
citato decreto per consentire che le operazioni di vinificazione e
di invecchiamento del D.O.C. «Bivongi» possono essere effettuate anche nel territorio del Comune di Roccella Jonica, a condizioni che gli stabilimenti di vinificazione siano ubicati ad una
distanza che non superi i 1000 metri dal confine della zona delimitata a D.O.C..
Di pubblicare integralmente il presente decreto sul Bollettino
Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lı̀ 27 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Dr. Franco Nicola Cumino
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Dipartimento
SANITA
v
24443
— disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul.
B.U.R. della Regione Calabria.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18206 dell’8 novembre 2004
Brancati
Comune di Terravecchia – Riduzione zona rispetto cimiteriale. Autorizzazione.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la richiesta del comune di Terravecchia, prot. 4332 del
25/10/2004, acquisita agli atti d’ufficio il 28/10/2004, prot.
24508 tendente ad ottenere la riduzione della zona di rispetto
cimiteriale ubicata nel medesimo Comune, dagli attuali metri
200 ai richiesti metri 50 onde effettuare l’ampliamento del cimitero urbano.
VISTA la deliberazione del C.C. di Terravecchia n. 21 del 28/
9/2004 con la quale si determinava la riduzione della fascia di
rispetto cimiteriale ubicata nel comune, a metri 50.
RICHIAMATO l’art. 57, comma 4 del D.P.R. 10/9/1990, n.
285 che prevede nei cimiteri esistenti l’ampiezza della fascia di
rispetto che non può essere inferiore a metri 100 dai centri abitati
nei comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti e a metri
50 per tutti gli altri comuni.
VISTO il parere favorevole espresso dall’ASL n. 3 di Rossano, distretto di Cariati, con prot. n. 59979 del 24/9/2004 relativo alla riduzione della zona di rispetto cimiteriale a metri 50.
DATO ATTO, altresı̀, che sono stati acquisiti agli atti di questo
Dipartimento i seguenti documenti trasmessi dal comune di Terravecchia consistenti in: deliberazione del C.C. n. 21 del 28/9/
2004; – parere favorevole, espresso dall’ASL n. 3 di Rossano –
distretto di Cariati, prot. 59979 del 24/9/2004, alla richiesta riduzione; – planimetria rapp. 1:1000 della nuova fascia di rispetto
cimiteriale a firma del Sindaco e del Tecnico comunale; – attestato di pubblicazione della deliberazione consiliare n. 21/2004
del 30/9/2004.
CONSTATATO che il comune di Terravecchia ha una popolazione inferiore a 20.000 abitanti.
VISTO il documento istruttorio redatto dal responsabile del
procedimento.
SU PROPOSTA del Dirigente del competente Servizio, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate correlata dalla dichiarazione di regolarità dell’atto resa
dal medesimo Dirigente.
VISTO il D.P.G.R. n. 354/99 sulla separazione dell’attività
programmatica, di indirizzo e controllo da quella di gestione;
DECRETA
Sulla base della premessa che, qui richiamata, si intende ripetuta e confermata:
— di autorizzare il comune di Terravecchia a ridurre da metri
200 a metri 50 l’area di rispetto cimiteriale ubicata nel medesimo
comune rientrante nella fascia prevista dall’art. 57 del D.P.R. n.
285/90;
DECRETO n. 18208 dell’8 novembre 2004
Recepimento accordo Stato-Regione del 17 giugno 2004,
rep. n. 2028 inerente i requisiti minimi e i criteri per il riconoscimento dei laboratori di analisi non annessi alle industrie alimentari ai fini dell’autocontrollo.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
Premesso che il competente Servizio ha accertato che:
— la Conferenza Stato-Regioni, con l’accordo 17 giugno
2004, n. 2028 di repertorio, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale –
Serie generale n. 173 del 27/7/2004, ha fissato i «requisiti minimi e i criteri per il riconoscimento dei laboratori di analisi non
annessi alle industrie alimentari, ai fini dell’autocontrollo»;
— con decreto dirigenziale del Dipartimento Sanità n. 5774
del 22/5/2002 si istituiva l’elenco regionale provvisorio dei laboratori di analisi che possono effettuare controlli per conto delle
aziende alimentari previsto dal D.Lgs. n. 155/97 e s.m.i.;
— con deliberazione della G.R. del 29/9/2004, n. 667 recante
«nuova organizzazione del Dipartimento Sanità in applicazione
delle previsioni di cui al Piano Regionale per la Salute 2004/
2006, approvato con L.R. 19/3/2004, n. 11», viene previsto, tra
l’altro, che il competente Settore del Dipartimento provvede all’istruttoria per l’autorizzazione ed accreditamento dei laboratori
di prova soggetti alla normativa di cui alla Legge n. 526/1999;
— l’art.10, comma 3, punto 1, della Legge 21 dicembre 1999,
n. 526, dispone «che i controlli analitici dei prodotti alimentari
possono essere affidati dal responsabile dell’autocontrollo anche
a laboratori esterni alla industria alimentare, inseriti in elenchi
predisposti dalle regioni e province autonome»;
— il citato Accordo prevede all’art. 3 che le regioni possono
iscrivere in appositi elenchi i laboratori di cui all’art. 1 presenti
sul proprio territorio che risultano conformi ai criteri generali e
ai requisiti minimi di cui all’art. 2;
— la Legge regionale 19 marzo 2004, n. 11, concernente il
Piano regionale per la salute 2004/2006, prevede nelle pagg.
111-113 dell’allegato del B.U.R.C – suppl. ordinario n. 3 del 16
marzo 2004, la disciplina, i criteri, le modalità nonché le procedure per l’autorizzazione e l’accreditamento, cosı̀ integrando le
disposizioni del D.P.R. 14 gennaio 1997;
— con deliberazione della G.R. del 13 luglio 2004, n. 478,
modificata ed integrata con deliberazione della G.R. del 14/9/
2004, n. 659, si approvavano le procedure e le modalità per la
formulazione e presentazione delle domande di autorizzazione e
di accreditamento delle strutture pubbliche e private e delle strutture di professionisti soggette ad autorizzazione.
24444
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO, pertanto, di:
DECRETO n. 18610 del 10 novembre 2004
— recepire il contenuto dell’accordo Stato-Regioni del 17
giugno 2004, rep. n. 2028;
— revocare il decreto dirigenziale del Dipartimento Sanità n.
5774 del 22/5/2002 in contrasto con il suddetto Accordo StatoRegioni;
— stabilire che i laboratori già iscritti provvisoriamente, in
regime del citato decreto dirigenziale n. 5774/2002, dovranno,
ex novo, produrre la documentazione presentata a suo tempo con
quanto previsto con il recepito Accordo Stato- Regioni del 17
giugno 2004 e con le deliberazioni della G.R. citate;
— prendere atto delle procedure previste per l’autorizzazione
ed accreditamento delle strutture pubbliche e private stabilite con
deliberazioni della G.R. n. 478 del 13 luglio 2004 e n. 659 del 14
settembre 2004.
VISTA la Legge regionale 19/3/2004, n. 11, con la quale è
stato approvato il Piano Sanitario Regionale 2004/2006.
VISTO il documento istruttorio redatto dal responsabile del
procedimento ai sensi e per gli effetti dell’art.4 e ss. della L.R. n.
19/2001 che attesta, altresı̀, la regolarità tecnica e la legittimità
dell’atto medesimo.
SU proposta del Dirigente del Servizio che, viste le motivazioni espresse nell’atto e nel documento istruttorio, attesta la legittimità del presente provvedimento;
DECRETA
— per quanto esposto nelle premesse, che qui si intende integralmente riportato, di:
1) recepire l’Accordo Stato-Regioni del 17 giugno 2004, rep.
2028;
2) revocare il decreto dirigenziale n. 5774 del 22/5/2002;
3) dichiarare nullo l’elenco provvisorio dei laboratori previsto del cennato decreto dirigenziale;
4) di fare obbligo ai laboratori già iscritti provvisoriamente
nell’elenco regionale ex decreto n. 5774/2002, di uniformarsi al
presente provvedimento e a quanto altro previsto dall’Accordo
sancito dalla Conferenza Stato-Regioni del 17 giugno 2004, n.
2028 a pena di esclusione dall’elenco ex Accordo;
5) stabilire, conseguentemente, che per i laboratori vengono
adottate le procedure previste nell’Accordo Stato-Regioni del 17
giugno 2004 integrate con quelle di cui alle deliberazioni di G.R.
n. 478 del 13 luglio 2004 e n. 659 del 14/9/2004;
Riconoscimento trasferimento titolarità 1a sede farmaceutica del comune di Rocca di Neto dalla Dott.ssa Iacovino
Maria al Dott. Gallo Giovanni.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
PREMESSO che il servizio competente per l’istruttoria ha accertato:
— Che con istanza agli atti prot. n. 18125 del 26/10/2004, il
dott. Gallo Giovanni, farmacista, ha richiesto il trasferimento, in
suo favore, della titolarità della 1a sede farmaceutica del comune
di Rocca di Neto;
— Che con atto pubblico per notaio dott. Carlo Perri, redatto
in Crotone il 6/8/2004 – rep. n. 3832, racc. n. 708 – e registrato a
Crotone il 10/8/2004, la dott.ssa Iacovino Maria, nata a Bovino il
24 gennaio 1925, codice fiscale CVNMRA25A64B104Y, titolare giusto Decreto del Medico Provinciale di Catanzaro n.
28593/Div. San. del 31/8/1954 della sede farmaceutica succitata,
ha trasferito la proprietà e la titolarità dell’esercizio di predetta
farmacia al di lei figlio dott. Gallo Giovanni;
— Che il dott. Gallo Giovanni, è farmacista regolarmente
iscritto all’Albo professionale della Provincia di Crotone ed è
legittimato all’acquisizione della titolarità, avendo svolto la pratica professionale di due anni, ai sensi e per gli effetti della Legge
n. 892/84;
— Che con bollettino di c/c postale n. 0122 del 20/1/2004
per C 242,80 (duecentoquarantadue/80) lo stesso ha effettuato il
pagamento della prescritta tassa di concessione regionale;
— Che è stata verificata la regolarità della documentazione
ex D.Lgs. n. 490/1994 in materia di comunicazioni e certificazioni antimafia, nonché la regolarità degli atti e la sussistenza dei
requisiti previsti dalla normativa vigente per il trasferimento
della suddetta titolarità;
— Che la Commissione Farmaceutica Provinciale di Crotone
ha espresso in merito a detto trasferimento parere favorevole.
VISTO l’art. 12 della Legge n. 475/68 e successive modificazioni ed integrazioni.
VISTO l’art. 7 della Legge n. 362/91.
VISTO l’art. 6 della Legge n. 892/84.
6) dare mandato alla competente struttura del Dipartimento
Sanità per l’esecuzione del presente provvedimento;
7) dare atto che il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Brancati
VISTI gli artt. 2 e 12 della L.R. n. 18/90.
VISTA la L.R. 13/5/1996, n. 7.
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24/6/1999 e successive modifiche ed integrazioni.
SU proposta del Dirigente di Servizio;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
Per quanto espresso in premessa che si intende integralmente
riportato:
— di riconoscere ad ogni effetto di legge il trasferimento della
titolarità ed il diritto di esercizio, nonché dell’azienda commerciale che vi è connessa, della 1a sede farmaceutica del comune di
Rocca di Neto – ubicata in via Gallo Arcuri n. 12 – dalla Dott.ssa
Iacovino Maria al dott. Gallo Giovanni nato a Rocca di Neto il
28/3/1961, residente a Rocca di Neto alla via V. Gallo Arcuri n.
10, codice fiscale GLLGNN61C28H403E, farmacista regolarmente iscritto all’Albo professionale della Provincia di Crotone.
Il presente decreto sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale
della Regione Calabria nel suo testo integrale.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Montilla
DECRETO n. 18862 del 15 novembre 2004
Nulla-osta al convenzionamento in conformità alla deliberazione n. 657 del 22/10/04 del D.G. dell’Az. O. di Reggio
Calabria avente ad oggetto: Convenzione con l’Ente Morale
Famiglia Germanò per il trattamento in residenza collettiva
domiciliare dei soggetti affetti da AIDS – Periodo 2004/2007.
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
CONSIDERATO CHE il competente Ufficio addetto all’istruttoria ha accertato:
24445
settore e del dirigente del servizio di questo Assessorato, al Direttore Generale dell’Azienda con la seguente motivazione:
«Questo Dipartimento può concedere il nulla-osta soltanto per
tre posti letto e non per cinque a causa degli esigui finanziamenti
concessi alla Regione Calabria con delibera CIPE del 5 dicembre
2003 n. 115 e stante le esigenze della altre AA.SSLL. della Regione».
VISTA la nota n. 23262 del 27 ottobre 2004, con la quale viene
trasmessa a questo settore la deliberazione n. 657 del 22/10/2004
avente ad oggetto: Modifica integrazione delibera n. 463 del
16.07/2004: Convenzione con la Casa Famiglia Germanò per il
trattamento in residenza collettiva dei soggetti affetti da AIDS e
patologie correlate – riduzione posti letto.
TENUTO CONTO CHE ai sensi dell’art. 1 comma 2 della
Legge n. 135/90 «Programma di interventi urgenti per la prevenzione e la lotta contro l’AIDS» sono assegnati annualmente alle
Regioni finanziamenti finalizzati al trattamento extra ospedaliero dei pazienti affetti da AIDS in fase conclamata.
CHE con deliberazione CIPE del 5 dicembre 2003, n. 115 sono
stati assegnati alla Regione Calabria i finanziamenti di cui sopra
che trovano disponibilità sul cap. 4231112 del bilancio regionale
2004.
TENUTO CONTO del documento istruttorio redatto dal responsabile del procedimento ai sensi e per gli effetti dell’art. 4 e
seguenti della Legge regionale n. 19/2001, che attesta la regolarità tecnica dell’atto.
SU PROPOSTA del Dirigente del Servizio che, viste le motivazioni espresse nell’atto e nel documento istruttorio, attesta la
legittimità e la regolarità tecnica del presente provvedimento;
DECRETA
CHE la Legge 5 giugno 1990 n. 135 «Programma di interventi
urgenti per la prevenzione e la cura dell’AIDS» prevede al
comma 2 dell’art. 1 che «Istituzioni di volontariato attuino attività assistenziali domiciliari a favore di pazienti affetti da AIDS
in fase conclamata, tenuto conto di apposito schema-tipo di convenzione definito da successivo Decreto Ministeriale».
CHE con D.M. 13/9/1991 è stato approvato lo schema-tipo di
convenzione delle attività assistenziali da parte di Istituzioni di
volontariato.
CHE la Regione Calabria, con delibera di Giunta Regionale n.
50 del 13/1/1992 ha attivato l’assistenza extra-ospedaliera ai malati di AIDS dettando precisi indirizzi.
CHE l’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di
Reggio Calabria, con deliberazione n. 594 del 24/5/2001 ha stipulato opportuna convenzione con l’Ente Morale «Famiglia Germanò», approvata dall’Assessorato regionale alla Sanità con Decreto Dirigenziale n. 9085 del 20/9/2001, per erogare idonea assistenza ai soggetti affetti da AIDS in fase conclamata.
CHE con nota n. 16411 del 26/7/2004 del Direttore AA.GG
dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria è stata trasmessa a
questo Dipartimento, per il relativo nulla-osta, la deliberazione
n. 463 del 16/7/2004 del Direttore Generale di detta Azienda
Ospedaliera avente ad oggetto: «Convenzione con l’Ente Morale
Famiglia Germanò per il trattamento in residenza collettiva domiciliare dei soggetti affetti da AIDS – periodo 2004/2007.
TENUTO CONTO che detta deliberazione è stata restituita,
con nota n. 21748 del 27 settembre 2004 a firma del dirigente di
Per quanto in premessa specificato:
DI CONCEDERE IL NULLA-OSTA al convenzionamento in
conformità alla deliberazione n. 657 del 22/10/2004 del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria
avente per oggetto: «Convenzione con l’ente Morale Famiglia
Germanò per il trattamento in residenza collettiva domiciliare
dei soggetti affetti da AIDS – periodo 2004/2007.
DI EROGARE il finanziamento all’Az. Ospedaliera di Reggio
Calabria successivamente all’invio al Dipartimento regionale
Sanità di dettagliata rendicontazione sulle prestazioni assistenziali erogate dall’ente Morale «Famiglia Germanò» ubicata in
Castellace di Oppido Mamertina (RC).
DI TRAMETTERE copia originale del presente decreto al Dipartimento della Segreteria generale della Giunta Regionale.
DI AUTORIZZARE la pubblicazione della presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale regionale.
Catanzaro, lı̀ 15 novembre 2004
Brancati
24446
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18965 del 16 novembre 2004
Prosieguo dell’attività: «Unità di prevenzione in strada».
IL DIRIGENTE DEL SETTORE
VISTA la Legge n. 45 del 18 febbraio 1999 recante: «Disposizioni per il Fondo Nazionale di Intervento per la Lotta alla Droga
e in materia di personale dei servizi per le tossicodipendenze».
Legge regionale n. 5/78, per cui va imputata sul Cap. 7003101
del bilancio 2004, utilizzando l’impegno originario n. 6373 del
31/12/1999, assunto con Decreto del D. G. n. 430/99 ex Cap.
4231129/99.
VISTO, altresı̀ l’art. 45 della Legge Reg.le n. 8/2002, in ordine
alla liquidazione di spesa.
TENUTO CONTO che si sono realizzate le condizioni stabilite dalla suddetta Legge regionale n. 8/2002.
VISTO l’art. 127 del D.P.R. 309/90.
CONSIDERATO che il Servizio competente ha accertato:
— che con delibera di Giunta Regionale, n. 1053, del 31/
12/99, in conformità agli indirizzi del Ministero della Salute, si è
provveduto ad istituire una «Unità di prevenzione in strada»
presso l’AS. n. 7 di Catanzaro, allo scopo di promuovere attività
di prevenzione e riduzione del danno nell’ambito delle dipendenze patologiche;
— che durante l’attività sono stati effettuati numerosi interventi di informazione e consulenza ai td sulle caratteristiche e gli
effetti delle sostanze stupefacenti, sulle risorse esistenti e sulla
loro tipologia, sulle modalità di accesso ed eventuali referenti,
interventi di informazione e counselling sull’HIV e sull’AIDS,
attraverso l’utilizzo di materiale informativo e filmico, accompagnamento ai Centri di cura, corsi di primo soccorso e distribuzione di materiale sanitario;
— che le prestazioni sociali e sanitarie della «Unità di prevenzione in strada» hanno avuto notevoli ricadute, su un’utenza
particolarmente debole, per cui si rende necessario confermare il
prosieguo dell’attività;
— che con nota Prot. n. 17343 del 13/10/2004 l’A.S. n. 7 ha
inoltrato richiesta, per la prosecuzione dell’attività di cui sopra;
— che risulta acquisita agli atti, dettagliata rendicontazione,
debitamente documentata, circa l’utilizzo dei finanziamenti erogati per l’anno precedente;
SU proposta del Dirigente del Servizio che attesta la legittimità del presente provvedimento;
DECRETA
Quanto esplicitato in premessa è parte integrante e sostanziale:
— Di erogare all’A.S. n. 7 di Catanzaro la somma di C
101.465,00 (diconsi centounoquattrocentosessantacinque), disponibile sul Cap. 7003101 del bilancio 2004, utilizzando l’impegno originario n. 6373 del 31/12/1999, assunto con Decreto
del D.G. n. 430/99 ex Cap. 4231129/99, per il prosieguo dell’attività dell’Unità di prevenzione in strada.
— Di accreditare la somma suddetta sul C/C speciale n.
49205, codice n. 42332.
— Di autorizzare la Ragioneria Generale ad emettere il relativo ordinativo di pagamento.
— Di fare obbligo all’A.S. n. 7 – Ser. T di Catanzaro – di
inviare dettagliata relazione sull’utilizzo del finanziamento concesso, nonché la rendicentazione dell’importo erogato.
Il presente provvedimento sarà pubblicato, nel suo testo integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Catanzaro, lı̀ 16 novembre 2004
Brancati
— che la relativa disponibilità, pari a 101.465,00 C è transitata in perenzione amministrativa, ai sensi dell’art. 68 della
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Dipartimento
FORMAZIONE PROFESSIONALE
ED ECONOMATO
DECRETO n. 18601 del 10 novembre 2004
24447
2. Di demandare al settore «Programmazione ricerca e sviluppo» l’esecuzione del presente decreto.
3. Di pubblicare il presente Provvedimento nel BURC , nel
suo testo integrale.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Iniziativa Comunitaria Equal. Costituzione Commissione
per valutazione ricorsi avverso la graduatoria dei progetti di
cui all’avviso del 20 aprile 2004 pubblicato sulla G.U. n. 108
del 20 maggio 2004.
Dr. Andrea Sgrò
IL DIRIGENTE GENERALE
DECRETO n. 18623 dell’11 novembre 2004
PREMESSO che sulla Gazzetta Ufficiale n. 108 del 10/5/
2004, è stato pubblicato l’avviso 2 del 20 aprile 2004 del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali per la presentazione dei
dossier di candidatura del Programma Comunitario EQUAL.
CHE con D.D. n. 12031 del 26/7/2004 è stato costituito un
Comitato di Valutazione per l’esame di merito dei progetti ammessi a valutazione.
CHE con D.D. n. 14835 del 16 settembre 2004, a seguito delle
risultanze finali determinate dal Comitato di valutazione, è stata
approvata la graduatoria provvisoria dei progetti con i relativi
punteggi assegnanti.
CHE detta graduatoria è stata pubblicata sul BURC del 28
settembre 2004, dove sono stati fissati i termini di trenta giorni
per la presentazione dei ricorsi avverso la graduatoria approvata.
VISTI i ricorsi pervenuti.
CONSIDERATO CHE si rende necessario costituire una
Commissione per esaminare i ricorsi pervenuti entro il termine
previsto.
VISTA la L.R. n. 7/96 recante norme sull’ordinamento delle
strutture organizzative della Giunta Regionale e sulla Dirigenza
regionale.
VISTO il D.P.G.R. n. 354/99 sulla separazione delle funzioni
fra gli organismi di direzione politica e dirigenza.
SU CONFORME parere tecnico, di regolarità e legittimità
dell’atto, reso dal Dirigente del competente settore sulla scorta
dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
Accreditamento sedi formative – Ente Associazione Protema.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO la delibera n. 745 del 2 agosto 2001 con la quale è stato
adottato il Complemento di Programmazione del Programma
Operativo Regionale (P.O.R.) della Calabria 2000-2006.
VISTO la Legge Quadro in materia di formazione professionale n. 845/78.
VISTO l’art. 17 della Legge n. 196/97 di riordino della Formazione Professionale.
VISTO la L.R. 19/4/1985 n. 18 in materia di formazione professionale in Calabria.
VISTO l’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 18/2/2000
relativo all’accreditamento delle strutture formative.
VISTO il D.M. n. 166/2001 del Ministero del Lavoro e P.S. di
approvazione delle norme sull’accreditamento delle sedi formative.
VISTO la Deliberazione della Giunta Regionale n. 192 del
4/3/2003, integrata dalla successiva Deliberazione della G.R.
232 del 18/3/2003, con la quale è stato approvato il Regolamento
per l’accreditamento delle sedi formative della Regione Calabria
e il relativo avviso pubblico.
DECRETA
CONSIDERATO CHE:
Per le motivazioni riportate in premessa che si intendono integralmente riportate
1. Di costituire la Commissione per la valutazione dei ricorsi
avverso le decisioni assunte con decreto n. 14835 del 16 settembre 2004 riguardanti l’approvazione della graduatoria dei
progetti presentati in attuazione dell’Iniziativa Comunitaria
Equal nelle persone di
— in esecuzione delle predette D.G.R. n. 192/2003 e 232/
2003 sul BURC n. 7 del 15/4/2003 è stato pubblicato il Bando
per la presentazione delle domande di accreditamento delle sedi
formative;
— con decreto n. 11686 del 12 agosto 2003, sono stati approvati gli esiti finali della procedura di accreditamento;
— Dott. Vincenzo Mazzei Presidente,
— Dott. Antonio Celentano Componente;
— Dott.ssa Ersilia Amatruda Componente;
— Dott.ssa Teresa Bifezzi Segretaria
— con decreto n. 18925 del 12 dicembre 2003, sono stati approvati gli esiti finali dei ricorsi;
— sono stati effettuati gli audit presso tutte le sedi formative
degli Enti accreditati, di cui ai precedenti decreti n. 11686 del 12
agosto 2003 e n. 18925 del 12 dicembre 2003.
24448
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il documento istruttorio redatto dal competente Servizio provinciale a conclusione delle procedure di audit previste
dall’art. 10 del Regolamento sull’accreditamento delle sedi formative.
Ambientale Sibarys, riporta la dicitura esatta: Corigliano Calabro Via Berlinguer. Macrotipologie accreditate – Formazione
Continua e Formazione Superiore:
RITENUTO di dover provvedere;
VISTO la Legge Regionale del 13 maggio 1996 n. 7, recante
norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale.
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n.
354 del 24/6/1999.
VISTO gli artt. 43 – 45 della L.R. 8 del 4/2/2002.
SU proposta del competente dirigente del servizio provinciale,
che attesta la regolarità dell’atto;
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
— di accreditare temporaneamente l’Ente Associazione Protema, con sede legale in Rossano Via Rossini, 7, per le seguenti
sedi, numero di ore, macrotipologie ed utenze speciali:
1) Rossano via Rossini, 7, ore 4160 − Formazione Superiore.
— Che l’accreditamento è concesso in via temporanea per un
periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di pubblicazione del
presente decreto sul BUR della Calabria;
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
— di annullare il Decreto n. 10848 del 9 luglio 2004, pubblicato sul Suppl. Straord. n. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004, recante – Accreditamento sedi formative – Ente Centro
Studi Didattico Ambientale Sibarys;
— di ritenere valido il Decreto n. 10868 del 9 luglio 2004
pubblicato sul Suppl. Straord. n. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004, recante – Accreditamento sedi formative – Ente Centro
Studi Didattico Ambientale Sibarys che riporta la dicitura esatta:
Corigliano Calabro Via Berlinguer, macrotipologie accreditate –
Formazione Continua e Formazione Superiore;
— di disporre la pubblicazione del presente decreto sul
BURC, da valere come notifica all’Ente interessato.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Dott. Andrea Sgrò
— di disporre la pubblicazione del presente decreto sul
BURC, da valere come notifica all’Ente interessato.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
DECRETO n. 18626 dell’11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Dott. Andrea Sgrò
Rettifica Decreto accreditamento sede formativa – Ente
Accademia Musicale Internazionale Alto Tirreno – Belvedere Marittimo.
IL DIRIGENTE GENERALE
DECRETO n. 18624 dell’11 novembre 2004
Annullamento decreto n. 10848 del 9 luglio 2004, pubblicato sul Suppl. Straord. N. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004 – Accreditamento sede fomativa – Ente centro Studi Didattico Ambientale Sibarys.
VISTO il Decreto n. 10801 del 9 luglio 2004, pubblicato sul
B.U.R.C. del 24 agosto 2004.
CONSIDERATO CHE: per mero errore è stata riportata la dicitura«Associazione» al posto di «Accademia»;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO il proprio Decreto n. 10848 del 9 luglio 2004 pubblicato sul Suppl. Straord. n. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004, recante – Accreditamento sedi formative e Ente Centro
Studi Didattico Ambientale Sibarys.
RILEVATO CHE:
— per mero errore, il Decreto n. 10848 del 9 luglio 2004 pubblicato sul Suppl. Straord. n. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto
2004, recante – Accreditamento sedi formative – Ente Centro
Studi Didattico Ambientale Sibarys, riporta, per quanto riguarda
la sede di Corigliano Calabro –Via Berlinguer, una sola macrotipologia – Formazione Continua;
— il Decreto n. 10868 del 9 luglio 2004 pubblicato sul Suppl.
Straord. n. 4 al B.U.R.C. n. 15 del 16 agosto 2004, recante –
Accreditamento sedi formative – Ente Centro Studi Didattico
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
La rettifica da «Associazione musicale internazionale Alto
Tirreno Cosentino» ad «Accademia Musicale Internazionale
Alto Tirreno Cosentino»;
— di disporre la pubblicazione del presente Decreto sul
B.U.R.C., da valere come notifica all’Ente interessato.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Dott. Andrea Sgrò
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Art. 2
DECRETO n. 18631 dell’11 novembre 2004
Complemento di Programmazione POR Calabria 20002006 – Asse III – Risorse Umane: adesione azioni di sistema
progetto interregionale «Clown: la medicina del sorriso».
Misura 3.5 azione «a». Trasferimento fondi alla Regione Toscana.
24449
Di autorizzare il Dipartimento del Bilancio – Ragioneria generale – ai sensi dell’art. 43, 9o comma, della Legge 8/2002 a
trasferire alla Regione Toscana la somma di C 138.333,00 prelevandola dall’impegno di spesa n. 3746 del 31/8/2004 consolidato con D.G.R. n. 609 del 2 settembre 2004 con accredito sul
c/c bancario intestato alla Regione medesima.
IL DIRIGENTE GENERALE
Art. 3
PREMESSO CHE con D.G.R. n. 609 del 2 settembre 2004 la
Regione Calabria – Dipartimento Formazione Professionale – ha
aderito al progetto interregionale «Clown: la medicina del sorriso» coerente con le tipologie di operazioni previste dalla Misura 3.5 «Adeguamento del Sistema della Formazione Professionale e dell’Istruzione», azione A «Dispositivi e strumenti a supporto della qualificazione del sistema dell’offerta di formazione»
del Complemento di Programmazione del POR Calabria 20002006 ed è stato approvato lo schema di Protocollo d’Intesa tra le
Regioni partecipanti al progetto.
CHE nel «protocollo d’intesa» sottoscritto da tutte le Regioni
partecipanti è stato stabilito che è la Regione Toscana la struttura
amministrativa capofila a cui trasferire le risorse finanziarie destinate alle azioni di sistema.
Di notificare il presente provvedimento alla Regione Toscana
– Direzione Generale delle Politiche Formative, Beni e Attività
Culturali – ed al Responsabile della Misura interessata.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Andrea Sgrò
DIPARTIMENTO FORMAZIONE
Settore Programmazione – Ricerca e Sviluppo
DOCUMENTO ISTRUTTORIO
CHE con il medesimo provvedimento si è impegnata la
somma di C 138.333,00, impegno n. 3746 del 31/8/2004.
Proposta di decreto:
CHE con propria nota, in atti, la Direzione Generale delle Politiche Formative, Beni e Attività Culturali della Regione Toscana ha chiesto il trasferimento dei fondi previsti per il progetto
interregionale in parola.
Complemento di Programmazione POR Calabria 2000-2006
– Asse III Risorse Umane: adesione di sistema progetto interregionale «Clown: la medicina del sorriso» «Misura 3.5 azione
”a”» – Trasferimento fondi alla Regione Toscana.
CHE la Delibera n. 609/2004 demanda al Dirigente Generale
del Dipartimento Formazione Professionale la predisposizione
degli atti amministrativi necessari alla realizzazione del Progetto.
VISTA la Legge regionale del 2 maggio 2001 n. 7, art. 31 bis
comma 3.
VISTO il Decreto del Presidente Regionale n. 354 del 24/6/
1999.
VISTO l’art. 3 della Legge nazionale n. 28 del 22/12/94.
VISTO l’art. 43 – 45 della L.R. 8 del 4/2/2002.
VISTO il documento istruttorio predisposto dal Settore Proponente.
SU conforme proposta del Dirigente del Settore Programmazione, Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Formazione Professionale, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
Art. 1
Di liquidare alla Regione Toscana – Direzione Generale delle
Politiche Formative, Beni e Attività Culturali – «capofila» del
protocollo d’intesa sottoscritto dalle Regioni Toscana, Calabria,
Lazio, Liguria, Piemonte e Sardegna per la realizzazione delle
azioni di sistema del Progetto interregionale «Clown: la medicina del sorriso» la somma di C 138.333,00.
Riferimenti normativi
— Regolamento (CE) n. 1260/1999 del Consiglio del 21/6/
1999 recante disposizioni generali sui Fondi Strutturali e ss. modifiche ed integrazioni;
— Regolamento (CE) n. 1784/1999 del Parlamento Europeo
e del Consiglio del 12/7/1999 relativo al Fondo Sociale Europeo;
— Regolamento (CE) della Commissione del 28/7/2000;
— Regolamento(CE) n. 68/2001 della Commissione del 18/
6/2001 relativo alla applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato CE sugli aiuti destinati alla formazione;
— Legge quadro 23 dicembre 1978 n. 845;
— Legge regionale n. 18 del 19/4/1985;
— Legge regionale 2 maggio 2001, n. 7 art. 31 bis comma 3;
— Legge nazionale n. 28 del 22/12/1994 – art. 3;
— D.P.G.R. 24/6/1999, n. 354;
— Legge regionale n. 8 del 4/2/2002.
Contenuti del provvedimento
Il POR Calabria 2000-2006 prevede che: «Le operazioni del
POR medesimo potranno avvenire anche tramite progetti interregionali». In tale ottica la Regione Calabria, unitamente ad altre
24450
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
5 Regioni, predisponeva apposito schema di protocollo di intesa
finalizzato a dare attuazione al progetto interregionale denominato « ”Clown”: la medicina del sorriso».
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
Successivamente, con atto deliberativo del 2 settembre 2004,
n. 609, la Giunta Regionale, aderiva al progetto medesimo, approvava lo schema di protocollo d’intesa, in cui figura, tra l’altro,
l’impegno di trasferire alla capofila, Regione Toscana, le risorse,
di propria competenza, destinate alle azioni di sistema. Con la
stessa deliberazione il Dirigente Generale di questo Dipartimento veniva incaricato di predisporre tutti gli atti amministrativi ritenuti necessari per la realizzazione del progetto in parola e
veniva impegnata sul cap. 3421105 del corrente esercizio la
somma di C 138.333,00 che rappresenta la quota delle risorse, a
carico della Regione Calabria, da trasferire alla Regione capofila, che ne ha fatto formale richiesta, per poter partecipare al
menzionato progetto.
DECRETA
Occorre sottolineare che risultano acquisiti agli atti del Dipartimento il parere del Dirigente Generale Bilancio, Finanze, Programmazione, e Sviluppo Economico e del Dirigente Generale
del Dipartimento Formazione Professionale in merito alla coerenza programmatica ed al rispetto di decisioni nonché quello di
regolarità contabile espresso dalla Ragioneria Regionale.
Alla luce di tutto ciò ed in base alla documentazione acquisita,
si ritiene che si sono realizzate le condizioni previste dall’art. 45
della L.R. n. 8 del 4/2/2002 per poter procedere alla liquidazione
della spesa di che trattasi in favore della Regione Toscana.
Il Responsabile del Procedimento
F.to: Illeggibile
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 7.250,00 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2671/2000 pendente tra la sig.ra Glene Galiano e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 7.250,00 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Glene Galiano per l’importo di C 7.250,00 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 29/7/1999, in
atti.
Art. 4
Visto il documento istruttorio si attesta la regolarità tecnica
dell’atto proposto.
Il Dirigente del Settore
F.to: Illeggibile
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Glene Galiano, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Massimo Pucci
DECRETO n. 18656 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Glene Galiano a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2671/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2671/2000 pendente tra la sig.ra Glene Galiano c/l’ENAIP Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C 7.250,00.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore intervenuto sig.ra
Glene Galiano.
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
DECRETO n. 18659 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Elena Marchese a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2669/2000 pendente tra la sig.ra Elena Marchese c/l’ENAIP Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C
3.711,84.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Elena Marchese.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
24451
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Costantino Caterina.
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
DECRETA
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 3.711,84 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2669/2000 pendente tra la sig.ra Elena Marchese e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 3.711,84 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Elena Marchese per l’importo di C 3.711,84 con emissione di Assegno Circolare non trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo
dell’Avvocato difensore, giusta procura del 10/6/1999, in atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Elena Marchese, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 4.269,74 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2669/2000 pendente tra la sig.ra Costantino Caterina e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 4.269,74 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Costantino Caterina per
l’importo di C 4.269,74 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 3/3/1999, in
atti.
Art. 4
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Massimo Pucci
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Costantino Caterina, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
DECRETO n. 18667 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Costantino Caterina a seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del
Tribunale di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente
con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2669/2000 pendente tra la sig.ra Costantino Caterina c/l’ENAIP
Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al
creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C
4.269,74.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
Dott. Massimo Pucci
DECRETO n. 18670 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Immacolata
Mazzei a seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del
Tribunale di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente
con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2669/2000 pendente tra la sig.ra Immacolata Mazzei c/l’ENAIP
Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al
creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C
948,41.
24452
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Immacolata Mazzei.
VISTA la Legge regionale 4/02/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
totale soddisfo del proprio credito la somma di C 8.096,00 oltre
le spese successive all’emissione dell’ordinanza di assegnazione
pari ad C 391,68.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente Sig.
Luciano Raso.
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
Per quanto espresso in premessa:
DECRETA
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 948,41 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura
n. 2669/2000 pendente tra la sig.ra Immacolata Mazzei e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 948,41 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Immacolata Mazzei per
l’importo di C 948,41 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 29/6/1998, in
atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Immacolata Mazzei, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Massimo Pucci
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 8.487,68 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 3377/2003 pendente tra il sig. Luciano Raso e l’ENAIP
Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 8.487,68 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore del sig. Luciano Raso per l’importo
di C 8.487,68 con emissione di Assegno Circolare non trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 13/10/1994, in atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato, al
sig. Luciano Raso, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Massimo Pucci
DECRETO n. 18678 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore del sig. Luciano Raso a seguito
dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale di Catanzaro per la causa n. 3377/03 pendente con l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
3377/2003 pendente tra il sig. Luciano Raso c/l’ENAIP Calabria
e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a
DECRETO n. 18685 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Deborah Lopez a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
2669/2000 pendente tra la sig.ra Deborah Lopez c/l’ENAIP Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C
3.634,67.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Deborah Lopez.
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
24453
DECRETO n. 18704 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Argirò Albina a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2669/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2669/2000 pendente tra la sig.ra Argirò Albina c/l’ENAIP Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C 4.345,25.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Argirò Albina.
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
DECRETA
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
DECRETA
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 3.634,67 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2669/2000 pendente tra la sig.ra Deborah Lopez e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 3.634,67 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Deborah Lopez per l’importo di C 3.634,67 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 23/2/2001, in
atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Deborah Lopez, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 4.345,25 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2669/2000 pendente tra la sig.ra Argirò Albina e l’ENAIP
Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 4.345,25 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della sig.ra Argirò Albina per l’importo di C 4.345,25 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 22/1/1999, in
atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Argirò Albina all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 11 novembre
Dott. Massimo Pucci
Dott. Massimo Pucci
24454
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18707 dell’11 novembre 2004
DECRETO n. 18710 dell’11 novembre 2004
Pagamento somme a favore della sig.ra Aloi Anna Maria a
seguito dell’ordinanza di assegnazione del G.E. del Tribunale
di Catanzaro per la causa n. 2671/2000 pendente con
l’ENAIP Calabria. Reimpegno fondi perenti.
Erogazione 70%, codice n. 16843, a favore dell’Ente Anabasis Associazione np per il progetto di Formazione Professionale nell’apprendistato annualità 2003. Art. 16 Legge
196/97 ed art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE il Giudice dell’esecuzione del Tribunale di
Catanzaro con ordinanza emessa a seguito del procedimento n.
2671/2000 pendente tra la sig.ra Aloi Anna Maria c/l’ENAIP Calabria e la Regione Calabria (terzo pignorato) assegnava al creditore a totale soddisfo del proprio credito la somma di C
9.933,47.
PREMESSO CHE con Decreto Dirigenziale n. 11724 del 13
agosto 2003 è stato approvato il «Piano di Formazione Professionale nell’Apprendistato» art. 16 Legge 196/97 ed art. 68 della
Legge 144/99.
CHE la Regione Calabria detiene delle somme dovute all’Ente
pignorato ENAIP Calabria per l’attività formativa del Piano
Straordinario 1993/94, somme impegnate con D.G.R. n. 7578/94
sul capitolo n. 3241117, ex impegno n. 5719 del 1994, che presenta la necessaria capienza.
CHE tali somme, cadute in perenzione amministrativa, possono essere utilizzate per far fronte al creditore procedente sig.ra
Aloi Anna Maria.
CHE con il medesimo provvedimento sono state approvate le
tabelle di riparto delle risorse finanziarie messe a disposizione
della Regione Calabria per l’anno 2003 con i Decreti Direttoriali
del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:
D.M. 302/99
C 1.265.695,61
D.M. 120/01
C
927.241,76
D.M. 121/03
C
681.805,00
Totale risorse
C 2.874.742,37
VISTA la Legge regionale 4/2/2002 n. 8.
VISTA il D.P.R. n. 354 del 24/6/99.
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Dirigente del Servizio alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
CHE il Settore Programmazione, Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Formazione Professionale ha dato esecuzione al D.D.
n. 11724/03, mediante la pubblicazione dei bandi di gara per
l’assegnazione finanziaria delle somme disponibili per l’annualità 2003 per l’Apprendistato.
CHE con Decreto Dirigenziale n. 19821 del 19 dicembre 2003
sono state impegnate le somme necessarie alla copertura finanziaria dei corsi da assegnare a seguito del Bando pubblicato il 25
agosto 2003.
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di prendere atto dell’ordinanza di assegnazione della somma
di C 9.933,47 del G.E. del Tribunale di Catanzaro nella procedura n. 2671/2000 pendente tra la sig.ra Aloi Anna Maria e
l’ENAIP Calabria di Catanzaro.
Art. 2
Di liquidare all’Ente ENAIP Calabria di Catanzaro la somma
di C 9.933,47 impegnando la somma sul capitolo n. 7003101 del
Bilancio regionale 2004, gravando l’importo sull’ex impegno di
spesa n. 5719/94, capitolo n. 3241117 consolidato con D.G.R. n.
7578/94.
Art. 3
Di autorizzare la Ragioneria Generale all’emissione del mandato di pagamento a favore della Sig.ra Aloi Anna Maria per
l’importo di C 9.933,47 con emissione di Assegno Circolare non
trasferibile intestato al creditore medesimo ed inviato all’indirizzo dell’Avvocato difensore, giusta procura del 22/5/1998, in
atti.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato,
alla sig.ra Aloi Annamaria, all’Avvocato difensore ed all’Avvocatura Regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dott. Massimo Pucci
CHE con D.D. n. 19452 del 17/12/2003 è stata approvata la
graduatoria finale degli Enti a cui sono stati affidati, in regime
concessorio, corsi di formazione professionale.
CHE con D.D. n. 14828 del 16 settembre 2004, integrativo del
DD n. 19452 del 17/12/2003, sono stati indicati i finanziamenti
dei corsi assegnati alle Agenzie formative pubbliche e private.
CHE con tali Decreti è stato assegnato, tra l’altro, all’Ente
Anabasis Associazione np un’azione progettuale contraddistinta
dal codice n. 16843 del costo di C 27.750,00.
CHE l’Ente in parola ha stipulato la convenzione regolante i
rapporti giuridico-amministrativi con la Regione Calabria in data
29/3/2004, repertorio n. 2324/04.
RILEVATO che l’Ente Anabasis Associazione np ha prodotto
la prescritta polizza fideiussoria n. 8/00051 emessa dal Credito
Cooperativo Mediocrati a garanzia del 70% della quota di
27.750,00, corrispondente a C 19.425,00.
VISTA la nota Prot. 3352 del 11/10/2004 con la quale il Dirigente del Servizio di Coordinamento Provinciale F.P. esprime il
proprio parere positivo rispetto a quanto previsto nella convenzione del corso e di quanto riportato nel progetto approvato, parere conforme alle indicazioni stabilite dall’art. 45 Legge 8/2002
comma 2o lettera b.
CHE l’Ente ha iniziato l’attività formativa in data 9/6/04 per
cui occorre erogare il finanziamento di C 19.425,00 cosı̀ come
prescritto dall’art. 8 della convenzione n. 2324/04.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la Legge nazionale n. 845 del 21/12/78, art. 4 comma
g.
VISTA la Legge regionale n. 18 del 19/4/85 concernente l’ordinamento della F.P. in Calabria.
VISTA la L.R. n. 7/96 recante «Norme sull’ordinamento delle
strutture organizzative della G.R. e sulla Dirigenza Regionale».
VISTO il D.P.R. n. 354 del 24/6/99 avente ad oggetto: «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione».
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Funzionario Responsabile, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
24455
CHE con il medesimo provvedimento sono state approvate le
tabelle di riparto delle risorse finanziarie messe a disposizione
della Regione Calabria per l’anno 2003 con i Decreti Direttoriali
del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:
D.M. 302/99
C 1.265.695,61
D.M. 120/01
C
927.241,76
D.M. 121/03
C
681.805,00
Totale risorse
C 2.874.742,37
CHE il Settore Programmazione, Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Formazione Professionale ha dato esecuzione al D.D.
n. 11724/03, mediante la pubblicazione dei bandi di gara per
l’assegnazione finanziaria delle somme disponibili per l’annualità 2003 per l’Apprendistato.
CHE con Decreto Dirigenziale n. 19821 del 19 dicembre 2003
sono state impegnate le somme necessarie alla copertura finanziaria dei corsi da assegnare a seguito del Bando pubblicato il 25
agosto 2003.
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di liquidare all’Ente Anabasis Associazione np la somma di C
19.425,00 quale anticipazione del 70% del costo di C 27.750,00
per l’azione progettuale assegnata per il piano dell’Apprendistato codice corso 16843.
Art. 2
Di autorizzare il Dipartimento del Bilancio – Ragioneria Generale – ai sensi dell’art. 43, 9o comma della L. 8/2002, ad erogare all’Ente Anabasis Associazione np la somma di C 19.425,00
prelevandola dall’impegno n. 5414 del 9/12/2003, capitolo
43010105, consolidato con D.D. n. 19821 del 19/12/2003 con
accredito sul c/c bancario intestato al medesimo Ente.
CHE con D.D. n. 19452 del 17/12/2003 è stata approvata la
graduatoria finale degli Enti a cui sono stati affidati, in regime
concessorio, corsi di formazione professionale.
CHE con D.D. n. 14828 del 16 settembre 2004, integrativo del
DD n. 19452 del 17/12/2003, sono stati indicati i finanziamenti
dei corsi assegnati alle Agenzie formative pubbliche e private.
CHE con tali Decreti è stato assegnato, tra l’altro, all’Ente
Anabasis Associazione np un’azione progettuale contraddistinta
dal codice n. 16841 del costo di C 18.130,00.
CHE l’Ente in parola ha stipulato la convenzione regolante i
rapporti giuridico-amministrativi con la Regione Calabria in data
29/3/2004, repertorio n. 2325/04.
Art. 3
Di prendere atto che l’Ente sta realizzando le condizioni stabilite dalla convenzione n. 2236/04 ai sensi del 2o Comma lettera
b) dell’art. 45 della Legge 8/2002.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato ed
al Coordinamento Provinciale di Cosenza.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Ida Corsi
RILEVATO che l’Ente Anabasis Associazione np ha prodotto
la prescritta polizza fideiussoria n. 8/00052 emessa dal Credito
Cooperativo Mediocrati a garanzia del 70% della quota di
18.130,00, corrispondente a C 12.691,00.
VISTA la nota Prot. 3353 dell’11/10/2004 con la quale il Dirigente del Servizio di Coordinamento Provinciale F.P. esprime il
proprio parere positivo rispetto a quanto previsto nella convenzione del corso e di quanto riportato nel progetto approvato, parere conforme alle indicazioni stabilite dall’art. 45 Legge 8/2002
comma 2o lettera b.
CHE l’Ente ha iniziato l’attività formativa in data 11/6/04 per
cui occorre erogare il finanziamento di C 12.691,00 cosı̀ come
prescritto dall’art. 8 della convenzione n. 2325/04.
DECRETO n. 18726 dell’11 novembre 2004
Erogazione 70%, codice n. 16841, a favore dell’Ente Anabasis Associazione np per il progetto di Formazione Professionale nell’Apprendistato annualità 2003. Art. 16 Legge
196/97 ed art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
PREMESSO CHE con Decreto Dirigenziale n. 11724 del 13
agosto 2003 è stato approvato il «Piano di Formazione Professionale nell’Apprendistato» art. 16 Legge 196/97 ed art. 68 della
Legge 144/99.
VISTA la Legge nazionale n. 845 del 21/12/78, art. 4 comma g.
VISTA la Legge regionale n. 18 del 19/4/85 concernente l’ordinamento della F.P. in Calabria.
VISTA la L.R. n. 7/96 recante «Norme sull’ordinamento delle
strutture organizzative della G.R. e sulla Dirigenza Regionale».
VISTO il D.P.R. n. 354 del 24/6/99 avente ad oggetto: «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione».
24456
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Funzionario Responsabile, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
n. 11723/03, mediante la pubblicazione dei bandi di gara per
l’assegnazione finanziaria delle somme disponibili per l’annualità 2003 per l’Apprendistato.
DECRETA
CHE con Decreto Dirigenziale n. 11930 del 25 agosto 2003 e
n. 19819 del 19 dicembre 2003 sono state impegnate le somme
necessarie alla copertura finanziaria dei corsi da assegnare a seguito del Bando pubblicato il 25 agosto 2003.
Per quanto espresso in premessa:
Art. 1
Di liquidare all’Ente Anabasis Associazione np la somma di C
12.691,00 quale anticipazione del 70% del costo di C 18.10,00
per l’azione progettuale assegnata per il piano dell’Apprendistato codice corso 16841.
Art. 2
Di autorizzare il Dipartimento del Bilancio – Ragioneria Generale – ai sensi dell’art. 43, 9o comma della L. 8/2002, ad erogare all’Ente Anabasis Associazione np la somma di C 12.691,00
prelevandola dall’impegno n. 5414 del 9/12/2003, capitolo
43010105, consolidato con D.D. n. 19821 del 19/12/2003 con
accredito sul c/c bancario intestato al medesimo Ente.
Art. 3
CHE con D.D. n. 20580 del 30/12/2003 è stata approvata la
graduatoria finale degli Enti a cui sono stati affidati, in regime
concessorio, corsi di formazione professionale.
CHE con D.D. n. 15186 del 28 settembre 2004, integrativo del
DD n. 20580 del 30/12/2003, sono stati indicati i corsi assegnati
alle Agenzie formative pubbliche e private.
CHE con tali Decreti è stato assegnato, tra l’altro, all’Ente
CIFAP un’azione progettuale contraddistinta dal codice n. 16607
del costo di C 120.000,00.
CHE l’Ente in parola ha stipulato la convenzione regolante i
rapporti giuridico-amministrativi con la Regione Calabria in data
13/5/04, repertorio n. 2909/04.
Di prendere atto che l’Ente sta realizzando le condizioni stabilite dalla convenzione n. 2236/04 ai sensi del 2o Comma lettera
b) dell’art. 45 della Legge 8/2002.
RILEVATO che l’Ente CIFAP ha prodotto la prescritta polizza
fideiussoria n. Z014761 Agenzia di Reggio Calabria a garanzia
del 70% del costo del corso.
Art. 4
VISTA la nota Prot. 2018 del 13/10/04 con la quale il Dirigente del Servizio di Coordinamento Provinciale F.P. – di Vibo
Valentia – esprime il proprio parere positivo rispetto a quanto
previsto nella convenzione e di quanto riportato nel progetto approvato.
4) di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato
ed al Coordinamento Provinciale di Cosenza.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Ida Corsi
CHE l’Ente ha iniziato l’attività formativa per cui occorre erogare il finanziamento di C 84,000,00 cosı̀ come prescritto dall’art. 8 della convenzione n. 2909/04.
VISTA la Legge nazionale n. 845 del 21/12/78, art. 4 comma g.
DECRETO n. 18731 dell’11 novembre 2004
Erogazione 70% a favore dell’Ente CIFAP per il progetto
di Formazione Professionale nell’Obbligo formativo annualità 2003. Art. 68 Legge 17/5/1999 n. 144, codice n. 16607.
VISTA la Legge regionale n. 18 del 19/4/85 concernente l’ordinamento della F.P. in Calabria.
IL DIRIGENTE DI SETTORE
VISTA la L.R. n. 7/96 recante «Norme sull’ordinamento delle
strutture organizzative della G.R. e sulla Dirigenza Regionale».
PREMESSO CHE con Decreto Dirigenziale n. 11723 del 13
agosto 2003 è stato approvato il «Piano di Formazione Professionale nell’Obbligo Formativo», art. 68 della Legge 144/99.
VISTO il D.P.R. n. 354 del 24/6/99 avente ad oggetto: «Separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione».
CHE con il medesimo provvedimento sono state approvate le
tabelle di riparto delle risorse finanziarie messe a disposizione
della Regione Calabria per l’anno 2003 con i Decreti Direttoriali
del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:
SU espressa dichiarazione di legittimità e regolarità del presente atto resa dal Funzionario Responsabile, alla stregua dell’istruttoria compiuta dalle strutture interessate;
DECRETA
D.M. 370/00
C 10.554.916,00
D.M. 121/01
C 8.877.348,00
D.M. 121/03
C 9.564.032,00
Art. 1
Totale risorse
C 28.986.297,00
Di liquidare all’Ente CIFAP la somma di C 84.000,00 quale
anticipazione del 70% del costo di C 120.000,00 per l’azione
progettuale assegnata per il piano dell’Obbligo formativo codice
corso 16607.
CHE il Settore Programmazione, Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Formazione Professionale ha dato esecuzione al D.D.
Per quanto espresso in premessa:
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24457
— con decreto n. 18925 del 12 dicembre 2003, sono stati approvati gli esiti finali dei ricorsi;
Art. 2
Di autorizzare il Dipartimento del Bilancio – Ragioneria Generale, ai sensi dell’art. 43, 9o comma della L. 8/2002, ad erogare
all’Ente CIFAP la somma di C 84.000,00 prelevandola dall’impegno n. 5416 del 9/12/2003, capitolo 43010105, consolidato
con D.D. n. 19819 del 19/12/2003 con accredito sul c/c bancario
intestato al medesimo Ente.
— che è stato effettuato in data 24/6/04 l’audit di controllo
presso la sede formativa di Reggio Calabria, via Trabocchetto II
tronco, dell’Ente ANAP Calabria a conclusione delle procedure
di ristrutturazione cosı̀ come comunicato dallo stesso Ente.
Art. 3
VISTO il documento istruttorio redatto dal competente Servizio da cui risulta la carenza di alcuni requisiti previsti per l’accreditamento della sede formativa di Reggio Calabria.
Di prendere atto che l’Ente sta realizzando le condizioni stabilite dalla convenzione n. 2236/04 ai sensi del 2o Comma lettera
b) dell’art. 45 della Legge 8/2002.
VISTO la nota con cui l’Istituto Tecnico Statale per Geometri
«A. Righi» di Reggio Calabria ha comunicato la rinuncia all’accreditamento della sede.
Art. 4
Di notificare il presente provvedimento all’Ente interessato ed
al Coordinamento Provinciale di Vibo Valentia.
VISTO la Legge regionale del 13 maggio 1996 n. 7, recante
norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta regionale e sulla Dirigenza Regionale.
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 354
del 24/6/1999.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Ida Corsi
VISTO gli artt. 43 – 45 della L.R. 8 del 4/2/2002.
SU proposta del dirigente del competente Settore, che attesta
la regolarità dell’atto;
DECRETO n. 18736 dell’11 novembre 2004
Integrazione Decreto n. 10796 del 9/7/2004 «Approvazione
elenco delle Sedi non accreditate e degli enti rinunciatari».
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO la delibera n. 745 del 2 agosto 2001 con la quale è stato
adottato il Complemento di Programmazione del Programma
Operativo Regionale (P.O.R.) della Calabria 2000-2006.
VISTO la Legge Quadro in materia di formazione professionale n. 845/78.
VISTO l’art. 17 della Legge n. 196/97 di riordino della Formazione Professionale.
VISTO la L.R. 19/4/1985 n. 18 in materia di formazione professionale in Calabria.
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
1. di integrare il decreto n. 10796 del 9/7/04 inserendo nell’elenco degli enti non accreditati l’Ente ANAP Calabria, con
sede legale in Vibo Valentia, per la sede formativa di Reggio
Calabria via Trabocchetto II Tronco, con l’indicazione dei requisiti mancanti rilevati a seguito delle procedure di audit e nell’elenco degli Enti rinunciatari della provincia di Reggio Calabria l’Istituto Tecnico Statale per Geometri A. Righi», Via
Reggio Campi Trabocchetto II Tronco;
2. di revocare l’accreditamento già concesso, giusta decreto
n. 11686 del 12/8/03 agli Enti di cui sopra;
3. di disporre la pubblicazione del presente decreto sul
BURC, da valere come notifica agli Enti interessati.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
VISTO l’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 18/2/2000
relativo all’accreditamento delle strutture formative.
Dr. Andrea Sgrò
VISTO il D.M. n. 166/2001 del Ministero del Lavoro e P.S. di
approvazione delle norme sull’accreditamento delle sedi formative.
DECRETO n. 18742 dell’11 novembre 2004
VISTO la Deliberazione della Giunta Regionale n. 192 del
4/3/2003, integrata dalla successiva Deliberazione della G.R.
232 del 18/3/2003, con la quale è stato approvato il Regolamento
per l’accreditamento delle sedi formative della Regione Calabria
e il relativo avviso pubblico.
CONSIDERATO CHE:
— in esecuzione delle predette D.G.R. n. 192/2003 e 232/
2003 sul BURC n. 7 del 15/4/2003 è stato pubblicato il Bando
per la presentazione delle domande di accreditamento delle sedi
formative;
— con decreto n. 11686 del 12 agosto 2003, sono stati approvati gli esiti finali della procedura di accreditamento;
Accreditamento sedi formative – Coop. Soc. a r.l. Il Sentiero.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO la delibera n. 745 del 2 agosto 2001 con la quale è stato
adottato il Complemento di Programmazione del Programma
Operativo Regionale (P.O.R.) della Calabria 2000-2006.
VISTO la Legge Quadro in materia di formazione professionale n. 845/78.
VISTO l’art. 17 della Legge n. 196/97 di riordino della Formazione Professionale.
24458
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO la L.R. 19/4/1985 n. 18 in materia di formazione professionale in Calabria.
VISTO l’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 18/2/2000
relativo all’accreditamento delle strutture formative.
VISTO il D.M. n. 166/2001 del Ministero del Lavoro e P.S. di
approvazione delle norme sull’accreditamento delle sedi formative.
2. Che l’accreditamento è concesso in via temporanea per un
periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di pubblicazione del
presente decreto sul BUR della Calabria.
3. di disporre la pubblicazione del presente decreto sul
BURC, da valere come notifica all’Ente interessato.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dr. Andrea Sgrò
VISTO la Deliberazione della Giunta regionale n. 192 del 4/3/
2003, integrata dalla successiva Deliberazione della G.R. 232
del 18/3/2003, con la quale è stato approvato il Regolamento per
l’accreditamento delle sedi formative della Regione Calabria e il
relativo avviso pubblico.
DECRETO n. 18745 dell’11 novembre 2004
Rettifica Decreto n. 10880 del 9/7/04 ad oggetto Accreditamento sedi formative Ente – Istituto Tecnico Comm.le Statale «L. Palma».
CONSIDERATO CHE:
— in esecuzione delle predette D.G.R. n. 192/2003 e 232/
2003 sul BURC n. 7 del 15/4/2003 è stato pubblicato il Bando
per la presentazione delle domande di accreditamento delle sedi
formative;
— con decreto n. 11686 del 12 agosto 2003, sono stati approvati gli esiti finali della procedura di accreditamento;
— con decreto n. 18925 del 12 dicembre 2003, sono stati approvati gli esiti finali dei ricorsi;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO il Decreto n. 10880 del 9/7/2004, pubblicato sul
B.U.R.C. del 24/8/2004.
CONSIDERATO CHE: per mero errore di battitura è stata riportata la dicitura «Compensivo» al posto di «Tecnico Comm.le
Statale»;
DECRETA
— sono stati effettuati gli audit presso tutte le sedi formative
degli Enti accreditati, di cui ai precedenti decreti n. 11686 del 12
agosto 2003 e n. 18925 del 12 dicembre 2003.
VISTO il documento istruttorio redatto dal competente Servizio provinciale a conclusione delle procedure di audit previste
dall’art. 10 del Regolamento sull’accreditamento delle sedi formative.
VISTO la Legge regionale del 13 maggio 1996 n. 7, recante
norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale.
Per i motivi di cui in premessa:
— Di rettificare il decreto n. 10880 del 9/7/2004, sostituendo
la denominazione «Istituto Comprensivo ”L. Palma”», con «Istituto Tecnico Comm.le Statale ”L. Palma”».
Di disporre la pubblicazione del presente decreto sul B.U.R.C.
da valere come notifica all’Ente interessato.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Dr. Andrea Sgrò
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n.
354 del 24/6/1999.
VISTO gli artt. 43 – 45 della L.R. 8 del 4/2/2002.
SU proposta del dirigente del competente Settore, che attesta
la regolarità dell’atto;
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
1. di accreditare temporaneamente La Coop.Soc.a.r.l. Il Sentiero, con sede legale in Samo (Reggio Calabria) via Case Popolari trav I, per la seguente sede, numero di ore, macrotipologie:
Samo (RC) Via Maio 3 (4160 ore) – Formazione continua –
Formazione superiore
DECRETO n. 18748 dell’11 novembre 2004
Revoca Decreto n. 11170 del 3/7/04 ad oggetto: Accreditamento sedi formative Ente – Efei Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO la delibera n. 745 del 2 agosto 2001 con la quale è stato
adottato il Complemento di Programmazione del Programma
Operativo Regionale (P.O.R.) della Calabria 2000-2006.
VISTO la Legge Quadro in materia di formazione professionale n. 845/78.
VISTO l’art. 17 della Legge n. 196/97 di riordino della Formazione Professionale.
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO la L.R. 19/4/1985 n. 18 in materia di formazione professionale in Calabria.
24459
DECRETA
Per i motivi di cui in premessa:
VISTO l’accordo in Conferenza Stato-Regioni del 18/2/2000
relativo all’accreditamento delle strutture formative.
VISTO il D.M. n. 166/2001 del Ministero del Lavoro e P.S. di
approvazione delle norme sull’accreditamento delle sedi formative.
1. Di revocare il decreto n. 11170 del 13/7/04 relativo all’accreditamento della Sede Formativa dell’Ente Efei Calabria, con
sede legale in Lamezia Terme – Via del Progresso, di cui al
BURC n. 4 del 24/8/04.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
VISTO la Deliberazione della Giunta Regionale n. 192 del
4/3/2003, integrata dalla successiva Deliberazione della G.R.
232 del 18/3/2003, con la quale è stato approvato il Regolamento
per l’accreditamento delle sedi formative della Regione Calabria
e il relativo avviso pubblico.
Dr. Andrea Sgrò
DECRETO n. 18804 del 12 novembre 2004
CONSIDERATO CHE:
— in esecuzione delle predette D.G.R. n. 192/2003 e 232/
2003 sul BURC n. 7 del 15/4/2003 è stato pubblicato il Bando
per la presentazione delle domande di accreditamento delle sedi
formative;
— con decreto n. 11686 del 12 agosto 2003, sono stati approvati gli esiti finali della procedura di accreditamento;
— con decreto n. 18925 del 12 dicembre 2003, sono stati approvati gli esiti finali dei ricorsi;
Progetto FIELD/PEC – Delibera CIPE n. 138/00 e 48/01 –
D.G.R. n. 1084/2002. Conferimento incarico professionale al
Dott. Vincenzo Marino.
DECRETO n. 18805 del 12 novembre 2004
Progetto FIELD/PEC – Delibera CIPE n. 138/00 e 48/01 –
D.G.R. n. 1084/2002. Conferimento incarico professionale al
Dott. Marco Imperiale.
— sono stati effettuati gli audit presso tutte le sedi formative
degli Enti accreditati, di cui ai precedenti decreti n. 11686 del 12
agosto 2003 e n. 18925 del 12 dicembre 2003;
DECRETO n. 18806 del 12 novembre 2004
— l’Ente Efei Calabria con Sede legale in Lamezia Terme,
via del Progresso ha ottenuto l’accreditamento provvisorio per le
macrotipologie Formazione Continua e Formazione Superiore
per le seguenti sedi:
Progetto FIELD – D.G.R. n. 1084/2002 e D.D.G. n. 15850/
2002. Approvazione procedura per affidamento servizi inerenti il Seminario di Affiancamento Progettuale per i giorni
12, 26, 27 novembre 2004.
− Francavilla Angitola (VV) c/da Olivata (4160 ore)
− Panettieri (CS) c/o Scuola Elementare (6240 ore)
DECRETO n. 18837 del 12 novembre 2004
− S. Giovanni in Fiore (CS) via Gran Sasso (4160 ore)
Nomina Commissione per l’approvazione di una short-list
di Consulenti Senior/Junior per il Progetto FIELD − D.G.R.
n. 1084/2002 – D.D.G. n. 15850/2002.
− Pianopoli (CZ) Via Gramsci (6240 ore)
− S. Giovanni in Fiore (CS) Zona Olivato (4160 ore) formazione continua, giusta decreto n. 11289 del 14/7/04;
DECRETO n. 19111 del 17 novembre 2004
— Che per mero errore materiale tale Ente è stato accreditato
per la Sede di Pianopoli anche con decreto n. 11170 del 13/7/04;
— Che occorre rettificare tale errore revocando il decreto di
accreditamento n. 11170 del 13/7/04.
Abrogazione Decreto n. 18351 del 9/10/2004. Nuovo Decreto afferente Compenso collaboratore professionale Staff
di direzione tecnica e amministrativa – Progetto FIELD –
Liquidazione periodo: 1/4-13/9/2004.
VISTO la Legge regionale del 13 maggio 1996 n. 7, recante
norme sull’ordinamento delle strutture organizzative della
Giunta Regionale e sulla Dirigenza Regionale.
DECRETO n. 19116 del 17 novembre 2004
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n.
354 del 24/6/1999.
VISTO gli artt. 43 – 45 della L.R. 8 del 4/2/2002.
SU proposta del dirigente del Settore competente, che attesta
la regolarità dell’atto;
Compensi collaboratori professionali Segreteria tecnica ed
amministrativa – Progetto FIELD – Liquidazione periodo:
agosto-settembre 2004 per i sig.ri: Munı̀ Stefania; La Porta
Luigi; Anna Carnuccio; Vincenza Mazzitello; Giuseppina
Grandizio, Cinzia Nania. Revoca del D.D. n. 18347 del 9 novembre 2004.
24460
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
AVVOCATURA REGIONALE
DECRETO n. 17600 del 27 ottobre 2004
CT n. 2241/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ordinanza n. 660/04 – Laboratorio di Analisi Cliniche «Biomedical» c/Regione Calabria,
nonché ASL n. 9 di Locri – Determinazione di proporre ricorso al Consiglio di Stato nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Benito Spanti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
Sezione di Reggio Calabria, eleggendo domicilio in Roma presso
lo studio dell’avv. Daniela Maurelli, via Lungotevere dei Mellini, n. 10;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 27 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTA l’ordinanza n. 660/04 del Tribunale Amministrativo
Sez. di Reggio Cal., intervenuta su ricorso n. 1554/04 proposto
da «Biomedical» del dr. Tassone Palmiro rappresentato e difeso
dagli avv.ti Vincenzo Sorace e Carmelo Miriello contro Regione
Calabria, l’Assessorato alla Sanità della Regione Calabria e
l’ASL n. 9 di Locri, comunicata in data 18/10/04;
VISTA la comunicazione del Dipartimento della Sanità n.
17171 del 18/10/04;
DECRETO n. 17601 del 27 ottobre 2004
CT n. 1931/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ricorso – Quttrone Fortunato
c/Regione Calabria + altri (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di proposizione di ricorso nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
RITENUTO che emerge l’opportunità di proporre appello avverso detta ordinanza che non appare congruamente motivata in
relazione ai documenti trasmessi dal Dipartimento Sanità;
RITENUTO, pertanto, di dover proporre atto di appello, onde
tutelare i diritti e gli interessi della Regione Calabria, conferendo
all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv.
Benito Spanti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria, con elezione di domicilio in Roma presso lo studio
dell’avv. Daniela Maurelli, via Lungotevere dei Mellini, n. 10
Roma;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 15/6/2004 con il quale il sig. Quattrone Fortunato
rappresentato e difeso dagli avv.ti Salvatore Quattrone, Giuseppe
Bucca, Francesco Scaglione e Aldo Tigano ha proposto ricorso al
Tribunale Amministrativo Regionale di Reggio Calabria, contro
la Regione Calabria + altri, al fine di ottenere l’annullamento:
1) della delibera adottata in data 8 aprile 2004 dalla conferenza dei servizi indetta dall’Università degli Studi di Reggio
Calabria;
2) della delibera n. 744 del 30 settembre 2003 adottata dalla
Giunta regionale della Calabria;
3) della determina prot. n. 533 del 13 febbraio 2003 del Ministero dei Lavori Pubblici, Provveditorato regionale alle opere
pubbliche per la Calabria;
4) di ogni altro atto connesso, presupposto e conseguenziale
ai predetti provvedimenti impugnati tra cui i verbali di conferenza dei servizi del 12 febbraio 2003 e quello del 27 febbraio
2003;
5) la condanna dei resistenti al risarcimento di tutti i danni
subiti e subendi, per come già quantificati e per come da quantificarsi in corso di causa anche previa disponenda c.t.u.;
6) la condanna dei resistenti alla rifusione di spese e compensi di causa;
1) per i motivi sopra evidenziati, di proporre appello dinnanzi al Consiglio di Stato, avverso l’ordinanza n. 660/04 del
Tribunale amministrativo Regionale Sez. di Reggio Cal.;
RITENUTO che emerge l’opportunità di costituirsi in giudizio, riservandosi, comunque, una più completa valutazione
della controversia all’esito dell’esame della relazione e documentazione del Dipartimento competente ad oggi non ancora
pervenuta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Benito Spanti dell’Avvocatura regionale –
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al TAR di Reggio Calabria, per resistere alle pretese del sig. Quattrone Fortunato;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 27 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17603 del 27 ottobre 2004
CT n. 1843/04 – Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Reggio Calabria – Ricorso – Quttrone Fortunato
c/Regione Calabria + altri (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di proposizione di ricorso nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
24461
2) della delibera n. 686 del 10 settembre 2003 adottata dalla
Giunta regionale della Calabria;
3) della determina prot. n. 5740 dell’1 ottobre 2003 del Ministero dei Lavori Pubblici, Provveditorato regionale alle opere
pubbliche per la Calabria;
4) del verbale della conferenza dei servizi tenutasi in data 15
gennaio 2003;
5) di ogni altro atto connesso, presupposto e conseguenziale
ai predetti provvedimenti impugnati;
RITENUTO che emerge l’opportunità di costituirsi in giudizio. Ci si riserva, comunque, una più completa valutazione
della controversia all’esito dell’esame della relazione e documentazione del Dipartimento competente ad oggi non ancora
pervenuta;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al TAR di Reggio Calabria, per resistere alle pretese del sig. Quattrone Fortunato;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 15/6/2004 con il quale il sig. Quattrone Fortunato
rappresentato e difeso dagli avv.ti Francesco Scaglione, Aldo Tigano e Salvatore Quattrone, ha proposto ricorso al Tribunale
Amministrativo Regionale di Reggio Calabria, contro la Regione
Calabria + altri, al fine di ottenere l’annullamento:
1) della delibera adottata in data 8 aprile 2004 dalla conferenza dei servizi indetta dall’Università di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 27 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24462
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 17669 del 27 ottobre 2004
DECRETO n. 17729 del 28 ottobre 2004
CT n. 2094/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 587/03 – Regione Calabria c/Bova Caterina – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
CT n. 2116/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 624/03 – Regione Calabria c/Bova Caterina – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con sentenza n. 587 del 24/9/2003, il Tribunale di Reggio Calabria, pronunciandosi nel procedimento n.
1677/92 Reg. Gen. tra Regione Calabria e Bova Caterina, ha
revocato il D.I. n. 1240/92 condannando la Regione Calabria al
pagamento in favore di Bova Caterina della somma di C
4.131,66 (L. 8.000.000) oltre interessi legali dalla domanda;
PREMESSO che con sentenza n. 624 dell’8/10/2003, il Tribunale di Reggio Calabria, pronunciandosi nel procedimento n.
1706/92 Reg. Gen. tra Regione Calabria e Bova Caterina, ha
revocato il D.I. n. 1262/92 condannando la Regione Calabria al
pagamento in favore di Bova Caterina della somma di C
84.218,72 (L. 163.070.185) oltre interessi legali dalla domanda;
CONSIDERATO che appare opportuno proporre appello avverso la stessa perché insanabile sotto il profilo della dichiarata
legittimazione passiva della Regione;
CONSIDERATO che appare opportuno proporre appello avverso la stessa perché insanabile sotto il profilo della dichiarata
legittimazione passiva della Regione;
CONSIDERATO che pertanto è necessario proporre appello
avverso la suindicata sentenza, onde tutelare i diritti e gli interessi della Regione Calabria, conferendo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria;
CONSIDERATO che pertanto è necessario proporre appello
avverso la suindicata sentenza, onde tutelare i diritti e gli interessi della Regione Calabria, conferendo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
DECRETA
1) di proporre appello presso la Corte d’Appello di Reggio
Calabria avverso la suindicata sentenza n. 587, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria in data 24/9/03, in favore della sig.ra
Bova Caterina;
1) di proporre appello presso la Corte d’Appello di Reggio
Calabria avverso la suindicata sentenza n. 624, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria in data 8/10/03, in favore della sig.ra
Bova Caterina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 27 ottobre 2004
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24463
DECRETO n. 17730 del 28 ottobre 2004
DECRETO n. 17731 del 28 ottobre 2004
CT n. 2110/92 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza
n. 527/03 – Regione Calabria c/Lo Faro Rocco – Determinazione proposizione di ricorso in appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
CT n. 2846/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Giorgi Antonio c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con sentenza n. 527 del 27/8/2003, il Tribunale di Reggio Calabria, pronunciandosi nel procedimento n.
1637/92 Reg. Gen. tra Regione Calabria e Lo Faro Rocco, ha
revocato il D.I. n. 1218/92 condannando la Regione Calabria al
pagamento in favore di Lo Faro Rocco della somma di C
52.110,50 (L. 100.900.000) oltre interessi legali dalla domanda;
CONSIDERATO che appare opportuno proporre appello avverso la stessa perché insanabile sotto il profilo della dichiarata
legittimazione passiva della Regione;
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede dell’Avvocatura regionale in
data 14/10/2004 con il quale il sig. Giorgi Antonio, rappresentato
e difeso dall’avv. Maria Concetta Lapa, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro,
contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
CONSIDERATO che pertanto è necessario proporre appello
avverso la suindicata sentenza, onde tutelare i diritti e gli interessi della Regione Calabria, conferendo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) di proporre appello presso la Corte d’Appello di Reggio
Calabria avverso la suindicata sentenza n. 527, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria in data 27/8/03, in favore del sig. Lo
Faro Rocco;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Giorgi Antonio;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
24464
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17732 del 28 ottobre 2004
CT n. 2847/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Di Giorgio Antonia c/INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede dell’Avvocatura regionale in
data 14/10/2004 con il quale la sig.ra Di Giorgio Antonia, rappresentata e difesa dagli avv.ti Teresa Chiodo e Adele Ritorto, ha
proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro, contro, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Di Giorgio Antonia;
DECRETO n. 17733 del 28 ottobre 2004
CT n. 2848/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Dimasi Fortunata c/INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede dell’Avvocatura regionale in
data 14/10/2004 con il quale la sig.ra Dimasi Fortunata, rappresentata e difesa dagli avv.ti Teresa Chiodo e Adele Ritorto, ha
proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro, contro, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Dimasi Fortunata;
24465
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Coluccio Teresa;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17734 del 28 ottobre 2004
CT n. 2718/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Coluccio Teresa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 29/9/2004 con il quale la sig.ra Coluccio Teresa,
rappresentata e difesa dall’avv. Floriana Vigliarolo, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
DECRETO n. 17735 del 28 ottobre 2004
CT n. 1459/04 – Tribunale civile di Reggio Calabria – Atto
di citazione – Canzonieri Orazio e Luigi c/Comune di Reggio
Calabria, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e Regione Calabria (Dipartimento Urbanistica) – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto di citazione pervenuto all’Avvocatura regionale
in data 14/5/2004 con il quale i sigg.ri Canzonieri Orazio e Luigi,
rappresentati e difesi dagli avv.ti Angelo e Aldo De Caridi, hanno
citato la Regione Calabria a comparire davanti al Tribunale di
Reggio Calabria all’udienza del 22/10/2004 al fine di ottenere la
riassegnazione di locali idonei per l’esercizio della pesca in località Vecchia Pescheria nonché al risarcimento dei danni subiti;
RILEVATO che occorre costituirsi in giudizio in quanto la domanda azionata nei confronti della Regione Calabria appare
prima facie infondata, stante peraltro il difetto di legittimazione
passiva della Regione medesima;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
24466
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale di Reggio Calabria, per resistere alla
pretesa azionata dai sigg.ri Canzonieri Orazio e Luigi;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Italiano
Maria Assunta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
DECRETO n. 17736 del 28 ottobre 2004
CT n. 2711/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Italiano Maria Assunta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica
e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione
di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 29/9/2004 con il quale la sig.ra Italiano Maria
Assunta, rappresentata e difesa dall’avv. Domenicantonio Foti,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità
di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17737 del 28 ottobre 2004
CT n. 2024/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caminiti Antonino c/Regione Calabria (Dipart.
Organizz. e Personale) – Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico
all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 29/6/2004 con il quale il sig. Caminiti Antonino,
rappresentato e difeso dagli avv.ti Gaetano Callipo e Roberto
Fidale, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi – Sezione
lavoro, contro la Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto a percepire la retribuzione di risultato per
aver svolto per un anno le mansioni superiori di Dirigente di
Servizio;
RILEVATO che è necessario costituirsi in giudizio per eccepire l’infondatezza in fatto e diritto delle pretese di controparte;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24467
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
CONSIDERATO che si appalesa la necessità di resistere alle
pretese del ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
in giudizio;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di costituirsi nel suindicato giudizio proposto davanti al
Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro, per resistere al ricorso del sig. Caminiti Antonino;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio
presso lo studio dell’avv. Giuseppina Bagalà, in Palmi (RC), alla
via Libertà, 28;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 565 del 26
agosto 2004 pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 – supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004, con la
quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata
legge regionale n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura
regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi in giudizio per
proporre opposizione a D.I. dinanzi al Tribunale di Cosenza –
Sez. lavoro e previdenza, per resistere alle pretese della sig.na
Anna Ferraina nei confronti della Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale,
nonché quale delegato del primo e domiciliatario l’avv. Raffaella
Buoncristiano, con studio in Cosenza alla via Panebianco n. 227,
alla quale saranno riconosciuti come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17740 del 28 ottobre 2004
CT n. 2702/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 1019/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Anna Ferraina c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con decreto ingiuntivo n. 1019/04, notificato in data 28/9/2004, il Tribunale di Cosenza, su ricorso per
ingiunzione della sig.na Anna Ferraina, rappresentata e difesa
dall’avv. Cosima Rossana Ferraina, ha intimato alla Regione Calabria in persona del l.r.p.t. di pagare alla ricorrente nel termine
di giorni 40 (quaranta) dalla notifica del decreto, la somma di
2.313,92 oltre interessi legali dalla scadenza sino al saldo, rivalutazione monetaria, nonché spese e competenze di lite;
CHE l’ingiunzione de qua appare illegittima;
DECRETO n. 17741 del 28 ottobre 2004
CT n. 2734/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 690/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Gilda Naccarato c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con decreto ingiuntivo n. 690/04, notificato in data 4/10/2004, il Tribunale di Cosenza, su ricorso per
ingiunzione della sig.na Gilda Naccarato, rappresentata e difesa
dall’avv. Francesca De Bonis, ha intimato alla Regione Calabria
in persona del l.r.p.t. di pagare alla ricorrente nel termine di
giorni 40 (quaranta) dalla notifica del decreto, la somma di
9.751,52 oltre interessi legali dalla scadenza sino al saldo, rivalutazione monetaria, nonché spese e competenze di lite;
24468
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CHE l’ingiunzione de qua appare illegittima;
CONSIDERATO che si appalesa la necessità di resistere alle
pretese del ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
in giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 565 del 26
agosto 2004 pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 – supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004, con la
quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata
legge regionale n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura
regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi in giudizio per
proporre opposizione a D.I. dinanzi al Tribunale di Cosenza –
Sez. lavoro e previdenza, per resistere alle pretese della sig.na
Gilda Naccarato nei confronti della Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale,
nonché quale delegato del primo e domiciliatario l’avv. Raffaella
Buoncristiano, con studio in Cosenza alla via Panebianco n. 227,
alla quale saranno riconosciuti come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
di giorni 40 (quaranta) dalla notifica del decreto, la somma di
2.313,92 oltre interessi legali dalla scadenza sino al saldo, rivalutazione monetaria, nonché spese e competenze di lite;
CHE l’ingiunzione de qua appare illegittima;
CONSIDERATO che si appalesa la necessità di resistere alle
pretese del ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
in giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 565 del 26
agosto 2004 pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 – supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004, con la
quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata
legge regionale n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura
regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi in giudizio per
proporre opposizione a D.I. dinanzi al Tribunale di Cosenza –
Sez. lavoro e previdenza, per resistere alle pretese della sig.na
Anna Ferraina nei confronti della Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale,
nonché quale delegato del primo e domiciliatario l’avv. Raffaella
Buoncristiano, con studio in Cosenza alla via Panebianco n. 227,
alla quale saranno riconosciuti come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 28 ottobre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 17746 del 28 ottobre 2004
CT n. 2701/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Decreto ingiuntivo n. 1018/04 – Opportunità di
proporre opposizione – Anna Ferraina c/Regione Calabria
(Formazione Professionale) – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con decreto ingiuntivo n. 1018/04, notificato in data 28/9/2004, il Tribunale di Cosenza, su ricorso per
ingiunzione della sig.na Anna Ferraina, rappresentata e difesa
dall’avv. Cosima Rossana Ferraina, ha intimato alla Regione Calabria in persona del l.r.p.t. di pagare alla ricorrente nel termine
DECRETO n. 18075 del 4 novembre 2004
CT n. 1253/02 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Ricorso in appello – Comunità Montana «Aspromonte Orientale» c/Regione Calabria e Gagliardi Annunziato – Determinazione di resistenza in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto di appello pervenuto all’Avvocatura regionale in
data 20/10/2004 con il quale la Comunità Montana «Aspromonte
Orientale», rappresentata e difesa dall’avv. Sebastiano Guido
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
Strangio, ha proposto ricorso in appello davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, contro Gagliardi Annunziato, nonché
la Regione Calabria al fine di ottenere la riforma della sentenza
n. 3129/02 emessa dal Tribunale di Locri in funzione del Giudice
del lavoro in data 16/7/02;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere all’appello
notificato, in quanto infondato in fatto ed in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale resistenza in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
24469
Orientale», rappresentata e difesa dall’avv. Sebastiano Guido
Strangio, ha proposto ricorso in appello davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, contro De Lorenzo Filippo, nonché la
Regione Calabria al fine di ottenere la riforma della sentenza n.
3127/02 emessa dal Tribunale di Locri in funzione del Giudice
del lavoro in data 16/7/02;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere all’appello
notificato, in quanto infondato in fatto ed in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale resistenza in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, per resistere alla pretesa azionata dalla Comunità Montana «Aspromonte Orientale»;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, per resistere alla pretesa azionata dalla Comunità Montana «Aspromonte Orientale»;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18076 del 4 novembre 2004
DECRETO n. 18084 del 4 novembre 2004
CT n. 1251/02 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Ricorso in appello – Comunità Montana «Aspromonte Orientale» c/Regione Calabria e De Lorenzo Filippo – Determinazione di resistenza in giudizio nonché nomina difensore −
Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
CT n. 2878/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Zannino Rocco c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto di appello pervenuto all’Avvocatura regionale in
data 20/10/2004 con il quale la Comunità Montana «Aspromonte
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 20/10/2004 con il quale il sig. Zannino Rocco,
24470
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
rappresentato e difeso dagli avv.ti Maria Carmela Mirachi e
Rocco Femia, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in
funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia
e Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria al
fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
DECRETO n. 18087 del 4 novembre 2004
CT n. 2780/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Minniti Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
IL DIRIGENTE GENERALE
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/10/2004 con il quale la sig.ra Minniti Maria,
rappresentata e difesa dall’avv. Rossella Tassone, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile e all’indennità di accompagnamento;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Zannino Rocco;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Minniti Maria;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24471
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18089 del 4 novembre 2004
CT n. 2781/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Scalia Maria c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/10/2004 con il quale la sig.ra Scalia Maria,
rappresentata e difesa dall’avv. Giovanni Iozzo, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il
riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Scalia Maria;
DECRETO n. 18093 del 4 novembre 2004
CT n. 2784/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Commisso Felice c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/10/2004 con il quale il sig. Commisso Felice,
rappresentato e difeso dall’avv. Anna Rita Pancallo, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dell’Interno, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il
riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
24472
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Commisso Felice;
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Brizzi Francesco;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18108 del 4 novembre 2004
CT n. 2783/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. lavoro –
Ricorso – Brizzi Francesco c/Ministero del Tesoro, Ministero
dell’Interno, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/10/2004 con il quale il sig. Brizzi Francesco,
rappresentato e difeso dall’avv. Giuseppe Spadaro, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero del Tesoro, Ministero dell’Interno,
INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del
diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Maria Elena Mancuso dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18111 del 4 novembre 2004
CT n. 2880/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – Ferraro Armando c/Ministero del Tesoro e
Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 15/10/2004 con il quale il sig. Ferraro Armando,
rappresentato e difeso dall’avv. Davide Tarsitano, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Vibo Valentia, in funzione di Giudice del Lavoro, contro Ministero del Tesoro e Regione Calabria
al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24473
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
DECRETA
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Vibo Valentia, in funzione di
Giudice del Lavoro, per resistere alle pretese del sig. Ferraro
Armando;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio
presso lo studio dell’avv. Corrado L’Andolina in S. Giovanni di
Zambrone (VV) alla via Gramsci, 3;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Vibo Valentia, in funzione di
Giudice del Lavoro, per resistere alle pretese del sig. Mentino
Antonio;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio
presso lo studio dell’avv. Olga Durante in Vibo Valentia alla via
Marzano, 11;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
DECRETO n. 18114 del 4 novembre 2004
CT n. 2827/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – Mentino Antonio c/Ministero del Tesoro e
Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 13/10/2004 con il quale il sig. Mentino Antonio,
rappresentato e difeso dall’avv. Davide Tarsitano, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Vibo Valentia, in funzione di Giudice del Lavoro, contro Ministero del Tesoro e Regione Calabria
al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18117 del 4 novembre 2004
CT n. 2881/04 – Tribunale Civile di Vibo Valentia – Sez.
lavoro – Ricorso – La Gamba Giacomo c/Ministero del Tesoro e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in
giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico
all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 15/10/2004 con il quale il sig. La Gamba Giacomo, rappresentato e difeso dall’avv. Davide Tarsitano, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Vibo Valentia, in funzione di
Giudice del Lavoro, contro Ministero del Tesoro e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
24474
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
RITENUTO, pertanto di dover disporre la correzione del decreto sopra indicato;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Vibo Valentia, in funzione di
Giudice del Lavoro, per resistere alle pretese del sig. La Gamba
Giacomo;
1) di autorizzare, fermo tutto il resto, la correzione del decreto n. 16073 del 6/10/2004 laddove è stata autorizzata la costituzione davanti al Giudice di Pace di Bianco anziché davanti al
Tribunale di Reggio Calabria nel procedimento Laganà Filippo
c/Regione Calabria;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Ferdinando Mazzacuva dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio
presso lo studio dell’avv. Olga Durante in Vibo Valentia alla via
Marzano, 11;
2) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18134 del 4 novembre 2004
CT n. 3020/90 – DDG n. 16073 del 6/10/2004 – Giudice di
Pace di Reggio Calabria – Sentenza n. 83/02 – Atto di citazione in appello – Laganà Filippo c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Determinazione di correzione errore materiale –
Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
DECRETO n. 18138 del 4 novembre 2004
CT n. 2830/04 – Tribunale Civile di Reggio Calabria – D.I.
n. 509/04 – De Tommasi Mario c/Regione Calabria – Determinazione di opposizione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO il proprio precedente decreto n. 16073 del 6/10/2004
con il quale è stata determinata la costituzione e la nomina del
difensore nel procedimento Laganà Filippo c/Regione Calabria;
VISTO il decreto ingiuntivo n. 509/04, pervenuto agli atti dell’Avvocatura regionale in data 13/10/04, con il quale, su ricorso
proposto dall’avv. Mario De Tommasi, rappresentato e difeso
dall’avv. Sarilena Stipo, il giudice del Tribunale di Reggio Calabria, ha ingiunto alla Regione Calabria, di pagare a favore del
predetto ricorrente la somma di C 10.724,48 a titolo di compenso per l’attività svolta a seguito di incarico professionale –
nel procedimento proposto dal sig. Cavalieri Antonio contro la
Regione Calabria – oltre interessi legali dalla domanda stragiudiziale sino al soddisfo, nonché le spese e competenze del procedimento;
CONSIDERATO che per errore materiale è stata autorizzata
la costituzione davanti al Giudice di Pace di Bianco anziché davanti al Tribunale di Reggio Calabria;
CONSIDERATO che emerge l’opportunità di proporre opposizione al decreto ingiuntivo al fine di contestare la pretesa del
ricorrente che, in parte, appare infondata;
IL DIRIGENTE GENERALE
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale opposizione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
24475
CHE la prossima udienza è fissata per il 10/11/2004;
CONSIDERATO che si appalesa la necessità di resistere alle
pretese del ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
in giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996 n. 7, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di proporre opposizione al suindicato decreto ingiuntivo
n. 509/04 emesso dal Giudice del Tribunale di Reggio Calabria,
in favore dell’avv. Mario De Tommasi;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 565 del 26
agosto 2004 pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 – supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004, con la
quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata
legge regionale n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura
regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi in giudizio dinanzi al Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e previdenza, per
resistere alle pretese del sig. Filardi Martino nei confronti della
Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale,
nonché quale delegato del primo e domiciliatario l’avv. Carmelo
Bozzo, con studio in Cosenza alla via Montevideo – Pal. Mirabelli, al quale saranno riconosciuti, come per legge, i diritti di
procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 4 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18142 del 4 novembre 2004
CT n. 2484/2004 – Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e
previdenza – Ricorso – Filardi Martino c/Regione Calabria
(Personale) – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Giuseppina Maletta dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorso notificato il 16/8/2004, Filardi
Martino adiva il Tribunale di Cosenza – Sez. lavoro e previdenza,
per sentire accogliere le seguenti conclusioni:
— accogliere la domanda e conseguentemente condannare
l’I.N.P.D.A.P. e la Regione Calabria, in persona dei rispettivi
l.r.p.t. al pagamento in favore del ricorrente della somma di C
8.176,89 o alla maggiore o minor somma che sarà determinata in
corso di causa, con condanna di spese e competenze di lite da
distrarre;
DECRETO n. 18173 del 5 novembre 2004
CT n. 2993/04 – TAR Calabria di Catanzaro – Ricorso –
Publitours S.a.s. c/Regione Calabria + 1 – Determinazione di
costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con atto notificato il 25/10/2004 la Publitours S.a.s., rappresentata e difesa dall’avv. Giuseppe De Luca,
proponeva ricorso, dinanzi al TAR Calabria di Catanzaro, contro
la Regione Calabria e il Dipartimento Urbanistica – Servizio Demanio – Area Meridionale – Ufficio di Vibo Valentia, per l’annullamento della nota prot. n. 725 del 14/7/2004 del Dirigente
del Servizio Demanio – Area Meridionale della Regione Calabria – Ufficio di Vibo Valentia, con la quale è stato comunicato
24476
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
alla ricorrente il mancato accoglimento dell’istanza n. 10913 del
10/4/2000, nonché di ogni altro atto presupposto, connesso e
consequenziale ed, in particolare, del parere sfavorevole
espresso dal Comune di Ricadi in data 23/5/2000;
CONSIDERATO che appare necessario costituirsi nel giudizio di cui in premessa per resistere alle pretese del ricorrente ed
al fine di tutelare gli interessi della Regione;
EVIDENZIATO, quindi l’interesse dell’Amministrazione a
costituirsi in giudizio anche al fine di difendere la legittimità dei
provvedimenti amministrativi emanati;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7 comma 1 della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in
materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative attribuzioni;
proponevano ricorso, dinanzi al TAR Calabria di Catanzaro,
contro la Regione Calabria, il Dipartimento Ambiente e nei confronti di Sistema Ambiente S.r.l., per l’annullamento del decreto
Dirigenziale n. 6249 del 13 maggio 2004 pubblicato sul BURC
del 24 giugno 2004 nonché di ogni altro atto antecedente, connesso e consequenziale, ivi compresi, qualora non ritenuti meri
atti endoprocedimentali:
1. il parere reso il 19/4/2004 dal Nucleo di valutazione d’impatto ambientale;
2. la nota n. 5404/03 del 27/2/2004 del Dipartimento Ambiente di richiesta atti integrativi al Comune di Caulonia;
3. la delibera del Nucleo VIA nella seduta del 16/2/2004 che
dispone la richiesta di atti integrativi al Comune di Caulonia;
CONSIDERATO che appare necessario costituirsi nel giudizio di cui in premessa per resistere alle pretese dei ricorrenti ed
al fine di tutelare gli interessi della Regione;
EVIDENZIATO, quindi l’interesse dell’Amministrazione a
costituirsi in giudizio anche al fine di difendere la legittimità dei
provvedimenti amministrativi emanati;
VISTA la delibera della G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati, di costituirsi nel giudizio
proposto dinanzi al T.A.R. Calabria di Catanzaro, al fine di resistere alle pretese della Publitours S.a.s. contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale.
Catanzaro, lı̀ 5 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7 comma 1 della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in
materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative attribuzioni;
VISTA la delibera della G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
DECRETO n. 18174 del 5 novembre 2004
— per i motivi sopra evidenziati, di costituirsi nel giudizio
proposto dinanzi al T.A.R. Calabria di Catanzaro, al fine di resistere alle pretese dei ricorrenti contro la Regione Calabria;
CT n. 2787/04 – TAR Calabria di Catanzaro – Ricorso –
Comitato di Quartiere Vası̀ ed altri c/Regione Calabria ed
altri – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di
un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale.
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con atto notificato l’8/10/2004 il Comitato di
Quartiere Vası̀, Tassone Attilio e Garuccio Marcello, tutti rappresentati e difesi dagli avv.ti Luigi Fuda e Domenico Siciliano,
Catanzaro, lı̀ 5 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18212 dell’8 novembre 2004
CT n. 1280/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Benvenuto Lidia c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
24477
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 29/4/2004 con il quale la sig.ra Benvenuto Lidia,
rappresentata e difesa dall’avv. Gabriella Lupis, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Benvenuto Lidia;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18213 dell’8 novembre 2004
CT n. 1657/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Belcastro Filotea c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 27/5/2004 con il quale la sig.ra Belcastro Filotea,
rappresentata e difesa dall’avv. Rosanna Femia, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Belcastro Filotea;
24478
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Macrı̀ Maria
Rosa;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18215 dell’8 novembre 2004
CT n. 1776/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Macrı̀ Maria Rosa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 9/6/2004 con il quale la sig.ra Macrı̀ Maria Rosa,
rappresentata e difesa dall’avv. Rosa Maria Celentano, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze,
INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento
della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18216 dell’8 novembre 2004
CT n. 2091/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Minnici Carmela c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 6/7/2004 con il quale la sig.ra Minnici Carmela,
rappresentata e difesa dall’avv. Stefano Marrapodi, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile e all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Minnici Carmela;
24479
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Maisano Maria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18217 dell’8 novembre 2004
CT n. 1771/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Maisano Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/6/2004 con il quale la sig.ra Maisano Maria,
rappresentata e difesa dall’avv. Rosa Maria Celentano, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze,
INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del
diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18218 dell’8 novembre 2004
CT n. 1781/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – De Leo Antonia c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 9/6/2004 con il quale la sig.ra De Leo Antonia,
rappresentata e difesa dagli avv.ti Andrea Giuseppe Daqua e
Anna Anania, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in
funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Interno,
Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità
civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
24480
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra De Leo Antonia;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18219 dell’8 novembre 2004
CT n. 1876/04 – Tribunale di Reggio Calabria – Sezione
lavoro – Ricorso – Idà Maria Antonietta c/Regione Calabria
(Dipartimento Organizzazione e Pers.) – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di costituirsi nel suindicato giudizio proposto davanti al
Tribunale civile di Reggio Calabria – Sezione lavoro, per resistere al ricorso della sig.ra Idà Maria Antonietta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 18/6/2004 con il quale la sig.ra Idà Maria Antonietta, rappresentata e difesa dagli avv.ti Carlo e Marco Curatola,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Reggio Calabria – Sezione lavoro, contro la Regione Calabria, al fine di ottenere:
la dichiarazione di illegittimità del provvedimento con il quale
la Giunta Regionale ha annullato la delibera n. 4062/11 dell’11/
11/1989;
la condanna della Regione Calabria al reinquadramento della
ricorrente nel livello retributivo funzionale di collaboratore a decorrere dall’1/10/1978 e alla ricostruzione di carriera nonché alla
corresponsione della differenza tra quanto percepito e quello
spettante, oltre interessi e rivalutazione monetaria;
RILEVATO che è necessario costituirsi in giudizio in quanto i
motivi di fatto e di diritto esposti a sostegno della domanda giudiziale appaiono prima facie infondati;
DECRETO n. 18220 dell’8 novembre 2004
CT n. 2136/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Gerace Nicolina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 12/7/2004 con il quale la sig.ra Gerace Nicolina,
rappresentata e difesa dall’avv. Ofelia Divino, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Gerace Nicolina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24481
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Baggetta Rosina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18221 dell’8 novembre 2004
CT n. 2292/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Baggetta Rosina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 26/7/2004 con il quale la sig.ra Baggetta Rosina,
rappresentata e difesa dall’avv. Paola Iaconis, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
DECRETO n. 18222 dell’8 novembre 2004
CT n. 2506/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Luverà Antonia c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 30/8/2004 con il quale la sig.ra Luverà Antonia,
24482
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
rappresentata e difesa dall’avv. Antonietta Galletta, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
Concetta, rappresentata e difesa dall’avv. Rita Monea e dalla dott.ssa Mariehelene Galatà, ha proposto ricorso al Tribunale civile
di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero
dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine
di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Luverà Antonia;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Fossari
Maria Concetta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18223 dell’8 novembre 2004
CT n. 1428/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Fossari Maria Concetta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 12/5/2004 con il quale la sig.ra Fossari Maria
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18224 dell’8 novembre 2004
CT n. 2118/04 – Tribunale Civile di Reggio Calabria – Sezione lavoro – Ricorso – Barillà Annunziata c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
24483
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/7/2004 con il quale la sig.ra Barillà Annunziata,
rappresentata e difesa dall’avv. Giuseppe Minniti, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Reggio Calabria, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Reggio Calabria, in funzione
di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Barillà Annunziata;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18225 dell’8 novembre 2004
CT n. 2385/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Riganò Vincenzo c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafı̀oti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 2/8/2004 con il quale il sig. Riganò Vincenzo,
rappresentato e difeso dall’avv. Annunziato Roberto Mazzullo,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Riganò Vincenzo;
24484
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Maisano Aldo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18226 dell’8 novembre 2004
CT n. 44/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro –
Ricorso – Maisano Aldo c/INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 12/1/2004 con il quale il sig. Maisano Aldo, rappresentato e difeso dall’avv. Rossella Tassone, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto a percepire gli interessi legali sugli arretrati corrisposti a titolo di indennità di accompagnamento a
decorrere dall’1/11/1998 al 30/9/2002;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18227 dell’8 novembre 2004
CT n. 45/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro –
Ricorso – Mafrici Maria c/INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 12/1/2004 con il quale la sig.ra Mafrici Maria,
rappresentata e difesa dall’avv. Rossella Tassone, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto a percepire gli interessi legali sugli arretrati corrisposti a titolo di indennità, quale cieca parziale, a
decorrere dall’1/5/2001 al 31/10/2002;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Mafrici Maria;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
24485
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Piscioneri Giuseppe;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18228 dell’8 novembre 2004
CT n. 1788/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Piscioneri Giuseppe c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 10/6/2004 con il quale il sig. Piscioneri Giuseppe,
rappresentato e difeso dall’avv. Domenico Macrı̀, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e della Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETO n. 18229 dell’8 novembre 2004
CT n. 2085/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Chiarini Emilio c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 6/7/2004 con il quale il sig. Chiarini Emilio, rappresentato e difeso dall’avv. Maria Costa, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro,
contro Ministero dell’Economia e della Finanze, INPS e Regione
Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
24486
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Chiarini Emilio;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Alfarano Mario Sole;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18230 dell’8 novembre 2004
CT n. 2087/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Alfarano Mario Sole c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 6/7/2004 con il quale il sig. Alfarano Mario Sole,
rappresentato e difeso dagli avv.ti Maria e Patrizia Costa, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, contro Ministero dell’Economia e della Finanze,
INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del
diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
DECRETO n. 18233 dell’8 novembre 2004
CT n. 2088/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Giampaolo Sebastiano c/Ministero dell’Interno,
Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché
nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 6/7/2004 con il quale il sig. Giampaolo Sebastiano, rappresentato e difeso dall’avv. Vincenzo Nobile, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e della Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24487
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
richiesta di parte opposta di riconoscimento della somma «a titolo di indebito arricchimento» e compensando integralmente le
parti le spese e le competenze del giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RILEVATO che emerge l’opportunità di costituirsi in giudizio
per eccepire l’infondatezza dell’impugnazione;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Giampaolo Sebastiano;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti la Corte d’Appello di Reggio Calabria, per resistere alla pretesa azionata dal sig. Giampaolo Giuseppe;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18234 dell’8 novembre 2004
CT n. 108/92 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Atto
di appello – Giampaolo Giuseppe c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18237 dell’8 novembre 2004
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto d’appello pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 5/7/2004 con il quale il sig. Giampaolo Giuseppe, rappresentato e difeso dall’avv. Letterio Crispo
unitamente e disgiuntamente all’avv. Francesco Giampaolo, ha
citato la Regione Calabria a comparire davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria all’udienza del 9/11/2004, al fine di
ottenere la riforma della sentenza n. 535/2003 emessa dal Tribunale di Reggio Calabria, sez. stralcio, con la quale «il Giudice di
primo grado, accogliendo l’opposizione proposta dalla Regione
Calabria ha revocato il decreto ingiuntivo n. 9/92, rigettando la
CT n. 1857/04 – Tribunale Civile di Catanzaro – Sezione
lavoro – Ricorso – Maimone Francesca c/Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Michele Rausei
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 16/6/2004 con il quale la sig.ra Maimone Francesca, rappresentata e difesa dall’avv. Carmela Perri, ha proposto
24488
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
ricorso al Tribunale civile di Catanzaro, in funzione di Giudice
del lavoro, contro la Regione Calabria al fine di ottenere la disapplicazione dei decreti n. 1726/01 e 1173/02, nonché la reintegrazione, previa declaratoria del relativo diritto, nella posizione giuridico-funzionale della VI qualifica o, quantomento in via subordinata, nella V qualifica;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere in giudizio
per far valere la correttezza dell’operato dell’Amministrazione,
l’insussistenza del diritto al superiore inquadramento, la legittimità del decreto di revoca;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETO n. 18238 del 8 novembre 2004
CT n. 1235/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 26/4/2004 con il quale il sig. Belcastro Carlo,
rappresentato e difeso dal dr. Michele Catapano unitamente e
disgiuntamente all’avv. Gaetano Cesario, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri sez. distaccata di Siderno, contro la Regione Calabria, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza ingiunzione di pagamento per la somma
di C 516,46 prot. 1391 del 19/2/04 emessa dal Dirigente del Dipartimento 13 «Prevenzione Sanitaria»;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere alla proposta opposizione perché si appalesa infondata in fatto e in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
DECRETA
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale civile di Catanzaro, in funzione di
Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Maimone Francesca;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Michele Rausei dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETA
1) per i motivi sopra evidenziati, la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale civile di Locri, sez.
distaccata di Siderno, per resistere al ricorso del sig. Belcastro
Carlo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio presso lo
studio dell’avv. Annamaria Pellicano, in Marina di Gioiosa Jonica (R.C.) alla via Montezemolo, n. 3;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18240 del 8 novembre 2004
CT n. 1234/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
24489
DECRETA
1) per i motivi sopra evidenziati, la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale civile di Locri, sez.
distaccata di Siderno, per resistere al ricorso del sig. Belcastro
Carlo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio presso lo
studio dell’avv. Annamaria Pellicano, in Marina di Gioiosa Jonica (R.C.) alla via Montezemolo, n. 3;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 26/4/2004 con il quale il sig. Belcastro Carlo,
rappresentato e difeso dal dr. Michele Catapano unitamente e
disgiuntamente all’avv. Gaetano Cesario, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri sez. distaccata di Siderno, contro la Regione Calabria, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza ingiunzione di pagamento per la somma
di C 516,46 prot. 1392 del 19/2/04 emessa dal Dirigente del Dipartimento 13 «Prevenzione Sanitaria»;
DECRETO n. 18241 del 8 novembre 2004
CT n. 1236/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere alla proposta opposizione perché si appalesa infondata in fatto e in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 26/4/2004 con il quale il sig. Belcastro Carlo,
rappresentato e difeso dal dr. Michele Catapano unitamente e
disgiuntamente all’avv. Gaetano Cesario, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri sez. distaccata di Siderno, contro la Regione Calabria, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza ingiunzione di pagamento per la somma
di C 516,46 prot. 1390 del 19/2/04 emessa dal Dirigente del Dipartimento 13 «Prevenzione Sanitaria»;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere alla proposta opposizione perché si appalesa infondata in fatto e in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
24490
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
DECRETA
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
1) per i motivi sopra evidenziati, la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale civile di Locri, sez.
distaccata di Siderno, per resistere al ricorso del sig. Belcastro
Carlo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio presso lo
studio dell’avv. Annamaria Pellicano, in Marina di Gioiosa Jonica (R.C.) alla via Montezemolo, n. 3;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) per i motivi sopra evidenziati, la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale civile di Locri, sez.
distaccata di Siderno, per resistere al ricorso del sig. Belcastro
Carlo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio presso lo
studio dell’avv. Annamaria Pellicano, in Marina di Gioiosa Jonica (R.C.) alla via Montezemolo, n. 3;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18242 del 8 novembre 2004
CT n. 1233/04 – Tribunale di Locri – Sez. staccata di Siderno – Ricorso in opposizione ad ordinanza ingiunzione –
Belcastro Carlo c/Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Fabio Postorino
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 26/4/2004 con il quale il sig. Belcastro Carlo,
rappresentato e difeso dal dr. Michele Catapano unitamente e
disgiuntamente all’avv. Gaetano Cesario, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Locri sez. distaccata di Siderno, contro la Regione Calabria, al fine di ottenere l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza ingiunzione di pagamento per la somma
di C 516,46 prot. 1393 del 19/2/04 emessa dal Dirigente del Dipartimento 13 «Prevenzione Sanitaria»;
RITENUTO che emerge l’opportunità di resistere alla proposta opposizione perché si appalesa infondata in fatto e in diritto;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Fabio Postorino dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18243 del 8 novembre 2004
CT n. 2816/04 – Tribunale Civile di Locri – Sez. staccata di
Siderno – Atto di citazione per chiamata in garanzia –
Azienda Sanitaria Locale n. 9 di Locri c/Studio Radiologico
Fiscer Sas nonché Regione Calabria (Dipartimento Sanità) –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Iolanda Mauro
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 11/10/2004 con il quale l’Azienda Sanitaria Locale n. 9 di Locri, in persona del legale rappresentante pro-tempore il Direttore Generale, dott. Antonio Biasi, rappresentata e
difesa dall’avv. Natale Carbone, cita, lo Studio Radiologico Fiscer Sas del dott. Francesco Fiscer nonché la Regione Calabria a
comparire dinanzi al Tribunale civile di Locri sez. staccata di
Siderno all’udienza del 23/11/04 al fine di manlevare l’opponente da ogni e qualsiasi pronuncia in danno;
RITENUTO che emerge l’opportunità di costituirsi in giudizio
al fine di eccepire l’infondatezza della domanda;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
della Regione Calabria, conferendo all’uopo, l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione e successive modificazioni ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di costituirsi nel suindicato giudizio proposto davanti al
Tribunale civile di Locri sez. distaccata di Siderno, per resistere
alle pretese dell’Azienda Sanitaria Locale n. 9 di Locri;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Iolanda Mauro dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria, con elezione di domicilio presso lo
studio dell’avv. Annamaria Pellicano, in Marina di Gioiosa Jonica (R.C.) alla via Montezemolo, n. 3;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24491
zione alla delibera di Giunta regionale prot. n. 496 del 10/6/2002
e reiterato con atto stragiudiziale di diffida del 4/6/2004 nonché
per la nomina di un commissario ad acta che provveda in luogo
delle intimate Amministrazioni per l’ipotesi in cui le stesse dovessero restare inadempienti»;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte da controparte non appaiono legittime e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi nel giudizio per resistere alle pretese della
ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione
regionale (Dipartimento Forestazione);
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 e successive
modifiche ed integrazioni sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione;
VISTA la delibera di G.R. n. 890 del 31/10/2001;
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26/8/2004, pubblicata sul BUR del 7/9/2004 – supplemento
straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004, con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati, di costituirsi nel giudizio di
cui in premessa, proposto davanti al TAR Calabria – Catanzaro,
per resistere alle pretese del ricorrente Caruso Benito contro la
Regione Calabria;
— di assegnare, a tal fine, incarico professionale quale difensore della Regione Calabria all’avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura regionale.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18245 dell’8 novembre 2004
CT n. 3051/04 – Ricorso al TAR Calabria – Caruso Benito
c/Regione Calabria + altri – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Dianora de Nobili dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con ricorso ex art. 2 L. 205/00 avverso il
silenzio inadempimento, notificato alla Regione Calabria il 28/
10/2004, il sig. Caruso Benito, adiva il TAR Calabria – Catanzaro «per l’accertamento dell’illegittimità del silenzio inadempimento formatosi sull’atto stragiudiziale di diffida notificato all’Azienda Forestale della Regione Calabria il 17/6/2004, alla
Regione Calabria il 15/6/2004 e all’Assessorato Regionale all’Agricoltura, Demanio Forestale, Caccia Pesca il 22/6/2004 e
per la declaratoria dell’obbligo dell’Azienda Forestale della Regione Calabria di dare esecuzione alla proposta transattiva del
sig. Caruso del 23/5/2002 e della Regione Calabria di dare attua-
DECRETO n. 18246 dell’8 novembre 2004
CT n. 2722/04 – Ricorso al TAR Catanzaro – Davoli Filomena c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione
in giudizio e nomina di un difensore – Assegnazione incarico
di difensore all’avv. Mariano Calogero dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con atto notificato in data 30/9/04 Davoli
Filomena ha proposto ricorso al TAR di Catanzaro, contro la
Regione Calabria, impugnando la nota prot. n. 4503 del 17/6/04
Servizio Provinciale Agricoltura ed ogni altro provvedimento
presupposto e consequenziale a quello impugnato e proponendo,
altresı̀, domanda cautelare;
24492
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che, pertanto, si appalesa la necessità di costituirsi nel
giudizio per resistere alle pretese del ricorrente ai fini della tutela
dell’interesse pubblico perseguito dall’Ente (Dipartimento Agricoltura) con l’adozione del provvedimento oggetto del ricorso
sopra specificato;
EVIDENZIATO, l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi nel giudizio anche al fine di difendere i suddetti provvedimenti amministrativi emanati;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale e, in particolare, il co. 5
introdotto dall’art. 10, co. 1, della L.R. 11 agosto 2004, n. 18;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999, e successive
modifiche ed integrazioni, sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
mento del danno in favore dell’attore, da liquidarsi secondo i
criteri indicati nell’atto introduttivo, nonché al pagamento delle
spese e competenze del giudizio;
CONSIDERATO che appare necessario costituirsi nel giudizio di cui in premessa per resistere alle pretese dell’attore ed al
fine di tutelare gli interessi della Regione;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7 comma 1 della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in
materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative attribuzioni;
VISTA la delibera della G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/2004, pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 – supplemento ordinario n. 4
al n. 16 dell’1 settembre 2004, con cui l’Esecutivo regionale, a
norma dell’art. 10, co. 5 della citata l.r. n. 7/96, ha delegato al
Dirigente dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul BUR del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione
in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati, la costituzione della Regione Calabria nel giudizio di cui in premessa instaurato davanti
al TAR – Catanzaro, per resistere alle pretese del ricorrente Davoli Filomena ed al ricorso dalla stessa proposto;
— per i motivi sopra evidenziati, di costituirsi nel giudizio di
cui in premessa dinanzi al Tribunale di Vibo Valentia, al fine di
resistere alle pretese dell’attore contro la Regione Calabria;
— di assegnare, a tal fine, incarico quale difensore della Regione Calabria, all.avv. Mariano Calogero dell’Avvocatura regionale.
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria, l’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale, con elezione di domicilio presso lo studio dell’avv. Olga Durante in
Vibo Valentia via Marzano n. 11, alla quale potranno essere delegate le attività processuali da compiersi presso il Giudice adito.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18247 dell’8 novembre 2004
DECRETO n. 18248 dell’8 novembre 2004
CT n. 2941/04 – Tribunale di Vibo Valentia – Atto di citazione – Riccardo De Riso Paparo/Regione Calabria + 1 – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Enrico Ventrice dell’Avvocatura regionale, con domiciliazione esterna.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con atto notificato in data 21/10/2004 il marchese Riccardo De Riso Paparo, rappresentato e difeso dall’avv.
Francesco Scaglione, conveniva in giudizio, dinanzi al Tribunale
di Vibo Valentia la Regione Calabria e l’Impresa Giuseppe Mansueto & C. s.n.c., con invito a comparire all’udienza del 20 gennaio 2005, chiedendo che l’adito Tribunale voglia condannare la
Regione Calabria o entrambi i convenuti, in solido, al risarci-
CT n. 2513/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Montanari Maria Assunta c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv.
Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 1/9/2004 con il quale la sig.ra Montanari Maria
Assunta, rappresentata e difesa dall’avv. Beatrice Coluccio, ha
proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giu-
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
dice del lavoro, contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di
ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Montanari Maria
Assunta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24493
terina, rappresentata e difesa dagli avv.ti Maria e Patrizia Costa,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento di «persona handicappata in condizioni di gravità» ai sensi
dell’art. 3 della L. 104/92;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Macrı̀ Maria Caterina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18249 dell’8 novembre 2004
CT n. 2558/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Macrı̀ Maria Caterina c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 10/9/2004 con il quale la sig.ra Macrı̀ Maria Ca-
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24494
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETO n. 18250 dell’8 novembre 2004
CT n. 279/91 – Tribunale di Reggio Calabria – Sentenza n.
610/03 – Regione Calabria c/Ditta Caruso Giuseppe – Determinazione di proposizione di appello nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO che con sentenza n. 610 del 4/9/2003 depositata
il successivo 30/9/2003, il giudice del Tribunale di Reggio Calabria – Sez. Stralcio, pronunciandosi nel procedimento n. 2313/91
R.G. tra la Ditta Caruso Giuseppe e la Regione Calabria, ha dichiarato improcedibile la domanda avanzata dalla Regione Calabria tendente ad ottenere la revoca del decreto ingiuntivo
1798/91 emesso dal Tribunale di Reggio Calabria;
CONSIDERATO che appare opportuno proporre impugnazione avverso la sentenza medesima, in quanto, contrariamente a
quanto sostenuto dal Giudice di prime cure, l’opposizione a suo
tempo proposta dalla Regione è stata ritualmente e tempestivamente notificata ai sensi del combinato disposto dagli artt. 638 e
645 cpc – inoltre l’opposizione medesima era anche fondata nel
merito;
CONSIDERATO che pertanto è necessario proporre appello
avverso la suindicata sentenza, onde tutelare i diritti e gli interessi della Regione Calabria, conferendo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di proporre appello presso la Corte d’Appello di Reggio
Calabria avverso la suindicata sentenza n. 610/03, emessa dal
Giudice del Tribunale di Reggio Calabria in data 4/9/03, in favore della Ditta Caruso Giuseppe;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
DECRETO n. 18251 dell’8 novembre 2004
CT n. 200/01 – Corte d’Appello di Reggio Calabria – Atto
di appello – Marra Renato ed altri c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto d’appello pervenuto all’Avvocatura regionale in
data 18/10/2004 con il quale i sigg.ri Marra Renato, Ielo Giovanni, Cardile Francesco, Emo Angelo, Foti Basilio, Catalani
Luigi Pasquale, Morabito Paolo, Russo Domenico e Chilà Alfredo, rappresentati e difesi dall’avv. Mariangela Laganà, hanno
citato la Regione Calabria a comparire davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria all’udienza del 19/11/2004, al fine di
ottenere la riforma della sentenza n. 332/2002 emessa dal Tribunale di Reggio Calabria, con la quale sono stati rigettati i ricorsi e
compensate le spese di lite;
RILEVATO che emerge l’opportunità di costituirsi in giudizio
in quanto i motivi di fatto e di diritto esposti a sostegno del proposto gravame appaiono prima facie infondati;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti la Corte d’Appello di Reggio Calabria, per resistere alla pretesa azionata dai sigg.ri Marra Renato, Ielo Gio-
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24495
vanni, Cardile Francesco, Emo Angelo, Foti Basilio, Catalani
Luigi Pasquale, Morabito Paolo, Russo Domenico e Chilà Alfredo;
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
DECRETA
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Ameduri Francesco;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
DECRETO n. 18252 dell’8 novembre 2004
CT n. 2695/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Ameduri Francesco c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 27/9/2004 con il quale il sig. Ameduri Francesco,
rappresentato e difeso dall’avv. Lucia Calvi, ha proposto ricorso
al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro,
contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18253 dell’8 novembre 2004
CT n. 2522/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Gagliostro Vincenzo c/Ministero della Salute e
Regione Calabria (Dipartimento Sanità) – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 6/9/2004 con il quale il sig. Gagliostro Vincenzo,
rappresentato e difeso dall’avv. Vincenzo Papalia, unitamente e
disgiuntamente all’avv. Antonio Monea, ha proposto ricorso al
Tribunale civile di Palmi – Sezione lavoro, contro il Ministero
della Salute e la Regione Calabria al fine di ottenere:
l’accertamento che il ricorrente ha contratto l’epatite B, a seguito di trasfusioni effettuate presso una struttura ospedaliera;
nonché il diritto del ricorrente a percepire i benefici e le indennità previste dalla legge 210/92 con rivalutazione ed interessi;
RILEVATO che è necessario costituirsi in giudizio per eccepire il difetto di legittimazione passiva della Regione Calabria
nonché l’infondatezza in fatto e diritto delle pretese di controparte;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
24496
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
DECRETA
1) di costituirsi nel suindicato giudizio proposto davanti al
Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro, per resistere al ricorso del sig. Gagliostro Vincenzo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Panetta Libera
n.q.;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
DECRETO n. 18254 dell’8 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
CT n. 2807/03 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Panetta Libera c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria.
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18255 dell’8 novembre 2004
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/9/2003 con il quale la sig.ra Panetta Libera, n.q.
di tutrice, rappresentata e difesa dall’avv. Annamaria Tropiano,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e della Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di
ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
CT n. 2142/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Ciurleo Rosa c/Ministero dell’Interno, Ministero
dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria –
Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina
difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo
dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 12/7/2004 con il quale la sig.ra Ciurleo Rosa,
rappresentata e difesa dall’avv. Maria Antonietta Cimarosa, ha
proposto ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e della Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di
ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24497
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
ricorso al Tribunale civile di Locri, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e
della Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Ciurleo Rosa;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Locri, in funzione di Giudice
del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Vozzo Carmela;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 8 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18256 dell’8 novembre 2004
CT n. 2771/04 – Tribunale Civile di Locri – Sezione lavoro
– Ricorso – Vozzo Carmela c/Ministero dell’Interno, Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Lucio Romualdo dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio
Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 8/10/2004 con il quale la sig.ra Vozzo Carmela,
rappresentata e difesa dall’avv. Caterina Belcastro, ha proposto
DECRETO n. 18257 del 9 novembre 2004
CT n. 1371/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Amato Antonia c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 7/5/2004 con il quale la sig.ra Amato Antonia,
24498
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
rappresentata e difesa dall’avv. Carmen Borgese, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETO n. 18258 del 9 novembre 2004
CT n. 1559/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rao Serafino c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 21/5/2004 con il quale il sig. Rao Serafino, rappresentato e difeso dall’avv. Sabina Pizzuto, ha proposto ricorso
al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro,
contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione
Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda della ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Amato Antonia;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Rao Serafino;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Dario Borruto dell’Avvocatura regionale –
Sezione di Reggio Calabria;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24499
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18260 del 9 novembre 2004
CT n. 2623/04 – Giudice di Pace di Bianco – Atto di citazione – Maiorana Vincenzo c/Regione Calabria (Dipartimento Foreste – Forestazione – Prot. Civile) – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore –
Conferimento incarico all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto di citazione pervenuto alla sede dell’Avvocatura
regionale in data 20/9/2004 con il quale il sig. Maiorana Vincenzo, titolare della ditta Maiorana Vincenzo Antonio, rappresentato e difeso dall’avv. Antonio Nesci, ha citato la Regione
Calabria a comparire davanti al Giudice di Pace di Bianco all’udienza del 22/11/2004 al fine di ottenere la condanna al pagamento della somma di C 1.075,52 di cui alla fattura n. 5 del
30/9/1994, con rivalutazione monetaria e interessi dalla data di
emissione della fattura al soddisfo;
RILEVATO che occorre costituirsi in giudizio in quanto i motivi di fatto e di diritto esposti a sostegno della domanda giudiziale appaiono prima facie infondati;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Antonio Ferraro dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Giudice di Pace di Bianco, per resistere alla
pretesa azionata dal sig. Maiorana Vincenzo;
DECRETO n. 18261 del 9 novembre 2004
CT n. 630/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Pirilli Caterina c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 3/3/2004 con il quale la sig.ra Pirilli Caterina,
rappresentata e difesa dall’avv. Pasquale Pellegrino, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
24500
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Pirilli Caterina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Russo Angela;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DECRETO n. 18262 del 9 novembre 2004
CT n. 631/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Russo Angela c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 3/3/2004 con il quale la sig.ra Russo Angela, rappresentata e difesa dall’avv. Pasquale Pellegrino, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18263 del 9 novembre 2004
CT n. 632/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Gullı̀ Salvatore c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 3/3/2004 con il quale il sig. Gullı̀ Salvatore, rappresentato e difeso dall’avv. Pasquale Pellegrino, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile e all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Gullı̀ Salvatore;
24501
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Manucra Rocco;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18264 del 9 novembre 2004
CT n. 634/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Manucra Rocco c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 3/3/2004 con il quale il sig. Manucra Rocco, rappresentato e difeso dall’avv. Carmen Borgese, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
DECRETO n. 18265 del 9 novembre 2004
CT n. 991/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro –
Ricorso – Santaiti Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 5/4/2004 con il quale la sig.ra Santaiti Maria,
rappresentata e difesa dall’avv. Rosalba Gioffrè, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
24502
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Santaiti
Maria;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Sicari Rocco
Antonio;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DECRETO n. 18266 del 9 novembre 2004
CT n. 1028/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Sicari Rocco Antonio c/Ministero dell’Economia
e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 7/4/2004 con il quale il sig. Sicari Rocco Antonio,
rappresentato e difeso dall’avv. Antonella Policriti, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18267 del 9 novembre 2004
CT n. 1063/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Bova Maria c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 9/4/2004 con il quale la sig.ra Bova Maria, rappresentata e difesa dall’avv. Carmen Borgese, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24503
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Bova Maria;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Auddino
Teresa;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18268 del 9 novembre 2004
CT n. 1121/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Auddino Teresa c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS, Commissione medica periferica e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio
nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv.
Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di
Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto all’Avvocatura regionale in data 7/4/
2004 con il quale la sig.ra Auddino Teresa, rappresentata e difesa
dall’avv. Domenico Vigliarolo, ha proposto ricorso al Tribunale
DECRETO n. 18269 del 9 novembre 2004
CT n. 1455/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Modafferi Giuseppe c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 14/5/2004 con il quale il sig. Modafferi Giuseppe,
24504
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
rappresentato e difeso dall’avv. Pasquale Pellegrino, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETO n. 18270 del 9 novembre 2004
CT n. 1477/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rottura Serafina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 17/5/2004 con il quale la sig.ra Rottura Serafina,
rappresentata e difesa dall’avv. Pasquale Pellegrino, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto
all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
DECRETA
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Modafferi Giuseppe;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Rottura Serafina;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
24505
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18271 del 9 novembre 2004
CT n. 2260/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Avignone Pasquale c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 21/7/2004 con il quale il sig. Avignone Pasquale,
rappresentato e difeso dall’avv. Antonia Tropeano, ha proposto
ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del
lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e
Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità con diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Avignone Pasquale;
DECRETO n. 18272 del 9 novembre 2004
CT n. 2323/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caccamo Maria Concetta c/Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore
– Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 29/7/2004 con il quale la sig.ra Caccamo Maria
Concetta, rappresentata e difesa dall’avv. Sabina Pizzuto, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice
del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze,
INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del
diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
24506
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Caccamo
Maria Concetta;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Gaglioti
Carmela;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DECRETO n. 18273 del 9 novembre 2004
CT n. 2374/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Gaglioti Carmela c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 2/8/2004 con il quale la sig.ra Gaglioti Carmela,
rappresentata e difesa dall’avv. Annunziato Roberto Mazzullo,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’invalidità civile;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18274 del 9 novembre 2004
CT n. 2379/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Rizzitano Caterina c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 2/8/2004 con il quale la sig.ra Rizzitano Caterina,
rappresentata e difesa dall’avv. Annunziato Roberto Mazzullo,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Rizzitano
Caterina;
24507
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Simari Concetta;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DECRETO n. 18275 del 9 novembre 2004
CT n. 2380/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Simari Concetta c/Ministero dell’Economia e
delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di
costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 2/8/2004 con il quale la sig.ra Simari Concetta,
rappresentata e difesa dall’avv. Annunziato Roberto Mazzullo,
ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di
Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento del diritto all’indennità di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18276 del 9 novembre 2004
CT n. 2686/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Caratozzolo Carmelo c/Ministero dell’Economia
e delle Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione
di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura
regionale – Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto alla sede centrale dell’Avvocatura regionale in data 27/9/2004 con il quale il sig. Caratozzolo Carmelo, rappresentato e difeso dagli avv.ti Aurelio La Scala e Antonio Latella, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in
funzione di Giudice del lavoro, contro Ministero dell’Economia
e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il
riconoscimento dell apropria invalidità con diritto all’indennità
di accompagnamento;
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
24508
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese del sig. Caratozzolo
Carmelo;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
RITENUTO che la domanda del ricorrente appare infondata,
principalmente in ordine al profilo della legittimazione passiva
non imputabile, alla stregua della vigente normativa e della giurisprudenza prevalente, in capo all’Ente regionale;
RITENUTO, pertanto, di dover disporre la tempestiva e rituale costituzione in giudizio, onde tutelare i diritti e gli interessi
della Regione Calabria, conferendo all’uopo l’incarico di rappresentanza e difesa dell’Ente all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7 cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella di gestione e successive modifiche ed integrazioni;
VISTA la delibera della Giunta regionale n. 890 del 31/10/
2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004, con la quale l’Esecutivo regionale, a norma
dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente
dell’Avvocatura regionale, l’adozione dei provvedimenti relativi
alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive
e passive;
DECRETA
1) di autorizzare la costituzione nel suindicato giudizio proposto davanti al Tribunale Civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, per resistere alle pretese della sig.ra Ventra Antonia;
2) di nominare, a tal fine, procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale – Sezione di Reggio Calabria;
3) di dare mandato alla competente struttura dell’Avvocatura regionale per l’espletamento degli adempimenti preordinati
all’esecuzione del presente decreto.
Catanzaro, lı̀ 9 novembre 2004
DECRETO n. 18277 del 9 novembre 2004
CT n. 2705/04 – Tribunale Civile di Palmi – Sezione lavoro
– Ricorso – Ventra Antonia c/Ministero dell’Economia e delle
Finanze, INPS e Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio nonché nomina difensore – Conferimento
incarico all’avv. Angela Marafioti dell’Avvocatura regionale
– Sezione di Reggio Calabria.
IL DIRIGENTE GENERALE
VISTO l’atto pervenuto all’Avvocatura regionale in data 3/8/
2004 con il quale la sig.ra Ventra Antonia, rappresentata e difesa
dall’avv. Rosa Borgese Costantino, ha proposto ricorso al Tribunale civile di Palmi, in funzione di Giudice del lavoro, contro
Ministero dell’Economia e delle Finanze, INPS e Regione Calabria al fine di ottenere il riconoscimento della propria invalidità
con diritto all’indennità di accompagnamento;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18463 del 10 novembre 2004
CT n. 2458/04 – Tribunale civile di Rossano – Sisca Cataldo c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in
giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppe Naimo, con delega e domiciliazione esterna
(Politiche del lavoro).
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ordinanza notificata il 2/11/2004, il
Tribunale di Rossano ha accolto l’istanza cautelare proposta dal
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
sig. Sisca Cataldo, rappresentato e difeso come in atti, dispondene la provvisoria ammissione reimmissione nel bacino LSU
del Conune di Rossano;
24509
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi nei
giudizi ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione
Regionale;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di proporre reclamo ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione
Regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio anche al fine di difendere i propri provvedimenti
amministrativi emanati;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio anche al fine di difendere i propri provvedimenti
amministrativi emanati;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 87/03;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31/10/01;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/04 con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di proporre reclamo avverso
l’ordinanza di cui in premessa, avanti al Tribunale di Rossano,
per resistere alle pretese svolte contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Giuseppe Naimo dell’Avvocatura regionale, nonché
quale suo delegato e procuratore domiciliatario l’avv. Natale
Graziano, con studio in Rossano Scalo, Viale R. Margherita, 221.
VISTA la delibera G.R. n. 87/03;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31/10/01;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/04 con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nei giudizi di
cui in premessa, avanti al Tribunale di Castrovillari, per resistere
alle pretese svolte contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Giuseppe Naimo dell’Avvocatura regionale, nonché
quale suo delegato e procuratore domiciliatario l’avv. Francesca
Bellizzi, con studio in Cerchiara di Calabria, via A. Caputi, 9.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18467 del 10 novembre 2004
DECRETO n. 18465 del 10 novembre 2004
CT n. 2424/04 – Tribunale civile di Castrovillari – Carbonara Nicola Giacomo ed altri c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore –
Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo, con delega e
domiciliazione esterna (Agricoltura).
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con atti notificati tra il 4/8 ed il 23/9/04, il
sig. Carbonara Giacomo Nicola e l’AGEA, rappresentati e difesi
come in atti, hanno convenuto in giudizio la Regione Calabria
avanti il Tribunale di Castrovillari al fine di integrare il contraddittorio;
CT n. 2889/04 – Ricorso per decreto ingiuntivo avanti il
Tribunale di Catanzaro – G.L. – Vatrano Domenico/Regione
Calabria – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo (Politiche del lavoro).
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorso e pedissequo decreto notificato
in data 15/10/04 il sig. Vatrano Domenico, rappresentato e difeso
come in atti, ha ottenuto dal Tribunale di Catanzaro l’ingiunzione nei confronti della Regione al pagamento di somme relative all’incarico di componente un gruppo di lavoro;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
24510
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
giudizio e proporre opposizione per resistere alle pretese del ricorrente ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione
regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio anche al fine di difendere i propri provvedimenti
amministrativi emanati;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
nifati, presentato dal Comune di Bonifati (CS). Per l’annullamento, altresı̀, di ogni altro atto presupposto conseguente e/o comunque connesso a quello in Questa Sede gravato ed, in particolare del parere formulato in data 14/7/2004 dal Nucleo
Valutazione Impatto Ambientale della Regione Calabria, con cui
è stato espresso «parere contrario in merito alla compatibilità
ambientale» del progetto per la realizzazione dell’Approdo turistico Baia di Fella, proposto dal Comune di Bonifati....»;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi nel
giudizio ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione
regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio de quo;
VISTA la delibera G.R. n. 87/03;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31/10/01;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/04 con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7 del 13/5/1996, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è stata
istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999, e successive
modifiche ed integrazioni, sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da quella della gestione;
VISTA la delibera della G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di proporre opposizione al
decreto ingiuntivo di cui in premessa, avanti al Tribunale di Catanzaro, per resistere alle pretese del ricorrente contro la Regione
Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Giuseppe Naimo dell’Avvocatura regionale.
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26/8/2004 (pubbl. in B.U.R.C. del 7/9/04, Suppl. Straord. n.
4 al n. 16), con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art.
10 della citata legge n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
— per i motivi sopra evidenziati, la costituzione della Regione Calabria nel giudizio di cui in premessa, dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro, per resistere alle
pretese del Comune di Bonifati contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Domenico Gullo dell’Avvocatura regionale.
DECRETO n. 18470 del 10 novembre 2004
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
CT n. 161/2003 – Tribunale Amministrativo Regionale Catanzaro – Comune di Bonifati c/Regione Calabria – Determinazione di costituzione e nomina di difensore – Conferimento
incarico all’avv. Domenico Gullo (Dipartimento dell’Ambiente).
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
IL DIRIGENTE GENERALE
DECRETO n. 18478 del 10 novembre 2004
PREMESSO CHE con atto notificato Regione Calabria in data
26 ottobre 2004, il comune di Bonifati, in persona del Sindaco
pro tempore, rappresentato e difeso dall’avv. Oreste Morcavallo,
ha proposto ricorso, davanti al TAR Calabria – Catanzaro, per
l’annullamento, previa sospensione: «.... del decreto dirigenziale
prot. n. 493, assunto in data 27 luglio 2004 e pubblicato nel registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria in data 3/8/
2004 prot. n. 12703, con cui il Dirigente del Dipartimento Ambiente della Regione Calabria, ha preso atto del «parere negativo, ai fini della compatibilità ambientale» espresso dal nucleo
V.I.A. della regione Calabria in ordine alla realizzazione di un
approdo turistico in località «Baia di Fella» del Comune di Bo-
CT n. 510/99 – Tribunale Amministrativo Regionale della
Calabria – Catanzaro – Ricorso proposto da Pagliaro Ignazia
e Pagliaro Giuliana c/Regione Calabria – Determinazione di
sostituzione difensore – Conferimento incarico all’avv.
Sandro Boccucci.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorso notificato in data 15/2/1999, le
sigg.re Pagliaro Ignazia e Pagliaro Giuliana, adivano il Tribunale
Amministrativo Regionale della Calabria di Catanzaro per chie-
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
dere l’annullamento del decreto del Presidente della Giunta regionale n. 596 dell’11/11/1998 (in BUR del 16/12/1998), con il
quale si approvava la variante generale dal regolamento edilizio
del Comune di S. Vincenzo La Costa e l’annesso Programma di
Fabbricazione; erano altresı̀ impugnate la deliberazione della
Giunta regionale n. 4937 del 16/10/1998, il parere della Commissione Urbanistica Regionale dell’8/7/1998, nonché la deliberazione del Consiglio Comune di S. Vincenzo La Costa n. 9
dell’11/4/1998, di adozione del detto strumento urbanistico;
CONSIDERATO che l’Amministrazione regionale, con delib.
G.R. n. 661 del 31/3/1999, conferiva rituale mandato all’avv.
Giorgio Rotella dell’Avvocatura regionale, e che quest’ultimo
attualmente non presta la propria opera professionale presso
l’Avvocatura regionale e che, dunque, è necessario procedere
alla sua sostituzione con altro professionista dell’Avvocatura regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a sostenere
in giudizio la legittimità dei provvedimenti impugnati;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7 del 13/5/1996, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999, sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA, altresı̀, la deliberazione della Giunta regionale n. 565
del 26 agosto 2004 pubblicata sul B.U.R.C. del 7 settembre 2004
– Supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge regionale n. 7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio della Regione Calabria in materia di liti attive
e passive;
24511
CONSIDERATO che si appalesa la necessità di costituirsi in
giudizio per resistere alle pretese del creditore ai fini della tutela
degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio anche al fine di difendere i propri provvedimenti
amministrativi emanati;
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 87/03;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31/10/01;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/04 con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nel giudizio di
cui in premessa per proporre opposizione avverso i precetti notificati dal creditore contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Giuseppe Naimo dell’Avvocatura regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati, la sostituzione dell’avv.
Giorgio Rotella nel giudizio di cui in premessa, dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria – Catanzaro;
— di assegnare, a tal fine, incarico professionale quale difensore della Regione Calabria all’avv. Sandro Boccucci dell’Avvocatura regionale.
Catanzaro, lı̀ 10 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18714 dell’11 novembre 2004
CT n. 2109/00 – Corte d’Appello di CZ – G.L. – appello
avverso sentenza n. 20/03 del Tribunale di Castrovillari – La
Padula Antonio/Regione Calabria (Personale) – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore –
Conferimento incarico all’avv. Giuseppe Naimo.
IL DIRIGENTE GENERALE
DECRETO n. 18713 dell’11 novembre 2004
CT nn. 1933, 3146/04 – Regione Calabria/Restuccia Pasqualino – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore (Forestazione) – Conferimento incarico
all’avv. Giuseppe Naimo.
PREMESSO CHE con ricorso ritualmente notificato all’Ente
il sig. La Padula Antonio ha proposto appello alla sentenza n.
20/03 del Tribunale di Castrovillari G.L.;
IL DIRIGENTE GENERALE
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte nell’istanza
non appaiono fondate e che pertanto si appalesa la necessità di
costituirsi in giudizio per resistere alle pretese dell’appellante ai
fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
PREMESSO CHE con atti di precetto notificati il 5/11/04 il dr.
Restuccia Pasqualino ha precettato somme in forza di due decreti
ingiuntivi del G.d.P. di CZ;
EVIDENZIATO l’interesse dell’Amministrazione a costituirsi
nel giudizio anche al fine di difendere i propri provvedimenti
amministrativi emanati;
24512
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
VISTO l’art. 10 della L.R. n. 7/96, cosı̀ come modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18/04, con il quale è stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7, co. 1, della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative
attribuzioni;
VISTA la delibera G.R. n. 87/03;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31/10/01;
VISTA, altresı̀, la delibera G.R. n. 565 del 26/8/04 con la quale
l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n.
7/96 ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in giudizio
della Regione in materia di liti attive e passive;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta Regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul B.U.R. del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in
giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nel giudizio di
appello avverso la sentenza n. 20/2003 del Tribunale di Castrovillari – G.L.;
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nei giudizi di
cui in premessa, proposti davanti al Tribunale Civile di Lamezia
Terme – Sez. lavoro, per resistere alle pretese di Di Cello Antonio, Ferrari Franco contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Giuseppe Naimo.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale, nonché
quale procuratore solo domiciliatario e delegato, affinché svolga
le attività processuali delegate di volta in volta da detta avvocata
l’avv. Egidio Leone Artibani, del foro di Lamezia, con studio in
Lamezia Terme, alla via F. Ferlaino, n. 2, al quale saranno riconosciuti, come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni
professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
DECRETO n. 18716 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3093 - 3094/2004 – Tribunale di Lamezia Terme –
Sezione lavoro – Giudizi promossi c/Regione Calabria ed
altri da: Di Cello Antonio, Ferrari Franco – Determinazione
di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura
regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorsi notificati in data 2/11/04 Di
Cello Antonio, Ferrari Franco, convenivano in giudizio la Regione Calabria, in persona del suo Presidente p.t. ed altri, dinanzi
al Tribunale di Lamezia Terme − Sez. lavoro – al fine di ottenere
il riconoscimento del proprio stato di invalidità civile con diritto
alle relative prestazioni assistenziali e la conseguente condanna
delle amministrazioni convenute al pagamento di tali provvidenze economiche;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
giudizio per resistere alle pretese di controparte ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale (Dipartimento Servizio Sociale);
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18719 dell’11 novembre 2004
CT n. 3085/2004 – Tribunale di Crotone – Sezione lavoro –
Giudizio promosso c/Regione Calabria ed altri da: Andali
Maria Antonia – Determinazione di costituzione in giudizio e
nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorso notificato in data 2/11/04 Andali Maria Antonia, conveniva in giudizio la Regione Calabria,
in persona del suo Presidente p.t. ed altri, dinanzi al Tribunale di
Crotone – Sez. lavoro – al fine di ottenere il riconoscimento del
proprio stato di invalidità civile con diritto alle relative prestazioni assistenziali e la conseguente condanna delle amministrazioni convenute al pagamento di tali provvidenze economiche;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
giudizio per resistere alle pretese di controparte ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale (Dipartimento Servizio Sociale);
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
24513
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
giudizio per resistere alle pretese di controparte ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale (Dipartimento Servizio Sociale);
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO l’art. 7, co. 1, della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative
attribuzioni;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta Regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul B.U.R. del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in
giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nel giudizio di
cui in premessa, proposto davanti al Tribunale di Crotone – Sezione lavoro, per resistere alle pretese di Andali Maria Antonia
contro Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale, nonché
quale procuratore solo domiciliatario e delegato, affinché svolga
le attività processuali delegate di volta in volta da detta avvocata
l’avv. Giovanni Iaconis, del foro di Crotone, con studio in Crotone alla via Mario Nicoletta, 49, al quale saranno riconosciuti,
come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
VISTO l’art. 7, co. 1, della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative
attribuzioni;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta Regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul B.U.R. del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in
giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nel giudizio di
cui in premessa, proposto davanti al Tribunale di Crotone – Sezione lavoro, per resistere alle pretese di Maddalone Pasquale
contro Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale, nonché
quale procuratore solo domiciliatario e delegato, affinché svolga
le attività processuali delegate di volta in volta da detta avvocata
l’avv. Giovanni Iaconis, del foro di Crotone, con studio in Crotone alla via Mario Nicoletta, 49, al quale saranno riconosciuti,
come per legge, i diritti di procuratore per le prestazioni professionali eseguite.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18720 dell’11 novembre 2004
CT n. 3119/2004 – Tribunale di Crotone – Sezione lavoro –
Giudizio promosso c/Regione Calabria ed altri da: Maddalone Pasquale – Determinazione di costituzione in giudizio e
nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorso notificato in data 4/11/04 Maddalone Pasquale, conveniva in giudizio la Regione Calabria, in
persona del suo Presidente p.t. ed altri, dinanzi al Tribunale di
Crotone – Sez. lavoro – al fine di ottenere il riconoscimento del
proprio stato di invalidità civile con diritto alle relative prestazioni assistenziali e la conseguente condanna delle amministrazioni convenute al pagamento di tali provvidenze economiche;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
DECRETO n. 18721 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3108 - 3109 - 3110 - 3111 - 3112 - 3113 - 3114/2004
– Tribunale di Catanzaro – Sezione lavoro – Giudizi promossi
c/Regione Calabria ed altri da: Caparotta Francesco, Madia
Maria, Bilotta Concetta, Arone Francesco, Paone Annina, De
Santis Caterina, Astorino Antonio – Determinazione di costituzione in giudizio e nomina di un difensore – Conferimento
incarico all’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorsi notificati in data 3/11/04 i sigg.
Caparotta, Madia, Bilotta, Arone, Paone, De Santis, Astorino,
convenivano in giudizio la Regione Calabria, in persona del suo
Presidente p.t. ed altri, dinanzi al Tribunale di Catanzaro – Sez.
24514
11-12-2004 Supplemento straordinario n. 5 al B.U. della Regione Calabria - Parti I e II - n. 22 dell’1 dicembre 2004
lavoro – al fine di ottenere il riconoscimento dei propri stati di
invalidità civile con diritto alle relative prestazioni assistenziali e
la conseguente condanna delle amministrazioni convenute al pagamento di tali provvidenze economiche;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
giudizio per resistere alle pretese di controparte ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO, quindi, sotto tale profilo, l’interesse dell’Amministrazione (Dipartimento Servizi Sociali) a costituirsi
nel giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7, co. 1, della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative
attribuzioni;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta Regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul B.U.R. del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in
giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
DECRETA
nivano in giudizio la Regione Calabria, in persona del suo Presidente p.t. ed altri, dinanzi al Tribunale di Catanzaro – Sez. lavoro
– al fine di ottenere il riconoscimento dei propri stati di invalidità
civile con diritto alle relative prestazioni assistenziali e la conseguente condanna delle amministrazioni convenute al pagamento
di tali provvidenze economiche;
CONSIDERATO che le argomentazioni addotte non appaiono
fondate e che pertanto si appalesa la necessità di costituirsi in
giudizio per resistere alle pretese di controparte ai fini della tutela degli interessi dell’Amministrazione regionale;
EVIDENZIATO, quindi, sotto tale profilo, l’interesse dell’Amministrazione (Dipartimento Servizi Sociali) a costituirsi
nel giudizio;
VISTO l’art. 10 della L.R. 13 maggio 1996, n. 7, cosı̀ come
modificato dall’art. 10 della L.R. n. 18 del 2004, con il quale è
stata istituita l’Avvocatura regionale;
VISTO il D.P.G.R. n. 354 del 24 giugno 1999 sulla separazione dell’attività amministrativa di indirizzo e di controllo da
quella della gestione;
VISTO l’art. 7, co. 1, della L.R. 7 agosto 2002, n. 31, in materia di regolamentazione delle strutture regionali e delle relative
attribuzioni;
VISTA la delibera G.R. n. 890 del 31 ottobre 2001;
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nei giudizi di
cui in premessa, proposti davanti al Tribunale Civile di Catanzaro – Sez. lavoro, per resistere alle pretese di: Caparotta Francesco, Madia Maria, Bilotta Concetta, Arone Francesco, Paone
Annina, De Santis Caterina, Astorino Antonio contro la Regione
Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
VISTA altresı̀, la deliberazione della Giunta Regionale n. 565
del 26 agosto 2004, pubblicata sul B.U.R. del 7 settembre 2004 –
supplemento straordinario n. 4 al n. 16 dell’1 settembre 2004,
con la quale l’Esecutivo regionale, a norma dell’art. 10 della citata legge n. 7/96, ha delegato al Dirigente dell’Avvocatura regionale l’adozione dei provvedimenti relativi alla costituzione in
giudizio della Regione in materia di liti attive e passive;
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
DECRETO n. 18724 dell’11 novembre 2004
CTT nn. 3008 - 3009 - 3010 - 3011 - 3012 - 3013/2004 –
Tribunale di Catanzaro – Sezione lavoro – Giudizi promossi
c/Regione Calabria ed altri da: Tino Caterina, Macrina Rosario, Fiorenza Vincenzo, Primerano Assunta, Posca Maria,
Maiolo Caterina – Determinazione di costituzione in giudizio
e nomina di un difensore – Conferimento incarico all’avv.
Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
IL DIRIGENTE GENERALE
PREMESSO CHE con ricorsi notificati in data 25/10/2004 i
sigg. Tino, Macrina, Fiorenza, Primerano, Posca, Maiolo, conve-
DECRETA
— per i motivi sopra evidenziati di costituirsi nei giudizi di
cui in premessa, proposti davanti al Tribunale Civile di Catanzaro – Sez. lavoro, per resistere alle pretese di: Tino Caterina,
Macrina Rosario, Fiorenza Vincenzo, Primerano Assunta, Posca
Maria, Maiolo Caterina contro la Regione Calabria;
— di nominare procuratore e difensore della Regione Calabria l’avv. Roberta Ventrici dell’Avvocatura regionale.
Catanzaro, lı̀ 11 novembre 2004
Il Dirigente Generale
Avv. Giovanni Montera
Vendita:
fascicolo ordinario di Parti I e II costo pari ad C 2,00; numero arretrato C 4,00;
fascicolo di supplemento straordinario:
prezzo di copertina pari ad C 1,50 ogni 32 pagine;
fascicolo di Parte III costo pari ad C 1,50; numero arretrato C 3,00.
Prezzi di abbonamento:
Parti I e II: abbonamento annuale C 75,00;
Parte III: abbonamento annuale C 35,00.
Condizioni di pagamento:
Il canone di abbonamento deve essere versato a mezzo di conto corrente postale n. 251884 intestato
al «Bollettino Ufficiale della Regione Calabria» – 88100 Catanzaro, entro trenta giorni precedenti
la sua decorrenza specificando, nella causale, in modo chiaro, i dati del beneficiario dell’abbonamento – cognome e nome (o ragione sociale), indirizzo completo di c.a.p. e Provincia – scritti a
macchina o stampatello. La fotocopia della ricevuta postale del versamento del canone di
abbonamento, deve essere inviata all’Amministrazione del B.U.R. - Calabria – Viale De Filippis, 98 – 88100 Catanzaro.
I fascicoli disguidati saranno inviati solo se richiesti alla Direzione del Bollettino Ufficiale entro
trenta giorni dalla data della loro pubblicazione.
Editore:
REGIONE CALABRIA
AUT. TRIBUNALE CATANZARO
N. 31/1994
Direttore responsabile:
Dott. OLDANI MESORACA
Redattore:
FRANCESCO LE PERA
Stampa:
GRAFICHE ABRAMO S.p.A.
CATANZARO

Documenti analoghi