La quarantesima Eima sfida la crisi con una

Transcript

La quarantesima Eima sfida la crisi con una
Scenari e performance
Speciale Eima - Novembre 2012
La quarantesima Eima sfida la crisi
con una superficie record
arà un Eima International da
record. Il quartiere fieristico
di BolognaFiere sarà impegnato al massimo della sua capienza per ospitare l'edizione
2012 della grande rassegna biennale
della meccanizzazione per l'agricoltura, il giardinaggio, la cura del verde e
la componentistica che si svolge dal 7
all'11 novembre. L'evento vedrà la
partecipazione di oltre 1.700 industrie
costruttrici provenienti da 40 Paesi
tanto che, esaurito lo spazio espositivo all'interno dei padiglioni fissi della
Fiera, sarà necessario realizzare cinque
strutture amovibili per soddisfare la richiesta di spazio da parte delle aziende espositrici. La superficie netta coperta assomma dunque - secondo i dati dell'Ufficio Eventi di FederUnacoma, la federazione degli industriali italiani promotrice e organizzatrice della
manifestazione - a 119 mila metri quadrati, in crescita del 16% rispetto all'edizione 2010, a cui si aggiungono i
quasi 20 mila metri quadrati allestiti all'aperto, per realizzare le aree prova dei
mezzi meccanici destinati alle filiere
bioenergetiche, per l'area Enama dedicata alla guida sicura, nonché per le
dimostrazioni dinamiche promosse da
S
alcune aziende espositrici. In totale,
la rassegna occuperà una superficie
prossima ai 140 mila metri quadrati
complessivi, che rappresentano il massimo risultato nella storia dell'esposizione, nata nel 1969 e che celebra
quest'anno la sua 40esima edizione.
"L'alto numero di industrie costruttrici che investono sull'Eima sottolinea
il carattere internazionale della rasse-
gna - commenta il presidente di FederUnacoma, Massimo Goldoni - perché
riflette la ripresa economica che si sta
verificando a livello globale, e in particolare il ritorno degli investimenti nella meccanizzazione agricola in Paesi
chiave, come quelli dell'Europa occidentale, dell'Europa centro-orientale,
del Sudamerica".
continua a pagina 2
Un salotto per incontrarsi e fare business
Per discutere, conoscersi o semplicemente scambiare opinioni c'è Eima
Lounge. Si tratta di un'area-salotto dislocata in più punti del Quartiere Fieristico - Ammezzato 21/22, Ammezzato 25/26, Ammezzato 33/34, Padiglione
36 (Primo piano - Michelino), Quadriportico (non per uso business) - concepita per consentire agli espositori associati FederUnacoma e agli operatori
economici da loro invitati di incontrarsi e stabilire contatti professionali e
commerciali in un'atmosfera informale e confortevole. Eima Lounge offre ai
suoi ospiti open bar, degustazioni
di prodotti enogastronomici e postazioni open wi-fi.Nell'area
Lounge del Quadriportico, mercoledì 7 novembre, è previsto un
aperitivo di benvenuto agli espositori alle 18.30.
La crescita mondiale non si ferma
ima International cade in un momento
particolarmente dinamico e interessante per il
settore della meccanizzazione, che vede una crescita consistente della domanda da parte dei colossi asiatici, ma anche della Turchia, della Russia e del Brasile. Oltre a ciò si registra
anche una ripresa sui tradizionali mercati dell'Europa
occidentale e degli Stati
Uniti.
I numeri dicono che a fine
2011 le vendite di trattrici
superiori ai 30 HP sono cresciute in India (470 mila
unità, +20% sull'anno precedente), in Cina (350 mila, +9%), negli Stati Uniti
(168mila, +2%), nell'Europa Occidentale (162mila,
+13%), in Russia (37mila
unità, +76%) e in Turchia
(60.500, +68%). In flessione fisiologica il mercato
del Brasile, che dopo gli incrementi degli ultimi anni
registra a fine 2011 un calo del 7%, a fronte di un numero di trattrici immatricolate comunque molto elevato (52.300 unità).
E
Nell'anno in corso - secondo le previsioni di Agrievolution, l'organismo che riunisce le associazioni costruttori dei principali Paesi
del mondo - il mercato dovrebbe continuare a crescere. A dirlo sono le cifre dei
mesi invernali: nel primo trimestre gli Stati Uniti registrano un incremento
dell'1% rispetto allo stesso
periodo 2011 (33.700 trattrici vendute sul territorio
nazionale), la Russia un
+50% nei primi due mesi
(6.300 unità), la Germania
un incremento trimestrale
pari al 14% (8.300 macchi-
ne) dopo il grande balzo già
registrato nel 2011).
La ripresa dei mercati internazionali è una buona notizia
anche per l'Italia, poiché favorisce le esportazioni dell'industria tricolore che, dopo il saldo 2011 già molto
positivo - con una crescita
delle esportazioni di oltre il
14% sia per le trattrici che
per le altre tipologie di macchine - mostra un inizio d'anno promettente, con incrementi nei primi quattro mesi
(dati Istat) del 18,4% in valore per le trattrici (pari a un
valore di 534 milioni di euro),
e dell'8,3% per le altre tipo-
logie di macchine (963 milioni). Resta in fase recessiva,
invece, il mercato nazionale,
che nelle speranze degli operatori potrebbe registrare la
prima inversione di rotta proprio a partire da Eima International. I dati del primo semestre, elaborati da FederUnacoma sulla base delle pratiche d'immatricolazione registrate dal Ministero dei Trasporti, indicano sul mercato
italiano un decremento del
21,9% per le trattrici, del
7,5% per le mietitrebbiatrici,
del 23,7% per le trattrici con
pianale di carico e del 15,2%
per i rimorchi.
dalla prima pagina
Goldoni (FederUnacoma); “Siamo una manifestazione di livello
mondiale e non scontiamo le difficoltà del mercato italiano”
Eima International è diventata ormai anche un punto di
riferimento sotto il profilo politico, economico e culturale, per la presenza di un ricco calendario di conferenze,
convegni e workshop promossi da enti istituzionali, associazioni professionali, aziende dei vari comparti merceologici e dai maggiori gruppi editoriali di settore. Ma
come sarà organizzata nel dettaglio la manifestazione?
Insieme ai tradizionali 14 settori merceologici, che comprendono tecnologie per ogni tipo di lavorazione dalle
trattrici alle macchine operatrici, all'infinita gamma delle
attrezzature per il lavoro agricolo, zootecnico e forestale, l'esposizione presenta quattro Saloni specializzati. Ovvero Eima Componenti, dedicato alla componentistica
per la meccanizzazione, Eima M.i.A., centrato sull'agricoltura multifunzionale, Eima Energy, specializzato nelle
tecnologie per le filiere bioenergetiche, e infine Eima Green, dedicato alle macchine e alle attrezzature per il gardening hobbistico e professionale.
Certo, conclude Goldoni, "il mercato italiano continua a
essere in grande difficoltà e anche nel corso di quest'anno non si hanno segnali di un'inversione di tendenza, ma
questo non influisce sui risultati di Eima International proprio perché si tratta di una manifestazione di livello mondiale, dove la gran parte del business è legata alle transazioni commerciali fra i Paesi più diversi, di ogni continente".
Eima crocevia internazionale
appuntamento alla Fiera di Bologna per l'Esposizione internazionale della meccanizzazione agricola ha da sempre un forte carattere
internazionale. Nelle ultime edizioni la
presenza di case costruttrici estere e
di visitatori provenienti da ogni continente si è ulteriormente accentuata,
confermando Eima come uno dei grandi appuntamenti di settore a livello
mondiale. Nell'edizione 2010 furono
oltre 26.300 gli operatori esteri presenti (su un totale di 166.400 visitatori),
provenienti da 140 Paesi, e l'aspettativa per questa edizione è per un numero ancora maggiore, grazie anche
ad iniziative di comunicazione - pubblicità, comunicati stampa, informazioni
on-line e tramite Web - specificamente finalizzate a raggiungere gli operatori di ogni parte del mondo. Le previsioni per il 2012 parlano di circa 1700
industrie espositrici, provenienti da 40
Paesi (e divise nei 14 settori di specializzazione che caratterizzano la rasse-
L’
Nel 2010 presenti
oltre 26mila
operatori esteri
provenienti
da 140 Paesi
gna), mentre per quanto riguarda la
partecipazione dei visitatori e degli operatori economici si prevede di superare il risultato del 2010 vista anche la
superficie record della manifestazione.
Per quanto riguarda le delegazioni ufficiali, organizzate da Unacome Service
in collaborazione con l'agenzia ex Ice,
sono già confermate le partecipazioni
di delegati da Paesi che esprimono una
crescente domanda di meccanizzazione agricola. Per l'area dell'Europa centro-orientale e orientale saranno presenti operatori da Balcani, Turchia, Russia, Kazakistan e Ucraina; per l'area del
Uno
s
di
tand
Eima
Sud America
da Argentina e Brasile; per
l'area africana da Algeria, Egitto, Marocco, Tunisia, Sudafrica; per l'area del
Medio e dell'Estremo oriente da Iran,
Corea, Giappone. Confermata anche la
presenza di operatori dall'Australia,
mentre si prevede la partecipazione dei
Ministri dell'Agricoltura di Albania, Egitto, Libano e Marocco.
Workshop e convegni: ecco gli eventi clou
Il calendario degli appuntamenti, tra workshop e conve- e quello lanciato da Il Sole 24 Ore Media su "Biogas e biogni, vede già fissati importanti appuntamenti di carattere masse, nuovi incentivi e nuove opportunità", che si svoltecnico e politico. Qualche esempio? Il tema "Obiettivo si- ge nel pomeriggio della giornata inaugurale.
curezza: una strategia organica
contro gli incidenti in agricoltura",
promosso da FederUnacoma in collaborazione con Assosafety, EnaFra le novità dell'edizione 2012 di Eima International va segnalata la "Eima
ma ed Inail (giovedì 8); oppure quelweb TV", un supporto alle attività di informazione e comunicazione che
lo dedicato alle "Direttive CE 2009
consente di seguire in videostreaming e in differita, attraverso il portale uf127 e 128 sulla sostenibilità dei
trattamenti" (mercoledì 7), organizficiale di Eima International, i portali collegati e il canale You Tube, il ricco
zato da FederUnacoma in collabocalendario di eventi che animerà la rassegna. Convegni, conferenze stampa,
razione con Agrofarma; e ancora
incontri tecnici e workshop saranno visibili on-line, formando un palinsesto
quello incentrato sui "Territori rurache impegnerà l'intera giornata e che sarà trasmesso in replica per consenli a rischio: proposte di governo intire la visione anche agli operatori di Paesi con i più diversi fusi orari. Il pategrato per ambiti fragili" (venerdì
linsesto della Eima Web TV - iniziativa realizzata da FederUnacoma in colla9), curato sempre dalla federazione
borazione con la società specializdei costruttori in collaborazione con
zata IdeaVideo - comprenderà anPromoverde e la rivista Territori. Alche talk show, notiziari e reportatri eventi, non meno rilevanti, sono
ge con la partecipazione di esperorganizzati dai gruppi editoriali speti, giornalisti ed organizzatori cacializzati, come la cerimonia per la
paci di raccontare la rassegna in
premiazione del "Tractor of the year 2012" promosso dalla rivista
tutti i suoi aspetti.
Trattori e fissato per la mattina del
primo giorno di fiera (mercoledì 7)
Con Eima web TV tutti gli eventi in diretta
Servito un poker
di saloni specializzati
EIMA COMPONENTI
EIMA GREEEN
Il salone specializzato nella componentistica presenta ben
768 aziende espositrici, provenienti da tutto il mondo. Molto numerosa e qualificata la presenta italiana, in un settore che esprime un alto livello tecnologico. Collocate all'interno del Salone specializzato di Eima Componenti, e distribuite nei padiglioni 15, 18, 20, 21/22 e 26 del quartiere
fieristico, le società del settore sono quasi la metà del totale presente (1750).
Molto significativa la partecipazione di
industrie estere (289), e molto ampia
la gamma merceologica, che comprende oltre 350 voci: dagli assali agli accessori per le cabine di guida, dagli
pneumatici ai sensori per il controllo
elettronico delle funzioni, dai sistemi
di frenatura a quelli per la climatizzazione delle cabine fino ai sistemi per l'irrigazione e
ai computer di bordo. Tra i costruttori esteri particolare rilievo hanno quelli dell'Europa occidentale, con l'Italia grande protagonista con 479 aziende espositrici, seguita dalla
Spagna (29), dalla Germania (26) e dalla Francia (23); ma
anche quelli dell'Estremo Oriente, guidati dalla Cina (39
aziende costruttrici) e dall'India (20), mentre il Paese estero con il maggior numero assoluto di espositori risulta la
Turchia, che conta complessivamente 54 aziende.
Quello di Eima Green, il salone specializzato del comparto giardinaggio e cura del verde, è un gradito
ritorno. L'ampia vetrina delle tecnologie per la manutenzione dei parchi, degli impianti sportivi, dei giardini privati e per ogni attività legata
alla cura delle piante a livello professionale ed hobbistico, viene proposta nei padiglioni 33 e 34 del quartiere fieristico bolognese, gli stessi
che ospitavano alcuni anni fa lo spazio di Eima Garden,
collocati nell'area Ovest e immediatamente accessibili
dall'ingresso "Aldo Moro". La superficie impegnata dal
comparto è pari ad 11 mila metri quadrati netti, a disposizione di 146 industrie espositrici, delle quali 105 italiane e 41 estere, provenienti dai più diversi Paesi, dagli
Stati Uniti alla Turchia, dal Belgio al Giappone. La scelta di riportare a Eima International le tecnologie per il verde - che comprendono un'ampia rosa di mezzi ed attrezzature, come rasaerba, trattorini, tagliasiepi, trimmer,
soffiatori, motoseghe e cesoie - nasce dal desiderio di
offrire alle industrie del comparto "green" la cornice, le
strutture e il supporto organizzativo e di comunicazione
di BolognaFiere.
EIMA ENERGY
EIMA M.I.A.
Le biomasse sono una risorsa disponibile in qualunque
contesto e da cui si può ottenere un'ampia gamma di prodotti naturali, che possono competere con i derivati del
petrolio. Una versatilità che interessa tanti settori del
mercato nazionale ed estere: dalle fibre per il tessile all'industria dei pannelli, dai biomateriali per l'edilizia ai fertilizzanti fino a soprattutto la produzione di energia rinnovabile. Tra le fonti alternative a quelle fossili, le
biomasse sono le uniche a poter garantire al contempo presenza sul territorio, continuità nell'approvvigionamento e programmabilità d'impiego. Su questi temi si incentra la terza edizione di Eima Energy, che offre
un ricco programma di eventi informativi su tutte le tematiche relative
alle filiere bioenergetiche. Previsti convegni e seminari dove i migliori esperti illustrano le opportunità economiche,
energetiche ed ambientali, evidenziando anche il ruolo
centrale della meccanizzazione agroforestale. Non mancano le iniziative mirate a coniugare informazione e intrattenimento: nell'area 49 è stata realizzata una mostra
dinamica dedicata alla meccanizzazione agricola e forestale per la produzione di biocombustibili legnosi.
Le biomasse sono una risorsa disponibile in qualunque contesto e da
cui si può ottenere un'ampia gamma di prodotti naturali, che possono competere con i derivati del petrolio. Una versatilità che interessa
tanti settori del mercato nazionale
ed estere: dalle fibre per il tessile all'industria dei pannelli, dai biomateriali per l'edilizia ai fertilizzanti fino a
soprattutto la produzione di energia rinnovabile. Tra le
fonti alternative a quelle fossili, le biomasse sono le uniche a poter garantire al contempo presenza sul territorio, continuità nell'approvvigionamento e programmabilità d'impiego. Su questi temi si incentra la terza edizione di Eima Energy, che offre un ricco programma di eventi informativi su tutte le tematiche relative alle filiere
bioenergetiche. Previsti convegni e seminari dove i migliori esperti illustrano le opportunità economiche, energetiche ed ambientali, evidenziando anche il ruolo centrale della meccanizzazione agroforestale. Non mancano le iniziative mirate a coniugare informazione e intrattenimento: nell'area 49 è stata realizzata una mostra dinamica dedicata alla meccanizzazione agricola e forestale per la produzione di biocombustibili legnosi.

Documenti analoghi