Pesce stocco alla calabrese

Transcript

Pesce stocco alla calabrese
PRINCIPI NUTRITIVI
na orzione orni ce
IL PARERE DEL DIETISTA
Piatto di discreto valore
energetico, ad elevato contenuto
di proteine animali di alto valore
biologico e grassi di buona
qualità e con basso contenuto di
colesterolo.
ner ia
363 Kcal
ar oidrati totali
29 g
di c i e
lici
3g
ra i
12 g
di c i at ri
2g
Proteine
35 g
di c i ani ali
31 g
i ra
3g
75 mg
ole terolo
IL COMMENTO DELLO CHEF
Se non si ha modo di preparare il brodo
vegetale, si può usare solo l’acqua.
Consigliamo di saggiare con le dita le carni
dello stoccafisso per verificare se sono
presenti ancora lische. A seconda del gusto
personale è possibile sostituire la cipolla con g
100 di porro.
L INDICATORE DI SOSTENI ILIT
a ata
l calcolo del
ar on oot rint.
Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Scarso
Pesce stocco alla calabrese
Origine: Calabria
P
4P
• stoccafisso (già ammollato) g 600
• patate g 600
• olive nere g 60
• cipolla rossa di Tropea g 70 (1 cipolla media)
• passata di pomodoro g 100
• olio extravergine d’oliva g 20
• brodo vegetale g 80
• basilico q.b.
• prezzemolo q.b.
• sale q.b.
LO STRUMENTO DI COTTURA DI OGGI
Lessare in acqua lo stoccafisso, precedentemente ammollato,
per 15- 20 minuti, scolarlo e farlo raffreddare, poi togliere la pelle e le
lische rompendo le carni in pezzi.
Tagliare la cipolla a julienne fine e farla appassire in una casseruola
antiaderente in un filo d’olio. Aggiungere 3 o 4 cucchiai di passata di
pomodoro e cuocere solo per 10 minuti perchè è un ingrediente già
cotto all'origine. Aggiungere lo stocco, le patate tagliate a rondelle
spesse circa mezzo cm, il brodo vegetale, un pizzico di sale e far
cuocere fino alla cottura delle patate. Togliere dal fuoco, aggiungere il
basilico, il prezzemolo, le olive e far insaporire la preparazione
incoperchiata per 10 minuti. Impiattare e condire con una macinata di
pepe.
• pepe nero q.b.
Partner dell'iniziativa
Partner tecnico
Tegame con maniglie
Produzione attuale Ballarini
Le tecnologie di stampaggio di ultima
generazione sono eseguite con presse ad
altissimo tonnellaggio, che consentono di
profilare i corpi degli utensili facendo
scorrere l’alluminio dove è più necessario. Si
ottengono così fondi ad altissimo spessore
per una perfetta planarità, che garantisce
un’ottimale conduzione del calore.

Documenti analoghi

Baccalà mantecato alla Veneziana

Baccalà mantecato alla Veneziana Lo stoccafisso è stato importato dai veneziani nella seconda metà del ’500, dopo il Concilio di Trento, dagli empori della Lega Anseatica, per consentire a tutti, anche in terraferma, di assolvere ...

Dettagli